Aerei alla velocità della luce

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7035
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Aerei alla velocità della luce

Messaggio da Lampo 13 » 29 marzo 2016, 14:56


Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8490
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da mcgyver79 » 29 marzo 2016, 17:37

In una intervista...

D: "La sua formazione qual è? Ha seguito corsi specifici di giornalismo o di comunicazione?"
R: "No, assolutamente. Sono laureata in scienze politiche, ho studiato arabo per diversi anni, qui e in vari paesi arabi. La mia unica formazione scientifica risale al liceo scientifico. Lì ho seguito corsi di biologia."

Oserei dire che non abbiamo fatto fatica ad accorgercene

E che dire di una domanda successiva?

D: "Vuole dare un consiglio a chi vorrebbe iniziare a scrivere? Come dovrebbe muoversi?"
R: "C’è una via facile che passa per il cercare qualunque tipo di notizie scandalistiche, eclatanti, non verificate. E in quel caso il mondo di internet è una miniera per il tipo di notizie che si possono trovare. La rete è molto ricettiva anche perché i siti dei giornali pubblicano un po’ di tutto, hanno bisogno di una grande massa di notizie di qualità un po’ variabile. Viceversa, c’è bisogno anche di qualità: i giornali hanno bisogno di figure di cui si possono fidare. Persone che, anche se non devono scrivere un articolo, sono in grado di valutare una notizia, di dare un parere e lo fanno in tutta indipendenza e onestà, senza voler scrivere l’articolo a tutti i costi. Di questo i giornali hanno molto bisogno, perché molto spesso i capi si occupano di dieci argomenti insieme, non conoscono la scienza, non gli interessa… hanno altre cose a cui pensare. E allora avere un punto di riferimento, una persona che li aiuti a valutare le notizie, a prescindere dallo scrivere. Valutarla, capirla, inquadrarla, decidere se è importante o no, che tipo di pezzo merita e in quale collocazione. Questa è una cosa preziosa, e generalmente è una fiducia che si costruisce con il tempo. Meglio fare un articolo di meno ma costruire la propria credibilità e far sì che i capi si fidino di te, piuttosto che puntare al massimo del numero di articoli che si scrivono."
McGyver

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9620
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da Maxx » 29 marzo 2016, 17:40

mcgyver79 ha scritto:In una intervista...

D: "La sua formazione qual è? Ha seguito corsi specifici di giornalismo o di comunicazione?"
R: "No, assolutamente. Sono laureata in scienze politiche, ho studiato arabo per diversi anni, qui e in vari paesi arabi. La mia unica formazione scientifica risale al liceo scientifico. Lì ho seguito corsi di biologia."

Oserei dire che non abbiamo fatto fatica ad accorgercene
Ha fatto una figura migliore mio figlio di 6 anni, che chiese al cugino di mia mamma, generale di SA, "hai mai raggiunto la velocità del fuoco con il Tornado?" :mrgreen:

Avatar utente
robg
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 111
Iscritto il: 23 marzo 2009, 15:37
Località: venaria reale (to)

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da robg » 29 marzo 2016, 18:04

ma questa Dusi, avra'mai letto la teoria della relativita'?? magari una volta?
Roberto
co scrivo no i lese, co i lese no i se cata, co parlo no i scolta, co i scolta no i capisse, co i capisse i se desmentega

Avatar utente
MatteF88
FL 350
FL 350
Messaggi: 3800
Iscritto il: 6 dicembre 2011, 18:57

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da MatteF88 » 29 marzo 2016, 18:19

min**ia 25 volte la velocità della luce...a naso ci vorrebbero solo 20 secondi per andare dalla Terra al Sole..

