Videosorveglianza su aerei di linea

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11756
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da flyingbrandon » 25 maggio 2016, 0:30

fabrizio66 ha scritto:
Mbe per solidarietà posso dirti che ho tre telecamere che mi riprendono quando sto per avvicinarmi all agenzia, due che mi riprendono mentre entro, due nella bussola che mi fanno una foto davanti ed una di lato, poi ho il lettore dell impronta digitale e sono appena entrato.
poi ho quattro telecamere puntate sul salone di cui una mi riprende mentre levo gli allarmi e le altre che fanno lo stesso mentre mi muovo nell agenzia, poi se vado giù nel caveau ce n ho un altra che mi riprende mentre sono all interno ad aprire la cassaforte.
Per quanto riguarda le registrazioni oramai qualsiasi cosa faccio al computer viene registrato, oltre alle normali operazioni contabili e non contabili, se faccio un saldo rimane traccia di quando l ho fatto. alcuni colleghi sono stati contattati per giustificare il motivo per cui facevano l estratto conto di una persona un po' troppo spesso per poi scoprire che era il conto della moglie.

chiaramente il mio non vuole essere un intervento volto a verificare l operato del pilota in modo coercitivo ma credo che magari potrebbe essere d'aiuto in quei casi di incidenti dove la soluzione è più difficile da trovare, ferme tutte le regole sulla tutela del lavoratore e della privacy.

ripeto, mi viene in mente il caso del 767 egyptair o 320 germanwings, magari adesso con le immagini di quanto accaduto a bordo i dubbi potevano essere sanati.

a dimenticavo adesso il datore di lavoro può controllare anche la mia mail aziendale.

comunque brandon tranquillo la lasagna te la porto in cockpit e ce la mangiamo nel bagno, almeno li si spera che non ci siano telecamere. :mrgreen: ma la lasagna la vuoi al sugo o al pesto?????
Certo...anche noi le abbiamo nel luogo di lavoro....in aeroporto.....sanno quando firmo....sanno quando sblocco....sanno quando leggo la mail e se l'ho letta....quante volte guardo Alis...e via dicendo. Però, a te, la telecamera sulla nuca e sulla scrivania non l'hanno messa...e non avrebbero motivo di metterla così come non ce l'hanno messa a noi....
Fabrì...sempre che si voglia sanare un dubbio....si può anche vivere con qualche dubbio...
La voglio come ti viene meglio....la lasagna.... :mrgreen:
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da FAS » 25 maggio 2016, 8:09

Brandon....scrivi cosí perche vieni male in video! guarda Gek subito si é offerto per fissare la go-pro alla nuca.

a parte gli scherzi
Come ha saggiamente scritto AirGek, non é necessario. Non vi é la necessitá e sarebbe solo un gold plating.

Tra l'altro bisognerebbe certificarle per uso aerospaziale (ambiente, EMC, fulmini, vibrazioni.....)
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4841
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da sardinian aviator » 25 maggio 2016, 8:10

Però si è passati dalle telecamere esterne a quelle in cockpit, esasperando talvolta questo ultimo concetto.
Se non ricordo male c'è sempre stata una presa di posizione storica dei piloti su questo aspetto anche prima del 11/9, ed in definitiva sarei d'accordo con loro (tranquillo Gek, stavo scherzando, giocate a solitario solo durante le soste :mrgreen: ).
Io però vorrei riportare la discussione sul tema delle telecamere verso l'esterno; possibile che nessuno ne ravvisi la necessità?
Insomma se tutto è già sotto controllo con gli strumenti, perché accidenti chiedete alla TWR di controllare se il carrello è esteso oppure no passando bassi sulla pista quando avete qualche dubbio?
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
MarcoGT
Software Integration Engineer
Software Integration Engineer
Messaggi: 3988
Iscritto il: 8 dicembre 2007, 9:28

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da MarcoGT » 25 maggio 2016, 8:14

Il Sistema di videosorveglianza (CVMS = Cabin Video Monitoring System) c'è già... edit

Ho visto solo ora che parlavate di camere esterne e non interne

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2551
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da MartaP » 25 maggio 2016, 9:07

termicando ha scritto:Ma io ti do assolutamente ragione...quello che mi fa strano è che le telecamere le vedo persino puntate sui conducenti degli autobus e tram e non capisco perché invece in un cockpit non abbiano ancora trovato un pretesto per metterle.
..ti risulta che negli autobus e nei tram ci siano CVR e FDR ? :roll:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2299
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da la franci » 25 maggio 2016, 9:17

MartaP ha scritto:
termicando ha scritto:Ma io ti do assolutamente ragione...quello che mi fa strano è che le telecamere le vedo persino puntate sui conducenti degli autobus e tram e non capisco perché invece in un cockpit non abbiano ancora trovato un pretesto per metterle.
..ti risulta che negli autobus e nei tram ci siano CVR e FDR ? :roll:
Mi sa che allude ai video dei passeggeri caricati su "youreporter "... :mrgreen:

