Incidente al Boeing 777-236, G-YMMM a London Heathrow

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
pm
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 780
Iscritto il: 29 giugno 2005, 14:26
Località: bruxelles

Messaggio da pm » 18 gennaio 2008, 11:16

Dany80 ha scritto:
pm ha scritto:
FAS ha scritto:Il velivolo aveva 6 anni. Ed aveva subito il cambio di MLG e NLG meno di 12 mesi fa!

probabilmente sará oggetto di "cannibalismo"
cosa significa? :oops:
Grazie!
P.
Che lo fanno a pezzi per recuperare parti di ricambio per altri 777 :p
certo: "cannibalismo".
Io intendevo chiedere che significa "cambio MLG e NLG".
:wink:
"Ladies and Gentlemen, this is your Captain speaking. We have a small problem. All four engines have stopped. We are doing our damnedest to get them going again. I trust you are not in too much distress."

Avatar utente
Dany80
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 909
Iscritto il: 29 luglio 2006, 16:36
Località: Palazzolo sull'Oglio (BS)
Contatta:

Messaggio da Dany80 » 18 gennaio 2008, 11:40

pm ha scritto:
Dany80 ha scritto:
pm ha scritto:
FAS ha scritto:Il velivolo aveva 6 anni. Ed aveva subito il cambio di MLG e NLG meno di 12 mesi fa!

probabilmente sará oggetto di "cannibalismo"
cosa significa? :oops:
Grazie!
P.
Che lo fanno a pezzi per recuperare parti di ricambio per altri 777 :p


certo: "cannibalismo".
Io intendevo chiedere che significa "cambio MLG e NLG".
:wink:
Ops.... non avevo capito :lol:

Credo si riferisse a cambio delle strutture del Main Landing Gear e del Nose Landing Gear...

Che peccato però.... un aereo quasi nuovo ridotto così...
Daniele
<br>
Immagine

Mardokk
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 122
Iscritto il: 29 agosto 2007, 18:48
Località: Roma

MA

Messaggio da Mardokk » 18 gennaio 2008, 11:43

Un po corto!!Di solito si arriva lunghi...19 nodi di vento per un 777 sono quasi niente.Sarei curioso di sentire cosa si stavano dicendo i due piloti quando si sono accorti che erano bassi...........

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9566
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Messaggio da tartan » 18 gennaio 2008, 11:48

I motori non sono idle in avvicinamento finale, ma in discesa, e non sempre. In atterraggio sono posizionati idle solo dopo la flare. poco prima della toccata.
Non è possibile volare idle con i flaps full down, gear down e un angolo di discesa di 2.5° ed una velocita 30% sullo stallo. Se poi c'è vento, normale vento non wind shear, la velocità in finale deve essere aumentata. Se si prevede wind shear bisogna essere preparati per contrastarlo.
MD80 in discesa motori non inferiori a 1.1 EPR. In finale flap 40, 2 motori operativi, velocità 1.3 VS0+5 , angolo di discesa 2.5° EPR =1.16.
E' importantissimo leggere il crash rec e il flight data rec per sapere come era configurato l'am.
MLG dovrebbe essere main landing gear
NLG nose landing gear.
Se cosi fosse, aveva cambiato i carrelli.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Black Magic

Messaggio da Black Magic » 18 gennaio 2008, 11:56

tartan ha scritto:I motori non sono idle in avvicinamento finale, ma in discesa, e non sempre. In atterraggio sono posizionati idle solo dopo la flare. poco prima della toccata.
Non è possibile volare idle con i flaps full down, gear down e un angolo di discesa di 2.5° ed una velocita 30% sullo stallo. Se poi c'è vento, normale vento non wind shear, la velocità in finale deve essere aumentata. Se si prevede wind shear bisogna essere preparati per contrastarlo.
Hai perfettamente ragione tartan.
Era un semplificazione estrema che avevo fatto per non complicare la spiegazione.
Grazie. :)

Avatar utente
Dany80
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 909
Iscritto il: 29 luglio 2006, 16:36
Località: Palazzolo sull'Oglio (BS)
Contatta:

Messaggio da Dany80 » 18 gennaio 2008, 11:56

tartan ha scritto:I motori non sono idle in avvicinamento finale, ma in discesa, e non sempre. In atterraggio sono posizionati idle solo dopo la flare. poco prima della toccata.
Non è possibile volare idle con i flaps full down, gear down e un angolo di discesa di 2.5° ed una velocita 30% sullo stallo. Se poi c'è vento, normale vento non wind shear, la velocità in finale deve essere aumentata. Se si prevede wind shear bisogna essere preparati per contrastarlo.
MD80 in discesa motori non inferiori a 1.1 EPR. In finale flap 40, 2 motori operativi, velocità 1.3 VS0+5 , angolo di discesa 2.5° EPR =1.16.
E' importantissimo leggere il crash rec e il flight data rec per sapere come era configurato l'am.
MLG dovrebbe essere main landing gear
NLG nose landing gear.
Se cosi fosse, aveva cambiato i carrelli.

Considerando la "perdita di potenza" che è una delle voci che sono girate più volte ieri si faceva appunto una supposizione:

1) quante probabilità ci sono che 2 motori si guastino improvvisamente poco prima dell'atterraggio?
2) un guasto di entrambi i motori mettiamo a 10 miglia dall'aeroporto con aereo già configurato per l'atterraggio possono impedire l'atterraggio stesso causando un atterraggio cortissimo come questo?

Se il pilota si rende conto della perdita del motore agisce di conseguenza... dall'angolo di attacco che si vede nel filmato si può pensare a due cose:

1) tentativo disperato di non atterrare in mezzo alla strada, quindi cercare di tenere in volo l'aereo ancora per qualche momento per raggiungere almeno l'aeroporto
2) Go around (?) ma in questo caso i motori dovrebbero essere al massimo...

C'è una cosa fondamentale che non si è ancora capita: era già in emergenza?

se aveva problemi ai motori avrebbe quantomeno segnalato l'emergenza, se invece i motori erano ok l'unica cosa che mi viene da pensare è appunto una condizione particolare di vento... a questo punto windshear (che però non era segnalato).
Daniele
<br>
Immagine

Black Magic

Messaggio da Black Magic » 18 gennaio 2008, 12:00

Dany,
al momento tutte le ipotesi sono plausibili (compreso il doppio flame out), in attesa che la HMAAIB svolga l'inchiesta.

London dude
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 45
Iscritto il: 21 marzo 2007, 19:10
Località: Milano - Londra

Messaggio da London dude » 18 gennaio 2008, 12:10

Black Magic ha scritto:
blusky ha scritto:mi sa che l'aero lo buttano...
Gli aerei sono assicurati ai Lloyds.
La copertura per il "corpo" di questo in particolare e' con AIG per circa USD 120 mln (che e' in questo caso il valore del corpo del B777-200ER)

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9566
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Messaggio da tartan » 18 gennaio 2008, 12:33

Sono daccordo con Black Magic. Con i miei interventi sul wind shear volevo solo evitare che ci si fossilizzasse su una unica ipotesi.
Pino
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Dany80
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 909
Iscritto il: 29 luglio 2006, 16:36
Località: Palazzolo sull'Oglio (BS)
Contatta:

Messaggio da Dany80 » 18 gennaio 2008, 12:39

tartan ha scritto:Sono daccordo con Black Magic. Con i miei interventi sul wind shear volevo solo evitare che ci si fossilizzasse su una unica ipotesi.
Pino
Difatti non intendevo fossilizzare nulla su un'ipotesi... ovvio che restano aperte tutte quante...

La mia considerazione attuale è che la più probabile secondo me è una situazione meteo particolare (windshear ?), anche se restano possibili problemi ai motori o altro...

