Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato
Avatar utente
pasubio
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1017
Iscritto il: 25 novembre 2009, 20:03

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da pasubio » 17 dicembre 2013, 10:21

SuperMau ha scritto: Pasubio,
guarda che non tirano fuori soldi per niente eh....sicuramente c'e' il barbatrucco di far sparire il miliardo di debiti in qualche maniera, non ultimo, magari, un fallimento pilotato.
M.
Ricorrere ai barbatrucchi è un sistema radicato nell'italico stivale, un po' meno fuori dai confini. Il mio parere è che all'estero si guardi alle operazioni finanziarie così come sono, e non con lo scopo principale, quando non unico, di fregare il prossimo.
E l'aquisto di un'azienda resa assolutamente inefficiente da quattro anni di marchette non è un'operazione finanziaria facile da porre in essere, in quanto obbligherebbe l'incorporante ad accolarsi squilibri talmente profondi e radicati da compromettere la sua stessa stabilità finanziaria.
Naturalmente, le mie sono chiacchiere da profano. Diciamo che personalmente la vedo così, ma sono sempre pronto ad essere smentito dai fatti.

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8490
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da mcgyver79 » 17 dicembre 2013, 11:49

Mobius ha scritto:
SuperMau ha scritto:E sulle tratte europee, adeguarsi a quello che fanno i partner. Io faccio AMS-FCO continuamente, prova a volare KLM e poi AZ e vedi la differenza....anche nel riempimento degli aerei. Eppure i biglietti hanno lo stesso prezzo !
Non so fino a che punto KLM è da prendere come esempio. Oggi, facendo una ricerca sul web (a me serve un BRU-AMS verso il 16 gennaio) ho scoperto questo:
One-way tickets are offered by KLM only at higher, fully flexible fares. This choice is based on commercial considerations. One of them is that we'd like to encourage/stimulate our passengers to choose KLM for both their outbound and return flight. If there's anything else you would like to know, just leave another message on our wall!
E' la risposta alla mia domanda "perché BRU-AMS ha sempre il prezzo fisso di 422€?" E non è finita qui, ecco un'altra risposta:
We can imagine feeling disappointed in the price. We’ve double checked your options, including the offers we have at the moment, but unfortunately €422 is the lowest price we offer for a single flight BRU-AMS. We can certainly understand that it is disappointing to you that the price of a single flight is higher than that of a return flight - and the reason the price is higher than that of a return is for the reasons we listed above. We regret not being able to give you better news!
Con AZ, con un mese di anticipo, avrei pagato tra i 50 e i 70 euro.
A volte mi sembra che scendi dalla Luna! Se fai una sola andata con AZ per lo stesso giorno (io ho provato LIN-AMS) i prezzi sono ugualmente esorbitanti, miglior tariffa 528,06 (anche quelli AZ puri, mentre A/R in giornata viene a costare 414 come miglior tariffa).
In più KL e AZ hanno una milionata voli in code-share, quindi non è possibile che uno i posti te li regali e l'altro te li faccia pagare quanto dei gioielli.

Ciaooooo.
McGyver

Avatar utente
Mobius
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1245
Iscritto il: 12 luglio 2012, 17:22
Località: Atlantide (tra Italia e USA)

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Mobius » 17 dicembre 2013, 11:56

AZ non vende i biglietti one way solo a tariffa Y-Y, punto. Portare un esempio random non serve a nulla, e poi tra LIN-AMS e BRU-AMS in termini di distanza non sono proprio la stessa cosa.
Club Ulisse 2013 - Club Freccia Alata Plus 2014/2015 - Club Freccia Alata 2016

Immagine

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8490
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da mcgyver79 » 17 dicembre 2013, 12:00

Mobius ha scritto:AZ non vende i biglietti one way solo a tariffa Y-Y, punto. Portare un esempio random non serve a nulla, e poi tra LIN-AMS e BRU-AMS in termini di distanza non sono proprio la stessa cosa.
E che vuol dire la distanza? Un FCO-TFS dovrebbe costare 4500€ solo per la distanza maggiore? Attendo la tua simulazione altrettanto random in cui hai notato che con AZ avresti pagato 70€ one-way, poi farò altre simulazioni io.

Ciaooooo.
McGyver

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 17 dicembre 2013, 12:43

avete letto l'intervista al signor franz di lufthansa, in cui consiglia di non far prendere az da etihad??? aaaaaaaaa paura il crucco .

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 17 dicembre 2013, 12:49

da ttgitalia.com



Alitalia potrebbe cambiare nuovamente amministratore delegato.

Se il presidente della compagnia Roberto Colaninno ha già annunciato che, una volta conclusa la ricapitalizzazione, non ha intenzione di ricoprire la carica, sembra aprirsi la possibilità che il rinnovo dei vertici vada a coinvolgere anche la cloche della compagnia.

