la trattativa con air france

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato
Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: la trattativa con air france

Messaggio da air.surfer » 21 marzo 2008, 10:42

maksim ha scritto: Come quando c'è una cancrena: BISOGNA AMPUTARE.
Mi piacerebbe sapere se diresti la stessa cosa se qualcuno venisse da te con il seghetto e ti dicesse che la gamba è la tua.
Gli accordi preliminari dicevano che gli esuberi erano circa 350. Abbiamo accettato perchè in parte si sarebbero gestiti con i prepensionamenti ed in parte spalmando l'attività sui piloti rimasti. E' comunque un sacrificio perchè alla fine lo stipendio si abbasserebbe e di molto. Su questi numeri si è appoggiata la volata di AF.
All'ultimo momento, venerdi scorso, spinetta ha detto che c'erano ulteriori 130 esuberi (cargo) e capisci da solo che la cosa diventa ingestibile (siamo meno di 2000 e si parla di un 25% di esubero)
Per come la vedo io, come dicono i marines, non si lascia nessuno sul campo.
O tutti o nessuno.

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: la trattativa con air france

Messaggio da maksim » 21 marzo 2008, 10:52

MiticoJumbo ha scritto:
maksim ha scritto: Come quando c'è una cancrena: BISOGNA AMPUTARE.
scusa maksim ma non sono d'accordo perché l'amputazione riguarda posti di lavoro e con essi il mantenimento di famiglie.se un'azienda è seria prima di pensare ai profitti pensa a salvare i posti di lavoro (il più possibile),altrimenti son capaci tutti a fare gli imprenditori.
Non sono capaci tutti a fare gli imprenditori perchè non tutti hanno IL CORAGGIO di mettersi contro al malcontento che generano scelte GIUSTE MA IMPOPOLARI.
Poi bisogna mettersi d'accordo: o il profitto o la politica sociale.
Le due cose spesso faticano a conciliarsi.
ALLORA BISOGNA SCEGLIERE.
Un azienda lavora per far profitto.
Sennò sarebbe un opera di beneficenza.
E' bello riempirsi la bocca di parole come "libero mercato", "privatizzazione", ecc.
Se vuoi il cane, ti devi prendere anche le pulci.
Vuoi il mercato ?
Va bene, allora devi accettare la flessibilità e gli esuberi...
Ribadisco: capisco il dramma delle famiglie, dei lavoratori, ecc., ecc.
Ma la realtà è tanto semplice quanto cruda: se vuoi una economia di mercato, per quanto riguarda la situazione attuale di AZ, non ci sono molte alternative... (c'è poco da girarci intorno).
Sennò facciamo come era prima: diciamo che AZ deve essere statale e tutte le volte che occorre lo stato (cioè tutti noi) tira fuori i soldi. Anche questa potrebbe essere una soluzione...

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: la trattativa con air france

Messaggio da maksim » 21 marzo 2008, 11:01

air.surfer ha scritto:
maksim ha scritto: Come quando c'è una cancrena: BISOGNA AMPUTARE.
Mi piacerebbe sapere se diresti la stessa cosa se qualcuno venisse da te con il seghetto e ti dicesse che la gamba è la tua.
Guarda, ti posso dire che io sono un OPERAIO PRECARIO che lavora per la SEA a Malpensa e che il 30 di questo mese mi scade il contratto.
Vedi un pò tu se non sono "convincente"...
Per quanto riguarda la "mia gamba", se l'alternativa fosse la morte, accetterei il seghetto (e qui sto facendo tutti gli scongiuri possibili :) ).
Detto questo, non osò obbiettare che Spinetta abbia un pò cambiato le carte in tavola e ritengo encomiabile la solidarietà tra colleghi.
Però tu mi insegni che la realtà può essere cruda e, talvolta, può occorrere accettarla con razionalità e spirito di adattamento.

Avatar utente
MiticoJumbo
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1166
Iscritto il: 6 giugno 2006, 13:36
Località: ROMA

