la trattativa con air france

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato
Killua_727
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1065
Iscritto il: 2 marzo 2008, 19:45
Località: Torino

Re: la trattativa con air france

Messaggio da Killua_727 » 2 aprile 2008, 23:26

Daniele77 ha scritto:
Killua_727 ha scritto:
air4you ha scritto:02/04/2008
Sindacati, atteggiamento inconcepibile


La proposta di Air France non era brillante, ma dopo lunghi tentennamenti rimaneva l'unica possibile. L'idea che lo stato fornisca un prestito ponte per l'acquisto da parte di un gruppo di privati non è proponibile, perché sposterebbe sulle spalle dei contribuenti l'onere del fallimento. La flotta di Alitalia è vecchia, i suoi piloti volano molto meno dei colleghi di Air France.
Con l'apertura dei cieli in Gran Bretagna e negli Stati Uniti, che ha stimolato ulteriore concorrenza, la società sarebbe comunque condannata a rimanere al massimo un operatore nazionale. Il sindacato deve rinnovarsi completamente se vuole rappresentare i lavoratori, soprattutto quelli più giovani invece che difendere i privilegi di alcune categorie protette. Con questo atteggiamento non è possibile alcuna seria riforma dell'impiego pubblico, condizione necessaria perché il paese possa uscire in tempi ragionevoli da questa prostrazione.

Vergognatevi anche a nome dei lavoratori

Ha fatto bene Prato a dimettersi. Lo dovrebbero fare anche gli esponenti del sindacato a farlo perchè non capaci e ancora una volta hanno aggiunto il tassello al puzzle ma all'incontrario.. Complimenti
In questi casi per fare capire gli errori ci vogliono prese di posizioni nette e decise e prato le ha avute fino alla fine.
Non è stato capito fin dall'inizio. L'unica persona che ha voluto veramente a cuore quest'azienda
Air4you non posso che non concordare con te sotto ogni punto di vista. I sindacai evidentemente non hanno capito che la trattativa con air france è stata condotta tutta sul filo di lana. Ora, che Air France potesse alleggerire un po' il piano industriale ci stava (aveva aggiunto ll'offerta cnhe 2 nuovi 777 per il 2009), però han tirato troppo la corda. Era un piano sicuramente pesante, ma avrebbe assicurato una buona probabilità di risianamento dei conti!
E' giusto ricordare per bene che anche e soprattutto i piloti, tra cui anche alcuni autorevoli appartenti a questo forum, si sono espressi senza mezzi termini contro il piano di Af, arrivando addirittura ad auspicare il commissariamento piuttosto che l'accordo con i francesi.
Per completezza d'informazione.
So per certo che mi attirerò le ire di numerosi frequentatori del forum, nonchè probabilmente l'espulsione a vita, però forse avete capito che in certe cose non ho peli sulla lingua.
Il comportamento dell'unione piloti (non UP, l'altra sigla) è stato quanto meno egoistico, poichè non si può pensare di far fallire un'azienda solo perchè le condizioni dettate dall'offerta non mi soddisfano. I tagli sappiamo tutti quanti erano, cioè circa 2120. Sicuramente sempre meno di quelli che sono a rischio ad oggi, che l'unica compagnia "dichiaratamente" interessata all'acquisto ha preso e se n'è andata, cioè la totalità dei posti di lavoro presenti in Alitalia (circa 20.000). Poi, tira che ti ritira, sono riustiti a strappare condizioni più favorevoli, rispetto al primo piano industriale. Basta, dovevano fermarsi li e accettare. Anche perchè la tanto celebrata cordata di Air One ne prevedeva 1800, numero poi non così distante dalle altre cifre di AF.
Sindacati o non sindacati, trovo veramente turpe tutto questo ostruzionismo che c'è stato fin da subito con i francesi, perchè tanto han fatto, e tanto hanno detto (sia da destra che da sinistra) che ora, l'ipotesi più probabile per la conclusione di questa vicenda, è il fallimento.
Contenti? Io no, anche perchè per me Alitalia è la compagnia aerea, che pur con i suoi alti e bassi, il suo dovere lo ha sempre svolto in modo quasi encomiabile.
Immagine
Madames et Monsieurs bonjour et bienvenu à bord. Nous vous souhaiton un bon vol avec la flotte d'Air France, membre de l'alliance SkyTeam

Killua_727
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1065
Iscritto il: 2 marzo 2008, 19:45
Località: Torino

Re: la trattativa con air france

Messaggio da Killua_727 » 2 aprile 2008, 23:28

aeb ha scritto:
air4you ha scritto: A proposito Maroni aveva detto che tifava perchè fallisse la trattativa.
OT, bannatemi pure: si f***a Maroni.
Andrea, non posso che non quotarti. Se proprio dovete, bannate anche me! :x
Immagine
Madames et Monsieurs bonjour et bienvenu à bord. Nous vous souhaiton un bon vol avec la flotte d'Air France, membre de l'alliance SkyTeam

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8484
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: la trattativa con air france

Messaggio da mcgyver79 » 2 aprile 2008, 23:31

Killua_727 ha scritto:
aeb ha scritto:
air4you ha scritto: A proposito Maroni aveva detto che tifava perchè fallisse la trattativa.
OT, bannatemi pure: si f***a Maroni.
Andrea, non posso che non quotarti. Se proprio dovete, bannate anche me! :x
Ha detto la sua ca**ata come ne dice ogni tanto, ma non mi risulta sia stato lui a far fallire la trattativa. Cosa c'entra adesso Maroni?

