Alitalia - Società Aerea Italiana

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3871
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da danko156 » 18 gennaio 2019, 13:37

davide_dc10 ha scritto:sperando che le voci siano non veritiere, oppure saranno smentite, circola voce che i 3 airbus 321 neo ex primera, arrivo sia congelato per ora
https://airwaysmag.com/airlines/alitali ... neo-order/
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9857
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da tartan » 19 gennaio 2019, 13:48

Mi viene da piangere! :( Alitalia rispecchia in pieno l'abitudine tutta nostra di pensare solo ed esclusivamente ai privati interessi personali intimi e mai espressi pubblicamente. AZ è una azienda nostra di noi medesimi, a quando una presa di posizione pubblicamente pubblica? Alitalia sono posti di lavoro in Italia, Alitalia significa assistenza e manutenzione Italiana sul territorio italiano anche per aziende straniere. Scusate, ho sbagliato il tempo del verbo significare: ho detto significa ma dovevo dire significava. :(
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

pasubius
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 22
Iscritto il: 14 luglio 2017, 10:46

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da pasubius » 21 gennaio 2019, 8:37

Dici bene e sono d'accordo. I privati fanno i loro interessi, se ne fregano del "servizio pubblico" e quando falliscono subentra lo Stato, e cioè noi fessi che inneggiamo alla privatizzazione, a ripianare i buchi di bilancio causati dalla malagestione.
Che bell'affare, per loro....

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9857
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da tartan » 21 gennaio 2019, 14:07

Magari fosse solo malagestione. La malagestione presuppone una carenza nel saper gestire! Ma quando la carenza non cè, come si puo definire la cosiddetta "malagestione"? MAgari una ottima gestione per qualche mascalzone che andrebbe duramente punito!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
barth
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 254
Iscritto il: 25 gennaio 2012, 21:32

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da barth » 23 gennaio 2019, 11:44

Le ferrovie dello stato sarebbero pronte ad entrare in Alitalia con una quota non superiore al 30%, mentre LH sarebbe disposta ad aquistare AZ, volendo il 51% e con esuberi e massimo 70 aeromobili, mi chiedo perche'non vendano ad LH, chissa'perche', proprio non lo capisco, strano veranente, a voi non sembra?

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7034
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Lampo 13 » 23 gennaio 2019, 13:10

A me sembra che facciano benissimo a non voler regalare gli slot ai tedeschi
per poi fargli chiudere l'Alitalia...

Double-F
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 26
Iscritto il: 8 settembre 2016, 17:12

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Double-F » 23 gennaio 2019, 13:13

barth ha scritto:Le ferrovie dello stato sarebbero pronte ad entrare in Alitalia con una quota non superiore al 30%, mentre LH sarebbe disposta ad aquistare AZ, volendo il 51% e con esuberi e massimo 70 aeromobili, mi chiedo perche'non vendano ad LH, chissa'perche', proprio non lo capisco, strano veranente, a voi non sembra?
Perchè una compagnia di bandiera, quando gestita in maniera corretta e commercialmente sostenibile come pare essere stata gestita Alitalia negli ultimi 2 anni dai commissari, non è un'azienda tradizionale.
E' uno dei mezzi più importanti per lo sviluppo del paese, turistico e professionale.

Turistico per l'impatto che, ovviamente, l'aggiunta di nuovi voli ha sul flusso di persone nel paese.
Non dimentichiamoci che l'appeal di una nazione come la nostra è in molti casi perso quando non si trova un volo "comodo" per raggiungerla.
Turistico anche in relazione al flusso commerciale derivante dal settore in crescita dei "layovers" (vai da New Delhi a New York e non c'è il diretto? Bene, eccoti un bel volo New Delhi --> Frankfurt --> New York. Così voli con noi e spendi anche un pò di soldi nel nostro paese).
Compagnie come Emirates, IcelandAir, Tap Portugal, Finnair, stanno dedicando importanti risorse finanziarie a questo.
E le città stesse ne beneficiano, gran parte del turismo "casual" di Dubai è iniziato, ad esempio, proprio con i layovers.

La ragione è ovvia: aumentando i collegamenti, medio-lungo e lungo raggio, si intercetta un tipo di clientela ( ad esempio è in crescita il collegamento INDIA - USA via Europa) che non è necessariamente diretta in Italia, ma che utilizza i nostri aeroporti come scalo per arrivare a destinazione. Questi "turisti" non sarebbero diretti a spendere i loro soldi in Italia. Ma una compagnia forte, e con molti collegamenti, è in grado di intercettarli e portarli a spendere da noi, che sia durante un breve scalo in Aeroporto o durante uno scalo più lungo (Iceland Air e TAP propongono pacchetti per scali fino a 5-7 giorni) nelle città.

E' ingenuo pensare che una compagnia come Lufthansa possa perseguire i nostri interessi. Non dimentichiamoci mai che i tedeschi sono nostri competitor in praticamente ogni settore industriale e manifatturiero.

Il loro interesse commerciale sarebbe lasciare ad Alitalia le briciole sul lungo raggio (probabilmente qualche collegamento irrinunciabile come il Roma - Nyc o Buenos Aires o Sao Paulo) e per il resto investire sul medio raggio in modo da rendere Alitalia quello che a loro conviene: un bus per portare gli italiani sul lungo raggio Lufthansa.

Avatar utente
spiridione
FL 350
FL 350
Messaggi: 3589
Iscritto il: 16 aprile 2011, 21:02
Località: Oristano (LIER/FNU)

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da spiridione » 23 gennaio 2019, 14:29

Quotone.
Spiridione.


Ho volato su un MD80 così vecchio, che sulla porta di una toilette c'era scritto ORVILLE
e sulla porta dell'altra WILBUR....





Avatar utente
Filip_92
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 120
Iscritto il: 3 gennaio 2012, 18:09

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Filip_92 » 23 gennaio 2019, 14:43

Scusate una domanda: Lufthansa non ha resuscitato Swiss nel 2005? Come mai non pensate possa fare lo stesso con Alitalia?

Avatar utente
barth
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 254
Iscritto il: 25 gennaio 2012, 21:32

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da barth » 23 gennaio 2019, 20:41

Allora Ferrovie tirasse fuori i soldi e si prendesse il 51%, cosi magari tra super ricavi e mega utili AZ restituisce anche il prestito, e poi layover per tutti.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7034
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Lampo 13 » 23 gennaio 2019, 20:48

Filip_92 ha scritto:Scusate una domanda: Lufthansa non ha resuscitato Swiss nel 2005? Come mai non pensate possa fare lo stesso con Alitalia?
Perché la Svizzera produce solo cioccolata!

