sos

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Marivola
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 21 novembre 2012, 11:38

sos

Messaggio da Marivola » 21 novembre 2012, 22:04

Buona sera a tutti, mi sono appena presentata nell'area apposita ma poichè il tempo stringe, visto che venerdi devo partire, cerco un aiuto immediato :oops: questa volta mi sento più in ansia, forse perchè parto con mio marito ed i ragazzi restano a casa, sono diventata anche superstiziosa e immagino di tutto!! il mio orizzonte si ferma a venerdì prima della partenza, poi... vuoto totale....., ovvero penso con angoscia al momento in cui l'aereo decollerà (è in genere la fase che temo di più).
Marina

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: sos

Messaggio da flyingbrandon » 21 novembre 2012, 23:49

Marivola ha scritto:sono diventata anche superstiziosa e immagino di tutto!!
Tutto cosa?
Marivola ha scritto: il mio orizzonte si ferma a venerdì prima della partenza, poi... vuoto totale....., ovvero penso con angoscia al momento in cui l'aereo decollerà (è in genere la fase che temo di più).
Marina
Il tuo orizzonte si dovrebbe fermare ad ORA...e da ORA in poi dovrebbe esistere il vuoto totale...perché in effetti sarebbe reale così. A me angoscerebbe maggiormente pensare che l'aereo non decolli piuttosto che decolli...a te perché angoscia che decolli? Ah...perché associ il vuoto totale, cosa perfetta, all'angoscia del decollo? O hai uno, giusto...o hai l'altro, sbagliato...come fai ad avere entrambi?
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Marivola
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 21 novembre 2012, 11:38

Re: sos

Messaggio da Marivola » 22 novembre 2012, 9:46

Ciao, grazie principalmente per l'interessamento,
in risposta alle tue domande immagino ovviamente che l'aereo..... precipiti......, immagino la mia paura nel caso di turbolenze e, visto che ultimamente si è verifiacto un fatto, nella mia vita, veramente imprevedibile ed improvviso penso possa accadere anche in aereo la stessa cosa. :? L'avere parlato poi del viaggio a persone che notoriamente portano jella mi inquieta non poco.. insomma una congiuntura esplosiva... considera che come risposta mi è stato fornito un racconto particolareggiato di come alcuni loro conoscenti siano deceduti durante un viaggio di piacere lasciando 2 poveri orfani.... :( (ti premetto che non volano perchè ne hanno paura e quindi oltre che jettatori sono anche invidiosi). Comunque al di à del petegolezzo io temo il decollo, lo stacco da terra e paradossalmente preferisco l'atterraggio anche se ultimamente, dopo alcuni atterraggi un pò... ballerini (un pò tanto), non sto più tranquilla neanche in quel caso. L'aria non è il mio elemento, anche se sono consapevole delle dinamiche fisiche e tecniche che tengono in volo l'aereo, istintivamente dimentico tutto per me l'aereo rimane inspiegabilmente .... sospeso nel vuoto.... non mi fido :oops:
Ciao e buona giornata Marina

Marivola
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 21 novembre 2012, 11:38

Re: sos

Messaggio da Marivola » 22 novembre 2012, 9:52

dimenticavo ... del decollo temo la sensazione di sospensione,di galleggiamento che sento soprattutto quando viene ridotta la potenza in quota, mi gira un pò la testa e mi manca generalmente l'aria... insomma una frana, penso sempre che improvvisamente possa tornare giù, dimentico regolarmente che alla guida ci sono uomini e donne preparati per questo; è come se l'aereo non avesse un anima, è una figura minacciosa! Che dici sono irrecuperabile!! ?

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1968
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: sos

