miglioramenti? pochi

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

luisella
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 28
Iscritto il: 7 settembre 2011, 16:30

miglioramenti? pochi

Messaggio da luisella » 10 gennaio 2013, 10:22

Ciao a tutti,
devo dire che in questo ultimo anno ho volato, anche se su tratte brevi (corfù con Easyjet e Budapest con Ryan), il volo di ritorno da Budapest, fatto in condizioni meteo non ottimali, ed estremamente turbolento, mi ha fatto penare.
Ho chiamato la hostess, le ho detto che avevo paura, mi ha portato un sacchetto per il vomito, io le ho detto:"Ho paura, non devo vomitare!" e accanto avevo mia figlia che se la dormiva beatamente, cullata dai vuoti d'aria...
Un paradosso...

Sono di nuovo qui, perchè ad Aprile mi forzo di risalire su un volo a lungo raggio, Roma -NY...sono già in apnea, già comincio ad avere incubi notturni...Io lo senso che qualcosa non funziona, ma non sono in grado di dominarlo.
A partire parto, non mi limito, ma non sono serena, assolutamente.

Decollo ed atterraggio mi elettrizzano, ne farei dieci al giorno, ma la navigazione mi dà problemi. Al primo vuoto d'aria voglio scendere e mi viene da piangere.
Credo che andrò dal dottore e mi farò dare qualcosa per stare più tranquilla, ma quello che mi chiedo davvero è:
guarirò mai da questa fobia? Da questo stato se ne esce?

Perchè io il volo lo devo subire e non posso godermelo?

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8418
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da mcgyver79 » 10 gennaio 2013, 10:32

Tra l'altro hai paura della fase del volo meno pericolosa in assoluto, quella con meno criticità a più spazio tra te e il suolo.

E i vuoti d'aria non esistono!!

Ciaooooo.
McGyver

luisella
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 28
Iscritto il: 7 settembre 2011, 16:30

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da luisella » 10 gennaio 2013, 10:37

Si, non esistono, è vero..
Ok ho paura delle turbolenze allora :D

La cosa del volo per l'Havana mi ha un pò segnata, precipitare per 10 secondi...secondo me io ero già morta d'infarto...Non dovrebbero divulgare certe notizie 8)

Cosa tecnica:la parte di volo oceanica è la più soggetta a turbolenze? o non è detto?
Da qui ad Aprile mi dovrete subire, preparatevi.... :cry:

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9549
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da Maxx » 10 gennaio 2013, 10:43

Il 767 della Neos, Luisella, non è affatto precipitato per 10 secondi. Ha perso sicuramente quota in modo più accentuato di quanto si verifica normalmente, ma ha altrettanto prontamente recuperato la quota senza riportare, è giusto sottolinearlo mille volte, alcun danno alla struttura. I danni all'interno dell'aereo sono stati causati della capocce dei passeggeri e assistenti di volo che, per vari motivi, si sono trovati in piedi e non allacciati ai sedili al momento dell'evento, nonchè dai carrelli che sono stati spostati. L'aereo ha volato normalmente per le restanti ore di volo. Non sto certo dicendo che è stata una passeggiata, è stata una cosa sicuramente impressionante per chi era a bordo.
Non è detto che la parte oceanica del volo è più soggetta a turbolenze, anzi: a quelle latitudini, nel volo verso gli USA ci si trova in alta quota e lì le turbolenze sono più rare. Scegli un posto finestrino lato destro e goditi la Groenlandia che è meravigliosa!

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da MartaP » 10 gennaio 2013, 11:45

