Sobaka Cosmonavt: Laika e il Cosmo.

Area dedicata alla discussione di argomenti relativi a volo spaziale, missioni spaziali, spacecraft, satelliti, astronautica

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1385
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Sobaka Cosmonavt: Laika e il Cosmo.

Messaggio da Vultur » 3 novembre 2017, 15:21

La prima creatura a viaggiare nello Spazio, anzi, nel Cosmo, esattamente sessant'anni fà, non è stata l'Uomo, bensì il suo migliore amico: il cane. Laika partì verso il cielo, chiusa nel suo minuscolo abitacolo sulla cima di un grande razzo. Non fece più ritorno, ma il suo viaggio rimarrà per sempre nei libri di storia dell'umanità.
Numerosi animali erano stati testati, dal topo, ai rettili, alle scimmie, ma il più adatto fu senz'altro il cane. Le scimmie, soprattutto gli scimpanzé, si erano rivelate ingestibili e troppo pesanti. Il cane aveva dimostrato di essere il più adattabile, il più suscettibile all'addestramento e, infine, quello con la migliore "resa" davanti alle telecamere. I tests furono simili a quelli previsti per i futuri astronauti, compresi quelli di resistenza alle accelerazioni e alle vibrazioni. L'animale infine doveva rivelarsi in grado di sopportare per lunghi periodi forti rumori, il silenzio assoluto e, infine, la solitudine. Da una selezione di dieci cani, ne furono accettati tre, tutte femmine: Albina, Mukha (mosca) e Laika. La prima non era molto fotogenica, la seconda era in cinta, per cui venne scelta la terza e le altre due tenute in riserva.
Vennero studiati numerosi sistemi di sopravvivenza e monitoraggio delle funzioni vitali e vennero adattati al cane. Il razzo era l'8K71PS-2, dove PS stava per "primo satellite" e 2 indicava che si trattava del secondo Sputnik, il secondo satellite artificiale della storia. Il sistema derivava dal razzo R-7 Semyorka (Sette), primo missile ICBM del mondo. In cima al razzo venne collocato lo Sputnik-2 con dentro Laika e i suoi sistemi di supporto, compreso quello per la rigenerazione dell'ossigeno, l'eliminazione della anidride carbonica e la nutrizione del cane (due volte al giorno). Il rientro del satellite purtroppo non era previsto.
Il lancio spaziale avvenne da Baikonur, alle cinque e trenta del mattino ora di Mosca, il 3 novembre 1957, nell'abito dell'anno internazionale di Geofisica. Secondo i sistemi, il cuore di Laika sopportò bene lo stress di tutta la manovra di inserzione in orbita, anche se il tempo richiesto per riprendere una frequenza cardiaca normale, dopo il batticuore del lancio, risultò triplo di quello testato a terra. Laika compì quattro viaggi attorno alla Terra, durante i quali i suoi parametri vitali rimasero nella norma, compresi i suoi piccoli movimenti a bordo. A causa di una progettazione carente e della mancanza di un sistema di raffreddamento dello Sputnik-2, la temperatura dell'abitacolo salì fino a oltre quaranta gradi Celsius e la cagnetta morì dopo la sua quarta orbita, si pensa per un colpo di calore. Inutile dire che lo scoramento fu grande. Il satellite, con il suo piccolo carico a bordo, compì altri 2.370 giri attorno alla Terra, prima di incenerirsi durante il suo rientro in atmosfera.
Una speciale commissione politica e militare venne istituita, per indagare sulle cause del fallimento. Nelle alte sfere non si volle credere alla storia del colpo di calore. Vennero allora scelti altri due cani e vennero ricreate a terra le stesse condizioni incontrate da Laika nello spazio: gli animali morirono entrambi.

https://en.wikipedia.org/wiki/Sputnik_2
Allegati
Russia-Moscow-VDNH-Rocket_R-7-1.jpg
laikaaformer.jpg

Avatar utente
bruss
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 181
Iscritto il: 5 aprile 2016, 16:55

Re: Sobaka Cosmonavt: Laika e il Cosmo.

