Compagnia Aerea Italiana

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato
airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 21 settembre 2008, 21:08

caravaggio ha scritto:i piloti AirOne non credo proprio abbiano lo stesso contratto Alitalia. e mi sembra velleitario che una società come BA o AF venga in italia a fare elemosina.

ce l'hanno peggiore di quello offerto da CAI che ovviamente poi andrebbe pure a loro
non so se lo sai ma c'erano anche loro ai cortei....
caravaggio ha scritto: io volo da ancona. non vedo il problema. invece di volare su fiumicino volero su monaco e una volta che alitalia sparisce per LH si tratta di mettere un aereo piu grande dell'ATR e al posto di Alitalia magari AF ci mette un embraer che va su Lione o Parigi o simile. stanno gia tutti li con la bava alla bocca ad aspettare il crac alitalia per mangiarsi uno dei mercati piu ricchi del mondo con investimento quasi nullo.
pensa che affare se si comprano l'alitalia e lasciano a te come a tutti gli altri contribuenti(me incluso) il debito di az
eh eh così dopo aver sovvenzionato per anni az sarai pure costretto a pagarne i debiti,mentre i profitti se li godrà qualcuno al di là delle alpi

noto una forte rabbia nel tuo scrivere

paura di dover prendere il treno? :mrgreen:

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 21 settembre 2008, 21:10

caravaggio ha scritto: Cosi impari cosa significa rischiare in proprio, cosa significa non poter aver cassa integrazione ed ammortizzatori sociali invece di campare sulle spalle dei contribuenti che da anni garantiscono l'esistenza di questa azienda fallita.
un bel bagno d'umiltà vi servirebbe, non v'è dubbio. chiedere ai dipendenti Lehman al riguardo.
ah ecco perchè ti rode tanto il chiccherone

mica te lo abbiamo chiesto noi di scegliere di fare l'imprenditore e non avere tutti questi benefici che abbiamo noi,nella prossima vita scegli di fare l'impiegato statale così anche tu avrai sindacato e ammortizzatori sociali

te lo ricordo hai scelto tu di fare il libero professionista

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 21 settembre 2008, 21:11

caravaggio ha scritto:
peterfly 65 ha scritto: P.S. mi viene il dubbio che hai provato a fare il pilota ma purtroppo.........io almeno l'ho fatto e adesso vado a fare un'altra cosa
no caro mio, ho 37 anni laurea e master in america e a 34 anni mi son trovato disoccupato e con due figli da mantere. nessuno mi ha offerto 7 anni di mobilità, nessuno mi ha aiutato. e ti assicuro che trovarsi in una situazione simile non è facile. forse, prima di esultare di fronte ad un fallimento, di battere le mani e fare dichiarazioni imbarazzanti, sarebbe il caso di provare cosa significa perdere il lavoro e doversi inventare su come sbarcare il lunario. specialmente quando si ha la consapevolezza di aver campato sulle spalle dei contribuenti per anni perche Alitalia era un vergognoso carro***ne statale.
non mi fate pena, nemmeno un po. non voglio criminalizzare un'intera categoria ovviamente. mi riferisco a quelli che han partecipato a quelle vergognose sceneggiate.
Sono contento dei tuoi studi ma secondo me non puoi dire che per colpa di qualcuno che esultava sono tutti st....Sul fatto che non ti facciamo pena non è un problema uno non vive per questo. Solo una cosa mi permetto di dire , nel mio immaginario uno con il tuo curriculum me lo aspettavo piu profondo nelle vautazione e libero nei giudizi. Mi ero sbagliato

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 21 settembre 2008, 21:12

caravaggio ha scritto:
peterfly 65 ha scritto: P.S. mi viene il dubbio che hai provato a fare il pilota ma purtroppo.........io almeno l'ho fatto e adesso vado a fare un'altra cosa
no caro mio, ho 37 anni laurea e master in america e a 34 anni mi son trovato disoccupato e con due figli da mantere. nessuno mi ha offerto 7 anni di mobilità, nessuno mi ha aiutato. e ti assicuro che trovarsi in una situazione simile non è facile. forse, prima di esultare di fronte ad un fallimento, di battere le mani e fare dichiarazioni imbarazzanti, sarebbe il caso di provare cosa significa perdere il lavoro e doversi inventare su come sbarcare il lunario. specialmente quando si ha la consapevolezza di aver campato sulle spalle dei contribuenti per anni perche Alitalia era un vergognoso carro***ne statale.
non mi fate pena, nemmeno un po. non voglio criminalizzare un'intera categoria ovviamente. mi riferisco a quelli che han partecipato a quelle vergognose sceneggiate.
ah eccolo finalmente venire fuori il vero problema dell'italia
l'augurio,che tutti quelli che hanno avuto qualche disgrazia,fanno agli altri di poterne passare una simile
noi non ti faremo pena,ma tu invece si e pure tanta
mi dispiace per le disgrazie che hai avuto sul lavoro,ma non puoi pensare che siccome tu hai sofferto non avendo amortizzatori sociali,la stessa cosa debba accadere a tutti
questo vuol dire sperare che chi ha avuto la fortuna di poter avere un aiuto,lo perda per giustizia nei tuoi confronti
ma dove andremo a finre dico io,se invece di cercare di far migliorare la posizione di chi sta peggio,dando ammortizzatori anche a quellli che si trovano nella tua posizione,si cerca di levarli a quelli che ce l'hanno
Ultima modifica di airbusfamilydriver il 21 settembre 2008, 21:15, modificato 1 volta in totale.

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 21 settembre 2008, 21:14

airbusfamilydriver ha scritto:
caravaggio ha scritto:
peterfly 65 ha scritto: P.S. mi viene il dubbio che hai provato a fare il pilota ma purtroppo.........io almeno l'ho fatto e adesso vado a fare un'altra cosa
no caro mio, ho 37 anni laurea e master in america e a 34 anni mi son trovato disoccupato e con due figli da mantere. nessuno mi ha offerto 7 anni di mobilità, nessuno mi ha aiutato. e ti assicuro che trovarsi in una situazione simile non è facile. forse, prima di esultare di fronte ad un fallimento, di battere le mani e fare dichiarazioni imbarazzanti, sarebbe il caso di provare cosa significa perdere il lavoro e doversi inventare su come sbarcare il lunario. specialmente quando si ha la consapevolezza di aver campato sulle spalle dei contribuenti per anni perche Alitalia era un vergognoso carro***ne statale.
non mi fate pena, nemmeno un po. non voglio criminalizzare un'intera categoria ovviamente. mi riferisco a quelli che han partecipato a quelle vergognose sceneggiate.
ah eccolo finalmente venire fuori il vero problema dell'italia
l'augurio,che tutti quelli che hanno avuto qualche disgrazia,fanno agli altri di poterne passare una simile
noi non ti faremo pena,ma tu invece si e pure tanta
C'e un bell'articolo su repubblica.it riguardo a questo. Caro AFD ti faccio i complimenti che hai con alcune persone

Mdx4
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 231
Iscritto il: 23 gennaio 2007, 17:08
Località: Roma
Contatta:

