Gps Aeronautico o Ipad?

Area dedicata alla discussioni sulle procedure di navigazione e sulla meteorologia aeronautica

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1982
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da camicius » 12 novembre 2011, 15:00

Rispondo da pilota privato VFR.
Sicuramente avere a disposizione un icoso o un navigatore, certificato o meno è comodo. Però bisogna stare attenti a non basarsi solo su quelli. Chiaro che tutti gli automatismi (GPS compreso) sono comodi, ma visto che non sono affidabili a livello di una cartina e del cervello umano, è meglio abituarsi a non utilizzarli, e arrangarsi con cartina e occhio, come cerco di fare io.

Per i disclaimer, è sempre meglio mettere le mani avanti per non cadere indietro.
Sto sviluppando (in beta) un logbook online, e anche se so per certo che non può succedere, nel disclaimer dico di non rispondere dei danni che il mio programma fa dove è installato. Siccome il programma lo regalo (è rilasciato in GPL) è ovvio che non posso rispondere dei danni, ma è meglio dirlo che lasciarlo sottinteso...

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12128
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da AirGek » 12 novembre 2011, 16:42

Scusa camicius, il logbook lo stai facendo così per farlo, no perchè un logbook deve rispettare certi requisiti per poter essere usato seriamente e sul web trovi già il logbook fully JAA/EASA compliant aggratis.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
GiorgioS
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 6 settembre 2011, 11:24
Località: Toscana

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da GiorgioS » 13 novembre 2011, 17:41

camicius ha scritto:Rispondo da pilota privato VFR.
Chiaro che tutti gli automatismi (GPS compreso) sono comodi, ma visto che non sono affidabili a livello di una cartina e del cervello umano, è meglio abituarsi a non utilizzarli, e arrangarsi con cartina e occhio, come cerco di fare io.
Scusami ma la tua è una visione arcaica e non motivata. I GPS sono affidabilissimi ed esiste una vastissima letteratura, anche sul web, in merito. Pur riconoscendo che una carta a bordo ci deve essere e bisogna saperla usare in caso di necessità, sostenere che questo debba essere il sistema primario di navigazione è un'affermazione che non condivido affatto.
Questa storia dell'inaffidabilità dei sistemi di navigazione è un antico retaggio che deve essere IMHO demolito per sempre.
Tutto questo detto con simpatia e senza polemica :)
pilotastro della domenica

Avatar utente
Ashaman
FL 400
FL 400
Messaggi: 4197
Iscritto il: 1 agosto 2005, 21:19
Località: N40°54'53.57" E14°49'29.08"

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da Ashaman » 13 novembre 2011, 19:18

GiorgioS ha scritto:Questa storia dell'inaffidabilità dei sistemi di navigazione è un antico retaggio che deve essere IMHO demolito per sempre.
Non è una questione di inaffidabilità. È, per usare una metafora, una questione di dipendenza, almeno secondo me. Il funzionamento di qualsiasi dispositivo meccanico (o elettrico, o elettronico... ma usiamo meccanico come metafora principale) adatto alla navigazione aerea DIPENDE da sorgenti di dati esterne non da poi tanta fiducia da poterlo prendere come campione assoluto a prova di bomba e a occhi chiusi. Il GPS vero non è come il GPS di Flight Simulator, la cui precisione è millimetrica e il funzionamento assolutamente affidabile in quanto parte integrata del simulatore stesso. I veri GPS possono essere soggetti a malfunzionamenti di vario tipo, intrinsechi o estrinsechi.

Questo non significa siano inaffidabili, ma che sono soggetti, per motivazioni interne alla loro circuiteria o relativa ai segnali che ricevono dall'esterno a poter decidere di smettere di funzionare correttamente... o anche del tutto. Anche se tutti i GPS adatti all'uso aereo sul mercato dovessero offrire ridondanza nella loro circuiteria per poter essere usati con una certa sicumera in volo (non ho idea se questo sia vero, ma supponendo...), come già scritto, i satelliti da cui loro dipendono possono essere spenti da una decisione unilaterale dell'esercito degli Stati Uniti... o anche possono essere messi off-line da una tempesta solare o altra seccatura tecnica riferita a loro stessi.

Succede anche ai VOR e agli NDB di essere messi off-line per motivi tecnici, d'altra parte, e se è vero che la loro indisponibilità per la navigazione è sempre soggetto di qualche NOTAM... questo non è vero per i satelliti però.

Tenere questi nuovi sistemi di navigazione come sistema principale dal quale tutto il resto dipende perché la loro precisione fa sentire fiduciosissimi, secondo me è prestare il fianco alla possibilità che per un motivo o per un altro si possa rimanere senza nulla a cui fare riferimento proprio quando più ne hai bisogno. Se dovessero smettere di funzionare in volo che fai?

Il vecchio sistema delle mappe, dei tuoi occhi e del tuo cervello è difficile che si rompa, e se uno qualsiasi di questi è compromesso, non dovresti proprio metterti ai comandi di un aereo. Tutti gli altri sistemi di navigazione sono i benvenuti a contribuire con il loro punto di vista, in quanto fanno il volo più facile e sicuro senza dubbio, ma prendere uno di questi come sistema assoluto dal quale tutto il resto dipende a me sembrerebbe più o meno saggio come mettersi a dondolare appesi ad un ramo che sembra robusto ma che sporge da una rupe... e se il ramo si spezza che fai? Sbatti le braccia sperando di imparare a volare mentre continui a dire a te stesso che tutto va bene fino agli ultimi 10 centimetri dal terreno?
Salva una pianta! Mangia un vegano!

