Domanda per Brandon.

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
na.date
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 27 settembre 2012, 22:29

Domanda per Brandon.

Messaggio da na.date » 19 novembre 2012, 21:20

Ciao carissimo, in primis ti saluto dopo il mio viaggio di nozze dove ho preso ben tre aerei!!! Brevi tratte ma già è' qualcosa! Devo dirti che tutti i preconcetti che avevo sulle compagnie sono caduti, infatti ho volato in un bellissimo aereo della Air Berlin, con la simulazione in 3D del volo, che figata! Mentre invece i mezzi Alitalia e Lufthansa erano veramente antidiluviani!! Per non parlare dei pasti!! Air Berlin li straccia!
comunque torniamo a noi, cosa e' successo tecnicamente sul volo da Rio a Milano, che è' sulla ribalta su tutti i mezzi di comunicazione esistenti? Come e' possibile attraversare una perturbazione così forte, c'è' chi scrive che capita una volta su un milione, senza che i sofisticati strumenti di bordo e di terra se ne accorgano? È come e' possibile un "vuoto d'aria" sposti un mezzo del genere di tremila metri?
Inoltre ho letto anche gli articoli sui piloti che hanno confessato di essersi addormentati in volo....può realmente capitare, e' possibile che le compagnie in barba a tutte le regole di buon senso e sicurezza facciano fare turni così massacranti di oltre 15 ore.....?
Io credo che sia una vergogna, per carità le maledette regole del mercato sono purtroppo una realtà, ma ci sono professioni e professioni....i piloti non sono semplici dipendenti, credo a sempre a mio avviso, ma professionisti anche responsabili di vite altrui, oltre che della propria! Ovviamente questo vale per tante altre professioni.
Ti abbraccio, a presto e spero di vero cuore di viaggiare con te prima o poi. È sempre grazie per l'aiuto che insieme ad altri mi avete dato.

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2191
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da la franci » 19 novembre 2012, 21:37

na.date ha scritto: Come e' possibile attraversare una perturbazione così forte, c'è' chi scrive che capita una volta su un milione,
Se ben ricordo le notizie è successo più o meno l'anno scorso sempre a ridosso delle coste degli USA... quindi, tenendo conto tutti i voli quotidiani, in realtà la percentuale è di molto inferiore di uno su un milione!!!!

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6872
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da **F@b!0** » 19 novembre 2012, 21:44

intervengo solo per dire che il "vuoto d'aria" è stato di circa 1000 piedi (circa 300 metri), che è molto lo stesso, ma quello 0 in meno ridimensiona di tanto!
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

na.date
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 27 settembre 2012, 22:29

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da na.date » 19 novembre 2012, 21:47

http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/ ... 23037.html


Lo dice la stampa.....l'ansa........proprio perché ne hanno dette di tutti i colori chiedo a Brandon che è pilota.......

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6872
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da **F@b!0** » 19 novembre 2012, 21:51

si, lo so che c'è scritto! :roll: :roll:

ma leggi qui! http://avherald.com/h?article=45946d01&opt=0 :mrgreen:
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

na.date
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 27 settembre 2012, 22:29

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da na.date » 19 novembre 2012, 22:01

Ma anche qui nei commenti c'è chi dubita.......

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6872
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da **F@b!0** » 19 novembre 2012, 22:08

na.date ha scritto:Ma anche qui nei commenti c'è chi dubita.......
c'è poco da dubitare, credo che sia facile intuire che un "vuoto d'aria" di 3000 metri non farebbe feriti, si staccherebbe proprio l'ala dell'aereo per la sollecitazione!
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

na.date
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 27 settembre 2012, 22:29

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da na.date » 19 novembre 2012, 22:24

Infatti, lo pensavo anche io....... 3000 sono un po' tantini.....è che la stampa e i siti ne stanno dicendo tante, volevo sentire qualche commento tecnico.....proprio ora che stavo migliorando non fanno altro che terrorizzare!

