La vicenda Alitalia

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato

che farà berlusconi con AZ se vincerà le elezioni?

in caso di accordo tra af e sindacati dovrà avallare questa scelta per evitare che il fallimento porti più esuberi
24
12%
sceglierà il fallimento con esuberi 4 volte maggiori rispetto alla soluzione francese
31
15%
farà uscire fuori le annunciate cordate
57
28%
dirà che tutti lo hanno frainteso e che lui chiedeva ad AF solamente il mantenimento dell'identità nazionale di AZ e quindi consegnerà az ad af
94
46%
 
Voti totali: 206

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9217
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da air.surfer » 1 luglio 2008, 10:35

blusky ha scritto:
air.surfer ha scritto: Quanto è secondo te il numero giusto?
sei un sindacalista???
In che senso?

Avatar utente
blusky
FL 500
FL 500
Messaggi: 7538
Iscritto il: 23 novembre 2006, 11:38

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da blusky » 1 luglio 2008, 10:36

air.surfer ha scritto:
blusky ha scritto:
air.surfer ha scritto: Quanto è secondo te il numero giusto?
sei un sindacalista???
In che senso?
Nel senso se sei uno di quelli che va a contrattare con l´azienda. intendo dire non un semplice iscritto al sindacato.
Einstein:"Tutti sanno che una cosa é impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa."
Einstein:"Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima."
Einstein:"Non cercare di diventare un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore."
Sono una goccia... Plic Plic Plic
http://www.taize.fr

PRESIDENTE DI BIRRA POINT- IL PUNTO DI INCONTRO MASCHILE DI MD80.IT
Immagine Immagine

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9217
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da air.surfer » 1 luglio 2008, 10:49

blusky ha scritto: Nel senso se sei uno di quelli che va a contrattare con l´azienda. intendo dire non un semplice iscritto al sindacato.
Ah, no. Sono un semplice iscritto..

Avatar utente
raoul80
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1272
Iscritto il: 17 maggio 2006, 12:27
Località: Milano - Bari

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da raoul80 » 1 luglio 2008, 11:04

...i conti AZ al 31 maggio

http://corporate.alitalia.com/it/Images ... -28257.pdf

Al 31.05.2008 la liquidità è a 228 milioni di € .... diciamo che si dato fine alle casse pregresse (hanno rotto i salvadenai) e hanno già preso ca. 72 milioni di € del famoso prestito ponte......

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 1 luglio 2008, 14:52

da repubblica.it

Alitalia respira con il prestito ponte Intesa prende tempo sul salvataggio

MILANO - Effetto-prestito ponte sui conti Alitalia. Il salvagente da 300 milioni garantito da Governo e poi trasformato in capitale del gruppo per evitare il fallimento ha risistemato (provvisoriamente) la situazione finanziaria del gruppo. Malgrado le cifre confermino che la compagnia continua a bruciare molta cassa. A fine maggio la posizione finanziaria netta del gruppo è calata a 1,12 miliardi, 237 meno del mese precedente, grazie appunto all'iniezione di capitali pubblici. Stesso discorso per la liquidità disponibile ritornata sopra il livello di galleggiamento a quota 388 milioni dai 174 di aprile. Soldi che dovrebbero regalare all'Alitalia qualche mese in più per cercare di mettere a punto un piano di salvataggio.

I tempi per la soluzione della crisi però (se soluzione ci sarà) sembrano destinati ad allungarsi di qualche giorno. L'ottimismo del ministro alle infrastrutture Altero Matteoli ("forse una soluzione potrebbe arrivare in settimana") ben difficilmente troverà conferma nella realtà. I tecnici di Banca Intesa starebbero infatti ancora lavorando per capire se esistono davvero le condizioni per rilanciare la compagnia e con ogni probabilità utilizzeranno quasi tutti i due mesi a loro disposizione (la scadenza del mandato è a inizio agosto) prima di dare il loro responso definitivo. "C'è chi sta lavorando e sta lavorando bene - ha liquidato la questione il ministro alle attività produttive Claudio Scajola - speriamo si possa arrivare a una buona soluzione presto.

L'unica certezza al momento è che l'eventuale piano di salvataggio Alitalia sarà piuttosto severo. Le ultime indiscrezioni, accompagnate già dalle polemiche sindacali, parlano di oltre 4mila esuberi. "Un'azienda per essere messa nelle condizioni di avere un futuro deve partire con basi solide". "La situazione pare ben più drammatica di quel che sembrava e di difficile gestione - ha sostenuto Massimo Muccioli, presidente dell'Anpav (assistenti di volo) - il Governo dovrebbe esprimersi subito sugli ammortizzatori sociali".

Di certezze sul piano Alitalia ce n'è dunque a oggi solo una: il rilancio partirà da un consolidamento del mercato interno (la Magliana oggi è poco sopra il 40% del traffico domestico) grazie alla fusione con Air One, che riporterebbe la quota nazionale all'80% circa, più o meno come Lufthansa in Germania e Air France oltralpe. Poi - se i numeri staranno in piedi e il greggio non farà altri scherzi, capitolo cui si sta lavorando in questi giorni - si procederà a disegnare il piano industriale su cui aggregare il consenso dei nuovi soci. Disposti tra l'altro a metter mano al portafoglio solo davanti a un piano che dia ragionevoli certezze di non bruciare in pochi mesi i loro soldi, come rischia di succedere ai 300 milioni dei contribuenti italiani trasformati in patrimonio del gruppo per evitare il crac. Forma del salvataggio, accordi sindacali e struttura finanziaria dell'operazione sono solo l'ultimo passaggio (peraltro fondamentale) che si affronterà solo quando sul piatto ci sarà un progetto industriale "serio e credibile".

