Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

I racconti di viaggio con le avventure e le relative foto degli Utenti di MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
fatamorgana
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 302
Iscritto il: 10 settembre 2013, 9:16
Località: Padova

Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da fatamorgana » 30 agosto 2016, 23:38

Provo a rispondere alla domanda del titolo con questo trip report, visto che me la sono sentita rivolgere decine di volte nei mesi precedenti la mia partenza. La Russia perché è un paese che nel bene e nel male mi ha sempre affascinato e quest’anno ho deciso di farmi un meritato regalo per i miei 40 anni. Ok, diciamo che più che altro finalmente ho trovato un’amica che avesse voglia di fare questa esperienza :mrgreen:
Quindi partenza da Venezia, all’alba del 12 agosto: zero traffico in autostrada e stranamente neanche al Marco Polo. Parcheggiamo praticamente in mezzo ai pioppeti di un parcheggio distante dall’aeroporto e direi che è andata anche bene visto che al momento di prenotare, cioè una settimana prima, non c’era manco mezzo posto libero in tutta Tessera. Voliamo con Lufthansa ma il volo è operato da Air Dolomiti: il check-in passa via veloce e io saluto la mia valigia sperando ardentemente di ritrovarla a Mosca dato che il transito è veramente strettissimo. Rapido anche il controllo sicurezza e con calma possiamo fare colazione, sbriciare qualche negozio e cambiare un po’ di rubli. Qui calerei un velo pietoso sul servizio dell’unica agenzia di cambio presente: prima sembrava potesse cambiarci fino a 1000 euro, poi farci uno sconto sulle commissioni, poi alla fine è riuscita a cambiarcene solo 450 perché era il massimo disponibile…vabbè, sorvoliamo. In perfetto orario imbarchiamo con il bus sull’Embraer 195, direzione Monaco: è la mia prima volta con il brasiliano e devo dire che è piuttosto comodo, con un ottimo legroom.
Questo il panorama al decollo da VCE: rimarrà così per tutto il breve viaggio, fino a peggiorare verso la Baviera.
ImmagineDSCN1139 by Alfa Bravo, su Flickr

Solito servizio Air Dolomiti di buon livello: salviettina all’imbarco e un velocissimo servizio con biscotti e bevande calde a scelta, quotidiani disponibili in italiano e tedesco.
ImmagineDSCN1147 by Alfa Bravo, su Flickr

Volo tranquillo e breve, in 40 minuti siamo a destinazione: purtroppo il panorama in fase di atterraggio è questo!
ImmagineIMG_2935 by Alfa Bravo, su Flickr

A Monaco ci accoglie una leggera pioggerellina, il cielo grigio e il bus: in tempi rapidi siamo all’interno dell’aeroporto ma la fila al controllo passaporti è piuttosto lunga. Il volo per Mosca parte dopo 40 minuti e nonostante i 20 minuti buoni spesi in attesa, arriviamo che l’imbarco è ancora ampiamente in corso. L’A321-200 per Mosca è pieno in tutta la sua capacità: tantissimi passeggeri sono italiani, provenienti dal nostro stesso volo e che fanno parte di 2 gruppi diversi di viaggi organizzati. Nel sentirli parlare a voce alta come fossimo stati al mercato del sabato, io e la mia compagna di viaggio ancora una volta ci siamo compiaciute di muoverci in autonomia. Dopo un decollo un po’ ballerino, le 3 ore successive passano abbastanza tranquille. Arriva il momento del pranzo:
ImmagineDSCN1153 by Alfa Bravo, su Flickr

Tra pasta e pollo scelgo il secondo: ad oggi ancora non mi spiego come mai sapesse di gomma con un retrogusto di pesce, del volatile nessuna traccia. Pane gelido e dolcetto abbastanza insapore ma da un volo di Y non mi aspetto granchè, quindi mi bevo un thè caldo (almeno questo gradevole) e provo a dormicchiare un po’. Peccato che la mia vicina non fosse della mia stessa idea quindi non riesco a chiudere occhio nemmeno 10 minuti. Il servizio di Lufthansa è preciso e le assistenti cordiali e sorridenti, peccato per soliti italiani caciaroni, che poi daranno il loro meglio con l’applauso finale all’atterraggio.
Il tempo verso Mosca migliora un po’ ma non durerà molto
ImmagineDSCN1146 by Alfa Bravo, su Flickr

Finalmente tocchiamo terra dolcemente dopo aver sorvolato chilometri di nulla e boschi di betulle: siamo nella grande madre Russia! Vi risparmio le facce soddisfatte di me e Chiara :mrgreen:
ImmagineDSCN1154 by Alfa Bravo, su Flickr

Il nostro vicino di finger
ImmagineIMG_2938 by Alfa Bravo, su Flickr

Domodedovo e altro vicino
ImmagineIMG_2943 by Alfa Bravo, su Flickr

La fila al controllo passaporti è lunga e molto italian style ma riusciamo finalmente ad arrivare allo sportello, stile guardiola sovietica: la simpaticissima (si fa per dire…) addetta ci timbra il passaporto e allega il foglio con le date di arrivo e partenza. Arriva quindi il consueto momento di panico che questa volta dura pochissimo: poco dopo la partenza del nastro compaiono le nostre valigie! Gioia gaudio e tripudio, la nostra vacanza può cominciare! Interno dell’aeroporto
ImmagineDSCN1157 by Alfa Bravo, su Flickr

Esterno di Domodedovo con il cielo che desideravo trovare: grigio e plumbeo, Questa è la mia Russia!
ImmagineDSCN1158 by Alfa Bravo, su Flickr

Finita questa prima parte aeronautica cercherò di essere più concisa e di selezionare le foto più rappresentative dalle millemila scattate in questa settimana. Il tragitto verso il centro di Mosca inizia in mezzo a boschi e campagna, su una strada a 5 corsie per senso di marcia con un autista che avrebbe da insegnare anche ad Hamilton. In giro eleganti Mercedes, auto anni un po’ fatiscenti, camion e trattori con tanto di rimorchio. Avvicinandosi al centro iniziano chilometro di casermoni intervallati da centri commerciali e fast food occidentali ma rigorosamente con le insegne in cirillico.
ImmagineIMG_2947 by Alfa Bravo, su Flickr

