compagnie low cost

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
la sublime porta
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 2
Iscritto il: 14 settembre 2006, 16:55

compagnie low cost

Messaggio da la sublime porta » 29 ottobre 2006, 16:52

vorrei sapere se le compagnie low cost sono affidabili come quelle di bandiera (non vorrei mai che risparmiassero anche sulla manutenzione e sui controlli, oltre che sul servizio) e cosa succede, in genere, quando viene cancellato un volo. quali sono le migliori compagnie low cost?
un'altra cosa: è vero che non assegnano il posto al momento del check-in?

Avatar utente
Foxarts
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 221
Iscritto il: 5 maggio 2006, 14:02
Contatta:

Messaggio da Foxarts » 29 ottobre 2006, 17:48

Ciao,
le compagnie low cost offrono sistemi di sicurezza paragonabili a qualsiasi altra compagnia. Poi c'è chi dice di no c'è chi dice di si. Io ci ho volato parecchie volte senza un minimo straccio di problema :)

Comunque, normalemente, sono low cost e ti offrono veramente poco. Se viene cancellato il volo non lo so, ma rischi che rimborsino poco o addirittura niente. Se perdi il volo o arrivi in ritardo al checkin, sicuro come l'oro, ripaghi ^_^;;;

Per i posti, esatto, non gli assegnano. All'estero capita spesso che prima dell'imbarco ti mettano in fila in base al numero di ordine del checkin (ovvero, prima arrivi al checkin, prima sali sul bus, prima arrivi all'aereo, prima prendi i posti). Questo in Italia è praticamente impossibile, visto che la maggior parte delle persone confonde ancora ordine checkin con posto a sedere e siccome ha comunque pagato non ne vuole sapere di aspettare.

Per il resto io ho volato con Easyjet, Ryanair principalmente.
Ciao.
Ultima modifica di Foxarts il 29 ottobre 2006, 18:20, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
GeppoG
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 140
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 19:01

Re: compagnie low cost

Messaggio da GeppoG » 29 ottobre 2006, 17:50

la sublime porta ha scritto:vorrei sapere se le compagnie low cost sono affidabili come quelle di bandiera (non vorrei mai che risparmiassero anche sulla manutenzione e sui controlli, oltre che sul servizio) e cosa succede, in genere, quando viene cancellato un volo. quali sono le migliori compagnie low cost?
un'altra cosa: è vero che non assegnano il posto al momento del check-in?
I° punto: discussione già trattata, puoi usare la funzione cerca
II° punto: si attengono a quanto stabilito dal "contratto" che si stipula nel momento dell'acquisto del biglietto tra vettore e passeggero, che può prevedere il rimborso.
III° punto: è soggettivo ma citerei Ryanair, Easyjet, HLX e AirBerlin.
IV° punto: si, ma particolari categorie di passeggeri, come chi viaggia con bambini piccoli, hanno la precedenza all'imbarco.

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8490
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Messaggio da mcgyver79 » 30 ottobre 2006, 9:01

Foxarts ha scritto:Per il resto io ho volato con Easyjet, Ryanair principalmente.
Ciao.
Eh eh, si vede!! :D
Con le low-cost italiane (Myair, Volareweb, Windjet) il posto viene assegnato proprio al check-in.

Ciaooooo.
McGyver

Avatar utente
I-FORD
B777 Captain
B777 Captain
Messaggi: 547
Iscritto il: 11 luglio 2006, 1:43

Messaggio da I-FORD » 30 ottobre 2006, 9:27

Eh eh, si vede!! Very Happy
Con le low-cost italiane (Myair, Volareweb, Windjet) il posto viene assegnato proprio al check-in.
Infatti queste non sono low-cost nel senso stretto del termine.
Sono solo low-revenue per gli azionisti, low-salaries per i dipendenti, low-reliability per i passeggeri.
I loro costs sono tutt'altro che low, gli aerei li pagano quanto e più degli altri, i servizi aeroportuali sono come una major (vedasi assegnazione posti al check-in) operando su scali il più delle volte serviti anche da compagnie "normali".
Una è addirittura inserita nel network AZ.
Insomma, delle low-costs vere hanno solo il nome, ma non certo la struttura.
Sono nate a seguito di fallimenti multipli e mi domando come l'ENAC consenta ancora ai loro managers di operare (e non mi si venga a dire che siccome in Myair ci stanno i figli e non i padri è tutto cambiato!).
A proposito, i padroni di VentoJet sono sempre gli stessi o dopo il litigio si sono separati?