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Mdx4 » 21 settembre 2008, 21:15

caravaggio ha scritto:
Mdx4 ha scritto: Per lo stesso motivo per cui in IRAK non avrebbero dovuto smembrare l'esercito, ci vuole tempo a ricostruirlo... e se vogliono comperarla comprensiva delle quote di mercato non possono attendere tutto quel tempo.
Seconda cosa, dovrebbero assumere gli italiani con i contratti esteri (quelli alitalia gli convengono)
i piloti AirOne non credo proprio abbiano lo stesso contratto Alitalia. e mi sembra velleitario che una società come BA o AF venga in italia a fare elemosina.
Terza cosa bisogna vedere dopo quanto e con quali modalità verrebbero venduti gli assett..
io volo da ancona. non vedo il problema. invece di volare su fiumicino volero su monaco e una volta che alitalia sparisce per LH si tratta di mettere un aereo piu grande dell'ATR e al posto di Alitalia magari AF ci mette un embraer che va su Lione o Parigi o simile. stanno gia tutti li con la bava alla bocca ad aspettare il crac alitalia per mangiarsi uno dei mercati piu ricchi del mondo con investimento quasi nullo.
Infatti non vengono a fare elemosina, i piloti di BA o AF costano PIU' di quelli alitalia, mantenerli con il loro contratto (ergo prima della liquidazione) è una convenienza; passata la liquidazione della società dovranno assumerli nel caso con il contratto della casa madre.

Probabilmente da Ancona prenderai un treno per Bologna o Pescara, una volta che non ci sarà più una base di Alitalia non ci sarà motivo per le altre di continuare di "marcare a uomo" ..

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da aeb » 21 settembre 2008, 21:17

caravaggio ha scritto: no caro mio, ho 37 anni laurea e master in america e a 34 anni mi son trovato disoccupato e con due figli da mantere. nessuno mi ha offerto 7 anni di mobilità, nessuno mi ha aiutato. e ti assicuro che trovarsi in una situazione simile non è facile. forse, prima di esultare di fronte ad un fallimento, di battere le mani e fare dichiarazioni imbarazzanti, sarebbe il caso di provare cosa significa perdere il lavoro e doversi inventare su come sbarcare il lunario. specialmente quando si ha la consapevolezza di aver campato sulle spalle dei contribuenti per anni perche Alitalia era un vergognoso carro***ne statale.
non mi fate pena, nemmeno un po. non voglio criminalizzare un'intera categoria ovviamente. mi riferisco a quelli che han partecipato a quelle vergognose sceneggiate.

Che cos'è, la legge del taglione? Attenzione caravaggio - nick impegnativo, master o no - un'affermazione quale "non mi fate pena, nemmeno un po", al di là delle mancanze nell'accentazione - o meglio, mi correggo, nell'elisione - mal si combina con "non voglio criminalizzare un'intera categoria ovviamente. mi riferisco a quelli che han partecipato a quelle vergognose sceneggiate". Dei tuoi interlocutori piloti AZ in questo forum non mi risulta ve ne fosse alcuno quel giorno a FCO.
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

caravaggio
Banned user
Banned user
Messaggi: 199
Iscritto il: 12 settembre 2008, 16:50

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da caravaggio » 21 settembre 2008, 21:26

airbusfamilydriver ha scritto:
caravaggio ha scritto:
a me viene da chiedermi perche qualcuno dovrebbe presentare un'offerta ora quando tra qualche giorno l'azienda non varrà piu nulla. sarebbe piu saggio aspettare il fallimento e comprare solo gli asset che hanno valore a quattro lire
premesso che penso che è quello che stiano facendo,il governo ne è consapevole,e spera che i sindacati firmino ora per non essere successivamente COSTRETTO dalla procedura fallimentare a vendere alitalia allo straniero con i debiti che rimangono invece sugli italiani

conviene comunque ricordare che per un azienda decotta come az air france ad aprile voleva spendere 2 miliardi e passa,ora ne spenderebbe solo un quarto,e non si troverebbe i debiti
ma più che ad AF penso a LH,insomma se CAI giudica succulento l'affare tanto da aver presentato un'offerta,perchè non potrebbe considerarlo tale anche qualcun'altro?
a quel prezzo e senza debiti....
e chi glielo fa fare a Spinetta e LH di venirsi ad impegolare coi sindacati e la politica italiana visto quello di cui son capaci? sarebbe follia. aspetteranno che si definisca la situazione con CAI e se tutto andrà male faran razzia.

Mdx4
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 231
Iscritto il: 23 gennaio 2007, 17:08
Località: Roma
Contatta:

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Mdx4 » 21 settembre 2008, 21:35

caravaggio ha scritto:
airbusfamilydriver ha scritto:
caravaggio ha scritto:
a me viene da chiedermi perche qualcuno dovrebbe presentare un'offerta ora quando tra qualche giorno l'azienda non varrà piu nulla. sarebbe piu saggio aspettare il fallimento e comprare solo gli asset che hanno valore a quattro lire
premesso che penso che è quello che stiano facendo,il governo ne è consapevole,e spera che i sindacati firmino ora per non essere successivamente COSTRETTO dalla procedura fallimentare a vendere alitalia allo straniero con i debiti che rimangono invece sugli italiani

conviene comunque ricordare che per un azienda decotta come az air france ad aprile voleva spendere 2 miliardi e passa,ora ne spenderebbe solo un quarto,e non si troverebbe i debiti
ma più che ad AF penso a LH,insomma se CAI giudica succulento l'affare tanto da aver presentato un'offerta,perchè non potrebbe considerarlo tale anche qualcun'altro?
a quel prezzo e senza debiti....
e chi glielo fa fare a Spinetta e LH di venirsi ad impegolare coi sindacati e la politica italiana visto quello di cui son capaci? sarebbe follia. aspetteranno che si definisca la situazione con CAI e se tutto andrà male faran razzia.
Tu comperesti un appartamento evitando di pagare la scarpetta di un Intermediario e di averlo tra 5 anni ?
Per quanto riguarda i sindacati se lo andrebbero a prendere portandolo con gli aerei in formazione e stai tranquillo che spinettà avrebbe parecchia moneta da spendere con questi..

