La vicenda Alitalia

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato

che farà berlusconi con AZ se vincerà le elezioni?

in caso di accordo tra af e sindacati dovrà avallare questa scelta per evitare che il fallimento porti più esuberi
24
12%
sceglierà il fallimento con esuberi 4 volte maggiori rispetto alla soluzione francese
31
15%
farà uscire fuori le annunciate cordate
57
28%
dirà che tutti lo hanno frainteso e che lui chiedeva ad AF solamente il mantenimento dell'identità nazionale di AZ e quindi consegnerà az ad af
94
46%
 
Voti totali: 206

zittozitto

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da zittozitto » 23 luglio 2008, 14:36

ricky777 ha scritto:Mmm... a me risulta che ci sia sempre la scappatoia della "malattia last minute"... e così chi è reperibile viene buttato giù dal letto alle 5 del mattino.... non so più nemmeno quante presentazioni a linate alle 05.30 mi son fatto... ma io sono base milano, domiciliato VERO a milano e non ho scampo!
a proposito ... chi saresti tu ?!
nessuna presentazione ?

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da air.surfer » 23 luglio 2008, 14:36

blusky ha scritto: in pratica come ci si organizza??? arrivi all´aeroporto e chiedi se c´é posto, oppure come si fa???
I pendolari hanno sviluppato un sesto senso per quanto riguarda le oscure pratiche dell'arte del pendolarismo. Dalle conoscenze del personale di scalo, alle pratiche aeroportuali, gli orari di punta, le varie compagnie ecc ecc...
In pratica si domanda agli impiegati di scalo com'è messo il volo che si dovrà prendere (adesso si puo' fare anche via intranet) ossia quanti passeggeri ha in prenotazione. Se ci sono sufficienti margini allora si parte, alrtimenti si cerca una via alternativa.
L'altro giorno ho incontrato un collega che per andare da Milano a Pisa passava via Olbia... :-D

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da air.surfer » 23 luglio 2008, 14:37

ricky777 ha scritto: Mmm... a me risulta che ci sia sempre la scappatoia della "malattia last minute"... e così chi è reperibile viene buttato giù dal letto alle 5 del mattino.... non so più nemmeno quante presentazioni a linate alle 05.30 mi son fatto... ma io sono base milano, domiciliato VERO a milano e non ho scampo!
I dipendenti disonesti ci sono un po' dappertutto. Tu come sei? Onesto o disonesto?

Avatar utente
blusky
FL 500
FL 500
Messaggi: 7538
Iscritto il: 23 novembre 2006, 11:38

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da blusky » 23 luglio 2008, 14:41

air.surfer ha scritto:
blusky ha scritto: in pratica come ci si organizza??? arrivi all´aeroporto e chiedi se c´é posto, oppure come si fa???
I pendolari hanno sviluppato un sesto senso per quanto riguarda le oscure pratiche dell'arte del pendolarismo. Dalle conoscenze del personale di scalo, alle pratiche aeroportuali, gli orari di punta, le varie compagnie ecc ecc...
In pratica si domanda agli impiegati di scalo com'è messo il volo che si dovrà prendere (adesso si puo' fare anche via intranet) ossia quanti passeggeri ha in prenotazione. Se ci sono sufficienti margini allora si parte, alrtimenti si cerca una via alternativa.
L'altro giorno ho incontrato un collega che per andare da Milano a Pisa passava via Olbia... :-D
scusa se ti smarono ancora... supponendo dover partire il giorno prima, dove vai a dormire??? paghi tu la stanza???
Einstein:"Tutti sanno che una cosa é impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa."
Einstein:"Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima."
Einstein:"Non cercare di diventare un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore."
Sono una goccia... Plic Plic Plic
http://www.taize.fr

PRESIDENTE DI BIRRA POINT- IL PUNTO DI INCONTRO MASCHILE DI MD80.IT
Immagine Immagine

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da airbusfamilydriver » 23 luglio 2008, 14:43

blusky ha scritto:
air.surfer ha scritto:
blusky ha scritto: scherzi a parte, supponendo non ci sia posto, come ci va al lavoro???
Se il volo è pieno parti con il volo prima e se non ce ne sono parti la sera prima.
Alla compagnia non interessa come ci vai.
in pratica come ci si organizza??? arrivi all´aeroporto e chiedi se c´é posto, oppure come si fa???
chiami al call center az oppure su intranet adesso hanno messo la funzione per controllare la disponibilità posti