luisella ha scritto:Ciao a tutti,
devo dire che in questo ultimo anno ho volato, anche se su tratte brevi (corfù con Easyjet e Budapest con Ryan), il volo di ritorno da Budapest, fatto in condizioni meteo non ottimali, ed estremamente turbolento, mi ha fatto penare. Ho chiamato la hostess, le ho detto che avevo paura, mi ha portato un sacchetto per il vomito, io le ho detto:"Ho paura, non devo vomitare!"
..ti stai focalizzando sulla paura che hai avuto, mentre in realtà dovresti focalizzarti sul fatto che l'aereo non è precipitato, non ha avuto danni e ti ha riportato a casa sana e salva...
luisella ha scritto: guarirò mai da questa fobia? Da questo stato se ne esce?
...certo che si, ma bisogna cambiare modo di pensare.
Esempio: la tua mente ha dato una connotazione negativa al volo turbolento che hai avuto (ingiustificata perchè non c'è mai stata una REALE situazione di pericolo,nel qual caso lo avresti saputo direttamente dai piloti..)
Devi trasformare il pensiero:
"Turbolenze"= pericolo
in
"Turbolenze = che do' maroni" ... :x e basta! :mrgreen: (come d'altronde hai avuto modo di sperimentare)
luisella ha scritto: perchè io il volo lo devo subire e non posso godermelo?
..perchè, consciamente o inconsciamente, lo hai deciso tu... :roll:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11144
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da flyingbrandon » 10 gennaio 2013, 13:31

luisella ha scritto: e accanto avevo mia figlia che se la dormiva beatamente, cullata dai vuoti d'aria...
Un paradosso...
Beh...c'è sempre da imparare dai bambini...e questa non è una loro non percezione del pericolo...è che il pericolo non c'è. È come aver paura di una nave se il mare non è "calma piatta" e immobile...il mare e il cielo sono i naturali luoghi per la nave e l'aereo. Sono fluidi di densità diverse, e nave e aereo sono studiati per galleggiare perfettamente su questi due fluidi. Tu normalmente in macchina percorri solo strade perfettamente lisce? In mare entri solo se piatto?
luisella ha scritto: Sono di nuovo qui, perchè ad Aprile mi forzo di risalire su un volo a lungo raggio, Roma -NY...sono già in apnea, già comincio ad avere incubi notturni...Io lo senso che qualcosa non funziona, ma non sono in grado di dominarlo.
A partire parto, non mi limito, ma non sono serena, assolutamente.
Ecco questo è proprio un modo di vivere "sbagliato". Che tu possa aver paura durante una turbolenza lo posso anche capire e faremo in modo che tu possa vivertela nel miglior modo possibile. Tenendo a mente, come ti ha già detto Marta, che non devi etichettare nella tua mente la turbolenza come un qualcosa di catastrofico....casomai di palloso se non dovessi trovarla divertente tu. Non c'è niente che non funzioni e, onestamente, non c'è niente da dominare. Se partire parti...sei già a buon punto. Ora ti basta vivere tutto quando ti capita....e sarai ad un ottimo punto. Se poi riusciremo a convincerti che non ci sia un pericolo nascosto..probabilmente riuscirai anche a divertirti. Ora quello che dovresti fare non è tanto capire e superare la paura della turbolenza....semplicemente essere consapevole di ciò che vivi nel presente. Se fai questo, già limiti il tuo periodo di stress ad una fase molto ristretta della tua esistenza...vuoi mettere? Apnea da qua ad Aprile oppure una volta in crociera se dovesse capitare?
luisella ha scritto:
Decollo ed atterraggio mi elettrizzano, ne farei dieci al giorno, ma la navigazione mi dà problemi. Al primo vuoto d'aria voglio scendere e mi viene da piangere.
Credo che andrò dal dottore e mi farò dare qualcosa per stare più tranquilla, ma quello che mi chiedo davvero è:
guarirò mai da questa fobia? Da questo stato se ne esce?

Perchè io il volo lo devo subire e non posso godermelo?
Dal dottore non andare per farti dare qualcosa...quello sarebbe un errore e non ti permetterebbe mai di uscire dalla tua "fobia". È frutto di qualche tua credenza, tra le altre cose, come ti hanno detto, i vuoti d'aria non esistono e la crociera è il momento meno "impegnativo" sotto ogni punto di vista. Se ti divertono le fasi più "delicate"...significa proprio che dell'aereo non hai paura. Quindi non è l'aereo e neanche la turbolenza....il problema è dovuto solo al tuo modo di "pensare"...perché di per sé l'aereo ti emoziona facendoti divertire. Di questo è utile che tu prenda consapevolezza....perché finche cerchi di risolvere il problema "aereo" quando non è quello il problema fai poca strada. Certo...il volo te lo puoi godere e non subire...in realtà, credimi, il volo te lo godi visto che saresti disposta a farti 10 decolli al giorno.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Hartsfield-Jackson
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 436
Iscritto il: 21 novembre 2012, 21:42
Località: Roma

