Compagnia Aerea Italiana

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato
Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 11 novembre 2008, 14:10

aeb ha scritto:
air.surfer ha scritto:ot ma nemmeno tanto...
Ehi, ma sarai mica diventato di sinistra?! :D
Si. Mai piu' un voto a destra in tutta la mia vita.

Avatar utente
Atr72
FL 400
FL 400
Messaggi: 4420
Iscritto il: 25 maggio 2007, 12:22
Località: 7,69 nm 356° OutBound LIN VOR, Monza

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Atr72 » 11 novembre 2008, 14:11

air.surfer ha scritto: Ah, per inciso. Ho perso mio papà la scorsa settimana scorsa. E' stato 10 giorni in coma ed io, invece di stare al suo capezzale, stavo in giro a portare della gente come te.
Condoglianze anche da parte mia. :(

Paolo
BSc in Aerospace Eng. (PoliMi)
Student at MSc in Aeronautical Eng. - Flight Mechanics (PoliMi)
Erasmus+ Experience at ENAC, in Toulouse.


---

O siamo capaci di sconfiggere le idee contrarie con la discussione, o dobbiamo lasciarle esprimere. Non è possibile sconfiggere le idee con la forza, perché questo blocca il libero sviluppo dell'intelligenza.

(Ernesto Che Guevara)

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 11 novembre 2008, 14:12

air.surfer ha scritto:Scusate, ma io non capisco perchè c'è tutto questo casino.
Sabelli ed il governo non avevano detto che accordandosi con i confederali avevano il consenso della maggioranza dei lavoratori? Ma allora, se è cosi', perchè questi disagi? Dove stanno i confederali che lavorano?
:roll: non ci avevo pensato

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 11 novembre 2008, 14:15

fedecorsi ha scritto:Io mi chiedo come ci possa ancora essere gente che difende quei 4 DELINQUENTI perchè questo sono,che bloccano il paese...meriterebbero davvero di stare tutti a casa tanto per rompere le palle agli altri tanto vale.
Federcorsi, il tuo ragionamento mi incuriosisce.
Chiami me delinquente, che ho la fedina pulita e rispetto le regole e non accenni minimamente alle persone che stiamo contestando.
Ora mi chiedo, se chiami me DELINQUENTE che non ho mai avuto grane con la giustizia, come definiresti chi veramente ce li ha o ce li ha avuti?
Ecco per esempio, due attori della vicenda AZ che oggi al TG hanno preannunciato azioni penali contro degli onesti lavoratori.
Dai, sono tutt'orecchi....

Matteoli, Altero/Alleanza nazionale
Il ministro dell'Ambiente è indagato a Genova per rivelazione di segreto e favoreggiamento nei confronti dell'ex prefetto di Livorno: lo avrebbe avvertito delle indagini a suo carico sugli abusi edilizi all'isola d'Elba.
L'unica assunzione in AZ degli ultimi anni è quella di suo figlio.

Maroni, Roberto
Deputato della Repubblica. Eletto nel collegio di Varese. Leghista, ex ministro dell'Interno nel primo governo Berlusconi. E' coinvolto in tre inchieste giudiziarie. Per gli scontri con la polizia, inviata a perquisire la sede della Lega a Milano, è stato condannato definitivamente a 4 mesi e 20 giorni per resistenza a pubblico ufficiale. Come capo delle "camicie verdi", è stato indagato dalla procura di Verona per reati come attentato contro l'integrità dello Stato. Infine, la procura di Roma lo ha indagato per favoreggiamento di una presunta compravendita di voti. Candidato al ministero della Giustizia nel governo Berlusconi, ha dovuto farsi da parte, tra le polemiche. Ma è comunque diventato ministro al Welfare.


Berlusconi non l'ho messo senno' servivano un paio di mega. Potete comunque farvi un cultura qui:
http://www.noprivilegipolitici.it/condannati.html

Avatar utente
blusky
FL 500
FL 500
Messaggi: 7538
Iscritto il: 23 novembre 2006, 11:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da blusky » 11 novembre 2008, 14:23

air.surfer ha scritto:
fedecorsi ha scritto:Io mi chiedo come ci possa ancora essere gente che difende quei 4 DELINQUENTI perchè questo sono,che bloccano il paese...meriterebbero davvero di stare tutti a casa tanto per rompere le palle agli altri tanto vale.
Federcorsi, il tuo ragionamento mi incuriosisce.
Chiami me delinquente, che ho la fedina pulita e rispetto le regole e non accenni minimamente alle persone che stiamo contestando.
Ora mi chiedo, se chiami me DELINQUENTE che non ho mai avuto grane con la giustizia, come definiresti chi veramente ce li ha o ce li ha avuti?
Ecco per esempio, due attori della vicenda AZ che oggi al TG hanno preannunciato azioni penali contro degli onesti lavoratori.
Dai, sono tutt'orecchi....

Matteoli, Altero/Alleanza nazionale
Il ministro dell'Ambiente è indagato a Genova per rivelazione di segreto e favoreggiamento nei confronti dell'ex prefetto di Livorno: lo avrebbe avvertito delle indagini a suo carico sugli abusi edilizi all'isola d'Elba.
L'unica assunzione in AZ degli ultimi anni è quella di suo figlio.

Maroni, Roberto
Deputato della Repubblica. Eletto nel collegio di Varese. Leghista, ex ministro dell'Interno nel primo governo Berlusconi. E' coinvolto in tre inchieste giudiziarie. Per gli scontri con la polizia, inviata a perquisire la sede della Lega a Milano, è stato condannato definitivamente a 4 mesi e 20 giorni per resistenza a pubblico ufficiale. Come capo delle "camicie verdi", è stato indagato dalla procura di Verona per reati come attentato contro l'integrità dello Stato. Infine, la procura di Roma lo ha indagato per favoreggiamento di una presunta compravendita di voti. Candidato al ministero della Giustizia nel governo Berlusconi, ha dovuto farsi da parte, tra le polemiche. Ma è comunque diventato ministro al Welfare.


Berlusconi non l'ho messo senno' servivano un paio di mega. Potete comunque farvi un cultura qui:
http://www.noprivilegipolitici.it/condannati.html
guarda che ti condannano per spaccio di veritá!!! in italia é reato!!! occhio!!!
Einstein:"Tutti sanno che una cosa é impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa."
Einstein:"Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima."
Einstein:"Non cercare di diventare un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore."
Sono una goccia... Plic Plic Plic
http://www.taize.fr

PRESIDENTE DI BIRRA POINT- IL PUNTO DI INCONTRO MASCHILE DI MD80.IT
Immagine Immagine

davierosoft
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 550
Iscritto il: 3 agosto 2005, 12:13
Località: Chieti N42°21.07 E14°11.71
Contatta:

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da davierosoft » 11 novembre 2008, 14:24

blusky ha scritto: per essere chiari i lavoratori della diaco e della motorola se sbaglio non accompagnano all´altro mondo 160 persone...
Gli autisti di autobus ad esempio si, e sono da soli a farsi un mazzo di enorme portata sulle nostre autostrade, strade che non hanno bisogno di essere descritte ovviamente, e che non hanno copilota, non hanno autopilota o un TCAS o ATC che li avvisi che c'è qualche pazzo... E le statistiche dicono che rischiano più loro a 1400 euro o giù di li che voi su di un liner... Un po di umiltà non farebbe male...

