Il mio unico problema:la turbolenza

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
qyellin
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 24
Iscritto il: 13 luglio 2008, 22:53

Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da qyellin » 14 luglio 2008, 13:37

Saluto il forum,sono nuovo e faccio i complimenti a tutti per gli argomenti estremamente interessanti trattati qui.
vengo al dunque:mi piace volare,mi piace il decollo,l'atterraggio..e' una sensazione bellissima.
Ma da quando su un volo ho "assaggiato" una forte turbolenza sulle Alpi forse per un temporale estivo,appena l'aereo su cui viaggio inizia a muoversi provo preoccupazione.
So che la turbolenza non è nulla di grave ma da quel giorno volo con l'ansia della turbolenza.
Devo dire che l'immaginarsi su un pullmann su una strada piena di buche mi aiuta e non poco.E da 8 anni non ho mai provato quel tipo di turbolenza avvertita sulle Alpi...
Ma a me dà piu' ansia il volo durante la quota di crociera che il decollo e l'atterraggio..
Speriamo che passi
Qyellin..in albanese vuol dire cielo..
Saluti a tutti! :)

zittozitto

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da zittozitto » 14 luglio 2008, 16:37

qyellin ha scritto:Saluto il forum,sono nuovo e faccio i complimenti a tutti per gli argomenti estremamente interessanti trattati qui.
vengo al dunque:mi piace volare,mi piace il decollo,l'atterraggio..e' una sensazione bellissima.
Ma da quando su un volo ho "assaggiato" una forte turbolenza sulle Alpi forse per un temporale estivo,appena l'aereo su cui viaggio inizia a muoversi provo preoccupazione.
So che la turbolenza non è nulla di grave ma da quel giorno volo con l'ansia della turbolenza.
Devo dire che l'immaginarsi su un pullmann su una strada piena di buche mi aiuta e non poco.E da 8 anni non ho mai provato quel tipo di turbolenza avvertita sulle Alpi...
Ma a me dà piu' ansia il volo durante la quota di crociera che il decollo e l'atterraggio..
Speriamo che passi
Qyellin..in albanese vuol dire cielo..
Saluti a tutti! :)
la turbolenza ti impaurisce o ti mette ansia ?
provo a spiegarti meglio e magari ti passa :mrgreen: .

l'aria turbolenta è semplicemente aria che non ha un movimento "regolare" rispetto al moto dell'aereo.
in montagna non è strano avere vento, sui pendii e vicino al suolo è NORMALE che per attrito gli strati di aria assumano movimenti non lineari e dritti, ma un po "turbolenti".
vicino a grosse formazioni nuovolose ( per lo più a sviluppo verticale ) i moti dell'aria sono verticali anzichè orizzontali, dove per motivi meteorologici il vento cambia di direzione ed intensità l'aria assume dei moti "turbolenti".

la cosa che bisogna tenere a mente è che SONO MOVIMENTI NATURALISSIMI, CHE RISPETTO AL MOVIMENTO DEL VELIVOLO RISULTANO "IRREGOLARI".
insomma è sempre aria, l'aereo ci si trova immerso come in acqua un sommergibile, ce n'è sopra, sotto, tutt'intorno e l'aeroplano non ha nessun problema a volarci dentro.
immagina l'aereo che viaggia in un tubo di flusso e che quest'ultimo in aria turbolenta non sia diritto ma fatto tutto a curvette, salitelle e discesette e che ovviamente l'aereo che vi si trova dentro non fa altro che seguirlo.
noi che siamo dentro ci sentiamo sballonzolati e sollecitati ma l'aereo non soffre così tanto.
è come in treno o in metro quando i binari non sono proprio drittissimi e lisci lisci.
per concludere, ogni aereo di linea deve essere in grado sopportare sollecitazioni per 2,5 il proprio peso. ( ma è una soglia minima, ogni costruttore si spinge molto di più )

Passacqua
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 61
Iscritto il: 23 aprile 2008, 19:20

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da Passacqua » 14 luglio 2008, 17:12

dunque non ci sono situazioni in cui la turbolenza può effettivamente essere un problema ??

oppure l'aereo se molto sollecitato può avere dei probblemi ?