Ciaooooo.
McGyver

Killua_727
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1065
Iscritto il: 2 marzo 2008, 19:45
Località: Torino

Re: la trattativa con air france

Messaggio da Killua_727 » 2 aprile 2008, 23:33

mcgyver79 ha scritto:
Killua_727 ha scritto:
aeb ha scritto:
air4you ha scritto: A proposito Maroni aveva detto che tifava perchè fallisse la trattativa.
OT, bannatemi pure: si f***a Maroni.
Andrea, non posso che non quotarti. Se proprio dovete, bannate anche me! :x
Ha detto la sua ca**ata, ma non credo sia stato lui a far fallire la trattativa. Cosa c'entra adesso Maroni?

Ciaooooo.
Ovvio non sia stato lui a far saltare la trattativa. In ogni caso è squallido il comportamento che c'è stato da parte della politica di entrambi gli schieramenti. Già non era una trattativa semplice, poi ogni giorno usciva qualcuno che doveva dire la sua e mo ci troviamo con il sedere per aria.
Immagine
Madames et Monsieurs bonjour et bienvenu à bord. Nous vous souhaiton un bon vol avec la flotte d'Air France, membre de l'alliance SkyTeam

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: la trattativa con air france

Messaggio da aeb » 2 aprile 2008, 23:36

Hai ragione Mac, ritratto... però il fatto che tifasse a priori per un fallimento della trattativa, senza sapere come si sarebbe sviluppata la stessa, solo per uno stupido sentimento pro-MXP e anti-AZ (perchè di questo si tratta, non nascondiamoci dietro ad un dito) mi fa un po' girare le OO....
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Avatar utente
air4you
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 novembre 2006, 21:00

Re: la trattativa con air france

Messaggio da air4you » 2 aprile 2008, 23:37

Bene adesso esca la cordata... o la cordata era solo un esca ?
A chi pensa che adesso Aeroflot o altre compagnie entrino in campo... bene credo che i tedeschi hanno visto la cartuccia mala parata si dice da noi in sicilia e si sono ritirati perchè nella fossa dei leoni sindacali non ci volevano entrare... e pensate che i russi dopo aver sterminato milioni di bambini come ha sempre detto anche l'innominato per par condicio potrebbero intervenire riversando miele rose e firoi....
Beh a me me pare pure na stu.....ta

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8484
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: la trattativa con air france

Messaggio da mcgyver79 » 2 aprile 2008, 23:43

Bello il gioco di parole di air4you!! :)

Sul campanilismo pro e contro non si può non essere d'accordo, però siamo sempre lì: tutta quella gente finora non ci ha messo del proprio, se non delle parole alla stampa o ai comizi per accontentare i proprio elettori. E così fan tutti, a volte ben di peggio finendo per influenzare i mercati (a tal proposito, domani sarà meglio non tantare nemmeno di quotare il titolo).

Le cordate stenteranno veramente a saltar fuori, anche se ci fossero state la cronaca attuale non le spinge di certo ad uscire allo scoperto per poi subire le stesse pressioni di AF.

Ciaooooo.
McGyver

Avatar utente
Daniele77
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1160
Iscritto il: 28 febbraio 2007, 12:07
Località: Milano e dintorni

Re: la trattativa con air france

Messaggio da Daniele77 » 2 aprile 2008, 23:44

Killua_727 ha scritto:
Daniele77 ha scritto:
Killua_727 ha scritto:
air4you ha scritto:02/04/2008
Sindacati, atteggiamento inconcepibile


La proposta di Air France non era brillante, ma dopo lunghi tentennamenti rimaneva l'unica possibile. L'idea che lo stato fornisca un prestito ponte per l'acquisto da parte di un gruppo di privati non è proponibile, perché sposterebbe sulle spalle dei contribuenti l'onere del fallimento. La flotta di Alitalia è vecchia, i suoi piloti volano molto meno dei colleghi di Air France.
Con l'apertura dei cieli in Gran Bretagna e negli Stati Uniti, che ha stimolato ulteriore concorrenza, la società sarebbe comunque condannata a rimanere al massimo un operatore nazionale. Il sindacato deve rinnovarsi completamente se vuole rappresentare i lavoratori, soprattutto quelli più giovani invece che difendere i privilegi di alcune categorie protette. Con questo atteggiamento non è possibile alcuna seria riforma dell'impiego pubblico, condizione necessaria perché il paese possa uscire in tempi ragionevoli da questa prostrazione.

