primo volo transoceanico!!!

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9540
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da tartan » 9 giugno 2013, 20:20

la franci ha scritto:la velocità che leggi sui monitor in realtà è la velocità proiettata al suolo.... probabilmente avevate vento dal davanti... sulle ali la velocità era costante o quasi...





aiuto!!!!! non lo so spiegare!!!!!
Perchè non sei stata attenta quando l'ho spiegato a Milano con il cubo d'aria ecc. :D :D :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9540
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da tartan » 9 giugno 2013, 20:22

la franci ha scritto:per il consumo di carburante il vento era a favore!
Per il consumo di carburante il vento è a favore quando ce lo hai di dietro e non davanti.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2169
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da la franci » 10 giugno 2013, 11:25

tartan ha scritto:
la franci ha scritto:per il consumo di carburante il vento era a favore!
Per il consumo di carburante il vento è a favore quando ce lo hai di dietro e non davanti.
...ecco... in quella parte mi ero distratta... :cry:

però: se teoricamente un aereo potrebbe decollare a motori spenti ammesso che il vento soffi talmente forte e dritto da creare la portanza sulle ali... più ho vento contro meno spinta mi serve per mantenere la quota... certo... poi in realtà mi terrebbe fermo sospeso in aria...


...ovviamente fisica e chimica non sono il mio forte... all'esame dell'università ho copiato... :shock: :shock:

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da mermaid » 10 giugno 2013, 11:41

la franci ha scritto:
tartan ha scritto:
la franci ha scritto:per il consumo di carburante il vento era a favore!
Per il consumo di carburante il vento è a favore quando ce lo hai di dietro e non davanti.
...ecco... in quella parte mi ero distratta... :cry:

però: se teoricamente un aereo potrebbe decollare a motori spenti ammesso che il vento soffi talmente forte e dritto da creare la portanza sulle ali... più ho vento contro meno spinta mi serve per mantenere la quota... certo... poi in realtà mi terrebbe fermo sospeso in aria...


...ovviamente fisica e chimica non sono il mio forte... all'esame dell'università ho copiato... :shock: :shock:
adesso dico la razzata delle 11.38, ma il vento sulle ali crea la portanza, cioè la forza che ti tira su. devi anche muoverti in avanti però, quindi devi vincere l'attrito dell'aria con una spinta più forte che è quella data dai motori. più hai vento contro (cioè da davanti) più dovrai dare spinta, se invece la spinta del vento viene da dietro ha la stessa direzione di quella data dai motori quindi si aggiunge ad essa..

no? :oops: :roll: :oops:
Immagine

Ti!

Avatar utente
Zapotec
FL 200
FL 200
Messaggi: 2253
Iscritto il: 18 febbraio 2008, 20:45
Contatta:

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da Zapotec » 10 giugno 2013, 11:43

:mrgreen:



Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da mermaid » 10 giugno 2013, 11:46

Zapotec ha scritto::mrgreen:


:shock:
allora, le procedure a terra per vento forte prevedono solo l'aumento del numero di tacchi, che però non risolverebbero questo problema.... è prevista una sorta di ancoraggio che voi sappiate???
Immagine

Ti!

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2169
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da la franci » 10 giugno 2013, 12:01

mermaid ha scritto:
Zapotec ha scritto::mrgreen:


:shock:
allora, le procedure a terra per vento forte prevedono solo l'aumento del numero di tacchi, che però non risolverebbero questo problema.... è prevista una sorta di ancoraggio che voi sappiate???
bhe... il vento (che probabilmente era davvero forte) ha sollevato un 747 senza motori che probabilmente anche all'interno era stato svuotato completamente... non so se il vento, pur forte che sia, potrebbe fare la stessa cosa ad un aereo carico...

anche se dopo l'uragano a Key west tutti i piccoli aerei rimasti fuori erano ribaltati e spostati...

