Ancora non sono riuscito a volare..

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 24 aprile 2020, 19:40

A finale mi sono fatto venire un po’ di ansia, tipo difficoltà a respirare come se avessi il naso otturato.. non so che bisogno c’è o forse sì, sono un cogli*** semplice :D
E quando mi viene anche così lieve pensando al volo che poi non volo più perché penso se mi viene solo pensandoci lì dentro cosa accadrá ? Un’esplosione di ansia?
Ok ho fatto domande che non dovevo, ma per spiegare cosa mi porta a non volare.
Ripeto sono un cogl**** potete dirmelo :)

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 24 aprile 2020, 20:34

Marco94 ha scritto:
24 aprile 2020, 19:40
A finale mi sono fatto venire un po’ di ansia, tipo difficoltà a respirare come se avessi il naso otturato.. non so che bisogno c’è o forse sì, sono un cogli*** semplice :D
E quando mi viene anche così lieve pensando al volo che poi non volo più perché penso se mi viene solo pensandoci lì dentro cosa accadrá ? Un’esplosione di ansia?
Ok ho fatto domande che non dovevo, ma per spiegare cosa mi porta a non volare.
Ripeto sono un cogl**** potete dirmelo :)
Il volo è l’ultimo dei tuoi problemi...potrebbe anche non essere un problema....cerca di vivere una via felice va...e lascia perdere i voli fino a quando non ci sarai riuscito. Ti assicuro che si puo’ essere felici anche senza volare...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 24 aprile 2020, 21:35

Il bello è che in questi due giorni mi sono immaginato POSITIVAMENTE su un volo e sentito libero, come se fossi rinato.. poi appena mi viene un pensiero negativo per un volo/viaggio anche solo di 1 minuto, dopo due giorni positivi, io subito riporto quel minuto, come se fossi spaventato..
Comunque lo so si può essere felici senza volo, i problemi sono altri, soprattutto i tantissimi ragazzi della mia età è più piccoli che hanno malattie brutte o le persone decedute a questo covid 19, però io fin quando non volo mi sentirò limitato, come un debole che ha ceduto dinanzi ad un ostacolo..
ok potrei volare e non sentirmi più così, ma forse per me non è così facile sennò non stavo in questa situazione. Comunque davvero vorrei farcela e rimango sempre dell’idea che merito un viaggio di relax da tutto, che sia con aereo o senza :)

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2298
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da la franci » 24 aprile 2020, 21:38

flyingbrandon ha scritto:
24 aprile 2020, 20:34
Ti assicuro che si puo’ essere felici anche senza volare...
Ciao!
sì, è vero! ma a piccoli sprazzi.... :mrgreen:
però, con le nuvole viste da sopra è tutta un'altra storia!!!!!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 24 aprile 2020, 21:55

Marco94 ha scritto:
24 aprile 2020, 21:35
Il bello è che in questi due giorni mi sono immaginato POSITIVAMENTE su un volo e sentito libero, come se fossi rinato.. poi appena mi viene un pensiero negativo per un volo/viaggio anche solo di 1 minuto, dopo due giorni positivi, io subito riporto quel minuto, come se fossi spaventato..
Comunque lo so si può essere felici senza volo, i problemi sono altri, soprattutto i tantissimi ragazzi della mia età è più piccoli che hanno malattie brutte o le persone decedute a questo covid 19, però io fin quando non volo mi sentirò limitato, come un debole che ha ceduto dinanzi ad un ostacolo..
ok potrei volare e non sentirmi più così, ma forse per me non è così facile sennò non stavo in questa situazione. Comunque davvero vorrei farcela e rimango sempre dell’idea che merito un viaggio di relax da tutto, che sia con aereo o senza :)
Marco...le prime 5 pagine avevano un senso....ma se tu mi dici che quando hai sentito la notizia che puoi volare ti sei messo a cercare i segni dell’ansia ...allora niente...e siccome ti ho anche spiegato perchè tu , in realtà NON VUOI AFFATTO liberartene...allora o ti rimetti a leggere tutte le tue pagine...oppure non ha senso ...il mio invito non era affatto farti riflettere sulle VERE disgrazie della vita...quello non lo farei mai....ma era proprio il suggerimento di togliere l’aereo di dosso perchè non hai ancora afferrato minimamente cosa fai e perchè...richiedi le stesse cose....richiedi agli altri cosa hanno fatto e così via. Poi se l’ansia non c’è...la cerchi...e lo fai volontariamente...quindi di che c***o parliamo?
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 25 aprile 2020, 0:15

