La vicenda Alitalia

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato

che farà berlusconi con AZ se vincerà le elezioni?

in caso di accordo tra af e sindacati dovrà avallare questa scelta per evitare che il fallimento porti più esuberi
24
12%
sceglierà il fallimento con esuberi 4 volte maggiori rispetto alla soluzione francese
31
15%
farà uscire fuori le annunciate cordate
57
28%
dirà che tutti lo hanno frainteso e che lui chiedeva ad AF solamente il mantenimento dell'identità nazionale di AZ e quindi consegnerà az ad af
94
46%
 
Voti totali: 206

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 22 maggio 2008, 11:42

air4you ha scritto:Credo sempre di più che ci siamo fatti sfuggire un occasione e quella di AF KL ai tempi era valida.
lo credo anch io! continuiamo a sperare bene per il futuro
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
air4you
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 novembre 2006, 21:00

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da air4you » 22 maggio 2008, 12:22

Spinetta ci fa tanti auguri....

ALITALIA: SPINETTA, AUGURI PERCHE' RIPRENDA PRESTO QUOTA
(ANSA) - PARIGI, 22 MAG - Mi auguro che Alitalia riprenda quota e resti nell'alleanza globale Skyteam. A fare gli auguri per un rapido risanamento della compagnia italiana e' il presidente di Air France Klm Jean-Cyril Spinetta, a margine della conferenza stampa sui risultati annuali del gruppo, un po' deluso per non aver portato a buon fine le nozze con la Alitalia e un po' sorpreso della mancata risposta da parte italiana alla gravita' della situazione. ''Siamo sempre alleati con Alitalia, uniti da un accordo commerciale'' ha ricordato Spinetta. Spinetta ha anche ribadito che alle condizioni attuali, ''le prospettive industriali con un barile di petrolio a 130 dollari non possono assicurare la creazione di valore per cui si era impegnato con gli azionisti'. Un petrolio alle stelle che richiedeva misure ancora piu' drastiche ma anche un' incapacita' da parte italiana di capire la difficolta' della situazione, sono per il direttore generale Pierre-Henri Gourgeon i motivi che hanno portato al fallimento delle trattative. A suo avviso inoltre, sui negoziati ha anche pesato ''una congiuntura in rapido deterioramento''. In Italia ''la gente non ha capito la gravita' della situazione'', ha detto a margine della conferenza stampa, sottolineando che se '' il panorama e' difficile per tutti'' per ''Alitalia e' piu' difficile che per altri'' e richiede 'maggiori sforzi''

nello specifico

AIR FRANCE: SPINETTA, IN ARRIVO CONSOLIDAMENTO
(ANSA) - PARIGI, 22 MAG - Le compagnie low cost, quelle che hanno flotte vecchie e quelle che non dispongono di hub efficaci figurano nella categoria a rischio di sopravvivenza a causa del caro carburante che imporra' una ristrutturazione del settore aereo. Lo ha dichiarato il presidente di Air France-Klm Jean-Cyril Spinetta nel corso della conferenza stampa sui risultati annuali. Secondo Spinetta ''il necessario aumento delle tariffe per compensare l'aumento del prezzo del petrolio pesera' temporaneamente sulla domanda'' provocando ''un rimodellamento del paesaggio del trasporto aereo''. ''La crescita mondiale del 3,5% prevista peri prossimi 5 anni dovrebbe generare una domanda del 6% del traffico a lungo raggio'', ha detto Spinetta, convinto pero' che il caro petrolio avra' appunto un impatto sulla domanda, con conseguenze negative per le compagnie piu' fragili e di un rafforzamento invece per i players piu' forti. A suo avviso Air France KLM rientra pienamente in questa categoria, grazie alla sua solidita' finanziaria, la sua rete di collegamenti, una flotta giovane e due hub dinamici a Parigi e Amsterdam.(

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da airbusfamilydriver » 22 maggio 2008, 12:46

ALITALIA: RIPARTE LA CORSA A 3
22/05/2008
22 Mag. - Per Alitalia prende quota l'ipotesi spezzatino. Air France interessata a Fiumicino, Airone su Malpensa. Ma Lufthansa non molla. Ieri la missione del presidente tedesco allo scalo varesino.
Per Alitalia tornano in pista i due ex pretendenti: se da un lato con Air France-Klm si sarebbe prossimi al riavvicinamento, dall'altro lato torna in pista l'ipotesi Lufthansa. Se fino a qualche ora fa si parlava solamente di indizi, con il passare delle ore il riavvicinamento tra il governo e i vertici di Air France-Klm diventa un qualcosa di sempre più concreto. E anche il nuovo indizio, annunciato ieri a Napoli direttamente dal ministro Tremonti, che almeno temporaneamente il prestito-ponte diventerà patrimonio netto di Alitalia, va proprio in questa direzione. L'esecutivo -alle prese sì con l'emergenza rifiuti- non ha certo accantonato il dossier Alitalia. Anzi il lavorio dei tecnici non si è mai fermato: l'obiettivo, secondo quanto risulta a Libero Mercato, è quello di riuscire a chiudere l'intera partita a breve. Al massimo entro l'estate.

E il trasformare il prestito da 300 milioni di euro in patrimonio va letto come un modo per prendere tempo in attesa dell'imminente arrivo di nuovi azionisti. Che, per prima cosa, dovranno mettere mano al portafoglio e rimpinguare le casse del vettore.

Rispetto al precedente esecutivo, il governo Berlusconi avrebbe però fatto ai franco-olandesi una proposta molto più stringente. Una proposta, insomma, da prendere o lasciare per Spinetta e i suoi.

L'idea è che ad Air France-Klm vada Alitalia insieme allo scalo romano di Fiumicino. Aeroporto che il colosso francese trasformerebbe nel terzo hub del gruppo, dopo quello di Parigi e quello di Amsterdam. Ma la novità pensata da Tremonti riguarda l'aeroporto di Malpensa. Uno scalo che Berlusconi non può certo permettersi di declassare -specie dopo la vittoria di Milano per l'Expo 2015- e che semmai deve essere valorizzato per fare in modo che diventi una sorta di volano per l'economia non solo del Nord Italia, ma dell'intera penisola. Nei piani del governo, Alitalia, e quindi Air France, deve lasciare liberi gli slot su Malpensa. E cederli tout court ad Airone.
E se Spinetta dovesse respingere al mittente la proposta o porre altre condizioni? Niente paura pronto sul tavolo c'è già il piano B che potrebbe far tornare i francesi a più miti consigli: la discesa -meglio sarebbe dire la ridiscesa- in pista del vettore tedesco di Lufthansa. Che già ieri ha incontrato i vertici della Sea, società che gestisce gli scali di Linate e malpensa, e ne ha approfittato per fare un giro di perlustrazione dell'aeroporto. E che, senza problemi, si spartirebbe con Airone i due maggiori scali del Paese e la compagnia di bandiera.
Intanto, ieri il cda di Alitalia ha nominato Luigi Conforti, responsabile ad interim delle risorse umane. Conforti -che già riveste la carica di direttore per gli affari legali e societari- sostituisce il direttore centrale risorse umane Massimo Cestaro il cui rapporto di lavoro con la compagnia, spiega una nota, "si è concluso per decorso del termine di durata contrattualmente previsto".

