ENAC: sospesa licenza Alpi Eagles

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Snap-on

ENAC: sospesa licenza Alpi Eagles

Messaggio da Snap-on » 5 ottobre 2007, 10:53

Nota d'agenzia


ENAC: sospesa licenza Alpi Eagles
E’ suonato un ulteriore campanello d’allarme per Alpi Eagles, cui l’ENAC ha sospeso la licenza sostituendola con una temporanea valida fino al 20 ottobre. Dopo aver avuto durante la scorsa estate problemi gestionali, ora l’ENAC punta il dito sul «perdurare di una situazione di crisi finanziaria del vettore Alpi Eagles S.p.A.» notando come «In questi ultimi mesi si sono verificati disagi e disservizi per i passeggeri a seguito delle inadempienze finanziarie di Alpi Eagles nei confronti delle società di gestione aeroportuale (violazione relative agli obblighi di pagamento di tasse, diritti e tariffe) per i servizi resi negli aeroporti, e nei confronti di Eurocontrol».
Entro il 20 ottobre dunque il vettore «dovrà presentare un piano definitivo di rientro che, anche nel medio e lungo termine, assicuri la continuità dei voli e la stabilità finanziaria». «A seguito delle continue segnalazioni da parte delle società di gestione e degli operatori aeroportuali per i mancati pagamenti di Alpi Eagles - prosegue la nota - l’ENAC informa che potrebbero verificarsi ulteriori disservizi a partire dai primi giorni della settimana prossima. Si invitano pertanto i passeggeri ad informarsi attentamente sullo stato dei voli. ENAC continuerà nei prossimi giorni a fornire informazioni sull’evolversi della situazione.La sospensione della licenza è un atto dovuto da parte dell’ENAC così come disposto dalle norme che regolano il trasporto aereo, del mercato e della concorrenza del settore: Tutto ciò con il fine della tutela della sicurezza del volo, dei diritti del passeggero, e a garanzia degli standard della qualità dei servizi offerti».
(Dedalonews)

8)

Saluti

Steve

Snap-on

Messaggio da Snap-on » 5 ottobre 2007, 11:02

Aggiungo per correttezza anche il comunicato ufficiale dell'ENAC.

SOSPESA LA LICENZA AD ALPI EAGLES: LA COMPAGNIA POTRÀ OPERARE CON UNA LICENZA PROVVISORIA FINO AL 20 OTTOBRE

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto che a seguito del perdurare di una situazione di crisi finanziaria del vettore Alpi Eagles S.p.A. e in considerazione del fatto che tale stato di crisi provochi continui disservizi ai passeggeri, è stato emanato in data odierna un provvedimento di sospensione della licenza della Alpi Eagles S.p.A. con contestuale rilascio di una licenza provvisoria fino al 20 ottobre p.v..

L’ENAC, come da proprio mandato istituzionale, svolge una attività di monitoraggio e controllo delle compagnie aeree. In questi ultimi mesi si sono verificati disagi e disservizi per i passeggeri a seguito delle inadempienze finanziarie di Alpi Eagles nei confronti delle società di gestione aeroportuale (violazione relative agli obblighi di pagamento di tasse, diritti e tariffe) per i servizi resi negli aeroporti, e nei confronti di Eurocontrol.

A conclusione degli accertamenti ed in applicazione del Regolamento Comunitario 2407/92 sulle condizioni di mantenimento della licenza di operatore aereo, l’ENAC ha disposto la sospensione di Alpi Eagles.

La compagnia ha comunque la possibilità di continuare ad operare fino al 20 ottobre con una licenza provvisoria a termine.

Entro questa scadenza dovrà presentare un piano definitivo di rientro che, anche nel medio e lungo termine, assicuri la continuità dei voli e la stabilità finanziaria.

A seguito delle continue segnalazioni da parte delle società di gestione e degli operatori aeroportuali per i mancati pagamenti di Alpi Eagles, l’ENAC informa che potrebbero verificarsi ulteriori disservizi a partire dai primi giorni della settimana prossima.

Si invitano pertanto i passeggeri ad informarsi attentamente sullo stato dei voli.

ENAC continuerà nei prossimi giorni a fornire informazioni sull’evolversi della situazione.

La sospensione della licenza è un atto dovuto da parte dell’ENAC così come disposto dalle norme che regolano il trasporto aereo, del mercato e della concorrenza del settore: Tutto ciò con il fine della tutela della sicurezza del volo, dei diritti del passeggero, e a garanzia degli standard della qualità dei servizi offerti.