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11756
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da flyingbrandon » 25 maggio 2016, 9:20

sardinian aviator ha scritto: Io però vorrei riportare la discussione sul tema delle telecamere verso l'esterno; possibile che nessuno ne ravvisi la necessità?
Insomma se tutto è già sotto controllo con gli strumenti, perché accidenti chiedete alla TWR di controllare se il carrello è esteso oppure no passando bassi sulla pista quando avete qualche dubbio?
Sugli aerei che ho volato e che volo non è necessario che qualcuno dall'esterno mi dica se è giù e comunque non potrebbe dirmi se è bloccato. Quando non è sceso a Fiumicino non mi risulta che abbiano chiesto o fatto un passaggio per farsi guardare il carrello ma forse ricordo male. Comunque sulle telecamere esterne si potrebbe fare un discorso...l'unico caso in cui mi viene in mente che possa effettivamente essere utile è proprio in caso di bird strike...per vedere il motore e il bordo d'attacco...ma non so se la spesa possa effettivamente valere la pena...per la compagnia intendo. Sul carrello l'utilità potrebbe essere , quando non è esteso è bloccato, quello di vedere di quanto è uscito (cosa che non possiamo sapere) ma, alla fine, la manovra da fare è la stessa perché comunque agisco come se non ci fosse visto che quando tocco, probabilmente, mi cede.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7277
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da Lampo 13 » 25 maggio 2016, 10:09

flyingbrandon ha scritto:
sardinian aviator ha scritto: Io però vorrei riportare la discussione sul tema delle telecamere verso l'esterno; possibile che nessuno ne ravvisi la necessità?
Insomma se tutto è già sotto controllo con gli strumenti, perché accidenti chiedete alla TWR di controllare se il carrello è esteso oppure no passando bassi sulla pista quando avete qualche dubbio?
Sugli aerei che ho volato e che volo non è necessario che qualcuno dall'esterno mi dica se è giù e comunque non potrebbe dirmi se è bloccato. Quando non è sceso a Fiumicino non mi risulta che abbiano chiesto o fatto un passaggio per farsi guardare il carrello ma forse ricordo male. Comunque sulle telecamere esterne si potrebbe fare un discorso...l'unico caso in cui mi viene in mente che possa effettivamente essere utile è proprio in caso di bird strike...per vedere il motore e il bordo d'attacco...ma non so se la spesa possa effettivamente valere la pena...per la compagnia intendo. Sul carrello l'utilità potrebbe essere , quando non è esteso è bloccato, quello di vedere di quanto è uscito (cosa che non possiamo sapere) ma, alla fine, la manovra da fare è la stessa perché comunque agisco come se non ci fosse visto che quando tocco, probabilmente, mi cede.
Ciao!
Sono d'accordo con Brandon.
Mi capitò con l'80 a Verona di avere il carrello anteriore che risultava né bloccato, né sbloccato, tutte le sue luci erano spente ma al check funzionavano, il "pistolino" che viene fuori con il carrello esteso e bloccato era nella giusta posizione. Abbiamo fatto il briefing alla cabina per un possibile crash landing ed abbiamo dichiarato emergenza pochi minuti prima della toccata in modo di avere già i VV/FF schierati.
In finale la torre ci ha comunicato che il carrello appariva esteso (hanno il binocolo) e le luci erano visibili.
Abbiamo toccato ed effettuato un atterraggio come se il carrello dovesse cedere ma invece era tutto a posto.
Poi si è trovato un leveraggio leggermente storto perché montato lento e che non spingeva correttamente il micro switch di comando delle luci di down. Se avessi avuto una videocamera, interna al vano carrello per vedere i segni del ginocchio negativo allineati, non avrei variato nulla nella procedura.
... ovviamente è successo durante un check in linea! :mrgreen:

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11756
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da flyingbrandon » 25 maggio 2016, 10:25

Lampo 13 ha scritto:
... ovviamente è successo durante un check in linea! :mrgreen:
Che c**o! :mrgreen: :mrgreen:
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
termicando
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 13 agosto 2012, 21:20

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da termicando » 25 maggio 2016, 10:27

MartaP ha scritto:
termicando ha scritto:Ma io ti do assolutamente ragione...quello che mi fa strano è che le telecamere le vedo persino puntate sui conducenti degli autobus e tram e non capisco perché invece in un cockpit non abbiano ancora trovato un pretesto per metterle.
..ti risulta che negli autobus e nei tram ci siano CVR e FDR ? :roll:
Sui mezzi più nuovi qualcosina c'è, ovvio che non sia un recorder completo e i sensori siano pochi ma accelerazioni/decelerazioni, sterzate e input sui comandi principali li registra.

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4841
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da sardinian aviator » 25 maggio 2016, 10:29

Non per contraddire nessuno, ma avherald è pieno di bassi passaggi perché la TWR accerti l'estensione del carrello, quindi è una manovra che si fa. Sarà pure inutile però la fanno in tanti e mi pare una prassi consolidata. Una o più TVCC ravvicinate che permettano un'autonoma valutazione dal cockpit mi pare un buon compromesso costi/benefici (anche perché pure le riattaccate costano). E la tecnologia lo permette, così come permetterebbe di accertare eventuali problemi di danneggiamenti delle linee idrauliche del nose gear in caso di impatti con volatili (cfr. KLM a Barcellona Nov. 2004) ed in tanti altri casi (radome ammaccato, ma anche fumo/incendio nelle stive ecc...).
Insomma mi parrebbero soluzioni semplici e logiche che tuttavia (come per altri problemi) gli enti di certificazione sono alquanto riluttanti ad adottare per svariati motivi (e non parliamo dei costruttori).


PS Brandon, prima o poi ti chiederò un parere (e una mano) su una presentazione ad un congresso; poi ne parliamo in MP
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
termicando
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 13 agosto 2012, 21:20

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da termicando » 25 maggio 2016, 10:37

sardinian aviator ha scritto:Non per contraddire nessuno, ma avherald è pieno di bassi passaggi perché la TWR accerti l'estensione del carrello, quindi è una manovra che si fa. Sarà pure inutile però la fanno in tanti e mi pare una prassi consolidata. Una o più TVCC ravvicinate che permettano un'autonoma valutazione dal cockpit mi pare un buon compromesso costi/benefici (anche perché pure le riattaccate costano). E la tecnologia lo permette, così come permetterebbe di accertare eventuali problemi di danneggiamenti delle linee idrauliche del nose gear in caso di impatti con volatili (cfr. KLM a Barcellona Nov. 2004) ed in tanti altri casi (radome ammaccato, ma anche fumo/incendio nelle stive ecc...).
Insomma mi parrebbero soluzioni semplici e logiche che tuttavia (come per altri problemi) gli enti di certificazione sono alquanto riluttanti ad adottare per svariati motivi (e non parliamo dei costruttori).