Ovviamente finchè non ci sono info nuove o idee nuove la situazione resta questa... :)
Daniele
<br>
Immagine

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9566
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Messaggio da tartan » 18 gennaio 2008, 13:01

Non mi riferivo al tuo intervento, era più una considerazione generale. E' un po di tempo che quando succede qualcosa, sento parlare subito di wind shear, anche dagli organi di informazione. Fino a qualche anno fa la colpa era sempre dei piloti, ora sembra che la colpa sia sempre del wind shear. Ho avuto modo di far parte delle commissioni di inchiesta di due vecchi incidenti e non è stato così semplice individuarne le cause, nonostante crash recoder, voice recorder e flight recorder.
La cosa più importante è arrivare a capire i vari perché, non ce n'è mai uno solo, è sempre una catena, per poter migliorare i futuri livelli di sicurezza.
E' bene comunque parlarne, alla fine si esorcizza.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Dany80
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 909
Iscritto il: 29 luglio 2006, 16:36
Località: Palazzolo sull'Oglio (BS)
Contatta:

Messaggio da Dany80 » 18 gennaio 2008, 13:28

tartan ha scritto:Non mi riferivo al tuo intervento, era più una considerazione generale. E' un po di tempo che quando succede qualcosa, sento parlare subito di wind shear, anche dagli organi di informazione. Fino a qualche anno fa la colpa era sempre dei piloti, ora sembra che la colpa sia sempre del wind shear. Ho avuto modo di far parte delle commissioni di inchiesta di due vecchi incidenti e non è stato così semplice individuarne le cause, nonostante crash recoder, voice recorder e flight recorder.
La cosa più importante è arrivare a capire i vari perché, non ce n'è mai uno solo, è sempre una catena, per poter migliorare i futuri livelli di sicurezza.
E' bene comunque parlarne, alla fine si esorcizza.
Sono perfettamente daccordo con te....

La stampa non è nemmeno da considerare... dicono tante di quelle fesserie che non si contano più... e questo incidente non fa eccezione.

Diciamo che WindShear è una parola che piace ai giornalisti e la usano ipropriamente troppo spesso :)

Non avendo dati sottomano al momento le considerazioni che possiamo fare sono solo teoriche e basate su ciò che sappiamo (molto poco), però credo sia una cosa utile cercare di comprendere cosa sia accaduto... è un buon allenamento mentale... :)

Poi chiaro che bisognerà attendere i dati ufficiali... ma nel frattempo penso sia utile unire le nostre conoscenze per cercare di comprendere cosa è successo... poi l'inchiesta dirà se ci avevamo visto giusto :)
Daniele
<br>
Immagine

Avatar utente
Tixio
FL 150
FL 150
Messaggi: 1658
Iscritto il: 30 ottobre 2006, 13:08
Località: Roma
Contatta:

Re: MA

Messaggio da Tixio » 18 gennaio 2008, 13:45

Mardokk ha scritto:Un po corto!!Di solito si arriva lunghi...19 nodi di vento per un 777 sono quasi niente.Sarei curioso di sentire cosa si stavano dicendo i due piloti quando si sono accorti che erano bassi...........
Quindi la tua ipotesi qual'è? Distrazione dei piloti? :roll:
Tixio®
********************
Un Ingegnere non vive, funziona
********************
Tixioland - Il mio diario di bordo

ImmagineImmagine

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9567
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Messaggio da Maxx » 18 gennaio 2008, 14:05

Mio padre mi diceva adesso che al tg hanno riferito che Gordon Brown si è congratulato con il pilota definendolo un eroe, visto che è atterrato con i due motori spenti e senza un carrello. E' ovviamente da prendere col beneficio d'inventario, visto che la fonte è, appunto, un tg.

Avatar utente
Tixio
FL 150
FL 150
Messaggi: 1658
Iscritto il: 30 ottobre 2006, 13:08
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da Tixio » 18 gennaio 2008, 14:08

Maxx ha scritto:Mio padre mi diceva adesso che al tg hanno riferito che Gordon Brown si è congratulato con il pilota definendolo un eroe, visto che è atterrato con i due motori spenti e senza un carrello. E' ovviamente da prendere col beneficio d'inventario, visto che la fonte è, appunto, un tg.
Guarda, ormai tra video, foto e interviste a passeggeri e testimoni è abbastanza chiaro che c'erano sia i carrelli sia il motore. Lasciamo, al solito, che i nostri TG dicano quello che devono dire.... :roll:
Tixio®
********************
Un Ingegnere non vive, funziona
********************
Tixioland - Il mio diario di bordo

ImmagineImmagine

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9567
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Messaggio da Maxx » 18 gennaio 2008, 14:16

http://news.bbc.co.uk/2/hi/uk_news/engl ... 195298.stm

Se è vero quello che riferisce il sig. De Crescenzo, questi hanno preso una raffica violentissima di vento in coda in corto finale e hanno stallato.