Il nostro albergo è una delle Sette Sorelle, monumenti costruiti in epoca socialista e successivamente riqualificati e si trova nella zona della stazione di Leningradskaya. Questa la vista dalla nostra camera al tredicesimo piano.
ImmagineIMG_2951 by Alfa Bravo, su Flickr

Il primo giorno è dedicato al Cremlino, nucleo storico di Mosca e fortezza al cui interno si trovano monumenti religiosi, palazzi storici e uffici amministrativi.
Cattedrale della Dormizione
ImmagineDSCN1187 by Alfa Bravo, su Flickr

Cattedrale dell'Annunciazione
ImmagineAnnunciazione by Alfa Bravo, su Flickr

Cattedrale dell'Arcangelo Michele
ImmagineDSCN1184 by Alfa Bravo, su Flickr

Palazzo dei Congressi
ImmagineDSCN1172 by Alfa Bravo, su Flickr

Senato
ImmagineDSCN1176 by Alfa Bravo, su Flickr

All’esterno si apre la piazza Rossa su cui si affacciano la Cattedrale di San Basilio, i Magazzini Gum, la cattedrale di Kazan e il Museo di stato
ImmagineIMG_2989 by Alfa Bravo, su Flickr

ImmagineIMG_3040 by Alfa Bravo, su Flickr

In realtà le foto più belle le farò di sera, con la piazza semideserta grazie anche alla pioggia. La piazza è affollata di turisti ma riusciamo anche a visitare l’Armeria (splendide ma non fotografabili le uova Fabergè e le carrozze della zarina), il Mausoleo di Lenin, la tomba del Milite ignoto e dall’esterno anche il Bolshoi.
ImmagineIMG_3048 by Alfa Bravo, su Flickr

Pochi metri più avanti…
ImmagineIMG_3050 by Alfa Bravo, su Flickr

Il giorno successivo, dopo aver ammirato l’arte antica e le splendide icone delle Cattedrali, ci dedichiamo al settore moderno della galleria Tretiakov e all’avanguardia russa in particolare. Tra tutti, due quadri in tema aeronautico, con un po’ di fantasia...
ImmagineDSCN1234 by Alfa Bravo, su Flickr

ImmagineIMG_3099 by Alfa Bravo, su Flickr

Costeggiando la Moscova andiamo verso la Cattedrale di Cristo salvatore
ImmagineIMG_3132 by Alfa Bravo, su Flickr

Da lontano si può vedere il Cremlino in tutta la sua bellezza e maestosità.
ImmagineIMG_3131 by Alfa Bravo, su Flickr

Passiamo il pomeriggio a Izmailovo dove al celeberrimo mercatino riesco a fare un acquisto che soddisfa la mia aeromania per l’esosa cifra di 300 rubli, circa 4 euro
Immaginespille by Alfa Bravo, su Flickr

Prima di tornare in albergo però vogliamo goderci la vista notturna di Mosca: rischiamo più volte la vita con un tassista folle ma il rischio è ripagato dallo spettacolo che vediamo.
ImmagineIMG_3144 by Alfa Bravo, su Flickr

ImmagineIMG_3142 by Alfa Bravo, su Flickr

ImmagineIMG_3139 by Alfa Bravo, su Flickr

La mattina di Ferragosto, sotto una pioggia fastidiosa andiamo a prendere il treno veloce (si fa per dire…) verso San Pietroburgo: controllo sicurezza come in aeroporto e accesso ai binari solo mezz’ora prima dell’arrivo del treno. Come in Italia, uguale uguale….
Il nostro SAPSAN
ImmagineIMG_3173 by Alfa Bravo, su Flickr

ImmagineIMG_3174 by Alfa Bravo, su Flickr

Ottimo servizio, treno pulito, hostess eleganti e gentili, addirittura uno schermo dove viene proiettato un film. Per 4 ore lo spettacolo è questo, intervallato da qualche microscopico villaggio con casette in legno e qualche fiume.
ImmagineIMG_3177 by Alfa Bravo, su Flickr

San Pietroburgo è completamente diversa da Mosca e ce ne rendiamo conto al primo giro sulla Prospettiva Nievsky che vedremo per i successivi 3 giorni costantemente trafficata e occupata da code infinite. In un centro commerciale molto poco russo dove cerchiamo qualcosa da mangiare, troviamo anche un pezzo della nostra città
ImmagineIMG_3184 by Alfa Bravo, su Flickr

Il giorno successivo, sotto la pioggia, visitiamo il monastero di Smolny , la bellissima chiesa di San Nicola, sant’Isacco, il palazzo di Tauride, il palazzo Mensikov, il palazzo Jusupov e ammiriamo il palazzo d’Inverno dalla riva opposta del fiume
ImmagineDSCN1268 by Alfa Bravo, su Flickr

Masochiste all’impossibile, decidiamo di fare il giro delle varie isole in battello nonostante il tempo non proprio clemente.
L’incrociatore Aurora da cui fu sparato il colpo che diede l’inizio all’assalto del palazzo d’inverno durante la rivoluzione russa
ImmagineIMG_3218 by Alfa Bravo, su Flickr

Colonne rostrate e museo navale
ImmagineIMG_3257 by Alfa Bravo, su Flickr

In lontananza Kronstadt e il golfo di Finlandia
ImmagineIMG_3241 by Alfa Bravo, su Flickr

Al ritorno passando attraverso Piazza del Palazzo andiamo a visitare la spettacolare cattedrale del Salvatore sul sangue versato: l’interno è ricoperto da 7000 metri quadri di mosaico ed è di una bellezza che toglie il fiato!
ImmagineDSCN1283 by Alfa Bravo, su Flickr

ImmagineIMG_3311 by Alfa Bravo, su Flickr

Per non farci mancare nulla, la sera balletto al teatro dell’Hermitage, un gioiellino con la capienza massima di 250 spettatori ispirato al teatro Olimpico di Vicenza: assistiamo a un Lago dei Cigni veramente incantevole.
E, dulcis in fundo, il giorno successivo il Palazzo d’Inverno in tutta la sua imponente eleganza
ImmagineIMG_3333 by Alfa Bravo, su Flickr