Messaggio da camicius » 22 novembre 2012, 10:01

Marivola ha scritto:Ciao, grazie principalmente per l'interessamento,
in risposta alle tue domande immagino ovviamente che l'aereo..... precipiti......, immagino la mia paura nel caso di turbolenze e, visto che ultimamente si è verifiacto un fatto, nella mia vita, veramente imprevedibile ed improvviso penso possa accadere anche in aereo la stessa cosa. :?
Praticamente tutto in aereo non solo è prevedibile, ma è studiato, verificato e testato a terra.
Ogni 6-12 mesi i piloti fanno una sessione al simulatore in cui gli fanno succedere di tutto per addestrarli a cose che in volo (vero) non capitano quasi mai. E i simulatori sono estremamente accurati.
Marivola ha scritto: L'avere parlato poi del viaggio a persone che notoriamente portano jella mi inquieta non poco.. insomma una congiuntura esplosiva... considera che come risposta mi è stato fornito un racconto particolareggiato di come alcuni loro conoscenti siano deceduti durante un viaggio di piacere lasciando 2 poveri orfani.... :( (ti premetto che non volano perchè ne hanno paura e quindi oltre che jettatori sono anche invidiosi).
La jella non esiste.
In aviazione tutto viene accuratamente pianificato, e non viene improvvisato nulla.
Se vuoi ti posso raccontare di quante persone sono morte a letto, ma ciò non ti deve impedire di dormire serena sul tuo...
Marivola ha scritto: Comunque al di à del petegolezzo io temo il decollo, lo stacco da terra e paradossalmente preferisco l'atterraggio anche se ultimamente, dopo alcuni atterraggi un pò... ballerini (un pò tanto), non sto più tranquilla neanche in quel caso. L'aria non è il mio elemento, anche se sono consapevole delle dinamiche fisiche e tecniche che tengono in volo l'aereo, istintivamente dimentico tutto per me l'aereo rimane inspiegabilmente .... sospeso nel vuoto.... non mi fido :oops:
È vero che l'aria non è il tuo elemento, e non deve essere. È però l'elemento per definizione dell'aereo! Un aereo a terra è goffo, ma quando decolla si trova nel suo ambiente naturale e vola senza nessuna difficoltà.
L'aria come tutti i fluidi, sopra una certa velocità diventa dura come una strada. E l'aereo ci vola appoggiato, come un aliscafo sull'acqua.
Marivola ha scritto: dimenticavo ... del decollo temo la sensazione di sospensione,di galleggiamento che sento soprattutto quando viene ridotta la potenza in quota, mi gira un pò la testa e mi manca generalmente l'aria... insomma una frana, penso semmpre che improvvisamente possa tornare giù, dimentico regolarmente che alla guida ci sono uomini e donne preparati per questo;
Quello capita anche in auto in alcune situazioni. È il nostro corpo che fatica a interpretare queste situazioni (cambio momentaneo dell'attrazione di gravità, dovuto alla diminuzione della velocità di salita).
Un'altra cosa, anche dovesse tornare giù, mica diventa improvvisamente un sasso! Se capita di tornare giù per un guasto ai motori (ed è capitato solo 2 volte per gli aerei di linea in tutta la storia dell'aviazione) l'aereo diventa un aliante (un po' schifido in realtà) e può atterrare senza motori.
Marivola ha scritto:è come se l'aereo non avesse un anima, è una figura minacciosa!
Non sono aggiornato sull'anima degli aerei, comunque pensa che l'aereo è stato progettato per volare, e chi lo pilota non è un pazzo che vuole il suicidio, ma una persona che ha parenti e amici a casa!

Ciao
Andrea



ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Marivola
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 21 novembre 2012, 11:38

Re: sos

Messaggio da Marivola » 22 novembre 2012, 10:42

Grazie Andrea, la tua risposta mi tranquillizza non poco, anzi forse il fatto stesso di esternare queste preoccupazioni e di condividerle con persone competenti mi incoraggia!
Sono consapevole in realtà di buona parte di quello che hai scritto ma ... perdo la lucidità e l'ansia la fa da padrone.
Mi tranquillizza il fatto che l'aereo non precipiti tutto di un tratto ... ma poco a poco..... :mrgreen: in fase di decollo, non ti sembra paradossale? penso che sia legato alla mia necessità di controllare le situazioni e questa informazione in qualche modo dilata il tempo...., forse temo le cose improvvise! ed è per questo che sono terrorizzata dai vuoti di aria. Invece per gli atterraggi ballerini cosa mi dici, perchè sono così frequenti?
l'ultima volta su Londra abbiamo volato bassi bassi per almeno 20/30 minuti tra foschie e nuvole ballonzolando parecchio prima di atterrare, sembrava di stare in un frullatore. Questa cosa mi preoccupa tanto! anche perchè non capivo se tutto andava bene oppure no...
Ciao! Marina

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2166
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: sos

Messaggio da la franci » 22 novembre 2012, 10:47

Marivola ha scritto:dimenticavo ... del decollo temo la sensazione di sospensione,di galleggiamento che sento soprattutto quando viene ridotta la potenza in quota, mi gira un pò la testa e mi manca generalmente l'aria... insomma una frana, penso sempre che improvvisamente possa tornare giù, dimentico regolarmente che alla guida ci sono uomini e donne preparati per questo; è come se l'aereo non avesse un anima, è una figura minacciosa! Che dici sono irrecuperabile!! ?
La sensazione che descrivi alla riduzione della potenza dei motori l'avverto anche io e capisco esattamente cosa provi! Ma hai detto bene: è una sensazione!!!!! I motori non danno più la spinta iniziale perchè non è più necessaria, ma l'aereo continua ad accelerare e a salire (anche se con un rateo inferiore). A quel punto il pilota è bravissimo, è vero, sta guidando un mezzo a noi sconosciuto e assolutamente complesso, è vero anche questo, ma sta facendo la sua routine di lavoro... nessuna agitazione, urli in cabina o tensione nelle mani mentre si riduce potenza!!! Nulla che non sia già stato pianificato a terra! E l'aereo semplicemente finalmente è passato dall'appoggiare le ruote per terra ad appoggiare le ali sull'aria! Sembra strano, ma sono davvero appoggiate!!!!! Dovresti vedere una foto che ci hanno mostrato ad un corso bellissimo in settembre... vedi come le ali si appoggiano sull'aria come fossero felici di averla trovata!!!! Quando l'aereo si muove sulla pista non hai paura che i carrelli sfondino improvvisamente il cemento e l'aereo precipiti al centro della terra, vero? Così in volo le ali sono appoggiate su un fluido e non c'è possibilità che sprofondi... ci ho messo tanto a capirlo, ma è davvero così! Perchè l'aria rimanga fluida basta che l'aereo non si fermi e, strano a dirsi, anche se si spegnessero improvvisamente i motori l'aereo non si fermerebbe!