Roma, 04-10-2007



Se qualcuno vuole commentare !

Saluti

Steve

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9127
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Messaggio da air.surfer » 5 ottobre 2007, 11:04

Snap-on ha scritto:seguito delle inadempienze finanziarie di Alpi Eagles nei confronti delle società di gestione aeroportuale (violazione relative agli obblighi di pagamento di tasse, diritti e tariffe) per i servizi resi negli aeroporti
Roma, 04-10-2007


Se qualcuno vuole commentare !
Si. Io. Nessuna lowcost straniera paga le tasse aeroportuali e l'handling, pero' sospendiamo le aziende italiane se non lo fanno.
Mi vergogno di essere Italiano.

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3774
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Messaggio da danko156 » 5 ottobre 2007, 11:58

air.surfer ha scritto: Nessuna lowcost straniera paga le tasse aeroportuali e l'handling, pero' sospendiamo le aziende italiane se non lo fanno.
E' vera questa cosa?
Non ci credo.
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

Avatar utente
aurum
MD80 Captain
MD80 Captain
Messaggi: 1704
Iscritto il: 2 settembre 2005, 12:13
Località: Veio

Messaggio da aurum » 5 ottobre 2007, 12:41

danko156 ha scritto:
air.surfer ha scritto: Nessuna lowcost straniera paga le tasse aeroportuali e l'handling, pero' sospendiamo le aziende italiane se non lo fanno.
E' vera questa cosa?
Non ci credo.
Purtroppo e' cosi'! :( (sto pensando se vendere la mia casa ad un francese o un tedesco ,ma debbo sbrigarmi!:roll: )
Gubernator superfluus

Immagine Immagine

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8490
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Messaggio da mcgyver79 » 5 ottobre 2007, 12:47

Se uno si accorda per non pagare potrà venire accusato di favoritismo ma non di mancati pagamenti.

Però effettivamente il ragionamento deve valere per tutti, risulta che non sia solo Alpi Eagles con deficit finanziari e debiti non saldati.

Mi dispiace per Alpi Eagles, ma sono certo di un rapido ripristino della situazione operativa con licenza non provvisoria.

Ciaooooo.
McGyver

Avatar utente
I-DISA
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 428
Iscritto il: 16 settembre 2006, 13:43
Località: Roma

Messaggio da I-DISA » 5 ottobre 2007, 13:39

danko156 ha scritto:
air.surfer ha scritto: Nessuna lowcost straniera paga le tasse aeroportuali e l'handling, pero' sospendiamo le aziende italiane se non lo fanno.
E' vera questa cosa?
Non ci credo.
Aggiungo io:

vengono pagate dalle autorità locali per portare i loro aerei ed i loro prodotti nei nostri aeroporti.

Se AZ, AP, IG o chi per lei non pagasse gli slot di atterraggio, non pagasse le tasse aeroportuali, non pagasse l'handling; se anzi fosse pagata con i soldi dei comuni e delle regioni per atterrare, si griderebbe allo scandalo. Ed aggiungo la si metterebbe a terra nel giro di un mese!!!
Aer Lingus, Aeropostale, Air Europa, Air France, Air One, Alitalia, Alitalia Express, ATI, Aviaco, British Airways, Continental, Delta Airlines, EasyJet, Iberia, Icelandair, KLM, Lufthansa, Lufthansa Italia, Olympic, SAS, Spanair, Swissair, Volareweb, Wizz.

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3774
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Messaggio da danko156 » 5 ottobre 2007, 14:07

Adesso capisco perchè su aeroporti come ad esempioo malpensa se volo con easyjet le tasse aeroportuali sono minori di quelle che bisogna pagare con alitalia o altre compagnie...

