ho paura ma...

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
lunaotrantina
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 367
Iscritto il: 16 dicembre 2007, 21:52
Località: salento

ho paura ma...

Messaggio da lunaotrantina » 21 dicembre 2007, 20:56

Ciao a tutti!

Premetto che non ho mai viaggiato in aereo.
Per i miei innumerevoli spostamenti ho usato l’auto o il treno, qualche volta i traghetti.
Nell’ottobre 89 ho avuto il mio primo attacco di panico. Non ne ho mai scoperto le cause.
Dopo il primo ne sono seguiti altri, ed altri ancora, tanto che nel gennaio 90 sono stata costretta a lasciare il posto di lavoro.
I miei DAP sono scomparsi nell’aprile 90, all’improvviso… così come sono venuti ma… ma hanno lasciato un gran segno: un senso di claustrofobia mi ha accompagnata per tutti questi anni.
Da quel momento ho accuratamente evitato tutti i luoghi chiusi.
Non sono più riuscita ad entrare in una banca perché temevo di restare intrappolata tra le due porte.
Non ho più preso gli ascensori perché se vi fossi rimasta chiusa temevo di morire per mancanza di ossigeno.
Mi sono spostata di rado in auto e per brevi tragitti in auto e mai da sola.
Le mie mete però mete dovevano avere un ospedale pronto a soccorrermi in caso di necessità.
Nei miei brevi “viaggi”, inoltre, mi facevo tenere compagnia dalle gocce di tavor, prescritte dal mio medico generico ed a cui non ho mai ricorso per timore di diventarne dipendente.
I viaggi in treno oramai erano un lontano ricordo. Il pensiero di dover affrontare una galleria mi faceva soffocare.

Circa 2 anni fa sono riuscita a dire basta alla mia trappola quando per caso, dovendo prenotare un volo al mio capo, ho scoperto il corso “voglia di volare” sul sito Alitalia. Wuau! Avevo la soluzione in mano. Peccato che i corsi si tenevano a Roma e Milano. Ma come raggiungere l’una o l’altra città?
Non mi sono data per vinta. Ho capito che da sola non ce l’avrei fatta ed ho consultato un medico che si occupa di terapia cognitivo comportamentale.
Attualmente… ho cambiato medico generico :-), le porte delle banche non le noto nemmeno. I condotti passano inosservati. Sono riuscita a salire su un treno ed ho raggiunto Milano… da sola!
Beh ora tocca all’aereo.
Non ho la più pallida percezione di come possa essere un aereo all’interno. Non ne conosco gli odori, i rumori, gli spazi. Se immagino di starci seduta dentro… ne perdo il tatto.
Mi elettrizza l’idea del decollo e quella dell’atterraggio, suppongo siano i momenti più belli.
Se cerco di immaginare una perturbazione non ci riesco. Se invece cerco di immaginare i vuoti d’aria mi lasciano indifferente.
Mi da fastidio pensare all’ammaraggio. Questo molto.
Non temo che l’aereo precipiti, né terroristi e né dirottatori.
Allora cosa temo? Beh… una volta raggiunta l’alta quota… se mi assale il panico… che faccio? Non si possono neanche aprire i finestrini!!!
Ho trovato un volo (la compagnia che lo effettua si chiama Air Italy) brevissimissimo: brindisi-bari. Dura appena 25 minuti. E se iniziassi da lì?

Cinzia

Avatar utente
Fearless flyer
FL 400
FL 400
Messaggi: 4026
Iscritto il: 19 maggio 2006, 11:43
Località: Roma - Milano - Catania - Venezia

Re: ho paura ma...

Messaggio da Fearless flyer » 21 dicembre 2007, 21:18

lunaotrantina ha scritto:Ciao a tutti!

Premetto che non ho mai viaggiato in aereo.
Per i miei innumerevoli spostamenti ho usato l’auto o il treno, qualche volta i traghetti.
Nell’ottobre 89 ho avuto il mio primo attacco di panico. Non ne ho mai scoperto le cause.
Dopo il primo ne sono seguiti altri, ed altri ancora, tanto che nel gennaio 90 sono stata costretta a lasciare il posto di lavoro.
I miei DAP sono scomparsi nell’aprile 90, all’improvviso… così come sono venuti ma… ma hanno lasciato un gran segno: un senso di claustrofobia mi ha accompagnata per tutti questi anni.
Da quel momento ho accuratamente evitato tutti i luoghi chiusi.
Non sono più riuscita ad entrare in una banca perché temevo di restare intrappolata tra le due porte.
Non ho più preso gli ascensori perché se vi fossi rimasta chiusa temevo di morire per mancanza di ossigeno.
Mi sono spostata di rado in auto e per brevi tragitti in auto e mai da sola.
Le mie mete però mete dovevano avere un ospedale pronto a soccorrermi in caso di necessità.
Nei miei brevi “viaggi”, inoltre, mi facevo tenere compagnia dalle gocce di tavor, prescritte dal mio medico generico ed a cui non ho mai ricorso per timore di diventarne dipendente.
I viaggi in treno oramai erano un lontano ricordo. Il pensiero di dover affrontare una galleria mi faceva soffocare.