A Piazza Affari, il titolo ha vissuto una giornata sull'ottovolante. Dopo un iniziale guadagno teorico del 9,2% a 0,60 euro, la quotazione col passare della giornata ha perso terreno andando a chiudere la seduta sulla parità (+0,18%). (Benedetta Vitetta)

http://www.clandestinoweb.com/number-ne ... a-3-2.html

Avatar utente
air4you
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 novembre 2006, 21:00

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da air4you » 22 maggio 2008, 14:19

Che ne pensate di quello che scrive il sole24ore

Udite Udite le volpi sono arrivate. E menomale che il ministro dellEconomia non voleva far spendere soldi alle famiglie e a tutti gli italiani

Leggete un po' è di qualche minuto fa

Alitalia, il prestito ponte rafforzerà il patrimonio

Giovedí 22 Maggio 2008


I contribuenti italiani possono dare ufficialmente l'addio ai cinque euro a testa (compresi neonati ed evasori) che erano stati costretti a "prestare" all'Alitalia il 5 maggio. Il cosiddetto prestito ponte da 300 milioni di euro, un prestito statale, verrà utilizzato per coprire le perdite della compagnia e per reintegrare il patrimonio netto ormai azzerato dalle perdite, come se fosse capitale.

Lo prevede una norma d'emergenza approvata ieri dal Consiglio dei ministri a Napoli, nel decreto legge fiscale. «Verrà fatto un utilizzo temporaneo del prestito ponte ai fini del patrimonio per evitare che il collegio sindacale ponga la questione», ha detto il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti. Il Tesoro, da quanto trapela, non nominerà nuovi amministratori fino all'assemblea di bilancio, prevista a fine giugno. Ma è tramontata la candidatura di Mario Resca.

Di fatto, è come se il Governo avesse anticipato una ricapitalizzazione con fondi statali, la trasformazione in capitale di un prestito. Un passaggio ardito dal punto di vista legale. Irritata l'Unione europea, che ha opposto un «no commenti», mentre attende spiegazioni sul prestito ponte autorizzato con il decreto legge del 23 aprile del Governo Prodi, concordato con Silvio Berlusconi. Il decreto sul prestito è stato approvato ieri dal Senato, ora passa alla Camera.

Lunedì 26 maggio il consiglio di amministrazione della compagnia, i tre superstiti presieduti dall'avvocato Aristide Police, deve approvare il bilancio 2007. Secondo stime ufficiose, la perdita, già accertata in 364 milioni prima delle tasse, salirà ad almeno 500 milioni. Il cda ha infatti già annunciato una «prevista svalutazione con data contabile al 31 dicembre 2007 sugli aeromobili in flotta per circa 97 milioni», oltre alla «rilevazione delle imposte dell'esercizio».

Sommato alla perdita di 215 milioni del primo trimestre 2008 e a quelle successive, non ancora contabilizzate, il passivo abbatterebbe il patrimonio netto sottozero. Scatterebbe così l'obbligo di convocazione dell'assemblea per un aumento di capitale, secondo l'articolo 2447 del codice civile. Se non provvede il cda, deve farlo il collegio sindacale, presieduto da Enrico Laghi. E, come ogni anno, ci sono ostacoli per la certificazione del bilancio con la Deloitte.
Con la prima trimestrale 2008 il cda ha già comunicato che il patrimonio netto è sceso a 96 milioni per il gruppo e a 196 milioni per Alitalia Spa.

Visto che dopo il ritiro di Air France-Klm, respinta dai sindacati e da Berlusconi, non si concretizzano nuove offerte né l'ipotizzata cordata italiana, il Governo ha usato i 300 milioni versati per sostenere la liquidità, in buona parte già spesi, come fossero capitale. È come se lo Stato fosse risalito dal 49,9% quasi al 100% dell'Alitalia: una ricapitalizzazione impropria, per decreto, come se si trattasse delle Fs, delle Poste o dell'Anas, non di una società quotata in Borsa. All'Economia sperano che prima dell'assemblea arrivi un'offerta per la privatizzazione, da imprenditori italiani, o forse in un ritorno dei farncesi.

Il cda Alitalia ha nominato ad interim il segretario generale, Leopoldo Conforti, «responsabile dell'ente risorse umane». Una toppa per rimediare al mancato rinnovo del contratto a Massimo Cestaro, cessato l'8 maggio. Conforti è l'esperto legale che sovrintende ai lavori del cda, che sovente si protraggono fino a mezzanotte.
Lufthansa, nonostante i conti brillanti, ha annunciato la chiusura della filiale di Padova e il licenziamento delle nove impiegate. (G.D.)



Era proprio necessario fare questo se la cordata come detto era già pronta e stoicamente si buttava nell'affare Alitalia ? a voi il giudizio.

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da airbusfamilydriver » 22 maggio 2008, 14:55

air4you ha scritto:Che ne pensate di quello che scrive il sole24ore

Udite Udite le volpi sono arrivate. E menomale che il ministro dellEconomia non voleva far spendere soldi alle famiglie e a tutti gli italiani

Leggete un po' è di qualche minuto fa

Alitalia, il prestito ponte rafforzerà il patrimonio

Giovedí 22 Maggio 2008


I contribuenti italiani possono dare ufficialmente l'addio ai cinque euro a testa (compresi neonati ed evasori) che erano stati costretti a "prestare" all'Alitalia il 5 maggio. Il cosiddetto prestito ponte da 300 milioni di euro, un prestito statale, verrà utilizzato per coprire le perdite della compagnia e per reintegrare il patrimonio netto ormai azzerato dalle perdite, come se fosse capitale.

Lo prevede una norma d'emergenza approvata ieri dal Consiglio dei ministri a Napoli, nel decreto legge fiscale. «Verrà fatto un utilizzo temporaneo del prestito ponte ai fini del patrimonio per evitare che il collegio sindacale ponga la questione», ha detto il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti. Il Tesoro, da quanto trapela, non nominerà nuovi amministratori fino all'assemblea di bilancio, prevista a fine giugno. Ma è tramontata la candidatura di Mario Resca.

Di fatto, è come se il Governo avesse anticipato una ricapitalizzazione con fondi statali, la trasformazione in capitale di un prestito. Un passaggio ardito dal punto di vista legale. Irritata l'Unione europea, che ha opposto un «no commenti», mentre attende spiegazioni sul prestito ponte autorizzato con il decreto legge del 23 aprile del Governo Prodi, concordato con Silvio Berlusconi. Il decreto sul prestito è stato approvato ieri dal Senato, ora passa alla Camera.

