Compagnia Aerea Italiana

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato
Mdx4
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 231
Iscritto il: 23 gennaio 2007, 17:08
Località: Roma
Contatta:

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Mdx4 » 16 settembre 2008, 23:26

alexrax ha scritto:
janmnastami ha scritto:
Mdx4 ha scritto:
Non capisco perche' i sindacati di categoria non fanno causa o denunciano a questo Commissario: stà facendo tutto tranne che gli interessi dei dipendenti e della società che si trova a gestire..
Guarda che il commissario non deve fare gli interessi dei dipendenti, AZ è INSOLVENTE, Riggio potrebbe ritirare la licenza provvisoria, mi sa che non hai ben chiari né i poteri e i doveri di Fantozzi né la situazione di AZ.
Infatti.... il liquidatore deve tutelare i CREDITORI, poichè i dipendenti di alitalia ad oggi non vantano crediti (essendo a pari con gli stipendi) non è che i dipendenti siano una priorità del commissario.

E' ovvio che per pagare i creditori (in parte) deve vendere quel poco che c'è di vendibile di Alitalia, e quel poco non ci sarà più tra 5 giorni quando l'ENI chiudera i rubinetti, cosa che non ha fatto ieri solo per l'intervento del governo che è il maggiore azionista di ENI, questo spiega la fretta del commissario.
No è un COMMISSARIO STRAORDINARIO non un Curatore Fallimentare, quello ci sarà solo dopo il Fallimento.
La procedura in cui si trova Alitalia è qualcosa di simile al Chap. 11 delle società americane.

Sul comportamento di ENI scusami ma invece ci vedo del marcio a scopo coercitivo; su questo sono un fedele del famoso detto del buon zio giulio..

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da aeb » 16 settembre 2008, 23:34

370 ha scritto: «FALLIMENTO? UNA LIBERAZIONE» - Intanto il presidente della Provincia di Milano, Filippo Penati, uno dei più seguiti dirigenti ex ds del Nord Italia, commenta l'eventualità di un fallimento di Alitalia, evocata anche dal premier Berlusconi lunedì sera: per il sistema aeroportuoale milanese, secondo il capo di Palazzo Isimbardi, il collasso della compagnia «non sarebbe una tragedia». Anzi: «Potrebbe essere addirittura un 25 aprile, il giorno della liberazione in cui ci liberiamo da chi in questi anni ha messo le mani alla gola del sistema aeroportuale milanese e lo ha soffocato.»
Corriere.it
Oh, c***o, ho votato un c******e.... se dovessi fare un Milano-Bari od un Milano-Palermo la settimana prossima, mi ci porterebbe lui in aerotaxi?
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Avatar utente
LIDT
FL 200
FL 200
Messaggi: 2020
Iscritto il: 30 ottobre 2007, 23:33

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da LIDT » 16 settembre 2008, 23:41

dirk ha scritto:
i_disa ha scritto:stavo vedendo ballarò: bersani e di pietro hanno detto come stanno le cose e i guai creati in questi giorni. secondo bersani la CAI verrà ceduta tra 5 anni, quando scadrà il vincolo della cordata, al partner internazionale che entrerà nel capitale. di pietro ha sottolineato il nmero degli esuberi che si verrebbero a creare col fallimento di alitalia: non saranno solo i dipendenti dell alitalia a rimanere senza lavoro, ma anche gli indotti degli scali di fiumicino e malpensa.
di pietro ha aggiunto che non si poteva scegliere advisor migliore: banca intesa è troppo coinvolta sia in alitalia che in air one: c è conflitto d interessi!
lo stesso bersani ha dichiarato che se mettessimo i soldi che stiamo usando per pagare i debiti di alitalia per cederla ai privati, li usavamo per investimenti, AZ poteva benissimo stare nel gruppo AF-KLM con gli tessi diritti della compagnia olandese.
queste sono cose di cui abbiamo gia parlato diverse volte, ma le paroel dette dai due ex ministri fanno pensare.
bersani ha anche aggiunto che berlusconi, dopo aver fatto ritirare AF, ha dovuto creare un tortello a misura dela bocca e nonostante ciò, il piano presentato da intesa fa parte da tutte le parti. pura verità!
A beh, se lo dicono di pietro e bersani allora...

Chiunque lo dica... è proprio questo il nodo gordiano.
Lo è nel senso (nella misura in cui!) Alitalia è sempre stata - per chi ha governato - un problema essenzialmente "politico".
Ma Alitalia è un complesso di macchine, uomini ed organizzazione i cui metodi di funzionamento non hanno niente a che vedere con quelli che governano il fare politico...

Ribadisco poi il concetto che questo modo di trattare i rapporti con i lavoratori può diventare un pericolo precedente per tutti i CCNL che saranno da rinnovare in futuro (a partire da quelli già scaduti)
12.228 su Jetphotos

@fabrizioLIDT

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8490
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da mcgyver79 » 16 settembre 2008, 23:42

aeb ha scritto:Oh, c***o, ho votato un c******e.... se dovessi fare un Milano-Bari od un Milano-Palermo la settimana prossima, mi ci porterebbe lui in aerotaxi?
Pur condividendo la stizza per delle affermazioni gratuite faccio però notare che nel caso specifico le alternative non mancano, non sono di certo quelle le tratte più in sofferenza... sempre che le compagnie alternative le si voglia prendere in considerazione.

Ciaooooo.
McGyver

indaco1
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 201
Iscritto il: 8 settembre 2007, 14:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da indaco1 » 16 settembre 2008, 23:43

airbusfamilydriver ha scritto:
indaco1 ha scritto:
......

Invece in AZ niente, nonostante il disastro dei conti. Boh.... non sono neanche in grado di capirli.
sapevano già della manleva?
Ma che centra? Se in un bagno pubblico trovi un rubinetto aperto che sciupa acqua tu lo chiudi, anche se nessuno ti premia o ti punisce.