Ieri intanto ha dato le sue dimissioni dal cda Alitalia il consigliere Carlo Santini. Un addio che non dovrebbe avere riflessi operativi immediati visto che il cda appena ricostituito a cinque membri ha lo stesso tutti i numeri necessari per lavorare.
(1 luglio 2008)
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 1 luglio 2008, 14:54

da ilsole24ore.com

Alitalia brucia 3 milioni al giorno

Paura all'Alitalia per il ritardo nel pagamento degli stipendi di giugno. Tuttavia, secondo quanto l'azienda ha comunicato ai dipendenti, il «disagio» non è dovuto a carenza di liquidità, ma a «problemi ai sistemi informatici di Intesa Sanpaolo».
La banca, scelta dal Governo come advisor per pilotare la compagnia verso Air One, gestisce parte dei pagamenti delle retribuzioni della compagnia. Intanto, aumenta l'allarme tra i lavoratori per gli esuberi previsti dal piano di Intesa Sanpaolo, sottoposto al Governo.
La compagnia ieri ha comunicato che la liquidità al 31 maggio era di 388 milioni, rispetto ai 174 milioni del mese precedente. L'incremento è dovuto al prestito statale di 300 milioni: questo significa che in maggio è stata consumata cassa per 86 milioni, quasi tre milioni al giorno. È curioso notare come il consiglio non abbia classificato i 300 milioni del prestito come un debito finanziario, «in quanto non è determinabile allo stato quanto dovrà essere eventualmente utilizzato ai sensi del decreto n. 93 del 27 maggio 2008».

Il decreto consente di usare il prestito come patrimonio per coprire le perdite. Di conseguenza, il cda presieduto da Aristide Police ha dichiarato che i debiti finanziari del gruppo al 31 maggio sono scesi a 1.121 milioni rispetto a 1.358 di aprile: se non si vuol considerare questa interpretazione come sintomo di anarchia contabile, è un'ammissione che lo Stato ha fatto un'iniezione di capitale.
Il progetto Intesa prevede lo spaccamento del gruppo in due tronconi, una «nuova Alitalia» e una bad company con debiti e zavorra. Gli esuberi sono stimati tra 6mila e 8mila, inclusa l'attività di Air One.

Questo aspetto è uno dei passaggi più delicati per il premier Silvio Berlusconi e i sindacati. Sia l'allora leader della destra, sia la Cgil e le altre sigle hanno rigettato il 2 aprile il piano che l'ex presidente Maurizio Prato aveva negoziato con Air France. Quel piano prevedeva molti meno esuberi (2.120 lavoratori in eccesso, inoltre circa 3.300 sarebbero rimasti in Az Servizi sotto Fintecna). Inoltre l'offerta Air France era migliore dal punto di vista finanziario.

Un piano con 4-5mila esuberi «è inaccettabile», secondo Renata Polverini, segretario Ugl. Sul ritardo delle buste paga, l'Alitalia ha inviato questo comunicato ai dipendenti: «Sentiamo il dovere di informare tutto il personale che, per problemi ai sistemi informatici di Intesa Sanpaolo che gestisce parte dei pagamenti degli stipendi dei dipendenti di Alitalia e Alitalia Servizi, la banca non è stata, attualmente, in grado di accreditare al personale, alle previste scadenze, le competenze del mese di giugno». L'azienda si scusa «per il disagio causato da Intesa Sanpaolo». Si è dimesso dal cda Carlo Santini, 71 anni, ex Banca d'Italia.
(G.D.)
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 1 luglio 2008, 14:55

ALITALIA: NODO ESUBERI; SCAJOLA, SERVONO BASI SOLIDE
(ANSA) - ROMA, 30 GIU - Alitalia ed AirOne insieme per dar vita ad una sola compagnia piu' snella, alleggerita dagli esuberi - i 4-5 mila di cui si e' parlato potrebbero arrivare, secondo alcune ipotesi, anche fino a quota 7.000 - pronta per essere consegnata ad un partner straniero. Sarebbe questo l'obiettivo da raggiungere, secondo fonti vicine all'operazione, di chi sta lavorando al progetto di privatizzazione dell'ex compagnia di bandiera. Il management dell'Alitalia, a quanto si e' appreso, si riunira' domani per decidere quando incontrare le organizzazioni sindacali e professionali a cui riferire le informazioni acquisite dal'advisor Intesa SanPaolo. Da cui c'e' attesa gia' in questa settimana per notizie sul progetto di risanamento e rilancio di Alitalia. Che prevedrebbe la costituzione di una nuova societa' al cui interno far confluire Alitalia con le aviolinee controllate (la regional Alitalia Express, la lowcost Volareweb e la charter Air Europe) e Air One con la controllata regional CityLiner. Alla newco dovrebbero partecipare i finanziatori (banche e imprenditori) iniettando fra 1,5 e 2 miliardi di euro e in parte lo Stato. Gli esuberi, calcolati da chi sta ragionando sull'operazione partendo dai 2.100 che erano stati indicati da Air France-Klm, potrebbero salire a oltre 7.000 di cui 4.500-5.000 dipendenti di terra, 850 piloti e 1.600 assistenti di volo. Nessuna prospettiva per gli stagionali. Per gli ammortizzatori sociali potrebbe esserci, tra l'altro, la cassa integrazione a rotazione per tre mesi l'anno. Il ministro per lo sviluppo economico, Claudio Scajola, non da cifre. Ma sottolinea come''un'azienda per essere messa nelle condizioni di avere un futuro deve partire con basi solide, altrimenti non e' realizzabile un progetto. E noi vogliamo avere - ha spiegato - una compagnia in Italia forte e dobbiamo dare a chi ci lavora le condizioni di base perche' il progetto sia realizzabile''. Di fronte a ipotesi di stampa di una prospettiva di 4-5mila esuberi , il segretario nazionale dell'Ugl Renata Polverini ha pero' spiegato che ''e' inaccettabile nel momento in cui non abbiamo un piano industriale sul quale discutere''. E visto che traspare ''una situazione ben piu' drammatica di quella immaginata'' ha detto il presidente dell'Associazione degli assistenti di volo (Anpav), Massimo Muccioli, si chiede un incontro con Intesa SanPaolo per cominciare a discutere un piano industriale. ''Vogliamo un incontro con Passera - ha aggiunto Polverini - anche per sapere se c'e' qualcuno in grado di svolgere la missione principale, aldila' dei finanziatori''. E l'associazione degli assistenti di volo Avia chiede un atto di indirizzo del governo che sblocchi finalmente la situazione del riconoscimento dell'amianto per il personale navigante dell'Alitalia. Intanto, migliora a maggio l'indebitamento netto di Alitalia. Il decremento di 237 milioni (-17,5%) rispetto al 30 aprile scorso ha portato la posizione finanziaria netta della compagnia da 1.358 milioni a 1.121 milioni di euro. Dalla compagnia si e' dimesso invece il consigliere di amministrazione Carlo Santini, entrato nel board di Alitalia il 22 febbraio 2007 come amministratore indipendente e non esecutivo, su indicazione dell'azionista Tesoro, dopo che sabato scorso, l'assemblea degli azionisti aveva riportato a cinque i componenti del cda
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
blusky
FL 500
FL 500
Messaggi: 7538
Iscritto il: 23 novembre 2006, 11:38