Lunedì 26 maggio il consiglio di amministrazione della compagnia, i tre superstiti presieduti dall'avvocato Aristide Police, deve approvare il bilancio 2007. Secondo stime ufficiose, la perdita, già accertata in 364 milioni prima delle tasse, salirà ad almeno 500 milioni. Il cda ha infatti già annunciato una «prevista svalutazione con data contabile al 31 dicembre 2007 sugli aeromobili in flotta per circa 97 milioni», oltre alla «rilevazione delle imposte dell'esercizio».

Sommato alla perdita di 215 milioni del primo trimestre 2008 e a quelle successive, non ancora contabilizzate, il passivo abbatterebbe il patrimonio netto sottozero. Scatterebbe così l'obbligo di convocazione dell'assemblea per un aumento di capitale, secondo l'articolo 2447 del codice civile. Se non provvede il cda, deve farlo il collegio sindacale, presieduto da Enrico Laghi. E, come ogni anno, ci sono ostacoli per la certificazione del bilancio con la Deloitte.
Con la prima trimestrale 2008 il cda ha già comunicato che il patrimonio netto è sceso a 96 milioni per il gruppo e a 196 milioni per Alitalia Spa.

Visto che dopo il ritiro di Air France-Klm, respinta dai sindacati e da Berlusconi, non si concretizzano nuove offerte né l'ipotizzata cordata italiana, il Governo ha usato i 300 milioni versati per sostenere la liquidità, in buona parte già spesi, come fossero capitale. È come se lo Stato fosse risalito dal 49,9% quasi al 100% dell'Alitalia: una ricapitalizzazione impropria, per decreto, come se si trattasse delle Fs, delle Poste o dell'Anas, non di una società quotata in Borsa. All'Economia sperano che prima dell'assemblea arrivi un'offerta per la privatizzazione, da imprenditori italiani, o forse in un ritorno dei farncesi.

Il cda Alitalia ha nominato ad interim il segretario generale, Leopoldo Conforti, «responsabile dell'ente risorse umane». Una toppa per rimediare al mancato rinnovo del contratto a Massimo Cestaro, cessato l'8 maggio. Conforti è l'esperto legale che sovrintende ai lavori del cda, che sovente si protraggono fino a mezzanotte.
Lufthansa, nonostante i conti brillanti, ha annunciato la chiusura della filiale di Padova e il licenziamento delle nove impiegate. (G.D.)



Era proprio necessario fare questo se la cordata come detto era già pronta e stoicamente si buttava nell'affare Alitalia ? a voi il giudizio.
la cordata non c'è mai stata in campagna elettorale,erano solo una delle tante caxxate dette dal futuro premier
è un beota chi gli ha creduto :bounce:

winter71
Banned user
Banned user
Messaggi: 208
Iscritto il: 25 aprile 2008, 11:05

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da winter71 » 22 maggio 2008, 19:29

Sapete cosa farà Berlusconi con Alitalia ??? Si impiccherà con la cordata :D :D :D
A parte gli scherzi secondo me Alitalia è destinata al fallimento sicuro.
In pochissimo tempo gli spazi liberati a MXP sono stati occupati da altri vettori e verranno occupati sempre in maggiore numero da altri vettori. Air One, Air Berlin, American Airlines e via dicendo.
Peraltro il traffico da FCO verso le destinazioni spostate da MXp è crollato (in vero stile sovietico hanno smesso di pubblicare i dati sul load factor in questi voli dopo i primi dati non entusiasmanti).
Ma vi faccio un esempio concreto.
Vivo e lavoro a Milano. Dico Milano non Altdorf (con tutto il rispetto per Aldorf).
Dovevo andare a Berlino per lavoro. Dico Berlino non Ulan Bator.
Alitalia mi mandava da Milano a Roma con stopover di 5 ore per ritornare a a nord a Berlino
Ma vi sembra una cosa normale ?!?!?!
Ovviamente ho preso Easyjet ma avrei potuto prendere Airone o Air Berlin.
Scusate se lo ripeto ma una compagnia così non può che essere destinata al fallimento.
Spiace dirlo ma è meglio che fallisca. E' meglio per tutti. Si liberano risorse e si riparte da zero.
Del resto se sono fallite TWA, PAN AM, SWISSAIR e SABENA perchè non può fallire ALITALIA ?
Saluti Daniel

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da airbusfamilydriver » 22 maggio 2008, 19:53

winter71 ha scritto:Del resto se sono fallite TWA, PAN AM, SWISSAIR e SABENA perchè non può fallire ALITALIA ?
Saluti Daniel
perchè berlusconi ci si gioca la faccia a poco tempo dalle elezioni
infatti gli ha dato 300 milioncini come prestito ponte poi diventati da ieri capitale az :mrgreen:

Avatar utente
worf359
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1060
Iscritto il: 17 settembre 2007, 20:17
Località: Roma

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da worf359 » 22 maggio 2008, 20:42

winter71 ha scritto:Sapete cosa farà Berlusconi con Alitalia ??? Si impiccherà con la cordata :D :D :D
A parte gli scherzi secondo me Alitalia è destinata al fallimento sicuro.
Se permetti io mi dò una sonora grattata,che ricominciamo? :?:

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da aeb » 22 maggio 2008, 20:55

Worf, se ti è capitato mai di leggere i miei interventi saprai che ho una patente di filo-AZ a prova di bomba.... però permettimi - e so di dire una cosa che non è di buon augurio per AZ - io alla cordata non c'ho mai creduto, e mi sembra che ogni giorno di più si possa apprezzare quanto sia stato tutto fumo negli occhi.... Non dico che non si possa arrivare ad una soluzione (mi auguro con tutto il cuore che ci si riesca), ma questa credo che necessariamente dovrà passare attraverso un partner estero. Ermolli? Chi era costui? Un uomo di fiducia dell'attuale Presidente del Consiglio, che da questi è stato incaricato (l'ha dichiarato lui stesso; prima comunque che l'attuale Presidente del Consiglio divenisse tale, si era ancora in campagna elettorale) di "organizzare" la cordata...ora, ad elezioni avvenute e risultati elettorali acquisiti, Ermolli chi rappresenta? La parte venditrice (ovvero il Governo, tramite il Ministero dell'Economia, azionista di maggioranza relativa di AZ) o la potenziale parte acquisitrice (che peraltro non si è ancora manifestata)? Perchè è in tale ruolo solamente che può chiedere ad AZ di "vedere i numeri".... Io trovo che in tutto questo ci sia molta confusione, e la confusione notoriamente non attrae gli investimenti. Il tutto sta accadendo a fine maggio... tra un mese è mezzo l'Italia vacanziera andrà in letargo, l'attenzione sul caso calerà, ci si risveglierà a settembre. Ed a dicembre il prestito ponte....... :?
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9239
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da air.surfer » 22 maggio 2008, 21:02

winter71 ha scritto: Alitalia mi mandava da Milano a Roma con stopover di 5 ore per ritornare a a nord a Berlino
Ma vi sembra una cosa normale ?!?!?!
Non molto in realtà. (vedi allegati)
winter71 ha scritto: Ovviamente ho preso Easyjet ...
Sono felice.
winter71 ha scritto: Del resto se sono fallite TWA, PAN AM, SWISSAIR e SABENA perchè non può fallire ALITALIA ?
Saluti Daniel
Tasto Cerca. Argomento trito e ritrito.
Allegati
mxp.jpg
lin.jpg

