Compagnia Aerea Italiana

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato
Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da aeb » 6 novembre 2008, 18:15

ccsmaqueita ha scritto: Del resto prova oggi a vendere un immobile che 12 mesi fa valeva 500 milioni di Euro.
Oggi devi ribassare almeno del 15%,20%....
Mi.... :shock: un immobile da 500 MILIONI di euro? E cos'è? Villa San Martino?

P.S. in questi anni di frequentazione del forum ho sempre avuto la buona abitudine di rileggere le mie righe prima di premere il tasto invio....
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 6 novembre 2008, 18:19

aeb ha scritto:
ccsmaqueita ha scritto: Del resto prova oggi a vendere un immobile che 12 mesi fa valeva 500 milioni di Euro.
Oggi devi ribassare almeno del 15%,20%....
Mi.... :shock: un immobile da 500 MILIONI di euro? E cos'è? Villa San Martino?

P.S. in questi anni di frequentazione del forum ho sempre avuto la buona abitudine di rileggere le mie righe prima di premere il tasto invio....
L'ho detto io. ccsmaqueita deve essere stato un allievo di Fantozzo.
ROTFL! (Sbonk!) :mrgreen:

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8492
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da mcgyver79 » 6 novembre 2008, 18:35

aeb ha scritto:Mi.... :shock: un immobile da 500 MILIONI di euro? E cos'è? Villa San Martino?


OT: Guarda che quella è costata 500 milioni di Lire (non cash), il 50% dei quali è tornato a casa in un secondo momento.

Ciaooooo.
McGyver

Avatar utente
b747-8
FL 150
FL 150
Messaggi: 1921
Iscritto il: 24 settembre 2008, 21:25

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da b747-8 » 6 novembre 2008, 18:38

air4you ha scritto:
aurum ha scritto:
ccsmaqueita ha scritto:
air4you ha scritto:Fantocci sta gridando ai 4 venti che CAI CAI offre 1 miliardo... ma sono pochi.... pochi soldi liquidi.... sono 250 circa se non vado errato... MA SONO POCHI... come fa a vivere CAI CAI con 250....
E poi Fantocci sta gridando che CAI ha messo sul piatto quella misera cifra per ALITALIA ma non è questa una svendita... Nessuno dice nulla.... ma che schifo... Bleau... mi viene il vomito... Ma Fantoccio ci dica anche l'entità delle altre offerte... Le altre offerte FANTOCCIO... le vogliamo sapere....
:evil:

..Chiamalo con il suo vero nome...quando nella tua vita avrai studiato e fatto solo un quarto di quello che ha fatto lui allora potrai commentare il suo lavoro (forse).
Ora dimostri solo di essere ignorante.
Ma i moderatori di questo sito dove sono ?
ccs
Allora Airforyou,impegnati: UGO! Si chiama UGO! Ecchec...

va bene anche rag ? :)
Matricola (a seconda del filem) 7829-barra-bisss o 1001-barra-biss... :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Vabbè, la finisco...
Acquistiamo il diritto di criticare severamente una persona solo quando siamo riusciti a convincerla del nostro affetto e della lealtà del nostro giudizio, e quando siamo sicuri di non rimanere assolutamente irritati se il nostro giudizio non viene accettato o rispettato. In altre parole, per poter criticare, si dovrebbe avere un'amorevole capacità, una chiara intuizione ed un'assoluta tolleranza. MOHANDAS KARAMCHAND GANDHI

Immagine
BIRRA POINT
Ministro rapporti CULturali

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da aeb » 6 novembre 2008, 18:40

mcgyver79 ha scritto:
aeb ha scritto:Mi.... :shock: un immobile da 500 MILIONI di euro? E cos'è? Villa San Martino?
OT: Guarda che quella è costata 500 milioni di Lire (non cash), il 50% dei quali è tornato a casa in un secondo momento.

Ciaooooo.
C'avrei scommesso..... ;-)
Ultima modifica di aeb il 6 novembre 2008, 21:29, modificato 2 volte in totale.
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

janmnastami
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 548
Iscritto il: 11 agosto 2008, 15:30

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da janmnastami » 6 novembre 2008, 18:52

Draklor ha scritto:
Ooooh,finalmente riusciamo ad avere questi dati...

Si sanno anche quanti sono gli aerei di proprietà e in leasing di Alitalia Express e Volare?
nel sito di alitalia corporate, sezione investor relations, all'interno del bilancio 2007 c'è una tabella che riporta la suddivisione tra aerei in leasing e di proprietà

janmnastami
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 548
Iscritto il: 11 agosto 2008, 15:30

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da janmnastami » 6 novembre 2008, 18:53

aeb ha scritto: Mi.... :shock: un immobile da 500 MILIONI di euro? E cos'è? Villa San Martino?