Circa 2 anni fa sono riuscita a dire basta alla mia trappola quando per caso, dovendo prenotare un volo al mio capo, ho scoperto il corso “voglia di volare” sul sito Alitalia. Wuau! Avevo la soluzione in mano. Peccato che i corsi si tenevano a Roma e Milano. Ma come raggiungere l’una o l’altra città?
Non mi sono data per vinta. Ho capito che da sola non ce l’avrei fatta ed ho consultato un medico che si occupa di terapia cognitivo comportamentale.
Attualmente… ho cambiato medico generico :-), le porte delle banche non le noto nemmeno. I condotti passano inosservati. Sono riuscita a salire su un treno ed ho raggiunto Milano… da sola!
Beh ora tocca all’aereo.
Non ho la più pallida percezione di come possa essere un aereo all’interno. Non ne conosco gli odori, i rumori, gli spazi. Se immagino di starci seduta dentro… ne perdo il tatto.
Mi elettrizza l’idea del decollo e quella dell’atterraggio, suppongo siano i momenti più belli.
Se cerco di immaginare una perturbazione non ci riesco. Se invece cerco di immaginare i vuoti d’aria mi lasciano indifferente.
Mi da fastidio pensare all’ammaraggio. Questo molto.
Non temo che l’aereo precipiti, né terroristi e né dirottatori.
Allora cosa temo? Beh… una volta raggiunta l’alta quota… se mi assale il panico… che faccio? Non si possono neanche aprire i finestrini!!!
Ho trovato un volo (la compagnia che lo effettua si chiama Air Italy) brevissimissimo: brindisi-bari. Dura appena 25 minuti. E se iniziassi da lì?
Cinzia
Why not?

Fearless Flyer
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare".
VADO VIA DAL FORUM

evangelisti.luca@alitalia.it

Chi vuole sul serio qualcosa trova una strada, gli altri una scusa.
Proverbio africano

Avatar utente
IFACN
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 560
Iscritto il: 7 febbraio 2007, 12:50
Località: Milano

Re: ho paura ma...

Messaggio da IFACN » 21 dicembre 2007, 23:28

lunaotrantina ha scritto:
Non ho la più pallida percezione di come possa essere un aereo all’interno. Non ne conosco gli odori, i rumori, gli spazi. Se immagino di starci seduta dentro… ne perdo il tatto.
Mi elettrizza l’idea del decollo e quella dell’atterraggio, suppongo siano i momenti più belli.
Hai presente un vagone di treno? La grossa differenza è che i sedili sono più comodi, hanno le cinture e che, anzichè il capotreno che controlla i biglietti, ci sono le hostess che portano il caffè e sorridono.

Beh, un'altra grossa differenza è che l'aereo di solito è puntuale... :)

Decollo ed atterraggio sono momenti più che belli, sono momenti grandiosi.


Hai carattere, complimenti.


Ciao!
A.

Avatar utente
lunaotrantina
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 367
Iscritto il: 16 dicembre 2007, 21:52
Località: salento

Re: ho paura ma...

Messaggio da lunaotrantina » 22 dicembre 2007, 10:14

Fearless flyer ha scritto: Why not?

Fearless Flyer
ecco appunto!... why yes?
Come li caccio via i miei pensieri irrazionali? Che devo raccontargli per invitarli ad uscire fuori dalla mia mente?

Avatar utente
lunaotrantina
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 367
Iscritto il: 16 dicembre 2007, 21:52
Località: salento

Re: ho paura ma...

Messaggio da lunaotrantina » 22 dicembre 2007, 10:24

IFACN ha scritto: Hai presente un vagone di treno? La grossa differenza è che i sedili sono più comodi, hanno le cinture e che, anzichè il capotreno che controlla i biglietti, ci sono le hostess che portano il caffè e sorridono.

Beh, un'altra grossa differenza è che l'aereo di solito è puntuale... :)
...non ho dubbi sulla pazienza del personale di bordo nè sulla puntualità. E sono certa che non viaggerei in compagnia di zecche e pulci...(altro punto a favore dell'aereo) :lol:
Un'altra grossa differenza è che il treno è dotato di freno di emergenza. In caso di attacchi di panico, lo tiri... il treno si ferma, il capotreno si imbestialisce come un pazzo e ti fa la multa. Ma intanto uno si rassicura. In aereo manca questa piccola oppurtunità. L'alternativa sarebbe di aggrapparsi ai capelli del pilota... ma se poi capita un pilota calvo? :roll:

Avatar utente
Bacione
FL 250
FL 250
Messaggi: 2515
Iscritto il: 22 ottobre 2005, 19:29

Re: ho paura ma...

Messaggio da Bacione » 22 dicembre 2007, 10:25

lunaotrantina ha scritto:ecco appunto!... why yes?
Beh, per i motivi che hai detto proprio tu:
Sono riuscita a salire su un treno ed ho raggiunto Milano... da sola!
Beh ora tocca all'aereo.

po-paolo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 203
Iscritto il: 4 dicembre 2007, 16:26

Re: ho paura ma...

