gli strani meccanismi della mente umana

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Exence » 1 ottobre 2019, 10:58

Buongiorno a tutti,

per chi ha letto le mie precedenti conversazioni, quest'estate sono stata in Finlandia e il viaggio mi ha talmente terrorizzata da essermi ripromessa di non volare più per moooolto tempo. In volo sono proprio stata male fisicamente, tachicardia costante per tutte e due le ore e una volta atterrata ero a pezzi...
Tra una settimana partirò da sola per Parigi :mrgreen: e non ho la benché minima paura, anzi non vedo l'ora di andare.
Mi sto interrogando da giorni sul perché volare da sola non mi faccia paura, mentre volare in compagnia mi terrorizza...
che motivo può esserci dietro?
io sarei davvero curiosa di capire questo strano meccanismo del mio cervello...
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
Gianni62
FL 250
FL 250
Messaggi: 2624
Iscritto il: 23 luglio 2008, 11:55
Località: Firenze

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Gianni62 » 1 ottobre 2019, 11:46

Forse dipende dalle persone con cui sei. Io da solo mi godo proprio il volo (e trovi anche una mia testimonianza in merito qui su PDV) . Con mia moglie è diverso e ho sempre un po' di apprensione forse me la comunica.... Brandon?
L'assolo più bello della tua vita è quello che fai quando ti dimentichi di schiacciare REC"

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6686
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Lampo 13 » 1 ottobre 2019, 11:51

Exence ha scritto:
1 ottobre 2019, 10:58
Buongiorno a tutti,

per chi ha letto le mie precedenti conversazioni, quest'estate sono stata in Finlandia e il viaggio mi ha talmente terrorizzata da essermi ripromessa di non volare più per moooolto tempo. In volo sono proprio stata male fisicamente, tachicardia costante per tutte e due le ore e una volta atterrata ero a pezzi...
Tra una settimana partirò da sola per Parigi :mrgreen: e non ho la benché minima paura, anzi non vedo l'ora di andare.
Mi sto interrogando da giorni sul perché volare da sola non mi faccia paura, mentre volare in compagnia mi terrorizza...
che motivo può esserci dietro?
io sarei davvero curiosa di capire questo strano meccanismo del mio cervello...
Hai forse paura/vergogna di farti vedere spaventata?

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Exence » 1 ottobre 2019, 12:31

Lampo 13 ha scritto:
1 ottobre 2019, 11:51
Exence ha scritto:
1 ottobre 2019, 10:58
Buongiorno a tutti,

per chi ha letto le mie precedenti conversazioni, quest'estate sono stata in Finlandia e il viaggio mi ha talmente terrorizzata da essermi ripromessa di non volare più per moooolto tempo. In volo sono proprio stata male fisicamente, tachicardia costante per tutte e due le ore e una volta atterrata ero a pezzi...
Tra una settimana partirò da sola per Parigi :mrgreen: e non ho la benché minima paura, anzi non vedo l'ora di andare.
Mi sto interrogando da giorni sul perché volare da sola non mi faccia paura, mentre volare in compagnia mi terrorizza...
che motivo può esserci dietro?
io sarei davvero curiosa di capire questo strano meccanismo del mio cervello...
Hai forse paura/vergogna di farti vedere spaventata?
quando sono da sola intendi? No, no. Diciamo che non sono una persona "vergognosa" :D ... anche prima della partenza di solito ho l'ansia, incubi sull'aereo che cade ecc, ma se sono da sola no... e trovo davvero curioso questo fatto, perché in teoria si dovrebbe essere più tranquilli con accanto un "supporto morale"...
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Exence » 1 ottobre 2019, 12:32

Gianni62 ha scritto:
1 ottobre 2019, 11:46
Forse dipende dalle persone con cui sei. Io da solo mi godo proprio il volo (e trovi anche una mia testimonianza in merito qui su PDV) . Con mia moglie è diverso e ho sempre un po' di apprensione forse me la comunica.... Brandon?
uhm no... ho viaggiato sia con amici / amiche sia con il fidanzato di turno e ho sempre avuto paura se avevo accanto qualcuno,, :bounce:
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9561
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da tartan » 1 ottobre 2019, 13:10

Se c'è qualcuno con te sai che puoi appoggiarti, se sei sola sei l'unica che può aiutarti, quindi niente paure, risolvi da per te! Ho sintetizzato un pensiero difficile per me da articolare in un messaggio short. Perdono! :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6686
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Lampo 13 » 1 ottobre 2019, 13:53