P.S. in questi anni di frequentazione del forum ho sempre avuto la buona abitudine di rileggere le mie righe prima di premere il tasto invio....
la sede di unicredit in piazza cordusio a milano ad esempio, tempo fa, era valutata 300 mln di euro

VESCARALLY
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 60
Iscritto il: 4 febbraio 2008, 9:10

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da VESCARALLY » 6 novembre 2008, 18:59

Sicuramente i più attenti lo avranno già letto ma mi sembra utile riproporre questo documento per la questione del valore degli slot; se ne parla al capoverso dal titolo:
"Il valore di Alitalia"
Per i più pigri: gli slot vengono valutati da 550 a 900 milioni.
Allegati
IBL_Focus_112_Giuricin.pdf
Alitalia: un fallimento salutare
di Andrea Giuricin
(152.73 KiB) Scaricato 62 volte

Avatar utente
Paolo_61
FL 500
FL 500
Messaggi: 9181
Iscritto il: 11 settembre 2008, 17:53
Località: MIL

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Paolo_61 » 6 novembre 2008, 19:04

VESCARALLY ha scritto:Sicuramente i più attenti lo avranno già letto ma mi sembra utile riproporre questo documento per la questione del valore degli slot; se ne parla al capoverso dal titolo:
"Il valore di Alitalia"
Per i più pigri: gli slot vengono valutati da 550 a 900 milioni.
Valutati, in che senso (non riesco a rendere l'accento di Verdone, ma spero si capisca lo stesso).
Valutati nel senso che producono un reddito per chi li ha in uso? O valutati perché esiste un mercato legale degli slot (salvo, a memoria, LHR)?

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 6 novembre 2008, 19:06

Alitalia, Scajola avverte i piloti: «Lo sciopero sarebbe una follia»
da ilmessaggero.it

ROMA (6 novembre) - Il "fronte del no" alla Cai, la società che rileverà la parte sana di Alitalia, è pronto a nuove forme di lotta e il ministro delle Attività produttive, Claudio Scajola, avverte: «Lo sciopero sarebbe una follia, c'è già stata forte contrazione vendita biglietti». Gaetano Miccichè, braccio destro dell'amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, regista dell'acquisizione di Alitalia da parte di Cai, ha intanto affermato di confidare in un accordo con il personale.

Le vendite dei biglietti di Alitalia a causa delle incertezze che ci sono state stanno «crollando» ed anche per questo «ora sarebbe una follia se si facessero degli scioperi», ha sottolineato Scajola oggi a Mosca. Dopo aver sottolineato che quella di Cai e degli imprenditori che partecipano alla cordata è una «sfida rischiosa», perché non sarà facile affrontare le difficoltà di gestione di una compagnia aerea, il ministro si è comunque detto ottimista sulla capacità del management di risollevare le sorti del vettore italiano: «sono tutti grandi imprenditori», ha sottolineato. Scajola ha quindi detto che quella di Alitalia «è la più grande operazione di privati mai fatta in Italia», sostenendo che «nessuno mai ha investito una cifra di un miliardo di euro». Certo, ha proseguito, adesso bisogna fare in modo che la gente torni a volare e bisogna risollevare il marchio Alitalia: «serve una grande operazione di marketing, ma sono sicuro che la Cai e i suoi imprenditori saprà farla».

Vertice con la Iata. L'amministratore delegato di Cai Rocco Sabelli, il commissario straordinario di Alitalia Augusto Fantozzi e il presidente dell'Enac (ente nazionale per l'aviazione civile) Vito Riggio intanto sono stati oggi a Ginevra per una riunione con il direttore generale della Iata, Associazione internazionale del trasporto aereo, Giovanni Bisignani. L'incontro - ha confermato il portavoce della Iata Anthony Concil - per discutere dei rapporti con Alitalia e dell'inserimento della nuova compagnia nel sistema Iata.

«È stato un incontro costruttivo e credo che ci avviamo ad un felice esito di questo passaggio tra Alitalia e Cai» per quanto riguarda la Iata, ha commentato all'agenzia Ansa Bisignani.
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

VESCARALLY
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 60
Iscritto il: 4 febbraio 2008, 9:10

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da VESCARALLY » 6 novembre 2008, 19:24

Paolo_61 ha scritto:
VESCARALLY ha scritto:Sicuramente i più attenti lo avranno già letto ma mi sembra utile riproporre questo documento per la questione del valore degli slot; se ne parla al capoverso dal titolo:
"Il valore di Alitalia"
Per i più pigri: gli slot vengono valutati da 550 a 900 milioni.
Valutati, in che senso (non riesco a rendere l'accento di Verdone, ma spero si capisca lo stesso).
Valutati nel senso che producono un reddito per chi li ha in uso? O valutati perché esiste un mercato legale degli slot (salvo, a memoria, LHR)?
:) Hai reso perfettamente...
ne abbiamo parlato qualche pagina più indietro, il riferimento è il Regolamento 793/2004 (allegato in pdf)
Allegati
REGOLAMENTO 793-2004.pdf
(124.18 KiB) Scaricato 52 volte

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 6 novembre 2008, 21:07

Voi che tenete tutti i conti, mi dite quante e quali macchine ha messo in piu' CAI rispetto al piano originale (oltre agli 8 md80)?