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7034
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Lampo 13 » 23 gennaio 2019, 20:49

barth ha scritto:Allora Ferrovie tirasse fuori i soldi e si prendesse il 51%, cosi magari tra super ricavi e mega utili AZ restituisce anche il prestito, e poi layover per tutti.
Per me il prestito se lo può anche tenere, anzi, io gli darei altri soldi, tornerei ai tempi dell'IRI se si potesse...

Ivan82
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 558
Iscritto il: 4 maggio 2010, 18:02
Località: Cagliari

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Ivan82 » 23 gennaio 2019, 20:53

barth ha scritto:Le ferrovie dello stato sarebbero pronte ad entrare in Alitalia con una quota non superiore al 30%, mentre LH sarebbe disposta ad aquistare AZ, volendo il 51% e con esuberi e massimo 70 aeromobili, mi chiedo perche'non vendano ad LH, chissa'perche', proprio non lo capisco, strano veranente, a voi non sembra?
70 aeromobili? Non lo sapevo, fino ad oggi ho sempre tifato per l'opzione Lufthansa, ma ridurre Alitalia a 70 aeromobili è peggio di quanto potessi mai immaginare.
Immagine

Ivan82
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 558
Iscritto il: 4 maggio 2010, 18:02
Località: Cagliari

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Ivan82 » 23 gennaio 2019, 20:56

Filip_92 ha scritto:Scusate una domanda: Lufthansa non ha resuscitato Swiss nel 2005? Come mai non pensate possa fare lo stesso con Alitalia?
Da quel che mi ricordo, la vecchia Swissair era molto più grande dell'attuale Swiss. E' proprio perché vogliono fare la stessa cosa che l'opzione Lufthansa non convince quasi nessuno, me compreso da oggi.
Immagine

Double-F
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 26
Iscritto il: 8 settembre 2016, 17:12

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Double-F » 24 gennaio 2019, 3:43

Ivan82 ha scritto:
Filip_92 ha scritto:Scusate una domanda: Lufthansa non ha resuscitato Swiss nel 2005? Come mai non pensate possa fare lo stesso con Alitalia?
Da quel che mi ricordo, la vecchia Swissair era molto più grande dell'attuale Swiss. E' proprio perché vogliono fare la stessa cosa che l'opzione Lufthansa non convince quasi nessuno, me compreso da oggi.
La vecchia Swissair era talmente grande che si permise il lusso di investire anche in una catena di alberghi. Veniva chiamata tra gli anni 60 e 80 "la banca volante" e non è paragonabile a quella di oggi.

Qui tu hai perfettamente ragione. Guardate l'esempio di Swiss o (in senso regionale) di Air Dolomiti:
Lufthansa non ha nessuno interesse a crearsi un forte competitor internazionale.
Può avere interesse, come nel caso di queste due compagnie, ad avere un partner piccolo che produca utili e mantenga rotte a cui altrimenti Lufthansa non potrebbe accedere (esempio: la business Italia - Usa ed allo stesso modo le rotte dirette dalla Svizzera), ma non investirebbe mai in una compagnia che possa sottrarre del traffico sul lungo raggio o nelle città tedesche.

Come scrivevo sopra, le compagnie aeree non sono aziende "normali". Il nostro governo sta facendo benissimo ad evitare che finisca nelle mani dei nostri competitor principali in ogni settore.

Avatar utente
MarcoGT
Software Integration Engineer
Software Integration Engineer
Messaggi: 3988
Iscritto il: 8 dicembre 2007, 9:28

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da MarcoGT » 24 gennaio 2019, 12:23

Double-F ha scritto:Il nostro governo sta facendo benissimo ad evitare che finisca nelle mani dei nostri competitor principali in ogni settore.
Giustissimo
Allora andiamo avanti così a buttarci soldi a fondo perso

Avatar utente
spiridione
FL 350
FL 350
Messaggi: 3589
Iscritto il: 16 aprile 2011, 21:02
Località: Oristano (LIER/FNU)

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da spiridione » 24 gennaio 2019, 13:39

Va risanata, sistemata, messa in grado di competere.

E, possibilmente, nazionalizzata.

Il trasporto (aereo, navale, ferroviario) come mille altre cose, è strategico per un Paese.

Soprattutto come il nostro, con una geografia "tormentata" e una miriade di isole, grandi e piccole.

Se facciamo entrare i tedeschi (o i francesi...) siamo finiti.

Il caso degli aeroporti greci comprati per un tozzo di pane non vi dice niente, eh...

P.s. Non mi venite a dire che gli aeroporti non sono stati comprati, ma è stata solo (solo? :? ) concessa la gestione a società tedesche.

E', praticamente, la stessa cosa....
Spiridione.


Ho volato su un MD80 così vecchio, che sulla porta di una toilette c'era scritto ORVILLE
e sulla porta dell'altra WILBUR....





Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4648
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da SuperMau » 24 gennaio 2019, 14:38

spiridione ha scritto: Il trasporto (aereo, navale, ferroviario) come mille altre cose, è strategico per un Paese.

Il caso degli aeroporti greci comprati per un tozzo di pane non vi dice niente, eh...
P.s. Non mi venite a dire che gli aeroporti non sono stati comprati, ma è stata solo (solo? :? ) concessa la gestione a società tedesche.
Spiri,
rispondo a te ma vale un po' per tutti.
Partiamo dagli aeroporti greci. La domanda da porsi e', sono piu' o meno efficienti di prima? Lavorano bene o male? Producono benessere e utili?
Perche' se la risposta e' si io, come utente e come cittadino, potrei anche non essere interessato chi e' il proprietario, fin quando mi viene offerto un servizio (buono) a un prezzo (onesto)....... come per esempio (in una certa misura) Air Italy....

Una compagnia area/navale/ferroviaria secondo me non deve essere per forza statale....deve essere attrattiva nel senso di prezzo/prodotto/servizio

Se LH, o DL, o quant'altro puo' fare funzionare Alitalia, ben venga! Purche' abbia la possibilita'di farlo. E se questo vuol dire licenziare/ristrutturare/cambiare allora va fatto. Senza scioperi, polemiche, pali della luce, picchettaggi e marce su Roma....