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da blusky » 1 luglio 2008, 14:57

air.surfer ha scritto:
blusky ha scritto: Nel senso se sei uno di quelli che va a contrattare con l´azienda. intendo dire non un semplice iscritto al sindacato.
Ah, no. Sono un semplice iscritto..
onestamente in cosa dissenti dal tuo sindacato e perche??? domanda senza doppi fini, ma per pura curiosita...
Einstein:"Tutti sanno che una cosa é impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa."
Einstein:"Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima."
Einstein:"Non cercare di diventare un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore."
Sono una goccia... Plic Plic Plic
http://www.taize.fr

PRESIDENTE DI BIRRA POINT- IL PUNTO DI INCONTRO MASCHILE DI MD80.IT
Immagine Immagine

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9217
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da air.surfer » 1 luglio 2008, 15:50

blusky ha scritto: onestamente in cosa dissenti dal tuo sindacato e perche??? domanda senza doppi fini, ma per pura curiosita...
In passato ci sono state azioni da parte dello staff che non ho condiviso, e delle quali ancora ne sentiamo gli effetti. L'attuale gestione è fatta da persone responsabili che, a mio avviso, stanno facendo un buon lavoro.

Avatar utente
blusky
FL 500
FL 500
Messaggi: 7538
Iscritto il: 23 novembre 2006, 11:38

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da blusky » 2 luglio 2008, 11:00

air.surfer ha scritto:
blusky ha scritto: onestamente in cosa dissenti dal tuo sindacato e perche??? domanda senza doppi fini, ma per pura curiosita...
In passato ci sono state azioni da parte dello staff che non ho condiviso, e delle quali ancora ne sentiamo gli effetti. L'attuale gestione è fatta da persone responsabili che, a mio avviso, stanno facendo un buon lavoro.
la fiducia e´ una cosa essenziale.
Einstein:"Tutti sanno che una cosa é impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa."
Einstein:"Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima."
Einstein:"Non cercare di diventare un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore."
Sono una goccia... Plic Plic Plic
http://www.taize.fr

PRESIDENTE DI BIRRA POINT- IL PUNTO DI INCONTRO MASCHILE DI MD80.IT
Immagine Immagine

Avatar utente
Rob74
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 750
Iscritto il: 4 dicembre 2006, 20:03
Località: Modena

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da Rob74 » 2 luglio 2008, 11:57

10.000 euseberi e poi via a una mini compagnia

MILANO - Non saranno tagliati solo i dipendenti, ma anche i voli. Alitalia si appresta a diventare una compagnia solo nazionale con qualche spruzzo d'Europa. La bozza messa a punto da Intesa Sanpaolo per Alitalia dovrebbe essere pronta al massimo entro lunedì e prevederebbe una nuova compagnia in formato «mini» da integrare con Air One e che esca da Skyteam.

L'IPOTESI - Lo scrive il quotidiano «Il Messaggero» secondo cui alla guida della nuova società, che sarebbe focalizzata sui voli nazionali, i principali collegamenti europei e qualche volo intercontinentale, potrebbe arrivare l'ex amministratore delegato di Piaggio, Rocco Sabelli. Resta poi confermata l'ipotesi «spezzatino» con una newco in cui far confluire le parti di Alitalia relative all'attività operativa di volo e una «bad company» in cui far confluire debiti e business non profittevoli. In quest'ottica il governo si impegnerebbe e a breve a varare, scrive ancora il quotidiano, una nuova versione della legge Marzano per consentire di accelerare lo sdoppiamento e allunghi i tempi degli ammortizzatori sociali, visto che gli esuberi potrebbero arrivare a 10.000.

LA PROPRIETA' - Novità arriverebbero anche sul fronte della proprietà della nuova compagnia. Non riuscendo di fatto a realizzarsi una vera e propria cordata italiana se non con alcuni imprenditori che prenderebbero quote di minoranza il controllo passerebe di fatto alle banche e a Carlo Toto, patron di Air One, che conferirebbe parte della stessa Air One all'interno della nuova Alitalia. Si parla di parte perchè sembrerebbe che gli aerei resterebbero di proprietà di Ap holding e verrebbero dati solo in affitto.

NUOVA LEGGE MARZANO - Per sistemare i dipendenti in esubero si pensa ad una nuova versione della legge Marzano che dovrebbe accompagnare all'uscita circa 10mila dipendenti: in pratica tutta Az servizi e quasi tutte le società di manutenzione.

http://www.corriere.it/economia/08_lugl ... aabc.shtml
Immagine

md-80 best plane
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 155
Iscritto il: 19 maggio 2008, 17:40

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da md-80 best plane » 2 luglio 2008, 12:02

air.surfer ha scritto:
md-80 best plane ha scritto:2 andata + 2 ritorno + 2 andata giorno successivo + 2 ritorno giorno successivo + 2 per sostituti = 10
essendo MD-11 penso facciano solo un viaggio al giorno.
ora illuminaci su perchè 27
Le ferie? I riposi obbligatori? I Check? Lo staff? Le malattie? Il pilota di rinforzo?
Li hai contati?
vabbè a me da profano erano sembrati troppi, se tu che sei del mestiere dici che c'è bisogno di tutti e 27 mi fido.
ciao

