Compagnia Aerea Italiana

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato
Avatar utente
Flory
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 394
Iscritto il: 22 febbraio 2008, 18:13

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Flory » 15 settembre 2008, 10:20

Flyfree ha scritto:
Annalisa ha scritto:
Flyfree ha scritto:
Annalisa ha scritto:Credo che se dobbiamo dare la colpa a qualcuno va data a chi fino a ieri ha mangiato anche le budella della compagnia.
Ma se c'è qualcuno così bravo a recuperarla.... si faccia avanti.!!!
Suvvia, Silvio (in periodo elettorale) diceva che avrebbe salvato Alitalia, ma evidentemente raccontava l'ennesima barzelletta.
C’è da scusarci se non l’abbiamo capita?

ot: a proposito, dove avrà messo la spazzatura di Napoli?
.......non lo so dove l'ha messi Berlusconi i rifiuti, secondo te dove li doveva mettere,anzi.....tu dove li avresti messi, a casa tua?
si, qualche migliaia di tonnellate l'ha messa (a gratis) anche sotto casa mia,
ora la "nostra" la porto in casa tua?
Grande, Sal...Si leggessero un pò di più i giornali, si eviterebbe di toppare così maldestramente... :lol:

Avatar utente
1stAirbus
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 24 dicembre 2007, 10:31
Località: Liguria

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da 1stAirbus » 15 settembre 2008, 10:27

air.surfer ha scritto:
Lucky Luke ha scritto: Adesso il Berlusca è visto come il salvatore della patria, ma non dimentichiamoci che c'era anche lui al governo negli anni bui di Alitalia.
Stanotte i confederali, come era prevedibile, hanno firmato.
Ecco, questa è una grandissima ca**ata da parte di alcuni dei confederali (da altri me lo aspettavo...)
Di fatto, questo evento sancisce la fine delle associazioni professionali che, immagino, in futuro avranno vita breve.Nel caso fosse sfuggito a qualcuno, questo era il vero intento del governo e della CAI, e non il costo del lavoro sul quale un accordo di massima già esisteva.
Questa manovra, esclusivamente politica, si chiama "Contratto Unico" che ricordo comprende terra, cabina e condotta. Siamo i primi ad averlo in Europa. Chi andra a discutere dei prossimi rinnovi contrattuali sarà una RSU unica. Facile immaginare a chi è stato regalato il comparto del trasporto aereo.

Berlusconi, dopo essersi accordato con i confederali-comunisti, scaricato sulla collettività i debiti e regalato ai suoi amici la compagnia, probabilmente passera' come salvatore della patria schiacciando cosi' le AAPP da sempre di destra (meno me ovviamente che non l'ho votato).
I Confederali nei piloti contano circa 350 iscritti.
Ora, questi iscritti potrebbero aumentare o diminuire in ragione del fatto che i confederali potrebbero far mantenere un posto di lavoro oppure fartelo togliere.
Questo lo vedremo nelle prossime ore.
E questo, invece, significa che anche i piccoli guardano la propria convenienza :twisted: poi si lamentano se i grandi guardano la propria convenienza. Per quello che le cose vanno sempre meglio. :(
CAI, ad oggi, dichiara di aver bisogno di 1550 piloti per decollare, il che significa che ne deve trovare 1200.
Ricostituire settori interi con staff, controllori, istruttori, line trainer e comandanti. Tutto questo significa selezioni, elastico delle mutande molto largo (i piloti mi capiranno) e soprattutto.. tempo.
Indirettamente invece, e credo questo interessi meno ai piu', significa la distruzione di uno standard severo, sinonimo di sicurezza, che dura da 60 anni e che è sempre stato il fiore all'occhiello dell' Alitalia.

Per quanto riguarda il governo, invece, dovra' gestire lo scontro che inevitabilmente si profila all'orizzonte.
Da una parte, il fatto che molti abbiano assecondato questo folle piano è un bene, così ci sbattono la faccia contro sto muro di cemento armato; si possono rendere conto di quanto la superficialità e l'avventatezza delle proprie riflessioni (politiche) abbiano portato direttamente verso il tracollo (non abbiamo ancora visto niente!). Dall'altra c'è l'amarezza (umana) di chi vive determinate situazioni, ma, del resto, si impara solo attraverso il dolore.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 15 settembre 2008, 10:29

bicino ha scritto: nn so....so solo quello che sento per radio e sul net.....x questo ti chiedo......
I confederati, nel comparto piloti, sono una minoranza. E sono gli unici che hanno firmato.
La loro firma significa 1000 esuberi su 2000 e l'accettazione di un contratto capestro che lega la retribuzione all'effettivo volato riducendo la parte fissa ad una minima parte.
I loro iscritti non si rendono conto di cosa significa questo e spero che in queste ore migrino verso altre associazioni.
Un contratto del genere significa, oltre a quello che ho già spiegato, che se il pilota vola guadagna il 50% in meno della media retribuzione europea. Se non vola, prende lo stipendio minimo che credo, si aggiri intorno ai mille euro.
Questo ha un significato ben preciso perchè un pilota non vola per vari motivi
1) non gli va di lavorare (e vabbè fin qui, niente di male. Non lavori, non guadagni)
2) Malattia
3) Fermo IML
4) Ferie
5) Passaggio macchina (2 mesi)
6) Phase Out della macchina
o molto piu' semplicemente, perchè l'azienda ti vuole fuori dai cognlioni e ti mette a zero ore (mobbing)
Questo hanno firmato i piloti confederali.

Certo, l'intento CAI, puo' essere quello di far fallire l'azienda riaprendo domani e chiamando adpersonam prendendo fiorfiore di professionisti per il collo, come nella piu' becera delle nazioni sovietiche, ma io non credo che possano farlo.I segnali in tal senso sono tanti.
Giovedi dissero che se non si giungeva ad un accordo scattava la mobilità.
Venerdi tutto regolare.
Sabato dissero che lunedi non c'era carburante e sarebbe stato il trionfo della CIG.
Oggi tutto regolare.

