VDS e PPL: Confusione personale

In quest’area si discute di Aeroclub, di brevetti commerciali / ATPL integrato, di ultraleggeri, di scuole e corsi relativi all'aviazione civile

Moderatore: Staff md80.it

Shalton
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 18
Iscritto il: 9 marzo 2018, 12:33

VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da Shalton » 20 marzo 2018, 16:29

Salve a tutti!

Come da titolo ho molta confusione su quale dei due conseguire.

Premetto che voglio volare solo per passione e non intendo conseguire licenze e abilitazioni per diventare pilota professionista.

Inizialmente la mia idea era quella di conseguire il VDS, poiché mi consente di volare per passione e non c'è necessità di mantenere determinare ore di volo annuali (Che sono una bella cifra). Facendomi due calcoli tra VDS, passeggero, fonia, vds avanzato mi costa quanto un PPL quasi, che a mio avviso rende una preparazione maggiore.

Avrebbe senso conseguire il PPL (Così da non dover conseguire in tempi diversi dal VDS al VDS avanzato, visto che sono richieste ore di volo tra un corso e l'altro e quindi tempo) e successivamente chiedere la conversione a VDS avanzato? Senza quindi dover sottostare alle 12 ore negli ultimi dodici mesi o in alternativa volo con esaminatore che ha un costo molto elevato?

Ringrazio

maddrifter
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 37
Iscritto il: 25 febbraio 2018, 10:50

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da maddrifter » 21 marzo 2018, 14:42

Deisamente si, se puoi permetterti di pagare la (piccola) differenza economica tra vds avanzato e ppl tanto vale fare quest'ultimo, così con una semplice marchetta di altri (mi pare 200-300€) puoi chiedere che ti venga rilasciato anche il Vds avanzato. A quel punto avrai entrambi, una preparazione maggiore al solo Vds, e potrai decidere come volare, se solo vds, solo ppl o entrambe, e avrai possibilità future di crescita maggiori (ad es. cpl, che al momento non ti interessa ma non si sa mai.. o l'acrobazia ecc).
Altrimenti fai come me e datti all'aliante :)

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6046
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da sigmet » 21 marzo 2018, 23:32

maddrifter ha scritto:Deisamente si, se puoi permetterti di pagare la (piccola) differenza economica tra vds avanzato e ppl tanto vale fare quest'ultimo, così con una semplice marchetta di altri (mi pare 200-300€) puoi chiedere che ti venga rilasciato anche il Vds avanzato. A quel punto avrai entrambi, una preparazione maggiore al solo Vds, e potrai decidere come volare, se solo vds, solo ppl o entrambe, e avrai possibilità future di crescita maggiori (ad es. cpl, che al momento non ti interessa ma non si sa mai.. o l'acrobazia ecc).
Altrimenti fai come me e datti all'aliante :)
Non ne farei una questione di preparazione . Conosco piloti VDS che ne sanno molto di più' di piloti di AG e viceversa. Dipende da chi ti insegna e dalla tua voglia di studiare.Il mantenimento però' di una licenza e' nettamente superiore a quella di un attestato . Se non ti va di farti rapinare 60 e più euro solo per mettere le ruote su una pista di asfalto risparmia i soldi e goditi un bella mangiata sull'aviosuperficie vicino casa.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Boeing 737-800
FL 150
FL 150
Messaggi: 1588
Iscritto il: 24 aprile 2009, 11:33
Località: nowhere

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da Boeing 737-800 » 22 marzo 2018, 10:20

Non ha senso prendere l'attestato VDS o la licenza PPL se pensi di volare poche ore l'anno. Più che altro per la tua sicurezza. Se gia parti con la preoccupazione di dover fare 12 ore ogni due anni io credo che sia molto meglio stare a casa. 12 ore sono niente per volare safe.
BOEING 737-800

Avatar utente
mcllcu
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 luglio 2017, 12:20
Località: Ferrara

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da mcllcu » 23 marzo 2018, 12:26

Tieni presente che se voli in VDS, per la revalidation del PPL ti basterebbe solamente un volo con l'istruttore, visto che saresti proficency.
Altro fattore da tenere in considerazione è che se decidi di andare via in più di due persone, un aeroclub che previo volo con istruttore ti noleggia l'aereo per qualche ora lo trovi.