"He who sacrifices freedom for security deserves neither."
-Benjamin Franklin

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12128
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da AirGek » 13 novembre 2011, 19:56

Quello che dici si può applicare a qualsiasi strumento di bordo... che faccio mi rompo a virare con la bussola perchè se mi grippa la pompa vacuum non ho il girodirezionale mentre il campo magnetico terrestre è difficile che svanisca all'improvviso?
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
Ashaman
FL 400
FL 400
Messaggi: 4197
Iscritto il: 1 agosto 2005, 21:19
Località: N40°54'53.57" E14°49'29.08"

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da Ashaman » 13 novembre 2011, 22:01

AirGek ha scritto:Quello che dici si può applicare a qualsiasi strumento di bordo... che faccio mi rompo a virare con la bussola perchè se mi grippa la pompa vacuum non ho il girodirezionale mentre il campo magnetico terrestre è difficile che svanisca all'improvviso?
È la differenza di magnitudine a fare una certa... differenza. Il campo magnetico terrestre esiste da miliardi di anni, e ha passato prove di collaudo ben peggiori di qualsiasi odierno satellite artificiale, anche se alle volte si è invertito come sembra essere in procinto di rifare nei prossimi secoli, e se per assurdo scomparisse avremmo BEN ALTRI guai che non la navigazione aerea, navale o terrestre che sia. Inoltre negli aerei moderni se ti si guasta un qualsiasi strumento necessario alla navigazione che dipende da questo campo magnetico planetario, di solito in un aereo ce n'è un altro col quale puoi arrangiare fino all'atterraggio, e così via per gli altri strumenti.

Se vanno off-line uno o più satelliti che fai, chiedi alla luna di darti indicazioni?

Bada che non sto dicendo che il GPS non ha ragione di esistere in un aereo, solo che non dovresti affidargli il compito di sistema di navigazione principale.
Salva una pianta! Mangia un vegano!

"He who sacrifices freedom for security deserves neither."
-Benjamin Franklin

Avatar utente
noone
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1166
Iscritto il: 18 luglio 2008, 12:46
Località: Leman Lake

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da noone » 13 novembre 2011, 22:30

Premettendo che dal iscorso iniziale siamo ormai OT, (per il quale ti consiglio un bel GPS aeronautico, tipo il 296) mi sembra che il discorso del GPS come sistema di navigazione primario decada nell'istante in cui sulle nostre ci sono migliaia di FMS basati sul GPS che portano in giro persone che potrebbero non vedere dove stanno andando...
Il GPS è un ottimo e ormai affidabile sistma di navigazione, in certi casi indispensabile: bussola e cartina non sono un granchè quando ti fai leg di mare aperto da 180 NM...)
Che poi affiancata al GPS ci debba essere una solida conoscenza della navigazione a vista è indubbio, ma ci sono situazioni in cui il controllo dell'aereo e degli ostacoli ricopre un ruolo primario, più della navigazione in se....
Se vediamo il problema solo dal punto di vista del pilota da bel tempo è indubbio che cartina e bussola possono bastare, ma se iniziamo ad avere a che fare con operazioni con meteo critiche un valido supporto alla navigazione è utilissimo. un buon GPS se usato correttamente può essere un valido aiuto alla Situation Awareness riducendo il carico di lavoro.
Ovviamente mentre si vola GPS si deve sempre crcare di avere una chiara idea della propria posizione rispetto al suolo, e quindi alla cartina...
Just My Two Cent
Vanni

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1982
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da camicius » 14 novembre 2011, 0:37

AirGek ha scritto:Scusa camicius, il logbook lo stai facendo così per farlo, no perchè un logbook deve rispettare certi requisiti per poter essere usato seriamente e sul web trovi già il logbook fully JAA/EASA compliant aggratis.
Uno e l'altro.
Mi serve sostanzialmente perché sono pigro a fare le somme a mano, ma non abbastanza da non farmi un programma che fa le somme per me.
Integrerà il mio logbook cartaceo, o meglio, sarà in parallelo.
Nessuna velleità di ufficialità, per scriverlo mi sono basato sulle istruzioni che ho trovato sul mio logbook Jeppsen e sulla documentazione ENAC.

ciao
Andrea

p.s. dove c'è aggratis? io ne ho provati un paio, ma volevano tutti del denaro, poco magari, ma aggratis nulla...
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1982
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da camicius » 14 novembre 2011, 0:49

GiorgioS ha scritto: Scusami ma la tua è una visione arcaica e non motivata. I GPS sono affidabilissimi ed esiste una vastissima letteratura, anche sul web, in merito. Pur riconoscendo che una carta a bordo ci deve essere e bisogna saperla usare in caso di necessità, sostenere che questo debba essere il sistema primario di navigazione è un'affermazione che non condivido affatto.
Se uno vola poco, come faccio io, avere un GPS sempre a bordo significa dimenticarsi rapidamente come si vola con la cartina. Conosco gente che da quando ha il navigatore sull'auto lo imposta anche per fare il tragitto casa-lavoro, e senza non ha la più pallida idea di come muoversi in una città piccola dove vive da sempre.
Inoltre condivido in toto il post di Ashaman.
GiorgioS ha scritto: Questa storia dell'inaffidabilità dei sistemi di navigazione è un antico retaggio che deve essere IMHO demolito per sempre.
Beh, meno affidabili di una cartina lo sono di sicuro. Magari di poco, ma se mi cade la cartina non succede nulla, se mi cade l'iPad, magari non riesco più ad usarlo. E se su quello mi baso per navigare (perché quello ho e nelle ultime 50 ore di volo ho usato quello, e sono abituato a usare quello) sono problemi.
GiorgioS ha scritto: Tutto questo detto con simpatia e senza polemica :)
No problem. Dal confronto (civile, come qui) delle idee non c'è che da trarne vantaggio!