Avatar utente
worf359
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1060
Iscritto il: 17 settembre 2007, 20:17
Località: Roma

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da worf359 » 22 maggio 2008, 21:16

Lo sò benissimo Aeb e te ne sono veramente grato fosse per mè,saresti nominato tuta verde ad Honorem(per chi non lo sapesse il colore delle tute da lavoro in Az sia dei meccanici che dell'operativo,sono di colore verde),ora tralasciando il tipico folclore romanesco,io alla cordata italiana non ho mai creduto e mai ci crederò(infatti stò governo non è il mio governo e non mi rappresenta per niente ma siccome siamo in democrazia...... ma finiamola qui),per mè è l'ennesima speculazione all'italiana dove qualcuno fiutato l'affare ci si butta sopra ci spreme soldi per bene e poi.....puff sparisce.
Il fatto di finire in mano ad uno straniero non mi piaceva per niente anzi ma purtroppo,era l'unica soluzione per andare avanti e continuare a vivere sinceramente ora come ora non sò come andrà a finire per mè stà cordata è solo un guazzabuglio di gente in stile armata brancaleone,a fallire non falliremmo(anche perchè succederebbe il finimondo e un bel pò di gente dovrebbe essere foraggiata con vitto e alloggio statale da noi pagato insomma in galera) mà credo che rimarremo come siamo ora una semplice compagnia regionale con la sua piccola fetta di mercato chè gli permetterà di vivacchiare(d'altronde stà cosa non stà succedendo con il nostro paese rispetto al resto della UE?)

Avatar utente
air4you
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 novembre 2006, 21:00

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da air4you » 22 maggio 2008, 21:38

Leggete un po'

ALITALIA: SPINETTA, DOSSIER CHIUSO; PRESSING SINDACATI
ROMA - Il ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola preannuncia ''novita' importanti nei prossimi giorni''. Il governo e' ancora al lavoro sul progetto per salvare Alitalia, affidato dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi al superconsulente Bruno Ermolli, mentre i sindacati chiedono di essere convocati e informati sui progetti del Governo. Il fondatore di AirOne, Carlo Toto, conferma di essere ancora al lavoro sul dossier. Mentre per il numero uno di Air France-Klm, Jean Cyril Spinetta, il progetto di acquisizione e' ormai archiviato: il gruppo franco-olandese oggi e' concentrato sui ''problemi interni'', la rottura delle trattative con Alitalia e' ''definitiva''. I vertici di Airfrance-Klm non hanno avuto alcun contatto ne' con il ministro dell'Economia Giulio Tremonti (il Tesoro controlla Alitalia con il 49,9% delle azioni) ne' piu' in generale con il nuovo governo. Appare difficile ridisegnare l'operazione oggi che lo scenario e' cambiato, e tutte le compagnie aeree soffrono il prezzo record dei carburanti: per Spinetta ''le prospettive industriali con un barile di petrolio a 130 dollari non possono assicurare la creazione di valore'' che il progetto avrebbe dovuto garantire. E' ancora in gioco AirOne. ''Siamo sempre interessati, il nostro interesse non e' mai venuto meno, ci abbiamo lavorato, e continuiamo a lavorarci'', dice Carlo Toto, che preferisce rispondere con un ''no comment'' alle domande su eventuali contatti con Ermolli e sul confronto con le banche per il sostegno finanziario al progetto. Il dossier non e' allo studio della Cassa Depositi e Prestiti: ''Non rientra nella missione della cassa'', ribadisce il vice-presidente Franco Bassanini. Il sottosegretario alle Infrastrutture Roberto Castelli dice di poter ''sicuramente testimoniare di cordate disponibili a rilevare Alitalia'' ma ''dopo gli inizi di una procedura concorsuale: se la compagnia andasse sotto legge Marzano - dice - so che molti imprenditori si farebbero avanti''. Con la cassa che va ad esaurirsi, debiti alle stelle, e perdite che si accumulano, il rischio di un commissariamento non e' lontano: il cda della compagnia dovra' affrontare lunedi' il difficile ostacolo del bilancio 2007, da approvare senza alzare bandiera bianca e convincendo collegio dei sindaci e revisori dei conti della possibilita' che Alitalia possa ancora avere un futuro. Puo' contare sul prestito di 300 milioni del governo, che tiene la compagnia artificialmente in vita, e sulle misure ipotizzate ieri dal Consiglio dei Ministri per consentire di considerare temporaneamente la cifra stanziata come patrimonio netto invece che come debito: delicati equilibri di ingegneria finanziaria sui quali pesa il rischio di una bocciatura di Bruxelles, che attende chiarimenti entro il 30 maggio. Intanto c'e' attesa per le eventuali mosse del Tesoro: individuata una possibile soluzione dovrebbe riaprire il dossier privatizzazione decidendo quale strada seguire, e potrebbe a breve nominare un nuovo capoazienda. Secondo indiscrezioni un incontro su questo tema potrebbe tenersi domani a Palazzo Chigi. Intanto i sindacati tornano a fare pressing sul governo: sollecitano una convocazione a Palazzo Chigi, ed hanno scritto al neoministro delle Infrastrutture Altero Matteoli perche' riapra un tavolo sulle politiche per i trasporti. Per Marco Veneziani, UilTrasporti, ''la situazione di Alitalia e' gravissima, e' indispensabile che il governo designi immediatamente un amministratore delegato, che lavori ad un progetto industriale'' e convochi le sigle ''per spiegare qual'e' il suo progetto''. I sindacati ''hanno dato al governo il tempo di insediarsi - dice Claudio Genovesi, Fit-Cisl - e adesso solleciteranno una presa di posizione netta''. Per Mauro Rossi, Filt-Cgil, ''va riaperto un confronto: il governo si e' speso in campagna elettorale, ora e' arrivato il momento di verificare cosa vuole fare in concreto''