Però questo è ingiusto.
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

fr3003
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 69
Iscritto il: 15 settembre 2007, 1:45
Località: taranto

Messaggio da fr3003 » 5 ottobre 2007, 16:20

Cerchiamo di fare chiarezza su questo fatto senza diffondere notizie inesatte o non veritiere. Anche per la mia informazione vi prego di citare la fonte di queste eventuali notizie. Grazie.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9127
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Messaggio da air.surfer » 5 ottobre 2007, 16:39

fr3003 ha scritto:Cerchiamo di fare chiarezza su questo fatto senza diffondere notizie inesatte o non veritiere. Anche per la mia informazione vi prego di citare la fonte di queste eventuali notizie. Grazie.
Quante te ne incarto? Due chili? Due e mezzo?
Ecco la prima di una serie che viene googlando
sovvenzioni + lowcost + aeroporti...

http://www.algheronotizie.it/articoli.p ... icolo=4654

Avatar utente
Poker
MD80 First Officer
MD80 First Officer
Messaggi: 961
Iscritto il: 9 febbraio 2005, 18:48
Località: ROMA o dintorni
Contatta:

Messaggio da Poker » 5 ottobre 2007, 23:03

Tristezza...
-->>POI<ER<<--
Immagine
"We shall go on to the end, we shall fight in France, we shall fight on the seas and oceans, we shall fight with growing confidence and growing strength in the air, we shall defend our Island, whatever the cost may be, we shall fight on the beaches, we shall fight on the landing grounds, we shall fight in the fields and in the streets, we shall fight in the hills; we shall never surrender..."
ASOS su MySpace

Avatar utente
I-PVLG
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 549
Iscritto il: 6 luglio 2007, 14:20
Località: 3000 metri sopra il cielo (di Forlì)

Messaggio da I-PVLG » 5 ottobre 2007, 23:11

Tristezza...
Mi associo...
Si sono viste tante aquile abbassarsi a volare al livello dei polli...ma non si sono mai visti polli volare alti come aquile...
Luca Bertossio
Biplane's and Swift S-1 pilot
Unlimited pilot of National glider aerobatic Team,Italian champion 2009-2010-2011
WAGAC 2011 Torùn-Poland Competitor
PPL(A)Complex (TD,RG,VP,TP)Towing Rating Maule MX-7,Class Rating C206 Soloy
MEP rating PA34 S.II (not current) & DV42NG
ATPL(A)frozen
CPL/IR in progress...

Immagine

Fabio27
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 116
Iscritto il: 8 maggio 2007, 1:37
Località: Trieste

Messaggio da Fabio27 » 6 ottobre 2007, 0:54

Poker ha scritto:Tristezza...
Con rispetto, tristezza un corno. Quelle comunità sovvenzionano le low cost perché portano turismo. Se le tariffe fossero quelle delle majors, i turisti andrebbero altrove. Ci guadagnano albergatori, ristoratori, affittaauto, bed and brekfast. Un mio amico una volta voleva portare la famiglia a Pantelleria, ci volava solo Alitalia. Finì a Miami e sulle Keys spendendo meno. Quindi non è un regalo. Nessuno impedisce alle compagnie nazionali di fare quello che fa Ryanair. Lo volete questo volo a Treviso? Sediamoci e discutiamo di tariffe. Non ci fate lo sconto? Nessun problema, andiamo a Verona. A rimetterci siete voi. SI chiama mercato. Ma da noi è una parola difficile da capire: mi ricordo quando i voli furono spostati da Linate a Malpensa per decreto, porca vacca, per fare il famoso hub. Poi, prima o poi, il mercato si vendica.

fr3003
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 69
Iscritto il: 15 settembre 2007, 1:45
Località: taranto

Messaggio da fr3003 » 6 ottobre 2007, 1:50

Caro Fabio, come hai fatto a scrivere quello che io stavo pensando?

Mardokk
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 122
Iscritto il: 29 agosto 2007, 18:48
Località: Roma

Sicurezza

Messaggio da Mardokk » 6 ottobre 2007, 13:00

Non credo che l'Enac abbia sospeso la licenza ad Alpi E. solo per motivi economici.Credo che una compagnia nel giro di svariati mesi o anni crea costantemente problemi ai passegeri vada sanzionata.

Avatar utente
Mattia
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 125
Iscritto il: 2 ottobre 2007, 21:34
Località: Siracusa
Contatta:

Re: Sicurezza

Messaggio da Mattia » 6 ottobre 2007, 13:10

Mardokk ha scritto:Non credo che l'Enac abbia sospeso la licenza ad Alpi E. solo per motivi economici.Credo che una compagnia nel giro di svariati mesi o anni crea costantemente problemi ai passegeri vada sanzionata.
Infatti è strano
Mattia

Visita il mio forum: Immagine

davierosoft
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 550
Iscritto il: 3 agosto 2005, 12:13
Località: Chieti N42°21.07 E14°11.71
Contatta:

Messaggio da davierosoft » 6 ottobre 2007, 13:27

Sanzionarla per creare solo ulteriori disagi ai passeggeri? Chi li tutela allora sti poveracci che devono prendere l'aereo? Se sanzioni una compagnia in deficit a causa dei ritardi (dovuti al deficit appunto) non è che migliori le cose, anzi... E poi non l'ha messa a terra... gli ha praticamente dato un ultimatum per decidere del proprio futuro!

