Boeing colpita da virus Wannacry

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3714
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da danko156 » 29 marzo 2018, 9:27

Boeing colpita da virus Wannacry, a rischio software aerei
La compagnia aerea conferma ma minimizza: «Intaccato un numero limitato di sistemi: nessun impatto sulla produzione»
http://www.corriere.it/spettacoli/18_ma ... 7e9f.shtml

A parte l'errore (direi ORRORE) dei giornalisti del Corriere, quali danni potrebbe realmente causare questo virus alla boeing?
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10179
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da richelieu » 29 marzo 2018, 9:57

Altre fonti ..... probabilmente un pò più attendibili del 'Corrierone' .....

..... https://www.flightglobal.com/news/artic ... on-447179/ .....

..... https://www.seattletimes.com/business/b ... roduction/ .....

Avatar utente
andwork
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 26 dicembre 2006, 19:14
Località: Rosà (VI)

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da andwork » 29 marzo 2018, 21:45

La Boeing non ha installato le patch per evitare l'infezione rilasciate da Microsoft a maggio 2017. A marzo 2018 hanno beccato il virus. Ma il reparto IT dormiva ?
Se usano questa leggerezza anche per fare gli aerei, siamo messi bene.

Poi, per dirla tutta: la backdoor sfruttata da wannacry è stata creata dal governo americano per spiare i sistemi remoti stranieri. Hanno fatto danni anche in terra americana. Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

anonymous12345

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da anonymous12345 » 30 marzo 2018, 11:22

In campo industriale spesso se non si aggiorna è per incompatibilità di qualche applicazione con le versioni più recenti del SO..

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da tartan » 30 marzo 2018, 14:04

Quando poi si comunica con i puntini dando per scontato che tutti sanno di cosa si sta parlando allora è ancora più facile inserirsi e fare danni. Fatevi i selfies!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
spiridione
FL 350
FL 350
Messaggi: 3555
Iscritto il: 16 aprile 2011, 21:02
Località: Oristano (LIER/FNU)

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da spiridione » 30 marzo 2018, 14:27

Se quello che è poco chiaro è SO.. , nel messaggio di robygun, dovrebbe essere inteso come OS, in realtà!
:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:




Vabbè, dai, Operating System, :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Spiridione.


Ho volato su un MD80 così vecchio, che sulla porta di una toilette c'era scritto ORVILLE
e sulla porta dell'altra WILBUR....





Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da tartan » 30 marzo 2018, 15:02

OK, io avevo interpretato come Sistema Operativo, ma questo non significa che si possa dare per scontato che si capisca. Quello che volevo sottintendere è che chi compila programmi innazi tutto DEVE essere esperto della materia per la quale prepara il software, poi deve essere esperto delle protezioni da dare al programma per garantirsi contro intrusioni di ogni tipo, poi deve essere continuamente aggiornato sulle varie evoluzioni, poi deve preoccuparsi di tenere aggiornati i vari clienti che lo usano, poi, poi poi ecc ecc. Alla fine, chi compra e usa non deve mai stare tranquillo, MAI!
Ma non è meglio cavi e al massimo simulatori di sforzi? Pensateci, ci leviamo dalle palle tutti gli pseudo informatici, quelli pagati di meno per intenderci e che danno il massimo dei guadaagni ai vari costruttori, e in più riqualifichiamo i cosiddetti piloti.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da Exence » 30 marzo 2018, 15:14

tartan ha scritto:OK, io avevo interpretato come Sistema Operativo, ma questo non significa che si possa dare per scontato che si capisca. Quello che volevo sottintendere è che chi compila programmi innazi tutto DEVE essere esperto della materia per la quale prepara il software, poi deve essere esperto delle protezioni da dare al programma per garantirsi contro intrusioni di ogni tipo, poi deve essere continuamente aggiornato sulle varie evoluzioni, poi deve preoccuparsi di tenere aggiornati i vari clienti che lo usano, poi, poi poi ecc ecc. Alla fine, chi compra e usa non deve mai stare tranquillo, MAI!
Ma non è meglio cavi e al massimo simulatori di sforzi? Pensateci, ci leviamo dalle palle tutti gli pseudo informatici, quelli pagati di meno per intenderci e che danno il massimo dei guadaagni ai vari costruttori, e in più riqualifichiamo i cosiddetti piloti.
Diciamo che gli esperti in sicurezza informatica sono una ridotta èlite, e come dici tu, tutti gli "altri" sono pseudoinformatici che non hanno le competenze per gestire intrusioni "pericolose"..
volevo chiedere, siccome non me ne intendo, nel caso di "virus" nei sistemi informatici di un aereo, che rischi si generano per la sicurezza del volo? Oppure si riesce a individuare qualche anomalia ancora prima di partire, in fase di check delle varie strumentazioni di volo? Scusate per il linguaggio poco tecnico :P
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da tartan » 30 marzo 2018, 15:35

