Video impressionante Agusta AW119 Koala

Foto, video e curiosità inerenti l'aviazione da altri siti

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
I-DISA
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 428
Iscritto il: 16 settembre 2006, 13:43
Località: Roma

Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da I-DISA » 23 novembre 2008, 13:00

Buttate uno sguardo a questo filmato di un Koala che mi ha segnalato http://www.nonsoloaerei.net:




Vi ha impressionato anche a voi?
Ultima modifica di I-DISA il 23 novembre 2008, 23:22, modificato 1 volta in totale.
Aer Lingus, Aeropostale, Air Europa, Air France, Air One, Alitalia, Alitalia Express, ATI, Aviaco, British Airways, Continental, Delta Airlines, EasyJet, Iberia, Icelandair, KLM, Lufthansa, Lufthansa Italia, Olympic, SAS, Spanair, Swissair, Volareweb, Wizz.

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da Aldus » 23 novembre 2008, 21:08

Puoi dirlo forte, davvero impressionante.
Quel pilota ha l'acrobazia nel sangue, ma sembra avere sempre la situazione sotto controllo.
Tranne in un punto dove secondo me....uhmm....ha rischiato grosso.
State bene attenti cosa succede al fotogramma 4:45. :roll:

Comunque che manico. :D

Gradiremmo un commento dell'amico (ed elicotterista) Denis Helicopter.
Ci sei Denis?

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da Slowly » 23 novembre 2008, 21:19

MA no niente ha firmato la neve! :mrgreen:
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da Almost Blue » 24 novembre 2008, 8:38

Non credo ai miei (poveri) occhi. Tutti assolutamente eccezionali !
Nell' ordine:
il pilota,
chi ha concepito e costruito la macchina,
le montagne e lo scenario,
la giornata in cui hanno deciso di girare il tutto.
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da Aldus » 24 novembre 2008, 14:51

Slowly ha scritto:MA no niente ha firmato la neve! :mrgreen:
Eh sì, gli ha datto un bella svirgolata col pattino.
Se però il pattino gli si impuntava..... :roll:

Barney
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 372
Iscritto il: 10 settembre 2005, 11:32

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da Barney » 24 novembre 2008, 16:03

Aldus ha scritto:
Slowly ha scritto:MA no niente ha firmato la neve! :mrgreen:
Eh sì, gli ha datto un bella svirgolata col pattino.
Se però il pattino gli si impuntava..... :roll:

Secondo me ha pigliato il tipo che stava passando a piedi!!! :shock:

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 16035
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da JT8D » 24 novembre 2008, 23:06

Veramente impressionante !!!
Sono curioso anch'io di sentire il parere di un elicotterista: in certi punti i margini erano molto ridotti.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
I-DISA
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 428
Iscritto il: 16 settembre 2006, 13:43
Località: Roma

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da I-DISA » 25 novembre 2008, 0:00

JT8D ha scritto:Veramente impressionante !!!
Sono curioso anch'io di sentire il parere di un elicotterista: in certi punti i margini erano molto ridotti.

Paolo
In molti punti le manovre erano senza margine di errore...
Aer Lingus, Aeropostale, Air Europa, Air France, Air One, Alitalia, Alitalia Express, ATI, Aviaco, British Airways, Continental, Delta Airlines, EasyJet, Iberia, Icelandair, KLM, Lufthansa, Lufthansa Italia, Olympic, SAS, Spanair, Swissair, Volareweb, Wizz.

Avatar utente
DenisHelicopters
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 170
Iscritto il: 16 maggio 2008, 23:32

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da DenisHelicopters » 25 novembre 2008, 12:31

Aldus ha scritto:Puoi dirlo forte, davvero impressionante.
Quel pilota ha l'acrobazia nel sangue, ma sembra avere sempre la situazione sotto controllo.
Tranne in un punto dove secondo me....uhmm....ha rischiato grosso.
State bene attenti cosa succede al fotogramma 4:45. :roll:

Comunque che manico. :D

Gradiremmo un commento dell'amico (ed elicotterista) Denis Helicopter.
Ci sei Denis?
Eccomi qua :)
E' già caro Aldus, se io fossi il titolare dell'elicottero che vediamo nel video, ed il pilota fosse alle mie dipendenze... lo licenzierei in tronco.
Sembra proprio che abbia toccato il suolo nei fotogrammi 4:44 e 4:45, e , se non erro, sembra che in quel punto vi sia stata pure una persona... Per fortuna la neve è morbida, non oso immaginare cosa sarebbe successo se fosse stata roccia nuda.
Comunque niente da dire per il resto, ha una bella manina :) (con l'aggiunta di un po' d'incoscienza :lol: )
un bel volo liscio, niente di eccezionale, un po' di "agricole", volo radente sul fiume, l'importante è conosciere bene la zona, sapere con certezza che non vi siano fili.
Insomma, il ragazzo la prende alla lettera... vola basso e schiva il sasso... :lol:

Barney
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 372
Iscritto il: 10 settembre 2005, 11:32

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da Barney » 25 novembre 2008, 12:59

comunque pare che l'ENAC abbia ritirato sine die la licenza al pilota.

Avatar utente
DenisHelicopters
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 170
Iscritto il: 16 maggio 2008, 23:32

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da DenisHelicopters » 25 novembre 2008, 13:40

Barney ha scritto:comunque pare che l'ENAC abbia ritirato sine die la licenza al pilota.
Immagino che il proprietario dell'elicottero abbia visto il video...e si sia inc@zz@to non poco, magari denunciando la cosa all' ENAC...
Comunque, fosse anche stato suo l'elicottero, non si va a falciare gli alpinisti.
Ho rivisto diverse volte lo spezzone di video, e la persona che evita per qualche metro, la si distingue molto bene.

Ciao
Denis

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 16035
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da JT8D » 25 novembre 2008, 19:27

Che sia un manico è fuori discussione, tanto di cappello. Però secondo me ha ecceduto, erodendo i margini di sicurezza. Può andare bene una volta, due, tre, però può capitare che, con il concorso di qualche altro fattore, qualche volta non vada più tanto bene....

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da Almost Blue » 25 novembre 2008, 19:49

JT8D ha scritto:Che sia un manico è fuori discussione, tanto di cappello. Però secondo me ha ecceduto, erodendo i margini di sicurezza. Può andare bene una volta, due, tre, però può capitare che, con il concorso di qualche altro fattore, qualche volta non vada più tanto bene....