E poi comunque avresti un ULM tuo? Perchè guarda che come con l'A/G non trovi nessuno che ti dia l'ULM senza un check con istruttore.

Se però ti pesano in tasca qualche ora con istruttore, io valuterei un altro passatempo, indipendentemente da VDS o A/G.
Airspeed is Life!

Avatar utente
mcllcu
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 luglio 2017, 12:20
Località: Ferrara

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da mcllcu » 23 marzo 2018, 12:27

Boeing 737-800 ha scritto:Non ha senso prendere l'attestato VDS o la licenza PPL se pensi di volare poche ore l'anno. Più che altro per la tua sicurezza. Se gia parti con la preoccupazione di dover fare 12 ore ogni due anni io credo che sia molto meglio stare a casa. 12 ore sono niente per volare safe.
Non sono d'accordo.
Airspeed is Life!

Avatar utente
Boeing 737-800
FL 150
FL 150
Messaggi: 1588
Iscritto il: 24 aprile 2009, 11:33
Località: nowhere

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da Boeing 737-800 » 23 marzo 2018, 15:39

mcllcu ha scritto: Non sono d'accordo.
Credi davvero che volare 12 ore all'anno bastino per volare in sicurezza?
BOEING 737-800

Avatar utente
mcllcu
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 luglio 2017, 12:20
Località: Ferrara

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da mcllcu » 23 marzo 2018, 15:52

Boeing 737-800 ha scritto:Credi davvero che volare 12 ore all'anno bastino per volare in sicurezza?
Se usi la testa, assolutamente si.
Airspeed is Life!

Avatar utente
Boeing 737-800
FL 150
FL 150
Messaggi: 1588
Iscritto il: 24 aprile 2009, 11:33
Località: nowhere

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da Boeing 737-800 » 23 marzo 2018, 17:26

Siamo molto sul generico. Puoi usare tutta la testa che vuoi, ma se ti capita una qualsiasi situazione imprevista a bordo, la costanza può fare la differenza.
BOEING 737-800

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6046
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da sigmet » 24 marzo 2018, 0:10

Immagine
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
mcllcu
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 luglio 2017, 12:20
Località: Ferrara

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da mcllcu » 25 marzo 2018, 20:18

Boeing 737-800 ha scritto:Siamo molto sul generico. Puoi usare tutta la testa che vuoi, ma se ti capita una qualsiasi situazione imprevista a bordo, la costanza può fare la differenza.
Adesso sei tu che sei sul generico... Definisci "situazione imprevista".

Posso chiederti che licenza hai?
Airspeed is Life!

Drink
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 12
Iscritto il: 14 agosto 2017, 19:00

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da Drink » 25 marzo 2018, 23:24

sigmet ha scritto:Immagine
Ciao sigmet. Mi sapresti dire da dove è tratto il grafico? Mi interesserebbe approfondire. Per "recent" quanto tempo si intende precisamente?
Grazie mille

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6046
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da sigmet » 27 marzo 2018, 23:47

Drink ha scritto:
Ciao sigmet. Mi sapresti dire da dove è tratto il grafico? Mi interesserebbe approfondire. Per "recent" quanto tempo si intende precisamente?
Grazie mille
Il grafico l'ho scannerizzato da una mia dispensa di EASA di SV che cita uno studio americano. Le ore si intendono nell'ultimo anno.
Chiaramente le statistiche vanno analizzate e prese con cautela. Potresti trovare ad esempio grafici dove la popolazione più prona all'incidente e' quella dei piloti con più ore ma ovviamente più ore fai e più sei statisticamente esposto ad un incidente. Comunque sempre da uno studio dell' FAA ricordo che per mantenere un buon livello degli skills basici un pilota di AG debba effettuare mediamente tra trenta e cinquanta ore per anno (dipende se sei IR rated)
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Boeing 737-800
FL 150
FL 150
Messaggi: 1588
Iscritto il: 24 aprile 2009, 11:33
Località: nowhere

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da Boeing 737-800 » 28 marzo 2018, 10:40

mcllcu ha scritto:Adesso sei tu che sei sul generico... Definisci "situazione imprevista".

