In Kyushu con Air China

I racconti di viaggio con le avventure e le relative foto degli Utenti di MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 8 maggio 2017, 18:22

Buongiorno a tutti, mi chiamo Matteo e con questo trip report riprendo la mia attività sul forum:-)
La mia passione per il Giappone qualche anno fa si è trasformata in un vero e proprio lavoro, che ho affiancato alla mia professione vera e propria, e cosi almeno tre o quattro volte l'anno mi reco nella terra del sol levante in qualità di accompagnatore e guida turistica per i viaggi di gruppo organizzati da un noto tour operator.
Il tour di primavera 2017 ha visto il Kyushu, l'isola a Sud-Ovest dell'arcipelago nipponico, come meta del nostro viaggio e cosi il mattino del 14 Aprile mi sono recato all'aeroporto di Milano Malpensa per incontrare il mio gruppo all'area partenze, non prima però di aver fatto una sosta tattica dal mio panettiere di fiducia per acquistare una gustosa focaccia farcita :D
Visto che la partenza del volo è prevista per le 12:30 approfitto per aggredire a morsi la focaccia, portata non senza qualche difficoltà all'area imbarchi, con l'Airbus A330 Air China già pronto alle mie spalle.

Immagine

una pulitina al parabrezza prima di partire :D

Immagine

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 8 maggio 2017, 18:24

I dati del volo:

Air China CA968
MXP-PVG
Aircraft type: A330-200
Reg. B5933
Delivered Dec.2013
Config. C30Y207
Engines 2x RR Trent700
Dep. 14/4/2017 12:40pm(on time)
Arr. 15/4/2017 05:47am(3min before)
Distance flown: 5832mi
Speed 833km/h
Total flight time 11h7m

L'imbarco avviene in maniera puntuale, cosi come la partenza. Riempimento "ad occhio" circa all'80% in economy, in maggioranza passeggeri cinesi.

Immagine

Configurazione 2-4-2 abbastanza comoda, anche lo spazio per le gambe per il mio metroeottantatrè non è male, rimpiango solamente una maggiore imbottitura della seduta.

Immagine
Immagine
Immagine

Dopo un'ora dal decollo inizia il servizio per il pasto, che nonostante la corposa focaccia di poche ore prima decido comunque di assaggiare: noodles con pollo(commestibili), verdure miste(finocchio, melanzana e pomodoro secco, niente male) e dolce(tiramisù, buono), il tutto innaffiato da birra Yanjing(abbastanza pietosa...), in sintesi un pasto in linea con quanto offrono le altre compagnie aeree in economy.

Immagine
Immagine

Il volo è tranquillo, poche le occasionali turbolenze, il servizio delle hostess è rapido ed efficiente, durante il dormiveglia le vedo di tanto in tanto comparire con dell'acqua per i passeggeri.
IFE tecnicamente valido, ma dalla programmazione studiata espressamente per i passeggeri cinesi, quindi poco fruibile da noi occidentali.
E dopo quasi 11 ore di volo ecco comparire sotto di noi i grattacieli di Shanghai all'alba

Immagine

Avatar utente
cabronte
FL 500
FL 500
Messaggi: 9688
Iscritto il: 10 giugno 2008, 21:45
Località: Nelle vicinanze di MXP

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da cabronte » 8 maggio 2017, 20:47

Ho appena cenato, ma quei noodles (così come si vedono in foto) mi hanno rifatto venire l' appetito! :mrgreen:
Ale

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 9 maggio 2017, 13:45

Durante il volo un ragazzo seduto davanti a me ha iniziato a sentirsi male, con i sintomi della febbre: dapprima una hostess gli ha portato un sacchetto di ghiaccio da tenere sulla fronte, poi l'ha fatto accomodare su una delle poltrone di business, nel mentre l'hostess ha anche chiesto generalità e recapiti delle persone sedute intorno, tra cui il sottoscritto.
In un clima di crescente apprensione, è stato anche chiesto l'intervento di due medici a bordo: una volta stabilizzato, il ragazzo si è nuovamente seduto sul sedile davanti a me ed è rimasto abbastanza tranquillo fino all'atterraggio a Shanghai.