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da airbusfamilydriver » 22 maggio 2008, 21:42

worf359 ha scritto:Lo sò benissimo Aeb e te ne sono veramente grato fosse per mè,saresti nominato tuta verde ad Honorem(per chi non lo sapesse il colore delle tute da lavoro in Az sia dei meccanici che dell'operativo,sono di colore verde),ora tralasciando il tipico folclore romanesco,io alla cordata italiana non ho mai creduto e mai ci crederò(infatti stò governo non è il mio governo e non mi rappresenta per niente ma siccome siamo in democrazia...... ma finiamola qui),per mè è l'ennesima speculazione all'italiana dove qualcuno fiutato l'affare ci si butta sopra ci spreme soldi per bene e poi.....puff sparisce.
Il fatto di finire in mano ad uno straniero non mi piaceva per niente anzi ma purtroppo,era l'unica soluzione per andare avanti e continuare a vivere sinceramente ora come ora non sò come andrà a finire per mè stà cordata è solo un guazzabuglio di gente in stile armata brancaleone,a fallire non falliremmo(anche perchè succederebbe il finimondo e un bel pò di gente dovrebbe essere foraggiata con vitto e alloggio statale da noi pagato insomma in galera) mà credo che rimarremo come siamo ora una semplice compagnia regionale con la sua piccola fetta di mercato chè gli permetterà di vivacchiare(d'altronde stà cosa non stà succedendo con il nostro paese rispetto al resto della UE?)
quoto in toto oh pardon non quello abruzzese
x quanto riguarda le tute verdi saranno mica spie leghiste?

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da aeb » 22 maggio 2008, 21:45

Miii....., spie leghiste? Dove? :mrgreen: .... :oops: , è verde anche questo :lol:
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9239
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da air.surfer » 22 maggio 2008, 22:39

I tecnici in AZ non sono verdi. Ma altri colori.... :-)

winter71
Banned user
Banned user
Messaggi: 208
Iscritto il: 25 aprile 2008, 11:05

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da winter71 » 22 maggio 2008, 22:52

Ok..ho capito che è normale metterci 5 ore per andare da MIlano a Berlino.
Ok..ho capito che è normale proporre un volo milano-roma-berlino a 360 euro per 5 ore di viaggio quando ci sono voli diretti di almeno 4 compagnie per molto meno.
Ok..faccio ammenda..l'agente di viaggio mi ha comunicato uno stop-over di 5 ore ed invece era di un ora e mezza.
Ma le cose cambiano secondo voi ?
A me sembra di no.
Tutto questo è demenziale.
La gestione di Alitalia è demenziale.
Prima i dirigenti, i piloti, le hostess e gli steweard di Alitalia se ne rendono conto meglio è per loro prima che per noi viaggiatori. Tanto alternative ne troviamo perchè fuori dalla Magliana c'è gente che segue le leggi di mercato.
Poi se si vuole continuare così bene.
A me non importa nulla.
Saluti
Daniel
Ultima modifica di winter71 il 22 maggio 2008, 23:04, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 22 maggio 2008, 23:04

airbusfamilydriver ha scritto:
worf359 ha scritto:Lo sò benissimo Aeb e te ne sono veramente grato fosse per mè,saresti nominato tuta verde ad Honorem(per chi non lo sapesse il colore delle tute da lavoro in Az sia dei meccanici che dell'operativo,sono di colore verde),ora tralasciando il tipico folclore romanesco,io alla cordata italiana non ho mai creduto e mai ci crederò(infatti stò governo non è il mio governo e non mi rappresenta per niente ma siccome siamo in democrazia...... ma finiamola qui),per mè è l'ennesima speculazione all'italiana dove qualcuno fiutato l'affare ci si butta sopra ci spreme soldi per bene e poi.....puff sparisce.
Il fatto di finire in mano ad uno straniero non mi piaceva per niente anzi ma purtroppo,era l'unica soluzione per andare avanti e continuare a vivere sinceramente ora come ora non sò come andrà a finire per mè stà cordata è solo un guazzabuglio di gente in stile armata brancaleone,a fallire non falliremmo(anche perchè succederebbe il finimondo e un bel pò di gente dovrebbe essere foraggiata con vitto e alloggio statale da noi pagato insomma in galera) mà credo che rimarremo come siamo ora una semplice compagnia regionale con la sua piccola fetta di mercato chè gli permetterà di vivacchiare(d'altronde stà cosa non stà succedendo con il nostro paese rispetto al resto della UE?)
quoto in toto oh pardon non quello abruzzese
non siete gli unici a pensarla così, ovviamente parlo da "esterno"ad AZ.
ah..alla cordata non c ho mai creduto! :)
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 22 maggio 2008, 23:05

ALITALIA: UE, STIAMO VALUTANDO NUOVE MISURE GOVERNO
(ANSA) - BRUXELLES, 22 MAG - La Commissione Ue sta valutando le nuove decisioni su Alitalia prese dal Governo italiano, in particolare la trasformazione del prestito ponte in patrimonio netto. Lo ha detto una portavoce dell'esecutivo europeo, sottolineando come al momento la Commissione non abbia ricevuto da Roma alcune comunicazione sulle nuove decisioni. La portavoce ha ribadito inoltre che il 30 maggio resta la scadenza fissata per avere da Roma tutte le informazioni sulle decisioni prese in merito al caso Alitalia.(ANSA). CU
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9239
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da air.surfer » 22 maggio 2008, 23:06

winter71 ha scritto:A me non importa nulla.
Saluti
Daniel
Se non ti importa, perchè scrivi?

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 22 maggio 2008, 23:10

ALITALIA: SCAJOLA, NOVITA' IMPORTANTI NEI PROSSIMI GIORNI
(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Ci saranno novita' importanti nei prossimi giorni''. Cosi' il ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola su Alitalia a margine dell'Assemblea annuale di Confindustria. (ANSA). LIN/SAF

ALITALIA: CASTELLI, PRONTA CORDATA SE COMMISSARIAMENTO
ROMA - ''Posso sicuramente testimoniare di cordate disponibili a rilevare Alitalia dopo gli inizi di una sua procedura concorsuale. Ci sono tanti imprenditori interessati che si farebbero avanti''. Lo ha detto il sottosegretario alle Infrastrutture, Roberto Castelli, parlando di Alitalia, a margine dell'Assemblea annuale di Confindustria.

Alitalia ha due valori importanti, ha proseguito Castelli, il brand e i diritti di volo. ''Sicuramente - ha ribadito - se andasse sotto legge Marzano so che molti imprenditori si farebbero avanti''. Commentando la decisione di convertire il prestito ponte in patrimonio, Castelli ha affermato: ''Speriamo che ci sia l'altra riva... io lo vedo come un atto dovuto, perche' senza questi fondi probabilmente Alitalia non arrivava alle vacanze. Ora - ha proseguito - occorre che succeda qualcosa, che ci sia una cordata''.

