Compagnia Aerea Italiana

Area dedicata alla discussione sulle compagnie aeree. Si parla di Alitalia, Air One, Air Dolomiti, Meridiana e tutte le altre compagnie aeree italiane e straniere

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato
Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da araial14 » 19 settembre 2008, 0:52

Aldus ha scritto:
worf359 ha scritto: Ah voglio solo ribadire una cosa ALITALIA è NOSTRA CAPITO!,è DI NOI CHè CI LAVORIAMO DENTRO,MIA DI AIR SURFER,ABFD AURUM,ZITTO ZITTO,I-FORD E PETER FLY CAPITO è NOSTRA E NON PERMETTEREMO A NESSUN AVVOLTOIO DI SPECULARCI SOPRA INTESI? e ora vedetela di farla finita con stè storie da bar perchè mi sono stufato e stavolta di brutto. :evil:
E hai tutta la mia e nostra solidarietà.
Sappiamo che voi siete dei professionisti, e che ora vi trovate in una situazione drammatica non per colpa vostra, ma per colpa di un sistema che ha portato la vostra azienda nello stato in cui è.
Quotatissimi entrambe...
Immagine
Immagine

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da araial14 » 19 settembre 2008, 0:56

Aldus ha scritto: In un paese come il Botswana avrebbe preso tolle e pennelli, e in una settimana avrebbe fatto il lavoro, tanto per essere chiari.

Ecco, questo è il perfetto "specchio" del perchè Alitalia ha fatto la fine che ha fatto.
E vedrete (spero di sbagliarmi) che ne vedremo altre di aziende/compagnie italiane fare la stessa fine.
Siamo lenti.
Siamo complicati.
E siamo persino tonti.

Siamo italiani.
Parole SANTE!!!
Immagine
Immagine

Avatar utente
fredain
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 208
Iscritto il: 2 gennaio 2007, 18:30
Località: MARINACCAD :(

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da fredain » 19 settembre 2008, 0:58

Mi rivolgo soprattutto a worf359. Vi capisco tutti quanti. E voglio solo aggiungere, prima di andare a letto, che la cosa che più mi dà fastidio è vedere come tutto l'odio, tutte le critiche si siano concentrate SOPRATTUTTO sui dipendenti AZ. Privilegiati, nullafacenti e così via. Ho avuto modo di assaggiare, per pochi giorni, quello che è il lavoro nello scalo, cosa vuol dire smaltire le file ai nazionali, prendersi insulti che non si meritano, il tutto con la prospettiva di uno stipendio (per chi lavora, ovviamente) non certo adeguato alle responsabilità che si hanno. E senza avere la certezza (penso ai vari stagionali da anni) che il prossimo contratto verrà proposto.
Insomma: mi è parso di vedere dei Lavoratori se non migliori, al pari di tutti gli altri. Privilegi e stipendi da favola forse esistono, ma non ho avuto modo di vederne, almeno per quanto riguarda la mia esperienza.

Per cui le voci che i giornali hanno colpevolmente contribuito a far girare tra la gente, per cui tutti i mali sono stati causati dai dipendenti tout cour...è una grandissima CALUNNIA.

Se si pensa a personaggi come Cimoli, si capisce come mai tutto ciò è assurdo ed umiliante. Se (come spero farà la GdF) si vorranno trovare le responsabilità VERE del disastro a cui è andata incontro questa azienda, negli ultimi trent'anni, sono sicuro che altri si scoprirà essere i responsabili.

L'Alitalia è stata divorata dalla politica, dal clientelismo, dagli incarichi di comodo. E perchè no, anche dai sindacati. Ma scaricare solo sui dipendenti le responsabilità è talmente da str***i.
Se c'è qualcuno che ha aiutato l'azienda a non finire peggio di come si trova oggi, è merito di chi, LAVORANDO (sul serio) ha contribuito a mantenere in moto il tutto, a far volare gli aerei con passeggeri e merci a bordo.
A loro spetta il riconoscimento in questo senso. E null'altro.

Per oggi ho finito.
- - - -- 9° AUPC MM -- - - -

pupillo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 130
Iscritto il: 5 marzo 2008, 11:12
Località: Roma

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da pupillo » 19 settembre 2008, 0:59

Aldus ha scritto:E comunque non c'è niente da fare: noi italiani siamo specialisti per combinare porcate economiche di tutti i generi.
Basti pensare a tutte le montagne di soldi buttati via (è il termine esatto) in opere assurde ed incomprensibili.
Striscia la notizia ce ne ha mostrate una caterba: ponti che finiscono a metà (di chi è la responsabilità? boh non è mai di nessuno), ospedali lasciati a metà (idem con patate), strade a metà (idem), telecomserbia, parmalat, spazzatura a napoli....evvaiiii.
Miliardi e miliardi buttati via senza ritegno e senza che nessuno li ripaghi mai.
Tutti innocienti.
Quando c'è da assumersi le responsabilità non si sa mai di chi sia la colpa, spariscono tutti dalla circolazione, anzi cominciano ad accusarsi gli uni con gli altri (perchè in Italia è così che si fa, bisogna sempre passare la patata bollente a qualcun'altro).
Alitalia non è che uno di questi meri esempi di "faciloneria ed antiprofessionismo".
Si tira avanti, si spreca,...ma sì... tanto va tutto bene per 20 anni: infine si arriva inevitabilmente al punto di non ritorno, e a farne le spese sono sempre i lavoratori.
Povero paese!
Ma dove vogliamo andare di questo passo?
Come possiamo progredire con questo modo di fare?
Si buttano via montagne di soldi in ca**ate disumane anzichè investirli (con coscienza e precisione!) nelle cose concrete.
Quando c'è da sprecare soldi nelle stupidaggini, i soldi ci sono sempre.
Quando c'è da metterli per cose veramente concrete per il progresso del nostro paese (aeroporti, strade, ponti, centrali, etc etc) c'è sempre qualcuno che dice NO, aggrappandosi a tutte le scuse bambinesche di questo mondo.
Basti pensare all'ammodernamento di Malpensa.
In cina quell'aeroporto l'avrebbero rimodernato in 6 mesi.
Da noi c'è voluto 20 anni di trattative idiote!
Non c'è niente da fare: siamo italiani, un vizio da cui non si cambierà mai, ce l'abbiamo addosso per natura.
Meglio buttare via palate di miliardi per i calciatori, per gli stadi, per pagare la sicurezza che tiene a bada i teppisti, e tutte queste baggianate.
Tanto se un calciatore tira fuori dalla porta la palla, non succede niente (sicuramente sarà colpa delle scarpe), i suoi miliardi se li prende lo stesso alla faccia dei babbei che continuano a fargli il tifo e che si svegliano tutte le mattine per andare a lavorare per due soldi.
Ma sì chissenefrega.
L'importante è che i calciatori facciano la bella vita: miliardi, belle donne, macchine di lusso, discoteca, fotografi, prime pagine, sponsor (con tanto di spot imbecilli in televisione che più che scassarci i maroni non fanno).
Il calciatore è sacro, anche se combina una ca***ta dietro l'altra (e maronna quante ne combinano)!
Un pilota no.
Guai.
Non può mai sbagliare, non può mai protestare, non può dormire in un albergo a 4 stelle...insomma non può fare niente perchè, se lo fa, "eccooo, questo quì non fa un c***o e prende più di me che mi sveglio tutte le mattine per andare in fabbrica, cicì, cocò, blabla, bebè".
Eppoi ancora "uff, ma i biglietti costano cari, uffa che palle, che ladrata, cicì, cocò, bebè, blabla"....mentre i biglietti per andare allo stadio, nooooooo, quelli non costano cari, e tutto per andare a vedere quattro pirla (miliardari) che tirano pedate a un pallone anzichè fare un servizio pubblico ed economico per il paese.
Dovesse fallire una squadra italiana?
Apriti o cielo!!
Piuttosto che svenderla agli stranieri gli italiani rinuncerebbero a metà del loro stipendio.
Fallisce una campagnia aerea italiana, anzi LA compagnia aerea italiana?
Ma sì, buttiamola via, svendiamola alla bancarella, tanto che ce ne frega: l'importante è la mia squadra di calcio, il mio abbonamento Sky, i miei biglietti per San Siro.