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da Hartsfield-Jackson » 10 gennaio 2013, 14:45

Quando sei in aria immaginati di essere in un pullman e non in un aereo!! quando il pullman prende delle buche ad alta velocità salterai un pò ma di certo non ti farai prendere dal panico!! Fai finta di non essere in aereo, distraiti leggendo , giocando con tua figlia , girando per i corridoi dell'aereo prendendoci confidenza!! Io un mese fa ho effettuato un volo di 3 ore senza avere il finestrino...non perchè l'ho oscurato io ma perchè proprio non c'era ed era la prima volta che mi capitasse !! Prova a chiudere l'oblò e immagina di stare in macchina! Certo non sarà facile ma diventa difficile nel momento in cui ti convinci che è difficile vincere una paura! Non ti rivolgere a nessuno psicologo puoi farcela da sola!! E quando ci riuscirai sarà una soddisfazione ancora più grande! :D
FAA certified aircraft dispatcher July 2013
FAA letter of aeronautical competency

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11144
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da flyingbrandon » 10 gennaio 2013, 15:15

Hartsfield-Jackson ha scritto:Quando sei in aria immaginati di essere in un pullman e non in un aereo!! quando il pullman prende delle buche ad alta velocità salterai un pò ma di certo non ti farai prendere dal panico!! Fai finta di non essere in aereo, distraiti leggendo , giocando con tua figlia , girando per i corridoi dell'aereo prendendoci confidenza!! Io un mese fa ho effettuato un volo di 3 ore senza avere il finestrino...non perchè l'ho oscurato io ma perchè proprio non c'era ed era la prima volta che mi capitasse !! Prova a chiudere l'oblò e immagina di stare in macchina! Certo non sarà facile ma diventa difficile nel momento in cui ti convinci che è difficile vincere una paura! Non ti rivolgere a nessuno psicologo puoi farcela da sola!! E quando ci riuscirai sarà una soddisfazione ancora più grande! :D
Se posso permettermi...anche se funzionasse come espediente non sarebbe comunque una soluzione. Se il problema "vero" della paura è vivere nell'immaginazione non è immaginando di essere altrove che risolvi perché, basta un nulla, che ti fa tornare alla realtà di essere su un aereo. Quindi non mi sforzerei in questo modo....non mi sforzerei proprio. Rivolgersi ad uno psicologo può essere d'aiuto ma, per questa paura non è necessario. Lei però voleva rivolgersi ad un medico per prendere qualcosa....quello non è né utile né necessario.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9549
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da Maxx » 10 gennaio 2013, 15:34

La vita, in volo, non è sospesa. Il volo è una parte della propria vita così come il fatto che ora sono alla mia scrivania a lavorare (vabbè, in questo momento non proprio!! :-) ) e più tardi tornerò a casa per fare il quotidiano bagnetto a Michele, che mi schizzerà tutta l'acqua addosso. I 50 minuti di volo per Roma o Pescara equivalgono al tempo che impiego per tornare a casa in macchina e non sono certo 50 minuti di maggiori pericoli, anzi. Le 9 ore che impiegherai tu per arrivare al JFK equivalgono ad una giornata di lavoro, alla fine della quale guarderai alla mattina pensando alla velocità con cui passa il tempo. Nello stesso tempo, andrai da una parte all'altra del mondo. Non c'è alcuna differenza.

Avatar utente
Hartsfield-Jackson
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 436
Iscritto il: 21 novembre 2012, 21:42
Località: Roma

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da Hartsfield-Jackson » 10 gennaio 2013, 15:41

Non sarà una soluzione ma può essere un tentativo, un inizio. Di soluzioni che portino a risultati immediati ce ne sono ben poche ..
FAA certified aircraft dispatcher July 2013
FAA letter of aeronautical competency

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11144
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da flyingbrandon » 10 gennaio 2013, 15:49

Hartsfield-Jackson ha scritto:Non sarà una soluzione ma può essere un tentativo, un inizio. Di soluzioni che portino a risultati immediati ce ne sono ben poche ..

