Compagnia Aerea Italiana

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato
Avatar utente
Paolo_61
FL 500
FL 500
Messaggi: 9181
Iscritto il: 11 settembre 2008, 17:53
Località: MIL

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Paolo_61 » 12 settembre 2008, 18:33

Se volete ascoltarlo (leggerlo), vi do il mio parere. Non sono direttamente esperto di trasporto aereo (anche se sono da tempo buon cliente di AZ), ma di ristrutturazioni aziendali ci capisco abbastanza.
1) La storia di AZ è lunga e complessa, e se vogliamo essere del tutto sinceri la sua "fine" inizia con il decreto Burlando, e le sue 14 o 15 versioni. Da questo punto di vista onore al merito a KLM che quando a capito il caos ha preferito pagare una penale salatissima che infilarsi in un ginepraio pazzesco.
2) Ma le colpe, lasciatemelo dire, non sono solo dei politici. Un giorno, viaggiando sul FCO MXP avevo di fianco un responsabile di cabina che, commentando i risultato della customer satisfaction appena commissionata ad un istituto di ricerca, ha detto testualmente "tutte caXXate". Ora si dà il caso che dal quella customer satisfaction AZ uscisse malissimo, appena meglio di Olympic e dietro a tutti gli altri vettori europei. Evidentemente quell'AV non aveva ben in mente che lo stipendio dei dipendenti di una azienda lo pagano i clienti e non i "padroni". A mio parere, ad esempio, oggi la Magnifica non è purtroppo paragonabile alle migliori business sul mercato (Virgin e BA, per non dire degli orientali). Se volte tornare forti sul lungo raggio dovete chiedere investimenti anche in questo senso.
3) Faccio francamente fatica a capire l'atteggiamento del "tanto peggio, tanto meglio". Ammortizzatori sociali per 7 anni danno la possibilità al personale qualificato di trovare un altro imbarco; a logica una parte del personale coinvolto raggiungerà la pensione prima del termine degli ammortizzatori sociali (come succede in altre aziende).
4) La ristrutturazione è dolorosa, ma l'alternativa mi sembra peggio per tutti. Non potete seriamente pensare che lo Stato ci mette anche solo un Euro, per il semplice fatto che non può succedere.
5) Trovo sensata la richiesta del Governo di conoscere la posizione unitaria dei sindacati, se esiste. Siete tutti sulla stessa barca, e se i lavoratori non si mettono d'accordo su di una posizione unitaria diventa impossibile trattare.
6) Trovo comunque sensata la richiesta del personale navigante di avere un contratto separato e di non avere le RSU dove la triplice comanda per legge, anche se meno rappresentativa.
7) Il grounding farà male all'Italia, ma farà più male ai dipendenti di AZ e AP, anche perchè in questo caso non sono chiari gli ammortizzatori sociali disponibili (meglio 1.000 in mobilità per 7 anni che 2.000 senza nessuna protezione).
8) Occhio, perchè anche i controllori di volo USA pensavano di essere insostituibili, e il risultato si è visto.
9) Se fossi in voi, proporrei a CAI un "contratto gamble". Accettiamo tagli, ecc. ma solo a condizione che CAi si impegni a raddoppiare gli investimenti per la crescita dell'azienda e che a risanamento avvenuto sia previsto un piano di ritorno degli stipendi a livelli paragonabili a quelli della concorrenza (in euro per ora effettiva di volo, esclusi trasferimenti e quant'altro).
10) Per quanto ne so, il multibase è inevitabile, perchè la farsa degli equipaggi che si formano a FCO e poi vanno a MXP a prendere l'aeremobile costa e toglie ore effettive di volo e posti fatturati a bordo.
11) Ricordatevi che CAI non ha nulla da perdere; ad oggi la costituzione della società sarà costata poche decine di migliaia di euro, per cui è chiaro a loro il tutto non costa nulla, è solo un affare sfumato (e poi mettetevi d'accordo, un vostro rappresentante dice che è meglio fallire oggi che fra due anni, ma non avevate detto che l'operazione serviva solo a far fare soldi ai 16 "capitani coraggiosi".

Avatar utente
dirk
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1424
Iscritto il: 14 luglio 2007, 19:59
Località: DIXER 5000 ft or above

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da dirk » 12 settembre 2008, 18:34

È giusto che il problema sia sentito, finalmente, da tutta la Categoria. Un problemone simile che oggi capita a voi, ma, domani, potrebbe capitare anche a altri. Sono contento che lo abbiano capito. Bene così.
L'importante è che in futuro i piloti AZ siano solidali con i molti colleghi ai quali verranno offerti contratti penosi, cosa che purtroppo non è successa in passato.