Questa era anche la loro azienda... perche' non chiudere almeno qualche rubinetto? Perche' erano comunque rogne, perche' sarebbe nato un caso anche per mettere qualcuno in CIG?

Chissa' quanti rubinetti aperti in AZ che sarebbe bastato un gesto, per chiudere.

E poi manleva o non manleva i personaggi della Magliana con contratto da dirigente mi sa che sono i primi che saltano e nessuno vorra'... tranne quelli troppo paraxulati.

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da aeb » 16 settembre 2008, 23:43

LIDT ha scritto:
dirk ha scritto:
i_disa ha scritto:stavo vedendo ballarò: bersani e di pietro hanno detto come stanno le cose e i guai creati in questi giorni. secondo bersani la CAI verrà ceduta tra 5 anni, quando scadrà il vincolo della cordata, al partner internazionale che entrerà nel capitale. di pietro ha sottolineato il nmero degli esuberi che si verrebbero a creare col fallimento di alitalia: non saranno solo i dipendenti dell alitalia a rimanere senza lavoro, ma anche gli indotti degli scali di fiumicino e malpensa.
di pietro ha aggiunto che non si poteva scegliere advisor migliore: banca intesa è troppo coinvolta sia in alitalia che in air one: c è conflitto d interessi!
lo stesso bersani ha dichiarato che se mettessimo i soldi che stiamo usando per pagare i debiti di alitalia per cederla ai privati, li usavamo per investimenti, AZ poteva benissimo stare nel gruppo AF-KLM con gli tessi diritti della compagnia olandese.
queste sono cose di cui abbiamo gia parlato diverse volte, ma le paroel dette dai due ex ministri fanno pensare.
bersani ha anche aggiunto che berlusconi, dopo aver fatto ritirare AF, ha dovuto creare un tortello a misura dela bocca e nonostante ciò, il piano presentato da intesa fa parte da tutte le parti. pura verità!
A beh, se lo dicono di pietro e bersani allora...

Chiunque lo dica... è proprio questo il nodo gordiano.
Lo è nel senso (nella misura in cui!) Alitalia è sempre stata - per chi ha governato - un problema essenzialmente "politico".
Ma Alitalia è un complesso di macchine, uomini ed organizzazione i cui metodi di funzionamento non hanno niente a che vedere con quelli che governano il fare politico...

Ribadisco poi il concetto che questo modo di trattare i rapporti con i lavoratori può diventare un pericolo precedente per tutti i CCNL che saranno da rinnovare in futuro (a partire da quelli già scaduti)
..eggià.... :?
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da aeb » 16 settembre 2008, 23:46

mcgyver79 ha scritto:
aeb ha scritto:Oh, c***o, ho votato un c******e.... se dovessi fare un Milano-Bari od un Milano-Palermo la settimana prossima, mi ci porterebbe lui in aerotaxi?
Pur condividendo la stizza per delle affermazioni gratuite faccio però notare che le alternative non mancano, non sono di certo quelle le tratte più in sofferenza... sempre che le compagnie alternative le si voglia prendere in considerazione.

Ciaooooo.
Le compagnie alternative ci sono: temo però che il loro load factor, per mere ragioni matematiche, non possa eccedere il 100%...... :mrgreen:
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Mdx4
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 231
Iscritto il: 23 gennaio 2007, 17:08
Località: Roma
Contatta:

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Mdx4 » 16 settembre 2008, 23:47

aeb ha scritto:
370 ha scritto: «FALLIMENTO? UNA LIBERAZIONE» -
Oh, c***o, ho votato un c******e.... se dovessi fare un Milano-Bari od un Milano-Palermo la settimana prossima, mi ci porterebbe lui in aerotaxi?
Un no, arriverà una "Air Mediterraneo" con una intera flotta di Savoia-Marchetti con base MPX a sostituire gli MD80.

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8490
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da mcgyver79 » 16 settembre 2008, 23:47

aeb ha scritto:Le compagnie alternative ci sono: temo però che il loro load factor, per mere ragioni matematiche, non possa eccedere il 100%...... :mrgreen:
E tu prenota prima!!! :mrgreen: Come dici? Lo sai solo all'ultimo quando devi partire? Ah... e beh... comprati una bici da corsa e pedala! :twisted:

Ciaooooo.
McGyver

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 16 settembre 2008, 23:49

mcgyver79 ha scritto:
aeb ha scritto:Le compagnie alternative ci sono: temo però che il loro load factor, per mere ragioni matematiche, non possa eccedere il 100%...... :mrgreen:
E tu prenota prima!!! :mrgreen: Come dici? Lo sai solo all'ultimo quando devi partire? Ah... e beh... comprati una bici da corsa e pedala! :twisted:

Ciaooooo.
basterebbe un jet privato :roll: :mrgreen:
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da aeb » 16 settembre 2008, 23:51

mcgyver79 ha scritto:
aeb ha scritto:Le compagnie alternative ci sono: temo però che il loro load factor, per mere ragioni matematiche, non possa eccedere il 100%...... :mrgreen:
E tu prenota prima!!! :mrgreen: Come dici? Lo sai solo all'ultimo quando devi partire? Ah... e beh... comprati una bici da corsa e pedala! :twisted:

Ciaooooo.
...se "dovessi"... io volo normalmente solo all'estero :D Comunque, giusto ora su Rai Uno se ne parla, da Vespa ( :roll: )....
Ultima modifica di aeb il 16 settembre 2008, 23:55, modificato 1 volta in totale.
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

alexrax
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 13 agosto 2008, 11:15

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da alexrax » 16 settembre 2008, 23:52

Mdx4 ha scritto:
alexrax ha scritto:
janmnastami ha scritto:
Mdx4 ha scritto:


No è un COMMISSARIO STRAORDINARIO non un Curatore Fallimentare, quello ci sarà solo dopo il Fallimento.
La procedura in cui si trova Alitalia è qualcosa di simile al Chap. 11 delle società americane.

