Compagnia Aerea Italiana

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato
Argoditaca
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 88
Iscritto il: 28 novembre 2006, 10:04

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Argoditaca » 13 novembre 2008, 17:20

eddai a noi puoi dirlo...

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 13 novembre 2008, 17:22

Argoditaca ha scritto:Qualcuno ha ricevuto la lettera per l'assunzione in CAI?
io no
certo che dovrebbero cominciare a sbrigarsi siamo al 13 :mrgreen:

marcopolo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 235
Iscritto il: 28 agosto 2006, 18:34
Località: Treviso

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marcopolo » 13 novembre 2008, 17:25

peterfly 65 ha scritto:Leggo che il garante dice che l'applicazione rigida delle regole rappresenti una violazione alle regole :shock: :shock: :shock: ditemi che non è vero
Da quanto ho capito io il garante ha detto che c'è qualcosa che non va.
Perchè le norme ci sono sempre state, e andrebbero sempre interpretate alla stessa maniera.
Cioè diceva che se i piloti fossero in buona fede avrebbero sempre usato questa procedura e che quindi un illecito da qualche parte ci deve essere. Ora o prima.
Poi, non è che sia stato molto chiaro... quindi magari non ho capito niente.
Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. (Friedrich Nietzsche)

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 13 novembre 2008, 17:27

marcopolo ha scritto:
peterfly 65 ha scritto:Leggo che il garante dice che l'applicazione rigida delle regole rappresenti una violazione alle regole :shock: :shock: :shock: ditemi che non è vero
Da quanto ho capito io il garante ha detto che c'è qualcosa che non va.
Perchè le norme ci sono sempre state, e andrebbero sempre interpretate alla stessa maniera.
Cioè diceva che se i piloti fossero in buona fede avrebbero sempre usato questa procedura e che quindi un illecito da qualche parte ci deve essere. Ora o prima.
Poi, non è che sia stato molto chiaro... quindi magari non ho capito niente.
e se si parlasse di regole del contratto e non del manuale?
prima la gente partiva di riposo e ferie ora no
prima si estendeva il psv come legge prevede,ora non più essendo una facoltà e non un obbligo
prima i guai tecnici non si verificavano,ora si....
qualche prova concreta da parte del garante?

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 13 novembre 2008, 17:28

marcopolo ha scritto:
peterfly 65 ha scritto:Leggo che il garante dice che l'applicazione rigida delle regole rappresenti una violazione alle regole :shock: :shock: :shock: ditemi che non è vero
Da quanto ho capito io il garante ha detto che c'è qualcosa che non va.
Perchè le norme ci sono sempre state, e andrebbero sempre interpretate alla stessa maniera.
Cioè diceva che se i piloti fossero in buona fede avrebbero sempre usato questa procedura e che quindi un illecito da qualche parte ci deve essere. Ora o prima.
Poi, non è che sia stato molto chiaro... quindi magari non ho capito niente.
Infatti ha capito male perche non è che prima non si applicavano le regole è solo che adesso se c'è una mancanza uno non si fa piu in quattro per risolverla.

marcopolo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 235
Iscritto il: 28 agosto 2006, 18:34
Località: Treviso

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marcopolo » 13 novembre 2008, 17:33

peterfly 65 ha scritto:
marcopolo ha scritto:
peterfly 65 ha scritto:Leggo che il garante dice che l'applicazione rigida delle regole rappresenti una violazione alle regole :shock: :shock: :shock: ditemi che non è vero
Da quanto ho capito io il garante ha detto che c'è qualcosa che non va.
Perchè le norme ci sono sempre state, e andrebbero sempre interpretate alla stessa maniera.
Cioè diceva che se i piloti fossero in buona fede avrebbero sempre usato questa procedura e che quindi un illecito da qualche parte ci deve essere. Ora o prima.
Poi, non è che sia stato molto chiaro... quindi magari non ho capito niente.
Infatti ha capito male perche non è che prima non si applicavano le regole è solo che adesso se c'è una mancanza uno non si fa piu in quattro per risolverla.
Sai,in questi casi, devono pur arrampicarsi sugli specchi per trovare qualcosa.
Secondo voi, avrà qualche esito questo sciopero?
Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. (Friedrich Nietzsche)