Hai ragione Brandon.. mi rendo conto di quando sono ripetitivo e più dirmi le solite cose non potete se io non inizio ad agire diversamente..
Mi farò un riepilogo delle prime conversazioni sperando che riesca a cogliere la risposta ai miei mille dubbi.. grazie sempre per l’infinita pazienza nell’avermi risposto :)

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 25 aprile 2020, 11:25

Comunque ho cercato di fare mente locale, ed ha ragione Brandon, io non sono diventato ansioso dopo l’attacco di panico ma, anche se influenzato da mio padre ho le stesse ansie sue solo che io non mi voglio arrendere, lo sono sempre stato .. mi spiego meglio.. anche nel periodo che io dico “vorrei tornare ad allora” lo ero.. cioè già da bambino quando andavo in vacanza con i miei, avevo sui 10-11 anni, non ero super felice, avrei preferito stare a casa, poi una volta sul luogo di vacanza avrei voluto che non finisse più me la godevo..
E soprattutto io ero un ottimo portiere, 16 anni di calcio da quando avevo 4 anni.. sono stato sotto osservazione col Napoli per vari anni , non fui preso per l’altezza a finale, ed ogni volta che mi visionavano io non ero felice, tremavo, avevo ansia , poi una volta li davo il meglio di me, ed andavo molto bene.
Questo per dire che mi ha sempre spaventato l’ignoto, la situazione nuova, sin da piccolo.. la paura è che non so cosa mi aspetta e di conseguenza non so se sono capace ad affrontare qualsiasi imprevisto che si presenti.. l’aereo è stato solo il mezzo in cui l’ansia ha raggiunto il suo apice con l’attacco di panico, ma anche quando ero felicissimo e facevo tutto, anche se all’epoca non me ne accorgevo o meglio non ci davo peso, l’ansia ci è sempre stata, la differenza è che quando mi veniva, affrontavo la situazione (dovevo per forza perché non avevo il coraggio di dire no non ci vado e deludere il mio padre in soprattutto che dava tutto per il pallone ) e una volta affrontata non davo peso all’ansia che avevo avuto prima.. invece ora le do peso.

Detto questo vivo di rimpianti, perché se potessi tornare indietro, altro che ansia, mi sarei impegnato ancora di più nel calcio soprattutto, nonostante avessi dato sempre il 110 %.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 25 aprile 2020, 12:18

Marco94 ha scritto:
25 aprile 2020, 11:25
, perché se potessi tornare indietro, altro che ansia, mi sarei impegnato ancora di più nel calcio soprattutto, nonostante avessi dato sempre il 110 %.
Questa è una grandissima stronzata....non nel senso che non la pensi davvero...ma è la classica stronzata di chi non vuole fare...è la scusa più banale. E sai perchè? Perchè ti soffermi a pensare a cosa avresti potuto o voluto fare ...ma sai benissimo che non puoi tornare indietro nel tempo. Se veramente volessi...potresti fare qualcosa ora ma....non lo fai lo stesso perchè troppo occupato a pensare su ciò che accadrà o ciò che avresti fatto in passato. Se fosse un rimpianto vero e sentito....non faresti altro che buttarti nel presente e cambiare ciò che hai capito essere stato un problema....invece no. Quindi...piantala di elucubrare se hai intenzione di fare qualcosa...falla e basta....il resto sono stronzate che ti racconti....e, per lo meno, non raccontarti stronzate mentre non agisci.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 25 aprile 2020, 12:25

Ho riletto le conversazioni passate, i primi messaggi.. devo prendere consapevolezza, come mi è stato suggerito, che l’attacco di panico e di ansia può venirmi dappertutto, anche mentre sto a casa e non cambia nulla se mi viene a casa o in Giappone ad esempio.. so che devo prendere consapevolezza di ciò, e devo crederci, fin quando non lo farò sarò sempre limitato. E Brandon le prime tue parole mi dissero “tu hai paura di vivere non di morire”, ho riflettuto stamattina sui primi messaggi come mi hai suggerito per capire dove sbaglio ancora.