Il Sole24Ore riporta infatti la notizia che la guida di Az, attualmente nelle mani di Gabriele Del Torchio che sembra però non riscuotere la piena approvazione da parte di tutti i soci Az, sia stata offerta da alcuni azionisti a Gabriele Giordo, attualmente ai vertici di Alenia.

L’azienda che fa capo a Finmeccanica sta infatti subendo un profondo processo di ristrutturazione proprio per volere di Giordo, che se sbarcasse in Alitalia porterebbe con sé un dote interessante: le relazioni con la famiglia reale di Abu Dhabi, emirato in cui è basata Etihad, vettore che più vote è stato indicato come possibile cavaliere bianco per Az.

Per tornare al cda Alitalia, una volta che Colaninno farà il passo indietro dalla presidenza, sembra che l’attuale a.d. di Poste Italiane, Massimo Sarmi, possa subentrargli.

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8490
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da mcgyver79 » 17 dicembre 2013, 13:37

marco1970 ha scritto:avete letto l'intervista al signor franz di lufthansa, in cui consiglia di non far prendere az da etihad??? aaaaaaaaa paura il crucco .
Penso proprio di no.

Ciaooooo.
McGyver

Avatar utente
Mobius
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1245
Iscritto il: 12 luglio 2012, 17:22
Località: Atlantide (tra Italia e USA)

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Mobius » 17 dicembre 2013, 18:40

mcgyver79 ha scritto:E che vuol dire la distanza? Un FCO-TFS dovrebbe costare 4500€ solo per la distanza maggiore? Attendo la tua simulazione altrettanto random in cui hai notato che con AZ avresti pagato 70€ one-way, poi farò altre simulazioni io.

Ciaooooo.
Certo eh che quando qualcuno si mette in testa che Alitalia deve far schifo per forza, sempre e comunque, diventa inutile parlarci. Hai tirato fuori un esempio che non c'entra nulla con quello che avevo detto, e ora mi "sfidi" a trovare un one way a 70€ o meno a tratta, cosa che puoi fare tranquillamente tu su internet e anche con una certa facilità. Secondo te Alitalia non fa quei prezzi? :roll:

EDIT: Sto comprando un biglietto AZ a 52 euro e 81 centesimi. :roll:
Club Ulisse 2013 - Club Freccia Alata Plus 2014/2015 - Club Freccia Alata 2016

Immagine

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8490
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da mcgyver79 » 17 dicembre 2013, 18:54

Mobius ha scritto:
mcgyver79 ha scritto:E che vuol dire la distanza? Un FCO-TFS dovrebbe costare 4500€ solo per la distanza maggiore? Attendo la tua simulazione altrettanto random in cui hai notato che con AZ avresti pagato 70€ one-way, poi farò altre simulazioni io.

Ciaooooo.
Certo eh che quando qualcuno si mette in testa che Alitalia deve far schifo per forza, sempre e comunque, diventa inutile parlarci. Hai tirato fuori un esempio che non c'entra nulla con quello che avevo detto, e ora mi "sfidi" a trovare un one way a 70€ o meno a tratta, cosa che puoi fare tranquillamente tu su internet e anche con una certa facilità. Secondo te Alitalia non fa quei prezzi? :roll:
Vedi che sbagli approccio? Per me Alitalia non fa assolutamente schifo, fa schifo invece il modo in cui è stata gestita per anni. Ma sono due cose diversissime e non è l'argomento su cui abbiam discusso io e te. Per quanto riguarda la simulazione siamo fermi ad una ricerca random ognuno, non capisco perché ti metti sulla difensiva. Tu hai tentato di far passare l'idea che con AZ si può viaggiare solo andata spendendo poco a differenza di KL, io ho solo replicato che la questione non è così lineare.
McGyver

Avatar utente
MarcoGT
Software Integration Engineer
Software Integration Engineer
Messaggi: 3987
Iscritto il: 8 dicembre 2007, 9:28

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da MarcoGT » 17 dicembre 2013, 20:59

marco1970 ha scritto:avete letto l'intervista al signor franz di lufthansa, in cui consiglia di non far prendere az da etihad??? aaaaaaaaa paura il crucco .
Paura? E di chi? Di AZ?
Ah, penso che a Franz interessi poco visto che se ne andrà

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 17 dicembre 2013, 22:16

e chi ha detto di az. di etihad che entra in az si pero'.

