ATR 42

Postate qui le vostre discussioni inerenti l'Industria Aeronautica, dall'aviazione commerciale (Boeing, Airbus, Bombardier, Antonov...) all'aviazione generale (Cessna, Piper, Beechcraft...) senza dimenticare gli elicotteri

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
Sonny
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 760
Iscritto il: 20 luglio 2006, 20:59
Località: IN OGNI DOVE

ATR 42

Messaggio da Sonny » 23 luglio 2006, 11:02

Qualcuno può darmi info su ll'ATR42? Io ci ho volato una volta come passeggero e sono rimasto impressionato (era un bambino)...
Poi l'anno scorso ho sentito dell'incidente a Palermo...Ma è vero che è pericoloso? O è il classico caso di disinformazione sull'aeronatuica civile?

Ciao!

LisuX
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 49
Iscritto il: 13 febbraio 2006, 21:30
Località: L'Aquila

Re: ATR 42

Messaggio da LisuX » 23 luglio 2006, 11:30

Sonny ha scritto:Qualcuno può darmi info su ll'ATR42? Io ci ho volato una volta come passeggero e sono rimasto impressionato (era un bambino)...
Poi l'anno scorso ho sentito dell'incidente a Palermo...Ma è vero che è pericoloso? O è il classico caso di disinformazione sull'aeronatuica civile?

Ciao!
Non è affatto pericoloso.

In quel caso si trattò di un errore umano, durante la manutenzione, infatti, avevano sostituito(per sbaglio, ovviamente) gli indicatori di carburante con quelli dell'atr42(che sono praticamente identici, con la differenza che l'atr42 contiene meno carburante) e l'aereo quindi rimase senza carburante durante il volo. :(

Otaku

Re: ATR 42

Messaggio da Otaku » 23 luglio 2006, 11:32

Sonny ha scritto:Qualcuno può darmi info su ll'ATR42? Io ci ho volato una volta come passeggero e sono rimasto impressionato (era un bambino)...
Poi l'anno scorso ho sentito dell'incidente a Palermo...Ma è vero che è pericoloso? O è il classico caso di disinformazione sull'aeronatuica civile?

Ciao!
Direi che non è pericoloso...
http://www.airsafe.com/events/models/rate_mod.htm
Alla voce "events" metti 5, non 4. ciao!

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15880
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: ATR 42

Messaggio da JT8D » 23 luglio 2006, 12:40

Nessun Liner è pericoloso !!!!! Sono affidabilissimi, naturalmente se le cose sono fatte bene e vengono mantenuti come si deve. L'incidente del Tunintair come noto è dovuto al montaggio di uno strumento errato, non a problemi dell'aereo in se. L'ATR è rimasto coinvolto in un altro incidente grave, negli anni 80 in Lombardia, dovuto alla formazione di ghiaccio. Da quel momento è stato riprogettato l'impianto anti-ice.
Insomma l'ATR è sicurissimo, tra l'altro ci ho anche volato e mi sono trovato bene. In cosa ti ha impressionato negativamente questo velivolo durante il tuo volo?

Un salutone
Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
Lesier
Banned user
Banned user
Messaggi: 679
Iscritto il: 1 maggio 2006, 19:22
Località: da verificare (ignota)

Re: ATR 42

Messaggio da Lesier » 23 luglio 2006, 12:50

Sconcertante!

Guardando nella sezione sul 747 guardate cosa ho trivato:

"12 August 1985; Japan Air Lines 747SR; Mt. Ogura, Japan: The aircraft had a sudden decompression that damaged hydraulic systems and the vertical fin. That damage also disabled the flight controls for the rudder and elevator. All 15 crew members and 505 of the 509 passengers were killed."

Quei 4 passeggeri sono stati dei veri e prorpi miracolati!!! :shock: :o
[font=Comic Sans MS]olucnaf[/font]

Ponch
B767 First Officer
B767 First Officer
Messaggi: 5575
Iscritto il: 30 aprile 2005, 18:48
Località: By the sea

Re: ATR 42

Messaggio da Ponch » 23 luglio 2006, 13:06

Sonny ha scritto: Poi l'anno scorso ho sentito dell'incidente a Palermo...Ma è vero che è pericoloso? O è il classico caso di disinformazione sull'aeronatuica civile?
Era un 72 quello. :)
cià
Is it light where you are yet?

