Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato
Avatar utente
Marco92
FL 250
FL 250
Messaggi: 2789
Iscritto il: 26 aprile 2009, 15:16

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Marco92 » 4 ottobre 2013, 13:53

Burb ha scritto:No all’ennesimo salvataggio pubblico di Alitalia

Il titolo odierno del Messaggero è uno schiaffo che lascia il segno:

"Alitalia, ecco il piano Air France: 4.000 tagli e Fiumicino dimezzato"

La cassa di Alitalia è vuota, gira voce che, solo all’aeroporto di Fiumicino, debba più di 120 milioni e che abbia disperatamente bisogno di dilazioni di pagamento, mentre però ogni giorno che passa accumula nuove perdite sulle vecchie, che hanno da tempo eroso il capitale. [....]
....
http://www.linkiesta.it/blogs/rotta-ver ... i-alitalia
Che brutto... diventerà una regional di Air France, FCO di serie B.

Avatar utente
Burb
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 621
Iscritto il: 24 settembre 2009, 22:18

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Burb » 4 ottobre 2013, 14:04

Commento nell'articolo su linkato:

ma stando così le cose la cosa migliore sarebbe farla fallire?
(non sto polemizzando sia chiaro, solo chiedendo se è questa la soluzione migliore)


Inviato da: Marco Giovanniello
Ad Air France fa comodo, perché le conserverebbe il primato in Italia per i redditizi voli intercontinentali, beninteso con scalo a Parigi e Amsterdam. A fronte di questo guadagno può volersi far carico di una certa perdita, che si riduce col volume di attività di Alitalia.

Vendere a Air France (sempre che non ponga altre condizioni) permette di conservare almeno una parte di Alitalia, col fallimento si perderebbe tutto. In alternativa, volendo proseguire in solitudine, ci vorrebbero miliardi da investire per raddoppiare, triplicare le dimensioni, con un periodo di startup costosissimo, soprattutto con l' economia in crisi. L' ultimo treno è già passato.
"Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola" Paolo Borsellino

Avatar utente
worf359
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1060
Iscritto il: 17 settembre 2007, 20:17
Località: Roma

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da worf359 » 4 ottobre 2013, 14:28

L'articolo del messaggiero e un vero atto di terrorismo psicologico la situazione e pesante e vero ma se banca intesa si muove qualcosa sotto ci deve essere qui abbiamo ancora fiducia la cosa che molti non capiscono e che il governo non è che la vuole tenere per salvarla,intende sanarla e poi venderla,ma non a quelle condizioni dare az ad Af adesso vuol dire uccidere il turismo qui,non vanno a casa solo 4000 di noi qui distruggeresti forse l'unica risorsa che può salvare sto paese disastrato il gioco e molto più grosso, lo volete capire! E comunque l'incontro col governo e confermato per lunedi qui siamo i primi a dire di vendere ma non così quella non è una vendita e un suicidio io vedo i fatti non le parole tutto il resto sono solo chiacchiere

Avatar utente
Marco92
FL 250
FL 250
Messaggi: 2789
Iscritto il: 26 aprile 2009, 15:16

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Marco92 » 4 ottobre 2013, 14:48

worf359 ha scritto:L'articolo del messaggiero e un vero atto di terrorismo psicologico la situazione e pesante e vero ma se banca intesa si muove qualcosa sotto ci deve essere qui abbiamo ancora fiducia la cosa che molti non capiscono e che il governo non è che la vuole tenere per salvarla,intende sanarla e poi venderla,ma non a quelle condizioni dare az ad Af adesso vuol dire uccidere il turismo qui,non vanno a casa solo 4000 di noi qui distruggeresti forse l'unica risorsa che può salvare sto paese disastrato il gioco e molto più grosso, lo volete capire! E comunque l'incontro col governo e confermato per lunedi qui siamo i primi a dire di vendere ma non così quella non è una vendita e un suicidio io vedo i fatti non le parole tutto il resto sono solo chiacchiere
Perché buttare soldi quando il livello manageriale è al di sotto dello zero? Questo significa buttare soldi. Meglio che chiudano a testa alta che mettersi a 90 per i francesi...

