Deicing TK

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
Gianluca95
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 28
Iscritto il: 12 febbraio 2010, 21:14

Deicing TK

Messaggio da Gianluca95 » 10 gennaio 2017, 20:36



È tutto regolare? :shock:

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9834
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Deicing TK

Messaggio da tartan » 10 gennaio 2017, 20:55

Bisognerebbe conoscere il tipo di liquido contenuto nella bottle prima di dire se è regolare oppure no!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Ayrton
B747 Senior First Officer / Instructor
B747 Senior First Officer / Instructor
Messaggi: 3671
Iscritto il: 21 novembre 2007, 21:15
Località: Gni Gni Gni

Re: Deicing TK

Messaggio da Ayrton » 10 gennaio 2017, 22:25

o bisognerebbe capire che cosa stanno cercando di fare
Immagine

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6985
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Deicing TK

Messaggio da Lampo 13 » 10 gennaio 2017, 23:53

Non ho parole, solo parolacce! :shock:

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Re: Deicing TK

Messaggio da Tiennetti » 11 gennaio 2017, 7:46

Quoto Tartan e Ayrton, è troppo facile trarre conclusioni affrettate senza nemmeno sapere quale fosse l'intenzione
David

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6985
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Deicing TK

Messaggio da Lampo 13 » 11 gennaio 2017, 9:54

Tiennetti ha scritto:Quoto Tartan e Ayrton, è troppo facile trarre conclusioni affrettate senza nemmeno sapere quale fosse l'intenzione
Quale che fosse l'intenzione, anche se nel bottiglione ci fosse stato glicole o qualcosa di simile, vi pare logico "spanderlo" così? Se fosse acqua questa gelerebbe subito, anche nelle varie "giunzioni" delle superfici mobili, se fosse qualche tipo di antighiaccio, inquinerebbe le parti "nascoste" (cosa da non fare, l'accumulo deve essere evitato). Per me è solo una pagliacciata ignobile e inaccettabile!

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Re: Deicing TK

Messaggio da Tiennetti » 11 gennaio 2017, 11:49

Che non sia il modo di fare deicing è ovvio
David

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6985
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Deicing TK

Messaggio da Lampo 13 » 11 gennaio 2017, 11:56

Tiennetti ha scritto:Che non sia il modo di fare deicing è ovvio
Credo che il deicing sia una di quelle cose che si possono fare solo in due modi:
1 - quello corretto,
2 - tutti gli altri.

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Re: Deicing TK

Messaggio da Tiennetti » 11 gennaio 2017, 12:05

Certo,
ma quando un aeroporto non è attrezzato con dei mezzi di deicing, bisognerà far girare gli aerei in qualche modo
Se c'è precipitazione è un'altra storia, ma se il problema è rimuovere un po' di brina, ci sono metodi alternativi
David

Avatar utente
Ayrton
B747 Senior First Officer / Instructor
B747 Senior First Officer / Instructor
Messaggi: 3671
Iscritto il: 21 novembre 2007, 21:15
Località: Gni Gni Gni

Re: Deicing TK

Messaggio da Ayrton » 11 gennaio 2017, 12:09

ma voi sapete cosa volessero fare?
Immagine

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6985
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Deicing TK

Messaggio da Lampo 13 » 11 gennaio 2017, 12:33

Ayrton ha scritto:ma voi sapete cosa volessero fare?
Non mi interessa cosa pensavano di fare, un bottiglione da distributore d'acqua sulle ali non lo svuoti, qualsiasi cosa contenga. Non lo puoi fare.
Mi hanno triturato finemente gli zebedei per anni con le CWO (Cold Weather Ops):
i liquidi, le diluizioni, i tempi di attesa, le procedure, le check list, e via triturando,
e poi arrivano due tizi che svuotano un bottiglione sulle ali? :evil:
La brina non si toglie con un liquido a piacere, o si scioglie rifornendo o si fa deicing,
punto.