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 21 settembre 2008, 22:06

caravaggio ha scritto: e chi glielo fa fare a Spinetta e LH di venirsi ad impegolare coi sindacati e la politica italiana visto quello di cui son capaci? sarebbe follia. aspetteranno che si definisca la situazione con CAI e se tutto andrà male faran razzia.
gli interessi che hanno nel mercato italiano, ecco cosa glielo fa fare..
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 21 settembre 2008, 22:07

caravaggio ha scritto:
airbusfamilydriver ha scritto:
caravaggio ha scritto:
a me viene da chiedermi perche qualcuno dovrebbe presentare un'offerta ora quando tra qualche giorno l'azienda non varrà piu nulla. sarebbe piu saggio aspettare il fallimento e comprare solo gli asset che hanno valore a quattro lire
premesso che penso che è quello che stiano facendo,il governo ne è consapevole,e spera che i sindacati firmino ora per non essere successivamente COSTRETTO dalla procedura fallimentare a vendere alitalia allo straniero con i debiti che rimangono invece sugli italiani

conviene comunque ricordare che per un azienda decotta come az air france ad aprile voleva spendere 2 miliardi e passa,ora ne spenderebbe solo un quarto,e non si troverebbe i debiti
ma più che ad AF penso a LH,insomma se CAI giudica succulento l'affare tanto da aver presentato un'offerta,perchè non potrebbe considerarlo tale anche qualcun'altro?
a quel prezzo e senza debiti....
e chi glielo fa fare a Spinetta e LH di venirsi ad impegolare coi sindacati e la politica italiana visto quello di cui son capaci? sarebbe follia. aspetteranno che si definisca la situazione con CAI e se tutto andrà male faran razzia.
gli basta rispolverare la vecchia offerta dove gli esuberi erano la metà di quelli attuali,in più si trovano i debiti pagati....

janmnastami
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 548
Iscritto il: 11 agosto 2008, 15:30

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da janmnastami » 21 settembre 2008, 22:15

Stiamo a vedere, può succedere di tutto e di più.

caravaggio
Banned user
Banned user
Messaggi: 199
Iscritto il: 12 settembre 2008, 16:50

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da caravaggio » 21 settembre 2008, 22:20

Mdx4 ha scritto: Tu comperesti un appartamento evitando di pagare la scarpetta di un Intermediario e di averlo tra 5 anni ?
Per quanto riguarda i sindacati se lo andrebbero a prendere portandolo con gli aerei in formazione e stai tranquillo che spinettà avrebbe parecchia moneta da spendere con questi..
Spinetta ha gia toccato con mano Alitalia. al punto in cui sono le cose credo nessuno farà un passo prima di sapere se la prospettiva CAI è terminata o meno. nel caso CGIL respingesse definitivamente l'offerta, chi glielo fa fare a spinetta di scendere a patti con Epifani quando tra qui a pochi giorni Alitalia porterà i libri in tribunale e la gestione degli esuberi e dei piloti non sarà piu un problema?
resto dell'idea che l'atteggiamento di alcune parti minoritarie della società a danno di tutti i dipendenti che sta portando al fallimento di Alitalia sia allucinante.

caravaggio
Banned user
Banned user
Messaggi: 199
Iscritto il: 12 settembre 2008, 16:50

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da caravaggio » 21 settembre 2008, 22:24

i_disa ha scritto:
caravaggio ha scritto: e chi glielo fa fare a Spinetta e LH di venirsi ad impegolare coi sindacati e la politica italiana visto quello di cui son capaci? sarebbe follia. aspetteranno che si definisca la situazione con CAI e se tutto andrà male faran razzia.
gli interessi che hanno nel mercato italiano, ecco cosa glielo fa fare..
ma qui non c'è da aspettare anni, i soldi in cassa sono finiti, libri in tribunale e poi alitalia sarà solo una bad company a prezzo di saldo.

Avatar utente
andwork
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 684
Iscritto il: 26 dicembre 2006, 19:14
Località: Rosà (VI)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da andwork » 21 settembre 2008, 22:27

caravaggio ha scritto:
airbusfamilydriver ha scritto:
cosa che hanno fatto i tassisti,i camionisti,e i lattai ricordate?
questo è un paragone del menga. il tassista è un piccolo imprenditore come lo è il lattaio. I piloti sono impiegati statali come lo sono quelli del catasto o la guardia di finanza. il lattaio, che in genere non guadagna 100.000 euro anno, protesta per non dover chiudere bottega, alitalia bottega avrebbe dovuto chiuderla gia anni fa,.
le logiche di ristrutturazione che portano alla revisione dei contratti di lavoro dei dipendenti alitalia non corrispondono ai motivi per cui protesta un tassista.
......
licenziamenti lo stato finisca per cedere e darvela vinta, vergognoso.
qualunque altra società privata nelle stesse condizioni avrebbe dichiarato fallimento e licenziato.
stiamo parlando di Alitalia, prima compagnia aerea italiana, società per il TRASPORTO PUBBLICO!
capisci l'importanza? non stiamo parlando del lattaio dell'angolo che se chiude, ce ne sono altri!
So benissimo che il piccolo imprenditore viene solo tassato e mai aiutato (sono artigiano, quindi parlo per esperienza diretta), ma se permetti, nè la mia attività, nè la tua, costituiscono un core-business per lo Stato italiano.
La differenza sta' tutta qua. Anche a me rode che in Alitalia ci hanno mangiato sopra tutti quanti, ma personalmente credo che se fallisce, sia ancora peggio per il paese.

Avatar utente
Barone Rosso
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 579
Iscritto il: 13 gennaio 2007, 15:03
Località: UK... per ora

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Barone Rosso » 21 settembre 2008, 22:31

Ma perchè date addosso a Caravaggio??? ha ragione... quelli che hanno esultato... ci hanno fatto fare l'ennesima figura di m***a a livello planetario.
Tutti gli altri discorsi stanno a zero. Mi state facendo passare la voglia di diventare pilota. Ho seri dubbi al riguardo e più guardo voi più diventano grandi. Penosi, ma fatevi un esame di coscienza per una volta. E dire che tutti noi che aspiriamo alla carriera sognavamo di finire a lavorare insieme a voi -.- bah
Voi intanto continuate a cercare ragionamenti logici per la quale possiate giustificare che avete contribuito a far fallire l'azienda... mentre in Israele già iniziano con i sequestri giudiziari. Lasciate senza parole.
CPL/IR MEP ATPL JAA (ed FAA)

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 21 settembre 2008, 22:35

caravaggio ha scritto:
i_disa ha scritto:
caravaggio ha scritto: e chi glielo fa fare a Spinetta e LH di venirsi ad impegolare coi sindacati e la politica italiana visto quello di cui son capaci? sarebbe follia. aspetteranno che si definisca la situazione con CAI e se tutto andrà male faran razzia.
gli interessi che hanno nel mercato italiano, ecco cosa glielo fa fare..
ma qui non c'è da aspettare anni, i soldi in cassa sono finiti, libri in tribunale e poi alitalia sarà solo una bad company a prezzo di saldo.
si saranno almeno dieci giorni che dicono domani i soldi sono finiti,cominciano a divenire poco credibili,visto che gli aerei ancora volano

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 21 settembre 2008, 22:35

caravaggio ha scritto:resto dell'idea che l'atteggiamento di alcune parti minoritarie della società a danno di tutti i dipendenti che sta portando al fallimento di Alitalia sia allucinante.
evvai con la fiera dell'ignoranza
quì dentro al forum ci sono lettori come te e gente che da dentro,come me può fornirti informazioni e risorse che sui giornali non trovi,poi sta a te volerle utilizzare come meglio credi

anpac e up da sole fino a qualche settimana fa rappresentavano circa 1500 piloti sui 2100 alitalia
oggi grazie alle scelte di alcuni sindacati confederati uil e cisl in particolare,i piloti rappresentati da anpac e up rappresentano ben 1800 piloti,contro i rimanenti 300 di uil e cisl
siamo in minoranza??