Paolo
Si, ma così, a istinto, qualcosa mi dice che s'è divertito/a...
Mi piacerebbe conoscerlo/a e parlarci, per farmi raccontare cosa si prova.
Avere l'esperienza e poterla sfogare così, in libertà, in una giornata di sole, è un sogno per me; anche se non capisco proprio che cosa ci trovino negli elicotteri... :mrgreen:
In una giornata così, a me piacerebbe fare una cosa del genere con un SF 260, o con Su 31.
Per quanto riguarda il pericolo, se non ammazzo nessun' altro, morire in un incidente mentre faccio una cosa del genere mi spaventerebbe a morte (appunto), ma subito dopo, una volta di là, dovunque sia, credo che penserei che semplicemente era arrivato il mio momento: da dove lavoro io, ogni giorno, sono arrivato alla conclusione che esistono purtroppo "modi" di parecchio (ma di parecchio) peggiori di andarsene che schiantarsi con un aereo.
L' unica cosa che forse chiederei in più e di avere un istante, solo uno, per chiedere scusa per tutte le cazz*te che posso aver combinato prima.
Non lo posso sapere, ma sono convinto (diciamo al 90%) che l' ultimo pensiero di un pilota che si schianta e: "Dio, fa che non faccio male a nessuno, per il resto, vedi Te, come sempre...".
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da Aldus » 26 novembre 2008, 0:12

DenisHelicopters ha scritto:
Aldus ha scritto:Puoi dirlo forte, davvero impressionante.
Quel pilota ha l'acrobazia nel sangue, ma sembra avere sempre la situazione sotto controllo.
Tranne in un punto dove secondo me....uhmm....ha rischiato grosso.
State bene attenti cosa succede al fotogramma 4:45. :roll:

Comunque che manico. :D

Gradiremmo un commento dell'amico (ed elicotterista) Denis Helicopter.
Ci sei Denis?
Eccomi qua :)
E' già caro Aldus, se io fossi il titolare dell'elicottero che vediamo nel video, ed il pilota fosse alle mie dipendenze... lo licenzierei in tronco.
Sembra proprio che abbia toccato il suolo nei fotogrammi 4:44 e 4:45, e , se non erro, sembra che in quel punto vi sia stata pure una persona... Per fortuna la neve è morbida, non oso immaginare cosa sarebbe successo se fosse stata roccia nuda.
Comunque niente da dire per il resto, ha una bella manina :) (con l'aggiunta di un po' d'incoscienza :lol: )
un bel volo liscio, niente di eccezionale, un po' di "agricole", volo radente sul fiume, l'importante è conosciere bene la zona, sapere con certezza che non vi siano fili.
Insomma, il ragazzo la prende alla lettera... vola basso e schiva il sasso... :lol:
Condivido anch'io il tuo pensiero.
Tranne in una cosa...anzi per essere chiari non è che non lo condivido, diciamo più che altro che lo sottolinerei con un "è un peccato".
Perchè peccato?
Perchè il pilota (non sò se sia giovane o meno) è ahimè spericolato, e lo si vede, ma dimostra comunque di avere un controllo del mezzo notevole.
Deduco quindi (e se sbaglio correggimi all'istante) che quel pilota possa definirsi tra virgolette "un buon pilota", ossia una persona che ha una eccelente padronanza del mezzo, e anche delle sue personali (intese nella persona) doti tecniche.
Presumo che un pilota così capace, così sprezzante del pericolo, così attento, sia comunque un buon pilota....MA....è un vero peccato che queste sue doti le esasperi e le sprechi per fare dei numeri che, sotto sotto, non servono a un bel niente.
Ecco perchè dico che..."è un peccato". :roll:
E' un peccato avere piloti così bravi e così coraggiosi (presumo che in una missione di soccorso quel pilota non abbia problemi a condurla), e nello stesso tempo così troppo orgogliosi di mettersi in mostra rischiando un po' troppo il dovuto.
Diventare bravi a pilotare un elicottero in quel modo (tu lo sai) non è facile.
Ed è questo che mi fa soffrire, anzi arrabbiare: vedere tanta bravura sprecata dietro una non buona disciplina.

In conclusione, che sia bravo è evidente e lo dimostra.
Ma un pilota così bravo che rischia in quel modo, diviene automaticamente un "non bravo pilota".
Ed è un vero peccato.
Tanta bravura sprecata quando, oggi come oggi, serve moltissimo quella bravura, ma serve anche e soprattutto la disciplina.
Insomma...è un peccato. :roll:

Tu come la vedi?


In ogni caso se quel pilota fosse quì sul forum non avrei alcun problema a dirgli la verità.
Gli direi semplicemente:
"Complimenti, sei davvero bravo, e si vede che l'elicottero lo sai portare. Da questo punto di vista dunque meriti una stretta di mano perchè le tue esibizioni sono state molto impressionanti".
"Ma adesso, dopo i dovuti e meritati complimenti, vorremmo che ci spiegassi qual'è il senso logico di impattare una motta di neve ad alta velocità"!
"Cosa volevi dimostrare?"
"Di non ammazzarti?"
"E' questo che ti hanno insegnato al corso? Sfidare la fortuna in quel modo?"


Questo è ciò che gli direi e di cui mi piacerebbe avere una sua risposta, possibilmente sensata, in merito.
Capisco che gli elicotteri possono fare acrobazie (ci sono diversi piloti acrobatici al mondo).
Capisco che anche gli aerei possono fare acrobazie (ci sono diversi piloti acrobatici al mondo).
Ma da che mondo è mondo non ho mai visto un elicottero o un aereo impattare contro qualcosa ai fini dell'acrobazia.
E' questo gesto che non torna.
Questa non è più acrobazia.
E' un suicidio, e quel pilota dovrebbe accendere un cero alla madonna se è ancora vivo. :roll:
Magari potrebbe dire che è stata una svista, una sottovalutazione.
Ok ci può stare (a patto che non lo faccia MAI più).
Tuttavia nessuno gli ha imposto di volare tanto basso sopra un ghiacciaio sino ad impattarlo: per cui non si può neppure parlare di svista.
Quell'impatto se l'è proprio cercato (aveva tutto il cielo al di sopra per poter volare, e non stà scritto da nessuna parte che non poteva farlo).
Per cui....

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da Aldus » 26 novembre 2008, 0:59

Ah Denis...cosa si intende per "agricole"?
(scusa la mia ignoranza) :D

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da Almost Blue » 26 novembre 2008, 13:23

Uno dà spettacolo con il suo elicottero e guarda come lo trattano... :(
Ci manca qualcuno che tra un po' inizi pure a dire che magari era un tantino sbronzo, o peggio.
Gli potrei dire qualcosa solo se fossi alla sua altezza con quell'elicottero.
Se fossi il suo Capo, mio malgrado sarei COSTRETTO a fare qualcosa;
dopo un solenne lavata di capo, assolutamente "pro forma" (ma lui non lo saprebbe), farei così:
. meno 1 giorno di paga, a causa della sua "esuberanza" con un mezzo non suo
. più 1 giorno di paga , grazie alla qualità dello spettacolo offerto
. meno 2 giorni di paga, per NON aver eseguito alla perfezione tutte le manovre ed aver addirittura sfiorato la neve! (assolutamente inammissibile! :evil: :D )
Ma mi guarderei bene dal licenziarlo: lo assumerebbero subito altrove.
Denunciarlo e ritirargli la licenza lo trovo una cattiveria controproducente.
I cavalli migliori, in genere sono quasi sempre anche i più "atipici" e a volte imprevedibili.
(Inoltre dubito che simili svolazzi possano essere fatti e ripresi senza la benedizione della ditta).
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da Aldus » 26 novembre 2008, 14:40

Almost Blue ha scritto:Uno dà spettacolo con il suo elicottero e guarda come lo trattano... :(
Beh in realtà non è proprio così.
Che sia bravo lo abbiamo detto tutti (compreso Denis Helicopter), ossia trovarne di piloti così bravi.
Ma la bravura di un pilota non si misura solo nel contenuto tecnico della padronanza del mezzo: si misura anche con la disciplina.
Nel caso di quel video abbiamo di fronte una ipotesi:
1- Il video era fatto allo scopo di "spettacolo puro", ossia tutta l'esibizione era calcolata e pianificata apposta per fare quel film: ciò vuol dire che pilota, scenario, ed operatore, erano coordinati tra loro (della serie "adesso io mi piazzo quì, e tu mi fai un passaggio molto radente sulla capoccia").
Ci sta benissimo come versione.
L'acrobazia "cinematografica" c'è sempre stata, vedi ad esempio quei film polizieschi dove i piloti di elicotteri si esibiscono in inseguimenti rasoterra contro le auto dei ladruncoli che scappano.
Simile scene le abbiamo viste tutti, e denotano una grande preparazione, una grande coordinazione, una grande pianificazione, ed infine...un bravo pilota di elicotteri che sà quello che fa.
Tuttavia nei film nulla viene lasciato al caso.
Ogni scena, ogni movimento, ogni azione, è pianificata in modo certosino e maniacale, al fine di evitare potenziali (e catastrofici) disastri.