Non sono un super esperto informatico, però ho sostenuto e superato un test psicoattitudinale richiesto anni e anni fa da IBM prima di essere ammesso ad un corso di programmatori per cui ritengo di poter capire l'importanza di una giusta preparazione informatica. Durante il mio lavoro in aziende aeronautiche ho potuto riscontrare la carenza di aggiornamenti immediati da parte di vari costruttori, specialmente nord europei, per cui mi sono formato una idea di scarsa affidabilità dei vari programmi e dei vari sistemi informatici installati sulle varie macchine. Probabilmente si tratta solo di approssimazioni tipiche di inesperti e superficiali clienti, però questo è.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4630
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da SuperMau » 30 marzo 2018, 15:59

Exence ha scritto: Diciamo che gli esperti in sicurezza informatica sono una ridotta èlite, e come dici tu, tutti gli "altri" sono pseudoinformatici che non hanno le competenze per gestire intrusioni "pericolose"..
volevo chiedere, siccome non me ne intendo, nel caso di "virus" nei sistemi informatici di un aereo, che rischi si generano per la sicurezza del volo? Oppure si riesce a individuare qualche anomalia ancora prima di partire, in fase di check delle varie strumentazioni di volo? Scusate per il linguaggio poco tecnico :P
Il buon MarcoGT, che lavora sui sistemi Airbus, puo'sicuramente spiegarlo meglio, pero' mi pare di ricordare in un suo vecchio post, che i Sistemi Operativi degli aeromobili non sono come Mele e Finestre....
pur avendo cose in comune, i sistemi hanno un "kernel" (operazioni di funzionamento di base) differente, per cui una contaminazione da virus non e' possibile.
Inoltre i vari Wifi on board, e sistemi di intrattenimento vario, "girano" su server e sistemi NON collegati ai sistemi di funzionamento aeronautico. Anche se esiste un canale di comunicazione a parte per le mappe/video/camere etc. che é pero' unidirezionale.

chiaro, tutto e' sempre possibile, ma non cosi "facile" come si vede succedere per le Mele e le Finestre.

Marco se ho detto ca**ate bastonami eh!
Ciao
M.
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da Exence » 30 marzo 2018, 16:12

SuperMau ha scritto: Il buon MarcoGT, che lavora sui sistemi Airbus, puo'sicuramente spiegarlo meglio, pero' mi pare di ricordare in un suo vecchio post, che i Sistemi Operativi degli aeromobili non sono come Mele e Finestre....
pur avendo cose in comune, i sistemi hanno un "kernel" (operazioni di funzionamento di base) differente, per cui una contaminazione da virus non e' possibile.
Inoltre i vari Wifi on board, e sistemi di intrattenimento vario, "girano" su server e sistemi NON collegati ai sistemi di funzionamento aeronautico. Anche se esiste un canale di comunicazione a parte per le mappe/video/camere etc. che é pero' unidirezionale.

chiaro, tutto e' sempre possibile, ma non cosi "facile" come si vede succedere per le Mele e le Finestre.

Marco se ho detto ca**ate bastonami eh!
Ciao
M.
Grazie! : )
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da tartan » 30 marzo 2018, 16:14

Sicuramente non è facile, però altrettanto sicuramente non è impossibile.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
bigshot
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1116
Iscritto il: 19 dicembre 2011, 2:33
Località: VCE

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da bigshot » 30 marzo 2018, 20:30

Eh ma qui non è una questione informatica "elitaria"... Wannacry è un ransomware, ovvero un simpatico programma che "sequestra" i dati storati e ne permette l'accesso solo previo pagamento di "riscatto".
E sono attacchi un po' sparati nel mucchio tramite mail, chiavette USB, etc...
Vuol dire che EVIDENTEMENTE in Boeing non c'è una gran cultura della sicurezza anche ai livelli basici: si parla di non aprire un allegato sospetto e non di progettare software "super sicuri".

Ma d'altra parte non è, forse, ancora successo nulla a causa di attacchi informatici ai sistemi di comunicazione e navigazione... La perfezione è nemica del buono abbastanza.