Piazza del Palazzo
ImmagineIMG_3332 by Alfa Bravo, su Flickr

Nuvole e sole
ImmagineIMG_3514 by Alfa Bravo, su Flickr

Passiamo un giorno intero dentro l’Hermitage e ancora è poco per quanto c’è da vedere: non soltanto opere fantastiche dei più grandi artisti al mondo, ma anche la meraviglia del palazzo stesso. Non si può che rimanere abbagliati nelle stanze piene d’oro e di marmi colorati, lampadari di cristallo, pavimenti in 14 tipi di legni diversi. Difficile descrivere tanta bellezza che fa cornice a Raffaello, Canaletto, Matisse, Monet, Rembrandt. Non potendo postare le migliaia di foto, ho scelto quella dell’opera che più mi ha toccato, Amore e Psiche di Antonio Canova.
ImmagineIMG_3441 by Alfa Bravo, su Flickr

L’ultima sera ceniamo da un mio cugino di terzo ( o quarto..) grado che da un be po’ di anni si è trasferito dal Polesine a San Pietroburgo dove ha aperto un paio di attività, tra cui un ristorantino italiano veramente intimo e curato. Quale occasione migliore per un bicchiere di prosecco in compagnia di italiani e russi, seduti allo stesso tavolo?

Purtroppo il viaggio volge al termine. Andando verso Pulkovo vediamo la periferia della città, piuttosto insignificante a dire il vero, con parecchi edifici di stampo sovietico ma senza il fascino che avevo respirato a Mosca.
ImmagineIMG_3525 by Alfa Bravo, su Flickr

Arrivate a LED inizia la lunghissima serie di controlli: iniziamo con la sicurezza subito appena entrate, praticamente a 5 metri dalla porta d’ingresso. L’interno dell’aeroporto non è male ma non esiste un posto dove sedersi e c’è un unico bar piuttosto triste.
ImmagineIMG_3529 by Alfa Bravo, su Flickr

Appena aprono i banchi Lufthansa facciamo il check-in, passiamo un controllo dei biglietti manuale, una mini dogana dove l’addetta ci chiede solo se abbiamo soldi russi e ci infiliamo in un corridoio abbastanza tetro e deserto. Le solite simpaticissime funzionarie russe controllano il passaporto e ritirano il foglio che ci è stato consegnato all’arrivo: un timbro sul passaporto e via, fuori dalle scatole. Passiamo velocemente perché è una zona veramente brutta: arriviamo al controllo sicurezza e in questo caso è veramente molto approfondito con tanto di perquisizione ad ognuno. Finalmente arriviamo nella parte più carina di Pulkovo che è praticamente deserta!
ImmagineIMG_3540 by Alfa Bravo, su Flickr

Abbiamo un’oretta buona davanti, che io avevo preventivato per fare un po’ di foto, e ne approfittiamo per spendere gli ultimi rubli da Starbucks. Con molta fantasia, questo è il mio nome…
Immaginecaffe by Alfa Bravo, su Flickr

Lascio Chiara al duty free e mi faccio un giro intorno:
Il 321 di Ural Airlines
ImmagineIMG_3535 by Alfa Bravo, su Flickr

Lontanissimi UTair e KLM
ImmagineIMG_3537 by Alfa Bravo, su Flickr

L’Embraer di Montenegro Airlines va a Tivat
ImmagineIMG_3536 by Alfa Bravo, su Flickr

Poi un paio di meno consueti: due frullini che ipotizzo essere Antonov ma non riesco a capire quale modello, ogni aiuto ben accetto :roll:
ImmagineIMG_3544 by Alfa Bravo, su Flickr

Un po’ prima di noi parte l’iraniano di Mahan Air: non riesco a distinguere ( ma non c’è riuscito nemmeno il super esperto :mrgreen: ) se un A310-300 o A300-600.
ImmagineIMG_3534 by Alfa Bravo, su Flickr

La macchina che ci riporterà a casa
ImmagineIMG_3543 by Alfa Bravo, su Flickr

E il vicino di finger che va a Zurigo
ImmagineIMG_3546 by Alfa Bravo, su Flickr

Imbarchiamo velocemente sul A321-100 che torna a Francoforte e in perfetto orario lasciamo la terra russa. I primi 25 minuti balliamo parecchio poi il volo sarà liscio e tranquillo.
Pranzo, abbastanza immangiabile ma servito da una assistente di volo molto simpatica.
ImmagineIMG_3549 by Alfa Bravo, su Flickr

Cielo su FRA soleggiato
ImmagineIMG_3552 by Alfa Bravo, su Flickr

Atterraggio impercettibile (e senza applauso per fortuna visti i pochi italiani) e dopo aver pascolato un bel po’ sulla pista, ci viene a prendere il bus.
Due regine mostrano audacemente il B-side…
ImmagineIMG_3555 by Alfa Bravo, su Flickr

Qui ovviamente Lufthansa ovunque
ImmagineIMG_3560 by Alfa Bravo, su Flickr

Passiamo vicino a lui
ImmagineIMG_3562 by Alfa Bravo, su Flickr

Davanti mi vedo un Dreamliner azzurrino di Air Canada e nel momento in cui cerco di posizionarmi per fotografarlo, l’autista svolta verso l’aeroporto e addio sogni di gloria.
Stavolta abbiamo più tempo rispetto all’andata ma FRA non esattamente piccolo quindi ci muoviamo velocemente verso il terminal da cui partirà il nostro volo e voilà, nuovo controllo sicurezza. Di fronte a noi la polizia schierata con il mitra e una borsa sue due viene aperta e verificata approfonditamente. Qui spendo dieci minuti buoni a spiegare perché avessi due telefoni e che libro stessi leggendo mentre l’addetto verificava la mia trousse dei trucchi. Diciamo che mi sono spiegata perché ci fosse la fila anche qui. Finalmente mi da l’ok e possiamo andare a rifocillarci nella breve attesa del volo per Venezia.
Il nostro A319-100 partirà semivuoto con 10 minuti di ritardo: servizio molto sbrigativo ma ci sta vista la brevità del volo. Peccato che abbiano ritirato i bicchieri praticamente 10 minuti prima di atterrare. Qui sopra casa mia
ImmagineIMG_3566 by Alfa Bravo, su Flickr