Re: la trattativa con air france

Messaggio da MiticoJumbo » 21 marzo 2008, 11:10

maksim ha scritto: Non sono capaci tutti a fare gli imprenditori perchè non tutti hanno IL CORAGGIO di mettersi contro al malcontento che generano scelte GIUSTE MA IMPOPOLARI.
Poi bisogna mettersi d'accordo: o il profitto o la politica sociale.
Le due cose spesso faticano a conciliarsi.
ALLORA BISOGNA SCEGLIERE.
Un azienda lavora per far profitto.
Sennò sarebbe un opera di beneficenza.
E' bello riempirsi la bocca di parole come "libero mercato", "privatizzazione", ecc.
Se vuoi il cane, ti devi prendere anche le pulci.
Vuoi il mercato ?
Va bene, allora devi accettare la flessibilità e gli esuberi...
Ribadisco: capisco il dramma delle famiglie, dei lavoratori, ecc., ecc.
Ma la realtà è tanto semplice quanto cruda: se vuoi una economia di mercato, per quanto riguarda la situazione attuale di AZ, non ci sono molte alternative... (c'è poco da girarci intorno).
Sennò facciamo come era prima: diciamo che AZ deve essere statale e tutte le volte che occorre lo stato (cioè tutti noi) tira fuori i soldi. Anche questa potrebbe essere una soluzione...
per quanto mi riguarda Alitalia doveva continuare ad essere partecipata perché non produce scarpe ma trasporta esseri umani all'interno di una struttura con la bandiera italiana.capisco che oggigiorno, in una economia di mercato basata sul profitto e suoi tagli (sempre relativi al costo del lavoro), parlare di queste cose faccia ridere ma la tradizione (che possiamo chiamare anche knowhow) e il valore simbolico della bandiera in coda per me vale il sacrificio di un contributo.
Quello che dovrebbe cambiare è il sistema di gestione dell'impresa perché Alitalia così come le altre partecipate, sono state gestite in modo liberista (pur non essendolo) da manager strapagati che sapevano bene che la loro gestione era a responsabilità limitata,un loro errore diventava un accollo per il contribuente.
Ecco perché non sono d'accordo a parlare di tagli. Se ci fosse stata un politica gestionale più onesta (diciamo per obiettivi ) ora non ci sarebbe bisogno di interventi di amputazione, almeno così drastici.
Sono d'accordo con te quando parli di coraggio ma questo coraggio lo si doveva avere prima,dando qualche pedata nel c..o a chi ha fatto carne di porco,non ora a svantaggio dei lavoratori che -ricordiamolo- devono garantirsi la pappatoria per la propria sopravvivenza.
Ultima modifica di MiticoJumbo il 21 marzo 2008, 11:23, modificato 1 volta in totale.
Paolo
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese
.
Art.3 Costituzione Repubblica Italiana

Avatar utente
Daniele77
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1160
Iscritto il: 28 febbraio 2007, 12:07
Località: Milano e dintorni

Re: la trattativa con air france

Messaggio da Daniele77 » 21 marzo 2008, 11:11

Az è agli sgoccioli, non ci sono più soldi in cassa e i tempi sono stretti, anzi strettissimi. Af che piaccia o non piaiccia rappresenta l'unica ancora di salvezza concreta per la nostra compagnia. Tutto il resto sono pagliacciate da bar sport ad uso e consumo elettorale, vedi la cordata, cui avrebbe dovuto partecipare banca intesa che ha smentito la cosa..Il commissariamento non penso rappresenterebbe una valida alternativa, soprattutto in termini di difesa del livello occupazionale: altro che lacrime e sangue sarebbe. Proprio su questo forum, da autoroveli rappresentanti di Az ho sentito arrivare le parole più sensate, cioè che Af è la prospettiva migliore, non fosse che per la serietà incarnata dalla compagnia.
La domanda è: siamo o non siamo in una situazione di emergenza?
Se amiamo tutti gli animali perche' alcuni li chiamiamo 'amoruccio santo' e altri 'cena' ?

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: la trattativa con air france

Messaggio da air.surfer » 21 marzo 2008, 11:16

maksim ha scritto: Non sono capaci tutti a fare gli imprenditori perchè non tutti hanno IL CORAGGIO di mettersi contro al malcontento che generano scelte GIUSTE MA IMPOPOLARI.
Poi bisogna mettersi d'accordo: o il profitto o la politica sociale.
Le due cose spesso faticano a conciliarsi.
ALLORA BISOGNA SCEGLIERE.
Un azienda lavora per far profitto.
Sennò sarebbe un opera di beneficenza.
E' bello riempirsi la bocca di parole come "libero mercato", "privatizzazione", ecc.
Se vuoi il cane, ti devi prendere anche le pulci.
Vuoi il mercato ?
Va bene, allora devi accettare la flessibilità e gli esuberi...
Ribadisco: capisco il dramma delle famiglie, dei lavoratori, ecc., ecc.
Ma la realtà è tanto semplice quanto cruda: se vuoi una economia di mercato, per quanto riguarda la situazione attuale di AZ, non ci sono molte alternative... (c'è poco da girarci intorno).
Sennò facciamo come era prima: diciamo che AZ deve essere statale e tutte le volte che occorre lo stato (cioè tutti noi) tira fuori i soldi. Anche questa potrebbe essere una soluzione...
La situazione di AZ è dovuta principalmente al menefreghismo della politica che l'ha usata per anni.
Solo 7 anni di malpensa a 200 milioni di perdite l'anno fanno 1,4 miliardi.
Perchè dovrebbero andarci di mezzo i dipendenti? Del resto, parlando dei piloti, 350 sono circa il 20%. Non mi sembra che non si siano accettati sacrifici. Anche l'ultima volta che qualcuno è venuto con questa ricetta abbiamo accettato tagli e ceduto normativo. Adesso basta.
Ultima modifica di air.surfer il 21 marzo 2008, 11:54, modificato 1 volta in totale.

