ICAO

In quest’area si discute di Aeroclub, di brevetti commerciali / ATPL integrato, di ultraleggeri, di scuole e corsi relativi all'aviazione civile

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
chally93
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 97
Iscritto il: 10 marzo 2015, 18:55

ICAO

Messaggio da chally93 » 12 novembre 2015, 14:16

Ciao a tutti! eccomi qua con un nuovo quesito.

mi siete stati molto di aiuto per quanto riguarda i testi, ecc. però ora avrei un piccola grande problema ICAO4. io sono valdostano purtroppo e quindi in questa valle di lacrime ho iniziato a fare inglese in prima superiore e il francese all'asilo. (avrei preferito fare il contrario).
Potete immaginare quindi quanto io sia indietro con la lingua.
Premetto che mi piace molto e la adoro ma purtroppo ho molte lacune.

le ore che ci sono in aula (ATPL integrato) non mi bastano affatto per arrivare ad un ICAO almeno 4 (vorrei raggiungere per lo meno il 5, sia per lavoro che per conoscenza mia personale.). quindi la mia domanda è questa:

come posso fare? mi sto per iscrivere ad un corso di inglese esterno dove già in passato mi ha aiutato molto. (da non sapere dire l'alfabeto a poter "tranquillamente" chiaccherare a Londra con la gente del posto). Purtroppo sono sicuro che non basta per l'icao saper chiaccherare più o meno con un Broken English.
sono abbonato alla rivista speakup e guardo tutto quello che posso in inglese dai telegiornali ai telefilm ma ho il timore che anche questo non basti.

Avete qualche consiglio da dare ad un povero valdostano per l'ICAO vero e proprio? il livello 4 con che difficoltà si raggiunge? il 5 è così lontano per uno come me? il 6 non lo voglio nemmeno considerare :lol:

Grazie a tutti per i consigli!
Un saluto!
Christian!

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7281
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: ICAO

Messaggio da Lampo 13 » 12 novembre 2015, 14:34

chally93 ha scritto:Ciao a tutti! eccomi qua con un nuovo quesito.

mi siete stati molto di aiuto per quanto riguarda i testi, ecc. però ora avrei un piccola grande problema ICAO4. io sono valdostano purtroppo e quindi in questa valle di lacrime ho iniziato a fare inglese in prima superiore e il francese all'asilo. (avrei preferito fare il contrario).
Potete immaginare quindi quanto io sia indietro con la lingua.
Premetto che mi piace molto e la adoro ma purtroppo ho molte lacune.

le ore che ci sono in aula (ATPL integrato) non mi bastano affatto per arrivare ad un ICAO almeno 4 (vorrei raggiungere per lo meno il 5, sia per lavoro che per conoscenza mia personale.). quindi la mia domanda è questa:

come posso fare? mi sto per iscrivere ad un corso di inglese esterno dove già in passato mi ha aiutato molto. (da non sapere dire l'alfabeto a poter "tranquillamente" chiaccherare a Londra con la gente del posto). Purtroppo sono sicuro che non basta per l'icao saper chiaccherare più o meno con un Broken English.
sono abbonato alla rivista speakup e guardo tutto quello che posso in inglese dai telegiornali ai telefilm ma ho il timore che anche questo non basti.

Avete qualche consiglio da dare ad un povero valdostano per l'ICAO vero e proprio? il livello 4 con che difficoltà si raggiunge? il 5 è così lontano per uno come me? il 6 non lo voglio nemmeno considerare :lol:

Grazie a tutti per i consigli!
La problematica dell'esame è che si viene giudicati su 6 aspetti ed il voto finale è pari al più basso tra quelli ottenuti nei 6 giudizi. Se hai preso 5 volte Sei ed una 1 volta Tre, il voto finale sarà Tre e non hai raggiunto il livello richiesto per operare.
Concentrati sul prendere almeno tutti Quattro, potrai lavorare e dopo tre anni potrai mirare al Cinque.
Purtroppo molti Sei (praticamente da madrelingua) sono stati comprati in molti aeroclub che si sono prestati, facevano ascoltare l'esame prima della registrazione e in caso di errori la rifacevano daccapo fino ad ottenere il Cinque o il Sei per cui avevi pagato i tuoi 150/300 euro... l'Italia. Ora sembra che abbiano fatto pulizia. Mah!