Nel caso del video del Koala invece lo scenario non è "preparato": è reale, aspro, pericoloso.
E' il monte bianco, con tutte le sue insidie visibili e nascoste (le turbolenze, le correnti, i vortici...ad esempio, non sono calcolabili).
Un video di volo acrobatico sul monte bianco può essere fatto (e non credo sia neppure l'unico ad essere stato fatto), ma non bisogna mai esagerare.
Un conto è fare acrobazie tra una gola (dove presumo, prima, ci si addestri un po' per la scena), un altro è volare sopra dei seracchi, tanto basso da addirittura impattarne uno ad alta velocità!
Se quel fotogramma 4:45 non ci fosse mai stato, probabilmente avremmo tutti applaudito quel pilota e la sua bravura.
Ma dal momento che quel fotogramma 4:45 c'è, e mostra chiaramente un impatto NON voluto, significa che quella scena non doveva svolgersi in quel modo.
Quello è dunque un errore, un gravissimo errore, che poteva costare la vita a quel pilota, e dubito che un pilota sia tanto pazzo dal farlo spontaneamente.
Si rischia la pelle, mica cioccolatini, e se quel pattino gli si impuntava un tantino di troppo, era la fine, hai voglia a recuperare l'elicottero in un millisecondo.
Quel pilota dunque sarà anche bravo (anzi è bravo), ma è troppo spericolato, e se non si è accoppato è stato solo per c u l o, non certo per bravura.

In sostanza è come un taxista che per dimostrare di essere bravo, si avvicina troppo a un marciapiede, lo prende a sua insaputa, l'auto si piega su due ruote, fa 50 metri tenendo l'auto così, poi la riposa a terra.
Sarà anche bravo e avrà i nervi saldi, quello sì, non si discute su questo.
Ma un taxista che arriva a fare una roba del genere NON è un buon taxista disciplinato, è un pericolo ambulante, e se gli ritirano la patente ci sono tutte le motivazioni per farlo.
Quel pilota di elicottero ha fatto più o meno la stessa cosa: sfidare la fortuna, troppo, impattare in velocità un pezzo di ghiacciaio, e salvarsi (miracolosamente direi).
E sono cose che un pilota di elicottero non dovrebbe mai fare (o se le fa, abbia almeno l'accortezza di non farle vedere a nessuno se ci tiene al posto). :roll:

Ai fini dell'incomprensione comunque, ribadisco che è bravo, molto bravo, tanto di cappello.
Ma è stato anche fortunato!
E' questo che non va bene.
La fortuna ben venga anch'essa, ma in un momento di crisi seria (chessò, perdo il rotore di coda per guasto meccanico, e grazie alla fortuna mi salvo la pelle).
Ma se sono io ad andare a sfidare la fortuna facendo un atto irresponsabile, e poi mi salvo solo grazie alla fortuna...non va bene. :roll:

Avatar utente
DenisHelicopters
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 170
Iscritto il: 16 maggio 2008, 23:32

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da DenisHelicopters » 26 novembre 2008, 20:53

Quoto in pieno Aldus, per fare un bravo pilota serve pure la disciplina.
Ripeto: non si falciano gli alpinisti!
Aggiungo; io credo che un bello spettacolo elicotteristico lo si possa fare anche senza mettere in pericolo la vita altrui, la propria ed infine i mezzi (che costano alla follìa).
L' "agricola" altro non è che un fieseler che generalmente viene eseguito proprio dai piloti agricoli per velocizzare il lavoro d' irrorarazione di anticrittogramici su vigneti e campi :)
Aggiungo un altra cosa, come diceva Draklor, del "mast-bumping";
è un problema caratteristico dei rotori a bilancere (R22, Bell 206, AB212, Bell47), il Koala non ha questo problema, in quanto ha un rotore articolato quadripala, quindi ha una eccentricità (hinge offset) che con le forze centrifughe delle pale genera un momento autobilanciante. Nel caso dei rotori a bilancere l'eccentricità è praticamente nulla, quindi l'unico momento a controllare il rotore è dato dal peso dell'elicottero.
Per ulteriori sul mast-bumping magari ci aggiorniamo alla prossima puntata (con dei disegnini forse mi vien meglio da spiegare)

P.S. per Aldus
Il mio nick è Denis HelicopterS, con la S finale, perchè ho tanti tanti elicotteri, tutti avuti come stipendio dal NWO... ha ha ha ha!
:lol:

MD82_Lover
FL 500
FL 500
Messaggi: 9556
Iscritto il: 15 novembre 2007, 18:11

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da MD82_Lover » 26 novembre 2008, 22:53

C'è una cosa alla quale sto pensando.

Ci sono piloti che rischiano ogni giorno per lavoro.
E spesso sono costretti a sfidare la fortuna, perchè quando lavori in urgenza od emergenza non c'è sicuramente il tempo per valutare tutto con la dovuta tranquillità.
Lì devi scendere.Punto e basta.
A questi cosa dobbiamo dirgli?

Io credo che per un pilota, in particolare per quelli impiegati in determinati ambiti, sia quasi necessario capire quali siano i limiti propri e della macchina.
E non si può certamente pretendere di testare questi limiti in una missione.Perchè allora si che c'è il rischio di combinare grossi casini.

Non entro nel merito del video in questione perchè non ho strumenti per giudicare se quel pilota sia un irresponsabile.
Dico solo che quando si viaggia al limite e capita il momento di cago (quello sano), è proprio vivere quel momento che ti può parare il c**o la volta successiva.

Ad ogni modo io da uno così mi farei portare in giro eccome... :mrgreen:

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da Aldus » 27 novembre 2008, 2:35

MD82_Lover ha scritto:C'è una cosa alla quale sto pensando.