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 25 aprile 2020, 12:29

E comunque non sono proprio uno con gli occhi chiusi.. nel senso in questi 5 anni so benissimo che l’ansia la tengo anche a casa, cioè mi sono limitato molto ma nonostante ciò ho sempre ansia, quindi non è che cambia qualcosa.. solo che se penso ad una cosa nuova (es viaggio ma anche altre cose ) mi immagino con più ansia e quindi mi fa paura provarne ancora di più.
Ma so benissimo che anche restando a casa comunque non è che sto senza ansia, anzi

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2298
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da la franci » 25 aprile 2020, 15:16

Marco94 ha scritto:
25 aprile 2020, 11:25
Questo per dire che mi ha sempre spaventato l’ignoto, la situazione nuova, sin da piccolo.. la paura è che non so cosa mi aspetta e di conseguenza non so se sono capace ad affrontare qualsiasi imprevisto che si presenti..
...
Detto questo vivo di rimpianti, perché se potessi tornare indietro, altro che ansia, mi sarei impegnato ancora di più nel calcio soprattutto, nonostante avessi dato sempre il 110 %.
hai mai notato che la paura dell'ignoto e l'emozione per l'ignoto si palesano con le medesime sensazione? quel momento in cui il trenino delle montagne russe finisce la sua salita e si prepara a lanciarsi nel vuoto e tu, tremando, smetti di respirare e senti lo stomaco che si riempie di farfalle..... quel momento è l'attimo in cui decidi se fare clic e lanciarti oppure se morire tornando indietro.... modifica la definizione di quel momento e prova a vivere... perché se decidi di andare avanti allora potrai, alla fine del giro, decidere se rifarlo o se è stato un errore, ma se torni indietro il rimpianto per non aver vissuto ti schiaccerà a lungo.... meglio il rimorso di un errore di un rimpianto...

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 25 aprile 2020, 15:21

Brandon una cosa che solo tu puoi rispondermi m.. volevo analizzare una cosa che non ho mai parlato col mio dottore, perché l’ho saputo esattamente due minuti fa..
Sto vedendo un film con dei miei genitori e mi hanno detto, in seguito ad una scena, che io esattamente a soli 2 anni piangevo come un pazzo solo quando salivo su due giostrine : l’aereo ed il cavalluccio .. può significare qualcosa la paura legata all’infanzia a quella di ora? Non ne ho mai parlato col mio dottore perché l’ho saputo solo ora.


Per Franci.. hai ragione, io arrivo sempre in cima alla montagna ( in senso metaforico ) e poi non mi lancio, per la paura delle emozioni che posso provare, ho paura di provare emozioni negative.. e quindi torno indietro ma dopo me ne pento dentro di me.
Quest’anno ho affrontato una piccola sfida : mi sono lanciato da una scogliera alta quest’estate, ero sempre saluto e poi risceso per paura.. quest’anno non so perché mi sono lanciato e da allora l’ho rifatto altre cento volte ..