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
GiorgioS
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 6 settembre 2011, 11:24
Località: Toscana

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da GiorgioS » 14 novembre 2011, 13:42

camicius ha scritto:
GiorgioS ha scritto: Se uno vola poco, come faccio io, avere un GPS sempre a bordo significa dimenticarsi rapidamente come si vola con la cartina.
e qui sta lo sbaglio sempre secondo me. Il GPS è più affidabile e sicuro di qualsiasi "cartina" per il semplice fatto che la cartina non basta, bisogna saperla usare e sopratutto si può sbagliare o ci si può trovare in condizioni in cui fare calcoli non è possibile o almeno difficile. Ad esempio in VFR marginale o se di vola da soli in condizioni di turbolenza.
Senza scomodare le casistiche (piene di incidenti che con un GPS a bordo non si sarebbero verificati) è emblematico quello che è successo poco tempo fa in Sicilia. Volo AG VFR atterrato su una spiaggia (aereo perfettamente funzionante) perchè trovatosi tra due zone IMC. A 3 km c'era un'aviosuperficie con pista bella lunga: se avessero avuto a bordo un GPS non sarebbe stato necessario l'atterraggio fuori campo che vivaddio è finito bene, almeno questa volta.
Per questo mi accaloro tanto. Il GPS è un'opzione straordinaria e vuol dire non solo facilità di navigazione ma in certi casi anche sicurezza. Secondo la mia modestissima opinione non dovrebbe mai mancare a bordo e bisognerebbe saperlo utilizzare al meglio.
pilotastro della domenica

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1982
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da camicius » 14 novembre 2011, 14:47

GiorgioS ha scritto:
camicius ha scritto:
GiorgioS ha scritto: Se uno vola poco, come faccio io, avere un GPS sempre a bordo significa dimenticarsi rapidamente come si vola con la cartina.
e qui sta lo sbaglio sempre secondo me. Il GPS è più affidabile e sicuro di qualsiasi "cartina" per il semplice fatto che la cartina non basta, bisogna saperla usare e sopratutto si può sbagliare o ci si può trovare in condizioni in cui fare calcoli non è possibile o almeno difficile. Ad esempio in VFR marginale o se di vola da soli in condizioni di turbolenza.
Beh, si suppone che un pilota la cartina la sappia usare.
Chiaro che in caso di VFR marginale (mai sentito, ma credo tu intenda tipo lunghe tratte sul mare o simili) il GPS non è una opzione, ma è praticamente indispensabile. Però dove volo io (Montichiari) non mi sembra indispensabile.
GiorgioS ha scritto:Senza scomodare le casistiche (piene di incidenti che con un GPS a bordo non si sarebbero verificati) è emblematico quello che è successo poco tempo fa in Sicilia. Volo AG VFR atterrato su una spiaggia (aereo perfettamente funzionante) perchè trovatosi tra due zone IMC. A 3 km c'era un'aviosuperficie con pista bella lunga: se avessero avuto a bordo un GPS non sarebbe stato necessario l'atterraggio fuori campo che vivaddio è finito bene, almeno questa volta.
Beh, di casi così ce ne possono essere una quintalata.
Non so se è misurabile il caso in cui il pilota si sia perso perché non in grado di navigare con la cartina, dopo guasto o problema al GPS.
Come ha detto Ashaman il problema è che l'uso normale del GPS fa disabituare alla navigazione con carta e occhi, e la volta che resti senza, non sai più da che parte voltarti.
Perché, per quanto affidabili, il guasto può sempre presentarsi.
Un'altra cosa: con il GPS si rischia (tanto di cappello a chi non lo fa, ma si sa come vanno le cose) di abbassare la qualità e l'accuratezza della pianificazione. Che tanto c'è il GPS.
Attenzione, comunque. Sto parlando di piloti privati che fanno poche ore di volo all'anno, il classico "pilota della domenica", che fa un Monti-Trento-Monti o un Monti-Monti via Lonato, Lago di Garda.
Per chi vola per lavoro, oppure fa molte ore di volo all'anno, oppure sta facendo la formazione per un obiettivo più grande (CPL o ATPL), è un altro discorso.
GiorgioS ha scritto: Per questo mi accaloro tanto. Il GPS è un'opzione straordinaria e vuol dire non solo facilità di navigazione ma in certi casi anche sicurezza. Secondo la mia modestissima opinione non dovrebbe mai mancare a bordo e bisognerebbe saperlo utilizzare al meglio.
Nella mia (brevissima, quindi non fa molto testo) esperienza non ne ho mai sentito il bisogno.
Mi sono sempre trovato bene a navigare con carta, occhi e radioassistenze.


Per chiarire il mio pensiero, non penso che il GPS sia il male, o sia inutile. In molte situazioni è utile, in alcune evita (o avrebbe evitato) problemi. Ma la cattiva abitudine di basarsi solo sul GPS per navigare fa perdere l'uso della navigazione con la carta, e rischia di generare abitudini pericolose (per esempio potrebbe far abbassare la qualità della pianificazione).
Se, con intelligenza, uno usa il GPS come supporto alla navigazione, per migliorare la situation awareness, e per tirarsi fuori dai casini in caso di problemi, ben venga. Ma attenzione ad aver ben chiaro i rischi che si possono correre per non incorrere in problemi.