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da airbusfamilydriver » 2 luglio 2008, 12:05

robbyy ha scritto:
Killua_727 ha scritto:
robbyy ha scritto:La flotta veniva rinnovata in 10 anni ..
Perchè, secondo te banca intesa la rinnoverebbe in quattro e quattr'otto? Dieci anni, per il rinnovo di una flotta intera, direi che sono tempi abbastanza brevi, per una compagnia che è nella situazione che tutti sappiamo... :x
Scusa ho dimenticato rinnovo flotta MD80 (che era previsto volasse fino al 2018)...chi ha fatto oridini e ha i soldi da spendere puo' ordinare e prendere 1/2/3 aerei mesi corto raggio...basta volerlo e sapersi muovere...cnla flotta attuale ed i costi attuale AZ nn ha più di 70 aerei da far volare a costi sotto controllo...gli altri..sorry...e nn lo dico per sarcarsmo,gioia...perchè sempre che sia bello ed utile solo a chi sorride e fa le fusa...questo atteggiamento nn è costruttivo anzi deleterio ,meglio chi magari cn uno schiaffo ti sveglia dal sogno da chi ti culla mentr vai nel barattro..no???
ma perchè non provi a svegliarti te?
ma ti sei accorto che BANCA INTESA sta portando via l'AIRONE a Toto???
e ti sei chiesto perchè?
secondo me sono creditori e di brutto.....
alla fine AP confluirà in az e toto non conterà nemmeno un due di picche
che vuol dire?
che intesa gliela sta soffiando per rientrare dell'esposizione del toto nazionale

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da airbusfamilydriver » 2 luglio 2008, 12:06

Davidino ha scritto: Perchè visto che ci saranno tanti esuberi e la cosa è inevitabile visti gli scenari presentati, il sindacato invece di fare barricate che vista la situazione della compagnia non risolve niente perchè non li accetta però chiedendo in cambio di poter partecipare alla valutazione meritocratica di chi deve essere licenziato?
mi sa che ancora non hai capito come va il mondo?
meritocrazia?
un miraggio in italia

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da airbusfamilydriver » 2 luglio 2008, 12:10

air.surfer ha scritto:
aeb ha scritto:Ah, i piloti cargo hanno diritto alle ferie? :mrgreen:
No. Sono sempre gli stessi 10 che fanno avanti e dietro. Quando muoiono li cambiano. :mrgreen:
ahy ah ah sto piegato in due ma mica li cambiano subito,solo quando puzzano troppo

Avatar utente
classezara
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 509
Iscritto il: 2 febbraio 2008, 10:42
Località: Como

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da classezara » 2 luglio 2008, 13:37

airbusfamilydriver ha scritto: ma perchè non provi a svegliarti te?
ma ti sei accorto che BANCA INTESA sta portando via l'AIRONE a Toto???
e ti sei chiesto perchè?
secondo me sono creditori e di brutto.....
alla fine AP confluirà in az e toto non conterà nemmeno un due di picche
che vuol dire?
che intesa gliela sta soffiando per rientrare dell'esposizione del toto nazionale
Direi che la tua tesi è... :wink: plausibile

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 2 luglio 2008, 14:54

da politicablog.libero.it

L'odissea di Alitalia

Dopo le promesse elettorali, dopo lo show fatto sulle "irricevibili proposte di Air France" Berlusconi tace. prende la parola il Ministro Scajola che avverte:""Non stiamo parlando di un'azienda che va bene, parliamo di una azienda che è sull'orlo del fallimento; il piano industriale che sarà presentato - dice Scajola - chiederà sacrifici a chi desidera investire e al Paese nel suo complesso con alcuni tagli".
Sembra, da voci autorevoli, che i tagli saranno di 6.000 dipendenti ( contro i 2.200 di Air France). Sembra che la presunta cordata non si riesca a reperire. Sembra certo che le alleanze internazionali allo stato dei fatti siano impossibili. Sembra altrettanto certo che tutte le grandi compagnie aeree siano in attesa del fallimento di Alitalia ( o di un suo pesante ridimensionamento) per spartirsene le spoglie.
Allora c'è ancora qualche gonzo in questo paese che continua a credere Berlusconi un grande imprenditore invece di considerarlo solo per quello che è: un modesto impresario televisivo.
Saltando di palo in frasca ma a conferma della precedente affermazione. Berlusconi per convincere i napoletani ad accettare discariche ed inceneritori, vuole lanciare una grande campagna pubblicitaria. Idea innovativa e soprattutto formativa per le nuove generazioni. Complimenti vivissimi a lui e ai suoi consigliori
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 2 luglio 2008, 14:56

Alitalia: Sdl, smentita o blocco
(ANSA) - ROMA, 2 LUG - Il Sindacato dei lavoratori chiede 'smentite ufficiali da parte di governo e Banca Intesa' oppure sara' blocco del trasporto aereo italiano. Avverte Sdl: 'nei prossimi giorni, nel pieno dell'estate, i 20.000 lavoratori di Alitalia si considereranno tutti esuberi e bloccheranno non soltanto Alitalia, ma l'intero trasporto aereo italiano sino a quando qualcuno non si sara' schiarito le idee sul che fare e come farlo'. 'Abbiamo il sospetto - dicono al Sdl - che qualcuno stia giocando sporco'
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 2 luglio 2008, 15:01

Alitalia, il governo chiede sacrifici. Scajola: "E' crisi, ci saranno tagli"

ROMA - "Servono sacrifici". Con il passare del tempo si delinea sempre di più il quadro drammatico dell'Alitalia. Stavolta è il ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola a non fare mistero della situazione. Anche perché, dopo le indiscrezioni che parlano di 4mila esuberi, il governo si trova alla prese con un mantenimento delle promesse elettorali sempre più problematico. "Non stiamo parlando di un'azienda che va bene, parliamo di una azienda che è sull'orlo del fallimento il piano industriale che sarà presentato - prosegue Scajola - chiederà sacrifici a chi desidera investire e al Paese nel suo complesso con alcuni tagli". Nessuna smentita. Nessun ridimensionamento dei tagli.