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 25 aprile 2020, 15:28

Marco94 ha scritto:
25 aprile 2020, 11:25
..........
E soprattutto io ero un ottimo portiere, 16 anni di calcio da quando avevo 4 anni.. sono stato sotto osservazione col Napoli per vari anni , non fui preso per l’altezza a finale, ed ogni volta che mi visionavano io non ero felice, tremavo, avevo ansia , poi una volta li davo il meglio di me, ed andavo molto bene..........
Così eri un portiere! Anche io lo ero ed ero anche bravo, perchè mi piaceva volare e parando volavo. Ero anche veloce, sui duecento metri facevo 21,5, auto misurati, ma l'allenatore voleva che facessi i 400 ma erano troppi per me così mollai. Per la mia velocità giocavo all'ala destra e una squadra di calcio mi chiese di giocare con loro come pure il Frascati, all'ora una delle migliori squadre di rugby italiane mi chiese di giocare con loro, ma il rugby era troppo duro e pericoloso così non accettai. Io correvo e saltavo per pura passione. Quando fui ricoverato per un problema sanitario, molti anni dopo, il medico che mi operò mi disse : Copparoni è!? Come il portire del Torino e della Nazionale! Maddai, gli risposi, io non l'ho mai sentito! Io si, mi rispose, non riuscivo mai a trovare la figurina, porca miseria. :mrgreen:
Marco, VIVI e fregatene di dimostrare a qualcuno e a te stesso che vali qualcosa, tanto la dimostrazione è solo per chi cerca certificazioni e non crede in se stesso. Non si ha bisogno di certificazioni per vivere.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2298
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da la franci » 25 aprile 2020, 15:40

Marco94 ha scritto:
25 aprile 2020, 15:21
io esattamente a soli 2 anni piangevo come un pazzo solo quando salivo su due giostrine : l’aereo ed il cavalluccio .. può significare qualcosa la paura legata all’infanzia a quella di ora? Non ne ho mai parlato col mio dottore perché l’ho saputo solo ora.
curiosità: e il cavalluccio, nella tua mente cosa rappresenterebbe???????
stai cercando di dare peso all'aereo in sé ... ma non è il tubo di metallo che genera la tua ansia!!!!!!!!!!!!!
quando ho "lavorato su di me" con l'aiuto indiretto di altri, ho riscoperto la gioia di volare..... e, indovina un po'????? mi è passata pure l'aracnofobia.... senza che me ne accorgessi....

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2298
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da la franci » 25 aprile 2020, 15:44

Marco94 ha scritto:
25 aprile 2020, 15:21
Quest’anno ho affrontato una piccola sfida : mi sono lanciato da una scogliera alta quest’estate, ero sempre saluto e poi risceso per paura.. quest’anno non so perché mi sono lanciato e da allora l’ho rifatto altre cento volte ..
ti dirò di più.... quando volo ancora il fiato mi si spezza, lo stomaco si chiude e tremo.... in decollo di più... perché si sa... quel momento è magico!!!!!

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 25 aprile 2020, 15:47

E prima del volo non hai paura che dovrai tremare, che lo stomaco si torce e altro? Non hai paura che potresti peggiorare? Non voglio fare domande ansiose, rispondo alla tua risposta.
Comunque anche io sono convinto un domani che prendo l’aereo automaticamente scompaiono altre molte paure che ho.

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2298
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da la franci » 25 aprile 2020, 15:54

Marco94 ha scritto:
25 aprile 2020, 15:47
E prima del volo non hai paura che dovrai tremare, che lo stomaco si torce e altro? Non hai paura che potresti peggiorare? Non voglio fare domande ansiose, rispondo alla tua risposta.
Comunque anche io sono convinto un domani che prendo l’aereo automaticamente scompaiono altre molte paure che ho.
assolutamente no!!!! prima del volo è ancora meglio perché so che lo stomaco si stringerà, tremerò e, magari piangerò guardando le nuvole da sopra!!!!!!
ho avuto ancora dei voli in cui le sensazioni non sono state quelle che avrei voluto, ma ho spezzato la catena leggendo, chiacchierando, andando in bagno (ancora non capisco perché mi scappi la pipì anche sui voli di un'ora :shock: )
... l'ansia per te è il tuo luogo sicuro... se non sei capace (E, SOPRATTUTTO NON VUOI) di scostarti da lei impara a conviverci... tanto peggio di quello che vivi già non può essere! Quindi fottitene e fai ciò che vuoi!