Messaggio da po-paolo » 22 dicembre 2007, 10:54

lunaotrantina ha scritto: Un'altra grossa differenza è che il treno è dotato di freno di emergenza. In caso di attacchi di panico, lo tiri... il treno si ferma,
ma dai, hai presente fermare un treno lanciato in corsa, e poi fermo su un binario in cui dovranno arrivare altri treni... i rischi di essere raggiunti da un altro treno che non hanno fermato?

in aereo ci sono due piloti, in contatto radio a terra per avere rotte e indicazioni, possono chiedere di girare indietro, andare su un altro aeroporto qualsiasi se ci sono problemi, ci sono anche gli assistenti addestrati

non è certo il freno che manca! :)

Avatar utente
Fearless flyer
FL 400
FL 400
Messaggi: 4026
Iscritto il: 19 maggio 2006, 11:43
Località: Roma - Milano - Catania - Venezia

Re: ho paura ma...

Messaggio da Fearless flyer » 22 dicembre 2007, 12:11

lunaotrantina ha scritto:
Fearless flyer ha scritto: Why not?

Fearless Flyer
ecco appunto!... why yes?
Come li caccio via i miei pensieri irrazionali? Che devo raccontargli per invitarli ad uscire fuori dalla mia mente?
Ok, fai come le vongole...spurga!
Racconta tutti i tuoi pensieri irrazionali (se ci sono immagini anzichè pensieri racconta quelle).

Fearless Flyer
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare".
VADO VIA DAL FORUM

evangelisti.luca@alitalia.it

Chi vuole sul serio qualcosa trova una strada, gli altri una scusa.
Proverbio africano

Avatar utente
lunaotrantina
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 367
Iscritto il: 16 dicembre 2007, 21:52
Località: salento

Messaggio da lunaotrantina » 22 dicembre 2007, 13:01

Un mio pensiero fisso e costante e che si verifica in qualsiasi luogo che secondo la mia mente non ha vie di scampo è: si chiude la porta (una qualsiasi), non vedo più nulla. Sono in trappola. Buio totale. Fatica a respirare. Il respiro è bloccato. Non respiro più. Sto morendo. Sono morta.
Nessuna immagine quindi. Solo il nero tutto attorno.

Queste "sensazioni" spesso mi accadono anche mentre dormo. Poi mi sveglio e invece sono iperossigenata.

Io all'aria aperta= vita
Io al chiuso= morte
Io con un respiratore artificiale= non ce la faccio nemmeno a pensarlo. Non riesco neanche a guardare i documentari girati nei fondali marini...

Non mi risulta che sia mai morto nessuno perchè rimasto chiuso nel bagno del suo ufficio. Pertanto comprendo bene che non ho motivo di avere timori. Ma allora perchè sono così tanto combattuta e per niente decisa?

Grazie
Cinzia

Avatar utente
Fearless flyer
FL 400
FL 400
Messaggi: 4026
Iscritto il: 19 maggio 2006, 11:43
Località: Roma - Milano - Catania - Venezia

Messaggio da Fearless flyer » 22 dicembre 2007, 15:50

Cinzia ti racconto una storia (vera), letta da qualche parte, non ricordo più dove (e non ricordo neanche se l'ho già scritta, ma oggi va così...).

Fine della seconda guerra mondiale.
Capitale europea, già occupata dai nazisti.
Gli americani entrano in questa città per liberarla definitivamente e restituirla alla popolazione.
Immagina una colonna molto lunga, composta da soldati, carriarmati, ed in coda di nuovo soldati.
La coda avanza molto lentamente, sia per la stanchezza degli uomini, sia per il timore di imboscate da parte di qualche cecchino tedesco rimasto ancora lì.
Gli uomini avanzano circospetti, i mezzi arrancano.
Dopo una camminata di un paio di ore, le truppe, superato il centro della città, arrivano in periferia.
Si trovano davanti quello che, una volta, doveva essere stato un grande zoo.
Il cancello di ingresso era stato completamente abbattuto dai bombardamenti e gran parte delle mura erano crollate.
Decidono di entrare per controllare la situazione all'interno.
Quasi tutte le gabbie erano state distrutte dai bombardamenti, gli animali fuggiti.
Attraversato quasi tutto lo zoo, si trovarono davanti a quella che, una volta, era stata una bellissima voliera, molto molto grande.
Gran parte della rete era stata divelta, ed era rimasta solo la base che tracciava un perimetro che dava l'idea della grandezza e magnificienza della voliera.
Non c'era più la cupola della voliera, naturalmente, ed entrandoci dentro, i soldati, guardarono in alto. Non essendoci più la cupola, i soldati vedevano in maniera chiara il cielo.
Ma quello che li stupì (e che costituì il motivo del loro raccontarlo in seguito), era che, in alto, all'altezza di quella che una vola era l'apice della voliera, un gruppo di uccelli molto grandi, aquile e condor, volava in cerchio, continuando a descrivere in continuazione quello che, una volta, era stato il perimetro della cupola.
Chissà da quanto tempo, quegli uccelli, pur vedendo abbattute le barriere che ne avevano ostacolato la libertà, ne continuavano a ripercorre in cerchio i limti ormai solo immaginari.