PER BRANDON...perdona la semplicità della spiegazione, ma è così che io ignorante l'ho capita!!!!!!!!!!!!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: sos

Messaggio da flyingbrandon » 22 novembre 2012, 10:52

Marivola ha scritto:Ciao, grazie principalmente per l'interessamento,
in risposta alle tue domande immagino ovviamente che l'aereo..... precipiti......, immagino la mia paura nel caso di turbolenze e, visto che ultimamente si è verifiacto un fatto, nella mia vita, veramente imprevedibile ed improvviso penso possa accadere anche in aereo la stessa cosa. :? L'avere parlato poi del viaggio a persone che notoriamente portano jella mi inquieta non poco.. insomma una congiuntura esplosiva...
Ok...allora già non immagini di tutto...immagini 3 cose. 3 non è tanto...soprattutto 3 non è tutto...concordi? La prima...che l'aereo precipiti. Che precipiti è evento raro...che lo faccia con te a bordo è ancora più raro. Puoi non accettare questa rarità nella tua vita...ma come fai allora ad accettate tutto il resto che ha maggiori probabilità? La paura delle turbolenze...perché ti fanno paura? Io non credo nella jella...ma se pensassi a persone capaci di far accadere degli eventi penserei di essere capace anche io di creare eventi. Ora...sono due persone contro tutte le altre a bordo...che divinità mai saranno queste due persone che riescono a piegare tutte le altre menti? Tu ti stai creando un mondo "pessimo"...e tu sei l'artefice di questo. Perché non pensi a quello che stai creando tu piuttosto che a quello che stanno creando gli altri?
Marivola ha scritto: Comunque al di à del petegolezzo io temo il decollo, lo stacco da terra e paradossalmente preferisco l'atterraggio anche se ultimamente, dopo alcuni atterraggi un pò... ballerini (un pò tanto), non sto più tranquilla neanche in quel caso. L'aria non è il mio elemento, anche se sono consapevole delle dinamiche fisiche e tecniche che tengono in volo l'aereo, istintivamente dimentico tutto per me l'aereo rimane inspiegabilmente .... sospeso nel vuoto.... non mi fido :oops:
Ciao e buona giornata Marina
Un atterraggio poco confortevole non è un atterraggio poco sicuro. Il fatto che per te continui ad essere sospeso nel vuoto non significa che lo sia...puoi credere anche che ci sia una mucca volante che ti scagazzerà in testa e vivere con questo pensiero ma è una scelta....soprattutto non è un fatto istintivo quello di dimenticare...è un atto volontario decidere di farlo (in questo caso). Forse, e dico forse, è piu facile dimenticarti di essere incapace di vivere ed esserne consapevole piuttosto che renderti conto che la tua vita passa fra le tue mani...non c'è gente che porta jella...c'è una tua incapacità a percepire degli aspetti della tua vita...che dici...proviamo a rimettere la tua vita, le tue emozioni, le tue gioie e le tue paure nella tua persona?
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: sos

Messaggio da flyingbrandon » 22 novembre 2012, 10:54

Marivola ha scritto: l'ultima volta su Londra abbiamo volato bassi bassi per almeno 20/30 minuti tra foschie e nuvole ballonzolando parecchio prima di atterrare, sembrava di stare in un frullatore. Questa cosa mi preoccupa tanto! anche perchè non capivo se tutto andava bene oppure no...
Ciao! Marina
A Londra c'è molto traffico e le procedure di arrivo , spesso, richiedono attese.
Andava tutto bene...
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: sos

Messaggio da flyingbrandon » 22 novembre 2012, 10:55

la franci ha scritto:
PER BRANDON...perdona la semplicità della spiegazione, ma è così che io ignorante l'ho capita!!!!!!!!!!!!
È perfetta...
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1968
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: sos

Messaggio da camicius » 22 novembre 2012, 11:07

Marivola ha scritto:Grazie Andrea, la tua risposta mi tranquillizza non poco, anzi forse il fatto stesso di esternare queste preoccupazioni e di condividerle con persone competenti mi incoraggia!
Sono consapevole in realtà di buona parte di quello che hai scritto ma ... perdo la lucidità e l'ansia la fa da padrone.
Mi tranquillizza il fatto che l'aereo non precipiti tutto di un tratto ... ma poco a poco..... :mrgreen: in fase di decollo, non ti sembra paradossale? penso che sia legato alla mia necessità di controllare le situazioni e questa informazione in qualche modo dilata il tempo...., forse temo le cose improvvise! ed è per questo che sono terrorizzata dai vuoti di aria.
Non è che precipita poco a poco. Continua a volare come prima, ma non "in piano" ma "in discesa". Perché "vende" quota per mantenere la velocità.
I vuoti d'aria non esistono: il discorso è uguale a quello qui sotto.
Marivola ha scritto: Invece per gli atterraggi ballerini cosa mi dici, perchè sono così frequenti?
l'ultima volta su Londra abbiamo volato bassi bassi per almeno 20/30 minuti tra foschie e nuvole ballonzolando parecchio prima di atterrare, sembrava di stare in un frullatore. Questa cosa mi preoccupa tanto! anche perchè non capivo se tutto andava bene oppure no...
Tieni conto che l'aria , come l'acqua , quando è agitata, fa delle onde e l'aereo che vola nell'aria segue le onde , come una barca in mare agitato. (citato dal nipote di FAS, che ha 11 anni..)
E case, montagne, colline, alberi, in presenza di vento deviano il flusso dell'aria verso l'alto, rendendolo turbolento.