Vergognatevi anche a nome dei lavoratori

Ha fatto bene Prato a dimettersi. Lo dovrebbero fare anche gli esponenti del sindacato a farlo perchè non capaci e ancora una volta hanno aggiunto il tassello al puzzle ma all'incontrario.. Complimenti
In questi casi per fare capire gli errori ci vogliono prese di posizioni nette e decise e prato le ha avute fino alla fine.
Non è stato capito fin dall'inizio. L'unica persona che ha voluto veramente a cuore quest'azienda
Air4you non posso che non concordare con te sotto ogni punto di vista. I sindacai evidentemente non hanno capito che la trattativa con air france è stata condotta tutta sul filo di lana. Ora, che Air France potesse alleggerire un po' il piano industriale ci stava (aveva aggiunto ll'offerta cnhe 2 nuovi 777 per il 2009), però han tirato troppo la corda. Era un piano sicuramente pesante, ma avrebbe assicurato una buona probabilità di risianamento dei conti!
E' giusto ricordare per bene che anche e soprattutto i piloti, tra cui anche alcuni autorevoli appartenti a questo forum, si sono espressi senza mezzi termini contro il piano di Af, arrivando addirittura ad auspicare il commissariamento piuttosto che l'accordo con i francesi.
Per completezza d'informazione.
So per certo che mi attirerò le ire di numerosi frequentatori del forum, nonchè probabilmente l'espulsione a vita, però forse avete capito che in certe cose non ho peli sulla lingua.
Il comportamento dell'unione piloti (non UP, l'altra sigla) è stato quanto meno egoistico, poichè non si può pensare di far fallire un'azienda solo perchè le condizioni dettate dall'offerta non mi soddisfano. I tagli sappiamo tutti quanti erano, cioè circa 2120. Sicuramente sempre meno di quelli che sono a rischio ad oggi, che l'unica compagnia "dichiaratamente" interessata all'acquisto ha preso e se n'è andata, cioè la totalità dei posti di lavoro presenti in Alitalia (circa 20.000). Poi, tira che ti ritira, sono riustiti a strappare condizioni più favorevoli, rispetto al primo piano industriale. Basta, dovevano fermarsi li e accettare. Anche perchè la tanto celebrata cordata di Air One ne prevedeva 1800, numero poi non così distante dalle altre cifre di AF.
Sindacati o non sindacati, trovo veramente turpe tutto questo ostruzionismo che c'è stato fin da subito con i francesi, perchè tanto han fatto, e tanto hanno detto (sia da destra che da sinistra) che ora, l'ipotesi più probabile per la conclusione di questa vicenda, è il fallimento.
Contenti? Io no, anche perchè per me Alitalia è la compagnia aerea, che pur con i suoi alti e bassi, il suo dovere lo ha sempre svolto in modo quasi encomiabile.
Quoto tutto, senza eccezioni.
Buona notte
Se amiamo tutti gli animali perche' alcuni li chiamiamo 'amoruccio santo' e altri 'cena' ?

Avatar utente
worf359
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1060
Iscritto il: 17 settembre 2007, 20:17
Località: Roma

Re: la trattativa con air france

Messaggio da worf359 » 2 aprile 2008, 23:51

domani si riuniranno sia il cda che il governo staremo a vedere ma vi assicuro che prima di gettare la spugna lotteremo fino alla fine come detto prima stà compagnia non la lasciamo fallire se si è rissollevata la fiat lo possiamo fare pure noi

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: la trattativa con air france

Messaggio da araial14 » 3 aprile 2008, 0:08

worf359 ha scritto:domani si riuniranno sia il cda che il governo staremo a vedere ma vi assicuro che prima di gettare la spugna lotteremo fino alla fine come detto prima stà compagnia non la lasciamo fallire se si è rissollevata la fiat lo possiamo fare pure noi
Tifo sinceramente per tutti voi...incrocio le dita sperando di vederVI sempre lavorare agli altissimi livelli professionali che VI e CI hanno fatto onore nel mondo.Un affettuoso "in bocca al lupo!!! "
Immagine
Immagine

Avatar utente
air4you
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 novembre 2006, 21:00

Re: la trattativa con air france

Messaggio da air4you » 3 aprile 2008, 0:24


airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: la trattativa con air france

Messaggio da airbusfamilydriver » 3 aprile 2008, 0:25

maksim ha scritto:Tra i due mali, per i piloti e i dip AZ, perchè sarebbe comunque meglio il comissariamento che "piegarsi" alle condizioni di Spinetta ?
assolutamente no
io mi tiro fuori
per me sarebbe stato intelligente accorarsi con air france anche a quelle condizioni così dure

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: la trattativa con air france

Messaggio da airbusfamilydriver » 3 aprile 2008, 0:27

MikeAlphaX-ray ha scritto:Prato ha lasciato....
Spinetta se n'è tornato a Parìs....
chi rimane?
povera alitalia, rimane la cordata o i russi che si sono riaffacciati....intanto sono sempre più portato a pensare ad un prestito ponte....per il momento....
rimane un ultima possibilità....quello che tutti hanno paura di ammettere: il fallimento!
speriamo bene per il bene del paese!e per le migliaia di persone che rischiano il posto!
coraggio ragazzi l'ITALIA vi è vicina!

qualcuno faccia qualcosa ASAP!
saluti
il prestito ponte,come bruxelles ha gentilmente spiegato era vincolato all'accordo con af :(

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: la trattativa con air france

Messaggio da airbusfamilydriver » 3 aprile 2008, 0:28

Daniele77 ha scritto: E' giusto ricordare per bene che anche e soprattutto i piloti, tra cui anche alcuni autorevoli appartenti a questo forum, si sono espressi senza mezzi termini contro il piano di Af, arrivando addirittura ad auspicare il commissariamento piuttosto che l'accordo con i francesi.
Per completezza d'informazione.
io no
per me NON è affatto meglio il commissariamento o fallimento(cose diverse)
non mi sono mai espresso contro il piano af,anzi semmai mi sono espresso contro l'atteggiamento della mia rappresentanza sindacale

Avatar utente
air4you
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 novembre 2006, 21:00

Re: la trattativa con air france

Messaggio da air4you » 3 aprile 2008, 0:28

worf359 ha scritto:domani si riuniranno sia il cda che il governo staremo a vedere ma vi assicuro che prima di gettare la spugna lotteremo fino alla fine come detto prima stà compagnia non la lasciamo fallire se si è rissollevata la fiat lo possiamo fare pure noi

Per capirsi l'ultima spiaggia oramai è solo un miraggio.
Se il cda si riunisce sicuramente e per provvedere sul da farsi ossia chi nominare per portare i libri in TRIBUNALE
Babbo Natale è partito con un volo AZ proprio stasera alla volta di Parigi

Adesso rimane solo da fare la cartellonistica Alitalia SANTA SUBITO

I sindacati non hanno dato ai lavoratori la possibilità di scegliere con un referendum l'ultima scelta AF KL
Anche questa è una loro responsabilità.