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 13 novembre 2008, 17:35

marcopolo ha scritto:
peterfly 65 ha scritto:
marcopolo ha scritto:
peterfly 65 ha scritto:Leggo che il garante dice che l'applicazione rigida delle regole rappresenti una violazione alle regole :shock: :shock: :shock: ditemi che non è vero
Da quanto ho capito io il garante ha detto che c'è qualcosa che non va.
Perchè le norme ci sono sempre state, e andrebbero sempre interpretate alla stessa maniera.
Cioè diceva che se i piloti fossero in buona fede avrebbero sempre usato questa procedura e che quindi un illecito da qualche parte ci deve essere. Ora o prima.
Poi, non è che sia stato molto chiaro... quindi magari non ho capito niente.
Infatti ha capito male perche non è che prima non si applicavano le regole è solo che adesso se c'è una mancanza uno non si fa piu in quattro per risolverla.
Sai,in questi casi, devono pur arrampicarsi sugli specchi per trovare qualcosa.
Secondo voi, avrà qualche esito questo sciopero?
no :(

marcopolo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 235
Iscritto il: 28 agosto 2006, 18:34
Località: Treviso

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marcopolo » 13 novembre 2008, 17:36

Per l'onore insomma.
In bocca al lupo.
Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare. (Friedrich Nietzsche)

janmnastami
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 548
Iscritto il: 11 agosto 2008, 15:30

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da janmnastami » 13 novembre 2008, 17:43

MD82_Lover ha scritto: Concludo rispondendo a janmnastami ed alla sua battuta circa la frustrazione che qualcuno dovrebbe provare nella perdita del proprio lavoro, dicendo che qui scrivono persone che NON stanno perdendo il lavoro e, dalle risposte e gli interventi che fanno, sembrano essere ugualmente frustrate.
Questi che motivazione hanno?
Chiedilo a loro :) .
Non ditemi che anche voi quest'anno avete pochi soldi per fare i regalini di Natale... :)
Per fortuna no.

stoner
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 43
Iscritto il: 3 luglio 2008, 15:14

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da stoner » 13 novembre 2008, 20:38

certo che sentire certi politici pronunciare le parole legalità, rispetto delle regole fa cadere le braccia


Bandiera Nera
di Fabrizio Gatti
Parlamentari. Consulenti. Più mogli, figli e amici. La lobby di Alleanza nazionale per controllare l'Enac. E la partita Alitalia

Un giro di soldi usciti dalle casse di Alitalia. E finiti alla famiglia di un ex parlamentare di Alleanza nazionale. È una delle partite occulte intorno al futuro della compagnia di bandiera. La stanno giocando un onorevole in pensione, sua moglie, un commerciante di abbigliamento, una società con la sede a pochi passi dal Parlamento e l'Enac, la massima autorità che regola il trasporto aereo. A modo loro, formano la pattuglia aeronautica del governo: un comitato di uomini delle istituzioni e consulenti targato An, che si è fatto largo grazie all'ombrello del presidente della Camera, Gianfranco Fini e del ministro dei Trasporti, Altero Matteoli. Ultima missione: sponsorizzare il passaggio verso la Cai di Roberto Colaninno e salvare la faccia a Silvio Berlusconi, nonché il destino di AirOne, la società di Carlo Toto. Il risultato lo si è visto nelle ultime settimane quando l'Enac ha tentato di impedire che i gestori degli aeroporti chiedessero il pignoramento degli aerei Alitalia.

L'uomo chiave della lunga mano del partito di Fini è un ex calciatore della Lazio che in questi tempi sta cercando di accreditarsi tra i consiglieri personali di Roberto Colaninno. Si chiama Luigi Martini e anche se ha appena 59 anni, può contare su due pensioni: una da ex parlamentare e una da ex comandante Alitalia. Martini indossa la maglia biancoceleste quando nel 1974 la Lazio vince lo scudetto. Proprio in quegli anni manifesta le sue simpatie avvicinandosi al Movimento sociale italiano. E nel partito della destra nazionale incontra Gianfranco Fini.

Da comandante Alitalia, Luigi Martini viene eletto due volte in Parlamento. E come massimo esperto di An nel settore va a sedersi fino al 2006 nella commissione Trasporti della Camera. È qui che mette a segno il gol politico più importante. Nel 2003 il governo deve rinnovare i vertici di Enac. A Silvio Berlusconi va bene come presidente Vito Riggio, un professore siciliano ex democristiano, consulente del ministro alle Infrastrutture, Pietro Lunardi. E come direttore generale, carica ben più importante di quella di presidente, Berlusconi e Lunardi vogliono Carlo Damiani, uno dei più attivi progettisti di aeroporti. I giochi sembrano fatti. Invece no: lo scontro nel governo dura tre mesi. E soltanto in luglio il ministro Lunardi annuncia le nomine. Il presidente è Vito Riggio. Ma il direttore generale di Enac, incarico affidato per decreto dal presidente del Consiglio, è uno sconosciuto ai più: Silvano Manera, ex pilota militare ed ex iscritto alla Cgil, fino a quei giorni quality manager di Alitalia dove per anni è stato responsabile della sicurezza. È il nome imposto da Fini, allora vicepresidente del Consiglio. Manera, 62 anni, diventa così il direttore generale che oggi sta gestendo sul filo del codice civile la questione Alitalia: dal minacciato ritiro della licenza alla compagnia alla lettera contro i pignoramenti.