Avatar utente
MarcoGT
Software Integration Engineer
Software Integration Engineer
Messaggi: 3987
Iscritto il: 8 dicembre 2007, 9:28

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da MarcoGT » 31 marzo 2018, 18:53

SuperMau ha scritto:
Exence ha scritto: Diciamo che gli esperti in sicurezza informatica sono una ridotta èlite, e come dici tu, tutti gli "altri" sono pseudoinformatici che non hanno le competenze per gestire intrusioni "pericolose"..
volevo chiedere, siccome non me ne intendo, nel caso di "virus" nei sistemi informatici di un aereo, che rischi si generano per la sicurezza del volo? Oppure si riesce a individuare qualche anomalia ancora prima di partire, in fase di check delle varie strumentazioni di volo? Scusate per il linguaggio poco tecnico :P
Il buon MarcoGT, che lavora sui sistemi Airbus, puo'sicuramente spiegarlo meglio, pero' mi pare di ricordare in un suo vecchio post, che i Sistemi Operativi degli aeromobili non sono come Mele e Finestre....
pur avendo cose in comune, i sistemi hanno un "kernel" (operazioni di funzionamento di base) differente, per cui una contaminazione da virus non e' possibile.
Inoltre i vari Wifi on board, e sistemi di intrattenimento vario, "girano" su server e sistemi NON collegati ai sistemi di funzionamento aeronautico. Anche se esiste un canale di comunicazione a parte per le mappe/video/camere etc. che é pero' unidirezionale.

chiaro, tutto e' sempre possibile, ma non cosi "facile" come si vede succedere per le Mele e le Finestre.

Marco se ho detto ca**ate bastonami eh!
Ciao
M.
Appena ho un po’ di tempo provo a rispondere

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1973
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da camicius » 3 aprile 2018, 11:56

bigshot ha scritto: Vuol dire che EVIDENTEMENTE in Boeing non c'è una gran cultura della sicurezza anche ai livelli basici: si parla di non aprire un allegato sospetto e non di progettare software "super sicuri"..

Ricordiamo che l'unico computer sicuro è quello staccato dalla rete, spento, e sepolto in un cubo di cemento di qualche metro. E senza una porta per accederci.

L'anello debole della catena è sempre l'uomo¹. Con un po' di ingegneria sociale si può fare qualunque cosa, purtroppo.



Ciao a tutti
Andrea Occhi

¹quanti di voi, se trovano una usb per terra la inseriscono nel pc? Eppure potrebbe essere una di queste... https://www.tomshw.it/usb-killer-chiave ... ondi-70987
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
MarcoGT
Software Integration Engineer
Software Integration Engineer
Messaggi: 3987
Iscritto il: 8 dicembre 2007, 9:28

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da MarcoGT » 6 aprile 2018, 13:30

SuperMau ha scritto: Il buon MarcoGT, che lavora sui sistemi Airbus, puo'sicuramente spiegarlo meglio, pero' mi pare di ricordare in un suo vecchio post, che i Sistemi Operativi degli aeromobili non sono come Mele e Finestre....
pur avendo cose in comune, i sistemi hanno un "kernel" (operazioni di funzionamento di base) differente, per cui una contaminazione da virus non e' possibile.
Inoltre i vari Wifi on board, e sistemi di intrattenimento vario, "girano" su server e sistemi NON collegati ai sistemi di funzionamento aeronautico. Anche se esiste un canale di comunicazione a parte per le mappe/video/camere etc. che é pero' unidirezionale.

chiaro, tutto e' sempre possibile, ma non cosi "facile" come si vede succedere per le Mele e le Finestre.

Marco se ho detto ca**ate bastonami eh!
Ciao
M.
Sugli aerei ci sono sistemi che vanno da DAL (Design Assurance Level) A (livello più alto, come Flight Control System) a DAL E (livello più basso, ad esempio IFE).
I sistemi operativi che girano su computer per DAL A, B, C sono RTOS (Real Time OS) che niente hanno a che vedere con gli OS che abbiamo a casa
Gli altri DAL invece usano OS standard, altamente "customizzati" in base alle necessità, quindi con molti servizi disattivati ecc ecc
Pensate che sul 340-500, in un certo computer che per ovvi motivi non dico quale, gira Win2000Server.
Ora ci si basa su Linux, nelle sue varie distribuzioni e declinazioni poiché permettono un alto livello di customizzazione.

I sistemi IFE sono collegati al bus ARINC A429 che trasmette i dati di volo (che arrivano da ADIRU).

Se avete domande, fate pure. Purtroppo è un tema vasto e complesso, soprattutto quello della sicurezza ed un post non basta

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da Exence » 6 aprile 2018, 15:48

MarcoGT ha scritto:
SuperMau ha scritto: Il buon MarcoGT, che lavora sui sistemi Airbus, puo'sicuramente spiegarlo meglio, pero' mi pare di ricordare in un suo vecchio post, che i Sistemi Operativi degli aeromobili non sono come Mele e Finestre....
pur avendo cose in comune, i sistemi hanno un "kernel" (operazioni di funzionamento di base) differente, per cui una contaminazione da virus non e' possibile.
Inoltre i vari Wifi on board, e sistemi di intrattenimento vario, "girano" su server e sistemi NON collegati ai sistemi di funzionamento aeronautico. Anche se esiste un canale di comunicazione a parte per le mappe/video/camere etc. che é pero' unidirezionale.

chiaro, tutto e' sempre possibile, ma non cosi "facile" come si vede succedere per le Mele e le Finestre.