Ci sono piloti che rischiano ogni giorno per lavoro.
E spesso sono costretti a sfidare la fortuna, perchè quando lavori in urgenza od emergenza non c'è sicuramente il tempo per valutare tutto con la dovuta tranquillità.
Lì devi scendere.Punto e basta.
A questi cosa dobbiamo dirgli?
Di non sfidarla troppo la fortuna.
E' vero che un pilota che deve andare a salvare degli alpinisti rimasti appesi ad una parete, svolge un lavoro pericoloso.
Proprio perchè è pericoloso si chiede moltissimo a quel pilota.
Un suo passo falso, un suo errore, ed è il disastro per tutti, pilota, elicottero, e alpinisti.
Capisci che tra l'impattare per gioco un blocco di ghiaccio, e fare elisoccorso stando attentissimi a non lasciarci la pelle, c'è molta differenza.
Chi fa elisoccorso non ha voglia di morire, nè di sfidare la fortuna.
Se la situazione si mette male, molto male, è disposto pure a rinunciare al soccorso se proprio non se ne può fare a meno, per poi forse tentarlo di nuovo dopo un'ora.
Ci vogliono nervi saldi e coraggio, ma anche la mente bella sgombra capace di ragionare a mille, e ci vuole anche una disciplina assoluta, non la sfrontatezza.
Per quel che mi riguarda ho sempre avuto il massimo rispetto degli elicotteristi, sò bene quanto siano bravi, preparati, e sò bene quanto gli dobbiamo per tutto ciò che fanno.
Tuttavia, sebbene l'elisoccorso sia un mestiere pericoloso (e non solo il soccorso), c'è un limite invalicabile oltre il quale non bisogna andare.
E' il limite tra la vita e la morte, l'avere la situazione sempre perfettamente sotto controllo (per cui l'intera missione diviene un successo), o.... non averla più.
Valicare quel limite vuol dire osare troppo, e, a seconda della fortuna, può andare tutto bene, ma può andare anche tutto male (leggi "disastro").
Ecco, quel limite è bene non superarlo mai perchè la fortuna non va sfidata quando si vola, va lasciata fuori dal contesto.
E il contesto vuole solo, bravura, preparazione, nervi saldi, coraggio, disciplina, e controllo della situazione.
Sempre.
La fortuna va lasciata fuori.
Serve il controllo.
Il controllo è basilare, tutto deve essere sempre sotto controllo, altrimenti meglio rinunciare.

Il pilota del Koala non stava facendo elisoccorso.
Faceva come si vuol dire il "galletto", ossia dimostrava ad un video operatore quanto è bravo nell'acrobazia.
L'acrobazia, quando è ben fatta, è anche una lampante dimostrazione di "controllo", per cui ci può stare come concetto.
Tuttavia al fotogramma 4:45 si assiste proprio a ciò che un elicotterista disciplinato non deve mai fare: perdere il controllo, esagerare per nulla, rischiare la vita per nulla, e salvarsi solo grazie alla fortuna.
Chi fa elisoccorso non farebbe mai una cosa del genere.
Magari è vero che deve appoggiarsi sopra un seracco di un ghiacciaio, quello sì, ma lo farebbe con la calma di una piuma, stanto bene attento a non perdere di mira la situazione.
Ma di sicuro non volerebbe a piena velocità a un metro dai seracchi sino ad impattarne uno con un pattino!
Quella manovra non ha alcun senso, non la si farebbe nè durante una missione di soccorso, nè durante uno spettacolo di acrobazia.
Il perchè lo abbiamo già detto: perchè è una manovra suicida, vuol dire sfidare la morte per divertimento o incoscienza (e non per esigenza di salvare delle vite umane), pertanto una roba del genere non si fa mai, non è contemplata, non fa parte dell'istruzione, non ha alcun fine pratico e sensato.

Ecco perchè c'è differenza tra il lavoro serio di un elicotterista, e quel fotogramma 4:45.
Ci vuole massima prudenza e massimo controllo.
E quella scena, la 4:45 (soprattutto quella) non fa parte di tutto questo.
Già ne capitano spesso di incidenti a questi poveri elicotteri.
Ma andarseli anche a cercare per giocare a falciare la gente, beh, non mi sembra proprio il caso. :roll:
Giusto? :wink:

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da Aldus » 27 novembre 2008, 3:09

Draklor ha scritto:
Aldus ha scritto: Ma da che mondo è mondo non ho mai visto un elicottero o un aereo impattare contro qualcosa ai fini dell'acrobazia.
Beh,non so se parlavi di qualcosa del genere...:
Decisamente no, non intendevo quello.
Quello è un incidente non voluto, l'elicottero stava facendo una esibizione sul lago, ed era in quota, poi (per motivi che non sto a commentare) durante la discesa non è riuscito a richiamare l'elicottero, e ha impattato catastroficamente.
Un tragico errore insomma (e lo hanno pagato caro!), ma certamente non facente parte del programma di esibizione.

Il koala invece si divertiva a volare basso, ancora più basso, bassissimo, sino a rasentare la capoccia della gente, e sapendo che un ghiacciaio non è un lago piatto.
Esagera, esagera, esagera....sbammm, si è infilzato sul pattino un bel panettone di ghiaccio, e gli è andata bene, anzi di lusso.
Queste cose sarebbe meglio evitarle: già non si fanno su un lago calmo, figuriamoci su una superfice "gibbosa" come un ghiacciaio.

Avatar utente
struzzovolante
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1008
Iscritto il: 2 luglio 2008, 14:23
Località: LIRE

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da struzzovolante » 27 novembre 2008, 10:23

Da alpinista posso dire solo una cosa: questo pilota sarà pure bravo, ma è un pazzo incoscente.
In montagna in condizioni di innevamento e per di più al sole posso solo immaginare i disastri che ha combinato, se stessi arrampicando su neve/ghiccio in alta montagna l'ultima cosa che vorrei è ritrovarmi un cretino che fa partire slavine con l'elicottero sopra la mia testa. Sarà forse per questo che il volo in elicottero in montagna è vietato sotto i 500 metri dal suolo (in Svizzera 300), fatto salvo le emergenze ed i voli epressamente autorizzati?

MD82_Lover
FL 500
FL 500
Messaggi: 9556
Iscritto il: 15 novembre 2007, 18:11

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da MD82_Lover » 27 novembre 2008, 12:05

Aldus ha scritto: Ecco perchè c'è differenza tra il lavoro serio di un elicotterista, e quel fotogramma 4:45.
Ci vuole massima prudenza e massimo controllo.
E quella scena, la 4:45 (soprattutto quella) non fa parte di tutto questo.
Già ne capitano spesso di incidenti a questi poveri elicotteri.
Ma andarseli anche a cercare per giocare a falciare la gente, beh, non mi sembra proprio il caso. :roll:
Giusto? :wink:
Giusto.
Però a me i conti non tornano lo stesso. :D
Qui si sta dicendo che fatte salve le emergenze certe manovre sono da incoscienti.
Può anche starmi bene, ma perchè si usano due metri e due misure?

Perchè uno che vola radente al suolo in montagna ed è costretto a farlo per portare in salvo una persona è un manico, ed uno che ripete la stessa manovra in un altro momento e senza che ci sia sotto un emergenza è per forza un cretino?
Se posso fare certe manovre in nome di un emergenza, perchè non potrei farle per essere in grado un giorno di poterle ripetere con dei margini di sicurezza (l'ho fatto in precedenza e pertanto so di cosa si tratta)?

Come ho già detto, non entro nel merito del fotogramma a 4:45 perchè è già stato detto molto ed anch'io penso che il pilota, in quel momento,abbia superato il limite che si era posto.
Non credo che il pattino abbia toccato il suolo intenzionalmente, ma si sia trattato, piuttosto, di un errore, fortunatamente senza conseguenze.
Nonostante tutto non me la sento affatto di definire quella persona come incosciente.

Chissà quante ore di volo ha alle spalle e chissà quanti interventi ha portato a termine brillantemente.
Chissà quante volte si sarà trovato costretto, per motivi di lavoro, a prendersi rischi che non conosciamo.
Per un errore fatto chissà quanti non ne ha fatti.
In fondo mica sappiamo chi è e come lavora.O qualcuno forse lo conosce personalmente ed è in grado di dire con assoluta certezza che sia un pazzo furioso?