Posso chiederti che licenza hai?
Questo è il bello. Quando si parla di situazioni impreviste a bordo di un aereo, bisogna per forza essere sul generico. Mi riferisco al fatto che è impossibile prevedere cosa potrà mai accadere, bisogna cercare quantomeno di essere preparati a tutto ed è palese che un pilota più vola e più sviluppa e mantiene le Flying skills che non si limitano solo alla manualità del pilotaggio dell'aeromobile in se ma anche alla decision making e situational awareness che sono di vitali importanza in caso di una qualsiasi emergenza. Io non mi farei mai portare in volo da uno che si fa un voletto al mese.
Visto che non è un segreto, ho conseguito 2 anni fa la PPL, comunque posso dirti che ho maturato questo tipo di pensiero da ben prima che iniziassi l'addestramento in volo.
BOEING 737-800

Avatar utente
mcllcu
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 luglio 2017, 12:20
Località: Ferrara

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da mcllcu » 28 marzo 2018, 14:46

Boeing 737-800 ha scritto:Questo è il bello. Quando si parla di situazioni impreviste a bordo di un aereo, bisogna per forza essere sul generico.
Fammi degli esempi se ti va.... Perché a me non viene in mente nulla di imprevisto che possa capitare su un monomotore, passo fisso, carrello fisso, che possa essere risolto con ore di volo e non con la testa.
Airspeed is Life!

Avatar utente
Boeing 737-800
FL 150
FL 150
Messaggi: 1588
Iscritto il: 24 aprile 2009, 11:33
Località: nowhere

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da Boeing 737-800 » 28 marzo 2018, 17:16

mcllcu ha scritto: Fammi degli esempi se ti va.... Perché a me non viene in mente nulla di imprevisto che possa capitare su un monomotore, passo fisso, carrello fisso, che possa essere risolto con ore di volo e non con la testa.
Mi vuoi dire che un monomotore non complex è immune dagli imprevisti/ inconvenienti / emergenze (o come le vuoi chiamare)? Allora i touch and go, avarie simulate ecc è tutto tempo sprecato solo perché ho la testa sulle spalle?
Non mi va di farti esempi e perdere altro tempo perché, come hai gia dimostrato in altre discussioni sul forum , sei fermo sulla tua convinzione che 12 ore siano sufficienti. So benissimo di non avere il diritto di dirti che hai torto per cui mi limito a rispettare il tuo pensiero ma a non condividerlo. Io sono dell'idea che l'allenamento ha un'importanza determinante per la sicurezza del volo e volare solo un'ora al mese magari quanto c'è calma di vento e cavok non è usare la testa.
BOEING 737-800

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11587
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da flyingbrandon » 28 marzo 2018, 17:22

mcllcu ha scritto:
Boeing 737-800 ha scritto:Questo è il bello. Quando si parla di situazioni impreviste a bordo di un aereo, bisogna per forza essere sul generico.
Fammi degli esempi se ti va.... Perché a me non viene in mente nulla di imprevisto che possa capitare su un monomotore, passo fisso, carrello fisso, che possa essere risolto con ore di volo e non con la testa.
Le ore di volo non risolvono niente...ma possono mettere te nella condizione di poter risolvere un problema. In generale 12 ore nell’ultimo anno , sui due anni di durata del SEP è poco. Ciò non significa che per qualcuno possano bastare. Ti basta però vedere che, praticamente nessun aeroclub , ti affida un aereo con così poca attività ma spesso ti chiedono, almeno, di fare qualche T&G con qualcuno. Probabile che per te siano sufficienti...ci sono persone che se non volano due mesi (e 12 nell’ultimo anno non significano necessariamente una al mese) che vedi che hanno difficoltà....proprio nella gestione dell’aeroplano. Di fatto, poi, non puoi mai sapere, fino a quando non ti capita, di come si possa reagire in emergenza...e questo anche se voli più spesso. Il punto , secondo me, è se arrivi a volare poco ...DOPO che comunque hai volato parecchio...o se, finito il PPL, fai sempre scarsa attività di volo.
Comunque imprevisti su un monomotore a passo fisso e carrello fisso ce ne possono essere parecchi ma, tieni presente, che vale per qualsiasi aereo SEP quella regolamentazione....non necessariamente con elica a passo fisso e carrello fisso.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Drink
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 12
Iscritto il: 14 agosto 2017, 19:00