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: la trattativa con air france

Messaggio da maksim » 21 marzo 2008, 11:28

air.surfer ha scritto: La situazione di AZ è dovuta principalmente al menefreghismo della politica che l'ha usata per anni.
Solo 7 anni di malpensa a 200 milioni di perdite l'anno fanno 1,4 miliardi.
Perchè dovrebbero andarci di mezzo i dipendenti? Del resto, parlando dei piloti, 350 sono circa il 20%. Non mi sembra che non si siano accettati sacrifici. Anche l'ultima volta che qualcuno è venuto con questa ricetta abbiamo accettato tagli e ceduto normativo. Adesso basta.
Ok: nel passato ci sono state scelte sciagurate, irresponsabili, ingiuste, ecc.,ecc.
Tutti gli aggettivi possibili non basterebbero per descrivere i comportamenti avutisi nel passato.
Ok.
Ma mò che famo ???????
Dobbiamo "dimenticare" il passato e concentrarci sul presente.
Il passato è "passato"...
Io non essendo un tecnico non sono in grado di dire se bisogna lasciare a casa dei piloti, se non bisogna lasciarli a casa, se bisogna tagliare il cargo, se non bisogna...
Non lo so.
Capisco che non è giusto che paghino molti e pochi la facciano o l'abbiano fatta franca.
Ma MO', CHE FAMO ???
Buttiamo via qualche dirigente inutile, va bene...
...ma questo è sufficiente a risolvere la situazione ???
Il concetto che voglio esprimere, al di là di ciò che è giusto o sbagliato, è che per forza di cose bisognerà SCONTENTARE QUALCUNO.
Non mi sembra di dire cose "strane"...
...non solo, ma il tempo sta scadendo...
...ancora un pò che si aspetta... :roll:

Avatar utente
classezara
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 509
Iscritto il: 2 febbraio 2008, 10:42
Località: Como

Re: la trattativa con air france

Messaggio da classezara » 21 marzo 2008, 11:33

air.surfer ha scritto:La situazione di AZ è dovuta principalmente al menefreghismo della politica che l'ha usata per anni.
Solo 7 anni di malpensa a 200 milioni di perdite l'anno fanno 1,4 miliardi.
Perchè dovrebbero andarci di mezzo i dipendenti? Del resto, parlando dei piloti, 350 sono circa il 20%. Non mi sembra che non si siano accettati sacrifici. Anche l'ultima volta che qualcuno è venuto con questa ricetta abbiamo accettato tagli e ceduto normativo. Adesso basta.
Lascia stare mxp... in questa storia mxp è vittima quanto i dipendenti di AZ.
Se la politica italiana fosse vera Politica avremmo una compagnia in salute in un ottimo aeroporto.

Avatar utente
classezara
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 509
Iscritto il: 2 febbraio 2008, 10:42
Località: Como

Re: la trattativa con air france

Messaggio da classezara » 21 marzo 2008, 11:39

maksim ha scritto: Ok: nel passato ci sono state scelte sciagurate, irresponsabili, ingiuste, ecc.,ecc.
Tutti gli aggettivi possibili non basterebbero per descrivere i comportamenti avutisi nel passato.
Ok.
Ma mò che famo ???????
Dobbiamo "dimenticare" il passato e concentrarci sul presente.
Il passato è "passato"...
Io non essendo un tecnico non sono in grado di dire se bisogna lasciare a casa dei piloti, se non bisogna lasciarli a casa, se bisogna tagliare il cargo, se non bisogna...
Non lo so.
Capisco che non è giusto che paghino molti e pochi la facciano o l'abbiano fatta franca.
Ma MO', CHE FAMO ???
Buttiamo via qualche dirigente inutile, va bene...
...ma questo è sufficiente a risolvere la situazione ???
Il concetto che voglio esprimere, al di là di ciò che è giusto o sbagliato, è che per forza di cose bisognerà SCONTENTARE QUALCUNO.
Non mi sembra di dire cose "strane"...
...non solo, ma il tempo sta scadendo...
...ancora un pò che si aspetta... :roll:
Non ci sono molte alternative...
O esce allo scoperto una cordata veramente SERIA che si faccia carico di AZ (ma a che prezzo nessuno lo può sapere)
O si continua con AF costi quel che costi. Certamente AF qualcosa deve concederlo a partire dall'assurda pretesa sugli slot di mxp.