Fearless Flyer
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare".
VADO VIA DAL FORUM

evangelisti.luca@alitalia.it

Chi vuole sul serio qualcosa trova una strada, gli altri una scusa.
Proverbio africano

alainvolo

Messaggio da alainvolo » 22 dicembre 2007, 16:01

L'utente alainvolo ha richiesto in data 31 ottobre 2011 la cancellazione del suo account e la rimozione dei suoi post.

Avatar utente
Foggy
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 121
Iscritto il: 4 ottobre 2007, 22:43
Località: Toscana

Re: ho paura ma...

Messaggio da Foggy » 22 dicembre 2007, 20:57

Un'altra grossa differenza è che il treno è dotato di freno di emergenza. In caso di attacchi di panico, lo tiri... il treno si ferma, il capotreno si imbestialisce come un pazzo e ti fa la multa. Ma intanto uno si rassicura. In aereo manca questa piccola oppurtunità. L'alternativa sarebbe di aggrapparsi ai capelli del pilota... ma se poi capita un pilota calvo? :roll:
Scusa la domanda, ma una volta che hai fermato il treno magari ti trovi a 50 km dal centro abitato più vicino! a cosa ti serve fermare il treno?
"meraviglioso come a volte ciò che sembra non è!"

Avatar utente
IFACN
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 560
Iscritto il: 7 febbraio 2007, 12:50
Località: Milano

Re: ho paura ma...

Messaggio da IFACN » 23 dicembre 2007, 0:07

lunaotrantina ha scritto: Un'altra grossa differenza è che il treno è dotato di freno di emergenza. In caso di attacchi di panico, lo tiri... il treno si ferma, il capotreno si imbestialisce come un pazzo e ti fa la multa. Ma intanto uno si rassicura. In aereo manca questa piccola oppurtunità. L'alternativa sarebbe di aggrapparsi ai capelli del pilota... ma se poi capita un pilota calvo? :roll:
Te lo dico non per rassicurarti ma perchè è la verità... se su un volo di linea c'è un'emergenza medica, proprio grazie al contatto radio con gli enti di terra, non solo ci si ferma al primo aeroporto raggiungibile, ma si ha già a disposizione tutta l'assistenza sanitaria del caso pronta e organizzata.

A mio avviso il freno di emergenza a bordo non ti serve.
Il freno d'emergenza può essere una metafora per come vuoi controllare i tuoi pensieri negativi, quando diventano "troppi" devi tirare il freno per tentare di fermarli.
Invece, se tu - con il tempo ed eventualmente un aiuto specialistico - imparassi che i pensieri negativi ed irrazionali, le ansie etc sono comunque una cosa propria di tutti gli individui, e che si possono lasciar correre senza doverli per forza controllare, capiresti che il "freno d'emergenza" non serve.

Ognuno di noi, dentro di sè ha delle energie. Spesso crediamo di doverle per forza controllare, altrimenti scoppierebbero come la bomba atomica... invece no, più si controllano, più si accumulano, più fanno pressione... ed allora succede il botto. Se invece le lasciassimo andare, scopriremmo che sono la fonte di calore che porta avanti la nostra vita.


Ricordiamoci che, nella vita, ci sono sempre tante alternative e tante vie d'uscita. Forse in un certo momento non siamo in grado di vederle, ma ci sono.

Buon volo.
A.

Avatar utente
lunaotrantina
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 367
Iscritto il: 16 dicembre 2007, 21:52
Località: salento

Re: ho paura ma...

Messaggio da lunaotrantina » 23 dicembre 2007, 11:18

IFACN ha scritto: Il freno d'emergenza può essere una metafora...

Buon volo.
A.
Esatto!
E' solo il pensiero di avere un "optional" che mi conforta. Sono solo un po' fifona ma vi garantisco che quel freno non l'avrei mai tirato.

La storia che m'ha fatto conoscere Luca è stata una gran bella botta di riflessione. Ma proprio forte!

Sapete... a volte noi alziamo gli occhi al cielo alla ricerca di un angelo... e invece ne abbiamo tanti anche sulla Terra.
Grazie di cuore a tutti indistintamente.
La mia promessa è: volerò
Mi resta di capire solo per dove e quando. Ma entro e non oltre la fine di gennaio. Senza consultare previsioni meteo e quant'altro.

Buona domenica
Cinzia

Avatar utente
Fearless flyer
FL 400
FL 400
Messaggi: 4026
Iscritto il: 19 maggio 2006, 11:43
Località: Roma - Milano - Catania - Venezia

Re: ho paura ma...

Messaggio da Fearless flyer » 23 dicembre 2007, 14:18

lunaotrantina ha scritto: La storia che m'ha fatto conoscere Luca è stata una gran bella botta di riflessione. Ma proprio forte!
Cinzia
Magari sarebbe interessante (utile) partire proprio da lì, dalle tue rifessioni.
Racconta.

Fearless Flyer
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare".
VADO VIA DAL FORUM

evangelisti.luca@alitalia.it

Chi vuole sul serio qualcosa trova una strada, gli altri una scusa.
Proverbio africano

Avatar utente
IFACN
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 560
Iscritto il: 7 febbraio 2007, 12:50
Località: Milano

Re: ho paura ma...

