Comiso..aeroporto civile

Le "case" dei nostri aerei e il punto di transito di ogni passeggero, parliamo degli aeroporti di tutto il mondo, ognuno con la sua storia, il suo fascino, le sue peculiarità

Moderatore: Staff md80.it

filippo
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 81
Iscritto il: 27 settembre 2007, 15:47

Comiso..aeroporto civile

Messaggio da filippo » 3 ottobre 2007, 22:29

Scusate ragazzi qualcuno sa a che punto siamo con il nuovo scalo civile di comiso?? oltre che interesse aeronautico ho interessi personali i miei hanno la casa a 10 minuti di macchina :lol:

Avatar utente
rex91
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 740
Iscritto il: 19 settembre 2007, 0:20
Località: Palermo-Sicilia

Messaggio da rex91 » 4 ottobre 2007, 1:51

So che qualche mese fa la pista era pronta, le taxiway in completamento, il piazzale quasi pronto e l'aerostazione da ultimare. Ho ance sentito che si preparava al primo atterraggio di un a320...
Anche a me in effetti interessa! credevo di aver decollato da tutto gli aeroporti civili siciliani e invece... mi manca Comiso!!!
Ps: su Google earth puoi vedere i lavori per la pista in stato avanzato ;)
"...la comitiva, guidata da Fantozzi che era il capogruppo (e anche il più insidiato dal vino) prese posto in un terrificante trimotore Savoia Marcheti in tela cerata. Unico inconveniente: Fantozzi aveva perso i biglietti dell'intero gruppo. Ma il pilota era così preoccupato per il decollo (risultò poi che l'aereo era fermo da una trentina d'anni) che non vi diede gran peso e li accettò sulla fiducia..."

filippo
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 81
Iscritto il: 27 settembre 2007, 15:47

Messaggio da filippo » 4 ottobre 2007, 11:11

appena rientro initalia dove ho una connessione decente andro' a vedere

Avatar utente
DNL-SGR
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 589
Iscritto il: 27 maggio 2006, 22:40

Messaggio da DNL-SGR » 4 ottobre 2007, 15:38

E chissà quali voli/compagnie opereranno.

Avatar utente
rex91
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 740
Iscritto il: 19 settembre 2007, 0:20
Località: Palermo-Sicilia

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da rex91 » 14 agosto 2009, 12:34

So che la Ryanair sarà una delle maggiori airline che opereranno su Comiso...
In fondo è il loro aeroporto ideale.
"...la comitiva, guidata da Fantozzi che era il capogruppo (e anche il più insidiato dal vino) prese posto in un terrificante trimotore Savoia Marcheti in tela cerata. Unico inconveniente: Fantozzi aveva perso i biglietti dell'intero gruppo. Ma il pilota era così preoccupato per il decollo (risultò poi che l'aereo era fermo da una trentina d'anni) che non vi diede gran peso e li accettò sulla fiducia..."

Avatar utente
tovi
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 640
Iscritto il: 7 settembre 2007, 17:26

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da tovi » 2 settembre 2009, 6:15

a scicli (provincia di ragusa) ho visto un manifesto di un partito politico in cui c'era scritto "che l aeroporto di comiso ormai diventa realtà grazie a noi".. quindi credo che ormai ci siamo.. :D

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4792
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da Valerio Ricciardi » 2 settembre 2009, 8:40

tovi ha scritto:a scicli (provincia di ragusa) ho visto un manifesto di un partito politico in cui c'era scritto "che l aeroporto di comiso ormai diventa realtà grazie a noi".. quindi credo che ormai ci siamo.. :D
"Manifesto di un politico"?
Se tutto va bene, l'aeroporto di Comiso sta diventando una realtà grazie al lavoro indefesso di anni di litigi e difficoltà da superare... affrontate dal partito al momento più distante da quello del manifesto, quale che esso sia, e il politico in oggetto arriva, taglia il nastro e dice "siamo stati bravi, siamo stati noi, ricordatevene".

A Roma, accadde così per il nuovo Polo Oncologico: ci furono le elezioni, e tre settimane dopo venne inaugurato dall'allora nuovo Presidente della Regione l'importante e imponente struttura (quattro anni e mezzo solo per rifinirla). Detto Presidente ebbe l'impudenza :oops: di dire che l'inaugurazione era il primo, concreto esempio della rinnovata efficienza del sistema sanitario regionale grazie all'arrivo determinante della sua parte politica. :lol:

Non son sicuro se al momento in cui si era insediato mancavano ancora da mettere solo gli ultimi cartelli e da preparare i salatini e gli aperitivi per il cocktail... ed aprire le buste di patatine crick-crock...
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9828
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da i-daxi » 2 settembre 2009, 21:28

Non commento più di tanto l'evento, pertanto a lungo dibattuto soprattutto sul nome della persona a cui intitolare lo scalo, ricordo comunque che in Sicilia si stà dibattendo ancora sulla costruzione di altri 2 scali, il Valle dei Templi ad Agrigento e un'altro a nord verso Messina, l'aeroporto delle Eolie.