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9127
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Messaggio da air.surfer » 6 ottobre 2007, 13:53

Fabio27 ha scritto: Con rispetto, tristezza un corno. Quelle comunità sovvenzionano le low cost perché portano turismo. Se le tariffe fossero quelle delle majors, i turisti andrebbero altrove. Ci guadagnano albergatori, ristoratori, affittaauto, bed and brekfast. Un mio amico una volta voleva portare la famiglia a Pantelleria, ci volava solo Alitalia. Finì a Miami e sulle Keys spendendo meno. Quindi non è un regalo. Nessuno impedisce alle compagnie nazionali di fare quello che fa Ryanair. Lo volete questo volo a Treviso? Sediamoci e discutiamo di tariffe. Non ci fate lo sconto? Nessun problema, andiamo a Verona. A rimetterci siete voi. SI chiama mercato. Ma da noi è una parola difficile da capire: mi ricordo quando i voli furono spostati da Linate a Malpensa per decreto, porca vacca, per fare il famoso hub. Poi, prima o poi, il mercato si vendica.
Eccomi eh? Arrivo... adesso ho un attimo da fare...

Flory

Messaggio da Flory » 6 ottobre 2007, 14:13

Beh...ilragionamento di Fabio (quello buono :wink: ) calza: alla fine tutta la preoccupazione della Moratti e di Formigoni non scaturiva in buona parte dalla perdita nell'indotto??
Per Fabio (l'innominato :wink: ) non mi tirare fuori la storia di Airmalta e della Sogas: li ho visti io i comandanti e gli assistenti maltesi che compravano sussumelle e taralli all'aereoporto...Vedi che generano anche loro indotto? :D

Avatar utente
Poker
MD80 First Officer
MD80 First Officer
Messaggi: 961
Iscritto il: 9 febbraio 2005, 18:48
Località: ROMA o dintorni
Contatta:

Messaggio da Poker » 6 ottobre 2007, 14:33

Fabio27 ha scritto:
Poker ha scritto:Tristezza...
Con rispetto, tristezza un corno. Quelle comunità sovvenzionano le low cost perché portano turismo. Se le tariffe fossero quelle delle majors, i turisti andrebbero altrove. Ci guadagnano albergatori, ristoratori, affittaauto, bed and brekfast. Un mio amico una volta voleva portare la famiglia a Pantelleria, ci volava solo Alitalia. Finì a Miami e sulle Keys spendendo meno. Quindi non è un regalo. Nessuno impedisce alle compagnie nazionali di fare quello che fa Ryanair. Lo volete questo volo a Treviso? Sediamoci e discutiamo di tariffe. Non ci fate lo sconto? Nessun problema, andiamo a Verona. A rimetterci siete voi. SI chiama mercato. Ma da noi è una parola difficile da capire: mi ricordo quando i voli furono spostati da Linate a Malpensa per decreto, porca vacca, per fare il famoso hub. Poi, prima o poi, il mercato si vendica.
Mah... come al solito le reazioni (del portamonete) finiscono a pilotare questo tipo di ragionamento che forse letto così superficialmente può anche essere considerato corretto.

Però poi quando si approfondisce la questione... purtroppo scavando si trova che la concorrenza smodata e sleale di alcune "compagnie aeree" (permettetemi le virgolette, da piccolo ho sempre avuto un'immagine della Compagnia Aerea e delle persone che ne fanno parte differente da quella che si profila da qualche anno a questa parte) che sfruttano e spremono come agrumi i propri dipendenti, senza in alcuni casi, la possibilità di rifiuto/rivalsa per molti motivi...
Qui fino a quando l'Enac non porrà un limite serio a certi atteggiamenti sleali, vedi superamento sotto minacce latenti del PSV o norme contrattuali... o richieste di impiego durante i giorni di riposo(andare a vedere sul dizionario e sulla maggior parte dei CCL cosa vuole dire il termine "riposo")
Ma in fondo ad alcune persone cosa vuoi che importi tutto quello che c'è sotto al fottuto biglietto da 3euri... oppure a qualcuno "in alto" tutto sommato conviene favorire alcuni al posto degli altri...