Messaggio da IFACN » 23 dicembre 2007, 21:11

lunaotrantina ha scritto: E' solo il pensiero di avere un "optional" che mi conforta. Sono solo un po' fifona ma vi garantisco che quel freno non l'avrei mai tirato.
...anche perchè se tu l'avessi fatto, oltre alla multa avresti dovuto pagar penitenza mettendo a posto tutti i bagagli ribaltati in ogni scompartimento...

lunaotrantina ha scritto: La mia promessa è: volerò
Mi resta di capire solo per dove e quando. Ma entro e non oltre la fine di gennaio. Senza consultare previsioni meteo e quant'altro.
Avevi accennato ai voli brevi (Bari-Brindisi, no?). Può essere una scelta.
Oppure scegli una destinazione non oltre l'ora di volo che ti sia d'interesse (un amico da visitare, un luogo che vorresti vedere).

Il meteo consultalo pure, è più bello viaggiare col sereno che non con la foschia o le nuvole a coprire il paesaggio.

Bon voyage!
Ultima modifica di IFACN il 23 dicembre 2007, 21:30, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Foggy
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 121
Iscritto il: 4 ottobre 2007, 22:43
Località: Toscana

Messaggio da Foggy » 23 dicembre 2007, 21:16

Sicuramente uno "scopo" all'arrivo può aiutarti molto, come ha detto IFACN.
"meraviglioso come a volte ciò che sembra non è!"

Avatar utente
lunaotrantina
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 367
Iscritto il: 16 dicembre 2007, 21:52
Località: salento

Re: ho paura ma...

Messaggio da lunaotrantina » 23 dicembre 2007, 22:12

Fearless flyer ha scritto: Magari sarebbe interessante (utile) partire proprio da lì, dalle tue rifessioni.
Racconta.

Fearless Flyer
Le mie riflessioni? Forse giuste. Forse no.
Molto tristi, piene di rimpianto e di rimorsi.
Mi sono lasciata sottomettere dall’inesistenza di situazioni che io stessa credo di aver creato invece la vita era lì che mi aspettava. Ed io non l’ho considerata.
Credo che la paura, quella vera, possa arrivare solo quando ci si trova di fronte ad una difficoltà o ad un ostacolo reale. E chissà perché, in quei momenti il controllo non lo si perde per niente. Anzi, esce fuori un coraggio che non pensavi di aver mai avuto.

Tutto il resto è solo frutto di… non so come definirle… fantasie? che esistono e ci danneggiano ma siamo noi i più forti e pertanto non dovremmo permettergli di regnare sovrane.

I disastri (non mi riferisco a quelli aerei ma a tutti) ci sono e ci saranno sempre. Esistono da quand’è che esiste il mondo. Nessuno li può prevedere e nessuno li può fermare. Inutile quindi pensare alla morte. Non si è mai preparati, neanche quando la si pensa fortemente… con la speranza di tenerla lontana. Anzi, più la si pensa e più si finisce per vivere male...nei limiti appunto!
Chissà, forse non siamo noi i responsabili del nostro destino però possiamo fare tanto per renderlo piacevole.

Personalmente ho focalizzato che ho perso tempo e nessuno potrà mai resituirmelo. Mi son persa tante cose carine quando ho avuto l’opportunità di farlo. Questo mi ha fatto proprio tanto male.
Ora sarei un’ipocrita se dicessi che mi è passato tutto come per incanto. So che ho bisogno di rieducare la mia mente. Però so che posso farcela. Ce la possiamo fare tutti.

Avatar utente
lunaotrantina
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 367
Iscritto il: 16 dicembre 2007, 21:52
Località: salento

Re: ho paura ma...

Messaggio da lunaotrantina » 23 dicembre 2007, 22:14

IFACN ha scritto: ...anche perchè se tu l'avessi fatto, oltre alla multa avresti dovuto pagar penitenza mettendo a posto tutti i bagagli ribaltati in ogni scompartimento...
non sia mai! magari capitava la famiglia di Franco Neri...

Avatar utente
Fearless flyer
FL 400
FL 400
Messaggi: 4026
Iscritto il: 19 maggio 2006, 11:43
Località: Roma - Milano - Catania - Venezia

Re: ho paura ma...

Messaggio da Fearless flyer » 23 dicembre 2007, 22:42

lunaotrantina ha scritto:
Fearless flyer ha scritto: Magari sarebbe interessante (utile) partire proprio da lì, dalle tue rifessioni.
Racconta.

Fearless Flyer
Le mie riflessioni? Forse giuste. Forse no.
Molto tristi, piene di rimpianto e di rimorsi.
Mi sono lasciata sottomettere dall’inesistenza di situazioni che io stessa credo di aver creato invece la vita era lì che mi aspettava. Ed io non l’ho considerata.
Credo che la paura, quella vera, possa arrivare solo quando ci si trova di fronte ad una difficoltà o ad un ostacolo reale. E chissà perché, in quei momenti il controllo non lo si perde per niente. Anzi, esce fuori un coraggio che non pensavi di aver mai avuto.

Tutto il resto è solo frutto di… non so come definirle… fantasie? che esistono e ci danneggiano ma siamo noi i più forti e pertanto non dovremmo permettergli di regnare sovrane.