Tipico è il caso di atterraggio (con aerei leggeri) a Orio al serio, dove ci sono alcune piante vicino alla testata pista, quando c'è vento da nord.
Scendi liscio come l'olio fino a 100-150 metri, poi cominci a ballare, perché sei investito dal flusso d'aria reso turbolento dalle piante.

Nulla di queste cose è pericolosa per l'aereo, il radar meteo che c'è nel naso vede se c'è qualcosa di pericoloso nelle nuvole, sei sotto controllo radar. Noioso? Sicuramente. Pericoloso? No. Sono cose che capitano.

Non credo ci siano statistiche di atterraggi turbolenti, proprio perché non sono cose pericolose, quindi mah, non so se capita spesso...

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2166
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: sos

Messaggio da la franci » 22 novembre 2012, 11:29

Non ho capito dove devi andare venerdì!
Se decido di andare a Milano domani mattina, solitamente mi concentro su quello che dovrò fare appena arrivata: trovare parcheggio, fare shopping, lavorare... non penso al viaggio se non a quanto traffico troverò in superstrada, ma nel caso di un volo per quello non ci devi pensare tu! Bhè... penso al viaggio solo se devo volare per ore e ore perchè voglio sapere prima cosa mangerò e cosa vedrò sull'IFE!!!

PS... non mi conosci, ma ti assicuro che sono una fifona più di te!!!!!!! Qui sul forum tutti lo sanno!!!!

Marivola
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 21 novembre 2012, 11:38

Re: sos

Messaggio da Marivola » 22 novembre 2012, 12:46

Bene, ho letto le vostre risposte e devo riflettere un pò, ci riaggiorniamo al pomeriggio, voglio rileggere tutto con calma, siete bravissimi e mi siete di grande aiuto!
Marina
p.s. mi sento già più sollevata, spero di volare senza prendere calmanti :roll:

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: sos

Messaggio da flyingbrandon » 22 novembre 2012, 13:18

Marivola ha scritto: p.s. mi sento già più sollevata, spero di volare senza prendere calmanti :roll:
Anche questa è una scelta. Io non la condivido...va contro quello che si vuole ottenere...la consapevolezza...ma non è una questione di speranza ma di scelta.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Marivola
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 21 novembre 2012, 11:38

Re: sos

Messaggio da Marivola » 22 novembre 2012, 18:09

la franci ha scritto:Non ho capito dove devi andare venerdì!
Se decido di andare a Milano domani mattina, solitamente mi concentro su quello che dovrò fare appena arrivata: trovare parcheggio, fare shopping, lavorare... non penso al viaggio se non a quanto traffico troverò in superstrada, ma nel caso di un volo per quello non ci devi pensare tu! Bhè... penso al viaggio solo se devo volare per ore e ore perchè voglio sapere prima cosa mangerò e cosa vedrò sull'IFE!!!

PS... non mi conosci, ma ti assicuro che sono una fifona più di te!!!!!!! Qui sul forum tutti lo sanno!!!!
Domani sera ( viaggio pure di notte!!) vado a Londra a trovare mio figlio che vive lì e di questo ovviamente sono molto contenta, ora facendo la valigia ho iniziato a vedere "al di là" del volo e non so se non sto pensando al viaggio perchè sono indaffarata o semplicemente non ci "voglio" pensare, certamente non sono disinvolta come te anche se dici di essere una fifona!
ti ringrazio anche per le informazioni molto chiare che mi hai fornito, ciao Marina

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: sos

Messaggio da flyingbrandon » 22 novembre 2012, 18:13

Marivola ha scritto:
Domani sera ( viaggio pure di notte!!) vado a Londra a trovare mio figlio che vive lì e di questo ovviamente sono molto contenta, ora facendo la valigia ho iniziato a vedere "al di là" del volo e non so se non sto pensando al viaggio perchè sono indaffarata o semplicemente non ci "voglio" pensare, certamente non sono disinvolta come te anche se dici di essere una fifona!
ti ringrazio anche per le informazioni molto chiare che mi hai fornito, ciao Marina
Ma perché devi domandarti quale sia la causa della mancanza di pensieri tragici nel momento in cui non ci sono?
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Marivola
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 21 novembre 2012, 11:38