Fare un tentativo laddove non c'è soluzione...non solo è uno spreco di tempo ed energie...ma rischia di trasformarsi in frustrazione da una parte e , anche, alla possibilità di crearsi degli alibi che non ti permettono poi di evolvere perché pensi di averci provato. Come ti ho scritto sull'altro post riguardo ai risultati, invece, sono immediati se apri subito la porta giusta...sono lunghi se inizi dalle porte sbagliate.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

luisella
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 28
Iscritto il: 7 settembre 2011, 16:30

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da luisella » 3 aprile 2013, 18:04

Ci siamo, il 15 partiamo, non voglio caricarmi ulteriormente per non arrivare al momento della partenza piena di emozioni e di aspettative.

Il lexotan me lo porto, ma lo prenderò al bisogno.
E' un volo che ho fatto già almeno 8 volte, ma è la prima volta che ci vado da "paurosa".
Potrei scrivervi milioni di cose, che ce la farò, che dominerò la paura, ma tanto solo volando troverò le mie risposte.

Speriamo di trovare bei film rilassanti :wink:

luisella
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 28
Iscritto il: 7 settembre 2011, 16:30

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da luisella » 4 aprile 2013, 17:00

Fico, hanno The hobbit nella programmazione di Aprile!

8)

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da MartaP » 4 aprile 2013, 19:15

Bello!! :D
Allora non prenderlo, il Lexotan: rischi di addormentarti mentre lo guardi :mrgreen:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da MartaP » 4 aprile 2013, 19:17

luisella ha scritto: E' un volo che ho fatto già almeno 8 volte, ma è la prima volta che ci vado da "paurosa"
Il volo é sempre lo stesso, é la tua percezione del volo che é cambiata...
Ricambiala! :mrgreen:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da mermaid » 4 aprile 2013, 20:19

luisella ha scritto:Fico, hanno The hobbit nella programmazione di Aprile!

8)
magari è meglio del lexotan :mrgreen:
Immagine

Ti!

luisella
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 28
Iscritto il: 7 settembre 2011, 16:30

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da luisella » 5 aprile 2013, 10:35

Quindi The Hobbit fa dormire? :mrgreen: :lol:

Marta, sto provando a cambiarla, già che continuo a volare è un segno che non mi arrendo.
La testa è una brutta bestia da governare, se devo essere sincera vorrei solo non peggiorare più di così, non vorrei mai e poi mai rinunciare a viaggiare per questa fobia così ba**arda, che non è altro che una proiezione di altre ansie che con l'aereo non c'entrano niente.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11144
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da flyingbrandon » 5 aprile 2013, 10:47

luisella ha scritto:Quindi The Hobbit fa dormire? :mrgreen: :lol:

Marta, sto provando a cambiarla, già che continuo a volare è un segno che non mi arrendo.
La testa è una brutta bestia da governare, se devo essere sincera vorrei solo non peggiorare più di così, non vorrei mai e poi mai rinunciare a viaggiare per questa fobia così ba**arda, che non è altro che una proiezione di altre ansie che con l'aereo non c'entrano niente.
La testa non è una brutta bestia...soprattutto è la tua testa...e i tuoi pensieri, per quello che scrivi qua, non ti portano a migliorare la situazione. La fobia non è ba**arda...dovrebbe esserti d'aiuto per capire i tuoi , controproducenti, schemi mentali, l'incapacità di mettere a fuoco determinate cose, determinate convinzioni, la tua incapacità di vivere bene. La tua ansia...è indice di tutto ciò. Se pensi a non peggiorare...se pensi che il tuo unico aiuto sia un ba**ardo...se pensi solo che spegnendo la tua spia con il farmaco ( il vero ba**ardo) tutto si risolva...no direi che non stai provando a cambiare niente ma solo a mettere a tacere ciò che vorrebbe farti evolvere...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

luisella
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 28
Iscritto il: 7 settembre 2011, 16:30

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da luisella » 5 aprile 2013, 11:41

Flyingbrandon, tutto vero...Non devo sperare di non peggiorare, ma di tornare ad essere la viaggiatrice serena che ero.