Avatar utente
Zapotec
FL 200
FL 200
Messaggi: 2253
Iscritto il: 18 febbraio 2008, 20:45
Contatta:

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da Zapotec » 10 giugno 2013, 12:05

Il vento, per come lo si intende in questo discorso, è una misura tra terra (un riferimento fermo) ed aria. L'aereo si muove nel vento e per lui è ininfluente (la sua velocità relativa cioè non varia al variare della velocità del vento stesso).
Quello che cambia è quindi e la velocità dell'aereo rispetto al terreno. Se il vento è contro, l'aereo si muove più lentamente rispetto alla terra (a parità di sua velocità nell'aria, quella cioè che gli serve per la portanza).
Se il vento è in coda la sua velocità (invariata) e quella del vento si sommano, per cui a parità di spazio (la tratta) ci metterà meno tempo (Velocità = spazio / tempo -> tempo = spazio / velocità) ... per cui meno tempo di funzionamento dei motori = meno carburante ;)

Il video postato era per capire che è vero... l'aereo può "decollare" anche senza motori, basta un buon vento contrario. Ma se si alzasse la sua resistenza farebbe diminuire la sua velocità (relativa al vento) e subito tornerebbe a terra.
Comunque quello del video è un aereo dismesso ed era già stata "alleggerito" di parecchie parti pesanti (esempio : i motori)


ciao !
Ultima modifica di Zapotec il 10 giugno 2013, 12:11, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2169
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da la franci » 10 giugno 2013, 12:08

mermaid ha scritto:
...adesso dico la razzata delle 11.38, ma il vento sulle ali crea la portanza, cioè la forza che ti tira su. devi anche muoverti in avanti però, quindi devi vincere l'attrito dell'aria con una spinta più forte che è quella data dai motori. più hai vento contro (cioè da davanti) più dovrai dare spinta, se invece la spinta del vento viene da dietro ha la stessa direzione di quella data dai motori quindi si aggiunge ad essa..

no? :oops: :roll: :oops:
infatti avevo scritto che rimarresti sospeso in aria senza muoverti in avanti... (un pochino ero stata attenta!!!) Quello che non capisco è come mai se l'aria spinge da dietro mi fa consumare meno carburante... lo capisco per le automobili, ma in volo se mi spinge mi riduce la portanza... e per far passare la spessa quantità di aria nei motori devo farli "succhiare" di più...
oh che disastro... me la sono cercata saltando l'ultimo meeting di pdv!!!!

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da mermaid » 10 giugno 2013, 12:11

la franci ha scritto:
mermaid ha scritto:
...adesso dico la razzata delle 11.38, ma il vento sulle ali crea la portanza, cioè la forza che ti tira su. devi anche muoverti in avanti però, quindi devi vincere l'attrito dell'aria con una spinta più forte che è quella data dai motori. più hai vento contro (cioè da davanti) più dovrai dare spinta, se invece la spinta del vento viene da dietro ha la stessa direzione di quella data dai motori quindi si aggiunge ad essa..

no? :oops: :roll: :oops:
infatti avevo scritto che rimarresti sospeso in aria senza muoverti in avanti... (un pochino ero stata attenta!!!) Quello che non capisco è come mai se l'aria spinge da dietro mi fa consumare meno carburante... lo capisco per le automobili, ma in volo se mi spinge mi riduce la portanza... e per far passare la spessa quantità di aria nei motori devo farli "succhiare" di più...
oh che disastro... me la sono cercata saltando l'ultimo meeting di pdv!!!!
te l'ha spiegato zap qui sopra... :mrgreen:
io ti era più chiaro il parallelepipedo di pino????? :book: :downtown:
Immagine

Ti!

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2169
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da la franci » 10 giugno 2013, 12:12

grazie zapotec... un po' ho capito...
...ma non riuscirei a rispiegarlo...

Avatar utente
Zapotec
FL 200
FL 200
Messaggi: 2253
Iscritto il: 18 febbraio 2008, 20:45
Contatta:

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da Zapotec » 10 giugno 2013, 12:14

la franci ha scritto:grazie zapotec... un po' ho capito...
...ma non riuscirei a rispiegarlo...
nemmeno io :D

ciao !!

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2169
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da la franci » 10 giugno 2013, 12:15

mermaid ha scritto: ti era più chiaro il parallelepipedo di pino????? :book: :downtown:
era affascinante ascoltarlo anche solo per l'accento romano!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
... mi sa che continuerò a fare l'infermiera affidandomi ai piloti mentre volo.. troppo complesso...