idem per gli av,anzi quì la situazione è ancora più sbilanciata infatti le sigle non firmatarie,che al momento sono avia e sdl,rappresentano il 90% della popolazione degli aa/vv
sono in minoranza?

a questo proposito è stato postato nei giorni scorsi un articolo ben fatto che da l'idea di quale sia la rappresentanza,i suoi numeri e ilf atto che si stata lasciata fuori dalla trattativa la maggioranza di due delle categorie più importanti di una compagnia aerea

infine c''è la cgil

per quanto riguarda airfrance,avendo oggi uno sconto pari al debito di alitalia cioè un miliardo e quattrocento milioni di euro,che paghreanno tutti gli italiani,non credo che si farebbero problemi,a investire 200-300 milioni di questo sconto nei contratti,giacchè gli basterebbe offrire quello che hanno offerto ad aprile e tutti firmerebbero,lo ricordo erano la metà degli esuberi di oggi,quindi non avrebbero alcun problema di tipo sindacale

infine aggiungo che anche se venissero dopo il grounding sarebbe comunque una sconfitta per berlusconi,che si troverebbe a dover spiegare ai suoi elettori che az non è italiana,è andata allo straniero,e che i debiti li paghiamo noi
come minimo se lo mangiano

caravaggio
Banned user
Banned user
Messaggi: 199
Iscritto il: 12 settembre 2008, 16:50

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da caravaggio » 21 settembre 2008, 22:36

andwork ha scritto:
caravaggio ha scritto:
airbusfamilydriver ha scritto:
cosa che hanno fatto i tassisti,i camionisti,e i lattai ricordate?

stiamo parlando di Alitalia, prima compagnia aerea italiana, società per il TRASPORTO PUBBLICO!
capisci l'importanza? non stiamo parlando del lattaio dell'angolo che se chiude, ce ne sono altri!
So benissimo che il piccolo imprenditore viene solo tassato e mai aiutato (sono artigiano, quindi parlo per esperienza diretta), ma se permetti, nè la mia attività, nè la tua, costituiscono un core-business per lo Stato italiano.
La differenza sta' tutta qua. Anche a me rode che in Alitalia ci hanno mangiato sopra tutti quanti, ma personalmente credo che se fallisce, sia ancora peggio per il paese.
ed infatti hai detto una cosa sacrosanta. il trasporto aereo italiano è un asset strategico per il paese e buttarlo alle ortiche perche una minoranza di impiegati pubblici è fuori di testa, un lusso che lo stato non puo permettersi. ed io spero vivamente che la CGIL scenda a piu miti pretese. qui si sta buttando tutto in marola per la difesa di qualche poltrona e non certo per i lavoratori.

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 21 settembre 2008, 22:38

Barone Rosso ha scritto:Ma perchè date addosso a Caravaggio??? ha ragione... quelli che hanno esultato... ci hanno fatto fare l'ennesima figura di m***a a livello planetario.
Tutti gli altri discorsi stanno a zero. Mi state facendo passare la voglia di diventare pilota. Ho seri dubbi al riguardo e più guardo voi più diventano grandi. Penosi, ma fatevi un esame di coscienza per una volta. E dire che tutti noi che aspiriamo alla carriera sognavamo di finire a lavorare insieme a voi -.- bah
Voi intanto continuate a cercare ragionamenti logici per la quale possiate giustificare che avete contribuito a far fallire l'azienda... mentre in Israele già iniziano con i sequestri giudiziari. Lasciate senza parole.
lui dice che siccome è imprenditore e lui non ha protezioni allora la stessa sorte deve toccare a noi
che è colpa nostra se lui ha scelto di fare l'ìimprenditore e non l'impiegato statale?

il nostro mestiere barone rosso si fa per passione,non per ideologie,se tu basi la tua volontà di fare il pilota o meno perchè quattro deficienti hanno esultato(a proposito sei bravo a generalizzare,siccome quelli esultano allora esultiamo tutti),invece che non sulla passione e l'attitudine,hai ben detto è meglio che lasci perdere

caravaggio
Banned user
Banned user
Messaggi: 199
Iscritto il: 12 settembre 2008, 16:50

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da caravaggio » 21 settembre 2008, 22:44

airbusfamilydriver ha scritto:
caravaggio ha scritto:resto dell'idea che l'atteggiamento di alcune parti minoritarie della società a danno di tutti i dipendenti che sta portando al fallimento di Alitalia sia allucinante.
airbusfamilydriver ha scritto:evvai con la fiera dell'ignoranza
quì dentro al forum ci sono lettori come te e gente che da dentro,come me può fornirti informazioni e risorse che sui giornali non trovi,poi sta a te volerle utilizzare come meglio credi

anpac e up da sole fino a qualche settimana fa rappresentavano circa 1500 piloti sui 2100 alitalia
oggi grazie alle scelte di alcuni sindacati confederati uil e cisl in particolare,i piloti rappresentati da anpac e up rappresentano ben 1800 piloti,contro i rimanenti 300 di uil e cisl
siamo in minoranza??
Alitalia non è solo piloti. Alitalia è fatta da molte piu persone che guadagnano molto meno dei piloti e con molti meno benefit dei piloti, che per colpa dei piloti rischiano di trovarsi senza lavoro e senza stipendio. figli di un dio minore.

airbusfamilydriver ha scritto: per quanto riguarda airfrance,avendo oggi uno sconto pari al debito di alitalia cioè un miliardo e quattrocento milioni di euro,che paghreanno tutti gli italiani,non credo che si farebbero problemi,a investire 200-300 milioni di questo sconto nei contratti,giacchè gli basterebbe offrire quello che hanno offerto ad aprile e tutti firmerebbero,lo ricordo erano la metà degli esuberi di oggi,quindi non avrebbero alcun problema di tipo sindacale
con i se non si va da nessuna parte. e non si mandano a casa migliaia di lavoratori perche forse a qualcuno interesserebbe rifare la stessa proposta.
infine aggiungo che anche se venissero dopo il grounding sarebbe comunque una sconfitta per berlusconi,che si troverebbe a dover spiegare ai suoi elettori che az non è italiana,è andata allo straniero,e che i debiti li paghiamo noi
come minimo se lo mangiano
se alitalia fallisce è sicuramente una sconfitta per il governo. ma lo sarà di piu per i sindacati e per quella sinisra che ancora favoleggia di tutelare i lavoratori.
comunque posto una lettera del sole24ore. è un'ignorante come me, quella che scrive.

Sbagliato quel rifiuto, usciamo allo scoperto
di Antonella Celletti

Caro Direttore,
sono un comandante dell'Alitalia con 19 anni di servizio ed assisto con indignazione, oltre che con preoccupazione, agli avvenimenti di questi giorni e alla rappresentazione che alcuni gruppi di potere sindacale danno delle posizioni dei lavoratori di Alitalia. Le assicuro che non c'è la compattezza della categoria dei piloti che si vuole trasmettere da parte dei vertici di queste associazioni.