Sidewinder
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1113
Iscritto il: 22 giugno 2006, 23:26

Re: ATR 42

Messaggio da Sidewinder » 23 luglio 2006, 13:32

Lesier ha scritto:Sconcertante!

Guardando nella sezione sul 747 guardate cosa ho trivato:

"12 August 1985; Japan Air Lines 747SR; Mt. Ogura, Japan: The aircraft had a sudden decompression that damaged hydraulic systems and the vertical fin. That damage also disabled the flight controls for the rudder and elevator. All 15 crew members and 505 of the 509 passengers were killed."

Quei 4 passeggeri sono stati dei veri e prorpi miracolati!!! :shock: :o
già, da quello che mi ricordo, molto tempo prima l'aereo aveva subito un tailstrike, era stato riparato male (su una paratia 1 fila di bulloni invece di 2), e questo, in quel volo, ha causato il cedimento della paratia, che si trovava in coda. nello scoppio è partito via lo stabilizzatore verticale e l'aereo è diventato incontrollabile....poi lo schianto.
L'aereo è caduto "di muso", e quei passeggeri che si sono salvati erano tra le ultime 7 file.
questa è l'unica immagine che si è potuto avere dell'accaduto:
Allegati
JAL_stabilizer.jpg

Otaku

Re: ATR 42

Messaggio da Otaku » 23 luglio 2006, 13:58

Lesier ha scritto:Sconcertante!

Guardando nella sezione sul 747 guardate cosa ho trivato:

"12 August 1985; Japan Air Lines 747SR; Mt. Ogura, Japan: The aircraft had a sudden decompression that damaged hydraulic systems and the vertical fin. That damage also disabled the flight controls for the rudder and elevator. All 15 crew members and 505 of the 509 passengers were killed."
Se non ricordo male il responsabile della manutenzione si uccise, sopraffatto dal senso di colpa, e il presidente della JAL andò a trovare i parenti delle vittime.

Avatar utente
Sonny
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 760
Iscritto il: 20 luglio 2006, 20:59
Località: IN OGNI DOVE

Re: ATR 42

Messaggio da Sonny » 23 luglio 2006, 14:20

X JT8D

Mi aveva impressionato il rumore, avevao dodici anni, così diverso dal DC9 su cui avevo avuto il mio battesimo del volo...Adesso che sono un pò più grandicello ci ritornerei volentieri sopra...

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15880
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: ATR 42

Messaggio da JT8D » 23 luglio 2006, 14:54

Sonny ha scritto:X JT8D

Mi aveva impressionato il rumore, avevao dodici anni, così diverso dal DC9 su cui avevo avuto il mio battesimo del volo...Adesso che sono un pò più grandicello ci ritornerei volentieri sopra...
In effetti i turboelica, soprattutto se non recentissimi, sono un pochino più rumorosi internamente rispetto ai jet, e il rumore è molto diverso.
Comunque tranquillo, è molto sicuro.

un salutone
Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

davierosoft
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 550
Iscritto il: 3 agosto 2005, 12:13
Località: Chieti N42°21.07 E14°11.71
Contatta:

Re: ATR 42

Messaggio da davierosoft » 23 luglio 2006, 16:02

Io continuo a dire che per l'ATR72 caduto l'anno scorso una buona parte di colpe ce l'ha il pilota! Visto poi che ha fatto tutta la tratta di andata ed è caduto solo al ritorno!
Per il 747, i passeggeri ebbero molto tempo per accorgersi di tutto, mi pare che rimase in aria per una ventina di minuti prima di andare in vite alla fine, i piloti tentarono di tutto per mantenere l'aereo con i motori!

Otaku

Re: ATR 42

Messaggio da Otaku » 23 luglio 2006, 17:19

davierosoft ha scritto:Io continuo a dire che per l'ATR72 caduto l'anno scorso una buona parte di colpe ce l'ha il pilota! Visto poi che ha fatto tutta la tratta di andata ed è caduto solo al ritorno!
Per il 747, i passeggeri ebbero molto tempo per accorgersi di tutto, mi pare che rimase in aria per una ventina di minuti prima di andare in vite alla fine, i piloti tentarono di tutto per mantenere l'aereo con i motori!
Vabbè, ma il pilota non aveva un quadro preciso della situazione, senza dati corretti non poteva decidere nel modo più giusto.