PS Brandon, prima o poi ti chiederò un parere (e una mano) su una presentazione ad un congresso; poi ne parliamo in MP
Ma sul 380 di telecamere esterne ce ne sono una marea...e non penso che installarle anche su altri modelli sia un grosso problema, ormai credo sia solo una scelta della compagnia se metterle o no.
Con enti di certificazione cosa intendi esattamente?

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7277
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da Lampo 13 » 25 maggio 2016, 10:41

termicando ha scritto:
sardinian aviator ha scritto:Non per contraddire nessuno, ma avherald è pieno di bassi passaggi perché la TWR accerti l'estensione del carrello, quindi è una manovra che si fa. Sarà pure inutile però la fanno in tanti e mi pare una prassi consolidata. Una o più TVCC ravvicinate che permettano un'autonoma valutazione dal cockpit mi pare un buon compromesso costi/benefici (anche perché pure le riattaccate costano). E la tecnologia lo permette, così come permetterebbe di accertare eventuali problemi di danneggiamenti delle linee idrauliche del nose gear in caso di impatti con volatili (cfr. KLM a Barcellona Nov. 2004) ed in tanti altri casi (radome ammaccato, ma anche fumo/incendio nelle stive ecc...).
Insomma mi parrebbero soluzioni semplici e logiche che tuttavia (come per altri problemi) gli enti di certificazione sono alquanto riluttanti ad adottare per svariati motivi (e non parliamo dei costruttori).


PS Brandon, prima o poi ti chiederò un parere (e una mano) su una presentazione ad un congresso; poi ne parliamo in MP
Ma sul 380 di telecamere esterne ce ne sono una marea...e non penso che installarle anche su altri modelli sia un grosso problema, ormai credo sia solo una scelta della compagnia se metterle o no.
Con enti di certificazione cosa intendi esattamente?
Qualsiasi oggetto venga montato a bordo di un aereo deve essere certificato da appositi istituti, anche la tavoletta del gabinetto, e questo fa salire in modo esponenziale il costo dei singoli oggetti.
Inoltre per modificare un aereo devi chiedere il permesso alla ditta costruttrice dell'aereo stesso, non puoi montare qualcosa senza la loro autorizzazione. SE vieni autorizzato, anche questo comporta un costo notevole.
Ti porto un esempio. Una volpe di dirigente di una nota Compagnia aerea ebbe l'idea di far cambiare la direzione di azionamento - verso l'alto/verso il basso - degli interruttori delle luci di taxi e decollo/atterraggio di un nuovo aereo in arrivo nella Compagnia per fare in modo che fosse uguale a quella di un altro tipo di aereo già in flotta, per "uniformità". Vox populi vox Dei racconta che il costo per aeroplano fu di Lit. 1.000.000.000 (unmiliardodilire) per modifica del cablaggio, rifacimento delle serigrafie, nuova certificazione, modifica dei manuali, etc...
Naturalmente sul simulatore gli interruttori rimasero come in origine e così i Piloti in addestramento dovevano ricordarsi della differenza... uniformità tra aerei diversi, difformità tra aereo e suo simulatore!
Ultima modifica di Lampo 13 il 25 maggio 2016, 10:49, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9671
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da Maxx » 25 maggio 2016, 10:42

E poi è tutto peso in più, no?

Avatar utente
spiridione
FL 350
FL 350
Messaggi: 3619
Iscritto il: 16 aprile 2011, 21:02
Località: Oristano (LIER/FNU)

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da spiridione » 25 maggio 2016, 11:00

Lampo 13 ha scritto: Una volpe di dirigente di una nota Compagnia aerea ebbe l'idea di far cambiare la direzione di azionamento - verso l'alto/verso il basso - degli interruttori delle luci di taxi e decollo/atterraggio di un nuovo aereo in arrivo nella Compagnia per fare in modo che fosse uguale a quella di un altro tipo di aereo già in flotta, per "uniformità". Vox populi vox Dei racconta che il costo per aeroplano fu di Lit. 1.000.000.000 (unmiliardodilire) per modifica del cablaggio, rifacimento delle serigrafie, nuova certificazione, modifica dei manuali, etc...
Naturalmente sul simulatore gli interruttori rimasero come in origine e così i Piloti in addestramento dovevano ricordarsi della differenza... uniformità tra aerei diversi, difformità tra aereo e suo simulatore!
Questa la conoscevo già..... e tu conosci bene da quale Compagnia e su quale aereo è stata fatta questa ca22atona, vero???!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Spiridione.


Ho volato su un MD80 così vecchio, che sulla porta di una toilette c'era scritto ORVILLE
e sulla porta dell'altra WILBUR....





Avatar utente
termicando
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 13 agosto 2012, 21:20

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da termicando » 25 maggio 2016, 11:05

Lampo 13 ha scritto:
termicando ha scritto:
sardinian aviator ha scritto:Non per contraddire nessuno, ma avherald è pieno di bassi passaggi perché la TWR accerti l'estensione del carrello, quindi è una manovra che si fa. Sarà pure inutile però la fanno in tanti e mi pare una prassi consolidata. Una o più TVCC ravvicinate che permettano un'autonoma valutazione dal cockpit mi pare un buon compromesso costi/benefici (anche perché pure le riattaccate costano). E la tecnologia lo permette, così come permetterebbe di accertare eventuali problemi di danneggiamenti delle linee idrauliche del nose gear in caso di impatti con volatili (cfr. KLM a Barcellona Nov. 2004) ed in tanti altri casi (radome ammaccato, ma anche fumo/incendio nelle stive ecc...).
Insomma mi parrebbero soluzioni semplici e logiche che tuttavia (come per altri problemi) gli enti di certificazione sono alquanto riluttanti ad adottare per svariati motivi (e non parliamo dei costruttori).