Avatar utente
LS4
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 542
Iscritto il: 19 luglio 2007, 14:49
Località: LILC

Messaggio da LS4 » 18 gennaio 2008, 14:18

dalle fote sembrerebbe che le ali sono state danneggiate e dovrebbero avere perso carburante.

Ringraziando il cielo il 777 non si è incendiato; è perchè ha particolari accorgimenti per evitare/estinguere l'eventuale incendio o evitare la perdita dai serbatoi?
Don't worry about the world coming to an end today. It's already tomorrow in Australia

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Messaggio da FAS » 18 gennaio 2008, 14:25

Un po corto!!Di solito si arriva lunghi...19 nodi di vento per un 777 sono quasi niente.Sarei curioso di sentire cosa si stavano dicendo i due piloti quando si sono accorti che erano bassi...........

@ Mardokk il mio consiglio é di quello di automoderati!
prima di sentenziare sull´operato dei piloti dovresti leggere e capire le regole relative a quest´area...

grazie per la tua comprensione

ps per tutti
interventi non tecnici e non utili ai fini della discussione non saranno piú tollerati

grazie
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
pm
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 780
Iscritto il: 29 giugno 2005, 14:26
Località: bruxelles

Messaggio da pm » 18 gennaio 2008, 14:42

LS4 ha scritto:dalle fote sembrerebbe che le ali sono state danneggiate e dovrebbero avere perso carburante.

Ringraziando il cielo il 777 non si è incendiato; è perchè ha particolari accorgimenti per evitare/estinguere l'eventuale incendio o evitare la perdita dai serbatoi?
non so...ma a naso direi che l'essere atterrato e scivolato sull'erba e non su cemento ha evitato la formazione di scintille...
"Ladies and Gentlemen, this is your Captain speaking. We have a small problem. All four engines have stopped. We are doing our damnedest to get them going again. I trust you are not in too much distress."

Avatar utente
ginopatrassi
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 66
Iscritto il: 18 settembre 2007, 13:46
Località: Firenze

Messaggio da ginopatrassi » 18 gennaio 2008, 14:45

The great escape of Flight BA038
There was not enough time to warn the 136 passengers that they should adopt the brace position.

With just seconds to go before landing, Peter Burkill, captain of flight BA038, realised that his Boeing 777 was not going to make the runway rushing towards them.

It was 12.42pm. The flight, which had left Beijing 12 hours earlier, was on time. A minute from touchdown at Heathrow, Captain Burkill and his co-pilot discovered that the aircraft was dropping faster than the standard three-degree descent. There appeared to have been a catastrophic loss of power affecting both engines. The cockpit electronics may also have failed, leaving only the battery-powered airspeed indicator and altimeter operating.

In the next few seconds, the captain and his co-pilot would need all the skill they had accumulated in more than 20 years of flying to save their own lives, those of the 14 crew, passengers and potentially hundreds more in homes and schools under the flight path. What they did next was described as courageous and heroic by the chairman of British Airways last night.

Captain Peter Burkill, flying BA038, spotted the welcoming sight of Heathrow’s twin runways as the jet dropped out of cloud five miles from the airport. After more than 13 hours on duty, he and his co-pilot were looking forward to going home.

The air traffic controller at Heathrow’s tower had given them the final landing clearance and said there was only a slight crosswind averaging 18mph. Everything appeared to be going as normal as the aircraft descended gently over the well-worn approach over Central London.

Suddenly, in the cockpit, the atmosphere changed from routine to emergency drill. The aircraft’s two Rolls-Royce engines which had carried it uneventfully from Beijing for 12 hours, had gone lame. Still 400 yards short of the runway, Captain Burkill and his co-pilot sought to establish what was going wrong but with seconds to go before the aircraft hit the ground there was no time to warn passengers to brace themselves. Few of them noticed how close the aircraft was to homes and busy roads, but below them drivers in their cars ducked as the aircraft roared just 20ft over them.

After clearing the perimeter fence by a whisker, the 12 wheels on the two main landing gears slammed into the soggy turf about 40 yards beyond the fence. They dug in and were wrenched off by the aircraft’s momentum. The aircraft hurtled towards the runway, the unsupported fuselage and engines scraping along the grass.