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 11 novembre 2008, 14:24

blusky ha scritto: guarda che ti condannano per spaccio di veritá!!! in italia é reato!!! occhio!!!
Ah ma io ho fatto solo un copiaincolla da quel sito. Sono loro che sono sovversivi... :mrgreen:

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 11 novembre 2008, 14:26

davierosoft ha scritto:
blusky ha scritto: per essere chiari i lavoratori della diaco e della motorola se sbaglio non accompagnano all´altro mondo 160 persone...
Gli autisti di autobus ad esempio si, e sono da soli a farsi un mazzo di enorme portata sulle nostre autostrade, strade che non hanno bisogno di essere descritte ovviamente, e che non hanno copilota, non hanno autopilota o un TCAS o ATC che li avvisi che c'è qualche pazzo... E le statistiche dicono che rischiano più loro a 1400 euro o giù di li che voi su di un liner... Un po di umiltà non farebbe male...
Senti un po', davierosoft.
Mi sembra tu sia una persona intelligente allora rispondi a questa domanda.
Quanto tempo ci metterei io ad imparare a guidare un autobus e invece quanto un autista di autobus a comandare un Jumbo?

Avatar utente
MalboroLi
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 493
Iscritto il: 19 gennaio 2008, 9:33

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da MalboroLi » 11 novembre 2008, 14:32

air.surfer ha scritto:
fedecorsi ha scritto:Io mi chiedo come ci possa ancora essere gente che difende quei 4 DELINQUENTI perchè questo sono,che bloccano il paese...meriterebbero davvero di stare tutti a casa tanto per rompere le palle agli altri tanto vale.
Federcorsi, il tuo ragionamento mi incuriosisce.
Chiami me delinquente, che ho la fedina pulita e rispetto le regole e non accenni minimamente alle persone che stiamo contestando.
Ora mi chiedo, se chiami me DELINQUENTE che non ho mai avuto grane con la giustizia, come definiresti chi veramente ce li ha o ce li ha avuti?
Ecco per esempio, due attori della vicenda AZ che oggi al TG hanno preannunciato azioni penali contro degli onesti lavoratori.
Dai, sono tutt'orecchi....

Matteoli, Altero/Alleanza nazionale
Il ministro dell'Ambiente è indagato a Genova per rivelazione di segreto e favoreggiamento nei confronti dell'ex prefetto di Livorno: lo avrebbe avvertito delle indagini a suo carico sugli abusi edilizi all'isola d'Elba.
L'unica assunzione in AZ degli ultimi anni è quella di suo figlio.

Maroni, Roberto
Deputato della Repubblica. Eletto nel collegio di Varese. Leghista, ex ministro dell'Interno nel primo governo Berlusconi. E' coinvolto in tre inchieste giudiziarie. Per gli scontri con la polizia, inviata a perquisire la sede della Lega a Milano, è stato condannato definitivamente a 4 mesi e 20 giorni per resistenza a pubblico ufficiale. Come capo delle "camicie verdi", è stato indagato dalla procura di Verona per reati come attentato contro l'integrità dello Stato. Infine, la procura di Roma lo ha indagato per favoreggiamento di una presunta compravendita di voti. Candidato al ministero della Giustizia nel governo Berlusconi, ha dovuto farsi da parte, tra le polemiche. Ma è comunque diventato ministro al Welfare.


Berlusconi non l'ho messo senno' servivano un paio di mega. Potete comunque farvi un cultura qui:
http://www.noprivilegipolitici.it/condannati.html
airsurfer stavolta non sono d'accordo con te.
Non so se tu sei uno di quelli che sta aderendo allo sciopero che è in atto ma:
1) Gli scioperi sono regolamentati da una legge, non possono certo essere dichiarati nel gioro di due ore; ergo, chi lo fa, è penalmente perseguibile (quindi delinquente se inteso nel senso che "delinque" è ammissibile);
2) Chi fa sciopero non proclamato non fa male alla CAI, ma fa male, nell'ordine di priorità: a) Ai passeggeri; b) All'Alitalia (perchè è ancora Alitalia, non scordiamolo); c) A se stesso e a tutte le categorie sindacali (per quanto posiate avere ragione al 110%, questi scioperi "ad minchiam" saranno sempre e comunque usati contro di voi, e a ragione, in una qualunque, possibile, trattativa);
3) Parere personale, in questo modo non fate altro che spaccarvi tra di voi, cosa che sarebbe da evitare in un momento delicatissimo come questo;
4) Parere strettamente personale; io al posto vostro farei il bambino buono fino a quando non mi compra la CAI, poi partirei con gli scioperi a raffica, per far valere diritti giusti (e avvisando i passeggeri; guardando la TV (sicuramente con faziosità) ma hanno intervistato malati, moribondi, persone con by-pass coronarico che grazie agli scioperanti erano costretti a dormire all'agghiaccio, con il risultato che la maggioranza degli Italiani (sapendo i fatti solo parzialmente) ora vi detesta.

Parere mio eh...
Immagine

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 11 novembre 2008, 14:37

MalboroLi ha scritto:
air.surfer ha scritto:
fedecorsi ha scritto:Io mi chiedo come ci possa ancora essere gente che difende quei 4 DELINQUENTI perchè questo sono,che bloccano il paese...meriterebbero davvero di stare tutti a casa tanto per rompere le palle agli altri tanto vale.
Federcorsi, il tuo ragionamento mi incuriosisce.
Chiami me delinquente, che ho la fedina pulita e rispetto le regole e non accenni minimamente alle persone che stiamo contestando.
Ora mi chiedo, se chiami me DELINQUENTE che non ho mai avuto grane con la giustizia, come definiresti chi veramente ce li ha o ce li ha avuti?
Ecco per esempio, due attori della vicenda AZ che oggi al TG hanno preannunciato azioni penali contro degli onesti lavoratori.
Dai, sono tutt'orecchi....

Matteoli, Altero/Alleanza nazionale
Il ministro dell'Ambiente è indagato a Genova per rivelazione di segreto e favoreggiamento nei confronti dell'ex prefetto di Livorno: lo avrebbe avvertito delle indagini a suo carico sugli abusi edilizi all'isola d'Elba.
L'unica assunzione in AZ degli ultimi anni è quella di suo figlio.

Maroni, Roberto
Deputato della Repubblica. Eletto nel collegio di Varese. Leghista, ex ministro dell'Interno nel primo governo Berlusconi. E' coinvolto in tre inchieste giudiziarie. Per gli scontri con la polizia, inviata a perquisire la sede della Lega a Milano, è stato condannato definitivamente a 4 mesi e 20 giorni per resistenza a pubblico ufficiale. Come capo delle "camicie verdi", è stato indagato dalla procura di Verona per reati come attentato contro l'integrità dello Stato. Infine, la procura di Roma lo ha indagato per favoreggiamento di una presunta compravendita di voti. Candidato al ministero della Giustizia nel governo Berlusconi, ha dovuto farsi da parte, tra le polemiche. Ma è comunque diventato ministro al Welfare.