CravattaNera
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 357
Iscritto il: 16 novembre 2013, 21:54

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da CravattaNera » 17 dicembre 2013, 23:32

marco1970 ha scritto:avete letto l'intervista al signor franz di lufthansa, in cui consiglia di non far prendere az da etihad??? aaaaaaaaa paura il crucco .
sì, letta. A' franze, low cost ci potrai diventare te e tua madre in cariola :mrgreen:

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4792
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Valerio Ricciardi » 17 dicembre 2013, 23:52

Penso che ormai in Alitalia ci siano tantissime professionalità disponibili in cuor loro anche a vedere la Compagnia comprata da Belzebù in persona con tanto di corna, pelle rossiccia e coda con la punta da drago, purché sappia gestire decentemente la baracca e li metta in condizione di lavorare quotidianamente bene e in santa pace.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 17 dicembre 2013, 23:53

direttamente dall ufficio stampa di etihad. sono sempre piu' viciniiiiiiii

ROMA DIVENTA IL SECONDO HUB ITALIANO DI ETIHAD AIRWAYS
Etihad Airways, la compagnia aerea nazionale degli Emirati Arabi Uniti (UAE), lancerà voli giornalieri non-stop tra Abu Dhabi e Roma a partire dal 15 luglio 2014. In attesa delle approvazioni governative, Roma Fiumicino diventerà il secondo hub italiano dopo Milano Malpensa. La rotta verrà operata con aeromobile Airbus A330-200, con configurazione a due classi: 22 posti in Pearl Business Class con poltrone che diventano veri e propri letti e 240 posti in Coral Economy Class. La città è inoltre hub del codeshare partner di Etihad Airways, Alitalia. James Hogan, Presidente e CEO di Etihad Airways, ha commentato: “Sin da quando abbiamo iniziato a operare da Milano nel lontano 2007, i collegamenti passeggeri e cargo di Etihad Airways tra Italia ed Emirati Arabi Uniti si sono via via rafforzati. Abu Dhabi-Roma estenderà ulteriormente la nostra presenza geografica sul mercato italiano, creerà un punto di accesso aggiuntivo per l’Europa con eccellenti opzioni di connessioni rafforzando il già solido rapporto commerciale e leisure tra Italia ed Emirati Arabi Uniti”.

Attraendo business e leisure traveller in entrambe le direzioni, il nuovo orario del volo giornaliero di Roma è studiato per offrire connessioni ottimali con gli attuali operativi di Etihad Airways via Abu Dhabi per le destinazioni di tutta la regione del Golfo, il subcontinente indiano, l’Africa, l’Asia e l’Australia. Hogan ha aggiunto: “Oltre a Roma, i nostri ospiti potranno servirsi dei nuovi collegamenti di Etihad Regional con città come Bolzano, Tirana e Zagabria, volare con Air Serbia a Belgrado e, in aggiunta, continuare ad accedere ai voli domestici ed europei grazie al codeshare partner Alitalia”. Etihad Airways ha già attualmente inserito il proprio codice “EY” sui voli Alitalia tra Abu Dhabi e Roma e prosecuzioni, su città come Milano, Bucarest, Sofia, Vienna, Venezia, Madrid, Malaga, Budapest, Malta e Barcellona.

Hogan ha inoltre evidenziato il potenziale commerciale dei nuovi voli da e per Roma per la divisione merci della compagnia aerea, Etihad Cargo: “Gli Emirati Arabi Uniti sono il top trading partner dell’Italia in Medio Oriente e in Nord Africa, con oltre 3000 cittadini, 90 aziende e 390 agenzie commerciali italiani. La grande importanza dei rapporti di scambio è evidenziata dalla crescita del 16% registrata nel 2012 dalle esportazioni italiane negli Emirati Arabi Uniti, pari a US$ 6 miliardi. Il volume e il valore degli scambi commerciali tra Emirati Arabi Uniti e l’Italia verranno incrementati grazie alla capacità di carico in stiva pari a 13,1 tonnellate del volo giornaliero da Roma”. I voli potranno essere prenotati a partire da oggi sul sito http://www.etihad.com, tramite gli Etihad Airways Contact Centres e nelle agenze di viaggio.

(Ufficio Stampa Etihad Airways)

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 18 dicembre 2013, 9:01

da un punto di vista di network etihad non farà mai concorrenza ad air france.....è tutto coordinato

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3836
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da danko156 » 18 dicembre 2013, 11:59

E il volo AZ per Abu Dhabi che fine fa?
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 18 dicembre 2013, 12:00

da milano finanza . eccoci arrivanooooo . comincia a fartela sotto franz

Si terrà domani l'incontro decisivo fra Etihad ed Alitalia per l'ingresso della linea aerea emiratina nel capitale della compagnia di bandiera italiana. E' quanto si apprende da una fonte vicina al dossier che rivela come all'incontro, che si terrà nella sede della Magliana della compagnia, parteciperanno i vertici di Alitalia ed Etihad che sarà accompagnata dai tre advisor Booz & Co, Dla Piper e PwC.