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6872
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da **F@b!0** » 19 novembre 2012, 22:37

na.date ha scritto:Infatti, lo pensavo anche io....... 3000 sono un po' tantini.....è che la stampa e i siti ne stanno dicendo tante, volevo sentire qualche commento tecnico.....proprio ora che stavo migliorando non fanno altro che terrorizzare!
infatti c'ho pensato 1000 volte prima di scrivere l'ultimo commento perchè so che tu hai combattuto la Paura di volare e in poi siamo in PdV, ma poi ho pensato che stavo solo dimostrando che una turbolenza del genere è inverosimile!
tu quando leggi notizie come quella in questione non terrorizzarti, puoi fare un salto sul forum e leggere (o chiedere) il nostro punto di vista, non perchè quello che viene detto qui è legge, ma solo perchè qui c'è gente leggermente più competente in materia di molti dei giornalisti che parlano di aeronautica, che può dare spiegazioni sui più diversi eventi e può "porre rimedio" ad eventuali castronerie della stampa!
il fatto di trovare lo stesso dato su più giornali è dovuto al fatto che se viene riportata una notizia dall'ANSA o dall'AGI, tutti prendono le parole come verità assolute, queste 2 agenzie di stampa non sbagliano mai, per cui prendiamo spunto da loro e abbiamo il c**o parato! ed invece si scopre che anche loro 2 fanno errori! :roll: :roll: :wink:
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

na.date
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 27 settembre 2012, 22:29

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da na.date » 19 novembre 2012, 23:10

Ma infatti, figurati....comunque io non ho battuto la paura di volare, la sto lentamente battendo.....non ti nego che prima del volo Monaco Napoli, ho avuto un piccolo attacco di panico che ho battuto svaligiando un negozio dell'aeroporto di Monaco, davvero niente male.......un gran bel aeroporto.....però se ci penso ora.....400€.....mi viene ancora più ansia!!!!
Arriverò comunque al punto di prendere un brevetto.....questo mondo mi affascina sempre di più......

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15493
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da JT8D » 19 novembre 2012, 23:52

Caro na.date, oggi ne ho sentite di tutti i colori su questo fatto. Scordiamoci i tremila metri, che sono una idiozia giornalistica. Alcune fonti qualificate (AvHerald prima citato) riportano 1000 piedi, vedremo poi quale sarà il dato esatto, ma 3000 metri è una falsità. Al limite posso iniziare a credere a 3000 piedi, che è già comunque molto. Il "Vuoto d'Aria" non esiste, nonostante oggi tutti i giornalisti abbiano usato questo termine, esistono le turbolenze, e quella di oggi è stata forte. A dimostrazione dell'estrema sicurezza del volo, vedi che l'aereo, nonostante la forte turbolenza, non ha subito il minimo danno e non ha avuto il minimo problema, essendo costruito per resistere a sollecitazioni enormemente maggiori: infatti hanno proseguito il volo tranquillamente fino a destinazione. Non hanno incontrato una perturbazione, probabilmente sono incorsi un una CAT (Clear Air Turbulence), che non è accopagnata da nubi e non è prevedibile. E' un fenomeno non frequentissimo, ma può capitare: motivo per cui quando si è seduti occorre sempre tenere allacciate le cinture.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1973
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da camicius » 19 novembre 2012, 23:56

na.date ha scritto:Infatti, lo pensavo anche io....... 3000 sono un po' tantini.....è che la stampa e i siti ne stanno dicendo tante, volevo sentire qualche commento tecnico.....proprio ora che stavo migliorando non fanno altro che terrorizzare!
Parti dall'idea che quanto scrive la stampa su cose tecniche per la maggior parte cavolate.
Anche perché non viene ricercata l'informazione corretta, ma quella che fa vendere più copie.

Questo è un bel posto per verificare le notizie aeronautiche, soprattutto se riguardano problemi e incidenti che ti mettono in ansia.

Se ti viene ansia per questa notizia, apri flightradar24 e guarda quanti aerei volano adesso. Oppure guarda questo video, moltiplica per 365. Ecco, se anche ne succedesse una all'anno nonostante tutti questi voli, non sarebbe il caso di preoccuparsi.
E comunque, non si è fatto male grave nessuno, e l'aereo non ha un graffio, tanto che si sono fatti la tratta completa. Se ci fosse stato qualcuno ferito grave o sospetti che una parte dell'aereo avesse subito danni, non avrebbero continuato la traversata...