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da air.surfer » 23 luglio 2008, 14:44

blusky ha scritto: scusa se ti smarono ancora... supponendo dover partire il giorno prima, dove vai a dormire??? paghi tu la stanza???
Non puoi capire quanti bed&breakfast sono nati intorno agli aeroporti milanesi... a proposito di indotto! :mrgreen:

Avatar utente
ansys
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 31
Iscritto il: 11 marzo 2008, 16:09
Località: The Natural State

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da ansys » 23 luglio 2008, 14:45

Quindi ricapitolando:
1) fuori servizio si vola solo se c'e' posto 2) se non si arriva a destinazione in tempo per inizio turno sono cavoli amari... ma il biglietto quando andate al lavoro e quindi state volando fuori servizio, lo pagate?
Idle hands are the devil's workshop

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da airbusfamilydriver » 23 luglio 2008, 14:46

blusky ha scritto:
air.surfer ha scritto:
blusky ha scritto: in pratica come ci si organizza??? arrivi all´aeroporto e chiedi se c´é posto, oppure come si fa???
I pendolari hanno sviluppato un sesto senso per quanto riguarda le oscure pratiche dell'arte del pendolarismo. Dalle conoscenze del personale di scalo, alle pratiche aeroportuali, gli orari di punta, le varie compagnie ecc ecc...
In pratica si domanda agli impiegati di scalo com'è messo il volo che si dovrà prendere (adesso si puo' fare anche via intranet) ossia quanti passeggeri ha in prenotazione. Se ci sono sufficienti margini allora si parte, alrtimenti si cerca una via alternativa.
L'altro giorno ho incontrato un collega che per andare da Milano a Pisa passava via Olbia... :-D
scusa se ti smarono ancora... supponendo dover partire il giorno prima, dove vai a dormire??? paghi tu la stanza???
se la paga il dipendente ci mancherebbe pure che l'azienda paghi al navigante una stanza a amilano quando lui è di base milano
intorno a mxp e lin ci sono diversi aeroportini comodi,con servizio shuttle per l'apt e costi accessibili

il problema dell'hotel si verifica anche quando atterri a mxp o lin e l'ultimo volo utile per casa è già partito
dorimi a milano e parti il giorno dopo
molti hanno sostituito l'albergo con case d'appoggio in affitto con altri colleghi
anche a roma è pieno di case di appoggio visto che una grande maggioranza di naviganti az non è di roma

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da airbusfamilydriver » 23 luglio 2008, 14:46

ricky777 ha scritto:Mmm... a me risulta che ci sia sempre la scappatoia della "malattia last minute"... e così chi è reperibile viene buttato giù dal letto alle 5 del mattino.... non so più nemmeno quante presentazioni a linate alle 05.30 mi son fatto... ma io sono base milano, domiciliato VERO a milano e non ho scampo!
questo purtroppo è vero ed è proprio su questo che andrebbe battuto il ferro da parte dell'azienda
ovvero puinire certi atteggiamenti

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da airbusfamilydriver » 23 luglio 2008, 14:48

ansys ha scritto:Quindi ricapitolando:
1) fuori servizio si vola solo se c'e' posto 2) se non si arriva a destinazione in tempo per inizio turno sono cavoli amari... ma il biglietto quando andate al lavoro e quindi state volando fuori servizio, lo pagate?
il fuori servizio non necessita di biglietto
i piloti ce l'hanno su tutto il network nazionale,internaz e intercont di alitalia
gli av prima solo sul nazionale ora anche sul resto se non sbaglio
tanto non sono prenotabili quindi .....

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da air.surfer » 23 luglio 2008, 14:50

ansys ha scritto:Quindi ricapitolando:
1) fuori servizio si vola solo se c'e' posto 2)
Si. (al massimo lo strapuntino)
ansys ha scritto: se non si arriva a destinazione in tempo per inizio turno sono cavoli amari...
Si.
ansys ha scritto: ma il biglietto quando andate al lavoro e quindi state volando fuori servizio, lo pagate?
No.

Avatar utente
ricky777
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 65
Iscritto il: 19 giugno 2008, 16:25

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da ricky777 » 23 luglio 2008, 14:51

air.surfer ha scritto:
ricky777 ha scritto: Mmm... a me risulta che ci sia sempre la scappatoia della "malattia last minute"... e così chi è reperibile viene buttato giù dal letto alle 5 del mattino.... non so più nemmeno quante presentazioni a linate alle 05.30 mi son fatto... ma io sono base milano, domiciliato VERO a milano e non ho scampo!
I dipendenti disonesti ci sono un po' dappertutto. Tu come sei? Onesto o disonesto?
Onesto credo, e quindi ho volato per sette mesi dalle 90 alle 108 ore di media...
con 4 mesi di riserva (leggasi partenze da linate alle 06.30)...
tutto ciò comunque è passato (REMOTO)... sono un esubero già da quattro mesi! per me e per molti i tagli sono già una concretezza.
Non vi tedio oltre...
Se accettarsi significa usare l'accetta contro se stessi, allora hanno ragione a ditri che dovresti farlo...