Castelli ha infine sottolineato il ''peso dei sindacati. Se non cambiano drasticamente atteggiamento - ha affermato - non si va molto lontano. Ovviamente - ha concluso - mi auguro che non si vada a procedura concorsuale''.
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da airbusfamilydriver » 22 maggio 2008, 23:16

air.surfer ha scritto:
winter71 ha scritto:A me non importa nulla.
Saluti
Daniel
Se non ti importa, perchè scrivi?
infatti

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 22 maggio 2008, 23:18

ALITALIA: TOTO, INTERESSE AIR ONE MAI VENUTO MENO
(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Siamo sempre interessati, il nostro interesse non e' mai venuto meno''. Il presidente e fondatore di Air One, Carlo Toto, a margine dell'Assemblea di Confindustria, conferma cosi' che la sua compagnia e' ancora in corsa per la privatizzazione di Alitalia. ''Ci abbiamo lavorato, e continuiamo a lavorarci'', dice. Quanto alla possibilita' di avere un ruolo nella cordata italiana promossa dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ed affidata al superconsulente Bruno Ermolli, Toto ha preferito ''non fare alcun commento''. Air One ''sta lavorando su Alitalia, ma curiamo anche la nostra compagnia - dice Toto -: per un periodo abbiamo rallentato, ma ora stiamo tornando ad accelerare con i nostri progetti di sviluppo''. (ANSA). RUB/GT
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 22 maggio 2008, 23:20

ALITALIA: POLEGATO, ATTENDO PIANO INDUSTRIALE DA GOVERNO
(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Secondo me ci vuole un piano industriale che deve essere presentato dal governo. Io come imprenditore attendo il piano industriale''. Cosi', a margine dell'assemblea annuale di Confindustria, il numero uno di Geox, Mario Moretti Polegato, ha commentato un suo possibile interesse per l'ingresso in una cordata italiana per rilevare Alitalia. BAC/GT

ALITALIA: BASSANINI, INTERVENTO NON RIENTRA IN MISSIONE CDP
(ANSA) - ROMA, 22 MAG - Un intervento in favore dell'Alitalia ''non rientra nella missione della cassa''. Ad affermarlo e' il vice-presidente della Cassa depositi, Franco Bassanini. ''Su questo e' gia' stato chiaro il nostro presidente Iozzo - afferma Bassanini a margine dell'assemblea di Confindustria - Non rientra nella nostra missione un intervento in attivita' industriali, la Cassa si occupa di infrastrutture. Per farlo governo e parlamento dovrebbero cambiare la nostra mission''.(ANSA). CHO

ALITALIA: MATTEOLI,PIAN PIANO SCIOGLIEREMO ANCHE QUESTO NODO
(ANSA) - ROMA, 22 MAG - ''Pian piano scioglieremo anche il nodo dell'Alitalia''. Ad affermarlo e' il ministero delle Infrastrutture, Altero Matteoli rispondendo ad una domanda a margine dell'assemblea di Confindustria. Matteoli ha sottolineato come il Consiglio dei ministri di Napoli ha cambiato il clima ''in meglio''. ''Ieri - ha spiegato - abbiamo preso decisioni forti all'unanimita' e in poche ore. Si trattava di provvedimenti importanti e mi sembra, leggendo oggi i giornali, che siano stati ben accolti''. (ANSA). LIN

ALITALIA: RIGGIO, BENE MISURE CDM SE SU PATRIMONIO
(ANSA) - ROMA, 22 MAG - Alitalia ''resta sotto la lente dell'Enac, come del resto tutte le compagnie''. Il presidente dell'Enac, Vito Riggio, a margine dell'assemblea di Confindustria ribadisce che per la compagnia di bandiera ''il problema e' garantire che abbia fondi sufficienti per la gestione''. Se l'intervento di ieri del Consiglio dei ministri ''va in questa direzione, quella di rafforzare il patrimonio, per noi e' una cosa positiva''. Riggio sottolinea anche che dal punto della sicurezza non c'e' ''assolutamente'' alcun problema: ''Il controllo sulla sicurezza e' molto attento, Alitalia e' una compagnia sicurissima''. (ANSA). RUB/SAI
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

winter71
Banned user
Banned user
Messaggi: 208
Iscritto il: 25 aprile 2008, 11:05

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da winter71 » 22 maggio 2008, 23:20

Se non ti importa, perchè scrivi?

Scrivo perchè, come diceva mia nonna, c'è la repubblica :D :D . Scrivo perchè vorrei dare un cotributo. Scrivo perchè sono un discreto viaggiatore e vedo come funzionano le cose in giro per il mondo.
Non mi sembra, peraltro, di avere scritto sciocchezze.
Nel senso che non mi sembra che tu sia riuscito a confutare le mie osservazioni.
Per dimostrare che sbaglio mi è stato detto: da Milano a Berlino ci si mettono 5 ore e 50. Guarda lo stop over non è di 5 ore ma di un ora e mezza.
Al chè cosa posso rispondere ?
Non mi importa nulla.
Nel senso che sarebbe meglio che in Alitalia qualcuno ascoltasse quello che hanno da dire i passeggeri e non essere sempre autoreferenziali.
Sarebbe meglio che qualcuno dicesse "caspita abbiamo tolto la tratta MIlano Berlino ma che sciocchezza" e non "non hai capito nulla puoi andare da Milano a Berlino via Roma impegarci 5 ore e 50 alla cifra di 360 euro".
Poi, ripeto, fate quello che volete.
Io alternative all'Alitalia le troverò sempre.
Cari saluti
Daniel

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da aeb » 22 maggio 2008, 23:25

winter71 ha scritto:Ok..ho capito che è normale metterci 5 ore per andare da MIlano a Berlino.
Ok..ho capito che è normale proporre un volo milano-roma-berlino a 360 euro per 5 ore di ciaggio quando ci sono voli diretti di almeno 4 compagnie per molto meno.
Forse sono io che non comprendo bene la lingua italiana, ma se tu chiedi

"Alitalia mi mandava da Milano a Roma con stopover di 5 ore per ritornare a a nord a Berlino
Ma vi sembra una cosa normale ?!?!?!"

ed air.surfer risponde:

"Non molto in realtà"

mi pare di capire che air.surfer condivide la tua tesi (me ne scusi air.surfer se ho interpretato male il suo pensiero :D )