Exence ha scritto:
1 ottobre 2019, 12:31
Lampo 13 ha scritto:
1 ottobre 2019, 11:51
Exence ha scritto:
1 ottobre 2019, 10:58
Buongiorno a tutti,

per chi ha letto le mie precedenti conversazioni, quest'estate sono stata in Finlandia e il viaggio mi ha talmente terrorizzata da essermi ripromessa di non volare più per moooolto tempo. In volo sono proprio stata male fisicamente, tachicardia costante per tutte e due le ore e una volta atterrata ero a pezzi...
Tra una settimana partirò da sola per Parigi :mrgreen: e non ho la benché minima paura, anzi non vedo l'ora di andare.
Mi sto interrogando da giorni sul perché volare da sola non mi faccia paura, mentre volare in compagnia mi terrorizza...
che motivo può esserci dietro?
io sarei davvero curiosa di capire questo strano meccanismo del mio cervello...
Hai forse paura/vergogna di farti vedere spaventata?
quando sono da sola intendi? No, no. Diciamo che non sono una persona "vergognosa" :D ... anche prima della partenza di solito ho l'ansia, incubi sull'aereo che cade ecc, ma se sono da sola no... e trovo davvero curioso questo fatto, perché in teoria si dovrebbe essere più tranquilli con accanto un "supporto morale"...
No, intendevo vergogna di farti vedere da chi ti accompagna, che conosci.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9561
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da tartan » 1 ottobre 2019, 15:29

Exence ha scritto:
1 ottobre 2019, 12:32
Gianni62 ha scritto:
1 ottobre 2019, 11:46
Forse dipende dalle persone con cui sei. Io da solo mi godo proprio il volo (e trovi anche una mia testimonianza in merito qui su PDV) . Con mia moglie è diverso e ho sempre un po' di apprensione forse me la comunica.... Brandon?
uhm no... ho viaggiato sia con amici / amiche sia con il fidanzato di turno e ho sempre avuto paura se avevo accanto qualcuno,, :bounce:
Cerco di spiegarmi meglio: finchè avevi qualcuno a cui rompere i cosiddetti, allora avevi paura, quando li potevi rompere solo a te e, fra l'altro non avevi niente da rompere, allora tutto bene! :mrgreen:
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da flyingbrandon » 1 ottobre 2019, 23:00

Tutte quelle che hanno elencato precedentemente possono essere una risposta....ma, a mio avviso, ne manca una all’appello. Purtoppo è molto diffuso, anche se per niente “salutare al rapporto”, il fatto che spesso, per insicurezza, si misura quanto gli altri tengano a noi misurando la preoccupazione che manifestano per noi. Lo “stare male” è spesso un contorto modo di richiedere aiuto e misurare quanto gli altri tengano a te. Se mancano gli osservatori....decade la necessità di compiere la misura. Questo “fenomeno” si crea spesso da bambini....e, come tutto ciò che funziona, viene perpetrato anche in età adulta ...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Exence » 2 ottobre 2019, 10:51

flyingbrandon ha scritto:
1 ottobre 2019, 23:00
Tutte quelle che hanno elencato precedentemente possono essere una risposta....ma, a mio avviso, ne manca una all’appello. Purtoppo è molto diffuso, anche se per niente “salutare al rapporto”, il fatto che spesso, per insicurezza, si misura quanto gli altri tengano a noi misurando la preoccupazione che manifestano per noi. Lo “stare male” è spesso un contorto modo di richiedere aiuto e misurare quanto gli altri tengano a te. Se mancano gli osservatori....decade la necessità di compiere la misura. Questo “fenomeno” si crea spesso da bambini....e, come tutto ciò che funziona, viene perpetrato anche in età adulta ...
Ciao!
Uhm non credo... anche perché le mie lamentele in volo provocano sempre minacce di omicidio da parte dei miei accompagnatori :lol: quindi so sempre in partenza che non ottengo conforto ma incazzature varie :mrgreen:
Se fosse per una qualsiasi delle cause elencate sopra, però, la paura nei giorni precedenti l'avrei comunque... e al limite me ne starei buona buona in volo... invece in questi giorni sono rilassata e ho solo voglia di partire... cioè è inquietante che io preferisca viaggiare da sola... è l'apice della sociopatia.,.. :shock:
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Exence » 2 ottobre 2019, 10:52

tartan ha scritto:
1 ottobre 2019, 15:29
Exence ha scritto:
1 ottobre 2019, 12:32
Gianni62 ha scritto:
1 ottobre 2019, 11:46
Forse dipende dalle persone con cui sei. Io da solo mi godo proprio il volo (e trovi anche una mia testimonianza in merito qui su PDV) . Con mia moglie è diverso e ho sempre un po' di apprensione forse me la comunica.... Brandon?
uhm no... ho viaggiato sia con amici / amiche sia con il fidanzato di turno e ho sempre avuto paura se avevo accanto qualcuno,, :bounce:
Cerco di spiegarmi meglio: finchè avevi qualcuno a cui rompere i cosiddetti, allora avevi paura, quando li potevi rompere solo a te e, fra l'altro non avevi niente da rompere, allora tutto bene! :mrgreen:
posso sempre disturbare il personale di volo :lol: :lol: :lol: magari c'è qualche tizio carino e potrei simulare un malore hahaha :mrgreen:
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Exence » 2 ottobre 2019, 10:53

