Perchè gli aerei volano così in alto?

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
aviation
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 975
Iscritto il: 21 febbraio 2006, 10:26
Località: Roma

Perchè gli aerei volano così in alto?

Messaggio da aviation » 13 marzo 2007, 13:16

Mi chiedevo... perchè gli aerei volano così in alto? Perchè ad una certa quota c'è meno resistenza dell'aria e quindi meno attrito e consumo di carburante? Lo so che è una domanda sciocca... ma mi incuriosisce molto.

Non mi picchiate!!! :D

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9622
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Messaggio da Maxx » 13 marzo 2007, 13:53

Anche per evitare le perturbazioni.

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Messaggio da Tiennetti » 13 marzo 2007, 13:54

Per questione di consumi... e anche perché l'aria é morbida e le montagne sono dure :P
David

TKO

Messaggio da TKO » 13 marzo 2007, 14:38

miglior rapporto tra velocità ( tempo di volo ) e consumo specifico del motore a turbina a getto.
sicuramente motivi meteo e poi magari le correnti a getto che si trovano vicino alla tropopausa.



PS:la resistenza non varia con la quota.

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9622
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Messaggio da Maxx » 13 marzo 2007, 14:42

PS:la resistenza non varia con la quota.

Come sarebbe a dire?

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Messaggio da Slowly » 13 marzo 2007, 14:48

Perchè sennò mi scassano l'antennone Sky.

Ovvio.
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9622
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Messaggio da Maxx » 13 marzo 2007, 17:07

Fino a che quota lo prendi Sky?

Avatar utente
Flyfree
FL 150
FL 150
Messaggi: 1799
Iscritto il: 17 gennaio 2007, 18:41

Messaggio da Flyfree » 13 marzo 2007, 17:22

TKO ha scritto:
PS:la resistenza non varia con la quota.
ma la resistenza varia con la quota per via della densità?
invece non varia il coefficiente di resistenza.

tristar
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 754
Iscritto il: 17 novembre 2006, 21:16
Località: padova

Messaggio da tristar » 13 marzo 2007, 20:36

la resistenza non varia con la quota a parità di velocità indicata, però a quote maggiori, a parità di velocità indicata, la velocità vera all'aria cresce per la diminuzione della densità dell'aria, quindi a parità di spinta e quindi di velocità indicata, si ottengono notevoli risparmi di carburante a quote superiori.

ciao!

p.s. inoltre a parità di spinta il consumo diminuisce a quote più elevate, perchè il rendimento termico del motore aumenta al diminuire della temperatura d'ingresso dell'aria, e anche perchè il rendimento massimo (sempre del motore) lo si ha a circa il 90% del regime massimo di rotazione, regime che dà la spinta giusta per la velocità (indicata) di crociera solo a quote elevate, a quote più basse la spinta sarebbe troppa e l'efficienza totale bassa.

Avatar utente
Flyfree
FL 150
FL 150
Messaggi: 1799
Iscritto il: 17 gennaio 2007, 18:41

Messaggio da Flyfree » 13 marzo 2007, 21:45

tristar ha scritto:la resistenza non varia con la quota a parità di velocità indicata, però a quote maggiori, a parità di velocità indicata, la velocità vera all'aria cresce per la diminuzione della densità dell'aria, quindi a parità di spinta e quindi di velocità indicata, si ottengono notevoli risparmi di carburante a quote superiori.
intendevo la Ground Speed che poi è quella che paga.
Ciao

Flory

Messaggio da Flory » 15 marzo 2007, 9:36

Avevo letto diverso tempo fa di una proposta (non so se nel frattempo sia diventata operativa) che mirava ad aumentare l'altitudine del volo degli aerei di linea. Diminuivano i costi, spiegava l'articolo...Mi chiedo: aumentano i rischi? Sia quelli strutturali (gli aereomobili sono testati per volare a quote più alte?) sia quelli legati al fattore umano? Grazie

Avatar utente
Giulio88
FL 200
FL 200
Messaggi: 2402
Iscritto il: 7 dicembre 2006, 1:10
Località: Roma

Messaggio da Giulio88 » 15 marzo 2007, 9:45

Avevo letto diverso tempo fa di una proposta (non so se nel frattempo sia diventata operativa) che mirava ad aumentare l'altitudine del volo degli aerei di linea. Diminuivano i costi, spiegava l'articolo...Mi chiedo: aumentano i rischi? Sia quelli strutturali (gli aereomobili sono testati per volare a quote più alte?) sia quelli legati al fattore umano? Grazie
Credo che ci si riferisca al fatto di poter utilizzare più Livelli di volo così da poter aumentare la capacità di traffico.
PPL (A)

Flory

Messaggio da Flory » 15 marzo 2007, 9:47

No Giulio...Parlava proprio di diminuzione di costi....

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9622
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Messaggio da Maxx » 15 marzo 2007, 9:53

Dipende anche dalla lunghezza della tratta. Su Roma-Milano non è che si può andare a 45.000 piedi!