Pressione indegna sulla categoria o certezza di un piano alternativo?
Credo che, come a poker, i piloti andranno a vedere il punto.
Io non mollo.

PS In AirFrance i piloti possono dire la loro anche quando si tratta di acquistare aerei perchè c'è un organismo che è tenuto in grande considerazione dall'azienda. Hanno capito che prenderli per il collo alla lunga non paga.

Avatar utente
raoul80
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1272
Iscritto il: 17 maggio 2006, 12:27
Località: Milano - Bari

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da raoul80 » 15 settembre 2008, 10:37

ALITALIA: ACCORDO QUADRO SU PIANO CON CONFEDERALI, NO DEGLI AUTONOMI

Roma, 15 set. - (Adnkronos) - Ore convulse e cruciali per la vertenza Alitalia. Dopo una maratona cominciata ieri mattina presso la sede del ministero del Lavoro, il Governo, la Cai e i sindacati confederali di Cgil, Cisl e Uil e Ugl, sono approdati alla ''condivisione'' di un 'accordo quadro' che prevederebbe tra l'altro una riduzione degli esuberi di 1000 unita' (i dipendenti della nuova Alitalia salirebbero da 11.500 a 12.500). Ancora tutta aperta la partita relativa alla definizione dei nuovi contratti di lavoro e questa mattina alle ore 11 si ripartira' proprio da questo nodo. I sindacati sono stati riconvocati, infatti, in tarda mattinata al ministero del Lavoro. Ma, nonostante quello che questa notte e' stato definito dai leader confederali un ''passo avanti'' la tensione rimane altissima sul fronte dei sindacati autonomi Anpac, Up, Sdl, Anpav e Avia esclusi dal tavolo negoziale. Queste sigle dovrebbero essere convocate in giornata al ministero del Lavoro. Intanto, secondo quanto sarebbe emerso nel corso della non stop notturna, la dead line per un accordo sui contratti sarebbe stata spostata al 30 settembre prossimo.


http://iltempo.ilsole24ore.com/adnkrono ... htbCI7fQ==

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 15 settembre 2008, 10:55

Notizia dell'ultim'ora.
Moltissimi piloti confederali stanno migrando in queste ore verso le Associazioni Professionali ANPAC e UP.

Avatar utente
aurum
MD80 Captain
MD80 Captain
Messaggi: 1704
Iscritto il: 2 settembre 2005, 12:13
Località: Veio

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da aurum » 15 settembre 2008, 11:01

air.surfer ha scritto:Notizia dell'ultim'ora.
Moltissimi piloti confederali stanno migrando in queste ore verso le Associazioni Professionali ANPAC e UP.
Il governo,certo di una reazione dura da parte degli autonomi, pensa di garantire i voli nazionali con i piloti AP e quelli AZ iscritti ai confederali.
Vedremo...
Gubernator superfluus

Immagine Immagine

zittozitto

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da zittozitto » 15 settembre 2008, 11:01

air.surfer ha scritto:Notizia dell'ultim'ora.
Moltissimi piloti confederali stanno migrando in queste ore verso le Associazioni Professionali ANPAC e UP.
oltre all'occhio di vetro, c'hai pure la "palla" di vetro. :wink:

Avatar utente
raoul80
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1272
Iscritto il: 17 maggio 2006, 12:27
Località: Milano - Bari

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da raoul80 » 15 settembre 2008, 11:07

Alitalia, la salvezza è più vicina

È notte fonda quando arriva il primo tassello del possibile salvataggio di Aitalia. Finora l'unico che consente di affermare che la trattativa per salvare Alitalia ha fatto un piccolo passo avanti. Cgil, Cisl, Uil e Ugl hanno condiviso l'accordo quadro per la nuova Alitalia.


Un protocollo che contiene il piano industriale senza un riferimento immediato ai contratti. Il ministro del Welfare Maurizio Sacconi ha spiegato sul punto che l'intesa tra governo, Cai e le quattro sigle sindacali sul documento di valutazione del piano industriale rappresenta «una solida base di partenza per il futuro della compagnia di bandiera».

Ottimista anche il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, e che a proposito del sì all'accordo ha spiegato trattarsi di un «primo importante passo per salvare l'azienda». Stessa dichiarazione da parte di Luigi Angeletti numero uno della Uil. Spazzata, o meglio posticipata per ora, la discussione su uno dei nodi su cui la vertenza si è arenata, e cioè il contratto unico, per tutto il personale ora la palla passa ai sindacati dei piloti. Gli irremovibili, che hanno minacciato di far chiudere la saracinesca all'azienda senza garanzie su orari, salari, esuberi e voli, nella notte hanno avuto sul tavolo la bozza da approvare o da rinviare al mittente.


Nella strategia per uscire dall'impasse, dunque, l'accordo quadro rappresenta un modo per cercare di sondare il terreno su cui si sono arroccati i piloti. E prendere tempo. Insomma un primo passo per evitare di dichiarare il fallimento della trattativa al quale è legato quello del vettore è stato fatto. In attesa, ad oliare il delicato equilibrio, è intervenuto il ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli: «È utile aggiornare confronto in tempi brevi perché sindacati chiedono tempo per ulteriore riflessione». Un segnale che la minaccia di avviare la mobilità e la cassa integrazione possono anche aspettare.


