i piloti e l'alimentazione

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

alb1982
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 262
Iscritto il: 11 febbraio 2014, 14:17

i piloti e l'alimentazione

Messaggio da alb1982 » 11 settembre 2015, 16:31

L'altro giorno mentre ritiravo le mie analisi del sangue per un bel check-up generale, mi chiedevo, se io che faccio un lavoro di ufficio ho non poca difficoltà ad organizzarmi per riuscire a mangiare il più sano possibile a lavoro (non sempre posso portarmi il pranzo da casa e spesso devo scegliere tra tavole calde assassine, kebabari che ti senti male solo alla vista, pizzetterie di serie Z ecc), come cavolo fanno i piloti, soprattutto quelli di lungo raggio, con lo stile di vita che il loro lavoro gli impone, a portare avanti una dieta alimentare salutare? Tra pasti in aereo, cibo dei paesi esteri a volte discutibile, fusi orari che complicano ancor di più le cose, come gestite il problema dell'alimentazione?

Avatar utente
paky
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 545
Iscritto il: 17 giugno 2008, 18:46
Località: Alberobello (BA)
Contatta:

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da paky » 11 settembre 2015, 16:36

Infatti è un gran problema! :mrgreen: :mrgreen:
Obiettivi:
First Class Medical: Done
PPL(A) JAA: Done
ATPL(A) Theory: Work in progress...

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4630
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da SuperMau » 11 settembre 2015, 16:50

alb1982 ha scritto:cibo dei paesi esteri a volte discutibile,
Non sono un pilota ma viaggiando spesso ho lo stesso problema.

A parte il resto (che ti rispondo dopo) mi spieghi per favore meglio la frase qui sopra?
Grazie
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9566
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da Maxx » 11 settembre 2015, 16:53

SuperMau ha scritto:
alb1982 ha scritto:cibo dei paesi esteri a volte discutibile,
Non sono un pilota ma viaggiando spesso ho lo stesso problema.

A parte il resto (che ti rispondo dopo) mi spieghi per favore meglio la frase qui sopra?
Grazie
Bè se io andassi in India, Cina, Indonesia, Vietnam, Filippine e in tanti paesi africani avrei serissimi problemi da questo punto di vista.

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6870
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da **F@b!0** » 11 settembre 2015, 16:54

SuperMau ha scritto:
alb1982 ha scritto:cibo dei paesi esteri a volte discutibile,
Non sono un pilota ma viaggiando spesso ho lo stesso problema.

A parte il resto (che ti rispondo dopo) mi spieghi per favore meglio la frase qui sopra?
Grazie
bhe, il pasto che mi hanno dato sul MEL-DXB Qantas ci voleva coraggio a chiamarlo pasto, forse poltiglia ci stava meglio! :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da flyingbrandon » 11 settembre 2015, 17:04

alb1982 ha scritto:L'altro giorno mentre ritiravo le mie analisi del sangue per un bel check-up generale, mi chiedevo, se io che faccio un lavoro di ufficio ho non poca difficoltà ad organizzarmi per riuscire a mangiare il più sano possibile a lavoro (non sempre posso portarmi il pranzo da casa e spesso devo scegliere tra tavole calde assassine, kebabari che ti senti male solo alla vista, pizzetterie di serie Z ecc), come cavolo fanno i piloti, soprattutto quelli di lungo raggio, con lo stile di vita che il loro lavoro gli impone, a portare avanti una dieta alimentare salutare? Tra pasti in aereo, cibo dei paesi esteri a volte discutibile, fusi orari che complicano ancor di più le cose, come gestite il problema dell'alimentazione?
Infatti, come spesso è emerso tra i "privilegi" di questo lavoro....alimentazione e vita regolare da intendersi come orari e cicli di sonno, per il corpo, sono aspetti pessimi....
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4630
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da SuperMau » 11 settembre 2015, 17:16

Maxx ha scritto:
SuperMau ha scritto:
alb1982 ha scritto:cibo dei paesi esteri a volte discutibile,
Non sono un pilota ma viaggiando spesso ho lo stesso problema.

