Cade aereo a Orio al Serio

Area dedicata alla discussione sugli incidenti e degli inconvenienti aerei e le loro cause. Prima di intervenire in quest'area leggete con attenzione il regolamento specifico riportato nel thread iniziale

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Emanuele M
FL 150
FL 150
Messaggi: 1548
Iscritto il: 13 settembre 2004, 22:38

re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da Emanuele M » 31 ottobre 2005, 8:22

Mi rattristano sempre veramente tanto queste notizie... :cry: Condoglianze sentite alle famiglie dei deceduti.

Per chi non conoscesse l'aereo ecco qua una sua immagine (quello della foto è lo stesso coinvolto nell'incidente)

Immagine

Giordano

Messaggio da Giordano » 31 ottobre 2005, 8:32

Mi dispiace davvero tanto :-( :-( :-(

Avatar utente
Nicolino
General Aviation Technician
General Aviation Technician
Messaggi: 2851
Iscritto il: 15 settembre 2005, 13:15
Località: K-Pax

re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da Nicolino » 31 ottobre 2005, 8:50

:(
Nicolino

Ponch
B767 First Officer
B767 First Officer
Messaggi: 5569
Iscritto il: 30 aprile 2005, 18:48
Località: By the sea

re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da Ponch » 31 ottobre 2005, 11:27

Anche a me :(
Is it light where you are yet?

Avatar utente
Lelebus
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 429
Iscritto il: 23 febbraio 2005, 21:10
Località: Bergamo...de sùra (LIME)
Contatta:

re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da Lelebus » 31 ottobre 2005, 12:25

Come bergamasco, nel pomeriggio vedo di avvicinarmi al luogo dell'incidente........sapendo cosa c'è sotto un velivolo in decollo da lime in termini di case e paesi credo che il pilota sia stato davvero bravo ad evitare la cAtastrofe dirottando l'aereo su campi attorno ad Azzano San Paolo......
http://www.corobatcongedati.it
http://www.ilbepi.com => "w il coston beach e tote i fretuline dela al, con o senza fil interdental in dol ....."BEEP".......

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Messaggio da Slowly » 31 ottobre 2005, 12:28

Eh si, ne stanno parlando in TV mentre scrivo.

:cry:

Uff..................
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

Peppe

re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da Peppe » 31 ottobre 2005, 12:38

un eroe coraggioso :cry:

Avatar utente
atene77
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 691
Iscritto il: 19 settembre 2005, 10:53
Località: Melzo MI

re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da atene77 » 31 ottobre 2005, 14:25

scusate ma come puo' influire la nebbia, in fase di decollo...?

cioe' ..una volta che sei...su sei su ?no?

(altro conto e' un avaria e poi a causa della nebbia una possibile virata e contatto con linee elettriche) :oops:

mah...
I-LOVE I-DAWS I-DAWW

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da Aldus » 31 ottobre 2005, 14:34

Non ho ben capito se ha urtato i cavi durante il decollo eppure dopo durante la caduta. Secondo i primi resoconti, il pilota, appena decollato, avrebbe annunciato alla torre di essere a 1100 piedi, poi.....più nulla. Un mio amico che abita lì vicino mi ha detto che c'era parecchia nebbia. Secondo lui l'aereo è decollato con un rateo di salita molto basso, il chè ha causato la collisione coi cavi. Premetto però che questo amico non è un'esperto di aviazione e questa è solo una sua supposizione. Mi sembra strano però che dopo una pista ci possano essere cavi sospesi a ben 300 metri di altezza, :shock: troppo alti e troppo pericolosi da far passare in una zona così delicata. Boh, forse è più attendibile la seconda spiegazione, ossia che dopo essere arrivato a 1100 piedi l'aereo ha avuto un'avaria imprevista, e il pilota per evitare un disastro ha cambiato prua virando. A quel punto, con l'aereo in avaria, è sceso inesorabilmente di quota fino a finire addosso a questi cavi (probabilmente posizionati molto più bassi, che sò, al massimo a 100 metri di altezza o meno ancora). Sia chiaro che anche le mie sono solo supposizioni e non vanno certo considerate alla lettera (non conosco la struttura di Orio al Serio e i suoi ostacoli naturali e artificiali), ma ho come l'impressione che i cavi e la nebbia poco centrano con l'emergenza che ha avuto in decollo lo sfortunato equipaggio del LET 410. Povera gente. :cry:
Aspettiamo nuove notizie. :(
Ultima modifica di Aldus il 31 ottobre 2005, 16:23, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da Aldus » 31 ottobre 2005, 15:03