Avatar utente
Ayrton
B747 Senior First Officer / Instructor
B747 Senior First Officer / Instructor
Messaggi: 3671
Iscritto il: 21 novembre 2007, 21:15
Località: Gni Gni Gni

Re: Deicing TK

Messaggio da Ayrton » 11 gennaio 2017, 13:35

Lampo 13 ha scritto:
Ayrton ha scritto:ma voi sapete cosa volessero fare?
Non mi interessa cosa pensavano di fare, un bottiglione da distributore d'acqua sulle ali non lo svuoti, qualsiasi cosa contenga. Non lo puoi fare.
Mi hanno triturato finemente gli zebedei per anni con le CWO (Cold Weather Ops):
i liquidi, le diluizioni, i tempi di attesa, le procedure, le check list, e via triturando,
e poi arrivano due tizi che svuotano un bottiglione sulle ali? :evil:
La brina non si toglie con un liquido a piacere, o si scioglie rifornendo o si fa deicing,
punto.
oh...ho capito, stai tranquillo vorrei solo capire che cosa volessero fare...qual era il fine...se era coinvolto il deice o dovevano lavare qualcosa o chissà cos'altro.

E dove sta scritto che per rimuovere neve o accumuli sull'ala in assenza di precipitazioni o icing condition bisogna utilizzare liquidi antighiaccio?
sui manuali Alitalia?
Immagine

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6985
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Deicing TK

Messaggio da Lampo 13 » 11 gennaio 2017, 14:14

Ayrton ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:
Ayrton ha scritto:ma voi sapete cosa volessero fare?
Non mi interessa cosa pensavano di fare, un bottiglione da distributore d'acqua sulle ali non lo svuoti, qualsiasi cosa contenga. Non lo puoi fare.
Mi hanno triturato finemente gli zebedei per anni con le CWO (Cold Weather Ops):
i liquidi, le diluizioni, i tempi di attesa, le procedure, le check list, e via triturando,
e poi arrivano due tizi che svuotano un bottiglione sulle ali? :evil:
La brina non si toglie con un liquido a piacere, o si scioglie rifornendo o si fa deicing,
punto.
oh...ho capito, stai tranquillo vorrei solo capire che cosa volessero fare...qual era il fine...se era coinvolto il deice o dovevano lavare qualcosa o chissà cos'altro.

E dove sta scritto che per rimuovere neve o accumuli sull'ala in assenza di precipitazioni o icing condition bisogna utilizzare liquidi antighiaccio?
sui manuali Alitalia?
No, ma certamente non con un boccione dell'acqua.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9834
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Deicing TK

Messaggio da tartan » 11 gennaio 2017, 14:52

Precisando che il mio intervento precedente era una battuta, che mi trovo daccordo sui commenti di Lampo, che è vero che non si sa cosa stessero facendo ma che è altrettanto vero che non si opera con bottiglioni volanti, nei miei ricordi di vecchietto c'è anche quello che uno strato di brina ghiacciata sulle ali è tollerabile in quanto non modifica il profilo ma aumenta solo il peso e quindi basta diminuire il peso al decollo per essere in sicurezza. Quello che sto srivendo, pur essendo un ricordo piuttosto vago, è verità. Ora posso andare a cercare nei miei ricordi scritti e salvati dall'archiviazione selvaggia come dove e perché, ma se non trovo niente di più di quello che ho scritto, vi prego comunque di prenderlo per buono. Ricordo anche che c'era un metodo per misurare lo spessore massimo ammesso.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6985
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Deicing TK

Messaggio da Lampo 13 » 11 gennaio 2017, 16:53

tartan ha scritto:Precisando che il mio intervento precedente era una battuta, che mi trovo daccordo sui commenti di Lampo, che è vero che non si sa cosa stessero facendo ma che è altrettanto vero che non si opera con bottiglioni volanti, nei miei ricordi di vecchietto c'è anche quello che uno strato di brina ghiacciata sulle ali è tollerabile in quanto non modifica il profilo ma aumenta solo il peso e quindi basta diminuire il peso al decollo per essere in sicurezza. Quello che sto srivendo, pur essendo un ricordo piuttosto vago, è verità. Ora posso andare a cercare nei miei ricordi scritti e salvati dall'archiviazione selvaggia come dove e perché, ma se non trovo niente di più di quello che ho scritto, vi prego comunque di prenderlo per buono. Ricordo anche che c'era un metodo per misurare lo spessore massimo ammesso.
L'unghia del pollice.
Passando l'unghia del pollice sulla superficie si doveva toccare la lamiera, pochissimi decimi, insomma.
Tante volte sono andato sull'ala passando dalla uscita di emergenza per controllare... ne approfittavo per far fare pratica di apertura del portello alle Hostess piccoline e a chi voleva provare. Alla fine aprivamo tutte i 4 portelli.
Ovviamente prima chiedevamo il permesso al tecnico che doveva poi richiuderli! :D