Eh sì, italiani brava gente.
Ci sarebbe da sbatterlo sulle testate di tutti giornali quello che hai scritto...forse così tutti gli str***i che gozzovigliano in questo paese sottosviluppato almeno si rendono conto di esserlo. E aggiungo riguardo ai "calciatori": un professore laureato di un liceo guadagna 800 euro al mese. Non ho parole. Meditiamo.

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da araial14 » 19 settembre 2008, 1:01

fredain ha scritto:Mi rivolgo soprattutto a worf359. Vi capisco tutti quanti. E voglio solo aggiungere, prima di andare a letto, che la cosa che più mi dà fastidio è vedere come tutto l'odio, tutte le critiche si siano concentrate SOPRATTUTTO sui dipendenti AZ. Privilegiati, nullafacenti e così via. Ho avuto modo di assaggiare, per pochi giorni, quello che è il lavoro nello scalo, cosa vuol dire smaltire le file ai nazionali, prendersi insulti che non si meritano, il tutto con la prospettiva di uno stipendio (per chi lavora, ovviamente) non certo adeguato alle responsabilità che si hanno. E senza avere la certezza (penso ai vari stagionali da anni) che il prossimo contratto verrà proposto.
Insomma: mi è parso di vedere dei Lavoratori se non migliori, al pari di tutti gli altri. Privilegi e stipendi da favola forse esistono, ma non ho avuto modo di vederne, almeno per quanto riguarda la mia esperienza.

Per cui le voci che i giornali hanno colpevolmente contribuito a far girare tra la gente, per cui tutti i mali sono stati causati dai dipendenti tout cour...è una grandissima CALUNNIA.

Se si pensa a personaggi come Cimoli, si capisce come mai tutto ciò è assurdo ed umiliante. Se (come spero farà la GdF) si vorranno trovare le responsabilità VERE del disastro a cui è andata incontro questa azienda, negli ultimi trent'anni, sono sicuro che altri si scoprirà essere i responsabili.

L'Alitalia è stata divorata dalla politica, dal clientelismo, dagli incarichi di comodo. E perchè no, anche dai sindacati. Ma scaricare solo sui dipendenti le responsabilità è talmente da str***i.
Se c'è qualcuno che ha aiutato l'azienda a non finire peggio di come si trova oggi, è merito di chi, LAVORANDO (sul serio) ha contribuito a mantenere in moto il tutto, a far volare gli aerei con passeggeri e merci a bordo.
A loro spetta il riconoscimento in questo senso. E null'altro.

Per oggi ho finito.
Quoto! La colpa non è dei dipendenti, che hanno sempre lavorato anche nelle situazioni più difficili e continuano a farlo (chapeau!) ma dei nullafacenti pseudomassoni che nei piani alti l'hanno divorata per anni!
Immagine
Immagine

Avatar utente
worf359
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1060
Iscritto il: 17 settembre 2007, 20:17
Località: Roma

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da worf359 » 19 settembre 2008, 1:09

Vi ringrazio veramente sapete la cosa migliore di questa assurda vicenda? è vedere la gente chè ci dimostra la lora solidarietà,oggi ero al campidoglio quando è arrivata la notizia del ritiro dell'offerta il mio e i cellulari degli altri miei colleghi presenti,sono diventati immediatamente bollenti appena saputa la notizia la prima cosa chè ho pensato è stata"è finita andiamo sulle piste a bloccare tutto" ma poi la rabbia del momento è passata e vi posso assicurare chè abbiamo faticato non poco a tenere la gente nei settori,domani tutto continuerà come sè niente fosse,tutto fco continuerà a funzionare regolarmente e principalmente per due motivi.
1)continuando a lavorare normalmente contnueremo ad assicurare i servizi senza creare disagi,
2) dimostrare chè siamo gente civile e chè stì personaggi non stanno trattando con dei barbari incivili.
comunque permettetemi una cosa lo schiaffo migliore è stat ofar partire regolarmente il volo papale lì veramente abbiamo dimostrato di cosa siamo fatti in Az( e vi posso assicurare chè la tentazione era molto ma molto forte).

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9214
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da air.surfer » 19 settembre 2008, 1:13

Un merito alla CAI bisogna riconoscerglielo:
ha saputo dar vita alla tanto cercata unità nelle file dei piloti.
Tanti ci hanno provato ma nessuno c'era mai riuscito.
Se prima eravamo tanti e frammentati, ora c'è un solo nucleo compatto.
A parte un esiguo numero di confederati che, credo, dopo il balbettante intervento del loro
rappresentante questa sera a "Porta a Porta",(io manco ho capito che ha detto)
darà le dimissioni domani.

Non so se servirà a qualcosa, ma è comunque una cosa che in oltre un decennio
di azienda, mi ha fatto piacere vedere e mi ha reso orgoglioso
di appartenere a questa categoria di professionisti.