Passengers were flung forward as it shuddered to a halt 400 yards from where it first touched down, and less than half its normal minimum landing distance when using full braking power.

As soon as it slithered to a stop the cabin crew wrenched open emergency doors, triggering gas canisters that inflated slides automatically. Within 90 seconds everyone was off the aircraft. Luggage and possessions were abandoned. The passengers were ushered across the grass as firecrews began filling the hot engines with foam. Disaster had been averted and only 18 people, including four crew, had been slightly injured during the evacuation.

A taxi driver who was at Heathrow as the aircraft came down said the rumbling noise of the its engines alerted him to the danger. He said it was so low “you would think you could lean out the window and touch it”.

“It passed over my vehicle at something like 20ft,” he told the BBC, “and over the perimeter [fence] at 15ft before it plunged into the runway. It hit the grass and the undercarriage went into the wings and the wings tilted up. It went about 200 yards and careered to a halt.”

An unnamed airport worker, speaking to the BBC, said that the pilot told him he had lost all power as the Boeing came in to land. He told News24: “He told me that aircraft shut down and he lost all his power and avionics. He just glided it in and lifted the nose up and managed to get it down. He lost power very close to coming in to land. He said he had no warning — it just went. It’s a miracle. The man deserves a medal as big as a frying pan. He has done a fantastic job.”

Martin Green, another airport worker, told Sky News: “It came in at a very high angle and just dropped like a stone — I would estimate 200ft.

“It seemed to be flying fairly slow and it had a very high angle of attack. The nose was high up in the air, which is very unusual.”

Mr Green, who has worked at the airport for 23 years, added: “It’s the first time I’ve seen anything like that, and I hope it’s the last.”

It was the most serious incident at Heathrow for 30 years, forcing the airport to close the runway and divert dozens of flights. The Prime Minister’s chartered British Airways 747 was left stranded by its departure gate. It was taking him and 25 leading businessmen, including Sir Richard Branson, on an official visit to Beijing. Passengers on that aircraft, which was about 1km from the crash scene, were told that all take-offs and landings were halted because there was no fire cover for the rest of the airport. The flight, also carrying Dame Kelly Holmes, the Olympic gold medallist, was allowed to take off after a 90-minute delay.

Only after they touched down did the passengers on BA038 realise how close they had come to disaster.

Jerome Ensinck said he thought that the flight had simply suffered a hard landing. “When we hit the ground it was extremely rough but I’ve had rough landings before and I thought, ‘This is the roughest I’ve had’.

“Then the emergency exits were opened and we were all told we should go through as quickly as possible, and the moment I was away from the plane I started to realise that the undercarriage was away, and we had missed the runway. I feel lucky at the moment, but I think now I realise I’ve had a close call.”

Antonio De Crescenzo, 52, from Naples, said there was little warning that the plane was in difficulty. “We were coming in to land but the plane felt like it should have been taking off. The engines were roaring and then we landed and it was just banging. Some people started to scream. It was quite terrifying, although people seemed to be quite calm. I think people were quite surprised when they were told to evacuate down the chutes.”

Another passenger, Paul Venter, said: “The wheels came out and went for touchdown, and the next moment we just dropped. When everything came to a standstill, I looked out of the window and the undercarriage was gone and the plane was on its belly. I didn’t speak to the pilot but I saw him, and he looked very pale, but there was no communication in the cabin.”

Jason Johnson, who was also on the flight, told Sky News: “We came in very, very fast. Once it landed, it spun 90 degrees. I felt like I was in a washing machine. The plane then came to a complete halt. We were told by the hostesses, ‘Please evacuate, follow our guidance’.”

He said: “It knocks you for six. It makes you get a finite appreciation of what you do have. You think of your family and your loved ones, and just how much they mean to you. I think I’m going to go home, give my wife a kiss, and spend some quality time, talk . . . and get it out of my system.”

Mike Zihni, who lives less than 50 metres from Heathrow’s southern perimeter fence, had just woken when he heard the roar of the engines. Having heard thousands of planes descend through a channel slightly to the right of his house, the taxi driver knew instantly that something was amiss. “It was very loud, as if the plane was a lot closer to the ground. I don’t normally notice the sound of the planes, but this time it was weird. It was like a reverse thrust, as if one of the engines was going back. I am just glad it did not veer even slightly to the left or right, otherwise it could have been in the houses.”