Il tempo stringe e per chiudere di questo passo ci vorrebbe qualche mese. Così Sacconi ha anche precisato non c'è «nessun rischio per i voli Alitalia domani (oggi N.d.R.) avvertendo però che «si lotta contro il tempo».
Il ministro ha aggiunto che che il commissario straordinario di Alitalia, Augusto Fantozzi, ha detto che i tempi operativi di Alitalia sono brevi e non che ci sono problemi già da domani (oggi ndr). Acqua sul fuoco insomma e distensione.

Questa la parola d'ordine che è uscita dalle trattative della notte scorsa. Obiettivo: mediare e portare sul terreno del compromesso i piloti. Il tempo non è scaduto. Il confronto con i sindacati di Alitalia sul piano di salvataggio della compagnia proseguirà domani per individuare i modi per definire il nuovo contratto aziendale - ha spiegato Sacconi-. Si cercherà una condivisione quanto più ampia tra tutte le organizzazioni dei lavoratori di Alitalia».
L'accordo quadro, si legge in una nota del ministero del Welfare, contiene «le linee guida del piano industriale, il perimetro operativo della nuova Alitalia, la stabilità dell'assetto azionario; i livelli occupazionali della nuova società e gli impegni per la continuità di cargo e manutenzione pesante; le forme di tutela del reddito dei lavoratori in esubero e il programma di ricollocamento e riqualificazione di questi stessi lavoratori».
Risolto il giallo sulla richiesta della Cai, la cordata degli imprenditori sulla richiesta di una proroga del tempo per chiudere la trattativa. Fonti Cai hanno precisato che «non è stata avanzata e non sarà avanzata alcuna richiesta di tempo per formulare nuove proposte».

http://iltempo.ilsole24ore.com/2008/09/ ... cina.shtml

Avatar utente
air4you
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 novembre 2006, 21:00

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air4you » 15 settembre 2008, 11:15

Vi hanno messo di fronte al fatto compiuto e adesso se salta tutto è colpa vostra. Spalle al muro. Hanno il coltello dalla parte del manico. E' un dica di si. Beh in bocca al lupo
I sindacati che hanno firmato si sono messi al sicuro e salvata la facciona.. il governo ne esce forte ... il premier... quel grande statista che è il nostro premier con questa trattativa andata a buon fine rinfaccerà alla sinistra il suo BUON GOVERNO. Il ministro Tremonti non si dovrà dimettere, la cordata ha ottenuto quello che voleva e finalmente avremo una nuova compagnia di bandiera ( :shock: )
Si salvi chi può........
A voi che non avete firmato la scelta di accettare la gestione CAI (parafrasando Cose All' Italiana)....
l'unica cosa che mi dispiace è che se la cosa andrà in porto gli UTENTI (che sono quelli che danno i soldi alle aziende) non avranno possibilità di scelta o volare CAI o andare in treno (belli quelli) o prendere l'auto (passando 3/4 del proprio tempo in coda) .... W il libero Mercato


ALITALIA: SACCONI, AUTONOMIA LIMITATA, ACCETTARE SUBITO PIANO CAI

(ASCA) - Roma, 15 set - ''La compagnia e' in grado di operare ma per quanto ancora nessuno lo sa. L'autonomia finanziaria e' limitata e nessuno puo' soccorrerla e quindi inesorabilmente fallira' se non si scegliera' la gestione Cai''. Lo ha detto il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, ai microfoni di Rai 1 parlando del piano di salvataggio di Alitalia.

''Questa - ha aggiunto Sacconi - e' l'unica proposta e a questa bisogna dare risposte. Si tratta di imprenditori che rischiano soldi propri, ma non possiamo imporgli un altro piano industriale''.

ed ancora

ALITALIA: SACCONI, IMPOSSIBILE CHE CAI CAMBI PIANO

(ASCA) - Roma, 15 set - Il piano della Cai per il salvataggio di Alitalia non puo' essere cambiato. A dirlo e' il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, che ai microfoni di Radio 1 spiega: ''Nessuno si illuda di imporre a Cai un nuovo progetto industriale altrimenti il rischio e' che si ritirino''.

Sacconi punta il dito contro i sindacati dei piloti, i quali hanno sempre mostrato ''un aprioristico rifiuto'' al piano. ''D'altra parte - ha concluso - chi presenta un'offerta con un consistente impegno finanziario non accetta di modificarlo. Soprattutto quando c'e' la percezione che lo si chieda per qualche assunzione in piu'''.

ed ancora

ALITALIA: SACCONI, SALVATAGGIO NON PUO' DIPENDERE DA CONSENSO UNANIME

(ASCA) - Roma, 15 set - Il salvataggio di Alitalia ''richiede il consenso piu' ampio possibile'' da parte di tutte le sigle sindacali. ''Ma non si puo' pensare che questo consenso debba essere unanime''. Lo ha detto il ministro del Lavoro, Maurizio sacconi, ai microfoni di Radio 1 parlando della delicata trattativa per il salvataggio dell'ex compagnia di bandiera, che vede sedute al tavolo 9 sigle sindacali.
Ultima modifica di air4you il 15 settembre 2008, 11:20, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
raoul80
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1272
Iscritto il: 17 maggio 2006, 12:27
Località: Milano - Bari

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da raoul80 » 15 settembre 2008, 11:19

ALITALIA: UILT, DA ACCORDO QUADRO MENO ESUBERI RISPETTO PIANO-AIR FRANCE

ASCA) - 15 set - La Uil Trasporti plaude all'accordo quadro trovato nella notte tra governo, Cai (la nuova societa' disposta a rilevare la compagnia aerea) e i sindacati Cgil, Cisl, Uil, Ugl. ''Non c'e' stato un accordo formale sottoscritto ma l'accordo quadro raggiunto ha definito una condivisione del piano industriale'', ha detto a Radio 24 Giuseppe Caronia, segretario generale della Uil Trasporti.