Andatevi perfavore a rileggere l'incidente a Puket, poi in caso riscriviamo su questo argomento... cercando di indagare cosa succede quando i naviganti sono stanchi, pressati, psicologicamente tenuti in ostaggio... e ripeto le cause non devono essere cercate lì sul luogo dell'incidente... ma molto tempo prima..

Sia ben in chiaro, ben venga la concorrenza, purchè si faccia giocando con le stesse identiche regole!

cià...
-->>POI<ER<<--
Immagine
"We shall go on to the end, we shall fight in France, we shall fight on the seas and oceans, we shall fight with growing confidence and growing strength in the air, we shall defend our Island, whatever the cost may be, we shall fight on the beaches, we shall fight on the landing grounds, we shall fight in the fields and in the streets, we shall fight in the hills; we shall never surrender..."
ASOS su MySpace

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9127
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Messaggio da air.surfer » 6 ottobre 2007, 16:48

Eccomi...scusate, come promesso rispondo al post dell'amico Fabio27 e per CC a fr3003.

Allora, parto dal presupposto che noi Italiani in Europa non godiamo di grossa considerazione, siamo un po' il loro zimbello da non prendere assolutamente a modello.
Fatta questa premessa, diro' che in Italia la penetrazione low-cost non ha euguali nel resto d'europa. Considerato che noi non siamo all'avanguardia su niente anzi direi che siamo decenni indietro su tante cose, mi sorge il dubbio che questo fatto non sia tanto una furbata. Anzi.
In effetti, guardando al di là di un bigletto a 20 euro, troviamo un panorama desolante. 30 e passa compagnie italiane con i conti a pezzi, società di gestione perennemente in rosso ed un trasporto aereo inefficiente con collegamenti che vanno e vengono (mi viene in mente ClubAir o Interstate a Reggio). Niente da confrontare con la Francia. Basta fare un salto a CDG per capire che forse forse, i mangia-formaggio non sbagliano a prendere a calci nel sedere le lowcost.

Se si guarda solo la convenienza del biglietto fine a se stessa, nulla da dire, possiamo chiudere anche qui il discorso. Anche a me piacerebbe prendere una X5 a 5000 euro, pero'...
Le low-cost generano traffico. Vero. Perchè le major portano sacchi di patate e non passeggeri?
Le low-cost generano incoming. Vero. Ma dell'incoming che ha un albergatore di Pisa ad un abitante di un paesino dell'entroterra Pugliese, cosa gliene importa?
Eh si perchè le tasse che servono a finanziare la Ryan a Pisa, le paga pure lui.
Se l'incoming è esclusivo della zona servita dall'aeroporto (che è dello stato e che se ne frega di gestirlo per il bene del paese) perchè non si finanziano le low cost ad esempio con la camera del commercio locale oppure con le associazioni dei commercianti? Forse perchè con i soli soldi dei cappuccini venduti in aeroporto la societa di handlig fallirebbe dopo due giorni? Chissà..
Il biglietto costa meno con FR rispetto alle altre Italiane.. vero. Ma la lowcost non paga nell'ordine HANDLING, TASSE D'ATTERRAGGIO, CONTRIBUTI AL PERSONALE.. ecc ecc.,e i limiti di volo del personale ed i contratti stipulati in un altro paese gli permettono una concorrenza sleale. E l'ENAC? Dove sta?
Concorrenza sleale anche per quanto riguarda il libero mercato. FR (parlo sempre di lei perchè è la lowcost per eccellenza) viene da noi, paese ad alta vocazione turistica e riempie gli aerei. Noi (italiani) possiamo fare lo stesso a Dublino? No, perchè a parte qualche pastore chi è che prenderebbe un volo interno in Irlanda? Il traffico aereo in italia (il domestico) è una risorsa e come tale andrebbe difesa.
Il risultato di tutto questo sfacelo è che la CE apre una inchiesta per presunti aiuti di stato a compagnie lowcost straniere...il colmo.
Direi che a bruxelles ultimamente sono tentati tra il fatto di prenderci a calci nel sedere oppure ad accarezzarci la testa come si farebbe con un bambino scemo..

fr3003
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 69
Iscritto il: 15 settembre 2007, 1:45
Località: taranto