Comunque informo, oltre al potenziamento del Trapani Birgi, anche il rifacimento dell'aerostazione degli scali di Pantelleria e Lampedusa.

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9828
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da i-daxi » 2 settembre 2009, 21:33

Colgo l'occasione per citare due altri aeroporti in zona, poco conosciuti ai più e usati prettamente a scopo militare:

Aeroporto di Biscari-Santo Pietro

L'aeroporto di Biscari-Santo Pietro è stato un aeroporto militare usato durante la seconda guerra mondiale nei pressi del paese di Acate, in provincia di Ragusa. L'aeroporto prende il suo nome dal vecchio nome di Acate e dal vicino bosco di Santo Pietro. Era composto da una semplice pista in terrabattuta presidiata da diverse batterie di contraerea.

Storia

Fu costruito all'inizio del 1941 dalle truppe della Regia Aeronautica come pista alternativa all'aeroporto di Comiso e l'aeroporto di Gela-Ponte Olivo. Come gli altri due aeroporti venne largamente usato per gli attacchi contro le basi britanniche sulle isole maltesi. Vi fu stanziato il 153° Battaglione Mitraglieri ed alcune unità tedesche della 1. Fallschirm-Panzer-Division Hermann Göring. Durante l'estate del 1943 venne bombardato pesantemente e venne conquistato dagli americani sbarcati sulle vicine spiagge di Scoglitti durante l'Operazione Husky.

Durante l'occupazione americana, sulla strada che dall'aeroporto portava al paese, avvenne il Massacro di Biscari, crimine di guerra su cui si fece luce solamente dopo 61 anni.



Aeroporto di Gela-Ponte Olivo

L'aeroporto di Ponte Olivo è stato un aeroporto militare usato durante la seconda guerra mondiale nei pressi della città di Gela e successivamente usato da Enrico Mattei e dai dirigenti dell'ENI come aeroporto privato per i loro frequenti viaggi negli stabilimenti Anic della zona. L'aeroporto prende il suo nome dalla localita' Ponte Olivo in cui si trovava lungo la odierna SS 117 bis.

Storia

Fu costruito durante il ventennio fascista dalle truppe della Regia Aeronautica come testa di ponte per collegare alle colonie d'Africa. Dall'11 Settembre 1939 fu base per il 41° Stormo Bombardamento Terrestre che operò con 18 Savoia-Marchetti S.M.79. Il 21 ottobre 1940 lo Stormo venne trasferito da Gela a Bengasi in Cirenaica. Insieme all'aeroporto di Comiso e la pista di Biscari venne largamente usato per gli attacchi contro le basi britanniche sulle isole maltesi. Vi fu anche stanziato il 51° Stormo con aerei Macchi M.C.202. Durante l'estate del 1943 venne bombardato pesantemente e venne conquistato dagli americano sbarcati sulle vicine spiagge durante l'Operazione Husky. L'occupazione delle truppe americane durò fino al settembre del 1944 quando fu restituito alle autorità italiane.

Accanto all'aeroporto fu anche costruito il Cimitero di guerra di Ponte Olivo e le salme ivi presenti furono traslate dagli americani nel 1947.

Enrico Mattei usò spesso la pista gelese fino al giorno della sua morte. Alle 07:30 del 27 ottobre 1962, decollò per l'ultima volta dall'aeroporto di Ponte Olivo per Catania con un Morane-Saulnier MS.760 Paris, aereo privato dell'ENI. La pista è rimasta inutilizzata per più di 40 anni e non è facilmente localizzabile.

hairyhunter75
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 9
Iscritto il: 6 dicembre 2008, 1:44
Località: Bologna

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da hairyhunter75 » 5 ottobre 2009, 17:28

se Ryanair aprisse una base anche a Comiso (dopo quella di TPS) la Sicilia aumentera' notevolmente la presenza turistica ed i siciliani potranno viaggiare di piu'!

ed un altro aeroporto nella Valle dei Templi servirebbe una zona ben lontana dagli aeroporti esistenti!!

CMS87
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 15
Iscritto il: 3 novembre 2009, 18:40

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da CMS87 » 5 novembre 2009, 16:15

Io so che anche Alitalia aveva intenzione di fare qualche rotta su Comiso. Comunque i lavori per quanto riguarda la pista, piazzali, raccordi etc... sono terminati, in pratica manca l'arredamento interno: banchi check-in, nastri per le valigie, metal detector etc... comunque da comiso è già atterrato e docollato una A319 (quello della Repubblica italiana) con a bordo esponenti dell'allora governo prodi e nell'estate scorso si è svolto un air show con esibizione delle frecce tricolore a Marina di Ragusa che hanno usato l'aeroporto di Comiso come base.

Nonno Salt
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 145
Iscritto il: 14 luglio 2009, 15:07
Contatta:

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da Nonno Salt » 6 novembre 2009, 8:55

A Comiso mi risulta che abbiano ancora un piccolo problemino.