Possibile che nessuno prima di pubblicarlo lo abbia letto accorgendosi dello sfondone? Ora, credo che l'errore per quanto grossolano non sia tale da crocifiggere la giornalista, però, se come appare, pubblicano senza controllare allora chissà quante altre cazzatone ci propinano su tematiche serie (l'articoletto sul volo commerciale ipersonico non lo considero tra queste).. :|

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12210
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da AirGek » 29 marzo 2016, 20:15

Funzionerà come quando un responsabile deve mettere una firma su un documento di routine, firma e via senza leggere.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9857
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da tartan » 29 marzo 2016, 21:21

E perché dovrebbe leggere, mica è compito suo!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Filip_92
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 120
Iscritto il: 3 gennaio 2012, 18:09

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da Filip_92 » 29 marzo 2016, 22:04

Ma a pilotare ci mettono Hans Solo e Chewbecca?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

anonymous12345

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da anonymous12345 » 29 marzo 2016, 22:31

Filip_92 ha scritto:Ma a pilotare ci mettono Hans Solo e Chewbecca?
Ma chi, quelli che han fatto la rotta di Dubai in soli 4 parseck? (cit.)

fabrizio66
FL 150
FL 150
Messaggi: 1908
Iscritto il: 9 settembre 2010, 14:11

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da fabrizio66 » 29 marzo 2016, 22:43

Io penso che tutti noi abbiamo un proprio bagaglio culturale formatosi nel corso degli anni.

Da un giornalista mi aspetto che magari il proprio bagaglio sia leggermente superiore alla media, io confesso di essere veramente un pippone nello scrivere in italiano corretto, sarò dovuto al fatto che non ho mai amato l analisi grammaticale ne quella logiche, debbo dire però che leggo con molto piacere valerio nel suo esprimersi con termini giusti e mai fuori luogo, ma penso di possedere un discreto bagaglio personale creatosi con la curiosità di voler apprendere quelle che sono le cose normali della vita.

Ora tornando al proprio bagaglio culturale, posso capire che uno non conosca la differenza tra fusione e fissione nucleare, ma che nella vita non hai mai sentito parlare della velocità della luce e della sua grandiosità in termini numerici mi fa pensare e mi pongo la domanda:
ma non hai mai visto spazio 1999, 2001 odissea nello spazio o uno dei 350 film americani in tal senso? Mbo! (o magari un semplice programma come Superquark o ulisse?)

anonymous12345

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da anonymous12345 » 30 marzo 2016, 0:17

Non è (solo) un problema di bagaglio culturale.. è soprattutto un problema di elasticità mentale e curiosità..

Io se leggo di un argomento che non conosco un salto su Google me lo faccio.. anche solo su Wikipedia, giusto per un'infarinatura aggiuntiva.. roba da 10min ..
Da un giornalista mi aspetto che una mezzoretta se la prenda per capire di cosa sta scrivendo..

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9620
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da Maxx » 30 marzo 2016, 16:31

Peraltro nello stesso articolo parla sia di velocità del suono che di velocità della luce.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4907
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da Valerio Ricciardi » 30 marzo 2016, 21:47

Se chiedi a un bambino sui dieci anni quant'è la velocità della luce, ti risponde "300.000 chilometri al secondo, ed è la massima velocità possibile nell'Universo" anche se questa è una nozione appiccicata, che non implica salvo miracoli ovviamente la comprensione di ciò che significhi;
probabilmente immagina che semplicemente non ci sia nulla di più veloce, come non c'è auto più veloce di una Bugatti Veyron, ma solo perché nessuno ancora ne ha costruita una.
O come il grattacielo Burji Dubai è il più alto del mondo, attualmente.

Ora, un bambino di dieci anni medio difficilmente potrebbe interiorizzare il paradosso dei gemelli, o l'orizzonte degli eventi su un buco nero, quella nozione come detto è un po' di seconda mano; ma intanto ce l'ha.
magari perché è vox populi.
Se gli chiedi quanto era alto un Tirannosauro, ti dice spesso "quindici metri", che invece è la lunghezza dal muso alla punta della coda, ma non ti dice per dire cento metri. L'ordine di grandezza è salvo.
L'ordine di grandezza è più importante del numero o dei suoi decimali.