Messaggio da fr3003 » 6 ottobre 2007, 17:10

Il fatto di pagare o non pagare determinati servizi è un problema contrattuale esclusivamente riservato alle parti in causa. Non vedo perchè il passeggero si debba porre queste questioni? Se il personale delle lowcoast viene pagato poco e male (?) è una questione che riguarda solo chi lo deve svolgere il quale è libero di accettare o rifiutare. Non penso che le compagnie aeree obblighino qualcuno a lavorare per loro.
Cero è che i confini europei si sono ristretti ed il basso costo dei biglietti ha incentivato molti giovani a spostarsi con più facilità rispetto alle centinaia di euro richiesti dalle compagnie di linea. In alcuni casi questa facilità di spostamento ha anche modificato la vita di qualcuno.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9127
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Messaggio da air.surfer » 6 ottobre 2007, 17:28

fr3003 ha scritto:Il fatto di pagare o non pagare determinati servizi è un problema contrattuale esclusivamente riservato alle parti in causa.
Non lo è, per il semplice motivo che A) l'aeroporto è dello stato B) la società di gestione praticando quella politica va in rosso ed è regolarmente ripianata dallo stato tramite le regioni.
fr3003 ha scritto: Non vedo perchè il passeggero si debba porre queste questioni?
Ti ho già detto che se la guardi da questo punto di vista hai ragione.
fr3003 ha scritto:Se il personale delle lowcoast viene pagato poco e male (?) è una questione che riguarda solo chi lo deve svolgere il quale è libero di accettare o rifiutare. Non penso che le compagnie aeree obblighino qualcuno a lavorare per loro.
Se questo permette alla low-COST di fare concorrenza sleale alle compagnie italiane IN ITALIA, allora non è una questione che riguarda solo i lavoratori e l'azienda, ma anche lo stato dove lavori.
Vuoi personale basato in Italia. Bene, paghi le tasse come tutti, contributi e ottemperi a tutte le leggi italiane a tutela dai lavoratori, come maternità, malattia, sindacati ecc ecc.
Ti ricordo che in Italia non pagare i contributi è reato PENALE.
fr3003 ha scritto: Cero è che i confini europei si sono ristretti ed il basso costo dei biglietti ha incentivato molti giovani a spostarsi con più facilità rispetto alle centinaia di euro richiesti dalle compagnie di linea. In alcuni casi questa facilità di spostamento ha anche modif.icato la vita di qualcuno.
Siamo d'accordo. Low-Cost solo sugli internazionali e dagli scali periferici.

Flory

Messaggio da Flory » 6 ottobre 2007, 18:30

Aggiornati, Mascherone!
Lo sai che è proprio lo Stato a proporre oggi tipologie contrattuali che hanno molto da condividere con il lavoro nero?
Li chiamano lavori a Progetto...Ferie, malattia, indennità di turnazione...ma cosa sono?? Ma hanno a che fare con contratti siglati dalla Repubblica popolare Cinese? Ed i sindacati che fanno? Ti firmano la proposta, perchè la" gente ha bisogno di lavorare..."E così si arriva al paradosso che tu lavori sempre per lo stesso Ente (guarda caso LO STATO), che per metà orario lavorativo ti riconosce tutti i diritti e per l'altra metà non ti riconosce una beatissima......
Ma che bella Banana Republic... :roll:

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9127
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Messaggio da air.surfer » 6 ottobre 2007, 18:56

flory ha scritto:Aggiornati, Mascherone!
Lo sai che è proprio lo Stato a proporre oggi tipologie contrattuali che hanno molto da condividere con il lavoro nero?
Li chiamano lavori a Progetto...Ferie, malattia, indennità di turnazione...ma cosa sono?? Ma hanno a che fare con contratti siglati dalla Repubblica popolare Cinese? Ed i sindacati che fanno? Ti firmano la proposta, perchè la" gente ha bisogno di lavorare..."E così si arriva al paradosso che tu lavori sempre per lo stesso Ente (guarda caso LO STATO), che per metà orario lavorativo ti riconosce tutti i diritti e per l'altra metà non ti riconosce una beatissima......
Ma che bella Banana Republic... :roll:
Che il Contratto a progetto sia una cosa disdicevole siamo tutti d'accordo.
Il sindacato non puo' intervenire nei contratti a progetto proprio perchè non esiste un CCNL. La malattia è retribuita, mi pare fino ad un mese.
Comunque i dipendenti ITALIANI di FR non hanno manco quello... sono D-I-S-O-C-C-U-P-A-T-I a tutti gli effetti. Un comandante FR basato a Ciampino guadagna 10.000, 11.000 euro al mese.