E poi non ditemi che non ci si deve alterare... leggete un po'... continua a giocare con i lavoratori l'esponente politico....

Beh questo ha dell'incredibile
http://www.loccidentale.it/node/15592

Avatar utente
I-DISA
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 428
Iscritto il: 16 settembre 2006, 13:43
Località: Roma

Re: la trattativa con air france

Messaggio da I-DISA » 3 aprile 2008, 0:40

<
Aer Lingus, Aeropostale, Air Europa, Air France, Air One, Alitalia, Alitalia Express, ATI, Aviaco, British Airways, Continental, Delta Airlines, EasyJet, Iberia, Icelandair, KLM, Lufthansa, Lufthansa Italia, Olympic, SAS, Spanair, Swissair, Volareweb, Wizz.

Avatar utente
worf359
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1060
Iscritto il: 17 settembre 2007, 20:17
Località: Roma

Re: la trattativa con air france

Messaggio da worf359 » 3 aprile 2008, 0:58

preferisco non commentare

Avatar utente
I-DISA
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 428
Iscritto il: 16 settembre 2006, 13:43
Località: Roma

Re: la trattativa con air france

Messaggio da I-DISA » 3 aprile 2008, 1:14

airbusfamilydriver ha scritto:
Daniele77 ha scritto: E' giusto ricordare per bene che anche e soprattutto i piloti, tra cui anche alcuni autorevoli appartenti a questo forum, si sono espressi senza mezzi termini contro il piano di Af, arrivando addirittura ad auspicare il commissariamento piuttosto che l'accordo con i francesi.
Per completezza d'informazione.
io no
per me NON è affatto meglio il commissariamento o fallimento(cose diverse)
non mi sono mai espresso contro il piano af,anzi semmai mi sono espresso contro l'atteggiamento della mia rappresentanza sindacale
Quali sono le prospettive?
Se i sindacati tornassero indietro...ad oggi pomeriggio forse AF c'è ancora.
Che dicono le sigle?
Aer Lingus, Aeropostale, Air Europa, Air France, Air One, Alitalia, Alitalia Express, ATI, Aviaco, British Airways, Continental, Delta Airlines, EasyJet, Iberia, Icelandair, KLM, Lufthansa, Lufthansa Italia, Olympic, SAS, Spanair, Swissair, Volareweb, Wizz.

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: la trattativa con air france

Messaggio da airbusfamilydriver » 3 aprile 2008, 1:18

Draklor ha scritto:Scusate se vado controcorrente rispetto a tutti quanti...ma vorrei dire una cosa:
Spinetta e AF...andatevene a casa!!!
Pensavano di far di Alitalia una compagnia regionale(e infatti il problema che ponevano i sindacati non erano tanto gli esuberi,quanto la drastica riduzione di flotta e rotte) pappandosi il mercato italiano pagando 4 spiccioli per una compagnia come AZ e levandosi un concorrente dalle scatole.
Per fortuna qualcuno ha tirato fuori un pò di orgoglio e ha detto che a queste condizioni umilianti non ci si abbassa.

Intanto credo che la situazione economica non sia così critica che domani AZ prende e chiude bottega(ma qualche politico forse crede così).
Penso che ora usciranno queste cordate(Air One in primis) a cui non si è mai voluto dare l'attenzione che si meritavano.
E soprattutto non sappiamo se magari AZ,ora che il piano di "sopravvivenza" di Prato è in atto(con l'abbandono di MXP) possa migliorare la sua posizione economica.

P.S.
Non mangiatemi ora!
non ti mangio ma credo veramente poco ad una cordata
qualunque imprenditore privato farebbe dei licenziamenti
chi è il pazzo che si mette a discutere con i ns sindacati ora che hanno visto di cosa sono capaci?

domanda:
era meglio una compagnia regionale o una compagnia inesistente con un prossimo danno immediato non solo ai lavoratori della stessa ma anche ai fornitori?

danno economico di portata nazionale

da noi si dice che sono a rischio gli stipendi di aprile,az da sola non ce la può fare è al capolinea
te lo dico con la tristezza di uno che in 7 anni di lavoro ha fatto 10 giorni di malattia e ben 4500 ore,negli ultimi due anni rispettivamente 750 e 803 certificate
ciao

Avatar utente
air4you
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 novembre 2006, 21:00

Re: la trattativa con air france

Messaggio da air4you » 3 aprile 2008, 1:22

le sigle adesso accusano il governo di avere condotto questa trattativa e di averli convocati solo 2 volte.
Beh visto il risultato che è sotto gli occhi di tutti dopo aver fatto scappare LF il governo non voleva che anche AF KL scappasse. Beh anche questa volta hanno fatto scappare l'unico pretendente con buona pace delle improbabili cordate e con buona pace di aziende tipo AIRONE piene di debiti
Ditemi quali aziende indebitate comprano aziende indebitate per farle fruttare ?
Beh anche questo ha dell'incredibile
Adesso ci pensa lui però ... Lui che ha detto che la salvava dopo la finme della trattativa di AF KL...
Beh intanto non ha fatto nessuna dichiarazione del resto aveva detto che dopo le sue dichiarazioni di una cordata italiana Af Kl avrebbe abbandonato. Beh ma quest'uomo ha dei super poteri.

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: la trattativa con air france

Messaggio da airbusfamilydriver » 3 aprile 2008, 1:23

sono anche convinto però che nei palazzi politici romani non si voglia il commissariamento
troppi scheletri negli armadi altro che commissario ci vorrebbe un magistrato e un temrovalorizzatore

alternative:

1-richiamare toto con intesa?