Vogliamo parlare di KLM? O di Martinair? di come sono ristrutturate e fuse? Oggi KLM va bene (anzi molto bene) dopo la cura dimagrante di parecchi anni fa, l'aumento della produttivita' (volato/lavorato) a parita' di costo, e si trova guarda caso adesso (dopo 10.000 licenziamenti degli anni passati ) con la necessita'di prendere altra gente. Tutto deciso dall'oggi al domani, non a babbo morto come si sta facendo qui....

Lo Stato deve controllare (e proteggere) la grande impresa...non fare impresa, perche' non e' capace !( soprattutto in Italia)

Perche' (per esempio) Ryanair qui e' cosi' scarsa mentre in Italia prolifica? Perche'', a parte i sussidi, il governo per sostenere KLM (impresa privata) e l'indotto (sempre privato) ha messo dei paletti ben chiari. Questo e' quello che un Governo (con G maiuscola) dovrebbe fare.
E l'impresa dovrebbe fare impresa. E se non e' capace bad luck, deve chiudere/ristrutturarsi e anche subito. E se ristrutturare vuol dire alzare i prezzi del 20% con il 20% in meno forza lavoro (per esempio), bene che sia cosi'.

Ancora una volta, KLM (o Delta se preferisci) ne sono l'esempio. Guarda i loro prezzi e poi vediamo. Hanno gli aerei vuoti? Non mi sembra. Perdono soldi? Neanche.....

Queste sono le basi sulle quali una moderna aerocompagnia si dovrebbe basare, Non su nazionalizzare si/no/commisari/prestiti ponte/Cerberus/Jesus e tutto il resto...

Ciao
M.
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
barth
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 254
Iscritto il: 25 gennaio 2012, 21:32

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da barth » 24 gennaio 2019, 18:50

http://m.dagospia.com/vi-racconto-la-gr ... eri-193719

viva i capitani coraggiosi, viva FFSS, viva il tricolore!

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7034
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Lampo 13 » 24 gennaio 2019, 19:54

MarcoGT ha scritto:
Double-F ha scritto:Il nostro governo sta facendo benissimo ad evitare che finisca nelle mani dei nostri competitor principali in ogni settore.
Giustissimo
Allora andiamo avanti così a buttarci soldi a fondo perso
Pago un sacco di tasse e mi va benissimo che spendano in AZ il doppio di quanto hanno speso finora.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7034
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Lampo 13 » 24 gennaio 2019, 20:08

barth ha scritto:http://m.dagospia.com/vi-racconto-la-gr ... eri-193719

viva i capitani coraggiosi, viva FFSS, viva il tricolore!
Appunto, se ci sono un sacco di porcherie nascoste, la soluzione NON può essere
ridurre la flotta ed il personale di Alitalia ma perseguire gli eventuali malfattori!

Ivan82
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 558
Iscritto il: 4 maggio 2010, 18:02
Località: Cagliari

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Ivan82 » 24 gennaio 2019, 20:54

SuperMau ha scritto:Se LH, o DL, o quant'altro puo' fare funzionare Alitalia, ben venga! Purche' abbia la possibilita'di farlo. E se questo vuol dire licenziare/ristrutturare/cambiare allora va fatto. Senza scioperi, polemiche, pali della luce, picchettaggi e marce su Roma....

Ciao
M.
D'accordo, a patto che si tratti di un piano industriale che tenga in piedi Alitalia come compagnia che colleghi sufficientemente l'Italia al mondo (come sembra che sia il piano Delta - Air France e come era il piano della stessa AF nel 2007-08) e non la riduca alla pari di Swiss e Austrian (come sembra essere il piano Lufthansa che prevede la riduzione a 70 aeromobili e il dimezzamento del lungo raggio).
Immagine

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11562
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da flyingbrandon » 25 gennaio 2019, 9:51