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da FAS » 20 novembre 2012, 6:32

na.date ha scritto: infatti ho volato in un bellissimo aereo della Air Berlin, con la simulazione in 3D del volo, che figata! Mentre invece i mezzi Alitalia e Lufthansa erano veramente antidiluviani!!
con antidiluviano vuoi intendere l'assenza della simulazione in 3D del volo......?!?!?!
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
MarcoGT
Software Integration Engineer
Software Integration Engineer
Messaggi: 3987
Iscritto il: 8 dicembre 2007, 9:28

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da MarcoGT » 20 novembre 2012, 8:16

FAS ha scritto: con antidiluviano vuoi intendere l'assenza della simulazione in 3D del volo......?!?!?!
Tra l'altro sulla MUC-NAP penso venga usato un 320 o 321, no?

na.date
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 27 settembre 2012, 22:29

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da na.date » 20 novembre 2012, 8:54

Ciao a tutti,

Md80 il motivo per cui ho scritto sul forum e' proprio nasce proprio dal fatto che seppur profondamente in materia, mi sono reso conto di aver letto molte baggianate......è ne volevo conferma....ma che cosa è di preciso una CAT???
E perché non si vede?

Il mezzo era un 319.

Per antidiluviano intendo che non avevano neanche ai monitor......i sediolini erano tutti rovinati, gli oblò graffiati.......soprattutto su Lufthansa !!

Ciao attutì e grazie!!!!!!

Avatar utente
MarcoGT
Software Integration Engineer
Software Integration Engineer
Messaggi: 3987
Iscritto il: 8 dicembre 2007, 9:28

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da MarcoGT » 20 novembre 2012, 8:59

na.date ha scritto: Il mezzo era un 319.

Per antidiluviano intendo che non avevano neanche ai monitor......i sediolini erano tutti rovinati, gli oblò graffiati.......soprattutto su Lufthansa !!

Ciao attutì e grazie!!!!!!
Beh dai, non credo che per un volo di 1h30 min (circa) ti servano i monitor
Cosa intendi per sedili rovinati e oblò graffiati?

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1973
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da camicius » 20 novembre 2012, 9:13

na.date ha scritto:Ciao a tutti,

Md80 il motivo per cui ho scritto sul forum e' proprio nasce proprio dal fatto che seppur profondamente in materia, mi sono reso conto di aver letto molte baggianate......è ne volevo conferma....ma che cosa è di preciso una CAT???
E perché non si vede?
CAT sta per Clear Air Turbolence, ovvero turbolenza in aria serena.

Non si vede perché è semplicemente una massa di aria (che è trasparente) che sale o che scende rispetto all'aria circostante.

Mentre invece le "normali" turbolenze sono associate a nuvole o ad altri fenomeni atmosferici (ad esempio temporali) e quindi sono rilevabili.
Fortunatamente non sono molto comuni, e non sono pericolose per l'aereo. L'unica cosa che può capitare è che la gente non legata sbatte una craniata sulle cappelliere, e che qualcuno si può rovesciare il caffè.
Che poi è quello che è successo...

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da FAS » 20 novembre 2012, 9:17

na.date ha scritto:Per antidiluviano intendo che non avevano neanche ai monitor......
!!!!!!
a ok...beh allora si magari é stato utilizzato duranti le guerre puniche
na.date ha scritto:i sediolini erano tutti rovinati, gli oblò graffiati.......soprattutto su Lufthansa !!
non ci credo....sono sempre pulitissimi e le strutture secondarie sono state rinnovate da poco su tutta la flotta
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da flyingbrandon » 20 novembre 2012, 9:24