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1970
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da camicius » 10 giugno 2013, 12:18

la franci ha scritto:
tartan ha scritto:
la franci ha scritto:per il consumo di carburante il vento era a favore!
Per il consumo di carburante il vento è a favore quando ce lo hai di dietro e non davanti.
...ecco... in quella parte mi ero distratta... :cry:

però: se teoricamente un aereo potrebbe decollare a motori spenti ammesso che il vento soffi talmente forte e dritto da creare la portanza sulle ali... più ho vento contro meno spinta mi serve per mantenere la quota... certo... poi in realtà mi terrebbe fermo sospeso in aria...
No, ti spingerebbe indietro.

Se il vento soffiasse a una velocità pari a quella di rotazione, decolleresti in spazio zero, ma i motori devono spingere.
Pensa a un aquilone. Vola nel vento perché ha una "propulsione" data dalla corda che lo tiene ancorato, e "vede" una velocità all'aria pari a quella del vento. Nel momento in cui la corda si staccasse, l'aquilone finirebbe nel vento (e cadrebbe).

mermaid ha scritto: ...ovviamente fisica e chimica non sono il mio forte... all'esame dell'università ho copiato... :shock: :shock:
adesso dico la razzata delle 11.38, ma il vento sulle ali crea la portanza, cioè la forza che ti tira su. devi anche muoverti in avanti però, quindi devi vincere l'attrito dell'aria con una spinta più forte che è quella data dai motori. più hai vento contro (cioè da davanti) più dovrai dare spinta, se invece la spinta del vento viene da dietro ha la stessa direzione di quella data dai motori quindi si aggiunge ad essa..[/quote]

In prima approssimazione, il vento non influisce sulla quantità di spinta da applicare per decollare, ma solo sul tempo e sullo spazio necessari a raggiungere la velocità di rotazione.

Sempre con un po' di approssimazione, siccome io decido di ruotare "leggendo" una velocità all'aria, se parto da zero (vento calmo) ci metterò più tempo/spazio per raggiungere la Vr rispetto alla situazione in cui, fermo al punto attesa (quindi fermo rispetto a terra) leggo già una velocità (quella del vento in faccia).

Metto giù due numeri, che così si capisce.
Col P28 ruoto a 60 nodi. Supponiamo che il motore mi dia una accelerazione costante di 2 nodi al secondo.
Vento calmo, devo andare da zero a 60 nodi, ci metterò 30 secondi per decollare.
10 nodi di vento in faccia, devo andare da 10 a 60 nodi, ci metterò 25 secondi.
50 nodi di vento in faccia, decollo in 5 secondi (ma forse è meglio se stai a casa :mrgreen: :mrgreen: )

Nota che in questi calcoli il motore deve darmi sempre 2 nodi al secondo di accelerazione. Se io calassi la spinta (quindi l'accelerazione) col cavolo che decollo.
Se avessi 60 nodi in faccia, finché sto ancorato al terreno (con le ruote e i freni) è chiaro che in teoria potrei ruotare anche a motore spento, ma come stacco le ruote, sarei in un flusso d'aria di 60 nodi che mi spinge INDIETRO, quindi andrei indietro.
mermaid ha scritto: allora, le procedure a terra per vento forte prevedono solo l'aumento del numero di tacchi, che però non risolverebbero questo problema.... è prevista una sorta di ancoraggio che voi sappiate???
a quel 747 mancano i motori e un bel po' di interni...
E nota che quello che fa alzare il muso del 747 è il bilancio tra la forza del vento sulle ali E I TACCHI A TERRA.
Se non avesse i tacchi andrebbe indietro...

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1970
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da camicius » 10 giugno 2013, 12:24

mermaid ha scritto:è prevista una sorta di ancoraggio che voi sappiate???
Non credo per i liner, ma tutti i "piccoletti" hanno dei punti per l'ancoraggio a terra.
E su alcuni piazzali (una volta anche a Montichiari, poi li hanno tirati su) ci sono gli anelli per l'ancoraggio.

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da mermaid » 10 giugno 2013, 12:28

camicius ha scritto:
mermaid ha scritto:è prevista una sorta di ancoraggio che voi sappiate???
Non credo per i liner, ma tutti i "piccoletti" hanno dei punti per l'ancoraggio a terra.
E su alcuni piazzali (una volta anche a Montichiari, poi li hanno tirati su) ci sono gli anelli per l'ancoraggio.

ciao
Andrea
ecco sì... pensavo a loro :)
Immagine

Ti!