SuperMau ha scritto: rispondo a te ma vale un po' per tutti.
Partiamo dagli aeroporti greci. La domanda da porsi e', sono piu' o meno efficienti di prima? Lavorano bene o male? Producono benessere e utili?
Perche' se la risposta e' si io, come utente e come cittadino, potrei anche non essere interessato chi e' il proprietario, fin quando mi viene offerto un servizio (buono) a un prezzo (onesto)....... come per esempio (in una certa misura) Air Italy....
Da utente sicuramente....da cittadino molto probabilmente...ma è importante sapere di chi sia....soprattutto sapere il fine di chi l’ha comprato nel breve, medio e lungo termine. Quando è un altro Stato a mettere mano nel tuo non è proprio come una semplice partecipazione straniera...soprattutto quando entra in certi settori che io definisco “nevralgici”...soprattutto quando non è noto il rapporto futuro tra i partecipanti.
Hai tirato proprio fuori Air Italy...io auguro loro il meglio ma le mosse che sta evidenziando “Qatar” , al momento, non appaiono dissimili alle nostre vicende. A mio avviso il nostro modo di ragionare, tutto sommato “basic” , a livello politico economico mondiale, ci può portare a ragionare in termini di breve periodo attraverso delle approssimazioni che trattano il problema sempre e comunque da un punto di vista “lineare” di una questione ma, ahimè, noto sempre di più che la non conoscenza e l’eccessiva approssimazione può indurre in errori che si ripercuotono in tempi più lunghi...soprattutto quando la problematica non è lineare ma ha diversi gradi ed effetti non facilmente evidenziabili nel breve termine. Per tornare al nostro esempio ...una compagnia aerea deve portare in sicurezza da A a B passeggeri....se lo fa dovendosi reggere da un punto di vista economico dovrebbe generare anche profitti. Siamo tutti d’accordo. Tu e altri sostenete....non ce la fa....sono anni che non ce la fa...quindi perché buttare soldi in una fornace? Ok...può essere. Però la prima cosa che mi viene in mente è “perché non ce la fa”? Perché l’Italia non è un polo particolarmente attraente per il settore aeronautico? Per motivi economici o politici? Perchè lo Stato non la lascia affondare? Perché affezionato? Perché dietro c’è qualcosa in più che una compagnia aerea? Perché rappresenta un peso economico maggiore farla affondare o perché in questa situazione permette altri “giochi”? Ognuno può farsi la sua idea...e prendiamo ad esempio che nonostante casse integrazioni, cippe e lippe allo Stato convenga farla affondare...a tuo avviso Barth , finalmente, ha un portafoglio più ricco? Io penso di no...perché se è vero che si parla di cifre elevate per una azienda...non sono poi così elevate per uno Stato...sempre che poi, lo Stato, decida di lasciare i soldi che Barth dava per la salvaguardia di AZ a Barth stesso. Per le persone capaci o “altamente specializzate”, può essere pesante...ma , oggi, trovano abbastanza possibilità per migrare altrove e provvedere alla loro futura esistenza. Per gli altri...boh si vedrà. Se crolla AZ non vedo compagnie “Italiane” in grado di subentrare sul territorio in modo altrettanto capillare...questo può essere un problema? Ma no...c’è Easy, Ryan, Volotea, Vueling...entrano a man bassa a prezzi bassi e il cittadino gode dello stesso diritto allo spostamento...l’Italia rimane un paese turistico attrattivo e perché mai gli altri dovrebbero rinunciare a fare soldi , attraverso le loro compagnie, nel nostro paese? Vero. E se non fosse così? Se per diversi motivi...che so...a Ryan non dai più lo stesso numero di agevolazioni e inizia a chiuderti delle basi...politicamente , magari, l’Europa inizia a spingere la Spagna e non l’Italia...ti basta far pagare la destinazione spagnola 1/3 rispetto a quella Italiana ed ecco che il turismo lo sposti. Noi c’avemo er Colosseo...noi c’avemo artro....ma , ad oggi, va benissimo vedere altro se allo stesso prezzo vedo il triplo (Ryan docet). Fa parte della mentalità del momento. Allora magari ti trovi prezzi più alti...mercato meno attraente....e visto che per l’Italiano che ha il paese per il lungo e di forma strana , volare ormai è indispensabile anche per spostarsi e lavorare crei i primi problemi (e Barth non solo non risparmia ma spende di più) . Non sto parlando di un problema evidenziabile in mesi eh. La domanda quindi è....sei disposto a perdere la proprietà (controllo) del trasporto aereo nel tuo paese ? Si, no? Se si perché se no perché? Vedi...io penso che Alitalia sia una questione “politica” e non “economica”. Di incapaci a livelli molto alti io non ne ho incontrati tanti...e le apparenze spesso ingannano. È facile dimostrare incapacità...ma mano a mano che ho studiato “storie” che esulano dal contesto economico specifico, storie Italiane...storie mondiali con noi di mezzo...mi sono fatto altre idee...e senza neanche dover cercare di capire quale sia “la verità” mi sono trovato a convincermi che il mio futuro è legato al “gioco” che stanno facendo utilizzando Alitalia come strumento. Ora...io spero che giochino in tanti perché se fossero troppo pochi potrei pensare che convenga loro fare un buco atomico dentro il paese per poi andare altrove e chi si è visto si è visto....se sono tanti magari qualcuno che vuole rimanere qua c’è.
SuperMau ha scritto: Una compagnia area/navale/ferroviaria secondo me non deve essere per forza statale....deve essere attrattiva nel senso di prezzo/prodotto/servizio
Ripeto...ci sono settori nevralgici che non hanno solo la funzione di prezzo prodotto servizio....oltre al trasporto, particolarmente sensibile in Italia, ci metto istruzione (inteso come ricerca) , telecomunicazioni, energia ,sanità e un generico “materie”. Non ha importanza che sia statale o privato...ma il “controllo” e la libertà d’azione su tutto quello che gravita lì intorno . Se non fornisce particolari “profitti”...perche altre aziende del settore dovrebbero sobbarcarsi tutto?
SuperMau ha scritto: Se LH, o DL, o quant'altro puo' fare funzionare Alitalia, ben venga! Purche' abbia la possibilita'di farlo. E se questo vuol dire licenziare/ristrutturare/cambiare allora va fatto. Senza scioperi, polemiche, pali della luce, picchettaggi e marce su Roma....

Vogliamo parlare di KLM? O di Martinair? di come sono ristrutturate e fuse? Oggi KLM va bene (anzi molto bene) dopo la cura dimagrante di parecchi anni fa, l'aumento della produttivita' (volato/lavorato) a parita' di costo, e si trova guarda caso adesso (dopo 10.000 licenziamenti degli anni passati ) con la necessita'di prendere altra gente. Tutto deciso dall'oggi al domani, non a babbo morto come si sta facendo qui....