Ovviamente spero che tutto andrà per il meglio, ma non sono molto fiducioso. Se poi verrò smentitò ne sarò più che felice.

Avatar utente
worf359
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1060
Iscritto il: 17 settembre 2007, 20:17
Località: Roma

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da worf359 » 4 ottobre 2013, 15:41

Su quello siamo tutti d'accordo piuttosto meglio chiudere ma almeno qualcuno si prenderà le sue responsabilità comunque fino a lunedì non ci sarà nulla di sicuro dopo l'incontro col governo allora si avranno delle certezze fino a allora solo chiacchiere

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 4 ottobre 2013, 16:04

worf , ma cosa si dice dell apertura delle banche. insomma all operativo qualcosa trapelera'. poi confermi l incontro con il governo per lunedi, visto che sull articolo del messaggero , avevo letto fosse stato annullato.

Avatar utente
worf359
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1060
Iscritto il: 17 settembre 2007, 20:17
Località: Roma

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da worf359 » 4 ottobre 2013, 16:10

L'unica cosa certa e che quella uscita del messaggero ha creato non poco panico ora uno dei membri del cda dice che quel piano non è nei loro dossier qui non diciamo nulla ma stranamente siamo tutti fiduciosi dal CPR di lungo all'oua del carico ripeto incontro confermato e convocazione di una audizione della commissione trasporti di tutti gli attori in campo e per tutti si intende tutti Af esclusa

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 4 ottobre 2013, 16:14

ok worf, immaginavo comunque trattavasi di solito articolo terroristico. onestamente non penso il governo e il presidente letta in particolare siano cosi folli da permettere una svendita tale. worf vedi se filtra qualcosa di piu' concreto tra i colleghi e tienici aggiornati.

Avatar utente
worf359
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1060
Iscritto il: 17 settembre 2007, 20:17
Località: Roma

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da worf359 » 4 ottobre 2013, 16:38

marco1970 ha scritto:ok worf, immaginavo comunque trattavasi di solito articolo terroristico. onestamente non penso il governo e il presidente letta in particolare siano cosi folli da permettere una svendita tale. worf vedi se filtra qualcosa di piu' concreto tra i colleghi e tienici aggiornati.
Io non ne sarei così sicuro se si sono mossi e solo perché dopo la figura di m--- con la vendita di Telecom forse il governo ha avuto un sossulto di dignità la frittata e quasi fatta comunque meglio tardi che mai

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 4 ottobre 2013, 16:51

allora siamo d'accordo worf.

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 4 ottobre 2013, 19:10

nessuna novita dal cda????? e ancora in corso????

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 4 ottobre 2013, 19:40

a quanto pare il cda e' terminato, e calavia all uscita oltre a smentire ufficialmente quanto riferito dal messagegro su un presunto esubero di 4000 dipendenti az, si e' lasciato andare con un il cda e' andato bene.. vorra' forse preannunciare un aumento di quota . vediamo

Avatar utente
Burb
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 621
Iscritto il: 24 settembre 2009, 22:18

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Burb » 4 ottobre 2013, 20:23

"Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola" Paolo Borsellino

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 4 ottobre 2013, 22:58

non so perche' ma sono sicuro interverra' fs. vediamo se mi sbaglio
un ultimissima intanto interessante dal corriere della sera.