2-richiamare queste famose cordate?

3-mettersi d'accordo con sarkosy per far prendere az da air france più imprenditori italiani?

Avatar utente
I-DISA
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 428
Iscritto il: 16 settembre 2006, 13:43
Località: Roma

Re: la trattativa con air france

Messaggio da I-DISA » 3 aprile 2008, 1:26

airbusfamilydriver ha scritto:sono anche convinto però che nei palazzi politici romani non si voglia il commissariamento
troppi scheletri negli armadi altro che commissario ci vorrebbe un magistrato e un temrovalorizzatore

alternative:

1-richiamare toto con intesa?

2-richiamare queste famose cordate?

3-mettersi d'accordo con sarkosy per far prendere az da air france più imprenditori italiani?
Le vedo poco probabili le 2 e 3 e poco realistica la 1.

Possibilità di un ritorno alle aperture di oggi pom di Spinetta e stacce?
I sindacati che dicono?
Aer Lingus, Aeropostale, Air Europa, Air France, Air One, Alitalia, Alitalia Express, ATI, Aviaco, British Airways, Continental, Delta Airlines, EasyJet, Iberia, Icelandair, KLM, Lufthansa, Lufthansa Italia, Olympic, SAS, Spanair, Swissair, Volareweb, Wizz.

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: la trattativa con air france

Messaggio da airbusfamilydriver » 3 aprile 2008, 1:28

I-DISA ha scritto:
airbusfamilydriver ha scritto:sono anche convinto però che nei palazzi politici romani non si voglia il commissariamento
troppi scheletri negli armadi altro che commissario ci vorrebbe un magistrato e un temrovalorizzatore

alternative:

1-richiamare toto con intesa?

2-richiamare queste famose cordate?

3-mettersi d'accordo con sarkosy per far prendere az da air france più imprenditori italiani?
Le vedo poco probabili le 2 e 3 e poco realistica la 1.

Possibilità di un ritorno alle aperture di oggi pom di Spinetta e stacce?
I sindacati che dicono?
non dicono niente
a parte che la trattativa si è interrotta
sono rimasti spiazzati,dall'alzata di spinetta,hanno giocato col fuoco e si sono bruciati
altro che dire e dire è meglio che tacciano

Avatar utente
flyforever85
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1382
Iscritto il: 23 aprile 2006, 5:07
Località: Dayton, OH

Re: la trattativa con air france

Messaggio da flyforever85 » 3 aprile 2008, 1:30

Forse a questo punto ha senso soltanto aspettare le elezioni e vedere il nuovo governo che decide di fare. Non penso che in questi 12 giorni si decida di chiudere AZ, è una responsabilità troppo grande e nessuno se la vuole accollare sapendo essa potrebbe fare da ago della bilancia alle elezioni.
Quello che non capisco è come mai i sindacati ora diano la colpa al governo: gli sono stati dati dei giorni per trattare, si sono trovati loro faccia a faccia per parlare con i diretti interessati sulla questione di acquisizione di AZ e nonostante tutto le loro lamentele (a volte più ch giustificate) sono state accolte almeno in parte, che altro volevano di più?
Inoltre Maroni parla delle legge Marzano come di un qualunque altro problema... come se il commissariamento della compagnia fosse un problema all'oride di ogni giorno... MHA!
"Una volta che avrete conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè là siete stati e là desiderate tornare" di Leonardo da Vinci
Immagine

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: la trattativa con air france

Messaggio da airbusfamilydriver » 3 aprile 2008, 1:32

flyforever85 ha scritto:Forse a questo punto ha senso soltanto aspettare le elezioni e vedere il nuovo governo che decide di fare. Non penso che in questi 12 giorni si decida di chiudere AZ, è una responsabilità troppo grande e nessuno se la vuole accollare sapendo essa potrebbe fare da ago della bilancia alle elezioni.
Quello che non capisco è come mai i sindacati ora diano la colpa al governo: gli sono stati dati dei giorni per trattare, si sono trovati loro faccia a faccia per parlare con i diretti interessati sulla questione di acquisizione di AZ e nonostante tutto le loro lamentele (a volte più ch giustificate) sono state accolte almeno in parte, che altro volevano di più?
Inoltre Maroni parla delle legge Marzano come di un qualunque altro problema... come se il commissariamento della compagnia fosse un problema all'oride di ogni giorno... MHA!
la marzano al momento non è applicabile,az non soddisfa il requisito di insolvenza avendo 250 milioni(ma forse di più?) in cassa
questo avendo trovato pure il credito di imposta e avendo venduto le azioni di af

alitalia non chiuderà ora,ma ve lo immaginate sotto elezioni che bordello che sarebbe?
e poi finchè ci sono soldi perchè dovrebbe smettere di volare?

Avatar utente
flyforever85
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1382
Iscritto il: 23 aprile 2006, 5:07
Località: Dayton, OH

Re: la trattativa con air france

Messaggio da flyforever85 » 3 aprile 2008, 1:38

Stasera ho letto in qualche articolo di cui non ricordo la fonte che forse non si riuscirebbero nemmeno a pagare gli stipendi di Aprile e comunque il problema non è istantaneo ma viene visto nel tempo. Amesso che ci sia un'altra cordata avrebbe bisogno di tempo per fare la due diligence, presentare un suo piano, trattare con i sindacati e quant'altro... mesi mesi e mesi... Speriamo soltanto che il piano di Prato messo in atto da pochi giorni possa dare un po' di ossigeno alla compagnia.
"Una volta che avrete conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè là siete stati e là desiderate tornare" di Leonardo da Vinci
Immagine