Lo Stato deve controllare (e proteggere) la grande impresa...non fare impresa, perche' non e' capace !( soprattutto in Italia)
Perché in Germania o Olanda , al lavoratore, viene riconosciuto un compenso adeguato al paese o no? Se so di non essere, a livello di costo del lavoro, la causa e neanche un particolare “peso” perché dovrei accettare supinamente e ringraziare perché mi tagli il 20, 30 o 40% dello stipendio? Sai Mau qual’è il problema....in questi ultimi anni sono stati fatti fuori più di 12000 persone...aerei...condizioni di lavoro peggiorate...ci siamo “salvati” con quel referendum famoso dove ha vinto il “NO” , dando un barlume di speranza che si potesse fermare quell’arrogante arrembaggio. Abbiamo salvato e dato via a questa forma di cambiamento che, a mio avviso non lo è anche se hanno momentaneamente calato la pressione su quelli aspetti, però certamente abbiamo lavorato con lo stesso stipendio per almeno quasi altri due anni.
Non solo nel nostro settore anzi...ma perché dovrei accettare di mettere al ribasso sempre di più la mia professionalità nonostante sul lavoro mi si chieda che sia sempre più elevata? Che poi se la tua cura miracolosa non funziona...arriva un altro e, se va bene, mi paga il famoso 20, 30, 40% in meno....se va male dice che abbassa ancora un po’. Mau....posso comprendere che tu dica ....ok chiude e non si lavora più. Non posso comprendere che tu dica ok...tu lavori (e di più) ma prendi la metà. (E stai zitto e ringrazi). Se fai anche un programma al risparmio....chiedi uno sforzo...un investimento da parte di chi ti aiuta a compiere il lavoro....è ok...ma dovrebbe esserlo nel tempo, limitato, dove quando godi tu godono gli altri attraverso un programma condiviso nelle informazioni dove chiunque si accorga di cosa sta succedendo. Qua non si sa dove siamo finiti i soldi. Non c’è il bilancio...lo capisci? Se vuoi solo spolparmi....beh allora lascia che ti rompa un po’ i co****ni...no? Io non rispondo più a luoghi comuni....ma ti assicuro che ne leggo un fottio. E chiunque “tifi” al ribasso di chicchessia...sta solo scavando la sua futura fossa...in qualsiasi settore , in qualsiasi ambito. Se è vero che sono finiti i tempi dei “privilegi” e che adesso dobbiamo “rimboccarci le maniche e via zitti al lavoro”....è altrettanto vero che , tranne per poche realtà, a nessuno frega di cosa sarà , non c’è alcun attaccamento né al lavoro né all’azienda né tanto meno ad un paese...ma solo la volontà di spremere al massimo ciò che si può spremere. Godere di attimi di gloria temporanei , di potere e poi accada ciò che accada. Se permetti non è una visione a cui aderisco in toto lasciando che tu faccia ciò che ti pare...
Morale...se c’è una colpa , nella vicenda AZ, la vuoi trovare? Poi mi sta bene se dici...ok...rimossa quella si può fare diversamente. Ma se non individui mai nessuno....non paga mai nessuno....e il gioco è solo taglia e riduci e confezioni delle briciole da vendere ad un altro Stato e , chi ha le “colpe” lo lasci ad occuparsi di altro che fine fa l’Italia? Non Alitalia...Barth può dormire sonni tranquilli? Tu vuoi fermare una compagnia in perdita o vuoi fermare un sistema che crea un paese in perdita? Quanto sei disposto a pagare tutto questo?
Se tu mi garantisci che chiude, riduce, taglia, e il tutto si risolverà per il meglio, miglior lavoro, miglior servizio, il paese dipendente ma felice...beh accetterei volentieri o, eventualmente, lascerei volentieri agli altri di godere dei nuovi benefici e mi cercherei altre strade. Probabile che accada. Mi spiace solo non poter entrare in dettagli “contrattuali”, normativi e di interazioni all’interno della compagnia per ovvi motivi...ma sono convinto che quello potrebbero essere ribaltati in meglio in un attimo...basterebbe davvero poco per far fuori una mentalità “marcia”. È un attimo dimostrare come sia possibile ottenere di più da chiunque anche senza gratificarlo economicamente o promettergli carriera. Le persone non sono cattive...le persone si adeguano. I più cercano di sopravvivere...gli altri hanno paura. L’Alitalia è davvero uno spaccato preciso dell’Italia....nei modi...nella forma...nelle disuguaglianze nell diverse esperienze che confluiscono...penso che ben rappresenti un laboratorio esistenziale.
Concludo questo noioso post con dei pensieri che mi sono venuti in mente l’altro giorno mentre sostitutivo una batteria ad un iPhone...e dopo aver riparato , con un amico, una scheda elettrica del mio cancello elettrico che non permetteva più l’accensione della luce lampeggiante. Mi sono detto...per l’iPhone ho speso 29€ al posto di 80 o giù di lì...per il cancello pochi centesimi per fare un piccolo “ponte”...con un filo e un po’ di stagno...al posto di almeno un 100 di € più uscita del tecnico…tanto lavoro e pure un pizzico di divertimento. Dunque...se tutti facessero così....ci sarebbero meno tecnici....però si inquinerebbe meno perché servirebbero meno schede...però è giusto che abbia tolto del lavoro a qualcuno? L’acquisto del filo l’ho fatto di persona....dando da mangiare a qualcuno che ha un negozio...però la batteria su Amazon ha, magari, fatto chiudere un negoziante o ha permesso ad un colosso di “schiacciarlo”. Quando ho acceso il telefono e aperto il cancello ero orgoglioso di me...e lo sono ancora. Trovo pace nei pensieri quando cerco di non giudicare gli altri per le loro azioni , perché magari costretti o comodi nel perseguire azioni socialmente legali ma, forse, dannose alla lunga. Sarebbe facile per me incazzarmi perché i Sardi godono dell continuità territoriale pagando poco nonostante la loro isola sia un paradiso. Che so...potrebbero avere la continuità solo per cause gravi ed urgenti a pagare come tutti gli altri no? E al calabrese che non ha i soldi per volare che facciamo? Se i sardi pagassero di più i calabresi potrebbero volare di più? Ormai partiamo dall’assunto che sia normale pagare un volo meno di un viaggio in macchina....nonostante tutto costi molto di più. Io davvero so che non so....e che come mi muovo sbaglio da un lato e non sbaglio dall’altro (o forse anche dall’altro). Decidiamo noi cosa sia giusto perché assumiamo che abbiamo ben compreso, attraverso ragionamenti lineari, che si debba fare in un modo o nell’altro. Sai che ti dico? Vorrei trasferirmi in Sardegna e non avere la continuità territoriale...così....tanto per fare incazzare un po’ tutti e potermi lamentare in coro con loro. Scherzi a parte ...se Barth continua a vivere male pensando che AZ sia la causa dei suoi problemi...che aiutarla rappresenti una ingiustizia nei confronti di altre aziende...che con la sua chiusura lui e gli altri Italiani possano essere più ricchi, felici e liberi di viaggiare.....sai che ti dico? Che chiuda pure...intanto però vi da tanto fastidio che io cerchi di mantere il mio posto di lavoro con uno stipendio e una condizione di lavoro adeguata? Tanto né io....né Barth abbiamo alcuna voce in capitolo su movimenti e politiche di questa portata....quindi inutile porsi come i protagonisti o capiscioni di questa telenovela e litigarcela...no?

SuperMau ha scritto: Queste sono le basi sulle quali una moderna aerocompagnia si dovrebbe basare, Non su nazionalizzare si/no/commisari/prestiti ponte/Cerberus/Jesus e tutto il resto...

Ciao
M.
Si. Se dovessi aprire una compagnia aerea sarebbero quelle le basi sulle quali appoggiarmi....e , probabilmente, valgono per Neos o altre piccole realtà. Da quello che mi è parso di capire, invece, Alitalia non è semplicemente una compagnia aerea...però può essere che mi sbagli....
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4648
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da SuperMau » 25 gennaio 2019, 10:57

Brandon,
riprendo solo un piccolo pezzo del tuo post per una chiarificazione:
flyingbrandon ha scritto:Perché in Germania o Olanda , al lavoratore, viene riconosciuto un compenso adeguato al paese o no? Se so di non essere, a livello di costo del lavoro, la causa e neanche un particolare “peso” perché dovrei accettare supinamente e ringraziare perché mi tagli il 20, 30 o 40% dello stipendio?
Nel caso di KLM, o di Martinair, o in generale di come funziona qui, non si parla MAI di riduzione dello stipendio. Si chiude il contratto con una buonuscita + un certo numero di mesi in CIG (UVW come si chiama qui).

Quando KLM ha ristrutturato, ha fatto due cose: 1. tagliato l'organico e 2. aumentato l'efficienza del volato.
Soprattutto il punto nr 2 e' il piu' importante:"gli aerei devono volare TANTO (almeno 16 ore al giorno) e gli equipaggi lo stesso, inteso fare il massimo delle orep con pochissimo deadend .....