Avatar utente
Giulio88
FL 200
FL 200
Messaggi: 2402
Iscritto il: 7 dicembre 2006, 1:10
Località: Roma

Messaggio da Giulio88 » 15 marzo 2007, 9:54

Ah ok. Più in alto si consuma meno, i motori funzionano meglio, a parità di IAS hai una GS più alta e quindi diminuisce il costo del volo.
Comunque esiste una specifica quota che si chiama di "tangenza pratica" che corrisponde alla massima altitudine raggiungibile da un aeromobile;al di sopra non si può volare. Cosa intendi per problemi legati al fattore umano? Ti riferisci alle radiazioni solari?
PPL (A)

Flory

Messaggio da Flory » 15 marzo 2007, 9:57

Infatti riguardava proprio le tratte intercontinentali.
Beh...Dicendo fattore umano mi riferisco alle varie problematiche che potrebbero sorgere, anche se non le ho molto chiare. Le radiazioni comunque sono al primo posto...

TKO

Messaggio da TKO » 15 marzo 2007, 11:56

la resistenza no varia con la quota

si è così

se consideriamo il peso invariato dovremo genereare una determinata portanza per il sostentamento.

la portanza cambierebbe con la quota ?

se non cambia la portanza perchè dovrebbe variare la resistenza ?

Avatar utente
Flyfree
FL 150
FL 150
Messaggi: 1799
Iscritto il: 17 gennaio 2007, 18:41

Messaggio da Flyfree » 15 marzo 2007, 11:58

TKO ha scritto:la resistenza no varia con la quota

si è così

se consideriamo il peso invariato dovremo genereare una determinata portanza per il sostentamento.

la portanza cambierebbe con la quota ?

se non cambia la portanza perchè dovrebbe variare la resistenza ?
la resistenza varia a parità di GS

TKO

Messaggio da TKO » 15 marzo 2007, 12:04

e la portanza no ?

portanza e restitenza non parlano con la GS
Ultima modifica di TKO il 15 marzo 2007, 12:09, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9622
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Messaggio da Maxx » 15 marzo 2007, 12:06

Esistono però aerei come l'U2, progettati per volare a quote spaventose e che hanno un'apertura alare enorme.

TKO

Messaggio da TKO » 15 marzo 2007, 12:08

e quindi che c'entra ?

Avatar utente
PeppinoATC
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 138
Iscritto il: 14 settembre 2005, 18:21

Messaggio da PeppinoATC » 15 marzo 2007, 12:10

Maxx ha scritto:Dipende anche dalla lunghezza della tratta. Su Roma-Milano non è che si può andare a 45.000 piedi!
Perchè? :D
"o che bel mestiere fare il controllore"

Avatar utente
Flyfree
FL 150
FL 150
Messaggi: 1799
Iscritto il: 17 gennaio 2007, 18:41

Messaggio da Flyfree » 15 marzo 2007, 12:12

TKO ha scritto:e la portanza no ?
per avere la portanza che equilibri il proprio peso voleva a una velocità superiore, con un'angolo di incidenza inferiore e quindi con una resistenza inferiore. Magari sono io tosto e continuo a sbagliare :roll:

TKO

Messaggio da TKO » 15 marzo 2007, 12:14

si sbagli moltissimo

se abbassi l'incidenza diminuisci il Cr ... ma se aumenti la velocità per generare la stessa portanza ... non credi che anche per la resistenza non sia aumentata nello stesso valore ?

Avatar utente
Flyfree
FL 150
FL 150
Messaggi: 1799
Iscritto il: 17 gennaio 2007, 18:41

Messaggio da Flyfree » 15 marzo 2007, 12:19

TKO ha scritto:si sbagli moltissimo

se abbassi l'incidenza diminuisci il Cr ... ma se aumenti la velocità per generare la stessa portanza ... non credi che anche per la resistenza non sia aumentata nello stesso valore ?
se la polare fosse lineare si, mi pare che non lo sia. Sto cercando di capire :roll:

TKO

Messaggio da TKO » 15 marzo 2007, 12:27

portanza e resistenza sono due componenti della stessa forza aerodinamica.
non sono svincolabili.

quindi se : P=1/2 rho V al quandrato S Cp

R=1/2 rho V al quandrato S Cr


se il peso è sempre lo stesso allora P=cost

se aumento la IAS devo ridurre Cp

la stessa IAS deve essere usata nella formula di R

ricordandoti che R dipende da Cr ma anche dalla velocità ( attrito ).