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da airbusfamilydriver » 23 luglio 2008, 14:54

ricky777 ha scritto:
air.surfer ha scritto:
ricky777 ha scritto: Mmm... a me risulta che ci sia sempre la scappatoia della "malattia last minute"... e così chi è reperibile viene buttato giù dal letto alle 5 del mattino.... non so più nemmeno quante presentazioni a linate alle 05.30 mi son fatto... ma io sono base milano, domiciliato VERO a milano e non ho scampo!
I dipendenti disonesti ci sono un po' dappertutto. Tu come sei? Onesto o disonesto?
Onesto credo, e quindi ho volato per sette mesi dalle 90 alle 108 ore di media...
con 4 mesi di riserva (leggasi partenze da linate alle 06.30)...
tutto ciò comunque è passato (REMOTO)... sono un esubero già da quattro mesi! per me e per molti i tagli sono già una concretezza.
Non vi tedio oltre...
mi spiace per il fatto che siete restati fuori
tu sei tra quelli che finito a fine febbraio e sono in attesa di richiamata?
si dice qualcosa? vi richiameranno?
non dovreste rientrare a fine settembre quando finisce il gruppo di stagionali?

Avatar utente
blusky
FL 500
FL 500
Messaggi: 7538
Iscritto il: 23 novembre 2006, 11:38

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da blusky » 23 luglio 2008, 14:55

sono cavoli amari anche se l´aereo che ti deve portare al lavoro ritarda???
Einstein:"Tutti sanno che una cosa é impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa."
Einstein:"Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima."
Einstein:"Non cercare di diventare un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore."
Sono una goccia... Plic Plic Plic
http://www.taize.fr

PRESIDENTE DI BIRRA POINT- IL PUNTO DI INCONTRO MASCHILE DI MD80.IT
Immagine Immagine

Maxlanz
FL 300
FL 300
Messaggi: 3469
Iscritto il: 15 giugno 2007, 12:40

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da Maxlanz » 23 luglio 2008, 14:55

zittozitto ha scritto: pendolare significa viaggiare fuori servizio, non viaggiare essendo pagati !!! non paga pantalone.
airbusfamilydriver ha scritto: occhio a non confonderti,se io mi rifiuto di andare a mxp e chiedo ad az i must go per spostarmi,allora hai ragione tu
se invece io decido di pendolare per conto mio non tolgo niente a nessuno ne posto ne soldi,e tu a quel punto stai prendendo un granchione
infatti i must go venivano dati ai base roma
Allora, partendo da quest'ultima affermazione, faccio una domanda seria, che è il vero significato del mio riferimento al famoso Pantalone, e sono sicuro che risponderete sinceramente. :wink:

Corrispondono al vero le informazioni relative a voli AZ must go Roma-Milano e viceversa con gli equipaggi base milano degli aerei che partivano ed arrivavano a MXP (non solo esclusivi ma piuttosto pieni di questi equipaggi)?

Se la risposta è no: bene.

Se la risposta è sì, allora chi li pagava?
airbusfamilydriver ha scritto: se non sciopera si :mrgreen:
Guai a voi, impuniti. :mrgreen:

Ciao
Massimo
Ultima modifica di Maxlanz il 23 luglio 2008, 14:58, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
ricky777
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 65
Iscritto il: 19 giugno 2008, 16:25

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da ricky777 » 23 luglio 2008, 14:57

Sì, si dice "cercate altrove"... e lo sto facendo, con umiliazioni terribili del tipo: a 30 anni sei vecchio, vieni da az non sai lavorare... ma solo l'amore per il mio lavoro mi fa andare avanti.
Se accettarsi significa usare l'accetta contro se stessi, allora hanno ragione a ditri che dovresti farlo...