I disastri (non mi riferisco a quelli aerei ma a tutti) ci sono e ci saranno sempre. Esistono da quand’è che esiste il mondo. Nessuno li può prevedere e nessuno li può fermare. Inutile quindi pensare alla morte. Non si è mai preparati, neanche quando la si pensa fortemente… con la speranza di tenerla lontana. Anzi, più la si pensa e più si finisce per vivere male...nei limiti appunto!
Chissà, forse non siamo noi i responsabili del nostro destino però possiamo fare tanto per renderlo piacevole.

Personalmente ho focalizzato che ho perso tempo e nessuno potrà mai resituirmelo. Mi son persa tante cose carine quando ho avuto l’opportunità di farlo. Questo mi ha fatto proprio tanto male.
Ora sarei un’ipocrita se dicessi che mi è passato tutto come per incanto. So che ho bisogno di rieducare la mia mente. Però so che posso farcela. Ce la possiamo fare tutti.
Bene Cinzia!
Ora puoi anche volare no?

Fearless Flyer
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare".
VADO VIA DAL FORUM

evangelisti.luca@alitalia.it

Chi vuole sul serio qualcosa trova una strada, gli altri una scusa.
Proverbio africano

Avatar utente
lunaotrantina
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 367
Iscritto il: 16 dicembre 2007, 21:52
Località: salento

Messaggio da lunaotrantina » 24 dicembre 2007, 10:18

Certo che sì!

Avatar utente
Fearless flyer
FL 400
FL 400
Messaggi: 4026
Iscritto il: 19 maggio 2006, 11:43
Località: Roma - Milano - Catania - Venezia

Messaggio da Fearless flyer » 24 dicembre 2007, 18:36

Cinzia ma tu abiti a Lecce o ad Otranto?

Fearless Flyer
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare".
VADO VIA DAL FORUM

evangelisti.luca@alitalia.it

Chi vuole sul serio qualcosa trova una strada, gli altri una scusa.
Proverbio africano

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: ho paura ma...

Messaggio da araial14 » 24 dicembre 2007, 19:38

IFACN ha scritto:
lunaotrantina ha scritto:
Non ho la più pallida percezione di come possa essere un aereo all’interno. Non ne conosco gli odori, i rumori, gli spazi. Se immagino di starci seduta dentro… ne perdo il tatto.
Mi elettrizza l’idea del decollo e quella dell’atterraggio, suppongo siano i momenti più belli.
Hai presente un vagone di treno? La grossa differenza è che i sedili sono più comodi, hanno le cinture e che, anzichè il capotreno che controlla i biglietti, ci sono le hostess che portano il caffè e sorridono.

Beh, un'altra grossa differenza è che l'aereo di solito è puntuale... :)

Decollo ed atterraggio sono momenti più che belli, sono momenti grandiosi.


Hai carattere, complimenti.


Ciao!
A.
E anche mooooolto più emozionante e sicuro!!! :wink:

Avatar utente
sunset69
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 54
Iscritto il: 19 dicembre 2007, 18:40

Messaggio da sunset69 » 25 dicembre 2007, 7:54

Chissà, forse non siamo noi i responsabili del nostro destino però possiamo fare tanto per renderlo piacevole.

Personalmente ho focalizzato che ho perso tempo e nessuno potrà mai resituirmelo. Mi son persa tante cose carine quando ho avuto l’opportunità di farlo. Questo mi ha fatto proprio tanto male.
Mi sembra un pezzo della mia vita...... :oops:
E' vero, l'aereo è di solito puntuale, gli A/V gentili e disponibili (parlo di AZ), il panorama splendido :D
Buon Natale

Avatar utente
lunaotrantina
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 367
Iscritto il: 16 dicembre 2007, 21:52
Località: salento

Messaggio da lunaotrantina » 25 dicembre 2007, 12:05

Fearless flyer ha scritto:Cinzia ma tu abiti a Lecce o ad Otranto?

Fearless Flyer
Sono della provincia di Lecce, esattamente di Campi Salentina.
Da Lecce disto pochissimo, 13 km appena. Da Otrano un po' di più, circa una 40 di km.

Se me lo hai chiesto per curiosità spero di essere stata esaustiva... se me lo hai chiesto perchè ti occorre qualcosa... non hai che da chiedere... posso cambiare residenza anche subito ;-) eheheh
se n'è fujut' 'o capitone
e mo stá comm nu pappice'....

Avatar utente
Fearless flyer
FL 400
FL 400
Messaggi: 4026
Iscritto il: 19 maggio 2006, 11:43
Località: Roma - Milano - Catania - Venezia

Messaggio da Fearless flyer » 25 dicembre 2007, 12:21

Te l'ho chiesto per un motivo (sono un uomo bieco io eh... :lol: ).
Premetto che la zona in cui abiti mi piace tanto ma tanto ed Otranto è uno dei paesi più belli che io abbia mai visto.
Ci sono stato un po' di anni fa e non ricordo se proprio ad Otranto o a Gallipoli visitai i Frantoi Ipogei. Mi rimasero molto impressi e la guida mi raccontò un sacco di cose interessanti su come venivano usati.
Sai quei frantoi che sono costruiti sottoterra, in caverne scavate in profondità, un po' strettini e scuri, con le scale parecchio ripide?
Allora pensavo che magari, prima di prendere l'aereo, se ti andava...potevi andarteli a visitare, visto che sei lì vicino 8) :wink:

Fearless Flyer
Ultima modifica di Fearless flyer il 25 dicembre 2007, 17:32, modificato 1 volta in totale.
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare".
VADO VIA DAL FORUM

evangelisti.luca@alitalia.it

Chi vuole sul serio qualcosa trova una strada, gli altri una scusa.
Proverbio africano

Avatar utente
lunaotrantina
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 367
Iscritto il: 16 dicembre 2007, 21:52
Località: salento

Messaggio da lunaotrantina » 25 dicembre 2007, 12:40

ahahah mi hai fregata!
Sono ad Otranto. Già visitato quel frantoio... ma solo la parte in alto (furbacchiona eh ;-))
Mi sto organizzando un programma. Il 27 rientro al lavoro, prima di andare in ufficio faccio il giro più lungo e mi percorro la tangenziale. So che hanno allungato il condotto (paura io? noooooooo!) arrivo al centro commerciale dove mi attende il nemico numero 1. Un ascensore che odio con tutto il mio cuore. Mi faccio un paio di giretti fino a che i vigilanti me lo permetteranno. Al frantonio ipogeo non ci avevo pensato ma mi ero ripromessa di andare a visitare le Grotte della Zinzulusa così faccio un salto a vedere il presepe vivente che organizzano lì vicino ogni anno. Bellissimi anche questi. Visto che ho tempo posso andare anche ad Otrano. E se mi avanza tempo faccio un salto in aeroporto a comprare il mio primo biglietto. Sai cosa? non vedo l'ora!
se n'è fujut' 'o capitone
e mo stá comm nu pappice'....

Avatar utente
lunaotrantina
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 367
Iscritto il: 16 dicembre 2007, 21:52
Località: salento

Messaggio da lunaotrantina » 25 dicembre 2007, 12:42

ah! un'altra cosa che sto facendo ma non so fino a quanto possa rivelarsi utile, sto scaricando foto di aerei che mostrano gli interni. Però più le guardo più inizio a prendere confidenza e più mi ci sto abituando.
se n'è fujut' 'o capitone
e mo stá comm nu pappice'....

Avatar utente
Fearless flyer
FL 400
FL 400
Messaggi: 4026
Iscritto il: 19 maggio 2006, 11:43
Località: Roma - Milano - Catania - Venezia

Messaggio da Fearless flyer » 25 dicembre 2007, 16:42

Cinzia ti vedo talmente determinata che potresti volare anche senza fare niente prima.
Però se ti fa stare meglio vedere le foto degli interni...ok.

Fearless Flyer

ps: il biglietto (quando lo compri?) per dove lo fai?
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare".
VADO VIA DAL FORUM

evangelisti.luca@alitalia.it

Chi vuole sul serio qualcosa trova una strada, gli altri una scusa.
Proverbio africano

Avatar utente
lunaotrantina
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 367
Iscritto il: 16 dicembre 2007, 21:52
Località: salento

Messaggio da lunaotrantina » 25 dicembre 2007, 17:19

Sì sono determinata come non mai in effetti.
Comunque faccio un giro anche nelle viscere di Otranto. Mi servirà nel caso in cui dovessi decidere di girare in metro.
La società per la quale lavoro si è fusa con una società di Milano. Ci occupiamo di ricerche di mercato e ho ancora tanto da imparare e, seppur simpatico, non voglio fare fine di Fantozzi.
Ho voglia di crescere professionalmente. Il mio lavoro, mi mette a dura prova quotidianamente. Stuzzica le mie capacità intellettive e creative. Quindi perchè dovrei perdermi un'occasione così carina? Non basta quanto mi sono già persa?
Pertanto se voglio raggiungere la mia scrivania milanese dovrò imparare a spostarmi anche in maniera rapida e sicura. Altrimenti non andrò da nessuna parte. In tutti i sensi.
Il biglietto lo acquisterò subito dopo le feste. Inizierò con la tratta Brindisi-Bari. So che non è molto... ho letto di paure per voli molto più lunghi e non ti nascondo che mi sento un po' ridicola. Ma sono riuscita a trovare una nota positiva anche in questo: viaggerò senza bagaglio e non potrà andare disperso :-).
Il prossimo volo dopo quello di Bari? Destinazione Milano.
Mi sembra che al momento sia più che sufficiente no?
se n'è fujut' 'o capitone
e mo stá comm nu pappice'....

