ENAC COME SANSONE

easyJet, la compagnia low cost leader in Europa, è stata costretta dall’ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile) a cancellare i voli sulla rotta Milano – Olbia fino a diverso avviso.
La mossa dell’ENAC contravviene a tutte le regole stabilite dalla Commissione Europea e di ciò se ne assume la completa responsabilità.
La Comunità Europea nel regolamento 2408/92 infatti detta chiaramente le regole per l’imposizione degli oneri di servizio pubblico ed esclude da questa regola i voli che non siano operati “a regime oneroso-.
Come precedentemente comunicato easyJet, ha infatti deciso di operare la rotta a titolo gratuito, almeno per le prossime due settimane.
“La decisione di ENAC è quindi illegittima e soprattutto un chiaro segnale di una burocrazia cieca che pur di sostenere posizioni insostenibili va contro tutto e tutti e in primis i passeggeri. – afferma Arnaldo Munoz, Commercial General Manager per il Sud Europa. – La parvenza di organismo regolatore super partes, che aveva cercato di darsi nelle scorse settimane, è venuta meno ieri, quando ha gettato la maschera e si è fatta spalleggiare nel suo agire proprio da una delle compagnie che ENAC aveva cercato di difendere nella propria posizione di monopolio autorizzato e protetto.
La parola rimane purtroppo ai tribunali che saranno chiamati a dirimere una situazione che, nonostante gli sforzi fatti da easyJet per cercare una soluzione amichevole e di totale beneficio per tutte le parti coinvolte è rimasta dchiava di schemi predeterminati e predefiniti e che nulla hanno a che vedere con l’interesse dei consumatori e dei Sardi.-
Ai passeggeri prenotati nella prima giornata la compagnia inglese offre oltre al rimborso totale, un buono di 100 Euro da spendere in un prossimo futuro su un qualsiasi volo easyJet.