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
GiorgioS
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 6 settembre 2011, 11:24
Località: Toscana

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da GiorgioS » 14 novembre 2011, 15:07

camicius ha scritto:
GiorgioS ha scritto:
camicius ha scritto:
GiorgioS ha scritto: Beh, si suppone che un pilota la cartina la sappia usare.
Andrea
Va bene, le posizioni sono chiare. Io non ci penso nemmeno a usare la carta. Uso una carta elettronica che fa i calcoli molto meglio e cento volte più rapidi dei miei. La carta se ne sta nella tasca laterale e se serve la tiro fuori.
Io credo che chi si ostina a non usare il GPS come strumento primario di navigazione (nel campo dell'aviazione sportiva ovviamente) non sia semplicemente al passo con i tempi e, in certe occasioni, si assuma anche dei rischi inutili.
Ma è solo un confronto di ideee non voglio convincere nessuno :wink:
pilotastro della domenica

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da Luke3 » 14 novembre 2011, 16:17

Il GPS e' utilissimo per la situational awareness e per questo deve essere utilizzato, ma sforzandosi a non diventare complacent nei suoi confronti. Questo vuol dire usarlo si, ma tenere sempre d'occhio quello che sta succedendo, verificando i punti rotta con i sistemi di navigazione tradizionale; uno perche' cosi' rimaniamo allenati nel loro utilizzo, e due perche' vuol dire che abbiamo pianificato il volo tenendone conto. In pratica l'importante e' non ridurre sulla pianificazione perche' "tanto c'e' il GPS", non e' un atteggiamento professionale come si dovrebbe avere ogni volta che si sale in cockpit.
Altro discorso pero' e' utilizzarlo come sistema primario di navigazione. Ricordiamo che la maggior parte dei dispositivi "off the shelf" o integrati che si possono trovare per uso nell'aviazione sportiva non sono certificati, e per questo motivo non possono essere usati per la navigazione primaria, punto. Lo dice il regolamento. Discorso diverso se si utilizza un sistema certificato IFR, che comprende tutta una serie di funzionalita' aggiuntive tra cui il RAIM, un check continuo della precisione di navigazione e della ricezione del segnale. Appena scende sotto i livelli minimi, compare un bel messaggio RAIM FAILURE a caratteri cubitali sullo schermo e ti avvisa che non e' piu' possibile usarlo come navigazione primaria. Allo stesso modo bisogna tenere sotto controllo il database. L'altro giorno stavo facendo un volo in IFR e in entrambe le tratte il controllore mi ha dato un direct di 100 e passa miglia, all'andata dalla fine del vettoramento iniziale fino a un punto a meta' strada della rotta e al ritorno direttamente al punto finale della STAR. Per quanto fosse allettante l'idea, siccome avevo il database scaduto ho dovuto ripsondere che ero unable e richiedere di rimanere sulle aerovie.
Insomma, va bene il GPS ma senza diventare pigri, e sempre con un occhio critico verso le sue funzionalita', quando si puo' usare come metodo primario di navigazione e quando no. Detto questo e' verissimo che in tema di non-precision preferirei 1000 volte un avvicinamento RNAV a una VOR/DME, ma bisogna essere proficient in entrambi.

Avatar utente
GiorgioS
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 6 settembre 2011, 11:24
Località: Toscana

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da GiorgioS » 14 novembre 2011, 17:25

Luke3 ha scritto: Altro discorso pero' e' utilizzarlo come sistema primario di navigazione. Ricordiamo che la maggior parte dei dispositivi "off the shelf" o integrati che si possono trovare per uso nell'aviazione sportiva non sono certificati, e per questo motivo non possono essere usati per la navigazione primaria, punto. Lo dice il regolamento.
Luke condivido quello che scrivi nella prima parte del tuo post, questo che quoto invece davvero non lo capisco.
Forse stiamo parlando di cose diverse. Qui IFR, RNav e VOR/DME non c'entrano niente. Parliamo di carta e orologio vs GPS. Parlo di voli VFR ed è ovvio che IFR è un'altra storia.
Sul "certificato" non capisco cosa vuoi dire. Io volo VDS (seppur avanzato) con una macchina che niente ha da invidiare a un 172 o a un Pa28 (spazio a bordo a parte) anzi direi che ha ben altre prestazioni (autonomia, rateo di salita, corsa di atterraggio e di decollo). Sul mio aereo niente è certificato perchè le "certificazioni" non esistono nel VDS (grazie a Dio). Questo non mi impedisce di attraversare lo stesso la penisola, rispettando le regole naturalmente.
Aggiungo anche che io non devo essere "professionale", devo divertirmi, volare in sicurezza e rispettare le regole. il GPS è un ausilio a tutto ciò non un deterrente.
pilotastro della domenica

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da Luke3 » 14 novembre 2011, 18:52

