Cade PA28 a Treviso 2 morti

Area dedicata alla discussione sugli incidenti e degli inconvenienti aerei e le loro cause. Prima di intervenire in quest'area leggete con attenzione il regolamento specifico riportato nel thread iniziale

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
Appe
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 534
Iscritto il: 14 gennaio 2008, 0:52
Località: 250 km a nord di genova! :)

Messaggio da Appe » 15 gennaio 2008, 14:52

Buongiorno a tutti,
mi sono appena iscritto,questo è il mio primo messaggio, e sono davvero addolorato che sia un messaggio di condoglianze... Il pa28 è una macchina robusta, affidabile, è il trainer per eccellenza,che "perdona" il povero allievo che sbaglia...Come tanti di voi è una macchina che mi ha sempre riportato a terra,anche se la velocità di atterraggio era troppo alta o i nodi di vento al traverso un po' troppi per il manuale... E' vero,queste notizie ci toccano di più se sono vicine a noi,se conosciamo chi ha avuto l'incidente o se abbiamo pilotato proprio quell'aereo pochi giorni prima... ma lo sente vicino anche chi non li conosceva ma ha sempre coronato il suo sogno di staccarsi da terra con quello splendido "amico" con le ali. Quanti di noi salutano il proprio aereo quando saliamo a bordo e lo risalutano quando lo lasciamo al parcheggio?
Non ho conosciuto le due vittime,ma posso certamente immaginare il loro carattere,la loro disponibiltà e allegria. Chi vola sa di correre " un rischio in più", tutt'ora faccio un po' di fatica ad accettarlo,ma appena stacco il p28 del mio aeroclub dalla pista capisco subito perchè lo faccio.
Perchè ce l'abbiamo nel sangue,e soffriamo se stiamo troppo a terra.
Proprio come loro.
Condoglianze sentitissime e un sincero pensiero ai loro amici, a chi di voi li conosceva ed alle loro famiglie.

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Messaggio da araial14 » 15 gennaio 2008, 14:54

Appe ha scritto:Buongiorno a tutti,
mi sono appena iscritto,questo è il mio primo messaggio, e sono davvero addolorato che sia un messaggio di condoglianze... Il pa28 è una macchina robusta, affidabile, è il trainer per eccellenza,che "perdona" il povero allievo che sbaglia...Come tanti di voi è una macchina che mi ha sempre riportato a terra,anche se la velocità di atterraggio era troppo alta o i nodi di vento al traverso un po' troppi per il manuale... E' vero,queste notizie ci toccano di più se sono vicine a noi,se conosciamo chi ha avuto l'incidente o se abbiamo pilotato proprio quell'aereo pochi giorni prima... ma lo sente vicino anche chi non li conosceva ma ha sempre coronato il suo sogno di staccarsi da terra con quello splendido "amico" con le ali. Quanti di noi salutano il proprio aereo quando saliamo a bordo e lo risalutano quando lo lasciamo al parcheggio?
Non ho conosciuto le due vittime,ma posso certamente immaginare il loro carattere,la loro disponibiltà e allegria. Chi vola sa di correre " un rischio in più", tutt'ora faccio un po' di fatica ad accettarlo,ma appena stacco il p28 del mio aeroclub dalla pista capisco subito perchè lo faccio.
Perchè ce l'abbiamo nel sangue,e soffriamo se stiamo troppo a terra.
Proprio come loro.
Condoglianze sentitissime e un sincero pensiero ai loro amici, a chi di voi li conosceva ed alle loro famiglie.
Bellissime parole.

Avatar utente
danyc77
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 685
Iscritto il: 24 novembre 2005, 14:43
Località: LIPZ

