Alitalia - Società Aerea Italiana

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6685
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Lampo 13 » 26 aprile 2017, 20:29

flyforever85 ha scritto:Penso che aldila' dei soldi messi in Alitalia, un fallimento e' sempre peggio di un debito diviso nella comunita'. Nel momento in cui Alitalia dovesse fallire, non solo ci saranno 12 mila persone in meno che pagheranno le tasse, ma tutto l'indotto (agenzie di viaggio, call center, ricambi ecc) automaticamente ne soffrirebbe tantissimo. Senza considerare poi che, nel momento in cui un'altra compagnia prendesse il mercato italiano ormai libero, i flussi di cassa andrebbero all'estero e non starebbero piu' in Italia.
Il calcolo è di 1:4 quindi 12.000 dipendenti + 48.000 nell'indotto = 60.000 lavoratori che perderanno un guadagno grazie a una massa di dirigenti che, secondo me, non sono incapaci, o almeno solo incapaci, ma corrotti e/o al servizio di qualcuno che vuole comprarsi i pezzi di Alitalia a 4 soldi. Ora saranno toccati anche loro ed i loro mandanti... sarebbe piaciuto alle banche ricevere l'aiutino dallo Stato per sfilarsi dalla situazione nera, vero?
Lo so che per me è facile dirlo stando col "sedere al caldo", ma avete fatto bene Brandon!!!

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6685
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Lampo 13 » 26 aprile 2017, 20:48

Intanto Cassano se ne va con 2,4 milioni di euro di buona uscita... ma la colpa è dei lavoratori cattivi!

Avatar utente
Leemah
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 315
Iscritto il: 5 marzo 2008, 17:26
Località: Brescia

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Leemah » 26 aprile 2017, 21:02

Io credo che di tutta la faccenda, quelli che possono veramente dire qualcosa di "autentico", siano proprio i dipendenti. Mi piace pensare che ci siano tante altre persone come brandon all'interno di Alitalia, che non mettono una semplice crocetta su si o no, ma che ragionano su quello che fanno mettendo al primo posto il rispetto per se stessi e per quello che hanno vissuto, dato, ricevuto, imparato e insegnato. Il valore dell'essere umano va sempre al primo posto, ma ormai di questa cosa non ne tiene conto più nessuno... Se qualcuno è indignato perchè crede di dover pagare di tasca sua per questo, beh... se così fosse, io sarei contento di farlo.
Un grande "in bocca al lupo".

fabrizio66
FL 150
FL 150
Messaggi: 1808
Iscritto il: 9 settembre 2010, 14:11

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da fabrizio66 » 26 aprile 2017, 21:13

Sigmet la deregulation europea è decisa in ambito comunità europea. La visione della derelugation va vista in tal senso. Anche xche oramai non tu puoi piu arroccare nella difesa dei tuoi confini nazionali.
E poi aldilà della deregulation quello che ho scritto è che in entrambi i casi il management non ha saputo affrontare i cambiamenti, che dolenti o nolenti giusto o sbagliati ci sono stati.

Avatar utente
classezara
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 509
Iscritto il: 2 febbraio 2008, 10:42
Località: Como

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da classezara » 26 aprile 2017, 21:23

Non conosco il mercato aeronautico nel dettaglio (anche se in questi giorni ho l'impressione di non essere il solo) ma avendo fatto qualche scuola capisco qualcosa di matematica.
Dunque...
l'accordo parlava di una iniezione di 900 milioni di nuova cassa a fronte di una azienda che nel 2016 ne ha persi 650.
Dei risparmi calcolati gli unici sicuri erano quei 100 /120 milioni annui (post negoziato) a spese del personale in quanto tutti gli altri dipendevano da fattori (accordi, leasing, fornitori, ecc) in cui, per ottenere veri vantaggi, Alitalia avrebbe dovuto giocare un ruolo da posizione di forza... posizione che, francamente, in questa fase trovo difficile immaginare.
Soprattutto dopo aver letto (su questo forum) post scritti da persone competenti come questo...
SuperMau ha scritto: - Leasing: Non potrai mai avere una rata piu bassa, o nella media, visto che la societa' non e' solida.....e quindi nessun leasing si prende il rischio senza copertura. In ogni casi i leasing non sono neanche cosi stratosferici come erano "prima" ....
La prova del nove la troviamo nel fatto che, tutti i risparmi attuati finora da Ball&company, si quantificano in soli 20 milioni circa (letto su sole24ore).
Ad andar bene quest'anno avremmo visto risparmi reali per quanto?
120/12*8 + 100(?) => diciamo 180 milioni?
Significa che di qui ad un anno saremmo stati punto e a capo... con un'unica enorme differenza.
Saremmo già andati al voto per il rinnovo delle camere (chi ha orecchie per intendere intenda).
Un anno guadagnato a scapito dei soli lavoratori?
A meno che.... a meno che non crediamo realistico quanto previsto da Ball che con 20 aerei in meno, prometteva ricavi maggiori del 30% in tre anni e del 57% al quinto anno.
Mah...
Ultima modifica di classezara il 26 aprile 2017, 21:45, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9559
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da tartan » 26 aprile 2017, 21:35