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 25 aprile 2020, 16:03

“Peggio di come vivi non puoi..” grazie Franci proverò a mettere questa frase nella mia testa , SEMPRE, e portarla sempre con me e fare tutte le cose che desidero. Grazie per il suggerimento, spero di arrivare anche io al tuo livello ovvero viaggiare e fare qualsiasi cosa nonostante possa provare paura/ansia :)

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 25 aprile 2020, 16:39

Marco94 ha scritto:
25 aprile 2020, 15:21
Sto vedendo un film con dei miei genitori e mi hanno detto, in seguito ad una scena, che io esattamente a soli 2 anni piangevo come un pazzo solo quando salivo su due giostrine : l’aereo ed il cavalluccio .. può significare qualcosa la paura legata all’infanzia a quella di ora?
No...e poco importa se nell’infanzia avessi anche legato quell’immagine. Ma poi non vedi che hai ansia anche senza prendere l’aereo?
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 25 aprile 2020, 17:55

flyingbrandon ha scritto:
25 aprile 2020, 16:39
Marco94 ha scritto:
25 aprile 2020, 15:21
Sto vedendo un film con dei miei genitori e mi hanno detto, in seguito ad una scena, che io esattamente a soli 2 anni piangevo come un pazzo solo quando salivo su due giostrine : l’aereo ed il cavalluccio .. può significare qualcosa la paura legata all’infanzia a quella di ora?
No...e poco importa se nell’infanzia avessi anche legato quell’immagine. Ma poi non vedi che hai ansia anche senza prendere l’aereo?
Una domanda: se qualcuno ti dicesse che c'è relazione fra quella paura d'infanzia e quella paura di adesso, cosa cambierebbe nelle tue paure?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 789
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Exence » 25 aprile 2020, 20:32

X Brandon

Non avevo considerato che ci sono persone che hanno anche la casa di villeggiatura :mrgreen:

X Marco

La tua ansia si manifesta in ogni cosa in pratica... però se il volo ti destabilizza così tanto secondo me potresti iniziare a fare quel famoso viaggio in traghetto o a muoverti più spesso con il treno ecc... e’ vero che se rinunci a volare ti senti in difetto con te stesso ma ci sono periodi in cui è anche giusto fermarsi e fare solo le cose che ci fanno stare bene ... se stai meglio a fare una passeggiata a piedi fai quella... se ti piace il calcio puoi giocare con gli amici o in una squadra non professionistica ...
una cosa che ho cercato di fare negli ultimi periodi e’ proprio fare solo le cose che mi fanno stare bene , parlare solo con le persone che mi trasmettono positività, e tagliare fuori tutto il resto...
La paura del volo e’ ancora lì ma ho volato lo stesso perché mi piace viaggiare e visitare posti nuovi ... ma non escludo nei prossimi mesi di concentrarmi di più sull’Italia o su posti vicini per via della situazione covid ... perché non credo che con il 4 maggio magicamente archivieremo contagi e pericoli ... cercherò di trovare posti nuovi nella mia zona ad esempio...
Se pensi costantemente all’ansia la autoalimenti ... non so se tuo padre ha risolto le sue ansie o ci conviva ancora ma noi non siamo la fotocopia dei nostri genitori e non per forza dobbiamo vivere nella loro ombra o per compiacerli ..
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 789
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Exence » 25 aprile 2020, 20:33

tartan ha scritto:
24 aprile 2020, 16:59
Marco94 ha scritto:
24 aprile 2020, 0:34
Tartan mi strappi come sempre un sorriso, sempre simpatico sei hahahaha :)

Brandon ma non ho capito una cosa : sei pilota di aerei ancora? Io pensavo fossi un ex pilota .. allora che ne pensi se quando finisce vengo su un volo pilotato da te ? :D
!) Se sei riuscito a sorridere su quello che ti ho detto significa che sei ancora salvabile.
2) Lascia stare, non è solo il pilota che fa la differenza, sono anche tutti i poveracci che sgobbano in ufficio che danno la possibilità al pilota di fare al meglio il suo lavoro. Perciò considera che in ogni compagnia aerea, più meno, ci sono persone che danno il c**o affinchè i viaggiatori possano viaggiare sicuri e questo non per fare gli interessi delle compagnie ma per fare i propi interessi. Se una compagnia va male va male anche per gli impiegati, perciò considera sempre che i voli prevedono sempre di partire e di arrivare, SEMPRE. Poi l'imprevisto è dietro la porta, ma in ogni occasione. Ricordo un giorno che nevicò a Roma. Io uscii di casa per andare al lavoro la mattina successiva. Nella notte la neve ghiacciò e io, andando alla stazione del treno per prendere il mezzo che mi avrebbe portato al lavoro, scivolai su una lastra di, ghiaccio formatasi nella notte, andai lungo e la mia valigetta mi sfuggì dalle mani e andai a recuperarla qualche metro avanti. La sera, mia moglie che mi osservava dalla finestra, mi disse che si era sbellicata dalle risate al vedermi annaspare per non cadere. E' uno dei miei ricordi migliori, non perchè la mia signora si sbellicò dalle risate, ma perchè lei era li a guardarmi finchè poteva. Probabilente ancora mi guarda e spero veramente di divertirla sempre come allora. :love4:
Tartan io auguro a ogni donna me compresa di trovare un uomo che ci ami come tu ami tua moglie ! Uso il presente perché l’amore traspare da ogni messaggio in cui la nomini! <3
it's only rock'n roll but I like it!