Non fa differenza culturale se situi il Congresso di Vienna nel 1814-1815 o semplicemente "ai primi dell'Ottocento"; chi ricorda le date di massima ha buona memoria, o è un Giggetto-sa-tutto. Ma che quell'evento SEGUE come reazione la Rivoluzione francese e poi l'epopea napoleonica lo devi sapere, se no non hai capito nulla nemmeno se ti ricordi come si chiamava quel castello in cui si son riuniti.
Io da un giornalista non specializzato mi accontento del minimo della decenza; che non si facciano sfondoni esagerati, che si verifichi - mi va bene anche Wikipedia - ogni grandezza quantitativa citata, che il discorso generale sia fluido, corretto e senza salti logici. Come li farebbe Piero Angela, o come racconta la storia Gianni Minoli.

Che una giornalista che - per giunta - dice quel che dice in quella intervista possa non aver acquisito senza incertezze nemmeno una idea di velocità da sussidiario delle elementari, a mio avviso è inaccettabile.
E' accettabile che non si intenda di Teoria della Relatività; se però a domanda affermasse che la Teoria della Relatività dice che in Fisica tutto è relativo, sarebbe da destinare alle cronache mondane e delle sfilate di moda.

Lo scandalo della Gelmini non è che possa aver immaginato in modo errato l'esperimento, o non aver capito un accidente di cosa sia un neutrino rispetto a un elettrone e perché ci si affanni tanto a misurarne la velocità; ma che all'affermazione (scritta da qualche suo addetto/a stampa) "un tunnel dai laboratori di Ginevra a quelli del Gran Sasso" non sia caduta dalla sedia, solo pensando a quanto c'è voluto per forare il Monte Bianco o il San Gottardo, e all'eterna incompiuta Salerno-Reggio Calabria, è incredibile. Lì ti copri di ridicolo.

Un lettore di telegiornale è accettabile che qualche volta sbagli la pronuncia giusta di qualche primo ministro africano il cui nome non è ben noto né pronunciato spesso; è però inaccettabile che sbagli un congiuntivo.
Come è pazzesco che quasi ogni volta che una sonda va verso la Luna i km/ora della seconda velocità di fuga per sfuggire all'orbita terrestre vengano indicati come km/secondo, solo che con la stessa cifra.

Io son quello del "minimo della decenza"; non ho pretese somme in un'informazione non specializzata. E passi che ogni aereo di AG sia un ultraleggero, a tutti voi ogni volta cascano le braccia, ma non è grave. Non è vero che è grave, campi uguale pure senza saperlo. Puoi fare un discorso che ha un filo, narrare dei fatti accaduti in modo sostanzialmente corretto pure se non sai la soglia di massa totale di un ULM, non è totalmente ridicolo anche se non lo sai. Se vedi la foto di un Savannah scassato a fine pista e non lo distingui a colpo d'occhio da un Cessna 152, e che diamine, non muore nessuno.
E' buffo pensare che tanti non abbian fatto caso che i liners a reazione siano sopratutto Boeing O Airbus; però vabbé, se ne dirottano uno fa poca differenza che modello sia. Ma la differenza fra un jet e un turboelica, se un lancio di agenzia relativo a - che ne so un fuoripista - ti arriva come di norma corredato di foto, ti deve saltare agli occhi, la devi sapere e basta.
La Santanché invece ha parlato in un tweet di "Autobus" (con la maiuscola) della Germanwings caduto sulle Alpi, e se anche glielo ha scritto il correttore automatico dello smartphone lei DOVEVA notarlo e correggerlo, è sotto il limite della decenza. O leggere che la Costa Concordia viaggiava in crociera a venti nodi l'ora no, non lo posso mandare giù.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12210
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da AirGek » 30 marzo 2016, 22:23

Valerio ma miri a togliere il primato ad Aldus dei post interminabili?
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9620
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da Maxx » 31 marzo 2016, 14:07

http://www.repubblica.it/tecnologia/201 ... =HRESS-3#1
Mi ricorda qualcosa, non so cosa! 8) Dal rendering al primo volo in un anno e mezzo, ottimo! Sarebbe da ignorare, ma ho letto il nome di Mark Kelly e allora magari qualcosa di concreto c'è.