na.date ha scritto: comunque torniamo a noi, cosa e' successo tecnicamente sul volo da Rio a Milano, che è' sulla ribalta su tutti i mezzi di comunicazione esistenti? Come e' possibile attraversare una perturbazione così forte, c'è' chi scrive che capita una volta su un milione, senza che i sofisticati strumenti di bordo e di terra se ne accorgano? È come e' possibile un "vuoto d'aria" sposti un mezzo del genere di tremila metri?
È possibile attraversare zone di turbolenza senza esserne a conoscenza. Se non ci sono riporti sulla stessa rotta, se non ci sono CB in quella zona, ci possono essere delle zone di turbolenza (CAT) in aria "chiara". Cadere per 3 km mi sembra eccessivo...e da 3000m siamo già arrivati a 300m. Penso che se fosse caduto da 3 km i passeggeri senza cintura sarebbero stati trovati all'interno delle cappelliere. Pare una battuta ma non lo è. Successe su un dornier 328 della minerva per una turbolenza severa ma senza alcun danno alla struttura e alle persone se non per questa signora che non aveva allacciato le cinture ed è finita con la testa dentro la cappelliera. I danni, in questi casi, spesso sono dovuti al fatto che non ti allacci le cinture e non perché ti ferisce la struttura dell'aereo...quindi dal punto di vista tuo, del leggermente pauroso, direi che rappresenta un'altra dimostrazione del fatto che il "mondo aereo" è un sistema sicuro...non infallibile ma sicuro.
na.date ha scritto: Inoltre ho letto anche gli articoli sui piloti che hanno confessato di essersi addormentati in volo....può realmente capitare, e' possibile che le compagnie in barba a tutte le regole di buon senso e sicurezza facciano fare turni così massacranti di oltre 15 ore.....?
Io credo che sia una vergogna, per carità le maledette regole del mercato sono purtroppo una realtà, ma ci sono professioni e professioni....i piloti non sono semplici dipendenti, credo a sempre a mio avviso, ma professionisti anche responsabili di vite altrui, oltre che della propria! Ovviamente questo vale per tante altre professioni.
Ti abbraccio, a presto e spero di vero cuore di viaggiare con te prima o poi. È sempre grazie per l'aiuto che insieme ad altri mi avete dato.
Questo è un altro capitolo. Abbiamo lo sgomento delle persone che dice "poveretti"...con la responsabilità che hanno non è possibile che le compagnie facciano tutto questo. Ma sono le stesse persone che ti aggrediscono quando arrivi all'11esima ora di servizio perché magari sei in ritardo di 30minuti per un qualsiasi disguido...quasi pensassero che, per noi, fare ritardo possa portare un qualche vantaggio...gli stessi che pensano che in cabina ci siano dei baristi volanti e la davanti due scimmie che schiacciano bottoni. Le compagnie sono attente all'aspetto economico RICHIESTO dai passeggeri. Una normativa non coprirà mai tutte i possibili motivi di stanchezza ed è nostra responsabilità decidere se si è in grado di volare o meno. Alitalia ha introdotto sul manuale operativo la possibilità di fare un "pisolino" anche sul medio raggio....altre compagnie ancora no e altre ancora non so. Alitalia stessa, a detta di alcuni colleghi, anni fa poteva prendere provvedimenti di licenziamento se ti fossi addormentato in volo. In tutta onestà è normale che si debba trovare un equilibrio tra tutti i componenti il sistema "aeronautico" , passeggeri compresi, che permetta di fare profitto da una parte e concedere i giusti turni di lavoro ai lavoratori. Ma come potrai ben intuire quando guadagni da una parte perdi dall'altra. Diciamo che ci sarebbero delle "attenzioni" da parte dell'azienda che non richiederebbero una spesa ma...chissà perché...non vengono minimamente attuate, aumentando così la possibilità di stanchezza e stress operativo. Ma questa mia risposta non vuole essere di denuncia....quindi mi fermo qua. L'aspetto però importante è , per come la vedo io, che siamo persone e non ho bisogno di regolamenti o concessioni per "decidere". Non aspetto che una legge tuteli il mio diritto a schiacciare un pisolino durante le ore di lavoro se capisco di non essere piu in grado di farlo bene. Parli con il collega e chiedi cortesemente se è in grado di fare tutto lui per una ventina di minuti. Io non ho mai dormito in aereo, ma ho spesso offerto io stesso la possibilità di farlo ad un collega "cotto". Per questo sostengo sempre che lo spunto di cambiamento deve partire da noi stessi. Quando sono in altri ambiti mi ricordo cosa accade a me quando lavoro. Non conta quanto ho pagato...so che un servizio mi spetta e se non lo ottengo chiedo un risarcimento ma non mi accanisco con chi sta facendo il lavoro in quel momento. Troverai un sacco di articoli di gente imbufalita per ritardi perché l'equipaggio era "stanco" ...è sceso dall'aereo...era fuori ore...e siccome la gente aveva pagato e aspettava da 4 ore si sentiva in diritto di "incazzarsi pesantemente". Se questa gente prendesse coscienza che il mondo che ti gira intorno spinge affinché tu faccia sempre di più...e che questo porta a stanchezza...non parlo solo di piloti...medici, poliziotti, e altre 10000 categorie di lavoratori, va da sé che dovresti solo essere felice che io non prenda in mano, insieme alla mia, la tua vita a qualsiasi prezzo. Voglio infine aggiungere che in questo periodo vorrebbero, legalmente, aumentare le ore di servizio e per questo saltano fuori gli articoli in questione. La notizia fa scalpore...se mi lamento con i turni non succede niente...se dico ad un giornalista che abbiamo fatto un autoland perché incapaci di compiere l'atterraggio a mano è un'altra. Magari quel "addormentati ai comandi" non è una situazione di pericolo ma solo un pisolino in accordo al collega perchè si è stanchi.Stiamo cercando di cambiare determinate cose , sia per renderlo piu sicuro a voi, sia perché non voglio io morire a 43 anni o avere una qualità di vita pessima. Se ognuno ci mettesse del suo....beh forse! In attesa continuo ad agire come ho sempre fatto...seguendo me e il mio istinto...e per quello che vedo c'è tanta gente come me.
Ciao!
Ciao
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