Perché Fini ha imposto proprio lui? Nella compagnia di bandiera raccontano che Luigi Martini volesse un suo uomo. Manera era già stato apprezzato nel centrodestra. Da manager Alitalia aveva studiato l'apertura del collegamento Roma-Albenga voluto dallo staff del ministro ligure Claudio Scajola. Anche se Albenga è un aeroporto pericoloso quando è coperto dalle nuvole. Ma c'è un altro credito che Martini può incassare in quei giorni: l'assunzione in Alitalia di un copilota nel 2002, l'unico preso durante il blocco delle assunzioni. È il figlio di Altero Matteoli, allora ministro all'Ambiente.

Martini e Matteoli si conoscono da tempo. Sono toscani. E a Orbetello, dove l'attuale ministro dei Trasporti è sindaco, la famiglia Martini ha una casa. Un'altra spiegazione però può essere trovata in via del Leoncino 16, a Roma, a pochi passi dal Parlamento. In un elegante palazzo sopra Ciampini, la gelateria degli onorevoli, ci sono gli uffici di una consulente coinvolta in uno scandalo nello scandalo Alitalia. È la moglie di Martini, Cristina Casadio, 57 anni. Nel 2004 si scopre che il disastrato bilancio della compagnia versa soldi alla moglie dell'onorevole, responsabile Trasporti di Alleanza nazionale. Un contratto per attività non meglio precisate di "monitoraggio parlamentare". E la notizia finisce sui giornali. Quello che ancora nessuno immagina è chi sia il socio di Cristina Casadio: un commerciante romano di abbigliamento che non ha nessuna esperienza con il mondo aeronautico, se non l'amicizia fin dall'infanzia con l'uomo più potente del settore, Silvano Manera, direttore generale di Enac. Vito Latrofa, questo il nome del commerciante, 64 anni, entra in società con la moglie dell'onorevole Martini il primo ottobre 2003. Lo stesso giorno in cui Manera assume l'incarico di direttore generale. E secondo gli atti di un processo davanti al Tribunale civile di Roma, non sarebbe una coincidenza.

Nella causa, avviata su questioni private, si sostiene che Vito Latrofa sia il prestanome del direttore generale di Enac. E per accertarlo è stato chiesto l'intervento della Guardia di finanza. Gli interessati smentiscono. Ma se fosse così, Alitalia avrebbe versato soldi a una consulente che è moglie del responsabile di An ai Trasporti. Ed è in affari con il direttore generale voluto da Alleanza nazionale al vertice di Enac: l'uomo che con una sua firma può condizionare le trattative per la rinascita o la fine di Alitalia.
(14 novembre 2008)

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 13 novembre 2008, 21:55

ALITALIA: SINDACATI A MARTONE, NON E' SCIOPERO BIANCO
(ANSA) - ROMA, 13 NOV - Ritardi e cancellazioni dei voli Alitalia non sono la conseguenza di uno sciopero bianco ma solo l'effetto di ''un clima di forte disagio'' dei dipendenti. E' la posizione che le cinque sigle sindacali del fronte del 'no' hanno sostenuto con il presidente della commissione di Garanzia sul diritto di sciopero, che ha chiesto di interrompere quello che ha definito ''uno sciopero pignolo''. Una richiesta che i sindacati giudicano ''legittima ma impropria perche' non c'e' alcuna forma di sciopero'' nel comportamento degli equipaggi che ormai da giorni stanno applicando alla lettera le regole del manuale operativo. La posizione dei sindacati e' stata sintetizzata, al termine dell'incontro con Martone, dal rappresentante dell'Sdl Paolo Maras. Quanto alle ipotesi sulle possibili forme di intervento della Commissione, che e' al momento riunita per decidere eventuali misure, ''se si pensa di collegare a questa situazione una precettazione in vista dello sciopero regolare del 25 novembre - dice Maras - sarebbe certamente una forzatura straordinaria''. Quanto invece ai 14 giorni di sciopero programmato ''non c'e' alcun problema di regole perche' solo la prima data e' stata ufficialmente proclamata'', e gli altri giorni di sciopero previsti saranno di volta in volta indetti secondo i tempi e le regole. I sindacati sottolineano che c'e' ''un forte problema di clima'': Maras indica che anche alla commissione di Garanzia e' stato spiegato che ''c'e' un accordo raggiunto a Palazzo Chigi e poi disatteso, e ci sono migliaia di esuberi, persone che sanno che molti posti di lavoro verranno cancellati e che vanno a lavorare facendo esattamente quello che devono fare. Non e' uno sciopero bianco. E non e' giusto valutare questa situazione di forte disagio dei lavoratori solo dal punto di vista dell'ordine pubblico o dell'applicazione delle regole sul diritto di sciopero''. (ANSA).