Lampo 13 ha scritto:
1 ottobre 2019, 13:53
Exence ha scritto:
1 ottobre 2019, 12:31
Lampo 13 ha scritto:
1 ottobre 2019, 11:51
Exence ha scritto:
1 ottobre 2019, 10:58
Buongiorno a tutti,

per chi ha letto le mie precedenti conversazioni, quest'estate sono stata in Finlandia e il viaggio mi ha talmente terrorizzata da essermi ripromessa di non volare più per moooolto tempo. In volo sono proprio stata male fisicamente, tachicardia costante per tutte e due le ore e una volta atterrata ero a pezzi...
Tra una settimana partirò da sola per Parigi :mrgreen: e non ho la benché minima paura, anzi non vedo l'ora di andare.
Mi sto interrogando da giorni sul perché volare da sola non mi faccia paura, mentre volare in compagnia mi terrorizza...
che motivo può esserci dietro?
io sarei davvero curiosa di capire questo strano meccanismo del mio cervello...
Hai forse paura/vergogna di farti vedere spaventata?
quando sono da sola intendi? No, no. Diciamo che non sono una persona "vergognosa" :D ... anche prima della partenza di solito ho l'ansia, incubi sull'aereo che cade ecc, ma se sono da sola no... e trovo davvero curioso questo fatto, perché in teoria si dovrebbe essere più tranquilli con accanto un "supporto morale"...
No, intendevo vergogna di farti vedere da chi ti accompagna, che conosci.
nono assolutamente... sono l'essere più rompicoglioni del mondo in certe circostanze... non cerco nemmeno di nasconderlo :albino:
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
Dylan666
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 189
Iscritto il: 10 luglio 2018, 18:01
Località: Oristano

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Dylan666 » 2 ottobre 2019, 11:59

flyingbrandon ha scritto:
1 ottobre 2019, 23:00
Tutte quelle che hanno elencato precedentemente possono essere una risposta....ma, a mio avviso, ne manca una all’appello. Purtoppo è molto diffuso, anche se per niente “salutare al rapporto”, il fatto che spesso, per insicurezza, si misura quanto gli altri tengano a noi misurando la preoccupazione che manifestano per noi. Lo “stare male” è spesso un contorto modo di richiedere aiuto e misurare quanto gli altri tengano a te. Se mancano gli osservatori....decade la necessità di compiere la misura. Questo “fenomeno” si crea spesso da bambini....e, come tutto ciò che funziona, viene perpetrato anche in età adulta ...
Ciao!
Non saprei se concordare... anche io come Excence se penso di viaggiare solo non avverto ansia o paure.Non sarà per caso la vergogna o il "disonore" di farsi vedere impauriti da persone che per noi hanno grande importanza, come accennava Lampo13?
Magari per orgoglio o presunzione.. :?:

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da flyingbrandon » 2 ottobre 2019, 15:18

Dylan666 ha scritto:
2 ottobre 2019, 11:59
flyingbrandon ha scritto:
1 ottobre 2019, 23:00
Tutte quelle che hanno elencato precedentemente possono essere una risposta....ma, a mio avviso, ne manca una all’appello. Purtoppo è molto diffuso, anche se per niente “salutare al rapporto”, il fatto che spesso, per insicurezza, si misura quanto gli altri tengano a noi misurando la preoccupazione che manifestano per noi. Lo “stare male” è spesso un contorto modo di richiedere aiuto e misurare quanto gli altri tengano a te. Se mancano gli osservatori....decade la necessità di compiere la misura. Questo “fenomeno” si crea spesso da bambini....e, come tutto ciò che funziona, viene perpetrato anche in età adulta ...
Ciao!
Non saprei se concordare... anche io come Excence se penso di viaggiare solo non avverto ansia o paure.Non sarà per caso la vergogna o il "disonore" di farsi vedere impauriti da persone che per noi hanno grande importanza, come accennava Lampo13?
Magari per orgoglio o presunzione.. :?:
Si...l’ho scritto...non ho ripetuto quelle dette precedentemente. Però lei vola, tu no. Chi si vergogna tende a non fare piuttosto che a fare lo stesso riversando il “malumore”. Anche da un punto di vista culturale, nostro , è più difficile che tu decida di metterti a piangere in aereo sulla spalla della tua compagna....mentre è considerato più normale che una donna possa farlo con il suo compagno/marito. Quindi se temi di poter scoppiare a piangere....è più facile che tu decida di non fare. Però tutte le componenti elencate sopra prima di me possono essere o far parte del “set” di meccanismi che portano a preferire o non preferire una compagnia durante il viaggio.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Exence » 2 ottobre 2019, 17:55

No infatti io ho pianto tranquillamente tutto il viaggio quando sono andata e tornata dalla Finlandia :lol: facendo infuriare il mio ragazzo che mi diceva smettila altrimenti ci danno una multa :) ...
Comunque non hai risposto al mio quesito 8) come mai non ho l’ansia anticipatoria stavolta ?
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6686
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Lampo 13 » 2 ottobre 2019, 18:13