Avatar utente
Galaxy
FL 400
FL 400
Messaggi: 4448
Iscritto il: 9 maggio 2005, 21:38
Località: Torino

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da Galaxy » 14 luglio 2008, 17:13

Passacqua ha scritto:dunque non ci sono situazioni in cui la turbolenza può effettivamente essere un problema ??

oppure l'aereo se molto sollecitato può avere dei probblemi ?
L'aereo è costruito per sopportare sollecitazioni molto intense e prolungate nel tempo...
Gli scossoni che noi passeggeri percepiamo fanno parte di un debole solletico alla struttura, che non ne soffre minimamente
Federico
Immagine
Immagine

zittozitto

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da zittozitto » 14 luglio 2008, 17:16

Passacqua ha scritto:dunque non ci sono situazioni in cui la turbolenza può effettivamente essere un problema ??

oppure l'aereo se molto sollecitato può avere dei probblemi ?
si ci sono turbolenze che possono risultare più difficili, ma queste sono prevedibili e quindi evitabili.
( vedi previsioni, radar meteo e riporti di volo )

un aereo soffre turbolenze severe, ma stiamo parlando di sollecitazioni inimmaginabili dagli inesperti.
situazioni non facilmente incotrabili e sicurissimamente evitabili.

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9624
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da Maxx » 14 luglio 2008, 17:17

Passacqua ha scritto:dunque non ci sono situazioni in cui la turbolenza può effettivamente essere un problema ??

oppure l'aereo se molto sollecitato può avere dei problemi ?
Certo che ci sono quelle situazioni. Ma un aereo di linea non le troverà mai, perchè i piloti le eviteranno! Tutte le turbolenze che senti sono molto meno intense di quelle che l'aereo può sopportare. Durante i test, un B-52 entrò volutamente in una turbolenza molto forte vista con gli strumenti. Era così forte che staccò di netto la deriva dell'aereo! Ciò nonostante, i piloti riportarono a terra l'aereo senza problemi.

Avatar utente
N176CM
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5247
Iscritto il: 9 settembre 2005, 13:02
Località: Milano

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da N176CM » 14 luglio 2008, 18:46

Ricordati la sempre utile frase... turbolenza sta ad aereo come onde a nave e come buche ad auto. :D
N176CM
n176cm AT md80.it

Immagine

qyellin
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 24
Iscritto il: 13 luglio 2008, 22:53

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da qyellin » 15 luglio 2008, 22:51

zittozitto ha scritto:
Passacqua ha scritto:dunque non ci sono situazioni in cui la turbolenza può effettivamente essere un problema ??

oppure l'aereo se molto sollecitato può avere dei probblemi ?
si ci sono turbolenze che possono risultare più difficili, ma queste sono prevedibili e quindi evitabili.
( vedi previsioni, radar meteo e riporti di volo )

un aereo soffre turbolenze severe, ma stiamo parlando di sollecitazioni inimmaginabili dagli inesperti.
situazioni non facilmente incotrabili e sicurissimamente evitabili.
Quindi il pilota puo' evitare una forte turbolenza prevista sulla rotta?
Una volta su un md80 Alitalia il Comandante abbassò volutamente la quota,spiegandolo con l'interfono,non ricordo però per quale motivo.
Tra gli strumenti di bordo c'è il radar meteo?
Saluti

zittozitto

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da zittozitto » 16 luglio 2008, 8:58

qyellin ha scritto:
zittozitto ha scritto:
Passacqua ha scritto:dunque non ci sono situazioni in cui la turbolenza può effettivamente essere un problema ??

oppure l'aereo se molto sollecitato può avere dei probblemi ?
si ci sono turbolenze che possono risultare più difficili, ma queste sono prevedibili e quindi evitabili.
( vedi previsioni, radar meteo e riporti di volo )

un aereo soffre turbolenze severe, ma stiamo parlando di sollecitazioni inimmaginabili dagli inesperti.
situazioni non facilmente incotrabili e sicurissimamente evitabili.
Quindi il pilota puo' evitare una forte turbolenza prevista sulla rotta?
Una volta su un md80 Alitalia il Comandante abbassò volutamente la quota,spiegandolo con l'interfono,non ricordo però per quale motivo.
Tra gli strumenti di bordo c'è il radar meteo?


Saluti

gli aeroplani moderni hanno il radar meteo, e una ottimo briefing meteo con ottime previsioni.
il pilota può cambiare rotta, quota e velocità se ha necessità di farlo ( vedi meteo avverse ), ovviamente lo concorda con i controllori di volo per evitare che ognuno vaghi a caso nello spazio aereo.

Avatar utente
Alfa Victor Mike
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 499
Iscritto il: 20 dicembre 2007, 9:32

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da Alfa Victor Mike » 16 luglio 2008, 11:21

Passacqua ha scritto:dunque non ci sono situazioni in cui la turbolenza può effettivamente essere un problema ??

oppure l'aereo se molto sollecitato può avere dei probblemi ?
Sarebbe interessante capire se la turbolenza è un problema "tuo" o dell'aereo, nel tuo modo di affrontarla.
Nel caso dell'aereo, come ti hanno risposto in modo esatto ed esaustivo qui, la turbolenza non è un problema in quanto a livello strutturale l'aereo arriva a sopportare sollecitazioni e carichi non presenti in natura e di fatto l'evitare le turbolenze più severe serve ad ottimizzare il confort dei passeggeri e non ad evitare guai all'aereo. Ovvio che durante un pasto od un bel sonnellino una turbolenza intensa può disturbarci ed è per questo che i piloti la evitano: per farci stare comodi!