Avatar utente
ansys
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 31
Iscritto il: 11 marzo 2008, 16:09
Località: The Natural State

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da ansys » 23 luglio 2008, 14:57

air.surfer ha scritto:
ansys ha scritto:Quindi ricapitolando:
1) fuori servizio si vola solo se c'e' posto 2)
Si. (al massimo lo strapuntino)

snip
Grazie, ora mi e' più chiaro.La risposta di AFD era un pò criptica per me :shock: speriamo sia il caldo :oops:
Idle hands are the devil's workshop

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da airbusfamilydriver » 23 luglio 2008, 14:58

ansys ha scritto:
air.surfer ha scritto:
ansys ha scritto:Quindi ricapitolando:
1) fuori servizio si vola solo se c'e' posto 2)
Si. (al massimo lo strapuntino)

snip
Grazie, ora mi e' più chiaro.La risposta di AFD era un pò criptica per me :shock: speriamo sia il caldo :oops:
a scuola ero più bravo in matematica e fisica che in italiano lo riconsoco
però perchè criptica?
se me lo dici provo a migliorare nelle risposte

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da airbusfamilydriver » 23 luglio 2008, 14:59

blusky ha scritto:sono cavoli amari anche se l´aereo che ti deve portare al lavoro ritarda???
esattamente

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da airbusfamilydriver » 23 luglio 2008, 15:04

Maxlanz ha scritto: Allora, partendo da quest'ultima affermazione, faccio una domanda seria, che è il vero significato del mio riferimento al famoso Pantalone, e sono sicuro che risponderete sinceramente. :wink:
provo a darti una risposta seria
si corrispondono al vero
ma tu l'hai capita la differenza tra pendolare e must go?

il must go è una persona che az può mandare in base milano e che se lo facesse viaggerebbe da CFS,a suo rischio e pericolo e senza costi per nessuno(non prenotabile) e non più da must go

quando AZ VUOLE mandare qualcuno base milano lo fa:con gli stagionali il discorso è velocissimo,chiedi agli aa/vv quì sul forum quante volte a seguito di rinnovo contrattuale hanno cambiato base
a questo punto il vecchio base roma MUST GO cambia fascia di appartenenza e diventa base milano PENDOLARE da roma=costo per l'azienda 0(zero)

ti ripeto la domanda di prima
az può mandare la gente dove vuole con un preavviso di 30 giorni,siamo sicuri che non li ha mandati tutti base mxp perchè non voleva ELLA stessa in vista di un futuro ritorno a roma?

infine sappi che per il 320 base milano i piloti erano troppi,tant'è che prima,figuriamoci adesso,facevano/fanno voli da roma col must go da milano

se non lo capisci nemmeno così io non sò più come spiegarlo

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da airbusfamilydriver » 23 luglio 2008, 15:04

ricky777 ha scritto:Sì, si dice "cercate altrove"... e lo sto facendo, con umiliazioni terribili del tipo: a 30 anni sei vecchio, vieni da az non sai lavorare... ma solo l'amore per il mio lavoro mi fa andare avanti.
in bocca al lupo e non mollare

Avatar utente
ansys
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 31
Iscritto il: 11 marzo 2008, 16:09
Località: The Natural State

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da ansys » 23 luglio 2008, 15:06

airbusfamilydriver ha scritto:a scuola ero più bravo in matematica e fisica che in italiano lo riconsoco
però perchè criptica?
se me lo dici provo a migliorare nelle risposte
Colpa mia, sono completamente fuso perche' rileggendo ora capisco.
Idle hands are the devil's workshop

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da i_disa » 23 luglio 2008, 15:07

Alitalia, per Scajola «la soluzione è vicina»
da ilsole24ore.com

«Credo che si sia vicini ad una conclusione che potrà rilanciare una compagnia a capitale italiano significativa, utile per il rilancio di un Paese che, non dimentichiamolo, è una delle grandi potenze mondiali». Così ha risposto il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, dell'assemblea di Sviluppo Italia, a chi gli chiedeva un commento sulle indiscrezioni di stampa, in cui si parlava di un piano per la compagnia, messo a punto da Intesa Sanpaolo, pronto in una settimana. A chi gli domandava se lo strumento, come indicato sempre dallo stesso articolo, fosse il commissariamento della compagnia, il ministro a margine , ha replicato: «Gli strumenti devono essere definiti, e quando qualcuno lavora bisogna lasciarlo lavorare in silenzio e rispettando il suo lavoro».