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 26 aprile 2020, 1:37

È verissimo, potrei concentrarmi su altre cose, ma io penso sempre all’aereo perché è diventata un’ossessione, cioè non accetto il fatto che non riesca a superare questo limite che ho incontrato nel mio percorso di vita.. e la cosa che fa più male è la seguente : non ho il coraggio di dire “non lo prendo” perché non voglio rimanere intrappolati in questa dimensione e non visitare posti che ho sempre voluto fare ma al tempo stesso non ho nemmeno il coraggio di prenderlo da 5 anni.. quindi vivo al mezzo, non voglio andare indietro e rinunciare ma non riesco nemmeno ad andare avanti.

Ho provato a concentrarmi su altre cose, gite ad es a Sorrento, viaggi in treno, sono andato in auto fino in Sicilia poi Puglia, ma ogni cosa che faccio la considero una prova per l’aereo, è se mi viene un po’ di ansia dico “come farò in aereo? Starò sicuramente ancora più ansioso” e soprattutto ad es Guido 6 ore per andare in Sicilia ma poi a distanza di una settimana penso “ci riuscirei a farlo?” E mi immagino con l’ansia, ma un’ansia infondata perche l’ho appena fatte 6 ore in auto e sono stato bene.. quindi a volte è vero ciò che dice Brandon, ovvero cerco l’ansia per sentirmi sempre un incapace.

Buonanotte, oggi è stato anche il mio onomastico ed ho passato una bella giornata tra famiglia, film, studio, allenamento e tanto cibo.

Per il post di sopra, non ricordo chi l’ha chiesto, ma mio padre non ha superato nessuna ansia, non vola più, non prende traghetti, ascensori, ha paura delle altezze e tante altre cose, ed io non voglio diventare come lui sotto questo aspetto ( sia chiaro ho un bellissimo rapporto con mio padre ), solo che ho paura di ereditare le sue ansie perche molte già le ho.

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2298
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da la franci » 26 aprile 2020, 9:21

Marco94 ha scritto:
26 aprile 2020, 1:37
ma io penso sempre all’aereo perché è diventata un’ossessione
fermati qui.... rileggi ciò che hai scritto! contiene già una risposta! e lavora sull'ossessione, non sull'aereo!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 26 aprile 2020, 10:33

Marco94 ha scritto:
26 aprile 2020, 1:37
È verissimo, potrei concentrarmi su altre cose, ma io penso sempre all’aereo perché è diventata un’ossessione, cioè non accetto il fatto che non riesca a superare questo limite che ho incontrato nel mio percorso di vita.. e la cosa che fa più male è la seguente : non ho il coraggio di dire “non lo prendo” perché non voglio rimanere intrappolati in questa dimensione e non visitare posti che ho sempre voluto fare ma al tempo stesso non ho nemmeno il coraggio di prenderlo da 5 anni.. quindi vivo al mezzo, non voglio andare indietro e rinunciare ma non riesco nemmeno ad andare avanti.
No. Non è fatto di avere coraggio di dire “ non lo prendo”...è che sai perfettamente che nel momento in cui dici così vedi che non è cambiato nulla....e, forse, starai sempre peggio. Ah no tu pensi di non andare avanti per quello....no non è così.
Marco94 ha scritto:
26 aprile 2020, 1:37
Per il post di sopra, non ricordo chi l’ha chiesto, ma mio padre non ha superato nessuna ansia, non vola più, non prende traghetti, ascensori, ha paura delle altezze e tante altre cose, ed io non voglio diventare come lui sotto questo aspetto ( sia chiaro ho un bellissimo rapporto con mio padre ), solo che ho paura di ereditare le sue ansie perche molte già le ho.
Non c’è niente di ereditario...non è una caratteristica fisica o una patologia di origine biologica. C’è ovviamente familiarità...perchè sono meccanismi che si apprendono...ma non significa affatto che, una volta compresi, tu non possa superarli anche se non l’ha fatto tuo padre...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 26 aprile 2020, 11:22