Berlusconi non l'ho messo senno' servivano un paio di mega. Potete comunque farvi un cultura qui:
http://www.noprivilegipolitici.it/condannati.html
airsurfer stavolta non sono d'accordo con te.
Non so se tu sei uno di quelli che sta aderendo allo sciopero che è in atto ma:
1) Gli scioperi sono regolamentati da una legge, non possono certo essere dichiarati nel gioro di due ore; ergo, chi lo fa, è penalmente perseguibile (quindi delinquente se inteso nel senso che "delinque" è ammissibile);
2) Chi fa sciopero non proclamato non fa male alla CAI, ma fa male, nell'ordine di priorità: a) Ai passeggeri; b) All'Alitalia (perchè è ancora Alitalia, non scordiamolo); c) A se stesso e a tutte le categorie sindacali (per quanto posiate avere ragione al 110%, questi scioperi "ad minchiam" saranno sempre e comunque usati contro di voi, e a ragione, in una qualunque, possibile, trattativa);
3) Parere personale, in questo modo non fate altro che spaccarvi tra di voi, cosa che sarebbe da evitare in un momento delicatissimo come questo;
4) Parere strettamente personale; io al posto vostro farei il bambino buono fino a quando non mi compra la CAI, poi partirei con gli scioperi a raffica, per far valere diritti giusti (e avvisando i passeggeri; guardando la TV (sicuramente con faziosità) ma hanno intervistato malati, moribondi, persone con by-pass coronarico che grazie agli scioperanti erano costretti a dormire all'agghiaccio, con il risultato che la maggioranza degli Italiani (sapendo i fatti solo parzialmente) ora vi detesta.

Parere mio eh...
Hai ragione ma la gente ti detesta ugualmente quindi non cambia niente

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 11 novembre 2008, 14:45

Io penso che alitalia sia finita appartiene al passato. Alla gente non frega niente di quello che è stato e di quello che sarà ( giustamente pensa solo ai propri comodi) Cosi anche i lavoratori che pur sbagliando hanno bloccato le attivita non gli importa niente tanto in futuro non avranno piu lavoro e non sanno nemmeno se avranno lo stipendio a fine mese. Quindi è un po la rappresentazione della nostra societa ognuno pensa a se stesso e se ne sbatte degli altri quindi come facciamo a lamentarci?. Ma voi pensate veramente che al giornalista interessi di quello che sta in fila moribondo al ck in? io penso di no gli interessa solo fare il servizio e far contento il direttore. Perche oggi non si parla dei disagi dei passeggeri ryan che stanno subendo??? andate a vedere le testate spagnole cosa scrivono a riguardo.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 11 novembre 2008, 14:46

MalboroLi ha scritto: airsurfer stavolta non sono d'accordo con te.
Non so se tu sei uno di quelli che sta aderendo allo sciopero che è in atto ma:
Sei male informato.
Nessun pilota sta scioperando. Lo sciopero delle associazioni ANPAC/UP, annunciato nel pieno rispetto delle leggi vigenti, sarà il 25 Novembre. Piccola curiosità: è il mio primo in 13 anni.
Stiamo solo rispettando alla lettera il contratto e le regolamentazioni vigenti. Forse ai piu' sfugge, ma i voli spesso e volentieri partono per la solerzia ed il buonsenso del comandante che, per sopperire alle carenze del sistema, si prodiga per attivare gli enti necessari. Ora, dal momento che ci stanno trattando in questo modo, io non alzo un dito per prevenire gli eventuali intoppi del sistema. Non mi prendo piu' la responsabilità di partire con una lampadina fulminata, anche se so benissimo che non inficierà sulla sicurezza del volo, ma evidentemente nessuno ha le palle per fare altrettanto e rispondermi che io posso andare in volo lo stesso. E gli aerei si fermano. Ne bastano uno o due e il casino si ripercuote su tutto l'operativo della giornata.
MalboroLi ha scritto: 1) Gli scioperi sono regolamentati da una legge, non possono certo essere dichiarati nel gioro di due ore; ergo, chi lo fa, è penalmente perseguibile (quindi delinquente se inteso nel senso che "delinque" è ammissibile);
Hai ragione. Per questo le associazioni professionali si sono dissociate da quel gruppetto spontaneo che ieri ha bloccato il briefing. Fra le altre cose erano AAVV e Terra. Nessun pilota come puoi vedere dalle numerose foto in rete.

MalboroLi ha scritto: 4) Parere strettamente personale; io al posto vostro farei il bambino buono fino a quando non mi compra la CAI, poi partirei con gli scioperi a raffica, per far valere diritti giusti (e avvisando i passeggeri; guardando la TV (sicuramente con faziosità) ma hanno intervistato malati, moribondi, persone con by-pass coronarico che grazie agli scioperanti erano costretti a dormire all'agghiaccio, con il risultato che la maggioranza degli Italiani (sapendo i fatti solo parzialmente) ora vi detesta.
Sai com'è... è giusto un assaggio per far capire ai capitani coraggiosi che aria tirerà dopo che ci avranno messo un miliardo...in genere ho sempre pensato che prevenire è meglio che curare.
Quando ci sarà CAI queste cose non saranno piu' possibili. Dal momento che la nostra vita non è ccome quella di un impiegato qualunque, senza un sindacato siamo piu' punibili di chiunque altro.
Dell'opinione pubblica mi interessa solo che faccia casino... adesso ce l'ha con noi... tra qualche giorno chissà?
Ultima modifica di air.surfer il 11 novembre 2008, 14:52, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
blusky
FL 500
FL 500
Messaggi: 7538
Iscritto il: 23 novembre 2006, 11:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da blusky » 11 novembre 2008, 14:47

air.surfer ha scritto:
blusky ha scritto: guarda che ti condannano per spaccio di veritá!!! in italia é reato!!! occhio!!!
Ah ma io ho fatto solo un copiaincolla da quel sito. Sono loro che sono sovversivi... :mrgreen:
pagato i diritti SIAE??? :mrgreen:
Einstein:"Tutti sanno che una cosa é impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa."
Einstein:"Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima."
Einstein:"Non cercare di diventare un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore."
Sono una goccia... Plic Plic Plic
http://www.taize.fr

PRESIDENTE DI BIRRA POINT- IL PUNTO DI INCONTRO MASCHILE DI MD80.IT
Immagine Immagine

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 11 novembre 2008, 14:50

MalboroLi ha scritto: guardando la TV (sicuramente con faziosità) ma hanno intervistato malati, moribondi, persone con by-pass coronarico che grazie agli scioperanti erano costretti a dormire all'agghiaccio, con il risultato che la maggioranza degli Italiani (sapendo i fatti solo parzialmente) ora vi detesta.
Parere mio eh...
Se la prendano pure con Letta che ha fatto da garante per accordi che poi CAI non ha rispettato.
Che vogliono da me? :mrgreen:
E pure con Matteoli che ha detto che prendeva i piloti da RyanAir... li potevano portare loro i moribondi oppure Berlusconi avrebbe potuto mettere la sua flotta a disposizione per i bisognosi, no?
Che è? Aveva paura che gli sporcassero di bava la moquette dei suoi executive?