Avatar utente
madeline
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 703
Iscritto il: 15 settembre 2006, 18:06

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da madeline » 6 novembre 2008, 21:19

i_disa ha scritto:
blusky ha scritto:
madeline ha scritto:
air.surfer ha scritto:
aldo ha scritto: Proporrà di fare volare gli aerei con un solo pilota ed il pilota che sarà pagato solo per gli effettivi minuti che piloterà l'aereo quando è inserito il pilota automatico, saranno considerate ore di riposo, per cui potranno fare volare l'intera flotta di cai con 1 pilota.
fonte: il giornale ed il noto gironalista del precedente articolo
ALDO for PRESIDENT! :mrgreen:
io proporrei di pagare il giornalista solo quando scrive cose sensate...quindi mai :shock: :lol:
invece secondo me non pagheranno neanche il pilota, prenderanno un passaggero a casa e gli chiedono:
< le piacerebbe pilotare un 777?>>
lui; si
<Bene eccole il manuale, fra 2 h si parte...buon volo>>
risparmio assoluto... :dark1:
non dirglielo ad i_disa... sa già come si fà!!!
magari:accetterei all' istante! :mrgreen:
Pure io...magari a bordo di un bel md80...però prima offrirei a tutti calmanti e xamamina... già mi vedo...MAdeline. pilota espertissimo, ha giocato 100 ore a FSX. Solitamente atterra un pò duro(mi schianto perchè non riesco a calcolare bene il rateo di discesa), ma oggi il suo oroscopo dice che sarà positio....
edit: errore cedere gli Er di Express... io ho volato su un er145 sulla MXP-VIe ...confort assoluto....sarebbero tornati utili sulle piccole tratte...vorrà dire che per andare a monaco dovrò usare l'a300-600 di LH

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da aeb » 6 novembre 2008, 21:25

janmnastami ha scritto:
la sede di unicredit in piazza cordusio a milano ad esempio, tempo fa, era valutata 300 mln di euro

...non credo si riferisse a quella... :)
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

janmnastami
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 548
Iscritto il: 11 agosto 2008, 15:30

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da janmnastami » 6 novembre 2008, 22:35

aeb ha scritto: ...non credo si riferisse a quella... :)
difatti ho scritto "ad esempio"
di edifici che valgono centinaia di mln di euro ce ne sono

il punto è: az li ha? :)

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 6 novembre 2008, 22:37

è notizia di ieri che cai intende mantenere la sede operativa di az alla magliana,nell'attuale location,che ne pensate?

janmnastami
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 548
Iscritto il: 11 agosto 2008, 15:30

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da janmnastami » 6 novembre 2008, 22:50

airbusfamilydriver ha scritto:è notizia di ieri che cai intende mantenere la sede operativa di az alla magliana,nell'attuale location,che ne pensate?
una domanda. è vero che la sede è stata venduta e poi affittata da az stessa?

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 6 novembre 2008, 22:51

janmnastami ha scritto:
airbusfamilydriver ha scritto:è notizia di ieri che cai intende mantenere la sede operativa di az alla magliana,nell'attuale location,che ne pensate?
una domanda. è vero che la sede è stata venduta e poi affittata da az stessa?
mi pare di si

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 6 novembre 2008, 23:34

quindi? un operazione per incassare un po di liquidità?
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

giangia
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 430
Iscritto il: 19 giugno 2007, 16:45

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da giangia » 7 novembre 2008, 1:07

i_disa ha scritto:quindi? un operazione per incassare un po di liquidità?
..oppure per garantire un bel introito al nuovo proprietario della sede...che magari sara´una societa´facente capo ad alcuno della banda bassotti

Mdx4
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 231
Iscritto il: 23 gennaio 2007, 17:08
Località: Roma
Contatta:

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Mdx4 » 7 novembre 2008, 6:24

giangia ha scritto:
i_disa ha scritto:quindi? un operazione per incassare un po di liquidità?
..oppure per garantire un bel introito al nuovo proprietario della sede...che magari sara´una societa´facente capo ad alcuno della banda bassotti
Vi farà piacere sapere che il terreno su cui si erge la sede dell'alitalia è stata donata dal comune di roma all'aviolinea e gli è stato cambiata destinazione d'uso appositamente..

az.mirxi
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 194
Iscritto il: 2 febbraio 2008, 20:00

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da az.mirxi » 7 novembre 2008, 8:03

janmnastami ha scritto:
airbusfamilydriver ha scritto:è notizia di ieri che cai intende mantenere la sede operativa di az alla magliana,nell'attuale location,che ne pensate?
una domanda. è vero che la sede è stata venduta e poi affittata da az stessa?
...Si...ma la vendita è stata effettuata, per fare cassa, qualche anno fa...quando AD era Mengozzi...e AZ,se non erro,ha il contratto di affitto ...per la sola palazzina centrale...fino a fine 2009 ...