Messaggio da bruss » 4 novembre 2017, 9:37

Il libro "Sputnik" di Stefano Cavina attribuisce il blocco del sistema di condizionamento al mancato distacco del secondo stadio, il team di Korolev non doto' lo Sputnik-2 di un sistema di recupero per poter effettuare il lancio entro la data stabilita da Kruscev
Povera cagnetta.-- :|
Nessuno siamo perfeti , oniuno ci habiamo i suoi d'ifetti !

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10883
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Sobaka Cosmonavt: Laika e il Cosmo.

Messaggio da richelieu » 4 novembre 2017, 15:18

Immagine

Se la cosa vi può interessare ..... qui ..... "Rockets and People" ..... potete trovare i links all' intera opera in quattro volumi, pubblicata dalla NASA, di Boris Chertok che racconta il programma spaziale sovietico dagli inizi sino all' abbandono definitivo del sogno lunare .....
.

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10883
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Sobaka Cosmonavt: Laika e il Cosmo.

Messaggio da richelieu » 5 novembre 2017, 10:13

Il lancio di Laika fu una delle tante trovate propagandistiche di Nikita Kruscev che, esaltato dall' insperato furore mediatico che aveva imperversato negli USA a seguito del lancio dello Sputnik 1, volle che venisse seduta stante realizzato un altro avvenimento stupefacente in occasione delle celebrazioni del 40° anniversario della Rivoluzione di Ottobre.
Qualcosa del genere avvenne l'anno successivo .....
In vista delle elezioni politiche che si dovevano tenere il 25 Maggio 1958 ..... il Partito Comunista Italiano chiese al Cremlino se fosse stato possibile realizzare un qualche importante esperimento spaziale che potesse favorevolmente influenzare l' opinione pubblica del nostro paese.
Il PCI venne dunque accontentato ..... e si procedette al lancio (fra l'altro già previsto) dello Sputnik 3 che, in realtà, avrebbe dovuto essere il primo Sputnik ..... proprio quello annunciato in occasione dell' Anno Geofisico Internazionale.
Tale programma era però in forte ritardo a causa della complessità dei sistemi da installare a bordo del satellite stesso ..... non ultimo un registratore (non ancora a punto) che avrebbe dovuto trasmettere a terra i dati accumulati nel corso delle orbite al momento del passaggio sull' Unione Sovietica in quanto i Russi, all' epoca, non disponevano ancora di un' adeguata rete di tracking a livello mondiale.
L' ordine di lancio fu dunque impartito dall' alto e i tecnici, nonostante le lore riserve, si dovettero adeguare.
Il registratore funzionò male ed essi non furono in grado di interpretare correttamente i dati rilevati.
Fu così che le Fasce di Van Allen vennero scoperte da ..... James Van Allen ..... :mrgreen:

Vedasi, in proposito: "The Making of a Soviet Scientist" di Roald Z. Sagdeev (John Wiley & Sons - 1994) alle pagine 156-159) .....

Immagine

Roald Z. Sagdeev ..... https://en.wikipedia.org/wiki/Roald_Sagdeev .....
.

Avatar utente
bruss
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 181
Iscritto il: 5 aprile 2016, 16:55

Re: Sobaka Cosmonavt: Laika e il Cosmo.

Messaggio da bruss » 6 novembre 2017, 15:43

richelieu ha scritto:Immagine

Se la cosa vi può interessare ..... qui ..... "Rockets and People" ..... potete trovare i links all' intera opera in quattro volumi, pubblicata dalla NASA, di Boris Chertok che racconta il programma spaziale sovietico dagli inizi sino all' abbandono definitivo del sogno lunare .....
.

puo' interessare , grazie! :bounce:
Nessuno siamo perfeti , oniuno ci habiamo i suoi d'ifetti !

Rispondi