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1970
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da camicius » 10 giugno 2013, 12:36

mermaid ha scritto:
camicius ha scritto:
mermaid ha scritto:è prevista una sorta di ancoraggio che voi sappiate???
Non credo per i liner, ma tutti i "piccoletti" hanno dei punti per l'ancoraggio a terra.
E su alcuni piazzali (una volta anche a Montichiari, poi li hanno tirati su) ci sono gli anelli per l'ancoraggio.

ciao
Andrea
ecco sì... pensavo a loro :)
lo vedi bene qui, con attaccata una gopro...

Immagine

è sotto l'ala di un PA28...

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9540
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da tartan » 10 giugno 2013, 15:40

la franci ha scritto:
tartan ha scritto:
la franci ha scritto:per il consumo di carburante il vento era a favore!
Per il consumo di carburante il vento è a favore quando ce lo hai di dietro e non davanti.
...ecco... in quella parte mi ero distratta... :cry:

però: se teoricamente un aereo potrebbe decollare a motori spenti ammesso che il vento soffi talmente forte e dritto da creare la portanza sulle ali... più ho vento contro meno spinta mi serve per mantenere la quota... certo... poi in realtà mi terrebbe fermo sospeso in aria...


...ovviamente fisica e chimica non sono il mio forte... all'esame dell'università ho copiato... :shock: :shock:
Il parallelepipedo è l’aria entro la quale vola l’aereo con la velocità che serve per farlo volare sennò cade.
Il rettangolino è l’aereo che deve volare da A a B.
Se l’aria rimane ferma (niente vento) l’aereo andrà da A a B nel tempo previsto. Se l’aria si muove avanti l’aereo arriverà prima del previsto e consumerà di meno (per il minor tempo che vola). Se l’aria si muove indietro l’aereo arriverà più tardi del previsto e consumerà di più per il maggior tempo che vola, ma se l’aria si muove indietro con la stessa velocità con la quale l’aereo vola dentro l’aria stessa, l’aereo rimarrà su A fino alla fine del carburante. La velocità dell’aereo dentro l’aria sarà sempre la stessa. Se poi l'aria anziché andare avanti o indietro va di lato e avanti o di lato e indietro allora le cose si complicano. :mrgreen:
In sostanza l'aereo vola dentro l'aria, ma si sposta rispetto alla terra secondo la somma algebrica della sua velocità e della velocità dell'aria.
Disegno1.jpg
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1970
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da camicius » 10 giugno 2013, 15:52

Ottima spiegazione!
tartan ha scritto: In sostanza l'aereo vola dentro l'aria, ma si sposta rispetto alla terra secondo la somma algebrica della sua velocità e della velocità dell'aria.
Più che la somma algebrica, è proprio la somma vettoriale (per chi sa che cosa è). Oltre alle velocità assolute si "sommano" anche le direzioni!

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9540
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da tartan » 10 giugno 2013, 15:59

camicius ha scritto:Ottima spiegazione!
tartan ha scritto: In sostanza l'aereo vola dentro l'aria, ma si sposta rispetto alla terra secondo la somma algebrica della sua velocità e della velocità dell'aria.
Più che la somma algebrica, è proprio la somma vettoriale (per chi sa che cosa è). Oltre alle velocità assolute si "sommano" anche le direzioni!

ciao
Andrea
Si, ma il mio raccontino non era per chi sa, infatti se l'aria si muove diagonalmente ho detto che le cose si complicano, quello che mi interessava era far passare, per chi non sa, il concetto semplice.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

goldenstar
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 44
Iscritto il: 8 aprile 2013, 3:31

Re: primo volo transoceanico!!!

Messaggio da goldenstar » 11 giugno 2013, 4:32

bene può essere anche da parigi con l'a380 se non erro. Anzi sarei orientato su quelle per comodità mie (amici a Parigi) and then volo! Penso sia comodo l'a380 in economy, quanto alla sicurezza penso sia come altri airbus moderni, solo meno rodato. quanto alla discussione sulla velocità; dunque è per via del vento che essa è scesa anche a 680-690 Km/h in crociera?

Rispondi