Sul comportamento di ENI scusami ma invece ci vedo del marcio a scopo coercitivo; su questo sono un fedele del famoso detto del buon zio giulio..
Guarda non è per esser pignoli ma in Italia in Chap 11 non esiste e le leggi parlano chioro, l'Alitalia è INSOLVENTE (giò dichiarato) e la legge Marzano parla chiaro, vendere il vendibile per tutelare i creditori anche attraverso la cessione di rami di azienda.

Per il resto, premesso che i 350 milioni di euro di crediti di ENI potrebbero anche non pagarli (visto che fanno più di 1 miliardo di utili all'anno con la benzina alle stelle e questo è un altro scandalo....) non possiamo biasimarli, alla fine mettono benzina gratis da mesi e rischiano pure di vedere il fallimento e non prendere nulla.

Non ci scordiamo poi che un altro creditore è la società di catering (oltre 50 milionid di crediti) e diversi aeroporti, tutti creditori fondamentali per il funzionamento.

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 17 settembre 2008, 0:02

Alitalia: spuntano pretendenti per Atitech e linea MD80
da dedalonews.it

Il commissario straordinario Augusto Fantozzi ha confermato nel tardo pomeriggio di aver ricevuto «manifestazioni di interesse» per rilevare da Alitalia la società di manutenzione pesante Atitech e un congruo numero di MD80 ed equipaggi. A farsi avanti sono rispettivamente Investimenti e Sviluppo Mediterraneo (IESM) e Itali Airlines, ai quali Fantozzi ha chiesto chiarimenti.
L’ufficializzazione dell’interessamento di Itali Airlines giunge un giorno e mezzo dopo le anticipazioni di stampa sulla disponibilità ad assorbire da 30 a 50 McDonnell Douglas MD-80 di Alitalia con i relativi equipaggi. Fantozzi non fa numeri ma specifica che la cessione avverrebbe «sulla base di un contratto di servizio pluriennale». A rendere possibile la gestione economica dei vecchi bireattori su rotte improduttive per Alitalia - ha spiegato la società a Dedalonews - sarebbero innanzi tutto i minori costi fissi di Itali Airlines. I piloti avrebbero stipendi molto competitivi, come dimostrerebbe il più recente rinnovo contrattuale di Itali. Lo stato, infine, risparmierebbe in tutto o in parte le misure a sostegno del reddito concordate nell’ambito della proposta CAI. «Ci sarebbero vantaggi per tutte le parti: è una tipica situazione win-win». Se la logica dell’operazione è questa, più difficile è avere dettagli concreti: il titolare Giuseppe Spadaccini è all’estero e ci sono trattative sono in corso, spiegano. Un ruolo non meglio specificato lo giocherebbe anche Finmeccanica, alle quale - ricorda Dedalonews - è stato più volte chiesto di rilevare Atitech per creare un polo della manutenzione. Un’ipotesi sempre difficile, ma resa quasi impossibile dalla ristrutturazione di Aeronavali che vedrà le attività a Napoli assorbite direttamente dalla capogruppo Alenia Aeronautica.
Secondo il commissario, IESM si sarebbe fatta avanti sin dal 12 settembre ma alle 19 di oggi la società e il suo ufficio stampa erano in grado di fornire solo le informazioni di carattere generale già presenti sul sito internet. Si apprende così che la capogruppo IES è uscita di recente dalla lista nera della CONSOB grazie ad un aumento di capitale ed ha da oggi un nuovo a.d., Alessio Nati, che dovrà definire nei prossimi mesi un nuovo pian industriale. IES è quotata alla borsa di Milano ed è presieduta da Carlo Gatto, ex a.d. di Fiat Business Solutions. La taglia media degli investimenti - spiega il profilo dell’azienda - è di 5-20 milioni di euro e la partecipazioni attuali riguardano soprattutto il settore tessile. La sua controllata IESM, fondata il 16 maggio 2007 e quotata sul MTF dal 30 gennaio 2008, ha per oggetto gli investimenti nelle piccole-medie industrie del centro-sud per aiutarle a crescere e svilupparsi. Per Atitech - che a Capodichino occupa circa 800 persone ed era già fuori dai piani di Air France-KLM - IESM si sarebbe detta interessata «a valutare l’acquisto di Atitech Spa ovvero l’ingresso in una Newco che preveda l’acquisto di Atitech Spa stessa.»
Non è chiaro se le due ipotesi, nel loro attuale stato di avanzamento, siano state illustrate ai sindacati nel corso delle trattative di questi giorni sull’accordo quadro per Alitalia.
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 17 settembre 2008, 0:04

notizia segnalata da cinzy
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da aeb » 17 settembre 2008, 0:17

"Diretta" da Rai Uno... che pena il servizio appena trasmesso :?
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Mdx4
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 231
Iscritto il: 23 gennaio 2007, 17:08
Località: Roma
Contatta:

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Mdx4 » 17 settembre 2008, 0:17

alexrax ha scritto:
Mdx4 ha scritto: No è un COMMISSARIO STRAORDINARIO non un Curatore Fallimentare, quello ci sarà solo dopo il Fallimento.
La procedura in cui si trova Alitalia è qualcosa di simile al Chap. 11 delle società americane.

Sul comportamento di ENI scusami ma invece ci vedo del marcio a scopo coercitivo; su questo sono un fedele del famoso detto del buon zio giulio..
Guarda non è per esser pignoli ma in Italia in Chap 11 non esiste e le leggi parlano chioro, l'Alitalia è INSOLVENTE (giò dichiarato) e la legge Marzano parla chiaro, vendere il vendibile per tutelare i creditori anche attraverso la cessione di rami di azienda.

Per il resto, premesso che i 350 milioni di euro di crediti di ENI potrebbero anche non pagarli (visto che fanno più di 1 miliardo di utili all'anno con la benzina alle stelle e questo è un altro scandalo....) non possiamo biasimarli, alla fine mettono benzina gratis da mesi e rischiano pure di vedere il fallimento e non prendere nulla.

