Compagnia Aerea Italiana

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato
Avatar utente
fastfreddy
Warned user
Warned user
Messaggi: 604
Iscritto il: 24 agosto 2008, 18:31
Località: BGY/LIME (Field flight since 1911)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da fastfreddy » 29 settembre 2008, 21:00

janmnastami ha scritto:Io proprio non capisco una cosa:
criticate il piano CAI perché non punta sul lungo raggio. Ma per fare il lungo servono aerei e di lungo AZ ne ha ben pochi. Chi ce li mette i soldi per il leasing degli aerei? Voi?
...beh, a parte l'eventuale problema di avere in poco tempo nuove macchine, si suppone che chi fa l'imprenditore abbia i soldi per farlo!

Avatar utente
madeline
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 703
Iscritto il: 15 settembre 2006, 18:06

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da madeline » 29 settembre 2008, 21:13

Paolo_61 ha scritto:
Nolamers ha scritto:
caravaggio ha scritto:secondo me non ha senso fare previsioni. massimo rispetto per il professore ma anche massimo rispetto per passera ed i suoi 16 imprenditori che non necessitano di lezioni da nessuno. inutile fare previsioni, aspettiamo e si vedrà chi ha avuto ragione.
Richard Branson produceva dischi all'inizio, poi si è messo a fare la coca cola, poi le palestre e poi Virgin Atlantic che è un successo clamoroso. chi ha inventato Easyjet o Vueling non mi sembra che provenissero dal settore ugualmente.
chi vivrà vedrà.

ma nel 1999 sir Richard Branson ha venduto il 49% della compagnia a Singapore Airlines non al cavaliere mascherato.... :lol:
La storia di Virgin è disponibile sul loro sito:
http://www.virgin-atlantic.com/en/gb/al ... istory.jsp
Ci faranna un film strappa lacrime? :shock:

janmnastami
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 548
Iscritto il: 11 agosto 2008, 15:30

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da janmnastami » 29 settembre 2008, 21:15

fastfreddy ha scritto:
...beh, a parte l'eventuale problema di avere in poco tempo nuove macchine, si suppone che chi fa l'imprenditore abbia i soldi per farlo!
Un miliardo di euro lo mettono; mi spieghi però come si può investire se AZ perde più di 2 mln di euro l'anno? Prima ritorni alla redditività (l'utile), poi investi nel lungo.

caravaggio
Banned user
Banned user
Messaggi: 199
Iscritto il: 12 settembre 2008, 16:50

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da caravaggio » 29 settembre 2008, 21:27

al momento si puo dire tutto ed il suo contrario. Alitalia è prima che una questione finanziaria ed industriale, politica. per cui i commenti che si leggono in giro sui giornali non sono in genere disinteressati.
La privatizzazione Alitalia, da un punto di vista politico, è un successo del governo ed una sconfitta bruciante per la sinistra ed il sindacato. per cui è facile immaginare che i giornali ed i media in genere di area csx critichino il piano e quelli di cdx esaltino il governo. non so per che campana scrive il professore citato ma preferisco non dare piu di tanto peso al suo, pur interessante, articolo. lo stesso dicasi per le concorrenti di AZ ed eventuali partnerche di sicuro preferiscono un cielo senza il tricolore piuttosto che cn una compagnia nuova di zecca e libera da debiti.

detto questo io parto dal presupposto che Passera sia un grande manager, che Colaninno non sia l'ultimo degli stupidi e che i partecipanti alla cordata siano imprenditori con gli attributi e non rubagalline. e non certo gente in vena di bruciare miliardi di euro. e che Alitalia si potenzialmente una gallina dalle uova d'oro:
presidia il quarto mercato turistico del mondo, trasporta una delle clientele business piu numerose essendo ancora l'italia uno dei maggiori esportatori al mondo e con una vocazione al commercio che pochi altri hanno
in secondo luogo mi viene da dire che Alitalia pur nelle condizioni penose in cui versa e con un sistema aeroportuale gestito con i piedi, è un calesse che al momento trasporta oltre 20 milioni di passeggeri l'anno. non sarà AF ma non è nemmeno Tunis Air. 20 milioni di passeggeri ci avvicinano, se non erro, ad Iberia, che se è vero che si sta fondendo è anche vero che crea utili ed è ottimamente gestita.
terzo punto di vista. si parla tanto i lungo raggio per fare i soldi. Ryanair o Easyjet il lungo raggio non lo fa eppure sono leader di mercato. business diverso fare il low cost ed essere compagnia di linea? beh a naso mi vien da dire che se la gestione dei costi di Alitalia va verso un modello piu stile Ryan che AF, i biglietti AZ garantiscono margni piu elevati degli irlandesi.
quarto punto: credo che la priorità di qualunque società sia quella di creare valore prim'anche che essere grande.
purtroppo Alitlaia non è quotata in borsa, se potessi comprare azioni alitalia al prezzo prima del delistaggio io lo farei e son quasi certo che tra qualche anno staccherei un'eccellente plusvalenza.