PS Brandon, prima o poi ti chiederò un parere (e una mano) su una presentazione ad un congresso; poi ne parliamo in MP
Ma sul 380 di telecamere esterne ce ne sono una marea...e non penso che installarle anche su altri modelli sia un grosso problema, ormai credo sia solo una scelta della compagnia se metterle o no.
Con enti di certificazione cosa intendi esattamente?
Qualsiasi oggetto venga montato a bordo di un aereo deve essere certificato da appositi istituti, anche la tavoletta del gabinetto, e questo fa salire in modo esponenziale il costo dei singoli oggetti.
Inoltre per modificare un aereo devi chiedere il permesso alla ditta costruttrice dell'aereo stesso, non puoi montare qualcosa senza la loro autorizzazione. SE vieni autorizzato, anche questo comporta un costo notevole.
Ti porto un esempio. Una volpe di dirigente di una nota Compagnia aerea ebbe l'idea di far cambiare la direzione di azionamento - verso l'alto/verso il basso - degli interruttori delle luci di taxi e decollo/atterraggio di un nuovo aereo in arrivo nella Compagnia per fare in modo che fosse uguale a quella di un altro tipo di aereo già in flotta, per "uniformità". Vox populi vox Dei racconta che il costo per aeroplano fu di Lit. 1.000.000.000 (unmiliardodilire) per modifica del cablaggio, rifacimento delle serigrafie, nuova certificazione, modifica dei manuali, etc...
Naturalmente sul simulatore gli interruttori rimasero come in origine e così i Piloti in addestramento dovevano ricordarsi della differenza... uniformità tra aerei diversi, difformità tra aereo e suo simulatore!
Che ogni cosa che sia a bordo debba essere certificata ok, ma se il costruttore lo propone già come optional non dovrebbero essere necessarie ulteriori certificazioni giusto?
Poi se servano effettivamente ai piloti non lo so, però se mi proiettano il video sullo schermo a bordo sicuramente mi fanno felice. :mrgreen: :mrgreen:

Avatar utente
Guren
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 763
Iscritto il: 25 luglio 2011, 0:03
Località: Dongguan, Guangdong, R.P.C.

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da Guren » 25 maggio 2016, 11:06

flyingbrandon ha scritto: Però, a te, la telecamera sulla nuca e sulla scrivania non l'hanno messa..
Qui, Cina, in banca ci sono telecamera puntate alla nuca di ogni cassiere :oops:

Non so dentro gli uffici perché ovviamente non posso accedervi, essendo un semplice cliente (povero), ma nella zona delle casse (che nelle banche cinesi è sempre delimitata da muri e vi si accede solo da porte blindate) ho visto decine di telecamere puntate su ogni scrivania.

Però di certo la Cina non brilla per i diritti civili.

p.s. qui anche i dipendenti delle banche hanno la divisa e palesi regole sul trocco&parrucco
Ciao, Marco
_____________________________
In tutta la sua vita,
quante volte puo' riuscire un uomo
a fermare le lacrime di una donna?

fabrizio66
FL 150
FL 150
Messaggi: 1976
Iscritto il: 9 settembre 2010, 14:11

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da fabrizio66 » 25 maggio 2016, 11:14

FAS ha scritto:Brandon....scrivi cosí perche vieni male in video! guarda Gek subito si é offerto per fissare la go-pro alla nuca.

a parte gli scherzi
Come ha saggiamente scritto AirGek, non é necessario. Non vi é la necessitá e sarebbe solo un gold plating.

Tra l'altro bisognerebbe certificarle per uso aerospaziale (ambiente, EMC, fulmini, vibrazioni.....)
Guarda Fas che anche Brandon è un bel ragazetto... :mrgreen:

A parte gli scherzi, nel mio ambito lavorativo le telecamere servono molto da deterrente ma anche utili in caso di rapina/furti per capire cosa è successo.

servono inoltre per capire cosa si può migliorare per rendere più sicura l agenzia della banca onde evitare rapine e furti futuri.

in banca si è soliti pensare alle rapine ma ci sono molti altre cose da controllare, tipo il vecchietto che viene a prelevare la pensione e mentre esce un qualcuno fa un segno sulla giacchetta del povero pensionato per essere derubato subito dopo dallo scippatore di turno che aspetta fuori.

L uso delle telecamere è utile anche per verificare se quando viene il trasporto valori a consegnare/ritirare il denaro se tutto si è svolto correttamente o no, questo chiaramente in caso di smarrimento dei plichi etc.

premetto e riconfermo il fatto che essere monitorati nel nostro lavoro non è un cosa gradita e che purtroppo secondo me arriveremo un domani dove avremo tutti un chip sottopelle che controlla tutto.

io credo che l uso di telecamere in cabina di pilotaggio, in sala operatoria in ambienti cosiddetti "particolari" potrebbe essere d'aiuto in caso qualcosa vada male.

penso alle 314 pagine di post sull incedente del germanwings per arrivare a dubbi espressi da parte di molti sulle cause dell'incidente.

pongo una domanda a te fa o sigmet che siete i più esperti nella diagnostica degli incidenti.

esiste la certezza al 100% che il pilota egypatir del 767 abbia tentato il suicidio?

non credete che una visione della cabina avesse potuto in ottica solo di sicurezza per le indagine essere utile per capire cosa è successo onde rispondere agli egiziani che si sono sbagliati nelle loro conclusioni e far lavorare meno sigmet?
Ultima modifica di fabrizio66 il 25 maggio 2016, 11:58, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
MarcoGT
Software Integration Engineer
Software Integration Engineer
Messaggi: 3988
Iscritto il: 8 dicembre 2007, 9:28