chally93
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 97
Iscritto il: 10 marzo 2015, 18:55

Re: ICAO

Messaggio da chally93 » 12 novembre 2015, 14:43

Lampo 13 ha scritto:
chally93 ha scritto:Ciao a tutti! eccomi qua con un nuovo quesito.

mi siete stati molto di aiuto per quanto riguarda i testi, ecc. però ora avrei un piccola grande problema ICAO4. io sono valdostano purtroppo e quindi in questa valle di lacrime ho iniziato a fare inglese in prima superiore e il francese all'asilo. (avrei preferito fare il contrario).
Potete immaginare quindi quanto io sia indietro con la lingua.
Premetto che mi piace molto e la adoro ma purtroppo ho molte lacune.

le ore che ci sono in aula (ATPL integrato) non mi bastano affatto per arrivare ad un ICAO almeno 4 (vorrei raggiungere per lo meno il 5, sia per lavoro che per conoscenza mia personale.). quindi la mia domanda è questa:

come posso fare? mi sto per iscrivere ad un corso di inglese esterno dove già in passato mi ha aiutato molto. (da non sapere dire l'alfabeto a poter "tranquillamente" chiaccherare a Londra con la gente del posto). Purtroppo sono sicuro che non basta per l'icao saper chiaccherare più o meno con un Broken English.
sono abbonato alla rivista speakup e guardo tutto quello che posso in inglese dai telegiornali ai telefilm ma ho il timore che anche questo non basti.

Avete qualche consiglio da dare ad un povero valdostano per l'ICAO vero e proprio? il livello 4 con che difficoltà si raggiunge? il 5 è così lontano per uno come me? il 6 non lo voglio nemmeno considerare :lol:

Grazie a tutti per i consigli!
La problematica dell'esame è che si viene giudicati su 6 aspetti ed il voto finale è pari al più basso tra quelli ottenuti nei 6 giudizi. Se hai preso 5 volte Sei ed una 1 volta Tre, il voto finale sarà Tre e non hai raggiunto il livello richiesto per operare.
Concentrati sul prendere almeno tutti Quattro, potrai lavorare e dopo tre anni potrai mirare al Cinque.
Purtroppo molti Sei (praticamente da madrelingua) sono stati comprati in molti aeroclub che si sono prestati, facevano ascoltare l'esame prima della registrazione e in caso di errori la rifacevano daccapo fino ad ottenere il Cinque o il Sei per cui avevi pagato i tuoi 150/300 euro... l'Italia. Ora sembra che abbiano fatto pulizia. Mah!
Non sapevo ci fossero aeroclub che facevano così.
Piacerebbe anche a me avere un 6, ma non credo sia giusto averlo così. non tanto per i soldi o per l'esame di per se ma se ti danno un 6 e poi alla prima comunicazione reale che ti fanno tu non capisci la metà delle cose tanto vale averlo. meglio prendere un 4 meritato e migliorare piano piano fino al 5.
speriamo abbiano fatto davvero pulizia.
il 4 è difficile da prendere? (so che la parola difficile è soggettiva).
Un saluto!
Christian!

qualcheduno
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 10 ottobre 2013, 9:29

Re: ICAO

Messaggio da qualcheduno » 12 novembre 2015, 21:14

Ciao Christian! Se può esserti di aiuto ti dico la mia.

La certificazione del livello inglese ICAO mi sento di dire che non rispecchia assolutamente il tuo livello di inglese generale, da intendersi come proprietà di linguaggio, vocabolario, grammatica, ecc (non è questo lo scopo della certificazione dopo tutto).

Il fatto che non sia un esame "standardizzato" ma che abbia una tipologia diversa in base a dove e come lo sostieni mi sembra sbagliato prima di tutto, ma è un parere personale. (quello che ti dico io infatti prendilo come UNA esperienza, magari qualcun altro ti racconterà cose completamente diverse ma ugualmente vere)

Quello che conosco io consisteva in una prima parte "computer based" (la parte più importante a mio avviso) e una breve intervista finale con due esaminatori che serve solo a certificare che quello che hai dimostrato a computer, ma che non ti può permettere di alzare la tua valutazione se nella prima parte hai fatto male (per capirci: a computer fai maluccio e prendi 4? nell'intervista non puoi guadagnarti il livello 5 o 6).