Dunque, ho cercato un po' in giro qualche foto dell'aeroporto e ho trovato queste:
http://www.airliners.net/open.file/812912/L/
http://www.airliners.net/open.file/505381/L/
La prima credo sia eloquente. Com'era prevedibile non c'è nessun traliccio dell'alta tensione che attraversa le piste, altrimenti lo si vedrebbe bene. Ritengo quindi che la tesi dell'impatto coi cavi avvenuto in decollo sia da smentirsi categoricamente. La causa dell'incidente va pertanto cercata altrove, probabilmente in un guasto della macchina o in un errore umano. :(

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15714
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Messaggio da JT8D » 31 ottobre 2005, 16:45

Dai servizi che hanno fatto vedere in tv, si vede che i cavi tranciati sono abbastanza bassi, quindi sono d'accordo con voi riguardo al fatto che sono stati tranciati durante la caduta, causata da altro. Concordo con Aldus, nebbia e cavi secondo me non centrano.

Un salutone a tutti

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
atene77
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 691
Iscritto il: 19 settembre 2005, 10:53
Località: Melzo MI

re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da atene77 » 31 ottobre 2005, 17:11

ci passo spesso da Orio per lavoro, non ce' nessun traliccio, le montagne sono sulla dx, di solito la normale rotta di salita si conclude con una virata a sinistra (questo e' stato detto anche al tg che e' stata fatta)..in effetti occorrebbe capire a che altezza e' avvenuta la virata... :shock:

mah
I-LOVE I-DAWS I-DAWW

Avatar utente
Oscar89
FL 150
FL 150
Messaggi: 1879
Iscritto il: 10 ottobre 2005, 17:36
Località: (Rm)

re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da Oscar89 » 31 ottobre 2005, 20:11

:cry: Notizie del genere mi rattristano sempre; grazie per ever dato maggiori informazioni :(
Claudia :angel11:

Quando al mattino il sole si leva dietro le montagne fa nascere nei nostri cuori un grande senso di libertà che ci accompagna per tutto il giorno.
Quando fra le gole profonde delle montagne sibila il vento ci ispira un sentimento di liberazione che ci fa sognare lidi lontani.
Quando l'acqua dei ruscelli scorre veloce dopo le grandi piogge ci indica il sentiero della vita e le nuvole bianche nel cielo sono le nostre speranze che si muovono verso il futuro.
Quando l'uomo saprà capire tutte queste cose allora avrà raggiunto la felicità.

Romano Battaglia

Avatar utente
Lelebus
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 429
Iscritto il: 23 febbraio 2005, 21:10
Località: Bergamo...de sùra (LIME)
Contatta:

re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da Lelebus » 31 ottobre 2005, 20:26