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: la trattativa con air france

Messaggio da maksim » 21 marzo 2008, 11:48

classezara ha scritto:
maksim ha scritto: Ok: nel passato ci sono state scelte sciagurate, irresponsabili, ingiuste, ecc.,ecc.
Tutti gli aggettivi possibili non basterebbero per descrivere i comportamenti avutisi nel passato.
Ok.
Ma mò che famo ???????
Dobbiamo "dimenticare" il passato e concentrarci sul presente.
Il passato è "passato"...
Io non essendo un tecnico non sono in grado di dire se bisogna lasciare a casa dei piloti, se non bisogna lasciarli a casa, se bisogna tagliare il cargo, se non bisogna...
Non lo so.
Capisco che non è giusto che paghino molti e pochi la facciano o l'abbiano fatta franca.
Ma MO', CHE FAMO ???
Buttiamo via qualche dirigente inutile, va bene...
...ma questo è sufficiente a risolvere la situazione ???
Il concetto che voglio esprimere, al di là di ciò che è giusto o sbagliato, è che per forza di cose bisognerà SCONTENTARE QUALCUNO.
Non mi sembra di dire cose "strane"...
...non solo, ma il tempo sta scadendo...
...ancora un pò che si aspetta... :roll:
Non ci sono molte alternative...
O esce allo scoperto una cordata veramente SERIA che si faccia carico di AZ (ma a che prezzo nessuno lo può sapere)
O si continua con AF costi quel che costi. Certamente AF qualcosa deve concederlo a partire dall'assurda pretesa sugli slot di mxp.
La "CORDATA"... :lol: :lol: :lol:
E dove è stata in questi anni la "CORDATA" ???
Esprimo un parere che è più frutto della emotività che altro:
"Accettate quello che vi offre Spinetta e state CONTENTI !" (e chiuso il discorso).

Avatar utente
aponus
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 338
Iscritto il: 25 maggio 2005, 14:50
Località: Padova
Contatta:

Re: la trattativa con air france

Messaggio da aponus » 21 marzo 2008, 11:56

Quali imprenditori in Italia hanno la forza di prendere in mano Alitalia? Saranno una trentina a farla grande. E tutti si conoscono. Quindi staremo a vedere. Da quello che so io Air One non é mai stata ferma e non ha mai rinunciato ad Alitalia.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: la trattativa con air france

Messaggio da air.surfer » 21 marzo 2008, 11:58

classezara ha scritto: Lascia stare mxp... in questa storia mxp è vittima quanto i dipendenti di AZ.
Se la politica italiana fosse vera Politica avremmo una compagnia in salute in un ottimo aeroporto.
ClasseZara, io sono certo che MXP, sotto una adeguata regia politica, sarebbe stato un ottimo investimento e sono addolorato per i 17.000 dipendendi che ci rimetteranno il posto (Moratti stamattina a La7).
Ma cosi non è stato e si è lasciata AZ a gestire da sola il problema. In perdita.
Ora si chiedono sacrifici ai dipendenti, cosa che per altro abbiamo già accettato 2 anni fa con i risultati che conosciamo.

Avatar utente
MiticoJumbo
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1166
Iscritto il: 6 giugno 2006, 13:36
Località: ROMA

Re: la trattativa con air france

Messaggio da MiticoJumbo » 21 marzo 2008, 12:08

maksim ha scritto: Ma MO', CHE FAMO ???
per esempio un piano di esubero controllato ossia concentrare gli esuberi nella fascia prossima al pensionamento e agevolarne l'uscita con una struttura temporale - facciamo ipotesi- quinquennale, con provvedimenti fiscali idonei a garantire i diritti di pensionamento;oppure introdurre sistemi di selezione intermedia, ovvero chi non lavora bene o si ammala spesso può accomodarsi fuori.Ci vuole tempo ma almeno i posti di lavoro, onestamente ricoperti ,sono garantiti.
Paolo
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese
.
Art.3 Costituzione Repubblica Italiana

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: la trattativa con air france

Messaggio da air.surfer » 21 marzo 2008, 12:08

maksim ha scritto: Ma mò che famo ???????
Dobbiamo "dimenticare" il passato e concentrarci sul presente.
Il passato è "passato"...
Sta cippa. Il passato è passato per altri, non per me.
350 esuberi tra i piloti sono una cifra adeguata e sostenibile dalla popolazione.
Se continuano con quei numeri, per quanto mi riguarda io sono per mettergli gli aerei per terra.
Che si vada al commissariamento, cosi finalmente vedremo quanto az conta per il paese.