Re: sos

Messaggio da Marivola » 22 novembre 2012, 18:49

Ok...allora già non immagini di tutto...immagini 3 cose. 3 non è tanto...soprattutto 3 non è tutto...concordi? La prima...che l'aereo precipiti. Che precipiti è evento raro...che lo faccia con te a bordo è ancora più raro. Puoi non accettare questa rarità nella tua vita...ma come fai allora ad accettate tutto il resto che ha maggiori probabilità? La paura delle turbolenze...perché ti fanno paura? Io non credo nella jella...ma se pensassi a persone capaci di far accadere degli eventi penserei di essere capace anche io di creare eventi. Ora...sono due persone contro tutte le altre a bordo...che divinità mai saranno queste due persone che riescono a piegare tutte le altre menti? Tu ti stai creando un mondo "pessimo"...e tu sei l'artefice di questo. Perché non pensi a quello che stai creando tu piuttosto che a quello che stanno creando gli altri?
Marivola ha scritto:


Un atterraggio poco confortevole non è un atterraggio poco sicuro. Il fatto che per te continui ad essere sospeso nel vuoto non significa che lo sia...puoi credere anche che ci sia una mucca volante che ti scagazzerà in testa e vivere con questo pensiero ma è una scelta....soprattutto non è un fatto istintivo quello di dimenticare...è un atto volontario decidere di farlo (in questo caso). Forse, e dico forse, è piu facile dimenticarti di essere incapace di vivere ed esserne consapevole piuttosto che renderti conto che la tua vita passa fra le tue mani...non c'è gente che porta jella...c'è una tua incapacità a percepire degli aspetti della tua vita...che dici...proviamo a rimettere la tua vita, le tue emozioni, le tue gioie e le tue paure nella tua persona?
Ciao!
Condivido pienamente quello che dici e penso in effetti di essere diventata pessimista, sono convintissima del fatto che ciascuno di noi sia in grado di creare il proprio mondo.... ma non penso sia una questione di volontà personale, dimenticare o meno non è una scelta, almeno credo...comunque l'idea di rimetttere la mia vita nelle mie mani mi piace (anche se ho sempre pensato di averla nelle mie mani). Forse non mi ero resa conto di alcune cose e questo viaggio mi sta aiutando a prenderne coscienza!
Che mi dici dei voli notturni? anche il buio non è poi così rassicurante.......
Ciao Marina

Marivola
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 21 novembre 2012, 11:38

Re: sos

Messaggio da Marivola » 22 novembre 2012, 18:52

flyingbrandon ha scritto:
Marivola ha scritto:
Domani sera ( viaggio pure di notte!!) vado a Londra a trovare mio figlio che vive lì e di questo ovviamente sono molto contenta, ora facendo la valigia ho iniziato a vedere "al di là" del volo e non so se non sto pensando al viaggio perchè sono indaffarata o semplicemente non ci "voglio" pensare, certamente non sono disinvolta come te anche se dici di essere una fifona!
ti ringrazio anche per le informazioni molto chiare che mi hai fornito, ciao Marina
Ma perché devi domandarti quale sia la causa della mancanza di pensieri tragici nel momento in cui non ci sono?

Perchè è una calma sospetta! troppo calma e se poi mi appanico?

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4645
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: sos

Messaggio da sardinian aviator » 22 novembre 2012, 19:06

è come se l'aereo non avesse un anima, è una figura minacciosa!

Sbagliato! Gli aerei HANNO un'anima, ogni aereo è diverso dall'altro, ha una propria individualità...è che bisogna saperli ascoltare e capirli.
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: sos

Messaggio da flyingbrandon » 22 novembre 2012, 19:23

Marivola ha scritto: Condivido pienamente quello che dici e penso in effetti di essere diventata pessimista, sono convintissima del fatto che ciascuno di noi sia in grado di creare il proprio mondo.... ma non penso sia una questione di volontà personale, dimenticare o meno non è una scelta, almeno credo...comunque l'idea di rimetttere la mia vita nelle mie mani mi piace (anche se ho sempre pensato di averla nelle mie mani). Forse non mi ero resa conto di alcune cose e questo viaggio mi sta aiutando a prenderne coscienza!
Che mi dici dei voli notturni? anche il buio non è poi così rassicurante.......
Ciao Marina
Essere pessimisti o ottimisti spesso non cambia di molto la realtà ma la percezione che ne hai..va da sè che se sei ottimista noterai intorno a te le cose positive e per quelle negative..."ciccia"...capita. Se sei pessimista il contrario. La cosa che invece poi ti porta a creare la realtà in modo negativo, e non solo a percepirla, è che se sei pessimista, nel male che scorgi vedi la conferma di ciò che pensi. L'ottimista "accetta" la vita, il pessimista la crea perché una forte convinzione, dovuta alle dimostrazioni può essere un mix "pesante". L'ottimista non cerca conferme, il pessimista sì. Questo pessimismo ti fa sempre scegliere qualcosa di negativo e non ti fa mai apprezzare ciò che c'è di positivo...quindi quando soffri, ti convinci, quando godi....non godi perché non può durare...c'è qualcosa sotto....e se...quindi una diversa percezione determina l'atteggiamento che hai nei confronti della vita ma, da pessimista, crei ciò di cui cerchi conferma. Questo tipo di esistenza ti porta a stare male...e state male fa male...quindi ti crei una realtà "pessima" e non solo la percezione . La fortuna è che....anche questa è una "scelta".
È questione di volontà personale...ma non come spesso si dice " io voglio ma..." perché in quel ma c'è la contraddizione che manifesta esattamente la non volontà. Non basta dire "voglio"...devi vivere "volendo"...e c'è una bella differenza. Non hai la tua vita nelle tue mani perché ti basta poco per perderne la grandiosità...per un qualcosa di "normale" trovi l'eccezionalmente negativo...accetta di morire e finalmente potrai vivere. Questo è avere la propria vita nella proprie mani. Volare di notte? Bellissimo...a me piace molto di più rispetto al giorno...ah dimenticavo...ogni volta che "pensi" a qualcosa che non sia il momento esatto che stai vivendo significa che....NON stai vivendo consapevolmente...questo significa che perdi qualcosa....che vivi con il pilota automatico...se proprio devi vivere un momento non reale, nella tua testa, che sia piacevole no?
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: sos