Etihad è entrata nella data room di Alitalia lo scorso 2 dicembre ed aveva ottenuto l'accesso ai dati della società italiana fino al 20 dicembre in vista di una possibile offerta per l'ingresso nel capitale. In base alla normativa comunitaria, una compagnia non Ue non può detenere una quota superiore al 49% in una linea aerea europea. Questo, spiega una fonte, sarebbe tutt'altro che un limite all'operazione, almeno sul fronte italiano. Infatti questa limitazione renderebbe necessario il coinvolgimento di Poste e di altri soci italiani, tenendo forte il legame col territorio.

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8490
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da mcgyver79 » 18 dicembre 2013, 12:03

Franz è un tedesco concreto, non si scagazza certo per dei proclami. E poi, anche se fosse tutt'oro quello che luccica all'orizzonte, ci vogliono anni per rimettere in sesto ciò che è disastrato... avranno tempo e modo di mettere toppe.

Ciaooooo.
McGyver

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3836
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da danko156 » 18 dicembre 2013, 12:11

marco1970 ha scritto:avete letto l'intervista al signor franz di lufthansa, in cui consiglia di non far prendere az da etihad??? aaaaaaaaa paura il crucco .
Please, qualcuno può postare l'intervista a Franz?
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

CravattaNera
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 357
Iscritto il: 16 novembre 2013, 21:54

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da CravattaNera » 18 dicembre 2013, 13:52

danko156 ha scritto:Please, qualcuno può postare l'intervista a Franz?
eccola:

Se il governo italiano vuole salvare Alitalia, «non deve venderla a Etihad: diventerebbe una navetta verso gli Emirati Arabi. La sua strada è diventare una low cost di qualità come AerLingus». Lo dice Christoph Franz, amministratore delegato del gruppo Lufthansa. Teme che l’Italia diventi la testa di ponte per l’invasione europea delle compagnie del Golfo.

Comperatela voi, allora.
«No, è indebitata e ha un accordo commerciale troppo forte con Air France, ci sarebbero obblighi legali. La sua strada è diventare una low cost di qualità sul modello AerLingus». Christoph Franz, amministratore delegato di Lufthansa, la settimana scorsa era a Vienna per il consiglio di Star Alliance. Ha un timore: che le compagnie del Golfo usino l’Italia come testa di ponte per entrare in Europa. L’altra sua preoccupazione è fronteggiare le low cost. Con ricavi nei nove mesi per 22,77 miliardi (-0,2%) e un utile netto più che dimezzato a 247 milioni (-64,6%), Lufthansa resta leader in Europa per giro d’affari, ma il primato passeggeri è ormai di Ryanair. Al vertice dal 2011, Franz lascerà Lufthansa in maggio per Roche. È in condizione di dire ciò che pensa.

Per la prima volta da anni chiudete in attivo sul traffico europeo. Fatica?
«Tutte le compagnie in Europa sono in difficoltà per la crescita dei vettori locali. Ryanair e EasyJet stanno erodendo il mercato. Perciò dieci anni fa abbiamo costituito Germanwings, un low cost di qualità. Nel 2012 abbiamo deciso di tenere i voli Lufthansa solo su Francoforte e Monaco, trasferendo a questa compagnia i nostri collegamenti dalle altre città tedesche. Così abbiamo fatto progressi e ridotto le perdite».

Ma nel primo semestre avete perso 204 milioni.
«Perdita stagionale. Il margine operativo lordo era positivo per 858 milioni».

Vi interessa Alitalia?
«No».

Perché?
«Primo, è in perdita. Secondo, abbiamo in corso Score, il nostro programma di riorganizzazione. In questo momento non siamo pronti a cogliere l’occasione d’integrare Alitalia.

Abbiamo altri piani. Inoltre c’è la questione Air rance».
In che senso?
«Alitalia ha un accordo commerciale stretto con Air France Klm, difficile rimpiazzarlo per un’altra compagnia. Se esci da un’alleanza, hai penali da pagare».

Ma Air France non partecipa all’aumento di capitale di Alitalia. Scenderà nell’azionariato.
«L’accordo commerciale pesa più di quello societario».

Un ostacolo per ogni possibile acquirente, quindi. Anche per Aeroflot?
«No, Aeroflot è in Sky Team con Air France».

Nel 2008 avreste comperato Alitalia?
«Allora le demmo un’occhiata, ma non sembrava abbastanza attrattiva per noi. Preferimmo costituire Lufthansa Italia».

Doveva rilanciare Malpensa. Perché la chiuse nel 2011?
«Penetrare nel mercato italiano non fu facile come immaginavamo. Tutti apprezzavano il nostro servizio, ma anche se le tariffe erano allettanti nessuno partiva da Malpensa».