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Deicing TK

Messaggio da Luke3 » 11 gennaio 2017, 17:06

Faccio un po' l'avvocato del diavolo. Capita a volte con gli aerei parcheggiati all'aperto, di arrivare per un volo la mattina e trovare uno strato di brina sulle ali del C172. Per fortuna a me piace vivere in climi caldi quindi mi e' capitato solo un paio di volte quando vivevo ad Atlanta d'inverno. Tenevamo delle bottiglie di alcol etilico nell'armadio dell'aeroclub per queste evenienze: mezzo litro per ala e un altro mezzo per lo stabilizzatore orizzontale e dopo una bella strofinata con un panno ogni traccia di ghiaccio era sparita. Capisco che la dimensione delle superfici e la complessita' della struttura e' diversa, ma perche' non dovrebbe funzionare su un 737?

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6985
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Deicing TK

Messaggio da Lampo 13 » 11 gennaio 2017, 18:22

Luke3 ha scritto:Faccio un po' l'avvocato del diavolo. Capita a volte con gli aerei parcheggiati all'aperto, di arrivare per un volo la mattina e trovare uno strato di brina sulle ali del C172. Per fortuna a me piace vivere in climi caldi quindi mi e' capitato solo un paio di volte quando vivevo ad Atlanta d'inverno. Tenevamo delle bottiglie di alcol etilico nell'armadio dell'aeroclub per queste evenienze: mezzo litro per ala e un altro mezzo per lo stabilizzatore orizzontale e dopo una bella strofinata con un panno ogni traccia di ghiaccio era sparita. Capisco che la dimensione delle superfici e la complessita' della struttura e' diversa, ma perche' non dovrebbe funzionare su un 737?
Immagino che in generale le procedure previste per il C172 siano le stesse che per i liner...
Comunque questo è uno dei motivi per cui non volo in aeroclub: le bottiglie negli armadietti!
Qualcuno di voi si è mai posto il problema dell'effetto che l'alcol etilico potrebbe avere
sull'alluminio,rivetti e superfici, sui collanti utilizzati durante la costruzione, sui materiali
plastici tipo luci e cavi, sul deposito che può lasciare nei vani non raggiungibili dai panni da
lucidatura? Io non lo so e non ci metterei nulla che non sia stato approvato dalla Cessna.

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Deicing TK

Messaggio da Luke3 » 11 gennaio 2017, 18:46

Parlo per le strutture che conosco e su cui lavoro: tutte le superfici esterne ed i rivetti/bulloni in alluminio sono anodizzati, finitura che e' compatibile con l'isopropanolo (e anche con il Glycol che e' il componente principale del fluido Tipo I). L'alcol etilico e' compatibile anche con gli acciai. I rivetti sul Cessna da quanto ho osservato sono installati a secco, mentre sui nostril modelli possono essere installati si a secco che con un sigillante in base alla struttura. I sigillanti sono resistenti a tutti gli idrocarburi, quindi anche l'isopropanolo (alcol etilico). Dal punto di vista strutturale quindi non ci sono problemi per le strutture metalliche.
Non mi occupo di materiali plastici quindi non posso commentare, e ho appena iniziato a lavorare con le strutture in composito ma non ho abbastanza esperienza a riguardo per poter dare un parere efficace.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6985
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Deicing TK

Messaggio da Lampo 13 » 11 gennaio 2017, 19:11

Luke3 ha scritto:Parlo per le strutture che conosco e su cui lavoro: tutte le superfici esterne ed i rivetti/bulloni in alluminio sono anodizzati, finitura che e' compatibile con l'isopropanolo (e anche con il Glycol che e' il componente principale del fluido Tipo I). L'alcol etilico e' compatibile anche con gli acciai. I rivetti sul Cessna da quanto ho osservato sono installati a secco, mentre sui nostril modelli possono essere installati si a secco che con un sigillante in base alla struttura. I sigillanti sono resistenti a tutti gli idrocarburi, quindi anche l'isopropanolo (alcol etilico). Dal punto di vista strutturale quindi non ci sono problemi per le strutture metalliche.
Non mi occupo di materiali plastici quindi non posso commentare, e ho appena iniziato a lavorare con le strutture in composito ma non ho abbastanza esperienza a riguardo per poter dare un parere efficace.
Io invece non ne so nulla.
Secondo me vanno usate esclusivamente cose certificate dal costruttore,
altrimenti il primo che si alza la mattina decide cosa e come fare.
Sia chiaro, non metto in dubbio le tue conoscenze, è il metodo che non va.