Marco se ho detto ca**ate bastonami eh!
Ciao
M.
Sugli aerei ci sono sistemi che vanno da DAL (Design Assurance Level) A (livello più alto, come Flight Control System) a DAL E (livello più basso, ad esempio IFE).
I sistemi operativi che girano su computer per DAL A, B, C sono RTOS (Real Time OS) che niente hanno a che vedere con gli OS che abbiamo a casa
Gli altri DAL invece usano OS standard, altamente "customizzati" in base alle necessità, quindi con molti servizi disattivati ecc ecc
Pensate che sul 340-500, in un certo computer che per ovvi motivi non dico quale, gira Win2000Server.
Ora ci si basa su Linux, nelle sue varie distribuzioni e declinazioni poiché permettono un alto livello di customizzazione.

I sistemi IFE sono collegati al bus ARINC A429 che trasmette i dati di volo (che arrivano da ADIRU).

Se avete domande, fate pure. Purtroppo è un tema vasto e complesso, soprattutto quello della sicurezza ed un post non basta
Grazie per la spiegazione Marco.. purtroppo non sono esperta in materia quindi probabilmente ho capito la metà di quello che hai scritto, però volevo chiedere, un sistema altamente customizzabile come quello che hai descritto qui sopra, non è anche più facilmente penetrabile , proprio in virtù della sua “customizzabilità”? Ti premetto che le mie competenze nel campo della sicurezza informatica si fermano a quello che ho carpito anni fa partecipando a un evento chiamato “hack in BO”, magari ne hai sentito parlare.. e so programmare a livello base in basic e Python più per gioco che altro... : )
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
MarcoGT
Software Integration Engineer
Software Integration Engineer
Messaggi: 3987
Iscritto il: 8 dicembre 2007, 9:28

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da MarcoGT » 7 aprile 2018, 13:49

Exence ha scritto:
Grazie per la spiegazione Marco.. purtroppo non sono esperta in materia quindi probabilmente ho capito la metà di quello che hai scritto, però volevo chiedere, un sistema altamente customizzabile come quello che hai descritto qui sopra, non è anche più facilmente penetrabile , proprio in virtù della sua “customizzabilità”? Ti premetto che le mie competenze nel campo della sicurezza informatica si fermano a quello che ho carpito anni fa partecipando a un evento chiamato “hack in BO”, magari ne hai sentito parlare.. e so programmare a livello base in basic e Python più per gioco che altro... : )
Mah, dipende; se l'OS viene customizzato bene abilitando solo ciò che è necessario, dando i giusti permessi, allora è più difficile entrare.
Tieni sempre presente che nessun sistema è comunque invulnerabile, è solo questione di tempo prima che si riesca ad entrare.
Si riteneva SSH sicuro; ti ricordi http://heartbleed.com ?

Bello Python :D

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da Exence » 8 aprile 2018, 13:14

MarcoGT ha scritto: Tieni sempre presente che nessun sistema è comunque invulnerabile, è solo questione di tempo prima che si riesca ad entrare.
Si riteneva SSH sicuro; ti ricordi http://heartbleed.com ?
È proprio la stessa cosa che aveva detto un famoso hacker italiano a quell’evento a cui ero stata a Bologna..
ricordo l’attacco che hai linkato... ho letto l’articolo del link ma è troppo tecnico per le mie scarse competenze ;) non per l’inglese ma proprio per i contenuti : )
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da tartan » 8 aprile 2018, 14:35

tartan ha scritto:Sicuramente non è facile, però altrettanto sicuramente non è impossibile.
Il cervello umano può essere condizionato e può essere influenzabile, ma se più cervelli umani sono liberi di ragionare, minore è la possibilità che il risultato di pochi cervelli umani, sia pure super esperti, possa essere fallace.
Il mio Karma è NO, mille volte No ad una società esclusivamente informatica.
Se non sono riuscito ad esprimermi con chiarezza posso sempre riprovarci! :mrgreen:
Per esempio potrei dire che io sono il mio cervello e non il mio IPAD ammesso che si scriva in cotal guisa!.
Ultima modifica di tartan il 8 aprile 2018, 15:07, modificato 2 volte in totale.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da Exence » 8 aprile 2018, 15:05