Alitalia: Air France apre ad aumento capitale ma non sostituira' soci italiani
Lunedi' nuovo incontro con Governo Milano, 04 ott - Air France e' disponibile a crescere in Alitalia tramite l'apporto di mezzi freschi a vantaggio nella societa' e quindi non con operazioni che si riducano alla liquidazione delle quote dei soci italiani. E' l'indicazione raccolta da Radiocor da ambienti della compagnia d'Oltralpe, al termine dell'odierno cda Alitalia che si e' tenuto a Milano. Nel corso della riunione - a quanto si apprende da fonti vicine al consiglio - il cfo di Air France-Klm Philippe Calavia ha sottolineato che il gruppo franco-olandese non vuole essere considerato un'insidia per la compagnia italiana, di cui e' primo socio con il 25% e si e' detto dispiaciuto per le indiscrezioni di stampa su drastici tagli in quanto non veritiere (le ha poi bollato come "menzogne" parlando con i cronisti). Quindi, i consiglieri francesi abbiano votato contro l'aumento di capitale da 100 milioni di euro approvato dal cda lo scorso 26 settembre perche' lo ritengono insufficiente, ma questo non implica che la compagnia franco-olandese non intenda parteciparvi. Anzi, l'impressione data nel board e' che il socio francese possa fare la propria parte. Nell'opinione della fonte, inoltre, alcuni soci italiani potrebbero incrementare la propria quota in sede di ricapitalizzazione e un aiuto sull'inoptato potrebbe venire dalle banche. Di questo e degli altri aspetti legati al piano finanziario di Alitalia, il board tornera' a discuterne l'8 ottobre, martedi' prossimo, in attesa anche dell'esito della nuova riunione con il Governo, lunedi' 7 ottobre. L'auspicio e' quello di un intervento dell'esecutivo che agevoli una maggiore elasticita' nella gestione del debito con i fornitori, tra cui - come principale creditore - vi e' l'Eni.

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 5 ottobre 2013, 10:44

Alitalia, soci italiani tentati da resa a Stato, ma non sarà facile

giovedì 3 ottobre 2013 19:25

ROMA (Reuters) - Domani probabilmente sarà una giornata di analisi della situazione presso lo studio legale Erede e Bonelli.
Soci e amministratori di Alitalia [CAITLA.UL] dovranno discutere la difficile situazione della compagnia aerea, in crisi di liquidità e valutare fra le tante ipotesi che si stanno facendo a bassa voce - ricapitalizzazione con banche, concordato in attività, ingresso dello Stato - quale possa essere perseguita e quale offra una qualche prospettiva ai soci.
Roberto Colaninno, Atlantia, Banca Intesa oltre ai soci più piccoli dovranno anche valutare la complessa realtà dei rapporti che li legano con l'azionista francese. Gli accordi minuziosamente descritti nello statuto della compagnia aerea comunque li si guardi, nell'attuale situazione, consegnano il bastone di comando al socio finanziariamente più forte - malgrado le difficoltà del momento e la ristrutturazione in corso - e industrialmente più motivato: Air France-Klm.
INTENSE SETTIMANE
Sono già due settimane che i problemi della compagnia aerea sono tornati alla ribalta della cronaca dopo che il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi ha cercato di strappare impegni ai francesi anche nel corso di un incontro con il suo omologo d'oltralpe. Poi ci sono stati i cda di Air France e Alitalia. Si è infine aperto il tavolo con il ministero dello Sviluppo economico esteso poi al ministero dell'Economia e si è infine giunti a palazzo Chigi.