Mi indigna soprattutto che un gruppo di persone che dicono di rappresentare l'intera categoria dei piloti assuma, fuori da qualunque regola di democrazia, il diritto di buttare a mare il piano presentato da Cai e, con esso, il futuro stesso dell'azienda senza il doveroso e necessario largo consenso dei lavoratori: non si è organizzato un referendum, ma neanche un'assemblea aperta a tutti per decidere quale posizione prendere di fronte a una scelta tanto grave.

Ho l'impressione che i vertici delle associazioni professionali con il loro comportamento, abbiano più a cuore la difesa ed il mantenimento delle loro posizioni di potere all'interno dell'azienda che il destino dei lavoratori.

Non so se si stanno rendendo conto della gravità della scelta che stanno facendo. Non vogliono capire che l'Alitalia sta fallendo e che questa era l'ultima possibilità.

Non hanno fatto conoscere questa realtà drammatica agli altri lavoratori, non hanno avuto alcun interesse a suscitare un dibattito serio e approfondito. Non si butta a mare un'azienda e il lavoro di migliaia di lavoratori senza sapere se ci sono delle alternative e se queste alternative sono credibili e percorribili. Confesso di essere stata molto male nei giorni scorsi, per il susseguirsi degli eventi, proprio mentre in televisione piloti e assistenti di volo gioivano per il ritiro della cordata Cai. Lo trovo un atteggiamento folle.

Credo non sia giusto assumere decisioni tanto importanti per la vita di un'azienda e dei lavoratori con metodi tanto sommari.

Spero che questa mia presa di posizione aiuti altri colleghi ad esprimere le loro posizioni, al di fuori di una rappresentazione non del tutto veritiera. Sappiamo che con l'uscita dell'azienda dal mercato tutti noi rischieremo direttamente la nostra vita professionale, la nostra licenza. Tutti quelli poi, che possiedono l'abilitazione solo su aeromobili obsoleti, come gli Md 80, avranno non poche difficoltà a riciclarsi. Non capisco come chi dovrebbe rappresentare i piloti possa ignorare queste situazioni quando assume una decisione così importante. Se lo fa, intende difendere più il proprio ruolo che non l'interesse dei lavoratori.

Avatar utente
Barone Rosso
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 579
Iscritto il: 13 gennaio 2007, 15:03
Località: UK... per ora

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Barone Rosso » 21 settembre 2008, 22:46

airbusfamilydriver ha scritto:
Barone Rosso ha scritto:Ma perchè date addosso a Caravaggio??? ha ragione... quelli che hanno esultato... ci hanno fatto fare l'ennesima figura di m***a a livello planetario.
Tutti gli altri discorsi stanno a zero. Mi state facendo passare la voglia di diventare pilota. Ho seri dubbi al riguardo e più guardo voi più diventano grandi. Penosi, ma fatevi un esame di coscienza per una volta. E dire che tutti noi che aspiriamo alla carriera sognavamo di finire a lavorare insieme a voi -.- bah
Voi intanto continuate a cercare ragionamenti logici per la quale possiate giustificare che avete contribuito a far fallire l'azienda... mentre in Israele già iniziano con i sequestri giudiziari. Lasciate senza parole.
lui dice che siccome è imprenditore e lui non ha protezioni allora la stessa sorte deve toccare a noi
che è colpa nostra se lui ha scelto di fare l'ìimprenditore e non l'impiegato statale?

il nostro mestiere barone rosso si fa per passione,non per ideologie,se tu basi la tua volontà di fare il pilota o meno perchè quattro deficienti hanno esultato(a proposito sei bravo a generalizzare,siccome quelli esultano allora esultiamo tutti),invece che non sulla passione e l'attitudine,hai ben detto è meglio che lasci perdere
Volo per passione ma conosci benissimo le spese che si fanno per diventare pilota di linea, e vista l'aria che tira ognuno fa le proprie considerazioni... Non fare quello che la sa lunga, perchè magari anche tutta la mia vita gira attorno all'Alitalia, avendo avuto tutta la famiglia che lavora in quell'azienda da circa 45 anni (nonno compreso), ne so quanto e più di te dello schifo che c'è stato lì dentro per decenni ed affermare che non sia giusto il fallimento di una compagnia che ha ammazzato il mercato e la concorrenza... beh è fuori dal tempo...

Tra l'altro io non faccio di tutta una erba un fascio, ma se tu difendi quelle persone che erano a esultare del fallimento della trattativa, significa che sei daccordo con loro
Ultima modifica di Barone Rosso il 21 settembre 2008, 22:52, modificato 1 volta in totale.
CPL/IR MEP ATPL JAA (ed FAA)

caravaggio
Banned user
Banned user
Messaggi: 199
Iscritto il: 12 settembre 2008, 16:50

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da caravaggio » 21 settembre 2008, 22:50

airbusfamilydriver ha scritto:
Barone Rosso ha scritto:Ma perchè date addosso a Caravaggio??? ha ragione... quelli che hanno esultato... ci hanno fatto fare l'ennesima figura di m***a a livello planetario.
Tutti gli altri discorsi stanno a zero. Mi state facendo passare la voglia di diventare pilota. Ho seri dubbi al riguardo e più guardo voi più diventano grandi. Penosi, ma fatevi un esame di coscienza per una volta. E dire che tutti noi che aspiriamo alla carriera sognavamo di finire a lavorare insieme a voi -.- bah
Voi intanto continuate a cercare ragionamenti logici per la quale possiate giustificare che avete contribuito a far fallire l'azienda... mentre in Israele già iniziano con i sequestri giudiziari. Lasciate senza parole.
lui dice che siccome è imprenditore e lui non ha protezioni allora la stessa sorte deve toccare a noi
che è colpa nostra se lui ha scelto di fare l'ìimprenditore e non l'impiegato statale?

il nostro mestiere barone rosso si fa per passione,non per ideologie,se tu basi la tua volontà di fare il pilota o meno perchè quattro deficienti hanno esultato(a proposito sei bravo a generalizzare,siccome quelli esultano allora esultiamo tutti),invece che non sulla passione e l'attitudine,hai ben detto è meglio che lasci perdere
io non sono affatto un imprenditore, sono un impiegato del settore privato. figlio di un dio minore, appartengo ad una categoria di lavoratori che se per caso l'azienda per la quale lavoro chiude, finisce in mezzo ad una strada.
voi mancate totalmente di rispetto nei confrotni di chi si fa il c**o da mattina a sera e vi mantiene con le tasse pagate. alitalia è una vergogna nazionale, una di quelle storie che rendono l'italia un paese da operetta nel resto del mondo. e lascia perdere la passione amico pilota che nulla c'entra con quello che certi dipendenti alitalia hanno inscenato in questi giorni. quella non è passione, è protervia, arroganza, mancanza di contatto con la realtà.