Avatar utente
ticiotix
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 61
Iscritto il: 20 luglio 2011, 9:48
Località: LIPE Approach

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da ticiotix » 1 aprile 2016, 12:06

Ciao a tutti.
Cercherò di essere breve, ma un minimo di difesa d'ufficio per Elena Dusi la vorrei sostenere.
Proviamo per un attimo solo a trattarla (anche solo per dovere di coerenza) come tratteremmo un pilota di linea, parliamo di scenario operativo, di modello di Reason, di buchi nel formaggio e di muffa del gorgonzola.
Diversi amici giornalisti mi riferiscono di come si lavora oggi, di articoli un tanto a parola, di precariato a lungo termine, di tagli agli addetti al fact-checking, di necessità di scrivere, scrivere, scrivere ... per arrivare a fine mese col minimo necessario. E parliamo del fatto che molti, sempre più spesso (basta leggere i post in giro) il tempo di rileggere lo dedicano ad altra attività più proficua.
Per me Lei potrebbe pure avere una laurea summa cum laude in fisica nucleare, ma se ti trovi a scrivere con una mano, mentre con l'altra culli il figlio piccolo e mentre il grande guarda StarWars in DVD con l'audio a buon volume, la mente può andare per le terre e un della luce al posto di un del suono ci può capitare benissimo. Ancora di più se detta laurea (o detta cultura) ce l'hai eccome e la testa parte su quello che ti arriva all'orecchio dalla TV in sala.
Non rileggi perché altrimenti non fai in tempo per la consegna e non ti contabilizzano il pezzo, chi dovrebbe controllare cosa scrivi è stato mandato a lavorare in un call-center ... è la padella è fatta!
Poi questo caso sarà completamente differente, magari siamo in un caso di ordinaria ignoranza, ma, signori giurati, tanto vi dovevo. :D
Ciao a tutti.
TT:
If you can stay calm, while all around you is chaos... then you probably haven't completely understood the situation.

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9620
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da Maxx » 1 aprile 2016, 12:10

ticiotix ha scritto:Ciao a tutti.
Cercherò di essere breve, ma un minimo di difesa d'ufficio per Elena Dusi la vorrei sostenere.
Proviamo per un attimo solo a trattarla (anche solo per dovere di coerenza) come tratteremmo un pilota di linea, parliamo di scenario operativo, di modello di Reason, di buchi nel formaggio e di muffa del gorgonzola.
Diversi amici giornalisti mi riferiscono di come si lavora oggi, di articoli un tanto a parola, di precariato a lungo termine, di tagli agli addetti al fact-checking, di necessità di scrivere, scrivere, scrivere ... per arrivare a fine mese col minimo necessario. E parliamo del fatto che molti, sempre più spesso (basta leggere i post in giro) il tempo di rileggere lo dedicano ad altra attività più proficua.
Per me Lei potrebbe pure avere una laurea summa cum laude in fisica nucleare, ma se ti trovi a scrivere con una mano, mentre con l'altra culli il figlio piccolo e mentre il grande guarda StarWars in DVD con l'audio a buon volume, la mente può andare per le terre e un della luce al posto di un del suono ci può capitare benissimo. Ancora di più se detta laurea (o detta cultura) ce l'hai eccome e la testa parte su quello che ti arriva all'orecchio dalla TV in sala.
Non rileggi perché altrimenti non fai in tempo per la consegna e non ti contabilizzano il pezzo, chi dovrebbe controllare cosa scrivi è stato mandato a lavorare in un call-center ... è la padella è fatta!
Poi questo caso sarà completamente differente, magari siamo in un caso di ordinaria ignoranza, ma, signori giurati, tanto vi dovevo. :D
Ciao a tutti.
TT:
Grazie Elena! :)

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7035
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da Lampo 13 » 1 aprile 2016, 12:26