Comunque, cio' non vuol dire che chi riesce ad avere ancora condizioni di lavoro dignitose, non debba piu' averle perche "tanto ormai il mercato è cosi.."
Ma che è un gioco al ribasso?

Sulla Repubblica delle Banane sai che mi trovi d'accordo. Stavo proprio scrivendo una storiella su Bananaland ed il suo aeroporto Internazionale di Reggiobanana... stay tuned!

Flory

Messaggio da Flory » 6 ottobre 2007, 19:02

Accanto ai lavori a progetto ci stanno poi quelli definiti semplicemente "progetti finalizzati ad una migliore fruibilità di questo o di quello". In pratica si elude anche il minimo di garanzia riconosciuto dalla tipologia dei lavori a progetto...malattia nisba...tanto...ti pagano bene...na rumena a farsi due scale prende di più..........
Lasciamo perdere, Mascherone. Aspetto con ansia le tue storielle su reggio International...sai che mi piacciono da morire... :wink: :D

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9127
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Messaggio da air.surfer » 6 ottobre 2007, 19:15

flory ha scritto:Accanto ai lavori a progetto ci stanno poi quelli definiti semplicemente "progetti finalizzati ad una migliore fruibilità di questo o di quello". In pratica si elude anche il minimo di garanzia riconosciuto dalla tipologia dei lavori a progetto...malattia nisba...tanto...ti pagano bene...na rumena a farsi due scale prende di più..........
Se è per questo esiste pure il lavoro in nero..

Flory

Messaggio da Flory » 6 ottobre 2007, 19:29

air.surfer ha scritto:
flory ha scritto:Accanto ai lavori a progetto ci stanno poi quelli definiti semplicemente "progetti finalizzati ad una migliore fruibilità di questo o di quello". In pratica si elude anche il minimo di garanzia riconosciuto dalla tipologia dei lavori a progetto...malattia nisba...tanto...ti pagano bene...na rumena a farsi due scale prende di più..........
Se è per questo esiste pure il lavoro in nero..
Veramente anche questo è lavoro nero...Contributi nisba...anzianità di servizio nics...processi di riqualificazione nain...Mascherone....ma l'hai capito che il datore di lavoro è lo Stato, si o no??? :roll:

Avatar utente
Flyfree
FL 150
FL 150
Messaggi: 1799
Iscritto il: 17 gennaio 2007, 18:41

Messaggio da Flyfree » 6 ottobre 2007, 19:41

Fabio27 ha scritto:
Poker ha scritto:Tristezza...
Con rispetto, tristezza un corno. Quelle comunità sovvenzionano le low cost perché portano turismo. Se le tariffe fossero quelle delle majors, i turisti andrebbero altrove. Ci guadagnano albergatori, ristoratori, affittaauto, bed and brekfast. Un mio amico una volta voleva portare la famiglia a Pantelleria, ci volava solo Alitalia. Finì a Miami e sulle Keys spendendo meno. Quindi non è un regalo. Nessuno impedisce alle compagnie nazionali di fare quello che fa Ryanair. Lo volete questo volo a Treviso? Sediamoci e discutiamo di tariffe. Non ci fate lo sconto? Nessun problema, andiamo a Verona. A rimetterci siete voi. SI chiama mercato. Ma da noi è una parola difficile da capire: mi ricordo quando i voli furono spostati da Linate a Malpensa per decreto, porca vacca, per fare il famoso hub. Poi, prima o poi, il mercato si vendica.
Già!! (Orticelli a parte)
per non parlare della continuita territoriale...
Ultima modifica di Flyfree il 7 ottobre 2007, 9:22, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9127
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Messaggio da air.surfer » 6 ottobre 2007, 23:40

flory ha scritto: Veramente anche questo è lavoro nero...Contributi nisba...anzianità di servizio nics...processi di riqualificazione nain...Mascherone....ma l'hai capito che il datore di lavoro è lo Stato, si o no??? :roll:
Senti, mi stai dicendo che c'e' una tipologia di contratto statale che non prevede contributi ecc ecc?
Comunque non ho capito che c'entra con le lowcost. Non pagare i contributi è reato. Punto.