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 21 settembre 2008, 23:15

caravaggio ha scritto: Sbagliato quel rifiuto, usciamo allo scoperto
di Antonella Celletti

Caro Direttore,
sono un comandante dell'Alitalia con 19 anni di servizio ed assisto con indignazione, oltre che con preoccupazione, agli avvenimenti di questi giorni e alla rappresentazione che alcuni gruppi di potere sindacale danno delle posizioni dei lavoratori di Alitalia. Le assicuro che non c'è la compattezza della categoria dei piloti che si vuole trasmettere da parte dei vertici di queste associazioni.

Mi indigna soprattutto che un gruppo di persone che dicono di rappresentare l'intera categoria dei piloti assuma, fuori da qualunque regola di democrazia, il diritto di buttare a mare il piano presentato da Cai e, con esso, il futuro stesso dell'azienda senza il doveroso e necessario largo consenso dei lavoratori: non si è organizzato un referendum, ma neanche un'assemblea aperta a tutti per decidere quale posizione prendere di fronte a una scelta tanto grave.

Ho l'impressione che i vertici delle associazioni professionali con il loro comportamento, abbiano più a cuore la difesa ed il mantenimento delle loro posizioni di potere all'interno dell'azienda che il destino dei lavoratori.

Non so se si stanno rendendo conto della gravità della scelta che stanno facendo. Non vogliono capire che l'Alitalia sta fallendo e che questa era l'ultima possibilità.

Non hanno fatto conoscere questa realtà drammatica agli altri lavoratori, non hanno avuto alcun interesse a suscitare un dibattito serio e approfondito. Non si butta a mare un'azienda e il lavoro di migliaia di lavoratori senza sapere se ci sono delle alternative e se queste alternative sono credibili e percorribili. Confesso di essere stata molto male nei giorni scorsi, per il susseguirsi degli eventi, proprio mentre in televisione piloti e assistenti di volo gioivano per il ritiro della cordata Cai. Lo trovo un atteggiamento folle.

Credo non sia giusto assumere decisioni tanto importanti per la vita di un'azienda e dei lavoratori con metodi tanto sommari.

Spero che questa mia presa di posizione aiuti altri colleghi ad esprimere le loro posizioni, al di fuori di una rappresentazione non del tutto veritiera. Sappiamo che con l'uscita dell'azienda dal mercato tutti noi rischieremo direttamente la nostra vita professionale, la nostra licenza. Tutti quelli poi, che possiedono l'abilitazione solo su aeromobili obsoleti, come gli Md 80, avranno non poche difficoltà a riciclarsi. Non capisco come chi dovrebbe rappresentare i piloti possa ignorare queste situazioni quando assume una decisione così importante. Se lo fa, intende difendere più il proprio ruolo che non l'interesse dei lavoratori.
quella che scrive la conosco c'ho volato
dimentica di dire che lei non è un esubero
facile essere pro-cai quando non si è un esubero

lo stesso dicasi per la mia collega primo ufficiale,conosco anche lei,volano entrambe sul 320 come me

entrambe NON sono esuberi nel piano CAI,facile essere pro-cai,più difficile essere CONTRO-cai quando NON si è esuberi,vedi il sottoscritto

le colleghe dimenticano di dire che sono,il cpt non iscritta al sindacato,l'altra iscritta e attivista CISL,sindacato firmatario
ieri si sono visti 3 piloti da sacconi dichiararsi pronti alla firma,sono della UIL altra sigla firmataria
non vi dico che commenti sui nostri forum riservati,sia verso le gentil colleghe che verso quelli di ieri

la comandante stasera ha dimenticato di sottolineare che parla per se stessa,ha invece detto che lei parla per la maggioranza,e che le scelte di pochi danneggiano molti,peccato per lei che quei pochi siano il 90% dei piloti

in merito ai dip di terra figli di un dio minore,come dici te,mi risulta che la cgil ne abbia molti di iscritti e che non abbia firmato

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 21 settembre 2008, 23:17

Barone Rosso ha scritto:Tra l'altro io non faccio di tutta una erba un fascio, ma se tu difendi quelle persone che erano a esultare del fallimento della trattativa, significa che sei daccordo con loro
io non ho mai difeso gli esultanti,ma ti invito a riflettere su dove stanno veramente le colpe,visto che conosci l'ambiente da decenni
sappi che la lotta che molti stanno combattendo,la stanno facendo anche per te,così che un giorno forse fare il pilota sarà ancora un bel mestiere,e non un lavoro dove nei tuoi 8 giorni liberi al mese,ne avrai 7 in cui potrai essere chiamato a lavorare senza un minimo di vita sociale e famigliare
ti resterà un solo giorno sicuro in tutto il mese da poter dedicare a chi vuoi e a cosa vuoi
questo è quello che ci hanno offerto

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 21 settembre 2008, 23:18

caravaggio ha scritto:io non sono affatto un imprenditore, sono un impiegato del settore privato. figlio di un dio minore, appartengo ad una categoria di lavoratori che se per caso l'azienda per la quale lavoro chiude, finisce in mezzo ad una strada.
e la colpa è dei piloti?

quelli che hano esultato l'hanno fatta loro la figuraccia non certo te

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 21 settembre 2008, 23:33

airbusfamilydriver ha scritto:
caravaggio ha scritto:
i_disa ha scritto:
caravaggio ha scritto: e chi glielo fa fare a Spinetta e LH di venirsi ad impegolare coi sindacati e la politica italiana visto quello di cui son capaci? sarebbe follia. aspetteranno che si definisca la situazione con CAI e se tutto andrà male faran razzia.
gli interessi che hanno nel mercato italiano, ecco cosa glielo fa fare..
ma qui non c'è da aspettare anni, i soldi in cassa sono finiti, libri in tribunale e poi alitalia sarà solo una bad company a prezzo di saldo.
si saranno almeno dieci giorni che dicono domani i soldi sono finiti,cominciano a divenire poco credibili,visto che gli aerei ancora volano
a dire la verità stanno dicendo da un paio di settimane che i soldi stanno per finire ed i voli sono a rischio. anche lunedi scorso (15 settembre) si dovevano fermare diversi aerei. pare che tutti i voli sono stati regolari..
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

caravaggio
Banned user
Banned user
Messaggi: 199
Iscritto il: 12 settembre 2008, 16:50