Avatar utente
Daby340
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 315
Iscritto il: 18 aprile 2006, 21:33
Località: Trecate (NO)

Re: ATR 42

Messaggio da Daby340 » 23 luglio 2006, 17:26

davierosoft ha scritto: Per il 747, i passeggeri ebbero molto tempo per accorgersi di tutto, mi pare che rimase in aria per una ventina di minuti prima di andare in vite alla fine, i piloti tentarono di tutto per mantenere l'aereo con i motori!
Lo sapevate che il 747 quando ebbe l'incidente lo portò a spargere l'uranio, almeno 450 kg. utilizzati nei contrappesi degli alettoni, sulla Baia di Sagami e a Izu. Questo fatto, la presenza di materiale radioattivo come parte costituente il velivolo, portò la morte di parecchie persone. Ma vi fu un lato positivo, la gente prese coscienza del pericolo derivante dall'uso di uranio a bordo degli aerei Boeing e si impose alla JAL di sostituire tutti i contrappesi all'uranio presenti nella flotta aerea con contrappesi fatti di tungsteno. Questa sostituzione comunque venne ultimata solo nel 1996.

Otaku

Re: ATR 42

Messaggio da Otaku » 23 luglio 2006, 17:36

Daby340 ha scritto:
davierosoft ha scritto: Per il 747, i passeggeri ebbero molto tempo per accorgersi di tutto, mi pare che rimase in aria per una ventina di minuti prima di andare in vite alla fine, i piloti tentarono di tutto per mantenere l'aereo con i motori!
Lo sapevate che il 747 quando ebbe l'incidente lo portò a spargere l'uranio, almeno 450 kg. utilizzati nei contrappesi degli alettoni, sulla Baia di Sagami e a Izu. Questo fatto, la presenza di materiale radioattivo come parte costituente il velivolo, portò la morte di parecchie persone. Ma vi fu un lato positivo, la gente prese coscienza del pericolo derivante dall'uso di uranio a bordo degli aerei Boeing e si impose alla JAL di sostituire tutti i contrappesi all'uranio presenti nella flotta aerea con contrappesi fatti di tungsteno. Questa sostituzione comunque venne ultimata solo nel 1996.
Uranio??? :shock: Ma costa di meno del tungsteno? Io pensavo che fosse una soluzione valida, ma troppo costosa per gli impieghi comuni.

Sidewinder
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1113
Iscritto il: 22 giugno 2006, 23:26

Re: ATR 42

Messaggio da Sidewinder » 23 luglio 2006, 22:32

Otaku ha scritto:
Daby340 ha scritto:
davierosoft ha scritto: Per il 747, i passeggeri ebbero molto tempo per accorgersi di tutto, mi pare che rimase in aria per una ventina di minuti prima di andare in vite alla fine, i piloti tentarono di tutto per mantenere l'aereo con i motori!
Lo sapevate che il 747 quando ebbe l'incidente lo portò a spargere l'uranio, almeno 450 kg. utilizzati nei contrappesi degli alettoni, sulla Baia di Sagami e a Izu. Questo fatto, la presenza di materiale radioattivo come parte costituente il velivolo, portò la morte di parecchie persone. Ma vi fu un lato positivo, la gente prese coscienza del pericolo derivante dall'uso di uranio a bordo degli aerei Boeing e si impose alla JAL di sostituire tutti i contrappesi all'uranio presenti nella flotta aerea con contrappesi fatti di tungsteno. Questa sostituzione comunque venne ultimata solo nel 1996.
Uranio??? :shock: Ma costa di meno del tungsteno? Io pensavo che fosse una soluzione valida, ma troppo costosa per gli impieghi comuni.
premetto che non lo so, ma molto probabilmente perchè è un metallo molto pesante (circa 238amu), quindi ne serve un volume minore, ergo meno spazio occupato.

davierosoft
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 550
Iscritto il: 3 agosto 2005, 12:13
Località: Chieti N42°21.07 E14°11.71
Contatta:

Re: ATR 42

Messaggio da davierosoft » 24 luglio 2006, 0:20

Otaku ha scritto:
davierosoft ha scritto:Io continuo a dire che per l'ATR72 caduto l'anno scorso una buona parte di colpe ce l'ha il pilota! Visto poi che ha fatto tutta la tratta di andata ed è caduto solo al ritorno!
Per il 747, i passeggeri ebbero molto tempo per accorgersi di tutto, mi pare che rimase in aria per una ventina di minuti prima di andare in vite alla fine, i piloti tentarono di tutto per mantenere l'aereo con i motori!
Vabbè, ma il pilota non aveva un quadro preciso della situazione, senza dati corretti non poteva decidere nel modo più giusto.
Cercati il topic dove si parlave dell'incidente in questione, ho già detto che il pilota ha tutti gli estremi per avere le sue colpe, a partire dai consumi anomali, il rabboccodi pochi kg, alle differenze di peso che su un aereo (specie se non grandissimo) si sentono in fase di decollo!

Otaku

Re: ATR 42

Messaggio da Otaku » 24 luglio 2006, 0:28

davierosoft ha scritto:
Otaku ha scritto:
davierosoft ha scritto:Io continuo a dire che per l'ATR72 caduto l'anno scorso una buona parte di colpe ce l'ha il pilota! Visto poi che ha fatto tutta la tratta di andata ed è caduto solo al ritorno!
Per il 747, i passeggeri ebbero molto tempo per accorgersi di tutto, mi pare che rimase in aria per una ventina di minuti prima di andare in vite alla fine, i piloti tentarono di tutto per mantenere l'aereo con i motori!
Vabbè, ma il pilota non aveva un quadro preciso della situazione, senza dati corretti non poteva decidere nel modo più giusto.
Cercati il topic dove si parlave dell'incidente in questione, ho già detto che il pilota ha tutti gli estremi per avere le sue colpe, a partire dai consumi anomali, il rabboccodi pochi kg, alle differenze di peso che su un aereo (specie se non grandissimo) si sentono in fase di decollo!
Corro! In effetti, il peso diverso non lo sentiva???

alainvolo

Messaggio da alainvolo » 9 settembre 2006, 13:06

L'utente alainvolo ha richiesto in data 31 ottobre 2011 la cancellazione del suo account e la rimozione dei suoi post.

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15880
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Messaggio da JT8D » 9 settembre 2006, 15:23

alainvolo ha scritto:Gli incidenti succedono sempre per una serie di cause concatenate,la cui "combinazione",purtroppo,potrebbe talvolta risultare fatale.

Condivido in pieno. Spesso purtroppo si assiste ad un balletto di accuse, la maggior parte delle volte verso gli operatori di "prima linea" quali piloti o tecnici.
Ma un incidente è sempre un evento complesso, le cui cause non sono sempre così facilmente individuabili, e spesso non sono solo "errori umani", ma anche carenze organizzative.

Un salutone
Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
pm
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 780
Iscritto il: 29 giugno 2005, 14:26
Località: bruxelles

Re: ATR 42

Messaggio da pm » 15 settembre 2006, 14:26

Otaku ha scritto:
Daby340 ha scritto:
davierosoft ha scritto: Per il 747, i passeggeri ebbero molto tempo per accorgersi di tutto, mi pare che rimase in aria per una ventina di minuti prima di andare in vite alla fine, i piloti tentarono di tutto per mantenere l'aereo con i motori!
Lo sapevate che il 747 quando ebbe l'incidente lo portò a spargere l'uranio, almeno 450 kg. utilizzati nei contrappesi degli alettoni, sulla Baia di Sagami e a Izu. Questo fatto, la presenza di materiale radioattivo come parte costituente il velivolo, portò la morte di parecchie persone. Ma vi fu un lato positivo, la gente prese coscienza del pericolo derivante dall'uso di uranio a bordo degli aerei Boeing e si impose alla JAL di sostituire tutti i contrappesi all'uranio presenti nella flotta aerea con contrappesi fatti di tungsteno. Questa sostituzione comunque venne ultimata solo nel 1996.
Uranio??? :shock: Ma costa di meno del tungsteno? Io pensavo che fosse una soluzione valida, ma troppo costosa per gli impieghi comuni.
se non sbaglio era Uranio impoverito.

se vi interessa un breve report su quest' incidente date un'occhiata qui
http://en.wikipedia.org/wiki/JAL_123
ciao
P.

ps: io su ATR ho volato solo due volte Trieste-Monaco e Monaco-Trieste con Air Dolomiti e nonostante sia un fifone, ho adorato quel volo....anche grazie ad un hostess mooooolto carina e sorridente.... :oops:
Ultima modifica di pm il 15 settembre 2006, 16:30, modificato 1 volta in totale.
"Ladies and Gentlemen, this is your Captain speaking. We have a small problem. All four engines have stopped. We are doing our damnedest to get them going again. I trust you are not in too much distress."