Immagine

Parcheggiamo ai remoti, tutti iniziano a prepararsi per scendere dall'aereo ma le hostess ci ordinano di riaccomodarci ai nostri posti: si apre il portello e fa il suo ingresso un ufficiale medico cinese, con tanto di maschera a pieno facciale, guanti e kit di tamponi, una scena da film stile "virus letale".
Dopo aver inserito il primo tampone nel liquido di contrasto il medico cinese autorizza le hostess a farci scendere, mentre il ragazzo rimarrà a bordo per ulteriori analisi: finalmente varco la soglia e scendo la scaletta, e già l'aria umida di Shanghai mi accoglie in Cina.

Immagine

Abbiamo 6 ore scarse di scalo prima del prossimo volo diretto in Giappone a Fukuoka, e cosi decido di lasciare a riposare il gruppo nell'area transiti mentre io mi avventuro in una breve escursione al Bund di Shanghai: mi avvio ai banchi dell'immigrazione dedicati al free visa, nel giro di 20 minuti disbrigo le formalità e cosi corro a prendere il biglietto(85yuan, circa 11euro, a/r incluso pass 1day per la metropolitana) per il primo Maglev della giornata, previsto in partenza da Pudong alle 7:02.
Dopo qualche minuto di attesa viene dato il permesso di scendere nella stazione e finalmente mi ritrovo davanti ad un vero prodigio della tecnologia, il Maglev!

Immagine

Il Maglev è un treno a levitazione magnetica, ovvero non utilizza il classico sistema ruota-binario: il treno scorre al di sopra di una linea guida utilizzando magneti che creano nello stesso tempo forza di sollevamento e spinta in avanti, riducendo al minimo gli attriti e consentendo velocità molto elevate, senza includere parti meccaniche in movimento.
Frutto della tecnologia tedesca e realizzato da Siemens, il Transrapid di Shanghai è la prima applicazione commerciale al mondo della tecnologia Maglev, e collega l'aeroporto di Pudong con la stazione di Longyang road a Shanghai percorrendo i 33 km di linea in appena 7 minuti, con un impressionante velocità di punta di 431km/h.
Salgo a bordo, impaziente di provare questa meraviglia della tecnica, e mi ritrovo davanti ad un allestimento interno degno dei nostri peggiori treni regionali, con plastiche rigate e sedili sgualciti...

Immagine

Alla partenza il Maglev magicamente si solleva da terra, ondeggia un pò, e con un rumore da film di fantascienza schizza in avanti con una progressione poderosa, sino a raggiungere l'impressionante velocità di punta di 431km/h, non senza qualche scossone. A metà tragitto l'incrocio con il Maglev nella direzione opposta provoca un forte boato, ma dura solamente un battito di ciglia.

Immagine

Rallentiamo ed entriamo nella stazione di Longyang road, scendo nella metropolitana e prendo la linea 2 sino a East Nanjing road, 10 minuti a piedi in mezzo ad anziani che fanno ginnastica e a motorini e biciclette sfreccianti e mi ritrovo davanti ad una delle più caratteristiche skyline odierne.

Immagine

Il tempo di scattare qualche foto ed è gia ora di rientrare, con la metropolitana rientro a Longyang road e prendo nuovamente il Maglev in direzione aeroporto.

Immagine
Immagine

Dopo aver passato l'immigrazione mi riunisco con il gruppo nell'area imbarchi, restano più di due ore alla partenza e cosi gironzolo per il terminal 2 di Pudong, che ha una buona visuale sugli aerei ai gates.