Avatar utente
aurum
MD80 Captain
MD80 Captain
Messaggi: 1704
Iscritto il: 2 settembre 2005, 12:13
Località: Veio

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da aurum » 7 novembre 2008, 8:44

Intervista a Fabrizio Tomaselli, coordinatore nazionale di Sdl Intercategoriale.

Fabrizio Tomaselli non ha la faccia né i modi di un estremista, ha gesti gentili e, dietro quei grandi occhiali da vista, uno sguardo pulito. Parla in modo pacato, a tratti caldo, a volte duro. C'è tensione tra i lavoratori di Alitalia, la stessa che Tomaselli sembra aver interiorizzato. Il suo lavoro è assistente di volo, il suo ruolo è coordinatore nazionale di Sdl intercategoriale, una delle sigle del “fronte del no”, come la stampa ha definito quelli che non accettano gli accordi sanciti dal “lodo Letta”.


Tomaselli, che cosa è il lodo Letta?

Un trucchetto, un sotterfugio escogitato a Palazzo Chigi lo scorso venerdì 29. Le trattative erano state improvvisamente interrotte da Sabelli, l'amministratore delegato di Cai il mercoledì precedente. Venerdì 29 siamo stati convocati dal Governo. Invece di spiegarci il perché della unilaterale sospensione della trattativa, il Governo, nella persona di Gianni Letta ci presenta un paio di fogli di carta e ci chiede di firmarli: c'era scritto che tutto quello che non è stato ancora definito dalla trattativa lo garantisce lui, come rappresentante del Governo. Una cosa mai vista.

In che senso?

Facciamo un esempio. Lei va a comprare un macchina nuova. Lei fa le domande che si fanno a un concessionario: che cilindrata? Quanti chilometro per litro? Quali optional? Qual è l'anticipo? Quante rate? Quello si spazientisce e ti dice: adesso basta, firmi il contratto. Tutto quello che sarà difforme dal contratto lo garantisco io che sarà conforme. Lei che farebbe?

Gli girerei le spalle, e me ne andrei pensando che gli manca qualche rotella.

È quello che abbiamo pensato tutti. Però, senza un vero perché Cgil, Cisl, Uil e Ugl hanno firmato. Hanno comprato una macchina nuova senza sapere niente di quello che avevano sottoscritto. All'incontro erano presenti tutte le nove sigle che rappresentano i lavoratori di Alitalia, e hanno firmato solo quelle che meno rappresentano le categorie interessate.

Sì, ma qual è il punto?

Semplice. Gli accordi di settembre prevedevano che si sarebbero contrattati i dettagli. Mercoledì 27, alle 23,45, dopo 7 ore di trattativa, Sabelli di Cai si è alzato e se ne andato, interrompendo il dialogo. Venerdì 29 il Governo, invece che mediare tra le parti, ha voluto imporre la volontà di una parte, la Cai. Letta, invece che una crostata, ha cucinato un pasticcio, come ha detto l'on. Casini.

Se questa la verità, allora perché i sindacati confederali hanno invece firmato il lodo Letta?

Hanno sottoscritto un placet politico al progetto Cai, perché è certo che i contenuti degli accordi contrattuali non si sono voluti prendere in esame. La domanda è: rappresentano i lavoratori presso la Cai, o la Cai presso i lavoratori? Perché il Governo garantisce tutto a Cai e invece niente ai lavoratori? Perché è possibile che si garantisce che la Cai non dovrà restituire il prestito ponte, come chiede l'Europa, e in cambio non si vogliono sottoscrivere garanzie ai lavoratori in cassa integrazione, ai precari, alle madri lavoratrici e neppure ai lavoratori che hanno familiari disabili in famiglia? Perché a Cai si danno garanzie di “immunità” sulla norme antitrust, italiane ed europee, e invece ai lavoratori si nega anche il solo diritto di discutere, attraverso i loro rappresentanti, punto per punto, la stesura del nuovo contratto di lavoro? Abbiamo letto che Tremonti ha detto: “Dobbiamo puntare di più sui valori e sull'etica e meno sugli interessi economici”. Belle parole. Fatto sta che il lodo Letta punta tutto sugli interessi di Cai e nulla sui valori del lavoro, né sull'etica di Cai.

Lunedì 3 avete tenuto un'assemblea a Fiumicino. C'era molta tensione e molto nervosismo. C'è chi ha parlato di blocco totale.

I lavoratori sono esasperati, non solo dai contenuti del lodo Letta, ma anche dal modo di condurre questa vicenda da parte di Cai e del governo, che non media, si schiera smaccatamente. L'assemblea ha deciso di rigettare il lodo Letta, nella forma e nella sostanza, ha dichiarato lo stato di agitazione permanente dei lavoratori e ha dato mandato alle sigle che li rappresentano di dare vita a tutte le iniziative necessarie per sbloccare la vertenza.