Non so, forse interpreto male io il regolamento e facendo un po' di confusione, sicuramente in vista del fatto che il GPS l'ho studiato per bene ed utilizzato estensivamente solo da quando ho iniziato l'IFR. Di sicuro so che non si puo' usare il GPS come ausilio primario in IFR se non e' certificato. Per esserlo deve avere tutta una serie di requisiti tra cui il RAIM, che secondo me e' il piu' importante di tutti perche' ti dice se il segnale e' andato a funghi. Non sono sicuro se la normativa richiede la certificazione anche per uso autonomo/primario in VFR, visto che in quel caso lo uso per SA only (e solo da circa un anno da quando ho a disposizione un aereo che lo monta). Puo' essere che mi sbaglio
Ovvio che per il VDS non si applica il problema, visto che non c'e' da certificare niente, quindi non c'e' nulla di strano o illegale. Ma come nel caso mi sbagliassi sulla normativa VFR, vale comunque secondo me la prima parte del mio discorso. E poi a me piace avere un'indicazione di come e' lo stato dello strumento che sto usando, quindi preferirei un sistema certificato a bordo anche solo per uso VFR. Un po' come l'importanza del flag sui ricevitori VOR.
Poi neanche io sono un professionista ne aspiro ad esserlo per il momento, mi ritengo solo un pilota della domenica. Ma come disse l'head of training dell'Aeroclub di Roma ai membri del mio corso dopo un mese di teoria prima di spedirci tutti a fare il primo volo: "non importa se pilotiamo un Cessna, un 747 o un F-16, bisogna sempre essere dei professionisti"

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1982
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da camicius » 14 novembre 2011, 19:43

Luke3 ha scritto:Non so, forse interpreto male io il regolamento e facendo un po' di confusione, sicuramente in vista del fatto che il GPS l'ho studiato per bene ed utilizzato estensivamente solo da quando ho iniziato l'IFR. Di sicuro so che non si puo' usare il GPS come ausilio primario in IFR se non e' certificato. Per esserlo deve avere tutta una serie di requisiti tra cui il RAIM, che secondo me e' il piu' importante di tutti perche' ti dice se il segnale e' andato a funghi. Non sono sicuro se la normativa richiede la certificazione anche per uso autonomo/primario in VFR, visto che in quel caso lo uso per SA only (e solo da circa un anno da quando ho a disposizione un aereo che lo monta). Puo' essere che mi sbaglio
Sento il mio istruttore e vi faccio sapere. Ho provato a cercare qualcosa di normativa, ma non ho trovato nulla (e non so se effettivamente la cosa è normale).
Luke3 ha scritto: Ovvio che per il VDS non si applica il problema, visto che non c'e' da certificare niente, quindi non c'e' nulla di strano o illegale. Ma come nel caso mi sbagliassi sulla normativa VFR, vale comunque secondo me la prima parte del mio discorso. E poi a me piace avere un'indicazione di come e' lo stato dello strumento che sto usando, quindi preferirei un sistema certificato a bordo anche solo per uso VFR. Un po' come l'importanza del flag sui ricevitori VOR.
La certificazione non è solo un costo, o un pezzo di carta, ma una garanzia.
Luke3 ha scritto: Poi neanche io sono un professionista ne aspiro ad esserlo per il momento, mi ritengo solo un pilota della domenica. Ma come disse l'head of training dell'Aeroclub di Roma ai membri del mio corso dopo un mese di teoria prima di spedirci tutti a fare il primo volo: "non importa se pilotiamo un Cessna, un 747 o un F-16, bisogna sempre essere dei professionisti"
la pensava così anche il mio esaminatore, scendendo dall'aereo dopo avermi dato la licenza: "mi raccomando, attenzione e professionalità, anche se per adesso non farai il pilota per lavoro".
Che poi è la stessa cosa...

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
Flyfree
FL 150
FL 150
Messaggi: 1799
Iscritto il: 17 gennaio 2007, 18:41

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da Flyfree » 14 novembre 2011, 21:35

Il problema maggiore dell'ipad e iPhone e' che in certe condizioni di luce sono difficoltosi da usare. Poi l'iPhone ha l'antenna gps non proprio efficiente.

Avatar utente
Ashaman
FL 400
FL 400
Messaggi: 4197
Iscritto il: 1 agosto 2005, 21:19
Località: N40°54'53.57" E14°49'29.08"

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da Ashaman » 14 novembre 2011, 23:56

Flyfree ha scritto:Il problema maggiore dell'ipad e iPhone e' che in certe condizioni di luce sono difficoltosi da usare. Poi l'iPhone ha l'antenna gps non proprio efficiente.
Per quanto io sia un Apple-hater faccio pubblico sfoggio di umiltà ( :wink: ) e ti faccio notare che quelli da te elencati sono problemi comuni a tutti i smartphone e tablet in giro, non solo gli Apple, dato che la massima illuminazione di schermo raramente viene attivata dato che questo succhia alle batterie come una Porche al serbatoio (e anche quando viene attivata non sempre garantisce illuminazione adeguata a tutte le situazioni) e dato che l'antenna GPS di questi oggetti è solo interna e non c'è generalmente opzione di aggiungerne una esterna. :D
Salva una pianta! Mangia un vegano!