Avatar utente
fastfreddy
Warned user
Warned user
Messaggi: 604
Iscritto il: 24 agosto 2008, 18:31
Località: BGY/LIME (Field flight since 1911)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da fastfreddy » 29 settembre 2008, 21:39

janmnastami ha scritto:
fastfreddy ha scritto:
...beh, a parte l'eventuale problema di avere in poco tempo nuove macchine, si suppone che chi fa l'imprenditore abbia i soldi per farlo!
Un miliardo di euro lo mettono; mi spieghi però come si può investire se AZ perde più di 2 mln di euro l'anno? Prima ritorni alla redditività (l'utile), poi investi nel lungo.
...no calma; questi hanno messo sì un miliardo (in 16!) ma hanno preteso di avere l'azienda già ristrutturata prima ancora di comprarla, liberata dai debiti pregressi e con l'assicurazione di non avere molta concorrenza sulle tratte interne più redditizie...quindi alla fine ci stanno mettendo molti meno soldi di quelli che sarebbero serviti realmente...e comunque rimane il fatto che quando ci si imbarca in imprese come queste il minimo é che si disponga dei soldi (cash o quantomeno tramite le banche) per farlo. Il ritorno alla redditività dipende dalla riuscita del piano di rilancio, non puoi considerarla una condizione per investire...ma che scherziamo...sono capaci tutti di pretendere i conti in ordine prima di investire...questo non é fare gli imprenditori; é prendere per il c**o...

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3906
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da danko156 » 29 settembre 2008, 22:02

Vorrei capire una cosa sulla licenza (non so se la domanda è già stata fatta altrove su questo forum)...

...se è vero che CAI deve chiedere un'altra licenza perchè se no ci sarebbe continuità con la vecchia Alitalia e Bruxelles si arrabbierebbe, cambieranno anche i codici IATA e ICAO di Alitalia?????...

...insomma diremo addio alle sigle AZ e AZA????

Secondo me la risposta alla domanda è si - e questo mi dispiacerebbe immensamente, ma chiedo conferma a qualcuno un pò più esperto di me...
:( :cry: :cry:
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

Avatar utente
fastfreddy
Warned user
Warned user
Messaggi: 604
Iscritto il: 24 agosto 2008, 18:31
Località: BGY/LIME (Field flight since 1911)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da fastfreddy » 29 settembre 2008, 22:10

caravaggio ha scritto:credo che la priorità di qualunque società sia quella di creare valore prim'anche che essere grande
...sì, ma dipende da quello che fai nella vita...una compagnia aerea (che peraltro ambisce a essere quella di bandiera) non produce beni o servizi di nicchia per i quali può farsi strapagare rimanendo una pulce (come, per esempio, la Ferrari); vendi trasporto in un settore molto concorrenziale e dai costi elevatissimi...quindi l'unico modo di recuperare margini (per creare valore), oltre ad aumentare la penetrazione sul mercato (cosa sempre possibile ma più complicata), é quello di ridurre i costi (e quando non si possono ridurre, condividerli)...entrambe le cose si fanno creando aziende più grandi (che possono quindi ottenere economie di scala). Questo é ciò che accade in praticamente tutti i settori consolidati negli ultimi anni...

In questa logica (inevitabile) ci entri da compratore o da comprato...più piccolo sei più probabilità ci sono di recitare il ruolo del comprato con le conseguenze del caso...

(inutile sottolineare quanto sarebbe importante essere protagonisti in qualche settore nel gigantesco puzzle economico finanziario che si sta delineando nel mondo globalizzato...ma questa é un'altra storia...storia per noi italiani molto triste anche grazie al fondamentale apporto distruttivo di alcuni dei 16 eroi della CAI...questo per la cronaca).

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 29 settembre 2008, 23:44

janmnastami ha scritto:Io proprio non capisco una cosa:
criticate il piano CAI perché non punta sul lungo raggio. Ma per fare il lungo servono aerei e di lungo AZ ne ha ben pochi.
gia con 20 macchine (10 767 e 10 777) si puo organizzare un buon network internazionale se non viene suddiviso su due hub..
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 30 settembre 2008, 0:23

[quote="Draklor"]Come ho già detto in un post precedente non è detto che la sigla AZ debba sparire per forza./quote]
secondo me rimarrà si ail codice IATA che ICAO. non avrebbe senso cambiarli, ma riggio, forse, non la pensa cosi
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da araial14 » 30 settembre 2008, 1:42

Maxlanz ha scritto:
araial14 ha scritto: (dopo 40 anni di voli posso affermarlo!)
Eh eh un nonnetto.... 8)
:x ........................ :P
Immagine
Immagine

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 30 settembre 2008, 8:53

Draklor ha scritto:
i_disa ha scritto:secondo me rimarrà si ail codice IATA che ICAO. non avrebbe senso cambiarli, ma riggio, forse, non la pensa cosi
Vabbè ma Riggio era quello che voleva levare la licenza ad AZ in un paio di giorni...
si, era proprio lui, avrà cambiato idea adesso! :mrgreen:
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 30 settembre 2008, 8:55

Alitalia, comincia la Fase 2. Mancano licenze e l'ok della Ue
da repubblica.it

ROMA - Archiviata tra lacrime e sangue, soprattutto sul fronte della tenuta sindacale, la Fase 1, comincia adesso la Fase 2. Che se non sarà più complessa della prima di certo non sarà più semplice. Parliamo di Alitalia e del suo percorso per cui, novella Fenice, risorgerà dalle ceneri della vecchia Az per diventare la nuova, rigenerata e alleggerita dai debiti, Compagnia aerea italiana.

Se la Fase 1 ha dovuto fronteggiare veti e resistenze di ben nove sigle sindacali, la Fase 2 deve fare i conti con licenze di volo e aeronautica, passaggio di consegne, capitalizzazioni, la divisione dei debiti dagli asset, la parte cattiva da quella buona, per non parlare degli occhi puntati di Bruxelles che può decidere blitz sotto forma di penalità e veti. Il tutto in poco più di un mese visto che Corrado Passera, amministratore delegato di Banca Intesa advisor e azionista di Cai, ha parlato di piena operatività della Compagnia a partire dal primo novembre. Il commissario di Alitalia Fantozzi usa spesso questa immagine: "Sarà un po' come fare il passaggio della cloche mentre l'aereo è in volo". Ecco, un passaggio delicatissimo.