Messaggio da danyc77 » 15 gennaio 2008, 15:57

libelle ha scritto:Quando accadono queste tragedie, in particolar modo quando colpiscono conoscenti o soci dello stesso aeroclub, siamo tutti spinti a cercare la causa e ad avanzare le più svariate teorie per spiegare l'accaduto. E' normale e comprensibile: quando si perde un amico in disastri come questo è inevitabile essere spinti a scervellarsi per trovare una causa, una giustficazione o quant'altro serva ad alleviare la sofferenza e rispondere perlomeno alla domanda....perchè? Lo so perchè ci sono passato anche io e in questi momenti è molto facile sentirsi ispettore dell'ANSV o dell'NTSB.
Se ci sono delle foto, che vengano fatte avere all'ANSV. Pubblicarle qui ha il solo scopo di accendere dicussioni, teorie ed elucubrazioni che spesso non portano a niente e che suonano come particolarmente fastidiose in momenti come questi.
Ciao Libelle, hai ragione, le mie non voglio essere teorie tantomeno locubrazioni...
Solo che ogni volta che ci penso mi viene da piangere.... e la rabbia è tanta!!!!!
Ci eravamo incontrati 10 giorni fa...
JAA-ATPL(A)
CPL-ME-IR (A)
Citation C510 TR
Citation C560XL TR
Immagine
Immagine

Avatar utente
libelle
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 780
Iscritto il: 8 dicembre 2005, 18:57
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da libelle » 15 gennaio 2008, 20:55

Ciao Libelle, hai ragione, le mie non voglio essere teorie tantomeno locubrazioni...
Solo che ogni volta che ci penso mi viene da piangere.... e la rabbia è tanta!!!!!
Ci eravamo incontrati 10 giorni fa...
Ti capisco, è umano e so quello che si prova. Anno scorso anche io e un mio amico eravamo decollati insieme con i nostri alianti, salutandoci con un "..ci si vede su".
Lui però non tornò mai più. Successe poi di tutto: nell'aeroclub cominciarono a circolare le più svariate teorie e ricostruzioni che portarono addirittura a diverbi tra i sostenitori di diverse ipotesi. Intanto uno di noi era morto, ma la sofferenza e la cieca ricerca di una spiegazione portarono solo a grosse fesserie. E' importante che l'indagine sia portata avanti da persone prima di tutto esperte e qualificate, ma anche non emotivamente coinvolte.
Dico questo perchè spesso un conoscente addolorato può essere spinto a fornire le più svariate spiegazioni, magari escludendo automaticamente quella più semplice, l'errore più banale e stupido, semplicemente affermando che "questo lui non lo avrebbe mai fatto, era il migliore di noi".
Ciò non aiuta certo la ricerca della verità, l'unica cosa che non renderebbe del tutto vano un tale tributo di sangue.
Condoglianze alla famiglia e a tutti gli amici dei piloti scomparsi.
"think positive, flaps negative!"

skylife
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 16
Iscritto il: 28 giugno 2007, 17:21

Re: Cade PA28 a Treviso 2 morti

Messaggio da skylife » 25 settembre 2008, 16:28

Riporto, pari pari una notizia pubblicata dal Gazzetino il 19.09.2008:

"Matteo Finotto aveva 25 anni e Giulio Antonini 33: è stata una serie di concause che non sono dipese dalla loro volontà che ha provocato la caduta dell'aereo su cui stavano sorvolando Canizzano: era il 12 gennaio di quest'anno, giornata di grande freddo.
La seconda perizia depositata al pubblico ministero Claudio Pinto, lo ha deciso a chiedere l'archiviazione del caso, su cui ora deciderà l'ufficio del Gip.
La prima perizia, quella medico-legale, era stata eseguita sui resti dei due poveretti, in parte carbonizzati nell'aereo dopo la caduta in mezzo ad un campo a poca distanza dall'Aeroclub titolare del velivolo. Il risultato era stato che nessuno dei due aveva avuto problemi fisici, nessun malore, nessuna causa patologica che potesse aver fatto eseguire una manovra sbagliata.
La seconda perizia riguardava il mezzo: c'erano state "leggerezze" nella sua manutenzione, o addirittura c'erano difetti di fabbricazione? Nulla di tutto questo: il Piper con cui Matteo Finotto (trevigiano, meccanico e pilota, giovane ma molto esperto) e Giulio Antonini, appassionato apprendista residente a Zero Branco), si erano alzati in volo era perfetto.
E anche chi da terra doveva fornire informazioni e dati lo ha fatto proprio così come doveva, nessuna carenza.
Cosa accadde quel 12 gennaio 2008 non lo si saprà mai con esattezza: le conclusioni del Pm che ha chiesto l'archiviazione si basano sulla spiegazione tecnica fornita dal perito in due volumetti. L'aereo volava ad alta quota, e lì c'era vento, ma non forte; quando è sceso, ha trovato una situazione completamente diversa e non prevedibile: a bassa quota il vento e il freddo erano molto più intensi. Anche altri aerei di grossa stazza avevano per questo avuto problemi in atterraggio. La possibile formazione di ghiaccio - che avrebbe appesantito il piccolo aereo dei due - e il vento, hanno fatto sì che ci siano state una discesa e poi un tentativo di ripresa di quota non riuscito, proprio per la somma casuale le due concause che si sono presentate.È possibile anche che una manovra sia stata fatta da uno dei due e che l'altro, colto alla sprovvista dal vento e dal ghiaccio, abbia tentato una correzione che ha fatto volare a zig zag il mezzo per circa un chilometro: poi il piccolo aereo non ha avuto potenza sufficiente per rialzarsi.
Che stavano cadendo i due se ne erano accorti, tanto che avevano messo le mani davanti agli occhi, per il terrore; i due occupanti il velivolo sono morti sul colpo e durante l'impatto con il suolo, non si sono nemmeno accorti dell'incendio che ne ha devastato i corpi. Dal momento dell'inizio di un'anomalia all'impatto sono trascorsi circa 30 secondi. I due erano amici, si sono alzati in volo per una gita su Venezia, hanno viaggiato per circa un'ora e poi il destino ha deciso così
"

Avatar utente
Appe
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 534
Iscritto il: 14 gennaio 2008, 0:52
Località: 250 km a nord di genova! :)

Re: Cade PA28 a Treviso 2 morti

Messaggio da Appe » 26 settembre 2008, 11:36

Mamma mia...

Avatar utente
Ben
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 501
Iscritto il: 3 settembre 2006, 8:24
Località: LIPZ/VCE

Re: Cade PA28 a Treviso 2 morti

Messaggio da Ben » 30 settembre 2008, 17:03

Grazie per la segnalazione dell'articolo :cry:

ELTAR
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 755
Iscritto il: 30 settembre 2008, 18:29
Località: Near ELTAR

Re: Cade PA28 a Treviso 2 morti

Messaggio da ELTAR » 3 ottobre 2008, 17:09

Trovo l'analisi conclusiva dell'incidente in questione abbastanza strana.
L'intensità del vento ( e la temperatura, a meno di un'inversione termica) decresce al diminuire della quota, così come la possibilità di formazioni di ghiaccio.
Se ho capito bene inoltre, la citazione riporta che il ghiaccio avrebbe "appesantito" il piccolo aereo... Caspita!! Addirittura!! Deve per forza essere entrato in un CB per farne così tanto ( ma se ci fosse entrato allora la causa dell'incidente sarebbe più evidente). Il ghiaccio si forma con temperature sotto lo zero termico, o meglio, comprese tra 0° e -10° per formazioni leggere o moderate ( naturalmente in presenza di nubi).
E' più veritiera l'ipotesi che per istinto il pilota sia sceso in planata ad una velocità prossima allo stallo ( neccessaria per "smorzare" l'aereo al suolo in uno spazio ristretto, nel caso non fosse possibile arrivare in pista), e in prossimità del suolo, con un calo della componente di vento, sia venuta a mancare una parte del vento relativo, facendo stallare il velivolo ad una quota drammaticamente insufficiente per il recupero. Se non erro infatti, l'aereo ( da quanto visto dalle foto), ha impattato con un assetto quasi verticale.
Sono convinto che Matteo ha fatto tutto il possibile per evitare l'incidente, ma talvolta siamo di fronte all'inesorabile.
Sono vicino ai familiari e agli amici.
Ho pianto, ho riso... Ho fatto scelte sbagliate, altre giuste... Sono amico di molti, voglio bene a pochi, non odio nessuno... Parlo poco ma dico sempre quello che penso... Qualcuno mi vuole bene, altri mi detestano... Pazienza è la vita!