Diffidare di chi si chiama ball! Cosa vuoi che ti racconti?
Il direttore di un reparto ospedaliero romano che mi minacciò perché avevo fatto rientrare mia moglie tramite il pronto soccorso e mi fermo qui senza dire altro, si chiamava e probabilmente si chiama ancora "piccola fregatura". Naturalmente ho tradotto in chiaro per non incorrere in penalità!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6685
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Lampo 13 » 26 aprile 2017, 21:41

tartan ha scritto:Diffidare di chi si chiama ball! Cosa vuoi che ti racconti?
Il direttore di un reparto ospedaliero romano che mi minacciò perché avevo fatto rientrare mia moglie tramite il pronto soccorso e mi fermo qui senza dire altro, si chiamava e probabilmente si chiama ancora "piccola fregatura". Naturalmente ho tradotto in chiaro per non incorrere in penalità!
Come quella che si mette nella scarpa? :wink:

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2182
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da la franci » 26 aprile 2017, 21:44

fastfreddy ha scritto: con la vittoria del NO cosa hanno ottenuto? ...il commissariamento, ovvero l'anticamera del fallimento, con la differenza che questa volta il tragico epilogo sarà reale


...cioè, io da cittadino potrei anche interpretare il NO come un segno di egoismo dei dipendenti, i quali piuttosto di fare un un sacrificio preferiscono scaricare i costi del fallimento di nuovo sulla collettività

...l'aver messo sempre soldi a fondo perduto ha probabilmente illuso i dipendenti Alitalia di poter sempre fare la voce grossa, tanto poi qualcuno ci metterà una pezza
....non mi sono permessa, fino ad adesso, do intervenire in questo argomento perché l'ho sempre pensato molto delicato e, soprattutto, coinvolgente svariate persone non superficialmente, ma nel profondo trattandosi del loro futuro...
noto, però, spulciando in po' sia questo topic, sia altri siti/trasmissioni sui diversi mezzi di comunicazione, che l'italiano medio si permette di commentare, giudicare, provocare la scelta dei dipendenti come un atto egoistico o menefreghista mirato all'ottenimento di diritti e benefici.... ovviamente... siamo tutti allenatori in Italia... e, adesso, anche tutti amministratori delegati...
io non posso permettermi di parlare a nome di nessuno di loro... faccio l'infermiera e credo di farlo bene... non sono né un imprenditore né un dipendente AZ... quindi lascio a loro ogni commento e scelta...
MA....SONO passeggera VOLANTE.... col corpo, i sogni e la mente... e da passeggera mi permetto di parlare solo come tale!!!
quindi: credo sia stato difficilissimo scegliere il "no" mettendo in pericolo il futuro del singolo professionista e dei figli/coniugi ignari di tutto... un lavoratore soddisfatto produce più di ogni manovra risolutiva che comporti compromessi e tagli... qui non c'è in gioco la produzione di un oggetto che può essere facilmente sostituita da un prodotto cinese! qui c'è in gioco la sicurezza di tutte le persone che si affidano ad AZ per i loro spostamenti! Da passeggera esigo un pilota senza occhiaie, un AAVV brillante, una rampa riposata e un "magazziniere da stiva" (scusate, non conosco come si chiama) con la mente lucida.... il rispetto dei riposi, il giusto compenso dovrebbero essere la base di ogni rapporto lavorativo, ma, a maggior ragione, non possono essere un optional quando il servizio offerto mette in gioco la vita di altre persone! è vero che la crisi (o la scusa della crisi) ha portato molti datori di lavoro ad imporre ritmi estenuanti e/o continui tagli in busta (piutost che nagot, l'è mej piutost) ....
quindi: da passeggera ringrazio il coraggio di chi ha messo in gioco il suo futuro per il mio... cosa sarà di AZ in futuro? non lo so... posso augurarmi delle modifiche a me favorevoli (qualche speranza in testa ce l'ho)... ma se così non fosse... credo che i lavoratori, anzi i Lavoratori, ne usciranno a testa alta...
e chi, ammesso fosse ancora in servizio, approfittava delle coperture statali per fingere di prestare servizio... avrà la giusta ricompensa (nulla) per il lavoro (non) prestato...
io l'ho fatto... due volte! ho detto NO a chi sfruttava il mio lavoro e giocava con la salute di piccoli ospiti ignari... ho detto NO allo sfruttamento e ho detto NO alla busta paga certa a fine mese senza avere un'alternativa.... adesso ho un lavoro precario.... e tante soddisfazioni!
che dire??? UN GRANDISSIMO GRAZIE E IN BOCCA AL LUPO a chi tiene a garantire un volo sicuro!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9559
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da tartan » 26 aprile 2017, 21:47

Lampo 13 ha scritto:
tartan ha scritto:Diffidare di chi si chiama ball! Cosa vuoi che ti racconti?
Il direttore di un reparto ospedaliero romano che mi minacciò perché avevo fatto rientrare mia moglie tramite il pronto soccorso e mi fermo qui senza dire altro, si chiamava e probabilmente si chiama ancora "piccola fregatura". Naturalmente ho tradotto in chiaro per non incorrere in penalità!
Come quella che si mette nella scarpa? :wink:
Lo conosci?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5818
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da sigmet » 26 aprile 2017, 21:53

fabrizio66 ha scritto:Sigmet la deregulation europea è decisa in ambito comunità europea. La visione della derelugation va vista in tal senso. Anche xche oramai non tu puoi piu arroccare nella difesa dei tuoi confini nazionali.
E poi aldilà della deregulation quello che ho scritto è che in entrambi i casi il management non ha saputo affrontare i cambiamenti, che dolenti o nolenti giusto o sbagliati ci sono stati.
Si ,ma almeno hai letto quello che ho scritto? :roll:


Tu stato non devi solo difendere i confini ma devi difendere i “tuoi” cittadini ,i tuoi lavoratori, i tuoi affari, le tue vie di comunicazione, senza dipendere da nessuno che possa da un giorno all’altro lasciarti in mutande.
Se il management e' incapace lo mandi a c***re e di gente capace ne trovi quanta ne vuoi. basta selezionarli così' come hanno fatto con me e con tanti altri.
Comunque questa e’ la risposta a tutti quei cojoni che dicono che di una compagnia nazionale se ne può’ fare a meno.
http://www.gazzettadelsud.it/news/catan ... rzo-stop-a
E questo e' solo l'inizio!

Adesso prendete il treno (prima che vendano pure quello ai francesi… :roll: )
Ultima modifica di sigmet il 26 aprile 2017, 22:25, modificato 4 volte in totale.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
cabronte
FL 500
FL 500
Messaggi: 9631
Iscritto il: 10 giugno 2008, 21:45
Località: Nelle vicinanze di MXP

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da cabronte » 26 aprile 2017, 21:57

Anche io non mi sono mai permesso di esprimere opinioni in merito, non lavorando nel settore, e tanto meno nell' universo Alitalia, comunque QUOTO il "pensiero" della Franci visto che anche io sono passeggero e penso che quanto detto rispecchia in sintesi una questione molto complicata, complessa, ma a questo punto ormai scontata!
Ale

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da flyingbrandon » 26 aprile 2017, 21:59

classezara ha scritto: A meno che.... a meno che non crediamo realistico quanto previsto da Ball che con 20 aerei in meno, prometteva ricavi maggiori del 30% in tre anni e del 57% al quinto anno.
Mah...
La CAI ha dimostrato proprio il contrario...riducendo la flotta riduci sì le perdite...ma difficilmente fai soldi...
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
worf359
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1060
Iscritto il: 17 settembre 2007, 20:17
Località: Roma

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da worf359 » 26 aprile 2017, 22:04

Se fai volare meno aerei,porti meno pacs,meno merce e meno posta certo che risparmi sulle spese vive ma quei soldi che risparmi li perdi perchè hai meno entrate,non ci vuole una laurea alla bocconi per capirlo

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5818
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da sigmet » 26 aprile 2017, 22:07

worf359 ha scritto:Se fai volare meno aerei,porti meno pacs,meno merce e meno posta certo che risparmi sulle spese vive ma quei soldi che risparmi li perdi perchè hai meno entrate,non ci vuole una laurea alla bocconi per capirlo
Il bello e' che hanno preso la laurea alla Bocconi.. :roll:
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5818
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da sigmet » 26 aprile 2017, 22:11

flyingbrandon ha scritto:

La CAI ha dimostrato proprio il contrario...riducendo la flotta riduci sì le perdite...ma difficilmente fai soldi...
La CAI (SAI) ha dimostrato anche che il privato e' riuscito a fare peggio dello stato!
http://www.ilfattoquotidiano.it/premium ... da-etihad/
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

willy73
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 515
Iscritto il: 10 settembre 2009, 16:00
Località: Milano

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da willy73 » 26 aprile 2017, 22:18

sigmet ha scritto:
flyingbrandon ha scritto:

La CAI ha dimostrato proprio il contrario...riducendo la flotta riduci sì le perdite...ma difficilmente fai soldi...
La CAI (SAI) ha dimostrato anche che il privato e' riuscito a fare peggio dello stato!
http://www.ilfattoquotidiano.it/premium ... da-etihad/
Privati per modo di dire, amici dei politici (collanino & c)

willy73
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 515
Iscritto il: 10 settembre 2009, 16:00
Località: Milano

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da willy73 » 26 aprile 2017, 22:25

sigmet ha scritto:
La CAI (SAI) ha dimostrato anche che il privato e' riuscito a fare peggio dello stato!
http://www.ilfattoquotidiano.it/premium ... da-etihad/
Articolo di incredibile competenza soprattutto perché proviene da il fatto quotidiano!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9559
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da tartan » 26 aprile 2017, 22:51

sigmet ha scritto:
worf359 ha scritto:Se fai volare meno aerei,porti meno pacs,meno merce e meno posta certo che risparmi sulle spese vive ma quei soldi che risparmi li perdi perchè hai meno entrate,non ci vuole una laurea alla bocconi per capirlo
Il bello e' che hanno preso la laurea alla Bocconi.. :roll:
Bocconi....Bocconi...ci sarà pure un motivo per cui si chiama così!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

fabrizio66
FL 150
FL 150
Messaggi: 1808
Iscritto il: 9 settembre 2010, 14:11

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da fabrizio66 » 26 aprile 2017, 23:03