Avatar utente
Emiliano
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 925
Iscritto il: 20 ottobre 2006, 0:06
Località: LIRF

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Emiliano » 19 settembre 2008, 1:14

worf359 ha scritto: domani tutto continuerà come sè niente fosse,tutto fco continuerà a funzionare regolarmente e principalmente per due motivi.
1)continuando a lavorare normalmente contnueremo ad assicurare i servizi senza creare disagi,
2) dimostrare chè siamo gente civile e chè stì personaggi non stanno trattando con dei barbari incivili.
Data l'indubbia professionalità mostrata dai lavoratori anche da me max solidarietà!


We've guided missiles, but unguided men. (M.L.King)


Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da araial14 » 19 settembre 2008, 1:37

air.surfer ha scritto: Non so se servirà a qualcosa, ma è comunque una cosa che in oltre un decennio
di azienda, mi ha fatto piacere vedere e mi ha reso orgoglioso
di appartenere a questa categoria di professionisti.
E che professionisti! Comunque, siete sempre i migliori...nelle compagnie aeree metterei solo piloti italiani...Ce ne fossero! Fossi l'amministratore di una compagnia straniera farei carte false pur di avere il know how i piloti ed i tecnici di AZ....Comunque un in bocca al lupo a voi tutti piloti AV e maestranze dal PROFONDO DEL CUORE!!!
Ultima modifica di araial14 il 19 settembre 2008, 2:01, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Immagine

Avatar utente
danyc77
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 685
Iscritto il: 24 novembre 2005, 14:43
Località: LIPZ

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da danyc77 » 19 settembre 2008, 1:55

Aldus ha scritto:E comunque aggiungo che, vista la situazione, non è che ci si poteva immaginare scenari rosei da tutta questa vicenda.
Siamo realistici.
[omissis]
Viene fatta domanda per ridisegnare le strisce (DOPO l'incidente del SAS, mai PRIMA ovviamente).
Bene...allora... servono i protocolli, le firme, il permesso di questo, di quello, di quell'altro, il bollo, il timbro, il sindacato, il politico, l'avvocato, il salumiere, il barbiere, il deejay....e alèèèè, tempo perso a rincorrere tutte queste baggianate.
Risultato di cotanta "precisione all'italiana"?
Un anno per ridipingere le striscie per terra a Linate!!

In un paese come il Botswana avrebbe preso tolle e pennelli, e in una settimana avrebbe fatto il lavoro, tanto per essere chiari.

Ecco, questo è il perfetto "specchio" del perchè Alitalia ha fatto la fine che ha fatto.
E vedrete (spero di sbagliarmi) che ne vedremo altre di aziende/compagnie italiane fare la stessa fine.
Siamo lenti.
Siamo complicati.
E siamo persino tonti.

Siamo italiani.
Aldus non posso che stra-quotarti!!!
Ma lasciamo stare!!! Finirei OT e non mi sembra opportuno...

Mi dispiace per quel che leggo sui giornali!
Io per taluni aspetti sono orgoglioso di essere italiano, per altri un po' meno..... ultimamente, da qualche anno a questa parte, stanno prevalendo i secondi!!!

Non voglio pensarlo, ma spesso mi dico: oramai siamo alla frutta, un po' in generale....

E' palese che a noi interessa più un Europeo o il mondiale di freccette, piuttosto dei veri concreti problemi che interessano il paese. Come Alitalia!

Anche se questo caso lo reputo scandaloso per come gestito in questi ultimi 15 anni(!), se ci fosse il vero interesse di salvare una compagnia, ben venga, sono il primo.... ma essere presi in giro.....
La semplice, costante palese e scandaloso-vergognosa politica che non riesce mai a risolvere nulla in un paese come il nostro!!!! E questo è assodato!!!!
Qui da Madrid spesso leggo articoli sull'Italia, e credetemi, il succo del discorso non è quasi mai positivo, anzi.... e questo fa male!
Non che altri paesi siano migliori da prendere ad esempio....ma ragazzi.... a me sembra che ultimamente siamo proprio invincibili nel nostro ruolo, eh?..... :roll:

Sia ben chiaro che se potessi salvare Alitalia, la salverei domani, lo farei ben volentieri, però purtroppo non posso!
E riconosco benissimo i problemi e le difficoltà che sorgeranno a parecchi dipendenti... ai quali va tutto il mio appoggio!

Io credo in questo lavoro! E' la mia vita e la mia passione!
Non capisco e non giustifico però le numerose critiche che vedo rivolte ai dipendenti....
JAA-ATPL(A)
CPL-ME-IR (A)
Citation C510 TR
Citation C560XL TR
Immagine
Immagine

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da araial14 » 19 settembre 2008, 1:57

Spero, spero vivamente che lo si possa vedere nel cielo con questa storica meravigliosa e gloriosa livrea...E' il mio AUGURIO!
Allegati
ALITALIA FOR EVER.jpg
Immagine
Immagine

Avatar utente
Astrid
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 404
Iscritto il: 15 maggio 2008, 1:28
Località: LIRQ / FLR
Contatta:

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Astrid » 19 settembre 2008, 2:17

Quanti rapaci ci sono in questo thread.

Fatemi capire: Vogliono dare ad un pilota di una compagnia aerea, che conta tra le proprie fila i piloti più preparati del mondo , lo stipendio di un autista di pullman e loro dovrebbero accettare perchè altrimenti "Alitalia fallisce per colpa dei piloti" ? Spero si sia scherzando, perchè altrimenti penso seriamente che qualcuno si sia fatto qualche bicchiere di troppo o necessiti urgentemente di una terapia psichiatrica intensiva.

Ah già, qualcuno disse: " Tre giorni e ho la cordata " e tutti i a crederci - e continuano a farlo -; chiedo scusa, mi ero perso questo passaggio.

Io penso che qualcuno davvero abbia bisogno di aprire gli occhi e vedere come stanno le cose.

Le cose stanno che un gruppo di pseudo politici di stampo mafioso hanno cercato, con il classico metodo dell'"italia moderna", di costringere una serie di lavoratori - che in primis avevano detto che andare in auto a lavoro non era un problema - a fare come loro vogliono pena il licenziamento; insomma la classica "proposta che non devi rifiutare".

Cosa hanno ottenuto? Un bel calcio nel sedere! Ed era ora che qualcuno, in questo paese dove davvero si preferiscono palloni e veline, desse una strigliata a chi di potere ne è ubriaco; queste persone hanno perso il loro posto di lavoro anche per noi, spero ve ne rendiate conto.

L'Alitalia è fallita perchè questi pseudo politici l'hanno utilizzata come discarica, mangiandoci sopra e infilandoci amici più o meno vari quando serviva un favore, ed hanno continuato a farlo in barba a tutti i lavoratori che fino ad oggi si sono fatto il mazzo per portare la pagnotta a casa ed in barba della cassa che segnava sempre rosso; ora che si sono abbuffati ed il cameriere ha portato loro il conto, "dimenticano" ciò che hanno ingoiato e la colpa è dei piloti che non vogliono stare al gioco che tristemente sta distruggendo il nostro paese? Ma che gli venisse un'indigestione a questi soggetti qua.