Ma se tu fai volare le tue macchine (anche di corto) 8-9 ore al giorno, e i tuoi equipaggi fanno 12 ore di turno ma nel volano 6, allora non hai capito una beata fava di come funziona, e devi cambiare mestiere. Il succo del discorso e' tutto qui.

Ripeto, io NON sono d'accordo nell'abbassare lo stipendio (pesantemente) e aumentare il carico di lavoro. Cosi' non hai risolto niente, fai solo incazzare la gente. QUI non lo accetterebbe nessuno, anzi ti mandano affanculo (tu azienda) E si cercano qualcosa d'altro

Ciao
M.
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7034
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Lampo 13 » 25 gennaio 2019, 11:43

SuperMau ha scritto:Brandon,
riprendo solo un piccolo pezzo del tuo post per una chiarificazione:
flyingbrandon ha scritto:Perché in Germania o Olanda , al lavoratore, viene riconosciuto un compenso adeguato al paese o no? Se so di non essere, a livello di costo del lavoro, la causa e neanche un particolare “peso” perché dovrei accettare supinamente e ringraziare perché mi tagli il 20, 30 o 40% dello stipendio?
Nel caso di KLM, o di Martinair, o in generale di come funziona qui, non si parla MAI di riduzione dello stipendio. Si chiude il contratto con una buonuscita + un certo numero di mesi in CIG (UVW come si chiama qui).

Quando KLM ha ristrutturato, ha fatto due cose: 1. tagliato l'organico e 2. aumentato l'efficienza del volato.
Soprattutto il punto nr 2 e' il piu' importante:"gli aerei devono volare TANTO (almeno 16 ore al giorno) e gli equipaggi lo stesso, inteso fare il massimo delle orep con pochissimo deadend .....

Ma se tu fai volare le tue macchine (anche di corto) 8-9 ore al giorno, e i tuoi equipaggi fanno 12 ore di turno ma nel volano 6, allora non hai capito una beata fava di come funziona, e devi cambiare mestiere. Il succo del discorso e' tutto qui.

Ripeto, io NON sono d'accordo nell'abbassare lo stipendio (pesantemente) e aumentare il carico di lavoro. Cosi' non hai risolto niente, fai solo incazzare la gente. QUI non lo accetterebbe nessuno, anzi ti mandano affanculo (tu azienda) E si cercano qualcosa d'altro

Ciao
M.
KLM, una compagnia che non fa corto raggio e poco medio ma è basata principalmente sul lungo...
facile ottimizzare il rapporto ore di servizio/ore di volo!
Quando facevo una Roma Buenos Aires Roma volavo 30 ore con un servizio di 34 ore,
rapporto fantastico.
Quando facevo una Roma Reggio Roma Reggio Roma, volavo 2 ore e 40 minuti con un servizio di 10 ore,
rapporto pessimo.
Problema senza soluzione.
Questo vale anche per Ryanair e Easyjet che hanno una tratta media di più di due ore non facendo voli
di corto raggio.

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12210
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da AirGek » 25 gennaio 2019, 12:23

Diciamo che in Ryanair inizi con un aereo e non lo cambi alla c.d.c... lo fai solo se deve andare a fare manutenzione e si trova dove non può farla... la media non saprei ma fa anche corto raggio specialmente dalle isole... Sardegna-Sicilia-penisola o Inghilterra-Irlanda... isole e terraferma iberica... fa voli da 4/5 ore come da mezz’ora/45’...

Perché un Roma-Reggio-Roma-Reggio-Roma volavi 2 ore e 40 e facevi 10 di servizio anziché 5/6h?
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4648
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da SuperMau » 25 gennaio 2019, 12:48

AirGek ha scritto:Diciamo che in Ryanair inizi con un aereo e non lo cambi alla c.d.c... lo fai solo se deve andare a fare manutenzione e si trova dove non può farla...
Giusta osservazione....
Lampo 13 ha scritto: KLM, una compagnia che non fa corto raggio e poco medio ma è basata principalmente sul lungo...
facile ottimizzare il rapporto ore di servizio/ore di volo!
KLM fa 1.000 (mille) voli alla settimana Olanda-UK .....non mi sembra proprio lungo raggio... (giusto ad esempio e continuazione di quanto suggeriva Gek sopra)
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11562
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da flyingbrandon » 25 gennaio 2019, 13:31

SuperMau ha scritto: Nel caso di KLM, o di Martinair, o in generale di come funziona qui, non si parla MAI di riduzione dello stipendio. Si chiude il contratto con una buonuscita + un certo numero di mesi in CIG (UVW come si chiama qui).

Quando KLM ha ristrutturato, ha fatto due cose: 1. tagliato l'organico e 2. aumentato l'efficienza del volato.
Soprattutto il punto nr 2 e' il piu' importante:"gli aerei devono volare TANTO (almeno 16 ore al giorno) e gli equipaggi lo stesso, inteso fare il massimo delle orep con pochissimo deadend .....

Ma se tu fai volare le tue macchine (anche di corto) 8-9 ore al giorno, e i tuoi equipaggi fanno 12 ore di turno ma nel volano 6, allora non hai capito una beata fava di come funziona, e devi cambiare mestiere. Il succo del discorso e' tutto qui.

Ripeto, io NON sono d'accordo nell'abbassare lo stipendio (pesantemente) e aumentare il carico di lavoro. Cosi' non hai risolto niente, fai solo incazzare la gente. QUI non lo accetterebbe nessuno, anzi ti mandano affanculo (tu azienda) E si cercano qualcosa d'altro

Ciao
M.
Mau...ma io sono completamente d’accordo con questo post. Ma rimane la ricerca di una soluzione ad un problema “lineare”...di semplice e immediata causa effetto. Vuoi dirmi che nella storia italiana non esiste o non è esistito un manager in grado di capire che uno che ti fa 12 ore di sevizio e 3 di volo è un ottimo spreco? Spreco anche per chi lavora visto che non mi pagano le ore di servizio. Loro dicono che “risparmiano”...perché usano un equipaggio al posto di due. Sei in esubero ma ti chiamano di riposo e non ti danno ferie. Sei in cassa integrazione ma il volato è aumentato e non hai personale! La soluzione per uniformare ore di servizio e volo l’avevano già fatto con la Smart Carrier...infatti visti i risultati hanno subito aumentato gli aerei. Poi chiusa...e non ti racconto come hanno fatto andare giù i numeri....forse per dare un motivo per chiuderla. Quindi ritorniamo alla serie di domande che ti ho posto nell’altro post...per il resto penso ci siamo modelli commerciali già applicati che sicuramente migliorerebbero la situazione attuale. Ci sono state proposte fatte da dentro...con costi esigui...da personale capace....che sono finite nel cestino della spazzatura con anche il rimprovero “tu fai il tuo!”...ok facciamo il nostro....
Però credimi, vedere AZ come una mera compagnia aerea è, per lo meno , riduttivo. Quello che mi manca di capire è se abbiano ragione ad agire così o no...ma non so risponderti...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7034
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Lampo 13 » 25 gennaio 2019, 14:46