A parte il resto (che ti rispondo dopo) mi spieghi per favore meglio la frase qui sopra?
Grazie
Bè se io andassi in India, Cina, Indonesia, Vietnam, Filippine e in tanti paesi africani avrei serissimi problemi da questo punto di vista.
Beh, io stavo 15 gg alla volta in Cina, 4 volte l'anno, e non mi sono mai ammalato, ne febbre ne mal di stomaco niente....piuttosto sono stato male una settimana al rientro da una vacanza in egitto!

Quello che voglio sapere e', per "discutibile", si intende il tipo di cibo, il modo di prepararlo, le condizioni climatiche generali? Perche' a leggerlo cosi' sembra che solo in italia si mangia decentemente (che non e' sempre vero).
Chiaro che se vuoi la pasta al dente con il sugo di pomodoro, e poi il bicchierino di vino ma quello buono, e il caffe' solo espresso in tazza piccola, ecc (successo davvero tempo fa, con amici, a copenhagen), allora e' un altro paio di maniche...
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

alb1982
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 262
Iscritto il: 11 febbraio 2014, 14:17

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da alb1982 » 11 settembre 2015, 17:19

SuperMau ha scritto:
alb1982 ha scritto:cibo dei paesi esteri a volte discutibile,
Non sono un pilota ma viaggiando spesso ho lo stesso problema.

A parte il resto (che ti rispondo dopo) mi spieghi per favore meglio la frase qui sopra?
Grazie
Hai ragione, l'ho scritta malissimo! :oops:
Intendevo discutibile per i propri gusti: a me capita spesso che una cucina estera non mi piace, e mi costringe o ad andare al solito globalizzato mc donald/burger king o tentare la sorte in una pizzeria/ristorante italiano che di italiano non ha un tubo.

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9566
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da Maxx » 11 settembre 2015, 17:22

alb1982 ha scritto:
SuperMau ha scritto:
alb1982 ha scritto:cibo dei paesi esteri a volte discutibile,
Non sono un pilota ma viaggiando spesso ho lo stesso problema.

A parte il resto (che ti rispondo dopo) mi spieghi per favore meglio la frase qui sopra?
Grazie
Hai ragione, l'ho scritta malissimo! :oops:
Intendevo discutibile per i propri gusti: a me capita spesso che una cucina estera non mi piace, e mi costringe o ad andare al solito globalizzato mc donald/burger king o tentare la sorte in una pizzeria/ristorante italiano che di italiano non ha un tubo.
Sì, diciamo che prendere un panino con salmone fresco al mercato di Bergen (provatelo ragazzi se non l'avete mai fatto) è un pò diverso da prendere un panino al pescegatto al mercato di Calcutta. O almeno nella mia percezione è così, magari sbaglio.

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12037
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da AirGek » 11 settembre 2015, 17:43

alb1982 ha scritto:
SuperMau ha scritto:
alb1982 ha scritto:cibo dei paesi esteri a volte discutibile,
Non sono un pilota ma viaggiando spesso ho lo stesso problema.

A parte il resto (che ti rispondo dopo) mi spieghi per favore meglio la frase qui sopra?
Grazie
Hai ragione, l'ho scritta malissimo! :oops:
Intendevo discutibile per i propri gusti: a me capita spesso che una cucina estera non mi piace, e mi costringe o ad andare al solito globalizzato mc donald/burger king o tentare la sorte in una pizzeria/ristorante italiano che di italiano non ha un tubo.
Forze dico una razzata ma è una mia idea... Ad ogni modo il mio pensiero è che generalmente il pilota (inteso come la persona che ricopre quel ruolo) è un essere "vissuto" nel senso che a prescindere dall'età è un individuo che ha visto realtà diverse dalla propria, è stato un po' all'estero, si è confrontato con altre culture e via dicendo. Questo contribuisce ad ampliare i propri orizzonti, non solo mentali. Ora mi rendo conto che questa può sembrare una frase fatta ma provenendo da una realtà piuttosto ristretta e conservatrice (userei un termine un po' più grezzo ma rispettiamo tutti e tutto) la gente "viziata" a cui piace solo il suo cibo tradizionale sono proprio quelle persone che nella loro vita han visto ben poco di ciò che si trova oltre il proprio orto. Mi stupirebbe trovare un collega dal comportamento "ristretto" e "conservatore" proprio per via di quello che il percorso di studio e successivamente il mestiere ti porta a vivere.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Ponch
B767 First Officer
B767 First Officer
Messaggi: 5561
Iscritto il: 30 aprile 2005, 18:48
Località: By the sea