Che l'Alitalia sia un monumento della nostra società e che i piloti siano da prendere come esempio per rimettere un po' di ordine in questo paese che va al contrario di come dovrebbe andare.

Rispondendo a chi disse qualche pagina fa: "Ma guarda tu, i disoccupati che cerca di dare ordini" rispondo semplicemente che è ora di finirla con questa pagliacciata, i professionisti si pagano ed è ONESTO e CORRETTO che un professionista che cerca lavoro si presenti in un certo modo ad un colloquio e con determinate richieste, se ha le carte in regola può permettersi di farlo. Basta con questo atteggiamento ipocrita del: "Io sono il padrone e voi lavoratori dovete fare e pensare quel che dico io"; se un presidente o chi che sia è un cretino, è necessario che qualche esperto glielo faccia presente nel modo più consono, a meno che non vogliamo continuare con la nostra esemplare società - dei zimbelli - .

Voglio aggiungere una cosa: Per tutto il rispetto di chi ha appena preso l'ATPL, ma non trovo molto saggio spendere tra i 60 e gli 80 mila euro per un brevetto che altrove costa un terzo e ti dà le stesse possibilità; poi ognuno è libero di fare come vuole :)

E poi, per chi parla di "catastrofe nel trasporto aereo italiano", sinceramente ho sempre preso altri vettori e mi sono sempre mosso con grande efficienza in tutta italia :wink:

Astrid
Ottico Abilitato. Specialista in Contattologia.
Appassionato di Medicina Aeronautica.
Pilota.

Avatar utente
Asunchi
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 45
Iscritto il: 4 giugno 2007, 22:55
Località: Aristanis-Sardinnya/Milano-Itaglia

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Asunchi » 19 settembre 2008, 2:25

Mi permetterete di non unirmi al coro. A me le manifestazioni di giubilio odierne hanno fatto schifo.
La sensazione che ho è che non vi rendiate conto della situazione in cui vi trovate: parrebbe quasi ci siano fior di investitori che fanno a pugni per rilevare una compagnia che promette utili a frotte, non un unico gruppo di imprenditori che è stato spronato a buttare soldi nel cesso sperando che galleggino.
Spero davvero che lo Stato si comporti come tale, preparando anche un piano per garantire l'ordine pubblico in caso di blocchi agli aeroporti e riducendo quanto più possibile gli ammortizzatori sociali a nostro carico. Il carrozzone pubblico deve finire ed essere lasciato affondare anche a costo di subirne i disagi.

A chi diceva "ALITALIA è NOSTRA CAPITO!,è DI NOI CHè CI LAVORIAMO DENTRO [...]" rispondo che è nostra, di noi che, come utenti, per decenni abbiamo pagato biglietti fuori mercato e sopportato disagi all'ordine del giorno, di noi che come contribuenti abbiamo sborsato per ripianare bilanci perennemente in perdita.
Tranquilli che, anche adesso che non vi conviene lasciare aerei a terra per non bruciare la liquidità residua, noi maggioranza silenziosa non ci scordiamo dei casini passati.

janmnastami
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 548
Iscritto il: 11 agosto 2008, 15:30

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da janmnastami » 19 settembre 2008, 2:48

araial14 ha scritto: Il cinismo è un'arma a doppio taglio, specialmente se lo si usa contro persone che stanno per perdere il posto di lavoro. Io non so se lei sia così fortunato d'avere una professione che le possa garantire un'agiatezza da trasmettere anche ai suoi pronipoti...Ma attenzione, se così non fosse, l'effetto boomerang è sempre in agguato...Ci vuole delicatezza anche nell'esprimere il proprio dissenso e lei, mi scusi, lo sta facendo con sintetica populistica volgarità!
Non è cinismo, è realismo. Il mio intervento non è né denigratorio né vuol essere offensivo verso le professionalità che vi sono in AZ; semplicemente, è un dato di fatto che per la compagnia il fallimento è sempre più vicino. Vorrei sapere invece cosa propongono le organizzazioni sindacali per Alitalia.

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da aeb » 19 settembre 2008, 8:08

Astrid ha scritto: E poi, per chi parla di "catastrofe nel trasporto aereo italiano", sinceramente ho sempre preso altri vettori e mi sono sempre mosso con grande efficienza in tutta italia :wink:

Astrid
D'accordissimo su tutto il resto, permettimi - purtroppo - di dover dissentire su quest'ultimo punto. E' vero che ci sono altre opzioni, in termini di vettori. Ma, visto un fattore che si chiama load factor e che per definizione non può essere superiore a 100, temo fortemente che l'offerta (di voli) sarà alquanto superata dalla domanda, con i conseguenti casini.... Non è che se all'improvviso su una certa tratta la domanda duplica o triplica, in ragione del grounding dei velivoli AZ, le compagnie alternative possono adeguare i voli in quattro e quattr'otto...
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

effebi

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da effebi » 19 settembre 2008, 8:56

Un paio di pagine fa è stata riportata la notizia dell'annuncio da parte di SEAP e Easyjet del collegamento MXP - BDS giornaliero che parte i 1° ottobre.
Non riesco proprio a capire perchè sia stata accostata alla notizia del ritiro dell'offerta di CAI... ...per un motivo molto semplice. Già a metà luglio sul sito di easyjet era possibile acquistare i biglietti per questa tratta, ed io stesso ho acquistato due biglietti A/R per le vacanze di Natale giusto un paio di settimane fa... ...quindi, il fatto che l'ufficializzazione dell'apertura della tratta sia stata data in concomitanza con l'annuncio del ritiro di CAI è del tutto casuale. I due fatti non sono minimamente collegati. :roll:

Avatar utente
i_disa
FL 500
FL 500
Messaggi: 7207
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 22:43

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da i_disa » 19 settembre 2008, 9:07

Alitalia, il tempo delle accuse. I sindacati: la partita non è chiusa. Sacconi: Cai non c'è più
da rainews24.it

"Penso che la partita non sia chiusa. L'azienda non è fallita e forse la ritirata della Cai non è definitiva. Non credo che la partita si possa considerare chiusa a partire da quello che puo' fare il governo che può tentare di riannodare i fili della trattativa". All'indomani del ritiro dell'offerta per l'acquisizione di Alitalia da parte della Cai, il segretario nazionale della Filt Cgil, Franco Nasso, tine aperta la porta ad eventuali, altri tentativi di salvataggio. Dei quali per ora c'è solo una flebile traccia: Cai, nonostante l'offerta sia stata ritirata, non è stata sciolta.