Avatar utente
aurum
MD80 Captain
MD80 Captain
Messaggi: 1704
Iscritto il: 2 settembre 2005, 12:13
Località: Veio

Messaggio da aurum » 9 ottobre 2007, 16:26

fr3003 ha scritto:Il fatto di pagare o non pagare determinati servizi è un problema contrattuale esclusivamente riservato alle parti in causa. Non vedo perchè il passeggero si debba porre queste questioni?

Perche' i soldi che gli da la regione sono soldi anche della comunita',perche' una compagnia che viene pagata per atterrare fa una concorrenza sleale ad una che invece deve pagare gli stessi servizi sullo stesso aeroporto,perche il lavoro sottopagato e' sempre deprecabile(al pari dei bambini che lavorano sottopagati nelle catene di montaggio cinesi),perche' il godere di condizioni di favore nell'ambito della normativa europea vuol dire di fatto infrangere le leggi sulla cocorrenza,perche' l'indotto che generano in Italia e' pari al profitto annuo di un negozio di ortofrutta,perche' io se voglio portare i soldi italiani all'isola di Man mi fanno un mazzo cosi',perche' a me del grande centro commerciale di orio al serio non me ne viene in tasca nulla,perche' reputo che un paese serio debba proteggere le imprese nazionali e non quelle straniere,perche' vorrei che mia figlia non fosse costretta ad emigrare per cercare lavoro.....
Ti bastano? se vuoi ne ho molte altre!
Gubernator superfluus

Immagine Immagine

fr3003
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 69
Iscritto il: 15 settembre 2007, 1:45
Località: taranto

Messaggio da fr3003 » 9 ottobre 2007, 17:33

Vorrei dirti, caro Capitano che se vuoi investire in UK, territorio di apparteneza dell'isola di Man, non ti fanno nessun mazzo, anzi ti danno un sacco di agevolazioni, cosa che in Italia te le scordi. Però, nel nostro territorio, gli ostacoli più pesanti sono destinati al piccolo commercio, al contrario del regno unito, mentre sono fortemente agevolate le grandi strutture anche estere che vengono a papparsi i nostri soldini per portarseli a casa loro senza investire adeguatamente da noi. E qui mi trovi perfettamente d'accordo. Ma tutto questo credo sia leggermente off topic.

Avatar utente
luciocaste
FL 150
FL 150
Messaggi: 1978
Iscritto il: 3 agosto 2007, 0:15
Località: FLR - Italy
Contatta:

ALPI EAGLES:TAR SOSPENDE PROVVEDIMENTI ENAC CONTRO COMPAGNIA

Messaggio da luciocaste » 9 ottobre 2007, 23:55

ALPI EAGLES:TAR SOSPENDE PROVVEDIMENTI ENAC CONTRO COMPAGNIA

(ANSA) - VENEZIA, 9 OTT - La compagnia aerea veneta Alpi Eagles non dovra' per ora restituire l'hangar occupato alla Save di Venezia e potra' continuare a volare anche oltre il 20 ottobre, termine che l'Enac aveva indicato quale ultimo giorno valido per la licenza. Lo ha reso noto la stessa compagnia annunciando in una nota che il Tar del Lazio ha sospeso oggi l'esecutivita' dei provvedimenti dell'Enac. Ogni ulteriore decisione e' stata rinviata alla prossima Camera di Consiglio che si terra' il 25 ottobre.(ANSA). COM-BEV/PAS

09/10/2007 18:05

ANSA.it
Luciano

Per vedere le mie foto clicca qui

Immagine

fr3003
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 69
Iscritto il: 15 settembre 2007, 1:45
Località: taranto

Messaggio da fr3003 » 18 ottobre 2007, 19:37

La compagnia ha deciso di annullare definitivamente il volo Bari - Mosca a partire dal 23 ottobre. La motivazione è che non ci sono sufficienti prenotazioni. Nell'ultimo volo c'erano solo 35 passeggeri.

jasair
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 543
Iscritto il: 21 settembre 2007, 20:01
Località: Alghero

Messaggio da jasair » 18 ottobre 2007, 20:57

aurum ha scritto:perche' l'indotto che generano in Italia e' pari al profitto annuo di un negozio di ortofrutta
Beh insomma...forse forse non è proprio così, eh? Se su un solo aeroporto una singola compagnia low-cost ti crea un movimento di quasi un milione di passeggeri...quanto spende mediamente un turista per qualche giorno di vacanza? vogliamo buttare a caso una cifra tipo 150-200 euro? ....i conti sono presto fatti... :wink:

Rispondi