L'assemblea ha chiesto alla Cgil di ritirare la sua adesione al lodo Letta. Perché?

La straordinaria gravità della vertenza Alitalia impone una riflessione generale su come nel nostro Paese si stanno rapidamente modificando in modo negativo le relazioni tra aziende, organizzazioni sindacali e lavoratori.

Siamo di fronte ad una situazione nella quale un'azienda (Cai) non rispetta gli accordi sottoscritti ed i più elementari principi etici, ricatta in modo strumentale lavoratori che già si trovano in uno stato di estremo disagio e di profonda incertezza per il proprio futuro, infrange e ridicolizza riconosciuti criteri di solidarietà sociale e calpesta le più basilari regole di democrazia e rappresentanza sindacale. Chiediamo alla Cgil di essere coerente con la posizione presa da Epifani in occasione della rottura delle trattative con Confindustria sul nuovo modello di contratto, sulla vertenza nell'impiego pubblico, del contratto del commercio, coerente con la decisione che vedrà i metalmeccanici in sciopero il prossimo 12 dicembre.

Colaninno, presidente di Cai ha detto che la trattativa è conclusa. Prendere o lasciare.

Colaninno si sente fortemente spalleggiato dal Governo. La Cai è appena nata e già si sente favorita dal Governo, in ogni senso. Sa di poter contare su soldi pubblici (i famosi trecento milioni), sa di poter contare sulla macchina propagandistica della maggioranza che appoggia il governo, che minaccia i lavoratori di non poter godere della cassa integrazione se non accettano le condizioni di impiego in azienda.

Alitalia è ormai per Governo e Confindustria un banco di prova per far passare modelli contrattuali e meccanismi di rappresentanza sindacale più penalizzanti e più autoritari: in tale scenario i lavoratori sono trattati come cavie di tale “sperimentazione”. Questo modo di immaginare le relazioni industriali è autoritario.

La logica che Confindustria vuole imporre è quella del “prendere o lasciare”, senza neanche percorrere la strada del reale confronto: questo è un metodo sindacalmente inaccettabile ed eticamente censurabile.

Colaninno ha detto che bisogna mettere la parola fine alla logica dei veti incrociati. Non vuole cogestione col sindacato, come è avvenuto negli anni passati in Alitalia.

L'idea-forza di Colaninno è: comanda l'impresa, non gli accordi. Però poi trova comodo che la cogestione si sia spostata dall'azienda a Palazzo Chigi, come dimostra il lodo Letta. La nostra idea-forza è semplice: noi facciamo sindacato, ne abbiamo legittimità, sia dal punto di vista giuridico, perché nel nostro paese fare sindacato è legale; sia dal punto di vista del consenso, perché rappresentiamo, assieme ad altri soggetti sindacali, la maggioranza schiacciante dei lavoratori. Li rappresentiamo e li consultiamo frequentemente. La cogestione l'hanno tentata di fare le sigle confederali. Colaninno ha due scelte: o tratta con noi, che siamo agguerriti, ma leali nei confronti degli accordi presi. Oppure cercare una sponda con sigle compiacenti, ma inaffidabili, perché hanno poco peso e credito tra le categorie del trasporto aereo. Nel primo caso ci troverà pronti alla trattativa, nel secondo è lui stesso che crea una nuova cogestione. Se ha a cuore il futuro della sua impresa, e non solo i ricavi che conta di gestire, sa quello che deve fare.

Tomaselli, Sdl è un sindacato di base, con radici nel sindacalismo alternativo alle sigle storiche. Come vi trovate insieme a sindacati, che spesso di autodefiniscono associazioni professionali, ma che in genere vengono chiamati autonomi, per non dire corporativi?

Ciò che ci unisce è uno scenario completamente nuovo nel panorama delle relazioni industriali e sindacali. Il modello autoritario che si sta sperimentando in Alitalia non può che unire tutte le categorie che si sentono minacciate nella loro professionalità, ma anche nel loro modello sociale di riferimento.

Prendiamo i piloti. Sono professionisti di alto profilo, erano considerati facenti parte della classe dirigente del Paese. Hanno nutrito anche simpatie politiche per le forze che rappresentano un governo che oggi vorrebbe anche solo negargli voce in capitolo.

L'attacco della crisi colpisce tutti gli strati: quelli più deboli, come gli operai aeroportuali; quelli medio-bassi, come i tecnici e gli assistenti di volo; quelli medi, come i piloti, arrivando a colpire anche i comandanti, il cui tenore di vita era, fino a poco tempo fa, medio-alto. Se alla crisi si associa l'arroganza e l'autoritarismo della Cai e del Governo, la coscienza di essere maltrattati unisce. È la condizione materiale che prende atto del proprio stato, al di là dei retaggi politici o ideologici. Non va dimenticato, che al contrario degli industriali della cordata, Sdl e Anpac, al pari delle altre sigle, il trasporto aereo lo conoscono, lo vivono sia negli aspetti tecnici che in quelli commerciali, vale a dire la relazione con i clienti, cioè i passeggeri.