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 12 settembre 2008, 18:41

Paolo_61 ha scritto:Se volete ascoltarlo (leggerlo), vi do il mio parere. Non sono direttamente esperto di trasporto aereo (anche se sono da tempo buon cliente di AZ), ma di ristrutturazioni aziendali ci capisco abbastanza.
1) La storia di AZ è lunga e complessa, e se vogliamo essere del tutto sinceri la sua "fine" inizia con il decreto Burlando, e le sue 14 o 15 versioni. Da questo punto di vista onore al merito a KLM che quando a capito il caos ha preferito pagare una penale salatissima che infilarsi in un ginepraio pazzesco.
2) Ma le colpe, lasciatemelo dire, non sono solo dei politici. Un giorno, viaggiando sul FCO MXP avevo di fianco un responsabile di cabina che, commentando i risultato della customer satisfaction appena commissionata ad un istituto di ricerca, ha detto testualmente "tutte caXXate". Ora si dà il caso che dal quella customer satisfaction AZ uscisse malissimo, appena meglio di Olympic e dietro a tutti gli altri vettori europei. Evidentemente quell'AV non aveva ben in mente che lo stipendio dei dipendenti di una azienda lo pagano i clienti e non i "padroni". A mio parere, ad esempio, oggi la Magnifica non è purtroppo paragonabile alle migliori business sul mercato (Virgin e BA, per non dire degli orientali). Se volte tornare forti sul lungo raggio dovete chiedere investimenti anche in questo senso.
3) Faccio francamente fatica a capire l'atteggiamento del "tanto peggio, tanto meglio". Ammortizzatori sociali per 7 anni danno la possibilità al personale qualificato di trovare un altro imbarco; a logica una parte del personale coinvolto raggiungerà la pensione prima del termine degli ammortizzatori sociali (come succede in altre aziende).
4) La ristrutturazione è dolorosa, ma l'alternativa mi sembra peggio per tutti. Non potete seriamente pensare che lo Stato ci mette anche solo un Euro, per il semplice fatto che non può succedere.
5) Trovo sensata la richiesta del Governo di conoscere la posizione unitaria dei sindacati, se esiste. Siete tutti sulla stessa barca, e se i lavoratori non si mettono d'accordo su di una posizione unitaria diventa impossibile trattare.
6) Trovo comunque sensata la richiesta del personale navigante di avere un contratto separato e di non avere le RSU dove la triplice comanda per legge, anche se meno rappresentativa.
7) Il grounding farà male all'Italia, ma farà più male ai dipendenti di AZ e AP, anche perchè in questo caso non sono chiari gli ammortizzatori sociali disponibili (meglio 1.000 in mobilità per 7 anni che 2.000 senza nessuna protezione).
8) Occhio, perchè anche i controllori di volo USA pensavano di essere insostituibili, e il risultato si è visto.
9) Se fossi in voi, proporrei a CAI un "contratto gamble". Accettiamo tagli, ecc. ma solo a condizione che CAi si impegni a raddoppiare gli investimenti per la crescita dell'azienda e che a risanamento avvenuto sia previsto un piano di ritorno degli stipendi a livelli paragonabili a quelli della concorrenza (in euro per ora effettiva di volo, esclusi trasferimenti e quant'altro).
10) Per quanto ne so, il multibase è inevitabile, perchè la farsa degli equipaggi che si formano a FCO e poi vanno a MXP a prendere l'aeremobile costa e toglie ore effettive di volo e posti fatturati a bordo.
11) Ricordatevi che CAI non ha nulla da perdere; ad oggi la costituzione della società sarà costata poche decine di migliaia di euro, per cui è chiaro a loro il tutto non costa nulla, è solo un affare sfumato (e poi mettetevi d'accordo, un vostro rappresentante dice che è meglio fallire oggi che fra due anni, ma non avevate detto che l'operazione serviva solo a far fare soldi ai 16 "capitani coraggiosi".
cai è intesa e intesa ha da perdere qualche centinaio di milioni di euro di crediti verso airone,x la quale alcune società di gestione aeroportuale(tipo gesac a napoli) hanno già chiesto il blocco degli a/m,notizia di ieri,per debiti pregressi non onorati

i controllori di volo in USA furono sostituiti da quelli militari,ma un controllore è un controllore sia che controlla un F16 sia che controlla un MD80
un pilota di F16 invece lo può pilotare un B777 o un A321?

per tua info il brevetto militare,non solo non è utilizzabile per operazioni civili,così dice la legge,ma per ogni aereo il pilota deve possedere un abilitazione
un corso di abilitazione sul 321 dura due mesi e mezzo,e ci vogliono gli istruttori

prendere piloti da un agenzia costa il triplo del contratto offerto da cai,inoltre trovarne duemila è un conto trovarne 100 un altro

Avatar utente
Paolo_61
FL 500
FL 500
Messaggi: 9181
Iscritto il: 11 settembre 2008, 17:53
Località: MIL

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Paolo_61 » 12 settembre 2008, 18:46

Per quanto è noto, AP è solvibile, nel senso che le attività superano le passività, per cui la eventuale liquidazione si concluderebbe con il soddisfacimento dei creditori (se poi questi hanno un privilegio su di un bene, divengono privilegiati). Non penso che Passera stia perdendo il sonno.
Sono perfettamente d'accordo che non puoi mettere un pilota di F16 ai comandi di un 321, ma l'esempio dei controllori di volo (ma ce ne sono tanti altri) è per dimostrare che le alternative esistono sempre, tutti siamo importanti ma nessuno è indispensabile.
E comunque non ho ancora capito cosa vi aspettate dallo Stato.

bicino
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 37
Iscritto il: 22 luglio 2006, 16:11

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da bicino » 12 settembre 2008, 18:49

airbusfamilydriver ha scritto:
Paolo_61 ha scritto:Se volete ascoltarlo (leggerlo), vi do il mio parere. Non sono direttamente esperto di trasporto aereo (anche se sono da tempo buon cliente di AZ), ma di ristrutturazioni aziendali ci capisco abbastanza.
1) La storia di AZ è lunga e complessa, e se vogliamo essere del tutto sinceri la sua "fine" inizia con il decreto Burlando, e le sue 14 o 15 versioni. Da questo punto di vista onore al merito a KLM che quando a capito il caos ha preferito pagare una penale salatissima che infilarsi in un ginepraio pazzesco.
2) Ma le colpe, lasciatemelo dire, non sono solo dei politici. Un giorno, viaggiando sul FCO MXP avevo di fianco un responsabile di cabina che, commentando i risultato della customer satisfaction appena commissionata ad un istituto di ricerca, ha detto testualmente "tutte caXXate". Ora si dà il caso che dal quella customer satisfaction AZ uscisse malissimo, appena meglio di Olympic e dietro a tutti gli altri vettori europei. Evidentemente quell'AV non aveva ben in mente che lo stipendio dei dipendenti di una azienda lo pagano i clienti e non i "padroni". A mio parere, ad esempio, oggi la Magnifica non è purtroppo paragonabile alle migliori business sul mercato (Virgin e BA, per non dire degli orientali). Se volte tornare forti sul lungo raggio dovete chiedere investimenti anche in questo senso.
3) Faccio francamente fatica a capire l'atteggiamento del "tanto peggio, tanto meglio". Ammortizzatori sociali per 7 anni danno la possibilità al personale qualificato di trovare un altro imbarco; a logica una parte del personale coinvolto raggiungerà la pensione prima del termine degli ammortizzatori sociali (come succede in altre aziende).
4) La ristrutturazione è dolorosa, ma l'alternativa mi sembra peggio per tutti. Non potete seriamente pensare che lo Stato ci mette anche solo un Euro, per il semplice fatto che non può succedere.
5) Trovo sensata la richiesta del Governo di conoscere la posizione unitaria dei sindacati, se esiste. Siete tutti sulla stessa barca, e se i lavoratori non si mettono d'accordo su di una posizione unitaria diventa impossibile trattare.
6) Trovo comunque sensata la richiesta del personale navigante di avere un contratto separato e di non avere le RSU dove la triplice comanda per legge, anche se meno rappresentativa.
7) Il grounding farà male all'Italia, ma farà più male ai dipendenti di AZ e AP, anche perchè in questo caso non sono chiari gli ammortizzatori sociali disponibili (meglio 1.000 in mobilità per 7 anni che 2.000 senza nessuna protezione).
8) Occhio, perchè anche i controllori di volo USA pensavano di essere insostituibili, e il risultato si è visto.
9) Se fossi in voi, proporrei a CAI un "contratto gamble". Accettiamo tagli, ecc. ma solo a condizione che CAi si impegni a raddoppiare gli investimenti per la crescita dell'azienda e che a risanamento avvenuto sia previsto un piano di ritorno degli stipendi a livelli paragonabili a quelli della concorrenza (in euro per ora effettiva di volo, esclusi trasferimenti e quant'altro).
10) Per quanto ne so, il multibase è inevitabile, perchè la farsa degli equipaggi che si formano a FCO e poi vanno a MXP a prendere l'aeremobile costa e toglie ore effettive di volo e posti fatturati a bordo.
11) Ricordatevi che CAI non ha nulla da perdere; ad oggi la costituzione della società sarà costata poche decine di migliaia di euro, per cui è chiaro a loro il tutto non costa nulla, è solo un affare sfumato (e poi mettetevi d'accordo, un vostro rappresentante dice che è meglio fallire oggi che fra due anni, ma non avevate detto che l'operazione serviva solo a far fare soldi ai 16 "capitani coraggiosi".
cai è intesa e intesa ha da perdere qualche centinaio di milioni di euro di crediti verso airone,x la quale alcune società di gestione aeroportuale(tipo gesac a napoli) hanno già chiesto il blocco degli a/m,notizia di ieri,per debiti pregressi non onorati