Avatar utente
MalboroLi
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 493
Iscritto il: 19 gennaio 2008, 9:33

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da MalboroLi » 11 novembre 2008, 14:56

air.surfer ha scritto:
MalboroLi ha scritto: airsurfer stavolta non sono d'accordo con te.
Non so se tu sei uno di quelli che sta aderendo allo sciopero che è in atto ma:
Sei male informato.
Nessun pilota sta scioperando. Lo sciopero delle associazioni ANPAC/UP, annunciato nel pieno rispetto delle leggi vigenti, sarà il 25 Novembre. Piccola curiosità: è il mio primo in 13 anni.
Stiamo solo rispettando alla lettera il contratto e le regolamentazioni vigenti. Forse ai piu' sfugge, ma i voli spesso e volentieri partono per la solerzia ed il buonsenso del comandante che, per sopperire alle carenze del sistema, si prodiga per attivare gli enti necessari. Ora, dal momento che ci stanno trattando in questo modo, io non alzo un dito per prevenire gli eventuali intoppi del sistema. Non mi prendo piu' la responsabilità di partire con una lampadina fulminata, anche se so benissimo che non inficierà sulla sicurezza del volo, ma evidentemente nessuno ha le palle per fare altrettanto e rispondermi che io posso andare in volo lo stesso. E gli aerei si fermano. Ne bastano uno o due e il casino si ripercuote su tutto l'operativo della giornata.
MalboroLi ha scritto: 1) Gli scioperi sono regolamentati da una legge, non possono certo essere dichiarati nel gioro di due ore; ergo, chi lo fa, è penalmente perseguibile (quindi delinquente se inteso nel senso che "delinque" è ammissibile);
Hai ragione. Per questo le associazioni professionali si sono dissociate da quel gruppetto spontaneo che ieri ha bloccato il briefing. Fra le altre cose erano AAVV e Terra. Nessun pilota come puoi vedere dalle numerose foto in rete.

MalboroLi ha scritto: 4) Parere strettamente personale; io al posto vostro farei il bambino buono fino a quando non mi compra la CAI, poi partirei con gli scioperi a raffica, per far valere diritti giusti (e avvisando i passeggeri; guardando la TV (sicuramente con faziosità) ma hanno intervistato malati, moribondi, persone con by-pass coronarico che grazie agli scioperanti erano costretti a dormire all'agghiaccio, con il risultato che la maggioranza degli Italiani (sapendo i fatti solo parzialmente) ora vi detesta.
Sai com'è... è giusto un assaggio per far capire ai capitani coraggiosi che aria tirerà dopo che ci avranno messo un miliardo...in genere ho sempre pensato che prevenire è meglio che curare.
Quando ci sarà CAI queste cose non saranno piu' possibili. Dal momento che la nostra vita non è ccome quella di un impiegato qualunque, senza un sindacato siamo piu' punibili di chiunque altro.
Dell'opinione pubblica mi interessa solo che faccia casino... adesso ce l'ha con noi... tra qualche giorno chissà?
Infatti non dicevo te, ho messo le mani avanti :mrgreen:
Ma ora toglimi una curiosità: io se sto per affogare giustamente faccio di tutto per salvarmi il cu*o :mrgreen:
Voi non approvate il piano CAI, e questo si è capito, ma ci sono alternative? cioè (Sempre senza polemica eh...) ma se alla fine vincete voi e la CAI si ritira, dopo che si fa?? da quello che dicono i soldi finiscono a fine mese...
Immagine

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 11 novembre 2008, 15:03

MalboroLi ha scritto: Infatti non dicevo te, ho messo le mani avanti :mrgreen:
Ma ora toglimi una curiosità: io se sto per affogare giustamente faccio di tutto per salvarmi il cu*o :mrgreen:
Voi non approvate il piano CAI, e questo si è capito, ma ci sono alternative? cioè (Sempre senza polemica eh...) ma se alla fine vincete voi e la CAI si ritira, dopo che si fa?? da quello che dicono i soldi finiscono a fine mese...
Noi chiediamo solo 2 cose.

1) Rispetto della lista di anzianità per gestire, in modo trasparente, i mille esuberi (un pilota su due) che abbiamo accettato. Il modo che abbiamo chiesto da la certezza a chi sta a casa in cigs senza i requisiti pensionistici, di sapere piu' o meno quanto rientrerà. Monitorando i passaggi macchina e cosi via...

2) La mancanza della normativa e aspetti retributivi del contratto CAI devono essere sopperiti dal contratto Airone VIGENTE.. e non il primo siglato, quando dieci anni fa?

A palazzo chigi si disse questo, ma CAI successivamente prese a riferimento il primo contratto. Tanto per farti un esempio, il contratto AZ è del 1989 al quale si sono aggiunte modifiche nel corso degli anni.
Quello che si fa se finiscono i soldi, lo vedi da solo. La situazione degli aeroporti italiani solo per un po' di ritardi è sotto gli occhi di tutti.

Avatar utente
MalboroLi
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 493
Iscritto il: 19 gennaio 2008, 9:33

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da MalboroLi » 11 novembre 2008, 15:07

air.surfer ha scritto:
MalboroLi ha scritto: Infatti non dicevo te, ho messo le mani avanti :mrgreen:
Ma ora toglimi una curiosità: io se sto per affogare giustamente faccio di tutto per salvarmi il cu*o :mrgreen:
Voi non approvate il piano CAI, e questo si è capito, ma ci sono alternative? cioè (Sempre senza polemica eh...) ma se alla fine vincete voi e la CAI si ritira, dopo che si fa?? da quello che dicono i soldi finiscono a fine mese...
Noi chiediamo solo 2 cose.

1) Rispetto della lista di anzianità per gestire, in modo trasparente, i mille esuberi (un pilota su due) che abbiamo accettato. Il modo che abbiamo chiesto da la certezza a chi sta a casa in cigs senza i requisiti pensionistici, di sapere piu' o meno quanto rientrerà. Monitorando i passaggi macchina e cosi via...

2) La mancanza della normativa e aspetti retributivi del contratto CAI devono essere sopperiti dal contratto Airone VIGENTE.. e non il primo siglato, quando dieci anni fa?

A palazzo chigi si disse questo, ma CAI successivamente prese a riferimento il primo contratto. Tanto per farti un esempio, il contratto AZ è del 1989 al quale si sono aggiunte modifiche nel corso degli anni.
Quello che si fa se finiscono i soldi, lo vedi da solo. La situazione degli aeroporti italiani solo per un po' di ritardi è sotto gli occhi di tutti.

E, se la cai si ritira, voi ve la sentireste di correre il rischio di andare a spasso tutti senza sapere se e quanti saranno integrati in altre linee?
Faccio un esempio stupido, se subentra la Lufthansa o Airfrance con i loro aerei pensi che assumeranno voi o useranno i loro piloti?
Immagine

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 11 novembre 2008, 15:08

MalboroLi ha scritto: E, se la cai si ritira, voi ve la sentireste di correre il rischio di andare a spasso tutti senza sapere se e quanti saranno integrati in altre linee?
Faccio un esempio stupido, se subentra la Lufthansa o Airfrance con i loro aerei pensi che assumeranno voi o useranno i loro piloti?
Usano i loro. Mica sono dei co****ni come gli italiani.