Avatar utente
dc10viasa
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 440
Iscritto il: 19 luglio 2006, 7:01
Località: Torino

Messaggio da dc10viasa » 15 marzo 2007, 13:11

Dal basso della mia ignoranza penso che

1) in alta quota l'aria è più rarefatta e quindi ha densità e pressione minore (infatti per questo si dice che la cabina degli aerei è "pressurizzata" e se si rompe si viene risucchiati fuori);

2) la portanza delle ali e la resistenza dell'aria in alta quota sono minori ma è maggiore la velocità quindi la prima è meno necessaria e la seconda influisce di meno;

3) è vero che si consuma meno, proprio perchè l'aereo fa meno fatica a viaggiare. La fatica maggiore è quando si stacca da terra: l'aereo deve acquistare la velocità sufficiente nel minor tempo possibile (la pista di decollo non è infinita) in modo che la portanza delle ali sia sufficiente per essere "sollevato" dal flusso d'aria che l'aereo stesso smuove. E' la meccanica dei fluidi e la legge di Archimede.
Una sigaretta è il prototipo perfetto di un perfetto piacere. E' squisita e lascia insoddisfatti. Che cosa si può volere di più? (Oscar Wilde)

Avatar utente
AlphaSierra
FL 150
FL 150
Messaggi: 1716
Iscritto il: 13 settembre 2006, 18:19
Località: Poitiers PIS

Messaggio da AlphaSierra » 15 marzo 2007, 13:50

TKO ha scritto:portanza e resistenza sono due componenti della stessa forza aerodinamica.
non sono svincolabili.

quindi se : P=1/2 rho V al quandrato S Cp

R=1/2 rho V al quandrato S Cr


se il peso è sempre lo stesso allora P=cost

se aumento la IAS devo ridurre Cp

la stessa IAS deve essere usata nella formula di R

ricordandoti che R dipende da Cr ma anche dalla velocità ( attrito ).
però rho varia con la quota quindi un pochettino hanno ragione :D

TKO

Messaggio da TKO » 15 marzo 2007, 14:04

dc10viasa ha scritto:Dal basso della mia ignoranza penso che

1) in alta quota l'aria è più rarefatta e quindi ha densità e pressione minore (infatti per questo si dice che la cabina degli aerei è "pressurizzata" e se si rompe si viene risucchiati fuori);

2) la portanza delle ali e la resistenza dell'aria in alta quota sono minori ma è maggiore la velocità quindi la prima è meno necessaria e la seconda influisce di meno;

3) è vero che si consuma meno, proprio perchè l'aereo fa meno fatica a viaggiare. La fatica maggiore è quando si stacca da terra: l'aereo deve acquistare la velocità sufficiente nel minor tempo possibile (la pista di decollo non è infinita) in modo che la portanza delle ali sia sufficiente per essere "sollevato" dal flusso d'aria che l'aereo stesso smuove. E' la meccanica dei fluidi e la legge di Archimede.

leggi topolino ?

Avatar utente
dc10viasa
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 440
Iscritto il: 19 luglio 2006, 7:01
Località: Torino

Messaggio da dc10viasa » 15 marzo 2007, 14:21

Si, OVVIO! :D
Una sigaretta è il prototipo perfetto di un perfetto piacere. E' squisita e lascia insoddisfatti. Che cosa si può volere di più? (Oscar Wilde)

Olly

Messaggio da Olly » 15 marzo 2007, 14:33

Scusate l'intrusione,ma visto che si parla di questo,
m'intrometto a fare questa domanda...
Tal volta si vedono aerei in cielo piccolissimi che sembrano aghi...
A che quota stanno e perchè stanno più in alto del normale?

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Messaggio da Slowly » 15 marzo 2007, 14:48

Gli aerei in quota SONO piccolissimi come aghi!

NO nsi capisce certo osservandoli quanto sono alti, né si può dedurre che lo siano "più del normale!"

NOn si vola "più alti del normale", perchè subentrano limiti fisici.

:D

In certe giornate manca un riferimento. Col cielo molto terso, sembrano solitamente molto più bassi del normale.

Sono solo impressioni.

:salute:
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

Avatar utente
Giulio88
FL 200
FL 200
Messaggi: 2402
Iscritto il: 7 dicembre 2006, 1:10
Località: Roma

Messaggio da Giulio88 » 15 marzo 2007, 14:52

Non è vero!! SONO UFO!!!!! :lol: :lol:
PPL (A)

tristar
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 754
Iscritto il: 17 novembre 2006, 21:16
Località: padova

Messaggio da tristar » 15 marzo 2007, 19:17

[quote="tristar"]la resistenza non varia con la quota a parità di velocità indicata, però a quote maggiori, a parità di velocità indicata, la velocità vera all'aria cresce per la diminuzione della densità dell'aria, quindi a parità di spinta e quindi di velocità indicata, si ottengono notevoli risparmi di carburante a quote superiori.

ciao!


non mi quoto per mania di grandezza (!), ma solo per non riscrivere quanto sopra. Volevo chiedere a tko: con quello che hai scritto vuoi dire che quello che ho scritto non è vero? (in tal caso penso che fai un pò di confusione tra ias e tas). Altrimenti significa che sono un pò rinc...


ciao!

Avatar utente
Flyfree
FL 150
FL 150
Messaggi: 1799
Iscritto il: 17 gennaio 2007, 18:41

Messaggio da Flyfree » 15 marzo 2007, 20:15

TKO ha scritto:si sbagli moltissimo

se abbassi l'incidenza diminuisci il Cr ... ma se aumenti la velocità per generare la stessa portanza ... non credi che anche per la resistenza non sia aumentata nello stesso valore ?
si, ma scusa aumenta anche la velocità a parità di resistenza

Rispondi