na.date
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 27 settembre 2012, 22:29

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da na.date » 20 novembre 2012, 9:59

Buongiorno,

In primis rispondo a FAS....credimi, non capisco per ne dovrei dirti una bugia......proprio perché sono uno che se la fa un po' sotto, guardo tutti i dettagli e ti dico che l'interno dell'aereo non era ben tenuto....lo so che non influisce assolutamente sulla sicurezza del volo, non sono così scemo, però neanche bugiardo......credo che un aereo che ha quasi vent'anni può avere qualche piccola pecca estetica....

Caro Brandon, grazie per le tue spiegazioni. La questione riposo e' molto interessante ed importante. Dovrebbe essere approfondita nelle sedi competenti.

Ciao a tutti!

na.date
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 27 settembre 2012, 22:29

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da na.date » 20 novembre 2012, 10:07

Mamma mia camicius ma il flight radar e' bellissimo!!

Grazie per questa chicca, già aggiunto ai preferiti!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da flyingbrandon » 20 novembre 2012, 10:11

na.date ha scritto:
Caro Brandon, grazie per le tue spiegazioni. La questione riposo e' molto interessante ed importante. Dovrebbe essere approfondita nelle sedi competenti.

Ciao a tutti!
Lo stiamo facendo come categoria...ma la cosa che nel frattempo ti può tranquillizzare è che, in ogni caso, non aspetto che qualcosa o qualcuno obblighi la compagnia a prendere consapevolezza del problema...e come me anche gli altri.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
328gts
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 665
Iscritto il: 1 giugno 2012, 8:41

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da 328gts » 20 novembre 2012, 10:35

flyingbrandon ha scritto:
na.date ha scritto:
na.date ha scritto:
Io non ho mai dormito in aereo,
Brandon come mai non riesci a dormire in aereo ? Ansioso ?? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted:

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da FAS » 20 novembre 2012, 11:00

na.date ha scritto:......credo che un aereo che ha quasi vent'anni può avere qualche piccola pecca estetica....
i velivoli della flotta DLH non hanno cosi tanti anni....
su nap operano i 319* (35 macchine) ed i 321* (61 macchine) che hanno una etá media rispettivamente di 11.3 e 8.3 anni


Ripeto che la struttura secondaria é stata rinnovata su tutta la flotta degli AIB single aisle a partire dal giugno 2011.