Si sigmet ho letto molto bene quello che hai scritto.
Quando però decidi che in ambito comunitario le regole cambiano allargando le varie libertà e cosi via non c e piu lo stato che deve preoccuparsi di difendere i propri cittadini.
Sono accordi che prendi a livello europeo, poi sta te stato singolo a fare in modo di cercare di tutelare le tue aziende.
Se poi per motivi politici tardi a privatizzare la tua compagnia di bandiera, non metti manager capaci e ti ritrovi poi una compagnia aerea che ogni tot anni devi rimetterci i soldi, devi ricapitalizzare e xche forse hai sbagliato il tuo lavoro di stato.
Per tornare in argomento con la pan am considera che questa sul mercato nazionale americano non aveva concorrenza xche il mercato nazionale non lo faceva.
La concorrenza della pan am l ha cominciata ad avere quando anche altre compagnie americane hanno cominciato a volare fuori dai confini nazionali.
Inoltre la pan am dal dopoguerra in poi ha visto erodere i suoi traffici anche dalla nascita di molte compagnie di altri paesi.
Aldilà degli attentati subiti la.pan am non era riuscita a capire che il mondo era cambiato, rimanendo arroccata si se stessa.
Il mangement Alitalia purtroppo ha fatto lo stesso, vuoi per incompetenza (vedi l era cimoli con il taglio del lungo raggio) vuoi per il fatto che la politica non ha saputo tutelare gli interessi nazionali cosi come hanno fatto altri paesi.
Di contro aziende ex iri che hanno saputo crearsi un loro mondo che hanno saputo cambiare aprendosi al nuovo mercato che si è creato grazie alla comunità europea ce ne sono state.
E di manager diversi in Alitalia ce ne sono stati e pure troppi.
Per quanto riguarda il discorso della compagnia aerea di bandiera oggi è anacronistico, giusto o sbagliato che sia.
Per il discorso del treno vedrai che un domani magari ci sarà una nuova compagnia aerea, dove c e mercato e possibilità di guadagno una nuova entità alla fine esce fuori.
Il vero problema e che tutti i vari manager succedutosi non hanno mai pagato per gli errori commessi e difficilmente pagheranno, ma questo vale non solo per Alitalia.
Scusa se non metto faccine ma co sto ca..o de cellulare non ce riesco come direbbe tartan all altezza dei puntini. E qui ce vorrebbe mr.green mo ce provo :mrgreen:

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9559
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da tartan » 26 aprile 2017, 23:14

Proprio poco fa mi è venuto un pensierino semplice semplice e cioè: cosa ricordo degli arabi.
1) La ripittata degli aerei
2) il cambio della divisa
3) gli addestramenti del personale di terra ad Abu Dhabi con gita obbligatoria nel deserto
3) L'obbligo del colore del rossetto
4) l'obbligo di come portare la borsa
5) l'obbligo di avere una mano guantata che tiene il guanto dell'altra mano rigidamente libera
6) l'obbligo dei capelli a cipolla
7) l'obblio dell'acquisto delle calze dal fornitore ufficiale
8) L'obbligo di chiamare il cliente ospite
9) l'obbligo dei tacchi alti della misura precisa
10) i colleghi del c***o che ti controllano tutte queste menate e ti segnalano se non le segui

C'è qualcuno di voi che ricorda qualche cosa d'altro riguardo al piano industriale degli arabi sostenuti e raccomandati dal montezzummolo?
PS quella faccetta che è comparsa significa il numero 8 con la parentesi. Manco qui c'è più la libertà di scrivere quello che vuoi! T'hai d'adattà!
Meno male che sono per la strada della fine. Il futuro è tutto vostro!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
fastfreddy
Warned user
Warned user
Messaggi: 602
Iscritto il: 24 agosto 2008, 18:31
Località: BGY/LIME (Field flight since 1911)

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da fastfreddy » 26 aprile 2017, 23:37

flyforever85 ha scritto:
fastfreddy ha scritto:
flyforever85 ha scritto:A me quello che non torna sono i 400 milioni di prestito ponte. E' un prestito, quindi andranno ridati indietro prima o poi con gli interessi di mercato. Ma chi? Se (ipoteticamente) Lufthansa decidesse di comprare Alitalia, dovrebbe comprare tutti gli assetts E pagare indietro il debito? Parliamo di una cifra davvero notevole che nemmeno Etihad volle pagare a suo tempo.
il prestito serve a dare continuità aziendale per qualche mese, anche per fare in modo che il commissario straordinario possa fare il suo lavoro (il venditore, si spera, il liquidatore più probabilmente) ...cifra che entrerebbe in un eventuale accordo di vendita e che andrebbe sul groppone del debito pubblico per l'ennesima volta in caso di fallimento (ma in caso di fallimento i problemi sarebbero ben più grossi di 400 milioni)
Avevo capito il motivo principale e penso non si possa fare altrimenti, l'inghippo (almeno per me) e' su chi paghera' questo debito.
Ti risulta che Alitalia abbia mai restituito qualcosa allo stato? ...sono altri 400 milioni a carico della collettività ...ma tanto che gli frega, loro votano NO :lol:

Avatar utente
classezara
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 509
Iscritto il: 2 febbraio 2008, 10:42
Località: Como