Avatar utente
flyforever85
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1382
Iscritto il: 23 aprile 2006, 5:07
Località: Dayton, OH

Re: la trattativa con air france

Messaggio da flyforever85 » 3 aprile 2008, 3:47

Mi ero ripromesso di modermi la lingua molte volte e l'ho fatto però davanti a questa frase mi riesce impossbile:
"Le organizzazioni sindacali sottolineano e stigmatizzano il ruolo assunto dal ministro dell'Economia Padoa-Schioppa, che ancora nelle ultime ore preannunciava il fallimento di Alitalia; atteggiamento questo inqualificabile per chi ha responsabilità istituzionali e di tutela del bene pubblico", si legge in una lunga nota sindacale nella quale si sintetizzano le convulse vicende della giornata odierna.
Dopo il fallimento della trattativa hanno anche il coraggio di dare la colpa a Padoa-Schioppa dicendo che è il responsabile del bene pubblico?? E loro che con il gesto di oggi avvicinano tutta l'Italia alla perdita di uno dei beni più utili che abbiamo non hanno responsabilità??????
Davvero mi sfugge qualcosa.............
"Una volta che avrete conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè là siete stati e là desiderate tornare" di Leonardo da Vinci
Immagine

Avatar utente
classezara
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 509
Iscritto il: 2 febbraio 2008, 10:42
Località: Como

Re: la trattativa con air france

Messaggio da classezara » 3 aprile 2008, 8:32

flyforever85 ha scritto:Mi ero ripromesso di modermi la lingua molte volte e l'ho fatto però davanti a questa frase mi riesce impossbile:
"Le organizzazioni sindacali sottolineano e stigmatizzano il ruolo assunto dal ministro dell'Economia Padoa-Schioppa, che ancora nelle ultime ore preannunciava il fallimento di Alitalia; atteggiamento questo inqualificabile per chi ha responsabilità istituzionali e di tutela del bene pubblico", si legge in una lunga nota sindacale nella quale si sintetizzano le convulse vicende della giornata odierna.
Dopo il fallimento della trattativa hanno anche il coraggio di dare la colpa a Padoa-Schioppa dicendo che è il responsabile del bene pubblico?? E loro che con il gesto di oggi avvicinano tutta l'Italia alla perdita di uno dei beni più utili che abbiamo non hanno responsabilità??????
Davvero mi sfugge qualcosa.............
Beh vediamo di spiegarti quello che ti sfugge...
- AF era la compagnia a cui il Governo voleva vendere AZ da SEMPRE
- L'asta dell'anno passato è stata organizzata solo per ottemperare alle disposizioni legali in materia di alienazione di beni pubblici, ma per essere ben sicuri che fallisse, è stata organizzata in modo tale da risultare indigesta.
- La separazione da mxp è stata pretesa da AF come condizione preliminare alla trattativa così come l'accordo firmato in gran segreto con l'ENAC (http://blog.panorama.it/economia/2008/0 ... con-lenac/).

In altre parole AF avrebbe ottenuto AZ a un prezzo di saldo e tramite questo accordo avrebbe avuto mano libera sul nostro mercato ponendo vincoli enormi allo sviluppo indipendente di mxp e al potenziamento di altre compagnie italiane concorrenti di az. E tutto questo senza presentare un progetto in grado non solo di rilanciare decentemente la compagnia, ma nemmeno di garantirne la sopravvivenza a dopo il 2010.
Senza contare il fatto che le condizioni di vendita finali erano tali che avrebbero fatto gola ad altri possibili compratori.

Non credi che se il governo si fosse mosso in modo + trasparente e lasciandosi aperte + possibilità si sarebbe potuta ricercare una soluzione + vantaggiosa per azienda e paese?
Se c'è un merito da riconoscere a questo governo è legato al tentativo di trovare una soluzione dopo anni di immobilismo (o di dichiarazioni eclatanti), ma sul metodo e procedure utilizzate stenderei un velo di cemento armato.
Ultima modifica di classezara il 3 aprile 2008, 8:55, modificato 1 volta in totale.

bomber78
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 751
Iscritto il: 18 gennaio 2008, 10:42