ELTAR
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 755
Iscritto il: 30 settembre 2008, 18:29
Località: Near ELTAR

Re: Cade PA28 a Treviso 2 morti

Messaggio da ELTAR » 3 ottobre 2008, 17:15

Errata: la temperatura decresce al diminuire della quota
Corrige: la temperatura aumenta al diminuire della quota a meno di un'inversione termica ( sempre e comunque a quote irrisorie)
Ho pianto, ho riso... Ho fatto scelte sbagliate, altre giuste... Sono amico di molti, voglio bene a pochi, non odio nessuno... Parlo poco ma dico sempre quello che penso... Qualcuno mi vuole bene, altri mi detestano... Pazienza è la vita!

Avatar utente
DenisHelicopters
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 170
Iscritto il: 16 maggio 2008, 23:32

Re: Cade PA28 a Treviso 2 morti

Messaggio da DenisHelicopters » 16 ottobre 2008, 10:56

Non è sempre necessario entrare in un CB per fare ghiaccio, non potrebbe essere che abbiano incontrato pioggia sopraffusa? Che io ricordi, il PA28 non dispone di particolari sistemi antighiaccio, ed il ghiaccio formato dalla sopraffusa solitamente è trasparente come il vetro ed attechisce in modo resistente alle superfici.

Pace all'anima loro :cry:

Avatar utente
danyc77
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 685
Iscritto il: 24 novembre 2005, 14:43
Località: LIPZ

Re: Cade PA28 a Treviso 2 morti

Messaggio da danyc77 » 16 ottobre 2008, 11:09

ELTAR ha scritto:Trovo l'analisi conclusiva dell'incidente in questione abbastanza strana.
L'intensità del vento ( e la temperatura, a meno di un'inversione termica) decresce al diminuire della quota, così come la possibilità di formazioni di ghiaccio.
Se ho capito bene inoltre, la citazione riporta che il ghiaccio avrebbe "appesantito" il piccolo aereo... Caspita!! Addirittura!! Deve per forza essere entrato in un CB per farne così tanto ( ma se ci fosse entrato allora la causa dell'incidente sarebbe più evidente). Il ghiaccio si forma con temperature sotto lo zero termico, o meglio, comprese tra 0° e -10° per formazioni leggere o moderate ( naturalmente in presenza di nubi).
E' più veritiera l'ipotesi che per istinto il pilota sia sceso in planata ad una velocità prossima allo stallo ( neccessaria per "smorzare" l'aereo al suolo in uno spazio ristretto, nel caso non fosse possibile arrivare in pista), e in prossimità del suolo, con un calo della componente di vento, sia venuta a mancare una parte del vento relativo, facendo stallare il velivolo ad una quota drammaticamente insufficiente per il recupero. Se non erro infatti, l'aereo ( da quanto visto dalle foto), ha impattato con un assetto quasi verticale.
Sono convinto che Matteo ha fatto tutto il possibile per evitare l'incidente, ma talvolta siamo di fronte all'inesorabile.
Sono vicino ai familiari e agli amici.
Ma quale CB??? Quale appesantimento??? Le condizioni meteorologiche erano idonee per un VFR. Si sospetta ghiaccio al carburatore. Era Gennaio e mi pare la temp. fosse di poco sotto i 10°C, forse 7 o 8°C. Non si spiega perchè fossero un po' bassi c.a 700'. A quota circuito 1000' sarebbero arrivati in pista con motore fermo.
JAA-ATPL(A)
CPL-ME-IR (A)
Citation C510 TR
Citation C560XL TR
Immagine
Immagine

Avatar utente
albert
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5837
Iscritto il: 9 ottobre 2007, 2:16
Località: Liguria

Re: Cade PA28 a Treviso 2 morti

Messaggio da albert » 2 agosto 2009, 15:57

L'ipotesi su cosa si basa?

ciao!
Alberto
MD80 Fan

«Ogni domanda alla quale si possa dare una risposta ragionevole è lecita.» Konrad Lorenz
«Un sogno scaturito da un grande desiderio: la grande voglia di volare e scoprire altri orizzonti verso i quali andare, con la voglia di nuovo. Per me questa è l'avventura.» Angelo D'Arrigo
«Non prendete la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirete vivi.» Robert Oppenheimer

cessnatracy
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 175
Iscritto il: 26 giugno 2007, 0:59
Località: LIPH

Re: Cade PA28 a Treviso 2 morti

Messaggio da cessnatracy » 2 agosto 2009, 18:17

è una delle ipotesi che traspaiono dal rapporto d'inchiesta (nulla di certo, solo supposizioni).
io oltre che socio pilota dell'aec ne sono anche dipendente, ho letto il rapporto del perito incaricato e vi posso assicurare che non vi è nulla di certo.