ALITALIA: SACCONI, MAGISTRATURA VALUTI SCIOPERO BIANCO
(ANSA) - ROMA, 13 NOV - ''Il problema a questo punto e' di ordine pubblico''. Cosi' il ministro del Welfare Maurizio Sacconi commenta la vicenda Alitalia, sottolineando che lo sciopero bianco merita di essere ''considerato con attenzione dalla magistratura''. ''Il problema a questo punto e' di ordine pubblico, perche' a mio avviso ci sono comportamenti manifestamente illegali che determinano interruzione di pubblico servizio o in certa misura mettono a repentaglio le regolarita' di questo servizio'', ha detto Sacconi a margine del convegno ''Gli immigrati nel mercato del lavoro italiano'', organizzato dal Cnel. ''Lo stesso sciopero bianco - ha proseguito Sacconi - secondo me deve essere considerato con attenzione dalla magistratura perche' la legge non deve essere mai rispettata formalisticamente''. ''Quando nei fatti una somma di comportamenti, addirittura concentrati, determina una irregolarita' complessiva del servizio - ha aggiunto - e' evidente che si e' in presenza di atti che meritano una valutazione anche dal punto di vista legale''. (ANSA).
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

stoner
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 43
Iscritto il: 3 luglio 2008, 15:14

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da stoner » 13 novembre 2008, 22:18

in CAI mancava un personaggio come questo....

ALITALIA:CAI, CON SABELLI ANCHE MARTINI EX PILOTA E CALCIATORE
(AGI) - Roma, 13 nov. - Gigi Martini, ex comandante pilota dell’Alitalia, sara’ nella squadra di Rocco Sabelli, amministratore delegato della Cai. Martini collaborera’ con la nuova societa’ come consulente portando la sua esperienza: e’ stato infatti per venticinque anni pilota in Alitalia e dal 1988 comandante. Martini, ex calciatore, vinse nel ruolo di difensore lo scudetto del ‘74 con la Lazio ed e’ stato anche parlamentare proprio nel settore dei trasporti. (AGI)

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 13 novembre 2008, 22:20

siamo a 17 o 18? ho perso il conto!
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
FLY AZ
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 74
Iscritto il: 30 dicembre 2007, 21:14
Località: Roma

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da FLY AZ » 13 novembre 2008, 22:46

Anno Zero (rai 3)

DI PIETRO SHOW, e finalmente ha zittito il gornalaio di turno! :lol:

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 13 novembre 2008, 22:49

ha parlato benissimo Tonino! peccato che quelli che sostengono il cavaliere e cai non l hanno sentito, oppure fanno orecchie da mercante. tra due giorni si ripresenteranno con la solita storia dei sindacati che hanno bocciato Air France-KLM
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

janmnastami
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 548
Iscritto il: 11 agosto 2008, 15:30

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da janmnastami » 13 novembre 2008, 22:52

stoner ha scritto:in CAI mancava un personaggio come questo....

ALITALIA:CAI, CON SABELLI ANCHE MARTINI EX PILOTA E CALCIATORE
(AGI) - Roma, 13 nov. - Gigi Martini, ex comandante pilota dell’Alitalia, sara’ nella squadra di Rocco Sabelli, amministratore delegato della Cai. Martini collaborera’ con la nuova societa’ come consulente portando la sua esperienza: e’ stato infatti per venticinque anni pilota in Alitalia e dal 1988 comandante. Martini, ex calciatore, vinse nel ruolo di difensore lo scudetto del ‘74 con la Lazio ed e’ stato anche parlamentare proprio nel settore dei trasporti. (AGI)
è quello di AN?

janmnastami
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 548
Iscritto il: 11 agosto 2008, 15:30

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da janmnastami » 13 novembre 2008, 22:53

ANPAC e UP erano a favore di AF-KLM?

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 13 novembre 2008, 22:55

uh..nuovo record: neanche un'ora!
perchè a settembre lo erano? dopo quante ore hanno firmato?
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
albert
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5842
Iscritto il: 9 ottobre 2007, 2:16
Località: Liguria

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da albert » 13 novembre 2008, 22:58

janmnastami ha scritto:
stoner ha scritto:in CAI mancava un personaggio come questo....