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da Ponch » 11 settembre 2015, 18:32

alb1982 ha scritto:L'altro giorno mentre ritiravo le mie analisi del sangue per un bel check-up generale, mi chiedevo, se io che faccio un lavoro di ufficio ho non poca difficoltà ad organizzarmi per riuscire a mangiare il più sano possibile a lavoro (non sempre posso portarmi il pranzo da casa e spesso devo scegliere tra tavole calde assassine, kebabari che ti senti male solo alla vista, pizzetterie di serie Z ecc), come cavolo fanno i piloti, soprattutto quelli di lungo raggio, con lo stile di vita che il loro lavoro gli impone, a portare avanti una dieta alimentare salutare? Tra pasti in aereo, cibo dei paesi esteri a volte discutibile, fusi orari che complicano ancor di più le cose, come gestite il problema dell'alimentazione?
Portare avanti una dieta alimentare salutare è dura. Cerco sempre di mangiare il necessario, senza mai appesantirmi. Cerco di non mangiare fuori orario. Se volo tutta la notte mangio prima di decollare e poi a colazione. Cerco sempre di dormire la notte. Se atterro al mattino presto per esempio, dopo dormo per soltanto un paio di ore. Poi durante la giornata cerco di stancarmi il più possibile (un buona idea è andare in palestra nel tardo pomeriggio) in modo da poter prendere sonno quasi subito quando vado a letto la sera. Porto con me anche la melatonina ma non mi capita di usarla spesso.
Is it light where you are yet?

ELTAR
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 755
Iscritto il: 30 settembre 2008, 18:29
Località: Near ELTAR

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da ELTAR » 11 settembre 2015, 21:59

Non vorrei riportare cose trite e ritrite, però, magari, sono accorgimenti che passano inosservati o che si dimenticano.
Di diete ce ne sono tante... talmente tante che talvolta i concetti espressi in un tipi di alimentazione vengono letteralmente contraddetti da un altro tipo di formula.
Il concetto di alimentazione sana si lega con "organizzazione" per quanto possibile. In effetti per i naviganti ciò se non difficile è impossibile. Al di là di tutto però, sarebbe preferibile assumere 5/6 minipasti o snack dilazionati di 3/4 ore. Qualche barretta può aiutare. Un ottimo prodotto poi, potrebbe essere la spirulina, un'alga azzurra molto nutriente, venduta in compresse, che integra l'apporto di amminoacidi e sali minerali... Un vero toccasana!!
Ho pianto, ho riso... Ho fatto scelte sbagliate, altre giuste... Sono amico di molti, voglio bene a pochi, non odio nessuno... Parlo poco ma dico sempre quello che penso... Qualcuno mi vuole bene, altri mi detestano... Pazienza è la vita!

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6685
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da Lampo 13 » 11 settembre 2015, 22:09

Per i non addetti ai lavori, i Piloti sono obbligati a mangiare cibi completamente diversi tra loro.
Pasta o riso, pesce o carne, patate o verdura, uno mangia una cosa, l'altro la seconda.
Questo per evitare che eventuale cibo contaminato possa intossicare entrambi i Piloti.

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da FAS » 11 settembre 2015, 22:19

Lampo 13 ha scritto:Per i non addetti ai lavori, i Piloti sono obbligati a mangiare cibi completamente diversi tra loro.
Pasta o riso, pesce o carne, patate o verdura, uno mangia una cosa, l'altro la seconda.
Questo per evitare che eventuale cibo contaminato possa intossicare entrambi i Piloti.
Cosa centra con la discussione?
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

tiziano79
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 14 maggio 2012, 10:10
Località: Roma

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da tiziano79 » 12 settembre 2015, 8:10

Centra eccome.
Occhio...

Avatar utente
MarcoGT
Software Integration Engineer
Software Integration Engineer
Messaggi: 3987
Iscritto il: 8 dicembre 2007, 9:28

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da MarcoGT » 12 settembre 2015, 8:16

Con la dieta?

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12037
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da AirGek » 12 settembre 2015, 8:28

Vuol dire che uno mangia bene e l'altro di m***a. :mrgreen:

Poi c'è da dire che questo vale nelle compagnie dove c'è il crew foom altrimenti entrambi possono comprarsi il muffin al mirtillo andato a male al bar dell'aeroporto e magnarselo...