Quando la struttura secondaria é sporca bisogna fare riferimento ai pax porci che la rendono tale

*note
319 primo consegnato 19-07-1996
321 primo consegnato 27-01-1994
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da flyingbrandon » 20 novembre 2012, 11:10

328gts ha scritto:[

Brandon come mai non riesci a dormire in aereo ? Ansioso ?? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted:
No è che lo trovo davvero ancora emozionante. :D
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8449
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da mcgyver79 » 20 novembre 2012, 11:21

Se qualcuno volesse approfondire il discorso della stanchezza ecco il documento ufficiale della ECA: http://www.eurocockpit.be/sites/default ... 1107_f.pdf

Ciaooooo.
McGyver

Avatar utente
328gts
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 665
Iscritto il: 1 giugno 2012, 8:41

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da 328gts » 20 novembre 2012, 14:32

flyingbrandon ha scritto:
328gts ha scritto:[

Brandon come mai non riesci a dormire in aereo ? Ansioso ?? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :twisted: :twisted: :twisted: :twisted:
No è che lo trovo davvero ancora emozionante. :D
Ciao!
Gran bella risposta :wink:

na.date
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 27 settembre 2012, 22:29

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da na.date » 20 novembre 2012, 15:00

flyingbrandon ha scritto:
na.date ha scritto:
Caro Brandon, grazie per le tue spiegazioni. La questione riposo e' molto interessante ed importante. Dovrebbe essere approfondita nelle sedi competenti.

Ciao a tutti!
Lo stiamo facendo come categoria...ma la cosa che nel frattempo ti può tranquillizzare è che, in ogni caso, non aspetto che qualcosa o qualcuno obblighi la compagnia a prendere consapevolezza del problema...e come me anche gli altri.
Ciao!
Ciao Brandon la domanda fatta non era per ansia, non ho bisogno di tranquillizzarmi, anzi....sono sempre piu sereno in aereo. ne facevo un discorso di natura sociale. mi è sembrato alquanto strano leggere di turni cosi massacranti per questa la tua categoria di lavoratori. tutti qui. non puoi negare che il colpo di sonno in aereo suona strano. tutto qui. ormai nn utilizzo più il forum solo per paura. anche per informarmi su un mondo che ha sempre destato in me forti sentimenti e sensazioni, come l'ammirazione e la paura, ma del quale non ho mai saputo nulla, con un livello di ignoranza che fino a poco tempo fa mi faceva pensare che gli aerei fossero "sospesi" e che semmai volassero per gli incantesimi di qualche stregone!

ciao ciao!

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da FAS » 21 novembre 2012, 11:02

mcgyver79 ha scritto:Se qualcuno volesse approfondire il discorso della stanchezza ecco il documento ufficiale della ECA: http://www.eurocockpit.be/sites/default ... 1107_f.pdf

Ciaooooo.
La fatica é sicuro un problema!
la lettura riporta: “..% of pilot did have a short sleep in the aircraft. This shocking event …”.

Scusate ma cosa c'è di scioccante?
In molte compagnie aeree applicano una policy che permette nelle fasi di prolungata crociera ad un pilota di riposare (schiacciare un pisolino, ....take a short nap) mentre l'altro controlla la strumentazione

Secondo me é una strategia molto valida. Meglio che avere un pilota stanco.
Se consideriamo il numero di piloti che ha avuto il suo momento di relax ed il numero di voli long range ma anche i medium range non vi è motivo di rimanere scioccati....ma de che?

Queste notizie sono solo per creare scompensi mentali nelle persone che non sono familiari con le procedure.
Magari il mio giardiniere pensa che il pilota si addormenta mentre é in fase di atterraggio.....