i controllori di volo in USA furono sostituiti da quelli militari,ma un controllore è un controllore sia che controlla un F16 sia che controlla un MD80
un pilota di F16 invece lo può pilotare un B777 o un A321?

per tua info il brevetto militare,non solo non è utilizzabile per operazioni civili,così dice la legge,ma per ogni aereo il pilota deve possedere un abilitazione
un corso di abilitazione sul 321 dura due mesi e mezzo,e ci vogliono gli istruttori

prendere piloti da un agenzia costa il triplo del contratto offerto da cai,inoltre trovarne duemila è un conto trovarne 100 un altro
quoto....addirittura i controllori di volo civili con già parecchi anni di carriera provengono dai quadri AM ed a suo tempo fu data la possibilità di passare al ENAC..........se davvero AZ fallisce prevedo una caos nei cieli almeno semestrale ed anche una carenza di voli p...fino ad almeno l'orario estivo quando il governo si potrà "inventare" quache procedura x assegnare gli slot lasciati liberi da AZ....... :roll: :roll: :roll: :roll:

mahh....che casino!!!!

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 12 settembre 2008, 18:58

Paolo_61 ha scritto:Se volete ascoltarlo (leggerlo), vi do il mio parere. Non sono direttamente esperto di trasporto aereo (anche se sono da tempo buon cliente di AZ), ma di ristrutturazioni aziendali ci capisco abbastanza.
1) La storia di AZ è lunga e complessa, e se vogliamo essere del tutto sinceri la sua "fine" inizia con il decreto Burlando, e le sue 14 o 15 versioni. Da questo punto di vista onore al merito a KLM che quando a capito il caos ha preferito pagare una penale salatissima che infilarsi in un ginepraio pazzesco.
2) Ma le colpe, lasciatemelo dire, non sono solo dei politici. Un giorno, viaggiando sul FCO MXP avevo di fianco un responsabile di cabina che, commentando i risultato della customer satisfaction appena commissionata ad un istituto di ricerca, ha detto testualmente "tutte caXXate". Ora si dà il caso che dal quella customer satisfaction AZ uscisse malissimo, appena meglio di Olympic e dietro a tutti gli altri vettori europei. Evidentemente quell'AV non aveva ben in mente che lo stipendio dei dipendenti di una azienda lo pagano i clienti e non i "padroni". A mio parere, ad esempio, oggi la Magnifica non è purtroppo paragonabile alle migliori business sul mercato (Virgin e BA, per non dire degli orientali). Se volte tornare forti sul lungo raggio dovete chiedere investimenti anche in questo senso.
3) Faccio francamente fatica a capire l'atteggiamento del "tanto peggio, tanto meglio". Ammortizzatori sociali per 7 anni danno la possibilità al personale qualificato di trovare un altro imbarco; a logica una parte del personale coinvolto raggiungerà la pensione prima del termine degli ammortizzatori sociali (come succede in altre aziende).
4) La ristrutturazione è dolorosa, ma l'alternativa mi sembra peggio per tutti. Non potete seriamente pensare che lo Stato ci mette anche solo un Euro, per il semplice fatto che non può succedere.
5) Trovo sensata la richiesta del Governo di conoscere la posizione unitaria dei sindacati, se esiste. Siete tutti sulla stessa barca, e se i lavoratori non si mettono d'accordo su di una posizione unitaria diventa impossibile trattare.
6) Trovo comunque sensata la richiesta del personale navigante di avere un contratto separato e di non avere le RSU dove la triplice comanda per legge, anche se meno rappresentativa.
7) Il grounding farà male all'Italia, ma farà più male ai dipendenti di AZ e AP, anche perchè in questo caso non sono chiari gli ammortizzatori sociali disponibili (meglio 1.000 in mobilità per 7 anni che 2.000 senza nessuna protezione).
8) Occhio, perchè anche i controllori di volo USA pensavano di essere insostituibili, e il risultato si è visto.
9) Se fossi in voi, proporrei a CAI un "contratto gamble". Accettiamo tagli, ecc. ma solo a condizione che CAi si impegni a raddoppiare gli investimenti per la crescita dell'azienda e che a risanamento avvenuto sia previsto un piano di ritorno degli stipendi a livelli paragonabili a quelli della concorrenza (in euro per ora effettiva di volo, esclusi trasferimenti e quant'altro).
10) Per quanto ne so, il multibase è inevitabile, perchè la farsa degli equipaggi che si formano a FCO e poi vanno a MXP a prendere l'aeremobile costa e toglie ore effettive di volo e posti fatturati a bordo.
11) Ricordatevi che CAI non ha nulla da perdere; ad oggi la costituzione della società sarà costata poche decine di migliaia di euro, per cui è chiaro a loro il tutto non costa nulla, è solo un affare sfumato (e poi mettetevi d'accordo, un vostro rappresentante dice che è meglio fallire oggi che fra due anni, ma non avevate detto che l'operazione serviva solo a far fare soldi ai 16 "capitani coraggiosi".
Hai perfettamente ragione ma purtroppo le aziende di trasporto aereo non sono aziende di costruzioni edili. Mi spiego se vedi in italia la maggior parte degli imprenditori che è entrata in aviazione ragionando come te che se so ristrutturare un azienda lo so fare con tutte, si sono fatti male. Ne è conferma air bee che per adesso ha fermato i suoi aereoplani. Da voci affidabili i capitani coraggiosi hanno proposto un piano vecchio di decenni e dimostrando pessimoa conoscenza del mondo aereonautico. Per le altre cose ti ha risposto AFD

Avatar utente
fastfreddy
Warned user
Warned user
Messaggi: 604
Iscritto il: 24 agosto 2008, 18:31
Località: BGY/LIME (Field flight since 1911)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da fastfreddy » 12 settembre 2008, 19:08

peterfly 65 ha scritto:Da voci affidabili i capitani coraggiosi hanno proposto un piano vecchio di decenni e dimostrando pessimoa conoscenza del mondo aereonautico.
...sai perché Fiat stava fallendo? ...perché in azienda non c'era più nessuno che ci capiva di automobili.