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5987
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Deicing TK

Messaggio da sigmet » 11 gennaio 2017, 19:54

Dove e' il ghiaccio?

Ugurp e' :
1)un pilota
2) un tecnico aeronautico
3) un cazzone qualsiasi.

:roll:
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Ayrton
B747 Senior First Officer / Instructor
B747 Senior First Officer / Instructor
Messaggi: 3671
Iscritto il: 21 novembre 2007, 21:15
Località: Gni Gni Gni

Re: Deicing TK

Messaggio da Ayrton » 11 gennaio 2017, 20:27

sigmet ha scritto:Dove e' il ghiaccio?

Ugurp e' :
1)un pilota
2) un tecnico aeronautico
3) un cazzone qualsiasi.

:roll:
me lo chiedo pure io
Immagine

Ponch
B767 First Officer
B767 First Officer
Messaggi: 5575
Iscritto il: 30 aprile 2005, 18:48
Località: By the sea

Re: Deicing TK

Messaggio da Ponch » 12 gennaio 2017, 5:25

sigmet ha scritto:Dove e' il ghiaccio?
Sull'alettone?
Is it light where you are yet?

Avatar utente
dream
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 710
Iscritto il: 7 gennaio 2007, 0:51

Re: Deicing TK

Messaggio da dream » 12 gennaio 2017, 6:57

scusate, ma nessuno lascia un minimo dubbio che questi, pur goffi che sembrino, stavano facendo qualcosa di assolutamente corretto e voluto?
Abbiamo visto un micro video di chissà chi girato chissà dove, magari volevano ghiacciare un ala di un aereo parcheggiato in area tecnica per provare magari a sghiacciarlo con qualche liquido o sistema proprio dell'aereo, ci potrebbero essere altre ragioni? Boh, dico solo che a volte vediamo quello che vorremmo vedere e basta.

p.s. mi hanno mandato un video di Diego Abatantuono che insulta gli immigrati, un video tagliato ad hoc da sembrare vero, poi sono andato a cercalo e ho visto che si trattava di un film, e anche su youtube, dove era palese che si trattava di un film ("Cose dell'altro mondo"), il Diego viene insultato pesantemente per quello che dice, e si da sfogo a insulti politicizzati . . . mah, internet è sempre una bella cozzaglia di tutto e niente :mrgreen: :mrgreen:



ciao

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6985
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Deicing TK

Messaggio da Lampo 13 » 12 gennaio 2017, 7:53

dream ha scritto:... magari volevano ghiacciare un ala di un aereo parcheggiato in area tecnica per provare magari a sghiacciarlo con qualche liquido o sistema proprio dell'aereo, ...
A me non risulta che esista una procedura di "ghiacciamento/sghiacciamento" per prova
e non esiste, che io sappia, un sistema di sghiacciamento del estradosso dell'ala.

Ponch
B767 First Officer
B767 First Officer
Messaggi: 5575
Iscritto il: 30 aprile 2005, 18:48
Località: By the sea

Re: Deicing TK

Messaggio da Ponch » 12 gennaio 2017, 9:07

C'è del ghiaccio/neve sull'alettone. A me sembra abbastanza evidente ma magari mi sbaglio.

Il mio manuale dice che fino a 3mm di ghiaccio sulla parte inferiore dell'ala è accettabile, lo stesso non è valido per la parte superiore. In più SLAT e flaps e tutte le superfici di controllo devono essere prive di qualsiasi tipo di contaminazione. Morale...con quella contaminazione sull'alettone mi sarei ritrovato con lo stesso problema di questo equipaggio.

Qualcuno parla di "metodi alternativi" se l'aeroporto non è attrezzato con dei mezzi di deicing. Valutare l'effettiva efficienza dell'eventuale metodo alternativo non è semplice e SOPRATTUTTO mi piace pensare che quella non fosse della semplice acqua. Quando ti ritrovi in quella situazione, devi prendere una decisione e possibilmente senza perdere molto tempo e con l'incidente del 320 di Perpignan ancora in testa, anche se lì la contaminazione si trovava da tutt'altra parte...un alettone non è cosa da poco, anzi.