Avatar utente
super33
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 7 novembre 2006, 16:27
Località: Roma

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da super33 » 11 novembre 2008, 15:11

MalboroLi ha scritto: guardando la TV (sicuramente con faziosità) ma hanno intervistato malati, moribondi, persone con by-pass coronarico che grazie agli scioperanti erano costretti a dormire all'agghiaccio, con il risultato che la maggioranza degli Italiani (sapendo i fatti solo parzialmente) ora vi detesta.
Parere mio eh...
Non so a voi, ma questo modo di fare informazione a me sembra molto somigliante alla "strategia" di cossiga per gestire le manifestazioni di dissenso... :cry:

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 11 novembre 2008, 15:17

super33 ha scritto: Non so a voi, ma questo modo di fare informazione a me sembra molto somigliante alla "strategia" di cossiga per gestire le manifestazioni di dissenso... :cry:
Bè se pensi che la maggiorparte degli italiani pensa che AZ sia stata salvata e non sa nulla di Airone...

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9274
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 11 novembre 2008, 15:24

Ecco un commento di una lettrice de ilGiornale. Benvenuti nell'italia che verrà.

Non so bene come funzioni questo cervellotico ridicolo astruso sistema, ma a mali estremi estremi rimedi. Si precetti .Chi non ottempera alla precettazione, in galera. Si usi l'Esercito, sia i piloti del medesimo, sia i soldati che consentano la liberta' di entrata-uscita degli aereoporti e l'imbarco-sbarco dei passeggeri. E si proceda il piu' in fretta possibile ad assumere piloti anche stranieri. Tutti i "signori" che han voluto restarne fuori e che non praticano le regole di liberta'e civilta' e rispetto degli altri,vengano licenziati,senza nessun paracadute. Se non si interviene in modo esemplare,non solo non usciremo piu' da questo cul-de-sac, ma lasceremo via libera a tutti gli scioperaioli prossimi venturi. Il messaggio deve essere inequivocabile.E nei fatti,non nelle parole.

davierosoft
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 550
Iscritto il: 3 agosto 2005, 12:13
Località: Chieti N42°21.07 E14°11.71
Contatta:

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da davierosoft » 11 novembre 2008, 15:29

air.surfer ha scritto:
davierosoft ha scritto:
blusky ha scritto: per essere chiari i lavoratori della diaco e della motorola se sbaglio non accompagnano all´altro mondo 160 persone...
Gli autisti di autobus ad esempio si, e sono da soli a farsi un mazzo di enorme portata sulle nostre autostrade, strade che non hanno bisogno di essere descritte ovviamente, e che non hanno copilota, non hanno autopilota o un TCAS o ATC che li avvisi che c'è qualche pazzo... E le statistiche dicono che rischiano più loro a 1400 euro o giù di li che voi su di un liner... Un po di umiltà non farebbe male...
Senti un po', davierosoft.
Mi sembra tu sia una persona intelligente allora rispondi a questa domanda.
Quanto tempo ci metterei io ad imparare a guidare un autobus e invece quanto un autista di autobus a comandare un Jumbo?
Sapevo che saremmo andati a parare sulle ore di istruzione, era scontato. Perchè non parliamo di un ATR? Sepre aereo si tratta, o i metri di fusoliera e i motori in più ne fanno una cosa a se? Quando uno sceglie un lavoro se lo sceglie sapendo che vita dovrà affrontare, ovvio che tu pilota, dopo aver preso i primi brevetti a spese tue dovrai continuare a studiare per ogni macchina, ma ora non so le vostre tempistiche, ma immagino che un type per un 747 duri più o meno come quello di un ATR, o mettiamoci un ERJ... Giusto per non citare solo 2 macchine...
E poi, andiamo a vedere chi le mani ce le mette anche se sta sotto, li siamo sui 1000 eurini (e non scioperano come voi), con corsi macchina e certificazioni anche loro, recurrent training e quant'altro... E anche se non ci vola la sua responsabilità è di ogni aereo su cui mette le mani, se siamo in linea direi che parliamo di alcuni aerei al giorno, e trasportano anch'essi 160 + voi... L'autista di autobus in una ditta seria dovrà fare visite, studiare il codice della strada o essere messo a conoscenza delle modifiche ad esso... Saranno diversi in difficoltà, ma io ho fatto l'esempio dell'autista di autobus, ci sono altri esempi di chi, nellla e per la professione, studia di continuo e fa corsi che lo portano a conoscere qualcosa che un'altro non sa... Questa istruzione non rende però le persone speciali, le rende più colte in quel determinato campo. Diamo ad un autista di autobus gli stessi anni di corsi vostri, sia teorici che pratici, e vediamo se è un cesso a portare un jumbo o se anche lui può farlo... Non siete degli dei ai quali scrivere post da "leccaculo" *come qualche pagina fa...
Ahhh... l'ho detta... :mrgreen:
*Nessuna offesa, è inteso! Eventualmente te la sei presa chiedi chiarimenti che ora ho poco tempo per scrivere :wink:

Avatar utente
super33
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 7 novembre 2006, 16:27
Località: Roma

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da super33 » 11 novembre 2008, 15:39

air.surfer ha scritto:Ecco un commento di una lettrice de ilGiornale. Benvenuti nell'italia che verrà.

Non so bene come funzioni questo cervellotico ridicolo astruso sistema, ma a mali estremi estremi rimedi. Si precetti .Chi non ottempera alla precettazione, in galera. Si usi l'Esercito, sia i piloti del medesimo, sia i soldati che consentano la liberta' di entrata-uscita degli aereoporti e l'imbarco-sbarco dei passeggeri. E si proceda il piu' in fretta possibile ad assumere piloti anche stranieri. Tutti i "signori" che han voluto restarne fuori e che non praticano le regole di liberta'e civilta' e rispetto degli altri,vengano licenziati,senza nessun paracadute. Se non si interviene in modo esemplare,non solo non usciremo piu' da questo cul-de-sac, ma lasceremo via libera a tutti gli scioperaioli prossimi venturi. Il messaggio deve essere inequivocabile.E nei fatti,non nelle parole.
Grande concetto di libertà... sono sempre più preoccupato

Avatar utente
super33
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 7 novembre 2006, 16:27
Località: Roma

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da super33 » 11 novembre 2008, 15:44

davierosoft ha scritto: Sapevo che saremmo andati a parare sulle ore di istruzione, era scontato.
...
E poi, andiamo a vedere chi le mani ce le mette anche se sta sotto, li siamo sui 1000 eurini
Ma perchè tutti vogliono a chiacchiere il libero mercato e poi fanno storie per lo stipendio di un pilota quando il mercato è disposto a pagare certe cifre?
Sono nella media europea... ed è più o meno lo stipendio di un commesso del senato.

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da maksim » 11 novembre 2008, 16:08

air.surfer ha scritto:
super33 ha scritto: Non so a voi, ma questo modo di fare informazione a me sembra molto somigliante alla "strategia" di cossiga per gestire le manifestazioni di dissenso... :cry:
Bè se pensi che la maggiorparte degli italiani pensa che AZ sia stata salvata e non sa nulla di Airone...
Aggiungo: su sky tg24 è in corso un sondaggio tra i telespettatori.
Il sondaggio è: "Secondo voi tutti i piloti sono uguali ?"
I "SI" sono il 61%. I "NO" sono il 39%.
Ecco l' Italia che piace a "Testa d' asfalto": l' Italia dei sondaggi...
L' Italia delle televendite... degli annunci... autoreferenziale...
I cittadini, sempre più anestetizzati e storditi da veline, reality ed annunci dai predellini manderanno avanti l'Italia interpellati con i sondaggi ed i televoti ! Fantastico !
Intanto l'informazione VERITIERA latita o è in libertà vigilata...
Ridiamoci sopra e "buona abbronzatura" a tutti ! :lol:

PS: in quale sanzione penale si incorre se si sciopera contro la precettazione ?