Nel pomeriggio sono stato nella zona dell'incidente, abbastanza vicino, non troppo perchè la zona è off limits, da capire più o meno che "giro" ha fatto l'aereo. La normale rotta di decollo da LIME prevede una virata a sinistra quando l'aereo si trova a circa 3-4 km. dalla testata della pista proprio per evitare la collina per eccellenza di bergamo, città alta, la città vecchia sul colle e le montagne delle valli, mentre il piccolo aereo si è spiaccicato in una zona industriale :shock: a lato dell'abitato di Azzano S.Paolo, per altro non lontano anche dallo stesso aeroporto, praticamente a 90° o forse più rispetto alla pista e molto, molto prima dell'inizio della normale virata. In pratica qualcosa di molto simile a ciò che era successo a quel piccolo aereo privato che un paio di anni fà nel tentativo di rientrare a linate, si schiantò invece a peschiera borromeo su di un capannone praticamente in fondo alla pista di linate. I contatti con la torre non ci sono praticamente più stati dopo l'autorizzazione al decollo, nessuna dichiarazione di emergenza, cosa poi sia successo in quei pochi istanti resta per ora è un mistero. Si parla di stallo (qualcuno dice di non avere udito il suono dei motori), di malore del pilota (ma insomma, sono due!) o del guasto tecnico a qualche superficie mobile delle ali (flaps?).
La nebbia la escuederei, ce n'era si ieri sera, ma non così tanta da arrecare problemi ad un aereo, specialmente in fase di decollo quando una volta staccate le ruote da terra parte il volo strumentale.
Testimonianze ben poche, è caduto vicino a dei capannoni che notariamente la domenica non lavorano e l'abitato di azzano si trova abbastanza lontano. Si è ben udito l'impatto, ma per il resto solo qualche automobilista dice di aver visto le luci dell'aereo e una fiammata nel momento dell'impatto.
Per quanto sembra calcolato il punto di caduta dell'aereo, secondo me è invece più legato al caso, nel senso che in momenti di emergenze in volo dubito, vista anche la visibilità scarsa ed i secondi contati, che un pilota veda e centri un campo in mezzo ad edifici industriali.
I cavi sono invece stati tranciati davvero, cavi della media tensione, poco distante dal punto dell'impatto durante la caduta.
Le scatole nere, già recuperate, daranno una mano, se non la soluzione al problema.
http://www.corobatcongedati.it
http://www.ilbepi.com => "w il coston beach e tote i fretuline dela al, con o senza fil interdental in dol ....."BEEP".......

Avatar utente
davidemox
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 914
Iscritto il: 8 ottobre 2005, 16:35
Località: Milano

Messaggio da davidemox » 1 novembre 2005, 0:36

mi sento di dirvi che se pur interessanti che siano le supposizioni che fate siano un po' fuori luogo.
io parto da un presupposto ... qualunque cosa sia successa i piloti hanno dato il massimo per mantenere la situazione sotto controllo..... il cosa sia successo lasciamolo dire all'ANSV.
non e' ancora successo in questo post... ma si rischia sempre di dare colpe

non mi piace proprio


P.S. la nebbia influisce moltissimo in tutte le fasi del volo ... il non vedere e' limitante ...esempio una piantata motore in IMC piuttosto che in VMC viene "trattata" nello stesso modo ma con un carico di stress decisamente diverso
Davide

Peppe

re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da Peppe » 1 novembre 2005, 10:01

VMC = Visual Meteorological Conditions
IMC = Instrument Meteorological Conditions

Scusa Davidemox per la precisazione ma e' utile per i lettori che non ne conoscono il significato.

Avatar utente
davidemox
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 914
Iscritto il: 8 ottobre 2005, 16:35
Località: Milano

Re: re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da davidemox » 1 novembre 2005, 17:23

Peppe";p="52089 ha scritto:VMC = Visual Meteorological Conditions
IMC = Instrument Meteorological Conditions

Scusa Davidemox per la precisazione ma e' utile per i lettori che non ne conoscono il significato.

grazie
Davide

Avatar utente
Galaxy
FL 400
FL 400
Messaggi: 4448
Iscritto il: 9 maggio 2005, 21:38
Località: Torino

Messaggio da Galaxy » 1 novembre 2005, 19:30

Molto rattristato :(:(:(
Federico
Immagine
Immagine

Avatar utente
roma aviation
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 176
Iscritto il: 23 agosto 2005, 12:57

Messaggio da roma aviation » 1 novembre 2005, 21:53

cavolo mi dispiace..

anche se.. così ad occhio vedendo la foto dell'aereo mi è sorta questa domanda...

ma non è un pò troppo vecchiotto?
AIRBUS ALWAYS BEHIND

Immagine

Avatar utente
Kitano
Administrator
Administrator
Messaggi: 4310
Iscritto il: 14 agosto 2004, 2:27
Località: Nell'APU di I-SMEM
Contatta:

Messaggio da Kitano » 1 novembre 2005, 22:52

ma non è un pò troppo vecchiotto?
Come dice giustamente Patrick Smith nel suo libro "Chiedilo al Pilota", un aereo è progettato per volare e per durare potenzialmente all'infinito. Il fatto che gli aerei vengano sostituiti o dismessi è solo una questione economica (pezzi di ricambio / consumi / norme anti inquinamento). Per il resto, un MD-80 potrebbe volare anche nel 2050, se qualcuno avesse i soldi per mantenerlo e se non vi fossero norme sempre più restrittive. Il concetto di "vecchio" in aviazione praticamente non esiste.
Immagine

Zeno Guarienti _ md80.it _ Administrator
"Non sono il migliore in alcuna delle cose che faccio, ma nessuno è migliore di me nel farne così tante"


- Sei NUOVO? Leggi qui...
- Hai messo un TITOLO appropriato ai tuoi messaggi?
- Letto il REGOLAMENTO?

Avatar utente
Nicolino
General Aviation Technician
General Aviation Technician
Messaggi: 2851
Iscritto il: 15 settembre 2005, 13:15
Località: K-Pax

re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da Nicolino » 2 novembre 2005, 8:26

Non condivido appieno..esistono dei limiti di vita per le componenti che costituiscono un a/m, dalla cellula alle semiali, etc. etc.
Sul fatto che tali limiti siano impostati con ampio fattore di sicurezza, bhè questo è un altro discorso...ma comunque comune alla progettazione di qualsiasi struttura aeronautica e non, civile e militare..
Nicolino

Avatar utente
pippo682
FL 450
FL 450
Messaggi: 4572
Iscritto il: 21 ottobre 2005, 16:25
Località: Padova (LIPU)
Contatta:

Re: re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da pippo682 » 2 novembre 2005, 8:57

Nicolino";p="52248 ha scritto:Non condivido appieno..esistono dei limiti di vita per le componenti che costituiscono un a/m, dalla cellula alle semiali, etc. etc.
Sul fatto che tali limiti siano impostati con ampio fattore di sicurezza, bhè questo è un altro discorso...ma comunque comune alla progettazione di qualsiasi struttura aeronautica e non, civile e militare..
Questo è un argomento molto delicato quando c'è un incidente aereo, sul quale i giornalisti (i nemici numero uno dell'aviazione, secondo me, per la loro superficialità) speculano sempre. L'aereo era vecchio ed in pessimo stato, i sedili consunti, il tavolino non stava su (importantissimo per far volare l'aereo), i finistrini rigati e la moquette staccata (idem come sopra). Io volo con aerei dell'aeroclub, la cui età media è altina, ed il mio preferito è un PA-18 più vecchio di me, quello del mio avatar (io ho 40 anni). Eppure sono sicuro che se dovessi avere un incidente la colpa sarà mia, e non dell'aereo con cui volo.
Sono comunque daccordo con Nicolino, ma mentre chi conosce un po' l'aviazione sa che l'anzianità di un velivolo non è un fattore di rischio, gli altri pensano da consumatori, e cambiano un cellulare ogni uno o due anni...

Mi dispiace moltissimo per le persone a bordo del velivolo....

Avatar utente
roma aviation
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 176
Iscritto il: 23 agosto 2005, 12:57

Messaggio da roma aviation » 2 novembre 2005, 9:00

Come dice giustamente Patrick Smith nel suo libro "Chiedilo al Pilota", un aereo è progettato per volare e per durare potenzialmente all'infinito. Il fatto che gli aerei vengano sostituiti o dismessi è solo una questione economica (pezzi di ricambio / consumi / norme anti inquinamento). Per il resto, un MD-80 potrebbe volare anche nel 2050, se qualcuno avesse i soldi per mantenerlo e se non vi fossero norme sempre più restrittive. Il concetto di "vecchio" in aviazione praticamente non esiste.
non rimango comunque d'accordo, gli aerei secondo me non sono progettati per volare all'infinito.
AIRBUS ALWAYS BEHIND