ticiotix ha scritto:Ciao a tutti.
Cercherò di essere breve, ma un minimo di difesa d'ufficio per Elena Dusi la vorrei sostenere.
Proviamo per un attimo solo a trattarla (anche solo per dovere di coerenza) come tratteremmo un pilota di linea, parliamo di scenario operativo, di modello di Reason, di buchi nel formaggio e di muffa del gorgonzola.
Diversi amici giornalisti mi riferiscono di come si lavora oggi, di articoli un tanto a parola, di precariato a lungo termine, di tagli agli addetti al fact-checking, di necessità di scrivere, scrivere, scrivere ... per arrivare a fine mese col minimo necessario. E parliamo del fatto che molti, sempre più spesso (basta leggere i post in giro) il tempo di rileggere lo dedicano ad altra attività più proficua.
Per me Lei potrebbe pure avere una laurea summa cum laude in fisica nucleare, ma se ti trovi a scrivere con una mano, mentre con l'altra culli il figlio piccolo e mentre il grande guarda StarWars in DVD con l'audio a buon volume, la mente può andare per le terre e un della luce al posto di un del suono ci può capitare benissimo. Ancora di più se detta laurea (o detta cultura) ce l'hai eccome e la testa parte su quello che ti arriva all'orecchio dalla TV in sala.
Non rileggi perché altrimenti non fai in tempo per la consegna e non ti contabilizzano il pezzo, chi dovrebbe controllare cosa scrivi è stato mandato a lavorare in un call-center ... è la padella è fatta!
Poi questo caso sarà completamente differente, magari siamo in un caso di ordinaria ignoranza, ma, signori giurati, tanto vi dovevo. :D
Ciao a tutti.
TT:
Questo allora dovrebbe essere valido per tutti i mestieri...
ci saliresti su un aereo pilotato da qualcuno nelle stesse condizioni che hai descritto per poi giustificare una distrazione che ha portato ad un incidente?
O farti operare da un chirurgo in quelle condizioni... o mille altre cose che ti possono venire in mente.
Il giornalismo DEVE essere cosa seria, anche da esso dipendono l'informazione, la conoscenza, la cultura, la consapevolezza, le scelte, le decisioni, gli investimenti, etc. della gente.
Scrivere velocità della luce invece che del suono è come scrivere che delle azioni sono al rialzo mentre stanno perdendo valore, o che il tale Ministro è indagato mentre lo era un suo oppositore... etc. etc.
Si fanno danni. E si perdono lettori, tra l'altro.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9857
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da tartan » 1 aprile 2016, 12:34

Secondo me in tutti i mestieri o professioni, per i più sensibili, già ci si trova tutti in queste condizioni. Fate voi!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4648
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da SuperMau » 1 aprile 2016, 17:06

ticiotix ha scritto:Ciao a tutti.
Cercherò di essere breve, ma un minimo di difesa d'ufficio per Elena Dusi la vorrei sostenere.
Proviamo per un attimo solo a trattarla (anche solo per dovere di coerenza) come tratteremmo un pilota di linea, parliamo di scenario operativo, di modello di Reason, di buchi nel formaggio e di muffa del gorgonzola.
Diversi amici giornalisti mi riferiscono di come si lavora oggi, di articoli un tanto a parola, di precariato a lungo termine, di tagli agli addetti al fact-checking, di necessità di scrivere, scrivere, scrivere ... per arrivare a fine mese col minimo necessario. E parliamo del fatto che molti, sempre più spesso (basta leggere i post in giro) il tempo di rileggere lo dedicano ad altra attività più proficua.
Per me Lei potrebbe pure avere una laurea summa cum laude in fisica nucleare, ma se ti trovi a scrivere con una mano, mentre con l'altra culli il figlio piccolo e mentre il grande guarda StarWars in DVD con l'audio a buon volume, la mente può andare per le terre e un della luce al posto di un del suono ci può capitare benissimo. Ancora di più se detta laurea (o detta cultura) ce l'hai eccome e la testa parte su quello che ti arriva all'orecchio dalla TV in sala.
Non rileggi perché altrimenti non fai in tempo per la consegna e non ti contabilizzano il pezzo, chi dovrebbe controllare cosa scrivi è stato mandato a lavorare in un call-center ... è la padella è fatta!
Poi questo caso sarà completamente differente, magari siamo in un caso di ordinaria ignoranza, ma, signori giurati, tanto vi dovevo. :D
Ciao a tutti.
TT:
Capisco il problema ma perdonami, non e' una scusante.