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 9 maggio 2017, 13:46

I dati del volo:

Air China CA915
PVG-FUK
Aircraft type: A321-200
Reg. B6791
Delivered 7 Jul 2011
Config. C12Y173
Engines 2x IAE V2500
Dep. 15/4/2017 12:13pm(on time)
Arr. 15/4/2017 3:12pm(32min late)
Distance flown: 586mi
Speed 572km/h
Total flight time 1h59m

Immagine


L'imbarco inizia in orario, ma la coda per il decollo è lunga, diversi aerei in fila attendono il loro turno, e cosi restiamo in taxi per quasi mezzora.
Finalmente arriva il nostro turno e decolliamo, il volo prosegue tranquillo con qualche scossone, viene servito lo snack(un panino con wurstel e formaggio e la solita birra Yanjing) poi crollo addormentato sino a quando tocchiamo terra all'aeroporto di Fukuoka.
Attracchiamo al finger e scendiamo dall'aereo: l'immigrazione ed il ritiro bagagli porta via circa una mezzoretta di attesa, poi finalmente, dopo quasi 20 ore di viaggio, mettiamo piede in Giappone.
Il terminal internazionale dell'aeroporto di Fukuoka è collegato al terminal domestico, e quindi alla metropolitana cittadina, tramite un regolare servizio di bus navetta gratuito: particolare il percorso dell'autobus che, attraverso dei varchi automatici, passa fra esterno ed interno dell'aeroporto, costeggiando la pista e dando precedenza, con l'ausilio di un semaforo, agli aerei in atterraggio.

Avatar utente
Limosky91
FL 300
FL 300
Messaggi: 3212
Iscritto il: 10 gennaio 2007, 18:40
Località: Ad un passo da LIML

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Limosky91 » 9 maggio 2017, 21:28

Grazie per il bel report!

Se non ti da troppo fastidio, mi dici in MP per quale TO lavori?

Ti invidio guarda...quando accompagno io i gruppi, non ho tempo manco per mangiare, figurarsi fare le foto e lasciare il gruppo!
LINO
Quando uno urla, lo fa soltanto perchè ha paura

Perché gli aerei volano? Perché c'è stato qualcuno che non ha mai detto "è impossibile" far volare un ammasso di ferro con a bordo delle persone.

E se vi è capitato di pensare di essere dei codardi in un mondo di guerrieri, ricordatevi sempre che è successo anche ai vostri nemici. Grazie a questa consapevolezza sarete in grado di nascondere lo smarrimento e di non abbassare mai lo sguardo.

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 11 maggio 2017, 18:50

Limosky91 ha scritto:Grazie per il bel report!

Se non ti da troppo fastidio, mi dici in MP per quale TO lavori?

Ti invidio guarda...quando accompagno io i gruppi, non ho tempo manco per mangiare, figurarsi fare le foto e lasciare il gruppo!
Grazie per aver visto il mio trip report!
Hai PM

Avatar utente
Guren
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 706
Iscritto il: 25 luglio 2011, 0:03
Località: Dongguan, Guangdong, R.P.C.

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Guren » 13 maggio 2017, 5:58

pur vivendo in Cina (o, forse, proprio per questo) odio viaggiare con l'aereo pieno di cinesi.

La mia esperienza con Air China non è mai stata buona ma ho sempre volato su PEK mai su PVG da MXP o FCO... di sicuro l'IFE era molto più arretrato e spartano (una volta neppure andava)

Il maglev alla fine è comodo solo se si va a Pudong e spesso è limitato a 300km/h
Ciao, Marco
_____________________________
In tutta la sua vita,
quante volte puo' riuscire un uomo
a fermare le lacrime di una donna?

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2551
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da MartaP » 13 maggio 2017, 13:57

HEY.. :shock:

...non finirai mica qui, vero? :angryfire:
sei solo all'antipasto...


:mrgreen:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 13 maggio 2017, 15:33

Guren ha scritto:pur vivendo in Cina (o, forse, proprio per questo) odio viaggiare con l'aereo pieno di cinesi.