tartan ha scritto:ma se più cervelli umani sono liberi di ragionare, minore è la possibilità che il risultato di pochi cervelli umani, sia pure super esperti, possa essere fallace.
la tua è una concezione secondo la quale persone di media cultura riunite in gruppo danno luogo a un corpo capace di prendere decisioni migliori rispetto a una minoranza di cittadini eccellenti..
io non mi trovo d'accordo e resto convinta che un uomo con delle skill elevatissime in un dato campo sia migliore di diecimila uomini che hanno competenze minori, pur potendo essi prendere decisioni collettive che nascono da un confronto e da un dibattito costruttivo.
Ultima modifica di Exence il 8 aprile 2018, 16:02, modificato 1 volta in totale.
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da tartan » 8 aprile 2018, 15:13

Exence ha scritto:
tartan ha scritto:ma se più cervelli umani sono liberi di ragionare, minore è la possibilità che il risultato di pochi cervelli umani, sia pure super esperti, possa essere fallace.
la tua è una concezione aristotelica, secondo la quale persone di media cultura riunite in gruppo danno luogo a un corpo capace di prendere decisioni migliori rispetto a una minoranza di cittadini eccellenti..
io non mi trovo d'accordo e resto convinta che un uomo con delle skill elevatissime in un dato campo sia migliore di diecimila uomini che hanno competenze minori, pur potendo essi prendere decisioni collettive che nascono da un confronto e da un dibattito costruttivo.
Io non ho minimamente accennato ad un fattore di cultura ma semplicemente ad una libertà di pensiero. Che alcune skill siano elevatissime non le decidono gli elevatissimi ma la minoranza di cittadini semplicemente eccellenti, quindi viziati da mancanza di skill elevatissimi. Evidentemente sono di media cultura, però sempre libero! :mrgreen:
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da Exence » 8 aprile 2018, 15:19

tartan ha scritto:
Exence ha scritto:
tartan ha scritto:ma se più cervelli umani sono liberi di ragionare, minore è la possibilità che il risultato di pochi cervelli umani, sia pure super esperti, possa essere fallace.
la tua è una concezione aristotelica, secondo la quale persone di media cultura riunite in gruppo danno luogo a un corpo capace di prendere decisioni migliori rispetto a una minoranza di cittadini eccellenti..
io non mi trovo d'accordo e resto convinta che un uomo con delle skill elevatissime in un dato campo sia migliore di diecimila uomini che hanno competenze minori, pur potendo essi prendere decisioni collettive che nascono da un confronto e da un dibattito costruttivo.
Io non ho minimamente accennato ad un fattore di cultura ma semplicemente ad una libertà di pensiero. Che alcune skill siano elevatissime non le decidono gli elevatissimi ma la minoranza di cittadini semplicemente eccellenti, quindi viziati da mancanza di skill elevatissimi. Evidentemente sono di media cultura, però sempre libero! :mrgreen:
mi riferivo ai campi tecnici, come l'informatica ad esempio, non voleva essere un discorso politico... anche perchè la politica non mi è mai interessata..
io sono favorevole all'informatizzazione avanzata, ma essa deve essere sempre accompagnata da un ausilio umano, perchè il cervello umano non può essere totalmente sostituito dalle macchine... e pur essendo a volte fallace, possiede , in più rispetto alle macchine, la capacità di adeguarsi immediatamente all'imprevisto... questa a grandi linee la mia corrente di pensiero...
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da tartan » 8 aprile 2018, 15:29

Exence ha scritto:
tartan ha scritto:
Exence ha scritto:
tartan ha scritto:ma se più cervelli umani sono liberi di ragionare, minore è la possibilità che il risultato di pochi cervelli umani, sia pure super esperti, possa essere fallace.
la tua è una concezione aristotelica, secondo la quale persone di media cultura riunite in gruppo danno luogo a un corpo capace di prendere decisioni migliori rispetto a una minoranza di cittadini eccellenti..
io non mi trovo d'accordo e resto convinta che un uomo con delle skill elevatissime in un dato campo sia migliore di diecimila uomini che hanno competenze minori, pur potendo essi prendere decisioni collettive che nascono da un confronto e da un dibattito costruttivo.
Io non ho minimamente accennato ad un fattore di cultura ma semplicemente ad una libertà di pensiero. Che alcune skill siano elevatissime non le decidono gli elevatissimi ma la minoranza di cittadini semplicemente eccellenti, quindi viziati da mancanza di skill elevatissimi. Evidentemente sono di media cultura, però sempre libero! :mrgreen:
mi riferivo ai campi tecnici, come l'informatica ad esempio, non voleva essere un discorso politico... anche perchè la politica non mi è mai interessata..
io sono favorevole all'informatizzazione avanzata, ma essa deve essere sempre accompagnata da un ausilio umano, perchè il cervello umano non può essere totalmente sostituito dalle macchine... e pur essendo a volte fallace, possiede , in più rispetto alle macchine, la capacità di adeguarsi immediatamente all'imprevisto... questa a grandi linee la mia corrente di pensiero...
E' evidente che sono di media cultura perchè non sono riuscito a dire con chiarezza quello che tu hai appena affermato e che mi trova in pieno accordo. Mai inteso di parlare di politica e francamente non capisco come ti possa essere venuta in mente. :mrgreen:
Per meglio chiarire per libertà di pensiero intendevo la non sottomissione totale all'informatica come se fosse una nuova religione.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da Exence » 8 aprile 2018, 15:33