Exence ha scritto:
2 ottobre 2019, 17:55
No infatti io ho pianto tranquillamente tutto il viaggio quando sono andata e tornata dalla Finlandia :lol: facendo infuriare il mio ragazzo che mi diceva smettila altrimenti ci danno una multa :) ...
Comunque non hai risposto al mio quesito 8) come mai non ho l’ansia anticipatoria stavolta ?
A parte che non esiste nessuna multa per chi piange in aereo, al massimo ti coccolano, perché non gli dai un bel calcio nelle palle al tuo ragazzo? :mrgreen:

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9561
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da tartan » 2 ottobre 2019, 19:19

Exence ha scritto:
2 ottobre 2019, 17:55
No infatti io ho pianto tranquillamente tutto il viaggio quando sono andata e tornata dalla Finlandia :lol: facendo infuriare il mio ragazzo che mi diceva smettila altrimenti ci danno una multa :) ...
Comunque non hai risposto al mio quesito 8) come mai non ho l’ansia anticipatoria stavolta ?
Aho! E mo ce l'hai e perché, e mo nun ce l'hai e percome! Ormai è chiaro: perché, o di riffete o di raffete, devi essere sempre al centro dell'attenzione, chettelodicoaffà! :mrgreen:
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Exence » 2 ottobre 2019, 21:10

tartan ha scritto:
2 ottobre 2019, 19:19
[quote=Exence post_id=999398 time=<a href="tel:1570031747">1570031747</a> user_id=208225]
No infatti io ho pianto tranquillamente tutto il viaggio quando sono andata e tornata dalla Finlandia :lol: facendo infuriare il mio ragazzo che mi diceva smettila altrimenti ci danno una multa :) ...
Comunque non hai risposto al mio quesito 8) come mai non ho l’ansia anticipatoria stavolta ?
Aho! E mo ce l'hai e perché, e mo nun ce l'hai e percome! Ormai è chiaro: perché, o di riffete o di raffete, devi essere sempre al centro dell'attenzione, chettelodicoaffà! :mrgreen:
[/quote]

Hahahaha :lol: :lol:
Ma no. Anzi, volendo fare una similitudine , mi vedo più come regista, che come attrice principale : )
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Exence » 2 ottobre 2019, 21:12

Lampo 13 ha scritto:
2 ottobre 2019, 18:13
Exence ha scritto:
2 ottobre 2019, 17:55
No infatti io ho pianto tranquillamente tutto il viaggio quando sono andata e tornata dalla Finlandia :lol: facendo infuriare il mio ragazzo che mi diceva smettila altrimenti ci danno una multa :) ...
Comunque non hai risposto al mio quesito 8) come mai non ho l’ansia anticipatoria stavolta ?
A parte che non esiste nessuna multa per chi piange in aereo, al massimo ti coccolano, perché non gli dai un bel calcio nelle palle al tuo ragazzo? :mrgreen:
Penso che lui usi quella scusa per mettermi a tacere 😂 sostiene che chi ha panico in aereo viene multato e l’aereo viene fatto atterrare nell’aeroporto più vicino haha
Poi la persona che ha provocato il tutto viene praticamente messa alla gogna pubblica : l’ha visto su YouTube , dice :D
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6686
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Lampo 13 » 2 ottobre 2019, 21:14

Exence ha scritto:
2 ottobre 2019, 21:12
Lampo 13 ha scritto:
2 ottobre 2019, 18:13
Exence ha scritto:
2 ottobre 2019, 17:55
No infatti io ho pianto tranquillamente tutto il viaggio quando sono andata e tornata dalla Finlandia :lol: facendo infuriare il mio ragazzo che mi diceva smettila altrimenti ci danno una multa :) ...
Comunque non hai risposto al mio quesito 8) come mai non ho l’ansia anticipatoria stavolta ?
A parte che non esiste nessuna multa per chi piange in aereo, al massimo ti coccolano, perché non gli dai un bel calcio nelle palle al tuo ragazzo? :mrgreen:
Penso che lui usi quella scusa per mettermi a tacere 😂 sostiene che chi ha panico in aereo viene multato e l’aereo viene fatto atterrare nell’aeroporto più vicino haha
Poi la persona che ha provocato il tutto viene praticamente messa alla gogna pubblica : l’ha visto su YouTube , dice :D
Pure bugiardo... :roll:

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da flyingbrandon » 2 ottobre 2019, 22:50

Exence ha scritto:
2 ottobre 2019, 10:51

Uhm non credo... anche perché le mie lamentele in volo provocano sempre minacce di omicidio da parte dei miei accompagnatori :lol: quindi so sempre in partenza che non ottengo conforto ma incazzature varie :mrgreen:
Non importa il tipo di reazione....qualsiasi essa sia è indice di attenzione.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Exence » 3 ottobre 2019, 11:51

flyingbrandon ha scritto:
2 ottobre 2019, 22:50
Exence ha scritto:
2 ottobre 2019, 10:51