Come pensate di sostenere la grande pressione che vi stanno esercitando contro per costringervi a sottoscrivere il lodo Letta?

Barak Obama ha detto: “Non siamo una collezione di individui, siamo un nazione”. Parafrasando le sue parole, mi viene da dire che quella di Alitalia è una situazione e una vertenza gravissima che coinvolge ormai tutti i lavoratori italiani e che deve essere affrontata saldando in un unico obiettivo tutti i lavoratori, i precari, gli studenti e le forze sociali del Paese: battere l'autoritarismo e l'arroganza della Confindustria e del Governo e rendere possibile un'ampia, collettiva e democratica risposta di tutte le forze sane di questo Paese.

Insomma, avete intenzione di volare alto.

Sì. Per battere l'arroganza di Cai, del Governo e di Confindustria dobbiamo volare alto. D'altronde, volare alto è il nostro lavoro. No?


Scusate,e' un po lunga ma vale la pena che venga letta integralmente.
Gubernator superfluus

Immagine Immagine

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 7 novembre 2008, 8:56

è interessante aurum, non preoccuparti della lunghezza. in effetti è vero, colaninno si sente forte perchè è appoggiato da governo.
az.mirxi ha scritto:
janmnastami ha scritto:
airbusfamilydriver ha scritto:è notizia di ieri che cai intende mantenere la sede operativa di az alla magliana,nell'attuale location,che ne pensate?
una domanda. è vero che la sede è stata venduta e poi affittata da az stessa?
...Si...ma la vendita è stata effettuata, per fare cassa, qualche anno fa...quando AD era Mengozzi...e AZ,se non erro,ha il contratto di affitto ...per la sola palazzina centrale...fino a fine 2009 ...
da quello che dici, quindi si farà un nuovo contratto visto che non è più di proprietà?
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

VESCARALLY
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 60
Iscritto il: 4 febbraio 2008, 9:10

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da VESCARALLY » 7 novembre 2008, 9:11

Insomma, avete intenzione di volare alto.

Sì. Per battere l'arroganza di Cai, del Governo e di Confindustria dobbiamo volare alto. D'altronde, volare alto è il nostro lavoro. No?
[Edit N176CM - messaggio OT e di contenuto politico fine a se stesso]
Ultima modifica di VESCARALLY il 7 novembre 2008, 12:58, modificato 1 volta in totale.

az.mirxi
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 194
Iscritto il: 2 febbraio 2008, 20:00

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da az.mirxi » 7 novembre 2008, 10:22

i_disa ha scritto:è interessante aurum, non preoccuparti della lunghezza. in effetti è vero, colaninno si sente forte perchè è appoggiato da governo.
az.mirxi ha scritto:
janmnastami ha scritto:
airbusfamilydriver ha scritto:è notizia di ieri che cai intende mantenere la sede operativa di az alla magliana,nell'attuale location,che ne pensate?
una domanda. è vero che la sede è stata venduta e poi affittata da az stessa?
...Si...ma la vendita è stata effettuata, per fare cassa, qualche anno fa...quando AD era Mengozzi...e AZ,se non erro,ha il contratto di affitto ...per la sola palazzina centrale...fino a fine 2009 ...
da quello che dici, quindi si farà un nuovo contratto visto che non è più di proprietà?
A prescindere dall'esattezza della data di scadenza del contratto...credo di si..in quanto l'intestatario del contratto di affitto cambia...però, considerando che comunque per un periodo di tempo (che non so a questo punto definire ) Alitalia (la società in Amministrazione Straordinaria per intenderci) proseguirà alcune attività per il "trapasso"...forse adotteranno il sistema in uso attualmente con la quota che AZ Servizi versa ad Alitalia (Società intestataria del contratto di affitto) per gli spazi dalla stessa occupati...ma non so nel caso di Amministrazione Straordinaria sia possibile...comunque ho letto in un articolo che CAI ha preso in affitto a Milano degli spazi per la nuova Società...ora non so in che termini...e se sarà solo un ufficio di rappresentanza...se ritrovo l'articolo lo posto...

az.mirxi
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 194
Iscritto il: 2 febbraio 2008, 20:00

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da az.mirxi » 7 novembre 2008, 10:36