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da MartaP » 5 aprile 2013, 11:53

luisella ha scritto:
Marta, sto provando a cambiarla, già che continuo a volare è un segno che non mi arrendo.
La testa è una brutta bestia da governare, se devo essere sincera vorrei solo non peggiorare più di così, non vorrei mai e poi mai rinunciare a viaggiare per questa fobia così ba**arda, che non è altro che una proiezione di altre ansie che con l'aereo non c'entrano niente.
..ricordati che hai una "memoria di 8 voli", hai comunque interiorizzato qualcosa.
Hai già sperimentato che volare è bello, che le turbolenze non sono pericolose...che sei sempre tornata sana e salva e che volare è libertà di andare dove più ti piace....
Falla riemergere, questa memoria....

Il famoso "volo di ritorno da Budapest, fatto in condizioni meteo non ottimali, ed estremamente turbolento"
che
" mi ha fatto penare", ok, ti avrà fatto penare, ma alla fine non è successo niente.
L'aereo non è precipitato, tu non sei morta d'infarto (hai avuto un po' di ansia, d'accordo) quindi ne deduco che sei perfettamente in grado di affrontare la situazione.

Posso darti un consiglio?
Non usare i verbi al negativo, usali al positivo. Sembra una cavolata ma ti assicuro che non è così.
Invece di affermare che non vuoi peggiorare, dì "voglio migliorare" .
Invece di affermare che non vuoi rinunciare a viaggiare, dì "voglio viaggiare dove voglio e quando voglio"
Invece di affermare che " morirai di paura", dì "sarò in grado di affrontare ogni situazione"
Invece di preoccuparti per le turbolenze, pensa " i piloti sono perfettamente in grado di gestirle, mi affido a loro"

:D
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11144
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da flyingbrandon » 5 aprile 2013, 14:28

luisella ha scritto:Flyingbrandon, tutto vero...Non devo sperare di non peggiorare, ma di tornare ad essere la viaggiatrice serena che ero.
Quasi! In realtà tu sei la viaggiatrice che eri...sono i tuoi pensieri che sono diversi e, quindi, le tue percezioni. Vedi...un atteggiamento "comune" tra gli ansiosi è spesso la difficoltà di definire lo scopo per cui si fa qualcosa. Ti faccio un esempio pratico...a volte si definisce la vita come una strada....un percorso. Ora...tu sei alla guida della tua macchina (il tuo corpo) e procedi su questa strada pensando a tutto...tranne a quello che stai facendo....cioè guidare la tua macchina su questo percorso. Come sai, guidare può non richiedere una attenzione particolare e focalizzata perché è una cosa che sai fare anche in "automatico". Tu, quindi, sfrutti questa capacità e continui a dedicarti ai tuoi pensieri senza prestare troppa attenzione a ciò che ti circonda e alla tua macchina. Nella realtà, se tu fossi a bordo della tua macchina, se ti si accendesse una spia o se per qualche motivo la tua macchina sbandasse sbattendo contro il guard rail, perché in oca, focalizzeresti immediatamente la tua attenzione a ciò che ti sta accadendo...e, penso, non imprecheresti contro il guard rail che desta la tua attenzione e che ti ha permesso di non fornire nel burrone sottostante. Nella vita, invece, ti stai incazzando proprio con questo...e cerchi nel farmaco la possibilità di togliere questo guard rail....è come se chiedessi "ma c***o....levate sto guard rail sennò si graffia la macchina"...e, ahimè, se ciò accadesse potresti veramente finire nel burrone e farti male. Quindi ciò che tu cerchi di combattere e di non avere è ciò che ti salva. Sicura di volerlo fare? L'obbiettivo, il fine, lo scopo...non è la mancanza d'ansia per vivere meglio mantenendo lo stesso meccanismo che ti ha portato ad averla, ma portare la tua attenzione a te e al tuo modo di pensare. Non è che non vivi bene per colpa dell'ansia...non vivi bene perché guidi e non ti accorgi di ciò che ti sta accadendo...è importante capirlo perché altrimenti "lottare" contro il guard rail...o la spia della macchina...non solo è un controsenso...può risultare anche dannoso.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

luisella
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 28
Iscritto il: 7 settembre 2011, 16:30

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da luisella » 8 aprile 2013, 11:02

Hai Ragione su tutto, sullo scopo soprattutto.
Ultimamente il mio scopo è adattarmi alla vita così come viene, non affrontarla.