tartan ha scritto:
Exence ha scritto:
tartan ha scritto:
Exence ha scritto:
tartan ha scritto:ma se più cervelli umani sono liberi di ragionare, minore è la possibilità che il risultato di pochi cervelli umani, sia pure super esperti, possa essere fallace.
la tua è una concezione aristotelica, secondo la quale persone di media cultura riunite in gruppo danno luogo a un corpo capace di prendere decisioni migliori rispetto a una minoranza di cittadini eccellenti..
io non mi trovo d'accordo e resto convinta che un uomo con delle skill elevatissime in un dato campo sia migliore di diecimila uomini che hanno competenze minori, pur potendo essi prendere decisioni collettive che nascono da un confronto e da un dibattito costruttivo.
Io non ho minimamente accennato ad un fattore di cultura ma semplicemente ad una libertà di pensiero. Che alcune skill siano elevatissime non le decidono gli elevatissimi ma la minoranza di cittadini semplicemente eccellenti, quindi viziati da mancanza di skill elevatissimi. Evidentemente sono di media cultura, però sempre libero! :mrgreen:
mi riferivo ai campi tecnici, come l'informatica ad esempio, non voleva essere un discorso politico... anche perchè la politica non mi è mai interessata..
io sono favorevole all'informatizzazione avanzata, ma essa deve essere sempre accompagnata da un ausilio umano, perchè il cervello umano non può essere totalmente sostituito dalle macchine... e pur essendo a volte fallace, possiede , in più rispetto alle macchine, la capacità di adeguarsi immediatamente all'imprevisto... questa a grandi linee la mia corrente di pensiero...
E' evidente che sono di media cultura perchè non sono riuscito a dire con chiarezza quello che tu hai appena affermato e che mi trova in pieno accordo. Mai inteso di parlare di politica e francamente non capisco come ti possa essere venuta in mente. :mrgreen:
Per meglio chiarire per libertà di pensiero intendevo la non sottomissione totale all'informatica come se fosse una nuova religione.
allora di media cultura sono io tartan, non tu, perchè non avevo capito il concetto che avevi espresso :mrgreen:
per me si potrebbe dire "Informatica non come nuova religione ma come mezzo per conseguire obiettivi sempre più ambiziosi"
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
andwork
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 26 dicembre 2006, 19:14
Località: Rosà (VI)

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da andwork » 8 aprile 2018, 15:48

MarcoGT ha scritto:
Exence ha scritto:
Grazie per la spiegazione Marco.. purtroppo non sono esperta in materia quindi probabilmente ho capito la metà di quello che hai scritto, però volevo chiedere, un sistema altamente customizzabile come quello che hai descritto qui sopra, non è anche più facilmente penetrabile , proprio in virtù della sua “customizzabilità”? Ti premetto che le mie competenze nel campo della sicurezza informatica si fermano a quello che ho carpito anni fa partecipando a un evento chiamato “hack in BO”, magari ne hai sentito parlare.. e so programmare a livello base in basic e Python più per gioco che altro... : )
Mah, dipende; se l'OS viene customizzato bene abilitando solo ciò che è necessario, dando i giusti permessi, allora è più difficile entrare.
Tieni sempre presente che nessun sistema è comunque invulnerabile, è solo questione di tempo prima che si riesca ad entrare.
Si riteneva SSH sicuro; ti ricordi http://heartbleed.com ?