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da MarcoGT » 25 maggio 2016, 11:14

termicando ha scritto: Ma sul 380 di telecamere esterne ce ne sono una marea...e non penso che installarle anche su altri modelli sia un grosso problema, ormai credo sia solo una scelta della compagnia se metterle o no.
Con enti di certificazione cosa intendi esattamente?
Sul 380 ce ne sono tre:

- tail fin
- main landing gear
- front nose gear

Vuol dire che per ogni cosa che viene installata a bordo deve essere certificata per uso aeronautico (EMC, vibrazione, temperature, MTBF ecc ecc)

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11756
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da flyingbrandon » 25 maggio 2016, 11:18

Guren ha scritto:
Però di certo la Cina non brilla per i diritti civili.
Eh appunto... :mrgreen:
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
MarcoGT
Software Integration Engineer
Software Integration Engineer
Messaggi: 3988
Iscritto il: 8 dicembre 2007, 9:28

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da MarcoGT » 25 maggio 2016, 11:18

Lampo 13 ha scritto: Inoltre per modificare un aereo devi chiedere il permesso alla ditta costruttrice dell'aereo stesso, non puoi montare qualcosa senza la loro autorizzazione. SE vieni autorizzato, anche questo comporta un costo notevole.
Questo è parzialmente falso, infatti il costruttore rilascia al cliente (compagnia aerea) dei documenti di interfaccia (Interface Document) che appunto spiegano alle compagnie come fare per ampliare un sistema, connettersi ad un loro sistema ecc ecc.
Vedi l'IFE: i costruttori non fanno IFE (iniziano ora), ma li fa Thales, Panasonic, Rockwell-Collins; il costruttore fornisce i documenti che spiegano come connettersi al sistema elettrico, all'avionic bus ecc ecc
Ultima modifica di MarcoGT il 25 maggio 2016, 11:27, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2551
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da MartaP » 25 maggio 2016, 11:22

terminando ha scritto: Sui mezzi più nuovi qualcosina c'è, ovvio che non sia un recorder completo e i sensori siano pochi ma accelerazioni/decelerazioni, sterzate e input sui comandi principali li registra.
..ti hanno già risposto.... :)

E' più facile installare telecamere sui bus/tram perchè non hanno bisogno di certificazioni/ permessi/ costi allucinanti... :wink:

Negli aerei ci sono già FDR e CVR: evidentemente gli ingegneri aeronautici ritengono che le telecamere non siano così rilevanti....
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7277
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da Lampo 13 » 25 maggio 2016, 11:25

termicando ha scritto: Che ogni cosa che sia a bordo debba essere certificata ok, ma se il costruttore lo propone già come optional non dovrebbero essere necessarie ulteriori certificazioni giusto?
Poi se servano effettivamente ai piloti non lo so, però se mi proiettano il video sullo schermo a bordo sicuramente mi fanno felice. :mrgreen: :mrgreen:
Certo, se viene proposto vuole dire che è già stato tutto certificato.
Ma gli aeroplani in giro per il mondo non hanno questo "optional", migliaia di aeroplani che dovrebbero fare quella procedura onerosa che dicevo prima.
Mi ricordo il problema di fare una piccola modifica ad un tavolinetto porta cartine sul 80... alla fine si lasciò perdere per la complicazione della procedura e per il suo costo.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7277
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da Lampo 13 » 25 maggio 2016, 11:34

MarcoGT ha scritto:
Lampo 13 ha scritto: Inoltre per modificare un aereo devi chiedere il permesso alla ditta costruttrice dell'aereo stesso, non puoi montare qualcosa senza la loro autorizzazione. SE vieni autorizzato, anche questo comporta un costo notevole.
Questo è parzialmente falso, infatti il costruttore rilascia al cliente (compagnia aerea) dei documenti di interfaccia (Interface Document) che appunto spiegano alle compagnie come fare per ampliare un sistema, connettersi ad un loro sistema ecc ecc.
Vedi l'IFE: i costruttori non fanno IFE (iniziano ora), ma li fa Thales, Panasonic, Rockwell-Collins; il costruttore fornisce i documenti che spiegano come connettersi al sistema elettrico, all'avionic bus ecc ecc
Scusa, ma quello che tu affermi, vero, riguarda cose già certificate, sta poi alla Compagnia se acquistarlo o meno. Comunque se ordini l'aereo in una certa configurazione non è che poi ti svegli una mattina, decidi di montare, che so, l'IFE che non avevi preso, chiami la Panasonic e via. Devi comunque passare, giustamente, sotto le Forche Caudine dell'autorizzazione della Compagnia. Se ti compri un aereo con limiti di vento al traverso di 25 kts e poi li vuoi incrementare a 30 kts, se possibile, devi pagare al costruttore l'Upgrade normativo.
Il problema delle videocamere è che non ci sono ancora sulla stragrande maggioranza della flotta aerea mondiale, quindi sarebbero impianti totalmente nuovi, non previsti e quindi da certificare.

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12351
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da AirGek » 25 maggio 2016, 12:02

Come spesso si fa si mischia tutto il contrario di tutto.

Banca, un edificio con gran numero di persone al suo interno e contenente qualcosa che a tutti fa gola, usate principalmente come deterrente. Cockpit, pochi metri quadri con solitamente due persone, utilizzo (utilità da dimostrare) per analisi a seguito di eventi non normali.

Una telecamera che mi riprende mentre premo un pulsante sull'MCP o muovo un interruttore sull'overhead non serve perché il gesto è comunque registrato dal FDR. Chi l'ha premuto? Chissene, di sicuro non un pax o una hostess e che lo prema il cpt o l'fo non ne cambia l'effetto.