Comunque tra una settimana sarò su quell'aereo, un mio amico mi ha girato un link di un sito che ti dice lo stato delle turbolenze nelle ultime 48 ore, mi son rifiutata di aprirlo.

luisella
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 28
Iscritto il: 7 settembre 2011, 16:30

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da luisella » 8 aprile 2013, 11:07

Ovviamente appena arrivo vi farò sapere come è andata!
:D

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da mermaid » 8 aprile 2013, 11:09


Comunque tra una settimana sarò su quell'aereo, un mio amico mi ha girato un link di un sito che ti dice lo stato delle turbolenze nelle ultime 48 ore, mi son rifiutata di aprirlo.
hai fatto bene, brava. anche perchè non puoi sapere prima se i piloti decideranno di girarci intorno o no.
Immagine

Ti!

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da MartaP » 8 aprile 2013, 11:29

Brava, non serve a niente.... :D
Nell'ultimo volo che ho preso, gli AAVV ci avvertirono che ci sarebbero state turbolenze. E sai com'è andata a finire? Che ci sono state due-scossette-due per forse 5-10 secondi, ma di quelle che se stai dormendo neanche te ne accorgi....
Il fatto che ci siano o no turbolenze è irrilevante, e comunque i piloti sanno già che meteo troveranno in volo.. 8)
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

luisella
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 28
Iscritto il: 7 settembre 2011, 16:30

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da luisella » 8 aprile 2013, 11:58

Scusate, altra domanda, io parto con l'AZ 7614, che è un volo operato da AZ/DELTA.
Che vuol dire che l'aeromobile sarà Alitalia o Delta?
Non che faccia differenza, ho volato Alitalia per Ny e mi son sempre trovata benissimo. Delta non ho mai volato finora.

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da mermaid » 8 aprile 2013, 12:45

dalla numerazione direi che è operato Delta
Immagine

Ti!

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1970
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da camicius » 8 aprile 2013, 15:06

luisella ha scritto:Scusate, altra domanda, io parto con l'AZ 7614, che è un volo operato da AZ/DELTA.
Che vuol dire che l'aeromobile sarà Alitalia o Delta?
Non che faccia differenza, ho volato Alitalia per Ny e mi son sempre trovata benissimo. Delta non ho mai volato finora.
Io ho volato Delta l'anno scorso, facendo Milano New York con il 767.
Il tuo volo è operato con il A330, che ha la stessa distanza tra i sedili del 767. Non è larghissimo, soprattutto se sei un po' alta, però è assolutamente gestibile (io sono 1.75 e un po' panciforme ;-) ). Ecco, le hostess che erano un po' bruttine (e anche un po' agee.. :mrgreen: ), però gentili ed attente.
Nessun problema.

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da mermaid » 8 aprile 2013, 15:18

camicius ha scritto: le hostess che erano un po' bruttine (e anche un po' agee.. :mrgreen: ),
si dice diversamente fighe ed esperte :mrgreen:
Immagine

Ti!

luisella
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 28
Iscritto il: 7 settembre 2011, 16:30

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da luisella » 8 aprile 2013, 15:34

Sulle linee aeree americane ho sempre trovato hostess non giovani, ma lo sapete che mi danno simpatia?
E basta tutte 'ste hostess strafighe di Alitalia!
:mrgreen:

Camicius, sono 1,60, quindi penso che mi troverò egregiamente. Dipende da come andrà il volo, di solito non mi alzo mai nemmeno per fare pipì, ma vediamo come andrà.

L'ultima volta che ho volato di ritorno da NY ho fregato la Eurofly, con un biglietto per uno, abbiam volato in 2 (ebbene si, ho concepito mio figlio a Manhattan) :mrgreen:

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1970
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da camicius » 8 aprile 2013, 15:44

luisella ha scritto:Sulle linee aeree americane ho sempre trovato hostess non giovani, ma lo sapete che mi danno simpatia?
E basta tutte 'ste hostess strafighe di Alitalia!
:mrgreen:
Me l'hanno detto in molti, ma continuo a preferire le hostess giovani delle linee aeree europee ;-)
luisella ha scritto: Camicius, sono 1,60, quindi penso che mi troverò egregiamente. Dipende da come andrà il volo, di solito non mi alzo mai nemmeno per fare pipì, ma vediamo come andrà.
Meglio.
In un volo transatlantico un giretto ogni tanto è buona cosa farlo, per evitare che ti si gonfino le gambe. Ovviamente sempre che ci sia il segnale "allacciate le cinture" spento. Ho notato che spesso questo viene un po' ignorato nei voli lunghi, quindi fai attenzione.