E poi a me interessa capire come un pilota acquisisca capacità se non sperimentando e come venga stabilito
il giusto limite oltrepassato il quale uno passa da manico a colui che ama sfidare a tutti i costi la fortuna.

Io ho lavorato sia con elisoccorso che con soccorso alpino e in più di un occasione ho assistito a manovre decisamente borderline in cui il rischio, almeno a mio modo di vedere, ci stava tutto ed era anche bello alto.
Ho parlato con diversi piloti di elisoccorso che hanno tutta la mia stima e che sono "anche" considerati un pò pazzi (o spericolati). Forse è anche per questo che non me la sento di mettere in croce quello del video.

E poi, scusate, non posso essere legittimata a pensare che questi piloti, per arrivare a compiere un certo tipo di operazioni con livelli di perizia quasi chirurgica,possano aver sperimentato in altri momenti e luoghi le stesse manovre?
Magari vedendo i video delle loro esercitazioni più di un "cretino" o "incosciente" se lo sarebbero preso.Chi lo sa?

Ok, ora non dico più niente, sennò sembra che abbia una tresca con il tipo in questione.
A lui vanno miei complimenti, una tirata d'orecchie ed ancora complimenti. Esattamente in quest'ordine.

Avatar utente
struzzovolante
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1008
Iscritto il: 2 luglio 2008, 14:23
Località: LIRE

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da struzzovolante » 27 novembre 2008, 12:17

No, scusa, stai travisando, volare sotto una certa quota è consentito per le emergenze, perché di solito l'elicottero serve a salvare qualcuno. Volare in quel modo rischiando di far scaricare una valanga su qualche alpinista non è consentito, ho visto diversi interventi di soccorso, sia veri che simulati, e nessuno volare in quel modo.
In Svizzera quando fanno gli airshow in montagna è vietato andare ad arrampicare sulle montagne circostanti, e ci mancherebbe altro.
Nel filmato, se non ho le traveggole, mi pare che questo signore faccia le sue esibizioni nel gruppo del monte Bianco, dove centinaia di alpinisti arrampicano tutti i giorni.

MD82_Lover
FL 500
FL 500
Messaggi: 9556
Iscritto il: 15 novembre 2007, 18:11

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da MD82_Lover » 27 novembre 2008, 17:07

struzzovolante ha scritto: Nel filmato, se non ho le traveggole, mi pare che questo signore faccia le sue esibizioni nel gruppo del monte Bianco, dove centinaia di alpinisti arrampicano tutti i giorni.
Non saprei.
Alla fine, comunque, "mi sembra" che l'analisi del video si basi su parecchi "mi sembra". :mrgreen:

Non si conosce la località in cui è stato girato il video e quanto popolosa in fatto di alpinisti fosse al momento.
Non si sa se si tratta di un filmato di addestramento (non mi pare, ma chi lo sa?). In questo caso non avrebbe nemmeno contravvenuto alla normativa in fatto di disciplina del volo in zone montane.
Non è certo, ma solo presumibile (diciamo che la suggestione c'è tutta), che il pattino abbia toccato.
Non sappiamo se l'omino sia stato decapitato...! :lol:
Sono in dubbio anche la genesi di slavine ed il ritiro della licenza.

Di sicuro ci sono un paio di cose.
Le capacità innegabili unite ad una discreta dose di "esuberanza".
E a questo punto, rivedendo più e più volte il video, mi riesce anche difficile valutare quali siano stati i rischi corsi reali e quali quelli potenziali (pattino a parte).
Credo che solo il pilota potrebbe dire se è stato sempre mantenuto il controllo.

Io, per le mie trascorse esperienze di AVS, posso solo dire che mi sentirei tranquilla a bordo del suo elicottero.

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da Aldus » 27 novembre 2008, 18:47

MD82_Lover ha scritto:
Perchè uno che vola radente al suolo in montagna ed è costretto a farlo per portare in salvo una persona è un manico, ed uno che ripete la stessa manovra in un altro momento e senza che ci sia sotto un emergenza è per forza un cretino?
E' proprio questo il problema.
Tu dici "Perchè uno che vola radente al suolo in montagna ed è costretto a farlo per portare in salvo una persona è un manico...".
Non è così.
Non si è mai costretti a fare una cosa del genere.
Non si vola mai radente al suolo in montagna, nè per acrobazia, nè per emergenza (la quota è sicurezza, sempre), nè tanto meno per portare in salvo qualcuno.
Che salvataggio sarebbe il volare basso ad alta velocità sfiorando rocce, sassi, spuntoni, persone, blocchi di ghiaccio?
Il pregio unico dell'elicottero è proprio quello di potere volare stando fermo, quindi i salvataggi si fanno stando fermi, dopodichè (se è il caso) si scende piano piano e ci si appoggia piano piano su una cima di una montagna, ma sempre facendo in quel modo, stando fermi.
Volare invece ad alta velocità facendo la cresta al suolo sino ad impattarlo involontariamente non fa parte della disciplina elicotteristica, non va fatto.
Non è che chi lo fa perchè "sta facendo un salvataggio" è un manico.
Non c'è il manico.
C'è solo il "non si fa mai!", neanche per salvataggio. :wink:
MD82_Lover ha scritto: Se posso fare certe manovre in nome di un emergenza, perchè non potrei farle per essere in grado un giorno di poterle ripetere con dei margini di sicurezza (l'ho fatto in precedenza e pertanto so di cosa si tratta)?
Idem come sopra, non esistono manovre di emergenza o salvataggio da compiere in quel modo.
Esiste l'hovering, esiste il posarsi sopra qualcosa piano piano piano.
Il volare radende al suolo ad alta velocità non ha attività pratiche: soltanto in campo militare il volo radente è eventualmente una mossa contemplata per determinati motivi: volare bassi infatti permette di non essere scoperti dai radar, ossia salvarsi la pelle, quindi in quel caso (e solo in quello) c'è una motivazione pratica a quel gesto.
Negli altri casi, no, non si fa. :wink:
MD82_Lover ha scritto: Come ho già detto, non entro nel merito del fotogramma a 4:45 perchè è già stato detto molto ed anch'io penso che il pilota, in quel momento,abbia superato il limite che si era posto.
Non credo che il pattino abbia toccato il suolo intenzionalmente, ma si sia trattato, piuttosto, di un errore, fortunatamente senza conseguenze.
Nonostante tutto non me la sento affatto di definire quella persona come incosciente.
Purtroppo invece lo è.
Lo è perchè ha volutamente fatto una cosa che non andava fatta, ha esagerato, ha commesso un grave errore, e per poco non si ammazza.
Il perchè fare una cosa del genere lo sà solo lui. :roll:
MD82_Lover ha scritto: Chissà quante ore di volo ha alle spalle e chissà quanti interventi ha portato a termine brillantemente.
Sicuramente tante.
L'elicottero lo sa portare molto bene da quanto vedo.
MD82_Lover ha scritto: Chissà quante volte si sarà trovato costretto, per motivi di lavoro, a prendersi rischi che non conosciamo.
Vero.
Magari ha avuto a che fare con i rischi, ma rischi contemplati, non cercati sfidando la sorte.
L'impatto ad alta velocità non fa parte di questi rischi.
E' sfidare la morte in faccia per niente, affidandosi solo alla fortuna, anzichè alla tecnica e il controllo.
MD82_Lover ha scritto: Per un errore fatto chissà quanti non ne ha fatti.
Non credo tanti, anzi probabilmente nessuno.
Un errore del genere (impattare in velocità contro il ghiacciaio) non lascia generalmente scampo.
Stavolta gli è andata bene, anzi di lusso, ma secondo me è stato il primo e anche l'ultimo di errore di questa gravità.
Un secondo errore del genere...e potresti non raccontarlo più a nessuno. :roll:
MD82_Lover ha scritto: In fondo mica sappiamo chi è e come lavora.O qualcuno forse lo conosce personalmente ed è in grado di dire con assoluta certezza che sia un pazzo furioso?
Non credo abbia molta importanza.
Il pazzo glielo abbiamo visto fare una volta al fotogramma 4:45 e in altri fotogrammi, per cui tanto basta per far capire che è un po' pazzo davvero, o forse un po' troppo incosciente.
Un bravo pilota di elicotteri si distingue per la prudenza in ogni sua azione, non nell'incoscienza.
Preferirei essere salvato da un pilota prudente che tiene alla sua vita e alla mia, non da un incosciente che sfida la fortuna.
In quel modo rischiamo di ammazzarci entrambi (se muore lui, o fallisce perchè troppo esuberante, muoio anche io, oppure rimango appeso alla parete, comunque sia muoio anch'io). :(
MD82_Lover ha scritto: E poi a me interessa capire come un pilota acquisisca capacità se non sperimentando e come venga stabilito
il giusto limite oltrepassato il quale uno passa da manico a colui che ama sfidare a tutti i costi la fortuna.
Se ama sfidare la fortuna è bene che la sfidi da solo, col suo elicottero, e lontano dalla gente e/o dal fare missioni di soccorso.
In nessuna scuola di volo si insegna a pilotare un velivolo con la fortuna.
E quel limite (oltrepassare i cancelli tra la tecnica, la prudenza, e il controllo) non fa parte di quell'insegnamento.
Quando i piloti si addestrano a fare una autorotazione non lo fanno confidando nella fortuna, lo fanno confidando sul controllo, sul ciò che si deve fare perchè si sà come va fatto e come funziona rispetto a quello che non si deve assolutamente fare.
La fortuna deve intervenire solo quando non c'è più alcuna speranza di ciò che si sta facendo, quando la situazione ha cessato completamente di essere sotto controllo, insomma quando davanti si hanno soltanto i cancelli del paradiso o dell'inferno.
In quel caso ben venga la fortuna, anzi a pregarla che venga!
Ma solo in quel caso.
Non va mai sfidata, perchè la fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede bene (ergo vince quasi sempre lei)! :D
MD82_Lover ha scritto: Io ho lavorato sia con elisoccorso che con soccorso alpino e in più di un occasione ho assistito a manovre decisamente borderline in cui il rischio, almeno a mio modo di vedere, ci stava tutto ed era anche bello alto.
Ho parlato con diversi piloti di elisoccorso che hanno tutta la mia stima e che sono "anche" considerati un pò pazzi (o spericolati). Forse è anche per questo che non me la sento di mettere in croce quello del video.
Sicuramente ci sarà sempre qualche pilota un po' più spericolato di altri, sia con l'elicottero, sia con l'aereo.
Ma che io sappia non ho mai visto nessuno fare ciò che quel pilota fa al fotogramma 4:45.
Virtuosismo sì, sprezzo del pericolo sì, coraggio sì.
Tentato suicidio, no. :wink:

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da Aldus » 27 novembre 2008, 19:03

struzzovolante ha scritto:No, scusa, stai travisando, volare sotto una certa quota è consentito per le emergenze, perché di solito l'elicottero serve a salvare qualcuno. Volare in quel modo rischiando di far scaricare una valanga su qualche alpinista non è consentito, ho visto diversi interventi di soccorso, sia veri che simulati, e nessuno volare in quel modo.
In Svizzera quando fanno gli airshow in montagna è vietato andare ad arrampicare sulle montagne circostanti, e ci mancherebbe altro.
Nel filmato, se non ho le traveggole, mi pare che questo signore faccia le sue esibizioni nel gruppo del monte Bianco, dove centinaia di alpinisti arrampicano tutti i giorni.
E' vero anche questo.
Troppo spesso si tende a considerare la montagna come una splendida ed innocua entità, ma nel caso di giganti quali il Monte Bianco si nascondono insidie molto pericolose.
Tali insidie gli alpinisti le conoscono bene e gli prestano la dovuta attenzione, ma se a loro insaputa un elicottero che vola 1000 metri più in sù facendo la cresta alle pareti dovesse "turbare" la tranquillità del gigante, sono guai seri per chi sta più in basso e non ne sà niente.
Insomma l'elicottero dovrebbe servire per vigilare su quelle persone, come un buon angelo custode, ma mai metterle a rischio con la sua presenza. :roll:

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 16035
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da JT8D » 27 novembre 2008, 21:48

Uno può anche essere un manico, ma un buon pilota non è solo un manico, ha anche una corretta "mentalità aeronautica". Fare gli sboroni come il pilota de filmato è segno di una scarsa mentalità di questo tipo. Quando si eseguono acrobazie, anche le più spettacolari, sono sempre valutati bene tutti i rischi e le manovre vengono svolte sempre con i dovuti margini di sicurezza, che permettono anche in caso di errore oppure di qualcosa che va storto una possibile via di uscita.
In questo caso si è messo a fare acrobazie senza nessun criterio di quel tipo e con un comportamento assolutamente marginale, che lo ha portato addirittura ad impattare con la neve. Questa volta è andata bene, ma non sempre sarà così. E con un volo in quelle condizioni, in caso di qualunque altro fattore disturbante che intervenga, non si hanno più margini per intervenire, con un possibile esito nefasto.
Quando si vola si deve sempre lavorare nel settore di sicurezza, con il pieno rispetto di procedure e regole, dove si vola in maniera "safe". Quando si valica il limite e si entra nel settore "marginale", le cose non sono più tanto sicure: può non succedere nulla, ma basta pochissimo, un altro picolissimo fattore che intervenga, perchè si passi nel settore "unsafe", dove è quasi certo l'incidente più o meno catastrofico (Cfr. La strategia del Margine)
Il volo del filmato si è svolto in vari punti in maniera molto "marginale", con un potenziale rischio elevatissimo. E il fatto che non succeda nulla non vuol dire che il pilota deve sentirsi autorizzato a varcare sempre la soglia.
Uno può essere manico quanto vuole, ma la storia è piena di fenomeni che si sono schiantati. Essere pilota non vuol dire solo essere bravi con i comandi, ma acquisire una mentalità corretta (airmanship) che fanno di quel pilota un professionista serio e "sicuro".

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

MD82_Lover
FL 500
FL 500
Messaggi: 9556
Iscritto il: 15 novembre 2007, 18:11

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da MD82_Lover » 27 novembre 2008, 22:37

JT8D ha scritto: Il volo del filmato si è svolto in vari punti in maniera molto "marginale", con un potenziale rischio elevatissimo.

Paolo
Quando hai tempo e voglia ci metti i minuti del filmato così anche chi non se ne intende tanto può capire cosa sia una manovra condotta in modo marginale e con potenziale di rischio altissimo?

Aldus scrive che "se quel fotogramma 4:45 non ci fosse mai stato, probabilmente avremmo tutti applaudito quel pilota e la sua bravura".
DenisHelicopters scrive "un bel volo liscio, niente di eccezionale, un po' di "agricole", volo radente sul fiume, l'importante è conoscere bene la zona, sapere con certezza che non vi siano fili".
Tu hai aggiunto il tuo che pone l'accento sui "vari" momenti del volo a rischio potenziale altissimo.