Non ci scordiamo poi che un altro creditore è la società di catering (oltre 50 milionid di crediti) e diversi aeroporti, tutti creditori fondamentali per il funzionamento.
Il decreto Marzano e l'Amministrazione Straordinaria sono la nostra versione del Chap 11 a ciò ti riporto un articolo proprio sul decreto Marzano & Amministrazione Straordinaria.
http://www.judicium.org/news/ins_16_01_04/CAODMZCH.html
Lo scopo del decreto Marzano è cercare di rimettere in piedi l'azienda: cedendo assett (alle migliori condizioni), ristrutturandola o nel caso non sia possibile prepararla e portarla al fallimento.

Non credo che all'ENI non sapessero che quella apertura di credito fosse "irrientrabile" già da mesi e credo che abbia avuto scopo strumentale per porre una nuova "deadline a giorni" al dialogo con i sindacati.

Avatar utente
Asunchi
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 45
Iscritto il: 4 giugno 2007, 22:55
Località: Aristanis-Sardinnya/Milano-Itaglia

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Asunchi » 17 settembre 2008, 2:21

Quanto al debito dell'ENI sarei davvero curioso di sapere cosa ne pensino i suoi azionisti, ivi inclusi i piccoli risparmiatori che hanno acquistato azioni di una società quotata pensando che si comportasse onestamente..

Quanto all'Az mi spiace per chi gli augura l'altro mondo (e magari altrettanto farà con me), ma mi sento di condividere le speranze di Penati: se davvero il sistema lombardo richiede quei collegamenti non tarderanno a presentarsi nuovi vettori a sostituire la vostra compagnia di bandiera e quindi l'indotto sarà salvo, altrimenti vorrà dire che sono inutili.
Quanto alla preminenza dei piloti, ai privilegi che ha sempre avuto il personale di volo in Az senza per questo fare scioperi selvaggi (come invece si fecero ogni volta che venivano messi in discussione) c'è poco da dire: a me basta ricordare come la vostra amata compagnia si trovasse a suo perfetto agio ai tempi del monopolio, facendomi pagare un ca-rm a/r esattamente 1/3 in più del roma parigi. Son altri tempi

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 17 settembre 2008, 8:44

Alitalia, ultima chiamata:"Chiudere entro giovedì"
da repubblica.it

ROMA - Alitalia, entro 48 ore l'ultima chiamata. E questa volta non sono più ammessi rinvii e slittamenti. "Entro giovedì si chiude, firmeremo con chi ci sta" dice il ministro Sacconi. "Entro 48 ore spero di chiudere" ripetono in tempi diversi Raffaele Bonanni, leader della Cisl, e Renata Polverini (Ugl). Non solo perché stanno finendo i soldi e quindi il carburante per far alzare gli aerei (nonostante l'agitazione e le proteste di piloti e assistenti, finora i voli hanno operato con regolarità). Ma anche perché giovedì la Compagnia aerea italiana, la cordata di imprenditori che ha proposto il piano Fenice, si riunisce in assemblea per decidere se andare avanti con l'offerta. Cosa che succederà solo se c'è il via libera dei sindacati. "Mi appello alla loro responsabilità - ripete da giorni il premier Berlusconi - altrimenti l'alternativa è il fallimento, salteranno anche le garanzie per gli esuberi e gli unici responsabili saranno proprio loro". I sindacati, soprattutto la Cgil che, è l'accusa del premier, "gestisce la faccenda con criteri politici". Un attacco che il sindacato respinge al mittente: "Parole inaccettabili. Pretendiamo più rispetto da parte del presidente del Consiglio". E che provoca lo scontro con il Pd. La verità, replica secco Veltroni, "è che il governo ha prodotto un pasticcio tra i più gravi della storia dell'Italia del dopoguerra e ora si esercita a scaricare le colpe sul sindacato".

Una giornata di scintille. Sono solo alcune delle numerose scintille di una giornata che alla fine registra un nulla di fatto sul piano della trattativa ufficiale. Lontano dai riflettori è stata una giornata fitta di incontri, contatti, mediazioni. Tra le nove sigle sindacali che dopo lo spiraglio di lunedì sera tornano ad essere spaccate. E con il governo e la stessa Cai. Alla fine, in serata, da Parigi dove Berlusconi è arrivato per un summit europeo, si fa strada anche un nuovo scenario: Alitalia come soggetto di una alleanza europea con Air France-Klm e Lufthansa. "Nessuna preclusione" taglia corto il premier.

La spaccatura nei sindacati. Lunedì sera la frattura sembrava ricomposta dopo gli incontri a Palazzo Chigi, anche se separati, con le cinque sigle autonome e poi con i quattro confederali. Lo strappo consumato domenica dopo la firma sull'accordo quadro da cui erano stati esclusi piloti e assistenti di voli (Anpac, Up, Sdl, Avia, Anpav) è stato ricucito per lo spazio di una notte e di una mattina. Oggi ci doveva essere la riunione intersindacale, tutti insieme a discutere sul piano, ore 14 in via Morgagni, sede della Cgil. Invece salta tutto per "l'indisponibilità di Cisl, Uil e Ugl". Sarebbe stato "un incontro intersindacale inutile" spiegano dalla sede dell'Ugl. "L'accordo quadro con i confederali c'è già, andiamo avanti con quello, non c'è tempo per fare altro, sarebbe solo una perdita di tempo e un pasticcio". E' mezzogiorno. Comincia un'altra giornata di assemblee a Fiumicino, riunioni, incontri informali. "Le diplomazie sono al lavoro ma il fallimento dell'incontro intersindacale drammatizza la situazione" dice Cavola (Sdl). E' molto arrabbiato uno in genere cauto e mansueto come Divietri (Avia): "Sotto la calma piatta apparente di questa giornata in cui siamo tutti in attesa ma non succede nulla, in realtà si stanno muovendo forti correnti di cui abbiamo perso il controllo e che ci stanno portando verso gli scogli".