“Se non lo prendi sai che starai sempre peggio.. ah no tu pensi che lo se lo prendi sarà così, ma non è vero”.. spero di fare mia questa frase, non so come ma tu riesci proprio a cogliere i miei stati d’animo, pensieri, come nessun altro fa Brandon.

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 26 aprile 2020, 11:23

Come si può fare ho avuto un solo attacco di panico, e la paura da 5 anni a questa parte è che possa riviverlo. So ovviamente che sbaglio tutto, la colpa è sola mia.

Sono 55 giorni che non vado dal dottore.. io pensavo ad inizio quarantena, anzi temevo, che non andare ogni settimana potesse farmi avere ricadute e sentirmi male.. invece anche se ho avuto qualche giorno qualche episodio di ansia o meglio pensiero ansiogeno, non è successo nulla.. quindi a fin dei conti anche da solo sono riuscito a gestire il tutto.. anche grazie a questo forum dove ho risolto molti miei pensieri. Questo per dire che non mi aspettavo ad inizio quarantena che da solo potessi gestire le mie emozioni.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 26 aprile 2020, 14:07

E siccome hai pure risparmiato, ora ti puoi permettere un bel viaggetto in aereo! :mrgreen:
Anche se, onestamente, a viaggiare in aereo di questi tempi significherebbe aggiungere paura a paura. :(
Perciò, visto che ora hai diverse scusanti, prova a viaggiare magari in macchina considerando che in macchina quasi tutto dipende da te. QUASI tutto, perciò hai ancora motivi per cagarti sotto! :D
Parentesi: ti prego di considerare che mi rivolgo a te come mi sarei rivolto a un amico carissimo. Putroppo di amici carissimi me ne sono rimasti molto pochi in quanto ho la colpa di essere ancora vivo e vegeto, io. Non è un lamento, non lo prendere come tale, è solo un rimpianto, anzi un rimpiantissimo. Vivi la tua vita al meglio,tanto la fine è l'unica cosa certa e tu vorresti arrivare alla fine senza mai averlo messo li a qualcuno? Come te lo devo dire? Chiusa parentesi :mrgreen:
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 26 aprile 2020, 14:39

Exence ha scritto:
25 aprile 2020, 20:33
Tartan io auguro a ogni donna me compresa di trovare un uomo che ci ami come tu ami tua moglie ! Uso il presente perché l’amore traspare da ogni messaggio in cui la nomini! <3
Volevo ringraziarti in privato, ma ho preferito farlo pubblicamente! Quello che hai scritto mi ha consolato molto. Grazie!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 26 aprile 2020, 20:05

Vorrei che vado a dormire e mi sveglio con la testa libera cioè senza ansia, senza pensieri negativi sull’aereo ed in generale e vorrei sentirmi pronto e come se non fosse successo nulla in questi 5 anni, tra attacchi di panico e rinunce, vorrei che accadesse tutto questo , vado a dormire e mi sveglio libero. So che purtroppo non è possibile perché dovrei agire, cioè costruirmi le basi, ma sono stanco, nel senso vorrei si risolvesse tutto all’improvviso senza che io faccia nulla.