Io mi occupo di manutenzione di Aerei. La mia azienda procura i componenti, l'hangar li installa, e cosi Lampo, Sigmet, Ponch e soci evitano di fare un buco per terra ogni volta per partono.
Ma con i turnaround a 25 minuti, gli slot risicati, gli hangar sempre pieni, eh dai puo' capitare che nello stress di consegnare e fare la riparazione in tempo, puoi avere un componente danneggiato, oppure fuori uso, o anche rubato e copiato illegalmente.....tanto poi cosa vuoi che capita?

Uno deve guadagnarsi il pane, lo capisco...ma sotto certi livelli minimi non si deve mai andare. Si cambia lavoro e, se il lavoro non c'e', si cambia nazione, come ho fatto io e come hanno fatto in tantissimi sul forum.

Ma questo, chiaramente, e' un altro discorso...
Ciao
M.
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8490
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da mcgyver79 » 1 aprile 2016, 17:52

ticiotix ha scritto:Ciao a tutti.
Cercherò di essere breve, ma un minimo di difesa d'ufficio per Elena Dusi la vorrei sostenere.
Proviamo per un attimo solo a trattarla (anche solo per dovere di coerenza) come tratteremmo un pilota di linea, parliamo di scenario operativo, di modello di Reason, di buchi nel formaggio e di muffa del gorgonzola.
Diversi amici giornalisti mi riferiscono di come si lavora oggi, di articoli un tanto a parola, di precariato a lungo termine, di tagli agli addetti al fact-checking, di necessità di scrivere, scrivere, scrivere ... per arrivare a fine mese col minimo necessario. E parliamo del fatto che molti, sempre più spesso (basta leggere i post in giro) il tempo di rileggere lo dedicano ad altra attività più proficua.
Per me Lei potrebbe pure avere una laurea summa cum laude in fisica nucleare, ma se ti trovi a scrivere con una mano, mentre con l'altra culli il figlio piccolo e mentre il grande guarda StarWars in DVD con l'audio a buon volume, la mente può andare per le terre e un della luce al posto di un del suono ci può capitare benissimo. Ancora di più se detta laurea (o detta cultura) ce l'hai eccome e la testa parte su quello che ti arriva all'orecchio dalla TV in sala.
Non rileggi perché altrimenti non fai in tempo per la consegna e non ti contabilizzano il pezzo, chi dovrebbe controllare cosa scrivi è stato mandato a lavorare in un call-center ... è la padella è fatta!
Poi questo caso sarà completamente differente, magari siamo in un caso di ordinaria ignoranza, ma, signori giurati, tanto vi dovevo. :D
Ciao a tutti.
TT:
Magari è così, ma questo scenario collima poco con quanto descritto dalla stessa giornalista in una precedente intervista (stralcio riportato ad inizio thread).

Quale delle due è la versione reale?
McGyver

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11565
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da flyingbrandon » 1 aprile 2016, 19:35

ticiotix ha scritto:Ciao a tutti.
Cercherò di essere breve, ma un minimo di difesa d'ufficio per Elena Dusi la vorrei sostenere.
Proviamo per un attimo solo a trattarla (anche solo per dovere di coerenza) come tratteremmo un pilota di linea, parliamo di scenario operativo, di modello di Reason, di buchi nel formaggio e di muffa del gorgonzola.
Diversi amici giornalisti mi riferiscono di come si lavora oggi, di articoli un tanto a parola, di precariato a lungo termine, di tagli agli addetti al fact-checking, di necessità di scrivere, scrivere, scrivere ... per arrivare a fine mese col minimo necessario. E parliamo del fatto che molti, sempre più spesso (basta leggere i post in giro) il tempo di rileggere lo dedicano ad altra attività più proficua.
Per me Lei potrebbe pure avere una laurea summa cum laude in fisica nucleare, ma se ti trovi a scrivere con una mano, mentre con l'altra culli il figlio piccolo e mentre il grande guarda StarWars in DVD con l'audio a buon volume, la mente può andare per le terre e un della luce al posto di un del suono ci può capitare benissimo. Ancora di più se detta laurea (o detta cultura) ce l'hai eccome e la testa parte su quello che ti arriva all'orecchio dalla TV in sala.
Non rileggi perché altrimenti non fai in tempo per la consegna e non ti contabilizzano il pezzo, chi dovrebbe controllare cosa scrivi è stato mandato a lavorare in un call-center ... è la padella è fatta!
Poi questo caso sarà completamente differente, magari siamo in un caso di ordinaria ignoranza, ma, signori giurati, tanto vi dovevo. :D
Ciao a tutti.
TT:
Tutto possibile Ticio...ma nessuno ha proposto l'arresto o un'inchiesta... :mrgreen: si sta assumendo la responsabilità delle sue "minchiate"....
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4907
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da Valerio Ricciardi » 1 aprile 2016, 21:00