Messaggio da flyingbrandon » 22 novembre 2012, 19:25

Marivola ha scritto:

Perchè è una calma sospetta! troppo calma e se poi mi appanico?
Non puoi non appanicarti...come vedi non ti lasci scampo....se non ci pensi ti forzi a pensarlo. Perché non ti lasci scampo? Che vantaggi pensi di avere?
Ciao!
Ultima modifica di flyingbrandon il 22 novembre 2012, 19:31, modificato 1 volta in totale.
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: sos

Messaggio da flyingbrandon » 22 novembre 2012, 19:25

sardinian aviator ha scritto:è come se l'aereo non avesse un anima, è una figura minacciosa!

Sbagliato! Gli aerei HANNO un'anima, ogni aereo è diverso dall'altro, ha una propria individualità...è che bisogna saperli ascoltare e capirli.
Verissimo!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Marivola
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 21 novembre 2012, 11:38

Re: sos

Messaggio da Marivola » 22 novembre 2012, 19:55

flyingbrandon ha scritto:
Marivola ha scritto: Condivido pienamente quello che dici e penso in effetti di essere diventata pessimista, sono convintissima del fatto che ciascuno di noi sia in grado di creare il proprio mondo.... ma non penso sia una questione di volontà personale, dimenticare o meno non è una scelta, almeno credo...comunque l'idea di rimetttere la mia vita nelle mie mani mi piace (anche se ho sempre pensato di averla nelle mie mani). Forse non mi ero resa conto di alcune cose e questo viaggio mi sta aiutando a prenderne coscienza!
Che mi dici dei voli notturni? anche il buio non è poi così rassicurante.......
Ciao Marina
Essere pessimisti o ottimisti spesso non cambia di molto la realtà ma la percezione che ne hai..va da sè che se sei ottimista noterai intorno a te le cose positive e per quelle negative..."ciccia"...capita. Se sei pessimista il contrario. La cosa che invece poi ti porta a creare la realtà in modo negativo, e non solo a percepirla, è che se sei pessimista, nel male che scorgi vedi la conferma di ciò che pensi. L'ottimista "accetta" la vita, il pessimista la crea perché una forte convinzione, dovuta alle dimostrazioni può essere un mix "pesante". L'ottimista non cerca conferme, il pessimista sì. Questo pessimismo ti fa sempre scegliere qualcosa di negativo e non ti fa mai apprezzare ciò che c'è di positivo...quindi quando soffri, ti convinci, quando godi....non godi perché non può durare...c'è qualcosa sotto....e se...quindi una diversa percezione determina l'atteggiamento che hai nei confronti della vita ma, da pessimista, crei ciò di cui cerchi conferma. Questo tipo di esistenza ti porta a stare male...e state male fa male...quindi ti crei una realtà "pessima" e non solo la percezione . La fortuna è che....anche questa è una "scelta".
È questione di volontà personale...ma non come spesso si dice " io voglio ma..." perché in quel ma c'è la contraddizione che manifesta esattamente la non volontà. Non basta dire "voglio"...devi vivere "volendo"...e c'è una bella differenza. Non hai la tua vita nelle tue mani perché ti basta poco per perderne la grandiosità...per un qualcosa di "normale" trovi l'eccezionalmente negativo...accetta di morire e finalmente potrai vivere. Questo è avere la propria vita nella proprie mani. Volare di notte? Bellissimo...a me piace molto di più rispetto al giorno...ah dimenticavo...ogni volta che "pensi" a qualcosa che non sia il momento esatto che stai vivendo significa che....NON stai vivendo consapevolmente...questo significa che perdi qualcosa....che vivi con il pilota automatico...se proprio devi vivere un momento non reale, nella tua testa, che sia piacevole no?
Ciao!
sei molto zen, il qui ed ora è il mio tormentone ma nonostante tutto non penso veramente sia facile comprenderlo solo con la testa.... comunque grazie per gli stimoli giusti e poi.... si, penso di essere diventata pessimista e mi dispiace molto,
grazie ciao Marina