Immagine

Avatar utente
Poker
MD80 First Officer
MD80 First Officer
Messaggi: 961
Iscritto il: 9 febbraio 2005, 18:48
Località: ROMA o dintorni
Contatta:

Re: re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da Poker » 2 novembre 2005, 9:17

Nicolino";p="52248 ha scritto:Non condivido appieno..esistono dei limiti di vita per le componenti che costituiscono un a/m, dalla cellula alle semiali, etc. etc.Sul fatto che tali limiti siano impostati con ampio fattore di sicurezza, bhè questo è un altro discorso...ma comunque comune alla progettazione di qualsiasi struttura aeronautica e non, civile e militare..
su questo punto, non vorrei rricordare male, ma mi sembra che l'MD80 non abbia "limiti" di ore di volo mi sembra sia uno dei pochissimi, ma attendiamo conferme da fonti certe in merito...

cià
-->>POI<ER<<--
Immagine
"We shall go on to the end, we shall fight in France, we shall fight on the seas and oceans, we shall fight with growing confidence and growing strength in the air, we shall defend our Island, whatever the cost may be, we shall fight on the beaches, we shall fight on the landing grounds, we shall fight in the fields and in the streets, we shall fight in the hills; we shall never surrender..."
ASOS su MySpace

Avatar utente
bruno
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1430
Iscritto il: 15 ottobre 2004, 16:39
Località: Roma

re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da bruno » 2 novembre 2005, 9:37

Ragazzi non vorrei dire niente, però vi faccio presente che ci sono ancora compagnia aere che volano ancora con i DC3, e questi ultimi non sono mica aerei di 20 o 30 anni fa, ma bensi di 60...

Ecco la foto di un DC3 fatta il 13 novembre del 2004, e se pur vecchio come aereo mi sembra molto ma molto operativo... :wink:

Ed ora leggete le prime righe della seguente schega tecnica...

cliccate qui
Se hai provato per una volta l'emozione del volo,camminerai per sempre sulla terra con gli occhi rivolti al cielo.

Immagine

Avatar utente
Nicolino
General Aviation Technician
General Aviation Technician
Messaggi: 2851
Iscritto il: 15 settembre 2005, 13:15
Località: K-Pax

re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da Nicolino » 2 novembre 2005, 13:07

L'età non è un fattore determinante. Contano le ore di volo, i cicli, gli atterraggi....
Sui limiti del DC9 o super 80 credo che Francesco C sia l'unico, tra noi, a poterlo confermare. Le macchine che ho in gestione io hanno una vita operativa limitata per le semiali a 14000 ore di volo....in più esistono limitazioni del costruttore sul numero massimo di atterraggi eseguiti prima di sostituire kit di rinforzo. Non credo molto alla durata infinita delle componenti meccaniche in genere..
Nicolino

Avatar utente
wing05
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1171
Iscritto il: 2 ottobre 2005, 18:50
Località: LIDT

re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da wing05 » 2 novembre 2005, 20:27

se ho capito bene quanto affermate non esisterebbe il cedimento strutturale che tante volte viene ipotizzato -
magari anche a sproposito - dopo gli incidenti ?
.. per pura teoria quanti cicli puo sopportare un a/m prima di "collassare" (scusate se il termine non è appropriato) ammettendo che ciò possa accadere.

grazie
I-SMTN. Mauro

Immagine
Cerca sempre di mantenere uguale il numero degli atterraggi che fai, rispetto ai decolli

Avatar utente
Galaxy
FL 400
FL 400
Messaggi: 4448
Iscritto il: 9 maggio 2005, 21:38
Località: Torino

Messaggio da Galaxy » 2 novembre 2005, 22:16

Non so il numero esatto ma ho sentito che i Boeing superano di gran lunga i 10000 cicli (decollo-volo-atterraggio)..... Sperando di non mandare una cavolata assurda, raggiungono i 35000...
Federico
Immagine
Immagine

Avatar utente
pippo682
FL 450
FL 450
Messaggi: 4572
Iscritto il: 21 ottobre 2005, 16:25
Località: Padova (LIPU)
Contatta:

Re: re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da pippo682 » 3 novembre 2005, 8:31

wing05";p="52401 ha scritto:se ho capito bene quanto affermate non esisterebbe il cedimento strutturale che tante volte viene ipotizzato -
magari anche a sproposito - dopo gli incidenti ?
.. per pura teoria quanti cicli puo sopportare un a/m prima di "collassare" (scusate se il termine non è appropriato) ammettendo che ciò possa accadere.

grazie
I cedimenti strutturali avvengono, eccome. Come al solito bisogna capire quali sono le cause, e non limitarsi superficialmente a dire che un componente dell'aereo ha ceduto. Purtroppo un mio amico è morto in aliante a causa di questo. Ma l'inchiesta ha dimostrato che il cedimento è stato causato da una sua manovra, che ha portato l'aeromobile ad operare al di fuori dell'inviluppo di volo. Ogni aereo è progettato per volare entro ben determinati limiti. Ad esempio, tra la velocità minima e la velocità chiamata di manovra, è possibile portare i comandi bruscamente a fondo corsa senza provocare danni alla struttura. Al di là della velocità di manovra e fino alla velocità massima ammessa l'escursione dei comandi di volo deve essere dolce e limitata ad 1/3 dell'escursione, e comunque bisogna valutare anche la turbolenza dell'aria... Non bisogna mai volare al di sopra della massima velocità. Nel caso del mio amico, durante un basso passaggio prossimo alla massima velocità, proprio una manovra brusca ha causato la rottura di una semiala... :cry:

micius68
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 133
Iscritto il: 17 ottobre 2005, 12:33
Località: Budoni (OT)

Re: re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da micius68 » 3 novembre 2005, 9:48

I cedimenti strutturali avvengono, eccome. Come al solito bisogna capire quali sono le cause, e non limitarsi superficialmente a dire che un componente dell'aereo ha ceduto. Purtroppo un mio amico è morto in aliante a causa di questo. Ma l'inchiesta ha dimostrato che il cedimento è stato causato da una sua manovra, che ha portato l'aeromobile ad operare al di fuori dell'inviluppo di volo. Ogni aereo è progettato per volare entro ben determinati limiti. Ad esempio, tra la velocità minima e la velocità chiamata di manovra, è possibile portare i comandi bruscamente a fondo corsa senza provocare danni alla struttura. Al di là della velocità di manovra e fino alla velocità massima ammessa l'escursione dei comandi di volo deve essere dolce e limitata ad 1/3 dell'escursione, e comunque bisogna valutare anche la turbolenza dell'aria... Non bisogna mai volare al di sopra della massima velocità. Nel caso del mio amico, durante un basso passaggio prossimo alla massima velocità, proprio una manovra brusca ha causato la rottura di una semiala... :cry:
Operare oltre la VNE e comunque in arco giallo è un conto (deformazioni plastiche/anaplastiche), qui si parla di un aereo in decollo (!!??), che vista la quota raggiunta doveva avere per forza qualche problema tecnico, a meno di un improbabile disorientamento dell'equipaggio causa IMC...

Peraltro, e qui necessita conferma, mi si dice che i Let siano privi di autopilota (!!!????!), se questo fosse vero, lo Human Factor potrebbe avere un peso rilevante in questo incidente.
[smiley smilie=1 fontcolor=000080 shadowcolor=00BBFF shieldshadow=1]W la Sardegna[/smiley]
Pilota in cerca di occupazione

Avatar utente
pippo682
FL 450
FL 450
Messaggi: 4572
Iscritto il: 21 ottobre 2005, 16:25
Località: Padova (LIPU)
Contatta:

re: Cade aereo a Orio al Serio

Messaggio da pippo682 » 3 novembre 2005, 10:11

Micius, sono andato un po' fuori topic. Rispondevo ad una affermazione di carattere generale sui cedimenti strutturali (quotata nel mio messaggio), e non specifica su questo incidente. Sarà l'ANSV a dirci cosa è successo.
Ciao

Rispondi