Essendo un aeroporto privato, ENAV non ha l'obbligo di esercitare le sue funzioni gratis. Ergo, se trovano (la società di gestione o i proprietari) chi paga i servizi, arriva ENAV con i servizi di torre e quant'altro. In alternativa possono solo operare con servizi AFIS dando l'addio a Ryanair et similia, trasformandolo di fatto in un terzo livello.

Enac in questo periodo sta mediando per una soluzione che non appare immediata.
Le strutture sono tutte ultimate, manca solo questo.
N-ONNO

http:/www.fiorenzadebernardi.it
Aeralpi 1967, prima donna pilota commerciale in Italia

Nonno Salt
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 145
Iscritto il: 14 luglio 2009, 15:07
Contatta:

Da Suddest.it, quotidiano di Ragusa

Messaggio da Nonno Salt » 6 novembre 2009, 9:04

Aeroporto di Comiso, Riggio striglia la burocrazia

Vito Riggio, presidente dell'Enac, è stato chiaro: "Se ognuno non farà la propria parte fino in fondo, dall'aeroporto di Comiso non decollerà nessun aereo neanche entro l'anno prossimo". Questo l'allarme che il numero uno dell'Ente Nazionale Aviazione Civile ha lanciato nel corso della conferenza di presentazione del libro dell'ex sindaco, oggi deputato regionale, Pippo Digiacomo dal titolo "Come abbiamo fatto a fare l'aeroporto di Comiso", scritto a quattro mani con Gianni Scapellato esperto di problematiche aeroportuali e consulente dell'amministrazione comunale dal 1999 al 2008, che racconta le tappe che hanno portato alla realizzazione dell'aeroscalo.

All'appuntamento ha partecipato anche il presidente della Regione Raffaele Lombardo che ha ribadito, "anche con atti concreti e in fretta", l'interessamento alla partecipazione nella società di gestione.

Riggio ha confermato che sono in corso le procedure di certificazione, che richiederanno il tempo necessario, e ha chiarito che c'è un altro ostacolo importantissimo da superare. Quale? In pratica nelle condizioni attuali, secondo delle prescrizioni provenienti tra gli altri anche dall'ENAV, la società di gestione dovrebbe pagare di tasca propria il servizio dei Vigili del Fuoco e dei controllori di volo perchè l'aeroporto è considerato come privato, essendo di proprietà del Comune di Comiso. In tutti gli altri aeroporti, infatti, questo servizio viene pagato dallo Stato.

Gianni Scapellato però ha chiarito che l'articolo 697, lettera A, del Codice della Navigazione parla chiaro recitando testualmente che "sono aperti al traffico aereo civile, previa valutazione d'idoneità al servizio da parte dell'ENAC gli aeroporti civili appartenenti allo Stato e agli enti pubblici territoriali. Essendo il Comune di Comiso, un ente pubblico territoriale - ha aggiunto Scapellato - appare chiaro che l'aeroporto deve essere considerato equiparato a tutti gli altri".
N-ONNO

http:/www.fiorenzadebernardi.it
Aeralpi 1967, prima donna pilota commerciale in Italia

CMS87
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 15
Iscritto il: 3 novembre 2009, 18:40

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da CMS87 » 8 novembre 2009, 16:04

Questo è quello che pubblica oggi un quotidiano on-line locale.

Comiso - L'aeroporto di Comiso sarà consegnato alla società di gestione entro la fine dell'anno. E questa volta non dovrebbero esserci ulteriori ritardi. Per martedì è stata programmata una riunione alla quale prenderanno parte oltre ai responsabili dell'impresa «Ferlito», che sta realizzando l'opera, il responsabile unico del procedimento ingegner Nunzio Micieli e il sindaco Giuseppe Alfano allo scopo di fare il punto sui piccoli interventi ancora da effettuare.
La previsione di Micieli è che la struttura sarà pronta al più tardi in un paio di mesi. Mancano infatti solo alcune rifiniture all'interno dell'aerostazione e il completamento del controsoffitto esterno. Quanto prima la ditta «Molè» di Chiaramonte Gulfi installerà la grande scala elicoidale in ferro che metterà in comunicazione i tre piani sui quali si sviluppa l'aerostazione. Sono invece già complete da tempo la torre di controllo e la parte air-side della struttura.
Una volta consegnata l'opera, la palla passerà nella mani di «Soaco», cui spetterà far funzionare la struttura, invogliando le compagnie aeree a venire a Comiso.
Secondo previsioni attendibili il primo aereo si poserà sulla pista del Magliocco nella primavera-estate del 2010.
La Provincia è impegnata, in questi giorni, anche su un altro versante. L'assessore Salvatore Minardi e il sindaco di Comiso, Giuseppe Alfano, stanno, infatti, valutando come utilizzare le aree dell'ex base che non riguardano l'aeroporto. Il Comune di Comiso, a suo tempo, acquistò dall'amministrazione Usa centinaia di alloggi e la Provincia attivò il progetto «Konver» per la riconversione delle ex basi dismesse. All'interno dell'ex base, ci sono ancora spazi che possono essere fruiti dalla collettività. E su queste superfici, Comune e Provincia intendono sviluppare percorsi comuni.
da Sciclinews 08-11-'09