Per il sindacalista ''ci sono prospettive di sviluppo estremamente interessanti e per questo riteniamo l'intesa un accordo quadro valido, che prevedera' meno esuberi di quanti previsti dal piano Air France''.

Quanto ai dettagli dell'intesa raggiunta il rappresentante della Uilt ha spiegato che si e' giunti ad un aumento delle assunzioni dalla parte della Cai, che dovrebbe passare dagli 11.500 di partenza ai 12.500, di cui 1.550 piloti, 3.300 assistenti di volo e 7.650 fra operai, impiegati, quadri e dirigenti. Riguardo ai contratti un altro risultato raggiunto e' l'apertura ''sull'invarianza degli stipendi per i lavoratori di terra'', anche se resta il nodo del personale di volo, piloti e assistenti, su cui la nuova azienda ''parte una posizione che prevede il taglio del 20-25% dei salari''.

Delusione invece dalle sigle escluse dalla trattaviva condotta in nottata. Per Paolo Maras, segretario Sdl (sindacato che conta circa 2.000 dipendenti Alitalia), quella del ministro Sacconi ''e' stata una decisione politica incomprensibile''. Dal piano industriale dipende il futuro dei lavoratori, per questo la decisione di tenere fuori alcune sigle dalla trattativa ''e' incomprensibile e forse punta a dividere il fronte sindacale''. L'accordo quadro raggiunto resta quindi per la Sdl ''destituito di fondamento''.

Critiche al piano per salvare la compagnia di bandiera arrivano anche dal viceministro del Lavoro del governo ombra del Pd, Cesare Damiano, secondo cui ''si vuole costruire una piccola compagnia domestica voluta da Berlusconi. Al cittadino si lasciano debiti e esuberi e alle aziende si lascia la colpa''.

''Si e' fatto un passo in avanti perche' noi dobbiamo partire dal piano industriale da cui dipende poi quello occupazionale. Bisogna fare dei passi indietro sui privilegi che ci sono e fare assunzione di responsabilita''', ha replicato Maurizio Lupi, vice presidente Pdl della Camera dei deputati e responsabile infrastrutture del partito.

http://www.asca.it/moddettnews.php?idne ... R%20FRANCE

Avatar utente
air4you
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 novembre 2006, 21:00

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air4you » 15 settembre 2008, 11:27

ALITALIA: SACCONI, SE NON SI SCEGLIE PIANO CAI FALLIMENTO INEVITABILE

(ASCA) - Roma, 15 set - ''Nessuno sa per quanto tempo ancora l'Alitalia sia in grado di operare. L'autonomia finanziaria e' limitata e nessuno puo' soccorrerla. Quindi, inesorabilmente, Alitalia fallira' se non si scegliera' la gestione Cai''. Lo ha detto a Radio 1 il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, sottolineando che quella per il salvataggio dell'ex compagnia di bandiera ''e' una lotta contro il tempo''.

370
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 132
Iscritto il: 16 febbraio 2008, 8:31

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da 370 » 15 settembre 2008, 11:29

La soap va avanti!

è meglio di Beautiful!

Forse solo il grounding la potrà fermare...ma tarda ad arrivare!

Quindi...boh...aspettiamo ancora!

La cassa in che condizioni è???
Chi sa qualcosa di approfondito al riguardo...parli! Anzi scriva! 8)

Avatar utente
raoul80
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1272
Iscritto il: 17 maggio 2006, 12:27
Località: Milano - Bari

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da raoul80 » 15 settembre 2008, 11:33

ALITALIA: DA LUNEDI' PROCEDURE CIGS PER PERSONALE 34 AEREI GIA' A TERRA

Lunedi' prossimo il commissario straordinario di Alitalia, Augusto Fantozzi, attivera' le procedure di cassa integrazione per il personale di volo dei 34 aerei gia' messi a terra. Ad annunciarlo ai sindacati, riferiscono fonti presenti all'incontro ai sindacati e' stato lo stesso Fantozzi nel corso dell'incontro alla Magliana. Le 34 macchine erano state messe a terra con l'attuazione del piano varato dall'ex presidente della compagnia Maurizio Prato.

http://iltempo.ilsole24ore.com/adnkrono ... htbCI7fQ==

Avatar utente
air4you
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 novembre 2006, 21:00

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air4you » 15 settembre 2008, 11:37

raoul80 ha scritto:ALITALIA: DA LUNEDI' PROCEDURE CIGS PER PERSONALE 34 AEREI GIA' A TERRA

Lunedi' prossimo il commissario straordinario di Alitalia, Augusto Fantozzi, attivera' le procedure di cassa integrazione per il personale di volo dei 34 aerei gia' messi a terra. Ad annunciarlo ai sindacati, riferiscono fonti presenti all'incontro ai sindacati e' stato lo stesso Fantozzi nel corso dell'incontro alla Magliana. Le 34 macchine erano state messe a terra con l'attuazione del piano varato dall'ex presidente della compagnia Maurizio Prato.

http://iltempo.ilsole24ore.com/adnkrono ... htbCI7fQ==

Riporti una notizia della settimana scorsa.... Infatti il lunedì sarebbe OGGI

Avatar utente
raoul80
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1272
Iscritto il: 17 maggio 2006, 12:27
Località: Milano - Bari

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da raoul80 » 15 settembre 2008, 11:42

L'ho riportata perchè oggi è il giorno quindi come riportato dall'articolo iniziano a smantellare...
Quello che stranno facendo in poche parole è che stanno semplicemente cercando di lasciare il cerino in mano ai piloti!!!!!!!!