La mia esperienza con Air China non è mai stata buona ma ho sempre volato su PEK mai su PVG da MXP o FCO... di sicuro l'IFE era molto più arretrato e spartano (una volta neppure andava)

Il maglev alla fine è comodo solo se si va a Pudong e spesso è limitato a 300km/h
Si effettivamente non è il massimo, io poi che sono abituato alla gentilezza ed educazione dei giapponesi...
però come compagnia non mi è sembrata male, il rapporto qualità/prezzo è buono.
Il Maglev fa avanti e indietro tra Pudong e Shanghai, non ci sono fermate intermedie, e come sistema di trasporto aeroportuale l'ho trovato avanti anni luce rispetto ad altri, ed è pure economico(circa 10 euro a/r, contro ad esempio i 26euro del "nostrano" Malpensa express :lol: ).

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 13 maggio 2017, 15:34

MartaP ha scritto:HEY.. :shock:

...non finirai mica qui, vero? :angryfire:
sei solo all'antipasto...


:mrgreen:
ok, allora proseguo
:mrgreen:

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6747
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Lampo 13 » 13 maggio 2017, 15:47

Pumotto ha scritto:
Guren ha scritto:pur vivendo in Cina (o, forse, proprio per questo) odio viaggiare con l'aereo pieno di cinesi.

La mia esperienza con Air China non è mai stata buona ma ho sempre volato su PEK mai su PVG da MXP o FCO... di sicuro l'IFE era molto più arretrato e spartano (una volta neppure andava)

Il maglev alla fine è comodo solo se si va a Pudong e spesso è limitato a 300km/h
Si effettivamente non è il massimo, io poi che sono abituato alla gentilezza ed educazione dei giapponesi...
però come compagnia non mi è sembrata male, il rapporto qualità/prezzo è buono.
Il Maglev fa avanti e indietro tra Pudong e Shanghai, non ci sono fermate intermedie, e come sistema di trasporto aeroportuale l'ho trovato avanti anni luce rispetto ad altri, ed è pure economico(circa 10 euro a/r, contro ad esempio i 26euro del "nostrano" Malpensa express :lol: ).
... 36 euro a/r Fco Termini Fco. :shock:

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 13 maggio 2017, 16:07

Iniziamo il nostro tour del Kyushu con una visita serale di Fukuoka, una moderna metropoli affacciata sul mare.

Ohori park

Immagine


Fukuoka Tower

Immagine


Yatai food stalls

Immagine


Canal city

Immagine


I tipici Hakata tonkotsu ramen(con zuppa a base di maiale, davvero squisiti)

Immagine

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 13 maggio 2017, 16:10

Lampo 13 ha scritto:
Pumotto ha scritto:
Guren ha scritto:pur vivendo in Cina (o, forse, proprio per questo) odio viaggiare con l'aereo pieno di cinesi.

La mia esperienza con Air China non è mai stata buona ma ho sempre volato su PEK mai su PVG da MXP o FCO... di sicuro l'IFE era molto più arretrato e spartano (una volta neppure andava)

Il maglev alla fine è comodo solo se si va a Pudong e spesso è limitato a 300km/h
Si effettivamente non è il massimo, io poi che sono abituato alla gentilezza ed educazione dei giapponesi...
però come compagnia non mi è sembrata male, il rapporto qualità/prezzo è buono.
Il Maglev fa avanti e indietro tra Pudong e Shanghai, non ci sono fermate intermedie, e come sistema di trasporto aeroportuale l'ho trovato avanti anni luce rispetto ad altri, ed è pure economico(circa 10 euro a/r, contro ad esempio i 26euro del "nostrano" Malpensa express :lol: ).
... 36 euro a/r Fco Termini Fco. :shock:
Appunto, senza contare la differenza di tempo impiegato: dall'aeroporto di Pudong a Shanghai sono circa 35 km, e il Maglev li "brucia" in appena 7 minuti.