Avatar utente
GeppoG
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 140
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 19:01

Messaggio da GeppoG » 30 ottobre 2006, 9:55

mcgyver79 ha scritto:
Foxarts ha scritto:Per il resto io ho volato con Easyjet, Ryanair principalmente.
Ciao.
Eh eh, si vede!! :D
Con le low-cost italiane (Myair, Volareweb, Windjet) il posto viene assegnato proprio al check-in.

Ciaooooo.
Ma "la sublime porta" chiedeva quali fossero le migliori :lol:
E nessuna di quelle da te citate è membro della low fare airline association

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8490
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Messaggio da mcgyver79 » 30 ottobre 2006, 10:56

Ho volato su tutte e 4 (Ryanair ancora no) e ti dirò che non mi sono per niente trovato male con le italiane... generalmente puntuali, aerei comunque ben tenuti anche se non sempre recentissimi. Con myair ho volato spesso, anche quando operava con A320 Eurofly e lì sono stati i viaggi migliori, non si può dire comunque che nelle altre occasioni mi sia trovato male; Volare ultimamente si affida spesso ai Maddog Itali Airlines che ad ogni modo non sono tenuti male e il personale è spesso molto disponibile (su un volo hanno addirittura attivato solo per me la "console" audio sul bracciolo del 320, cosa che altre compagnie non low-cost/low-fare non hanno fatto :-D ); Windjet non la prendo da un annetto ma i pochi voli che ho fatto con loro sono stati puntuali (era il periodo in cui tutti si lamentavano dei ritardi della compagnia di Pulvirenti... sarò stato fortunato).

Easyjet brilla nettamente per la scarsissima anzianità della flotta (ma voi mi insegnate che non significa nulla dal punto di vista della sicuezza) ma per contro ho trovato poco agevole l'operazione di pre-imbarco e imbarco da Malpensa (anche se solitamente sono tra i primi 10 passeggeri a fare il check-in e quindi mi imbarco anche per primo).

La quantità dei passeggeri è il miglior feedback in merito al servizio...e non mi sembra di aver mai visto aerei vuoti, anzi!!

Delle beghe legali dei manager di queste società si è già discusso ampiamente, non mi sembra il caso di tornarci anche perché a me interessa il servizio che offrono, non il perché esistono.

Ciaooooo.
McGyver

Avatar utente
marioslo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 111
Iscritto il: 2 marzo 2006, 14:16
Località: LICC

Messaggio da marioslo » 3 novembre 2006, 18:39

In quanto dipendente di una low cost italiana posso dirti che l'affidabilità in fatto di sicurezza è pari e anche maggiore a quella della nostra compagnia di bandiera.
Per quanto riguarda i posti, sono assegnati in egual modo.

Vi invito a non confondere le low cost italiane con ryanair e easyjet che sono davvero LOW.

Non posso dirti cosa succede se ti cancellano il volo ma penso che ti fanno partire col volo successivo. Se invece arrivi al check-in in ritardo... beh, in quel caso t'attacchi!

Avatar utente
Foxarts
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 221
Iscritto il: 5 maggio 2006, 14:02
Contatta:

Messaggio da Foxarts » 6 novembre 2006, 14:01

Sempre riguardo alle low cost, ecco un "utile" ;) ed interessante articolo su Ryanair recuperato dal Sole24Ore Online:

Ryanair vola oltre le stime e migliora l'utile netto del 24%

Ryanair ha realizzato nel secondo trimestre un incremento dell'utile netto del 24% a 213,4 milioni di euro su ricavi in aumento del 27,4% a 689,8 milioni. Il risultato è superiore alle stime degli analisti e ha indotto la compagnia low cost ad alzare le previsioni di crescita dell'intero esercizio: il gruppo prevede ora una crescita dell'utile del 16% a 350 milioni, contro una precedente stima di 335 milioni (+11%). Il gruppo irlandese si dice tuttavia prudente sull'andamento del secondo semestre vista la progettata espansione della capacità e all'andamento del prezzo del carburante (Ryanair ha coperto il 90% del fabbisogno a 73 dollari al barile, un prezzo più elevato delle attuali quotazioni). La compagnia, che ha lanciato un'opa sulla connazionale Air Lingus, proporrà infine all'assemblea straordinaria di dicembre uno split azionario in ragione di due titoli per ogni azione posseduta per accrescere la liquidità del capitale.