Tanto per darvi un'idea dell'estrema (non dico eccessiva) monitorizzazione che vi è a bordo di un aereo di linea senza parlare FDR e CVR che vengono analizzati in caso di incidente avvenuto ad ogni decollo un sistema monitora, per dirne una, quanto velocemente (o lentamente) ho effettuato la rotazione in decollo e se supera certi parametri manda un avviso alla centrale, e non è successo nulla di grave eh...(tranne per tartan forse).

Ripeto, io che ci sto non ne trovo utilità, voi che dite "perché no?" convincetemi del contrario (ma con argomenti fondati, non rispondendo "beh osservandoli", osservando cosa, l'espressione del viso? Le occhiaie derivanti da un inadeguato riposo?) altrimenti è una discussione inutile.
Tempi duri creano uomini forti,
Uomini forti creano tempi tranquilli,
Tempi tranquilli fanno gli uomini deboli,
Uomini deboli creano tempi duri

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4841
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da sardinian aviator » 25 maggio 2016, 12:27

Mah, io trovo che in aviazione questo tipo di problematica esista da sempre. Alludo alle certificazioni ed ai relativi costi di implementazione di un nuovo sistema/apparato.
C'è sempre stata la tendenza da un lato a dire: ma si è sempre fatto così, non lo fa nessun altro, funziona già bene così, e chi paga poi? ... e dall'altra: la sicurezza non ha prezzo, le innovazioni permettono alla lunga di risparmiare, il progresso non si ferma e via dicendo.
In un mio post precedente parlavo degli enti e dei requisiti di certificazione. Faccio un esempio su una materia a me più vicina, tanto per chiarire. FAA e EASA hanno requisiti di certificazione diversi ma simili per quanto attiene all'impatto con volatili ed alla resistenza che le strutture devono avere per resistere.
Sono basate (FAA) su un peso (massa) standard di un singolo volatile di 4 o 8 libbre, preso come riferimento statistico ancorché arbitrario.
Osservando le statistiche degli ultimi anni si è però notato che sono sempre più frequenti gli impatti con stormi di uccelli ed in questo caso i parametri di resistenza basati sull'impatto con un single bird non valgono più, tant'è che la FAA ci sta pensando seriamente. Idem se si osserva che la popolazione di oche canadesi negli USA (che pesano molto di più di 8 lb.) è aumentata in modo esponenziale. Una eventuale modifica, anche limitata a parti degli aerei, avrebbe costi economici rilevantissimi.
Non voglio dilungarmi oltre ma sottolineo che sono appunto questi enti che devono attivarsi, anche per modifiche molto più economiche come quelle di installare obbligatoriamente una TVCC nel vano carrello (per dire), perché se aspetti industria e linee aeree non se ne cava piede. E' giusto che siano gli enti preposti istituzionalmente alla sicurezza ad imporre le misure necessarie, sentiti ovviamente tutti gli altri stakeholders del sistema. I maggiori costi si sopporteranno, come è sempre avvenuto dai fratelli Wright in poi.
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
termicando
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 35
Iscritto il: 13 agosto 2012, 21:20

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da termicando » 25 maggio 2016, 12:57

AirGek ha scritto:Come spesso si fa si mischia tutto il contrario di tutto.

Banca, un edificio con gran numero di persone al suo interno e contenente qualcosa che a tutti fa gola, usate principalmente come deterrente. Cockpit, pochi metri quadri con solitamente due persone, utilizzo (utilità da dimostrare) per analisi a seguito di eventi non normali.

Una telecamera che mi riprende mentre premo un pulsante sull'MCP o muovo un interruttore sull'overhead non serve perché il gesto è comunque registrato dal FDR. Chi l'ha premuto? Chissene, di sicuro non un pax o una hostess e che lo prema il cpt o l'fo non ne cambia l'effetto.

Tanto per darvi un'idea dell'estrema (non dico eccessiva) monitorizzazione che vi è a bordo di un aereo di linea senza parlare FDR e CVR che vengono analizzati in caso di incidente avvenuto ad ogni decollo un sistema monitora, per dirne una, quanto velocemente (o lentamente) ho effettuato la rotazione in decollo e se supera certi parametri manda un avviso alla centrale, e non è successo nulla di grave eh...(tranne per tartan forse).

Ripeto, io che ci sto non ne trovo utilità, voi che dite "perché no?" convincetemi del contrario (ma con argomenti fondati, non rispondendo "beh osservandoli", osservando cosa, l'espressione del viso? Le occhiaie derivanti da un inadeguato riposo?) altrimenti è una discussione inutile.
Guarda che io non sto cercando di convincerti dell'utilità di un sistema di videosorveglianza in cockpit eh...la mia domanda era (e resta se qualcun altro vuole rispondere): vista la logica degli ultimi anni di voler installare sistemi di monitoraggio per ogni cosa (come dici te addirittura il monitoraggio della rotazione), perché non si è ancora arrivati alle telecamere in cockpit? Anche a me piacerebbe sapere a cosa effettivamente potrebbero servire...
E le risposte finora sono state

Contro:
"Sono inutili"
"Non sono mica un detenuto"
"Sarebbero più che altro un giochino costoso"

Pro:
"In alcuni casi più unici che rari potrebbero contribuire alle investigazioni in seguito a un crash"

Ps: Gek, seguendo la tua logica "non è importante sapere chi preme questo o quello se pf o pnf o fo o cpt" potremmo facilmente arrivare al "non è importante il cvr basta che i tasti giusti vengano premuti nell'ordine giusto, basta e avanza il fdr" o sbaglio?

fabrizio66
FL 150
FL 150
Messaggi: 1976
Iscritto il: 9 settembre 2010, 14:11

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da fabrizio66 » 25 maggio 2016, 13:12

AirGek ha scritto:Come spesso si fa si mischia tutto il contrario di tutto.