Ieri sera lungo incontro fra i ministri più direttamente coinvolti nella vicenda, Altero Matteoli e Maurizio Sacconi, il sottosegretario Gianni Letta e il commissario straordinario della compagnia di bandiera Augusto Fantozzi. Ma a Porta a porta proprio Sacconi pare pessimista: per riavviare il tavolo del negoziato "servono tutte e due le parti, ma una delle due ora non c'è più, questa è la dura realtà. Se i sindacati che finora non hanno aderito portassero a me la proposta - ha aggiunto - la girerei a Cai, ma questa parte ora non c'è più".

Nell'immediato, Alitalia continua per ora a volare, ma Sacconi ha ricordato che la compagnia vola grazie a una licenza concessa dall'Enac a fronte di liquidità e prospettive di sviluppo adeguate. Se questi vengono meno, "è inevitabile che la licenza venga ritirata". Il fallimento, insomma, è alle porte.

Che le prospettive al momento siano tutt'altro che rosee lo ammette anche Nasso, a SkyTg24, commentando i 'festeggiamenti' di alcuni lavoratori Alitalia, ieri, a Fiumicino: "Non c'è niente da
festeggiare. E' una reazione che non capisco, la situazione è molto seria e i lavoratori sbagliano a festeggiare".

"Chi ha condotto la trattativa, Sacconi, l'ha condotta con Cgil, Cisl e Uil che non rappresentano più i piloti - dice Massimo Notaro, del sindacato Unione Piloti Italiani - Bisgna capire una volta per tutte che in Italia 153 aerei sono un fatto ridicolo. Non si possono buttare nel cestino un'ottantina di aerei, perché arriveranno le low cost e ci massacreranno. Prendere i piloti stranieri? Devono integrarsi con l'equipaggio, altrimenti non siamo in sicurezza".
la hostess ideale? quella che vi chiede: caffè, the o me

Maxlanz
FL 300
FL 300
Messaggi: 3469
Iscritto il: 15 giugno 2007, 12:40

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Maxlanz » 19 settembre 2008, 9:20

AlphaSierra ha scritto:
volare99 ha scritto:LH mette le mani su AP che a sua volta si prende buona parte del mercato italiano
sarebbe un sogno!
Straultramegaiperoversupergrandequotone.

Lo volesse il cielo, aggiungo. :wink:
Vai LH che Leone I non c'è più, ora c'è uno dei tuoi. :lol: :lol:

Ciao
Massimo

Maxlanz
FL 300
FL 300
Messaggi: 3469
Iscritto il: 15 giugno 2007, 12:40

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Maxlanz » 19 settembre 2008, 9:42

worf359 ha scritto: Ah voglio solo ribadire una cosa ALITALIA è NOSTRA CAPITO!,è DI NOI CHè CI LAVORIAMO DENTRO,MIA DI AIR SURFER,ABFD AURUM,ZITTO ZITTO,I-FORD E PETER FLY CAPITO è NOSTRA E NON PERMETTEREMO A NESSUN AVVOLTOIO DI SPECULARCI SOPRA INTESI? e ora vedetela di farla finita con stè storie da bar perchè mi sono stufato e stavolta di brutto. :evil:
Legittimo stufarsi come è legittimo che gli italiani siano arci (e ribadisco arci) stufi di pagare per mantenere in vita artificialmente la compagnia.

L'importante è capire cosa vi piacerebbe veramente.

Ieri sera durante i vari servizi del tg presi dopo il famoso annuncio del ritiro una signorina ha detto le seguenti cose: "visto che l'Europa non permette più aiuti noi vogliamo tornare pubblici, vogliamo essere riacquistati dallo stato".

Non so se questa fosse una sua personale opinione o invece fosse l'opinione anche degli altri, cioè piloti, av e personale di terra che aveva intorno.
Se così fosse non credo servano commenti.

'Walking on the moon', cantavano i Police.....

Ciao
Massimo

Avatar utente
MR
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 314
Iscritto il: 17 aprile 2007, 0:33
Località: La Spezia

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da MR » 19 settembre 2008, 9:43

Ho letto quasi tutta la discussione, non vorrei che qualcuno avesse già scritto questo, nel caso me ne scuso.

Giancarlo Cimoli
2 milioni 700 mila euro
Amministratore delegato e presidente di Alitalia ha dichiarato 2 milioni e 700 mila euro senza contare la lauta liquidazione ottenuta dalle Ferrovie dopo il suo passaggio all'Alitalia (intorno ai 6,7 milioni di euro).
Il suo stipendio (si fa per dire) è aumentato in un anno del 23%. Per essere più precisi: dai 2 milioni e 269mila euro annui del 2004 è passato ai 2 milioni e 786mila del 2006 (esattamente quanto guadagnano 210 dipendenti a contratto standard).

Oltre lui, quanti altri ce ne sono/erano/saranno in Alitalia con stipendi "da fame" simili al suo, ai piani alti (non certo sui piazzali sotto un temporale, o nel cockpit, o a staccare biglietti)?

(tratto da: http://lavoro.economia.alice.it/gallery ... m=525.html)

Avatar utente
buran73
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 114
Iscritto il: 5 dicembre 2007, 15:51
Località: Preglia di Crevoladossola (VB)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da buran73 » 19 settembre 2008, 10:11

Non ho mai volato con AZ, ma sto cercando di seguire la vicenda lo stesso, sia prima di tutto come contribuente sia perché 20.000 disoccupati in un colpo solo sarebbero più che un problema per la collettività.
Sono convinto che dell'attuale situazione in molti possano essere considerati corresponsabili: politica, management, personale, sindacati. Nessuno è senza peccato, nonostante alcune dichiarazioni.
Solo due considerazioni:
- è assurdo che una trattativa debba essere affrontata con un esercito di sigle sindacali diverse: potrei capire rappresentanze separate per il personale di volo e quello di terra, ma così come ora ci troviamo una "proprietà" (o un compratore, come preferite, su cui si possono avere tutte le riserve che si vuole intendiamoci!) che tratta con una miriade di schegge più o meno impazzite, che godono in ogni caso di un potere abnorme. Mi piacerebbe vedere cosa sarebbe successo con sindacati tipo quelli svizzeri che in pratica hanno una funzione poco più che simbolica . ..
- se vi sono dipendenti che preferiscono il fallimento alla cordata (vale sempre quanto scritto prima eh!) allora abbiamo capito con che razza di "persone" si ha a che fare . . .
Spiace per coloro che in AZ come in tutte le aziende lavorano con serietà e coscienza. Maggioranza (perché sono convinto che siano un bel po') come sempre silenziosa.
. . . io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono! [G. Gaber]