Bello Python :D
scusa se mi permetto: SSH è sicuro, il problema di heartbleed si manifestava su alcune implementazioni di SSH, cioè di come era stato scritto il codice per far funzionare SSH. Se si guarda bene, quando il problema scaturì, non tutti i dispositivi che avevano SSH erano anche affetti dal bug.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da tartan » 8 aprile 2018, 15:57

Dedicato a Excence
Salto i quota per salvare spazio. Io sono anche informatico, uno dei primi, uno di quelli che per dedicarcisi doveva dimostrare di avere le caratteristiche giuste tramite test psicoattitudinali. Non sono però un genio di informatica anche perchè la trovo una specialità troppo arida e assolutamente negata alla fantasia. E' proprio questa negazione che mi mette ansia pensando che ci si affidi sempre di più a questa affascinante soluzione che sembrerebbe risolvere tutto. Non è così, l'uomo e, occasionalmente, anche la donna, :mrgreen: possiedono una caratteristica fondamentale che io chiamo fantasia e che tu chiami capacità di adeguarsi all'imprevisto. Questa capacità deve essere comunque supportata da una corretta preparazione culturale e intendo proprio culturale non solo tecnica. Perciò, l'abbandonarsi alla soluzione esclusivamente informatica a lungo andare potrebbe precludere il miglioramento culturale, anche tecnico, e questo mi mette molta paura.
Mentre scrivevo è comparso un altro messaggio. Leggilo bene. Io non direi mai che un sistema è sicuro, mai! IO non avrei mai di queste certezze, MAI!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da Exence » 8 aprile 2018, 16:09

tartan ha scritto:Dedicato a Excence
Salto i quota per salvare spazio. Io sono anche informatico, uno dei primi, uno di quelli che per dedicarcisi doveva dimostrare di avere le caratteristiche giuste tramite test psicoattitudinali. Non sono però un genio di informatica anche perchè la trovo una specialità troppo arida e assolutamente negata alla fantasia. E' proprio questa negazione che mi mette ansia pensando che ci si affidi sempre di più a questa affascinante soluzione che sembrerebbe risolvere tutto. Non è così, l'uomo e, occasionalmente, anche la donna, :mrgreen: possiedono una caratteristica fondamentale che io chiamo fantasia e che tu chiami capacità di adeguarsi all'imprevisto. Questa capacità deve essere comunque supportata da una corretta preparazione culturale e intendo proprio culturale non solo tecnica. Perciò, l'abbandonarsi alla soluzione esclusivamente informatica a lungo andare potrebbe precludere il miglioramento culturale, anche tecnico, e questo mi mette molta paura.
Mentre scrivevo è comparso un altro messaggio. Leggilo bene. Io non direi mai che un sistema è sicuro, mai! IO non avrei mai di queste certezze, MAI!

Grazie per la dedica ;)
Concordo con te... l'abbandonarsi esclusivamente alle macchine senza poter mettere nei processi quel "guizzo" , quella "scintilla" che è propria del cervello umano unito all'animo/fantasia, sarebbe triste e limiterebbe il progresso stesso... perchè una macchina non ha la capacità di "inventare" e "reinventarsi" in situazioni limite... certo è che il corretto uso delle tecnologie permette all'uomo di risparmiare tempo ed energie, che possono essere impiegate dall'uomo stesso per ricercare sempre nuove strade...
c'è da dire, però, che i primi passi dell'informatica, quelli che hai vissuto tu, sono stati affascinanti: mio papà , che ora avrebbe bene o male la tua età, aveva mosso i primi passi in quel campo, negli anni Ottanta, e ricordo come ai tempi sembrasse quasi fantascientifico anche solo programmare qualcosa che restituisse "in automatico" un risultato... ricordo ancora un adesivo che mi aveva regalato, di uno dei primi sistemi operativi , che recitava "cinque minuti e sei già all'opera"... pensa che passi da gigante ha fatto l'informatica in così -relativamente pochi- anni...
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da tartan » 8 aprile 2018, 21:02

Io ho cominciato agli inizi degli anni 70 con IBM 1401 e linguaggio AUTOCODER. Elaboratori a nastri e inserimento dati con schede perforate. E' probabile che qualche informatico attuale possa perfino averne sentito parlare. I progressi sono stati enormi e velocissimi, specialmente in questi anni, e specialmente per i materiali impiegati. La filosofia di programmazione non è cambiata, è sempre la stessa ma è molto semplificata perchè non si costruiscono più tutti i programmi ma principalmente si assemblano programmi già sperimentati. Mi fermo qui, perchè ormai ne sono fuori da troppo tempo, però, avendone fatto parte attiva fin dall'inizio e avendo studiato per anni le problematiche del volo, non mi sento di affidare il volo esclusivamente a degli operatori elettronici. Come aiuto, come supporto sempre più evoluto sicuramente si, ma come sostituti, no. :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da Exence » 8 aprile 2018, 21:06