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: la trattativa con air france

Messaggio da maksim » 21 marzo 2008, 12:09

air.surfer ha scritto:
classezara ha scritto: Lascia stare mxp... in questa storia mxp è vittima quanto i dipendenti di AZ.
Se la politica italiana fosse vera Politica avremmo una compagnia in salute in un ottimo aeroporto.
ClasseZara, io sono certo che MXP, sotto una adeguata regia politica, sarebbe stato un ottimo investimento e sono addolorato per i 17.000 dipendendi che ci rimetteranno il posto (Moratti stamattina a La7).
Ma cosi non è stato e si è lasciata AZ a gestire da sola il problema. In perdita.
Ora si chiedono sacrifici ai dipendenti, cosa che per altro abbiamo già accettato 2 anni fa con i risultati che conosciamo.
Traggo lo spunto:
questi famosi "imprenditori del nord", che rivendicano il ruolo fondamentale di MXP per l'economia trainante del nord, cacciavano fuori i loro soldi e fondavano la "Padanian Airlines" con base a Malpensa (e con logo di coda il sole delle alpi :lol: )...
...non so se la cosa era fattibile e capisco che gli imprenditori del nord pagano anche loro le tasse a Roma però è altrettanto chiaro che ora sbraitano ma prima facevano finta di non vedere che il sistema aeroportuale milanese (inteso come MXP + LIN) era causa di perdite per AZ.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: la trattativa con air france

Messaggio da air.surfer » 21 marzo 2008, 12:11

MiticoJumbo ha scritto: per esempio un piano di esubero controllato ossia concentrare gli esuberi nella fascia prossima al pensionamento e agevolarne l'uscita con una struttura temporale - facciamo ipotesi- quinquennale, con provvedimenti fiscali idonei a garantire i diritti di pensionamento;oppure introdurre sistemi di selezione intermedia, ovvero chi non lavora bene o si ammala spesso può accomodarsi fuori.Ci vuole tempo ma almeno i posti di lavoro, onestamente ricoperti ,sono garantiti.
Negli accordi preliminari sindacato-spinetta era già stato fatto. Ecco perchè i piloti hanno sempre appoggiato AF.
I Francesi hanno cambiato le carte in tavola venerdi.

Avatar utente
classezara
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 509
Iscritto il: 2 febbraio 2008, 10:42
Località: Como

Re: la trattativa con air france

Messaggio da classezara » 21 marzo 2008, 12:23

maksim ha scritto:Traggo lo spunto:
questi famosi "imprenditori del nord", che rivendicano il ruolo fondamentale di MXP per l'economia trainante del nord, cacciavano fuori i loro soldi e fondavano la "Padanian Airlines" con base a Malpensa (e con logo di coda il sole delle alpi :lol: )...
...non so se la cosa era fattibile e capisco che gli imprenditori del nord pagano anche loro le tasse a Roma però è altrettanto chiaro che ora sbraitano ma prima facevano finta di non vedere che il sistema aeroportuale milanese (inteso come MXP + LIN) era causa di perdite per AZ.
La storia che mxp è la fonte delle perdite AZ è una leggenda e come tale dovrebbe essere trattata.
Difficilmente altrimenti si potrebbero giustificare i 625 milioni di euro (non lire) di perdite denunciati da AZ nel 1996...

Per quanto riguarda la nascita di altre compagnie se non si supera l'ostracismo in materia di AF la cosa non sarà mai possibile. In proposito è interessante questo trafiletto:
Se mantenere l’hub a Malpensa non ha senso industriale e la moratoria sarebbe un salasso per la compagnia, ci potrebbe essere un’alternativa: rivedere i diritti di traffico (e quindi gli accordi bilaterali con i paesi extra-europei) in modo da consentire ad altre compagnie europee che lo trovassero conveniente di servire le rotte (o una loro parte) lasciate da Alitalia da e per l’aeroporto varesino. Ma Air France-Klm pone tra le condizioni sospensive della sua offerta d’acquisto, subito dopo l’accordo con le organizzazioni sindacali, “il rilascio di un impegno scritto da parte della competente autorità governativa di mantenere il portafoglio attuale dei diritti di traffico di Alitalia”.
Perché? Se quelle rotte sono in perdita, perché non lasciare che provi qualcun altro a servirle? Il timore è, evidentemente, che, qualora attivati, i voli da Malpensa portino via passeggeri dagli hub di Parigi, Fiumicino e Amsterdam e, quindi, incidano negativamente sui ricavi del nuovo gruppo. La clausola sospensiva, in sostanza, dice che la valutazione di Alitalia, che alcuni hanno giudicato oltraggiosamente bassa, senza tenere conto dei debiti che Air France-Klm si accolla e la ricapitalizzazione che si impegna a fare, dipende tra l’altro dalla sua quota di mercato effettiva e potenziale. Se la prima venisse ridotta e la seconda minacciata da una riallocazione dei diritti di traffico, Alitalia varrebbe ancora meno, forse nulla.
Ma se anche AF teme la concorrenza di mxp allora non si può sostenere che mxp non è potenzilmente competitivo.