Banca, un edificio con gran numero di persone al suo interno e contenente qualcosa che a tutti fa gola, usate principalmente come deterrente. Cockpit, pochi metri quadri con solitamente due persone, utilizzo (utilità da dimostrare) per analisi a seguito di eventi non normali..
Air Gek le telecamere in banca non servono solo per deterrente, vengono utilizzate per capire dopo che è successo qualcosa e non solo in caso di rapine.

cockpit è vero che tutto è monitorato registrato etc ma sto ponendo la stessa domanda da vari post.

boeing 767 egyptair se ci fosse stata una telecamera all interno della cabina (fermo il fatto della tutela dei lavoratori, privacy e tutto il resto) sarebbe stato più facile avere prova inconfutabile da presentare alle autorità egiziane circa l ipotesi suicidio?

a 320 germnawings con all interno una telecamera che riprende tutto si sarebbero evitate le 35/40 pagine di post che abbiamo avuto sul caso in questione?

md 11 usp o dhl non ricordo, con copilota che prende a martellate gli altri piloti per far cadere l aereo sulla sede dell azienda, nel caso il copilota martellatore fosse riuscito nel suo intento e l aereo fosse purtroppo precipitato sigmet sarebbe riuscito a capire con più facilità cosa è successo?

faccio questa domanda solo nell ottica di un possibile aiuto nel capire le cause di quegli incidenti "particolari" tutto qui.

fermo anche il fatto che dicono che fliyngbrandon è molto più bello ed anche più fotogenico di ponch e di lampo (quest'ultimo nei tempi migliori) :mrgreen:

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7277
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da Lampo 13 » 25 maggio 2016, 13:25

termicando ha scritto:Ripeto, io che ci sto non ne trovo utilità, voi che dite "perché no?" convincetemi del contrario (ma con argomenti fondati, non rispondendo "beh osservandoli", osservando cosa, l'espressione del viso? Le occhiaie derivanti da un inadeguato riposo?) altrimenti è una discussione inutile.
Guarda che io non sto cercando di convincerti dell'utilità di un sistema di videosorveglianza in cockpit eh...la mia domanda era (e resta se qualcun altro vuole rispondere): vista la logica degli ultimi anni di voler installare sistemi di monitoraggio per ogni cosa (come dici te addirittura il monitoraggio della rotazione), perché non si è ancora arrivati alle telecamere in cockpit? Anche a me piacerebbe sapere a cosa effettivamente potrebbero servire...
E le risposte finora sono state

Contro:
"Sono inutili"
"Non sono mica un detenuto"
"Sarebbero più che altro un giochino costoso"
[/quote]
Vorrei darti la mia impressione sulla faccenda, considerando che ho fatto questo lavoro per 27 anni e che ora sono in pensione, vuole dire che un esperienza dal vivo la ho e che non sono personalmente coinvolto.
Prima cosa, per un periodo fu montato su un simulatore dell'80 una videocamera che inquadrava i Piloti con un microfono che registrava tutto. Fu usato per un periodo tale che tutti potessero fare una speciale "seduta" al simulatore rivolta alla problematica Human Factor. Veniva creato un volo, l'istruttore faceva accadere qualcosa di particolare, un evento insolito a cui non avevamo mai fatto mente locale probabilmente, e l'equipaggio doveva portare a termine il volo come avrebbe fatto nella realtà Poi si visionava tutti insieme la registrazione e quindi il nastro veniva cancellato. Era solo una fase addestrativa fatta per mostrare ai protagonisti il loro modo di comportarsi, di porsi al collega, di gestire se stessi e gli altri. Incredibilmente rilevante ed istruttivo!
Per farti capire, a me capitò una volo Roma Catania, con un magistrato antimafia a bordo in incognito, una comunicazione da parte dell'operativo dell'esplosione di una bomba sulla strada Catania Palermo e del rischio di un possibile attentato contro l'aereo. Ti assicuro che rivedersi in video è stata una esperienza di crescita!
Questo per dire che i comportamenti in cockpit tenuti dai Piloti e "giudicati" a posteriori da chi non era presente al momento ma prova a farsi una idea magari senza nemmeno essere "del mestiere" potrebbe aumentare di molto il livello di stress di chi sta volando... impossibile cancellare il pensiero che si è sotto osservazione e questo potrebbe portare a comportamenti non "naturali", al pensiero: "faccio questo non perché lo ritengo giusto ma perché se poi qualcuno mi giudicherà vedrà che ho fatto ciò che si aspetta". Molto pericoloso!

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12351
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da AirGek » 25 maggio 2016, 13:28

termicando ha scritto: Ps: Gek, seguendo la tua logica "non è importante sapere chi preme questo o quello se pf o pnf o fo o cpt" potremmo facilmente arrivare al "non è importante il cvr basta che i tasti giusti vengano premuti nell'ordine giusto, basta e avanza il fdr" o sbaglio?

In cockpit si parla e tanto. Non mi riferisco alle ca**ate ma alla condotta del volo. Qualunque cosa tu faccia la dici, perché rafforza la consapevolezza che ciò che vuoi fare è stato fatto e tiene informato il collega che potrebbe essere impegnato in altro.

Esempio banale (ma manco tanto): vuoi inserire l'autopilota, premi il relativo pulsante, dopodiché guardi l'FMA, leggi CMD, chiami "command" e l'autopilota è dentro.