E tra le nuvole pannose
ImmagineIMG_3568 by Alfa Bravo, su Flickr

La laguna sotto di noi
ImmagineIMG_3577 by Alfa Bravo, su Flickr

Purtroppo ero nella fila sbagliata ovvero a sinistra quindi non ho potuto fotografare Venezia ma in fin dei conti è stato quasi meglio così: mi sono goduta l’atterraggio su una delle città che amo di più al mondo, il cui fascino difficilmente si trasmette con una fotografia.
Due considerazioni per concludere questo TR, se avrete avuto la pazienza di leggerlo tutto. Alla domanda “Perché la Russia” non sono riuscita a rispondere a parole, ma ho avuto la mia personale risposta in mille occasioni: la bellezza dell’Hermitage, la magia della cattedrale ortodossa dove ho ascoltato i canti accompagnati dal profumo di incenso, sulla piazza Rossa di notte o guardando la Moscova.
Tra Mosca e San Pietroburgo di sicuro ho preferito la prima: tutto è enorme e lì si respira la vera Russia. L’ex capitale è invece più europea ma con quel non so che di incurante, tipico dell’ex impero sovietico.
E comunque, se esiste il mal di Russia, a giudicare dalla nostalgia di questi giorni….io ce l’ho di sicuro!
L'essenziale è invisibile agli occhi.

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3738
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da danko156 » 31 agosto 2016, 10:03

Bellissime foto e bellissimo trip report Fata. Peccato per il meteo...
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2218
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da la franci » 31 agosto 2016, 11:00

wow Fatina!!!! ho divorato il tuo report... in due tempi... ed è bellissimo!!!
alla domanda che fai nel titolo possono rispondere tutte le persone a cui hai permesso di conoscerti... una meta commerciale, asettica, cresciuta nei tempi moderni non ti si addice... meglio l'aurea criptica di un cielo grigio che non lascia spazio a bikini e svarioni che tolgono l'attenzione ai particolari che sfuggono agli animi "ballerini" .... tipo quelle persone che "ignorano" la forza della cultura... insomma.... COME ME.... :oops:
... ma.... in fondo ... due follie diverse che si completano.... :mrgreen:
...infatti le prime tre cattedrali mi sono sembrate identiche!!!! :roll:
tranquilla... io non mi ci metto ad indovinare il modello di quell'aereo... magari qualcuno qui sul forum si supera? io..... :shock: avrei scambiato le regine per 380.... non faccio testo!!!!!!!!!!!
brava fata!!!!!

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4635
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da SuperMau » 31 agosto 2016, 11:47

Ottimo report Fata ! (e non ti preoccupare del meteo)
Le cupole delle chiese sempre bellissime maaaa.... e dentro? neanche una foto? neanche di nascosto? mi sembra strano che tu abbia omesso la parte piu' interessante.... :D
la franci ha scritto:io non mi ci metto ad indovinare il modello di quell'aereo... magari qualcuno qui sul forum si supera? io..... :shock: avrei scambiato le regine per 380.... non faccio testo!!!!!!!!!!!
brava fata!!!!!
I due antonov sono AN-26 a sx e AN-24 a dx....e per quanto riguarda le regine OTTIMO ! HAI RAGIONE ! infatti sono due A380! ben fatto Franci !!
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
Alberto.c
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 379
Iscritto il: 28 maggio 2012, 10:22

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da Alberto.c » 31 agosto 2016, 11:53

Bellissime foto e bellissimi posti .... con le foto hai pure risposto alla domanda del titolo ...
Perché la Russia ... Perché è bella ! forse più di altre e più blasonate città europee, tipo
Londra e Parigi ...

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15561
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da JT8D » 31 agosto 2016, 12:25

Report molto bello. Io non sono mai stato in Russia, ma è un paese che affascina enormemente. Per le opere d'arte, per i monumenti, per le cattedrali, ma anche per le sue contraddizioni.

Molto bella anche la parte più strettamente aeronautica del report :wink: .

Riguardo l'Hermitage, con Amore e Psiche del Canova hai fotografato uno dei più bei gruppi scultorei esistenti secondo me. Io non ho visto la versione dell'Hermitage, ma quella conservata al Louvre di Parigi, che è molto simile, ed è l'opera che mi ha colpito di più.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9580
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da Maxx » 31 agosto 2016, 15:11

SuperMau ha scritto: I due antonov sono AN-26 a sx e AN-24 a dx....e per quanto riguarda le regine OTTIMO ! HAI RAGIONE ! infatti sono due A380! ben fatto Franci !!
Hai notato che entrambi hanno le pale delle eliche in posizione perfettamente perpendicolare-parallela al terreno? Ordine sovietico!! :D

Avatar utente
fatamorgana
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 302
Iscritto il: 10 settembre 2013, 9:16
Località: Padova

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da fatamorgana » 31 agosto 2016, 17:11

danko156 ha scritto:Bellissime foto e bellissimo trip report Fata. Peccato per il meteo...
Grazie danko! In realtà, al di là di un giorno in cui la pioggia era veramente fastidiosa (e fredda!) ho apprezzato anche il cielo grigio di Mosca e le pittoresche nubi di San Pietroburgo perchè parti anch'esse di questo viaggio.
la franci ha scritto:... ma.... in fondo ... due follie diverse che si completano.... :mrgreen:

Una innamorata dell'alba e l'altra dei tramonti...ma che si incontrano sempre sopra le nuvole!
la franci ha scritto:io..... :shock: avrei scambiato le regine per 380.... non faccio testo!!!!!!!!!!!
Ehm....infatti erano 380.... :roll: ma nella mia testa ricordavo diversamente uff.....
SuperMau ha scritto:Ottimo report Fata ! (e non ti preoccupare del meteo)
Le cupole delle chiese sempre bellissime maaaa.... e dentro? neanche una foto? neanche di nascosto? mi sembra strano che tu abbia omesso la parte piu' interessante.... :D
Grazie Mau! Ho omesso, ahimè, perchè in quasi tutte le cattedrali non si poteva fotografare: ne ho fatta una tentanto di nascondermi ma il solerte guardiano mi ha sgamato e cazziato. E siccome non volevo finire il viaggio in Siberia, ho desistito :cry:
Questo è quello che ho rubato...
ImmagineIMG_3291 by Alfa Bravo, su Flickr