Vedi, Daniel, io sono probabilmente uno stupido utopista (è da un po' che lo penso): sono, in virtù di questo, convinto che AZ sia un grande asset per il nostro paese, un asset gettato al vento negli ultimi 15 anni. Di chi è la colpa? A mio parere - e ribadisco secondo il mio personale parere - di dissennate scelte strategiche prese in ossequio a servitù politiche. Una di queste è l'idea del secondo hub.... io, da frequent flyer per lavoro, non sono affatto contento di dover volare da BGY per andare a THX, e di non avere un volo da LIN o MXP con AZ per la stessa destinazione (come era sino a due mesi fa)... però questo è, e non l'hanno scelto ne' i piloti, ne' gli A/V, ne' i tecnici e gli operatori di terra e di manutenzione di AZ... Semplicemente ad un certo punto, alla fine degli anni '90, si è deciso - politicamente - di ri-centrare le operazioni di AZ su due hubs, come LH, senza che AZ fosse Lufthansa... dopo anni di emorragia, con LIN (stessa proprietà di MXP..) pienamente operativa in voli di feederaggio, nonostante quanto previsto dai piani e dai decreti-legge originali, ci si è trovati infine nelle condizioni di non poter ulteriormente procrastinare quello che in gergo militare si definirebbe una "ritirata strategica". Quindi (e non mi rivolgo in particolare a te, beninteso), criticate quanto volete le scelte strategiche (più o meno politicamente influenzate...) che ruotano intorno ad AZ (purtroppo), ma per favore lasciate stare quel fantastico patrimonio di know-how che rischiamo di perdere - come sistema-paese - in nome di qualche fantomatica cordata e di qualche migliaio di voti.....
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

winter71
Banned user
Banned user
Messaggi: 208
Iscritto il: 25 aprile 2008, 11:05

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da winter71 » 22 maggio 2008, 23:43

Andrea condivio quello che dici.
Mi sembra che anche tu ritenga quella della cordata una scioccheza.
Quanto alla possibilità di salvare l'asset Alitalia mi chiedo se non sia meglio ripartire da zero come fecero Swissair e Sabena.
Sabena ora è una compagnia leader per l'Africa.
Swiss si è riposizionata ed è diventata hub carrier del terzo hub LH.
Potrebbe essere lo stesso per AZ.
Si riparte da zero e ci si riposiziona AZ con una migliore strategia (o meglio con una strategia).
Saluti
Daniel

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9239
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da air.surfer » 22 maggio 2008, 23:46

winter71 ha scritto: Scrivo perchè, come diceva mia nonna, c'è la repubblica :D :D .
Allora non dire che non ti importa nulla. Scrivi e basta.
winter71 ha scritto:Scrivo perchè vorrei dare un cotributo. Scrivo perchè sono un discreto viaggiatore e vedo come funzionano le cose in giro per il mondo.
Anche io ho fatto tre anni di militare a cuneo.
winter71 ha scritto: Non mi sembra, peraltro, di avere scritto sciocchezze.
Nel senso che non mi sembra che tu sia riuscito a confutare le mie osservazioni.
Quale osservazione? Mi sembra di aver confutato solo quella delle 5 ore di transito. Palesemente falsa.
winter71 ha scritto: Nel senso che sarebbe meglio che in Alitalia qualcuno ascoltasse quello che hanno da dire i passeggeri e non essere sempre autoreferenziali.
Sarebbe meglio che qualcuno dicesse "caspita abbiamo tolto la tratta MIlano Berlino ma che sciocchezza" e non "non hai capito nulla puoi andare da Milano a Berlino via Roma impegarci 5 ore e 50 alla cifra di 360 euro".
L'argomento MXP è stato già trattato. Magari AZ ha perso te ma ha guadagnato due passeggeri del centro che non devono fare transito a MXP. Tu che ne sai? Sei un manager?
winter71 ha scritto: Poi, ripeto, fate quello che volete.
Io alternative all'Alitalia le troverò sempre.
Sono felice.

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da aeb » 22 maggio 2008, 23:59

air.surfer ha scritto:
winter71 ha scritto:
winter71 ha scritto: Non mi sembra, peraltro, di avere scritto sciocchezze.
Nel senso che non mi sembra che tu sia riuscito a confutare le mie osservazioni.
Quale osservazione? Mi sembra di aver confutato solo quella delle 5 ore di transito. Palesemente falsa.

...ok, non comprendo bene la lingua italiana....o meglio, la lingua italiana è facilmente equivocabile nella sua formulazione... :?
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

winter71
Banned user
Banned user
Messaggi: 208
Iscritto il: 25 aprile 2008, 11:05

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da winter71 » 23 maggio 2008, 8:53

Caro Airsurfer,
i dati pubblicati oggi dimostrano che AZ non ha recuperato su Roma alcun passeggero del centro sud (ammesso che ci siano questi passeggeri del centro sud. Mi piacerebbe conoscere le statistiche su dove vengono venduti i biglietti aerei in Italia).
Se poi continui a ritenere normale metterci 5 ore e 50 da Milano a Berlino con scalo a Roma di 1 ora e mezza (non cinque ore...chiedo nuovamente scusa dell'errore) allora a me va bene lo stesso.
Ma con questa logica non si va molto avanti.
Una volta finiti i 300 milioni di euro cosa succederà ? Altri 300 milioni ? E poi ancora altri 300 milioni ?
Penso proprio di no.
Ed allora a Berlino non si volerà più con AZ né da MIlano né da Roma.
Scusa se insisto ma la fine di questa storia è già scritta.
Una chiosa. Non son contro Az per principio. Non sono leghista. Non sono neppure favorevole all'attuale governo. La diatriba Milano-Roma secondo me è patetica, provinciale e tipica di un paese che non è in grado di risolvere i propri problemi. Faccio l'avvocato e prendo l'aereo spessissimo per lavoro e per piacere. Sono un utente che è stato privato di un servizio. In passato ho volato tanto con AZ quando mi era consentito da MXP (ad esempio YZZ, ORD, Tegel, BCN; Madrid, Tokyo; Kansai etc.). Ora non mi è più consentito. Non volo più con AZ. E' la legge di mercato.
Buona giornata e buon lavoro a tutti.
Daniel

Avatar utente
classezara
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 509
Iscritto il: 2 febbraio 2008, 10:42
Località: Como

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da classezara » 23 maggio 2008, 9:18

