Incidente mongolfiera a Matera

Area dedicata alla discussione sugli incidenti e degli inconvenienti aerei e le loro cause. Prima di intervenire in quest'area leggete con attenzione il regolamento specifico riportato nel thread iniziale

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
MAURIZIO60
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 453
Iscritto il: 24 agosto 2006, 13:04
Località: porto seguro bahia
Contatta:

Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da MAURIZIO60 » 8 ottobre 2015, 12:06

Cade la mongolfiera del Festival 
Muoiono due studenti di MateraI ragazzi si sarebbero lanciati nel vuoto perché spaventati da un’improvvisa perdita 
di quota, forse dovuta a un incendio. Il pallone è caduto all’altezza di Montescaglioso

Due persone sono morte in seguito alla caduta di una mongolfiera che stava partecipando, nel cielo di Montescaglioso (Matera), al Balloon Festival, una manifestazione in cui si esibiscono palloni aerostatici. Sul posto 118, Vigili del Fuoco e Carabinieri. I morti sarebbero due giovani, studenti di quinto anno all’Istituto Superiore Olivetti di Matera
La ricostruzione

Secondo le prime indiscrezioni, i due ragazzi si sarebbero lanciati nel vuoto appena resisi conto che la mongolfiera stava precipitando, così schiantandosi inesorabilmente al suolo. Mentre sarebbe rimasto soltanto ferito il manovratore del mezzo. Ancora non sono chiari i motivi della improvvisa perdita di quota del mezzo: fra i testimoni vi è chi parla di un principio di incendio a bordo.

Il sindaco: lutto cittadino

Oltre ai mezzi di soccorso, sul luogo della tragedia anche il sindaco di Matera Raffaello De Ruggeri, insieme al Capo di Gabinetto del Comune Mariarita Iaculli. «Di fronte ad una tragedia imprevedibile che ha causato la morte di due giovani studenti materani, non è possibile trovare parole che possano lenire il dolore dei familiari e dell’intera comunità materana colpita da un lutto così inaccettabile», ha commentato De Ruggeri a caldo. «A nome della città – ha proseguito – esprimo la profonda amarezza per questo tragico episodio talmente intenso da imporre il lutto cittadino per affratellare in un moto di solidarietà donne e uomini della nostra città. Per tale ragione tutte le manifestazioni programmate per i prossimi giorni sono sospese affinché la memoria di un simile fatto doloroso non possa essere ignorata».

L’annullamento

Intanto gli organizzatori del festival fanno sapere, attraverso un breve messaggio pubblicato sulla pagina Facebook della manifestazione, che «il Festival è ANNULLATO» e che, «a breve l’organizzazione del Matera Balloon Festival diramerà una nota ufficiale per spiegare quanto accaduto».

Il festival

Il Balloon Festival è ormai giunto alla terza edizione. La manifestazione aveva preso inizio proprio questa mattina, per proseguire poi fino a domenica, con due decolli giornalieri (alle 7 e alle 17) per i 20 palloni aerostatici coinvolti. I voli - della durata indicativa di un’ora - avevano un costo variabile fra i 119 e i 179 euro a persona.

8 ottobre 2015 | 11:03
Fonte: corriere.it
MAURIZIO
La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare. ( Jovanotti )

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6740
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da Lampo 13 » 8 ottobre 2015, 12:36

Sono esterrefatto! :shock:

Si sono lanciati nel vuoto?
Era stato fatto un accurato briefing pre volo?

Cristo Santo! Tartan ci ha insegnato che non si usano paracadute perché la mongolfiera è un paracadute essa stessa, infatti il Pilota si è salvato... per il peso inferiore dopo il lancio dei due poveretti?
Tartan, illuminaci...

Avatar utente
giragyro
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1439
Iscritto il: 21 luglio 2011, 15:59
Località: alessandria

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da giragyro » 8 ottobre 2015, 13:14

il panico è una brutta bestia , purtroppo si va in tilt e si compiono azioni sconsiderate ( gettarsi dal 90 ° piano di un grattacielo in fiamme , gettarsi in acqua da una nave che sta affondando....)
Argo riconobbe Ulisse, Penelope no.