A cui si aggiunge la scelta del partner straniero considerato, durante le trattative con i sindacati, "fondamentale per far decollare la nuova compagnia". Le offerte chiudono domani a mezzogiorno. Colannino dice, ora, che "non c'è fretta", che quasi quasi la cordata Cai "può fare da sola una volta risolto l'ostacolo dei sindacati". E comunque Air France e Lufthansa "adesso si stanno contendendo l'ingresso in Cai". Sarebbero, par di capire, disposte a sborsare parecchio pur di mettere piede nel quarto mercato europeo.

L'esame di Bruxelles. Rischia di essere l'ostacolo più scivoloso. Il commissario alla Concorrenza, infatti, l'olandese Nellie Kroes, deve dare l'ok a tutta l'operazione. In particolare deve accertare e avere le prove della "assoluta discontinuità" tra le due compagnie. Bisogna cioè dimostrare che Cai non ha nulla a che vedere con Az, che si tratta di due società diverse e che il piano Fenice non è un tentativo travestito di cedere il ramo buono dell'azienda Az a un'altra società al netto dei debiti. Sul giudizio di Buxelles contano molto altre compagnie aeree a cui farebbero gola slot e quote mercato lasciate libere da Alitalia.

Ora, per come è concepito il piano Fenice e per le polemiche che hanno accompagnato tutta l'operazione, non sarà così semplice dimostrare la discontinuità da Az e Cai. I paletti sono chiari: discontinuità, trasparenza, vendita degli asset (parti buone, ndr) Alitalia a prezzi di mercato. Insomma la Commissione controllerà con attenzione ogni passaggio della messa in liquidazione, della vendita e dell'acquisto. E se dovesse dire no, per Colaninno e soci sarebbe un disastro: dovrebbero infatti farsi carico dei debiti di Az, dei 300 milioni del prestito ponte concesso dal governo e rinunciare agli sconti previsti per chi assume lavoratori in cassa integrazione, una cifra che dovrebbe aggirarsi tra i 150 e i 200 milioni di euro.

La licenza di operatore aereo. E' il documento fondamentale per poter operare. Per essere una compagnia aerea. Cai ancora non ce l'ha poiché per averla è necessario dimostrare che si è veramente un "soggetto aeronautico", che si posseggono mezzi, linee, rotte. Il modo più semplice e diretto per diventarlo prevede che Cai acquisti Volare o Alitalia express e le rispettive licenze aeronautiche, due compagnie possedute da Az ma che non sono Az. Nel frattempo, inoltre, Cai deve trasformarsi in spa (ora è una srl), una società per azioni con un capitale versato di circa un miliardo di euro e con le garanzie economiche necessarie per essere titolare della licenza di operatore aereo.

Intanto Alitalia deve continuare a volare. Perché non può perdere la licenza di volo che deve passare pari-pari a Cai. Per fare questo servono soldi e carburante e Fantozzi denuncia da un mese che le casse di Az consentono di pagare gli stipendi di settembre e il carburante ancora per qualche giorno. Per mantenere in volo Alitalia, quindi, serve liquidità. L'Enac di Vito Riggio controlla. Ci penserà Cai?

Il decollo della nuova Compagnia. "Il primo novembre" assicura Passera. Tra un mese, trenta giorni per rilevare le parti buone, i cosiddetti asset, di Alitalia e poi avviare la parte dei contratti di lavoro con i 12.500 nuovi dipendenti e quella dei servizi con le società esterne necessarie alla vita di una compagnia, dal catering ai bagagli con in mezzo tutta la gamma dei servizi di assistenza necessari.

E poi c'è la bad company. Cioè Alitalia. Mentre Cai decolla leggera, Az resta a terra con tutti i suoi debiti. Che sono tanti. Le ultime stime parlano di un miliardo e 200 milioni di debito finanziario, 300 milioni di debito ponte (va restituito allo Stato) e un miliardo e 500 milioni alla voce "debiti con i fornitori". Circa tre miliardi di euro. A cui va aggiunto il costo sociale della cassa integrazione per oltre 3 mila dipendenti Alitalia per sette anni. E' un altro miliardo, circa, da conteggiare a carico dello Stato. Certo, il commissario Fantozzi deve vendere le parti buone che gli restano in portafoglio. Ma in queste caso le stime più ottimistiche, per ora, parlano di un incasso di circa 800 milioni di euro. Da segnalare che l'advisor nominato dal governo per valutare il prezzo delle parti "buone" da vendere per lo più a Cai è la banca Leonardo i cui azionisti - da Benetton a Tronchetti Provera - sono anche soci della cordata Cai. E' un po' come se l'acquirente facesse da solo il prezzo della merce che deve acquistare. Difficile immaginare grandi affari per il venditore.
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
raoul80
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1272
Iscritto il: 17 maggio 2006, 12:27
Località: Milano - Bari

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da raoul80 » 30 settembre 2008, 9:10

Ragazzi ho un volo Az il 2 novembre BRI-LIN secondo voi ci potranno esser problemi con la nuova CAI?