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 12 settembre 2008, 19:09

fastfreddy ha scritto:
peterfly 65 ha scritto:Da voci affidabili i capitani coraggiosi hanno proposto un piano vecchio di decenni e dimostrando pessimoa conoscenza del mondo aereonautico.
...sai perché Fiat stava fallendo? ...perché in azienda non c'era più nessuno che ci capiva di automobili.
Meno male che ogni tanto c'è qualcuno che usa il cervello grazie

bicino
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 37
Iscritto il: 22 luglio 2006, 16:11

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da bicino » 12 settembre 2008, 19:14

peterfly 65 ha scritto:
Paolo_61 ha scritto:Se volete ascoltarlo (leggerlo), vi do il mio parere. Non sono direttamente esperto di trasporto aereo (anche se sono da tempo buon cliente di AZ), ma di ristrutturazioni aziendali ci capisco abbastanza.
1) La storia di AZ è lunga e complessa, e se vogliamo essere del tutto sinceri la sua "fine" inizia con il decreto Burlando, e le sue 14 o 15 versioni. Da questo punto di vista onore al merito a KLM che quando a capito il caos ha preferito pagare una penale salatissima che infilarsi in un ginepraio pazzesco.
2) Ma le colpe, lasciatemelo dire, non sono solo dei politici. Un giorno, viaggiando sul FCO MXP avevo di fianco un responsabile di cabina che, commentando i risultato della customer satisfaction appena commissionata ad un istituto di ricerca, ha detto testualmente "tutte caXXate". Ora si dà il caso che dal quella customer satisfaction AZ uscisse malissimo, appena meglio di Olympic e dietro a tutti gli altri vettori europei. Evidentemente quell'AV non aveva ben in mente che lo stipendio dei dipendenti di una azienda lo pagano i clienti e non i "padroni". A mio parere, ad esempio, oggi la Magnifica non è purtroppo paragonabile alle migliori business sul mercato (Virgin e BA, per non dire degli orientali). Se volte tornare forti sul lungo raggio dovete chiedere investimenti anche in questo senso.
3) Faccio francamente fatica a capire l'atteggiamento del "tanto peggio, tanto meglio". Ammortizzatori sociali per 7 anni danno la possibilità al personale qualificato di trovare un altro imbarco; a logica una parte del personale coinvolto raggiungerà la pensione prima del termine degli ammortizzatori sociali (come succede in altre aziende).
4) La ristrutturazione è dolorosa, ma l'alternativa mi sembra peggio per tutti. Non potete seriamente pensare che lo Stato ci mette anche solo un Euro, per il semplice fatto che non può succedere.
5) Trovo sensata la richiesta del Governo di conoscere la posizione unitaria dei sindacati, se esiste. Siete tutti sulla stessa barca, e se i lavoratori non si mettono d'accordo su di una posizione unitaria diventa impossibile trattare.
6) Trovo comunque sensata la richiesta del personale navigante di avere un contratto separato e di non avere le RSU dove la triplice comanda per legge, anche se meno rappresentativa.
7) Il grounding farà male all'Italia, ma farà più male ai dipendenti di AZ e AP, anche perchè in questo caso non sono chiari gli ammortizzatori sociali disponibili (meglio 1.000 in mobilità per 7 anni che 2.000 senza nessuna protezione).
8) Occhio, perchè anche i controllori di volo USA pensavano di essere insostituibili, e il risultato si è visto.
9) Se fossi in voi, proporrei a CAI un "contratto gamble". Accettiamo tagli, ecc. ma solo a condizione che CAi si impegni a raddoppiare gli investimenti per la crescita dell'azienda e che a risanamento avvenuto sia previsto un piano di ritorno degli stipendi a livelli paragonabili a quelli della concorrenza (in euro per ora effettiva di volo, esclusi trasferimenti e quant'altro).
10) Per quanto ne so, il multibase è inevitabile, perchè la farsa degli equipaggi che si formano a FCO e poi vanno a MXP a prendere l'aeremobile costa e toglie ore effettive di volo e posti fatturati a bordo.
11) Ricordatevi che CAI non ha nulla da perdere; ad oggi la costituzione della società sarà costata poche decine di migliaia di euro, per cui è chiaro a loro il tutto non costa nulla, è solo un affare sfumato (e poi mettetevi d'accordo, un vostro rappresentante dice che è meglio fallire oggi che fra due anni, ma non avevate detto che l'operazione serviva solo a far fare soldi ai 16 "capitani coraggiosi".
Hai perfettamente ragione ma purtroppo le aziende di trasporto aereo non sono aziende di costruzioni edili. Mi spiego se vedi in italia la maggior parte degli imprenditori che è entrata in aviazione ragionando come te che se so ristrutturare un azienda lo so fare con tutte, si sono fatti male. Ne è conferma air bee che per adesso ha fermato i suoi aereoplani. Da voci affidabili i capitani coraggiosi hanno proposto un piano vecchio di decenni e dimostrando pessimoa conoscenza del mondo aereonautico. Per le altre cose ti ha risposto AFD
si ok.....xrò ragazzi a prescindere dalle colpe di questa situazione che si trascina da anni un pò più di rispetto per il mercato e x la clientela sarebbe servito quantomeno ad addolcire l'opinione pubblica.....xchè molti parlano male x un'italico vizio.......ma tanti altri xchè hanno vissuto sulla propria pelle decenni di disservizi,ritardi,cancellazio ni,scioperi più o meno lecit,i uniti talvolta, da alcuni del personale,ad una certa dose di menefreghismo ed arroganza.......della serie "tanto chi è importante è il mio datore";..e del cliente?? chi se ne frega....!!!...... ...

:roll: :roll: :roll: :roll: :roll: ...........

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 12 settembre 2008, 19:17

Non sono d'accordo perchè stai generalizzando e come se io che con la mi anuova 500 sono rimasto a piedi 3 volte in 5 mesi e dicessi tutti quelli della fiat sono st....