ALITALIA:CAI, CON SABELLI ANCHE MARTINI EX PILOTA E CALCIATORE
(AGI) - Roma, 13 nov. - Gigi Martini, ex comandante pilota dell’Alitalia, sara’ nella squadra di Rocco Sabelli, amministratore delegato della Cai. Martini collaborera’ con la nuova societa’ come consulente portando la sua esperienza: e’ stato infatti per venticinque anni pilota in Alitalia e dal 1988 comandante. Martini, ex calciatore, vinse nel ruolo di difensore lo scudetto del ‘74 con la Lazio ed e’ stato anche parlamentare proprio nel settore dei trasporti. (AGI)
è quello di AN?
Si, è lui.
Alberto
MD80 Fan

«Ogni domanda alla quale si possa dare una risposta ragionevole è lecita.» Konrad Lorenz
«Un sogno scaturito da un grande desiderio: la grande voglia di volare e scoprire altri orizzonti verso i quali andare, con la voglia di nuovo. Per me questa è l'avventura.» Angelo D'Arrigo
«Non prendete la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirete vivi.» Robert Oppenheimer

janmnastami
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 548
Iscritto il: 11 agosto 2008, 15:30

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da janmnastami » 13 novembre 2008, 23:00

i_disa ha scritto:uh..nuovo record: neanche un'ora!
perchè a settembre lo erano? dopo quante ore hanno firmato?
non si risponde a una domanda con un'altra domanda :)

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 13 novembre 2008, 23:11

ti ho risposto facendo un'altra domanda: a settembre, ANPAC ed UP erano d'accordo al piano presentato da cai? dopo quante ore hanno firmato? non mi pare che lo fossero in un primo momento, ma visto ch enon c era uan seconda spiaggia hanno trattato. a marzo c era uan seconda spiaggia: quelal che prometteva il cavaliere!
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

janmnastami
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 548
Iscritto il: 11 agosto 2008, 15:30

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da janmnastami » 13 novembre 2008, 23:14

i_disa ha scritto:ti ho risposto facendo un'altra domanda: a settembre, ANPAC ed UP erano d'accordo al piano presentato da cai? dopo quante ore hanno firmato? non mi pare che lo fossero in un primo momento, ma visto ch enon c era uan seconda spiaggia hanno trattato. a marzo c era uan seconda spiaggia: quelal che prometteva il cavaliere!
e hanno creduto alle promesse di berlusconi? se fosse così, vuol dire proprio essere fessi

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 13 novembre 2008, 23:18

janmnastami ha scritto:e hanno creduto alle promesse di berlusconi? se fosse così, vuol dire proprio essere fessi
è questo il problema: ha fregato a tutti, anche ai suoi elettori!
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da maksim » 13 novembre 2008, 23:34

janmnastami ha scritto:
VESCARALLY ha scritto: Sono d'accordo con te, formalmente le passività non saranno a carico dello stato.
Ma lo stato chi è? Sono i cittadini italiani.
Alla fine dell'operazione:
1) i creditori di AZ, in larga parte aziende italiane, perderanno gran parte dei loro crediti;
2) gli obligazionisti AZ, in larga parte istituti di credito italiani che hanno rivenduto le obbligazioni a clienti, perderanno quanto prestato ad AZ;
3a)il capitale sociale di AZ sarà azzerato, quindi TUTTI i cittadini italiani, che sono proprietari del 49% di AZ attraverso la quota detenuta dal tesoro, non saranno più proprietari della compagnia di bandiera del loro Paese. Più semplicemente l'Italia non avrà più una compagnia di bandiera.
3b) per lo stesso motivo tutti gli azionisti "privati", tra cui molti dipendenti o ex dipendenti AZ che hanno ricevuto azioni anziché denaro in varie fasi del loro rapporto di lavoro con AZ, resteranno con un pugno di mosche in mano.
4) la CIGS degli esuberi AZ, e presto di quelli Airone, la pagheranno tutti i lavoratori italiani giacché la Federazione Russa si è resa indisponibile a provvedervi nonostante Medvedev abbia ricevuto da SB il nome del suo ciabattino di fiducia ed in regalo un paio di tacchi esclusivi.
Fin qui siamo d'accordo, se intendi che peserà sui fornitori, creditori e dipendenti ok, ma dire che i cittadini pagheranno di tasca loro tutti i debiti di AZ è una caz...ta colossale.
Abbiamo letto bene ?
"janmnstami" scive: "...dire che i cittadini pagheranno di tasca loro TUTTI i debiti AZ è una caz...ta colossale".
Dire che pagheranno TUTTI i debiti (lui dice) lo E' ...
...quindi vuol dire che non lo è dire: "i cittadini pagheranno PARTE DEI debiti AZ".
Quindi prendete penna e carta ed annotate quanto segue:
"l' operazione Fenice ha un costo sui cittadini italiani".
"janmnstami" ha dovuto precisare "TUTTI" perchè non può negare che l'operazione non gravi sulle tasche degli italiani (ANCHE sulle tasche degli italiani. Qui preciso io).
Si faccia avanti chi può smentire e, salvo contraria indicazione, tutti noi cittadini ricordiamocelo bene:
AZ non fu salvata (tanto è vero che è fallita) ed il suo fallimento fu pagato ANCHE dagli italiani :!:
Ricordimoci anche che qualcuno, prima di promuovere questa sciagurata operazione fenice, disse: "L' offerta AF è irricevibile. Bisogna difendere l'italianità di AZ".
RICORDIAMOCELO.
(Costui non fu, comunque, l'unico responsabile in quanto anche i sindacati fecero la loro parte).