Non per niente, ma non mi sembra che i commenti di chi se ne intende siano propriamente univoci.
Oltre a 4:45 dove bisogna prestare attenzione?

Si riesce ad ottenere pareri concordanti almeno su questo?
Così, tanto per capire...

Avatar utente
struzzovolante
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1008
Iscritto il: 2 luglio 2008, 14:23
Località: LIRE

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da struzzovolante » 28 novembre 2008, 8:59

MD82_Lover ha scritto:
JT8D ha scritto: Il volo del filmato si è svolto in vari punti in maniera molto "marginale", con un potenziale rischio elevatissimo.

Paolo
Quando hai tempo e voglia ci metti i minuti del filmato così anche chi non se ne intende tanto può capire cosa sia una manovra condotta in modo marginale e con potenziale di rischio altissimo?

Aldus scrive che "se quel fotogramma 4:45 non ci fosse mai stato, probabilmente avremmo tutti applaudito quel pilota e la sua bravura".
DenisHelicopters scrive "un bel volo liscio, niente di eccezionale, un po' di "agricole", volo radente sul fiume, l'importante è conoscere bene la zona, sapere con certezza che non vi siano fili".
Tu hai aggiunto il tuo che pone l'accento sui "vari" momenti del volo a rischio potenziale altissimo.

Non per niente, ma non mi sembra che i commenti di chi se ne intende siano propriamente univoci.
Oltre a 4:45 dove bisogna prestare attenzione?

Si riesce ad ottenere pareri concordanti almeno su questo?
Così, tanto per capire...
Beh, è proprio questo il bello. Se fossimo tutti dello stesso parere che gusto ci sarebbe. Noi stiamo qui a discutere e magari quello è un test pilot dell'Agusta super autorizzato... dico così per dire, ma su un filmato del genere è normale che ognuno abbia le sue opinioni e il suo punto di vista, la ricchezza di questo forum è anche questa.

MD82_Lover
FL 500
FL 500
Messaggi: 9556
Iscritto il: 15 novembre 2007, 18:11

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da MD82_Lover » 28 novembre 2008, 9:55

struzzovolante ha scritto:
MD82_Lover ha scritto:
JT8D ha scritto: Il volo del filmato si è svolto in vari punti in maniera molto "marginale", con un potenziale rischio elevatissimo.

Paolo
Quando hai tempo e voglia ci metti i minuti del filmato così anche chi non se ne intende tanto può capire cosa sia una manovra condotta in modo marginale e con potenziale di rischio altissimo?

Aldus scrive che "se quel fotogramma 4:45 non ci fosse mai stato, probabilmente avremmo tutti applaudito quel pilota e la sua bravura".
DenisHelicopters scrive "un bel volo liscio, niente di eccezionale, un po' di "agricole", volo radente sul fiume, l'importante è conoscere bene la zona, sapere con certezza che non vi siano fili".
Tu hai aggiunto il tuo che pone l'accento sui "vari" momenti del volo a rischio potenziale altissimo.

Non per niente, ma non mi sembra che i commenti di chi se ne intende siano propriamente univoci.
Oltre a 4:45 dove bisogna prestare attenzione?

Si riesce ad ottenere pareri concordanti almeno su questo?
Così, tanto per capire...
Beh, è proprio questo il bello. Se fossimo tutti dello stesso parere che gusto ci sarebbe. Noi stiamo qui a discutere e magari quello è un test pilot dell'Agusta super autorizzato... dico così per dire, ma su un filmato del genere è normale che ognuno abbia le sue opinioni e il suo punto di vista, la ricchezza di questo forum è anche questa.
Forse sono io che non riesco a farmi capire o mi esprimo male.

Chiedevo pareri sul gesto tecnico lasciando perdere per un attimo tutte le altre considerazioni personali.
E poi mi interessava sapere dove sono stati presi rischi potenziali altissimi.Perchè sembra che oltre al minuto 4:45 ci siano stati altri momenti in cui questo pilota ha rischiato la vita (ma allora non mi spiego il "niente di eccezionale" scritto da Denis).

Per il resto concordo con te.
La ricchezza è avere un conto in banca a più zeri possibile. :D (cfr Lezione n°2 del manuale di sopravvivenza delle Giovani Marmotte: come trovare sempre il modo per non capire quello che sta dicendo l'altro)

Regà, io getto la spugna. :wink:
Se qualcuno conosce quel pilota gli dica che un giro in giostra con lui lo faccio volentieri.Su una cosa siamo tutti d'accordo ed è che il manico non gli manca. :mrgreen: :hello1: :hello1:

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da Aldus » 28 novembre 2008, 18:05

MD82_Lover ha scritto:Chiedevo pareri sul gesto tecnico lasciando perdere per un attimo tutte le altre considerazioni personali.
E poi mi interessava sapere dove sono stati presi rischi potenziali altissimi.Perchè sembra che oltre al minuto 4:45 ci siano stati altri momenti in cui questo pilota ha rischiato la vita (ma allora non mi spiego il "niente di eccezionale" scritto da Denis).
Denis probabilmente voleva indicare che sul lato puramente tecnico quel pilota non ha fatto niente di eccezionale, ossia non ha compiuto nessuna manovra che non sappia fare qualunque elicotterista.
Se si fossero visti dei looping completi allora c'era tutto il pretesto per dire che le sue manovre erano veramente eccezionali, ma in realtà ha fatto solo picchiate, impennate, finti looping....insomma "niente di eccezionale", normali manovre per un elicottero/elicotterista.
Anche Denis sono sicuro che le sa fare quelle robe.
La differenza sta solo nel farle a quota di sicurezza, e farle facendo la barba alle rocce.
Quell'elicotterista le ha fatte in un contesto dove l'errore poteva non lasciare scampo.
Basta un niente, un calcolo fatto male, una raffica di vento improvvisa (sempre presenti sul Monte Bianco), ed è la catastrofe, non c'è margine per salvarsi.
Se quelle manovre le avesse fatte stando un po' più lontano dalle pareti (un bel po' più lontano!) avrebbe ottenuto che:
1- Le manovre sono le stesse, non cambiano, quindi se le sai fare sei bravo comunque.
2- Dimostri di essere anche prudente e di compiere quelle manovre dentro il giusto range di sicurezza che ti permettano una via d'uscita qualora succeda qualcosa.
3- Tieni alla tua vita, e al tuo (ammesso sia tuo) costoso elicottero.

Farle le stesse manovre invece sfiorando le pareti e il terreno ti fa ottenere che:
1- Le manovre sono le stesse, quindi non guadagni punti in più.
2- Dimostri di non essere prudente e di non compiere quelle manovre nel giusto range di sicurezza che ti permettano una via d'uscita (se non erro la chiamano "la curva dell'uomo morto").
3. Non tieni alla tua vita, e nemmeno al tuo (ammesso sia tuo) elicottero.