Avatar utente
danyc77
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 685
Iscritto il: 24 novembre 2005, 14:43
Località: LIPZ

Re: Cade PA28 a Treviso 2 morti

Messaggio da danyc77 » 3 agosto 2009, 8:14

No scusatemi fatemi capire, sul rapporto NON si esclude anche un tentativo di suicidio?
E da parte di chi?

A bordo c'erano pilota e passeggero, quest'ultimo voleva fare un giro turistico per la prima volta.
Non capisco da cosa non possa essere esclusa questa assurda ipotesi!
JAA-ATPL(A)
CPL-ME-IR (A)
Citation C510 TR
Citation C560XL TR
Immagine
Immagine

Avatar utente
albert
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5837
Iscritto il: 9 ottobre 2007, 2:16
Località: Liguria

Re: Cade PA28 a Treviso 2 morti

Messaggio da albert » 3 agosto 2009, 13:49

danyc77 ha scritto:No scusatemi fatemi capire, sul rapporto NON si esclude anche un tentativo di suicidio?
E da parte di chi?

A bordo c'erano pilota e passeggero, quest'ultimo voleva fare un giro turistico per la prima volta.
Non capisco da cosa non possa essere esclusa questa assurda ipotesi!
Per quanto a mia conoscenza il rapporto ANSV non è stato ancora pubblicato. Per quanto riguarda l'ipotesi prospettata inviterei tutti a mantenersi neutrali, almeno fino alla pubblicazione del rapporto. Se dovesse poi rivelarsi fondata sarebbe, a mio avviso, una ulteriore tragedia nella tragedia. :cry:

ciao!
Alberto
MD80 Fan

«Ogni domanda alla quale si possa dare una risposta ragionevole è lecita.» Konrad Lorenz
«Un sogno scaturito da un grande desiderio: la grande voglia di volare e scoprire altri orizzonti verso i quali andare, con la voglia di nuovo. Per me questa è l'avventura.» Angelo D'Arrigo
«Non prendete la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirete vivi.» Robert Oppenheimer

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 16031
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Cade PA28 a Treviso 2 morti

Messaggio da JT8D » 3 agosto 2009, 19:01

Rimossi i post dell'utente zara93, riportanti un'ipotesi grave e allo stato attuale assolutamente non verificata.
Io di rapporti ufficiali non ne ho ancora visti, e l'ANSV non ha ancora pubblicato il rapporto.
In quest'area non si possono pubblicare informazioni per "..sentito dire", soprattutto se gravi come quelle riportate nei post rimossi.

Quando sapremo qualcosa di ufficiale potremo discutere di cause.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
zara93
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 8
Iscritto il: 28 gennaio 2009, 15:37
Località: san dona di piave

Re: Cade PA28 a Treviso 2 morti

Messaggio da zara93 » 15 agosto 2009, 10:45

JT8D ha scritto:Rimossi i post dell'utente zara93, riportanti un'ipotesi grave e allo stato attuale assolutamente non verificata.
Io di rapporti ufficiali non ne ho ancora visti, e l'ANSV non ha ancora pubblicato il rapporto.
In quest'area non si possono pubblicare informazioni per "..sentito dire", soprattutto se gravi come quelle riportate nei post rimossi.

Quando sapremo qualcosa di ufficiale potremo discutere di cause.

Paolo
bhe,io so solo che il caso e stato archiviato dicendo solo che in cabina ci sono stati "disguidi"tra il comandante e il passeggero....la giornaliera era poi per di piu stata firmata da Matteo che era anche meccanico all'aeroclub.
questo e quello che so e che mi e stato detto da un meccanico che lavora con me,li,all'aeroclub.

Rispondi