Link all'articolo:
http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLi ... iew=Libero

Avatar utente
francesco.mi
FL 150
FL 150
Messaggi: 1643
Iscritto il: 18 ottobre 2005, 0:44
Località: Milano

Messaggio da francesco.mi » 8 novembre 2006, 17:19

Eretiko ha scritto::D
Non paragoniamo Easyjet alle 3 citate sopra, è come paragonare la seta con i stracci!!!



Ciao



Non vale, sei in conflitto di interessi! :lol:

Comunque, a onor del vero, easyjet è veramente ottima ed ai punti vince su RA (solo per il fatto che vola su aereoporti più comodi ;) )

Io consiglio pure germanwings, peccato che da milano abbia solo una tratta :(
Considerate la vostra semenza:
fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza

Avatar utente
vichinga
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 845
Iscritto il: 29 ottobre 2006, 15:26

Messaggio da vichinga » 8 novembre 2006, 19:15

La Ryanair non risparmia certo sulla manutenzione anzi!! è sul personale che risparmia...facendolo lavorare il doppio delle ore che dovrebbero e non pagando contributi, assicurazioni e diarie

Enricontrol
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 458
Iscritto il: 4 marzo 2006, 17:26
Località: Olbia
Contatta:

Messaggio da Enricontrol » 8 novembre 2006, 19:17

Una precisazione perchè bisogna smettere di disinformare o informare male.
Le compagnie low cost operano nel settore del trasporto aereo e come tali sono soggette come tutte le compagnie aeree alla legislazione in materia.

Tutte le compagnie aeree in caso di cancellazioni e variazioni si devono attenere SEMPRE E COMUNQUE alle disposizioni della CARTA DEI DIRITTI DEL PASSEGGERO, perciò finiamola di dire che le compagnie low cost non rimborsano i biglietti....
Certo, se il passeggero decide di cancellare è un altro paio di maniche ma per tutte le altre ragioni i passeggeri hanno SEMPRE diritto a modifiche, rimborsi e compensazioni a seconda della fattispecie.

Scusate per il tono accorato del mio post ma è un argomento che mi sta molto a cuore.
[marq=right][link=]www.EnricoCarta.tk[/link][/marq]

Avatar utente
niktsf
Banned user
Banned user
Messaggi: 142
Iscritto il: 16 gennaio 2006, 19:18
Località: Treviso LIPH
Contatta:

Messaggio da niktsf » 8 novembre 2006, 19:45

vichinga ha scritto:La Ryanair non risparmia certo sulla manutenzione anzi!! è sul personale che risparmia...facendolo lavorare il doppio delle ore che dovrebbero e non pagando contributi, assicurazioni e diarie
Per piacere...
1. se non pagasse i contributi sarebbe un datore di lavoro "in nero"! Per lavorare in Italia, anche se sei un esercente estero, devi rispettare la giurisdizione del nostro paese anche in ambito contrattuale lavorativo dei propri dipendenti! E non mi sembra che in Italia sia permesso lavorare senza pagare le tasse...

2. il personale ha un tot. di tratte al giorno e se ci sono ritardi devi rientrare comunque alla tua base! Tutto è esplicitamente scritto nel contratto che "eventualmente" firmi. Take it or leave it!
niktsf!

The Ups load master

Avatar utente
vichinga
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 845
Iscritto il: 29 ottobre 2006, 15:26

Messaggio da vichinga » 8 novembre 2006, 21:19

io lavoro per ryan...e so....ryanair fa firmare contratti crewlink, workforce o dalmac...niente contributi...le tasse che paghi in irlanda o inghilterra te le restituiscono a fine anno e sono 500 euro forse... ora....tutto il casino che sta succedendo a ciampino e altre basi è proprio per far rispettare alla ryan le nostre leggi...informarsi prego! quando hai il contratto ryan hai la possibilità di versare di tuo un tot a scelta e la ryan versa la stessa somma...

vuoi sapere il mese scorso da"schedulato" quante ore ho fatto?


...ho calcolato (ammesso che non mi chiamino durante i gg stand by che sono in totale 8 ) che dall'1 al 31 ottobre il mio duty time sarà di 230h circa, mentre il flight time di 115h circa(non conteggiando i turn around di 25 min tra un volo e l'altro in cui si sbarca i pax si pulisce l'a/c e si imbarcano gli altri pax... ovviamente!!)...

ora calcolate che 4 degli 8 stand by mi hanno chiamata a lavorere per 4 settori, uno dei quali con overnight ad hahn...

questa è la normale attività lavorativa che abbiamo....non un'eccezione...

Rispondi