Questi report vogliono solo creare argomenti emozionali contro le nuove regole

Comunque la fatica è la causa di molti incidenti, ma bisogna discuterne senza emozionarsi......
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8449
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da mcgyver79 » 21 novembre 2012, 11:34

E io la penso come te, anzi il fatto di avere un crew di condotta con almeno due persone + tutta la strumentazione a supporto è molto più sicuro che un mezzo di trasporto a terra con un solo conducente (e la stanchezza non manca neanche lì).

Ciaooooo.
McGyver

na.date
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 27 settembre 2012, 22:29

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da na.date » 21 novembre 2012, 12:23

FAS ha scritto:
mcgyver79 ha scritto:Se qualcuno volesse approfondire il discorso della stanchezza ecco il documento ufficiale della ECA: http://www.eurocockpit.be/sites/default ... 1107_f.pdf

Ciaooooo.
La fatica é sicuro un problema!
la lettura riporta: “..% of pilot did have a short sleep in the aircraft. This shocking event …”.

Scusate ma cosa c'è di scioccante?
In molte compagnie aeree applicano una policy che permette nelle fasi di prolungata crociera ad un pilota di riposare (schiacciare un pisolino, ....take a short nap) mentre l'altro controlla la strumentazione

Secondo me é una strategia molto valida. Meglio che avere un pilota stanco.
Se consideriamo il numero di piloti che ha avuto il suo momento di relax ed il numero di voli long range ma anche i medium range non vi è motivo di rimanere scioccati....ma de che?

Queste notizie sono solo per creare scompensi mentali nelle persone che non sono familiari con le procedure.
Magari il mio giardiniere pensa che il pilota si addormenta mentre é in fase di atterraggio.....

Questi report vogliono solo creare argomenti emozionali contro le nuove regole

Comunque la fatica è la causa di molti incidenti, ma bisogna discuterne senza emozionarsi......
Ciao FAS, ma io non sono assolutamente scioccato, immagino tranquillamente che l'autista di una scuolabus che guida da Reggio Calabria a Milano, dopo un pasto all'autogrill, dove semmai si è bevuto anche un paio di birre, è più pericoloso dell'argomento in oggetto. però le mie domande sono nate dal fatto che esistono un miliardo di procedure di sicurezza a volo (ultimamente mi ero dimenticato mezzo shampoo nella borsa e me lo hanno fatto buttare) alcune quasi ridicole (poi ti fanno salire con gli accendini a bordo....ma lasciamo stare) e poi si sottopongono i piloti a ritmi cosi stressanti....tutto qui, mi sembra un po' un controsenso......
e poi ti dico la verità, almeno per me.......questo mondo è stupendo.....veramente "ultraterreno", scusami il penoso gioco di parole.....trovo molto bello approfondirlo.......in tutti i suoi aspetti.......tecnici e sociali!

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15493
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Domanda per Brandon.

Messaggio da JT8D » 21 novembre 2012, 21:14

Assolutamente d'accordo con quanto scritto da FAS: gli articoli apparsi sui media riguardo la stanchezza dei Piloti erano assolutamente criticabili, volti solo a creare scompiglio e paura in un lettore non esperto di aviazione, diffondendo l'idea che i Piloti si addormentano di continuo e che volare è rischioso. Come al solito non possiamo pretendere molto... ormai lo sappiamo quanto sono di bassissimo livello gli articoli sull'aviazione sui media non specializzati.

Parlandone in modo serio, la fatica operazionale dei Piloti è senza dubbio un argomento importantissimo, che va analizzato bene, senza creare falsi allarmismi, ma anche dando la giusta importanza ad un aspetto fondamentale della sicurezza, che è innegabile è stato una delle cause che ha contribuito ad alcuni incidenti. Senza dubbio è meglio un Pilota che ha la possibilità di riposarsi un minimo durante il volo (cosa come è già stato detta permessa da alcune compagnie), piuttosto che due Piloti stanchissimi. In tutta Europa i Piloti si stanno battendo per evitare che venga aumentato ulteriormente il numero di ore di servizio, perchè la sicurezza deve essere sempre in primo piano.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Rispondi