La parte a computer è di comprensione, nonostante la comprensione dell'inglese non è secondo me il vero problema.
Un veloce esempio per farmi capire meglio: un video riguarda un piccolo incidente di un aereo privato. Video di 5 minuti dove descrivono le dinamiche dell'incidente, interviste, tante informazioni che possano certificare la tua comprensione di quanto fosse successo insomma. La domanda a fine video che "certifica" il livello di inglese è però "quanti posti aveva l'aereo", informazione buttata li un secondo scarso a dire tanto, a cui uno magari non da nemmeno molta importanza focalizzandosi su altro e non sul dettaglio numerico.
Questo per dire che lo vedo molto come un esame dove devi essere molto bravo a prendere appunti su ogni parola che senti, a ricordare quante più cose possibili, piuttosto che usare la tua conoscenza dell'inglese (che non fraintendermi, deve essere buona perché le comprensioni non sono facilissime). Non a caso un amico (non italiano) che vive in Inghilterra da quando ha 10 anni con, credimi, un inglese oxfordiano (vorrei vedere, sono 15 anni che sta li!) non è risultato di livello 6, perché nonostante il suo inglese perfetto aveva forse sottovalutato l'esame in se, non facendo attenzione a particolari e "perdendosi" qualche dettaglio (stupido!) di troppo.

Onestamente credo che il livello 4 per uno che abbia una buona comprensione dell'inglese non sia tanto difficile e non richiede una particolare preparazione, e, sempre parere mio personale, se uno non prende un livello 4 credo farà molta fatica a studiare per la teoria ATPL in inglese. Non ho seguito la tua "storia" quindi non so hai intenzione di fare un corso all'estero o in Italia, ma se lo farai all'estero secondo me in un paio di mesi di convivenza con persone che parlano inglese, e studiando per le licenze in inglese, raggiungerai facilmente il livello richiesto (sempre che tu abbia una buona base di partenza è chiaro, altrimenti vorrebbe dire che stai facendo una fatica boia a studiare all'estero ancor prima di ottenere qualche certificazione per l'inglese, che viene dopo). Conta che dopo tot anni a meno che tu non abbia livello 6 devi risostenere l'esame, e credo che in 1-3-5 anni (non ricordo quale sia la scadenza della certificazione) il tuo livello di inglese possa fare un bel balzo in avanti cosi da permetterti di migliorare il tuo livello;

Morale della favola: anche se non hai un inglese fluente non ti preoccupare più di tanto, perché purtroppo di conversazione farai si e no 4 minuti, mentre gli altri aspetti che ho detto prima mi sembra pesino molto di più nella valutazione finale; devi fare bene l'esame più che parlare bene inglese.

Ciao e in bocca al lupo :)

chally93
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 97
Iscritto il: 10 marzo 2015, 18:55

Re: ICAO

Messaggio da chally93 » 13 novembre 2015, 0:19

qualcheduno ha scritto:Ciao Christian! Se può esserti di aiuto ti dico la mia.

La certificazione del livello inglese ICAO mi sento di dire che non rispecchia assolutamente il tuo livello di inglese generale, da intendersi come proprietà di linguaggio, vocabolario, grammatica, ecc (non è questo lo scopo della certificazione dopo tutto).

Il fatto che non sia un esame "standardizzato" ma che abbia una tipologia diversa in base a dove e come lo sostieni mi sembra sbagliato prima di tutto, ma è un parere personale. (quello che ti dico io infatti prendilo come UNA esperienza, magari qualcun altro ti racconterà cose completamente diverse ma ugualmente vere)

Quello che conosco io consisteva in una prima parte "computer based" (la parte più importante a mio avviso) e una breve intervista finale con due esaminatori che serve solo a certificare che quello che hai dimostrato a computer, ma che non ti può permettere di alzare la tua valutazione se nella prima parte hai fatto male (per capirci: a computer fai maluccio e prendi 4? nell'intervista non puoi guadagnarti il livello 5 o 6).