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3740
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da danko156 » 8 ottobre 2015, 15:53

:shock: :shock: :shock: Si sono lanciati nel vuoto? :shock: :shock:
RIP
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9607
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da tartan » 8 ottobre 2015, 16:03

Ho sentito due piloti che si trovano a Matera. Non mi hanno detto molto, è ancora troppo presto. Sembra comunque che si tratti di un contatto con una linea elettrica, uno dei pochi veri pericoli nel volo aerostatico che, però, proprio per questo è tenuto molto in considerazione. Il pilota è un tedesco.
Aggiungo che c'era molto vento e molti piloti avevano fatto voli brevi. Che si siano gettati non sembra credibile. Forse il forte effetto pendolo potrebbe aver causato la caduta. Altri commenti non li riporto perchè prematuri.
Vi farò sapere.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9607
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da tartan » 9 ottobre 2015, 11:08

Un breve aggiornamento, sempre ufficioso ma forse più aderente alla realtà.
Vento forte, urto contro la linea elettrica, cavi di sostegno rotti, cesta inclinata, principio di incendio, ragazzi appesi, quota non eccessivamente elvata, uno dei due si lascia andare, la mongolfiera risale, il secondo ragazzo resta appeso ma poi cede.
Il pilota non ha visto i cavi e poi ha spento il principio di incendio con l'estintore previsto a bordo.
E' tutto sintetizzato in quanto si tratta ancora di informazioni sommarie.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
MAURIZIO60
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 453
Iscritto il: 24 agosto 2006, 13:04
Località: porto seguro bahia
Contatta:

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da MAURIZIO60 » 9 ottobre 2015, 18:04

Una domanda mi viene spontanea : perché non prevedere una "linea vita" sul perimetro della cesta, del tipo quelle sulle coperture degli edifici, alla quale muniti di apposita imbracatura i passeggeri e il pilota possano ancorarsi con un moschettone ad aggancio e sgancio rapido ? Utilizzando un cavo di acciaio passante in anelli si potrebbe tra l'altro facilmente realizzare un congegno azionabile dal pilota in caso di necessità per liberare tutti rapidamente dall'ancoraggio tipo "cable cut" . Da profano mi sembra molto strano che attualmente si possa volare senza alcun ancoraggio (immagino che sia l'unico mezzo volante ove sia previsto), ma ci sono sicuramente ragioni che ignoro e che mi piacerebbe conoscere.
Grazie
MAURIZIO
La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare. ( Jovanotti )

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5830
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da sigmet » 9 ottobre 2015, 18:17

MAURIZIO60 ha scritto:Una domanda mi viene spontanea : perché non prevedere una "linea vita" sul perimetro della cesta, del tipo quelle sulle coperture degli edifici, alla quale muniti di apposita imbracatura i passeggeri e il pilota possano ancorarsi con un moschettone ad aggancio e sgancio rapido ? Utilizzando un cavo di acciaio passante in anelli si potrebbe tra l'altro facilmente realizzare un congegno azionabile dal pilota in caso di necessità per liberare tutti rapidamente dall'ancoraggio tipo "cable cut" . Da profano mi sembra molto strano che attualmente si possa volare senza alcun ancoraggio (immagino che sia l'unico mezzo volante ove sia previsto), ma ci sono sicuramente ragioni che ignoro e che mi piacerebbe conoscere.
Grazie
Me lo sono chiesto anche io dato che su ogni mezzo volante sono previsti sistemi di protezione individuali.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9607
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da tartan » 9 ottobre 2015, 19:46

Magari non ci credete, però è la prima cosa di cui mi sono dotato (20 anni fa), una imbracatura semplice e leggera da montagna per passeggeri poco tranquilli. Credo di essere l'unico che abbia pensato ad una simile eventualità. Naturalmente non per prevenire casi analoghi a quello in esame ma per cautelarmi da personaggi imprevedibili o paurosi. Il problema potrebbe essere che non si voglia spaventare eventuali passeggeri già paurosi di loro. Io però non l'ho mai usata poiché non facendomi pagare per il viaggio i passeggeri me li sapevo scegliere e li briffavo mooolto bene prima. E poi mi guardavo bene dalle linee elettriche.
Non conosco come si comportano i piloti delle ceste molto grandi da oltre 6 pax e fino a 30 e non conosco i requisiti minimi di sicurezza. Però, poichè i palloni più grandi con le ceste rettangolari hanno delle feritoie sull'involucro che, aperte, permettono di ruotare il pallone in atterraggio per evitare che toccando con il lato corto il cesto ribaltandosi in caso di vento spedisca i passeggeri a metri di distanza sicuramente esistono anche delle cinture di sicurezza. Però sulle ceste normali, quelle da 6 passeggeri massimo, non ci sono degli accorgimenti analoghi. Comunque mi informerò.
Volevo aggiungere che il volo in pallone è molto tranquillo sempre, anche con venti sostenuti. Il problema esiste solo in atterraggio o con forti termiche, però le termiche sono prevedibili e si deve evitare di volare in condizioni che le prevedono. I pericoli, di solito, nascono durate le competizioni, mai durante i voli turistici. Diciamo così, facendo finta che tutti i piloti siano responsabilmente responsabili.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Pablo85
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 13 ottobre 2010, 18:47
Località: Arluno (MI)
Contatta:

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da Pablo85 » 9 ottobre 2015, 20:46