Senza voce come fai a sapere se volevi fare una cosa (ciò che hai detto) ma ne hai fatta un'altra? Ciò che vedresti in video lo senti a voce.
Tempi duri creano uomini forti,
Uomini forti creano tempi tranquilli,
Tempi tranquilli fanno gli uomini deboli,
Uomini deboli creano tempi duri

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7277
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da Lampo 13 » 25 maggio 2016, 13:30

fabrizio66 ha scritto:fliyngbrandon è molto più bello ed anche più fotogenico di ponch e di lampo (quest'ultimo nei tempi migliori) :mrgreen:
Guarda che io nei tempi migliori ero un gran figo! :D
Allegati
1980 Mattinata 1.jpg
1980 Mattinata 1.jpg (60.08 KiB) Visto 4859 volte

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12351
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da AirGek » 25 maggio 2016, 13:36

Fabrizio FDR e CVR son lì per stabilire le cause tecniche di un disastro per portare eventualmente modifiche ai sistemi e/o all'addestramento degli equipaggi. I casi di cui parli tu sono eventualmente casi criminali, appurato ciò cosa modifichi perché non accada più? Che differenza c'è tra un video dove vedi un tipo che imposta l'aereo in discesa e rimane ad occhi sbarrati fino a sbattere o vedere le modifiche tramite registratore di dati e non sentire altro fino allo schianto?
Tempi duri creano uomini forti,
Uomini forti creano tempi tranquilli,
Tempi tranquilli fanno gli uomini deboli,
Uomini deboli creano tempi duri

Avatar utente
TheClubber
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 959
Iscritto il: 3 giugno 2009, 23:13
Località: 40km da BGY

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da TheClubber » 25 maggio 2016, 14:09

Nel caso del 747 El Al che ad Amsterdam ha perso due motori causando la caduta dell'aereo stesso, eventuali telecamere sotto l'ala avrebbero mostrato inequivocabilmente il problema.

Certo, si parla di episodi davvero rarissimi.


Inviato dal mio iPhone 6S utilizzando Tapatalk

fabrizio66
FL 150
FL 150
Messaggi: 1976
Iscritto il: 9 settembre 2010, 14:11

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da fabrizio66 » 25 maggio 2016, 14:17

AirGek ha scritto:Fabrizio FDR e CVR son lì per stabilire le cause tecniche di un disastro per portare eventualmente modifiche ai sistemi e/o all'addestramento degli equipaggi. I casi di cui parli tu sono eventualmente casi criminali, appurato ciò cosa modifichi perché non accada più? Che differenza c'è tra un video dove vedi un tipo che imposta l'aereo in discesa e rimane ad occhi sbarrati fino a sbattere o vedere le modifiche tramite registratore di dati e non sentire altro fino allo schianto?
lo so aAirGek che ci sono tutti gli strumenti del caso, ma tornando al caso specifico nonostante fdr cvr annessi e connessi gli egiziani non sono convinti della fine del loro 767 e contestano i risultati dell inchiesta.

senza entrare poi nell ottica dei risarcimenti verso i passeggeri, xche una cosa e dichiarare che l aereo è caduto xche il 767 in questione ha avuto un problema con il timone (mi sembra fosse questa la loro tesi, vado a memoria ma potrei sbagliarmi) ed allora di chi è la colpa della egyptair per la manutenzione o della boeing che ha disegnato male il pezzo ed una cosa appurare con certezza senza ombra di dubbio che il pilota si è suicidato. ma lasciamo stare ciò.

in un ottica solo e ripeto solo di sicurezza, non sorveglianza non so io cosa si possa fare per evitare quanto accaduto a germanwings o egyptair, magari FAS ascoltando il suono in cabina e vedendo i dati del fdr e cvr riesce a trovare la soluzione perché ciò non accada più, credo però che se potesse avere anche l ausilio di un video potrebbe essere aiutato nel trovare una soluzione.

Considera che quando negli anni 60/70 (non ricordo l ano esatto) fu montata la scatola nera sugli aerei alitalia (uso questo esempio perché è questo che conosco) l ANPAC fece un casino circa "lo spione" agitazioni sindacali e tutto quello che viene.

adesso tu dai per scontato che a bordo hai l fdr e cvr ma anni fa non era così, se sentivi parlare i piloti di quel periodo molti erano contrari, ma quella rivoluzione se possiamo chiamarla cosi quante persone ha salvato?

Il dc-6 della lai caduto a parigi era nuovo di zecca, eppure si è fracassato al suolo ed ancora oggi non si capisce il vero motivo di quanto accaduto, se avessero avuto a suo tempo fdr e cvr magari l incidente del dc-7 di alitalia caduto a shannon non sarebbe avvenuto.

Il 757 di american caduto vicino a tegugicalpa dove una delle concause fù il fatto che gli aerofreni non erano stati sollevati durante la riattaccata (erano andati fuori rotta di parecchio) magari potendo visionare la cabina sempre Fas (azz ma fa tutto lui :mrgreen: ) avrebbe notato una miglioria da sistemare in cockpit per evitare l accaduto.

per questo dico che ben vengano tutti quegli strumenti che potrebbero aiutare un eventuale analisi a tal proposito potrebbe essere utile un parere di fas e sigmet in tal proposito.

Io credo che leggendo il titolo del tread videosorveglianza potrebbe essere fuorviante, io l uso di telecamere non lo intendo come sorveglianza assolutamente.

ultima cosa da non dimenticare ma molto importante pensa a Lampo se avesse avuto la telecamera in cockpit magari si sarebbe messo a dieta per assomigliare alla foto che ci ha postato :mrgreen: (scusa Lampo na battuta per sdrammatizzare, considera che io neanche a 14 anni ero così secco!!!)

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7277
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Videosorveglianza su aerei di linea

Messaggio da Lampo 13 » 25 maggio 2016, 15:37

fabrizio66 ha scritto: ultima cosa da non dimenticare ma molto importante pensa a Lampo se avesse avuto la telecamera in cockpit magari si sarebbe messo a dieta per assomigliare alla foto che ci ha postato :mrgreen: (scusa Lampo na battuta per sdrammatizzare, considera che io neanche a 14 anni ero così secco!!!)
Ecco, ora mi devi un'altra cena! :mrgreen:

Rispondi