Uhm non credo... anche perché le mie lamentele in volo provocano sempre minacce di omicidio da parte dei miei accompagnatori :lol: quindi so sempre in partenza che non ottengo conforto ma incazzature varie :mrgreen:
Non importa il tipo di reazione....qualsiasi essa sia è indice di attenzione.
Ciao!
Perdonami Brandon, ma non sono ancora arrivata al punto di desiderare insulti o litigi pur di avere attenzione... anche perché le attenzioni le ricevo senza doverle chiedere :wink:
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
Dylan666
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 189
Iscritto il: 10 luglio 2018, 18:01
Località: Oristano

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Dylan666 » 3 ottobre 2019, 12:12

Exence ha scritto:
3 ottobre 2019, 11:51
Perdonami Brandon, ma non sono ancora arrivata al punto di desiderare insulti o litigi pur di avere attenzione... anche perché le attenzioni le ricevo senza doverle chiedere :wink:
Di sicuro Brandon non avrà bisogno della mia spiegazione :mrgreen: , ma credo proprio che si parli di bisogni "inconsci" mica volontari e controllabili.. :wink:

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9561
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da tartan » 3 ottobre 2019, 14:00

Io lo capisco così: se qualcuno mi manda a c***re perchè ho paura è sicuramente un sintomo di attenzione nei miei confronti altrimenti se ne sarebbe fregato delle mie paure, però potrebbe anche essere l'inizio di un : questa è l'ultima volta, la prossima volta non ti conosco!
Risultato: non sono le reazioni degli altri che possono stimolarmi ma solo le mie intime reazioni e i miei intimi convincimenti. In sostanza dipende tutto da me che devo fare tesoro delle altrui reazioni, ma solo per gestirle in funzione della mia crescita.
Come vado? :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Exence » 3 ottobre 2019, 15:27

Dylan666 ha scritto:
3 ottobre 2019, 12:12
Exence ha scritto:
3 ottobre 2019, 11:51
Perdonami Brandon, ma non sono ancora arrivata al punto di desiderare insulti o litigi pur di avere attenzione... anche perché le attenzioni le ricevo senza doverle chiedere :wink:
Di sicuro Brandon non avrà bisogno della mia spiegazione :mrgreen: , ma credo proprio che si parli di bisogni "inconsci" mica volontari e controllabili.. :wink:
Mah non credo che la chiave di lettura sia quella delle attenzioni...
lo scopo della mia discussione era semplicemente riconfermare il fatto che la paura del volo nasce da meccanismi mentali che non c'entrano con la paura effettiva dell'aereo come mezzo di trasporto... cosa che avevamo già capito ma comunque anche questo tipo di testimonianza può magari aiutare chi non riesce a volare : )
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da flyingbrandon » 3 ottobre 2019, 18:25

Exence ha scritto:
3 ottobre 2019, 11:51

Perdonami Brandon, ma non sono ancora arrivata al punto di desiderare insulti o litigi pur di avere attenzione... anche perché le attenzioni le ricevo senza doverle chiedere :wink:
Che c’azzecca il “desiderare”? Perché... hai mai trovato qualcuno desideroso di essere ansioso? Qualcuno desideroso di vivere male la propria esistenza? Qualcuno desideroso di complicarsi la vita? Possiamo andare avanti con un elenco infinito. Il desiderio ha poco a che fare con tutto questo. Anzi..., di solito, tutti deciderebbero esattamente l’opposto...e nel caso specifico, volare serenamente. C’è qualcosa di più profondo, come suggerito da Dylan, che spinge le azioni...la maggior parte delle azioni sono “inconsapevoli”. Il fatto che tu riceva o meno le attenzioni senza chiederle non è del tutto significativo...anche in questo ambito si può fare una lista praticamente infinita di persone che continuano a ricercare ciò che hanno già rovinandosi la vita. Tu hai fatto una domanda perchè , evidentemente, non sei consapevole su cosa ti spinge in un verso o nell’altro...io ho solo risposto secondo ciò che so, ciò che leggo e su ciò che vedo e mi sembra di capire. Non sono interessato ad avere ragione e fornisco solo degli spunti a chi sembra di aver esaurito le risposte. in generale siamo tutti ugualmente capaci di risolvere i problemi...la differenza, spesso, la fa il capire dove stia il problema. La maggior parte delle persone esclude a priori dei “punti” perchè li ritiene indiscutibili, insindacabili e che non necessitano di nessuna analisi critica....bene...proprio in quei punti , spesso, ci sono i “problemi”...le credenze che guidano determinati nostri comportamenti o che vanno in conflitto con ciò che sentiamo. Per me puoi serenamente saltare la questione “attenzioni”...e continuare ad interrogarti su altro o non trovare la risposta...è la tua vita...sei tu che quotidianamente devi scontrarti con il tuo modo di vivere e pensare....sei tu che sai se vivi la tua vita in modo soddisfacente o meno...e solo tu potrai dirti se hai sfruttato le tue potenzialità. Di tutto questo non devi certo rendere conto a me o ad altri.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Exence » 3 ottobre 2019, 20:16