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4711
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da sardinian aviator » 11 novembre 2009, 19:16

Perchè con l'AFIS si deve dare l'addio a qualcuno?
Non capisco. Su un aeroporto sede di AFIS si può operare in IFR.
Molti gestori stanno organizzandosi per l'AFIS in proprio, come service providers.
E' un processo piuttosto lungo ma possibile, vedi Trento, se non vado errato.
A Oristano, ad esempio, il processo di certificazione dell'AFIS del gestore è in corso. Ed anche i VVF sono dipendenti del gestore.
Il fatto è che non si possono fare le nozze coi fichi secchi, un aeroporto è una struttura alquanto costosa.

Mi sa che ha ragione il presidente Riggio.
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
mormegil
FL 300
FL 300
Messaggi: 3411
Iscritto il: 23 febbraio 2007, 15:55

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da mormegil » 20 novembre 2009, 18:39

non me ne voglia nessuno ma...

il senso di quest'aeroporto? :? :?
catania quanto è distante? una-due ore?

:roll: :roll:

bah..
Immagine
N176CM ha scritto:[...] in questo caso non si può usare lo stratagemma dei COA multipli... anche perchè una destinazione del tipo Frankfurt (Munchen) nemmeno Ryanair riuscirebbe a farla :mrgreen: :mrgreen:

CMS87
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 15
Iscritto il: 3 novembre 2009, 18:40

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da CMS87 » 22 novembre 2009, 15:31

In realtà ci sono diversi motivi per cui l'aerporto di Comiso sarebbe molto utile. Catania è a due ore...che non sono poche e non ci sono autostrade ma una super-strada trafficatissima. Comiso servirà oltre all'intera provincia di Ragusa anche parte della provincia di Siracusa e di Caltanissetta (la zona di Gela), si tratta di circa 700.000 abiatanti. Poi a Catania non c'è un vero mercato low-cost; Ryanair non ci va, solo Easy Jet fa collegamenti da MXP, dunque Comiso sarà un punto di rifermineto per le low cost. Considera anche che questa zona ha una sua specifica vocazione turistica (il mare ed il barocco) e che è la maggiore area di produzione di ortaggi che ogni giorno arrivano nei grandi mercati del nord e che, sfruttando i collegamenti aerei, riuscirebbero ad essere ancora più competitivi soprattutto nei confronti dei prodotti spagnoli e nord-africani. Infine proprio per la perifericità del territorio rispetto ai principali centri dell'italia centro-settentrionale, il trasporto aereo è il primo mezzo di collegamento.

Avatar utente
redbrain
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 701
Iscritto il: 20 febbraio 2008, 0:15
Località: Milano - Parma - Marsala

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da redbrain » 22 novembre 2009, 17:11

Magari più che costruire aeroporti sarebbe utile costruire autostrade, no? :?
Per non parlare dei collegamenti in treno (per chi deve raggiungere il centro di Palermo dall'aeroporto di Birgi, tenga in conto 4 ore di treno per 100 km).
Comiso è un conto, ormai è costruito e basta. Si poteva realizzare una rete di comunicazione terrestre che servisse quelle zone e potenziare Catania.
Su Agrigento sono totalmente sfavorevole. Stop ad ulteriori aeroporti in Sicilia, si realizzi una autostrada all'avanguardia che colleghi tutto il litorale sud. Agrigento si potrebbe così appoggiare a PMO o a TPS più facilmente.
Federico

hairyhunter75
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 9
Iscritto il: 6 dicembre 2008, 1:44
Località: Bologna

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da hairyhunter75 » 2 dicembre 2009, 2:58

redbrain ha scritto:Magari più che costruire aeroporti sarebbe utile costruire autostrade, no? :?
Per non parlare dei collegamenti in treno (per chi deve raggiungere il centro di Palermo dall'aeroporto di Birgi, tenga in conto 4 ore di treno per 100 km).
Comiso è un conto, ormai è costruito e basta. Si poteva realizzare una rete di comunicazione terrestre che servisse quelle zone e potenziare Catania.
Su Agrigento sono totalmente sfavorevole. Stop ad ulteriori aeroporti in Sicilia, si realizzi una autostrada all'avanguardia che colleghi tutto il litorale sud. Agrigento si potrebbe così appoggiare a PMO o a TPS più facilmente.
i treni in Sicilia sn assai scadenti (sporchi, puzzolenti e lenti) ma da Birgi c'e' il bus x cui nn ha senso arrivare a TP che e' a 15km x prendere un treno lercio!
e comunque spesso anche il trenino dal Falcone Borsellino a Palermo citta' e' un treno indecente! (esperienza diretta)
e anche lui lento: 1ora per fare 35km e va davvero piano, sembra piu' una gita turistica che un collegamento!