ImmagineIMG_3288 by Alfa Bravo, su Flickr

ImmagineIMG_2980 by Alfa Bravo, su Flickr
SuperMau ha scritto: I due antonov sono AN-26 a sx e AN-24 a dx....e per quanto riguarda le regine OTTIMO ! HAI RAGIONE ! infatti sono due A380! ben fatto Franci !!
:mrgreen: :mrgreen: allora o è l'età che mi gioca brutti scherzi o era l'ebrezza del viaggio a farmi ricordare con quasi assoluta certezza che fossero 747 :roll:
Grazie per gli Antonov! Invece del Mahan Air cosa mi dici?
Alberto.c ha scritto: Perché la Russia ... Perché è bella !
Bella e imprevedibile, mai scontata. Anche perchè ogni giorno è stata un'avventura tra difficoltà linguistiche (pochissimi parlano o capiscono l'inglese), spazi enormi, tassisti folli...
JT8D ha scritto:Report molto bello. Io non sono mai stato in Russia, ma è un paese che affascina enormemente. Per le opere d'arte, per i monumenti, per le cattedrali, ma anche per le sue contraddizioni.
Riguardo l'Hermitage, con Amore e Psiche del Canova hai fotografato uno dei più bei gruppi scultorei esistenti secondo me. Io non ho visto la versione dell'Hermitage, ma quella conservata al Louvre di Parigi, che è molto simile, ed è l'opera che mi ha colpito di più.
Troppo gentile Paolo, grazie. Le foto più che belle sono fatte con passione :mrgreen:
Hai detto bene, la Russia è affascinante anche perchè controversa: un crocevia di popoli, storia e arte che le danno un fascino difficile da descrivere.
Purtroppo l'Hermitage era pieno all'inverosimile, soprattutto di orientali (su cui per decenza mi astengo da ogni commento....) che si facevano selfie davanti se non addirittura appoggiati sulle sculture. Ero allucinata!
Maxx ha scritto: Ordine sovietico!! :D
:roll: Uhmmmm possiamo discuterne sull'ordine sovietico...
L'essenziale è invisibile agli occhi.

tomy56
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 290
Iscritto il: 28 febbraio 2012, 15:13
Località: milano

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da tomy56 » 3 settembre 2016, 4:01

Molto bello il tr...visto anche su un altro forum :mrgreen: :mrgreen:

Avatar utente
cabronte
FL 500
FL 500
Messaggi: 9681
Iscritto il: 10 giugno 2008, 21:45
Località: Nelle vicinanze di MXP

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da cabronte » 3 settembre 2016, 21:34

Che spettacolo Fata! :D Scusa il ritardo ma l' ho visto solo adesso! :oops:
Ale

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6734
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da Lampo 13 » 3 settembre 2016, 22:12

Ho fatto anche io un viaggetto ad agosto
Lodz - Lipsia - Francoforte - Colonia - Brussel - Gand - Brugge - Amsterdam . Brema - Billund/Legoland - Copenhagen - Trelleborg - Miedzywodzie - Lodz... ma in automobile più un traghetto.
Io si che me la sono rischiata, non chi prende l'aereo!

Avatar utente
fatamorgana
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 302
Iscritto il: 10 settembre 2013, 9:16
Località: Padova

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da fatamorgana » 4 settembre 2016, 1:35

tomy56 ha scritto:Molto bello il tr...
Grazie
cabronte ha scritto:Che spettacolo Fata! :D Scusa il ritardo ma l' ho visto solo adesso! :oops:
Grazie Cabronte, ci ho messo un po' anch'io a farlo, diciamo che ho litigato un po' con le foto :mrgreen:
Lampo 13 ha scritto:Ho fatto anche io un viaggetto ad agosto
Lodz - Lipsia - Francoforte - Colonia - Brussel - Gand - Brugge - Amsterdam . Brema - Billund/Legoland - Copenhagen - Trelleborg - Miedzywodzie - Lodz... ma in automobile più un traghetto.
Io si che me la sono rischiata, non chi prende l'aereo!
Bel viaggetto si, soprattutto in macchina :shock:
In effetti la parte più pericolosa del viaggio sono stati i tragitti in auto: un tassista di Mosca giocava a scacchi sull'iPad mente guidava, come niente fosse! Soprassediamo sullo stato dei veicoli che mediamente erano stati lavati l'ultima volta ai tempi di Stalin...
L'essenziale è invisibile agli occhi.

Avatar utente
I-DATM
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 431
Iscritto il: 31 agosto 2013, 9:56
Località: LIN

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da I-DATM » 4 settembre 2016, 9:15

Complimenti, bel report!!! In quanto al dubbio sul mahan air....ti assicuro che si tratta di un a310-300, è più corto dell'a300-600, per come è posizionato forse lo lascia poco a vedere ma ci sono altri due particolari che svelano che si tratta di un a310....
1) manca la terza porta dietro l'ala usata come uscita di emergenza;
2) le winglet in quel modo (simili agli a320 e presenti sugli a 310 solo nella serie 300, la serie 200 per esempio, non le aveva). :)

Inviato dal mio thl 2015 utilizzando Tapatalk
Claudio

Avatar utente
fatamorgana
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 302
Iscritto il: 10 settembre 2013, 9:16
Località: Padova

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da fatamorgana » 7 settembre 2016, 1:43

I-DATM ha scritto:Complimenti, bel report!!! In quanto al dubbio sul mahan air....ti assicuro che si tratta di un a310-300, è più corto dell'a300-600, per come è posizionato forse lo lascia poco a vedere ma ci sono altri due particolari che svelano che si tratta di un a310....
1) manca la terza porta dietro l'ala usata come uscita di emergenza;
2) le winglet in quel modo (simili agli a320 e presenti sugli a 310 solo nella serie 300, la serie 200 per esempio, non le aveva). :)
Grazie!
L'essenziale è invisibile agli occhi.