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 30 settembre 2008, 9:14

raoul80 ha scritto:Ragazzi ho un volo Az il 2 novembre BRI-LIN secondo voi ci potranno esser problemi con la nuova CAI?
secondo me no
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
raoul80
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1272
Iscritto il: 17 maggio 2006, 12:27
Località: Milano - Bari

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da raoul80 » 30 settembre 2008, 9:57

Riggio ha riferito che il certificato dell’Alitalia non potrà essere trasferito alla nuova compagnia perché si porrebbe un principio di continuità che potrebbe essere valido, per analogia, anche per i debiti della vecchia Alitalia.
Per questo sono un po intimorito...

caravaggio
Banned user
Banned user
Messaggi: 199
Iscritto il: 12 settembre 2008, 16:50

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da caravaggio » 30 settembre 2008, 11:47

fastfreddy ha scritto:
caravaggio ha scritto:credo che la priorità di qualunque società sia quella di creare valore prim'anche che essere grande
...sì, ma dipende da quello che fai nella vita...una compagnia aerea (che peraltro ambisce a essere quella di bandiera) non produce beni o servizi di nicchia per i quali può farsi strapagare rimanendo una pulce (come, per esempio, la Ferrari); vendi trasporto in un settore molto concorrenziale e dai costi elevatissimi...quindi l'unico modo di recuperare margini (per creare valore), oltre ad aumentare la penetrazione sul mercato (cosa sempre possibile ma più complicata), é quello di ridurre i costi (e quando non si possono ridurre, condividerli)...entrambe le cose si fanno creando aziende più grandi (che possono quindi ottenere economie di scala). Questo é ciò che accade in praticamente tutti i settori consolidati negli ultimi anni...

In questa logica (inevitabile) ci entri da compratore o da comprato...più piccolo sei più probabilità ci sono di recitare il ruolo del comprato con le conseguenze del caso...

(inutile sottolineare quanto sarebbe importante essere protagonisti in qualche settore nel gigantesco puzzle economico finanziario che si sta delineando nel mondo globalizzato...ma questa é un'altra storia...storia per noi italiani molto triste anche grazie al fondamentale apporto distruttivo di alcuni dei 16 eroi della CAI...questo per la cronaca).
in linea di principio quello che dici è vero. pero credo che al momento discutere del futuro di alitalia sia come parlare della verginità degli angeli. nessuno si lancia in un progetto fallito in partenza e di sicuro non gente come questa qui. poi le opinioni personali sui singoli personaggi preferisco non esprimerle. che Alitlaia in un futuro non molto lontano sia destinata a fondersi o ad essere acquisita credo che sia nella logica della cose. pero aspetterei un attimo nel capire di che morte morirà la compagnia.
resto dell'idea che un Alitalia che ritorni all'utile intanto varrebbe molto ma molto di piu dell'alitalia attuale e sarebbe pertanto in grado di vendersi meglio sulla piazza e scegliersi un partner condizioni ben diverse da quelle offerte da AF. e poi stiamo a vedere cosa succede... in quest'epoca di finanza al collasso e di società in pessima forma chissà che le strategie di mediio lungo termine non cambino per tutti.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9249
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 30 settembre 2008, 11:55

raoul80 ha scritto:Riggio ha riferito che il certificato dell’Alitalia non potrà essere trasferito alla nuova compagnia perché si porrebbe un principio di continuità che potrebbe essere valido, per analogia, anche per i debiti della vecchia Alitalia.
Per questo sono un po intimorito...
Riggio, in questo gioco, conta come il due di coppe. Ma non hai visto che quando disse che toglieva il COA all' Alitalia gli hanno sghignazzato tutti dietro? Del resto non ho dubbi che questo governo e la sua banda non avranno problemi a trovare un escamotage. Dopo le modifiche alla Marzano, non c'è piu' limite a quello che possono fare.
Se hai ancora dubbi in proposito ti ricordo che ZenigadaFantozzo dichiarava 15 gg fa che in cassa c'erano solo 40 milioni, poi la fine. Solo per pagare gli stipendi ce ne vogliono oltre 50... i dieci, quindici milioni di euro che mancavano ce li avra messi lui?
Sempre piu' disgustato...

Avatar utente
fastfreddy
Warned user
Warned user
Messaggi: 604
Iscritto il: 24 agosto 2008, 18:31
Località: BGY/LIME (Field flight since 1911)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da fastfreddy » 30 settembre 2008, 12:03

caravaggio ha scritto:nessuno si lancia in un progetto fallito in partenza e di sicuro non gente come questa qui. che Alitlaia in un futuro non molto lontano sia destinata a fondersi o ad essere acquisita credo che sia nella logica della cose. pero aspetterei un attimo nel capire di che morte morirà la compagnia. resto dell'idea che un Alitalia che ritorni all'utile intanto varrebbe molto ma molto di piu dell'alitalia attuale e sarebbe pertanto in grado di vendersi meglio sulla piazza e scegliersi un partner condizioni ben diverse da quelle offerte da AF. e poi stiamo a vedere cosa succede...
...per loro non sarà di certo un fallimento: con tutte le agevolazioni che hanno avuto e con i pochi soldi che ci mettono alla fine il rischio é molto calcolato. ...una volta privatizzata (cioé nelle mani della CAI) tutto il valore che acquisirà la compagnia rimarrà nelle mani degli investitori...lo Stato non vedrà una lira dal futuro eventuale passaggio di mano...AF avrebbe comprato dallo Stato italiano sobbarcandosi i debiti...per i contribuenti é già adesso una solenne fregatura. Mi sembra non sia chiaro questo fondamentale passaggio...e comunque un futuro da "controllata" Alitalia l'avrebbe avuto anche con AF...