La parte a computer è di comprensione, nonostante la comprensione dell'inglese non è secondo me il vero problema.
Un veloce esempio per farmi capire meglio: un video riguarda un piccolo incidente di un aereo privato. Video di 5 minuti dove descrivono le dinamiche dell'incidente, interviste, tante informazioni che possano certificare la tua comprensione di quanto fosse successo insomma. La domanda a fine video che "certifica" il livello di inglese è però "quanti posti aveva l'aereo", informazione buttata li un secondo scarso a dire tanto, a cui uno magari non da nemmeno molta importanza focalizzandosi su altro e non sul dettaglio numerico.
Questo per dire che lo vedo molto come un esame dove devi essere molto bravo a prendere appunti su ogni parola che senti, a ricordare quante più cose possibili, piuttosto che usare la tua conoscenza dell'inglese (che non fraintendermi, deve essere buona perché le comprensioni non sono facilissime). Non a caso un amico (non italiano) che vive in Inghilterra da quando ha 10 anni con, credimi, un inglese oxfordiano (vorrei vedere, sono 15 anni che sta li!) non è risultato di livello 6, perché nonostante il suo inglese perfetto aveva forse sottovalutato l'esame in se, non facendo attenzione a particolari e "perdendosi" qualche dettaglio (stupido!) di troppo.

Onestamente credo che il livello 4 per uno che abbia una buona comprensione dell'inglese non sia tanto difficile e non richiede una particolare preparazione, e, sempre parere mio personale, se uno non prende un livello 4 credo farà molta fatica a studiare per la teoria ATPL in inglese. Non ho seguito la tua "storia" quindi non so hai intenzione di fare un corso all'estero o in Italia, ma se lo farai all'estero secondo me in un paio di mesi di convivenza con persone che parlano inglese, e studiando per le licenze in inglese, raggiungerai facilmente il livello richiesto (sempre che tu abbia una buona base di partenza è chiaro, altrimenti vorrebbe dire che stai facendo una fatica boia a studiare all'estero ancor prima di ottenere qualche certificazione per l'inglese, che viene dopo). Conta che dopo tot anni a meno che tu non abbia livello 6 devi risostenere l'esame, e credo che in 1-3-5 anni (non ricordo quale sia la scadenza della certificazione) il tuo livello di inglese possa fare un bel balzo in avanti cosi da permetterti di migliorare il tuo livello;

Morale della favola: anche se non hai un inglese fluente non ti preoccupare più di tanto, perché purtroppo di conversazione farai si e no 4 minuti, mentre gli altri aspetti che ho detto prima mi sembra pesino molto di più nella valutazione finale; devi fare bene l'esame più che parlare bene inglese.

Ciao e in bocca al lupo :)
Grazie mille per la spiegazione e per avermi raccontato le tue esperienze.
La mia storia è: ATPL integrato presso una Scuola italiana per una questione di comodità per poi spostarmi all'estero e volare in posti nuovi nell'attesa di un contratto. (Ecco la mia storia molto riassunta).
Mi hai tranquillizzato molto perché comunque la mia più difficoltà nell'inglese è il parlare fluentemente. Mi spiego meglio: magari parlo un po' più lentamente o magari mi impappino con alcuni "sciogli lingua". Però dalla tua esperienza noto che comunque cosa molto più importante è la comprensione e questo aspetto va a mio vantaggio anche perché ho meno difficoltà e quindi la lettura, comprensione, ecc non ho particolari difficoltà (ovviamente per un neofita e ovviamente devo assolutamente incrementare).
Se non passo la prima volta dopo quanto potrò rifarlo?
Un saluto!
Christian!

qualcheduno
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 10 ottobre 2013, 9:29

Re: ICAO

Messaggio da qualcheduno » 13 novembre 2015, 9:50

Questo non te lo so dire.

Se posso darti un consiglio: scegli bene dove fare l'esame. Quello che ti ho raccontato è in base all'esame fatto con Air-English ad esempio, magari se lo fai con qualcun altro la tipologia di esame cambia completamente (e magari l'essere fluente diventa fondamentale, non ho idea!). Per questo dicevo che non mi sembra giusto che non sia un esame uguale per tutti a prescindere da dove si faccia. Ma magari avere più scelta a qualcuno piace e la penso cosi solo io :mrgreen:

Ciao!