Clues about what went so catastrophically wrong will be found on the aircraft’s flight data recorder and voice recorder.
Gli scambi si fanno in base ad interessi reciproci, peccato che il fine ultimo sia quello di dominare sugli altri.

Avatar utente
ginopatrassi
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 66
Iscritto il: 18 settembre 2007, 13:46
Località: Firenze

Messaggio da ginopatrassi » 18 gennaio 2008, 14:46

In parole povere:
L'aereo ha subito una inaspettate perdita di potenza di entrambe i motori durante la parte finale dell'atterraggio. Non c'era stata alcuna segnalazione da parte dei sistemi di bordo dell'avaria e a causa della perdita di potenza anche il sistema elettrico era divenuto in parte inutilizzabile come anche gli strumenti che utilizzano il comandante ed il copilota per avere una lettura costante dei parametri di volo (velocità, altitudine ,rotta eccetera); infatti l'aereo a motori accesi traei l'energia elettrica necessaria da "dinamo" presenti all'interno dei motori
Il comandante ha dovuto cercare di tenere l'aereo in aria evitando gli ostacoli presenti prima dell'aeroporto alzando il muso del velivolo causandone di conseguenza una perdita di velocità. Una volta superata la recinzione l'ha fatto scendere e toccare sull'erba presente prima dell'inizio dell'asfalto. La ridotta velocità ,prossima a quella di stallo( Velocità minima limite per consentire il volo) ha fatto sì che l'aereo si fermasse in appena 400 metri (meno della metà dello spazio di cui ha bisogno un aeromobile di quel tipo per fermarsi in condizioni normali).
Il racconto fatto dalla BA va in contrasto con quanto detto da uno dei passeggeri il quale dice che sentiva i motori fare molto rumore come durante il decollo il che è incompatibile con la storia del calo di potenza.
Credo che le cause di tale incidente verranno verificate poi in sede di analisi dei dati delle scatole nere e del CVR (Cockpit Voice Recirder-Registratore delle voci posto nella cabina di pilotaggio).
Gli scambi si fanno in base ad interessi reciproci, peccato che il fine ultimo sia quello di dominare sugli altri.

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Messaggio da FAS » 18 gennaio 2008, 14:53

fonte?
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
ginopatrassi
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 66
Iscritto il: 18 settembre 2007, 13:46
Località: Firenze

Messaggio da ginopatrassi » 18 gennaio 2008, 15:04

Il "Times"
Gli scambi si fanno in base ad interessi reciproci, peccato che il fine ultimo sia quello di dominare sugli altri.

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9567
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Messaggio da Maxx » 18 gennaio 2008, 15:06

L'aereo è stato rimosso?

Avatar utente
Tixio
FL 150
FL 150
Messaggi: 1658
Iscritto il: 30 ottobre 2006, 13:08
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da Tixio » 18 gennaio 2008, 15:08

LS4 ha scritto:dalle fote sembrerebbe che le ali sono state danneggiate e dovrebbero avere perso carburante.

Ringraziando il cielo il 777 non si è incendiato; è perchè ha particolari accorgimenti per evitare/estinguere l'eventuale incendio o evitare la perdita dai serbatoi?
Credo piuttosto che si tratti del caso, cioè (non vorrei essere frainteso) della realizzazione della probabilità che l'incendio non si innescasse. I mezzi anti incendio in aeroporto ci sono anche per evenienze come questa, e dalle foto si nota lo schieramento.

Una domanda a chi ha più info: in un video (credo che però fosse immediatamente dopo l'incidente) si parla di una richiesta di atterraggio di emergenza. E' così? E' confermato?
Tixio®
********************
Un Ingegnere non vive, funziona
********************
Tixioland - Il mio diario di bordo

ImmagineImmagine

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9567
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Messaggio da Maxx » 18 gennaio 2008, 15:11

Sull'articolo tratto da bbc.com che ho postato poco sopra si dice che i piloti non hanno avuto il tempo di avvertire i passeggeri del problema. Se non lo abbiano avuto neanche per dichiarare emergenza alla torre non è chiaro.