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9828
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da i-daxi » 2 dicembre 2009, 9:55

La settimana scorsa ho sentito che hanno proposto una sorta di sondaggio agli abitanti di Gela, Aeroporto o parco eolico?
Indovinate cosa hanno scelto? :roll: :roll:

Avatar utente
mormegil
FL 300
FL 300
Messaggi: 3411
Iscritto il: 23 febbraio 2007, 15:55

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da mormegil » 3 dicembre 2009, 19:33

CMS87 ha scritto:I Infine proprio per la perifericità del territorio rispetto ai principali centri dell'italia centro-settentrionale, il trasporto aereo è il primo mezzo di collegamento.
si ma l'aeroporto c'è :shock: non è che ne siete sprovvisti completamente!
hairyhunter75 ha scritto:
i treni in Sicilia sn assai scadenti (sporchi, puzzolenti e lenti)
[..]
e anche lui lento: 1ora per fare 35km e va davvero piano, sembra piu' una gita turistica che un collegamento!
i treni sono sporchi ovunque.
che poi, pretendi l'alta velocità per un treno che ti collega aeroporto e città? :roll:
da fiumicino a roma termini - se non prendi il leonardo express - ci si mette quanto?un'oretta? :roll: e dire che sono 40km :roll: :roll: non mi pare sia mai morto nessuno.
i-daxi ha scritto:La settimana scorsa ho sentito che hanno proposto una sorta di sondaggio agli abitanti di Gela, Aeroporto o parco eolico?
Indovinate cosa hanno scelto? :roll: :roll:
se indovino mi offri un caffè? :mrgreen: :mrgreen:
ma dai, si sa che il parco eolico rovina il paesaggio :roll: :roll: :roll:
CMS87 ha scritto:In realtà ci sono diversi motivi per cui l'aerporto di Comiso sarebbe molto utile. Catania è a due ore...che non sono poche e non ci sono autostrade ma una super-strada trafficatissima. Comiso servirà oltre all'intera provincia di Ragusa anche parte della provincia di Siracusa e di Caltanissetta (la zona di Gela), si tratta di circa 700.000 abiatanti. Poi a Catania non c'è un vero mercato low-cost; Ryanair non ci va, solo Easy Jet fa collegamenti da MXP, dunque Comiso sarà un punto di rifermineto per le low cost. Considera anche che questa zona ha una sua specifica vocazione turistica (il mare ed il barocco) e che è la maggiore area di produzione di ortaggi che ogni giorno arrivano nei grandi mercati del nord e che, sfruttando i collegamenti aerei, riuscirebbero ad essere ancora più competitivi soprattutto nei confronti dei prodotti spagnoli e nord-africani. Infine proprio per la perifericità del territorio rispetto ai principali centri dell'italia centro-settentrionale, il trasporto aereo è il primo mezzo di collegamento.


due ore...troppe :roll: :roll:
che poi, io non credo sia un obbligo la presenza di un mercato low cost.
e, a parte questo, easyjet c'è no? quindi le low cost ci sono.
punto.
semplicemente quell'aeroporto (così come molti altri in italia) non ci dovrebbe essere, ma dato che è comodo perchè sotto casa... :roll: :roll:
Immagine
N176CM ha scritto:[...] in questo caso non si può usare lo stratagemma dei COA multipli... anche perchè una destinazione del tipo Frankfurt (Munchen) nemmeno Ryanair riuscirebbe a farla :mrgreen: :mrgreen:

Nonno Salt
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 145
Iscritto il: 14 luglio 2009, 15:07
Contatta:

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da Nonno Salt » 3 dicembre 2009, 19:43

sardinian aviator ha scritto:Perchè con l'AFIS si deve dare l'addio a qualcuno?.......
Si. Quasi tutte le compagnie (Ryanair in primis) chiedono i servizi di controllo aereo altrimenti non operano.
N-ONNO

http:/www.fiorenzadebernardi.it
Aeralpi 1967, prima donna pilota commerciale in Italia

CMS87
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 15
Iscritto il: 3 novembre 2009, 18:40

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da CMS87 » 3 dicembre 2009, 20:12

Premettendo che l'aeroprto non è stato costruito da zero, ma si tratta di una conversione a uso civile di una ex base militare. Non si tratta di aeroporto sotto casa...ora come ora, in Sicilia, ci sono 3 aeroporti civili...ricorderei che si sta parlando di un territorio con più di 5 milioni d'abitanti, della regione più grande d'Italia, e dove il pendolarismo per lavoro o studio è elevatissimo. Basta valutare il fatto che Catania ha un aeroporto tra i più trafficati d'Italia (il più trafficato del sud) in continuo aumento passeggeri e con uno spazio pista e parcheggi non ampliabile ulteriormente. Di aeroporti sottoutlizzati in Italia ce ne sono tanti...soprattutto al nord! Comiso non sarebbe uno di questi.