Volevate Linate?
«Ci avevano promesso che Linate avrebbe aperto slot sulla Milano-Roma, ma è successo troppo tardi (quest’anno, ndr ). E poi avevate due aeroporti, ma dividere i passeggeri locali e di transito tra Malpensa e Linate non era economico, è una delle ragioni per cui Alitalia sta soffrendo. Ha avuto denaro fresco, l’ha bruciato di nuovo. Eppure la qualità è migliorata, la flotta è moderna, è puntuale. In Italia abbiamo trovato una concorrenza sleale anche sui low cost domestici. Ryan-air, per esempio, viaggia su aeroporti piccoli e sussidiati e applica contratti di lavoro irlandesi».

Succede ovunque, l’Antitrust l’ha sanzionata.
«Ma l’Unione Europea non si è mossa abbastanza».

Le compagnie del Golfo sono una minaccia?
«Forte. Concorrenza sleale, anche qui. Hanno sussidi dai propri governi che noi non abbiamo. Emirates, Etihad portano via molti passeggeri business da Lufthansa, ma anche da Alitalia, in direzione Asia-Pacifico. Se il vostro governo vuole aiutare Alitalia, deve cancellare gli accordi con gli Emirati e il Qatar che consentono a questi Paesi di usare l’Italia come scalo verso l’America. I passeggeri scendono e poi ripartono per New York senza generare economia. In Germania è lo stesso, è un problema europeo. La strada di Alitalia è rafforzarsi nel low cost come l’irlandese Aer Lingus, che ha saputo resistere a Ryanair. Non vendete Alitalia a compagnie del Golfo».

Etihad pare candidata.
«Etihad ha preso Air Berlin, che ha subito smesso di volare a est di Abu Dhabi ed è diventata un fornitore del loro hub. Se Alitalia va ad Etihad avrà molte meno destinazioni internazionali».

Lei viene da Deutsche Bahn. L’integrazione treno-aereo è possibile?
«In Italia quel tipo di competizione è forte, ma non so se per l’utente scenderebbero i prezzi».

Volerete su Palermo con Swiss. Strategia sull’Italia?
«Continuare a costruire un network con Lufthansa da Monaco. E aumentare i voli Germanwings. L’Italia resta per noi un mercato chiave».

Il Wall Street Journal ha scritto che gli scioperi di Lufthansa hanno portato costi per 33 milioni al gruppo nel 2012, è vero?
«Sì. Ma Lufthansa viene da un mercato regolato, ha dovuto diventare diversa e abbiamo dovuto negoziare i cambiamenti con i sindacati. Abbiamo ridotto il personale in alcune aree, è salito in altre».

Perché lascia il gruppo?
«Ho un offerta da Roche, ho deciso di non rinnovare a maggio il mio contratto, che scade naturalmente».

Che cosa succede se Alitalia fallisce?
«Siamo loro fornitori con la nostra società di catering Lsg. Perderemmo un sacco di soldi. È nostro genuino interesse che Alitalia si salvi» .

17 dicembre 2013


http://www.corriere.it/economia/13_dice ... b301.shtml
Ultima modifica di CravattaNera il 18 dicembre 2013, 14:00, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8490
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da mcgyver79 » 18 dicembre 2013, 13:59

Dovresti almeno citare la fonte quando posti interi articoli presi altrove (c'è anche scritto "riproduzione riservata" proprio sotto il testo che hai copiato e incollato)
McGyver

CravattaNera
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 357
Iscritto il: 16 novembre 2013, 21:54

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da CravattaNera » 18 dicembre 2013, 14:01

mcgyver79 ha scritto:Dovresti anche citare la fonte quando posti interi articoli presi altrove

fatto.

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8490
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da mcgyver79 » 18 dicembre 2013, 14:03

CravattaNera ha scritto:
mcgyver79 ha scritto:Dovresti anche citare la fonte quando posti interi articoli presi altrove
fatto.
Grazie mille, sei stato velocissimo... lo stavo editando io dopo averlo scovato. Ricordalo anche la prossima volta, mi raccomando. :)

Ciaooooo.
McGyver

CravattaNera
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 357
Iscritto il: 16 novembre 2013, 21:54

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da CravattaNera » 18 dicembre 2013, 14:06

mcgyver79 ha scritto:
CravattaNera ha scritto:
mcgyver79 ha scritto:Dovresti anche citare la fonte quando posti interi articoli presi altrove
fatto.
Grazie mille, sei stato velocissimo... lo stavo editando io. Ricordalo anche la prossima volta. :)

Ciaooooo.
in realtà avevo già modificato il mio intervento con il link e poi ho letto il tuo (giusto) commento.
Grazie a te comunque per la segnalazione. ;)

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 18 dicembre 2013, 16:23

notizia letta da blomberg , in cui si dice etihad versera' in alitalia 300 milioni di euro.