Le posizioni in campo: Cgil evita lo strappo. Schematizzando si può dire che Cisl, Uil e Ugl sono pronti a firmare anche subito "per vedere in seguito i contenuti specifici dell'accordo quadro" e salvare il salvabile. Le cinque sigle autonome, ribattezzate "la terribile cinquina", giudicano invece "concettualmente sbagliato l'accordo quadro". Perché "è il governo e non Cai a determinare il numero degli esuberi?" chiede Divietri. "Manca del tutto - continua - il dimensionamento operativo per aerei, rotte e numero di ore lavorative".

La Cgil di Epifani sembra in una posizione intermedia, nel ruolo del pontiere tra i confederali e gli autonomi per evitare una spaccatura definitiva che peserebbe nella storia del sindacato. "Mi risulta che sia stata la Cgil stasera a dire no a una riunione decisiva con Cai, Epifani vuole ancora trattare" rivela in serata a "Porta a Porta" il ministro del Welfare Sacconi. Una spaccatura che può andare ben al di là del caso Alitalia. "La verità - dice Cremaschi (Fiom) - è che si sta usando la trattativa Alitalia per far saltare i sindacati sulla questione assai più complessa dei contratti nazionali dei lavoratori". Divietri la definisce "operazione in vitro", un esperimento di laboratorio: "Se il governo riesce a sfondare adesso, si apre la strada per il domani". Sembrano proprio i contratti la vera posta in palio. La partita riguarda la sopravvivenza stessa del sindacato.

Sacconi: "Impossibili le 265 assunzioni in più chieste dai piloti". "Dopo una settimana vissuta quasi da pipistrello confondendo il giorno con la notte e viveversa, mi devo un po' sfogare...". Maurizio Sacconi è persona amabile e ministro tra i più rispettati dell'esecutivo Berlusconi. Pacato, misurato, paziente, comprensivo. Il dossier Alitalia lo ha stremato, "io ci metto la mia faccia in questa storia" ha ripetuto in queste due settimane. E a Porta a Porta Sacconi rivela il muro della trattativa: "I piloti vogliono 265 assunzioni in più (sono 1550 nell'accordo quadro Cai e 2.151 quelli attuali ndr) ma questo è impossibile perchè vorebbe dire modificare il piano industriale che Cai non è disposta a toccare".

Le riunioni a Palazzo Chigi. Oggi ce n'è stata una di due ore con Rocco Sabelli per Cai e Gianni Letta e Maurizio Sacconi per il governo. Nessuna conferma invece per l'incontro previsto per domani con Cai, governo e le nove sigle sindacali. Lo scenario più probabile, incrociando le dichiarazioni della giornata, prevede che alla riunione - domani o al massimo giovedì - siano invitati tutti i sindacati e che nel frattempo governo e Cai abbiano introdotto parte di quelle modifiche richieste da piloti e assistenti di volo. Se invece la convocazione dovesse servire solo per mettere gli autonomi di fronte al fatto compiuto, al prendere o lasciare, "allora valuteremo il da farsi" promette Divietri.

Voli, scioperi e manifestazioni. Anche per oggi dovrebbe essere garantita l'operatività dei voli Alitalia. Con due incognite: lo sciopero di quattro ore (12-16) delle Cub Trasporti e l'assemblea di tutti i dipendenti Alitalia nel salone mensa di Fiumicino. Assemblea organizzata dalle cinque sigle autonome ma aperta a tutti gli interessati. Resta lo stato di agitazione generale e la possibilità che la situazione possa precipitare per via di qualche comunicazione improvvisa.

Una nuova offerta? In una giornata, l'ennesima del dossier Alitalia, in cui i conti non tornano e le voci si rincorrono, torna fuori anche il nodo del partner straniero. E di una nuova possibile offerta. "Cosa succede se dovesse saltare l'accordo con Cai? Ci guarderemmo intorno, in cerca di altre offerte" dice il commissario Fantozzi lasciando in serata lo studio romano prima di andare a Porta a Porta. Dove poi chiarirà: "Al momento l'unica offerta per Alitalia è quella presentata dalla Cai. I grandi vettori europei Air France, Klm, Lufthansa e British Airways, sono interessati a pacchetti di minoranza ma aspettano che prima vengano risolti i problemi con i sindacati". Resta il problema dei soldi. Ogni mattina Alitalia sborsa ("entro le 10" precisa Fantozzi) 1,4 milioni di euro all'Eni per il carburante. Troppi per le casse esangui di Alitalia.
(16 settembre 2008)

Dipendenti in sciopero dalle 12 alle 16. Già quaranta voli cancellati
da quotidianonet.ilsole24ore.com

ROMA, 17 SETTEMBRE 2008- Quattro ore di disagi, dalle 12 alle 16 di oggi, per lo sciopero dei dipendenti del gruppo Alitalia aderenti alla Cub Trasporti. La compagnia aerea ha gia' previsto la cancellazione di 40 voli (la lista e' sul sito Internet della compagnia).


Il sindacato autonomo critica in particolare l'intesa sottoscritta dalla cordata italiana e Cgil, Cisl, Uil e Ugl, sottolineando che ''segna un pesantissimo ridimensionamento di Alitalia che sara' ridotta ad un vettore poco piu' che nazionale''.


Inoltre sono previsti anche altri scioperi del settore del trasporto aereo, programmati da tempo e non legati alla vertenza Alitalia, tra cui quello del personale di terra di tutte le compagnie indetto da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl. Iniziative che, di riflesso, potrebbero causare disagi all'operativita' dei voli di tutte le compagnie. AirOne prevede solo disagi limitati.


Tra gli altri scioperi, che si sovrappongono tutti dalle 12 alle 14, secondo quanto si legge sul sito del Garante, e' previsto lo stop dei sindacati autonomi e di base per il personale della Sea (dalle 12 alle 16), la societa' di gestione degli aeroporti di Milano Linate e Malpensa.
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

370
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 132
Iscritto il: 16 febbraio 2008, 8:31

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da 370 » 17 settembre 2008, 12:11

Sinceramente, a questo punto, non capisco cosa possano pensare di ottenere scioperando!