winter71 ha scritto:Caro Airsurfer,
i dati pubblicati oggi dimostrano che AZ non ha recuperato su Roma alcun passeggero del centro sud (ammesso che ci siano questi passeggeri del centro sud. Mi piacerebbe conoscere le statistiche su dove vengono venduti i biglietti aerei in Italia).
Se poi continui a ritenere normale metterci 5 ore e 50 da Milano a Berlino con scalo a Roma di 1 ora e mezza (non cinque ore...chiedo nuovamente scusa dell'errore) allora a me va bene lo stesso.
Ma con questa logica non si va molto avanti.
Una volta finiti i 300 milioni di euro cosa succederà ? Altri 300 milioni ? E poi ancora altri 300 milioni ?
Penso proprio di no.
Ed allora a Berlino non si volerà più con AZ né da MIlano né da Roma.
Scusa se insisto ma la fine di questa storia è già scritta.
Una chiosa. Non son contro Az per principio. Non sono leghista. Non sono neppure favorevole all'attuale governo. La diatriba Milano-Roma secondo me è patetica, provinciale e tipica di un paese che non è in grado di risolvere i propri problemi. Faccio l'avvocato e prendo l'aereo spessissimo per lavoro e per piacere. Sono un utente che è stato privato di un servizio. In passato ho volato tanto con AZ quando mi era consentito da MXP (ad esempio YZZ, ORD, Tegel, BCN; Madrid, Tokyo; Kansai etc.). Ora non mi è più consentito. Non volo più con AZ. E' la legge di mercato.
Buona giornata e buon lavoro a tutti.
Daniel
Quoto in toto...
personalmente sono quanto di meno "francese" esiste in Italia, nel senso che pur essendo affezzionato ai colori AZ non sono disposto a fare salti mortali per utilizzare AZ a tutti i costi. Il mio mercato è stata AZ ad abbandonarlo quindi non ci si può sorprendere che adesso preferisca orientarmi verso opzioni differenti.
Spero che per nessuno di voi sia normale proporre uno scalo su Roma per un volo da Milano a Berlino!!!
A mio parere questa assurdità significa solo una cosa... aver abbandonato ad altre compagnie una parte del proprio mercato. Se questa "cosa" aveva un senso nell'ottica espansionistica AF oggi, che la fusione con i Francesi è tramontata, non ha proprio più senso. Dopo lo stop alla trattativa con AF e con la scusante dell'expo, mi sarei aspettato una rivisitazione, almeno parziale, del piano Prato, (studiato esclusivamente per leccare il sedere ai Francesi), e invece non posso che osservare un immobilismo che porta sempre più la nostra compagnia verso il baratro.

zittozitto

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da zittozitto » 23 maggio 2008, 9:28

winter71 ha scritto: Sono un utente che è stato privato di un servizio. In passato ho volato tanto con AZ quando mi era consentito da MXP (ad esempio YZZ, ORD, Tegel, BCN; Madrid, Tokyo; Kansai etc.). Ora non mi è più consentito. Non volo più con AZ. E' la legge di mercato.
a che prezzo è stato fornito quel servizio ?
se si parla di servizio pubblico siamo tutti d'accordo ... anche io voglio un aereo che parta dal mio garage.
quante volte vedo gli autobus di liena vuoti e la corsa la fanno lo stesso ... servizio pubblico ... pagato dallo stato.
Alitalia PRIVATA ? ... allora decide la propria strategia.
I soldi ? i 300 milioni ? = prestito = a dicembre tornano in cassa ITALIA. ... lo hanno fatto per fiat e molti altri ... tocca a tutti ... si parla della vita di migliaia di famiglie e non del milano-berlino.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9239
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da air.surfer » 23 maggio 2008, 9:32

winter71 ha scritto:Caro Airsurfer,
Ancora?! Ma non avevi detto che non ti interessava?
winter71 ha scritto: i dati pubblicati oggi dimostrano che AZ non ha recuperato su Roma alcun passeggero del centro sud (ammesso che ci siano questi passeggeri del centro sud. Mi piacerebbe conoscere le statistiche su dove vengono venduti i biglietti aerei in Italia).
1) Quali dati. Postali, per favore. 2) Non credo comunque siano molto significativi in questo momento. Primo per l'incertezza che l'azienda sta vivendo e secondo perchè il trasferimento dell'attività è stato fatto un mese e mezzo fa. 3) L'argomento MXP vs FCO è stato già trattato. Usa il tasto "Cerca". 4) Sei OT. Se proprio ci tieni apri un altro post.
winter71 ha scritto: Se poi continui a ritenere normale metterci 5 ore e 50 da Milano a Berlino con scalo a Roma di 1 ora e mezza (non cinque ore...chiedo nuovamente scusa dell'errore) allora a me va bene lo stesso.
Hai detto già che prendi EasyJet. Cosa vuoi ancora?
winter71 ha scritto: Ma con questa logica non si va molto avanti.
Una volta finiti i 300 milioni di euro cosa succederà ? Altri 300 milioni ? E poi ancora altri 300 milioni ?
Penso proprio di no.
Non saprei. Non amo sottolineare l'ovvio.
winter71 ha scritto: Ed allora a Berlino non si volerà più con AZ né da MIlano né da Roma.
Scusa se insisto ma la fine di questa storia è già scritta.
Non hai detto che voli EZY? La cosa non dovrebbe toccarti.
winter71 ha scritto:Faccio l'avvocato e prendo l'aereo spessissimo per lavoro e per piacere. Sono un utente che è stato privato di un servizio.
Il servizio te lo danno malpensa e ezy. Non ti è stato tolto nulla. A me invece, sette anni di malpensa hanno tolto tanto, direi che chi ci ha rimesso sono stato io.
winter71 ha scritto: In passato ho volato tanto con AZ quando mi era consentito da MXP (ad esempio YZZ, ORD, Tegel, BCN; Madrid, Tokyo; Kansai etc.). Ora non mi è più consentito. Non volo più con AZ. E' la legge di mercato.
Sono felice!

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9239
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da air.surfer » 23 maggio 2008, 9:40

classezara ha scritto: Dopo lo stop alla trattativa con AF e con la scusante dell'expo, mi sarei aspettato una rivisitazione, almeno parziale, del piano Prato, (studiato esclusivamente per leccare il sedere ai Francesi), e invece non posso che osservare un immobilismo che porta sempre più la nostra compagnia verso il baratro.
So che I_DISA posta tanti articoli, pero' leggiamoli per favore...

Alitalia: Anpac, incomprensibili attuali scelte manageriali
L'ANPAC esprime seria preoccupazione per il perdurare in Alitalia di una azione manageriale incomprensibile e potenzialmente incoerente con gli obiettivi della futura “nuova Alitalia” messa in atto dal responsabile Divisione Passeggeri e Cargo, Giancarlo Schisano.
Al di fuori di ogni logica legata al delicato contesto aziendale ed in netto contrasto con le valutazioni espresse dal Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, e dal Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Altero Matteoli, Schisano sta portando avanti le azioni previste nel Piano Air France-Klm presentato da J.C. Spinetta e giudicato inattuabile e pregiudizievole per gli interessi nazionali dal Governo e da tutte le rappresentanze sindacali dei dipendenti del Gruppo.

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 23 maggio 2008, 10:21

air.surfer ha scritto:So che I_DISA posta tanti articoli, pero' leggiamoli per favore...
dopo che qualcuno ha avuto da ridire sull inutilità di tutti gli articoli che posto, sto cercando di fare una 'scrematura' delle notizie. le posto quasi tutte per avere una visione completa di quello che succede intorno ad AZ!
spero non vi crea problemi leggerle tutte! :lol:
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
N176CM
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5247
Iscritto il: 9 settembre 2005, 13:02
Località: Milano

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da N176CM » 23 maggio 2008, 10:23

i_disa ha scritto: spero non vi crea problemi leggerle tutte! :lol:
No, assolutamente :roll: :roll: io non me ne perdo nemmeno una :roll: :roll:
:? :? :mrgreen:
N176CM
n176cm AT md80.it

Immagine

Bloccato