Marivola
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 21 novembre 2012, 11:38

Re: sos

Messaggio da Marivola » 22 novembre 2012, 19:57

flyingbrandon ha scritto:
Marivola ha scritto:

Perchè è una calma sospetta! troppo calma e se poi mi appanico?
Non puoi non appanicarti...come vedi non ti lasci scampo....se non ci pensi ti forzi a pensarlo. Perché non ti lasci scampo? Che vantaggi pensi di avere?
Ciao!
Mi preparo al peggio??... esorcizzo? bella domanda... ci penserò su, ciao
non dimentichiamo i portajella in agguato per me...
Ultima modifica di Marivola il 22 novembre 2012, 20:01, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: sos

Messaggio da flyingbrandon » 22 novembre 2012, 20:00

Marivola ha scritto:
sei molto zen, il qui ed ora è il mio tormentone ma nonostante tutto non penso veramente sia facile comprenderlo solo con la testa.... comunque grazie per gli stimoli giusti e poi.... si, penso di essere diventata pessimista e mi dispiace molto,
grazie ciao Marina
Non lo devi comprendere...lo devi vivere. È piu semplice viverlo che pensarlo. È piu difficile vivere nella tua testa che vivere la realtà. Devi osservare...niente di più. Ci sono tanti modi per essere presenti ma nessuno è necessario perché lo si è di natura...poi ci vogliono diversi ma è un altro discorso. Se sei diventata pessimista puoi diventare nuovamente ottimista. Se ti piace di più essere pessimista...beh...va bene lo stesso quindi non dispiacerti. Basta che tu ne sia consapevole...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: sos

Messaggio da flyingbrandon » 22 novembre 2012, 20:34

Marivola ha scritto:
Mi preparo al peggio??... esorcizzo? bella domanda... ci penserò su, ciao
non dimentichiamo i portajella in agguato per me...
I portajella sono una scusa...sempre per nascondere a te stessa che "ti caghi sotto". Se "veramente" pensassi ai portajella tutto avresti detto a loro tranne che prendi l'aereo.
Qual'è il peggio? Morire immagino. Il resto è esperienza...concordi?
Hai la fissa di "avere ragione"...ma per aver ragione sulla morte non è necessario morire...concordi? C'è!
Tu pensi che angosciarsi una vita porti a morire bene? Curioso.
Ti prepari per un aereo che cade? Cosa in quella situazione puoi fare? Niente che tu debba allenare...quindi è uno di quei casi, che poi sono tutti ma qua è evidente, dove non puoi pianificare nulla.
Esorcizzi? Non direi...
Ok....pensaci!
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Marivola
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 21 novembre 2012, 11:38

Re: sos

Messaggio da Marivola » 23 novembre 2012, 9:12

Buon giorno a tutti!!!
bene è il grande giorno, stasera si parte, non ci voglio pensare!!!!!!!!!!
pensatemi un pochino quando sarò in volo, mi sentirò meno sola......
ho stampato tutte le vostre informazioni così da poterle rileggere in caso di un attacco di ansia acuta..
Volerò easy jet alle 18.10 da fco che ne dite?? ho prenotato anche il posto, fila 6 così non mi sbattono in fondo e.. incrociamo le dita.....!!!
Per Brandon, forse è vero che voglio avere "sempre ragione" ma in questo caso non è proprio così, anzi spero vivamente che le mie sensazione siano soltanto....."sensazioni" di una mente poco chiara ...
Ciao!!
Marina

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: sos

Messaggio da flyingbrandon » 23 novembre 2012, 9:17

Marivola ha scritto: Per Brandon, forse è vero che voglio avere "sempre ragione" ma in questo caso non è proprio così, anzi spero vivamente che le mie sensazione siano soltanto....."sensazioni" di una mente poco chiara ...
Ciao!!
Marina
Infatti così sarà...il problema non è quello che accadrà in volo ma come vivi tu...il tuo pessimismo è proprio questa ricerca di "avere ragione"...è un peccato.
Buon viaggio!


P.S: sembra assurdo che spesso le persone preferiscano stare male...ma è così...
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Marivola
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 21 novembre 2012, 11:38

Re: sos

Messaggio da Marivola » 23 novembre 2012, 9:30

Intanto mi sono già svegliata con il raffreddore.....

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2166
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: sos

Messaggio da la franci » 23 novembre 2012, 9:40

flyingbrandon ha scritto:
sardinian aviator ha scritto:è come se l'aereo non avesse un anima, è una figura minacciosa!