D'altronde dopo aver vanificato l'interessamento di Air France (che limitava gli esuberi a 2mila persone), puntando tutto su una presunta cordata di imprenditori italiani, Berlusconi si trova ora nella situazione di dover gestire un'azienda sull'orlo del fallimento. In attesa di una cordata italiana ancora tutta da vedere. Lo stesso Scajola non va oltre una debole speranza. Quella che "l'advisor Intesa Sanpaolo riesca nella missione di mettere insieme una cordata per il salvataggio e un piano industriale che permetta il rilancio della compagnia".

Speranze vaghe a fronte di tagli di posti di lavoro. Che allarmano i dipendenti. Pronti a ricordare a Berlusconi le promesse fatte sotto elezioni. L'Anpac, infatti, fa notare che i circa 6mila unità sono "circa il triplo di quanto originariamente previsto nella proposta di Air France-Klm". Ricordando a Berlusconi "il giudizio molto critico sulla proposta franco-olandese, considerandola eccessivamente penalizzante per la compagnia di bandiera e per il paese". Dunque un simile piano "risulterebbe decisamente incoerente con le indicazioni della presidenza del consiglio e dell'intero governo e dunque irrealizzabile" avvertono i piloti.
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9217
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da air.surfer » 2 luglio 2008, 15:01

md-80 best plane ha scritto: vabbè a me da profano erano sembrati troppi, se tu che sei del mestiere dici che c'è bisogno di tutti e 27 mi fido.
ciao
No, sai com'è... visto che hai affermato con tanta sicurezza:
sono d'accordo, per risanare alitalia bisogna che questa limiti le uscite e la prima cosa da fare e purtroppo tagliare i posti di lavoro (oltre 4000, ripeto a mio avviso purtroppo indispensabili, basti pensare che alitalia cargo ha per 5 aerei 135 piloti = 27 piloti ad aereo, sinceramente mi sembrano veramente troppi)
pensavo avessi argomentazioni un po' piu' solide visto che quando parli di esuberi parli di persone in carne d'ossa. A parlare a vanvera su questi temi non ci fai una gran figura.

Maxlanz
FL 300
FL 300
Messaggi: 3469
Iscritto il: 15 giugno 2007, 12:40

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da Maxlanz » 2 luglio 2008, 15:03

i_disa ha scritto:da politicablog.libero.it

Allora c'è ancora qualche gonzo in questo paese che continua a credere Berlusconi un grande imprenditore ...
Ecco il classico passaggio che rende di fatto tutto quanto scritto privo di qualunque attendibilità. :mrgreen:

Ciao
Massimo

Avatar utente
Kansai
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 469
Iscritto il: 19 gennaio 2006, 20:05
Località: Minato-ku, Tokyo, Japan

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da Kansai » 2 luglio 2008, 17:08

i_disa ha scritto:Alitalia, il governo chiede sacrifici. Scajola: "E' crisi, ci saranno tagli"

ROMA - "Servono sacrifici". Con il passare del tempo si delinea sempre di più il quadro drammatico dell'Alitalia. Stavolta è il ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola a non fare mistero della situazione. Anche perché, dopo le indiscrezioni che parlano di 4mila esuberi, il governo si trova alla prese con un mantenimento delle promesse elettorali sempre più problematico. "Non stiamo parlando di un'azienda che va bene, parliamo di una azienda che è sull'orlo del fallimento il piano industriale che sarà presentato - prosegue Scajola - chiederà sacrifici a chi desidera investire e al Paese nel suo complesso con alcuni tagli". Nessuna smentita. Nessun ridimensionamento dei tagli.

D'altronde dopo aver vanificato l'interessamento di Air France (che limitava gli esuberi a 2mila persone), puntando tutto su una presunta cordata di imprenditori italiani, Berlusconi si trova ora nella situazione di dover gestire un'azienda sull'orlo del fallimento. In attesa di una cordata italiana ancora tutta da vedere. Lo stesso Scajola non va oltre una debole speranza. Quella che "l'advisor Intesa Sanpaolo riesca nella missione di mettere insieme una cordata per il salvataggio e un piano industriale che permetta il rilancio della compagnia".

Speranze vaghe a fronte di tagli di posti di lavoro. Che allarmano i dipendenti. Pronti a ricordare a Berlusconi le promesse fatte sotto elezioni. L'Anpac, infatti, fa notare che i circa 6mila unità sono "circa il triplo di quanto originariamente previsto nella proposta di Air France-Klm". Ricordando a Berlusconi "il giudizio molto critico sulla proposta franco-olandese, considerandola eccessivamente penalizzante per la compagnia di bandiera e per il paese". Dunque un simile piano "risulterebbe decisamente incoerente con le indicazioni della presidenza del consiglio e dell'intero governo e dunque irrealizzabile" avvertono i piloti.
Resto dell'idea che ho sempre avuto... Meglio Air France.
"Se è vero che esiste un potere, questo potere è solo quello dello Stato, delle sue Istituzioni e delle sue Leggi; non possiamo oltre delegare questo potere né ai prevaricatori, né ai prepotenti, né ai disonesti" (Carlo Alberto Dalla Chiesa)

http://www.flickr.com/photos/dave_italy

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 2 luglio 2008, 17:22

Kansai ha scritto:Resto dell'idea che ho sempre avuto... Meglio Air France.
mica solo tu, anch io ho sempre 'tifato' Air France-KLM!
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
danyc77
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 685
Iscritto il: 24 novembre 2005, 14:43
Località: LIPZ

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da danyc77 » 2 luglio 2008, 17:38

i_disa ha scritto:
Kansai ha scritto:Resto dell'idea che ho sempre avuto... Meglio Air France.
mica solo tu, anch io ho sempre 'tifato' Air France-KLM!

Perchè ragazzi una sinergia con un'altra compagnia deve essere vista come unica soluzione???

Vi ricordate FIAT com'era fino a 5/6 anni fa??
E dell' operazione con GM??

