Airbus, 363 ordini e impegni durante tutto il Salon du Bourget

Tempo di lettura: 3 minuti

Si è chiusa oggi la prima parte del Salon du Bourget, quella dedicata agli operatori professionali durante la quale vengono siglati accordi di varia natura. Airbus anche oggi ha consolidato la posizione di assoluta supremazia già posta in essere nelle prime 3 giornate, e ha concluso ulteriori accordi.

Gli ultimi clienti ad aver rimpolpato il portafoglio ordini sono Flynas, JetBlue e NAC:

– Flynas, il primo vettore low-cost dell’Arabia Saudita, ha siglato una Lettera d’Intenti (MoU – Memorandum of Understanding) con Airbus per 10 aeromobili A321XLR, la variante a maggiore autonomia dell’A320. Nell’ambito di questo impegno, il vettore convertirà anche 10 A320neo di un precedente ordine in A321neo.

Flynas gestisce attualmente una flotta di 30 A320ceo e 2 A320neo. Fin dalla sua fondazione nel 2007, Flynas ha delineato piani di crescita ambiziosi per sviluppare costantemente la propria flotta al fine di trasportare un numero sempre crescente di passeggeri. Nel 2018 il vettore ha trasportato circa 6,6 milioni di passeggeri su 60.000 voli domestici e internazionali.

– JetBlue Airways aggiungerà l’A321XLR alla sua vasta flotta di aeromobili Airbus e amplierà il precedente ordine di Airbus A220. JetBlue si è impegnata a convertire 13 ordini di A321neo in ordini fermi per il nuovo A321XLR, presentato questa settimana da Airbus al Salone dell’Aeronautica di Parigi. Inoltre, JetBlue ha confermato un ordine per 10 ulteriori aeromobili A220-300 da opzioni esistenti.

JetBlue integrerà l’A321XLR e l’A220-300 nel suo crescente network che collega una grande varietà di destinazioni chiave. JetBlue opera attualmente 193 aeromobili A320 e A321, ha all’attivo ordini per 85 A321neo e in precedenza ha ordinato 60 A220-300. Ad aprile, JetBlue ha convertito 13 aeromobili A321neo del suo precedente ordine nella versione a LR (long range) a maggiore autonomia.

Nordic Aviation Capital (NAC), il locatore di aeromobili regionali numero uno del settore, ha firmato un Memorandum of Understanding (MoU) per 20 aeromobili della famiglia A220. L’accordo è stato firmato all’Air Show di Parigi tra Martin Møller, NAC Chairman e Christian Scherer, Chief Commercial Officer di Airbus.

Complessivamente, nel corso dell’intero Salone Aeronautico di Parigi 2019, Airbus ha siglato nuovi ordini e impegni relativamente a 363 aeromobili commerciali. Di questi, 149 sono ordini fermi e 214 impegni. In aggiunta a queste cifre, vettori e società di leasing hanno convertito 352 ordini per aeromobili, in gran parte passando dall’A320 a corridoio singolo al più grande A321neo e al nuovo A321XLR. Questo riflette chiaramente il successo della strategia di Airbus nell’offrire ai clienti aeromobili di più lungo raggio all’interno di questo segmento. Il Salone di Le Bourget ha visto inoltre il successo dell’A220, che ha registrato nuovi ordini per 85 aeromobili, e del widebody A330neo, per il quale Airbus ha totalizzato ordini e impegni per 24 nuovi aeromobili.

La star del Salone è stato ovviamente il nuovo A321XLR – la naturale evoluzione dell’A321LR. L’XLR è l’aeromobile a corridoio singolo per il lungo raggio più efficiente al mondo, che consentirà agli operatori di questo segmento di accedere a mercati che richiedono ancora più autonomia e carico utile. Nel complesso, questo ultimo modello si è aggiudicato ordini per 48 aeromobili, impegni per altri 79 e 99 ordini convertiti dall’A321 all’XLR. Gli ordini sono arrivati da una vasta gamma di clienti di lancio provenienti da tutto il mondo.

Nel segmento widebody, il nuovo A330neo ha messo a frutto l’accoglienza positiva del mercato concludendo nuovi ordini con Cebu Pacific e Virgin Atlantic. Lo slancio nelle vendite dell’A220 è stato particolarmente positivo.

Al contempo, Airbus Services ha dimostrato i miglioramenti che sta apportando ai tradizionali servizi di manutenzione, formazione, operazioni di volo e aggiornamento, avvalendosi dei vantaggi offerti dalla piattaforma Skywise di Airbus e delle nuove tecnologie.

Nel campo degli elicotteri, Shenzhen Eastern General Aviation Company (Shenzhen Eastern GAC) ha siglato un ordine per un ACH160, diventando il cliente di lancio per la versione VIP di questo elicottero medio in Cina. Il velivolo sarà utilizzato per svolgere principalmente viaggi privati e di business (PBA) nell’area della Greater Bay Area di Guangdong-Hong Kong-Macao, zona in cui vivono circa 70 milioni di persone e che contribuisce al 12% del PIL della Cina.

(Fabrizio Ripamonti)