La Repubblica ha pubblicato oggi un lungo articolo sulla vicenda Alitalia. Secondo le indiscrezioni raccolte dal quotidiano, entro una settimana il piano per il rilancio sarà presentato dall'amministratore delegato di Intesa Sanpaolo Corrado Passera al Ministro dell'Economia Tremonti. Il progetto prevede il commissariamento della compagnia. Successivamente la creazione di una Newco in cui coinfluiranno AirOne (che metterà 250 milioni più la sua flotta), e una cordata di imprenditori (che metteranno un gettone da 100 milioni a testa) che comprenderebbe Benetton, Ligresti e forse Colaninno. Altra liquidità arriverebbe da Fossati e Gavio (50 milioni a testa), Marco Tronchetti Provera e la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia. A questa nuova società, che dovrebbe raccogliere almeno 750 milioni per partire, sarà affidata la gestione del marchio Alitalia. E la nuova cordata avrebbe a sua disposizione una compagnia notevolmente alleggerita. Al commissariamento infatti, sempre secondo il quotidiano, seguirebbe un piano di ridimensionamento del personale definito «lacrime e sangue». Gli esuberi dovrebbero infatti essere 4000-5000. Ma si pensa anche a esternalizzazioni e un piano di prepensionamento incentivato (a carico dei contribuenti).
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da i_disa » 23 luglio 2008, 15:09

Alitalia, la cordata per ora arranca
da lastampa.it

Il premier Silvio Berlusconi giovedì scorso aveva dichiarato che dovrà «dire di no ad alcuni imprenditori, perché in troppi si sono presentati per partecipare al rilancio di Alitalia». Peccato che tre giorni prima, il 14 luglio Intesa Sanpaolo, advisor di Alitalia, scrivesse ad Aristide Police, presidente di Alitalia, che nell’attuale situazione e senza una riforma della Marzano - la legge sulla ristrutturazione delle grandi imprese - non ci sono investitori pronti a ricapitalizzare la compagnia di bandiera.

Nel documento riservato, che "La Stampa" ha avuto modo di visionare, Gaetano Miccichè, responsabile della divisione corporate e investment banking di Intesa Sanpaolo, scrive: «...abbiamo verificato l’indisponibilità di potenziali investitori a partecipare alla capitalizzazione di Alitalia con l’attuale perimetro aziendale...». Tutto questo sulla base del progetto di bilancio deliberato dal cda lo scorso 26 maggio. Insomma l’attuale Alitalia, con un indebitamento di 1.121 milioni di euro (al 30 giugno di quest’anno) e un numero di dipendenti in eccesso (si parla di 4-5 mila esuberi) non sembra attirare alcun gruppo di investitori industriali. Anche perché il mercato è reso difficile, prosegue Micciché nella lettera, dalla crisi del trasporto aereo aggravata «...dalla crescita del prezzo del petrolio».

Come se ne esce? Ca’ de Sass ha elaborato le linee guida di un piano industriale che, secondo quanto scrive il numero uno della divisione corporate di Intesa «...a partire da un diverso perimetro aziendale, possa garantire la continuità e il rilancio dell’impresa, consolidando il mercato domestico e successivamente coltivando una partnership con uno dei tre più importanti vettori aerei europei...». Un piano in due tempi: prima la fusione con una compagnia nazionale poi una maxialleanza con una delle prime tre compagnie europee che potrebbero essere: Lufthansa oppure Air France-Klm o British Airways. Sulla compagnia italiana non ci sarebbero più dubbi sulla Air One dell’imprenditore Carlo Toto, pronta a unirsi ad Alitalia attraverso la creazione di una newco. Una nuova società da ricapitalizzare con circa 1,6 miliardi di euro grazie all’intervento di una cordata italiana che vedrebbe tra i protagonisti oltre a Toto, Clessidra, Benetton, Ligresti, Gavio, Pirelli e new entry il gruppo siderurgico Marcegaglia, guidato dal presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia insieme al fratello Antonio.

Una cordata ancora tutta da costruire e da formalizzare anche se, per esempio, il presidente di Pirelli Marco Tronchetti Provera, avrebbe dato la disponibilità a impegnarsi per 10-20 milioni di euro ma a patto che il piano di Intesa salvaguardi Malpensa. Un piano che però di fatto Intesa non ha ancora presentato anche perché ci sarebbero delle criticità che, come scrive Miccichè al presidente di Alitalia, «potrebbero essere superate soltanto con l’adozione di un apposito provvedimento normativo e di un coerente impegno finanziario dello Stato, tutto da verificare». Insomma, l’attuale legge Marzano non sarebbe sufficiente a pilotare Alitalia verso il commissariamento, lo spezzatino, la creazione di una newco con AirOne e soprattutto a evitare di risarcire i creditori senza passare al Concordato e a gestire con più flessibilità gli esuberi. Serve, insomma, una riforma della Marzano, di cui peraltro esiste già una bozza preliminare, come è stato scritto da "La Stampa" in un articolo pubblicato domenica.