I credo che Alitalia sia ancora un'ottima compagnia! Ha grosse difficoltà, è innegabile, ma è dovuto ad un management passato totalmente INCAPACE, e sicuramente anche ad un sindacato che avrebbe fatto meno danni se si fosse occupato d'altro!
Alitalia ha bisogno di una nuova politica, di una nuova strategia, e di una flotta più omogenea a mio giudizio, ha sicuramente un personale ottimo e qualificato e un training all'avanguardia.
In merito al personale in esubero, dipende sempre da quanto si vuole ridimensionare l'azienda per limitare i costi iniziali di start-up. Io mi auguro solo che finisca il tutto in ottime mani, vedi Marchionne x fiat.
Ultima modifica di danyc77 il 2 luglio 2008, 18:10, modificato 1 volta in totale.
JAA-ATPL(A)
CPL-ME-IR (A)
Citation C510 TR
Citation C560XL TR
Immagine
Immagine

Avatar utente
carlik
FL 500
FL 500
Messaggi: 5160
Iscritto il: 30 maggio 2008, 0:24
Località: cagliari

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da carlik » 2 luglio 2008, 17:41

Davidino ha scritto:
carlik ha scritto:
air4you ha scritto:Signori e Signori

Auguri a tutti quelli che presto andranno a casa
Voglio pensare che tu stia scherzando, e se è così scusati al più presto non tanto con noi ma con quei padri, quelle madri e con tutti coloro che un giorno(Speriamo si risolva la questione e mai avvenga) saranno costretti ad andare a casa con la morte nel cuore!E' terribile ciò che hai detto, perdere il posto di lavoro è la cosa più umiliante e catastrofica che una persona possa subire, non facciamo dell'ironia su questo, perchè a mio avviso è veramente squallido!!!!!Ciao
Adesso non facciamo tragicommedie, nessuno ha piacere che la gente perda il lavoro, però vediamo di avere la misura delle cose!
Ogni giorno in Italia ci sono migliaia di persone che perdono il lavoro se non la vita sul lavoro per le ben note condizioni pietose di sicurezza sul lavoro!

Sarebbe bello se tutti potessero lavorare serenamente e con stipendi adeguati, visto che il sistema non è un mondo ideale come vorremmo tutti non lasciamoci andare ad isterismi che non hanno senso, almeno in Italia perdere il lavoro non vuol dire trovarsi il giorno dopo al ricovero per senzatetto!

Credimi , non è tragicommedia, quando si ride e scherza ok, ridiamo tranquillamente, però quando si fanno battute inopportune a mio avviso è meglio parlarne senza per questo condannare nessuno.La misura delle cose secondo me non si vede come dici tu dalla quantitò di persone che ogni giorno perdono il lavoro o la vita(quest'ultimo tema da te affrontato è molto diverso per cui bisognerebbe fare un discorso a parte) !Certo, chi perde il lavoro non si trova il giorno dopo sotto un ponte, o al ricovero per senzatetto, su questo hai ragione, con mutuo in scadenza, figli, bollette, alimenti ecc.ecc. ,il ponte lo vede dopo un paio di mesi!!Hai la più pallida idea della tragedia che vive chi improvvisamente perde il posto di lavoro??Non è una tragicommedia, è la tragedia che prende forma nella sua vita !Io per motivi di lavoro,ho avuto modo di conoscere diverse persone che hanno perso il posto di lavoro,e credimi la loro situazione ha poco di commedia e molto di tragicità. Famiglie monoreddito,in affitto, diversi figli, hai ragione, non dormono al ricovero per senzatetto,ma in macchina!! Perchè i ricoveri sono pieni!Il discorso è troppo lungo,e sto allontanandomi dal tema, era solo per spiegarti che il mio "Bonario Rimprovero" ad Air4you, era solo perchè si possono fare tante e tante battute, scartando quelle inopportune! Ciao
I veri amici sono quelli che si scambiano reciprocamente fiducia, sogni e pensieri, virtù, gioie e dolori;
sempre liberi di separarsi.........senza separarsi mai!

~ A. Bougeard


Non ho un blog.....
Non ho un book di foto.....
....sono semplicemente io!


Immagine

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da araial14 » 2 luglio 2008, 17:46

Rob74 ha scritto: NUOVA LEGGE MARZANO - Per sistemare i dipendenti in esubero si pensa ad una nuova versione della legge Marzano che dovrebbe accompagnare all'uscita circa 10mila dipendenti: in pratica tutta Az servizi e quasi tutte le società di manutenzione.
E la manutenzione, chi dovrebbe poi effettuarla'??? :roll:
Immagine
Immagine

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 2 luglio 2008, 17:54

danyc77 ha scritto:Perchè ragazzi una sinergia con un'altra compagnia deve vista come unica soluzione???
non è vista come unica soluzione, ma era l unica proposta che si è 'materializzata' per salvare alitalia
danyc77 ha scritto:I credo che Alitalia sia ancora un'ottima compagnia! Ha grosse difficoltà, è innegabile, ma è dovuto ad un management passato totalmente INCAPACE, e sicuramente anche ad un sindacato che avrebbe fatto meno danni se si fosse occupato d'altro!
Alitalia ha bisogno di una nuova politica, di una nuova strategia, e di una flotta più omogenea a mio giudizio, ha sicuramente un personale ottimo e qualificato e un training all'avanguardia.
sono d accordo con te. la flotta attuale di AZ è molto omogenea ed è 'in linea' con quella di altre compagnie
danyc77 ha scritto:Io mi auguro solo che finisca il tutto in ottime mani, vedi Marchionne x fiat.
questo lo spero anch io
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da araial14 » 2 luglio 2008, 17:56

i_disa ha scritto: sono d accordo con te. la flotta attuale di AZ è molto omogenea ....
Scusa se dissento, ma AZ tutto ha, fuorchè una flotta omogenea.... :roll: Molto eterogenea direi :wink:
Immagine
Immagine