A tutto questo lavorio va aggiunto l'operato degli adviser finanziari, Banca Leonardo, e di Mediobanca che sta conducendo una due diligenze per conto dei francesi. Il tutto ha portato ad una serie di risultati che però vanno tutti in una direzione.
L'azienda ha stimato in circa 300 milioni il fabbisogno per riconvertirsi sull'intercontinentale. In realtà, secondo alcune fonti a conoscenza del dossier, il fabbisogno reale arriverebbe almeno a 500 milioni. Si potrebbe ridurre se Eni e Aeroporti di Roma decidessero di dilazionare i crediti alla compagnia aerea: il debito di Alitalia è stimato in circa 120 milioni contro una disponibilità di 128 milioni in cassa. Ma per il momento le due società non ci sentono. Si vedrà lunedì durante il prossimo incontro a Palazzo Chigi se avranno cambiato idea.
INCERTEZZA SOCIALE
Ma con le titubanze degli azionisti - che non hanno neanche sottoscritto per intero il prestito ponte e che devono ancora superare l'ostacolo dell'aumento di capitale deliberato di almeno 100 milioni e che va in assemblea il 14 ottobre - la strada del risanamento interno al momento non pare percorribile. Questo anche se Air France facesse la sua parte, sotto il profilo finaziario. E se si aggiungesse il contributo di Sace che potrebbe garantire dei crediti, circa 80 milioni, che la compagnia vanta da clienti venezuelani e e che sono per ora in attesa dell'ok dell'autorità locale che vigila sui trasferimenti di valuta. La garanzia Sace consentirebbe alle banche il finanziamento.
Così si è incominciato a pensare al chapter 11 all'italiana approvato lo scorso anno.
Ma a chiunque si parli di questa ipotesi risponde che "i tempi della procedura voluta dall'allora ministro dello Sviluppo, Corrado Passera, appaiono troppo lunghi e comporterebbero rinunce troppo importanti, al momento, per i creditori che con uno slittamento dei pagamenti sopporterebbero perdite minori", come dice una fonte vicina agli azionisti italiani.
Lungaggini e costi al momento rendono impercorribile la strada anche perché probabilmente non tutti sono disposti ad avviare una procedura concorsuale, sia pure in attività. Ne potrebbero risentire anche gli affari principali degli azionisti.
I LIMITI DELLO STATUTO
Si è tornati così alla soluzione di sempre. L'intervento dello Stato, secondo formule e strumenti più vari: Cassa depositi e prestiti (Cdp) o i suoi fondi (il Fondo strategico o il Fondo infrastrutture). Qualcuno ha previsto anche l'intervento di Sace nel capitale, così come ha scritto questa mattina il Sole 24 Ore: alla compagnia pubblica di assicurazione per l'export non vogliono nemmeno commentar questa possibilità.
Ogni intervento sul capitale poi deve fare i conti con i limiti esistenti nello statuto e che presuppongono l'accordo di Air France e che - secondo quanto ha riferito un'altra fonte, anche questa coinvolta nella vicenda - "invece non guarda di buon occhio al piano di rilancio firmato dall'Ad Gabriele Del Torchio e prefigura un futuro per Alitalia da compagnia regionale".
Come in tutte le società, gli aumenti di capitale vanno in opzione e prelazione ai vecchi soci. Lo statuto di Alitalia prevede anche gli aumenti in deroga, ovvero per aumenti di capitale destinati esclusivamente ai nuovi soci. Ma per questi "è tuttavia necessario il voto favorevole di tanti soci che rappresentino almeno l'80% del capitale sociale", recita l'articolo 13. E Air France di Alitalia ha il 25%.