AirGek ha scritto:Diciamo che in Ryanair inizi con un aereo e non lo cambi alla c.d.c... lo fai solo se deve andare a fare manutenzione e si trova dove non può farla... la media non saprei ma fa anche corto raggio specialmente dalle isole... Sardegna-Sicilia-penisola o Inghilterra-Irlanda... isole e terraferma iberica... fa voli da 4/5 ore come da mezz’ora/45’...

Perché un Roma-Reggio-Roma-Reggio-Roma volavi 2 ore e 40 e facevi 10 di servizio anziché 5/6h?
Orari schedulati, giro macchina, giro equipaggi, insomma la miriade di cose che toccano il corto.
Non dico che non si potesse migliorare, ma non di molto. Ci hanno provato in tanti ma con gli
equipaggi di cabina che fanno il misto, le macchine che spesso dovevano coprire tratte più
"importanti", differenti limiti di servizio e di volo, una flotta fatta con ATR, DC9, MD80, A300,
B767, DC10, B747... ti puoi immaginare! Ovvio che se hai una flotta mono macchina, un contratto
uguale per tutti, una caterva di aeroplani, equipaggi che dormono sempre in sede, etc, le cose
cambiano, ma prova a far digerire lo spostamento del primo volo della mattina PER Roma/Milano
alle 09.30 invece che alle 07.00 e vedi che rivoluzione!

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 25 gennaio 2019, 21:11

Double-F ha scritto: Perchè una compagnia di bandiera, quando gestita in maniera corretta e commercialmente sostenibile come pare essere stata gestita Alitalia negli ultimi 2 anni dai commissari, non è un'azienda tradizionale.
E' uno dei mezzi più importanti per lo sviluppo del paese, turistico e professionale.
Mi sembra che RyanAir porti molti più passeggeri di Alitalia, ergo, i soldi li dovreste dare a loro visto che sviluppano il paese in misura maggiore.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11562
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da flyingbrandon » 26 gennaio 2019, 9:05

air.surfer ha scritto:
Double-F ha scritto: Perchè una compagnia di bandiera, quando gestita in maniera corretta e commercialmente sostenibile come pare essere stata gestita Alitalia negli ultimi 2 anni dai commissari, non è un'azienda tradizionale.
E' uno dei mezzi più importanti per lo sviluppo del paese, turistico e professionale.
Mi sembra che RyanAir porti molti più passeggeri di Alitalia, ergo, i soldi li dovreste dare a loro visto che sviluppano il paese in misura maggiore.
Rimane il discorso che , a quel punto, guardi solo il momento presente senza tener conto di cosa, un domani, potrebbe accadere se Ryan o chi per essa perdesse interesse ad unire il tuo paese al mondo o il tuo paese al suo interno. È la differenza tra avere un servizio e dipendere da un servizio. Tra le altre cose è emerso più volte che, effettivamente, di soldi a Ryan ne sono stati dati....anche parecchi....quindi nessuna novità a riguardo.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 26 gennaio 2019, 11:51

flyingbrandon ha scritto: Rimane il discorso che , a quel punto, guardi solo il momento presente senza tener conto di cosa, un domani, potrebbe accadere se Ryan o chi per essa perdesse interesse ad unire il tuo paese al mondo o il tuo paese al suo interno. È la differenza tra avere un servizio e dipendere da un servizio. Tra le altre cose è emerso più volte che, effettivamente, di soldi a Ryan ne sono stati dati....anche parecchi....quindi nessuna novità a riguardo.
Ciao!
I soldi che sono stati e continuano ad essere dati ad Alitalia non sono in nessuna maniera paragonabili ai soldi dati sotto forma di sussidi a FR. Nemmeno se prendi come riferimento solo l'ultimo (ennesimo) prestito ponte non restituito. Compagnie minori che spesso creano posti di lavoro invece di distruggerli come ha fatto AZ. Metà del mio corso è basata a CIA con FR a portarvi via passeggeri. A metà del vostro stipendio, certo, ma almeno a casa propria.
Nel 2008 si decise di privatizzarla al costo che conosciamo. Nulla è stato risolto e nulla verrà risolto sostanzialmente per il solito motivo che AZ non riesce a competere con nessuno per le scelte che sono state fatte in passato, leggi acquisizione Airone. Soffrite di una concorrenza che non riuscite a gestire minimamente su tutti i fronti. Per quanto riguarda la mia esperienza personale da FCO, dove lavoro io, si è passati da un 320 trisettimanale a tre WB giornalieri spesso pieni a tappo di italiani (senza contare gli altri voli dall'italia). Capisci l'emorragia di passeggeri che vi creiamo solo noi? I tedeschi si, ne hanno idea. Quante macchine vorrebbero tenere? 70? Pure troppe per fare quel poco nazionale che vi rimane e feeding sugli aeroporti tedeschi, secondo me.
Per quanto riguarda il fatto di dipendere da un servizio, sono dell'idea che le compagnie che volano già in italia svolgano già questo servizio in maniera egregia, e migliore, dal momento che, senza contare le altre, solo FR porta più passeggeri di AZ. Tanto per dirtene una nell'ufficio di mia moglie nessuno prende più AZ per gli spostamenti se non obbligati.
Se poi, e lo dico a beneficio di chi ci legge, c'è qualcuno che pensa che i piloti Alitalia, fra le altre cose, siano un bene da salvaguardare perchè sono i primi nel mondo (mi viene da ridere solo a pensarlo) puoi sempre ricordargli quali selezioni e scuole di volo hai fatto tu per diventare uno di questa ristretta èlite.
My friend, nessuno è indispensabile a questo mondo, e se nel traffico aereo si crea un vuoto non dura a lungo.
Nel mio piccolo non posso fare nulla per impedire la porcata che stanno facendo i 5s per il vostro salvataggio a spese degli italiani (non le mie fortunatamente, i miei motivi come ben sai sono altri) salvo non dargli più il mio voto e quello delle persone a me vicine. Ma a leggere i giornali mi sembra che di questa perdita di consensi i vostri amici ne siano ben consci...contenti loro.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7034
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da Lampo 13 » 26 gennaio 2019, 14:55