Avatar utente
raoul80
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1272
Iscritto il: 17 maggio 2006, 12:27
Località: Milano - Bari

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da raoul80 » 15 settembre 2008, 11:51

Come detto precedentemente ecco la dimostrazione a chi vogliono lasciare il cerino..

http://rassegna.camera.it/chiosco_new/p ... icle=J8AFJ

Avatar utente
air4you
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 novembre 2006, 21:00

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air4you » 15 settembre 2008, 12:09

La voce eloquente del voltagabbana
Ecco che cosa vogliono... la vittoria sui vinti

ALITALIA: CAPEZZONE, ACCORDO POSSIBILE GRAZIE A GOVERNO


(AGI) - Roma, 15 set. - "Su Alitalia, e' venuto il momento di percorrere l'ultimo miglio: l'accordo e' infatti possibile, grazie all'occasione unica creata dal governo. I sindacati di categoria sappiano che su di loro grava una enorme responsabilita': il Paese li guarda e li giudichera' in base al loro comportamento". Lo afferma in una nota Daniele Capezzone, portavoce di Forza Italia.

Avatar utente
raoul80
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1272
Iscritto il: 17 maggio 2006, 12:27
Località: Milano - Bari

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da raoul80 » 15 settembre 2008, 12:13

Sacconi: "Cai disposta a mantenere salario precedente"
"Stesso salario precedente ma con un aumento di ore di lavoro". Sarebbe questa, secondo il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, la proposta a cui vorrebbe puntare la Cai, la Compagnia aerea italiana intenzionata a rilevare alitalia, per raggiungere un accordo con piloti e assistenti di volo. Quindi, spiega ancora Sacconi a 'Panorama del giorno', l'obiettivo della cordata guidata da Colaninno è "la ricerca non della riduzione del salario ma di una maggiore produttività".

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 15 settembre 2008, 12:14

air4you ha scritto:La voce eloquente del voltagabbana
Ecco che cosa vogliono... la vittoria sui vinti

ALITALIA: CAPEZZONE, ACCORDO POSSIBILE GRAZIE A GOVERNO


(AGI) - Roma, 15 set. - "Su Alitalia, e' venuto il momento di percorrere l'ultimo miglio: l'accordo e' infatti possibile, grazie all'occasione unica creata dal governo. I sindacati di categoria sappiano che su di loro grava una enorme responsabilita': il Paese li guarda e li giudichera' in base al loro comportamento". Lo afferma in una nota Daniele Capezzone, portavoce di Forza Italia.
Ma perche il buon Signore non prende in cielo queste persone :D :D

zittozitto

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da zittozitto » 15 settembre 2008, 12:17

peterfly 65 ha scritto:
air4you ha scritto:La voce eloquente del voltagabbana
Ecco che cosa vogliono... la vittoria sui vinti

ALITALIA: CAPEZZONE, ACCORDO POSSIBILE GRAZIE A GOVERNO


(AGI) - Roma, 15 set. - "Su Alitalia, e' venuto il momento di percorrere l'ultimo miglio: l'accordo e' infatti possibile, grazie all'occasione unica creata dal governo. I sindacati di categoria sappiano che su di loro grava una enorme responsabilita': il Paese li guarda e li giudichera' in base al loro comportamento". Lo afferma in una nota Daniele Capezzone, portavoce di Forza Italia.
Ma perche il buon Signore non prende in cielo queste persone :D :D
urca !!! un po troppo direi ... comunque è vero, se ne vanno via sempre i migliori. :wink:

Avatar utente
raoul80
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1272
Iscritto il: 17 maggio 2006, 12:27
Località: Milano - Bari

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da raoul80 » 15 settembre 2008, 12:18

Ragazzi ecco una copia dell'accordo quadro:

ACCORDO

QUADRO





In data 14 settembre 2008, il Governo, rappresentato dal

sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta e dai

ministri Altero Matteoli e Maurizio Sacconi, la società CAI e le OO.SS.

del Gruppo Alitalia sottoindicate, riuniti presso il Ministero del

Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, alla presenza dell’

Amministratore Straordinario di Alitalia, con lo scopo di favorire il

buon esito della trattativa tra CAI e la procedura commissariale,



premesso che



- le caratteristiche dell’economia italiana

evidenziano

l’imprescindibile necessità di una compagnia di bandiera

prioritariamente orientata a soddisfare e promuovere, con servizi di

qualità, la mobilità interna ed internazionale, con particolare

attenzione ai flussi turistici e alle relazioni commerciali e

industriali;



- l’attuale situazione di crisi delle Società del

Gruppo

Alitalia, in considerazione anche dell’aggravarsi del contesto

economico globale e dell’incertezza relativa all’andamento dei prezzi

del petrolio, ha reso inevitabile l’avvio di una procedura di

Amministrazione Straordinaria;



- CAI -Compagnia Aerea Italiana-

è una società costituita con

l'obiettivo di esercitare l'attività di

vettore aereo, partecipata da numerosi azionisti rappresentanti diverse

realtà imprenditoriali italiane, incluse società quotate in borsa,

fondi di Private Equity ed altre;



- per raggiungere tale

obiettivo, in data 1° Settembre 2008 CAI

ha presentato ad Alitalia in

Amministrazione Straordinaria un’offerta di acquisto di cespiti

materiali e immateriali appartenenti alle società del gruppo Alitalia,

sulla base di modalità e procedure definite dal DL 134/08, destinati a

combinarsi con altri cespiti aziendali nella realizzazione del proprio

progetto;



- CAI intende, infatti, dare vita ad una nuova

Compagnia aerea

di profilo internazionale, con caratteristiche ed

obiettivi di competitività e sostenibilità attraverso la realizzazione

di un piano industriale fortemente orientato al mercato, con una

posizione di leadership domestica, un network completo nel breve e

medio lungo raggio, una flotta moderna ed efficiente e un nuovo modello

operativo;



