Curiosità sulla PAN (le nostre frecce tricolori)

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
dave91
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 189
Iscritto il: 11 giugno 2014, 22:19

Curiosità sulla PAN (le nostre frecce tricolori)

Messaggio da dave91 » 9 luglio 2016, 20:25

Durante la mia prima esibizione che ho visto, ad Arona, mi sono posto alcune domande.
Ad esempio come fanno a scomparire nelle nubi e "ritrovarsi" così facilmente, per mettersi in formazione?
La durata dell'esibizione dipende anche dalle caratteristiche del territorio o solo dal carburante/altre esigenze tecniche?

Ultima domanda: durante le trasferte all'estero, come avviene lo spostamento? ad esempio so che si sono esibite anche negli USA, ma come ci sono arrivate? :shock: Coprono quella distanza o hanno fatto rifornimento in volo?

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5818
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Curiosità sulla PAN (le nostre frecce tricolori)

Messaggio da sigmet » 9 luglio 2016, 22:11

dave91 ha scritto:Durante la mia prima esibizione che ho visto, ad Arona, mi sono posto alcune domande.
Ad esempio come fanno a scomparire nelle nubi e "ritrovarsi" così facilmente, per mettersi in formazione?
La durata dell'esibizione dipende anche dalle caratteristiche del territorio o solo dal carburante/altre esigenze tecniche?
Le nubi che vedi sono solo strati che attraversano in pochissimo tempo. Quando le nubi sono più' consistenti e limitano la visibilità la PAN (e le altre) esegue il programma "basso" ovvero senza manovre a sviluppo verticale. Ovviamente l'orografia può' limitare l'esecuzione di alcune figure ma generalmente quando si esibiscono su aeroporti i raggi di manovra consentono limitare le zone di raccordo a quelle limitrofe alla pista.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15473
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Curiosità sulla PAN (le nostre frecce tricolori)

Messaggio da JT8D » 10 luglio 2016, 11:32

Come ti ha detto giustamente sigmet, la discriminante maggiore riguardo il tipo di esibizione è il meteo, quindi in caso di base nubi bassa, visibilità scarsa, ecc, non viene effettuato il programma alto, che è quello completo, ma il basso, come spiegato sopra. Se c'eri ad Arona, ti sarai accorto che sono partiti con il programma completo, ma verso la fine dell'esibizione sono saltate alcune manovre, come l'apertura della bomba, l'incrocio della bomba e il looping a carrello esteso del solista. Probabilmente durante l'esibizione sono variate le condizioni meteo, determinando una variazione del programma completo.

Durante il volo della PAN è tutto a vista: le separazioni tra i velivoli, i ricongiungimenti tra la prima e la seconda formazione, ecc... tutto a vista. Ciò è permesso dal loro elevatissimo addestramento, ma è naturale che se la visibilità scende sotto certi limiti, occorre variare il programma, dato che la sicurezza è sempre la prima cosa che viene considerata.

L'MB-339 PAN ha subito alcune modifiche rispetto alle versioni utilizzate negli altri reparti dell'AM, come ad esempio l'eliminazione dei tip tanks. Per i trasferimenti lunghi vengono effettuate delle modifiche rispetto alla configurazione che viene utilizzata normalmente, con serbatoi supplementari e l'installazione dei tip tanks.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
MatteF88
FL 350
FL 350
Messaggi: 3800
Iscritto il: 6 dicembre 2011, 18:57

Re: Curiosità sulla PAN (le nostre frecce tricolori)

Messaggio da MatteF88 » 10 luglio 2016, 12:37

Nel 1992 andarono in Nord America così:
La missione impiegherà complessivamente 16 velivoli di cui MB 339 PAN, due C 130 per il supporto tecnico-logistico e due Breguet Atlantic con capacità di ricerca e soccorso per l'assistenza durante la traversata atlantica.
...
Il trasferimento nel Canada avverrà attraverso la rotta del Nord Atlantico con tappe in Belgio, Scozia, Islanda, Groenlandia e Canada. Per l'occasione i velivoli della pattuglia monteranno due serbatoi supplementari di carburante alle estremità alari da 510 litri ed altri due subalari da 330 litri in modo da portare l'autonomia di volo a circa tre ore.
Tratto da qui:
http://archivio.agi.it/articolo/c720a24 ... gli-usa-2/

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1973
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Curiosità sulla PAN (le nostre frecce tricolori)

Messaggio da camicius » 18 luglio 2016, 10:13

MatteF88 ha scritto:Nel 1992 andarono in Nord America così:
La missione impiegherà complessivamente 16 velivoli di cui MB 339 PAN, due C 130 per il supporto tecnico-logistico e due Breguet Atlantic con capacità di ricerca e soccorso per l'assistenza durante la traversata atlantica.
...
Il trasferimento nel Canada avverrà attraverso la rotta del Nord Atlantico con tappe in Belgio, Scozia, Islanda, Groenlandia e Canada. Per l'occasione i velivoli della pattuglia monteranno due serbatoi supplementari di carburante alle estremità alari da 510 litri ed altri due subalari da 330 litri in modo da portare l'autonomia di volo a circa tre ore.
Tratto da qui:
http://archivio.agi.it/articolo/c720a24 ... gli-usa-2/
Curiosità bis: hanno l'autopilota o è stato smontato perché pesa e non gli serve? Ovvero, le 3 ore di volo se le fanno come faccio io col piperozzo?

Ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
MatteF88
FL 350
FL 350
Messaggi: 3800
Iscritto il: 6 dicembre 2011, 18:57

Re: Curiosità sulla PAN (le nostre frecce tricolori)

Messaggio da MatteF88 » 18 luglio 2016, 13:05

Non saprei :dontknow:

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6680
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Curiosità sulla PAN (le nostre frecce tricolori)

Messaggio da Lampo 13 » 18 luglio 2016, 13:14

Che io sappia i 339 non hanno mai avuto l'autopilota.

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1973
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Curiosità sulla PAN (le nostre frecce tricolori)

Messaggio da camicius » 18 luglio 2016, 14:19

Lampo 13 ha scritto:Che io sappia i 339 non hanno mai avuto l'autopilota.
Lo davo per "scontato" su un addestratore di quel tipo.

Quindi, 3 ore per tratta come me sul piperozzo. Pesantuccia la cosa...

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9561
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: Curiosità sulla PAN (le nostre frecce tricolori)

Messaggio da Maxx » 18 luglio 2016, 14:20

camicius ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:Che io sappia i 339 non hanno mai avuto l'autopilota.
Lo davo per "scontato" su un addestratore di quel tipo.

Quindi, 3 ore per tratta come me sul piperozzo. Pesantuccia la cosa...

ciao
Andrea
E forse con un pò di spazio in meno per sgranchirsi le gambe.

Avatar utente
TheClubber
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 959
Iscritto il: 3 giugno 2009, 23:13
Località: 40km da BGY

Re: Curiosità sulla PAN (le nostre frecce tricolori)

Messaggio da TheClubber » 18 luglio 2016, 18:53

Viste l'anno scorso a Desenzano D/G. Fantastico... Mettono i brividi! :shock: :shock: :shock:

Mio papà (che ha fatto il militare in aeronautica alla base di Ghedi) era un po' che voleva andare, ma non avevamo mai avuto l'occasione. Forse quest'anno andiamo ancora, a Manerba, sempre sul lago di Garda. :bounce:

Rispondi