Avatar utente
volare99
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 175
Iscritto il: 12 novembre 2006, 19:40
Località: COMO (PDN)/LAGOS (NG)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da volare99 » 19 settembre 2008, 10:22

la trattativa non sarebbe ancora chiusa definitivamente, a leggere le notizie riportate dalle agenzie di stampa si starebbe ancora discutendo...sono state prese 72 ore di tempo per vedere se c'è ancora spazio per ricucire lo strappo tra i sindacati e CAI

intanto dal fronte ENAC
09.57 Enac: "Voli a rischio dal 2 ottobre"
"Noi applichiamo un regolamento comunitario del '92. Il primo requisito che deve avere una compagnia per conservare la licenza di volo è che dimostri di avere liquidità sufficiente per almeno tre mesi, in modo che possa far fronte agli impegni. Quando ci si trova di fronte ad una sistuazione di crisi acclarata, come è stato per la compagnia di bandiera, si può rilasciare una licenza provvisoria in presenza di un piano di ristrutturazione. Ed è quello che abbiamo fatto noi in presenza del progetto Cai". A parlare è il presidente dell'Enac, Vito Riggio, che, con il direttore generale Silvano Manera, ha convocato per lunedì 22 settembre alle 10 presso la direzione generale dell'Enac il commissario straordinario di Alitalia, Augusto Fantozzi, per verificare, dopo che la compagnia di bandiera ha abbandonato le trattative, il permanere dei requisiti per il mantenimento delle licenze rilasciate dall'Ente a Alitalia, Alitalia Express e Volare.
"Lunedì vedremo il commissario Fantozzi e -continua Riggio- capiremo se e quali altre ipotesi di ristrutturazione finanziaria sono oggi possibili". Se non ci saranno le condizioni, lo stop alla licenza sarà inevitabile ma Riggio sottolinea che ciò non vuol dire che già da lunedì gli aerei di Alitalia restino a terra "perchè come prassi apriremo un'istrutturia formale per fare tutte le verifiche".
E sui tempi Riggio spiega ancora: "Se non ci fosse nulla di concreto sull tavolo, tempo una settimana o al massimo dieci giorni e gli aerei non potrebbero più alzarsi da terra. Ma ovviamente ci auguriamo che questo non accada".

http://www.tgcom.mediaset.it/tgfin/arti ... 7578.shtml

Avatar utente
Angus_Air
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 179
Iscritto il: 8 marzo 2008, 23:49

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Angus_Air » 19 settembre 2008, 10:32

fredain ha scritto:Mi rivolgo soprattutto a worf359. Vi capisco tutti quanti. E voglio solo aggiungere, prima di andare a letto, che la cosa che più mi dà fastidio è vedere come tutto l'odio, tutte le critiche si siano concentrate SOPRATTUTTO sui dipendenti AZ. Privilegiati, nullafacenti e così via. Ho avuto modo di assaggiare, per pochi giorni, quello che è il lavoro nello scalo, cosa vuol dire smaltire le file ai nazionali, prendersi insulti che non si meritano, il tutto con la prospettiva di uno stipendio (per chi lavora, ovviamente) non certo adeguato alle responsabilità che si hanno. E senza avere la certezza (penso ai vari stagionali da anni) che il prossimo contratto verrà proposto.
Insomma: mi è parso di vedere dei Lavoratori se non migliori, al pari di tutti gli altri. Privilegi e stipendi da favola forse esistono, ma non ho avuto modo di vederne, almeno per quanto riguarda la mia esperienza.

Per cui le voci che i giornali hanno colpevolmente contribuito a far girare tra la gente, per cui tutti i mali sono stati causati dai dipendenti tout cour...è una grandissima CALUNNIA.

Se si pensa a personaggi come Cimoli, si capisce come mai tutto ciò è assurdo ed umiliante. Se (come spero farà la GdF) si vorranno trovare le responsabilità VERE del disastro a cui è andata incontro questa azienda, negli ultimi trent'anni, sono sicuro che altri si scoprirà essere i responsabili.

L'Alitalia è stata divorata dalla politica, dal clientelismo, dagli incarichi di comodo. E perchè no, anche dai sindacati. Ma scaricare solo sui dipendenti le responsabilità è talmente da str***i.
Se c'è qualcuno che ha aiutato l'azienda a non finire peggio di come si trova oggi, è merito di chi, LAVORANDO (sul serio) ha contribuito a mantenere in moto il tutto, a far volare gli aerei con passeggeri e merci a bordo.
A loro spetta il riconoscimento in questo senso. E null'altro.

Per oggi ho finito.
quoto al 100%...grande FREDAIN !!!

Avatar utente
volare99
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 175
Iscritto il: 12 novembre 2006, 19:40
Località: COMO (PDN)/LAGOS (NG)

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da volare99 » 19 settembre 2008, 10:46

intanto se le cose restano così, deve intervenire il governo e immettere liquidità per garantire il trasporto pubblico aereo...questo potrebbe anche durare mesi e mesi

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da aeb » 19 settembre 2008, 11:03

bomber78 ha scritto:
:mrgreen: :!: ecco la cordata....i forumisti di md80 hanno comprato az! allora tutto bene quel che finisce bene, nessun avvoltoio speculerà sopra az, voi continuate a volare felici e soprattutto 60 milioni di italiani la smetterando di cacciare tutti i mesi la grana per qs vergognoso carro***ne :mrgreen:
...molti meno di 60 milioni, tenuto conto dell'evasione fiscale (problema leggerissimamente più serio di AZ, in termini di impatto sui conti pubblici). Ma si sa, quando si parla di AZ - non ho ancora capito perchè - è la sagra del luogo comune.......
Ultima modifica di aeb il 19 settembre 2008, 11:06, modificato 1 volta in totale.
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

bomber78
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 751
Iscritto il: 18 gennaio 2008, 10:42

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da bomber78 » 19 settembre 2008, 11:06

bah....non sono io quello che gode....a dire la verità sono contentissimo per voi che avete avuto quello che chiedavate...o mi sbaglio? a guardare qs foto mi sembra che voi siate moooooolto felici

Immagine

Immagine

Immagine

evviva evviva evviva
Ultima modifica di bomber78 il 19 settembre 2008, 11:08, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
Paolo_61
FL 500
FL 500
Messaggi: 9181
Iscritto il: 11 settembre 2008, 17:53
Località: MIL

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Paolo_61 » 19 settembre 2008, 11:06

volare99 ha scritto:intanto se le cose restano così, deve intervenire il governo e immettere liquidità per garantire il trasporto pubblico aereo...questo potrebbe anche durare mesi e mesi
Lo stato non può metterci un Euro, per una serie di ragioni (Europa inclusa).
Finiti i soldi del carburante si va al grounding, e poi vedrete che qualcuno che si compra aerei e slot non sarà difficile da trovare.