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 13 maggio 2017, 16:48

Il secondo giorno ci spostiamo verso Beppu, utilizzando il fantastico LTDexpress Sonic della JR Kyushu.

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Beppu è una delle località termali più rinomate in Giappone, offre una vasta scelta di onsen(le tipiche terme giapponesi) ed è famosa per i suoi sette inferni, stagni di acque e fanghi bollenti dalle diverse colorazioni e proprietà.

Umi Jigoku, l'inferno marino

Immagine


Onishibozu, l'inferno di fango

Immagine


Kamado Jigoku, il pentolone infernale

Immagine


Oniyama Jigoku, l'inferno dei coccodrilli

Immagine


Shiraike Jigoku, l'inferno bianco

Immagine


Chinoike Jigoku, l'inferno di sangue

Immagine


Tatsumaki Jigoku, il geyser infernale

Immagine

Avatar utente
Guren
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 706
Iscritto il: 25 luglio 2011, 0:03
Località: Dongguan, Guangdong, R.P.C.

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Guren » 14 maggio 2017, 8:24

Pumotto ha scritto:
Guren ha scritto:pur vivendo in Cina (o, forse, proprio per questo) odio viaggiare con l'aereo pieno di cinesi.

La mia esperienza con Air China non è mai stata buona ma ho sempre volato su PEK mai su PVG da MXP o FCO... di sicuro l'IFE era molto più arretrato e spartano (una volta neppure andava)

Il maglev alla fine è comodo solo se si va a Pudong e spesso è limitato a 300km/h
Si effettivamente non è il massimo, io poi che sono abituato alla gentilezza ed educazione dei giapponesi...
però come compagnia non mi è sembrata male, il rapporto qualità/prezzo è buono.
Il Maglev fa avanti e indietro tra Pudong e Shanghai, non ci sono fermate intermedie, e come sistema di trasporto aeroportuale l'ho trovato avanti anni luce rispetto ad altri, ed è pure economico(circa 10 euro a/r, contro ad esempio i 26euro del "nostrano" Malpensa express :lol: ).
mi sono espresso male... con Pudong non intendevo PVG aeroporto ma il distretto di SH in cui è sito (in pratica il maglev ti porta da PVG a Pudong) e quindi risulta comodo solo se ci si deve recare da quelle parti (è comunque un quartiere industriale e diverse grandi aziende, Nokia e SFK tanto per dare due nomi a caso, hanno stabilimenti in zona).

Se poi da Pudong ci si deve recare in altre zone (Bund, concessione francese, etc) allora tanto vale andare direttamente da PVG
Ciao, Marco
_____________________________
In tutta la sua vita,
quante volte puo' riuscire un uomo
a fermare le lacrime di una donna?

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 17 maggio 2017, 0:34

Il terzo giorno partiamo da Beppu utilizzando il comodo intercity 787,omonimo del Boeing:-)

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Dopo quasi 2 ore di treno arriviamo a Nobeoka e saliamo sull'autobus che in un ora e mezzo fra strade tortuose e tornanti ci porterà fino a Takachiho, luogo remoto e fra i più sacri in Giappone:
qui si narra la storia dello scintoismo e della discendenza divina della stirpe imperiale giapponese, in un contesto di struggente bellezza naturalistica.

Takachiho Gorge, gola di origine vulcanica
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Amanoiwate Shrine, tempio costruito dentro una grotta e dedicato alla dea del sole

Immagine
Immagine
Immagine

Concludiamo la nostra giornata al Takachiho shrine, assistendo ad una rappresentazione teatrale di un tradizionale spettacolo Kagura, nel quale si mettono in scena alcune leggende scintoiste.

Immagine
Immagine
Immagine

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 20 maggio 2017, 1:18

Il quarto giorno con l'autobus scendiamo in un ora e mezza di viaggio a Nobeoka, dopodichè saliamo sul LTDexpress Nichirin che in un oretta ci porta fino a Miyazaki.