Avatar utente
MiticoJumbo
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1166
Iscritto il: 6 giugno 2006, 13:36
Località: ROMA

Re: la trattativa con air france

Messaggio da MiticoJumbo » 21 marzo 2008, 12:26

air.surfer ha scritto: I Francesi hanno cambiato le carte in tavola venerdi.
io credo che questa mossa sia stata fatta,principalmente, per far uscire allo scoperto gli intenti degli schieramenti politici (anche in vista di un governo dalle larghe intese).leggendo la stampa francese non ho notato(ma è solo una mia impressione) segni di inquietudine tali da giustificare un cambio di rotta così drastico da parte di AF.Parigi vuole Alitalia e ma non vuole scherzetti dalla politica italiota ops italiana.
Paolo
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese
.
Art.3 Costituzione Repubblica Italiana

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: la trattativa con air france

Messaggio da araial14 » 21 marzo 2008, 12:40

MiticoJumbo ha scritto:
air.surfer ha scritto: I Francesi hanno cambiato le carte in tavola venerdi.
io credo che questa mossa sia stata fatta,principalmente, per far uscire allo scoperto gli intenti degli schieramenti politici (anche in vista di un governo dalle larghe intese).leggendo la stampa francese non ho notato(ma è solo una mia impressione) segni di inquietudine tali da giustificare un cambio di rotta così drastico da parte di AF.Parigi vuole Alitalia e ma non vuole scherzetti dalla politica italiota ops italiana.
AF vuole acquistare AZ si, ma Spinetta credo che le sue notti le trascorra immerso in sogni tranquilli....a meno che non ci si metta la moglie a renderglieli inquieti :mrgreen:
Scherzi a parte. AF è stata chiarissima : o si risolve tutto a fine marzo, oppure ADIEU Alitalia!Di certo sarebbe una piccola sconfitta per i francesi (enorme per gli italiani), ma i nostri "cugini" d'oltr'alpe sicuramente non verserebbero fiumi di lacrime...Una compagnia che da profitto e funziona ad OC loro ce l'hanno :wink:
Immagine
Immagine

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: la trattativa con air france

Messaggio da air.surfer » 21 marzo 2008, 12:41

classezara ha scritto: La storia che mxp è la fonte delle perdite AZ è una leggenda e come tale dovrebbe essere trattata.
Difficilmente altrimenti si potrebbero giustificare i 625 milioni di euro (non lire) di perdite denunciati da AZ nel 1996...
Immagine

Avatar utente
aponus
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 338
Iscritto il: 25 maggio 2005, 14:50
Località: Padova
Contatta:

Re: la trattativa con air france

Messaggio da aponus » 21 marzo 2008, 12:51

Il problema di MPX per Alitalia é il "federaggio". MPX per Alitalia va bene per gli internazionali. Infatti mi risulta che gli intercontinentali da MPX siano mediamente più pieni rispetto a quelli da Fiumicino.

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: la trattativa con air france

Messaggio da araial14 » 21 marzo 2008, 12:56

Tg5 ore 12,55.
Berlusconi :"" Cordata imprenditori Alitalia si farà, mi impegno io in prima persona.Se saremo al governo dopo il voto, il NO ad AF sarà chiaro! Capo cordata AP. :roll:
Moratti : No ad AF.
Ultima modifica di araial14 il 21 marzo 2008, 13:00, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Immagine

Avatar utente
IGMD80
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 794
Iscritto il: 26 novembre 2005, 22:57
Località: Genova

Re: la trattativa con air france

Messaggio da IGMD80 » 21 marzo 2008, 12:59

araial14 ha scritto:Tg5 ore 12,55.
Berlusconi : Cordata imprenditori Alitalia si farà, mi impegno io in prima persona. Capo cordata AP. :roll:
Moratti : No ad AF.
Finalmente un imprenditore che sa come gestire i soldi dentro Alitalia?
Immagine

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: la trattativa con air france

Messaggio da araial14 » 21 marzo 2008, 13:01

Incominciamo a misurare la pazienza dei francesi? :roll:
Immagine
Immagine

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: la trattativa con air france

Messaggio da araial14 » 21 marzo 2008, 13:03

IGMD80 ha scritto:
araial14 ha scritto:Tg5 ore 12,55.
Berlusconi : Cordata imprenditori Alitalia si farà, mi impegno io in prima persona. Capo cordata AP. :roll:
Moratti : No ad AF.
Finalmente un imprenditore che sa come gestire i soldi dentro Alitalia?
Ma perchè non lo ha fatto 5 anni fa?
Immagine
Immagine

Avatar utente
classezara
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 509
Iscritto il: 2 febbraio 2008, 10:42
Località: Como

Re: la trattativa con air france

Messaggio da classezara » 21 marzo 2008, 13:08

araial14 ha scritto:
IGMD80 ha scritto:
araial14 ha scritto:Tg5 ore 12,55.
Berlusconi : Cordata imprenditori Alitalia si farà, mi impegno io in prima persona. Capo cordata AP. :roll:
Moratti : No ad AF.
Finalmente un imprenditore che sa come gestire i soldi dentro Alitalia?
Ma perchè non lo ha fatto 5 anni fa?
Bella domanda... evidentemente hanno capito che AZ adesso si può acquisire per un tozzo di pane.
Il problema è che se la vogliono per il suddetto pezzo di pane non credo la loro cura sarà radicalmente diversa da quella dei francesi.