Intesa guarda anche a uno scenario alternativo a quello della riforma della Marzano, che - continua Miccichè - «consenta di acquisire la disponibilità di un gruppo di investitori a partecipare alla capitalizzazione del nucleo principale di Alitalia, senza però onerarlo con le passività del passato e con tutti i costi complessivi e generali che non consentirebbero di rendere attiva una gestione pesantemente passiva». Un’impresa che richiede tempo, secondo Intesa che vuole valutare il bilancio dei primi sei mesi e gli effetti dell’abbandono di Malpensa. «Abbiamo comunque bisogno - conclude Miccichè nella lettera - di poter valutare i dati ufficiali del primo semestre 2008 ed in particolare dell’ultimo trimestre onde verificare gli effetti economici della decisione della compagnia di concentrare su Fiumicino la gran parte dei voli». Solo dopo questi dati Intesa potrà presentare un piano industriale.
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da airbusfamilydriver » 23 luglio 2008, 15:11

Maxlanz ha scritto::

Corrispondono al vero le informazioni relative a voli AZ must go Roma-Milano e viceversa con gli equipaggi base milano degli aerei che partivano ed arrivavano a MXP (non solo esclusivi ma piuttosto pieni di questi equipaggi)?
hai scritto aerei da roma pieni di base milano must go per milano
no no non hai capito una fava allora :mrgreen:
quelli must go SONO I BASE ROMA che andavano a prendere servizio a milano
spesso in mezzo c'erano pure i pendolari ovvero i base milano,pendolari da roma,che volano con cfs non prenpotabili,ma il loro costo è nullo perchè il volo partirebbe lo stesso con dei posti vuoti,almeno che non vogliamo andare a calcolare il carburante bruciati se afd è sull'aereo o meno

tu stai facendo un casino di confusione

1-AFD è base roma ma az vuole impiegarlo da mil
az da ad afd un must go per mxp e az subisce costi maggiori perchè lo prenota sul volo
2-afd è base mil,quindi afd pendola da roma con i suoi CFS,az non subisce alcun costo in più perchè afd non può prenotare e parte solo se c'è posto
3-afd potrebbe venir trasferito da az a mil nel giro di 30 giorni
afd legge sul giornale che az non lo trasferisce perchè lui non vuole(i piloti)
afd risponde che a lui non l'hanno nemmeno mai chiesto e che se lo trasferiranno egli farà il pendolare.NON MUST GO MA PENDOLARE
ragà sveglia sono due cose diverse

Maxlanz
FL 300
FL 300
Messaggi: 3469
Iscritto il: 15 giugno 2007, 12:40

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da Maxlanz » 24 luglio 2008, 8:40

airbusfamilydriver ha scritto: ma tu l'hai capita la differenza tra pendolare e must go?
...
se non lo capisci nemmeno così io non sò più come spiegarlo
La conosco perfettamente quella differenza e a me non interessa una disquisizione su questi argomenti ma solo un sì o un no ad una domanda precisa che riformulo:
esistevano equipaggi base Milano che abitavano a Roma e che venivano portati a Milano e riportati a Roma a spese dell'azienda?

Non fare tiritere, per cortesia, dimmi solo sì o no.

Se è un no ne prendo atto con piacere e salutiamo Pantalone.

Ciao
Massimo

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da airbusfamilydriver » 24 luglio 2008, 8:46

Maxlanz ha scritto:
airbusfamilydriver ha scritto: ma tu l'hai capita la differenza tra pendolare e must go?
...
se non lo capisci nemmeno così io non sò più come spiegarlo
La conosco perfettamente quella differenza e a me non interessa una disquisizione su questi argomenti ma solo un sì o un no ad una domanda precisa che riformulo:
esistevano equipaggi base Milano che abitavano a Roma e che venivano portati a Milano e riportati a Roma a spese dell'azienda?

Non fare tiritere, per cortesia, dimmi solo sì o no.

Se è un no ne prendo atto con piacere e salutiamo Pantalone.

Ciao
Massimo
saluta pantalone vah perchè la risposta è no
quelli che andavano da roma a milano erano base roma
quelli,base mil,che andavano da roma a milano erano pendolari(no costi per l'azienda no posto garantito no albergo no un cacchio)
ora salutalo anche per me pantalone perchè io vado a dormire dopo una notte passata in volo
saluti

Maxlanz
FL 300
FL 300
Messaggi: 3469
Iscritto il: 15 giugno 2007, 12:40

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da Maxlanz » 24 luglio 2008, 8:49

airbusfamilydriver ha scritto: saluta pantalone vah perchè la risposta è no
quelli che andavano da roma a milano erano base roma
quelli,base mil,che andavano da roma a milano erano pendolari(no costi per l'azienda no posto garantito no albergo no un cacchio)
ora salutalo anche per me pantalone perchè io vado a dormire dopo una notte passata in volo
saluti
Bene, ti auguro un buon riposo.
E non sognare Pantalone. :)