Avatar utente
Paolo_61
FL 500
FL 500
Messaggi: 9181
Iscritto il: 11 settembre 2008, 17:53
Località: MIL

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Paolo_61 » 11 novembre 2008, 16:08

air.surfer ha scritto:ot ma nemmeno tanto...
Tanto per rimanere nell'OT, questa è una disamina dell'articolo che hai postato. BTW, proprio partendo da quel sito sono arrivato per la prima volta su MD80.it :wink:
http://attivissimo.blogspot.com/2008/11 ... he-vi.html

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8492
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da mcgyver79 » 11 novembre 2008, 16:12

Dimentichiamo tutti gli OT su 'sto thread per 24h, che stiamo esagerando!

Ciaooooo.
McGyver

Avatar utente
Paolo_61
FL 500
FL 500
Messaggi: 9181
Iscritto il: 11 settembre 2008, 17:53
Località: MIL

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Paolo_61 » 11 novembre 2008, 16:14

mcgyver79 ha scritto:Dimentichiamo tutti gli OT su 'sto thread per 24h, che stiamo esagerando!

Ciaooooo.
OK, chiedo scusa!

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da aeb » 11 novembre 2008, 16:18

super33 ha scritto: Ma perchè tutti vogliono a chiacchiere il libero mercato e poi fanno storie per lo stipendio di un pilota quando il mercato è disposto a pagare certe cifre?
Sono nella media europea... ed è più o meno lo stipendio di un commesso del senato.
Yeaaahhhhhh!!!!! :D
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 11 novembre 2008, 16:30

air.surfer ha scritto: Ah, per inciso. Ho perso mio papà la scorsa settimana scorsa. E' stato 10 giorni in coma ed io, invece di stare al suo capezzale, stavo in giro a portare della gente come te.
le mie piu sentite condoglianze mascherone!
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 11 novembre 2008, 16:33

ALITALIA: ENAC, INFORMARE PASSEGGERI CON NOTA OGNI 2 ORE
(ANSA) - ROMA, 10 NOV - Il Direttore Generale dell'Enac Silvano Manera ha chiesto al Commissario Straordinario di Alitalia, Augusto Fantozzi, ''di fornire informazioni in maniera continuativa agli utenti della compagnia aerea''. E' ''stato richiesto ad Alitalia di diramare ogni due ore dei comunicati stampa per aggiornare i passeggeri sulla situazione operativa del vettore in termini di cancellazioni, ritardi, stato dei voli, riprotezione passeggeri e ogni altra informazione di servizio e di utilita'', si legge in una nota dell'Enac. (ANSA).

ALITALIA: ENAC VALUTA SANZIONI,CHIEDE NOMI EQUIPAGGI ASSENTI
(ANSA) - ROMA, 11 NOV - L'Enac ha attivato ''la procedura sanzionatoria in base al regolamento comunitario n. 261 del 2004, nei confronti di Alitalia per i disservizi che si sono verificati nella giornata di ieri''. Tra le iniziative ''di monitoraggio e vigilanza'', attuate tramite la direzione aeroportuale dello scalo di Roma Fiumicino, anche la presenza di ispettori Enac in aeroporto e la ''richiesta ad Alitalia affinche' vengano forniti i nominativi dei membri di equipaggio che non si presentano ai propri turni di lavoro''. (ANSA).

++ ALITALIA: PM ROMA INDAGA PER INTERRUZIONE SERVIZIO ++
(ANSA) - ROMA, 11 NOV - Interruzione di pubblico servizio e inosservanza dei provvedimenti dell'autorita', in questo caso la precettazione del ministero dei Trasporti. Queste le ipotesi di reato formulate dall Procura della Repubblica di Roma, che ha aperto un fascicolo dopo la proclamazione dello sciopero attuato dai piloti e dal personale di volo Alitalia.(ANSA).
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
super33
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 7 novembre 2006, 16:27
Località: Roma

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da super33 » 11 novembre 2008, 16:55

air.surfer ha scritto: Ho perso mio papà la scorsa settimana scorsa.
condoglianze.

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 11 novembre 2008, 17:50

Alitalia: a Natale Esuberi Senza Stipendio Nè Cigs
da instablog.org

ROMA - Si profila un Natale molto amaro per i dipendenti in esubero del gruppo Alitalia: a dicembre non riceveranno stipendio, tredicesima, liquidazione e neanche il sussidio previsto dalla cassa integrazione straordinaria. A lanciare l'allarme sono fonti sindacali che prevedono un incontro al Ministero del Lavoro entro la settimana in corso, visto che entro il 20 novembre si dovrebbero concludere le procedure di mobilità per tutti i dipendenti della ex compagnia di bandiera. Entro il 20 novembre, spiegano le stesse fonti, tutti i dipendenti dell'Alitalia saranno in mobilità e, nei dieci giorni successivi, la Cai dovrebbe procedere alle assunzioni in modo da diventare operativa il primo dicembre. Per i lavoratori in esubero, prosegue la stessa fonte, quello di novembre sarà l'ultimo stipendio e a fine anno non riceveranno neanche la tredicesima. Il problema è poi che le pratiche per l'erogazione della cassa integrazione richiederanno circa un paio di mesi e, molto probabilmente, a dicembre i lavoratori in esubero non riceveranno neanche questo sussidio. Il problema è noto e anche ieri, nel corso dell'assemblea a Fiumicino, la questione dello stipendio, della tredicesima e dell'erogazione della cassa integrazione è stata la maggiore preoccupazione dei lavoratori.

Alitalia: Ferrando, Uniti per Nazionalizzione
da instablog.org

ROMA - Prendere atto dell'ordine di precettazione, per non esporre i lavoratori abbandonati da tutti i sindacati, anche da quelli del 'fronte del nò, alle ritorsioni, ma rilanciare la battaglia per nazionalizzazione di Alitalia. Marco Ferrando, portavoce del Partito comunista dei lavoratori, fa proprie le parole d'ordine del Comitato di lotta dei lavoratori di Fiumicino, che ha preso la guida della protesta contro Cai e il Governo. "Di fronte alle precettazioni - spiega Ferrando - il Comitato ha dato indicazione ai lavoratori di prenderne atto, per evitare ritorsioni che non sarebbero in grado di reggere individualmente, dopo essere stati abbandonati da tutti i sindacati. A questo punto la richiesta non può che essere una: il massimo di unità sulla piattaforma decisa dagli stessi lavoratori in lotta e votata all'unanimità dall'assemblea di lunedì a Fiumicino. In caso contrario, il rischio è l'effetto panico, il si salvi chi può tra quanti nei prossimi giorni riceveranno le lettere individuali da Cai". Ferrando sottolinea: "Tutte le organizzazioni del 'fronte del nò dovrebbero ritirare la firma al piano negoziale con Cai di ottobre e aprire una vertenza con il governo per la nazionalizzazione di Alitalia, così come fecero con una dura lotta nel 1994 i lavoratori di Air France, ottenendola almeno temporaneamente".
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 11 novembre 2008, 17:55