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da classezara » 26 aprile 2017, 23:39

classezara ha scritto: Significa che di qui ad un anno saremmo stati punto e a capo... con un'unica enorme differenza.
Saremmo già andati al voto per il rinnovo delle camere (chi ha orecchie per intendere intenda).
Un anno guadagnato a scapito dei soli lavoratori?
Giuro che non lavoro al corriere...
La tentazione del rinvio a dopo le elezioni
Al di là delle smentite ufficiali, tra i renziani c’è anche l’idea di rinviare il capitolo finale dell’operazione a dopo le prossime elezioni politiche, che si dovrebbero tenere a febbraio. Perché la chiusura della ex compagnia di bandiera, al di là dei soldi necessari per tenerla in vita, potrebbe avere un effetto nelle urne. Di qui la tentazione di un prestito ponte più corposo, oltre il mezzo miliardo di euro, che potrebbe garantire ad Alitalia quasi un altro anno di vita. La strada non è facile, e non solo perché Bruxelles potrebbe dire di no.
http://www.corriere.it/economia/17_apri ... resh_ce-cp

Avatar utente
fastfreddy
Warned user
Warned user
Messaggi: 602
Iscritto il: 24 agosto 2008, 18:31
Località: BGY/LIME (Field flight since 1911)

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da fastfreddy » 26 aprile 2017, 23:47

la franci ha scritto:
fastfreddy ha scritto: con la vittoria del NO cosa hanno ottenuto? ...il commissariamento, ovvero l'anticamera del fallimento, con la differenza che questa volta il tragico epilogo sarà reale


...cioè, io da cittadino potrei anche interpretare il NO come un segno di egoismo dei dipendenti, i quali piuttosto di fare un un sacrificio preferiscono scaricare i costi del fallimento di nuovo sulla collettività

...l'aver messo sempre soldi a fondo perduto ha probabilmente illuso i dipendenti Alitalia di poter sempre fare la voce grossa, tanto poi qualcuno ci metterà una pezza
....non mi sono permessa, fino ad adesso, do intervenire in questo argomento perché l'ho sempre pensato molto delicato e, soprattutto, coinvolgente svariate persone non superficialmente, ma nel profondo trattandosi del loro futuro...
noto, però, spulciando in po' sia questo topic, sia altri siti/trasmissioni sui diversi mezzi di comunicazione, che l'italiano medio si permette di commentare, giudicare, provocare la scelta dei dipendenti come un atto egoistico o menefreghista mirato all'ottenimento di diritti e benefici.... ovviamente... siamo tutti allenatori in Italia... e, adesso, anche tutti amministratori delegati...
io non posso permettermi di parlare a nome di nessuno di loro... faccio l'infermiera e credo di farlo bene... non sono né un imprenditore né un dipendente AZ... quindi lascio a loro ogni commento e scelta...
MA....SONO passeggera VOLANTE.... col corpo, i sogni e la mente... e da passeggera mi permetto di parlare solo come tale!!!
quindi: credo sia stato difficilissimo scegliere il "no" mettendo in pericolo il futuro del singolo professionista e dei figli/coniugi ignari di tutto... un lavoratore soddisfatto produce più di ogni manovra risolutiva che comporti compromessi e tagli... qui non c'è in gioco la produzione di un oggetto che può essere facilmente sostituita da un prodotto cinese! qui c'è in gioco la sicurezza di tutte le persone che si affidano ad AZ per i loro spostamenti! Da passeggera esigo un pilota senza occhiaie, un AAVV brillante, una rampa riposata e un "magazziniere da stiva" (scusate, non conosco come si chiama) con la mente lucida.... il rispetto dei riposi, il giusto compenso dovrebbero essere la base di ogni rapporto lavorativo, ma, a maggior ragione, non possono essere un optional quando il servizio offerto mette in gioco la vita di altre persone! è vero che la crisi (o la scusa della crisi) ha portato molti datori di lavoro ad imporre ritmi estenuanti e/o continui tagli in busta (piutost che nagot, l'è mej piutost) ....
quindi: da passeggera ringrazio il coraggio di chi ha messo in gioco il suo futuro per il mio... cosa sarà di AZ in futuro? non lo so... posso augurarmi delle modifiche a me favorevoli (qualche speranza in testa ce l'ho)... ma se così non fosse... credo che i lavoratori, anzi i Lavoratori, ne usciranno a testa alta...
e chi, ammesso fosse ancora in servizio, approfittava delle coperture statali per fingere di prestare servizio... avrà la giusta ricompensa (nulla) per il lavoro (non) prestato...
io l'ho fatto... due volte! ho detto NO a chi sfruttava il mio lavoro e giocava con la salute di piccoli ospiti ignari... ho detto NO allo sfruttamento e ho detto NO alla busta paga certa a fine mese senza avere un'alternativa.... adesso ho un lavoro precario.... e tante soddisfazioni!
che dire??? UN GRANDISSIMO GRAZIE E IN BOCCA AL LUPO a chi tiene a garantire un volo sicuro!