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da caravaggio » 21 settembre 2008, 23:33

airbusfamilydriver ha scritto:
ah eccolo finalmente venire fuori il vero problema dell'italia
l'augurio,che tutti quelli che hanno avuto qualche disgrazia,fanno agli altri di poterne passare una simile
noi non ti faremo pena,ma tu invece si e pure tanta
mi dispiace per le disgrazie che hai avuto sul lavoro,ma non puoi pensare che siccome tu hai sofferto non avendo amortizzatori sociali,la stessa cosa debba accadere a tutti
questo vuol dire sperare che chi ha avuto la fortuna di poter avere un aiuto,lo perda per giustizia nei tuoi confronti
ma dove andremo a finre dico io,se invece di cercare di far migliorare la posizione di chi sta peggio,dando ammortizzatori anche a quellli che si trovano nella tua posizione,si cerca di levarli a quelli che ce l'hanno
tu sei fuori come un balcone nel fare un'affermazione simile. io non auguro a nessuno di perdere il lavoro (voi indirettamente lo augurate a 20.000 persone). ma poiche so cosa significa perderlo e poiche ho vissuto sulla mia pelle la disoccupazione, vedere gente che urla "meglio falliti" e sputa sul piatto dove mangia mi indegna. e come me indegna milioni di persone che non appartegono alla casta di privilegiati, ma che ogni mattina si alzano, non hanno autisti, e vanno al lavoro pregando che, con l'aria che tira, l'azienda per la quale lavorano continui a macinare utili e non perdite come Alitalia.
e sia ben chiaro, non vi invidio, non ho mai invidiato il settore pubblico italiano e chi vi lavora dentro, ché salvo rare eccezioni, cui alitalia non appartiente di certo, è un calderone di inefficienza e lassismo. e me ne sono sempre tenuto alla larga.
voi negate la realtà, lavorate per una società morta e di fronte alla realtà invece di rimboccarvi le maniche e darvi da fare, state sbraitando perche volete mantenere i diritti acquisiti. di fronte a questa totale mancanza di senso della realtà sarebbe veramente da augurarvi il fallimento e di ritrovarvi a scorrere gli annunci di lavoro e fare colloqui. ragionare come fai tu è allucinante.
quello è il mondo vero, non il vostro.

caravaggio
Banned user
Banned user
Messaggi: 199
Iscritto il: 12 settembre 2008, 16:50

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da caravaggio » 21 settembre 2008, 23:36

airbusfamilydriver ha scritto:
caravaggio ha scritto:io non sono affatto un imprenditore, sono un impiegato del settore privato. figlio di un dio minore, appartengo ad una categoria di lavoratori che se per caso l'azienda per la quale lavoro chiude, finisce in mezzo ad una strada.
e la colpa è dei piloti?
ma che domanda stupida è questa?

charlieuniform
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 49
Iscritto il: 10 febbraio 2007, 0:59

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da charlieuniform » 22 settembre 2008, 0:07

Io sto con i piloti. Sarà perché detesto la destra italiana?

Avatar utente
I-MTRV
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 69
Iscritto il: 29 settembre 2005, 1:17

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da I-MTRV » 22 settembre 2008, 0:10

ma se i piloti accettano in toto un contratto British o AirFrance o Lufthansa decurtato del 30% di retribuzione, credo che il marcio sia nella CAI...
TAF 219 tropic air virtual

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 22 settembre 2008, 0:19

I-MTRV ha scritto:ma se i piloti accettano in toto un contratto British o AirFrance o Lufthansa decurtato del 30% di retribuzione, credo che il marcio sia nella CAI...
senti questo aneddoto così capiamo meglio con chi abbiamo a che fare

luogo: palazzo chigi

domanda di berti: dott sabelli come mai af prevede 1600 piloti per 137 aeroplani e lei 1550 per 153,cioè 50 piloti in meno per 16 aeroplani in più

si alza colaninno e risponde:

air france non sa fare business

me cojoni,air france è la prima compagnia aerea al mondo,lui fa le vespe,con gli aerei non ha mai giocato,ma air france non sa fare business

meditate

Avatar utente
dirk
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1424
Iscritto il: 14 luglio 2007, 19:59
Località: DIXER 5000 ft or above

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da dirk » 22 settembre 2008, 0:23

airbusfamilydriver ha scritto:
I-MTRV ha scritto:ma se i piloti accettano in toto un contratto British o AirFrance o Lufthansa decurtato del 30% di retribuzione, credo che il marcio sia nella CAI...
senti questo aneddoto così capiamo meglio con chi abbiamo a che fare

luogo: palazzo chigi

domanda di berti: dott sabelli come mai af prevede 1600 piloti per 137 aeroplani e lei 1550 per 153,cioè 50 piloti in meno per 16 aeroplani in più

si alza colaninno e risponde:

air france non sa fare business

me cojoni,air france è la prima compagnia aerea al mondo,lui fa le vespe,con gli aerei non ha mai giocato,ma air france non sa fare business

meditate
AFD, con tutto il rispetto ma a questo non ci crederò fino a quando non mi porterai una registrazione.
Però so bene come i fatti vengano distorti di bocca in bocca quando vengono raccontati... suvvia Colaninno non sarà un angelo (anzi) ma una cosa del genere non è nel suo stile.

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da maksim » 22 settembre 2008, 0:25

airbusfamilydriver ha scritto:
I-MTRV ha scritto:ma se i piloti accettano in toto un contratto British o AirFrance o Lufthansa decurtato del 30% di retribuzione, credo che il marcio sia nella CAI...
senti questo aneddoto così capiamo meglio con chi abbiamo a che fare

luogo: palazzo chigi

domanda di berti: dott sabelli come mai af prevede 1600 piloti per 137 aeroplani e lei 1550 per 153,cioè 50 piloti in meno per 16 aeroplani in più

si alza colaninno e risponde:

air france non sa fare business

me cojoni,air france è la prima compagnia aerea al mondo,lui fa le vespe,con gli aerei non ha mai giocato,ma air france non sa fare business

meditate
Le ragioni di Berti sono condivisibili.
Però, io gli farei la domandina: "ma visto che parli di AF, perchè ad aprile hai fatto scappare Spinetta con tutte le tue controproposte ??? Adesso, parli di AF. Ce l'hai avuta l'opportunità con AF e l'hai fatta svanire..."

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 22 settembre 2008, 0:30

dirk ha scritto:
airbusfamilydriver ha scritto:
I-MTRV ha scritto:ma se i piloti accettano in toto un contratto British o AirFrance o Lufthansa decurtato del 30% di retribuzione, credo che il marcio sia nella CAI...
senti questo aneddoto così capiamo meglio con chi abbiamo a che fare

luogo: palazzo chigi

domanda di berti: dott sabelli come mai af prevede 1600 piloti per 137 aeroplani e lei 1550 per 153,cioè 50 piloti in meno per 16 aeroplani in più

si alza colaninno e risponde:

air france non sa fare business

me cojoni,air france è la prima compagnia aerea al mondo,lui fa le vespe,con gli aerei non ha mai giocato,ma air france non sa fare business

meditate
AFD, con tutto il rispetto ma a questo non ci crederò fino a quando non mi porterai una registrazione.
Però so bene come i fatti vengano distorti di bocca in bocca quando vengono raccontati... suvvia Colaninno non sarà un angelo (anzi) ma una cosa del genere non è nel suo stile.
va bene puoi non crederci me l'ha riferita direttamente chi era lì,come sai per il sindacato sono rpesenti oltre al presidente e al vice,i responsabili relazioni esterne,e proprio lui,me lo ha riferito
siccome è amico fraterno non credo che mi racconti ca**ate