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 13 novembre 2008, 23:46

ALITALIA, TAJANI: ANCHE UE PUO' SANZIONARE SCIOPERANTI
da avvenire.it
Gli scioperi selvaggi di una parte del personale Alitalia fatti in questi giorni possono essere sanzionati anche dall'Unione europea, oltre che ovviamente dalle autorità italiane nel caso si ravvisino comportamenti illegali da parte degli scioperanti. Lo afferma il commissario Ue ai Trasporti, Antonio Tajani, intervenendo a 'Panorama del giornò su Canale 5. "L'Unione europea - dice Tajani - ha il dovere di tutelare i diritti dei passeggeri, che devono essere informati di quello che accade". L'Unione europea, sottolinea il commissario, "ha normative che garantiscono i passeggeri può intervenire con delle sanzioni". Addirittura, aggiunge, se dei viaggiatori in questi giorni di scioperi sono stati danneggiati "si facciano vivi con la Commissione".
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
FLY AZ
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 74
Iscritto il: 30 dicembre 2007, 21:14
Località: Roma

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da FLY AZ » 14 novembre 2008, 0:54

i_disa ha scritto:ALITALIA, TAJANI: ANCHE UE PUO' SANZIONARE SCIOPERANTI
da avvenire.it
Gli scioperi selvaggi di una parte del personale Alitalia fatti in questi giorni possono essere sanzionati anche dall'Unione europea, oltre che ovviamente dalle autorità italiane nel caso si ravvisino comportamenti illegali da parte degli scioperanti. Lo afferma il commissario Ue ai Trasporti, Antonio Tajani, intervenendo a 'Panorama del giornò su Canale 5. "L'Unione europea - dice Tajani - ha il dovere di tutelare i diritti dei passeggeri, che devono essere informati di quello che accade". L'Unione europea, sottolinea il commissario, "ha normative che garantiscono i passeggeri può intervenire con delle sanzioni". Addirittura, aggiunge, se dei viaggiatori in questi giorni di scioperi sono stati danneggiati "si facciano vivi con la Commissione".
E ti pareva che il commissario di fiducia poteva non dargli manforte....

Tutta sta storia sta sfiorando il ridicolo sembra un tutti contro Alitalia...io ci vedo molte rivincite personali, non so nei confronti di chi ma è quello che mi gironzola in mente. Altrimenti non riesco a trovare una spiegazione logica al perchè di tanto accanimento in questa vicenda...fin'ora apparte il Tonino, non ho sentito un solo commento a favore di chi tra 15 giorni si ritoverà a casa senza lavoro oppure con un nuovo padrone. Io non lavoro in AZ ma avendo molti amici in AZ trovo assurdo che, quando con un certo imbarazzo gli chiedo cosa ne sarà di loro, questi debbano rispondermi ... Mah ! ancora non sappiamo niente!

Senza parole!

Avatar utente
Max-Liea
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 779
Iscritto il: 2 agosto 2005, 18:47
Località: itaGlia

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Max-Liea » 14 novembre 2008, 8:03

In pratica il modello CAI fà altre vittime...

Immagine
..efficienza itaGliana...per una presa di terra aeromobile?..regio decreto...