Immagine

Miyazaki è una grande città costiera nel sudest del Kyushu, caratterizzata da un clima subtropicale e con una storia leggendaria che affonda le sue radici ad oltre 2600 anni fa: qui infatti, secondo la mitologia, ha avuto inizio la dinastia imperiale giapponese, con il primo imperatore Jimmu.

Miyazaki shrine, dedicato al mitico imperatore Jimmu

Immagine
Immagine
Immagine

Heiwadai park, enorme e meraviglioso parco pubblico realizzato sull'ipotetico sito della prima mitica capitale del Giappone: al centro del parco si eleva l'enigmatica Torre della Pace, dedicata al primo imperatore Jimmu e realizzata con pietre provenienti da tutta l'Asia.

Immagine
Immagine
Immagine

Nel tardo pomeriggio con una mezzoretta di treno, attraversando campi e risaie, raggiungiamo l'isola di Aoshima.

Immagine
Immagine

Aoshima, favolosa isoletta con una vegetazione subtropicale, è collegata alla terraferma mediante un ponte ed è famosa per il suo tempio nella giungla, luogo molto rinomato in Giappone per gli sposi.

Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2220
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da la franci » 20 maggio 2017, 21:43

è un report molto bello! e le foto sono stupende!!!
aspetto il resto!!!!!

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 24 maggio 2017, 23:55

la franci ha scritto:è un report molto bello! e le foto sono stupende!!!
aspetto il resto!!!!!
Grazie :-)

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 24 maggio 2017, 23:55

Il quinto giorno partiamo in treno alla volta di Kagoshima, la città più importante del sudovest del Kyushu.
Kagoshima spesso viene paragonata a Napoli, ed infatti le due città sono gemellate, per via dell'imponente vulcano Sakurajima che la sovrasta, molto simile al Vesuvio, per le palme lungo i viali ed il clima mite.
Con il traghetto raggiungiamo il vulcano, fra i più attivi in Giappone con modeste eruzioni pressochè quotidiane: l'ultima grande eruzione avvenne nel 1914 e la massiccia fuoriuscita di lava lo uni' alla terraferma.

Immagine
Immagine
Immagine

Proseguiamo la nostra visita di Kagoshima con il magnifico Senganen Garden, tipico giardino in stile giapponese con magnifiche viste sulla baia e sul vulcano.

Immagine
Immagine
Immagine

Infine concludiamo la giornata all'osservatorio dello Shiroyama Park, con una spettacolare vista di Kagoshima all'imbrunire.

Immagine
Immagine

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3747
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da danko156 » 30 maggio 2017, 21:21

Leggo questo trip report con un pò di ritardo rispetto alla data di pubblicazione. Devo dire che è spettacolare: foto e luoghi fantastici (il Giappone mi ha sempre affascinato). Aspetto anche io la continuazione...
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 3 giugno 2017, 16:22

danko156 ha scritto:Leggo questo trip report con un pò di ritardo rispetto alla data di pubblicazione. Devo dire che è spettacolare: foto e luoghi fantastici (il Giappone mi ha sempre affascinato). Aspetto anche io la continuazione...
Grazie :-)

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 3 giugno 2017, 16:23

Il sesto giorno con lo shinkansen risaliamo la costa ovest del Kyushu sino a Kumamoto

Immagine
Immagine

Dopo meno di un ora di viaggio arriviamo alla stazione di Kumamoto, e Kumamon, la mascotte della città, ci dà il benvenuto:-)

Immagine

Kumamoto è famosa per il suo maestoso castello, purtroppo gravemente danneggiato dal forte terremoto di Aprile 2016: i lavori di ripristino sono già in corso, ma ci vorranno oltre trent'anni per riportarlo all'antico splendore.