Stai dipingendo i piloti Alitalia come fossero operai metalmeccanici ...non sarebbero morti di stenti nemmeno con qualche migliaio di euro meno di stipendio ...e poi non si capisce perché siano gli unici a non dover stare sul mercato come tutti gli altri lavoratori del mondo ...chi fa manutenzione nei parchi giochi non deve garantire la sicurezza dei clienti? ...chi comanda le navi da crociera? ...chi lavora nelle centrali nucleari? ...comunque hanno votato NO, contenti loro ...il posto di lavoro lo perdono loro, non io

MD82_Lover
FL 500
FL 500
Messaggi: 9539
Iscritto il: 15 novembre 2007, 18:11

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da MD82_Lover » 26 aprile 2017, 23:52

fastfreddy ha scritto:...il posto di lavoro lo perdono loro, non io
Infatti continuo a chiedermi cosa c***o ci stai a fare qui. Nel topic dico.
Se sò tutti fuori dalla psichiatria quasi quasi ci vado io.... :mrgreen:

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da flyingbrandon » 27 aprile 2017, 0:07

fastfreddy ha scritto:
...e poi non si capisce perché siano gli unici a non dover stare sul mercato come tutti gli altri lavoratori del mondo ...chi fa manutenzione nei parchi giochi non deve garantire la sicurezza dei clienti? ...chi comanda le navi da crociera? ...chi lavora nelle centrali nucleari? ...comunque hanno votato NO, contenti loro ...il posto di lavoro lo perdono loro, non io
Perché...trovi che siamo fuori mercato? Quanto guadagnano gli altri? Quanto guadagna uno che comanda le navi da crociera? Dimmi...
:roll:
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5818
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da sigmet » 27 aprile 2017, 0:36

fabrizio66 ha scritto: Quando però decidi che in ambito comunitario le regole cambiano allargando le varie libertà e cosi via non c e piu lo stato che deve preoccuparsi di difendere i propri cittadini.
Francia Germania Olanda lo hanno fatto,so cojoni. E con le regole CE vendono pure il parmigiano taroccato alla faccia nostra!
Per tornare in argomento con la pan am considera che questa sul mercato nazionale americano non aveva concorrenza xche il mercato nazionale non lo faceva.
Difatti ho detto che il confronto con Az (che fa invece nazionali, internazionali e intercontinentali anche se pochi) non e' applicabile.
Il panorama USA e’ completamente diverso e non e’ confrontabile ne per tipologie di traffico che per tipi di mercato. Il bacino di mercato USA si e' solo redistribuito all'interno del sistema aeronautico nazionale con operatori nazionali e non mi risulta che ci siano low cost irlandesi che pagano le tasse ai caraibi. Chi ha provato ad accostare quei modelli liberistici ha commesso errori catastrofici (vedi Sudamerica)
Inoltre gli USA contingentarono da subito i movimenti transatlantici. Prova a chiedere uno slot a ORD o a Dallas.. :roll:

Per quanto riguarda il discorso della compagnia aerea di bandiera oggi è anacronistico, giusto o sbagliato che sia.
Io parlerei di compagnia nazionale .Prova a dire ai francesi di rinunciare ad Air france o ai tedeschi di cancellare Lufthansa..piuttosto vendono la volkswagen ai cinesi. Il giorno che allo straniero gli gira il c**o ti chiude le rotte e ti mette in ginocchio il paese.
Per il discorso del treno vedrai che un domani magari ci sarà una nuova compagnia aerea, dove c e mercato e possibilità di guadagno una nuova entità alla fine esce fuori
.

Dillo ai calabresi che andranno a Roma solo quando decide il mercato . Del mercato come dici tu ti assicuro che non glienefrega un c***o e molti imprenditori di quei posti gia' sono un po' incazzati. Premesso che a me di AZ SAI non me ne puo' fregare di meno ma Alitalia se non altro svolgeva un servizio a prescindere dal "mercato".
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6685
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Lampo 13 » 27 aprile 2017, 0:38

tartan ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:
tartan ha scritto:Diffidare di chi si chiama ball! Cosa vuoi che ti racconti?
Il direttore di un reparto ospedaliero romano che mi minacciò perché avevo fatto rientrare mia moglie tramite il pronto soccorso e mi fermo qui senza dire altro, si chiamava e probabilmente si chiama ancora "piccola fregatura". Naturalmente ho tradotto in chiaro per non incorrere in penalità!
Come quella che si mette nella scarpa? :wink:
Lo conosci?
No, ma ho capito il gioco di parole... :wink:

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5818
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da sigmet » 27 aprile 2017, 0:39

fastfreddy ha scritto:
Stai dipingendo i piloti Alitalia come fossero operai metalmeccanici ...non sarebbero morti di stenti nemmeno con qualche migliaio di euro meno di stipendio ...e poi non si capisce perché siano gli unici a non dover stare sul mercato come tutti gli altri lavoratori del mondo ...chi fa manutenzione nei parchi giochi non deve garantire la sicurezza dei clienti? ...chi comanda le navi da crociera? ...chi lavora nelle centrali nucleari? ...comunque hanno votato NO, contenti loro ...il posto di lavoro lo perdono loro, non io
Freddy ,dì la verita' , t'hanno trombato alle selezioni :wink:
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6685
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Lampo 13 » 27 aprile 2017, 0:49