Alitalia, Matteoli: ''Pronti a interventi penali''
da estense.com

Roma. La precettazione dovrebbe fermare gli scioperi dei lavoratori Alitalia, "altrimenti vuol dire che si metteranno nella completa illegalità e allora ci sono norme anche di ordine penale". Così il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli a 'Panorama del giorno' di Maurizio Belpietro su Canale 5 sullo sciopero improvviso di 24 ore proclamato lunedì dal comitato di lotta."Di solito quando uno sciopero viene proclamato dalle sigle sindacali e il ministro ritiene che ci siano tutti i presupposti che lo sciopero non è regolare - ha spiegato Matteoli - il ministro precetta, dà l'annuncio alle sigle sindacali. Il governo non consentirà che una sigla sindacale autonoma possa paralizzare gli aeroporti e soprattutto non consentirà che una sigla possa mettere il veto ad una società che vuole investire e che salva 12.600 posti di lavoro con un piano industriale che il governo ha ritenuto apprezzabile".Inoltre, "il governo non ha intenzione di nazionalizzare" l'Alitalia ha aggiungo Matteoli. "E' impossibile sotto tutti i punti di vista, è impossibile per l'Europa. Alitalia finora sostanzialmente è stata nazionalizzata e i risultati sono questi, la verità è chi ha lavorato in Alitalia fino ad ora ha sempre avuto un proprietario astratto, oggi Cai è un proprietario che un nome e un cognome, ha soci che investono e naturalmente lo fanno per guadagnare. Nessuno può chiedere di investire senza avere il presupposto del guadagno".Da parte sua, il leader della Cisl Raffaele Bonanni tiene a precisare che quelle di queste ore "sono iniziative spontanee che creano un clima avvelenato, senza regole. Ma a nessuno venga in testa che iniziative sbagliate, di realtà isolatissime, non rappresentative del mondo sindacale, possano costituire l'occasione per regolamentare il diritto di sciopero". Il sindacato andrà al tavolo che il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi ha annunciato di voler aprire la prossima settimana sul ddl delega di riforma del diritto di sciopero. E di "sciopero selvaggio" come "iniziativa che alla fine va a danno dei cittadini e dei lavoratori" parla il leader dell'Ugl Renata Polverini."Mi sembra naturale e assolutamente prevedibile che in una fase di incertezza, come quella in corso, ci siano queste reazioni. Ci sono molti che non sanno quale sarà il loro destino: c'è chi si preoccupa e chi reagisce" dice il leader della Uil, Luigi Angeletti. "La precettazione è una prerogativa del governo che normalmente non ci piace ma ci rendiamo conto che fa parte dell'ordinamento statutario del Paese ed è normale che venga utilizzato", aggiunge. L'operazione di Cai, comunque, per la Uil andrà avanti. "Non credo ci sia nessun motivo per uno stop all'operazione. E chi pensava che tutti avrebbero soltanto applaudito, non conosce la realtà".
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 11 novembre 2008, 17:58

La versione dei piloti Alitalia

"Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati". Bertold Brecht.
Io mi siedo dalla parte del torto.
I piloti sono la causa di tutti i mali d'Italia, prima erano gli zingari, poi gli abitanti di Chiaiano, quindi i vicentini che non vogliono nuove basi miltari americane, dopodichè gli abitanti della Val di Susa, infine gli insegnanti. Ora piloti, hostess, steward sono il cancro che non ci fa volare.
I media sono il bastone del potere. Hanno il compito che una volta era del boia. I politici invece sono una categoria a parte. Super partes. Continuano a fare il c...o che gli pare. Ad aumentarsi lo stipendio. Ad avere doppi incarichi e doppi stipendi. A sfuggire alla legge. A non timbrare il cartellino in Parlamento. Chiedete allo psiconano o a Fassino quante volte hanno marcato presenza in questa legislatura. Nessuno può licenziarli. Ormai si assumono da soli. Si fanno le liste chiuse senza voti di preferenza. Mogli, amiche, sodali, condannati. Sei persone hanno eletto i parlamentari, non gli italiani. Non siamo più in democrazia.
Il blog ha intervistato Paolo Madras, segretario del sindacato SDL, che rappresenta, insieme ad altre sigle, piloti e assistenti di volo. Dice cose molto interessanti che gli italiani non sanno. Per esempio che solo 12.600 dei 24.000 lavoratori Alitalia e Air One saranno assunti. 11.400 perderanno il posto di lavoro, saranno licenziati, cassintegrati. Disoccupati. Ma Air France non doveva tagliare solo 2.000 posti?
Il progetto di CAI è finanziario, secondo Madras, senza conoscenza del trasporto aereo, e riferisce che Rocco Sabelli, amministratore delegato di CAI, accolse i rappresentanti Alitalia con queste parole durante il primo incontro: "Quello di cui abbiamo bisogno è il miglior materiale umano al minor costo". Loro non molleranno mai (ma gli conviene?), noi neppure.