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 2 luglio 2008, 20:53

ALITALIA: BERLUSCONI,NON POSSIAMO PERDERE COMPAGNIA BANDIERA
(ANSA) - ROMA, 2 LUG - Tra le cause delle delle difficolta' che ''abbiamo a vendere il nostro Paese ai turisti nel mondo'' ci sono anche i problemi nel settore dei trasporti e delle infrastrutture, per questo e' ora di ''cambiare rotta''. Lo ha detto Silvio Berlusconi presentando il nuovo Presidente dell'Enit, Matteo Marzotto. In questo contesto, il premier ha fatto un brevissimo cenno all'Alitalia: ''C'e' stata anche l'ipotesi recente di una perdita della compagnia di bandiera ma tutto questo - ha detto Berlusconi - deve essere modificato e dobbiamo andare in una direzione opposta''.(ANSA). CAP


ALITALIA: GRILLO, SINDACATI CAPISCANO NECESSITA' TAGLI
(ANSA) - ROMA, 2 LUG - Il presidente della Commissione Trasporti del Senato, Luigi Grillo, invita i sindacati ''ad un atteggiamento piu' responsabile'' e comprendere che il risanamento di Alitalia passa anche attraverso tagli occupazionali. ''La difesa della compagnia di bandiera - ha spiegato Grillo in una nota - e' doverosa per un Paese a vocazione turistica e commerciale come l'Italia e va fatta fino in fondo. La situazione aziendale e' pero' disastrosa e non si puo' ignorare l'imponente perdita gestionale''. ''Anche i sindacati devono avere un atteggiamento piu' responsabile e comprendere - ha aggiunto - che non esiste un risanamento che non passi attraverso tagli occupazionali. Spero che l'advisor Intesa-San Paolo riesca a trovare una soluzione di rilancio per l'azienda con i minori costi per il Paese''. (ANSA). COM-CLA
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 2 luglio 2008, 20:53

ALITALIA: BERLUSCONI,NON POSSIAMO PERDERE COMPAGNIA BANDIERA
(ANSA) - ROMA, 2 LUG - Tra le cause delle delle difficolta' che ''abbiamo a vendere il nostro Paese ai turisti nel mondo'' ci sono anche i problemi nel settore dei trasporti e delle infrastrutture, per questo e' ora di ''cambiare rotta''. Lo ha detto Silvio Berlusconi presentando il nuovo Presidente dell'Enit, Matteo Marzotto. In questo contesto, il premier ha fatto un brevissimo cenno all'Alitalia: ''C'e' stata anche l'ipotesi recente di una perdita della compagnia di bandiera ma tutto questo - ha detto Berlusconi - deve essere modificato e dobbiamo andare in una direzione opposta''.(ANSA). CAP


ALITALIA: GRILLO, SINDACATI CAPISCANO NECESSITA' TAGLI
(ANSA) - ROMA, 2 LUG - Il presidente della Commissione Trasporti del Senato, Luigi Grillo, invita i sindacati ''ad un atteggiamento piu' responsabile'' e comprendere che il risanamento di Alitalia passa anche attraverso tagli occupazionali. ''La difesa della compagnia di bandiera - ha spiegato Grillo in una nota - e' doverosa per un Paese a vocazione turistica e commerciale come l'Italia e va fatta fino in fondo. La situazione aziendale e' pero' disastrosa e non si puo' ignorare l'imponente perdita gestionale''. ''Anche i sindacati devono avere un atteggiamento piu' responsabile e comprendere - ha aggiunto - che non esiste un risanamento che non passi attraverso tagli occupazionali. Spero che l'advisor Intesa-San Paolo riesca a trovare una soluzione di rilancio per l'azienda con i minori costi per il Paese''. (ANSA). COM-CLA
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 2 luglio 2008, 20:56

ALITALIA: FILT, SPROLOQUI SU ESUBERI, GOVERNO CI CONVOCHI
(ANSA) - ROMA, 2 LUG - ''I numeri sugli esuberi che riempiono le pagine dei giornali di questi ultimi giorni sono assolutamente incomprensibili e non meritano alcun commento''. E' quanto sostiene il segretario nazionale della Filt Cgil, Mauro Rossi in una nota, sottolineando che a tre mesi dall'insediamento del governo ''siamo ancora in attesa di conoscere le idee e le intenzioni dell'esecutivo''. Gli ''sproloqui'' sugli esuberi, continua, ''finiscono per accrescere il livello di tensione, gia' alto, tra i lavoratori, danneggiando Alitalia''. Secondo Rossi l'unico modo per affrontare la questione Alitalia e' ''una convocazione da parte della Presidenza del Consiglio per illustrare le idee, l'eventuale piano industriale ed aprire finalmente un confronto di merito. Non vogliamo nemmeno prendere in esame - sottolinea il sindacalista - le indiscrezioni di stampa su un progetto spezzatino di fortissimo ridimensionamento perche' in aperto contrasto con le affermazioni reiterate sul ruolo di Alitalia da parte del capo del governo''. ''Mi auguro, anzi ne sono sicuro, - prosegue Rossi - che non ci troveremo nella condizione che viene descritta dalle indiscrezioni di stampa, altrimenti saremmo di fronte ad una cura peggiore del male che, passando per la distruzione di Alitalia e di tutto il trasporto aereo italiano, farebbe emergere che da un lato il Governo con il Presidente del Consiglio in testa avrebbe raggirato tutti gli italiani e che dall'altro una grande banca che pare vanti crediti nei confronti sia di Alitalia sia di Airone, sarebbe l'unica a trarre giovamento dallo smantellamento della compagnia di bandiera''. (ANSA). COM-OM