Ciao
Massimo

zittozitto

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da zittozitto » 24 luglio 2008, 8:51

Maxlanz ha scritto:
airbusfamilydriver ha scritto: ma tu l'hai capita la differenza tra pendolare e must go?
...
se non lo capisci nemmeno così io non sò più come spiegarlo
La conosco perfettamente quella differenza e a me non interessa una disquisizione su questi argomenti ma solo un sì o un no ad una domanda precisa che riformulo:
esistevano equipaggi base Milano che abitavano a Roma e che venivano portati a Milano e riportati a Roma a spese dell'azienda?

Non fare tiritere, per cortesia, dimmi solo sì o no.

Se è un no ne prendo atto con piacere e salutiamo Pantalone.

Ciao
Massimo
NO.
nessuno volo di crew base milano che da roma va must go a milano.

i voli esistevano erano pieni di must go ma erano base roma che az voleva impiegare da milano.

pantalone non ha mai pagato certe cose.

Maxlanz
FL 300
FL 300
Messaggi: 3469
Iscritto il: 15 giugno 2007, 12:40

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da Maxlanz » 24 luglio 2008, 9:03

zittozitto ha scritto: NO.
nessuno volo di crew base milano che da roma va must go a milano.

i voli esistevano erano pieni di must go ma erano base roma che az voleva impiegare da milano.

pantalone non ha mai pagato certe cose.
Ringrazio anche te oltre ad Airbusfamilydriver per questa chiara risposta che fuga un altro dei dubbi sulla miriade di informazioni che circolano sulla vicenda e che sono talmente tante che davvero si fa fatica a discernere i contenuti.

Ciao
Massimo

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da air.surfer » 24 luglio 2008, 9:29

Maxlanz ha scritto: Bene, ti auguro un buon riposo.
E non sognare Pantalone. :)
Ciao
Massimo
Scusa Max, ma io ancora non ho capito il senso di questa disquisizione se non quello di dimostrare che il personale AZ che è base Roma non vuole trasferirsi a Milano perchè è capriccioso, come scrivono i giornalisti fra una notizia di veline incinta ed un'alluvione con mille morti in bangladesh.
Allora...
Se posso scegliere scelgo di non dover appiccicare una tratta in piu' e ulteriori due o tre ore (minimo) al mio turno di servizio che, ti ricordo, puo' essere composto di 14 ore e cinque tratte. Questo mi sembra pacifico. In sostanza non è che non voglio andare a Milano perchè non mi piace l'aperitivo in S.Babila. Il problema è non appesantire un turno di volo che è già ai limiti del danno biologico, grazie ad un accordo che i piloti firmarono (per salvare l'azienda, ci dissero!) tre anni fa.
Il trasferimento della sede di lavoro è una cosa odiosa un po' per tutti, non so se ricordi il casino che fecero per mesi i dipendenti SEA trasferiti da LIN a MXP (40 minuti di auto).
Altre aziende che si trovano nella necessità di spostare personale, propongono a quest'ultimo degli incentivi. Ad esempio, a mio cognato che lavorava in banca come vicedirettore, gli è stata proposta la direzione di una filiale molto lontana dalla sua vecchia sede. E lui ha accettato.
Cosi' ha fatto anche AZ. Ha proposto ai piloti il comando su base milano, agli AV un avanzamento di qualifica, agli stagionali l'assunzione su milano e cosi' via.. Il resto, assunto su base Roma, lo ha dovuto trasferire MUSTGO a Malpensa a spese di Pantalone, come dici te. Ma attenzione, solo per il posto fisico sul volo perchè il must go non conta, come tratta, ai fini del calcolo del nostro servizio(concessione). In pratica ora non ci viene pagato, mentre prima lo era (concessione). C'è anche un'altra questione piuttosto spinosa. L'azienda considera BASE MILANO sia MXP che LIN senza nessuna distinzione. Questo è un ulteriore disagio per il navigante che viene trasferito forzatamente (cioè trasferito BASE MILANO) e che dovrà pendolare. Per svariati motivi come ad esempio alberghi (che si pagherà a spese proprie) o voli (a mxp ce ne sono meno per roma).
Le sveglie presto poi, sono un'altra spina nel fianco perchè oltre a rubare un giorno di riposo perchè il navigante deve partire necessariamente il giorno prima, la spesa per l'albergo comincia a diventare, a fine mese, insostenibile. Calcola che i prezzi vanno da 50 euro in su, ai quali devi aggiungere il costo di una cena che a Milano non è certo a buon mercato.
Insomma, in poche parole, come vedi, la base milano non è un problema di facile soluzione.
A questo aggiungici pure che l'azienda non riesce a fare un minimo di programmazione (non riuscendo a capire di quanto personale avrà bisogno a Milano) perchè banderuola dei venti politici ed avrai fatto il quadro della situazione.
Per quanto mi riguarda, se servisse a qualcosa, firmerei domani per base milano. Il problema è che ho la certezza che non servirebbe a niente se non ad aumentare la mia fatica operativa.
Per inciso, ricordo a tutti, che la prima causa di incidenti aerei è il fattore umano sul quale incide pesantemente la fatica operativa.