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 12 settembre 2008, 19:19

E poi scusa nessuno ti obbligava a volare az e se avevi dei problemi perchè non glielo hai detto?? Nel mio caso non comprero piu fiat tutto qui ma non vado a dire in giro che se la fiat fosse ecc.. ecc..

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 12 settembre 2008, 19:22

manca nessuno?

I Piloti Anpac Eurofly manifestano solidarieta' nei confronti dei colleghi
Alitalia anticipando la totale condivisione ed il pieno sostegno in ogni
eventuale indirizzo intrapreso dall'Associazione,
a tutela delle
prerogative di una categoria unita.


IL RAPPRESENTANTE
(nome omesso per privacy)

bicino
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 37
Iscritto il: 22 luglio 2006, 16:11

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da bicino » 12 settembre 2008, 19:22

peterfly 65 ha scritto:E poi scusa nessuno ti obbligava a volare az e se avevi dei problemi perchè non glielo hai detto?? Nel mio caso non comprero piu fiat tutto qui ma non vado a dire in giro che se la fiat fosse ecc.. ecc..
SEMPLICE!!!!!xchè la tratta che mi interessava la copriva solo e soltanto AZ!...e chissà xchè???parlo di un volo da MXP.....ora volo easyj e sono iper soddisfatto.....ma nn xchè è una low......xchè nn me ne frega nulla ........

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 12 settembre 2008, 19:24

ALITALIA: SCAJOLA, PIANO DURO MA E' L'UNICO POSSIBILE
NAPOLI - Il ministro per lo Sviluppo economico Claudio Scajola auspica una rapida ripresa della trattativa tra le parti sindacali sull'Alitalia, ritenendo che il confronto ''sia pur con sacrificio si possa chiudere in tempi brevi''. ''Mi auguro che la trattativa interrotta possa riprendere, altrimenti si va verso la definitiva liquidazione dela compagnia. Sappiamo che il piano industriale e' duro ma e' l'unico possibile'', dice il ministro. Scajola che oggi ha incontrato a Napoli il presidente della Regione Campania Antonio Bassolino per discutere anche dei lavoratori Atitech, sembra comunque ottimista: ''Senza entrare nel merito della storia recente di Alitalia, la realta' e' che la compagnia e' fallita, quindi non c'e' alternativa. Credo che pur con sacrificio la trattativa si possa chiudere in tempi brevi''. (ANSA)

ALITALIA: ATITECH; SCAJOLA, NON SUSSIDI MA RICOLLOCAZIONE
NAPOLI - ''Ai lavoratori di Atitech non dobbiamo dare sussidi ma ricollocarli nel tessuto produttivo''. Cosi' il ministro per lo Sviluppo economico Claudio Scajola ha anticipato a Napoli, dove oggi ha incontrato il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, il progetto di creazione di un polo mediterraneo di manutenzione aeronautica in cui andrebbero ricollocati i lavoratori di Atitech che resteranno fuori dalla nuova Alitalia. (ANSA).


ALITALIA: COMINCIATA INTERSINDACALE CON TUTTE LE NOVE SIGLE
ROMA - E' cominciata nella sede dell'associazione dei piloti, Anpac, la riunione intersindacale a cui partecipano tutte e nove le sigle presenti in Alitalia. Le organizzazioni dei lavoratori stanno lavorando per cercare di comporre una proposta univoca per riprendere il confronto sul salvataggio di Alitalia. (ANSA).

ALITALIA: MARCEGAGLIA, SITUAZIONE MOLTO COMPLESSA
BARI - ''La situazione della trattativa Alitalia e' complessa. Si sta lavorando, attenderei di sapere come vanno le cose. Commentare in questo momento e' difficile, auspichiamo che ci possa essere una soluzione''. Lo ha detto il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, incontrando i giornalisti nella sede dell'Associazione costruttori edili (Ance) di Puglia prima di presiedere una riunione con i vertici regionali ed i presidenti delle sezioni provinciali di Confindustria. ''In questo momento - ha aggiunto Marcegaglia - e' in corso una trattativa molto difficile. Veniamo da trent'anni in cui la societa' e' arrivata ad una situazione di collasso assoluto, e adesso qualsiasi scelta si faccia e' una scelta complicata''. ''Che sarebbe una trattativa complessa lo si prevedeva - ha concluso sull'argomento - ma che si arrivasse ad un muro contro muro si auspicava di no. Vediamo, immagino che entro stanotte si sapra' qualcosa''. (ANSA).

ALITALIA: FORMIGONI,RIPRENDERE TRATTATIVA O DRAMMA PER PAESE
GUBBIO - ''La speranza e' che, nella vicenda Alitalia, tutti tornino al tavolo delle trattative. Il fallimento del confronto sarebbe qualcosa di drammatico che comporterebbe il fallimento di Alitalia e un danno enorme per il sistema-Paese''. E' quanto sostiene il governatore della Lombardia Roberto Formigoni a margine del seminario di Fi a Gubbio. (ANSA).

ALITALIA: MARRAZZO, SPERO CHE SI RIESCA A RAGIONARE
CHIANCIANO TERME (SIENA) - ''Spero che a quel tavolo si riesca a ragionare''. E' l'auspicio espresso da Piero Marrazzo, presidente della Regione Lazio, nelle ore cruciali della trattativa su Alitalia. Arrivando alla festa dell'Udc, Marrazzo ribadisce ''la sua preoccupazione gia' espressa nei giorni scorsi''. ''Il problema - dice e' che piu' si va avanti nella trattativa e piu' sembra aumentare il numero degli esuberi. Io non ho mai tifato ne' a favore ne' contro, ma in questo momento sono con i lavoratori, con Fiumicino e per salvare l'Alitalia anche se mi sembra che i margini siano stretti. Ma mi do,mando: puo' un paese rinunciare a una compagnia di bandiera? e puo' la capitale rimanere con un sistema aereo portuale ai minimi termini? spero che a quel tavolo si riesca a ragionare''.Nei giorni scorsi il presidente della regione Lazio aveva manifestato la disponibilita' della Regione a intervenire per Alitalia. (ANSA).

ALITALIA: MANIFESTAZIONE ASSISTENTI VOLO A FIUMICINO
FIUMICINO - Al grido ''La cordata siamo noi. Dignita' e rispetto'', un gruppo di oltre cento assistenti di volo in borghese dalle 17,30 sta manifestando all'interno del Terminal della partenze internazionali. Hostess e stewards, scortati da polizia e carabinieri, si sono fermati davanti ai banchi del check in, urlando, saltando e battendo a piu' riprese le mani, pronunciando slogan di protesta. Gli assistenti di volo, invitano inoltre la categoria a ''stare a terra''. (ANSA).