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9828
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da i-daxi » 3 dicembre 2009, 20:50

In passato raccontai la storia dell'aeroporto di Comiso e anche quella dell'aeroporto di Licata, entrambi campi d'aviazione durante la seconda guerra mondiale.

Comunque e senza fare troppe polemiche, anche Malpensa prima dell'ampliamento gestiva un traffico inferiore ai 2 mln di passeggeri annui.

Che dire....auguri, speriamo che se questi ampliamenti e questi investimenti verranno fatti, almeno vadano a buon fine.
D'altra parte e poi concludo...quanti anni è che si parla di ampliare l'unico scalo della Basilicata, quello di Pisticci, che servirebbe parte del Molise, della Campania, della Calabria e della Puglia, in alternativa a Taranto (se il traffico civile dovesse mai venire ri attuato), nonché la stessa regione in cui si trova?

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9828
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da i-daxi » 3 dicembre 2009, 21:11

CMS87 ha scritto:Premettendo che l'aeroprto non è stato costruito da zero, ma si tratta di una conversione a uso civile di una ex base militare. Non si tratta di aeroporto sotto casa...ora come ora, in Sicilia, ci sono 3 aeroporti civili...ricorderei che si sta parlando di un territorio con più di 5 milioni d'abitanti, della regione più grande d'Italia, e dove il pendolarismo per lavoro o studio è elevatissimo. Basta valutare il fatto che Catania ha un aeroporto tra i più trafficati d'Italia (il più trafficato del sud) in continuo aumento passeggeri e con uno spazio pista e parcheggi non ampliabile ulteriormente. Di aeroporti sottoutlizzati in Italia ce ne sono tanti...soprattutto al nord! Comiso non sarebbe uno di questi.
Come discorso generale e non solo nella splendida Sicilia, oltre ad un aeroporto costruito ex - novo o ampliato, bisogna lavorare anche sulle infrastrutture, strade, ferrovie e quant'altro.

Per il resto potenziamo anche gli scali di Palermo e Trapani decongestioniamo Catania.

Sono tutte ipotesi, per il resto allora anche la Campania ha quasi 6 mln di abitanti (5.800.000 e qualcosa) e un solo scalo veramente attivo,

Avatar utente
mormegil
FL 300
FL 300
Messaggi: 3411
Iscritto il: 23 febbraio 2007, 15:55

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da mormegil » 4 dicembre 2009, 13:03

CMS87 ha scritto: Di aeroporti sottoutlizzati in Italia ce ne sono tanti...soprattutto al nord!
mai detto il contrario, anzi.
CMS87 ha scritto: Comiso non sarebbe uno di questi.
mmm..sta frase l'ho già sentita molte volte :roll: e guarda caso proprio per quegli aeroporti "sottoutilizzati" del nord :roll:
secondo me, invece, comiso sarà esattamente uno di questi.
per il semplice fatto che favorire comiso vorrebbe dire sfavorire inevitabilmente catania :wink:
CMS87 ha scritto:ricorderei che si sta parlando di un territorio con più di 5 milioni d'abitanti
e? :shock: :shock:
cioè, renditi conto:
provincia di palermo: 1.239.272 ab
provincia di catania: 1.076.972 ab

e siamo quasi a metà di tutta la popolazione siciliana, quindi direi che la distribuzione non è affatto omogenea.
inoltre catania e palermo sono servite da un proprio aeroporto, e quindi direi che problemi da questo punto di vista non ce ne sono dato che quasi la metà della popolazione della regione può usufruire direttamente di una struttura aeroportuale.

ripeto, il problema è che tutti vorrebbero un aeroporto sotto casa.
poco importa se poi non ci sono collegamenti adatti per raggiungerlo :|
Immagine
N176CM ha scritto:[...] in questo caso non si può usare lo stratagemma dei COA multipli... anche perchè una destinazione del tipo Frankfurt (Munchen) nemmeno Ryanair riuscirebbe a farla :mrgreen: :mrgreen:

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9828
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da i-daxi » 4 dicembre 2009, 18:16

Una delle rare immagini che ho trovato in rete sullo storico aeroporto palermitano di Bocca di Falco, quando l'Alitalia vi operava con i Douglas DC-3 prima dell'inaugurazione dello scalo di Punta Raisi "Falcone e Borsellino".
Allegati
000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000002.jpg

Ponch
B767 First Officer
B767 First Officer
Messaggi: 5569
Iscritto il: 30 aprile 2005, 18:48
Località: By the sea

Re:

Messaggio da Ponch » 4 dicembre 2009, 18:30

rex91 ha scritto:Ps: su Google earth puoi vedere i lavori per la pista in stato avanzato ;)
Non riesco a trovarlo.
Is it light where you are yet?