intanto qualcosa si muove

AGENZIA RADICALE
Alitalia - Orgoglio e privilegi
domenica 21 settembre 2008
Nonostante la situazione dell'Alitalia sia davvero drammatica, Fiumicino si
sta trasformando nell'unico luogo di lotta e di opposizione alla faciloneria
e all'abuso messi in atto dal governo e dai suoi amici. Continuano i presidi
dei dipendenti, ma continuano anche i voli, a dispetto di tutte le più
nefaste analisi.
Il baratro.
A sentire i media, i lavoratori dell'Alitalia sarebbero sull
orlo di un precipizio a causa del ritiro dell'offerta da parte della
Compagnia Aerea Italiana, un gruppo di affaristi costituitosi per l
occasione e - come dicevamo nel precedente commento - senza nessuna
esperienza di volo a parte il famigerato Roma Linate del mattino e relativo
rientro. Eppure a sentire le grida di gioia a Fiumicino, alla notizia della
rottura e/o sospensione della trattativa, non si direbbe che i dipendenti Az
si sentissero già nel baratro. La verità è che la notizia è parsa ai
lavoratori del settore come la fine di un ricatto: siete prossimi alla
bancarotta, vi salviamo noi a patto che rinunciate al vostro "esoso"
stipendio, che lavoriate più di prima, che rinunciate a ferie e riposi.
Un film già visto. Rischiando poche migliaia di euro, la Cai (Compagnia
avvoltoi italiani, come l'hanno ribattezzata hostess e steward) era pronta
dunque a un effimero salvataggio, che sarebbe stato seguito dall'ultimo
assalto ai pochi brandelli di carne ancora attaccati all'osso. Ma stavolta
non è andata, forse perché i dipendenti Az erano memori dell'ultimo (solo in
ordine di tempo) sciacallaggio: nel 2005, sempre in nome di una crisi e
sempre con il paventato rischio di fallimento, sindacati e azienda avevano
firmato uno dei peggiori contratti della storia della compagnia di bandiera
,
secondo solo a quello precedente, che vide la fusione di Alitalia con la
propria figlia low cost, Alitalia Team. Tre anni fa il "salvatore" era
Giancarlo Cimoli che, reduce da un'esperienza non proprio gloriosa nelle
Ferrovie dello Stato (che però gli era valsa già quasi 7 milioni di euro di
liquidazione), in qualità di presidente e Ad di Alitalia poté dichiarare al
fisco 2 milioni e 700mila euro per il 2006 (cioè l'equivalente di quello che
guadagnano duecento dipendenti della compagnia)
: dopo l'ennesima crisi Az,
che il dott. Cimoli aveva tutt'altro che risolto, lo stesso fu liquidato con
altri 5 o 8 milioni (non si è mai capito). Tanto per gradire. Tanto per fare
un esempio e per dire: in Alitalia, i sacrifici dei dipendenti sono serviti
e servono a pagare stipendi e liquidazioni dei dirigenti, da sempre.
I privilegi. Fatto questo breve preambolo sulla cronaca e sul recente
passato, addiveniamo al vero, ma pretestuoso nodo dell'intera vicenda: i
benefit delle categorie di volo. L'opinione pubblica viene oggi - come da
sempre - bombardata di informazioni sui presunti privilegi delle categorie
di naviganti, di modo che le loro proteste siano mal viste e i loro rifiuti
mal tollerati. Si parla di stipendi d'oro, di grandi alberghi e di auto blu
per l'accompagno a casa. E poi ci sono i biglietti aerei gratis per tutti i
dipendenti! Posto che è impossibile immaginare che un ferroviere o un
marittimo paghino il biglietto quando viaggiano privatamente o che l'autista
dell'Atac timbri il biglietto, si consideri anche che il dipendente Az parte
soltanto quando c'è posto e spesso infatti non parte proprio, tanto che
prende altri mezzi di trasporto per le proprie vacanze. Ma c'è da sfatare
qualche altro mito.
Intanto si tenga sempre a mente che l'aeroplano non è esattamente un autobus
e che i rischi del volo non sono esattamente quelli che si corrono
impastando farina.
Detto questo, i "naviganti" del servizio aereo, sull'aereo, passano un terzo
della propria vita, mentre un altro terzo lo passano a dormire (come tutti),
ma non a casa, bensì in un albergo, dove si sveglieranno per orario o per
fuso orario a orari impossibili (un tempo c'era un'indennità per il lavoro
notturno: tranquilli, non c'è più
). Prendono servizio alle 4,30 del mattino
per fare tre quattro cinque voli al giorno (c'era un'indennità quando si
superavano le 3 tratte giornaliere: tranquilli, non c'è più neanche questa
).
Ad ogni modo la loro giornata lavorativa, il più delle volte, dura dodici
ore e se dura più del previsto non c'è straordinario (un tempo c'era, ma
oggi via pure quello!
); comunque non finisce a casa, questa giornata
lavorativa: finisce in un albergo, appunto. Che sia di tre o quattro stelle
può fare la differenza...
Forse non tutti sanno che, inoltre, i "naviganti" del servizio aereo sono
sottoposti ogni anno a un check up medico completo e da qualche tempo anche
a una visita - anch'essa annuale - per valutare gli effetti delle radiazioni
cosmiche, con relativa mappatura dei nei
(si stima che, per radiazioni
subite, una Roma-New York equivalga a una mammografia, tanto per intenderci)
nonché a vaccini e profilassi di tutti i tipi (febbre gialla, tifo, epatite
malaria), alcuni dei quali obbligatori, altri fortemente consigliati, altri
ancora inutili (l'antimalarica, per esempio, non serve a un granché, perciò
è sostituita da Autan e incrocio di dita), perché i "naviganti" vanno spesso
e... mal-volentieri in zone ad alto rischio di malattie infettive. Altri
luoghi caldi e non solo per le temperature dove i nostri sono "spediti", con
rischi annessi e connessi? Tel Aviv, Teheran, Algeri, Beirut, Lagos, Accra,
Caracas... Qualche volta si dorme direttamente in aeroplano, tanti sono quei
rischi, altre volte si finisce barricati... ma in un grande albergo. Se
vanno in posti "tranquilli", come Buenos Aires o Los Angeles - soltanto il
volo dura 13 ore - se ne stanno nel grande albergo non più di 48 ore (con 6
o 9 ore di fuso) e pronti per il ritorno!
Quando hanno la fortuna di rientrare indenni da queste vere e proprie
missioni, c'è una macchina con autista (pagata da loro stessi, con
detrazione sulla busta paga
) che li riporta a casa: quasi sempre vero.
Piloti e hostess di Milano, per esempio, non hanno questo "privilegio",
infatti più d'uno si è schiantato contro i guard rail della tangenziale
meneghina o della Milano-Laghi, mentre "cercava" di tornare a casa,
stravolto da sonno e stanchezza...

Continua. Per non tediare ulteriormente i lettori sulle sorti di questi
lavoratori dell'aria, il cui bell'aspetto non testimonia quasi mai quello
che c'è dietro (del resto sono addestrati per nascondere ai passeggeri ogni
tipo di problematica e per farli volare in serenità
), rimandiamo a una
prossima puntata di questa telenovela Alitalia in cui i cattivi sembrano
sempre loro, quelli che gli aerei li fanno volare, e i "buoni", come anche
la storia ci insegna, coloro i quali vogliono salvarli dal baratro.
MOSQUITO

Bloccato