Da Panorama.it economia
4 novembre 2008
La sede della Cai sarà a Milano nel palazzo del gruppo Risanamento di Zunino
La Cai di Colaninno ha finalmente deciso. Non quanti e quali piloti assumere, ma la sede della società. Sarà a Milano in un palazzo in pieno centro, al quarto piano dell’immobile che attualmente ospita il quartier generale del gruppo Risanamento controllato dall’immobiliarista Luigi Zunino. Il contratto d’affitto dell’ultimo piano deve essere ancora sottoscritto, ma i primi impiegati sono già arrivati. Il motivo della scelta consiste nel fatto che il gruppo Risanamento è in “cura” da Intesa San Paolo, una delle banche con le quali l’immobiliarista piemontese è maggiormente indebitato. La banca da tempo sta lavorano a un piano di riassetto economico. Ad occuparsene è Salvatore Mancuso, finanziere di origini siciliane amico di Gaetano Miccichè, capo del corporale della banca guidata da Corrado Passera, e fondatore del fondo d’investimento Equinox. Ora, se si va a vedere chi sono i soci della Cai, la società che ha formulato l’offerta vincolante per l’acquisto dell’Alitalia, si nota che tra i maggiori azionisti ci sono sia Intesa San Paolo, che ha sostenuto finanziariamente l’operazione di Colaninno, sia Salvatore Mancuso, con il fondo Equinox. Ed è proprio da quest’ultimo che è partita l’idea di offrire alla Cai la possibilità di stabilire la sede della finanziaria nell’elegante palazo nel cuore di Milano. Offerta accettata, dopo un velocissimo sopralluogo di Colaninno in persona che sabato ha visitato i locali in compagnia dell’amministratore delegato in pectore dell’Alitalia, Rocco Sabelli.

Una domanda da non esperta...ma con il federalismo fiscale ....la Sede della Società a Milano cosa comporterà ?

Avatar utente
Paolo_61
FL 500
FL 500
Messaggi: 9181
Iscritto il: 11 settembre 2008, 17:53
Località: MIL

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Paolo_61 » 7 novembre 2008, 10:49

az.mirxi ha scritto:Da Panorama.it economia


Una domanda da non esperta...ma con il federalismo fiscale ....la Sede della Società a Milano cosa comporterà ?
Per ora tendenzialmente nulla, in quanto il federalismo fiscale (quello vero) è di là da venire.
Se e quando ci sarà, bisognerà vedere se avere sede in Lombardia rappresenta un vantaggio rispetto ad avere la sede nel Lazio.
Fra l'altro, OT, potrebbe scatenarsi una simpatica guerra (si spera al ribasso) per attrarre le società. Infatti l'unico criterio che vedo possibile per la tassazione "federalista" delle società è la sede legale, ma nessuno ti impedisce di metterla, per dire, a Cagliari (ammesso che la regione Sardegna abbia le aliquote più basse) e poi avere la sede operativa a Milano o a Roma. Chiuso OT

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 7 novembre 2008, 11:00

az.mirxi ha scritto:Da Panorama.it economia
4 novembre 2008
La sede della Cai sarà a Milano nel palazzo del gruppo Risanamento di Zunino
La Cai di Colaninno ha finalmente deciso. Non quanti e quali piloti assumere, ma la sede della società. Sarà a Milano in un palazzo in pieno centro, al quarto piano dell’immobile che attualmente ospita il quartier generale del gruppo Risanamento controllato dall’immobiliarista Luigi Zunino. Il contratto d’affitto dell’ultimo piano deve essere ancora sottoscritto, ma i primi impiegati sono già arrivati. Il motivo della scelta consiste nel fatto che il gruppo Risanamento è in “cura” da Intesa San Paolo, una delle banche con le quali l’immobiliarista piemontese è maggiormente indebitato. La banca da tempo sta lavorano a un piano di riassetto economico. Ad occuparsene è Salvatore Mancuso, finanziere di origini siciliane amico di Gaetano Miccichè, capo del corporale della banca guidata da Corrado Passera, e fondatore del fondo d’investimento Equinox. Ora, se si va a vedere chi sono i soci della Cai, la società che ha formulato l’offerta vincolante per l’acquisto dell’Alitalia, si nota che tra i maggiori azionisti ci sono sia Intesa San Paolo, che ha sostenuto finanziariamente l’operazione di Colaninno, sia Salvatore Mancuso, con il fondo Equinox. Ed è proprio da quest’ultimo che è partita l’idea di offrire alla Cai la possibilità di stabilire la sede della finanziaria nell’elegante palazo nel cuore di Milano. Offerta accettata, dopo un velocissimo sopralluogo di Colaninno in persona che sabato ha visitato i locali in compagnia dell’amministratore delegato in pectore dell’Alitalia, Rocco Sabelli.