La situazione è tragica, il fallimento è prossimo, soldi in cassa non ce ne sono più...e scioperano!

Boh... :roll:
Non cambia comunque nulla...al massimo creano disagio fra i poveri passeggeri che hanno in mano biglietti Alitalia! :(
(anche se a dire il vero ci sono pure altri che scioperano!)

e-milio
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 15
Iscritto il: 11 agosto 2008, 17:21

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da e-milio » 17 settembre 2008, 12:49

Ecco un commento sagace e tagliente di Zucconi in risposta alla lettera di un lettore: (da repubblica.it)

Sarà una compagnia fantastica, la Calitalia privata (dei debiti), non vedo l'ora di non volarci. Con piu proprietari che aerei - quanti sono? 15? 16? Ho smesso di contare - funzionerà come un Rolex cinese.

laurentius
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 34
Iscritto il: 18 ottobre 2006, 0:58

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da laurentius » 17 settembre 2008, 13:15

Domanda secca: secondo voi Alitalia fallirà o andrà in porto l'operazione di svendita e ridimensionamento ad opera CAI?

E soprattutto: è meglio l'una o l'altra opzione?

Avatar utente
volare99
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 175
Iscritto il: 12 novembre 2006, 19:40
Località: COMO (PDN)/LAGOS (NG)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da volare99 » 17 settembre 2008, 13:16

ma domani sarà veramente l'ultimo giorno (come giovedì scorso) per firmare?

Avatar utente
volare99
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 175
Iscritto il: 12 novembre 2006, 19:40
Località: COMO (PDN)/LAGOS (NG)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da volare99 » 17 settembre 2008, 13:21

laurentius ha scritto:Domanda secca: secondo voi Alitalia fallirà o andrà in porto l'operazione di svendita e ridimensionamento ad opera CAI?

E soprattutto: è meglio l'una o l'altra opzione?
nello scorso week end qualcosa si era mosso in modo positivo tant'è che molti vedevano l'accordo vicino, ma nelle ultime ore la situazione è precipitata in un nulla di fatto...il punto ora è o prendere o lasciare, anche perchè il piano non può essere modificato

sirium2000
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 54
Iscritto il: 15 gennaio 2007, 10:12

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da sirium2000 » 17 settembre 2008, 13:25

Mi chiedo dove trovano il coraggio di scioperare, ma ci tengono al posto di lavoro? o stanno combattendo la battaglia per mantenere i privilegi ? è meglio una Alitalia piccola ma che piano piano rinasce o il fallimento e tutti a casa?
Credo l'Alitalia sia la pagina piu desolante del nostro paese degli ultimi anni, tutti credono di essere nel giusto, ma la triste realtà è che tutti hanno le loro responsanbilità, politici , dipendenti, sindacati, manager, ed ora invece di fare un bagno di umiltà e salvare il salvabile si rischia di dare un'altra "bella" immagine del nostro paese .

Avatar utente
volare99
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 175
Iscritto il: 12 novembre 2006, 19:40
Località: COMO (PDN)/LAGOS (NG)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da volare99 » 17 settembre 2008, 13:37

sirium2000 ha scritto:Mi chiedo dove trovano il coraggio di scioperare, ma ci tengono al posto di lavoro? o stanno combattendo la battaglia per mantenere i privilegi ? è meglio una Alitalia piccola ma che piano piano rinasce o il fallimento e tutti a casa?
Credo l'Alitalia sia la pagina piu desolante del nostro paese degli ultimi anni, tutti credono di essere nel giusto, ma la triste realtà è che tutti hanno le loro responsanbilità, politici , dipendenti, sindacati, manager, ed ora invece di fare un bagno di umiltà e salvare il salvabile si rischia di dare un'altra "bella" immagine del nostro paese .
pensa che c'è gente che avrebbe lo stipendio dimezzato, se non proprio dimezzato decurtato del 20%-30%
a mio parere è un loro diritto scioperare soprattutto quando vengono toccati quei diritti acquisiti nel proprio stipendio!!!

370
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 132
Iscritto il: 16 febbraio 2008, 8:31

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da 370 » 17 settembre 2008, 13:48

Hanno tutti i diritti di scioperare...nessuno lo nega!
Ma...a mio avviso, con una situazione così disperata, non ha senso!

Io a questo punto aspetto che si dica: grounding!

Se nessuno vuole accettare gli accordi...Forse è la cosa migliore!
E a quel punto: affari loro!

370
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 132
Iscritto il: 16 febbraio 2008, 8:31

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da 370 » 17 settembre 2008, 14:12

ALITALIA: SACCONI, ALLE 15.30 TUTTE LE SIGLE A PALAZZO CHIGI

ROMA - ''Ci vediamo alle 15.30 a Palazzo Chigi con tutte e nove le organizzazioni'' coinvolte nella vicenda Alitalia. Lo ha annunciato il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, sottolineando che ''il dottor Colaninno ha chiesto a noi di convocare una riunione di tutte le nove organizzazioni a cui rivolgera' un suo ragionamento''.


''Non c'e' piu' trattativa'' ha detto il ministro del lavoro, rispondendo alla domanda se la trattativa su Alitalia possa andare avanti secondo i migliori auspici.

Dalle 12 alle 16 di oggi scioperano i dipendenti di Alitalia aderenti alla Cub Trasporti. Gia' cancellati 40 voli. Previsti in contemporanea altri due scioperi: quello del personale di terra di tutte le compagnie italiane indetto da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl e quello della Uilt-Associazione piloti Meridiana.


FANTOZZI: FIRMA CON CAI O FALLIMENTO
Il commissario straordinario di Alitalia , Augusto Fantozzi, si augura che l'acquirente della compagnia ''sia Cai''. ''Se non si firma giovedi', se Cai si ritira'' la prospettiva e' ''portare i libri in tribunale'', afferma Fantozzi. ''Non abbiamo carrier disponibili, puo' essere che ci sia un'altra offerta - spiega -, il commissario tirera' avanti cercando qualcuno finche' ci sono i soldi, verosimilmente per poco, poi portera' i libri in tribunale''.