E molto probabilmente avrei optato di procedere con "il metodo alternativo" senza passeggeri a bordo, considerato che stiamo parlando di deice e quindi non entra in gioco nessun holdover time.
Is it light where you are yet?

Avatar utente
dream
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 710
Iscritto il: 7 gennaio 2007, 0:51

Re: Deicing TK

Messaggio da dream » 12 gennaio 2017, 11:44

dream ha scritto:scusate, ma nessuno lascia un minimo dubbio che questi, pur goffi che sembrino, stavano facendo qualcosa di assolutamente corretto e voluto?
Ponch ha scritto:E molto probabilmente avrei optato di procedere con "il metodo alternativo" senza passeggeri a bordo, considerato che stiamo parlando di deice e quindi non entra in gioco nessun holdover time.
quindi c'è la possibilità che stessero facendo bene anche se in modo non professionale,
ma sicuramente in un modo geniale :mrgreen:

ciao

Avatar utente
andwork
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 686
Iscritto il: 26 dicembre 2006, 19:14
Località: Rosà (VI)

Re: Deicing TK

Messaggio da andwork » 12 gennaio 2017, 21:21

dream ha scritto:scusate, ma nessuno lascia un minimo dubbio che questi, pur goffi che sembrino, stavano facendo qualcosa di assolutamente corretto e voluto?
Abbiamo visto un micro video di chissà chi girato chissà dove, magari volevano ghiacciare un ala di un aereo parcheggiato in area tecnica per provare magari a sghiacciarlo con qualche liquido o sistema proprio dell'aereo, ci potrebbero essere altre ragioni? Boh, dico solo che a volte vediamo quello che vorremmo vedere e basta.
ciao
...
con i passeggeri dentro che filmano ? :roll:

Avatar utente
maxago
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 214
Iscritto il: 22 aprile 2008, 17:44
Località: Milano

Re: Deicing TK

Messaggio da maxago » 16 gennaio 2017, 15:18

Premesso che io non ho nessuna esperienza in materia, se si deve usare un metodo alternativo per sghiacciare un ala, lasciare rotolare il bottiglione fino a lascarlo urtare violentemente contro la fusoliera (si sente il rumore) non mi sembra una bella cosa. Potevano usare qualcosa d'altro per spargere il liquido, una pompa a mano, uno spruzzatore, uno spazzettone... boh... non si capisce se il bottiglione gli scappa di mano o se volevano proprio farlo rotolare così.
Max

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6985
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Deicing TK

Messaggio da Lampo 13 » 16 gennaio 2017, 16:18

maxago ha scritto:Premesso che io non ho nessuna esperienza in materia, se si deve usare un metodo alternativo per sghiacciare un ala, lasciare rotolare il bottiglione fino a lascarlo urtare violentemente contro la fusoliera (si sente il rumore) non mi sembra una bella cosa. Potevano usare qualcosa d'altro per spargere il liquido, una pompa a mano, uno spruzzatore, uno spazzettone... boh... non si capisce se il bottiglione gli scappa di mano o se volevano proprio farlo rotolare così.
Un tempo, in caso di presenza di brina ed assenza di precipitazioni, solo brina, era autorizzata una procedura di de-icing fatta dal tecnico con un irroratore pieno di apposito liquido.
Tale procedura fu abolita svariati anni fa perché non dava certezze di corretta riuscita e di mancanza di depositi dentro i vari "vani" adibiti a ricevere le superfici mobili dell'ala e, comunque, dalla impossibilità di effettuare il de-icing sulla superficie dello stabilizzatore su aerei come l'MD80.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9834
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Deicing TK

Messaggio da tartan » 16 gennaio 2017, 19:04

Il filmato è una barzelletta, punto. Lo sghiacciamento è una cosa seria. Per l'ATR alcuni liquidi adatti allo scopo sono vietati. Questo perchè possono creare sforzi superiori al normale al momento della rotazione al punto che si preferisce interrompere il decollo anche quando non è necessario. Ma non basta, nel caso che siano usati le performance di decollo ne tengono conto.
Naturalmente parlo di Alitalia, la tanto vituperata compagnia aerea che deve fallire a sentire i pax.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Rispondi