Testo:
Alitalia esisterà ancora a lungo perché questa procedura avrà tempi lunghissimi, ben più lunghi di quelli che ha avuto la Parmalat perché è di una complessità straordinaria. Sostanzialmente con un atto che è stato poi sancito col DL 134 col quale s'è stabilito che Alitalia era in una situazione di commissariamento per stato di insolvenza, certificata dal giudice il 5 settembre e da quel momento è partita la vicenda che si sta consumando in questi giorni con la costituzione della CAI, come soggetto nuovo, candidato a prendere il ruolo di riferimento della compagnia nazionale. A nostro avviso questo procedimento è stato avviato soprattutto perché andava confermato il ruolo di salvatore della patria di Alitalia proposta dal presidente Berlusconi, che aveva individuato in una cordata italiana l'elemento salvifico per riportare la compagnia agli splendori di un tempo.
E' un'operazione costruita attraverso la raccolta puntuale di una serie di soggetti che hanno risposto alla chiamata, la situazione di commissariamento dava già l'imminenza di una fine, tra l'altro di responsabilità costantemente rilanciata da soggetti istituzionali che ripetevano ogni giorno che Alitalia era chiusa, danneggiando enormemente l'attività stessa della compagnia perché è chiaro che in questo modo si disincentivava la scelta di Alitalia come vettore, nei confronti di chi parte che, a sua volta, vuole essere certo di poter tornare, creando condizioni di allarme, e allo stesso tempo drammatizzando la situazione dei lavoratori. Quando abbiamo avuto i primi rapporti con la CAI nei primi giorni di settembre, abbiamo capito con chi avevamo a che fare. Ovverosia con una compagnia che diceva di candidarsi per fare questo lavoro con atteggiamento di chiusura quasi immediato nel senso che gli obiettivi dichiarati erano quelli di avere una compagnia, secondo le dichiarazioni dell'ad Sabelli, tanto brutta come effetti quanto brutta a sentirsi dire.
La dichiarazione ufficiale è stata: "quello di cui abbiamo bisogno è il miglior materiale umano al minor costo". Questa affermazione la dice lunga sull'approccio da parte di chi probabilmente venendo dal mondo dell'industria, trattandosi di servizi complessi rivolti a passeggeri per i quali si offre, per certi versi, un servizio di carattere immateriale, la componente umana è fondamentale e altrettanto il rapporto che si ha con i dipendenti che sono poi la componente terminale di contatto tra la clientela e la compagnia. In questo lasso di tempo si sono consumate tutta una serie di trattative nominali, nel senso che si è capito che l'atteggiamento della CAI era quello di portare a casa un risultato precostituito, dove spazio per tutele, per diritti, per mantenimento di condizioni contrattuali accettabili, non sto parlando di condizioni straordinarie, non avev a spazio.
Abbiamo chiuso a Palazzo Chigi il primo accordo, faticosissimo, che rappresentava la chiusura di tutti gli elementi contrattuali che dovevano rappresentare il furuto di CAI per tutti i dipendenti, e si è poi avviata, come previsto, una fase di confronto con le organizzazioni sindacali e direttamente con la CAI, che doveva servire a definirne, in modo scritto, i contenuti. La trascrizione dei contenuti di quello che era stato condiviso. La CAI non ha fatto nulla di tutto ciò, la trattativa non è stata tale, il confronto si è sviluppato in modo completamente asfittico e perciò abbiamo capito che CAI ha avuto intenzione di disattendere fin da subito quanto concordato. Questo ha creato una condizione di estremo disagio e tensione tra i lavoratori, dove bisogna unire alle violazione del discorso di Palazzo Chigi, anche una condizione, che va detta perché va capita.
Quello che CAI offre, lo ricordo la questione non riguarda soltanto Alitalia ma anche il gruppo Air One, la somma dei lavoratori è di circa 24 mila, di cui 21 mila a tempo indeterminato e tremila precari. Ebbene, il risultato finale dell'operazione di cui la CAI si vanta come soggetto che crea posti di lavoro, ne crea 12.600. In termini assoluti vuol dire che ci sono circa 11 mila e spicci di persone, che nell'ordine: non hanno nessuna prospettiva di futuro, per quello che riguarda tutto il personale precario; una enorme massa di persone non rientrerà nei piani di assunzione, e quindi gli si preannuncia un lungo periodo di cassa integrazione in una situazione già aggravata dalla recessione che si è scatenata, e quindi in una situazione di mercato completamente chiuso per quello che riguarda il lavoro.
A questo quadro di per sé già drammatico, va aggiunto il fatto che CAI si è permessa di rifiutare, la chiamo un'offerta che poi spiego, una disponibilità che il sindacato aveva offerto in questi termini: il sindacato aveva chiesto di procedere ad assunzioni part time che avrebbe consentito da parte del lavoratore assunto la disponibilità di guadagnare meno e di assumere più persone, distribuendo i sacrifici in modo solidale, in modo da mettere in condizioni anche altri lavoratori di disporre di un posto di lavoro. Debbo dire che mentre si parla tanto di assistenza, di cassa integrazione, strumenti di ammortizzatore sociale, questo aspetto avrebbe avuto un diretto interesse per ciò che riguarda il contributo a carico di tutti gli italiani. Perché? Perché se c'è un lavoratore in più che viene assunto a part time è un lavoratore in meno che beneficia dell'assistenza in cassa integrazione e di fondi speciali. Quindi questa scelta avrebbe avuto un effetto benefico anche nei confronti della spesa pubblica. Tant'è vero che noi crediamo che su questo aspetto la grave difficoltà non è tanto della CAI, ma del governo, che in particolare, sotto questo profilo, ha dimostrato ancora una volta che evidentemente è ancora la CAI che detta le condizioni. E il governo lascia fare, perché è evidente che la situazione che si è creata va al di là delle regole per ragioni di opportunità e di convenienza.
Veniamo ai giorni nostri: noi il 31 ottobre scorso non abbiamo sottoscritto gli accordi che ci sono stati presentati perché completamente difformi da quanto concordato. Debbo ricordare che solo due giorni prima tutte le sigle sindacali, di fronte alla proposta di Sabelli di sottoscrivere, hanno dichiarato inaccettabili quei contenuti, è bastato soltanto un giorno e alla convocazione a Palazzo Chigi del 31 ottobre Cgil Cisl e Uil e Ugl hanno sottoscritto quelle intese, mentre Ampac, Unione piloti, Sdl intercategoriale, Ampad e Avia, che sono sigle fortemente rappresentative non soltanto dei piloti, ma anche degli assistenti di vol o e del personale di terra, hanno ritenuto quelle intese inaccettabili per i motivi che dicevo poc'anzi. E' chiaro che si è sviluppato un movimento di grande tensione fra i lavoratori, abbiamo avviato delle mobilitazioni e delle consultazioni tra i lavoratori e tra le assemblee a un rispetto rigido dei comportamenti e delle procedure, perché noi crediamo sia una battaglia che va al di là della semplice vertenza Alitalia. Crediamo che si stia tentando di mettere in piedi una sorta di blocco sociale. Una sorta di santa alleanza, dove all'interno ci sono i poteri forti rappresentati da: governo, Confindustria e organizzazioni sindacali complici, così come le ha definite Sacconi, lui in termini positivi, per noi, chiaramente, definire un sindacato complice non è positivo, e dall'altra parte la cancellazione anche di diritti, da parte di organizzazioni sindacali fortemente rappresentative ma non allineate. Questo è un tema che, molto probabilmente , vedremo riproporsi in mille altre vertenze che ormai in questo paese ci sono, e che riguardano l'intero mondo del lavoro.
La precettazione è un fatto scontato. Non è un caso che, come quando ieri è stato proposto uno sciopero immediato da parte di un comitato, noi abbiamo ritenuto opportuno dire ai lavoratori che quella era una scelta sbagliata. Si può uscire da questa situazione soltanto con la massima unità possibile di tutti i lavoratori, a prescindere dalla categoria sindacale di appartenenza, e una massima unità delle sigle rappresentative. Quello di ieri è stato uno sciopero dichiarato da un'assemblea di 200 persone, su 18 mila dipendenti, tra l'altro anche il risultato della votazione avrebbe dovuto suggerire una valutazione attenta poché quando una proposta del genere viene votata da 200 persone, delle quali 110 votano si e 90 votano no, vuol dire che si sta facendo una forzatura priva di senso.
Quando si parla con questa leggerezza della soluzione del problema Alitalia, non si fa altro che tacere su quelli che sono effettivamente i disastri che questo processo genererà. Con un'aggravante! Sarebbe uguale se dall'altra parte si potesse dire di aver creato le condizioni di una grande compagnia forte, efficace, presente sul mercato, nell'interesse anche del paese. Noi siamo convinti che questo sia un progetto asfittico, tutto finanziario, con una conoscenza del no how del trasporto aereo assolutamente residuale, tant'è vero che al di fuori di auspicate e, a questo punto, arrivi di partner esteri veri, parlo di grandi compagnie di trasporto aereo competenti, forse potrà portare un grande beneficio da un punto di vista manageriale e di risultati. Purtroppo, per i numeri che vediamo e per come è impostata la partita, crediamo che non solo non ci sia futuro per gli espulsi, ma coloro che rimarranno dentro avranno vita grama."

Paolo Madras, segretario SDL Trasporto
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Bloccato