Re: la trattativa con air france

Messaggio da bomber78 » 3 aprile 2008, 8:49

Ora riprende quota l’ipotesi Lufthansa

A desso che cosa succede? Il fallimento o il cavaliere bianco? Lufthansa? O Air Dolomiti, di bandiera italiana, ma di cuore tedesco? Dopo la rottura, ai tempi supplementari, della trattativa con Air France, Alitalia è più sola e più malconcia. Decapitata dalle dimissioni improvvise del presidente, confusa dal succedersi degli eventi. Con i lavoratori piombati in uno stato di ulteriore incertezza e il morale a terra. Non aiuta il dibattito politico. Non aiuta la visibilità mediatica dell’argomento.
Che succede? Spinetta è rientrato a Parigi ieri sera annunciando che avrebbe rimesso la questione al proprio cda. Alitalia ha reso esplicito, con un comunicato, quello che era implicito: il tempo è scaduto, il contratto «condizionato» del 15 marzo sottoscritto con Air France è carta straccia. Per oggi alle 13 è convocato un consiglio di Alitalia, e della vicenda potrebbe occuparsi un Consiglio dei ministri straordinario. La situazione è drammatica, e tutta, ormai, nelle mani del governo.
C’è la via dei libri in tribunale. Il cda Alitalia deve, per prima cosa, accettare o respingere le dimissioni di Maurizio Prato. Qui le scuole di pensiero si dividono: se la mossa è stata concordata ad arte, le dimissioni saranno respinte, e Prato tornerà, con maggiori poteri da parte dell’azionista, a un tavolo in cui i sindacati saranno messi ancora più alle strette. Se, al contrario, l’abbandono di Prato è un gesto autentico, fuori dalle strategie, le dimissioni saranno accettate, e un consigliere o il presidente del collegio sindacale assumerà la responsabilità di occuparsi delle meste incombenze dettate dalla legge. Se gli eventi di ieri sera non sono stati predisegnati, all’amministrazione controllata - tante volte evocata - ora non c’è alternativa.
Ma c’è anche una via diversa. Quella di un cavaliere che arriva sul cavallo bianco e salva la bella dall’orlo del baratro. La teneva d’occhio da tempo, pronto a un intervento mozzafiato. Lei gli dice: mio salvatore! Lui brucia i tempi, la porta al castello e la sposa. E vissero felici e contenti. Fuor di metafora: sono giorni che a Francoforte gli uomini di Lufthansa hanno ripreso in mano il dossier Alitalia. Lufthansa non ha mai presentato né una manifestazione d’interesse, né un’offerta per Alitalia. Ma è stata sempre lì, in agguato. Aspettando il commissario per trattare direttamente, senza ricatti sindacali. L’Italia è un mercato sul quale oggi si possono spostare gli assetti del trasporto aereo mondiale, e Lufthansa lo ha sempre saputo. Infatti sta studiando, insieme alla Sea, come rimpiazzare Alitalia a Malpensa, facendone il suo quarto hub dopo Francoforte, Monaco e Zurigo. L’asso nella manica, come anticipato dal Giornale, si chiama Air Dolomiti, posseduta al 100% e italiana al 100%, veicolo immediato per l’esercizio dei diritti «di bandiera», frutto degli accordi bilaterali tra Paesi.
Oggi Air Dolomiti può diventare, tout court, il veicolo attraverso il quale acquistare Alitalia (sempre a prezzi di saldo); e il capitale di Air Dolomiti potrebbe essere aperto ad azionisti italiani - la famosa cordata di imprenditori che non si è ancora manifestata. Mossa preliminare per fondere la stessa Air Dolomiti con Alitalia, dando vita a una nuova società controllata da Francoforte, ma presidiata da una forte minoranza tricolore, e soprattutto con baricentro al Nord.
I tempi sono stretti, incombono le elezioni e le casse della nostra compagnia sono a secco: ma solo pochi giorni fa, grattando il barile, sono stati racimolati altri 148 milioni. Forse sufficienti per superare l’emergenza e finire davvero in mani robuste e capaci. Perché è di questo che Alitalia ha bisogno: non di proclami né di pasticci all’italiana.
Paolo Stefanato

IL GIORNALE

Avatar utente
angel.dust
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 210
Iscritto il: 17 maggio 2005, 9:22
Località: Roma

Re: la trattativa con air france

Messaggio da angel.dust » 3 aprile 2008, 9:17

e se questa fosse la soluzione per alitalia ?

http://notizie.alice.it/notizie/economi ... k=nothpeco

giangia
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 430
Iscritto il: 19 giugno 2007, 16:45

Re: la trattativa con air france

Messaggio da giangia » 3 aprile 2008, 9:28

L' italica cordata saltera' fuori solo dopo il commissariamento o fallimento per acquisire sola la fetta piu' lucrosa delle macerie AZ.
Pensate quanti compreranno ora biglietti az con ritorno a piu di 3 giorni!

bomber78
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 751
Iscritto il: 18 gennaio 2008, 10:42

Re: la trattativa con air france

Messaggio da bomber78 » 3 aprile 2008, 10:08

Roma, 3 apr (Velino) - Sospeso in Borsa il titolo Alitalia dopo il mancato accordo fra sindacati e Air France sul piano industriale che ha determinato la rottura del negoziato e l'uscita di scena della compagnia francese. Il numero uno della compagnia d’oltralpe, Jean Cyril Spinetta è già tornato a Parigi mentre ieri si è dimesso il presidente e amministratore delegato della Magliana, Maurizio Prato. Il consiglio di amministrazione della compagnia di bandiera è stato fissato per le 13: è probabile che anche il board di Alitalia si dimetta mentre è improbabile che già oggi si decida la richiesta al tribunale di ammissione all’amministrazione straordinaria con la nomina di un commissario. Da ieri comunque circola il nome, tra i papabili, di Enrico Bondi, il super manager che ha tratto dalle secche, rilanciandola, Parmalat. A far saltare la trattativa tra Alitalia e Air France è stata la pretesa delle otto sigle sindacali e professionali (la Uil non ha partecipato al tavolo) di inserire tutte le attività di Az Servizi nel perimetro aziendale della compagnia privatizzata. Una proposta giudicata “inaccettabile” da Spinetta perché “incompatibile con l’obiettivo di un rapido ritorno alla redditività”.

Alla luce della crisi di liquidità di Alitalia lo spettro del fallimento si fa sempre più vicino ma le casse della Magliana dovrebbero consentire di rinviare ogni decisione al riguardo sul tavolo del prossimo esecutivo. Intanto si fanno sempre più forti i rumors di un ritorno sulla scena di Air One in cordata con Lufthansa e altri industriali italiani. Dopo il “no” di Parigi alle controproposte dei sindacati lo stesso segretario della Cisl, Raffaele Bonanni, in un’intervista alla Stampa dichiara: “Allora io ritorno su Lufthansa e su altri possibili compratori italiani”. Il sindacalista chiede anche a Prato di ritirare le dimissioni ma il manager fa sapere che non tornerà sui suoi passi. E si sfoga: “Questa azienda deve avere una maledizione terrena. Solo un esorcista può salvarla. Speriamo però che la maledizione non sia divina”.