ALITALIA: VOLI REGOLARI A FIUMICINO
FIUMICINO (ROMA) - La situazione del traffico aereo dell'Alitalia continua ad essere regolare a Fiumicino. Cosi' come avvenuto per l'intera mattinata, anche nel pomeriggio l'operativo voli della compagnia non registra variazioni di orario significative. Ad esclusione di un nutrito gruppo di assistenti di volo che, fuori dall'orario di lavoro, si sono riuniti davanti al varco equipaggi per seguire insieme l'evolversi della vicenda, tutti gli altri stanno regolarmente assicurando il servizio. (ANSA).

ALITALIA:ATTESA E TAM-TAM NOTIZIE TRA LAVORATORI A FIUMICINO
FIUMICINO (ROMA) - Sono ore di attesa, preoccupazione e speranza, quelle che si stanno vivendo nell'aeroporto di Fiumicino tra i dipendenti Alitalia. Mentre al varco equipaggi gli assistenti di volo si scambiano notizie che man mano arrivano da radio, agenzie e televisioni, gli altri, addetti ai banchi check-in, vengono informati dai loro colleghi tramite una sorta di tam-tam. ''Le notizie che arrivano sono poco rassicuranti - dice una giovane hostess di terra -. Anche se penso che poi alla fine politicamente l'Alitalia verra' salvata. Io comunque, che e' dal 2002 che lavoro per questa azienda con un contratto part-time, mi sono gia' guardata intorno per trovare un lavoro alternativo. Anche se convivo con un uomo che ha un lavoro sicuro, devo comunque far fronte a tutte quelle spese correnti come la rata per il mutuo della casa, le bollette e via dicendo. In cuor mio, spero che la compagnia continui a volare. Da quello che pero' ho capito leggendo sui giornali, la mia posizione di precario e' ad altissimo rischio: dovrei finire tra i primi ad essere tagliata. Che peccato - aggiunge senza nascondere un velo di tristezza - questo e' un lavoro che amo e mi sarebbe piaciuto continuare a farlo''. Tra gli assistenti di volo, un centinaio che stazionano nei pressi del varco equipaggi, sono in molti a voler sottolineare che quello che fanno non e' un lavoro da privilegiati. ''E' da 19 anni che volo con l'Alitalia - dice una hostess -. E, nonostante la lontananza da casa che ci impone e i pochi giorni che posso stare con la mia famiglia, amo questo lavoro e questa azienda. Se fallisce, le colpe vanno ricercate negli errori passati compiuti da chi era alla cloche della compagnia. I nostri voli sono sempre pieni. Se i conti sono in rosso, bisogna chiederlo a chi in passato ha preso certe decisioni come quella, ad esempio, di far volare gli MD11 sul lungo raggio''. ''Peccato che la trattativa di qualche mese fa con l'Air France sia fallita - aggiunge uno steward - avremmo potuto lavorare con persone preparate, che conoscono il trasporto aereo. Il contratto che ci ha prospettato la cordata di imprenditori italiani, fa chiaramente intendere che non conoscono a fondo la materia''. Tra hostess e steward, che per seguire gli sviluppi della vicenda sono rientrati dalle ferie o hanno preferito rinunciare al riposo a casa per stare insieme agli altri colleghi in aeroporto, in molti dicono che ''anche i passeggeri sono dalla nostra parte. Ieri - riferisce una hostess impiegata su una tratta nazionale - il nostro volo ha portato ritardo, eppure i passeggeri non si sono lamentati. Anzi. Alla fine del viaggio ci hanno fatto gli auguri. Queste - conclude - sono cose che in momenti come questo fanno davvero bene al cuore''. (ANSA).
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

370
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 132
Iscritto il: 16 febbraio 2008, 8:31

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da 370 » 12 settembre 2008, 19:26

Tralasciando ste manifestazioni di solidarietà...che novità dell' ultim'ora ci sono??

O meglio...ce ne sono?

Domanda (se ne avete già parlato, come non detto! :oops: :oops: ): è vero che dovete pagare tutto cash, da qualche giorno a questa parte?

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 12 settembre 2008, 19:27

airbusfamilydriver ha scritto:manca nessuno?
la neos che vi ha denunciato a bruxelles insieme a BA ed FR!
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da maksim » 12 settembre 2008, 19:27

bicino ha scritto: si ok.....xrò ragazzi a prescindere dalle colpe di questa situazione che si trascina da anni un pò più di rispetto per il mercato e x la clientela sarebbe servito quantomeno ad addolcire l'opinione pubblica.....xchè molti parlano male x un'italico vizio.......ma tanti altri xchè hanno vissuto sulla propria pelle decenni di disservizi,ritardi,cancellazio ni,scioperi più o meno lecit,i uniti talvolta, da alcuni del personale,ad una certa dose di menefreghismo ed arroganza.......della serie "tanto chi è importante è il mio datore";..e del cliente?? chi se ne frega....!!!...... ...

:roll: :roll: :roll: :roll: :roll: ...........
Il cliente si deve difendere dicendo: "allora i biglietti aerei vendili al tuo DATORE".
Da questo punto di vista, il mercato è giusto: ti dà la possibilità di mettere una croce sopra un prodotto che non ti soddisfa. E lo stesso vale per il caro prezzi. Aumentate i prezzi ? Bene, io taglio i consumi...
... e poi vediamo...
Lo "sciopero" del consumo è l' unico sciopero sensato per radrizzare la schiena a chi ha in mano i fili dell' economia...
Quelli di AZ rifiutarono AF e ora si meritano CAI !
Chi è causa del suo mal, pianga se stesso...
Sì, ok, fu Spinetta ad alzarsi dal tavolo...
...ma l'onestà intellettuale porta a mettere a fuoco come stavano veramente le cose: si fece tutto quello che era possibile fare per indurre Spinetta ad alzarsi dal tavolo...

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 12 settembre 2008, 19:28

370 ha scritto:Tralasciando ste manifestazioni di solidarietà...che novità dell' ultim'ora ci sono??

O meglio...ce ne sono?