air.surfer ha scritto:
flyingbrandon ha scritto: Rimane il discorso che , a quel punto, guardi solo il momento presente senza tener conto di cosa, un domani, potrebbe accadere se Ryan o chi per essa perdesse interesse ad unire il tuo paese al mondo o il tuo paese al suo interno. È la differenza tra avere un servizio e dipendere da un servizio. Tra le altre cose è emerso più volte che, effettivamente, di soldi a Ryan ne sono stati dati....anche parecchi....quindi nessuna novità a riguardo.
Ciao!
I soldi che sono stati e continuano ad essere dati ad Alitalia non sono in nessuna maniera paragonabili ai soldi dati sotto forma di sussidi a FR. Nemmeno se prendi come riferimento solo l'ultimo (ennesimo) prestito ponte non restituito. Compagnie minori che spesso creano posti di lavoro invece di distruggerli come ha fatto AZ. Metà del mio corso è basata a CIA con FR a portarvi via passeggeri. A metà del vostro stipendio, certo, ma almeno a casa propria.
Nel 2008 si decise di privatizzarla al costo che conosciamo. Nulla è stato risolto e nulla verrà risolto sostanzialmente per il solito motivo che AZ non riesce a competere con nessuno per le scelte che sono state fatte in passato, leggi acquisizione Airone. Soffrite di una concorrenza che non riuscite a gestire minimamente su tutti i fronti. Per quanto riguarda la mia esperienza personale da FCO, dove lavoro io, si è passati da un 320 trisettimanale a tre WB giornalieri spesso pieni a tappo di italiani (senza contare gli altri voli dall'italia). Capisci l'emorragia di passeggeri che vi creiamo solo noi? I tedeschi si, ne hanno idea. Quante macchine vorrebbero tenere? 70? Pure troppe per fare quel poco nazionale che vi rimane e feeding sugli aeroporti tedeschi, secondo me.
Per quanto riguarda il fatto di dipendere da un servizio, sono dell'idea che le compagnie che volano già in italia svolgano già questo servizio in maniera egregia, e migliore, dal momento che, senza contare le altre, solo FR porta più passeggeri di AZ. Tanto per dirtene una nell'ufficio di mia moglie nessuno prende più AZ per gli spostamenti se non obbligati.
Se poi, e lo dico a beneficio di chi ci legge, c'è qualcuno che pensa che i piloti Alitalia, fra le altre cose, siano un bene da salvaguardare perchè sono i primi nel mondo (mi viene da ridere solo a pensarlo) puoi sempre ricordargli quali selezioni e scuole di volo hai fatto tu per diventare uno di questa ristretta èlite.
My friend, nessuno è indispensabile a questo mondo, e se nel traffico aereo si crea un vuoto non dura a lungo.
Nel mio piccolo non posso fare nulla per impedire la porcata che stanno facendo i 5s per il vostro salvataggio a spese degli italiani (non le mie fortunatamente, i miei motivi come ben sai sono altri) salvo non dargli più il mio voto e quello delle persone a me vicine. Ma a leggere i giornali mi sembra che di questa perdita di consensi i vostri amici ne siano ben consci...contenti loro.
In Polonia i dipendenti pubblici NON possono volare con le low cost nei viaggi di servizio,
io volo una volta al mese la tratta Waw Fco Waw, c'era Lot che l'ha chiusa, c'è Wizzair che prendevo,
ora volo solo con Alitalia perché mi costa meno di Wizzair, il servizio a bordo è migliore, come la puntualità.
Infatti il volo Az su questa tratta è sempre pieno sia di polacchi che di italiani.
Non so se può essere indicativo in generale, ma qui funziona così e, comunque, Alitalia è seconda in Europa
nel 2018 per puntualità e continua a vincere il premio dei passeggeri per il miglior servizio di business nel mondo.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 26 gennaio 2019, 15:16

Lampo 13 ha scritto: In Polonia i dipendenti pubblici NON possono volare con le low cost nei viaggi di servizio,
io volo una volta al mese la tratta Waw Fco Waw, c'era Lot che l'ha chiusa, c'è Wizzair che prendevo,
ora volo solo con Alitalia perché mi costa meno di Wizzair, il servizio a bordo è migliore, come la puntualità.
Infatti il volo Az su questa tratta è sempre pieno sia di polacchi che di italiani.
Non so se può essere indicativo in generale, ma qui funziona così e, comunque, Alitalia è seconda in Europa
nel 2018 per puntualità e continua a vincere il premio dei passeggeri per il miglior servizio di business nel mondo.
Il problema non è il bicchieretto di prosecco o l'euro di meno su qualche direttrice ma la flotta enormemente sbilanciata sul medio raggio. Per quanto riguarda il medio, Alitalia trasporta il 15% dei passeggeri che arrivano in Italia o partono da aeroporti interni italiani verso destinazioni italiane. Ryan sta al 25% e quindi se vogliamo parlare di compagnia di bandiera dovremmo pensare a loro. Il resto è frammentato per le varie compagnie operanti in Italia capitanate da LH con un pò piu dell'11%. Con questi numeri (15% del totale) è ovvio di parlare di AZ che veicola la mobilità degli italiani o incrementa il turismo appare abbastanza pretestuoso. Questa fetta di mercato potrebbe benissimo essere assorbita dai vari player europei.

Perdite AZ in mln di euro
2009 -327
2010 -168
2011 -60
2012 -280
2013 -568
2014 -580
2015 -408
2016 -416
2017 -200
2018 -156

Totale in 9 anni 3.163 milioni di perdite.

Comunque, se lo dici Tu che è la migliore della galassia, sarà sicuramente cosi.
Meglio! ci sarà la fila per accattarsela senza bisogno di far fallire pure Trenitalia. :mrgreen:


Best Business Class 2018
https://www.worldairlineawards.com/worl ... ines-2018/
Best Economy Class 2018
https://www.worldairlineawards.com/worl ... ines-2018/
Top 100 Airlines
https://www.worldairlineawards.com/worl ... ines-2018/

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Alitalia - Società Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 26 gennaio 2019, 16:25

air.surfer ha scritto:Questa fetta di mercato potrebbe benissimo essere assorbita dai vari player europei.
O da una flotta notevolmente ridimensionata ed efficiente. Vedi piano LH.

Rispondi