Avatar utente
Fearless flyer
FL 400
FL 400
Messaggi: 4026
Iscritto il: 19 maggio 2006, 11:43
Località: Roma - Milano - Catania - Venezia

Messaggio da Fearless flyer » 25 dicembre 2007, 17:21

lunaotrantina ha scritto:Sì sono determinata come non mai in effetti.
Comunque faccio un giro anche nelle viscere di Otranto. Mi servirà nel caso in cui dovessi decidere di girare in metro.
La società per la quale lavoro si è fusa con una società di Milano. Ci occupiamo di ricerche di mercato e ho ancora tanto da imparare e, seppur simpatico, non voglio fare fine di Fantozzi.
Ho voglia di crescere professionalmente. Il mio lavoro, mi mette a dura prova quotidianamente. Stuzzica le mie capacità intellettive e creative. Quindi perchè dovrei perdermi un'occasione così carina? Non basta quanto mi sono già persa?
Pertanto se voglio raggiungere la mia scrivania milanese dovrò imparare a spostarmi anche in maniera rapida e sicura. Altrimenti non andrò da nessuna parte. In tutti i sensi.
Il biglietto lo acquisterò subito dopo le feste. Inizierò con la tratta Brindisi-Bari. So che non è molto... ho letto di paure per voli molto più lunghi e non ti nascondo che mi sento un po' ridicola. Ma sono riuscita a trovare una nota positiva anche in questo: viaggerò senza bagaglio e non potrà andare disperso :-).
Il prossimo volo dopo quello di Bari? Destinazione Milano.
Mi sembra che al momento sia più che sufficiente no?
Si, lo è! :wink:

Fearless Flyer
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare".
VADO VIA DAL FORUM

evangelisti.luca@alitalia.it

Chi vuole sul serio qualcosa trova una strada, gli altri una scusa.
Proverbio africano

Rally Vincent
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 559
Iscritto il: 27 giugno 2006, 20:54

Messaggio da Rally Vincent » 26 dicembre 2007, 17:49

lunaotrantina ha scritto:
Fearless flyer ha scritto:Cinzia ma tu abiti a Lecce o ad Otranto?

Fearless Flyer
Sono della provincia di Lecce, esattamente di Campi Salentina.
Da Lecce disto pochissimo, 13 km appena. Da Otrano un po' di più, circa una 40 di km.

Se me lo hai chiesto per curiosità spero di essere stata esaustiva... se me lo hai chiesto perchè ti occorre qualcosa... non hai che da chiedere... posso cambiare residenza anche subito ;-) eheheh
L'8 Gennaio sarò dalle tue parti per il matrimonio di mia sorella, che dopo il sì va a vivere a Melendugno. Se vuoi ti faccio dare un'occhiata a Gozer, se riesci a sopravvivere volare sarà una passeggiata. Poi se funziona posso regalarti una sua foto da guardare prima di salire in aereo così da farti forza pensando che al mondo c'è molto di peggio 8)

Doc pensi che ho esagerato? :angel9:

Avatar utente
Fearless flyer
FL 400
FL 400
Messaggi: 4026
Iscritto il: 19 maggio 2006, 11:43
Località: Roma - Milano - Catania - Venezia

Messaggio da Fearless flyer » 26 dicembre 2007, 17:51

lorelei_lee ha scritto:
lunaotrantina ha scritto:
Fearless flyer ha scritto:Cinzia ma tu abiti a Lecce o ad Otranto?

Fearless Flyer
Sono della provincia di Lecce, esattamente di Campi Salentina.
Da Lecce disto pochissimo, 13 km appena. Da Otrano un po' di più, circa una 40 di km.

Se me lo hai chiesto per curiosità spero di essere stata esaustiva... se me lo hai chiesto perchè ti occorre qualcosa... non hai che da chiedere... posso cambiare residenza anche subito ;-) eheheh
L'8 Gennaio sarò dalle tue parti per il matrimonio di mia sorella, che dopo il sì va a vivere a Melendugno. Se vuoi ti faccio dare un'occhiata a Gozer, se riesci a sopravvivere volare sarà una passeggiata. Poi se funziona posso regalarti una sua foto da guardare prima di salire in aereo così da farti forza pensando che al mondo c'è molto di peggio 8)

Doc pensi che ho esagerato? :angel9:
C'è anche il rischio che dopo aver visto Gozer non si riprenda più... :lol: :lol:

Fearless Flyer
Luca Evangelisti
Responsabile "Voglia di Volare"
A L I T A L I A


Sito ufficiale "Voglia di volare".
VADO VIA DAL FORUM

evangelisti.luca@alitalia.it

Chi vuole sul serio qualcosa trova una strada, gli altri una scusa.
Proverbio africano

Avatar utente
lunaotrantina
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 367
Iscritto il: 16 dicembre 2007, 21:52
Località: salento

Messaggio da lunaotrantina » 26 dicembre 2007, 18:38

lorelei_lee ha scritto: Se vuoi ti faccio dare un'occhiata a Gozer, se riesci a sopravvivere volare sarà una passeggiata. Poi se funziona posso regalarti una sua foto da guardare prima di salire in aereo così da farti forza pensando che al mondo c'è molto di peggio 8)

Doc pensi che ho esagerato? :angel9:
Fearless flyer ha scritto:C'è anche il rischio che dopo aver visto Gozer non si riprenda più... :lol: :lol:

Fearless Flyer
e se a scappare fosse Gozer? :D
se n'è fujut' 'o capitone
e mo stá comm nu pappice'....

Rally Vincent
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 559
Iscritto il: 27 giugno 2006, 20:54

Messaggio da Rally Vincent » 26 dicembre 2007, 18:46

Impossibile, ha resistito alla vista di tutta la mia famiglia in blocco, niente può più spaventarlo o impressionarlo...

Rispondi