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da Drink » 29 marzo 2018, 7:47

sigmet ha scritto:
Drink ha scritto:
Ciao sigmet. Mi sapresti dire da dove è tratto il grafico? Mi interesserebbe approfondire. Per "recent" quanto tempo si intende precisamente?
Grazie mille
Il grafico l'ho scannerizzato da una mia dispensa di EASA di SV che cita uno studio americano. Le ore si intendono nell'ultimo anno.
Chiaramente le statistiche vanno analizzate e prese con cautela. Potresti trovare ad esempio grafici dove la popolazione più prona all'incidente e' quella dei piloti con più ore ma ovviamente più ore fai e più sei statisticamente esposto ad un incidente. Comunque sempre da uno studio dell' FAA ricordo che per mantenere un buon livello degli skills basici un pilota di AG debba effettuare mediamente tra trenta e cinquanta ore per anno (dipende se sei IR rated)
Sai dove potrei trovare gli studi che hai citato?
Grazie ancora
Buona giornata

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6046
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da sigmet » 29 marzo 2018, 18:26

Drink ha scritto:
Sai dove potrei trovare gli studi che hai citato?
Grazie ancora
Buona giornata
Non saprei dirti, l'autore non e' citato anche se ricordo di averlo già visto.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Drink
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 12
Iscritto il: 14 agosto 2017, 19:00

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da Drink » 30 marzo 2018, 6:33

sigmet ha scritto:
Drink ha scritto:
Sai dove potrei trovare gli studi che hai citato?
Grazie ancora
Buona giornata
Non saprei dirti, l'autore non e' citato anche se ricordo di averlo già visto.
Grazie comunque
Buona giornata

giammo82
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 110
Iscritto il: 5 gennaio 2017, 1:29

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da giammo82 » 2 aprile 2018, 19:44

12 sono poche ma 20 ore all ‘anno secondo me sono più che sufficienti visto che da novembre a marzo non si vola bene in vfrper colpa del cattivo tempo nebbia ecc quindi 20 ore fatte tra aprile e ottobre sono un bel esercizio


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Avatar utente
mcllcu
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 luglio 2017, 12:20
Località: Ferrara

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da mcllcu » 3 aprile 2018, 13:49

Boeing 737-800 ha scritto:Mi vuoi dire che un monomotore non complex è immune dagli imprevisti / inconvenienti / emergenze (o come le vuoi chiamare)? Allora i touch and go, avarie simulate ecc è tutto tempo sprecato solo perché ho la testa sulle spalle?
Beh, i T/G non sono di sicuro allenamento alla gestione delle emergenze, per quanto riguarda le simulate, mi stai dicendo che tu con regolarità effettui delle simulate? Piantata motore? Incendio a bordo? Atterraggio senza flap? Ecc... Ecc...?
Complimenti.
Boeing 737-800 ha scritto:Non mi va di farti esempi e perdere altro tempo perché, come hai gia dimostrato in altre discussioni sul forum , sei fermo sulla tua convinzione che 12 ore siano sufficienti.
Non so che dirti. In un forum la gente parla, se per te parlare e confrontarsi è perdita di tempo, pace.
Boeing 737-800 ha scritto:So benissimo di non avere il diritto di dirti che hai torto per cui mi limito a rispettare il tuo pensiero ma a non condividerlo.
E ci mancherebbe che ti arrogassi questo diritto... Infatti se ci fai caso io ti ho replicato "non sono d'accordo", non "hai torto", anche perchè direi che se vogliamo parlare di torto o ragione, l'ultima parola spetta ad EASA.
Boeing 737-800 ha scritto:Io sono dell'idea che l'allenamento ha un'importanza determinante per la sicurezza del volo e volare solo un'ora al mese magari quanto c'è calma di vento e cavok non è usare la testa.
Dipende.
Usare la testa vuole anche dire capire che per le proprie possibilità si è in grado di volare solo con calma di vento e cavok. Andare a volare apposta con 1500 di visibilità lo trovo sciocco (e di recente abbiamo anche visto i risultati, addirittura con istruttore a bordo).
Anche perchè ti ricordo che non stiamo parlando di una persona che vuol fare l'ATPL, ma indecisa tra VDS e PPL, ed è giusto che questa persona senta anche altri punti di vista.
Ultima modifica di mcllcu il 3 aprile 2018, 13:59, modificato 1 volta in totale.
Airspeed is Life!