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 18 dicembre 2013, 16:28

marco1970 ha scritto:notizia letta da blomberg , in cui si dice etihad versera' in alitalia 300 milioni di euro.
ottimo praticamente metà del capitale quindi il 49% come si dice,c'è scritto anche il piano per caso?

willy73
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 517
Iscritto il: 10 settembre 2009, 16:00
Località: Milano

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da willy73 » 18 dicembre 2013, 16:54

airbusfamilydriver ha scritto:
marco1970 ha scritto:notizia letta da blomberg , in cui si dice etihad versera' in alitalia 300 milioni di euro.
ottimo praticamente metà del capitale quindi il 49% come si dice,c'è scritto anche il piano per caso?
http://www.bloomberg.com/news/2013-12-1 ... cking.html

Alitalia Said to Gain $413 Million Etihad Capital Backing
By Tommaso Ebhardt and Daniele Lepido - Dec 18, 2013


Alitalia SpA is close to getting a capital injection of about 300 million euros ($413 million) from Etihad Airways, three people familiar with the plan said.

Talks are at an advanced stage over a deal that would make Abu Dhabi-based Etihad the No. 1 investor in Alitalia, according to the people, who asked not to be named because the process is private. No final decision has been made and the Rome-based company has sounded out other potential partners, they said. Alitalia and Etihad may meet tomorrow in Rome to close the accord, one of the people said.

Etihad has been given access to accounts and is evaluating an offer while awaiting the final results of Alitalia’s capital increase and a union agreement on job cuts, the people said. Both airlines declined to comment on the matter.

Alitalia is seeking an international investor after existing shareholder Air France-KLM Group (AF) decided not to take part in the capital increase, diluting its stake to 8 percent from 25 percent and ending its veto right on new partners.

Alitalia needs fresh funds after losses piled up and reserves dwindled. Italy’s government has brokered a rescue package including the capital injection, worth 300 million euros and backed by the country’s two largest banks, with the state-owned postal service contributing 75 million euros.

Building Networks

In return, Alitalia plans to cut costs by 295 million euros after reducing its headcount by 1,900, Chief Executive Officer Gabriele Del Torchio told unions earlier this month.

Italian Premier Enrico Letta is directly involved in the process of seeking outside investment as he pushes to find a final solution for Alitalia, one of the people said.

Air France-KLM bought its stake in Alitalia in 2009 and saw the value of that holding collapse as the Italian carrier’s crisis deepened.

Etihad Chief Executive OFficer James Hogan has pushed his strategy of taking over equity stakes in smaller carriers in Europe, India and Australia that has allowed him to build a network to improve passenger flows through his base in Abu Dhabi or jointly purchase aircraft and share equipment such as seats. Hogan was among the most active buyers at the Dubai Air Show last month, buying more Airbus SAS and Boeing Co. (BA) wide-body jets.

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4639
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da SuperMau » 18 dicembre 2013, 16:59

airbusfamilydriver ha scritto:
marco1970 ha scritto:notizia letta da blomberg , in cui si dice etihad versera' in alitalia 300 milioni di euro.
ottimo praticamente metà del capitale quindi il 49% come si dice,c'è scritto anche il piano per caso?
caaaaalma freeeeena.....
qui tutti parlano e scrivono gia' fatta arrivano gli arabi ecc ecc ma ancora nessuno ha firmato niente e i soldi non sono ancora in banca, io ci andrei piano a cantare vittoria....

ANCHE PERCHE"

NESSUNO ha ancora detto chi si ingozzera' il miliardo e mezzo di perdite. Perche' su questo punto EY e' stata chiarissima. LORO le perdite non le vogliono. Che se le smazzino le banche e il governo.

MA IN ALTERNATIVA

Ci sarebbe un contrattino per 40 Aermacchi 346 ancora da firmare....magari per un miliardo e mezzo di sconticino si puo' chiudere un occhio....
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3836
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da danko156 » 18 dicembre 2013, 17:26

SuperMau ha scritto: Che se le smazzino le banche e il governo.
Vuoi dire i contribuenti italiani

Ho letto l'intervista a Franz. Grazie.
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

CravattaNera
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 357
Iscritto il: 16 novembre 2013, 21:54

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da CravattaNera » 18 dicembre 2013, 18:20

Ipotizzando che la cosa vada realmente in porto, e tralasciando gli aspetti tecnici (e occupazionali) dell'operazione, volete vedere che l'italiota medio, tanto amante delle compagnie straniere (su tutte FR per i prezzi, ed EK per ragioni più calcistiche che per una reale conoscenza del prodotto) adesso comincerà ad apprezzare di più l'Alitalia? Dico, ora che sarà mezza araba?
Ci scommetto...