ELTAR, la fregatura di questa spirulina dov'è? Perché da ciò che si legge su internet (tranne che per un'eventuale contaminazione da batterio al momento del confezionamento) sembra ottima... :roll:
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da flyingbrandon » 12 settembre 2015, 9:16

ELTAR ha scritto: Il concetto di alimentazione sana si lega con "organizzazione" per quanto possibile. In effetti per i naviganti ciò se non difficile è impossibile. Al di là di tutto però, sarebbe preferibile assumere 5/6 minipasti o snack dilazionati di 3/4 ore. Qualche barretta può aiutare. Un ottimo prodotto poi, potrebbe essere la spirulina, un'alga azzurra molto nutriente, venduta in compresse, che integra l'apporto di amminoacidi e sali minerali... Un vero toccasana!!
In parte è vero ciò che dici...in parte il concetto di alimentazione sana io lo lego molto anche al mangiare cibi sani, freschi, e non solo con i nutrienti ben distribuiti. Le barrette sono pasti "bilanciati"...cosi come gli integratori possono essere utili...ma non possono e non devono rappresentare il fulcro della propria alimentazione...altrimenti non sarebbero "integratori". Se leggi gli ingredienti delle barrette...ne troverai "parecchi" "industriali"...cosi come in qualsiasi integratore. Lo stesso micronutriente è diverso se assunto "estratto"...o mangiato da dove è contenuto. Il punto quindi non è tappare un buco...ma mangiare 20 giorni al mese.... :mrgreen:
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

ELTAR
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 755
Iscritto il: 30 settembre 2008, 18:29
Località: Near ELTAR

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da ELTAR » 12 settembre 2015, 10:54

flyingbrandon ha scritto: In parte è vero ciò che dici...in parte il concetto di alimentazione sana io lo lego molto anche al mangiare cibi sani, freschi, e non solo con i nutrienti ben distribuiti. Le barrette sono pasti "bilanciati"...cosi come gli integratori possono essere utili...ma non possono e non devono rappresentare il fulcro della propria alimentazione...altrimenti non sarebbero "integratori". Se leggi gli ingredienti delle barrette...ne troverai "parecchi" "industriali"...cosi come in qualsiasi integratore. Lo stesso micronutriente è diverso se assunto "estratto"...o mangiato da dove è contenuto. Il punto quindi non è tappare un buco...ma mangiare 20 giorni al mese.... :mrgreen:
Ciao!
Ne sono convinto. Infatti un'alimentazione "normale" dovrebbe essere sufficiente ad assumere tutti i nutrienti necessari all'organismo. Il problema però è associare ad essa un "normale" stile di vita che attualmente solo parte della popolazione può permettersi. Ecco quindi che la preparazione dei pasti risulta impossibile per alcune fasce, come appunto i piloti, che devono sottostare a lunghi periodi fuori casa, e soprattutto al di fuori di servizi di ristorazione adeguati ( premetto che non sono esperto di Long Range).
Infatti ho affermato "qualche" barretta :mrgreen: , accettata anche ( ahimè) da molti dietisti. Può tappare un buco laddove on si possa disporre di un pasto fresco... E soprattutto per chi, questa come convinzione personale, deve essere nelle migliori condizioni mentali possibili senza essere "disturbato" da un processo digestivo lungo e lento derivante magari da un pasto un pò abbondante e squilibrato.
Poi per via del prodotto industriale/chimico... Ormai il processo industriale è parte integrante del produzione di alimenti... Sia di frutta e ortaggi che di carni. Sono semre più convinto che si tratti di scegliere il meno peggio...
Ho pianto, ho riso... Ho fatto scelte sbagliate, altre giuste... Sono amico di molti, voglio bene a pochi, non odio nessuno... Parlo poco ma dico sempre quello che penso... Qualcuno mi vuole bene, altri mi detestano... Pazienza è la vita!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da flyingbrandon » 12 settembre 2015, 14:27