Sbagliato! Gli aerei HANNO un'anima, ogni aereo è diverso dall'altro, ha una propria individualità...è che bisogna saperli ascoltare e capirli.
Verissimo!
Sai qual è la cosa bella... o la cosa strana? E' che gli aerei possono essere diversi, con anima, oggetti goffi e minacciosi o macchine straordinarie e bellessime. Chi ci lavora e gli appassionati assaporano in ogni volo ogni dettaglio e ne ascoltano le parole e le sensazioni che trasmettono<, chi ci vola per lavoro ci sale sbuffando pensando solo che il rullaggio è troppo lungo; chi ha paura lascia il sudore sui sedili e ticchetta con il dito sul tavolino...
Scegli tu se vuoi lasciarti andare, godere della possibilità che hai di volare sopra le nuvole, sopra i pensieri della gente e guardare giù sognando o se vuoi mettere le cuffie ed ascoltare la musica ad alto volume sfogliandoun giornale pensando di essere su un autobus! Quello che vuoi e che ti fa stare meglio va bene... tanto l'aereo decollerà, volerà ed atterrerà come ha sempre fatto e come sempre farà perchè quella è la sua identità... è capace a fare SOLO quello!

Se riesci leggi il mio racconto del viaggio di ritorno da Miami di un paio di settimane fa... era notte... ti auguro di provare le mie stesse sensazioni! (non so come postare il link pel mio post...)

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11123
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: sos

Messaggio da flyingbrandon » 23 novembre 2012, 9:46

Marivola ha scritto:Intanto mi sono già svegliata con il raffreddore.....
Intanto ti sei svegliata e hai l'opportunità di cambiare qualcosa che non ti piace...se lo farai sarai contenta...se non lo farai lo sarai un po' meno...però l'opportunità ce l'hai. Non mi spiego perché l'atto di scegliere sia vissuto come una costrizione piuttosto che una libertà...e che spesso si scelga l'idea di non avere modo di scegliere come soluzione. Anche l'idea di non scegliere rappresenta una scelta...ma è diverso non scegliere dal non poterlo fare. La maggior parte si mette nella seconda, a quel punto si rende inconsapevole di ciò che ha fatto...subisce il mondo e lo vorrebbe cambiare...ma non può...non riesce...perché non è il mondo a dover cambiare ma noi. Ci priviamo della possibilità di farlo e preferiamo subirCI...è un peccato.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Marivola
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 21 novembre 2012, 11:38

Re: sos

Messaggio da Marivola » 23 novembre 2012, 11:28

la franci ha scritto:
flyingbrandon ha scritto:
sardinian aviator ha scritto:è come se l'aereo non avesse un anima, è una figura minacciosa!

Sbagliato! Gli aerei HANNO un'anima, ogni aereo è diverso dall'altro, ha una propria individualità...è che bisogna saperli ascoltare e capirli.
Verissimo!
Sai qual è la cosa bella... o la cosa strana? E' che gli aerei possono essere diversi, con anima, oggetti goffi e minacciosi o macchine straordinarie e bellessime. Chi ci lavora e gli appassionati assaporano in ogni volo ogni dettaglio e ne ascoltano le parole e le sensazioni che trasmettono<, chi ci vola per lavoro ci sale sbuffando pensando solo che il rullaggio è troppo lungo; chi ha paura lascia il sudore sui sedili e ticchetta con il dito sul tavolino...
Scegli tu se vuoi lasciarti andare, godere della possibilità che hai di volare sopra le nuvole, sopra i pensieri della gente e guardare giù sognando o se vuoi mettere le cuffie ed ascoltare la musica ad alto volume sfogliandoun giornale pensando di essere su un autobus! Quello che vuoi e che ti fa stare meglio va bene... tanto l'aereo decollerà, volerà ed atterrerà come ha sempre fatto e come sempre farà perchè quella è la sua identità... è capace a fare SOLO quello!

Se riesci leggi il mio racconto del viaggio di ritorno da Miami di un paio di settimane fa... era notte... ti auguro di provare le mie stesse sensazioni! (non so come postare il link pel mio post...)
letto il racconto!!! bellissimo, allora sei veramente una paurosa!!!! non potrò vedere la lune però perchè sono in corridoio,
Ciao Marina

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2166
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: sos

Messaggio da la franci » 23 novembre 2012, 11:41

Marivola ha scritto:

letto il racconto!!! bellissimo, allora sei veramente una paurosa!!!! non potrò vedere la lune però perchè sono in corridoio,
Ciao Marina
Non sarai su un aereo grossissimo, se ti giri riuscirai sicuramente a vedere dal finestrino sia a destra sia a sinistra!
Buon viaggio!!!! Londra in questo periodo sarà bellissima già piena di luci e sapori di Natale!

Marivola
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 21 novembre 2012, 11:38

Re: sos

Messaggio da Marivola » 23 novembre 2012, 12:01

Non ho mai visto Londra così in festa e sono curiosa ma questa volta ho veramente più paura,cosa posso fare o non fare per soffrire di meno durante il decollo? mi angoscia proprio, CIAO!

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2166
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: sos

Messaggio da la franci » 23 novembre 2012, 12:23

A me piace tantissimo l'accelerazione dell'aereo, ma fino ad agosto ne ero terrorizzata. Per evitare di soffrire sfogliavo un giornale, mi mettevo le cuffie ad altissimo volume e muovevo alternando chiappa destra e chiappa sinistra in modo da non sentire i movimenti dell'aereo!!!!

Rispondi