Avatar utente
LeBron_91
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 188
Iscritto il: 30 marzo 2014, 14:29
Località: Napoli

Re: ICAO

Messaggio da LeBron_91 » 13 novembre 2015, 13:18

Lampo 13 ha scritto:.
Purtroppo molti Sei (praticamente da madrelingua) sono stati comprati in molti aeroclub che si sono prestati, facevano ascoltare l'esame prima della registrazione e in caso di errori la rifacevano daccapo fino ad ottenere il Cinque o il Sei per cui avevi pagato i tuoi 150/300 euro... l'Italia. Ora sembra che abbiano fatto pulizia. Mah!
Ma che cosa stupida. Poi quando andavano in cockpit e il comandante chiedeva "Hi, what's ur name?" e la risposta era magari "I'm fine thanks" cosa succedeva? Ancor più grave se poi fossero stati pilot monitoring e dovevano gestire le comunicazioni, qui capire una parola o non capirla può fare la differenza....
Giuseppe Santoro

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12367
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: ICAO

Messaggio da AirGek » 13 novembre 2015, 13:34

Sì vabbé mo non estremizziamo le cose... :roll:
Tempi duri creano uomini forti,
Uomini forti creano tempi tranquilli,
Tempi tranquilli fanno gli uomini deboli,
Uomini deboli creano tempi duri

chally93
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 97
Iscritto il: 10 marzo 2015, 18:55

Re: ICAO

Messaggio da chally93 » 13 novembre 2015, 13:37

qualcheduno ha scritto:Questo non te lo so dire.

Se posso darti un consiglio: scegli bene dove fare l'esame. Quello che ti ho raccontato è in base all'esame fatto con Air-English ad esempio, magari se lo fai con qualcun altro la tipologia di esame cambia completamente (e magari l'essere fluente diventa fondamentale, non ho idea!). Per questo dicevo che non mi sembra giusto che non sia un esame uguale per tutti a prescindere da dove si faccia. Ma magari avere più scelta a qualcuno piace e la penso cosi solo io :mrgreen:

Ciao!
Non voglio essere nella condizione di dover scegliere. Vorrei essere in grado di sostenerlo ovunque io vada. Riuscendo comunque a gestire i manuali per l'ATPL dovrei comunque avere un minimo di possibilità.... Spero :)
Un saluto!
Christian!

Avatar utente
Marco92
FL 250
FL 250
Messaggi: 2822
Iscritto il: 26 aprile 2009, 15:16

Re: ICAO

Messaggio da Marco92 » 13 novembre 2015, 14:03

English Grammar In Use è un buon inizio. Poi tanta, tanta tv in inglese. Io ho fatto così.
Come ti hanno detto il livello ICAO non rispecchia assolutamente il tuo livello generale di conoscenza della lingua, ma io ho anche il CAE con voto A (C2 secondo loro, ma sono modesto e diciamo che sono C1 :mrgreen: ). Fino a 14 anni non sapevo quasi nulla di inglese, poi quando capii ciò che veramente volevo fare nella vita mi sono messo sotto e l'inglese è la lingua più facile da apprendere.

Per l'ATPL usa i CBT della OAA, così non solo studi per l'ATPL, ma alleni anche il listening.

qualcheduno
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 10 ottobre 2013, 9:29

Re: ICAO

Messaggio da qualcheduno » 13 novembre 2015, 14:19

LeBron_91 ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:.
Purtroppo molti Sei (praticamente da madrelingua) sono stati comprati in molti aeroclub che si sono prestati, facevano ascoltare l'esame prima della registrazione e in caso di errori la rifacevano daccapo fino ad ottenere il Cinque o il Sei per cui avevi pagato i tuoi 150/300 euro... l'Italia. Ora sembra che abbiano fatto pulizia. Mah!
Ma che cosa stupida. Poi quando andavano in cockpit e il comandante chiedeva "Hi, what's ur name?" e la risposta era magari "I'm fine thanks" cosa succedeva? Ancor più grave se poi fossero stati pilot monitoring e dovevano gestire le comunicazioni, qui capire una parola o non capirla può fare la differenza....
Ah su youtube è pieno di comunicazioni con ATC di piloti cinesi (tra cui uno al JFK se non sbaglio) che ti fan capire che di sicuro il livello 4 per operare non l'hanno preso esattamente per meriti :mrgreen: e magari quelli che volano su NY sono anche i migliori che hanno !