Diverso è il caso in cui la turbolenza rappresenti una sorta di "blocco" interiore per te, ossia un qualcosa che, anche se avvertita in forma lieve, susciti in te ansia e paura, pur essendo questa una cosa naturale e direttamente collegata al volo in se. Sarebbe come non accettare il fatto che una nave navighi in mare ed un'auto corra su una strada. Ogni mezzo ha la sua "strada" e come tale può avere dossi, buche, avvallamenti, asperità, curve, pendenze, ecc.... così la terra, i binari, l'acqua e... anche l'aria!!
Michele.


"l'esperto è colui che ha già commesso tutti gli errori"

qyellin
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 24
Iscritto il: 13 luglio 2008, 22:53

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da qyellin » 20 luglio 2008, 23:05

Grazie per le risposte esaustive e confortanti...ma.. le turbolenze in aria chiara?
ho letto che l'aereo può perdere fino a 1000mt di quota e sono imprevedibili!
C'è stato recentemente un caso su un velivolo Meridiana per Olbia.
Sono rare? C'è una casistica o una percentuale su questo tipo di turbolenza?
Saluti

Avatar utente
Alfa Victor Mike
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 499
Iscritto il: 20 dicembre 2007, 9:32

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da Alfa Victor Mike » 21 luglio 2008, 1:03

qyellin ha scritto:Grazie per le risposte esaustive e confortanti...ma.. le turbolenze in aria chiara?
ho letto che l'aereo può perdere fino a 1000mt di quota e sono imprevedibili!
C'è stato recentemente un caso su un velivolo Meridiana per Olbia.
Sono rare? C'è una casistica o una percentuale su questo tipo di turbolenza?
Saluti
La turbolenze in aria chiara (CAT) sono imprevedibili e oltretutto molto rare da incontrare. Come tutte le turbolenze non sono dannose o pericolose per l'aereo ma solo per i passeggeri: ti sbatacchiano per benino a volte... quindi meglio tenere sempre la cintura allacciata e dormire sonni tranquilli come bambini!! :wink: :wink:
Michele.


"l'esperto è colui che ha già commesso tutti gli errori"

Barney
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 372
Iscritto il: 10 settembre 2005, 11:32

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da Barney » 21 luglio 2008, 8:40

COmunque, mi correggano i piloti se sbaglio, quando un aereo passa in una turbolenza in aria chiara di moderata (ma forse anche lieve) entità lo segnala, affinché tutti i traffici ne siano informati. Insomma, devi avere anche la sfortuna di capitarci per primo in una moderata turbolenza in aria chiara.

A me l'unica turbolenza in aria chiara degna di un minimo rilievo capitò su un volo AIRONE NAP-LIN. Il capitano, sin da dopo il decollo, ci avvisò che avremmo incontrato una lieve turbolenza all'altezza di Firenze. Effettivamente iniziammo a sobbalzare per circa 10 min: era curioso vedere intorno a sè il cielo terso, ma sobbalzare come se vi fossero nuvole. Per carità, dopo 10 min in cui giurai a me stesso che non avrei mai preso più l'aereo, immaginando uno splendido treno su solide rotaie, tutto tornò normale. E come vedi, sono ancora sano e pasciuto! :D

zittozitto

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da zittozitto » 21 luglio 2008, 8:52

Alfa Victor Mike ha scritto:
qyellin ha scritto:Grazie per le risposte esaustive e confortanti...ma.. le turbolenze in aria chiara?
ho letto che l'aereo può perdere fino a 1000mt di quota e sono imprevedibili!
C'è stato recentemente un caso su un velivolo Meridiana per Olbia.
Sono rare? C'è una casistica o una percentuale su questo tipo di turbolenza?
Saluti
La turbolenze in aria chiara (CAT) sono imprevedibili e oltretutto molto rare da incontrare. Come tutte le turbolenze non sono dannose o pericolose per l'aereo ma solo per i passeggeri: ti sbatacchiano per benino a volte... quindi meglio tenere sempre la cintura allacciata e dormire sonni tranquilli come bambini!! :wink: :wink:
le CAT sono prevedibili, ma non con precisione.
insomma sulle carte meteo sono segnalate le aree e le quote dove è possibile incontrarla, i piloti e prima di loro i pianificatori le evitano non entrando in quelle zone
ovvio che la loro natura può a volte fartele incontrare lo stesso e allora si fa un "riporto" per tutti gli altri velivoli.
1000 metri credo siano tantini ... forse 1000 piedi ? ( più reale )
ciao

qyellin
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 24
Iscritto il: 13 luglio 2008, 22:53