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Messaggio da FAS » 18 gennaio 2008, 15:11

Tixio ha scritto:
LS4 ha scritto:dalle fote sembrerebbe che le ali sono state danneggiate e dovrebbero avere perso carburante.

Ringraziando il cielo il 777 non si è incendiato; è perchè ha particolari accorgimenti per evitare/estinguere l'eventuale incendio o evitare la perdita dai serbatoi?
Credo piuttosto che si tratti del caso, cioè (non vorrei essere frainteso) della realizzazione della probabilità che l'incendio non si innescasse. I mezzi anti incendio in aeroporto ci sono anche per evenienze come questa, e dalle foto si nota lo schieramento.

Una domanda a chi ha più info: in un video (credo che però fosse immediatamente dopo l'incidente) si parla di una richiesta di atterraggio di emergenza. E' così? E' confermato?
nulla di confermato!
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
Dany80
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 909
Iscritto il: 29 luglio 2006, 16:36
Località: Palazzolo sull'Oglio (BS)
Contatta:

Messaggio da Dany80 » 18 gennaio 2008, 15:15

ginopatrassi ha scritto: a causa della perdita di potenza anche il sistema elettrico era divenuto in parte inutilizzabile come anche gli strumenti che utilizzano il comandante ed il copilota per avere una lettura costante dei parametri di volo (velocità, altitudine ,rotta eccetera); infatti l'aereo a motori accesi traei l'energia elettrica necessaria da "dinamo" presenti all'interno dei motori
Molto strana questa doppia perdita di potenza... soprattutto così improvvisa...

comunque la bussola magnetica, l'altimetro e l'indicatore di velocità d'emergenza funzionano comunque anche senza energia in quanto strumenti meccanici...
Il comandante ha dovuto cercare di tenere l'aereo in aria evitando gli ostacoli presenti prima dell'aeroporto alzando il muso del velivolo causandone di conseguenza una perdita di velocità. Una volta superata la recinzione l'ha fatto scendere e toccare sull'erba presente prima dell'inizio dell'asfalto. La ridotta velocità ,prossima a quella di stallo( Velocità minima limite per consentire il volo) ha fatto sì che l'aereo si fermasse in appena 400 metri (meno della metà dello spazio di cui ha bisogno un aeromobile di quel tipo per fermarsi in condizioni normali).
In questo caso si tornerebbe alla considerazione iniziale che la toccata nell'erba sia voluta per evitare appunto danni peggiori...
Se il comandante ha dovuto tenere un angolo d'attacco alto per evitare gli ostacoli deve aver preso molta velocità e quindi era già prossimo allo stallo quindi per evitare una caduta molto pesante ha pensato di mettere le ruote a terra quanto prima.

Quindi sempre secondo quanto è detto in questo articolo l'aereo era controllabile e la toccata nell'erba è stata una cosa voluta dal pilota e non una cosa fortuita.


La fonte di questo articolo?


Non credo comunque si basino su notizie ufficiali per dire tutto questo... credo che di ufficiale ci sia poco per ora... bisognerà aspettare qualche giorno per avere qualche idea più chiara.
Daniele
<br>
Immagine

Avatar utente
Dany80
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 909
Iscritto il: 29 luglio 2006, 16:36
Località: Palazzolo sull'Oglio (BS)
Contatta:

Messaggio da Dany80 » 18 gennaio 2008, 15:25

Nell'articolo su BBC News si dice:

Theories about the cause of the crash include:

Mechanical or electronic failure (doppio flame out ?)
Birds flying into engines (doppio bird strike ?!?!?)
Sudden wind change (quanto dovrebbe essere forte questo cambiamento di vento?)
Pilot error

Credo che la faccenda del doppio motore spento e della mancanza di entrambe le alimentazioni elettriche che cita il Times venga da qui:

"An unnamed airport worker interviewed by the BBC said that the captain had told him that the Boeing 777-200ER had lost all power after "all the electronics" failed while the plane came in to land. "


Poi si dice:

Antonio De Crescenzo, 52, from Naples in Italy, said there was little warning that the plane was in difficulty.

He said: "We were coming in to land but the plane felt like it should have been taking off. The engines were roaring and then we landed and it was just banging.