Una domanda da non esperta...ma con il federalismo fiscale ....la Sede della Società a Milano cosa comporterà ?
mi sa che quella è la sede degli uffici della presidenza
ma tutto ciò che è OPERATIVO,tipo turni,coordinamento opertivo e uffici operativi attualmente alla magliana,resteranno a roma.visto che dai numeri dati da cai a roma c'è il grosso delle assunzioni

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 7 novembre 2008, 13:16

airbusfamilydriver ha scritto:
az.mirxi ha scritto:Da Panorama.it economia
mi sa che quella è la sede degli uffici della presidenza
ma tutto ciò che è OPERATIVO,tipo turni,coordinamento opertivo e uffici operativi attualmente alla magliana,resteranno a roma.visto che dai numeri dati da cai a roma c'è il grosso delle assunzioni
fermo restando che la maggior parte del personale amministrativo sarà riassunto da cai e molto probabilmente la maggior parte di essi è di roma e dintorni, sarebbe antieconomico trasferire tutta la sede amministartiva a milano..
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
air4you
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 5 novembre 2006, 21:00

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air4you » 7 novembre 2008, 13:18

2008-11-07 12:30
ALITALIA: PILOTI AVVIANO SCIOPERO BIANCO
ROMA - I piloti di Anpac e Up hanno avviato da questa mattina uno 'sciopero bianco' applicando "in modo fiscale" le regole relative ai controlli che precedono il volo rallentando quindi le operazioni. A quanto si apprende, i vertici delle due associazioni dei piloti, al centro equipaggi di Fiumicino invitano i colleghi ad applicare alla lettera tutte le procedure. Sempre secondo quanto si è appreso, ieri questo invito era stato rivolto agli iscritti attraverso sms. Al momento, comunque, i voli dallo scalo romano vengono effettuati regolarmente e non viene segnalata alcuna conseguenza sull'operativo.


... si dovrebbe dire però che almeno per ora tutto è regolare...

az.mirxi
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 194
Iscritto il: 2 febbraio 2008, 20:00

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da az.mirxi » 7 novembre 2008, 13:46

i_disa ha scritto:
airbusfamilydriver ha scritto:
az.mirxi ha scritto:Da Panorama.it economia
mi sa che quella è la sede degli uffici della presidenza
ma tutto ciò che è OPERATIVO,tipo turni,coordinamento opertivo e uffici operativi attualmente alla magliana,resteranno a roma.visto che dai numeri dati da cai a roma c'è il grosso delle assunzioni
fermo restando che la maggior parte del personale amministrativo sarà riassunto da cai e molto probabilmente la maggior parte di essi è di roma e dintorni, sarebbe antieconomico trasferire tutta la sede amministartiva a milano..
credo anche io che il personale dei vari uffici di Roma rimarrà a Roma...ho postato l'articolo solo per informazione...(hai fatto un misto di "quote"... :) )

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 7 novembre 2008, 15:00

Alitalia: 'fronte del nò, lunedì nuova assemblea
07 Novembre 2008, 14:06

ROMA - Sulla questione Alitalia, il 'fronte del nò torna a riunirsi il 10 novembre. Le cinque sigle sindacali, che hanno rifiutato l'accordo su contratti e criteri d'assunzione, hanno convocato per lunedì prossimo un'assemblea per fare il punto e decidere eventuali forme di lotta. Insieme ad Anpac, Up, Avia e Sdl, parteciperà anche l'Anpav. Le richieste di una convocazione inoltrate a governo e Cai non hanno finora trovato risposta. (Agr)
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

janmnastami
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 548
Iscritto il: 11 agosto 2008, 15:30

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da janmnastami » 7 novembre 2008, 16:48

az.mirxi ha scritto: ...Si...ma la vendita è stata effettuata, per fare cassa, qualche anno fa...quando AD era Mengozzi...e AZ,se non erro,ha il contratto di affitto ...per la sola palazzina centrale...fino a fine 2009 ...
sì, sapevo che era una storia vecchia, ma a mio avviso è stata comunque una scelta quantomeno discutibile.

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da maksim » 7 novembre 2008, 16:59

air4you ha scritto:2008-11-07 12:30
ALITALIA: PILOTI AVVIANO SCIOPERO BIANCO
ROMA - I piloti di Anpac e Up hanno avviato da questa mattina uno 'sciopero bianco' applicando "in modo fiscale" le regole relative ai controlli che precedono il volo rallentando quindi le operazioni. A quanto si apprende, i vertici delle due associazioni dei piloti, al centro equipaggi di Fiumicino invitano i colleghi ad applicare alla lettera tutte le procedure. Sempre secondo quanto si è appreso, ieri questo invito era stato rivolto agli iscritti attraverso sms. Al momento, comunque, i voli dallo scalo romano vengono effettuati regolarmente e non viene segnalata alcuna conseguenza sull'operativo.


... si dovrebbe dire però che almeno per ora tutto è regolare...
Ma che strana mentalità quella secondo la quale le regole "sì, ci sono ma, poi, non devi applicarle proprio alla lettera...".
Sembra quasi un contraddizione in termini: o la regola c'è (ed è IMPLICITO che vada applicta) oppure non c'è...
Cosa vuol dire "applicare in modo fiscale" una regola ???
O la regola è farlocca (tipo il limite di 40 Km/h sulle rampe che escono dalle autostrade, regola che è più pericoloso "applicare" che trasgredire. Perchè c'è il rischio che qualcuno ti venga nel cu**) oppure la regola (per definizione stessa di regola) va SEMPRE applicata "in modo fiscale". Non capisco... :roll:

Bloccato