Questo è il succo.
La bravura c'è, ma la bravura non va mai dimostrata in quel modo.
Ci sono innumerevoli altri modi per dimostrare di essere bravi.
Se quelle manovre le avrebbe fatte a cielo aperto, molto lontano dalle pareti, dando spettacolo ai turisti e agli scalatori, c'erano tutti i pretesti per fargli un grosso applauso.
Non serve farle addosso alle pareti, non serve farle rasoterra portando via la scuffietta sulla capoccia della gente, non serve farle andando addosso ai blocchi di ghiaccio e salvarsi grazie alla fortuna.
Quella roba lì non ha senso, così come non ha senso che un karateca faccia a cazzotti per strada per dimostrare "che è bravo".
Insomma la bravura deve servire per diventari bravi in tutto, nella coerenza, nella sicurezza, nella disciplina, nella prudenza, nel proprio lavoro...e non solo in una cosa.
Per me è molto più bravo un elicotterista che per 40 anni ha volato senza MAI avere avuto un incidente, anche minimo, dovuto a cause sue (sue, non meccaniche), rispetto invece a uno che sa fare l'acrobatico ma poi mi impatta un blocco di ghiaccio per negligenza (ossia commette un errore gravissimo che l'altro pilota invece non ha mai compiuto).
La bravura la misuro anche in questo modo.
Hai commesso un errore facendo un atto che ti sei cercato volutamente (per cui non è stata un'emergenza, te lo sei proprio cercato)?
Male.
L'altro pilota invece non lo ha mai commesso perchè preferisce volare con più prudenza e disciplina?
Bene.
L'altro è più bravo di te.
Non potrà dimostrare la sua bravura in modo così spettacolare, ovvio, ma rimane il fatto che è più bravo di te, anche se non lo mostra per forza alla gente.
:wink:

MD82_Lover
FL 500
FL 500
Messaggi: 9556
Iscritto il: 15 novembre 2007, 18:11

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da MD82_Lover » 28 novembre 2008, 22:04

Aldus ha scritto:
MD82_Lover ha scritto:Chiedevo pareri sul gesto tecnico lasciando perdere per un attimo tutte le altre considerazioni personali.
E poi mi interessava sapere dove sono stati presi rischi potenziali altissimi.Perchè sembra che oltre al minuto 4:45 ci siano stati altri momenti in cui questo pilota ha rischiato la vita (ma allora non mi spiego il "niente di eccezionale" scritto da Denis).
Denis probabilmente voleva indicare che sul lato puramente tecnico quel pilota non ha fatto niente di eccezionale, ossia non ha compiuto nessuna manovra che non sappia fare qualunque elicotterista.
Se si fossero visti dei looping completi allora c'era tutto il pretesto per dire che le sue manovre erano veramente eccezionali, ma in realtà ha fatto solo picchiate, impennate, finti looping....insomma "niente di eccezionale", normali manovre per un elicottero/elicotterista.
Anche Denis sono sicuro che le sa fare quelle robe.
La differenza sta solo nel farle a quota di sicurezza, e farle facendo la barba alle rocce.
Quell'elicotterista le ha fatte in un contesto dove l'errore poteva non lasciare scampo.
Basta un niente, un calcolo fatto male, una raffica di vento improvvisa (sempre presenti sul Monte Bianco), ed è la catastrofe, non c'è margine per salvarsi.
Se quelle manovre le avesse fatte stando un po' più lontano dalle pareti (un bel po' più lontano!) avrebbe ottenuto che:
1- Le manovre sono le stesse, non cambiano, quindi se le sai fare sei bravo comunque.
2- Dimostri di essere anche prudente e di compiere quelle manovre dentro il giusto range di sicurezza che ti permettano una via d'uscita qualora succeda qualcosa.
3- Tieni alla tua vita, e al tuo (ammesso sia tuo) costoso elicottero.

Farle le stesse manovre invece sfiorando le pareti e il terreno ti fa ottenere che:
1- Le manovre sono le stesse, quindi non guadagni punti in più.
2- Dimostri di non essere prudente e di non compiere quelle manovre nel giusto range di sicurezza che ti permettano una via d'uscita (se non erro la chiamano "la curva dell'uomo morto").
3. Non tieni alla tua vita, e nemmeno al tuo (ammesso sia tuo) elicottero.

Questo è il succo.
La bravura c'è, ma la bravura non va mai dimostrata in quel modo.
Ci sono innumerevoli altri modi per dimostrare di essere bravi.
Se quelle manovre le avrebbe fatte a cielo aperto, molto lontano dalle pareti, dando spettacolo ai turisti e agli scalatori, c'erano tutti i pretesti per fargli un grosso applauso.
Non serve farle addosso alle pareti, non serve farle rasoterra portando via la scuffietta sulla capoccia della gente, non serve farle andando addosso ai blocchi di ghiaccio e salvarsi grazie alla fortuna.
Quella roba lì non ha senso, così come non ha senso che un karateca faccia a cazzotti per strada per dimostrare "che è bravo".
Insomma la bravura deve servire per diventari bravi in tutto, nella coerenza, nella sicurezza, nella disciplina, nella prudenza, nel proprio lavoro...e non solo in una cosa.
Per me è molto più bravo un elicotterista che per 40 anni ha volato senza MAI avere avuto un incidente, anche minimo, dovuto a cause sue (sue, non meccaniche), rispetto invece a uno che sa fare l'acrobatico ma poi mi impatta un blocco di ghiaccio per negligenza (ossia commette un errore gravissimo che l'altro pilota invece non ha mai compiuto).
La bravura la misuro anche in questo modo.
Hai commesso un errore facendo un atto che ti sei cercato volutamente (per cui non è stata un'emergenza, te lo sei proprio cercato)?
Male.
L'altro pilota invece non lo ha mai commesso perchè preferisce volare con più prudenza e disciplina?
Bene.
L'altro è più bravo di te.
Non potrà dimostrare la sua bravura in modo così spettacolare, ovvio, ma rimane il fatto che è più bravo di te, anche se non lo mostra per forza alla gente.
:wink:
Grazie per la risposta Aldus.E' quella che avrei desiderato leggere.

Visto che ci siamo e qui raramente si parla di elicotteri non essendo il forum appropriato, colgo l'occasione per lasciare un grazie enorme, colmo di riconoscenza ,stima ed ammirazione, a tutti i piloti di elisoccorso che ho conosciuto e con i quali ho avuto modo di lavorare.
Non so. Sarà che l'emergenza unisce verso un obiettivo comune e in quel momento ci si spoglia di qualsiasi egoismo nel tentativo di arrivare al massimo della sinergia, ma le emozioni più grandi e belle nel corso del mio lavoro le ho vissute proprio al loro fianco.
E poi cosa dire...quando sei a terra ed in fonia anche in mezzo ad un macello dove non sai da che parte iniziare e li senti arrivare ti si allarga il cuoricino...:*

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da Aldus » 28 novembre 2008, 23:19

Puoi dirlo forte.
Quando ti ritrovi con la vita appesa a un filo (metaforicamente parlando) e vedi arrivare l'elicottero che ti viene a salvare...beh...non credo servano parole per spiegare cosa si prova in quei momenti. :wink:
Gran bella invenzione l'elicottero.

Avatar utente
DenisHelicopters
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 170
Iscritto il: 16 maggio 2008, 23:32

Re: Video impressionante Agusta AW119 Koala

Messaggio da DenisHelicopters » 3 dicembre 2008, 15:23

Ciao, eccomi qua nuovamente, non ho molto tempo, quindi sarò sintetico :D
Aldus ha capito perfettamente cosa intendevo dire con "niente di eccezzionale".

Guardate invece questo:


magari l'avete già visto...

A presto
Ciao
Denis

Rispondi