BONANNI: CORPORAZIONI NON RIPRENDANO IN MANO AZIENDA
''Non voglio che le corporazioni riprendano in mano l'azienda''. Lo ha affermato il leader della Cisl Raffaele Bonanni rilevando, comunque, che quella dei piloti e' una categoria importante in una compagnia aerea, come quella dei medici per un ospedale. ''In passato ci sono state connivenze, le corporazioni hanno avuto regalie. L'accordo deve farsi in grande trasparenza''. A proposito dell'operazione, e della sua disponibilita' a firmare l'offerta Cai, Bonanni ha spiegato che ''se si fa l'operazione, se si mettono insieme Alitalia e AirOne si raggiunge piu' del 55% del mercato italiano. Perche' altri paesi europei hanno la compagnia di bandiera - si e' chiesto Bonanni - e invece noi dobbiamo dissipare un patrimonio cosi' importante? Senza il mercato domestico non possiamo ambire a conquistare il mercato internazionale''. Il numero uno della Cisl ha quindi ricordato che il proprio sindacato ha obbligato Cai ad un lock up di 5 anni e alla non scalabilita' da parte di altre compagnie. ''Dobbiamo salvaguardare il mercato italiano e non esporlo a interessi altrui'', ha detto ancora Bonanni, ribadendo di preferire ''i tedeschi''.

BERTI (ANPAC): FAREMO IL MASSIMO CONTRO FALLIMENTO
''Faremo il massimo perche' cio' non avvenga''. Cosi', il presidente dei piloti dell'Anpac, Fabio Berti, ha risposto a Bruno Vespa a Porta a porta che gli ha chiesto se firmera' l'accordo con Cai per evitare il fallimento. Berti ha, comunque, ribadito che ''ci vuole un passo avanti da parte di tutti, l'ho detto al presidente Berlusconi che e' fondamentale in questa partita''. Il presidente del Consiglio ''ha parlato di responsabilita' - ha aggiunto - e deve essere a tutto tondo, anche il ministro Sacconi lo sa. Siamo disponibili a parlare di retribuzioni e di contratto. Il problema non sono solo i piloti ma anche gli assistenti di volo, comunque il problema e' risolvibile, diversamente sarebbe una pazzia''. Berti ha infine aggiunto che si cerchera' di firmare ''nel piu' breve tempo possibile''.

BRUNETTA: DA 14 ANNI CGIL COME PARTITO POLITICO
Dal '94 ad oggi la Cgil ha assunto un ruolo di partito politico e non di sindacato. E' l'opinione del ministro per la pubblica amministrazione Renato Brunetta espressa a proposito della vertenza Alitalia e piu' in generale sull'atteggiamento assunto dal piu' grande sindacato su varie vicende tra cui la riforma della pubblica amministrazione e del nuovo modello contrattuale. Intervenendo a Radio Radicale, il ministro ha detto che la Cgil in questi anni ''ha appoggiato i governi amici osteggiando i governi avversari''. Di conseguenza, secondo Brunetta, la Cgil comportandosi come un partito non ha fatto gli interessi degli iscritti. ''Questo stato di cose - ha aggiunto - e' un'anomalia italiana, la sto vivendo anch'io nel mio settore con la Cgil con cui non riesco a parlare''. E per il ministro lo si vedra' a fine mese nel negoziato con Confindustria dove ''pare che la Cgil si sfili''. Ma un sindacato ''antagonista non e' utile al sistema di relazioni sindacali'', ha osservato.

Ansa.it

Avatar utente
diavoletto77
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 398
Iscritto il: 2 dicembre 2006, 17:29

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da diavoletto77 » 17 settembre 2008, 14:30

Da tg fin:

"14.10 - Angeletti: ci sono le condizioni per un accordo
E' ottimista sulla riuscita del tavolo di Alitalia, il segretario generale della Uil Luigi Angeletti, che ha detto: "Penso ci siano tutte le condizioni per un accordo", commentando la convocazione dei sindacati alle 15,30 con governo e Cai. Sui contratti, ha tuttavia aggiunto il leader della Uil, "abbiamo un lavoro a metà e quindi abbiamo due strade: o accontentarci di quello che c'è o rinviare tutto ciò che manca a una successiva trattativa".

13.29 - Manifestazioni dei dipendenti Atitech a Napoli
Torna a montare la tensione tra gli 800 dipendenti Atitech dello stabilimento di manutenzione pesante di Capodichino a Napoli. Secondo quanto si apprende da fonti sindacali una manifestazione di protesta potrebbe svolgersi in giornata nei pressi dell'aeroporto. ''Stiamo facendo tutti gli sforzi possibili per evitare la mobilitazione dei lavoratori e disagi per i passeggeri - spiega Antonio D'Auria della Filt Cgil - la proposta d'acquisto da parte di una societa' di investimento mette in crisi i lavoratori. Noi chiediamo garanzie certe in termini occupazionali, che passino attraverso soggetti industriali''. ''Ci giochiamo la nostra partita sul piano nazionale - racconta Giovani Aruta di Fit Cisl - In queste ore la trattativa va avanti nell'ottica di far diventare Atitech parte di Finmeccanica, Fintecnica e Cai''.

13.25 - Sabelli: ok a salari invariati, ma con più produttività
La Cai è sempre stata disponibile a mantenere i livelli salariali invariati in Alitalia in cambio di una maggiore produttività. "E' dall'inizio che lo diciamo", ha spiegato l'amministratore delegato, Rocco Sabelli, conversando con i giornalisti. "Forse qualcuno non lo aveva capito". "

E' vero quello che dice Sabelli? a questo punto l'accordo sarebbe possibile....