Avatar utente
N176CM
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5247
Iscritto il: 9 settembre 2005, 13:02
Località: Milano

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da N176CM » 7 settembre 2016, 13:15

Bellissimo TR. Sono stato a San Pietroburgo (ma non al palazzo d'inverno e nemmeno dentro l'Hermitage purtroppo) e vorrei tanto andare a Mosca, ma mi pongo il problema della lingua e della gestione del visto. Come ti sei regolata? Che consigli puoi dare per la lingua?
N176CM
n176cm AT md80.it

Immagine

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6734
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da Lampo 13 » 7 settembre 2016, 14:25

N176CM ha scritto:Bellissimo TR. Sono stato a San Pietroburgo (ma non al palazzo d'inverno e nemmeno dentro l'Hermitage purtroppo) e vorrei tanto andare a Mosca, ma mi pongo il problema della lingua e della gestione del visto. Come ti sei regolata? Che consigli puoi dare per la lingua?
La cosa interessa anche me. Ho provato a chiedere e mi è stato detto che bisogna chiedere il visto con notevole anticipo ma lo stesso è valido solo per poco tempo prima/dopo la data del viaggio che si deve specificare!
Insomma, non è come quello USA che dura un anno, credo, durante il quale vai quante volte vuoi, ma per la CSI è valido solo per un breve periodo.

Avatar utente
fatamorgana
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 302
Iscritto il: 10 settembre 2013, 9:16
Località: Padova

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da fatamorgana » 7 settembre 2016, 14:59

Lampo 13 ha scritto:
N176CM ha scritto:Bellissimo TR. Sono stato a San Pietroburgo (ma non al palazzo d'inverno e nemmeno dentro l'Hermitage purtroppo) e vorrei tanto andare a Mosca, ma mi pongo il problema della lingua e della gestione del visto. Come ti sei regolata? Che consigli puoi dare per la lingua?
La cosa interessa anche me. Ho provato a chiedere e mi è stato detto che bisogna chiedere il visto con notevole anticipo ma lo stesso è valido solo per poco tempo prima/dopo la data del viaggio che si deve specificare!
Insomma, non è come quello USA che dura un anno, credo, durante il quale vai quante volte vuoi, ma per la CSI è valido solo per un breve periodo.
Allora, per quel che riguarda la lingua è un problema risolvibile finchè ti muovi su Mosca o SPB: i russi non parlano inglese nel senso che secondo me non lo studiano proprio. Ero in un centro commerciale dentro il Four Season in piazza Rossa e la commessa, che avrà avuto 25 anni, non riusciva a dirmi che potevo pagare con la carta di credito :shock:
Diciamo che i tassisti sono abituati ai turisti ( e a vessarli per bene..) quindi si può contrattare sul prezzo, anzi si deve visto che non esiste tassametro. Potrebbe essere utile Google Translate se avete una connessione dati valida anche all'estero per quando ci si sposta in città o per necessità che vadano oltre i trasporti o ordinare la cena.
Credo che se invece ci si muove fuori dai grandi centri diventi proibitivo senza qualcuno che parla russo.
Per certi aspetti prendere una guida è un'ottima soluzione visto che a noi ha permesso di saltare una fila chilometrica all'Hermitage e al Cremlino. Inoltre tutto, e sottolineo tutto, ha due prezzi differenti a seconda che a chiedere sia un Russo o un turista.

Per il visto io mi sono appoggiata ad un amico che ha un'agenzia, più che altro per non perdere troppo tempo in cose burocratiche che per difficoltà oggettive. Per ottenerlo serve un "invito" da parte dell'hotel dove si alloggia o del tour operator se si sceglie un viaggio organizzato ed è necessario indicare la data di partenza e di arrivo al momento in cui si richiede. E' obbligatoria l'assicurazione sanitaria e una copia della polizza va spedita insieme agli altri documenti all'ambasciata russa a Roma. Purtroppo il pacco è questo: il visto ha una durata precisa di entrata e uscita dal paese e se sfortunatamente ci fossero problemi con il volo d'uscita e sforasse di 1 giorno è possibile essere trattenuti dentro l'aeroporto. Questa è una cosa da considerare anche per l'operativo voli. Quindi il mio consiglio è di pianificare e prenotare tutto e subito dopo procedere con il visto. Nel mio caso in un mese era pronto, credo che 2 possano essere sufficienti per evitare brutte sorprese. Esiste anche il visto con procedura d'urgenza ma costa circa il 50% in più e già quello standard non è esattamente economico.

Spero di essere stata esauriente, se avete altri chiarimenti volentieri!
L'essenziale è invisibile agli occhi.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6734
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da Lampo 13 » 7 settembre 2016, 15:05

fatamorgana ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:
N176CM ha scritto:Bellissimo TR. Sono stato a San Pietroburgo (ma non al palazzo d'inverno e nemmeno dentro l'Hermitage purtroppo) e vorrei tanto andare a Mosca, ma mi pongo il problema della lingua e della gestione del visto. Come ti sei regolata? Che consigli puoi dare per la lingua?
La cosa interessa anche me. Ho provato a chiedere e mi è stato detto che bisogna chiedere il visto con notevole anticipo ma lo stesso è valido solo per poco tempo prima/dopo la data del viaggio che si deve specificare!
Insomma, non è come quello USA che dura un anno, credo, durante il quale vai quante volte vuoi, ma per la CSI è valido solo per un breve periodo.
Allora, per quel che riguarda la lingua è un problema risolvibile finchè ti muovi su Mosca o SPB: i russi non parlano inglese nel senso che secondo me non lo studiano proprio. Ero in un centro commerciale dentro il Four Season in piazza Rossa e la commessa, che avrà avuto 25 anni, non riusciva a dirmi che potevo pagare con la carta di credito :shock:
Diciamo che i tassisti sono abituati ai turisti ( e a vessarli per bene..) quindi si può contrattare sul prezzo, anzi si deve visto che non esiste tassametro. Potrebbe essere utile Google Translate se avete una connessione dati valida anche all'estero per quando ci si sposta in città o per necessità che vadano oltre i trasporti o ordinare la cena.
Credo che se invece ci si muove fuori dai grandi centri diventi proibitivo senza qualcuno che parla russo.
Per certi aspetti prendere una guida è un'ottima soluzione visto che a noi ha permesso di saltare una fila chilometrica all'Hermitage e al Cremlino. Inoltre tutto, e sottolineo tutto, ha due prezzi differenti a seconda che a chiedere sia un Russo o un turista.