"He who sacrifices freedom for security deserves neither."
-Benjamin Franklin

Avatar utente
GiorgioS
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 6 settembre 2011, 11:24
Località: Toscana

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da GiorgioS » 15 novembre 2011, 0:40

camicius ha scritto: La certificazione non è solo un costo, o un pezzo di carta, ma una garanzia.
forse nell'aviazione professionale. In ambito sportivo o diportistico tale affermazione non ha alcun fondamento. Certamente le "certificazioni" hanno contribuito a devastare la AG sportiva con l'innalzamento significativo dei costi.
pilotastro della domenica

Avatar utente
Flyfree
FL 150
FL 150
Messaggi: 1799
Iscritto il: 17 gennaio 2007, 18:41

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da Flyfree » 15 novembre 2011, 6:11

Ashaman ha scritto:
Flyfree ha scritto:Il problema maggiore dell'ipad e iPhone e' che in certe condizioni di luce sono difficoltosi da usare. Poi l'iPhone ha l'antenna gps non proprio efficiente.
Per quanto io sia un Apple-hater faccio pubblico sfoggio di umiltà ( :wink: ) e ti faccio notare che quelli da te elencati sono problemi comuni a tutti i smartphone e tablet in giro, non solo gli Apple, dato che la massima illuminazione di schermo raramente viene attivata dato che questo succhia alle batterie come una Porche al serbatoio (e anche quando viene attivata non sempre garantisce illuminazione adeguata a tutte le situazioni) e dato che l'antenna GPS di questi oggetti è solo interna e non c'è generalmente opzione di aggiungerne una esterna. :D
La luminosità puoi regolarla anche al massimo ma non si ottiene molto come qualita in certe condizioni di luce piena. Per quanto riguarda il GPS iPad e' sensibilissimo, anche l'autonomia raggiunge le otto ore e piu. Su di un mezzo ad ala alta ed equipaggiandolo con il suo supporto provvisto di alimentazione esterna io credo che sia quasi perfetto.

Avatar utente
Flyfree
FL 150
FL 150
Messaggi: 1799
Iscritto il: 17 gennaio 2007, 18:41

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da Flyfree » 15 novembre 2011, 6:12

GiorgioS ha scritto:
camicius ha scritto: La certificazione non è solo un costo, o un pezzo di carta, ma una garanzia.
forse nell'aviazione professionale. In ambito sportivo o diportistico tale affermazione non ha alcun fondamento. Certamente le "certificazioni" hanno contribuito a devastare la AG sportiva con l'innalzamento significativo dei costi.
Bingo! :D

Avatar utente
Flyfree
FL 150
FL 150
Messaggi: 1799
Iscritto il: 17 gennaio 2007, 18:41

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da Flyfree » 15 novembre 2011, 6:29

Per quanto riguarda la la visibilità ritengo che sia sempre da studiarne una buona installazione. Se non altro perché già da piu di dieci anni ho avuto a che fare con un ulm di un mio amico dotato di pc win e monitor vga di quelli economici installato in plancia. :D

Avatar utente
GiorgioS
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 6 settembre 2011, 11:24
Località: Toscana

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da GiorgioS » 15 novembre 2011, 11:04

noone ha scritto:Premettendo che dal iscorso iniziale siamo ormai OT, (per il quale ti consiglio un bel GPS aeronautico, tipo il 296) mi sembra che il discorso del GPS come sistema di navigazione primario decada nell'istante in cui sulle nostre ci sono migliaia di FMS basati sul GPS che portano in giro persone che potrebbero non vedere dove stanno andando...
Il GPS è un ottimo e ormai affidabile sistma di navigazione, in certi casi indispensabile: bussola e cartina non sono un granchè quando ti fai leg di mare aperto da 180 NM...)
Che poi affiancata al GPS ci debba essere una solida conoscenza della navigazione a vista è indubbio, ma ci sono situazioni in cui il controllo dell'aereo e degli ostacoli ricopre un ruolo primario, più della navigazione in se....
Se vediamo il problema solo dal punto di vista del pilota da bel tempo è indubbio che cartina e bussola possono bastare, ma se iniziamo ad avere a che fare con operazioni con meteo critiche un valido supporto alla navigazione è utilissimo. un buon GPS se usato correttamente può essere un valido aiuto alla Situation Awareness riducendo il carico di lavoro.
Ovviamente mentre si vola GPS si deve sempre crcare di avere una chiara idea della propria posizione rispetto al suolo, e quindi alla cartina...
Just My Two Cent
Vanni
Perfetto
pilotastro della domenica

bulldog89
FL 250
FL 250
Messaggi: 2944
Iscritto il: 8 gennaio 2009, 13:04
Località: 16nm NE LIML

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da bulldog89 » 15 novembre 2011, 11:36

GiorgioS ha scritto:
camicius ha scritto: La certificazione non è solo un costo, o un pezzo di carta, ma una garanzia.
forse nell'aviazione professionale.
Sempre (se fatta da autorità competenti).

Avatar utente
GiorgioS
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 6 settembre 2011, 11:24
Località: Toscana

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da GiorgioS » 15 novembre 2011, 12:37

bulldog89 ha scritto:
GiorgioS ha scritto:
camicius ha scritto: La certificazione non è solo un costo, o un pezzo di carta, ma una garanzia.
forse nell'aviazione professionale.
Sempre (se fatta da autorità competenti).
Bisognerebbe motivare e documentare le proprie affermazioni prima di sparare sentenze, anche perchè ti sbagli. In termini di sicurezza volo è ampiamente dimostrato che nel VDS "non certificato" il rapporto incidenti/ore volate è migliore rispetto alla AG "certificata" (mi riferisco sempre alla AG sportiva).
L'affermazione che "certificazione" è sinonimo di garanzia non ha alcun riscontro reale nell'ambito di cui si sta discutendo.
pilotastro della domenica

Avatar utente
Ashaman
FL 400
FL 400
Messaggi: 4197
Iscritto il: 1 agosto 2005, 21:19
Località: N40°54'53.57" E14°49'29.08"

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da Ashaman » 15 novembre 2011, 13:13

Flyfree ha scritto:Per quanto riguarda la la visibilità ritengo che sia sempre da studiarne una buona installazione. Se non altro perché già da piu di dieci anni ho avuto a che fare con un ulm di un mio amico dotato di pc win e monitor vga di quelli economici installato in plancia. :D
Magari monitor a tubo catodico pure? :|

E che ci faceva? Giocava a Doom nei momenti di noia del volo? :roll:

Per citare Obelix: Sono pazzi questi piloti di ULM. :lol:
Salva una pianta! Mangia un vegano!