luisella ha scritto: L'ultima volta che ho volato di ritorno da NY ho fregato la Eurofly, con un biglietto per uno, abbiam volato in 2 (ebbene si, ho concepito mio figlio a Manhattan) :mrgreen:
Ecco una cosa che noi maschietti non potremo mai fare ;-)

Ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11144
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da flyingbrandon » 8 aprile 2013, 17:27

luisella ha scritto:Hai Ragione su tutto, sullo scopo soprattutto.
Ultimamente il mio scopo è adattarmi alla vita così come viene, non affrontarla.

Comunque tra una settimana sarò su quell'aereo, un mio amico mi ha girato un link di un sito che ti dice lo stato delle turbolenze nelle ultime 48 ore, mi son rifiutata di aprirlo.
Si...è giusto adattarsi ma non nel senso "passivo" del termine...l'adattamento deve rappresentare una consapevolezza su ciò che c'è di reale...ciò che puoi cambiare ...ciò che non riesci ma lì risiede il bello...perché spesso proprio nella scoperta sta il bello . Per quanto tu possa immaginare non arriverai mai a comprendere tutto...e meno immagini di tuo più apprezzi ciò che c'è...e ti fai guidare dove ti portano gli avvenimenti della vita...in modo sereno, rilassato. Sei nata per stare al mondo...sei capace di farlo...meno barriere metti più facilmente trovi soluzioni...anche la dove sono inaspettate.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

luisella
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 28
Iscritto il: 7 settembre 2011, 16:30

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da luisella » 10 aprile 2013, 13:56

Dunque, sono andata dal medico, per dirgli che lunedì parto, e che magari poteva suggerirmi qualche rimedio, non troppo invasivo, per essere più tranquilla.

Mi ha segnato lo Xanax. Mi son letta qualcosa su internet e non credo che lo prenderò.

Altra cosa, quando gli ho detto che partivo da sola, senza bimbi, mi ha raccontato che una coppia di amici suoi quando viaggia in aereo senza la prole, viaggia su due aerei diversi, così se succede qualcosa, almeno i bimbi non rimangono orfani.

Che dite cambio medico? Sono uscita da quella stanza con un'ansia doppia rispetto a quella che avevo prima!

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1970
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da camicius » 10 aprile 2013, 14:06

luisella ha scritto: Altra cosa, quando gli ho detto che partivo da sola, senza bimbi, mi ha raccontato che una coppia di amici suoi quando viaggia in aereo senza la prole, viaggia su due aerei diversi, così se succede qualcosa, almeno i bimbi non rimangono orfani.
Questa cosa non ha senso.
Con questo ragionamento, non dovresti mai stare nello stesso posto senza la prole.

Su un aereo sei infinitamente più sicura che su qualunque altro mezzo di trasporto. Che so l'auto dei parenti per fare casa-aeroporto, o il taxi, il bus o il treno che ti porta dall'aeroporto all'albergo.

Se non pensi che l'aereo sia un posto pericoloso, capisci che questa cosa non ha senso...

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

luisella
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 28
Iscritto il: 7 settembre 2011, 16:30

Re: miglioramenti? pochi

Messaggio da luisella » 10 aprile 2013, 14:46

Non ha detto solo questo, ha detto che sbaglio ad avere paura delle turbolenze, che il vero pericolo nei voli aerei non sono quelle, nè decollo ed atterraggio, ma altre cose, che non mi ha detto per non spaventarmi. Forse alludeva ad esplosioni, attentati, boh? :shock:

Ha pure detto che quella tratta lì non è molto turbolenta, perchè lui ha viaggiato spesso, e ha potuto constatare che le turbolenze peggiori le ha avvertite nei voli verso oriente, specie sulle tratte verso la Cina.

Non sono mai andata lì, quindi non ho saputo controbattere.
Però certo che avrei voluto qualcosa di omeopatico, a base di valeriana, mi son trovata con una prescrizione medica per un farmaco "pesante", e un trattato sulla pericolosità dei voli aerei.

A questo punto bastava internet.

Rispondi