caravaggio
Banned user
Banned user
Messaggi: 199
Iscritto il: 12 settembre 2008, 16:50

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da caravaggio » 30 settembre 2008, 12:39

fastfreddy ha scritto:
caravaggio ha scritto:nessuno si lancia in un progetto fallito in partenza e di sicuro non gente come questa qui. che Alitlaia in un futuro non molto lontano sia destinata a fondersi o ad essere acquisita credo che sia nella logica della cose. pero aspetterei un attimo nel capire di che morte morirà la compagnia. resto dell'idea che un Alitalia che ritorni all'utile intanto varrebbe molto ma molto di piu dell'alitalia attuale e sarebbe pertanto in grado di vendersi meglio sulla piazza e scegliersi un partner condizioni ben diverse da quelle offerte da AF. e poi stiamo a vedere cosa succede...
...per loro non sarà di certo un fallimento: con tutte le agevolazioni che hanno avuto e con i pochi soldi che ci mettono alla fine il rischio é molto calcolato. ...una volta privatizzata (cioé nelle mani della CAI) tutto il valore che acquisirà la compagnia rimarrà nelle mani degli investitori...lo Stato non vedrà una lira dal futuro eventuale passaggio di mano...AF avrebbe comprato dallo Stato italiano sobbarcandosi i debiti...per i contribuenti é già adesso una solenne fregatura. Mi sembra non sia chiaro questo fondamentale passaggio...e comunque un futuro da "controllata" Alitalia l'avrebbe avuto anche con AF...
non credo che sia lo stato a dover vedere qualche lira per la cessione futura ed eventuale di alitalia. Lo stato cede Alitalia ed incassa dalla cessione ora (a meno che Alitalia venga ceduta a titolo gratuito a CAI ma non credo). una volta che Alitalia è privata per forza di cose la cessione non puo che garantire plusvalenze ai suoi azionisti e non allo stato che non lo è piu. anche con AF lo stato e gli azionisti di minoranza sarebbero stati liquidati a 10 cent per azione.
gli azionisti non possono cedere per 5 anni le proprie quote mi pare. chi ci dice che in questo lasso di tempo Alitalia non torni in borsa e che diventi una public company?
Per i contribuenti credo che piu che una fregatura, questa sia in ogni caso una liberazione visto che essendo privata non saremo piu chiamati a ripianare i debiti dell'azienda. azienda che negli ultimi 15 anni è sopravvissuta solo ed esclusivamente grazie ai nostri quattrini. sovvenzioneremo i lavoratori in esubero, ma questo si sarebbe verificato in qualunque condizioni.
il resto sono,sempre secondo me, solo pure speculazioni. il futuro di Alitlaia è da scrivere, non è scritto ancora.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9249
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 30 settembre 2008, 13:14

air.surfer ha scritto: Riggio, in questo gioco, conta come il due di coppe. Ma non hai visto che quando disse che toglieva il COA all' Alitalia gli hanno sghignazzato tutti dietro? Del resto non ho dubbi che questo governo e la sua banda non avranno problemi a trovare un escamotage. Dopo le modifiche alla Marzano, non c'è piu' limite a quello che possono fare.
Se hai ancora dubbi in proposito ti ricordo che ZenigadaFantozzo dichiarava 15 gg fa che in cassa c'erano solo 40 milioni, poi la fine. Solo per pagare gli stipendi ce ne vogliono oltre 50... i dieci, quindici milioni di euro che mancavano ce li avra messi lui?
Sempre piu' disgustato...
LADIES & GENTLEMAN.. Theee... 2 of Cups! :mrgreen:

ALITALIA: ENAC CONFERMA LICENZA PROVVISORIA VOLO
(ANSA) - ROMA, 30 SET - L'Enac ha confermato la licenza provvisoria di volo
per Alitalia. Lo rende noto il commissario straordinario della compagnia,
Augusto Fantozzi, spiegando che cio' e' avvenuto tenuto conto della
riproposizione da parte di Cai dell'offerta per l'acquisto di alcuni asset
del gruppo Alitalia.(ANSA). DR 30-SET-08

Avatar utente
Paolo_61
FL 500
FL 500
Messaggi: 9181
Iscritto il: 11 settembre 2008, 17:53
Località: MIL

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Paolo_61 » 30 settembre 2008, 13:21

Alitalia: Enac conferma licenza fino al prossimo marzo
30 set 13:11 ECONOMIA

ROMA - La licenza provvisoria per Alitalia e' stata confermata dall'Enac fino al marzo del 2009. Lo ha comunicato il Commissario Straordinario di Alitalia, Augusto Fantozzi. La decisione e' arrivata dopo la chiusura delle trattative tra sindacati e Cai. (Agr)


Volendo ben guardare, la situazione è molto diversa da quella di settimana scorsa, e quindi non mi sembra che Riggio in questo caso abbia preso una cantonata.

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 30 settembre 2008, 13:22

ALITALIA:COLANINNO, AZ DI UN TEMPO CON ENTUSIASMO LAVORATORI
(ANSA) - ROMA, 29 SET - ''E' difficile che sia il primo ovembre'' la data in cui Alitalia potra' tornare quella di una volta. Lo ha precisato il presidente di Cai, Roberto Colaninno, sottolineando che Alitalia, per tornare ad avere un servizio a bordo degno dell'azienda dei vecchi tempi, avra' bisogno ''dell'entusiasmo che tutti i dipendenti daranno per il rilancio. Le cose da fare sono a portata di mano - ha aggiunto - Piaggio si e' salvata per l'entusiasmo, non perche' e' arrivato Mago Merlino. Alitalia e' nelle stesse condizioni in cui era la Piaggio. La compagnia ha clienti, ma ci sono infrastrutture carenti e potranno esserci sorprese''. (ANSA).