Guarda io non volevo essere polemica... il punto che hai toccato era per me una cosa fantascientifica per come sto ora... per carità in passato ho avuto i miei problemi su quell’argomento...e quindi mi sono sentita punta sul vivo :)! ma nella vita ci si evolve anche ... e certe problematiche si superano anche grazie a quello che si impara dagli errori passati ... non sento di scontrarmi con nulla durante la gestione della mia vita, attualmente ... anzi sento di avere successo in quello che faccio ecc... La domanda sulla non paura in assenza di accompagnatori mi è uscita spontanea proprio per la stranezza del fenomeno ecco! Poi magari mercoledì vi scrivo terrorizzata dal gate e quindi sarà tutto “nella norma” :)! Mi sembra quasi anormale non essere in ansia non so se mi spiego! Ho l’ansia perché non ho l’ansia ! Per quello ho intitolato così il thread... il nostro cervello e’ assurdo a volte ... o almeno il mio lo è ! Detto questo, lungi da me confutare le analisi che avete fatto... anzi da fuori si vede sempre con più obiettività : ) ...
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9561
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da tartan » 3 ottobre 2019, 20:22

Se la paura ti è improvvisamente passata, prendine atto e metabolizza. Non evocare, tira dritta. Se ritorna, allora puoi chiederti il perchè, solo allora avrai la possibilità di un confronto fra prima, poi ed ora. Sei sempre tu al centro, quindi non c'è nessuno fuori da te che può pensare per te.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da flyingbrandon » 4 ottobre 2019, 8:43

Exence ha scritto:
3 ottobre 2019, 20:16
Guarda io non volevo essere polemica... il punto che hai toccato era per me una cosa fantascientifica per come sto ora... per carità in passato ho avuto i miei problemi su quell’argomento...e quindi mi sono sentita punta sul vivo :)!
In questa frase racchiudi un’intera filosofia dell’inconsapevolezza che hai manifestato poi nel post stesso. La tua risposta non era polemica ma, semplicemente, “scocciata”. Il punto è che tu stessa dici che è fantascientifica per come stai ora, ma il fatto che una persona stia da favola può dipendere essenzialmente da due fattori...il primo è tutto in questo momento “giri” da Dio...cioè hai un benessere che ti proviene dall’esterno, il secondo che hai raggiunto una consapevolezza tale che ciò che arriva dal mondo esterno ti scivola addosso molto di più....oppure, ovviamente, una combinazione delle due cose. Non so cosa tu intenda per “ora” ...non hai volato molto tempo fa e non mi sembrava che ti fossi divertita in modo fantascientifico...quindi il periodo di “ora” quando è iniziato? Due gg fa? 6 mesi fa? Se comprende anche l’ultimo volo in Finlandia, come ti rispondi alla domanda “allora perchè?” ? Detto questo...supponiamo che sia fuori dal tuo periodo fantascientifico...uno degli elementi che ti permette di distinguere da quale natura dipenda il tuo periodo fantascientifico si manifesta nel momento in cui “temi” di perdere quel periodo. Ti interroghi sul come mai tu non stia male in un certa situazione in cui avresti pensato di stare male. Questo è spesso indice del fatto che quella sicurezza che manifesti non provenga da dentro ma da fuori...altrimenti non cercheresti alcuna risposta nè ti interrogheresti sull’assenza dell’ansia....anzi rappresenterebbe la naturale conseguenza del tuo processo evolutivo. Avresti potuto stupirti di averne ancora. Un altro campanello è che ti sei sentita punta sul vivo. Maddecchè? Hai chiesto una possibile motivazione e, se la chiedi, hai già scartato il fatto che dipenda dalla tua crescita personale, quindi per forza di cose la ricerca di risposte si basa su ciò che può rappresentare un problema a te per quello che hai scritto qua negli anni....e non certo un “giudizio” sulla tua persona. Anche perchè , l’insicurezza , non è un insulto e si parla proprio di quella persistente nel profondo dell’animo e che non ha alcun impatto sulla riuscita nel lavoro o altro. Non è che una persona che vive su un sottostrato di insicurezza sia un fallito nella vita o che non abbia successo. Tu ci tieni a dire che hai imparato dal passato , ti senti punta sul vivo come se la mia risposta, che ripeto essere solo uno spunto di riflessione per te, fosse invece un verdetto.