I voli di federaggio sono uno scandalo italiano. In altre realtà certi voli sono considerati (giustamente) impraticabili.

Surfer il problema di AZ non è SOLO mxp e non è principalemte mxp... questo volevo dire

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: la trattativa con air france

Messaggio da aeb » 21 marzo 2008, 13:10

araial14 ha scritto:Tg5 ore 12,55.
Berlusconi :"" Cordata imprenditori Alitalia si farà, mi impegno io in prima persona.Se saremo al governo dopo il voto, il NO ad AF sarà chiaro! Capo cordata AP. :roll:
Moratti : No ad AF.
...un paese alla sbando, una manica di cialtroni al timone....Mi fermo qui, che è meglio (la politica è "out" :) )
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: la trattativa con air france

Messaggio da araial14 » 21 marzo 2008, 13:10

classezara ha scritto: Il problema è che se la vogliono per il suddetto pezzo di pane non credo la loro cura sarà radicalmente diversa da quella dei francesi.
Lo penso anch'io....
Immagine
Immagine

Avatar utente
spaceodissey
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 608
Iscritto il: 17 ottobre 2006, 22:09
Località: Parma

Re: la trattativa con air france

Messaggio da spaceodissey » 21 marzo 2008, 13:11

araial14 ha scritto:Ma perchè non lo ha fatto 5 anni fa?
Posso dire la mia? Magari mi sbaglio di grosso (probabile) ma ho l'impressione che a Berlusconi di Alitalia non gliene freghi niente. Lui -a mio avviso- ha montato questo casino della cordata italiana (con dentro banca Intesa che si è affrettata a smentire) per far ricadere le colpe su Prodi.
Se Alitalia passa ad AF entro fine marzo Berlusconi avrà gioco facile a dire che Prodi ha svenduto la compagnia ai francesi. Se si portano i libri in tribunale, sarà sempre colpa di Prodi che non ha voluto concedere il prestito-ponte.
I voli del fifone:
Uno
Due
Tre
Quattro

Chuck Norris understands the ending of 2001: a space odyssey

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: la trattativa con air france

Messaggio da air.surfer » 21 marzo 2008, 13:12

Dal corriere.it http://tinyurl.com/ynpefy

Pressappochismo e scaricabarile poi: si confondono due problemi distinti, Alitalia e Malpensa, e chi ha creato il secondo ne scarica ad Alitalia la colpa, alimentando il polverone. Malpensa soffre dei collegamenti ferroviari scadenti e del proliferare di aeroporti padani: per questo i clienti preferiscono partire da Linate o da Torino. Il problema lo han creato gli enti locali, che ora pretendono che altri suppliscano ai loro errori. La Sea, controllata dal comune di Milano vorrebbe che la boccheggiante Alitalia, in procinto di essere salvata dal solo Cavaliere serio in campo, mantenesse su Malpensa un assetto operativo che oggi costa a lei (quindi a noi tutti pro quota) 250 milioni all'anno: se non lo fa, dice il suo presidente Bonomi, paghi 1200 milioni! Chiedere che Alitalia si dia oggi carico dei buchi che gli enti locali han creato a Malpensa - continuando a godere dei profitti di Linate - più che ricattatorio, è masochistico (equivale a chiedere il fallimento di Alitalia) e incoerente. Che lo faccia proprio quel padano Bonomi che dalla sua poltrona romana di presidente Alitalia condivise questa scelta fallimentare, è surreale, roba da Magritte. Il che ci porta infine a frazionismo, incoerenza, opportunismo. Siccome chi si piega all'unica proposta seria in campo è il mio rivale politico, io mi oppongo, per trarne un dividendo politico. Se Alitalia andrà in procedura, potrò sempre prendermela con chi sta cercando di recidere il bubbone lungamente trascurato. Mors tua, vita mea, non fa una piega! Che poi chi tanto gorgheggia sul liberismo voglia una soluzione politica fuori dalle regole di mercato, cominciando dalla richiesta di soldi a Pantalone, è solo uno dei tanti esempi di incoerenza cui siamo ormai assuefatti, come ad un veleno che ci mina nel fisico.
Ultima modifica di air.surfer il 21 marzo 2008, 13:14, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: la trattativa con air france