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4792
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Valerio Ricciardi » 18 dicembre 2013, 18:24

Se e qualora.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
worf359
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1060
Iscritto il: 17 settembre 2007, 20:17
Località: Roma

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da worf359 » 18 dicembre 2013, 22:06

CravattaNera ha scritto:Ipotizzando che la cosa vada realmente in porto, e tralasciando gli aspetti tecnici (e occupazionali) dell'operazione, volete vedere che l'italiota medio, tanto amante delle compagnie straniere (su tutte FR per i prezzi, ed EK per ragioni più calcistiche che per una reale conoscenza del prodotto) adesso comincerà ad apprezzare di più l'Alitalia? Dico, ora che sarà mezza araba?
Ci scommetto...
Seeeee tanto anche con gli arabi per loro saremo sempre una azienda di raccomandati e nullafacenti pieni di privilgi e stipendi da capogiro

CravattaNera
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 357
Iscritto il: 16 novembre 2013, 21:54

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da CravattaNera » 18 dicembre 2013, 23:05

worf359 ha scritto:
CravattaNera ha scritto:Ipotizzando che la cosa vada realmente in porto, e tralasciando gli aspetti tecnici (e occupazionali) dell'operazione, volete vedere che l'italiota medio, tanto amante delle compagnie straniere (su tutte FR per i prezzi, ed EK per ragioni più calcistiche che per una reale conoscenza del prodotto) adesso comincerà ad apprezzare di più l'Alitalia? Dico, ora che sarà mezza araba?
Ci scommetto...
Seeeee tanto anche con gli arabi per loro saremo sempre una azienda di raccomandati e nullafacenti pieni di privilgi e stipendi da capogiro

Non ti preoccupare che quando sti burini vedranno il marchio ETIHAD sulle maglie dell'Inter vedrai, tutti a magnificare l'Etihad senza manco averci fatto un volo, e di conseguenza infighetteranno pure l'Alitalia.
Perlomeno sarà un vantaggio

CravattaNera
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 357
Iscritto il: 16 novembre 2013, 21:54

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da CravattaNera » 19 dicembre 2013, 13:57

Un articolo molto ben scritto che prova ad immaginare il possibile scenario con Etihad:

http://www.wired.it/attualita/tech/2013 ... onio-fare/

Perché il matrimonio tra Alitalia è Etihad s’ha da fare

Oggi forse il perfezionamento dell’accordo. Fra integrazione delle rotte e spinta all’innovazione, ecco perché la scelta migliore per il vettore di bandiera

C’è un elemento curioso nella telenovela Alitalia. È arrivato l’altro ieri. E non da Etihad, che dovrebbe iniettare 300 milioni di euro diventando così in un solo colpo il primo azionista di Cai. Altro che Poste Italiane. Certo, questa è la notizia del giorno, e qualcosa di più si dovrebbe sapere proprio oggi. Ma è la prova del nove a convincerci che stavolta, slittamenti a parte, dovremmo esserci davvero. Questa prova risponde al nome di Cristoph Franz, Ceo di Lufthansa. I tedeschi, si sa, la nostra compagnia l’hanno sempre snobbata. Hanno fatto shopping ovunque, dal Belgio all’Austria, ma della gloriosa livrea tricolore hanno sempre ripetuto di non sapere che farsene. Semmai vogliono i nostri passeggeri. Martedì, in un’intervista sul Corriere della Sera, il top manager ha detto però, un po’ a sorpresa, che a suo avviso Alitalia dovrebbe diventare una low cost di lusso. Seguendo il “modello di Aer Lingus”. Cedere al soccorso di Etihad è insomma sbagliato: “Alitalia diventerà una navetta verso gli Emirati Arabi e basta”.

Sembra un’intervista come tante altre, è invece la testimonianza che il vettore di Abu Dhabi – che da alcuni giorni ha spedito emissari a Fiumicino per controllare a fondo i conti – potrebbe giocarsi la sua carta con un altro player europeo dopo la tedesca (guarda un po’) AirBerlin. A confortare la tesi ci sono anche Reuters (nei giorni scorsi) e Bloomberg (per l’imbeccata sulla partecipazione in Alitalia). È vero: nessuno dai piani alti, né dalla Magliana né dagli Emirati Arabi Uniti, ha commentato ufficialmente. Etihad vuole in particolare vederci chiaro sul piano Del Torchio (300 milioni di tagli, 1.900 esuberi) oltre ad attendere il perfezionamento dell’aumento di capitale ed eventuali avvicendamenti al vertice (Massimo Sarmi presidente e Giuseppe Giordo, ora in Alenia, nuovo ad?). Ma ci sono alcuni elementi, oltre alla pista Lufthansa, che pendono in quella direzione. Sono tutti squisitamente strategici.