tartan ha scritto:Io ho cominciato agli inizi degli anni 70 con IBM 1401 e linguaggio AUTOCODER. Elaboratori a nastri e inserimento dati con schede perforate. E' probabile che qualche informatico attuale possa perfino averne sentito parlare. I progressi sono stati enormi e velocissimi, specialmente in questi anni, e specialmente per i materiali impiegati. La filosofia di programmazione non è cambiata, è sempre la stessa ma è molto semplificata perchè non si costruiscono più tutti i programmi ma principalmente si assemblano programmi già sperimentati. Mi fermo qui, perchè ormai ne sono fuori da troppo tempo, però, avendone fatto parte attiva fin dall'inizio e avendo studiato per anni le problematiche del volo, non mi sento di affidare il volo esclusivamente a degli operatori elettronici. Come aiuto, come supporto sempre più evoluto sicuramente si, ma come sostituti, no. :D
Mio papà programmava in BASIC , sul Commodore..
Non in ambito “aviazione”, ovviamente...
sul volo da non affidare solo a operatori elettronici concordo al 100%! : )
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
MarcoGT
Software Integration Engineer
Software Integration Engineer
Messaggi: 3987
Iscritto il: 8 dicembre 2007, 9:28

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da MarcoGT » 8 aprile 2018, 21:10

[quote="]

scusa se mi permetto: SSH è sicuro, il problema di heartbleed si manifestava su alcune implementazioni di SSH, cioè di come era stato scritto il codice per far funzionare SSH. Se si guarda bene, quando il problema scaturì, non tutti i dispositivi che avevano SSH erano anche affetti dal bug.[/quote]

Errore da matita rossa
Mi riferivo ad OpenSSL. SSH sfrutta appunto OpenSSL.

Ovviamente non tutti i SW che utilizzavano OpenSSL ne erano affetti, dipendeva dalla versione di OpenSSL stessa

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da tartan » 8 aprile 2018, 21:11

Exence ha scritto:
tartan ha scritto:Io ho cominciato agli inizi degli anni 70 con IBM 1401 e linguaggio AUTOCODER. Elaboratori a nastri e inserimento dati con schede perforate. E' probabile che qualche informatico attuale possa perfino averne sentito parlare. I progressi sono stati enormi e velocissimi, specialmente in questi anni, e specialmente per i materiali impiegati. La filosofia di programmazione non è cambiata, è sempre la stessa ma è molto semplificata perchè non si costruiscono più tutti i programmi ma principalmente si assemblano programmi già sperimentati. Mi fermo qui, perchè ormai ne sono fuori da troppo tempo, però, avendone fatto parte attiva fin dall'inizio e avendo studiato per anni le problematiche del volo, non mi sento di affidare il volo esclusivamente a degli operatori elettronici. Come aiuto, come supporto sempre più evoluto sicuramente si, ma come sostituti, no. :D
Mio papà programmava in BASIC , sul Commodore..
Non in ambito “aviazione”, ovviamente...
sul volo da non affidare solo a operatori elettronici concordo al 100%! : )
Anche io, ma sullo spectrum! Erano i primi personal. Il mio spectrum ancora è ben esposto nella mia stanza dei ricordi insieme alla Leika, all'ingranditore fotografico ecc ecc. Ma basta ora che sto andando fuori tema.! :mrgreen:
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Boeing colpita da virus Wannacry

Messaggio da Exence » 8 aprile 2018, 21:14

tartan ha scritto:
Exence ha scritto:
tartan ha scritto:Io ho cominciato agli inizi degli anni 70 con IBM 1401 e linguaggio AUTOCODER. Elaboratori a nastri e inserimento dati con schede perforate. E' probabile che qualche informatico attuale possa perfino averne sentito parlare. I progressi sono stati enormi e velocissimi, specialmente in questi anni, e specialmente per i materiali impiegati. La filosofia di programmazione non è cambiata, è sempre la stessa ma è molto semplificata perchè non si costruiscono più tutti i programmi ma principalmente si assemblano programmi già sperimentati. Mi fermo qui, perchè ormai ne sono fuori da troppo tempo, però, avendone fatto parte attiva fin dall'inizio e avendo studiato per anni le problematiche del volo, non mi sento di affidare il volo esclusivamente a degli operatori elettronici. Come aiuto, come supporto sempre più evoluto sicuramente si, ma come sostituti, no. :D
Mio papà programmava in BASIC , sul Commodore..
Non in ambito “aviazione”, ovviamente...
sul volo da non affidare solo a operatori elettronici concordo al 100%! : )
Anche io, ma sullo spectrum! Erano i primi personal. Il mio spectrum ancora è ben esposto nella mia stanza dei ricordi insieme alla Leika, all'ingranditore fotografico ecc ecc. Ma basta ora che sto andando fuori tema.! :mrgreen:
Da appassionata di fotografia rischio di riempirti di domande ora, e andare fuori tema anch’io ;)
it's only rock'n roll but I like it!

Rispondi