Immagine
Immagine
Immagine

Proseguiamo la visita di Kumamoto con il Suizenji garden, grande giardino in stile giapponese, che fu realizzato a cura del clan Hosokawa a metà del 17esimo secolo. Il giardino riproduce, incluso un monte Fuji in miniatura, le 53 aree di riposo della storica via Tokaido che collegava Nihonbashi ad Edo, l'attuale Tokyo, con l'antica capitale Kyoto.

Immagine
Immagine
Immagine

Nel pomeriggio ci imbattiamo in una caratteristica sagra locale, e cosi degustiamo qualche bicchiere di ottimo shochu(distillato a base di patate dolci o riso) prodotto in zona.

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Concludiamo la giornata in un tradizionale ristorante di Kumamoto, con una cena a base di carne di cavallo cruda, la specialità tipica della città.

Immagine
Immagine

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 10 giugno 2017, 23:39

Il settimo giorno con l'autobus raggiungiamo il porto di Kumamoto, e da li ci imbarchiamo sul traghetto che in un ora di navigazione ci porta fino a Shimabara, alle pendici del vulcano Unzen.

Immagine
Immagine
Immagine

Sbarcati dal traghetto tramite un autobus raggiungiamo Unzen Onsen, rinomata località termale ed antico luogo di culto, sovrastata dalla cima del vulcano Unzen.
Iniziamo la nostra visita con un escursione al Nita Pass, punto panoramico a pochi metri dal cratere vulcanico.

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Unzen onsen è circondata dalle caldere vulcaniche, e dal sottosuolo fuoriescono le bollenti acque che alimentano gli stabilimenti termali della città.

Immagine
Immagine
Immagine

Ad Unzen alloggiamo in un tipico ryokan, la tradizionale struttura ricettiva giapponese, dove, dopo un rilassante onsen, gustiamo una favolosa cena Kaiseki.

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Dopocena mi avvio solitario lungo le vie deserte di Unzen, avvolte dal vapore in un atmosfera sulfurea e spettrale.

Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2551
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da MartaP » 20 giugno 2017, 11:51

Che giro della madonna!!! Il report è spettacolare, non c'è che dire! :D
Molto bella l'escursione a Takachiho e anche i giardini di Kagoshima e Suizenji !
Complimenti!

Ma... prosegui, vero? :mrgreen:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 24 giugno 2017, 19:29

MartaP ha scritto:Che giro della madonna!!! Il report è spettacolare, non c'è che dire! :D
Molto bella l'escursione a Takachiho e anche i giardini di Kagoshima e Suizenji !
Complimenti!

Ma... prosegui, vero? :mrgreen:
Grazie! ora proseguo :mrgreen:

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 24 giugno 2017, 19:31

L'ottavo giorno lasciamo Unzen con l'autobus, e in un ora e mezza di viaggio raggiungiamo la città di Nagasaki.
Nagasaki è una delle città portuali giapponesi che per prime si aprirono ai commercianti esteri, dapprima portoghesi ed olandesi poi, durante l'isolazionismo giapponese terminato poi con la restaurazione Meiji a metà 1800, e cosi nei secoli ha rivestito un ruolo primario negli scambi commerciali, vista anche la sua relativa vicinanza con l'Asia continentale.
La storia di Nagasaki è tristemente segnata dalla bomba atomica statunitense che la rase al suolo nel 1945: tre giorni dopo lo sgancio dell'ordigno nucleare che distrusse Hiroshima, un bombardiere Usa si diresse sopra la città di Kokura, obiettivo primario per il bombardamento, ma il caso volle che a causa della copertura nuvolosa e in mancanza di contatto visivo con il suolo l'aereo cambiò direzione dirigendosi sopra Nagasaki, rilasciando la bomba in prossimità delle industrie Mitsubishi.
Iniziamo quindi la nostra visita della città partendo dal museo memoriale della pace, costruito nel luogo dove avvenne l'esplosione dell'ordigno atomico.