fastfreddy ha scritto:Stai dipingendo i piloti Alitalia come fossero operai metalmeccanici ...non sarebbero morti di stenti nemmeno con qualche migliaio di euro meno di stipendio ...e poi non si capisce perché siano gli unici a non dover stare sul mercato come tutti gli altri lavoratori del mondo ...chi fa manutenzione nei parchi giochi non deve garantire la sicurezza dei clienti? ...chi comanda le navi da crociera? ...chi lavora nelle centrali nucleari? ...comunque hanno votato NO, contenti loro ...il posto di lavoro lo perdono loro, non io
Eppure sembra proprio che rosichi da matti...
Io sono in pensione e quindi non sono coinvolto,
pago le tasse nazionali, regionali e comunali senza neanche avere la copertura sanitaria essendo all'estero,
nonostante questo mi auguro una statalizzazione con un aumento degli stipendi del 30% a tutti gli AZ,
migliori condizioni di lavoro, più ferie, più riposi, meno carico di lavoro,
spendendo più soldi possibile dello Stato...
alla faccia vostra!

Ponch
B767 First Officer
B767 First Officer
Messaggi: 5561
Iscritto il: 30 aprile 2005, 18:48
Località: By the sea

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Ponch » 27 aprile 2017, 1:12

Lampo 13 ha scritto:Io ho due biglietti pagati, uno per agosto ed uno per ottobre, ma chissenefrega!
In questo momento mi sembra MOLTO più importante che si trovi una soluzione per chi rischia il posto di lavoro che per i 300 euro che, nel caso, potrei perdere...
Sono contento che qualcuno l'abbia detto.
danko156 ha scritto: Io credo che quello fatto al referendum dai dipendenti Alitalia sia un atto di coraggio e professionalità che dovrebbe fare ogni categoria in Italia.
Idem, come sopra.
Misha ha scritto:Aver votato no significa anche aver salvaguardato la propria professionalità: le competenze vanno remunerate (è inutile girarci intorno) e le persone trattate in quanto tali, nessuno lavora per la gloria.
92 minuti di applausi.
fastfreddy ha scritto:...cioè, io da cittadino potrei anche interpretare il NO come un segno di egoismo dei dipendenti, i quali piuttosto di fare un sacrificio (visto che negli anni hanno ricevuto abbondanti denari che pesano sul debito pubblico) preferiscono scaricare i costi del fallimento di nuovo sulla collettività
ROTFL!!
fastfreddy ha scritto:Stai dipingendo i piloti Alitalia come fossero operai metalmeccanici ...non sarebbero morti di stenti nemmeno con qualche migliaio di euro meno di stipendio ...e poi non si capisce perché siano gli unici a non dover stare sul mercato come tutti gli altri lavoratori del mondo ...chi fa manutenzione nei parchi giochi non deve garantire la sicurezza dei clienti? ...chi comanda le navi da crociera? ...chi lavora nelle centrali nucleari? ...comunque hanno votato NO, contenti loro ...il posto di lavoro lo perdono loro, non io
ROTFL. Soci, sapevo che ormai non ci caga più nessuno ma essere paragonato a chi fa la manutenzione nei parchi giochi è stupefacente.

Era ora che Brandon and co tirassero fuori le palle..un pò tardi ma come si suol dire meglio tardi che mai.

P.S.= Mi faccio un'altra birra va. E mi sa che mi accendo pure un sigaro.
P.P.S.=Ma a proposito di lavoro, fastfreddy che lavoro fa? Ogni volta sempre la solita manfrina, vengo accusato di essere un privilegiato che dorme negli hotel a 5 stelle e che guadagna troppo ma non so manco con chi c***o sto parlando.
sigmet ha scritto:Freddy ,dì la verita' , t'hanno trombato alle selezioni :wink:
Per fare la manutenzione nei parchi giochi?
Is it light where you are yet?

Avatar utente
spiridione
FL 350
FL 350
Messaggi: 3555
Iscritto il: 16 aprile 2011, 21:02
Località: Oristano (LIER/FNU)

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da spiridione » 27 aprile 2017, 7:46

Lampo 13 ha scritto:
mcgyver79 ha scritto:
Maxx ha scritto:Io ho un biglietto prenotato da mesi per il 23 giugno. Sto tranquillo?
Io 2, stesso periodo. Incrocia le dita, ci sono molte variabili che potrebbe cambiare il corso della storia :mrgreen:
Io ho due biglietti pagati, uno per agosto ed uno per ottobre, ma chissenefrega!
In questo momento mi sembra MOLTO più importante che si trovi una soluzione per chi rischia il posto di lavoro che per i 300 euro che, nel caso, potrei perdere...

Non è tanto il valore dei biglietti, per quello posso dirti anche io chissenefrega...

E che, in certe realtà geografiche, l'aereo ( o la nave...) sono indispensabili.

Non puoi andare alla stazione e saltare su un Frecciarossa e, dopo 4 ore, ritrovarti a Milano.
Non puoi metterti al volante della tua auto e, a mali estremi, sbucciarti un migliaio di km in 10/12 di tour de force "guidatorio".

Dalle mie parti c'è parecchia gente che si sposta per motivi di salute, lavoro, famiglia a cadenze settimanali.

E spesso (se non sempre..) si tratta di viaggi non procrastinabili, sempre per ragioni, appunto, di lavoro, salute, famiglia.