CMS87
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 15
Iscritto il: 3 novembre 2009, 18:40

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da CMS87 » 5 dicembre 2009, 12:45

Comiso non può sfavorire catania per il semplice fatto che la società di gestione dell'aeroporto di comiso sarebbe la SAC cioè societa aeroporto catania. Ripeto che Catania, dopo i prossimi apliamenti di pista e parcheggi, raggiungerà il suo massimo, non si potrà andare oltre. Comiso sarà un completamento del sistema aeroportuale della Sicilia orientale. Come Trapani lo è per la Sicilia occidentale senza sfavorire Palermo. Io sono dell'opinione che, molto più che la costruzione del ponte, sarebbe utile migliorare i collegamenti aerei, solo così si annullano le distanze dai maggiori centri italiani.

Avatar utente
mormegil
FL 300
FL 300
Messaggi: 3411
Iscritto il: 23 febbraio 2007, 15:55

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da mormegil » 6 dicembre 2009, 16:20

CMS87 ha scritto:Comiso non può sfavorire catania per il semplice fatto che la società di gestione dell'aeroporto di comiso sarebbe la SAC cioè societa aeroporto catania. Ripeto che Catania, dopo i prossimi apliamenti di pista e parcheggi, raggiungerà il suo massimo, non si potrà andare oltre. Comiso sarà un completamento del sistema aeroportuale della Sicilia orientale. Come Trapani lo è per la Sicilia occidentale senza sfavorire Palermo. Io sono dell'opinione che, molto più che la costruzione del ponte, sarebbe utile migliorare i collegamenti aerei, solo così si annullano le distanze dai maggiori centri italiani.
anche il d'Annunzio di montichiari e il Catullo di verona sono sotto la stessa gestione :roll:
eppure.. :mrgreen: :mrgreen:

migliorare i collegamenti aerei non significa solo costruire aeroporti.
vabbè, tu ritieni che sarà utile..io no.
l'unica cosa che possiamo fare è scommetterci un caffè 8)
quando sarà operativo, ne sapremo qualcosa di più :wink:
Immagine
N176CM ha scritto:[...] in questo caso non si può usare lo stratagemma dei COA multipli... anche perchè una destinazione del tipo Frankfurt (Munchen) nemmeno Ryanair riuscirebbe a farla :mrgreen: :mrgreen:

CMS87
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 15
Iscritto il: 3 novembre 2009, 18:40

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da CMS87 » 9 dicembre 2009, 0:04

D'accordo! vada per il caffè... :wink:

Avatar utente
ciccioxx92
FL 500
FL 500
Messaggi: 5988
Iscritto il: 22 luglio 2009, 14:00
Località: 45.055686, 7.655159
Contatta:

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da ciccioxx92 » 10 giugno 2012, 11:18

Ad oggi...
Sessanta pompieri proteggono lo scalo fantasma costruito nel 2007, ma ancora chiuso. La struttura, inaugurata 5 anni fa, resta chiusa per motivi burocratici. È costata 36 milioni

COMISO - Come nel deserto dei Tartari ogni giorno sessanta vigili del fuoco alzano gli occhi al cielo nella speranza di vedere un aereo, che però non passa mai. Da un anno sono stati distaccati alla caserma di Ragusa per occuparsi della sicurezza dello scalo di Comiso, pronto dal 2007, ma ancora chiuso.

Lo scalo, costato 36 milioni, è chiuso a causa di un pasticcio burocratico tra Stato, Regione ed Enac. I vigili del fuoco sono dipendenti dello Stato pagati, quindi, "per girarsi i pollici tutto il giorno", come ha denunciato all'Assemblea regionale l'ex sindaco di Comiso Giuseppe Digiacomo, che guida la rivolta degli amministratori locali della zona e il mese scorso per protesta ha perfino digiunato una settimana chiedendo un intervento del presidente della Repubblica sullo "scandalo dell'aeroporto costruito e mai entrato in funzione".

Lo scalo non è diventato operativo perché nessuno vuole pagare i controllori di volo: non il governo che non lo considera un aeroporto nazionale, non la Regione che non ha soldi, non l'Enac perché non è uno scalo strategico, e nemmeno i privati che hanno vinto la gara per gestirlo e non hanno intenzione d'investire altro denaro.


L'aeroporto è chiuso, ma intanto 60 vigili del fuoco da oltre un anno continuano ad essere distaccati "per
assistenza allo scalo di Comiso" in una caserma che ha già di ruolo 149 dipendenti: "Di fatto si girano i pollici, visto che non c'è molto altro lavoro da fargli fare nella nostra zona", dice Digiacomo, che ha voluto fortemente la realizzazione dello scalo. I sindacati hanno fatto anche i conti dello spreco: "In media ogni vigile guadagna circa 3000 euro lordi al mese, quindi i 60 colleghi che ci hanno inviato in più nella nostra caserma a oggi sono costati 2,3 milioni di euro", dice un sindacalista. In realtà i vigili arrivati per Comiso collaborano ai turni di guardia della caserma e, per aggiungere sprechi agli sprechi, nei mesi scorsi hanno pure partecipato a un corso di formazione particolare per soccorsi aeroportuali. Ma è chiaro che nel territorio tutte queste unità al momento non servono a nulla.