Avatar utente
mcllcu
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 luglio 2017, 12:20
Località: Ferrara

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da mcllcu » 3 aprile 2018, 13:57

flyingbrandon ha scritto:Le ore di volo non risolvono niente...ma possono mettere te nella condizione di poter risolvere un problema. In generale 12 ore nell’ultimo anno , sui due anni di durata del SEP è poco. Ciò non significa che per qualcuno possano bastare. Ti basta però vedere che, praticamente nessun aeroclub , ti affida un aereo con così poca attività ma spesso ti chiedono, almeno, di fare qualche T&G con qualcuno.
Un qualsiasi aeroclub guarda l'attività recente, non lo storico. O almeno a me non sono mai capitati aeroclub così restrittivi.
Comunque... Seguiamo la linea di pensiero corrente:
Io non volo, vado in aeroclub, faccio qualche ora con l'istruttore (mai visto più di due ore per una ripresa), e l'istruttore mi da l'OK.
Sono safe o è un incosciente l'struttore?
Perchè di questo stiamo parlando. EASA e istruttori dicono una cosa, qui se ne sta dicendo un'altra.
flyingbrandon ha scritto:Comunque imprevisti su un monomotore a passo fisso e carrello fisso ce ne possono essere parecchi ma, tieni presente, che vale per qualsiasi aereo SEP quella regolamentazione....non necessariamente con elica a passo fisso e carrello fisso.
Ciao!
E anche questo è usare la testa... Se penso di fare poche ore all'anno, di sicuro non mi vado a impelagare su un passo variabile carrello retrattile, magari un bel SF260 con comandi invertiti, non credi?
Vedi quante pieghe può prendere la cosa che dipendono dalla propria capacità di autocritica e conoscenza dei propri limiti?

Ricordi quando ho scritto della mia renewal con il P92? Sono arrivato a dire all'istruttore "se devi farmi volare così, lasciamo perdere".
Me lo sono posto come limite, e l'ho mantenuto.
Airspeed is Life!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11587
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da flyingbrandon » 3 aprile 2018, 17:58

mcllcu ha scritto: Un qualsiasi aeroclub guarda l'attività recente, non lo storico. O almeno a me non sono mai capitati aeroclub così restrittivi.
Appunto. Per legge bastano 12 ore nell’ultimo anno. Se vai in un aeroclub e dici che non voli da due o tre mesi dubito che ti diano l’aereo in mano. Se poi dici che non stai volando da mesi ne ho quasi la certezza... :mrgreen: comunque quelli che conosco io non ti fanno noleggiare l’aereo se non hai attività di volo Da “X” tempo...dove la X varia da aeroclub ad aeroclub.
mcllcu ha scritto: Comunque... Seguiamo la linea di pensiero corrente:
Io non volo, vado in aeroclub, faccio qualche ora con l'istruttore (mai visto più di due ore per una ripresa), e l'istruttore mi da l'OK.
Sono safe o è un incosciente l'struttore?
Perchè di questo stiamo parlando. EASA e istruttori dicono una cosa, qui se ne sta dicendo un'altra.
Sei safe. Ma, appunto, fai una ripresa. Ma fossero anche solo dei touch&go di meno di due ore lo sei.
mcllcu ha scritto: E anche questo è usare la testa... Se penso di fare poche ore all'anno, di sicuro non mi vado a impelagare su un passo variabile carrello retrattile, magari un bel SF260 con comandi invertiti, non credi?
Vedi quante pieghe può prendere la cosa che dipendono dalla propria capacità di autocritica e conoscenza dei propri limiti?
Se parliamo di legge non fa differenza. Sempre SEP si tratta. Tutto dipende dalla tua testa...il problema è che anche per essere consci dei propri limiti ci vuole esperienza. Ho visto persone che, in modo del tutto autonomo, chiedono di fare una ripresa o, semplicemente, invitano un pilota esperto al primo volo dopo che non toccano l’aereo per qualche mese. Il fatto che il volare poco non ti porti ad avere comunque confidenza significa che , l’attività, è scarsa. Io non sono contrario al minimo di ore da effettuare per legge...dico che 12 ore , in due anni, fatte l’ultimo anno sono un’attività Di volo scarsina per volare in serenità....tutto qua.

Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

giammo82
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 110
Iscritto il: 5 gennaio 2017, 1:29

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da giammo82 » 3 aprile 2018, 20:54

Comunque gli incidenti li fanno anche quelli con 10000 ore eppure gli istruttori di volo vedi il caso di Verona boscomantico......12 ore oppure 20000 non fanno la differenza,l’attitudine conta di più


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11587
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da flyingbrandon » 3 aprile 2018, 21:11

giammo82 ha scritto:Comunque gli incidenti li fanno anche quelli con 10000 ore eppure gli istruttori di volo vedi il caso di Verona boscomantico......12 ore oppure 20000 non fanno la differenza,l’attitudine conta di più


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Il fatto che 12 o 20000 facciano la differenza è evidente. Così come lo è che gli incidenti possono farli anche quelli con molta esperienza...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
mcllcu
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 luglio 2017, 12:20
Località: Ferrara

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da mcllcu » 4 aprile 2018, 8:36

flyingbrandon ha scritto:Appunto. Per legge bastano 12 ore nell’ultimo anno. Se vai in un aeroclub e dici che non voli da due o tre mesi dubito che ti diano l’aereo in mano. Se poi dici che non stai volando da mesi ne ho quasi la certezza... :mrgreen:

Non è quello che ho scritto. Ho parlato di attività recente, non di storico. Se nei 12 mesi precedenti hai fatto zero ore ma la settimana scorsa sei andato su con l'istruttore (del club ovviamente), per l'aeroclub è tutto a posto. Non ho mai trovato un aeroclub che chiedesse "quante ore hai volato quest'anno?"
flyingbrandon ha scritto:Sei safe. Ma, appunto, fai una ripresa. Ma fossero anche solo dei touch&go di meno di due ore lo sei.
E chi ha mai negato il discorso riprese?
Si stava discutendo su un numero di ore di attività minima, non sull'attività recente, sono due concetti differenti.
flyingbrandon ha scritto:Se parliamo di legge non fa differenza. Sempre SEP si tratta. Tutto dipende dalla tua testa...
E' quello che vado dicendo già da un po'....
Airspeed is Life!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11587
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da flyingbrandon » 4 aprile 2018, 18:12

mcllcu ha scritto: Non è quello che ho scritto. Ho parlato di attività recente, non di storico. Se nei 12 mesi precedenti hai fatto zero ore ma la settimana scorsa sei andato su con l'istruttore (del club ovviamente), per l'aeroclub è tutto a posto. Non ho mai trovato un aeroclub che chiedesse "quante ore hai volato quest'anno?"
Tu hai scritto “non sono d’accordo” all’affermazione di un utente che dice che se “ti pesa” arrivare a fare le 12 ore nell’ultimo anno come richiesto da normativa è meglio lasciare perdere. Quindi si parlava di quello. Se la settimana precedente sei andato con istruttore è certamente tutto a posto. Ma se sei dovuto andare su con l’istruttore per una ripresa, e questo è il discorso, con l’attività minima richiesta non sei “safe”. Per andare su con l’istruttore, probabilmente, ti hanno chiesto da quanto non voli. Se poi stai fermo tre mesi magari ti fanno rifare una ripresa...e torniamo al discorso che per volare “safe”, aldilà dell’aspetto legale, è necessaria una attività più frequente.
mcllcu ha scritto: E chi ha mai negato il discorso riprese?
Si stava discutendo su un numero di ore di attività minima, non sull'attività recente, sono due concetti differenti.
Se fai una ripresa è per accertare che tu abbia mantenuto gli skill...altrimenti non ci sarebbe bisogno di una ripresa. Se nell’attivita Recente non hai volato...puoi anche essere all’interno dell’attivita Minima richiesta da normativa ma ti si richiede di fare una ripresa.
mcllcu ha scritto: E' quello che vado dicendo già da un po'....
Se togli quello che c’è dopo, nella mia frase, ovviamente sembra identica alla tua...ma non è finita lì... :mrgreen:
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Maxge
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 173
Iscritto il: 2 novembre 2013, 23:49