- più in dettaglio, il piano industriale 2009-2013

di CAI prevede:



o il presidio del mercato di breve-medio raggio

basato sulla

leadership del mercato domestico, la creazione di nuove

basi territoriali, un ruolo di operatore di riferimento per i

principali aeroporti italiani ed un livello di eccellenza in termini

operativi e di costo;



o un posizionamento chiaro e sostenibile nel

lungo raggio,

focalizzato sui propri flussi naturali di traffico e

sulle sinergie di mercato e di network conseguibili attraverso una

partnership europea, capitalizzando il valore del mercato italiano e la

forte discontinuità che la nuova compagnia rappresenta;



o il

completo rinnovo della flotta con il progressivo superamento

delle

tecnologie più mature, l’acquisizione di 60 nuovi aeromobili nell’arco

del piano, con una forte omogeneità di tecnologie ed, in particolare,

una adeguata flotta per il traffico di lungo raggio;



o un assetto

organizzativo tipico di una azienda integrata - incluse

le attività

manutentive e di handling - e con una struttura centrale di indirizzo

strategico, dotata di funzioni gestionali complete, basata in Italia;



o obiettivi di business consistenti e realistici (consolidamento

delle attuali quote di mercato, volumi crescenti di traffico, crescita

costante dei ricavi con particolare riferimento al segmento

intercontinentale);



o una capitalizzazione iniziale di almeno 1

Mld. €;



o il conseguimento del pareggio operativo in poco più di 2

anni.



- il suddetto piano potrà peraltro essere integrato, nella fase

di implementazione operativa, secondo le seguenti direttrici:



o

ulteriore rafforzamento del network domestico e internazionale a

presidio delle quote di mercato, nei confronti in particolare dei

competitor low cost;



o sviluppo di ulteriori rotte

intercontinentali sulla base del

miglioramento della capacità di

marketing e vendita, di qualità del servizio e della conseguente

maggiore penetrazione nei mercati di riferimento;



o espansioni del

network nell’ambito del miglioramento dell’attuale

congiuntura

economica e di un positivo andamento nei prezzi del petrolio;



o

ulteriore consolidamento e rafforzamento della flotta regional a

supporto delle attività di “federaggio” e traffico regionale.



- il

piano prevede la concentrazione delle attività della nuova società sul

trasporto passeggeri, includendo le attività di volo, di terra, di

manutenzione di linea e leggera, quelle di ground handling nonché le

strutture centrali di servizio (amministrativo, informatico, ecc.). Per

le attività full cargo e di manutenzione pesante societarizzate è

prevista una partecipazione minoritaria di CAI ;



- sulla base

di tale piano industriale, i soci di CAI si

impegnano a conservare le

proprie partecipazioni nella società per un periodo di 5 anni e, nel

caso di quotazione in Borsa comunque non prevedibile prima di 3 anni,

si impegnano altresì a mantenere la maggioranza assoluta (>51%) del

capitale ad azionisti italiani. Essi dichiarano altresì la volontà di

individuare, quale elemento qualificante del progetto, un partner

industriale internazionale, prevedendo anche la possibilità che questo

partecipi al capitale della società con una quota di minoranza e in

ogni caso non superiore a quella massima riservata agli attuali soci;



convengono quanto segue



(i) CAI, ai fini della

realizzazione del piano industriale

sopra descritto, organizzerà in una

nuova società secondo forme organizzative originali i cespiti aziendali

materiali e immateriali acquisiti da società in amministrazione

straordinaria e dalla società Air One con l’assunzione di 12.500

connesse risorse umane (1.550 piloti; 3.300 assistenti di volo; 7.650

operai, impiegati, quadri e dirigenti), secondo modalità per cui non

trovi applicazione l’art.

2112 c.c.;



(ii) CAI procederà a

selezionare le risorse umane in

coerenza con le esigenze del nuovo

progetto industriale e dei nuovi assetti organizzativi nonché con i

criteri definiti da un’intesa tra le parti entro il 30 settembre 2008.

Ciò premesso, le parti convengono che CAI potrà non procedere alla

assunzione di coloro che matureranno i requisiti di accesso alle

prestazioni previdenziali nell’arco di tempo -sommato al periodo di

preavviso- di fruizione degli strumenti di integrazione del reddito che

potranno essere attivati prima e dopo la risoluzione del rapporto di

lavoro nelle rispettive amministrazioni straordinarie. Per questi

lavoratori verrà attivata la cassa integrazione guadagni straordinaria;



(iii) tenuto conto della particolare gravità della

situazione

di Alitalia e del già ridotto volume di attività produttiva,

il Commissario e le OO.SS. convengono che, preliminarmente alla vendita

di cespiti aziendali, verrà avviata per tutto il personale in forza nel

Gruppo Alitalia una procedura di mobilità con attivazione di un regime

di CIGS anche a rotazione, nella misura necessaria a garantire la

continuità dell’attività produttiva presso le aziende in

amministrazione straordinaria;



(iv) la continuità delle

attività di manutenzione pesante e

della relativa occupazione,

attraverso la individuazione da parte del Commissario delle migliori

offerte di acquisto secondo i criteri e le modalità di cui al comma 10,

art.1, del DL 134/08, la stipula da parte di CAI di un contratto di

fornitura di servizio a condizioni di mercato e la partecipazione della

stessa CAI al capitale delle società con significative quote di

minoranza che si aggiungono agli azionisti terzi attuali e nuovi

rispetto alle società commissariate;



(v) le attività full

cargo di Alitalia e delle altre società

del gruppo in Amministrazione

Straordinaria verranno cedute dal Commissario ad operatori qualificati

sulla base della migliore offerta, secondo i criteri e le modalità di

cui al comma 10, art.1, del DL 134/08. Vista l’opportunità di mercato

correlate a tale business e considerato il potenziale di sinergie con

la propria attività, CAI si impegna ad entrare nel capitale della

società che eserciterà l’attività con una significativa quota di

minoranza e a stipulare un accordo di partnership strategica rivolto

allo sviluppo delle attività “Full Cargo” e “Belly”, in un ottica di

presidio del mercato di riferimento e di sostenibilità economica;



(vi) per tutti i lavoratori delle società interessate –

inclusa Air One - per i quali si renda necessario intervenire con

misure di sostegno al reddito, saranno attivati gli strumenti della

cassa integrazione guadagni straordinaria e della mobilità, previsti

dalle vigenti disposizioni di legge in materia ed in particolare dal D.