Quindi tutto e il contrario di tutto... prima si dice che non c'era più potenza, motori spenti, ecc... e poi che i motori erano al massimo...
Daniele
<br>
Immagine

Avatar utente
Tixio
FL 150
FL 150
Messaggi: 1658
Iscritto il: 30 ottobre 2006, 13:08
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da Tixio » 18 gennaio 2008, 15:39

Maxx ha scritto:http://news.bbc.co.uk/2/hi/uk_news/engl ... 195298.stm

Se è vero quello che riferisce il sig. De Crescenzo, questi hanno preso una raffica violentissima di vento in coda in corto finale e hanno stallato.
Non capisco:

We were coming in to land but the plane felt like it should have been taking off. The engines were roaring and then we landed and it was just banging.

Dove interpreti la raffica e lo stallo? :|
Mi pare di leggere 19 kts, che sono una bella brezza
All'anima della brezza! :lol:
Tixio®
********************
Un Ingegnere non vive, funziona
********************
Tixioland - Il mio diario di bordo

ImmagineImmagine

Avatar utente
buran73
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 114
Iscritto il: 5 dicembre 2007, 15:51
Località: Preglia di Crevoladossola (VB)

Messaggio da buran73 » 18 gennaio 2008, 15:43

Within 90 seconds everyone was off the aircraft.
Non conosco le procedure nel dettaglio, ma mi sembra un ottimo tempo di evacuazione considerato che c'erano 136 persone a bordo e il probabile pericolo di incendio.
. . . io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono! [G. Gaber]

Avatar utente
Tixio
FL 150
FL 150
Messaggi: 1658
Iscritto il: 30 ottobre 2006, 13:08
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da Tixio » 18 gennaio 2008, 15:44

Dany80 ha scritto: Quindi tutto e il contrario di tutto... prima si dice che non c'era più potenza, motori spenti, ecc... e poi che i motori erano al massimo...
Io credo che finché non arrivano le interviste (delle autorità) ai piloti, se non direttamente l'analisi del FDR e del CVR, non avremo molto in mano: le testimonianze dirette tendono sempre ad essere un po' labili o ingigantite...

Delle foto postate ho notato sopratutto l'angolo del rudder e del relativo trim...vento laterale ce n'era, dunque...o spinta asimmetrica? Ma a quel punto del volo una spinta asimmetrica che danni può fare?...me perplesso...
Tixio®
********************
Un Ingegnere non vive, funziona
********************
Tixioland - Il mio diario di bordo

ImmagineImmagine

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9567
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Messaggio da Maxx » 18 gennaio 2008, 15:45

Tixio, se hanno ravvisato una raffica violenta di vento in coda e quindi una velocità all'aria molto bassa possono aver dato tutto motore per evitare lo stallo e riattaccare. Il perchè non ci siano riusciti non lo so.

Avatar utente
Tixio
FL 150
FL 150
Messaggi: 1658
Iscritto il: 30 ottobre 2006, 13:08
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da Tixio » 18 gennaio 2008, 15:51

Maxx ha scritto:Tixio, se hanno ravvisato una raffica violenta di vento in coda e quindi una velocità all'aria molto bassa possono aver dato tutto motore per evitare lo stallo e riattaccare.
Scusami, ho letto automaticamente il tuo "vento in coda" come "raffica laterale"...errore mio :wink:

Raffica di vento in coda? Mah, comunque non la vedo probabile per le condi meteo riportate poco sopra nel 3d...Se solo riuscissimo a sapere se sto mayday c'è stato o no...d'accordo, non cambia nulla, ma sarebbe già qualcosa di più significativo! :roll:
Il perchè non ci siano riusciti non lo so.
No, beh...sennò ti mandavamo subito in Inghilterra! :lol:
Tixio®
********************
Un Ingegnere non vive, funziona
********************
Tixioland - Il mio diario di bordo

ImmagineImmagine

London dude
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 45
Iscritto il: 21 marzo 2007, 19:10
Località: Milano - Londra

Messaggio da London dude » 18 gennaio 2008, 15:53

Altre foto delle parti danneggiate..........

http://www.heathrowpictures.com/pictures/pictures.html

Rispondi