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 5 ottobre 2013, 10:48

dicono sia stata superato il problema statutario cdp per az. in piu' fs sta prendendo piede. worf o chi lavora in az, ha sentore oggi di queste news???

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 5 ottobre 2013, 10:54

marco1970 ha scritto:dicono sia stata superato il problema statutario cdp per az. in piu' fs sta prendendo piede. worf o chi lavora in az, ha sentore oggi di queste news???
il problema cdp è stato superato cambiando piano e passando a FS
cdp per statuto non può intervenire in aziende in perdita e ha già detto no.mettetevelo in testa
la cosa interessante è che l'entrata di un nuovo socio deve essere approvata da AF

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 5 ottobre 2013, 11:04

bene allora af , o esce i soldi o non rompe gli zebedei e' ovvio. a questo punto non ci sono tante uscite. non penso proprio il governo si fara ingabbiare dalle frenesie di af, che vuole tutto e niente allo stesso tempo.

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 5 ottobre 2013, 11:36

da gazzettino.it

Alitalia, prende quota l’ipotesi Fs: il governo al lavoro contro il piano dei tagli di Air France
Sono favorevoli i ministri Lupi e Zanonato. Molte sinergie tra treni e aerei. La scelta a Letta




di Umberto Mancini
ROMA Prende corpo l’opzione Ferrovie dello Stato per dare un futuro ad Alitalia e allo scalo di Fiumicino. L’ingresso del gruppo guidato da Mauro Moretti nel capitale della compagnia di bandiera, con lo scopo di tutelare un asset strategico, è sempre più concreto. Non solo per fornire ossigeno finanziario, ma anche per tentare di individuare una soluzione industriale che sfrutti le sinergie aereo-treno. In queste ore il governo sta verificando le modalità d’intervento - senza però escludere altre vie - consapevole che l’assemblea della compagnia aerea del 14 ottobre, nella quale dovrà scattare la ricapitalizzazione, è dietro l’angolo.
Il dossier sarebbe già sul tavolo del premier Enrico Letta mentre il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, e quello dello Sviluppo, Flavio Zanonato, si sarebbero detti favorevoli all’opzione. Dopo il no di Cdp ad intervenire, Palazzo Chigi avrebbe infatti deciso di premere sull’acceleratore per salvaguardare il sistema del trasporto aereo. Tanto più viste le «condizioni rigorose» che Parigi vorrebbe imporre per il salvataggio. Lo scopo primo di Air France, alle prese con pesanti problemi economici, non è certo di sviluppare l’aeroporto romano o di potenziare la flotta Az. Cosa che invece sarebbe negli obiettivi di Fs, la cui solidità (34 miliardi di patrimonio e utili per 380 milioni) dopo il risanamento completato da Moretti, oggi è sotto gli occhi di tutti.
L’integrazione ha molti vantaggi: biglietterie in comune, offerte commerciali e soluzioni logistiche integrate, piani articolati per il turismo in Italia. Favorendo così economie di scala e risparmi. Le Fs farebbero un ingresso soft partecipando, con una quota di minoranza, alla ricapitalizzazione per dare forza alla compagine tricolore. Poi si svilupperebbe una collaborazione più marcata, di segno tutto industriale. Di certo questa scelta avrebbe il pregio di valorizzare Fiumicino e di non bloccare gli investimenti da 12 miliardi messi in cantiere da Adr. Investimenti che sarebbe congelati, insieme a migliaia di posti di lavoro, se il traffico si spostasse a Parigi.

Avatar utente
Burb
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 621
Iscritto il: 24 settembre 2009, 22:18

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Burb » 6 ottobre 2013, 10:10

"Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola" Paolo Borsellino

Avatar utente
Burb
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 621
Iscritto il: 24 settembre 2009, 22:18

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Burb » 6 ottobre 2013, 13:48

"Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola" Paolo Borsellino

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5857
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da sigmet » 6 ottobre 2013, 14:50

Nuova flotta prevista per il lungo raggio:

Immagine

:mrgreen:
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3773
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da danko156 » 6 ottobre 2013, 15:38

sigmet ha scritto:Nuova flotta prevista per il lungo raggio:

Immagine

:mrgreen:
:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: Questa è bella.
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 6 ottobre 2013, 20:01

Alitalia: Letta, non può stare da sola dobbiamo integrarci
06 Ottobre , 12 : 26 (ANSA) - ROMA, 6 OTT -

"Sono sicuro che Alitalia non può stare da sola. L'Italia non ha le dimensioni per avere una compagnia globale, bisogna integrarsi con gli altri ". Lo dice il premier Enrico Letta a Skytg24. "Noi - spiega - lavoreremo per evitare problemi ai lavoratori e ai viaggiatori". "In Europa ci sono tre compagnie : queste tre compagnie sono il mercato europeo, non possiamo stare soli come si e` fatto nel 2008 sbagliando. Oggi stiamo pagando quelle scelte".

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5857
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da sigmet » 6 ottobre 2013, 21:40

airbusfamilydriver ha scritto:... Oggi stiamo pagando quelle scelte".
Ah , le paga anche lui...?? :roll:
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Burb
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 621
Iscritto il: 24 settembre 2009, 22:18

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Burb » 6 ottobre 2013, 22:16

sigmet ha scritto:
airbusfamilydriver ha scritto:... Oggi stiamo pagando quelle scelte".
Ah , le paga anche lui...?? :roll:
Sicuro :bounce:
"Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola" Paolo Borsellino

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4761
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Valerio Ricciardi » 7 ottobre 2013, 2:56

Salviamo Alitalia. Dalla politica

di Carlo Scarpa per La Voce.info

Si riparla di salvataggio per Alitalia. Con il concorso delle banche. Una storia già vista, costata alla collettività alcuni miliardi. La debolezza del progetto industriale della nuova compagnia era evidente fin dall'inizio. La sorte degli azionisti e le giuste preoccupazioni per i posti di lavoro.