Exence ha scritto:
3 ottobre 2019, 20:16
ma nella vita ci si evolve anche ... e certe problematiche si superano anche grazie a quello che si impara dagli errori passati ... non sento di scontrarmi con nulla durante la gestione della mia vita, attualmente ... anzi sento di avere successo in quello che faccio ecc... La domanda sulla non paura in assenza di accompagnatori mi è uscita spontanea proprio per la stranezza del fenomeno ecco! Poi magari mercoledì vi scrivo terrorizzata dal gate e quindi sarà tutto “nella norma” :)! Mi sembra quasi anormale non essere in ansia non so se mi spiego! Ho l’ansia perché non ho l’ansia ! Per quello ho intitolato così il thread... il nostro cervello e’ assurdo a volte ... o almeno il mio lo è ! Detto questo, lungi da me confutare le analisi che avete fatto... anzi da fuori si vede sempre con più obiettività : ) ...
Ecco...di “spontaneo” c’è poco....o, per meglio dire, il nostro comportamento che dici essere spontaneo è semplicemente mosso da ciò in cui si cercava di dare una risposta...e spesso ciò che è assurdo lo è per mancanza di conoscenza e non perchè necessariamente sia un processo privo di logica e casuale.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Exence » 4 ottobre 2019, 10:00

tartan ha scritto:
3 ottobre 2019, 20:22
Se la paura ti è improvvisamente passata, prendine atto e metabolizza. Non evocare, tira dritta. Se ritorna, allora puoi chiederti il perchè, solo allora avrai la possibilità di un confronto fra prima, poi ed ora. Sei sempre tu al centro, quindi non c'è nessuno fuori da te che può pensare per te.
grazie <3 :love4:
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Exence » 4 ottobre 2019, 10:13

flyingbrandon ha scritto:
4 ottobre 2019, 8:43

In questa frase racchiudi un’intera filosofia dell’inconsapevolezza che hai manifestato poi nel post stesso. La tua risposta non era polemica ma, semplicemente, “scocciata”. Il punto è che tu stessa dici che è fantascientifica per come stai ora, ma il fatto che una persona stia da favola può dipendere essenzialmente da due fattori...il primo è tutto in questo momento “giri” da Dio...cioè hai un benessere che ti proviene dall’esterno, il secondo che hai raggiunto una consapevolezza tale che ciò che arriva dal mondo esterno ti scivola addosso molto di più....oppure, ovviamente, una combinazione delle due cose. Non so cosa tu intenda per “ora” ...non hai volato molto tempo fa e non mi sembrava che ti fossi divertita in modo fantascientifico...quindi il periodo di “ora” quando è iniziato? Due gg fa? 6 mesi fa? Se comprende anche l’ultimo volo in Finlandia, come ti rispondi alla domanda “allora perchè?” ?
Sì ero scocciata :lol:
Comunque... proprio perché dalla Finlandia a ora non è cambiato nulla non capisco la differenza di percezione riguardo alla prospettiva del volo..
"Ora" è un "ora" dentro di me... perché dal punto di vista dei fattori esterni non è cambiato nulla negli ultimi giorni o mesi a dire il vero... due anni fa quando ho scritto la prima volta sapevo di aver paura di perdere quello che avevo... ora non vivo questa paura... perché da allora ho perso tutto il perdibile (a parte la vita :lol: ) e sono ancora qui , a costruire giorno per giorno la mia esistenza,... tra gioie e incazzature : )
non mi sento però una persona insicura... magari troppo sensibile, o troppo introspettiva, paranoica, asociale a volte, quello sì, ma di fondo non mi sento debole o insicura... I "successi" esterni possono essere giusto un "di più" che ti da' quella soddisfazione momentanea ma non sono di certo quelli a fare una persona... e non baso su quelli la percezione di me, sono semmai dei tasselli che mi dicono che ho scelto strade giuste (nei casi di studio e lavoro)... Due anni fa è stato molto più facile "diagnosticare" le cause inconsce delle mie emozioni, ora è molto più complicato forse perché sono meno aperta all'ascolto, non con te ma in generale con le persone. Detto questo, l'altro gg c'è stato un bird strike qui sopra Novara... fosse stato anche solo un paio di mesi fa penso che non sarei nemmeno più voluta partire, ora ho pensato vabbè, tanto di motori ce ne sono due...
e quindi ribadisco che alla domanda "allora perché?" non riesco a rispondere e questa cosa mi fa troppo innervosire...
Scusa se ho usato toni scocciati ieri <3 buona mattinata
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da flyingbrandon » 4 ottobre 2019, 11:43

Exence ha scritto:
4 ottobre 2019, 10:13

Sì ero scocciata :lol:
Me ne sono accorto...
Exence ha scritto:
4 ottobre 2019, 10:13
Comunque... proprio perché dalla Finlandia a ora non è cambiato nulla non capisco la differenza di percezione riguardo alla prospettiva del volo..
Voli da sola.
Exence ha scritto:
4 ottobre 2019, 10:13