Per il visto io mi sono appoggiata ad un amico che ha un'agenzia, più che altro per non perdere troppo tempo in cose burocratiche che per difficoltà oggettive. Per ottenerlo serve un "invito" da parte dell'hotel dove si alloggia o del tour operator se si sceglie un viaggio organizzato ed è necessario indicare la data di partenza e di arrivo al momento in cui si richiede. E' obbligatoria l'assicurazione sanitaria e una copia della polizza va spedita insieme agli altri documenti all'ambasciata russa a Roma. Purtroppo il pacco è questo: il visto ha una durata precisa di entrata e uscita dal paese e se sfortunatamente ci fossero problemi con il volo d'uscita e sforasse di 1 giorno è possibile essere trattenuti dentro l'aeroporto. Questa è una cosa da considerare anche per l'operativo voli. Quindi il mio consiglio è di pianificare e prenotare tutto e subito dopo procedere con il visto. Nel mio caso in un mese era pronto, credo che 2 possano essere sufficienti per evitare brutte sorprese. Esiste anche il visto con procedura d'urgenza ma costa circa il 50% in più e già quello standard non è esattamente economico.

Spero di essere stata esauriente, se avete altri chiarimenti volentieri!
Ok, faranno a meno della mia visita, purtroppo...

Avatar utente
fatamorgana
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 302
Iscritto il: 10 settembre 2013, 9:16
Località: Padova

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da fatamorgana » 7 settembre 2016, 15:19

Lampo 13 ha scritto:Ok, faranno a meno della mia visita, purtroppo...
In realtà, a parte le date non flessibili che sono oggettivamente un problema, sembra più complicato scriverlo che farlo. O forse io desideravo così tanto questo viaggio che niente mi avrebbe fermato :mrgreen:
Ma ti assicuro Lampo che ne vale la pena, per tutto quello che ho visto e vissuto in quei giorni.
Alla fin fine il visto è proprio l'espressione del popolo russo per come ho potuto vederlo io: non fanno niente di primo impatto per venirti incontro. Sei venuto in russia senza parlare la lingua e non c'è un menù in inglese? Problemi tuoi, io non mi sforzo granchè di aiutarti. Poi magari scendi dal treno con 3 valigie e un passante si porta la tua fin davanti all'albergo, ti sorride e se ne va senza aspettarsi niente. Due facce della stessa medaglia...
L'essenziale è invisibile agli occhi.

Avatar utente
flyforever85
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1382
Iscritto il: 23 aprile 2006, 5:07
Località: Dayton, OH

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da flyforever85 » 7 settembre 2016, 16:26

Che bel trip report grazie!!!! l'ho letto tutto d'un fiato!!! Per fortuna hai aggiunto dopo le foto dell'interno delle chiede perche' ero rimasto con l'acquolina in bocca!!!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
"Una volta che avrete conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè là siete stati e là desiderate tornare" di Leonardo da Vinci
Immagine

Avatar utente
fatamorgana
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 302
Iscritto il: 10 settembre 2013, 9:16
Località: Padova

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da fatamorgana » 7 settembre 2016, 16:33

flyforever85 ha scritto:Che bel trip report grazie!!!! l'ho letto tutto d'un fiato!!! Per fortuna hai aggiunto dopo le foto dell'interno delle chiede perche' ero rimasto con l'acquolina in bocca!!!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Sottolineo sempre che ho rischiato la Siberia eh.... :mrgreen:
Grazie, i tuoi TR sono stati fonte di ispirazione devo dire...
L'essenziale è invisibile agli occhi.

Avatar utente
flyforever85
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1382
Iscritto il: 23 aprile 2006, 5:07
Località: Dayton, OH

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da flyforever85 » 7 settembre 2016, 17:27

fatamorgana ha scritto: Grazie, i tuoi TR sono stati fonte di ispirazione devo dire...
Ahhh grazie!!! troppo gentile :oops:
"Una volta che avrete conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè là siete stati e là desiderate tornare" di Leonardo da Vinci
Immagine

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6734
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da Lampo 13 » 7 settembre 2016, 19:24

fatamorgana ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:Ok, faranno a meno della mia visita, purtroppo...
In realtà, a parte le date non flessibili che sono oggettivamente un problema, sembra più complicato scriverlo che farlo. O forse io desideravo così tanto questo viaggio che niente mi avrebbe fermato :mrgreen:
Ma ti assicuro Lampo che ne vale la pena, per tutto quello che ho visto e vissuto in quei giorni.
Alla fin fine il visto è proprio l'espressione del popolo russo per come ho potuto vederlo io: non fanno niente di primo impatto per venirti incontro. Sei venuto in russia senza parlare la lingua e non c'è un menù in inglese? Problemi tuoi, io non mi sforzo granchè di aiutarti. Poi magari scendi dal treno con 3 valigie e un passante si porta la tua fin davanti all'albergo, ti sorride e se ne va senza aspettarsi niente. Due facce della stessa medaglia...
Io vivo in Polonia e gli slavi un po' li conosco... anche se ad un polacco dire che è russo è una offesa!
Comunque per ora non ho la possibilità di chiedere i visti con date fisse e due mesi di anticipo.

Avatar utente
N176CM
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5247
Iscritto il: 9 settembre 2005, 13:02
Località: Milano

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da N176CM » 7 settembre 2016, 19:34

fatamorgana ha scritto:
Spero di essere stata esauriente, se avete altri chiarimenti volentieri!
Grazie! :D
N176CM
n176cm AT md80.it

Immagine

Avatar utente
Atr72
FL 400
FL 400
Messaggi: 4420
Iscritto il: 25 maggio 2007, 12:22
Località: 7,69 nm 356° OutBound LIN VOR, Monza

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da Atr72 » 8 settembre 2016, 10:45

Magnifico! hai fatto praticamente il nostro stesso giro, con Mosca-San Pietroburgo in treno invece che in aereo! :D
fatamorgana ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:
N176CM ha scritto:Bellissimo TR. Sono stato a San Pietroburgo (ma non al palazzo d'inverno e nemmeno dentro l'Hermitage purtroppo) e vorrei tanto andare a Mosca, ma mi pongo il problema della lingua e della gestione del visto. Come ti sei regolata? Che consigli puoi dare per la lingua?
La cosa interessa anche me. Ho provato a chiedere e mi è stato detto che bisogna chiedere il visto con notevole anticipo ma lo stesso è valido solo per poco tempo prima/dopo la data del viaggio che si deve specificare!
Insomma, non è come quello USA che dura un anno, credo, durante il quale vai quante volte vuoi, ma per la CSI è valido solo per un breve periodo.
Allora, per quel che riguarda la lingua è un problema risolvibile finchè ti muovi su Mosca o SPB: i russi non parlano inglese nel senso che secondo me non lo studiano proprio. Ero in un centro commerciale dentro il Four Season in piazza Rossa e la commessa, che avrà avuto 25 anni, non riusciva a dirmi che potevo pagare con la carta di credito :shock:
Diciamo che i tassisti sono abituati ai turisti ( e a vessarli per bene..) quindi si può contrattare sul prezzo, anzi si deve visto che non esiste tassametro. Potrebbe essere utile Google Translate se avete una connessione dati valida anche all'estero per quando ci si sposta in città o per necessità che vadano oltre i trasporti o ordinare la cena.
Credo che se invece ci si muove fuori dai grandi centri diventi proibitivo senza qualcuno che parla russo.
Per certi aspetti prendere una guida è un'ottima soluzione visto che a noi ha permesso di saltare una fila chilometrica all'Hermitage e al Cremlino. Inoltre tutto, e sottolineo tutto, ha due prezzi differenti a seconda che a chiedere sia un Russo o un turista.