Io son quello del minimo della decenza.

Molte volte la velocità della luce riferito a un aereo,

è al di sotto del minimo della decenza se anche in quel momento stai raccogliendo i cocci del display del Note4 con un mese di vita caduto di spigolo, il pannolino del pupo che ha la cacchina sciolta da due giorni è stato messo troppo largo e va lui va perdendo materiale in giro mentre gattona, il soufflé si è smontato, ti arriva dall'altra stanza l'odore della camicia bucata dal ferro da stiro che ti sei scordata completamente quando sei venuta di qua a prendere il cellulare che squillava, fra mezz'ora c'è l'assemblea di Condominio e tuo marito invece di aiutarti sta perdendo tempo a chiacchierare con la smorfiosa del piano di sotto che è venuta per portare la delega perché ha un impegno in palestra.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7035
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da Lampo 13 » 1 aprile 2016, 21:03

Valerio Ricciardi ha scritto:Io son quello del minimo della decenza.

Molte volte la velocità della luce riferito a un aereo,

è al di sotto del minimo della decenza se anche in quel momento stai raccogliendo i cocci del display del Note4 con un mese di vita caduto di spigolo, il pannolino del pupo che ha la cacchina sciolta da due giorni è stato messo troppo largo e va lui va perdendo materiale in giro mentre gattona, il soufflé si è smontato, ti arriva dall'altra stanza l'odore della camicia bucata dal ferro da stiro che ti sei scordata completamente quando sei venuta di qua a prendere il cellulare che squillava, fra mezz'ora c'è l'assemblea di Condominio e tuo marito invece di aiutarti sta perdendo tempo a chiacchierare con la smorfiosa del piano di sotto che è venuta per portare la delega perché ha un impegno in palestra.
Squarci di vita quotidiana! :mrgreen:

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1384
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da Vultur » 1 aprile 2016, 23:10

Ma non esistono quelli che rileggono e correggono? Come si chiamano? Correttori di bozze?

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4907
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da Valerio Ricciardi » 2 aprile 2016, 21:55

Esistevano. Adesso si usano i correttori automatici, che però ad es. non riconoscono i "pesci" (quando nei vari rimaneggiamenti di un testo restano due o tre parole che hai sostituito ma non hai cancellato), e non possono entrare nel merito semantico (purché tu scriva "luce" e non "luche" o "lucie", mai un correttore grammaticale potrà sottolinearlo in rosso ondulato...).
Il correttore di bozze, sia pure poco dovevi pagarlo. E quando i pagati poco erano diplomati di una volta, di quelli la cui maturità fosse stata anche magistrale valeva una laurea triennale di ora se non di più, a fronte di una spesa modesta avevi un filtro efficace.
Adesso che la media dei giovani non arriva a un lessico di 1500 vocaboli, e appena si distrae scrive con le abbreviazioni da SMS... comprendi bene... se son bravi e dominano la lingua, non si accontenterebbero di un pezzo di pizza bianca, non ci potrebbero campare. Se parlano già sgrammaticato loro... non te ne fai nulla.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9857
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da tartan » 3 aprile 2016, 13:01

Vuoi dire che è come il side stick che sostituisce il pilota tramite tre elaboratori che si controllano tra loro?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7035
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Aerei alla velocità della luce

Messaggio da Lampo 13 » 3 aprile 2016, 15:20

tartan ha scritto:Vuoi dire che è come il side stick che sostituisce il pilota tramite tre elaboratori che si controllano tra loro?
Polemico che sei! :mrgreen:

Rispondi