non mi sento però una persona insicura... magari troppo sensibile, o troppo introspettiva, paranoica, asociale a volte, quello sì, ma di fondo non mi sento debole o insicura...
Perchè accosti debole ad insicura?
Exence ha scritto:
4 ottobre 2019, 10:13
Due anni fa è stato molto più facile "diagnosticare" le cause inconsce delle mie emozioni, ora è molto più complicato forse perché sono meno aperta all'ascolto, non con te ma in generale con le persone.
No è uguale. In prima battuta anche due anni fa ti negavi delle evidenze.
Ma non è necessario che ascolti qualcuno....anzi...sarebbe opportuno che ascoltassi te con tutta l’onesta che dovrebbe esserci.
Exence ha scritto:
4 ottobre 2019, 10:13
e quindi ribadisco che alla domanda "allora perché?" non riesco a rispondere e questa cosa mi fa troppo innervosire...
Scusa se ho usato toni scocciati ieri <3 buona mattinata
A questo ho risposto...
Non è necessario che ti scusi...non mi sono mica offeso.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Exence » 4 ottobre 2019, 12:30

flyingbrandon ha scritto:
4 ottobre 2019, 11:43
Exence ha scritto:
4 ottobre 2019, 10:13

Sì ero scocciata :lol:
Me ne sono accorto...
Exence ha scritto:
4 ottobre 2019, 10:13
..
:lol: :D :D :D
flyingbrandon ha scritto:
4 ottobre 2019, 11:43
Perchè accosti debole ad insicura?
Perché per me sono sinonimi...
flyingbrandon ha scritto:
4 ottobre 2019, 11:43
Ma non è necessario che ascolti qualcuno....anzi...sarebbe opportuno che ascoltassi te con tutta l’onesta che dovrebbe esserci.
Chi può dire di ascoltarsi al mille per cento? sempre e comunque? Se così fosse, l'80% delle persone cambierebbero vita, lavoro, abitudini... è un discorso più gnerale ma
spesso si può anche ascoltarsi ma sapendo di non poter modificare determinate cose..

PS: per fortuna non ti sei offeso: a volte sono un po' TDC :P
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11151
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da flyingbrandon » 5 ottobre 2019, 9:10

Exence ha scritto:
4 ottobre 2019, 12:30

flyingbrandon ha scritto:
4 ottobre 2019, 11:43
Perchè accosti debole ad insicura?
Perché per me sono sinonimi...

Questo è un problema. il primo, di tipo comunicativo. Tu hai reagito come se avessi detto che sei debole...invece ti ho detto che il substrato di certe tue spinte può essere l’insicurezza. Il secondo ... se è vero che il debole sia facilmente insicuro non è vero il contrario...perchè ciò che ti determina non è la spinta che ti viene da dentro ma ciò che manifesti con l’azione...quindi l’insicuro può serenamente essere e agire da forte proprio perchè “reagisce” alla sua spinta interiore . Quello che conta è come si reagisce a qualcosa...perchè è ciò che costruisce la tua esperienza in modo da modificare anche la tua “essenza” e, ad esempio, prendere sicurezza. Quando io prendo l’aereoplano non faccio nessun atto di coraggio...se lo dovesse prendere Dylan sarebbe un atto di coraggio e potrebbe modificare la sua esistenza. E’ ovvio e non necessario che io ti dica come si colloca la tua reazione e il perché tu abbia accostato l’essere insicuro all’essere debole....
Exence ha scritto:
4 ottobre 2019, 12:30

Chi può dire di ascoltarsi al mille per cento? sempre e comunque? Se così fosse, l'80% delle persone cambierebbero vita, lavoro, abitudini... è un discorso più gnerale ma
spesso si può anche ascoltarsi ma sapendo di non poter modificare determinate cose..

PS: per fortuna non ti sei offeso: a volte sono un po' TDC :P
Perchè cosa hai di meglio da fare che ascoltarti al 1000000 per cento? Ma se manca l’onestà e diventa una ricerca di alibi il discorso cambia e la persona difficilmente cambia...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 744
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: gli strani meccanismi della mente umana

Messaggio da Exence » 6 ottobre 2019, 13:03

Si, ho reagito come se tu mi avessi definita debole; cosa che peraltro potresti tranquillamente dirmi , non è vietato esprimere le opinioni :)... però è una caratteristica in cui non mi rispecchio... Tu fai l’esempio della reazione diversa, tra il debole e l’insicuro, alle situazioni. Il debole magari rinuncia in partenza, paralizzato dalle infinite possibilità che gli si pongono davanti, decide di non prendere alcuna decisione. L’insicuro dal tuo punto di vista invece (se ho capito bene ) , una decisione la prende, sebbene con “fatica” o “sofferenza”... Proseguendo su questo sentiero, come definiresti la persona forte allora? Quella che ha sempre chiare le alternative e senza titubanza sa cosa scegliere ed e ‘ sicuro che sia il meglio per se stesso? O la persona che , consapevole delle proprie paure agisce lo stesso, seguendo la filosofia del “la paura indica che il coraggio esiste”?

Per quanto riguarda invece il parlare con se stessi, io intendevo dire che possiamo anche ascoltarci 24/7 ma non sempre possiamo fare o seguire quello che ci dice la nostra voce interiore , per motivi vari (pratici , che coinvolgono altre persone , oppure anche morali)...
it's only rock'n roll but I like it!

Rispondi