Avatar utente
N176CM
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5247
Iscritto il: 9 settembre 2005, 13:02
Località: Milano

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da N176CM » 24 luglio 2008, 9:52

Ecco questo discorso di AS mi fa venire in mente un ragionamento che ho fatto ieri seri. Mi trovavo davanti ad uno degli alberghi più utilizzati da AZ a Milano e ovviamente nei 10 minuti che ho sostato lì davanti ho visto un po' di piloti e A/V in giro (diciamo che potevano essere 2-3 equipaggi di medio raggio o 1-2 di lungo). Ad un certo punto è arrivato un pulmino ed ha lasciato una sola A/V. E ho riflettuto: se questi arrivano da MXP si sono fatti un'ora abbondante di strada e domani mattina partiranno prestissimo facendosi un'altra ora di strada (se va bene), se arrivano/partono da LIN è andata meglio ma hanno comunque attraversato mezza Milano quando in zona est ci sono hotel altrettanto confortevoli. E mi sono chiesto: non sarebbe meglio (riduzione di costi di trasferimento, tempi ridotti per raggiungere MXP, etc) se alloggiassero in un albergo di pari categoria nei dintorni di MXP? Non credo che l'aperitivo notturno in c.so como valga 2 ore di strada in più e una levataccia?
N176CM
n176cm AT md80.it

Immagine

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da air.surfer » 24 luglio 2008, 10:01

N176CM ha scritto: E mi sono chiesto: non sarebbe meglio (riduzione di costi di trasferimento, tempi ridotti per raggiungere MXP, etc) se alloggiassero in un albergo di pari categoria nei dintorni di MXP? Non credo che l'aperitivo notturno in c.so como valga 2 ore di strada in più e una levataccia?
Glielo dici tu ad ATAHotels e relativi agganci in AZ? :roll: Ricorda che AZ è una dispensatrice di servizi, non una azienda in grado di fare utili.
Che cosa succederebbe se AZ cominciasse ad andare in giro per alberghi di pari categoria a dire "Ti prenoto 90 stanze tutt l'anno. Che prezzo mi fai?"

Avatar utente
N176CM
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5247
Iscritto il: 9 settembre 2005, 13:02
Località: Milano

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da N176CM » 24 luglio 2008, 10:04

air.surfer ha scritto:
N176CM ha scritto: E mi sono chiesto: non sarebbe meglio (riduzione di costi di trasferimento, tempi ridotti per raggiungere MXP, etc) se alloggiassero in un albergo di pari categoria nei dintorni di MXP? Non credo che l'aperitivo notturno in c.so como valga 2 ore di strada in più e una levataccia?
Glielo dici tu ad ATAHotels e relativi agganci in AZ? :roll: Ricorda che AZ è una dispensatrice di servizi, non una azienda in grado di fare utili.
Che cosa succederebbe se AZ cominciasse ad andare in giro per alberghi di pari categoria a dire "Ti prenoto 90 stanze tutt l'anno. Che prezzo mi fai?"
Chissà perchè era la risposta che mi sono dato da solo ieri :roll: :roll: speravo di essermi sbagliato e che ci fosse una solida ragione di servizio :roll: :roll: :|
N176CM
n176cm AT md80.it

Immagine

Avatar utente
N176CM
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5247
Iscritto il: 9 settembre 2005, 13:02
Località: Milano

Re: La vicenda Alitalia

Messaggio da N176CM » 24 luglio 2008, 10:08

Ma chi sono gli equipaggi che ancora oggi dormono a Milano senza essere base Milano? Non abbiamo detto che di equipaggi 320 base Milano ce ne sono anche troppi? sono quelli degli Embraer?
N176CM
n176cm AT md80.it

Immagine

Bloccato