Avatar utente
Umbe
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 27
Iscritto il: 12 settembre 2006, 8:59

Messaggio da Umbe » 15 settembre 2006, 15:54

Buongiorno,
entro per la prima volta in discussione, spero in maniera discreta :oops: , per dire che condivido l'affermazione di JT8D:
un incidente è sempre un evento complesso
peraltro ben argomentata nel suo recente articolo.

Alla base del lavoro di un ente come il NTSB c'e' proprio l'idea che un evento come un incidente aereo vada sempre esplorato in tutti i suoi snodi; e che ogni indagine in merito va orientata non tanto alla determinazione di responsabilita' quanto, principalmente, ad evitare che cio' che e' successo capiti ancora. E' una cambio di prospettiva decisivo.

In questa direzione mi pare si sia mossa anche la nostra ANSV che, in seguito all'incidente dell'ATR Tuninter, prima ancora di concludere l'indagine, ha indirizzato una raccomandazione alla EASA:
"Considerare la possibilita' di effettuare una modifica installativa in grado di prevenire il montaggio di FQI non appropriati".

Un'accortezza semplice forse, ma che evidentemente non era stata presa in considerazione e che avrebbe evitato alla radice attribuzioni di colpa ai tecnici o ai piloti (oltre che la tragedia).

L'ATR comunque e' una macchina meravigliosa! :)

un saluto a tutti...
Umbe

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15880
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Messaggio da JT8D » 16 settembre 2006, 10:49

Umbe ha scritto:.

Alla base del lavoro di un ente come il NTSB c'e' proprio l'idea che un evento come un incidente aereo vada sempre esplorato in tutti i suoi snodi; e che ogni indagine in merito va orientata non tanto alla determinazione di responsabilita' quanto, principalmente, ad evitare che cio' che e' successo capiti ancora. E' una cambio di prospettiva decisivo.
Ciao Umbe
Hai colto nel segno proprio la questione fondamentale, non solo di questo ma di tutti gli incidenti. E' proprio questo cambio di prospettiva, cioè passare da un'analisi volta puramente a punire ad un'analisi per trovare le cause, anche le più remote e nascoste, che può migliorare le cose e permettere che non accada più in futuro un evento simile.
Secondo me, come ho espresso nel mio articolo, solo così si potrà creare una vera cultura della sicurezza.

Un salutone
Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

davierosoft
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 550
Iscritto il: 3 agosto 2005, 12:13
Località: Chieti N42°21.07 E14°11.71
Contatta:

Messaggio da davierosoft » 16 settembre 2006, 11:35

Vado un po OT...


Quoto la firma di Francesco...
La differenza tra un genio e uno stupido è che il genio ha dei limiti.

Parla soltanto quando sei sicuro che quello che dirai è meglio del silenzio.

Alcune persone sono vive solo perché l'assassinio è illegale.
1) verissimo!!! E purtroppo il genio ha limiti a 360°... la stupidità non ha limiti!
2) Sto parlando adesso anche se non so se è meglio :D comunque vero anche questo...
3) E se non lo fosse io avrei già ucciso un bel po di volte... 3 nell'ultimo anno! e non me ne sarei neanche pentito...:D

Era un piccolo sfogo di un po di nervoso che avevo accumulato...
fine dell'OT

Avatar utente
Umbe
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 27
Iscritto il: 12 settembre 2006, 8:59

Messaggio da Umbe » 18 settembre 2006, 11:47

Umbè,
su quasi tutti gli altri aerei multi-famiglia, ci sono componenti simili non applicabili ai diversi velivoli!!!
Questa mi sembra un'informazione importante: l'ATR, contrariamente a molte altre case, non aveva previsto l'eventualita' di un errore del genere?

So, ma non per averlo letto direttamente, che l'ATR raccomanda attenzione al montaggio di FQI corretti... Evidentemente questo non basta.
Umbe

Rispondi