"He who sacrifices freedom for security deserves neither."
-Benjamin Franklin

Avatar utente
Flyfree
FL 150
FL 150
Messaggi: 1799
Iscritto il: 17 gennaio 2007, 18:41

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da Flyfree » 15 novembre 2011, 16:30

Ashaman ha scritto:
Flyfree ha scritto:Per quanto riguarda la la visibilità ritengo che sia sempre da studiarne una buona installazione. Se non altro perché già da piu di dieci anni ho avuto a che fare con un ulm di un mio amico dotato di pc win e monitor vga di quelli economici installato in plancia. :D
Magari monitor a tubo catodico pure? :|

E che ci faceva? Giocava a Doom nei momenti di noia del volo? :roll:

Per citare Obelix: Sono pazzi questi piloti di ULM. :lol:
Non era un ctr ma un lcd e faceva la sua onesta funzione di Glass cockpit....della serie: meglio fatti che pugnette...Ashaman. Ciau! :wink:

bulldog89
FL 250
FL 250
Messaggi: 2944
Iscritto il: 8 gennaio 2009, 13:04
Località: 16nm NE LIML

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da bulldog89 » 15 novembre 2011, 16:48

GiorgioS ha scritto:
bulldog89 ha scritto:
GiorgioS ha scritto:
camicius ha scritto: La certificazione non è solo un costo, o un pezzo di carta, ma una garanzia.
forse nell'aviazione professionale.
Sempre (se fatta da autorità competenti).
Bisognerebbe motivare e documentare le proprie affermazioni prima di sparare sentenze, anche perchè ti sbagli. In termini di sicurezza volo è ampiamente dimostrato che nel VDS "non certificato" il rapporto incidenti/ore volate è migliore rispetto alla AG "certificata" (mi riferisco sempre alla AG sportiva).
L'affermazione che "certificazione" è sinonimo di garanzia non ha alcun riscontro reale nell'ambito di cui si sta discutendo.
A me hanno insegnato il contrario.

Sai per caso anche quanti incidenti AG e VDS sono dovuti a failure di componenti certificati/non certificati?

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1982
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da camicius » 15 novembre 2011, 17:14

GiorgioS ha scritto: Bisognerebbe motivare e documentare le proprie affermazioni prima di sparare sentenze, anche perchè ti sbagli. In termini di sicurezza volo è ampiamente dimostrato che nel VDS "non certificato" il rapporto incidenti/ore volate è migliore rispetto alla AG "certificata" (mi riferisco sempre alla AG sportiva).
L'affermazione che "certificazione" è sinonimo di garanzia non ha alcun riscontro reale nell'ambito di cui si sta discutendo.
Ci sono tali e tante differenze (formazione, luoghi, segnalazione incidenti, indagini a valle eccetera) che i dati non sono confrontabili.
Mancando questi dati (che io sappia la segnalazione di un inconveniente è volontaria, e non sono effettuate indagini ufficiali) non puoi dire che il rapporto incidenti/ore volate sia migliore o peggiore.


bulldog89 ha scritto: Sai per caso anche quanti incidenti AG e VDS sono dovuti a failure di componenti certificati/non certificati?
siccome un aereo AG è certificato, e un VDS non lo è, il 100% delle failure dell'AG è dovuto a componenti certificati, mentre il 100% delle failure del VDS lo è di componenti non certificati. :mrgreen:

Ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

bulldog89
FL 250
FL 250
Messaggi: 2944
Iscritto il: 8 gennaio 2009, 13:04
Località: 16nm NE LIML

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da bulldog89 » 15 novembre 2011, 17:27

camicius ha scritto:siccome un aereo AG è certificato, e un VDS non lo è, il 100% delle failure dell'AG è dovuto a componenti certificati, mentre il 100% delle failure del VDS lo è di componenti non certificati. :mrgreen:
Andrea
Gli incidenti non avvengono solo per failure tecniche...

edit: e comunque posso portare su un VDS un componente certificato, ciò non trasforma l'aereo in mezzo certificato

Avatar utente
GiorgioS
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 6 settembre 2011, 11:24
Località: Toscana

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da GiorgioS » 15 novembre 2011, 18:24

bulldog89 ha scritto: A me hanno insegnato il contrario.
e ti hanno insegnato male. I dati sono disponibili anche online, basta una semplice ricerca nei database che puoi trovare nei siti ANSV, VFRFlight e FIVU.
Peraltro circa il 75% degli incidenti sono ascrivibili a errore umano e questo vale sia per AG che per i VDS
pilotastro della domenica

Avatar utente
GiorgioS
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 6 settembre 2011, 11:24
Località: Toscana