ALITALIA: COLANINNO, NON C'E' FRETTA SU ALLEANZA
(ANSA) - ROMA, 29 SET - A proposito dell'ingresso dell'alleato straniero, Colaninno ha spiegato che ''di primo acchito non accetto mai di essere secondo a qualcuno. Partire dicendo che ho bisogno di qualcuno perche' non conosco il mestiere e' una cosa che non accetto per Dna, dire che l'Italia ha bisogno di qualcuno significa rinunciare a saper fare qualcosa di importante al pari di altri. Air France - ha ricordato - si e' ristrutturata sei anni fa, Lufthansa ha la preoccupazione di essere preda di qualcuno e di come conquistare il mercato. Il problema e' il mercato: l'Italia e' al quarto posto in Europa e all'ottavo nel mondo ed e' posta in un bacino straordinariamente ricco per i prossimi 10 anni, per via di rapporti internazionali e scambi commerciali. E' un mercato di mezzo fra l'Europa, l'Africa, il Medio Oriente e l'Oriente. Perche' dobbiamo partire con l'idea di vendere - si e' chiesto - perche' dovremmo essere cosi' stupidi da non saper gestire le nostre cose?, non accetto questo autolesionismo a priori. Poi scopriremo, per esempio, che le banche sono malgestite in Usa, Belgio, Olanda, e invece sono ben gestite in Italia. Oggi non siamo piu' il parente povero con il berretto in mano, oggi qualcuno offre per entrare, facciamo raffreddare i motori''. Il presidente di Cai ha aggiunto che Air France ha l'aeroporto Charles De Gaulle che ha chiuso Orly e ha alle spalle Parigi, con un bacino di 20 milioni di passeggeri, anche Londra ne ha 20 di milioni, l'Italia no, ma al Nord ha una base di clienti molto importante, a cui non far perdere quattro ore di tempo per raggiungere l'aeroporto cambiando sette taxi e quattro treni. Il bacino potenziale del Nord Italia, ha rilevato, e' molto piu' importante di Parigi e Londra. Spiegando la strategia di Lufthansa, Colaninno ha ricordato che ha creato una rete aeroportuale tra Monaco, Francoforte e Zurigo, e vede Malpensa come la chiusura del cerchio che mette insieme un bacino di utenti importante, ''Malpensa completa la loro rete''. Quindi, ha osservato, ''Lufthansa non guarda a Malpensa per tutto il bacino del Nord Italia''. Spiegando le strategie di mercato dei due vettori internazionali, Colaninno ha poi detto che ad Air France manca il punto sul Mediterraneo e vede in Roma la potenziale porta d'ingresso per controllare quest'area di mercato. Quindi, secondo Colaninno, l'elemento di scelta principale dell'alleato e' mettere insieme e condividere costi e ricavi di una componente focalizzata sul mercato italiano, che rappresenta una domanda importantissima per Air France, Lufthansa e British Airways, che cercano passeggeri e non aerei e hostess. Quindi, il mercato italiano e' l'ultimo miglio che consente l'accesso dei passeggeri al mercato intercontinentale. Parlando del piano Fenice, Colaninno ha ribadito che prevede sei basi (Torino, Milano, Bologna, Roma, Catania e Venezia), che rappresentano una novita' importante e saranno le basi anche per la manutenzione leggera, i piloti e tutti gli annessi e connessi. ''E' un passo avanti - ha concluso Colaninno - per la rete aeroportuale nazionale''. (ANSA).

ALITALIA: LUFTHANSA, CONTINUIAMO A SEGUIRE LA SITUAZIONE
BERLINO - La Lufthansa continua a ''seguire la situazione'' dell'Alitalia, ma non commenta il si' dei sindacati al salvataggio della compagnia aerea. ''Non ci sono novita' - ha detto questa mattina all'ANSA la portavoce della Lufthansa, Claudia Lange -. Continuiamo a seguire la situazione, ma non rilasciamo commenti'' sull'Alitalia. (ANSA).

ALITALIA: TAJANI RIBADISCE, SERVE DISCONTINUITA'
(ANSA) - BRUXELLES, 30 SET - Bruxelles potra' dare luce verde all'operazione di salvataggio di Alitalia solo se ci sara' una inequivocabile ''discontinuita''' tra la vecchia e la nuova compagnia. E' quanto ha ribadito oggi il vicepresidente della Commissione europea responsabile per i Trasporti, Antonio Tajani, parlando oggi ai microfoni di Sky Tg 24. Tajani ha ripetuto che la societa' che sara' gestita dalla Cai dovra' assumere i suoi dipendenti con ''nuovi contratti di lavoro'', che dovra' essere piu' piccola rispetto all'attuale Alitalia e che la cessione dei suoi asset dovra' avvenire a prezzi di mercato. Solo se queste condizioni saranno realizzate, ha ribadito in sostanza Tajani, la nuova compagnia potra' non essere considerata l'erede della vecchia e potra' quindi non accollarsi i debiti di Alitalia, nonche' gli eventuali oneri derivanti dal prestito ponte da 300 milioni che le e' stato concesso dal governo. Un prestito sul quale, ha ricordato ancora il commissario, Bruxelles ha aperto una procedura d'investigazione per verificare se si tratta di un aiuto di Stato che viola le norme Ue.(ANSA).
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9249
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 30 settembre 2008, 13:33