UNA LUNGA STORIA

Si torna a parlare della ennesima crisi di Alitalia. Di salvataggio, di chiamata alle armi delle banche – come se in Alitalia non avessero già fatto abbastanza danni; le solite cose. Non abbiamo imparato nulla dall'ultimo salvataggio di Alitalia, e pare che siamo pronti a rifare gli stessi errori. Curando il sintomo e non le cause. Occorre salvare Alitalia; ma dalla politica, dalle banche e dai suoi azionisti.
E non vale la pena di ripeterne i dettagli, se non per ricordare che Alitalia è già stata salvata un paio di volte prima del 2008, poi è stata fatta fallire con la creazione della bad company tuttora in procedure concorsuali con un costo per la collettività di alcuni miliardi – forse non sapremo mai quanti. Da questa costosissima operazione di ripulitura è emersa una impresa libera dal peso dei debiti precedenti, dell'eccesso di personale, dei rami secchi. Un'impresa che qualcuno sperava fosse solida e capace di risollevare l'orgoglio italico che sentiva violato.

E, invece, dopo quattro anni di perdite, la nuova Alitalia (Cai) sembra prossima al capolinea. I numeri, purtroppo, parlano chiaro. Dalla sua nascita, Alitalia ha soltanto perso denaro. L'anno migliore è stato il 2011 con una perdita netta di soli 69 milioni. In quattro anni, perdite complessive – a valori di fine 2012 – per oltre 870 milioni, alle quali si dovrebbero aggiungere altri 300 milioni per la prima parte del 2013. Il debito finanziario netto accumulato sfiora il miliardo, al quale occorrerebbe poi aggiungere qualche centinaio di milioni di debiti commerciali (fornitori; biglietti già emessi; eccetera).
Intendiamoci, sono stati e sono tuttora tempi duri per tutte le compagnie aeree, ma la posizione di Alitalia è peggiore. Visto che fingiamo di credere che sia una grande compagnia, un "campione nazionale", confrontiamola con altre imprese di questa risma. Ad esempio, nel 2011 Lufthansa e Air France hanno denunciato perdite per 13 milioni e per 809 milioni, rispettivamente. Nel 2012 Air France ha continuato a perdere (300 milioni di euro), ma già Lufthansa si stava riprendendo, con un profitto di 990 milioni, anche a seguito di tagli di 3.500 unità di personale. E nel 2013 anche il gruppo Air France Klm dovrebbe chiudere almeno con un margine operativo positivo, anche grazie a tentativi di efficientamento.
Ma c'è un'altra differenza. Nel 2011 Air France Klm aveva 350 milioni di perdite su un fatturato di oltre 24 miliardi. Nel 2012 Alitalia ha denunciato perdite nette di 280 milioni con un fatturato di 3,6 miliardi; il debito di circa metà del fatturato chiude il cerchio.

NATA MALE, CRESCIUTA PEGGIO

La debolezza del progetto industriale di Alitalia era evidente dall'inizio. Incapace di trovare una sua vocazione, troppo piccola per competere con le altre grandi compagnie europee, nessun tentativo di cimentarsi nel segmento low cost... E incappata nella crisi economica più lunga del dopoguerra. Si è illusa di stare in piedi con i profitti che le ha garantito il sistema politico con il placet della Autorità antitrust quando ha bloccato per oltre tre anni la concorrenza sulla Linate-Fiumicino. E invece il successo dell'alta velocità ferroviaria ha reso inutile anche questa stampella.
Un mix letale di debolezza e sfortuna. Difficile dire cosa sarebbe successo senza la crisi o senza il Frecciarossa. Probabilmente sarebbe stata solo un'agonia più lenta, ma non lo possiamo sapere.