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 14 novembre 2008, 8:59

Max-Liea ha scritto:In pratica il modello CAI fà altre vittime...
chissà quante altre ce ne saranno visto che il contratto CAI sarà applicato a tutte le compagnie italiane!
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
ricky777
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 65
Iscritto il: 19 giugno 2008, 16:25

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da ricky777 » 14 novembre 2008, 10:40

Ciao!!! Sono troppo curioso di vedere come sarà la carta intestata di CAI... il primo che riceve la lettera di proposta di assunzione riesce a SCANNARLA e metterla qui? senza dati personali, ovvio... giusto per vedere che scrivono! bazzico il loro sito da giorni, nella speranza di vedere un logo or somethin' like that... ma niente!
Piloti, aavv, tecnici o donne delle pulizie che siate! grazie!!!
Se accettarsi significa usare l'accetta contro se stessi, allora hanno ragione a ditri che dovresti farlo...

zittozitto

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da zittozitto » 14 novembre 2008, 11:45

eccola :
Allegati
carta intestata.doc
(48.5 KiB) Scaricato 137 volte

richtofen
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 2
Iscritto il: 13 novembre 2008, 10:50

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da richtofen » 14 novembre 2008, 12:04

maksim ha scritto: Abbiamo letto bene ?
"janmnstami" scive: "...dire che i cittadini pagheranno di tasca loro TUTTI i debiti AZ è una caz...ta colossale".
Dire che pagheranno TUTTI i debiti (lui dice) lo E' ...
...quindi vuol dire che non lo è dire: "i cittadini pagheranno PARTE DEI debiti AZ".
Quindi prendete penna e carta ed annotate quanto segue:
"l' operazione Fenice ha un costo sui cittadini italiani".
janmnastani ha ragione. tu confondi le cose. un conto sono i debiti della compagnia un conto sono i costi sociali. i primi non vengono pagati dai cittadini ed è stato esaurientemente spiegato il perche. chiaramente la cassa integrazione è un onere a carico del contribuente che si verifica qualora una società in difficoltà debba ridurre la forza lavoro. Alitalia non è la sola azienda a beneficiare di tale trattamento.
maksim ha scritto: "janmnstami" ha dovuto precisare "TUTTI" perchè non può negare che l'operazione non gravi sulle tasche degli italiani (ANCHE sulle tasche degli italiani. Qui preciso io).
janmnastani non afferma affatto quanto da te riportato. J. afferma che i debiti non li pagano i contribuenti. contribuenti, debitori, creditori, obbligazionisti, impiegati etc etc non sono assimilabili e raggruppabili nella stessa categoria.
maksim ha scritto: Si faccia avanti chi può smentire e, salvo contraria indicazione, tutti noi cittadini ricordiamocelo bene:
AZ non fu salvata (tanto è vero che è fallita) ed il suo fallimento fu pagato ANCHE dagli italiani :!:
Ricordimoci anche che qualcuno, prima di promuovere questa sciagurata operazione fenice, disse: "L' offerta AF è irricevibile. Bisogna difendere l'italianità di AZ".
RICORDIAMOCELO.
(Costui non fu, comunque, l'unico responsabile in quanto anche i sindacati fecero la loro parte).
l'operazione AF sarebbe stata, come quella CAI, pagata dai contribuenti. l'italianità non c'entra nulla col discorso che stai tentando di fare.

stoner
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 43
Iscritto il: 3 luglio 2008, 15:14

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da stoner » 14 novembre 2008, 12:22

Ieri mattina su un aereo diretto a Catania ma proveniente da Lamezia (in ritardo), il Comandante ha richiesto la sostituzione dei ruotini anteriori.
Mentre l'assistenza provvedeva all'operazione, una volante della polizia si avvicinava all'aereo apostrofando il il personale "ma proprio adesso dovevate sostituire le ruote?non può partire lo stesso?l'aereo è in ritardo".
Non soddisfatti caricavano sulla macchina il comandante per condurlo a a rendere una "dichiarazione" sulle ragioni della manutenzione. Il ritardo si è ingigantito ovviamente.



bene questo è il sunto di una parte di un'articolo di oggi sul Manifesto riguardante la situazione Alitalia.
si è arrivati al punto che la Polizia deve vigilare se una operazione di manutenzione sia necessaria oppure no.
bel paese l'Italia.

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 14 novembre 2008, 12:42

stoner ha scritto:Ieri mattina su un aereo diretto a Catania ma proveniente da Lamezia (in ritardo), il Comandante ha richiesto la sostituzione dei ruotini anteriori.
Mentre l'assistenza provvedeva all'operazione, una volante della polizia si avvicinava all'aereo apostrofando il il personale "ma proprio adesso dovevate sostituire le ruote?non può partire lo stesso?l'aereo è in ritardo".
Non soddisfatti caricavano sulla macchina il comandante per condurlo a a rendere una "dichiarazione" sulle ragioni della manutenzione. Il ritardo si è ingigantito ovviamente.