L. n.134/2008 che prevede un intervento di sostegno per complessivi

7

anni, di cui 4 di cigs e 3 di mobilità. Le tutele saranno incrementate

con una indennità idonea a far ottenere a ciascun lavoratore l’80%

della retribuzione media percepita nei 12 mesi precedenti la

collocazione in cigs o in mobilità. A tal fine il fondo speciale per

il sostegno al reddito dei dipendenti del sistema aeroportuale verrà

aumentato nella misura massima di due euro a biglietto, anche

prevedendo meccanismi idonei ad assicurare i corrispondenti

trasferimenti al Fondo e la eventuale semplificazione delle procedure

di trasferimento delle risorse all’INPS;



(vii) la deroga

relativa alla possibilità di attivare contratti

a tempo determinato

durante l’utilizzo della cigs -già prevista per i contratti di

solidarietà dei vettori e per la cigs in deroga delle società di

gestione del sistema aeroportuale- verrà estesa ai vettori ed alle

società derivate;



(viii) nell’ambito temporale del quadriennio

di cigs, sarà

favorito, unitamente ad altre forme di lavoro

temporaneo, il distacco o il comando presso altre imprese sulla base

di funzioni equipollenti, alla cui scadenza i lavoratori rientreranno

in cigs;



(ix) i lavoratori in mobilità potranno svolgere

lavoro a

tempo determinato e avranno diritto alla scadenza del

contratto a rientrare in mobilità utilizzando i periodi di indennità

non goduti.

In caso di assunzione a tempo indeterminato, il lavoratore

che viene licenziato per motivi oggettivi ha diritto a rientrare in

mobilità usufruendo della relativa indennità per il periodo non goduto,

decurtato del periodo di lavoro. Le norme in materia di cigs saranno

adeguate al fine di consentire ai lavoratori in cigs, assunti a tempo

indeterminato e licenziati per motivi oggettivi, di rientrare nell’

ambito temporale del quadriennio, nel programma di cigs;



(x) viene ribadito il diritto dovere per i lavoratori

destinatari di ammortizzatori sociali, sulla base della stipula di

apposito patto di servizio, di partecipare attivamente a idonei

percorsi di reinserimento lavorativo. A tal fine verrà promosso un

apposito programma volto al reimpiego dei lavoratori, che terrà conto

delle professionalità dei medesimi, attraverso l’utilizzo di Italia

Lavoro per la realizzazione delle azioni previste dal programma stesso;



(xi) i lavoratori dell’indotto per i quali si sia

determinata

una interruzione o cessazione dell’attività lavorativa

determinata dai processi di riorganizzazione produttiva di cui alla

presente intesa saranno tutelati attraverso gli strumenti ordinari o

“in deroga” di integrazione del reddito, garantendone il Governo le

relative risorse finanziarie;



(xii) le parti si impegnano ad

una periodica consultazione per

l’attuazione del presente accordo;



(xiii) contemporaneamente alla formalizzazione del presente

accordo e a seguito della specifica contrattazione, le Parti

sottoscriveranno un contratto aziendale per i lavoratori dipendenti

della CAI contenente la regolamentazione del rapporto di lavoro del

personale di condotta, di cabina e di terra, entro la data della

definizione degli accordi inerenti l’acquisto dei cespiti di cui all’

offerta al Commissario di Alitalia in Amministrazione Straordinaria del

1° settembre u.s..

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 15 settembre 2008, 12:19

zittozitto ha scritto:
peterfly 65 ha scritto:
air4you ha scritto:La voce eloquente del voltagabbana
Ecco che cosa vogliono... la vittoria sui vinti

ALITALIA: CAPEZZONE, ACCORDO POSSIBILE GRAZIE A GOVERNO


(AGI) - Roma, 15 set. - "Su Alitalia, e' venuto il momento di percorrere l'ultimo miglio: l'accordo e' infatti possibile, grazie all'occasione unica creata dal governo. I sindacati di categoria sappiano che su di loro grava una enorme responsabilita': il Paese li guarda e li giudichera' in base al loro comportamento". Lo afferma in una nota Daniele Capezzone, portavoce di Forza Italia.
Ma perche il buon Signore non prende in cielo queste persone :D :D
urca !!! un po troppo direi ... comunque è vero, se ne vanno via sempre i migliori. :wink:
In senso ironico e poi se muore uno qualunque a questi signori non gliene frega un c.... vale anche viceversa :D :D :D

Avatar utente
air4you
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 novembre 2006, 21:00

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air4you » 15 settembre 2008, 12:20

Gente di Alitalia.... Gente di Airone Italiani tutti....
Mago Merlino ha fatto un altro Miracolo dopo la spazzatura a Napoli (voi non avete idea di quello che c'è a Palermo di spazzatura è una cosa pazzesca ma nessuno dice nulla... ammonticchiata e bruciata per le strade... parlo di 5 gg fa.... ) S. Silvio ha salvato l'ALITALIA

SANTO SUBITO

Avatar utente
raoul80
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1272
Iscritto il: 17 maggio 2006, 12:27
Località: Milano - Bari

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da raoul80 » 15 settembre 2008, 12:24

Già sembra che i giochi siano stati fatti..

mi dispica davvero per i lavoratori che pagheranno conseguenze davvero pesanti..