Domanda (se ne avete già parlato, come non detto! :oops: :oops: ): è vero che dovete pagare tutto cash, da qualche giorno a questa parte?
io ho volato ultimamente e volo pure domani,e ancora nonh o visto pagare cash niente

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 12 settembre 2008, 19:29

maksim ha scritto: Chi è causa del suo mal, pianga se stesso...
Sì, ok, fu Spinetta ad alzarsi dal tavolo...
...ma l'onestà intellettuale porta a mettere a fuoco come stavano veramente le cose: si fece tutto quello che era possibile fare per indurre Spinetta ad alzarsi dal tavolo...
chissà se si alzarono perchè credettero a berlusconi che gli disse:tranquilli ho la cordata meno esuberi...è tutto apposto

l'errore è stato credergli

Avatar utente
Michele
FL 200
FL 200
Messaggi: 2490
Iscritto il: 24 agosto 2005, 10:40

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Michele » 12 settembre 2008, 19:31

I sindacati che credono a Berlusconi ma Daaaaiii :mrgreen:
RMKS////

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 12 settembre 2008, 19:32

bicino ha scritto:
peterfly 65 ha scritto:E poi scusa nessuno ti obbligava a volare az e se avevi dei problemi perchè non glielo hai detto?? Nel mio caso non comprero piu fiat tutto qui ma non vado a dire in giro che se la fiat fosse ecc.. ecc..
SEMPLICE!!!!!xchè la tratta che mi interessava la copriva solo e soltanto AZ!...e chissà xchè???parlo di un volo da MXP.....ora volo easyj e sono iper soddisfatto.....ma nn xchè è una low......xchè nn me ne frega nulla ........
Meno male che hai risolto il problema sono contento io con la mia 5oo no ma va bene uguale :D :D w easy jet

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da maksim » 12 settembre 2008, 19:35

airbusfamilydriver ha scritto:
maksim ha scritto: Chi è causa del suo mal, pianga se stesso...
Sì, ok, fu Spinetta ad alzarsi dal tavolo...
...ma l'onestà intellettuale porta a mettere a fuoco come stavano veramente le cose: si fece tutto quello che era possibile fare per indurre Spinetta ad alzarsi dal tavolo...
chissà se si alzarono perchè credettero a berlusconi che gli disse:tranquilli ho la cordata meno esuberi...è tutto apposto

l'errore è stato credergli
Mi sorprende la facilità con cui molta gente crede ai venditori di sogni ed illusioni.
Io personalmente ho molta più stima e credo di più ad uno che mi dice che "occorre versare lacrime e sangue"...

peterfly 65

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da peterfly 65 » 12 settembre 2008, 19:39

maksim ha scritto:
airbusfamilydriver ha scritto:
maksim ha scritto: Chi è causa del suo mal, pianga se stesso...
Sì, ok, fu Spinetta ad alzarsi dal tavolo...
...ma l'onestà intellettuale porta a mettere a fuoco come stavano veramente le cose: si fece tutto quello che era possibile fare per indurre Spinetta ad alzarsi dal tavolo...
chissà se si alzarono perchè credettero a berlusconi che gli disse:tranquilli ho la cordata meno esuberi...è tutto apposto

l'errore è stato credergli
Mi sorprende la facilità con cui molta gente crede ai venditori di sogni ed illusioni.
Io personalmente ho molta più stima e credo di più ad uno che mi dice che "occorre versare lacrime e sangue"...
Hai ragione infatti come diceva un grande è bello fare il frocio con il c**o degli altri.........poi io sono cpt az (quindi schifosamente privilegiato ho pure gli automezzi) mi sto vendendo casa per fare un'altra attività perchè non ne voglio piu sapere di aerei. Quindi se ti riferisci a me io il mio male lo sto passando. Ciao

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da maksim » 12 settembre 2008, 19:48

peterfly 65 ha scritto:Hai ragione infatti come diceva un grande è bello fare il frocio con il c**o degli altri.........poi io sono cpt az (quindi schifosamente privilegiato ho pure gli automezzi) mi sto vendendo casa per fare un'altra attività perchè non ne voglio piu sapere di aerei. Quindi se ti riferisci a me io il mio male lo sto passando. Ciao
C'è questa voce in giro dei "privilegi" dei dipendenti AZ.
Non lo so...
Di certo, mi scandalizzano molto di più i privilegi della casta...
Io mi riferivo a come è stato tattato il predecessore dell' attuale primo ministro che, a mio avviso, ha avuto il grande "torto" di dire che, se ci sono delle difficoltà, bisogna fare sacrifici...
...e, ispirato da questa filosofia, a mio avviso, aveva fatto la cosa giusta anche per quanto riguarda AZ: la scelta AF...
Ma, come dicono i "sondaggi" :), la gente preferisce chi dice: "Chiu pilu per tutti !"
E mo', beccatevi questa CAI !

370
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 132
Iscritto il: 16 febbraio 2008, 8:31

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da 370 » 12 settembre 2008, 20:01

airbusfamilydriver ha scritto:
370 ha scritto:Tralasciando ste manifestazioni di solidarietà...che novità dell' ultim'ora ci sono??

O meglio...ce ne sono?

Domanda (se ne avete già parlato, come non detto! :oops: :oops: ): è vero che dovete pagare tutto cash, da qualche giorno a questa parte?
io ho volato ultimamente e volo pure domani,e ancora non ho visto pagare cash niente
Grazie! :D

Beh...almeno questa è una notizia positiva!
Le casse si svuotano meno velocemente!

...e per chi vuol pensar male...se davvero non venisse trovato alcun accordo, il grounding si allontata di qualche giorno!

bicino
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 37
Iscritto il: 22 luglio 2006, 16:11

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da bicino » 12 settembre 2008, 20:21

ho appena vs tg di Rai1.....han fatto capire che c'è ancora uno spiroglio......io spero che si risolva tutto x il bene.....devono essere momenti di angoscia incredibili......

Mdx4
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 231
Iscritto il: 23 gennaio 2007, 17:08
Località: Roma
Contatta:

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Mdx4 » 12 settembre 2008, 20:28

bicino ha scritto:ho appena vs tg di Rai1.....han fatto capire che c'è ancora uno spiroglio......io spero che si risolva tutto x il bene.....devono essere momenti di angoscia incredibili......
Non è che c'e' uno spiraglio è che ora sono obbligati a far fare offerte pubbliche a tutti per l'acquisizione di Alitalia, vuoi vedere che rispunta AirFrance e si prende tutto con un bello sconto ?

Se vogliono rispondere a Lufthansa che ha appena fatto una offerta per comperare SAS..
http://www.bloomberg.com/apps/news?pid= ... fer=europe

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da maksim » 12 settembre 2008, 20:38

Mdx4 ha scritto:
bicino ha scritto:ho appena vs tg di Rai1.....han fatto capire che c'è ancora uno spiroglio......io spero che si risolva tutto x il bene.....devono essere momenti di angoscia incredibili......
Non è che c'e' uno spiraglio è che ora sono obbligati a far fare offerte pubbliche a tutti per l'acquisizione di Alitalia, vuoi vedere che rispunta AirFrance e si prende tutto con un bello sconto ?
Infatti.
Ad una cosa del genere ha anche alluso Veltroni:
alle stesse condizioni (prendersi la good company e lasciare la bad allo stato) potrebbero essere interessati anche altri soggetti oltre ai "coraggiosi" della cordata...