ELTAR ha scritto: Poi per via del prodotto industriale/chimico... Ormai il processo industriale è parte integrante del produzione di alimenti... Sia di frutta e ortaggi che di carni. Sono semre più convinto che si tratti di scegliere il meno peggio...
Vero...anche se ultimamente si può scegliere frutta e verdura km zero...e comunque anche se il processo industriale è presente, se l'alimento non contiene conservanti, coloranti e minchiate varie lo trovo piuttosto sano... :mrgreen:
Comunque il nostro problema, anche nel medio, è proprio che l'uso di barrette e affini, diventerebbe quasi la norma....cioè comunque la giri ti ritrovi a mangiare male ad orari del kaiser...anzi...per assurdo il medio ti può portare a stare a bordo in orari pasti per piu giorno consecutivi rispetto al lungo.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
cpt riccardo
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 534
Iscritto il: 10 aprile 2008, 20:19

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da cpt riccardo » 12 settembre 2015, 14:31

Vi faccio una domanda, per comodità utilizzo spesso proteine in polvere. Queste le tengo in uno shaker e sono facilmente confondibili con altro, dato il colore. Queste sono uno spuntino molto comodo, ma in aeroporto non mi sono mai osato portarle e farle passare sotto il metal detector. Qualcuno di voi le usa? Possono creare problemi ai controlli?


Sent from my iPhone using Tapatalk

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da FAS » 12 settembre 2015, 17:05

tiziano79 ha scritto:Centra eccome.
E allora spiegami il perche visto che sei cosi smart da averlo capito...
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2182
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da la franci » 12 settembre 2015, 17:43

cpt riccardo ha scritto:Vi faccio una domanda, per comodità utilizzo spesso proteine in polvere. Queste le tengo in uno shaker e sono facilmente confondibili con altro, dato il colore. Queste sono uno spuntino molto comodo, ma in aeroporto non mi sono mai osato portarle e farle passare sotto il metal detector. Qualcuno di voi le usa? Possono creare problemi ai controlli?


Sent from my iPhone using Tapatalk
Bhe... io ho portato il latte in polvere della bambina già dosato che ha lo stesso colore e la stessa consistenza del protifar... o altre proteine.... fino ad un annetto fa la polvere non era nemmeno da toglieredal bagaglio a mano. .. da agosto 2014 a Londra mi hanno detto che adesso va messa anche la polvere fuori dal bagaglio...
Ma non ci sono problemi a portarla...

Avatar utente
cpt riccardo
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 534
Iscritto il: 10 aprile 2008, 20:19

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da cpt riccardo » 12 settembre 2015, 17:56

la franci ha scritto:
cpt riccardo ha scritto:Vi faccio una domanda, per comodità utilizzo spesso proteine in polvere. Queste le tengo in uno shaker e sono facilmente confondibili con altro, dato il colore. Queste sono uno spuntino molto comodo, ma in aeroporto non mi sono mai osato portarle e farle passare sotto il metal detector. Qualcuno di voi le usa? Possono creare problemi ai controlli?


Sent from my iPhone using Tapatalk
Bhe... io ho portato il latte in polvere della bambina già dosato che ha lo stesso colore e la stessa consistenza del protifar... o altre proteine.... fino ad un annetto fa la polvere non era nemmeno da toglieredal bagaglio a mano. .. da agosto 2014 a Londra mi hanno detto che adesso va messa anche la polvere fuori dal bagaglio...
Ma non ci sono problemi a portarla...
Grazie!


Sent from my iPad using Tapatalk

tiziano79
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 14 maggio 2012, 10:10
Località: Roma

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da tiziano79 » 12 settembre 2015, 18:47

FAS ha scritto:
tiziano79 ha scritto:Centra eccome.
E allora spiegami il perche visto che sei cosi smart da averlo capito...
Integrazione nell'argomento... Informazione curiosa che a me e' piaciuta ed ho apprezzato.
Se a te non e' piaciuta pazienza segnalala ai Mod.
Occhio...

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da FAS » 12 settembre 2015, 20:10

tiziano79 ha scritto:
FAS ha scritto:
tiziano79 ha scritto:Centra eccome.
E allora spiegami il perche visto che sei cosi smart da averlo capito...
Integrazione nell'argomento... Informazione curiosa che a me e' piaciuta ed ho apprezzato.
Se a te non e' piaciuta pazienza segnalala ai Mod.
ridicolo.....

allora per integrare posto gli ingredienti della pasta frolla....sempre di integrazione si tratta

Pasta frolla
Ingredienti per 1 kg di pasta
Farina 500 g
Zucchero al velo 200 g
Uova 4 tuorli
Burro 250 g
scorza di limone
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da flyingbrandon » 12 settembre 2015, 20:12