Anzitutto, la linea del Ceo dell’Emirato, James Hogan, è esattamente coerente con l’eventuale operazione italiana. Quella, cioè, di acquistare partecipazioni in compagnie più piccole un po’ ovunque, dall’Europa all’India fino all’Australia. Per fare dell’aeroporto internazionale di Abu Dhabi il pivot di un network planetario. In pratica controlla le già citate irlandese Aer Lingus e Air Berlin ma anche Air Serbia, Air Seychelles, Virgin Australia, l’indiana Jet e la svizzera Darwin. Quale sarebbe quindi il ruolo di Alitalia in questa rete? E cosa potrebbe guadagnarci dal matrimonio con i quattrini dello sceicco Khalīfa bin Zāyed Āl Nahayān?

È il secondo punto. Vero, Etihad ha accordi con Air France. Ma anche con Alitalia, operativo da tre anni. E per la compagnia tricolore il sodalizio con Parigi significherebbe un futuro industriale piuttosto caotico. Cai sfoggia un mastodontico miliardo di debiti maturato solo nell’ultimo quinquennio, e il suo valore aziendale è ormai prossimo allo zero. Ma i cugini non stanno molto meglio: perdita a livello operativo di 353 milioni nel 2011 e 300 nel 2012. Non basta: perdita netta di 805 milioni (2011) e oltre un miliardo (2012). Un sacco di debiti pure loro. Insomma, caro Franz, sembrerebbe esattamente il contrario rispetto alla capziosa previsione: è proprio il sodalizio con il vettore transalpino che trasformerebbe Alitalia, più di quanto già di fatto non sia, in un pulmino alato verso Charles De Gaulle e Schipol. Senza neanche la speranza di un investimento in innovazione, flotta e servizi degno di questo nome.

Etihad questi problemi, ovviamente, non li ha. Ha invece in tasca cifre che dimostrano una crescita massiccia, anche nei passeggeri, tanti petrodollari e un’ondata di tecnologia in arrivo. Piena rincorsa alla cugina Emirates. I mezzi in flotta sono 86. Ma ne sono stati ordinati 230, fra i più nuovi e appena presentati dai colossi del settore. Solo all’ultimo Dubai Air Show la compagnia ha infranto una lista così di record. Ha per esempio staccato un assegno da oltre 25 miliardi di dollari con Boeing: 25 aerei 777X, 17 777-9X e otto 777-8X. Per quest’ultimo velivolo sarà la compagnia di lancio al mondo. Un altro, per 87 mezzi, con Airbus. Fatturato 2012 a 4,8 miliardi di dollari, +17% rispetto all’anno precedente. Solo alcuni numeri, tutti fantascientifici, per tratteggiare le disponibilità di un fondo sovrano che attinge direttamente ai pozzi della penisola arabica. Ecco perché il miliardo di debiti di Alitalia non sembra spaventare nessuno: è un falso problema. Non a caso, sembra che la trattativa fosse lanciatissima ben prima che Air France si sfilasse dal tavolo. La quadratura va semmai trovata sul modello di business e sul ruolo del nostro vettore nella rete tessuta da Hogan.

Per gli emiri Alitalia servirebbe da ponte per il ricco mercato del Mediterraneo verso il resto del mondo. Questo è senz’altro vero. Alitalia si specializzerebbe così sul medio raggio verso la penisola e da Abu Dhabi si decollerebbe per il pianeta, in particolare Asia e Oceania. Ma potrebbe anche accadere il contrario: Cai potrebbe cioè tornare a puntare almeno in parte sul ben più redditizio lungo raggio (magari alzando, con l’aiuto di Etihad che è specialista del segmento superpremium, gli standard di servizio in cabina e architettando nuove offerte per chi spende di più) almeno per le mete americane, facendo il lavoro contrario e complementare a quello dell’azionista di riferimento ma in direzione Ovest. In fondo Alitalia qualche passo in avanti l’ha fatto, in questi anni: ha migliorato l’efficienza, ha tagliato l’età media della flotta (una delle più giovani in Europa), ha spinto sulla puntualità ed è abituata ad cavarsela in situazioni di crisi. Il potenziale per crescere in maniera sensata, ritagliandosi un ruolo senz’altro ancillare ma di buon livello, magari con qualche perla tecnologica supportata dal buon emiro, c’è tutta. Per qualche (petro)dollaro in più.

Simone Cosimi

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 19 dicembre 2013, 16:27

ultimissima da affari italiani. la fonte direttamente etihad.

Alitalia/ Etihad conferma trattative, no ulteriori commenti
Giovedi, 19 Dicembre 2013 - 16:14
Un portavoce di Etihad ha confermato in una nota le trattative tra la compagnia di Abu Dhabi e Alitalia. "Non abbiamo ulteriori commenti in questo momento", ha aggiunto il portavoce.

Bloccato