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da Maxge » 5 aprile 2018, 11:58

Ciao Shalton,
io concentrerei la mia attenzione sul dopo, una volta preso la licenza quando hai finito il corso ed è ora di volare.
Se puoi permetterti di spendere senza grossi patemi i 200/250 euro/ora da aeroclub (questo significa, ad esempio, poter spendere 400-500 euro per andare e tornare all'elba partendo dal nord Italia) allora vai di PPL e Aeroclub.

Io non faccio un discorso di "quante ore per essere in sicurezza" ma di potersi "divertire" con la licenza volando quando si ha voglia; poter pensare, magari, di andare a visitare qualche paese vicino (Austria, Francia, Slovenia, ecc.) o semplicemente girare in Italia.
Sotto questo profilo, le 12 ore ogni due anni sono risibili non tanto per un discorso di sicurezza ma perchè - secondo me - non bastano per pernsare di potersi "divertire" con la licenza che hai ottenuto.
Anche 12 ore/anno sono in fondo 6 viaggi da due ore, un po' poco per un anno di attività... Tu cosa pensi di farci con la licenza? Cosa ti spinge verso l'aviazione? Viaggiare per vedere posti nuovi? Girare per aviosuperfici? Imparare il volo in montagna? L'acrobazia? Quante ore mettere a budget non lo so, metti almeno una 30. Ho un amico che vola con il suo (vecchio e basico) 172 e per fare 100 ore anno spende (salvo sorprese di manutenzione) circa 10 - 13.000 euro. Dati di qualche anno fa e da verificare.

Fino a quando fai il corso ed hai preventivato una certa spesa le ore le fai ma dopo, quando ti viene voglia di volare e ti accorgi che affittando dall'aeroclub un giro di 3-4 ore ti costa mezzo stipendio allora un po' alla volta smetti.

Se questo tipo di spesa ti impensierisce allora dovrai necessariamente rivolgerti al mondo VDS per fare il grosso dell'attività di volo, magari pensando di comprare da solo o in società un ULM.

Detto questo se puoi permetterti di fare il PPL e le 12 ore ogni secondo anno dal conseguimento puoi considerare il PPL che, fra l'altro, da il vantaggio di poter volare affittando all'estero (USA o EU) richiedendo poi l'attestato e preventivando di fare il grosso dell'attività nel mondo VDS. Altrimenti io farei direttamente la trafila dell'attestato VDS.
Massimo

Avatar utente
mcllcu
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 luglio 2017, 12:20
Località: Ferrara

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da mcllcu » 5 aprile 2018, 16:12

flyingbrandon ha scritto:Tu hai scritto “non sono d’accordo” [...]
Riassumo, perchè come al solito, hai l'abilità di stravolgere cio che viene detto:

Se faccio 12 ore, divise per comodità, in una al mese, mettendoci anche 3 decolli e 3 atterraggi:
- Per un qualsiasi aeroclub sono safe
- Per un qualsiasi istruttore sono safe
- Per EASA sono safe
- Per Boeing 737-800 NON sono safe

Quindi è inutile che stiamo a fare voli pindarici su ciò che un aeroclub eventualmente farebbe o non farebbe, se mi hanno chiesto o no da quanto volo, perchè, e questo è il succo del discorso, per qualsiasi aeroclub sarei safe ma non per Boeing 737-800.
flyingbrandon ha scritto:Se fai una ripresa è per accertare che tu abbia mantenuto gli skill...altrimenti non ci sarebbe bisogno di una ripresa. Se nell’attivita Recente non hai volato...puoi anche essere all’interno dell’attivita Minima richiesta da normativa ma ti si richiede di fare una ripresa.
Come sopra.
Ripeto.... Il problema non è la ripresa o no. Era ritenere qualcuno NON safe quando EASA, istruttori e aeroclub dicono il contrario.
Ultima modifica di mcllcu il 5 aprile 2018, 16:27, modificato 1 volta in totale.
Airspeed is Life!