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 26 aprile 2020, 20:06

Tartan sei un grande , troppo simpatico hahah

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 26 aprile 2020, 20:10

Prima parlavo di ansie con mio fratello, perché lui è quello che vorrei diventare, cioè un tipo super forte, forse ha sofferto tanto da bambino (quasi paralitico stava diventando, mo sta benissimo) e le esperienze passate lo hanno costruito un uomo forte.. lui è andato a Cuba, Perth e tanti altri posti lontani, DA SOLO.. che coraggio, che invidia.
Prima gli ho detto “Lo sai che se penso all’autostrada che devo fare 50km senza uscita o autogrill ( in testa ho guidato 500km per andare in Sicilia perciò vedete che penso sempre male?) mi viene il pensiero ansioso perché penso se mi sento male come faccio?”
Lui mi ha risposto con una semplicità e sorriso “e che fa, se ti senti male mal che va decedi al volante” e si mette a ridere, cioè mi dà risposte che mi prendono per il c**o, penso sono così stupido davvero io? Lui non si pone un problema, io tremila.

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 789
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Exence » 26 aprile 2020, 21:15

MARCO magari tuo fratello avendo sofferto tanto per salute ha capito che bisogna godersi ogni attimo senza farsi avvelenare la quotidianità da ansie e paranoie inutili...
Guarda io sono la prima ad essere soggetta alle pippe mentali ma allo stesso tempo sono consapevole che ogni cosa può finire in un attimo e poi resta il rimpianto di non averla vissuta a pieno...
Non dico che domani devi saltare spensierato sul primo aereo, ma l’ansia costante che ti opprime in generale non è sana , sei un ragazzo giovane, studi, hai tutta la tua vita da costruire davanti... da un lato stai sprecando i tuoi anni più belli, quelli in cui per fortuna ci sono ancora i genitori che pensano a quasi tutto dato che da quanto ho capito vivi in casa... goditela un po’ di più !

TARTAN un abbraccio forte !!! <3
it's only rock'n roll but I like it!

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 26 aprile 2020, 22:16

Si Exence hai ragione.. ho 25 anni, studio, ho già una laurea e me ne sto prendendo un’altra (sto al primo anno di fisioterapia) , sono fidanzato da tantissimo tempo, quasi 7 anni, ho una famiglia stupenda, soprattutto sto bene in salute, non mi manca davvero nulla.. ma ho deciso da 5 anni a questa parte di rovinarmi la vita con paranoie ed ansie inutili, e so che se non le risolvo vivrò di rimpianti perché attualmente già li ho.. ma a volte non vedo una via d’uscita, a volte si ma ho paura che possa sentirmi peggio, paura di affrontare la situazione temuta perché ho paura mi senta male, so che non si può morire per l’ansia, ma nei momenti in cui mi viene non sono lucido e penso a quello, di impazzire e cose così.. quindi per paura di stare ancora peggio di come sto non affronto la situazione.. e ti giuro vorrei tanto affrontarla, ma al tempo stesso avere la certezza che stia bene.. penso anche che posso volare ad es ad Amsterdam ma poi decido di rovinarmi con pensieri tipo “e se la mi viene l’ansia forte sarò capace a gestirla? Come faccio” e mi faccio fregare come un fesso..
Al mattino mi sento positivo, la sera non so il perché mi sento più con pensieri del genere.
Detto questo io lo so benissimo che hai ragione, cioè non mi manca nulla e devo vivere la vita a pieno, perché ho tutto ciò per farlo. E il non farlo, per una “malattia invisibile “ (chiamiamola così) mi fa stare male, perché non riesco a reagire.
Cioè ogni luogo che devo andare dico “ e se mi sento male”.. sono solo “se” ma vorrei che non ci fossero perché mi buttano giù.
Spero di uscirne quanto prima, perché davvero vorrei godermi la vita come fa mio fratello, fa tutto ciò che vuole fare senza pippe mentali (magari se le fa pure e non lo so ma comunque non si pone limiti a differenza mia).

Buona serata a tutti comunque amici :)

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 26 aprile 2020, 22:19

E se mi paragono a mio fratello o un altro , ogni cosa che non faccio (es viaggio) dico “vabbè io ho l’ansia per questo non posso mentre lui non ha questo problema “, quindi trovo questa giustificazione come se avessi appunto una malattia invisibile.

Rispondi