Sono dispiaciutissimo per i miei amici in AZA, l'ho già detto. Ma sono anche preoccupato.

Perchè ( e l'ho già detto...) non ho mai creduto nella "beneficienza" di MOL e compagnia cantante.

Con Alitalia a terra sono ca**i amari anche per me....
Ultima modifica di spiridione il 27 aprile 2017, 8:31, modificato 1 volta in totale.
Spiridione.


Ho volato su un MD80 così vecchio, che sulla porta di una toilette c'era scritto ORVILLE
e sulla porta dell'altra WILBUR....





Avatar utente
fastfreddy
Warned user
Warned user
Messaggi: 602
Iscritto il: 24 agosto 2008, 18:31
Località: BGY/LIME (Field flight since 1911)

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da fastfreddy » 27 aprile 2017, 8:16

flyingbrandon ha scritto:
fastfreddy ha scritto:
...e poi non si capisce perché siano gli unici a non dover stare sul mercato come tutti gli altri lavoratori del mondo ...chi fa manutenzione nei parchi giochi non deve garantire la sicurezza dei clienti? ...chi comanda le navi da crociera? ...chi lavora nelle centrali nucleari? ...comunque hanno votato NO, contenti loro ...il posto di lavoro lo perdono loro, non io
Perché...trovi che siamo fuori mercato? Quanto guadagnano gli altri? Quanto guadagna uno che comanda le navi da crociera? Dimmi...
:roll:
Ciao!
non sono io che lo dico ...molti altri quì ritengono che voi dobbiate essere pagati bene, molto a prescindere, perché garantite la sicurezza dei passeggeri ...il mercato per voi non dovrebbe valere (infatti non vale molto perché avete sempre il c**o parato) ...e cosa dovremmo dire dei macchinisti? ...statisticamente rischiano molto più di voi, trasportano molti più passeggeri per ogni corsa e guidano mezzi obsoleti ...quindi dovremmo coprirli d'oro a ogni pernacchia che fanno?

poi gli aerei oggi volano praticamente da soli, suvvia :lol: ....non state comandando degli idro-volanti

Avatar utente
fastfreddy
Warned user
Warned user
Messaggi: 602
Iscritto il: 24 agosto 2008, 18:31
Località: BGY/LIME (Field flight since 1911)

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da fastfreddy » 27 aprile 2017, 8:18

MD82_Lover ha scritto:
fastfreddy ha scritto:...il posto di lavoro lo perdono loro, non io
Infatti continuo a chiedermi cosa c***o ci stai a fare qui. Nel topic dico.
Se sò tutti fuori dalla psichiatria quasi quasi ci vado io.... :mrgreen:
eh allora parlatevi addosso tra di voi ....tanto siete tutti d'accordo no? :lol:

intervengo quanto mi pare e piace visto che si parla sempre di soldi pubblici, ovvero anche dei miei

Avatar utente
fastfreddy
Warned user
Warned user
Messaggi: 602
Iscritto il: 24 agosto 2008, 18:31
Località: BGY/LIME (Field flight since 1911)

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da fastfreddy » 27 aprile 2017, 8:21

Ponch ha scritto: P.P.S.=Ma a proposito di lavoro, fastfreddy che lavoro fa? Ogni volta sempre la solita manfrina, vengo accusato di essere un privilegiato che dorme negli hotel a 5 stelle e che guadagna troppo ma non so manco con chi c***o sto parlando.

non sei un privilegiato ...lo diventi nel momento in cui per te non valgono più le regole del mercato del lavoro visto che a ogni crisi tutti noi ci mettiamo soldi per salvare questa compagnia demenziale

non è difficile da capire, puoi farcela anche tu :lol:

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da flyingbrandon » 27 aprile 2017, 8:29

fastfreddy ha scritto:
flyingbrandon ha scritto:
fastfreddy ha scritto:
...e poi non si capisce perché siano gli unici a non dover stare sul mercato come tutti gli altri lavoratori del mondo ...chi fa manutenzione nei parchi giochi non deve garantire la sicurezza dei clienti? ...chi comanda le navi da crociera? ...chi lavora nelle centrali nucleari? ...comunque hanno votato NO, contenti loro ...il posto di lavoro lo perdono loro, non io
Perché...trovi che siamo fuori mercato? Quanto guadagnano gli altri? Quanto guadagna uno che comanda le navi da crociera? Dimmi...
:roll:
Ciao!
non sono io che lo dico ...molti altri quì ritengono che voi dobbiate essere pagati bene, molto a prescindere, perché garantite la sicurezza dei passeggeri ...il mercato per voi non dovrebbe valere (infatti non vale molto perché avete sempre il c**o parato) ...e cosa dovremmo dire dei macchinisti? ...statisticamente rischiano molto più di voi, trasportano molti più passeggeri per ogni corsa e guidano mezzi obsoleti ...quindi dovremmo coprirli d'oro a ogni pernacchia che fanno?

poi gli aerei oggi volano praticamente da soli, suvvia :lol: ....non state comandando degli idro-volanti
Capisco...per l'ennesima volta hai sparato a caso ma non sai neanche quello che dici.
Si...è quasi alla portata di tutti...forse tu riusciresti ad incasinarti lo stesso... :mrgreen:
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Rispondi