Avatar utente
LeBron_91
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 188
Iscritto il: 30 marzo 2014, 14:29
Località: Napoli

Re: ICAO

Messaggio da LeBron_91 » 13 novembre 2015, 15:24

qualcheduno ha scritto:Ah su youtube è pieno di comunicazioni con ATC di piloti cinesi (tra cui uno al JFK se non sbaglio) che ti fan capire che di sicuro il livello 4 per operare non l'hanno preso esattamente per meriti :mrgreen: e magari quelli che volano su NY sono anche i migliori che hanno !
Beh capire N (November), quando poi il controllore di A (Alpha), qua c'è qualcosa in più di una mancata comprensione dell'inglese ahahah. Famosissimo Air China 981. :mrgreen:
Giuseppe Santoro

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7281
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: ICAO

Messaggio da Lampo 13 » 13 novembre 2015, 15:32

Provate a parlare con i controllori giapponesi e ne riparliamo.... :shock:
Comunque al JFK è comune sentire in frequenza la British chiedere ai controllori di parlare in inglese! :mrgreen:

chally93
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 97
Iscritto il: 10 marzo 2015, 18:55

Re: ICAO

Messaggio da chally93 » 15 novembre 2015, 19:57

Marco92 ha scritto:English Grammar In Use è un buon inizio. Poi tanta, tanta tv in inglese. Io ho fatto così.
Come ti hanno detto il livello ICAO non rispecchia assolutamente il tuo livello generale di conoscenza della lingua, ma io ho anche il CAE con voto A (C2 secondo loro, ma sono modesto e diciamo che sono C1 :mrgreen: ). Fino a 14 anni non sapevo quasi nulla di inglese, poi quando capii ciò che veramente volevo fare nella vita mi sono messo sotto e l'inglese è la lingua più facile da apprendere.

Per l'ATPL usa i CBT della OAA, così non solo studi per l'ATPL, ma alleni anche il listening.
quel testo ce l'ho già e si mi piace abbastanza. io invece sono un pochino più modesto ancora e mi sono fermato al B2. :lol: comunque sia credo che il tutto possa giovarrmi :)
Un saluto!
Christian!

chally93
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 97
Iscritto il: 10 marzo 2015, 18:55

Re: ICAO

Messaggio da chally93 » 15 novembre 2015, 20:00

qualcheduno ha scritto:
LeBron_91 ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:.
Purtroppo molti Sei (praticamente da madrelingua) sono stati comprati in molti aeroclub che si sono prestati, facevano ascoltare l'esame prima della registrazione e in caso di errori la rifacevano daccapo fino ad ottenere il Cinque o il Sei per cui avevi pagato i tuoi 150/300 euro... l'Italia. Ora sembra che abbiano fatto pulizia. Mah!
Ma che cosa stupida. Poi quando andavano in cockpit e il comandante chiedeva "Hi, what's ur name?" e la risposta era magari "I'm fine thanks" cosa succedeva? Ancor più grave se poi fossero stati pilot monitoring e dovevano gestire le comunicazioni, qui capire una parola o non capirla può fare la differenza....
Ah su youtube è pieno di comunicazioni con ATC di piloti cinesi (tra cui uno al JFK se non sbaglio) che ti fan capire che di sicuro il livello 4 per operare non l'hanno preso esattamente per meriti :mrgreen: e magari quelli che volano su NY sono anche i migliori che hanno !
Appunto. diciamo che io guardando su youtube e smanettando tra un video e l'altro. mi sono spaventato assai quando sentivo le comunicazioni. capivo ben poco a riguardo (diamo la colpa un pò all'audio registrato male anche ahaha, però capivo proprio poco). ora piano piano sto iniziando a capire qualcosa in più.
Un mio caro amico mi ha detto che le comunicazioni alla fine senti dire dai controllori quello che bene o male già ti aspetti.

è così? non è così? help me :) :bounce:
Un saluto!
Christian!