Per il visto io mi sono appoggiata ad un amico che ha un'agenzia, più che altro per non perdere troppo tempo in cose burocratiche che per difficoltà oggettive. Per ottenerlo serve un "invito" da parte dell'hotel dove si alloggia o del tour operator se si sceglie un viaggio organizzato ed è necessario indicare la data di partenza e di arrivo al momento in cui si richiede. E' obbligatoria l'assicurazione sanitaria e una copia della polizza va spedita insieme agli altri documenti all'ambasciata russa a Roma. Purtroppo il pacco è questo: il visto ha una durata precisa di entrata e uscita dal paese e se sfortunatamente ci fossero problemi con il volo d'uscita e sforasse di 1 giorno è possibile essere trattenuti dentro l'aeroporto. Questa è una cosa da considerare anche per l'operativo voli. Quindi il mio consiglio è di pianificare e prenotare tutto e subito dopo procedere con il visto. Nel mio caso in un mese era pronto, credo che 2 possano essere sufficienti per evitare brutte sorprese. Esiste anche il visto con procedura d'urgenza ma costa circa il 50% in più e già quello standard non è esattamente economico.

Spero di essere stata esauriente, se avete altri chiarimenti volentieri!
Noi abbiamo fatto tutto da soli, senza agenzia:

-Visto: online si compila una richiesta, la si stampa e si prende appuntamento al centro visti (a milano vicino Cadorna).

-Si porta il necessario (scartoffie, passaporto, due foto tessera) si paga (70€ mi pare, anche con bancomat) e si può sottoscrivere seduta stante l'assicurazione sanitaria (8gg 22€/persona) obbligatoria per potere richiedere il visto.
Nota: nonostante noi avessimo una copertura "worldwide" con una nota compagnia assicurativa triestina, non essendoci "la convenzione diretta" non era sufficiente il certifiato di assicurazione con la dicitura "worldwide", ma chiedevano il contratto di riassicurazione della compagnia italiana con quella russa e un certificato specifico con inidicato che l'assicurazione era valida all'interno della Federazione Russa (che ho dunque scoperto non fare parte del mondo :roll: ) Morale: per 22€ (in contanti ...) l'abbiamo sottoscritta con loro.
Ti rilasciano un tagliandino da portare sempre con voi.
- I visti erano pronti in 15 giorni, in ogni caso quando li richiedi ti dicono quando saranno pronti.

Per info http://www.vhs-italy.com/, rispondono sia al telefono che alle mail.

Ah, dimenticavo!

Per richiedere il visto serve un documento che manda l'hotel (tutti gli hotel!) dove aloggerai. Ricapitolando:

-Prenoti volo
-Prenoti hotel e richiedi il "Visa Support"
-Stampi il Visa support
-Ti registri online e compili il modulo sul sito del ministero degli affari esteri russo (eventualmente pagando questo lo puoi fare direttamente al VHS, quando richiedi il visto, per 10€)
-Prendi appuntamento online al VHS
-Vai e porti tutti i documenti, sottoscrivi assicurazione sanitaria e paghi
-Due settimane dopo hai il visto

Per quanto riguarda la lingua/il telefono: appena arrivati in aeroporto era pieno di baracchini delle compagnie telefoniche, ho comprato una sim per 400 rub (5 €) con 2 giga di internet, così da avere sempre google translator e google maps. Consiglio vivamente di fare così.
In ogni caso a Mosca e SP è tutto per lo meno traslitterato (nomi delle vie) e molto spesso nei menu la traduzione (Google Translatorosa) c'è. Non consocevamo una parola di Russo ed è stato fattibilissimo, anzi, ci siamo divertiti un sacco.

Taxi, l'abbiamo preso solo a LED, dall'aeroporto all'hotel e VV, all'aeroporto pagando in anticipo al banchetto agli arrivi, e in albergo pure. In questo modo la tariffa è garantita, ti viene dato uno scontrino da dare all'autista e il prezzo è garantito. Non abbiamo preso taxi in città, sempre e solo metro e aeroexpress train e piedi, piedi, piedi :mrgreen:

Hermitage, Cremlino, Musei vari: Si possono comprare i biglietti su internet, evitando code kilometriche 8)

Prima o poi finirò di sistemare le foto e posterò il TR... PS EPPOIE'RUSSO! :mrgreen:

Per ulteriori info chiedetemi pure qui o in PM 8)
BSc in Aerospace Eng. (PoliMi)
Student at MSc in Aeronautical Eng. - Flight Mechanics (PoliMi)
Erasmus+ Experience at ENAC, in Toulouse.


---

O siamo capaci di sconfiggere le idee contrarie con la discussione, o dobbiamo lasciarle esprimere. Non è possibile sconfiggere le idee con la forza, perché questo blocca il libero sviluppo dell'intelligenza.

(Ernesto Che Guevara)

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2551
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Perchè proprio la Russia? VCE-MUC-DME-LED-FRA-VCE

Messaggio da MartaP » 27 settembre 2016, 10:55

Grande TR Alessia!! :D
Le città sono belle anche col brutto tempo! Foto bellissime, soprattutto quelle di sera!!!
Ma davvero vendevano le coperte Lanerossi??? :D

.....e, a proposito: qual'è il nome del locale del tuo cuggggino di terzo-quarto grado ??? Non si sa mai.... :toothy7:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Rispondi