i_disa ha scritto:ALITALIA:COLANINNO, AZ DI UN TEMPO CON ENTUSIASMO LAVORATORI
(ANSA) - ROMA, 29 SET - ''E' difficile che sia il primo ovembre'' la data in cui Alitalia potra' tornare quella di una volta. Lo ha precisato il presidente di Cai, Roberto Colaninno, sottolineando che Alitalia, per tornare ad avere un servizio a bordo degno dell'azienda dei vecchi tempi, avra' bisogno ''dell'entusiasmo che tutti i dipendenti daranno per il rilancio. Le cose da fare sono a portata di mano - ha aggiunto - Piaggio si e' salvata per l'entusiasmo, non perche' e' arrivato Mago Merlino. Alitalia e' nelle stesse condizioni in cui era la Piaggio. La compagnia ha clienti, ma ci sono infrastrutture carenti e potranno esserci sorprese''. (ANSA).
Mi chiedo come faccia una persona a dichiarare certe cose.... prima prende a calci nei denti i dipendenti e poi parla di entusiasmo.
Sempre piu' disgustato..

Nolamers
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 65
Iscritto il: 28 settembre 2008, 16:03
Località: Venere

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Nolamers » 30 settembre 2008, 13:36

air.surfer ha scritto:
i_disa ha scritto:ALITALIA:COLANINNO, AZ DI UN TEMPO CON ENTUSIASMO LAVORATORI
(ANSA) - ROMA, 29 SET - ''E' difficile che sia il primo ovembre'' la data in cui Alitalia potra' tornare quella di una volta. Lo ha precisato il presidente di Cai, Roberto Colaninno, sottolineando che Alitalia, per tornare ad avere un servizio a bordo degno dell'azienda dei vecchi tempi, avra' bisogno ''dell'entusiasmo che tutti i dipendenti daranno per il rilancio. Le cose da fare sono a portata di mano - ha aggiunto - Piaggio si e' salvata per l'entusiasmo, non perche' e' arrivato Mago Merlino. Alitalia e' nelle stesse condizioni in cui era la Piaggio. La compagnia ha clienti, ma ci sono infrastrutture carenti e potranno esserci sorprese''. (ANSA).
Mi chiedo come faccia una persona a dichiarare certe cose.... prima prende a calci nei denti i dipendenti e poi parla di entusiasmo.
Sempre piu' disgustato..

LUI l'entusiasmo ce la.....gli regalano una compagnia che fra 5 anni vendera' guadagnando un bel gruzzoletto di soldi... :x
Il rugby è sport di contatto, ma io continuo a pensare che, finita la partita, si debba essere capaci di bere una birra fra amici.
Quando non potremo più camminare per colpa degli infortuni, bere una birra fra amici è tutto quello che ci resterà.

Corne Krige

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 30 settembre 2008, 13:39

Nolamers ha scritto:LUI l'entusiasmo ce la.....gli regalano una compagnia che fra 5 anni vendera' guadagnando un bel gruzzoletto di soldi... :x
ieri sera stavo vedendo porta a porta e c era proprio colaninno. sapete cosa ha detto? che non partono affatto con l intenzione di vendere cai tra 5 anni al partner straniero. io poco ci credo a queste parole. voi?
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Nolamers
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 65
Iscritto il: 28 settembre 2008, 16:03
Località: Venere

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Nolamers » 30 settembre 2008, 13:40

i_disa ha scritto:
Nolamers ha scritto:LUI l'entusiasmo ce la.....gli regalano una compagnia che fra 5 anni vendera' guadagnando un bel gruzzoletto di soldi... :x
ieri sera stavo vedendo porta a porta e c era proprio colaninno. sapete cosa ha detto? che non partono affatto con l intenzione di vendere cai tra 5 anni al partner straniero. io poco ci credo a queste parole. voi?
Battuta degna di Zelig....
Il rugby è sport di contatto, ma io continuo a pensare che, finita la partita, si debba essere capaci di bere una birra fra amici.
Quando non potremo più camminare per colpa degli infortuni, bere una birra fra amici è tutto quello che ci resterà.

Corne Krige

Nolamers
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 65
Iscritto il: 28 settembre 2008, 16:03
Località: Venere

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Nolamers » 30 settembre 2008, 13:50

i_disa ha scritto:
Nolamers ha scritto:LUI l'entusiasmo ce la.....gli regalano una compagnia che fra 5 anni vendera' guadagnando un bel gruzzoletto di soldi... :x
ieri sera stavo vedendo porta a porta e c era proprio colaninno. sapete cosa ha detto? che non partono affatto con l intenzione di vendere cai tra 5 anni al partner straniero. io poco ci credo a queste parole. voi?
scritta da un mio amico commercialista

Nella c.d. Manovra d'Estate c'è una norma strana (lo sapete che sono commercalista.....non ricordo norme analoghe) che prevede la non tassazione di plusvalenze da partecipazioni (rispettando certi requisiti) nel caso in cui queste vengano reinvestire in società che svolgono esercitano attività analoghe.
Supponete ora di essere un socio di Cai, proprietario dell'ex Alitalia, e di vendere la vostra partecipazione ad AirFrance la plusvalenza che si creerebbe (visto che l'avete comperato a poco ma che sana vi ha prodotto utili e quindi ha aumentato il proprio valore) sarebbe non tassabile se reinvestita in un'azienda che svolge un'attività simile: tipo la Nolamers Airlines, piccola compagnia aerea con un solo aereo da turismo che serve la rotta Monfalcone-Abano Terme e ritorno, salvo poi mettere in liquidazione la Nolamers Airlines liquidando tutte le attività, denaro compreso, ai soci che si prenderebbero tutti i soldi delle allora plusvalenze senza pagare una lira. A dire il vero la norma sarebbe da approfondire, perchè sono previste alcune limitazioni, ma a pensar male non si sbaglia di molto.