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Proseguimo poi con Deijima, isola artificiale costruita nel 1636 per segregare i commercianti portoghesi e controllare le loro attività missionarie: pochi anni dopo i portoghesi vennero espulsi dal Giappone e cosi Deijima venne concessa ai commercianti olandesi, unici occidentali autorizzati a rimanere in Giappone durante il periodo di isolazionismo che si concluse a metà '800.

Immagine
Immagine
Immagine

Concluso l'isolazionismo, gli occidentali realizzarono il quartiere residenziale denominato "Dutch slope", per via della sua ubicazione sulle ripide colline che sovrastano Nagasaki.

Immagine
Immagine
Immagine

A dominare il quartiere occidentale vi è il favoloso Glover garden, ubicato sulla sommità della collina e con una spettacolare vista su Nagasaki.

Immagine
Immagine
Immagine

Concludiamo la giornata sulla sommità del Monte Inasa, meraviglioso punto panoramico sulla baia di Nagasaki.

Immagine

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 8 luglio 2017, 18:18

La mattinata del nono giorno è dedicata alla visita di Gunkanjima, l'isola fantasma.
Nell'isola di Hashima, soprannominata poi Gunkanjima per via della sua caratteristica forma che ricorda una nave da guerra (Gunka in giapponese), a inizio '800 fu scoperto il carbone e, con la restaurazione Meiji del 1868 , iniziò lo sfruttamento intensivo della miniera. La Mitsubishi corporation acquisì l'isola e costruì abitazioni, scuole e strutture ricreative per i suoi oltre 5000abitanti, racchiusi in uno spazio di 480 metri di lunghezza per 160 di larghezza, andando a costituire un record di densità abitativa ancora oggi imbattuto.
Nel 1974 cessarono le attività estrattive e così l'isola rimase deserta, le strutture esposte alle intemperie andarono presto in rovina e molte crollarono rovinosamente. Nel 2015 l'UNESCO riconobbe il valore di Gunkanjima per l industrializzazione del Giappone come patrimonio mondiale dell'umanità e
da allora alcune compagnie di navigazione propongono tour guidati dell'isola.
Qui furono girate alcune scene del film Skyfall della serie di James Bond.

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Rientriamo con l'aliscafo a Nagasaki e visitiamo l'area portuale di Nagasaki, passando davanti ai cantieri navali Mitsubishi e raggiungendo infine il molo, che in questi giorni ospita il Nagasaki Tall Ship Festival, con navi provenienti da tutto il mondo, inclusa la "nostra" Costa Serena.

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
flyforever85
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1382
Iscritto il: 23 aprile 2006, 5:07
Località: Dayton, OH

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da flyforever85 » 9 maggio 2018, 20:04

Stavo cercando un trip report da leggere e mi sono imbattuto nel tuo. Nonstante sia quasi passato un anno penso sia unp dei piu' bei trip report che abbia letto!! Hai saputo pubblicare la giusta dose di foto di aerei, dei voli, dei posti, del cibo (foto che amo), dei trasferimenti ecc. Anche non conoscendoti si capisce l'amore che hai per il Giappone a 360. Complimenti!!!!! Spero che potrai pubblicarne altri di altre zone!!!
"Una volta che avrete conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè là siete stati e là desiderate tornare" di Leonardo da Vinci
Immagine

Pumotto
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 23 gennaio 2011, 16:23

Re: In Kyushu con Air China

Messaggio da Pumotto » 15 maggio 2018, 13:19

flyforever85 ha scritto:Stavo cercando un trip report da leggere e mi sono imbattuto nel tuo. Nonstante sia quasi passato un anno penso sia unp dei piu' bei trip report che abbia letto!! Hai saputo pubblicare la giusta dose di foto di aerei, dei voli, dei posti, del cibo (foto che amo), dei trasferimenti ecc. Anche non conoscendoti si capisce l'amore che hai per il Giappone a 360. Complimenti!!!!! Spero che potrai pubblicarne altri di altre zone!!!

Grazie :-)

Rispondi