Non conosco come si comportano i piloti delle ceste molto grandi da oltre 6 pax e fino a 30 e non conosco i requisiti minimi di sicurezza. Però, poichè i palloni più grandi con le ceste rettangolari hanno delle feritoie sull'involucro che, aperte, permettono di ruotare il pallone in atterraggio per evitare che toccando con il lato corto il cesto ribaltandosi in caso di vento spedisca i passeggeri a metri di distanza sicuramente esistono anche delle cinture di sicurezza. Però sulle ceste normali, quelle da 6 passeggeri massimo, non ci sono degli accorgimenti analoghi. Comunque mi informerò.
Anche sulle ceste "piccole" si possono montare le cinture, un po' tutti i costruttori le offrono come opzione.
La cintura per il pilota è obbligatoria nei voli passeggeri a pagamento, per i passeggeri il regolamento prevede almeno una maniglia a testa per reggersi durante l'avvicinamento e l'atterraggio, non obbliga ad installare una cintura per passeggero.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9607
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da tartan » 9 ottobre 2015, 21:03

Grazie per l'informazione. A quale regolamento ti riferisci?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Pablo85
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 13 ottobre 2010, 18:47
Località: Arluno (MI)
Contatta:

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da Pablo85 » 9 ottobre 2015, 22:43

Al regolamento coa per palloni ad aria calda, lo trovi sul sito enac.

Inviato dal mio SM-G800F utilizzando Tapatalk

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9607
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da tartan » 10 ottobre 2015, 10:43

Grazie.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4735
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da Valerio Ricciardi » 11 ottobre 2015, 22:26

Allora: se dovesse emergere che i due sventurati si son ritrovati appesi all'esterno non per propria improvvida scelta dettata da panico bensì per risentimenti dinamici della cesta derivanti dall'incidente iniziale, direi che è il momento per "fare l'inferno" perché sia modificata la normativa del regolamento COA prevedendo un imbraco leggero connesso con moschettone a un cavo d'acciaio tipo mancorrente, all'occorrenza sfilabile al volo come dice Tartan.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
robg
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 111
Iscritto il: 23 marzo 2009, 15:37
Località: venaria reale (to)

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da robg » 12 ottobre 2015, 13:04

morire non e' mai bello, ma cosi' :(
che la terra, vi sia lieve
Roberto

Ma come si fa a non avere paura di una mongolfiera??? Un cesto sparato in aria da un lanciafiamme!!!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9607
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da tartan » 12 ottobre 2015, 14:18

robg ha scritto:morire non e' mai bello, ma cosi' :(
che la terra, vi sia lieve
Roberto

Ma come si fa a non avere paura di una mongolfiera??? Un cesto sparato in aria da un lanciafiamme!!!
E' solo il principio di Archimede che fa volare il pallone. E' come quando fai il morto a galla, non c'è bisogno di nuotare come fanno gli aerei, è la natura che ti tiene su. E basta poco per non affogare! Devi "solo" fare attenzione, prima e durante.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4735
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da Valerio Ricciardi » 13 ottobre 2015, 10:59

robg ha scritto: Un cesto sparato in aria da un lanciafiamme!!!
No, proprio no, con tutto il rispetto proponi un'immagine di una potenza e violenza che trovo del tutto aliena al mondo delle mongolfiere e degli aerostati.

Galleggiano lievemente nel cielo appesi ad una lieve differenza di densità fra l'aria interna e quella esterna (o fra il gas intrappolato nell'involucro e l'aria atmosferica).

Io se debbo pensare a qualcosa «tenuto in aria a forza di sforzi titanici» penso a un elicottero o ad un Hawker Harrier o un F35 in hovering, giammai a un pallone.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
robg
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 111
Iscritto il: 23 marzo 2009, 15:37
Località: venaria reale (to)

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da robg » 13 ottobre 2015, 11:17

no no Valerio, lungi da me dare una siffatta immagine.
Solo che in tempi non sospetti, avevo bonariamente dileggiato il buon Pino, allora ho riproposto la tagline,tutto li .
tra l'altro, io scientemente mi sono "buttato" da un pallone a levaldigi, il piu' bel salto della mia vita!.
ma li'e' stata una altra cosa, non c'entra il volo ma la vita!'
Roberto
ps grazie Valerio, ho imparato la differenza tra mongolfiera e aerostato, non si finisce mai di imparare!

cadranno i secoli,gli dei,le dee,cadranno torri e cadranno regni , ma rimaranno di uomini e idee, polvere e segni

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9607
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da tartan » 13 ottobre 2015, 11:26

Ho tolto il mio commento, era fuori luogo in questo contesto.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15571
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Incidente mongolfiera a Matera

Messaggio da JT8D » 15 gennaio 2020, 21:40

Nel gruppo di relazioni di inchiesta rilasciate oggi da ANSV, rientra anche quella relativa a questo evento:

http://www.ansv.it/It/Detail_relazioni.asp?ID=2206

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Rispondi