airbusfamilydriver
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 3656
Iscritto il: 16 luglio 2007, 1:38

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da airbusfamilydriver » 19 settembre 2008, 11:07

volare99 ha scritto:intanto se le cose restano così, deve intervenire il governo e immettere liquidità per garantire il trasporto pubblico aereo...questo potrebbe anche durare mesi e mesi
la nazionalizzazione in attesa di comrpatori sarebbe una delle alternative di emergenza di berlusconi,come riporta oggi la stampa

Avatar utente
Paolo_61
FL 500
FL 500
Messaggi: 9181
Iscritto il: 11 settembre 2008, 17:53
Località: MIL

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Paolo_61 » 19 settembre 2008, 11:10

airbusfamilydriver ha scritto:
volare99 ha scritto:intanto se le cose restano così, deve intervenire il governo e immettere liquidità per garantire il trasporto pubblico aereo...questo potrebbe anche durare mesi e mesi
la nazionalizzazione in attesa di comrpatori sarebbe una delle alternative di emergenza di berlusconi,come riporta oggi la stampa
Secondo me vi illudete. Finiti i soldi finisce tutto, e si riparte da zero (naturalmente a quel punto assunzioni su base nominativa e base di armamento dove serve, e non necessariamente FCO).

Avatar utente
raoul80
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1272
Iscritto il: 17 maggio 2006, 12:27
Località: Milano - Bari

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da raoul80 » 19 settembre 2008, 11:12

Alitalia: ancora tre giorni per riaprire la trattativa con la Cai

La Compagnia Aerea Italiana, la cordata di 16 imprenditori guidata da Roberto Colaninno che ieri pomeriggio ha ritirato l’offerta per l’acquisizione di Alitalia, potrebbe decidere di riaprire la trattativa.
È la speranza emersa ieri sera al termine di una riunione ministeriale del governo che ieri si è dato ancora tre giorni di tempo per cercare di convincere in extremis la Cai a rientrare nella partita. La speranza si basa su un dato di realtà: la cordata di Colaninno, nonostante le molte perplessità sulla redditività dell’operazione di alcuni soci (tra cui Benetton), non si è ancora sciolta.

Secondo il ministro del Lavoro Sacconi non esistono altri concreti interessamenti, né da parte di Lufthansa né di Airfrance, il vettore della precedente trattativa per l’acquisizione della nostra ormai ex compagnia di bandiera. Delle perplessità giunte dalle compagnie estere ha parlato anche lo stesso commissario straordinario Fantozzi in una lettera al Corriere della Sera: a queste condizioni Air France, Lufthansa e British hanno declinato la richiesta di intervento.
Allora l’unica proposta seria - ha ribadito il ministro in un’intervista al Giornale Radio Rai - è ancora quella della Cai. Ma per farcela, ha detto, l’unica possibilità è che i sindacati che non hanno firmato ci ripensino.
I piloti dell’Anpac, certo. Ma soprattutto la Cgil di Epifani, che ieri ha convocato una conferenza stampa per ribattere alle accuse di irresponsabilità che gli sono piovute dal governo (e non solo). La colpa, secondo il più forte sindacato italiano, è tutta della Cai e dell’esecutivo. ‘’È stata la Cai a tirarsi indietro'’ perché ‘’si sono accorti che non riuscivano a risolvere il problema del personale di volo'’. Inoltre, ‘’già da qualche giorno trapelava che all’interno della cordata c’erano contrasti'’, ha dichiarato. “Lo scaricabarile sulle responsabilità, soprattutto se preventivo” ha aggiunto “non è degno di un paese civile”.
Una versione che non convince il governo, ovviamente. “Ci sono responsabilità della Cgil e dei piloti” ha detto Silvio Berlusconi. “E ci sono anche responsabilità politiche”. Ma non convince nemmeno la Cisl, l’Ugl, la Uil, i tre sindacati che si erano dichiarati disponibili a chiudere. Tra i più critici, il segretario della Cisl Raffaele Bonanni. “È stata la follia di pochi e di alcune sigle sindacali che hanno portato alla chiusura delle trattative, per responsabilità di pochi pagheranno in molti”, ha denunciato. Feroce anche le parole scelte dal leader della Uil Luigi Angeletti: “L’azienda era morta e qualche mio collega si accinge a fare il becchino”.
Sono dunque poche e strette le strade per risollevare la compagnia di bandiera. E il commissario Fantozzi lo sa: in cassa dovrebbero esserci, a seconda delle stime, dai 30 ai 50 milioni di euro. Considerato che la compagnia perde un paio di milioni di euro al giorno, equivarrebbero a due/tre settimane di autonomia, prima di dover portare i libri in tribunale e mettere in mobilità i dipendenti.
A meno che, appunto, non si riesca a far tornare al tavolo per un accordo in extremis Cai e sindacati. Ma se tale prospettiva non dovesse essere percorribile, il commissario straordinario potrebbe anche valutare di cedere le attività cargo e il patrimonio immobiliare. Per portare qualche soldo in cassa e trovare un partner estero interessato all’acquisto.

Altrimenti diventerà concreto quello che fino a ieri nessuno aveva seriamente messo in conto: il fallimento. Una sorte toccata anche ad altre compagnie di bandiera (Swiss Air e Sas, per esempio) che sono comunque riuscite a riemergere. Anche per Alitalia si prospetta un volo in picchiata “all’inferno” del Tribunale fallimentare? A oggi nessuno può dirlo, né escluderlo. Con buona pace, ovviamente, oltre che dei dipendenti (molti dei quali ieri hanno accolto con gioia la notizia del fallimento della trattativa), anche degli azionisti della attuale compagnia, siano essi il Tesoro italiano o i piccoli risparmiatori.

http://blog.panorama.it/economia/2008/0 ... on-la-cai/

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da aeb » 19 settembre 2008, 11:12

bomber78 ha scritto:bah....non sono io quello che gode....a dire la verità sono contentissimo per voi che avete avuto quello che chiedavate...o mi sbaglio? a guardare qs foto mi sembra che voi siate moooooolto felici

Immagine

Immagine

Immagine

evviva evviva evviva
Bene, ecco l'ennesimo esempio di luogo comune.... vedi grassetto (mio) nel quote. "Voi" chi? In quelle foto conti forse tutti i dipendenti AZ? :? O vi riconosci zitto zitto o air.surfer o worf etc. etc. ? :roll: In quest'ultimo caso, ti dispiacerebbe indicarceli, son curioso di scoprire che aspetto hanno (a parte worf che ho già incontrato).... :mrgreen:

Usare le parole con precisione e senza generalizzare, grazie
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Avatar utente
silvernik1
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 237
Iscritto il: 16 settembre 2005, 18:46
Località: LIML MILANO

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da silvernik1 » 19 settembre 2008, 11:14

MA cosa state dicendo??Sto sentendo un mare di cose dette un po a caso...e un po di parte..diciamo che sembra la " curva" di Alitalia!!Ma ragazzi come si fa a dire,ci si preocupa per una squadra di calcio che fallisce e non di Alitalia,ma stiamo scherzando????????????????Cosa vorreste dire,che in quanto italiano,in quanto nato in questo paese,dovrei lottare con tutte le forze e autotassarmi x fare sopravvivere alitalia???Incredibile!!!Ma nn pensate che come ci sono milioni di persone a cui sta a cuore la vicenda,ce ne sono molte di più alle quali nn frega nulla di alitalia,mica si muovono tutti in aereo.Secondo il vostro ragionamento allora,io dovrei disdire il mio abbonamento sky...e pagare un biglietto alitalia 50 euro in più x salvare la compagnia,ma dai!!!Falliscono molte aziende ogni giorno,e nessuno batte ciglio,la gente va a casa,licenziata,e nessuno parla e ora siamo qui a scandalizzarci,abbiamo e dico ABBIAMO(con le tasse visti gli aiuti statali) mandato avanti alitalia x anni,ora che fallisca e che tutti si prendano le proprie responsabilità!!Anche i lavoratori che esultavano..che schifo,per anni hanno continuato a mangiare la carcassa di Alitalia,spolpandola fino all'ultimo e ora si lamentano,e parlo x cognizione di causa x gli assistenti di volo,una mia carissima amica,ha lavoato in alitalia ed arrivava a 2700 euro al mese quando andava male,ora lavora in Air One..ha detto che fa più tratte e prende 1800 euro al mese!!!!e questo solo una assistente di volo,figuriamoci il resto..!!L'azienda è stata gestita in maniera indecorosa..quando gli altri assumevano a 1000 euro al mese,alitalia,ferma ancora ai contratti di 30 anni fa,assumeva a 2500...fino all'anno scorso..ma cavolo EPURAZIONE la prima cosa da fare...si manda in pensione il vecchio e si assume il nuovo al minimo sindacale!!!!!!!Questo vle x tutte le aziende un po in difficoltà..solo che tutti hanno sempre pensato che alitalia fosse immortale...beh ora tutti a casa come milioni di lavoratori di piccole aziende che falliscono e non si mettono a piangere in strada!!!Mi spiace x quei lavoratori che avrebbero accettato il piano Cai pur di nn rimanere con il c.u.l.o per terra..ma x alcuni prendere 1300 euro al mese al posto di 3000 era davvero una cosa oscena..da plebei..nn sanno che la gente comunque ci vive con quei soldi..e non parlo solo dei piloti,sto parlando di A/V vari.beh piuttosto che 1300 euro al mese...meglio stare a casa in cassa integrazione (se la daranno)a 900 euro.è stata comoda la vita fino ad oggi..e ggi si pagano le conseguenze.
Scusate lo sfogo

bomber78
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 751
Iscritto il: 18 gennaio 2008, 10:42

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da bomber78 » 19 settembre 2008, 11:16

silvernik1 ha scritto:ma cavolo EPURAZIONE la prima cosa da fare...si manda in pensione il vecchio e si assume il nuovo al minimo sindacale!!!!!!!Questo vle x tutte le aziende un po in difficoltà..solo che tutti hanno sempre pensato che alitalia fosse immortale...beh ora tutti a casa come milioni di lavoratori di piccole aziende che falliscono e non si mettono a piangere in strada!!!Mi spiace x quei lavoratori che avrebbero accettato il piano Cai pur di nn rimanere con il c.u.l.o per terra..ma x alcuni prendere 1300 euro al mese al posto di 3000 era davvero una cosa oscena..da plebei..nn sanno che la gente comunque ci vive con quei soldi..
...cosi parlò il saggio......

Maxlanz
FL 300
FL 300
Messaggi: 3469
Iscritto il: 15 giugno 2007, 12:40

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da Maxlanz » 19 settembre 2008, 11:19

airbusfamilydriver ha scritto:
volare99 ha scritto:intanto se le cose restano così, deve intervenire il governo e immettere liquidità per garantire il trasporto pubblico aereo...questo potrebbe anche durare mesi e mesi
la nazionalizzazione in attesa di comrpatori sarebbe una delle alternative di emergenza di berlusconi,come riporta oggi la stampa
Ma è questo a cui puntavate? :shock:

Ciao
Massimo

Avatar utente
silvernik1
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 237
Iscritto il: 16 settembre 2005, 18:46
Località: LIML MILANO

Re: Compagnia Aerea Italiana

Messaggio da silvernik1 » 19 settembre 2008, 11:23

nn è questione di saggio o no..ma di essere realista!!!è ovvo che dispiace che molte persone stiano a casa..ma...non ci sono via d'uscita se nn si fanno dei passi l'uno verso l'altra...!Mi chiedo perchè una nuova compagnia che nasce assume a certi stipendi,e Alitalia assume al triplo di quegli stipendi,certo se ci fossero i soldi nessun problema..ma visto che nn ci sono i soldi qualcosa si doveva fare..secondo me!!!Purtroppo in tutte le aziende private succede questo..fallisci,arriva un altro che compra,e riassume tutti alle sue condizoni,chi nn accetta le condizioni può andare a casa!!!perchè alitalia dovrebeb essere diverso e tutto dovrebbero averlo in mano i lavoratori e nn il compratore?Il compratore dice:"se volete è così sennò tutti a casa"..lo so che è un ricatto..ma cominciate a dire si e mandate in giro i curriculum,come farebbe un qualsasi lavoratore normale,poi si vedrà..po mi auguro x loro che arrivi LH AF e paghino a tutti gli stessi stipendi e che tutti siano felici..ma la vedo dura.
Non è che quando un'azienda che produce,che ne so,ferri da stiro, composta da 100 persone fallisce,Belusconi scende in campo,cerca la cordata o lo stato la aiuta(quindi NOI la aiutiamo) x non farla fallire...!lo abbiamo fatto..x anni con Alitalia..cercando in tutti i modi di salvarla..e ora ci ritroviamo in questa situazione..xchè comunque..l'obiettivo finale era quello,mandare tutti a casa e riprendere il tutto a prezzi da fame..finirà così,secondo me ovviamente!!
Ultima modifica di silvernik1 il 19 settembre 2008, 11:27, modificato 1 volta in totale.

Bloccato