ORA BASTA

Gli appelli alle banche e le soluzioni ponte di cui vaneggiano alcuni politici, anche di Governo, cercano di tenere in piedi Alitalia da decenni. È giusto preoccuparsi dei posti di lavoro. Ma non ha senso salvare gli azionisti. Il futuro prossimo sarà marcato dal continuo sviluppo dell'alta velocità e delle low cost; quale spazio esiste per Alitalia? E, soprattutto, perché il paese se ne dovrebbe preoccupare?
Il fallimento del 2008 e la nascita della nuova Alitalia erano stati organizzati da Banca Intesa che in quel modo aveva risolto una buona parte della propria esposizione con il Gruppo Toto/AirOne. Dopo alcuni miliardi di denaro pubblico bruciato e oltre un altro miliardo di perdite cumulate in meno di cinque anni nonostante le protezioni politiche, forse può bastare.

Che le banche tornino a fare le banche, e che Alitalia sia gestita da imprenditori del settore.


04 ottobre 2013

Fonte: http://rubriche.finanza.tiscali.it/soci ... itica.html
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4761
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Valerio Ricciardi » 7 ottobre 2013, 3:25

Io noto che alcuni fattori per Alitalia esiziali - come la fine della regolare redditività sulla carissima rotta Roma-Milano - erano prevedibili da più di quindici anni, a prescindere dalla crisi, dai debiti di Toto e dalla scarsa qualità dei manager appioppati dalla politica ad Alitalia.

Se uno nel 1995 avesse aperto in pompa magna una fabbrica di telefoni a filo e gettoni per cabine telefoniche, poi con chi avrebbe potuto prendersela? E' nella natura dei mercati mutare a seconda dei casi per l'arrivo di nuove tecnologie,, o per l'inevitabile mutamento dei rapporti commerciali (es. globalizzazione, diffusione dell'alta velocità, Cina) o per una saturazione di certi settori del mercato prevedibile (es. automobile).

Anche al netto del Grande Imbroglio, di Toto talmente indebitato da poter condizionare Banca Intesa, della trovata di Berlusconi per abbindolare il popolo bue, eccetera.

Già il ritardo con cui l'antithrust ha consentito altri tre anni di posizione dominante sulla direttrice RM-MI per non togliere ossigeno alla povera Alitalia, diciamo la verità, da un antithrust è una porcheria ignobile. Che ha solo rinviato il problema.

Ai tempi del Ponte sullo Stretto, altra vergogna nazionale sulla quale il mondo intero ci ride dietro, dato che i calcoli mostravano che neppure con pedaggi alti si sarebbe raggiunta una redditività per via delle concettualmente ben più ragionevoli c.d. "Autostrade del Mare" per il trasporto merci sulla direttrice Sa-Messina; si stava pianificando che lo Stato dovesse applicare forti disincentivi normativi o tassazioni extra sui biglietti o sugli scali portuali per quelle rotte. Questo, quando si ciancia di libero mercato, è follia.

A me piacerebbe, per caritè, che in futuro vi fosse un'efficiente (economicamente) compagnia di nome Alitalia, con un ruolo possibile. Però ricordo a me stesso che negli USA dal 1991 e 2001 non esisono più due moscerini come Pan American e TWA, e gli Stati Uniti sono ancora lì. Anche se non ho dati su quanta parte del personale sia finita serenamente a lavorare in Delta, AA e United.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
worf359
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1060
Iscritto il: 17 settembre 2007, 20:17
Località: Roma

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da worf359 » 7 ottobre 2013, 12:04

complimenti al vicepresidente mò siamo alle lacrime di coccodrilo senza parole comunque per chi dice chè i dipendenti della TWA e Pan Am sono andati serenamente in altre compagnie si è vero ma in america lo puoi fare qui nò

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3773
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da danko156 » 7 ottobre 2013, 12:31

Siamo sicuri che AF abbia le capacità economiche per prendere AZ?

Air France is being 'saved', heads for profits
http://www.france24.com/en/20131007-air ... ds-profits
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 7 ottobre 2013, 12:37

ma non era solo af ad essere inetressata??? da questa intervista non mi pare. dal sole 24 ore.