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12367
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: ICAO

Messaggio da AirGek » 15 novembre 2015, 20:08

E' così, per quello esiste la fraseologia standard.
Tempi duri creano uomini forti,
Uomini forti creano tempi tranquilli,
Tempi tranquilli fanno gli uomini deboli,
Uomini deboli creano tempi duri

qualcheduno
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 10 ottobre 2013, 9:29

Re: ICAO

Messaggio da qualcheduno » 15 novembre 2015, 21:02

Si. Ma nel rovescio della medaglia sta il pericolo maggiore, il "sentire" quello che uno si aspetta, quando magari la comunicazione è tutt'altro.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7281
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: ICAO

Messaggio da Lampo 13 » 15 novembre 2015, 21:56

Ricordate che è OBBLIGATORIO farsi ripetere la comunicazione finché ENTRAMBI i Piloti non l'hanno capita nello stesso modo, quindi va ripetuta ed il controllore dovrebbe controllare che la risposta è in linea con la comunicazione.

chally93
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 97
Iscritto il: 10 marzo 2015, 18:55

Re: ICAO

Messaggio da chally93 » 16 novembre 2015, 1:26

AirGek ha scritto:E' così, per quello esiste la fraseologia standard.

e questo mi rincuora e mi preoccupa allo stesso modo perché l'abitudine magari fa brutti scherzi nelle situazioni che sviano da essa :)
Un saluto!
Christian!

chally93
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 97
Iscritto il: 10 marzo 2015, 18:55

Re: ICAO

Messaggio da chally93 » 16 novembre 2015, 1:27

Lampo 13 ha scritto:Ricordate che è OBBLIGATORIO farsi ripetere la comunicazione finché ENTRAMBI i Piloti non l'hanno capita nello stesso modo, quindi va ripetuta ed il controllore dovrebbe controllare che la risposta è in linea con la comunicazione.
sto seguendo un canale di youtube dove sono riportate le varie comunicazioni e sento che spesso c'è la frase "say again please".
Un saluto!
Christian!

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7281
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: ICAO

Messaggio da Lampo 13 » 16 novembre 2015, 9:11

chally93 ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:Ricordate che è OBBLIGATORIO farsi ripetere la comunicazione finché ENTRAMBI i Piloti non l'hanno capita nello stesso modo, quindi va ripetuta ed il controllore dovrebbe controllare che la risposta è in linea con la comunicazione.
sto seguendo un canale di youtube dove sono riportate le varie comunicazioni e sento che spesso c'è la frase "say again please".
Che vuol dire:

ripeti, 'che non ho capito bene.

anonymous12345

Re: ICAO

Messaggio da anonymous12345 » 16 novembre 2015, 9:46

Domanda leggermente OT.. nella comprensione delle comunicazioni quanto influisce la tecnologia delle radio? Ricordo male io o sono ancora in modulazione AM?

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7281
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: ICAO

Messaggio da Lampo 13 » 16 novembre 2015, 10:35

Dipende dalle stazioni, in Brasile, per esempio, sono un disastro, in genere si sente bene, in Africa credo che esistano ancora delle zone di non copertura, come fosse l'oceano.

anonymous12345

Re: ICAO

Messaggio da anonymous12345 » 16 novembre 2015, 13:40

Nota di colore.. una volta in piazzale a Mxp con una insulsa radiolina FM ( sintonizzata su Radio Deejay) mi son ritrovato ad ascoltare la Ground...

chally93
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 97
Iscritto il: 10 marzo 2015, 18:55

Re: ICAO

Messaggio da chally93 » 16 novembre 2015, 14:31

Lampo 13 ha scritto:
chally93 ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:Ricordate che è OBBLIGATORIO farsi ripetere la comunicazione finché ENTRAMBI i Piloti non l'hanno capita nello stesso modo, quindi va ripetuta ed il controllore dovrebbe controllare che la risposta è in linea con la comunicazione.
sto seguendo un canale di youtube dove sono riportate le varie comunicazioni e sento che spesso c'è la frase "say again please".
Che vuol dire:

ripeti, 'che non ho capito bene.
esatto quindi è quotidiano farsi ripetere le comunicazioni più volte. :)
Un saluto!
Christian!

Rispondi