Nell'Italia delle emergenze e dei terremoti, con i vigili del fuoco che a livello nazionale lamentano la carenza di personale nelle zone a più alto rischio, ecco che in Sicilia si crea una sacca di lavoro dorato quanto inutile. E lo spreco non finisce qui: oltre ai vigili pagati per non fare nulla, sono stati acquistati due grandi mezzi che servono per i soccorsi in caso d'incendio negli scali. Costati 400 mila euro l'uno, da quasi due anni sono chiusi nei garage delle caserme di Verona e Catania e ormai sono coperti dalla polvere.

I vigili sono quindi già pagati, i macchinari sono nei garage, ma lo scalo rimane chiuso dal 2007, da quando è stato inaugurato in pompa magna dall'allora vice premier Massimo D'Alema. L'aeroporto da cinque anni è una cattedrale nel deserto, con tanto di torre di controllo e apparecchiature radar. Nel frattempo il Comune, sognando incassi d'oro, ha costituito una società di gestione per il 35 per cento pubblica e il resto affidata ai privati con tanto di gara: a vincerla con un'offerta di 18 milioni di euro è stata la Intersac, composta dalla Sac che gestisce lo scalo di Catania e dal gruppo editoriale Ciancio-Sanfilippo. La Intersac ha già versato al Comune il canone per l'occupazione del suolo per i prossimi 40 anni: 3,2 milioni di euro. Soldi che in un fiato sono stati spesi dal Comune, oggi al dissesto con 25 milioni di debiti.

Dal 2007 l'ingorgo burocratico non è stato comunque risolto e tutto è fermo. L'unica cosa che qui cambia in continuazione è la targa con il nome dello scalo. Il nuovo sindaco, Giuseppe Alfano del Pdl (che nel frattempo ha fatto utilizzare la pista dello scalo a dei suoi amici per farsi un giro in Ferrari), ha voluto intitolare la struttura fantasma al generale Magliocco protagonista della guerra di Mussolini in Etiopia, e non a Pio La Torre come era stato deciso in un primo momento.

Adesso però la Regione ha nuovamente cambiato nome, intitolando la struttura a La Torre: "Inoltre abbiamo deciso di sostenere l'iniziativa dei sindaci e delle associazioni imprenditoriali e sindacali della zona, che hanno presentato una denuncia alla Corte dei conti contro tutti i ministri all'Economia che da cinque anni a questa parte non hanno voluto garantire i soldi, pochi, necessari a far partire lo scalo", dice l'assessore regionale alle Infrastrutture Pier Carmelo Russo.

"Il piano industriale prevede per Comiso 1,5 milioni di passeggeri in tre anni con aumento del Pil provinciale pari a 1 miliardo di euro, ma lo Stato continua a non darci risposte, il 30 giugno occuperemo Fiumicino per protesta", dice Digiacomo. E i vigili del fuoco? Continuano a guardare in alto nella speranza che arrivi un aereo: ma senza preoccuparsi più di tanto, loro lo stipendio lo prendono lo stesso.

http://www.repubblica.it/cronaca/2012/0 ... -36901811/
Immagine

"Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori"

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15709
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da JT8D » 5 novembre 2012, 22:11

Siglata oggi la convenzione tra i vari enti per i controllori di volo su Comiso:

http://www.md80.it/2012/11/05/aeroporto ... e-ed-enav/

Si pensa di aprire nell'Estate 2013.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

fly53
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 426
Iscritto il: 28 agosto 2006, 9:29

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da fly53 » 6 novembre 2012, 9:27

CMS87 ha scritto:Comiso non può sfavorire catania per il semplice fatto che la società di gestione dell'aeroporto di comiso sarebbe la SAC cioè societa aeroporto catania. Ripeto che Catania, dopo i prossimi apliamenti di pista e parcheggi, raggiungerà il suo massimo, non si potrà andare oltre. Comiso sarà un completamento del sistema aeroportuale della Sicilia orientale. Come Trapani lo è per la Sicilia occidentale senza sfavorire Palermo. Io sono dell'opinione che, molto più che la costruzione del ponte, sarebbe utile migliorare i collegamenti aerei, solo così si annullano le distanze dai maggiori centri italiani.
Ti quoto in pieno. D'altronde io personalmente sono favorevole alle società di gestione allargate, tipo Puglia, che credo diano più risultati che andare ognuno per conto proprio. Anzi, vado OT, spero che anche in Sardegna si vada in questo senso. Già si parla di GEASAR (Olbia) interessata alla SOGAER (Cagliari), e di quest'ultima interessata a SOGEAOR (Oristano-Fenosu).

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15709
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Comiso..aeroporto civile

Messaggio da JT8D » 8 novembre 2012, 20:28

Iniziate le verifiche di funzionalità apparati:

http://www.md80.it/2012/11/08/comiso-so ... -apparati/

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Rispondi