FAS ha scritto:
ridicolo.....

allora per integrare posto gli ingredienti della pasta frolla....sempre di integrazione si tratta

Pasta frolla
Ingredienti per 1 kg di pasta
Farina 500 g
Zucchero al velo 200 g
Uova 4 tuorli
Burro 250 g
scorza di limone
Se decidessi di prepararla e invitarmi...apprezzerei tantissimo anche io.. :mrgreen: :mrgreen: ..
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12037
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da AirGek » 12 settembre 2015, 20:28

[smilie=to funny.gif]

Pasta frolla di farina integrale sarebbe stato il massmio dell'integrazione. :drunken:
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

tiziano79
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 14 maggio 2012, 10:10
Località: Roma

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da tiziano79 » 12 settembre 2015, 21:00

FAS ha scritto:
tiziano79 ha scritto:
FAS ha scritto:
tiziano79 ha scritto:Centra eccome.
E allora spiegami il perche visto che sei cosi smart da averlo capito...
Integrazione nell'argomento... Informazione curiosa che a me e' piaciuta ed ho apprezzato.
Se a te non e' piaciuta pazienza segnalala ai Mod.
ridicolo.....

allora per integrare posto gli ingredienti della pasta frolla....sempre di integrazione si tratta

Pasta frolla
Ingredienti per 1 kg di pasta
Farina 500 g
Zucchero al velo 200 g
Uova 4 tuorli
Burro 250 g
scorza di limone
Razzo!!! Comincio a pensare che hai sbagliato mestiere...
Ti consiglio comunque di provare con bake off Italia....
Occhio...

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da FAS » 12 settembre 2015, 21:17

tiziano79 ha scritto: Comincio a pensare .....
beh è un buon primo passo..congratulazioni!
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

tiziano79
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 14 maggio 2012, 10:10
Località: Roma

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da tiziano79 » 12 settembre 2015, 21:30

Rettifico.... Prova con Zelig...
Occhio...

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5818
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da sigmet » 12 settembre 2015, 23:44

Lampo 13 ha scritto:Per i non addetti ai lavori, i Piloti sono obbligati a mangiare cibi completamente diversi tra loro.
Pasta o riso, pesce o carne, patate o verdura, uno mangia una cosa, l'altro la seconda.
Questo per evitare che eventuale cibo contaminato possa intossicare entrambi i Piloti.
Ma la mattina al bar uno prende il cornetto e uno la pizza con la mortazza? :roll:
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
robg
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 111
Iscritto il: 23 marzo 2009, 15:37
Località: venaria reale (to)

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da robg » 12 settembre 2015, 23:50

vediamo di non dare indicazioni fuorvianti, mancano i tempi di cotture e la temperatura.
se bisogna essere precisi, lo si sia fino in fondo!! 8) :lol:

Roberto

Sono talmente avanti che se mi volto indietro vedo il futuro!

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6685
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da Lampo 13 » 13 settembre 2015, 1:06

sigmet ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:Per i non addetti ai lavori, i Piloti sono obbligati a mangiare cibi completamente diversi tra loro.
Pasta o riso, pesce o carne, patate o verdura, uno mangia una cosa, l'altro la seconda.
Questo per evitare che eventuale cibo contaminato possa intossicare entrambi i Piloti.
Ma la mattina al bar uno prende il cornetto e uno la pizza con la mortazza? :roll:
Giusta obiezione, si vede che considerano una intossicazione da cibo molto rapida a manifestarsi...
comunque io non gli metterei delle idee in testa! :D

fabrizio66
FL 150
FL 150
Messaggi: 1808
Iscritto il: 9 settembre 2010, 14:11

Re: i piloti e l'alimentazione

Messaggio da fabrizio66 » 13 settembre 2015, 8:47

Anche a me l'informazione data da lampo la trovo pertinente .
Si sta parlando di alimentazione e di problematiche inerenti l alimentazione dei piloti
Io non ho problemi ad andare a pranzo con un mio collega al ristorante e mangiare tutti e due lo stesso primo, lampo ci ha voluto dire che oltre a dover mangiare in modo magari poco sano i piloti devono dover inoltre scegliere per forza due piatti diversi quando sono a bordo

Rispondi