bene questo è il sunto di una parte di un'articolo di oggi sul Manifesto riguardante la situazione Alitalia.
si è arrivati al punto che la Polizia deve vigilare se una operazione di manutenzione sia necessaria oppure no.
bel paese l'Italia.
Non vedo qual'è il problema questo è il nostro paese.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9294
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 14 novembre 2008, 12:49

richtofen ha scritto: janmnastani ha ragione. tu confondi le cose. un conto sono i debiti della compagnia un conto sono i costi sociali. i primi non vengono pagati dai cittadini ed è stato esaurientemente spiegato il perche. chiaramente la cassa integrazione è un onere a carico del contribuente che si verifica qualora una società in difficoltà debba ridurre la forza lavoro. Alitalia non è la sola azienda a beneficiare di tale trattamento.
Ciao richtofen,chi sei?
Non vedo il tuo post di presentazione nell'area apposita.
Non è salutare entrare senza presentarsi, magari poi vieni scambiato
per qualche pittore maledetto... :mrgreen:

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 14 novembre 2008, 12:51

Tajani: «Prestito ponte da restituire allo Stato»
da ilsole24ore.com

Sì all'offerta della Cai per rilevare Alitalia ma il prestito ponte va restituito perché è un aiuto di Stato

Questo non significa che i 300 milioni saranno pagati dai contribuenti. Il sì dell'Europa al salvataggio della compagnia è condizionato al fatto che i beni aziendali siano ceduti al prezzo di mercato» spiega a Il Tempo, il commissario Ue ai Trasporti Antonio Tajani che aggiunge che «Bruxelles su questo punto ha chiesto la vigilanza di un organo terzo e indipendente»

Il rischio che a pagare siano sempre i soliti contribuenti c'è.

«Tutti gli asset di Alitalia devono essere venduti a prezzo di mercato. È questa la migliore garanzia perché tutti i creditori ottengano quanto loro dovuto. Le offerte al commissario non sono mancate».

Ora esce che Alitalia la volevano tutti.

«Sono arrivate 60 offerte per acquistare Alitalia. Tra loro operatori nazionali e internazionali che hanno chiesto beni di tutte le società del gruppo. Tra queste ovviamente la proposta della Cai era la più completa. Ma l'interesse che si è creato dimostra che tutto quello che sarà venduto porterà un introito sufficiente a garantire un adeguato rimborso ai creditori».

Bisogna vedere cosa resta da vendere?

«All'Unione Europea interessa che sia rispettata la massima trasparenza nelle procedure. Per questo abbiamo chiesto che oltre ai referenti nazionali sia nominato un garante esterno che vigili sul rispetto dei paletti che abbiamo messo. È una figura che si chiama Monitoring trustee e dovrà verificare che sia rispettato il principio di cedere beni realizzando il massimo ricavo. Lo stesso dovrà entro due settimane esaminare l'offerta Cai e trasmettere un rapporto esaustivo».

Ma chi sarà?

«Una figura di alto profilo ed esperta del settore. Il governo dovrà inviarci una rosa di nomi all'interno della quale sceglierlo. E la Commissione dovrà dare un parere positivo».

Alla fine la nuova Alitalia decolla oppure no?

«Sono convinto che si tratti di un'operazione che rafforza il mercato europeo. Mentre tutta l'economia è in crisi nel trasporto aereo arriva una folta rappresentanza di imprenditori privati. Significa che in prospettiva c'è il sole dopo la tempesta economica. Ci sono le condizioni per un rilancio del settoere. E la Ue sta contribuendo anche con il progetto «Cielo Unico»

Cosa prevede?

Si riformano tutte le rotte aeree nei cieli europei e ogni volo nel medio raggio sarà accorciato di 100- 150 chilometri. Così si riducono i costi e il tempo per gli spostamenti dei cittadini.

Passiamo alla Cai. Ora ha via libera Ue ma non quelli dei piloti che hanno chiesto di vendere Alitalia senza gli slot

«Una richiesta che non è stata accettata. Gli asset Alitalia non possono essere venduti senza gli slot che sono connaturati alla compagnia. La discontinuità c'è in ogni caso. C'è una nuova compagnia, una nuova struttura che farà nuovi contratti di lavoro e assumerà 12.600 lavoratori. Dopo anni di assistenzialismo ora c'è una vera privatizzazione».

E gli scioperi?

«I diritti dei passeggeri vanno rispettati con tutte le norme che garantiscono orari, info e rimborsi. La Ue vigila sulla loro applicazione».

C'è stata cooperazione in questo dossier da parte del Governo italiano?

«L'Italia ha agito con buono spirito di cooperazione. Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta ha dimostrato grande rispetto per le istituzioni europee».
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Bloccato