Al Mansouri (Emirati): interessati a privatizzazioni ed Alitalia. «Chiarezza e stabilità condizioni per investire»



Il sultano Bin Saeed Al Mansouri

Ha pronunciato tre parole: chiarezza, trasparenza e stabilità, come condizioni per investire in Italia. Aggiungendo che c'è grande interesse da parte degli Emirati Arabi in vari dossier del nostro Paese, dalle privatizzazioni all'Alitalia. Il sultano Bin Saeed Al Mansouri, ministro dell'economia emiratino, è intervenuto a margine della missione di Governo, Confindustria, Abi, ex Ice che si è aperta questa mattina ad Abu Dhabi. «Parlo a titolo personale, in quanto si tratta di aziende private», ha precisato il ministro.

L'apprezzamento per "Destinazione Italia"
«Alitalia è un'opportunità che puo' essere interessante, ma da parte italiana ci deve essere una buona offerta». Le condizioni ci sono, perchè «l'Italia ha un flusso turistico di 40 milioni di persone. Alitalia deve però essere ristrutturata in modo corretto». Il ministro Al Mansouri non ha messo nessun paletto, rispondendo a una domanda specifica riguardo alla crescita nella società di Air France. L'importante, ha sottolineato, è che ci sia un progetto chiaro e che l'azienda sia risanata. Il ministro ha anche apprezzato il recente provvedimento del Governo Letta denominato "Destinazione Italia" per attrarre investimenti nel nostro Paese.

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3773
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da danko156 » 7 ottobre 2013, 12:43

Per tutta una serie di motivi gli investitori extra europei non possono superare il 49% di AZ.

Ora a FuoriTG su Rai3 parlano proprio della questione Alitalia (c'è Gianni Dragoni ospite)
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

Avatar utente
pasubio
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1017
Iscritto il: 25 novembre 2009, 20:03

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da pasubio » 7 ottobre 2013, 12:59

sigmet ha scritto:Nuova flotta prevista per il lungo raggio:

Immagine

:mrgreen:
:lol: :lol: :lol: Non sei un genio, di più.

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 7 ottobre 2013, 16:30

marco1970 ha scritto:ma non era solo af ad essere inetressata??? da questa intervista non mi pare. dal sole 24 ore.


Al Mansouri (Emirati): interessati a privatizzazioni ed Alitalia. «Chiarezza e stabilità condizioni per investire»



Il sultano Bin Saeed Al Mansouri

Ha pronunciato tre parole: chiarezza, trasparenza e stabilità, come condizioni per investire in Italia. Aggiungendo che c'è grande interesse da parte degli Emirati Arabi in vari dossier del nostro Paese, dalle privatizzazioni all'Alitalia. Il sultano Bin Saeed Al Mansouri, ministro dell'economia emiratino, è intervenuto a margine della missione di Governo, Confindustria, Abi, ex Ice che si è aperta questa mattina ad Abu Dhabi. «Parlo a titolo personale, in quanto si tratta di aziende private», ha precisato il ministro.

L'apprezzamento per "Destinazione Italia"
«Alitalia è un'opportunità che puo' essere interessante, ma da parte italiana ci deve essere una buona offerta». Le condizioni ci sono, perchè «l'Italia ha un flusso turistico di 40 milioni di persone. Alitalia deve però essere ristrutturata in modo corretto». Il ministro Al Mansouri non ha messo nessun paletto, rispondendo a una domanda specifica riguardo alla crescita nella società di Air France. L'importante, ha sottolineato, è che ci sia un progetto chiaro e che l'azienda sia risanata. Il ministro ha anche apprezzato il recente provvedimento del Governo Letta denominato "Destinazione Italia" per attrarre investimenti nel nostro Paese.
etihad ha accordi commerciali miliardari con af,di conseguenza non le fa la guerra...

marco1970
Warned user
Warned user
Messaggi: 716
Iscritto il: 12 aprile 2007, 19:31
Località: catania

Re: Alitalia - Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da marco1970 » 7 ottobre 2013, 18:36

ancora non filtra nulla da palazzo chigi?????

Bloccato