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da GiorgioS » 15 novembre 2011, 18:36

camicius ha scritto: Ci sono tali e tante differenze (formazione, luoghi, segnalazione incidenti, indagini a valle eccetera) che i dati non sono confrontabili.
Mancando questi dati (che io sappia la segnalazione di un inconveniente è volontaria, e non sono effettuate indagini ufficiali) non puoi dire che il rapporto incidenti/ore volate sia migliore o peggiore.
i dati sono confrontabilissimi. Basta prendere il numero degli incidenti gravi (che sono quelli che poi ci interessano veramente) e dividerlo per le ore volate. Naturalmente si parla di stime e non di numeri esatti al centesimo.
Fino ad adesso i morti nel VDS/anno sono sovrapponibili per numero alla AG. Ma il numero di ULM è molto superiore agli AG (dati AOPA). Le ore volate per pilota non sono nemmeno lontanamente paragonabili, a favore del VDS.
Con questo ci terrei a sottolineare che non mi interessa scatenare una querelle AG vs VDS anche perchè volo anche AG (sempre meno). Voglio solo sfatare alcuni miti da AeroClub falsi e strumentali. Soprattutto quello secondo i quali i VDSsari sono una banda di pericolosi che volano con mezzi inaffidabili.
La presunta maggior affidabilità legata alla certificazioni è una bufala nè più nè meno di quella (anch'essa in voga presso gli AeroClub) che il GPS non è affidabile.
Da ultimo vorrei ricordare che è unanimemente riconosciuto che la miglior garanzia per il pilota, in termini di sicurezza, è l'addestramento e la pratica. Anche qui la AG non sta messa tanto bene. Basta andare in un qualsiasi AeroClub per rendersi conto di quanto poco voli la gente.
pilotastro della domenica

bulldog89
FL 250
FL 250
Messaggi: 2944
Iscritto il: 8 gennaio 2009, 13:04
Località: 16nm NE LIML

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da bulldog89 » 15 novembre 2011, 18:52

GiorgioS ha scritto:
camicius ha scritto: Ci sono tali e tante differenze (formazione, luoghi, segnalazione incidenti, indagini a valle eccetera) che i dati non sono confrontabili.
Mancando questi dati (che io sappia la segnalazione di un inconveniente è volontaria, e non sono effettuate indagini ufficiali) non puoi dire che il rapporto incidenti/ore volate sia migliore o peggiore.
i dati sono confrontabilissimi. Basta prendere il numero degli incidenti gravi (che sono quelli che poi ci interessano veramente) e dividerlo per le ore volate. Naturalmente si parla di stime e non di numeri esatti al centesimo.
Fino ad adesso i morti nel VDS/anno sono sovrapponibili per numero alla AG. Ma il numero di ULM è molto superiore agli AG (dati AOPA). Le ore volate per pilota non sono nemmeno lontanamente paragonabili, a favore del VDS.
Con questo ci terrei a sottolineare che non mi interessa scatenare una querelle AG vs VDS anche perchè volo anche AG (sempre meno). Voglio solo sfatare alcuni miti da AeroClub falsi e strumentali. Soprattutto quello secondo i quali i VDSsari sono una banda di pericolosi che volano con mezzi inaffidabili.
La presunta maggior affidabilità legata alla certificazioni è una bufala nè più nè meno di quella (anch'essa in voga presso gli AeroClub) che il GPS non è affidabile.
Da ultimo vorrei ricordare che è unanimemente riconosciuto che la miglior garanzia per il pilota, in termini di sicurezza, è l'addestramento e la pratica. Anche qui la AG non sta messa tanto bene. Basta andare in un qualsiasi AeroClub per rendersi conto di quanto poco voli la gente.
Forse hanno insegnato male a te, la prevenzione non si fa valutando gli incidenti gravi, sono più importanti gli incidenti minori perchè sono esponenzialmente maggiori (struttura ad iceberg se ti dice qualcosa).

Comunque non mi hai ancora risposto: hai statistiche dei soli incidenti causati da failure tecnica? Puoi postarle (mi interesserebbero)?

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12128
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da AirGek » 15 novembre 2011, 18:53

Mazza se è finito OT sto thread... dov'è l'amministrazione repressiva? :mrgreen:
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
GiorgioS
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 6 settembre 2011, 11:24
Località: Toscana

Re: Gps Aeronautico o Ipad?

Messaggio da GiorgioS » 15 novembre 2011, 19:09

bulldog89 ha scritto: Forse hanno insegnato male a te, la prevenzione non si fa valutando gli incidenti gravi, sono più importanti gli incidenti minori perchè sono esponenzialmente maggiori (struttura ad iceberg se ti dice qualcosa).

Comunque non mi hai ancora risposto: hai statistiche dei soli incidenti causati da failure tecnica? Puoi postarle (mi interesserebbero)?
sbagliato ancora una volta per il semplice fatto che gli incidenti minori/inconvenienti non sono segnalati (spessimo anche in AG) e quindi non puoi fare una statistica su questi, almeno in Italia.

ti ho risposto suggerendoti link utili. Peraltro non capisco il senso della tua domanda: 3/4 degli incidenti è legata al fattore umano. L'unico malfunzionamento che mi viene in mente per i nostri voli è la piantata motore e anche lì se cerchi dove ti ho indicato... I cedimenti strutturali sono risibili in entrambe le categorie e il malfunzionamento della strumentazione è molto improbabile che comporti un incidente: se ti piantano l'anenometro o la radio (certificata o non certificati che siano) non si crea certo un incidente.

Mi scuso con gli altri per essere andato OT. Magari si può splittare la discussione su un nuovo 3d
pilotastro della domenica

Rispondi