Qualcuno dice che tutta l'operazione avrebbe permesso a Toto, non il De Curtis, di salvare la sua AirOne, che sia vero?

Tanto di cappello a Be*******i.....lo dico davvero.....è un genio! E tutti gli altri non sono nemmeno paragonabili al lui.....
Il rugby è sport di contatto, ma io continuo a pensare che, finita la partita, si debba essere capaci di bere una birra fra amici.
Quando non potremo più camminare per colpa degli infortuni, bere una birra fra amici è tutto quello che ci resterà.

Corne Krige

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9249
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 30 settembre 2008, 13:54

Nolamers ha scritto: Qualcuno dice che tutta l'operazione avrebbe permesso a Toto, non il De Curtis, di salvare la sua AirOne, che sia vero?
CAI avra' 153 aerei. AZ ne aveva 180 circa. Cosa c'entrava Airone?

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9249
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 30 settembre 2008, 13:55

Nolamers ha scritto: LUI l'entusiasmo ce la.....gli regalano una compagnia che fra 5 anni vendera' guadagnando un bel gruzzoletto di soldi... :x
Già...

laurentius
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 34
Iscritto il: 18 ottobre 2006, 0:58

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da laurentius » 30 settembre 2008, 13:57

Domanda agli esperti:

da quali aerei dovrebbe essere composta la flotta della 'nuova Alitalia'?

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 30 settembre 2008, 14:03

737-400
A319
A320
A321
A330
767
777
CRJ900
in futuro

A319, A320,A321, A330/350, 777 e CRJ900
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8490
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da mcgyver79 » 30 settembre 2008, 14:11

i_disa ha scritto:A319, A320,A321, A330/350, 777 e CRJ900
E che ci fanno col triplo7 in mezzo agli Airbus?

Ciaooooo.
McGyver

Avatar utente
Paolo_61
FL 500
FL 500
Messaggi: 9181
Iscritto il: 11 settembre 2008, 17:53
Località: MIL

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Paolo_61 » 30 settembre 2008, 14:12

air.surfer ha scritto:
Nolamers ha scritto: LUI l'entusiasmo ce la.....gli regalano una compagnia che fra 5 anni vendera' guadagnando un bel gruzzoletto di soldi... :x
Già...
Scusate, ma personalmente trovo che i giudizi preventivi su CAI e Colannino siano un filo fuori luogo.
Non ho mai amato il personaggio, ma occorre dargli atto che in Piaggio ha portato a casa dei bei risultati.
Non viene del mondo dell'aviazione, ma se è per questo neanche Branson, e credo che chiunque sano di mente sottoscriverebbe per avere fra 5 anni una compagnia aerea paragonabile a Virgin. Branson ha venduto a Singapore una partecipazione sostanziale dopo aver creato il gioeillino.
Colannino vi parla di entusiasmo, e non ha torto. Domani (1 novembre o il giorno in cui parte la Nuova Alitalia) i passeggeri, che fino a prova contraria sono quelli che vi pagano lo stipendio, inizieranno a giudicare il nuovo "prodotto", che non è fatto solo di tratte e aeromobili, ma anche di persone, di atteggiamenti e di volontà. Non credo che sarà una sfida facilissima, perché al di là di tutto in questo momento AZ, purtroppo, non è particolarmente amata dai suoi clienti. Credetemi, ne ho parlato con tanta gente in questi giorni, anche sindacalisti incalliti, e a "microfoni spenti" vi garantisco che in tanti si auguravano davvero il fallimento di Alitalia.
Per cui sì, ci sarà bisogno di tanto entusiasmo da parte vostra (intendo tutti i dipendenti) per dimostrare a noi clienti che la nuova AZ è meglio della vecchia.

laurentius
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 34
Iscritto il: 18 ottobre 2006, 0:58

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da laurentius » 30 settembre 2008, 14:12

i_disa ha scritto:737-400
A319
A320
A321
A330
767
777
CRJ900
in futuro

A319, A320,A321, A330/350, 777 e CRJ900
Dunque abbandonerà gli MD80 e li sostituirà con i 737 e gli A320 di AirOne? E poi i 737 saranno sostituiti a loro volta da A320?

Pure i 767 andranno in pensione, a favore di A330 e A350?

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 30 settembre 2008, 14:29

laurentius ha scritto:Dunque abbandonerà gli MD80 e li sostituirà con i 737 e gli A320 di AirOne? E poi i 737 saranno sostituiti a loro volta da A320?

Pure i 767 andranno in pensione, a favore di A330 e A350?
perfetto. dovrebbe essere cosi
mcgyver79 ha scritto:E che ci fanno col triplo7 in mezzo agli Airbus?
ah..questo non lo so. io vedrei accanto al 777 il 787, ma air one ha ordinato l A350. potrebbero anche pensionare i 777 non appena arriveranno i primi A350XWB che dovrebbero andare a fare concorrenza proprio al 777 visto che sono leggermente piu grandi degli A330 attuali
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Bloccato