Messaggio da aeb » 21 marzo 2008, 13:13

spaceodissey ha scritto:
araial14 ha scritto:Ma perchè non lo ha fatto 5 anni fa?
Posso dire la mia? Magari mi sbaglio di grosso (probabile) ma ho l'impressione che a Berlusconi di Alitalia non gliene freghi niente. Lui -a mio avviso- ha montato questo casino della cordata italiana (con dentro banca Intesa che si è affrettata a smentire) per far ricadere le colpe su Prodi.
Se Alitalia passa ad AF entro fine marzo Berlusconi avrà gioco facile a dire che Prodi ha svenduto la compagnia ai francesi. Se si portano i libri in tribunale, sarà sempre colpa di Prodi che non ha voluto concedere il prestito-ponte.
...e intanto qualcuno - forse - ha portato a casa i frutti del rialzo del titolo AZ di ieri (prima della sospensione).... Come si suol dire, unire l'utile al dilettevole :D
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: la trattativa con air france

Messaggio da araial14 » 21 marzo 2008, 13:13

aeb ha scritto: un paese alla sbando, una manica di cialtroni al timone....Mi fermo qui, che è meglio (la politica è "out" :) )
[/color]
Hai ragione..Ma parlare della vendita AZ senza anche solo sfiorare il tema "polis" è come comunicare con un cinese in aramaico...Comunque, ci proviamo :wink:
Immagine
Immagine

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: la trattativa con air france

Messaggio da aeb » 21 marzo 2008, 13:16

air.surfer ha scritto:Dal corriere.it http://tinyurl.com/ynpefy
Quotato al 110%
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Avatar utente
spaceodissey
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 608
Iscritto il: 17 ottobre 2006, 22:09
Località: Parma

Re: la trattativa con air france

Messaggio da spaceodissey » 21 marzo 2008, 13:16

air.surfer ha scritto:Che poi chi tanto gorgheggia sul liberismo voglia una soluzione politica fuori dalle regole di mercato, cominciando dalla richiesta di soldi a Pantalone, è solo uno dei tanti esempi di incoerenza cui siamo ormai assuefatti, come ad un veleno che ci mina nel fisico.[/i]
Volevo scriverlo io, ma non volevo fare un post "politico".
I voli del fifone:
Uno
Due
Tre
Quattro

Chuck Norris understands the ending of 2001: a space odyssey

Avatar utente
classezara
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 509
Iscritto il: 2 febbraio 2008, 10:42
Località: Como

Re: la trattativa con air france

Messaggio da classezara » 21 marzo 2008, 13:16

air.surfer ha scritto:Dal corriere.it http://tinyurl.com/ynpefy

Pressappochismo e scaricabarile poi: si confondono due problemi distinti, Alitalia e Malpensa, e chi ha creato il secondo ne scarica ad Alitalia la colpa, alimentando il polverone. Malpensa soffre dei collegamenti ferroviari scadenti e del proliferare di aeroporti padani: per questo i clienti preferiscono partire da Linate o da Torino. Il problema lo han creato gli enti locali, che ora pretendono che altri suppliscano ai loro errori. La Sea, controllata dal comune di Milano vorrebbe che la boccheggiante Alitalia, in procinto di essere salvata dal solo Cavaliere serio in campo, mantenesse su Malpensa un assetto operativo che oggi costa a lei (quindi a noi tutti pro quota) 250 milioni all'anno: se non lo fa, dice il suo presidente Bonomi, paghi 1200 milioni! Chiedere che Alitalia si dia oggi carico dei buchi che gli enti locali han creato a Malpensa - continuando a godere dei profitti di Linate - più che ricattatorio, è masochistico (equivale a chiedere il fallimento di Alitalia) e incoerente. Che lo faccia proprio quel padano Bonomi che dalla sua poltrona romana di presidente Alitalia condivise questa scelta fallimentare, è surreale, roba da Magritte. Il che ci porta infine a frazionismo, incoerenza, opportunismo. Siccome chi si piega all'unica proposta seria in campo è il mio rivale politico, io mi oppongo, per trarne un dividendo politico. Se Alitalia andrà in procedura, potrò sempre prendermela con chi sta cercando di recidere il bubbone lungamente trascurato. Mors tua, vita mea, non fa una piega! Che poi chi tanto gorgheggia sul liberismo voglia una soluzione politica fuori dalle regole di mercato, cominciando dalla richiesta di soldi a Pantalone, è solo uno dei tanti esempi di incoerenza cui siamo ormai assuefatti, come ad un veleno che ci mina nel fisico.
Già letto e in buona parte condivisibile. Resta però il fatto che l'ostracismo di AF verso soluzioni alternative da AZ per mxp è intollerabile

Bloccato