A queste dichiarazioni replica il segretario generale della Uil Luigi Angeletti, intervistato da Maurizio Belpietro a Panorama del Giorno: “Non credo alle maledizioni, penso che sia un problema di professionalità e capacità. Per altre aziende in crisi – sottolinea il sindacalista - non sono arrivati esorcisti, ma bravi manager che capiscono di relazioni industriali, e non è poco”. Per Angeletti, a questo punto, la priorità è evitare il commissariamento dell’azienda: “Bisogna rinviare tutto al prossimo governo. C’è abbastanza tempo, bisogna avere nervi saldi e testa fredda, ci sono i soldi per i prossimi mesi”. Nel dettaglio della trattativa, Angeletti ha riferito che uno degli elementi che ha portato alla rottura è stata la richiesta del sindacato di ridurre il numero di aerei Alitalia da mettere a terra: “Ne volevano eliminare circa 44 – spiegato il leader della Uil - ma dovevano scendere sotto i 40. La differenza era solo di 4-5 aerei”. Il sindacalista si augura che “altre compagnie vogliano acquistare Alitalia” e attacca Palazzo Chigi: “Non si capisce per quale motivo il governo ha scaricato sui sindacati il potere di decidere se vendere o no”. Angeletti, infine, fa autocritica: “Ci sono troppi sindacati al tavolo della trattativa, ognuno dei quali rappresenta dei pezzetti di azienda, e si oppongono una volta l'uno e una volta l'altro a ogni modifica. Quando Air France aveva chiesto l'accordo unanime – conclude - avevamo capito che non sarebbe finita molto bene”.

runner
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 167
Iscritto il: 26 novembre 2006, 14:22

Re: la trattativa con air france

Messaggio da runner » 3 aprile 2008, 10:19

Altra pagina di gloria dei nostri sindacati... c'è di che andare fieri...

Maxlanz
FL 300
FL 300
Messaggi: 3469
Iscritto il: 15 giugno 2007, 12:40

Re: la trattativa con air france

Messaggio da Maxlanz » 3 aprile 2008, 10:30

runner ha scritto:Altra pagina di gloria dei nostri sindacati... c'è di che andare fieri...
Questo è fuor di dubbio, ma chi ci dice a questo punto che a Giancirillo le cose non vadano bene così come sono andate?

Malpensa segata che era secondo me il primo obiettivo, poi Az in ginocchio non libera comunque un bel mercato su cui buttarsi a capofitto?

Comincio a vedere le cose da un altro punto di vista perchè a me, sostenitore della scelta AF, la presentazione del piano ha sorpreso non poco, anzi mi ha fatto schifo, e sto cercando di capire dove si voleva davvero arrivare da parte dei "contendenti".

Ciao
Massimo

marcopolo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 235
Iscritto il: 28 agosto 2006, 18:34
Località: Treviso

Re: la trattativa con air france

Messaggio da marcopolo » 3 aprile 2008, 10:36

Non posso assulutamente scrivere quello che penso, potrei urtare la sensibilità delle persone con lo stomaco più forte :evil:
Probabilmente avrei sparato meno ca**ate di quelle che si sono sentite negli ultimi anni.
Una cosa la dico:
Credo che si stiano tralasciando tutte le leggi dell'economia e tutte le leggi del mercato e non solo queste.

Se una compagnia è in perdità, o si sistema o chiude.

Il pesce grosso mangia quello piccolo.

Air France non aveva nessuna intenzione di farci un favore, come nessun altra compagnia o cordata l'avrebbe, quello che interessa è sempre e solo il profitto, una compagnia aerea non è un impresa di beneficenza.

Perdere un certo numero di posti di lavoro è meglio che perderli tutti.

Pensare ad aiuti dello stato fa male, a persone, lavoratori che magari sono rimasti a casa perchè la loro "piccola azienda" non ha potuto usufruire di questi benefici, cosi come a tutti gli imprenditori in difficoltà(e credetemi, in questo periodo sono molti).
Draklor ha scritto:Ma una soluzione tipo come ha fatto l'Olympic Airways che si è trasformata in Olympic Airlines e ha lasciato tutti i debiti alla società precedente non è possibile come rimedio estremo?
E poi le società, banche verso cui Alitalia era indebitata che fine fanno?
Se si chiude, infrastrutture, aerei ecc, diventano proprietà dei creditori.
Se si ricomincia, si ricomincia da capo.

Un azienda deve essere capace di stare in piedi da sola.

Se si vuole risanare un azienda in difficoltà, o qualcuno mette tanti soldi, o si ridimensiona e si riparte.

Se un azieda rischi il fallimento, bisogna agire in fretta.

Se sai che una compagnia aerea non è obbligata a comprarti, ma prova solo, non tirare la corda.

Se sei un sindacato, ricorda di fare il bene dei lavoratori, non il tuo, non farti pubblicità, impegnati, in una situazione di così grande difficoltà, lascia stare l'orgoglio, pensa al male minore.

Se vuoi un azienda che funzioni, sii professionale, vale a dire adotta un "non italian syle".

Se non sei riuscito a fare quello che dovevi, o volevi fare, dimettiti, bbi un pò di dignità.(Prato complimenti)

Salvare Alitalia a questo punto, diventa un bene per i lavoratori, il bene per il paese, duole dirlo, è chiudere e rifondare.

Concludo con un pensiero per i lavoratori e per le loro famiglie e li prego di scusare chi parla troppo come me, non scusare chi parla ancora di più come i politici.
Buona fortuna.
Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. (Friedrich Nietzsche)

Bloccato