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da qyellin » 21 luglio 2008, 22:56

zittozitto ha scritto:
Alfa Victor Mike ha scritto:
qyellin ha scritto:Grazie per le risposte esaustive e confortanti...ma.. le turbolenze in aria chiara?
ho letto che l'aereo può perdere fino a 1000mt di quota e sono imprevedibili!
C'è stato recentemente un caso su un velivolo Meridiana per Olbia.
Sono rare? C'è una casistica o una percentuale su questo tipo di turbolenza?
Saluti
La turbolenze in aria chiara (CAT) sono imprevedibili e oltretutto molto rare da incontrare. Come tutte le turbolenze non sono dannose o pericolose per l'aereo ma solo per i passeggeri: ti sbatacchiano per benino a volte... quindi meglio tenere sempre la cintura allacciata e dormire sonni tranquilli come bambini!! :wink: :wink:
le CAT sono prevedibili, ma non con precisione.
insomma sulle carte meteo sono segnalate le aree e le quote dove è possibile incontrarla, i piloti e prima di loro i pianificatori le evitano non entrando in quelle zone
ovvio che la loro natura può a volte fartele incontrare lo stesso e allora si fa un "riporto" per tutti gli altri velivoli.
1000 metri credo siano tantini ... forse 1000 piedi ? ( più reale )
ciao
Chi sono i pianificatori?
In che consiste il loro lavoro?
Le CAT dal punto di vista meteorologico come si formano e perchè fanno perdere portanza?

zittozitto

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da zittozitto » 22 luglio 2008, 11:59

pianificatori = flight dispatchers ( si occupano, con l'aiuto di sistemi computerizzati, della preparazione del piano di volo )
CAT: ti posso dire che si forma spesso in presenza di brusche variazioni di intensità e direzione del vento.
si chiama in turbolenza in aria chiara perchè non è associata a formazioni nuvolose ( che spesso si associano a turbolenza ed è meglio visibile dal radar meteo ), perchè non c'è umidità a sufficienza per formare nuvole.

la turbolenza non fa ridurre la portanza !!!
la turbolenza cambia in maniera molto repentina la direzione del flusso d'aria che investe l'ala.Questo di per sè non genera nessun problema alla portanza generata, il problema nasce dal fatto che tali variazioni aumentano repentinamente il "fattore di carico" che, se non ci troviamo alla corretta velocità, può condurre ad una perdita di quota. ( scusa se non sono molto specifico, in quest'aerea del forum cerchiamo di non essere troppo tecnici )
ciao

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da aeb » 22 luglio 2008, 23:17

Chapeau bas... spiegazione sintetica ed efficace :D Tradotto in altri termini: a volte si balla, ma in totale sicurezza 8)
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

zittozitto

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da zittozitto » 23 luglio 2008, 8:30

aeb ha scritto:Chapeau bas...
ce sarai te e tutto il palazzo tuo !!!
:mrgreen:

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da aeb » 23 luglio 2008, 10:33

I sottotitoli per i non romani a pagina 777 di Televideo? :D :mrgreen:
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

qyellin
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 24
Iscritto il: 13 luglio 2008, 22:53

Re: Il mio unico problema:la turbolenza

Messaggio da qyellin » 5 agosto 2008, 15:08

zittozitto ha scritto:pianificatori = flight dispatchers ( si occupano, con l'aiuto di sistemi computerizzati, della preparazione del piano di volo )
CAT: ti posso dire che si forma spesso in presenza di brusche variazioni di intensità e direzione del vento.
si chiama in turbolenza in aria chiara perchè non è associata a formazioni nuvolose ( che spesso si associano a turbolenza ed è meglio visibile dal radar meteo ), perchè non c'è umidità a sufficienza per formare nuvole.

la turbolenza non fa ridurre la portanza !!!
la turbolenza cambia in maniera molto repentina la direzione del flusso d'aria che investe l'ala.Questo di per sè non genera nessun problema alla portanza generata, il problema nasce dal fatto che tali variazioni aumentano repentinamente il "fattore di carico" che, se non ci troviamo alla corretta velocità, può condurre ad una perdita di quota. ( scusa se non sono molto specifico, in quest'aerea del forum cerchiamo di non essere troppo tecnici )
ciao
E le turbolenze di scia?
Mi pare di aver letto che sono correlate alla portanza e resistenza.
Ma si avvertono subito dopo il decollo?

Il "wind shear" è raro?
E' vero che si può incontrare in atterraggio specie nei tropici?
Ci sono stati episodi di wind shear in Europa?
Saluti

Rispondi