ALITALIA: UILT, CON TAGLI PIANO SUICIDA E IMPERCORRIBILE
(ANSA) - ROMA, 2 LUG - Se le voci sui tagli in Alitalia (le indiscrezioni vanno da 4.000 a 10.000 esuberi) venissero confermate, ''si tratterebbe di un piano suicida e assolutamente impercorribile''. Lo afferma Marco Veneziani, segretario nazionale della Uilt, commentando la girandola di numeri sui presunti tagli occupazionali all'interno della compagnia. ''E' impensabile che la soluzione della crisi di Alitalia, di tutto il trasporto aereo, dell'aumento dei costi del carburante possa ricadere esclusivamente sui lavoratori, che sarebbero gli unici a dover pagare anni di disastri provocati dai governi che si sono succeduti. - sottolinea in una nota - Siamo pronti a discutere su Alitalia, ma solo in presenza di un reale piano di risanamento''. Per Veneziani, ''e' giunto il momento che il Governo, che tanto duramente aveva criticato la proposta di ridimensionamento di Air France-KLM, dichiari apertamente le proprie intenzioni e che si faccia carico del futuro di 19.000 lavoratori''. (ANSA). OM
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da araial14 » 2 luglio 2008, 20:56

i_disa ha scritto: ALITALIA: GRILLO, SINDACATI CAPISCANO NECESSITA' TAGLI
(ANSA) - ROMA, 2 LUG - Il presidente della Commissione Trasporti del Senato, Luigi Grillo, invita i sindacati ''ad un atteggiamento piu' responsabile'' e comprendere che il risanamento di Alitalia passa anche attraverso tagli occupazionali... '
Può essere, ma, per ora, pare che il risanamento di Alitalia passi SOLO attraverso i tagli occupazionali!
Immagine
Immagine

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da i_disa » 2 luglio 2008, 20:57

ALITALIA: ANPAC, SU ESUBERI VOCI DESTABILIZZANTI
(ANSA) - ROMA, 2 LUG - L'Anpac (Associazione Piloti Aviazione Commerciale) considera ''destabilizzanti e lontane da una realistica possibilita' di concretizzazione'' le voci sulle diverse migliaia di esuberi che risulterebbero dall'applicazione del nuovo piano industriale di Alitalia che sta predisponendo l'advisor Intesa SanPaolo coadiuvata dai consulenti di Boston Consulting. ''Il personale in esubero, secondo quanto riportato da organi di stampa - afferma l'Anpac - ammonterebbe ad oltre 6.000 unita', cioe' circa il triplo di quanto originariamente previsto nella proposta di Air France-Klm. Giova ricordare che durante la recente campagna elettorale, ed anche una volta nominato capo del Governo, il presidente Berlusconi espresse un giudizio molto critico sulla proposta franco-olandese, considerandola eccessivamente penalizzante per la compagnia di bandiera e per il Paese. Il dimensionamento industriale risultante dall'eventuale applicazione di quella proposta alla 'nuova Alitalia' non avrebbe, infatti, garantito adeguati livelli di mobilita' dei cittadini e una rete di collegamenti sufficiente alle necessita' del Paese''. Un eventuale piano industriale ''che disegnasse il futuro di Alitalia con un dimensionamento addirittura inferiore rispetto a quello ipotizzato dal team di Jean Cyril Spinetta (il numero uno di Air France-Klm, ndr) risulterebbe - scrive l'Anpac - decisamente incoerente con le indicazioni della presidenza del Consiglio e dell'intero Governo e dunque irrealizzabile''. L'associazione dei piloti rileva che ''tutto questo, senza neanche voler considerare le gravissime implicazioni sociali, sia all'interno di Alitalia sia in tutto l'indotto, che l'applicazione di tale ipotetico piano comporterebbe e la conseguente assoluta inaccettabilita' da parte delle diverse sigle sindacali di piloti, assistenti di volo e personale di terra''. Peraltro, nel settore del trasporto aereo, ''caratterizzato da una fortissima competitivita' e indebolito dai continui aumenti del prezzo del greggio - ricorda l'Anpac - un eccessivo ridimensionamento della compagnia di bandiera comporterebbe la successiva impossibilita' di riprendere le quote di mercato perse a causa della cancellazione dell'attivita' con conseguenze disastrose nel medio-lungo periodo. Esattamente l'opposto di quanto e' necessario fare, cioe' un progetto industriale di ampio respiro e che traguardi strategicamente il futuro''. Anpac, dunque, auspica ''una maggiore prudenza da parte di tutti i soggetti tecnicamente coinvolti nell'impresa di risanamento e rilancio di Alitalia per garantire a tutto il sistema la necessaria serenita', soprattutto in questo periodo estivo che e' prezioso per la grande mole di ricavi che affluiscono nelle casse aziendali e che non puo' essere minata dalla fuoriuscita incontrollata di voci o da premature presentazioni di ipotesi di piano''.(ANSA). COM-DR
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Killua_727
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1065
Iscritto il: 2 marzo 2008, 19:45
Località: Torino

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da Killua_727 » 2 luglio 2008, 20:59

araial14 ha scritto:
Rob74 ha scritto: NUOVA LEGGE MARZANO - Per sistemare i dipendenti in esubero si pensa ad una nuova versione della legge Marzano che dovrebbe accompagnare all'uscita circa 10mila dipendenti: in pratica tutta Az servizi e quasi tutte le società di manutenzione.
E la manutenzione, chi dovrebbe poi effettuarla'??? :roll:
Le hostess, che domande. Ti chiedono se preferisci caffè o the, di portano la cena e poi si danno ad ingrassare gli ingranaggi :mrgreen:
Immagine
Madames et Monsieurs bonjour et bienvenu à bord. Nous vous souhaiton un bon vol avec la flotte d'Air France, membre de l'alliance SkyTeam

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: Che farà Berlusconi con Alitalia?

Messaggio da araial14 » 2 luglio 2008, 21:03

Killua_727 ha scritto:
araial14 ha scritto:
Rob74 ha scritto: NUOVA LEGGE MARZANO - Per sistemare i dipendenti in esubero si pensa ad una nuova versione della legge Marzano che dovrebbe accompagnare all'uscita circa 10mila dipendenti: in pratica tutta Az servizi e quasi tutte le società di manutenzione.
E la manutenzione, chi dovrebbe poi effettuarla'??? :roll:
Le hostess, che domande. Ti chiedono se preferisci caffè o the, di portano la cena e poi si danno ad ingrassare gli ingranaggi :mrgreen:
Il vero problema è che vogliono distruggere uno dei settori nei quali AZ eccelle e per il quale è sempre stata all'avanguardia e rispettata nel mondo intero : Il suo Know how!
Immagine
Immagine

Bloccato