zittozitto

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da zittozitto » 15 settembre 2008, 12:25

raoul80 ha scritto:Già sembra che i giochi siano stati fatti..
sembra ... nessuno si chiede come verranno spostati gli aeroplani da un aeroporto all'altro ?
i piloti non sembrano così propensi alla santificazione e nemmeno al processo di beatificazione.
:wink:

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 15 settembre 2008, 12:28

air4you ha scritto:Gente di Alitalia.... Gente di Airone Italiani tutti....
Mago Merlino ha fatto un altro Miracolo dopo la spazzatura a Napoli (voi non avete idea di quello che c'è a Palermo di spazzatura è una cosa pazzesca ma nessuno dice nulla... ammonticchiata e bruciata per le strade... parlo di 5 gg fa.... ) S. Silvio ha salvato l'ALITALIA

SANTO SUBITO
Mi auguro che scherzi :D :D :D :D

Avatar utente
AZff
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 218
Iscritto il: 1 dicembre 2007, 19:18
Località: ITALIA ROMA

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da AZff » 15 settembre 2008, 12:29

YUHUUUUUUUU
eddaje finalmente un risultato!!! :bounce: :bounce: :bounce: :D :D :D :D
CANON G10 OWNER
CAI +AF-KLM = MATRIMONIO PERFETTO :)

Immagine

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 15 settembre 2008, 12:32

Il problema è che una societa di trasporto aereo non è come costruire vespe. La storia ci insegna che tutte le volte che imprenditori che si sono buttati nel trasporto aereo senza competenze sono finiti male.

Avatar utente
air4you
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 novembre 2006, 21:00

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air4you » 15 settembre 2008, 12:34

Vi hanno tradito e messo spalle al muro....
Che gran capolavoro



ALITALIA: ANGELETTI, SU PIANO INDUSTRIALE INTESA MIGLIORE POSSIBILE

(ASCA) - Roma, 15 set - ''Sul piano industriale quella raggiunta stanotte e' l'intesa migliore possibile. Non si poteva fare niente di meglio''. Lo ha detto il segretario della Uil, Luigi Angeletti, riferendosi alla trattativa per il salvataggio dell'Alitalia.

Conversando con i giornalisti a margine di una conferenza stampa, Angeletti ha spiegato che l'intesa di stanotte definisce ''un piano industriale che e' il migliore possibile. Nessuno ha proposto un piano migliore''.

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 15 settembre 2008, 12:37

air4you ha scritto:Vi hanno tradito e messo spalle al muro....
Che gran capolavoro



ALITALIA: ANGELETTI, SU PIANO INDUSTRIALE INTESA MIGLIORE POSSIBILE

(ASCA) - Roma, 15 set - ''Sul piano industriale quella raggiunta stanotte e' l'intesa migliore possibile. Non si poteva fare niente di meglio''. Lo ha detto il segretario della Uil, Luigi Angeletti, riferendosi alla trattativa per il salvataggio dell'Alitalia.

Conversando con i giornalisti a margine di una conferenza stampa, Angeletti ha spiegato che l'intesa di stanotte definisce ''un piano industriale che e' il migliore possibile. Nessuno ha proposto un piano migliore''.
Ma te rendi conto che tocca senti ci hanno svenduto che schifo di paese ma secondo me i lavoratori la faranno pagare ai confederati

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 15 settembre 2008, 12:38

Fra qualche anno vedremo angeletti e bonanni presidente di camera e senato :D :D :D :D

Avatar utente
air4you
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 novembre 2006, 21:00

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air4you » 15 settembre 2008, 12:40

peterfly 65 ha scritto:
air4you ha scritto:Vi hanno tradito e messo spalle al muro....
Che gran capolavoro



ALITALIA: ANGELETTI, SU PIANO INDUSTRIALE INTESA MIGLIORE POSSIBILE

(ASCA) - Roma, 15 set - ''Sul piano industriale quella raggiunta stanotte e' l'intesa migliore possibile. Non si poteva fare niente di meglio''. Lo ha detto il segretario della Uil, Luigi Angeletti, riferendosi alla trattativa per il salvataggio dell'Alitalia.

Conversando con i giornalisti a margine di una conferenza stampa, Angeletti ha spiegato che l'intesa di stanotte definisce ''un piano industriale che e' il migliore possibile. Nessuno ha proposto un piano migliore''.
Ma te rendi conto che tocca senti ci hanno svenduto che schifo di paese ma secondo me i lavoratori la faranno pagare ai confederati
In che modo ?
A questo punto la frittata è fatta... ma io utente so già che farò...

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 15 settembre 2008, 12:42

Un detto dice: mi paghi come dici tu lavoro come dico io, mi paghi come dico io lavoro come dici tu :D :D per questo dico che il trasporto aereo è un settore particolare gli aerei sono macchine complesse che ancora vengono portate da uomini.
Ultima modifica di peterfly 65 il 15 settembre 2008, 12:48, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8490
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da mcgyver79 » 15 settembre 2008, 12:44

peterfly 65 ha scritto:Un detto cinese dice: mi paghi come dici tu lavoro come dico io, mi paghi come dico io lavoro come dici tu :D :D
Sicuro che sia cinese? No perché loro lavorano come muli per nulla, quindi mi sembra molto irreale! :roll:

Ciaooooo.
McGyver

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 15 settembre 2008, 12:48

mcgyver79 ha scritto:
peterfly 65 ha scritto:Un detto cinese dice: mi paghi come dici tu lavoro come dico io, mi paghi come dico io lavoro come dici tu :D :D
Sicuro che sia cinese? No perché loro lavorano come muli per nulla, quindi mi sembra molto irreale! :roll:

Ciaooooo.
si era cosi per dire adesso correggo

Bloccato