Avatar utente
mcllcu
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 luglio 2017, 12:20
Località: Ferrara

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da mcllcu » 5 aprile 2018, 16:18

Maxge ha scritto:Detto questo se puoi permetterti di fare il PPL e le 12 ore ogni secondo anno dal conseguimento puoi considerare il PPL
Parentesi: Basta la revalidation SEP prima della scadenza del secondo anno: esame con istruttore certificato.

https://www.easa.europa.eu/document-lib ... o-11782011
(b) Revalidation of single-pilot single-engine class ratings.
(1) Single-engine piston aeroplane class ratings and TMG ratings. For revalidation of single-pilot single-engine piston aeroplane class ratings or TMG class ratings the applicant shall:
(i) within the 3 months preceding the expiry date of the rating, pass a proficiency check in the relevant class in accordance with Appendix 9 to this Part with an examiner; or [...]
Airspeed is Life!

Maxge
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 173
Iscritto il: 2 novembre 2013, 23:49

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da Maxge » 5 aprile 2018, 16:43

Parentesi: Basta la revalidation SEP prima della scadenza del secondo anno: esame con istruttore certificato.
Giustissimo, solo che la revalidation la devi fare con un flight examiner dopo aver fatto almeno un ora con un istruttore, se non ricordo male. Quindi sono minimo due ore, è corretto?
Massimo

Avatar utente
mcllcu
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 267
Iscritto il: 12 luglio 2017, 12:20
Località: Ferrara

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da mcllcu » 5 aprile 2018, 17:01

Maxge ha scritto:
Parentesi: Basta la revalidation SEP prima della scadenza del secondo anno: esame con istruttore certificato.
Giustissimo, solo che la revalidation la devi fare con un flight examiner dopo aver fatto almeno un ora con un istruttore, se non ricordo male. Quindi sono minimo due ore, è corretto?
Probabile, anche se ad essere sinceri ignoro i dettagli.
Quando ho fatto la renewal erano 3 ore + check, ed effettivamente ho fatto un volo con un istruttore differente, quindi potrebbe essere.

Comunque il succo era che si può mantenere attivo il SEP con poco. Io investirei un poco di più nel fare il PPL anche se svessi già intenzione di volare solo in VDS.
Airspeed is Life!

Maxge
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 173
Iscritto il: 2 novembre 2013, 23:49

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da Maxge » 5 aprile 2018, 17:16

Comunque il succo era che si può mantenere attivo il SEP con poco. Io investirei un poco di più nel fare il PPL anche se svessi già intenzione di volare solo in VDS.
Anche a me è toccata una volta la renewal ed ho dovuto fare attività di volo e check con due istruttori diversi. Ed anche io condivido il consiglio di fare il PPL (se non altro perchè è un titolo aeronautico riconosciuto anche all'estero) sempre che il costo non sia troppo più alto rispetto a fare la trafila VDS (che non conosco) e che le 12 ore non siano un problema. D'altra parte le 12 ore possono anche essere investite per fare qualche corso come l'abilitazione acro oppure l'idro. Tutta roba che può servire ad ampliare le proprie conoscenze ed utili anche se si vola principalmente con un ulm.
Massimo

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11587
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: VDS e PPL: Confusione personale

Messaggio da flyingbrandon » 5 aprile 2018, 17:38

Maxge ha scritto:
Parentesi: Basta la revalidation SEP prima della scadenza del secondo anno: esame con istruttore certificato.
Giustissimo, solo che la revalidation la devi fare con un flight examiner dopo aver fatto almeno un ora con un istruttore, se non ricordo male. Quindi sono minimo due ore, è corretto?
Se non sei in carenza di attività no...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Rispondi