Maxlanz
FL 300
FL 300
Messaggi: 3469
Iscritto il: 15 giugno 2007, 12:40

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Maxlanz » 17 settembre 2008, 14:43

volare99 ha scritto: pensa che c'è gente che avrebbe lo stipendio dimezzato, se non proprio dimezzato decurtato del 20%-30%
a mio parere è un loro diritto scioperare soprattutto quando vengono toccati quei diritti acquisiti nel proprio stipendio!!!
Nel mio settore c'è stato un calo della domanda del 20-30% negli ultimi anni.
Non era un nostro diritto acquisito la quantità di domanda precedente? :lol:

Ciao
Massimo

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9747
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da tartan » 17 settembre 2008, 14:57

Maxlanz ha scritto:
volare99 ha scritto: pensa che c'è gente che avrebbe lo stipendio dimezzato, se non proprio dimezzato decurtato del 20%-30%
a mio parere è un loro diritto scioperare soprattutto quando vengono toccati quei diritti acquisiti nel proprio stipendio!!!
Nel mio settore c'è stato un calo della domanda del 20-30% negli ultimi anni.
Non era un nostro diritto acquisito la quantità di domanda precedente? :lol:

Ciao
Massimo
Quindi anche tu hai perso il 20/30% delle tue entrate o hai aumentato i prezzi?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Maxlanz
FL 300
FL 300
Messaggi: 3469
Iscritto il: 15 giugno 2007, 12:40

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Maxlanz » 17 settembre 2008, 15:01

tartan ha scritto:
Maxlanz ha scritto:
volare99 ha scritto: pensa che c'è gente che avrebbe lo stipendio dimezzato, se non proprio dimezzato decurtato del 20%-30%
a mio parere è un loro diritto scioperare soprattutto quando vengono toccati quei diritti acquisiti nel proprio stipendio!!!
Nel mio settore c'è stato un calo della domanda del 20-30% negli ultimi anni.
Non era un nostro diritto acquisito la quantità di domanda precedente? :lol:

Ciao
Massimo
Quindi anche tu hai perso il 20/30% delle tue entrate o hai aumentato i prezzi?
Magari.
E' inutile che ti dica come funzionano i prezzi nell'informatica. Si scende sempre, non si sale mai.
Per avere gli stessi introiti dovresti aumentare il lavoro e trovare nuovi clienti ma siccome il momento è difficile questo non accade facilmente quindi accettiamo i minori guadagni.

edit: i miei clienti sono aziende.

Ciao
Massimo

Avatar utente
IlFiliPlus
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 174
Iscritto il: 6 giugno 2007, 14:21
Località: Milano

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da IlFiliPlus » 17 settembre 2008, 15:12

volare99 ha scritto:
sirium2000 ha scritto:Mi chiedo dove trovano il coraggio di scioperare, ma ci tengono al posto di lavoro? o stanno combattendo la battaglia per mantenere i privilegi ? è meglio una Alitalia piccola ma che piano piano rinasce o il fallimento e tutti a casa?
Credo l'Alitalia sia la pagina piu desolante del nostro paese degli ultimi anni, tutti credono di essere nel giusto, ma la triste realtà è che tutti hanno le loro responsanbilità, politici , dipendenti, sindacati, manager, ed ora invece di fare un bagno di umiltà e salvare il salvabile si rischia di dare un'altra "bella" immagine del nostro paese .
pensa che c'è gente che avrebbe lo stipendio dimezzato, se non proprio dimezzato decurtato del 20%-30%
a mio parere è un loro diritto scioperare soprattutto quando vengono toccati quei diritti acquisiti nel proprio stipendio!!!
Certo, è loro diritto scioperare.
Considera, però, che se Alitalia fosse stata un'azienda privata, tutti i dipendenti sarebbero già stati licenziati anni fa. (Stipendio: -100%)
Ora, io capisco che vedersi dimezzato lo stipendio non è assolutamente piacevole; tuttavia, di fronte ad un'ipotesi di fallimento, questa mi sembra l'unica strada percorribile.
Meglio uno stipendio dimezzato o è preferibile non riceverlo proprio?
Come scriveva ieri Vittorio Feltri su Libero, i piloti "sono matti, non scemi" e io creda abbia ragione.

Ieri, tra l'altro, mi hanno molto irritato le parole di alcuni piloti Alitalia, i quali criticavano la posizione dei dipendenti AirOne, colpevoli, a loro dire, di non perdere il posto di lavoro.
Ora, io mi chiedo con che coraggio un dipendente Alitalia possa fare un'affermazione del genere. AirOne, checchè se ne dica, non è in crisi; non vedo, dunque, i motivi per cui Toto dovrebbe licenziare i suoi dipendenti per lasciar spazio a quelli di Alitalia.

Concludo riportando il titolo di apertura del quotidiano Libero di martedì 16 settembre:
"Basta con le trattative, prendete piloti stranieri!"
A voi i commenti.
Ciaooo.
"L'uomo è tanto meno se stesso quanto più parla in prima persona. Dategli una maschera e dirà la verità" [Oscar Wilde]

Avatar utente
IlFiliPlus
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 174
Iscritto il: 6 giugno 2007, 14:21
Località: Milano

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da IlFiliPlus » 17 settembre 2008, 15:17

P.S: ItAli come pensa di poter gestire 50 Md80 contemporaneamente?
Fino all'altro ieri giravano con i Dornier e i Fairchild.
Mah, sono molto perplesso. :?
"L'uomo è tanto meno se stesso quanto più parla in prima persona. Dategli una maschera e dirà la verità" [Oscar Wilde]

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 17 settembre 2008, 15:17

IlFiliPlus ha scritto:"Basta con le trattative, prendete piloti stranieri!"
si parla di piloti dell est, almeno secondo studio aperto e TG5. secondo me è stato detto solo per far 'smuovere' i piloti a firmare
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 17 settembre 2008, 15:19

IlFiliPlus ha scritto:P.S: ItAli come pensa di poter gestire 50 Md80 contemporaneamente?
Fino all'altro ieri giravano con i Dornier e i Fairchild.
Mah, sono molto perplesso. :?
sarà una misura provvisoria visto che hanno ordinato il Superjet 100
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Bloccato