Mdx4
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 231
Iscritto il: 23 gennaio 2007, 17:08
Località: Roma
Contatta:

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Mdx4 » 12 settembre 2008, 20:58

maksim ha scritto:
Mdx4 ha scritto:
bicino ha scritto:ho appena vs tg di Rai1.....han fatto capire che c'è ancora uno spiroglio......io spero che si risolva tutto x il bene.....devono essere momenti di angoscia incredibili......
Non è che c'e' uno spiraglio è che ora sono obbligati a far fare offerte pubbliche a tutti per l'acquisizione di Alitalia, vuoi vedere che rispunta AirFrance e si prende tutto con un bello sconto ?
Infatti.
Ad una cosa del genere ha anche alluso Veltroni:
alle stesse condizioni (prendersi la good company e lasciare la bad allo stato) potrebbero essere interessati anche altri soggetti oltre ai "coraggiosi" della cordata...
Beh scopo dei coraggiosi è prendere una compagnia con delle condizioni ultra-vantaggiose e poi rivenderla magari proprio ad AirFrance.
Per fare una bella cresta sopra e avranno moneta spendibile nei confronti del governo :)

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 12 settembre 2008, 21:11

la vergogna non sanno più cosa sia
ecco cosa consiglia il nostro PARLAMENTARE PILOTA DA 2 TRATTE AL MESE

per chi non lo sapesse l'on martini è cpt az

ALITALIA: MARTINI, ADEGUARE STIPENDI A COMPAGNIE LOW COST =
PIANO GOVERNO E' UNICA POSSIBILITA'
Roma, 12 set. - (Adnkronos) - Luigi Martini, ex parlamentare e ex responsabile trasporti di Alleanza nazionale, commenta all'ADNKRONOS il piano varato dal governo su Alitalia. Un piano che per Martini "e' l'unica possibilita' che c'e' di avere una compagnia in Italia che possa sostituire Alitalia perche' puo' competere con le compagnie che oggi hanno conquistato il mercato italiano", compagnie come Ryanair e EasyJet. Ma l'ex deputato di An avverte che se la compagnia vorra' essere competitiva si dovranno prima di tutto "rivedere i contratti dei lavoratori" per adeguarli a quelli delle compagnie low cost che, per Martini, hanno tolto una grande fetta di mercato aereo ad Alitalia. Stipendi piu' bassi, quindi, come sacrificio iniziale per risollevare l'azienda dal fallimento. "D'altronde -sottolinea l'ex calciatore della Lazio- quando una compagnia fallisce si deve riconquistare il mercato dal gradino piu' basso". "La nostra compagnia di bandiera -spiega l'ex pilota Alitalia- deve prima si tutto cambiare mentalita'. Capisco che sara' doloroso e traumatico, ma e' necessario per tornare a competere. Alitalia fino a ieri era un'azienda fuori dal tempo, gestita dal Tesoro che nominava i manager, i quali avevano rapporti con i sindacati tali da averli abituati ad essere parte integrante e condizionante delle scelte del managment. E proprio questa mentalita' e' stato il problema piu' grande di Alitalia, che l'ha costretta a non cambiare". (segue) (Vco/Ct/Adnkronos) 12-SET-08

Avatar utente
fredain
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 208
Iscritto il: 2 gennaio 2007, 18:30
Località: MARINACCAD :(

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da fredain » 12 settembre 2008, 21:18

Ho letto anche io. Nonostante il disonorevole Martini sia stato ampiamente sputtanato sul libro di Rizzo e Stella continua a parlare.

EDIT: però a legger bene qualcosa di giusto l'ha detto. Il problema è da quale pulpito, dico io...
- - - -- 9° AUPC MM -- - - -

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 12 settembre 2008, 21:20

fredain ha scritto:Ho letto anche io. Nonostante il disonorevole Martini sia stato ampiamente sputtanato sul libro di Rizzo e Stella continua a parlare.

EDIT: però a legger bene qualcosa di giusto l'ha detto. Il problema è da quale pulpito, dico io...
dimentica di dire che i stipendi sarebbero da low cost(magari questo è peggio) ma i biglietti aumenterebbero di prezzo grazie alle leggina anti-trust e grazie al quasi monopolio su certe rotte,e grazie alf atto che manderanno via fr da ciampino,la manderanno a viterbo,o andrà via,quindi cai non avrà concorrenza
sono capace pure io così

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 12 settembre 2008, 21:22

PRESS RELAESE FROM APPLA (PORTUGUESE AIRLINE PILOTS ASSOCIATION) AND
SPAC (PORTUGUESE CIVIL PILOTS UNION)

After the declared bankruptcy of the italian airline Alitalia, and in
a quest to inflict in the employees the effects of several years of
poor management, the Pilots all across Europe are showing extreme
solidarity to their Italian fellow colleagues, in what is considered
to be an attempt against professional airline Pilots and their careers.

In fact, and according to the Press Release from ECA - European
Cockpit Association, which we attached, the demand and specifications
of the Pilots working practices are in stake not allowing for a single
contract.

APPLA and SPAC hereby show their total understanding and solidarity
with their Italian colleagues.

APPLA and SPAC
PORTUGAL

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 12 settembre 2008, 21:24

fredain ha scritto:Ho letto anche io. Nonostante il disonorevole Martini sia stato ampiamente sputtanato sul libro di Rizzo e Stella continua a parlare.

EDIT: però a legger bene qualcosa di giusto l'ha detto. Il problema è da quale pulpito, dico io...
In FR un comandante base ciampino prende 10/11K al mese e non paga una lira di tasse.
Dove firmo?

Avatar utente
Emiliano
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 925
Iscritto il: 20 ottobre 2006, 0:06
Località: LIRF

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Emiliano » 12 settembre 2008, 21:25

Piccola riflessione nell'amarezza generale...

Purtroppo ad un imprenditore interessa il profitto e non la filantropia...

Detto ciò CAI sta perseguendo questo obiettivo ma la cosa più grave è che l'azionista glielo sta ampiamente permettendo svendendo di fatto la compagnia (dato che i debiti sono stati messi da parte)...

In genere quando si vende si cerca di spuntare il prezzo + alto o no?

Qui si va all'opposto!

Perché nessuno dice niente su questo....


We've guided missiles, but unguided men. (M.L.King)


Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Bloccato